DI COSA ABBIAMO PARLATO:

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DI COSA ABBIAMO PARLATO:"

Transcript

1 Giovedì 27 novembre 2014 (1 C) siamo andati alla centralina dell A.R.P.A. in via Giovanni XXIII, Borgo S.Dalmazzo, (che verrà chiusa a fine dicembre) accompagnati dalle prof Bagnus (matematica e scienze) e Marchisio (tecnologia). Arrivati ci hanno accolti Sara e Flavio, che fanno parte dell A.R.P.A. Piemonte*, e ci hanno parlato dell aria e del suo inquinamento. *A.R.P.A.= AGENZIA REGIONALE PROTEZIONE AMBIENTALE DI COSA ABBIAMO PARLATO: Le principali cause dell inquinamento sono: traffico veicolare emissioni industriali impianti di riscaldamento che producono alcune sostanze: biossido di zolfo=so2 biossido di azoto=no2 polveri sottili=pm10 o PM2.5 ozono=o3 L ozono può essere buono o cattivo ; di quello buono abbiamo bisogno perché forma uno strato nell alta atmosfera terrestre che ci protegge dai raggi UV. Quello cattivo si forma soprattutto a causa del traffico automobilistico. Negli ultimi tre anni la qualità dell aria è migliorata grazie alle moderne tecnologie.

2 ossigeno azoto altri gas Abbiamo anche visto che l aria è formata da: 21% ossigeno 78% azoto 1% altri gas Abbiamo imparato che esistono gli inquinanti primari cioè emessi direttamente nell atmosfera; e quelli secondari cioè formati da due o più sostanze che reagiscono tra loro. In ogni caso gli inquinanti fanno male perché danneggiano sia l ambiente che l uomo. Abbiamo anche capito che le centraline non sono tutte uguali infatti, ma si distinguono in base collocazione, infatti a seconda che siano in una zona di traffico o in una zona di campagna i fattori ambientali e i valori rilevati saranno diversi. CHE COSA ABBIAMO VISTO: la centralina dall esterno ha la forma di una scatola formata da pannelli bianchi e con,sul tetto, un piccolo camino a forma di funghetto collegato ad un aspirapolvere nell interno della struttura. Il funghetto serve ad aspirare l aria impregnata di sostanze per farla passare in un filtro, cioè un dischetto di fili di quarzo pressati dove vengono trattenute le polveri sottili (PM10) che poi vengono analizzate da un computer. Questo strumento si chiama rilevatore di polveri sottili (PM10). Alcuni simboli chimici: L 1% dell aria che ci circonda è formato da: vapore acqueo, gas nobili tra cui argo (Ar) e anidride carbonica (CO 2 ), ossidi di azoto (NO,NO 2,NO x ) E ancora La centralina era piena di strumenti che sono sempre accesi e nella provincia di Cuneo si possono contare 7 centraline fisse distribuite sul territorio. Giulia S.

3 Relazione:visita alla centralina A.R.P.A Giovedì 27 novembre 2014,siamo andati insieme alle prof. Bagnus e Marchisio,in via Giovanni XXIII per visitare la centralina fissa A.R.P.A. per il rilevamento della qualità dell'aria e anche per approfondire le nostre conoscenze sull'argomento. Verrà chiusa il 31/12/2014. Appena arrivati Sara e Flavio,i due dipendenti dell A.R.P.A, ci hanno accolto e ci hanno spiegato varie cose riguardanti la cabina e l'aria. L'aria è una miscela di gas formata da particelle di vario tipo: l'azoto (N 2 )rappresenta il 78% dei gas presenti nell'atmosfera; l'ossigeno (O 2 )il 21%; l'argo (Ar),l'anidride carbonica (CO 2 ) e altri gas di quantità molto più piccole formano il restante 1%; L'aria,però,è inquinata Le principali cause dell'inquinamento sono: 1. il traffico veicolare,cioè la circolazione di auto,camion...; 2. le emissioni industriali che producono fumi nocivi; 3. gli impianti di riscaldamento:termosifoni,caloriferi... L'A.R.P.A. ha installato centraline di rilevamento in tutta la provincia di Cuneo. In totale sono sette. Ci sono tre tipi di cabine: 1. cabine di traffico: sono situate in prossimità di una strada (quella che abbiamo visitato fa parte di questa categoria); 2. cabine di fondo urbano; 3. cabine di fondo rurale,cioè che si trovano in paesaggi di campagna. In quest'ultimi anni,la crisi ha fatto chiudere parecchie industrie,perciò le emissioni si sono ridotte e la qualità dell'aria è migliorata; è anche

4 diminuito il piombo: mentre prima era in quantità eccessive perché contenuto nella benzina,oggi si è dato un limite Con la diminuzione del piombo sono però aumentati il biossido di zolfo (SO 2 )e gli ossidi di azoto (NO, NO 2 ); la maggior parte degli inquinanti sono stati rilevati nella troposfera, ossia la fascia dell'atmosfera che raggiunge i venti km d'altezza. L'ozono(O 3 )è sia un gas buono che cattivo. L'ozono buono è quello che si trova nella stratosfera e protegge la Terra dalle radiazioni UV (ultraviolette); quello cattivo (che si trova nella troposfera)è un inquinante secondario,cioè è prodotto da altri inquinanti,soprattutto d'estate, perciò viene detto inquinante estivo. Oltre all'ozono ci sono anche delle polveri sottili (PM 10 o PM 2,5 )che se entrano nel corpo possono causare problemi cardiovascolari. Entrati nella cabina,flavio ci ha spiegato alcune cose: sul tavolo c'era un computer collegato ad una scatola da cui partiva un tubo che saliva. Flavio,ci ha informati che quella era una bilancia sensibilissima che tramite quel tubo raccoglieva su un filtrino le polveri dell'aria. Vengono analizzate le polveri raccolte dal filtro e tramite un procedimento complicato si determina la concentrazione di inquinanti presenti nell'atmosfera. In fondo alla cabina di rilevamento,vicino al quadro elettrico,c'era un enorme armadio e Flavio ci ha spiegato che contiene degli strumenti che servono per verificare che le rilevazioni siano corrette. Una bombola con concentrazione 100 di inquinante collegata al macchinario permette di controllare la taratura, se la macchina rileva 100 è corretto, altrimenti viene regolata. Con questo abbiamo finito la visita e siamo tornati a scuola, è stata un'uscita davvero interessante. Simone

5 VISITA CENTRALINA A.R.P.A. DI BORGO SAN DALMAZZO Giovedì 27 novembre abbiamo visitato la centralina dell A.R.P.A di Borgo San Dalmazzo e abbiamo potuto ampliare le nostre conoscenze sull aria, le sostanze inquinanti e il loro monitoraggio. L aria è una miscela formata da gas, prevalentemente azoto (78%), ossigeno (21%) e particelle di varia natura e dimensione, che costituisce l atmosfera terrestre. La valutazione della qualità dell aria è utile per garantire la tutela della salute della popolazione e la protezione degli ecosistemi. Questa attività è svolta dall A.R.P.A. Piemonte che fornisce informazioni sullo stato della qualità dell aria sul territorio regionale. Questa valutazione si basa sul monitoraggio degli inquinanti più significativi e sulla stima della loro diffusione spaziale. Si dice inquinante qualsiasi sostanza presente nella troposfera che può avere effetti dannosi sulla salute umana o sull ambiente nel suo complesso. In base all origine, gli inquinanti si distinguono in: - Primari, cioè emessi direttamente in atmosfera da specifiche fonti; - Secondari, cioè prodotti come risultato di reazioni chimico-fisiche degli inquinanti primari. La fonte degli inquinanti può essere: - Naturale: sono emessi in atmosfera ad opera di fenomeni naturali; - Antropica: sono generati da attività umane. Molto importanti sono anche i tempi di permanenza nell atmosfera. Gli inquinanti che attualmente vengono monitorati sono: - MATERIALE PARTICOLATO (PM10 e PM 2,5) Sono particelle sospese in aria con diametro inferiore a dieci μm (micrometri) nel primo caso e inferiore a 2,5 μm nel secondo. Nell aria il particolato può essere generato da fenomeni naturali come le eruzioni vulcaniche, ma l apporto maggiore deriva dal traffico veicolare e dalle emissioni industriali. E un inquinante primario e in parte anche secondario. Ha un lungo tempo di permanenza nell aria e questo ne permette il trasporto su grandi distanze e quindi la sua concentrazione dipende da fattori meteo-climatici. Il particolato determina malattie dell apparato respiratorio come bronchiti e asma. Ha effetti negativi anche per la vegetazione perché impedisce la fotosintesi e lo sviluppo delle piante. - BIOSSIDI DI AZOTO: Sono generati in tutti i processi di combustione che utilizzano l aria come comburente. Altamente tossici, sono tra gli inquinanti maggiormente pericolosi anche perché in presenza di forte irraggiamento solare innescano delle reazioni che portano alla formazione di altre sostanze inquinanti come l ozono (O 3 ). Per la maggior parte sono di origine antropica (traffico veicolare). Hanno un breve tempo di permanenza in atmosfera. Per quanto riguarda la salute umana determinano malattie delle vie respiratorie. Contribuiscono al fenomeno delle piogge acide con gravi danni alla vegetazione e alterazione degli equilibri degli ecosistemi.

6 - BIOSSIDO DI ZOLFO: E un gas la cui origine è prevalentemente naturale. Le principali emissioni antropiche sono costituite dal riscaldamento domestico e in misura minore dal traffico. E un inquinante primario e il suo tempo nell atmosfera varia da alcuni giorni a settimane. - OZONO: E un gas che nella stratosfera svolge un azione protettiva per la salute umana e per l ambiente assorbendo le radiazioni UV provenienti dal sole. Nella troposfera è un inquinante secondario (smog fotochimico). Ha origine prevalentemente antropica. L aumento delle sue concentrazioni causa malattie respiratorie. - BENZENE: Si ottiene principalmente come prodotto della distillazione del petrolio. La fonte principale sono i gas di scarico degli autoveicoli, soprattutto quelli a benzina. E un inquinante primario altamente tossico e cancerogeno. Altre sostanze inquinanti sono: -MONOSSIDO DI CARBONIO (CO) -METALLI PESANTI quali piombo, arsenico, cadmio e nichel; -IPA (Idrocarburi policiclici aromatici): benzo(a)pirene. Il monitoraggio degli inquinanti nell aria è uno strumento di conoscenza e sorveglianza della qualità dell aria al fine della prevenzione dell inquinamento atmosferico ed è realizzato con la creazione di stazioni di monitoraggio presenti sul territorio regionale. La stazione di Borgo San Dalmazzo, nata nel 2002, è una stazione di misurazione del traffico, situata cioè in una posizione tale che il livello di inquinamento sia influenzato soprattutto da emissioni da traffico. La misurazione degli inquinanti è ottenuta con strumentazioni a funzionamento continuo, che permettono la disponibilità del dato in tempo reale ad eccezione del particolato, IPA, metalli pesanti. La determinazione del particolato viene effettuata in laboratorio sui filtri campionati giornalmente in modo automatico presso le stazioni; sugli stessi, analisi successive, consentono la quantificazione dei metalli pesanti e IPA. I dati rilevati dalle centraline confluiscono al centro informatico di raccolta denominato C.O.P. (Centro Operativo Provinciale) con sede presso il dipartimento provinciale A.R.P.A. di Cuneo e vengono inseriti in una base dati regionale. A Borgo San Dalmazzo, negli ultimi anni, è stato osservato un miglioramento della qualità dell aria dovuto alla costante diminuzione delle emissioni industriali e civili. Il miglioramento della qualità dell aria, la mancanza di fondi dovuta alla crisi economica e la vicinanza alla centralina di Cuneo, sono le cause della chiusura, il 31/12/2014, della centralina di Borgo S. Dalmazzo. Nicola

7 VISITA CENTRALINA A.R.P.A. Quando: giovedì 27 novembre 2014 Dove: Borgo San Dalmazzo, via Giovanni XXIII Cosa: centralina fissa per il rilevamento della qualità dell aria Chi: personale A.R.P.A.: Sara e Flavio, alunni 1ª C e prof. Perché: per approfondimento sull aria prima della chiusura della centralina Di che cosa abbiamo parlato: Cause inquinamento aria; Tipi di centraline; Qualità aria negli anni; Inquinanti dell aria. Cosa ho imparato: L A.R.P.A. si occupa di proteggere l ambiente, fornisce informazioni sullo stato generale della qualità dell aria di tutta la regione. L A.R.P.A. gestisce la rete regionale di rilevamento per mezzo di stazioni fisse e mobili, dà un supporto tecnico-scientifico alle amministrazioni locali, fornisce informazioni sui livelli dei principali inquinanti, valuta la qualità dell aria a livello locale e regionale, scrive relazioni annuali sui dati rilevati. L A.R.P.A. di Cuneo svolge l attività di controllo della qualità dell aria tutti i giorni dell anno attraverso 7 centraline di monitoraggio. L aria è una miscela di gas formata per il 78% di azoto (N 2 ), 21% da ossigeno (O 2 ) e la parte rimanente l 1% è costituito da argon (Ar), da anidride carbonica (CO 2 ) e da altri gas tra cui sostanze inquinanti, che hanno effetti dannosi sulla salute umana e sull ambiente. Gli inquinanti atmosferici possono essere:

8 PRIMARI come gli ossidi di azoto, ossidi di zolfo e il monossido di carbonio che proviene dalla combustione di carburante o legna; SECONDARI come l ozono e le polveri sottili (PM 10 ) o (PM 2,5 ). Si parla di inquinamento quando i rilevamenti effettuati dalle centraline mostrano che è stato superato il livello massimo fissato per queste sostanze nell aria. Gli inquinanti sono maggiormente concentrati nelle aree urbane e dipendono inoltre da fattori meteorologici. I dati del 2013 hanno confermato che la qualità dell aria è migliorata e che gli inquinanti PRIMARI non sono più un problema. In Piemonte rimangono situazioni problematiche per l ozono e il PM 10 ; le emissioni di (PM 10 ) sono dovute ai trasporti per il 39%, alle industrie per il 13% e al riscaldamento per il 48%. Il lavoro dell A.R.P.A. consiste in sopralluoghi, analisi, prelievi, misure e elaborazioni. Tra gli strumenti usati dal personale dell A.R.P.A. c è la cabina per il monitoraggio della qualità dell aria; all interno sono istallati tanti strumenti per la misura degli inquinanti: analizzatore di ossidi di azoto (NO, NO2, NOx); campionatore di PM 10 ; misuratore automatico di (PM 10 ) e (PM 2,5 ); misuratore di ozono (O 3 ). Antonio

9 Anna

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile. Lucera ( FG )

Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile. Lucera ( FG ) Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E LA PROTEZIONE AMBIENTALE Sito di monitoraggio: Lucera ( FG ) Periodo di osservazione: 5/2/21-11/3/21

Dettagli

Qualità dell aria Torino, 8 febbraio 2011

Qualità dell aria Torino, 8 febbraio 2011 Qualità dell aria La rilevanza del fenomeno dell accumulo di biossido di azoto nella Pianura Padana rilevato da misure satellitari Concentrazione di biossido di azoto sull Europa tra Gennaio 2003 e Giugno

Dettagli

Combustione energia termica trasmissione del calore

Combustione energia termica trasmissione del calore Scheda riassuntiva 6 capitoli 3-4 Combustione energia termica trasmissione del calore Combustibili e combustione Combustione Reazione chimica rapida e con forte produzione di energia termica (esotermica)

Dettagli

Attività di monitoraggio della qualità dell aria effettuato da ARPA FVG nel Comune di Cormons Gennaio Aprile 2014

Attività di monitoraggio della qualità dell aria effettuato da ARPA FVG nel Comune di Cormons Gennaio Aprile 2014 Attività di monitoraggio della qualità dell aria effettuato da ARPA FVG nel Comune di Cormons Gennaio Aprile 2014 Cormons, 27 marzo 2015 La normativa sulla qualità dell ambiente Decreto legislativo. n.

Dettagli

Considerazioni tecniche in merito alla formazione e alla presenza degli inquinanti atmosferici nel centro storico di Bologna

Considerazioni tecniche in merito alla formazione e alla presenza degli inquinanti atmosferici nel centro storico di Bologna Considerazioni tecniche in merito alla formazione e alla presenza degli inquinanti atmosferici nel centro storico di Bologna Il traffico veicolare è responsabile di circa il 50% del PM10 totale (primario

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Dipartimento Provinciale ARPAV di Venezia Via Lissa, 6 3171 Venezia Mestre - Italy Tel. +39 41 5445511 Fax +39 41 54455 e-mail: dapve@arpa.veneto.it Servizio Stato dell Ambiente Responsabile del Procedimento:

Dettagli

Inquinanti atmosferici. Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc)

Inquinanti atmosferici. Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc) Inquinanti atmosferici Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc) ZOLFO I composti dello zolfo di interesse ai fini dell inquinamento atmosferico

Dettagli

ARPA Puglia. Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile. Barletta Via Trani 10.07.2015-10.11.2015. Centro Regionale Aria

ARPA Puglia. Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile. Barletta Via Trani 10.07.2015-10.11.2015. Centro Regionale Aria Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile 10.07.2015-10.11.2015 ARPA Puglia Centro Regionale Aria Ufficio Qualità dell Aria di Bari Corso Trieste 27 Bari 1. Contenuto del

Dettagli

Emissioni di NOx dai processi di combustione F. Hugony

Emissioni di NOx dai processi di combustione F. Hugony attività - studi & ricerche ssc Emissioni di NOx dai processi di combustione F. Hugony Stazione Sperimentale per i Combustibili Viale A. De Gasperi 3, 20097 S. Donato Milanese (MI) tel +39 02 516041; fax

Dettagli

NEWSLETTER n. 41. Agosto 05

NEWSLETTER n. 41. Agosto 05 NEWSLETTER n. 41 a cura dell Ufficio del Portavoce Ufficio Stampa di ARPA Lombardia Giovanni Galgano Tel. 02.69666.362 Grafica ProgettoWEB ARPA Lombardia Sommario CHE ARIA TIRA A VARESE 2 IL CENTRO DI

Dettagli

Campagna di rilevamento della qualità dell'aria

Campagna di rilevamento della qualità dell'aria Rete di monitoraggio della qualità dell'aria di Reggio Emilia Campagna di rilevamento della qualità dell'aria Castelnovo nè Monti A cura del Servizio Sistemi Ambientali Unità Monitoraggio e Valutazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI. Giornate di Orientamento Unica Open Day 2009

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI. Giornate di Orientamento Unica Open Day 2009 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Giornate di Orientamento Unica Open Day 009 Test di accesso/verifica della preparazione iniziale Facoltà di ECONOMIA L Era Moderna che viviamo attualmente da un centinaio

Dettagli

Allegato 1 Trend dei monitoraggio da stazioni fisse

Allegato 1 Trend dei monitoraggio da stazioni fisse Allegato 1 Trend dei monitoraggio da stazioni fisse Indice 1 / A1.1 Particolato fine (PM 10) 7 / A1.2 Particolato fine (PM 2.5) 11 / A1.3 Biossido di azoto (NO 2) 14 / A1.4 Monossido di carbonio (CO) 17

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Comune di Verona Via Massalongo Periodo di attuazione: 06/09/2010 20/09/2010 RELAZIONE TECNICA 1 Realizzato a cura di: A.R.P.A.V. Dipartimento Provinciale

Dettagli

CAMPAGNA DI MISURA DELL INQUINAMENTO ATMOSFERICO

CAMPAGNA DI MISURA DELL INQUINAMENTO ATMOSFERICO Dipartimento Provinciale di Verona CAMPAGNA DI MISURA DELL INQUINAMENTO ATMOSFERICO Comune di Verona Ca di David P.zza Roma 18 luglio-6 settembre 2013 a cura del Dipartimento Provinciale ARPAV di Verona

Dettagli

DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI CUNEO

DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI CUNEO DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI CUNEO MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA ANNO 212 TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI CUNEO Cuneo, 27 maggio 213 Prot. 48148 / SC1 MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA SUL TERRITORIO

Dettagli

DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI CUNEO

DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI CUNEO DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI CUNEO MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA ANNO 211 TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI CUNEO MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI CUNEO ANNO 211

Dettagli

Intorno alla Terra è presente un atmosfera diversa da quella degli altri pianeti rende possibile la vita fornendo ossigeno e diossido di carbonio

Intorno alla Terra è presente un atmosfera diversa da quella degli altri pianeti rende possibile la vita fornendo ossigeno e diossido di carbonio L Atmosfera Intorno alla Terra è presente un atmosfera diversa da quella degli altri pianeti rende possibile la vita fornendo ossigeno e diossido di carbonio Protegge la superficie terrestre da temperature

Dettagli

LE FONTI DI EMISSIONE DI POLVERI SOTTILI Abstract dell'intervento al XVII Convegno Tecnico

LE FONTI DI EMISSIONE DI POLVERI SOTTILI Abstract dell'intervento al XVII Convegno Tecnico LE FONTI DI EMISSIONE DI POLVERI SOTTILI Abstract dell'intervento al XVII Convegno Tecnico Ing. Luigi Di Matteo - AUTOMOBILE CLUB D'ITALIA Il PM10, materiale particolato di diametro aerodinamico 1 inferiore

Dettagli

Importanza fisiologica dell aria

Importanza fisiologica dell aria Importanza fisiologica dell aria L aria rappresenta una materia prima indispensabile per la vita degli organismi: è infatti la fonte dell ossigeno necessario ai processi di produzione dell energia che

Dettagli

L INQUINAMENTO ATMOSFERICO

L INQUINAMENTO ATMOSFERICO L INQUINAMENTO ATMOSFERICO L INQUINAMENTO ATMOSFERICO Sommario L Atmosfera Inquinamento Atmosferico Principali Cause dell Inquinamento Atmosferico Principali Conseguenze dell Inquinamento Atmosferico Buco

Dettagli

Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile. Bari Palese Aeroporti di Puglia

Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile. Bari Palese Aeroporti di Puglia Campagna di monitoraggio della qualità dell aria con laboratorio mobile AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E LA PROTEZIONE AMBIENTALE Sito di monitoraggio: Bari Palese Aeroporti di Puglia Periodo di

Dettagli

Valutazioni e analisi di microinquinanti

Valutazioni e analisi di microinquinanti Valutazioni e analisi di microinquinanti LA RETE DI MONITORAGGIO CON STAZIONI FISSE SUL TERRITORIO REGIONALE 25 STAZIONI FISSE suddivise in 14 URBANE 9 INDUSTRIALI 2 RURALI ~ 150 parametri misurati Superamenti

Dettagli

IL PARTICOLATO ATMOSFERICO

IL PARTICOLATO ATMOSFERICO IL PARTICOLATO ATMOSFERICO Il particolato atmosferico Definito anche aerosol o genericamente polveri Costituito da particelle solide o liquide in sospensione che provengono: da processi naturali e da processi

Dettagli

Monitoraggio della Qualità dell Aria nel Comune di Avigliano Umbro

Monitoraggio della Qualità dell Aria nel Comune di Avigliano Umbro Monitoraggio della Qualità dell Aria nel Comune di Avigliano Umbro Aprile Maggio 2015 1 Pag / indice 03 / Scopo della campagna di monitoraggio 03 / Scelta del sito di monitoraggio 05 / Misure effettuate

Dettagli

AREA AMBIENTE QUALITÀ DELL ARIA A TORINO

AREA AMBIENTE QUALITÀ DELL ARIA A TORINO AREA AMBIENTE QUALITÀ DELL ARIA A TORINO Maggio 2015 1 ARIA IN EUROPA 2 La qualità dell aria della nostra città dipende da: quantità di inquinanti emessi dalle varie attività umane; conformazione geografica

Dettagli

Analisi delle serie storiche. Monossido di Carbonio Biossido d Azoto Particolato Totale Sospeso Ozono Piombo Biossido di Zolfo Benzene

Analisi delle serie storiche. Monossido di Carbonio Biossido d Azoto Particolato Totale Sospeso Ozono Piombo Biossido di Zolfo Benzene Analisi delle serie storiche Monossido di Carbonio Biossido d Azoto Particolato Totale Sospeso Ozono Piombo Biossido di Zolfo Benzene Al fine di rendersi conto dell evoluzione delle concentrazioni di alcuni

Dettagli

Qualità dell aria a Palermo

Qualità dell aria a Palermo Comitato di redazione del Bollettino dell Ordine degli Ingegneri della provincia di Palermo Qualità dell aria a Palermo A cura di: ing.a.bertuglia, ing.m. Sciortino,dott.ssa R.Barbiera Ambiente ed inquinamento

Dettagli

PIANO ISS INSEGNARE SCIENZE SPERIMENTALI 4 PRESIDIO TERRITORIALE- BR

PIANO ISS INSEGNARE SCIENZE SPERIMENTALI 4 PRESIDIO TERRITORIALE- BR PIANO ISS INSEGNARE SCIENZE SPERIMENTALI 4 PRESIDIO TERRITORIALE- BR Tema: La combustione Attività: Combustione e... dintorni Istituto Tecnico Commerciale Statale G:Calò Francavilla Fontana (BR) www.itccalo.it

Dettagli

I risultati del processo di ottimizzazione della rete di monitoraggio e il controllo qualità dei dati aria

I risultati del processo di ottimizzazione della rete di monitoraggio e il controllo qualità dei dati aria I risultati del processo di ottimizzazione della rete di monitoraggio e il controllo qualità dei dati aria Dr. Alessio De Bortoli, Dr. ssa Giovanna Marson onvegno finale Progetto DOUP 1 novembre 007 La

Dettagli

Via Bettini Via Del Frullo

Via Bettini Via Del Frullo Via Bettini Via Del Frullo Nell ambito del Protocollo d Intesa tra la Provincia di Bologna, i Comuni di Bologna, Castenaso e Granarolo dell Emilia, Arpa di Bologna, Ausl di Bologna, Università di Bologna

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Dipartimento Provinciale ARPAV di Via Lissa, 6 3171 Mestre - Italy Tel. +39 41 5445511 Fax +39 41 54455 e-mail: dapve@arpa.veneto.it Servizio Sistemi Ambientali Responsabile del Procedimento: Dr.ssa Luisa

Dettagli

AUTOPROTETTORI. cenni sulla respirazione umana

AUTOPROTETTORI. cenni sulla respirazione umana AUTOPROTETTORI cenni sulla respirazione umana L aria che noi respiriamo è una miscela gassosa di ossigeno (20,9%) e di azoto (78,1% in volume), con quantità variabili di vapore acqueo, anidride carbonica,

Dettagli

PROGETTARE UN SISTEMA MULTICANALE DI COMUNICAZIONE INTERATTIVA TRA LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E I CITTADINI/IMPRESE. Qualità dell aria urbana

PROGETTARE UN SISTEMA MULTICANALE DI COMUNICAZIONE INTERATTIVA TRA LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E I CITTADINI/IMPRESE. Qualità dell aria urbana Centro Studi EUROPA INFORM innovazione&formazione Via F.lli Cairoli, n 73, 47900 - RIMINI Tel. 0541 786652 Fax 0541 780253 www.europainform.com info@europainform.com PROGETTARE UN SISTEMA MULTICANALE DI

Dettagli

ATTIVITA 2 Monitoraggio della qualità dell aria

ATTIVITA 2 Monitoraggio della qualità dell aria ATTIVITA 2 Monitoraggio della qualità dell aria Maria Rosa ARPAV-Dip. Prov. VE ATTIVITA' 1 Stima delle emissioni in atmosfera ATTIVITA' 5 Modellistica qualità dell'aria ATTIVITA' 4 Modellistica applicata

Dettagli

L aria è la miscela dei gas che costituiscono l atmosfera. La sua composizione naturale può essere alterata dall immissione di altre sostanze dando

L aria è la miscela dei gas che costituiscono l atmosfera. La sua composizione naturale può essere alterata dall immissione di altre sostanze dando L aria è la miscela dei gas che costituiscono l atmosfera. La sua composizione naturale può essere alterata dall immissione di altre sostanze dando in questo modo origine al fenomeno dell inquinamento

Dettagli

Inquinamento Atmosferico e Salute Umana. Dott.ssa Meri Scaringi Dott. Paolo Lauriola ARPAE Centro Tematico Ambiente e Salute

Inquinamento Atmosferico e Salute Umana. Dott.ssa Meri Scaringi Dott. Paolo Lauriola ARPAE Centro Tematico Ambiente e Salute Inquinamento Atmosferico e Salute Umana Dott.ssa Meri Scaringi Dott. Paolo Lauriola ARPAE Centro Tematico Ambiente e Salute Cosa intendiamo per ambiente? Definizione restrittiva: AMBIENTE = ARIA + ACQUA

Dettagli

PIANO D AZIONE PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AGGLOMERATO TORINESE PROPOSTA DI SCENARI DI LIMITAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE VEICOLARE

PIANO D AZIONE PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AGGLOMERATO TORINESE PROPOSTA DI SCENARI DI LIMITAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE VEICOLARE Servizio Qualità dell Aria e Risorse Energetiche PIANO D AZIONE PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AGGLOMERATO TORINESE PROPOSTA DI SCENARI DI LIMITAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE VEICOLARE INVERNO

Dettagli

Un analisi di dettaglio della qualità dell aria in provincia di Torino

Un analisi di dettaglio della qualità dell aria in provincia di Torino Un analisi di dettaglio della qualità dell aria in provincia di Torino Antonella Pannocchia Arpa Piemonte La provincia di Torino nel contesto territoriale della pianura padana La provincia di Torino è

Dettagli

Approfondimento 1: Catalizzatori per l abbattimento degli NO x

Approfondimento 1: Catalizzatori per l abbattimento degli NO x Approfondimento 1: Catalizzatori per l abbattimento degli NO x Il gas fuoriuscente da un motore Diesel viene convogliato nel primo stadio del convertitore catalitico, dove si ha l ossidazione del monossido

Dettagli

Il ruolo dell igiene pubblica nella tutela dell aria

Il ruolo dell igiene pubblica nella tutela dell aria DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO IGIENE E SANITA PUBBLICA Il ruolo dell igiene pubblica nella tutela dell aria Dott. Stefano Marzani Dott. Francesco Lisena Dott.ssa Michela Barni Aula Angelo Celli

Dettagli

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO 2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO L aria è una miscela eterogenea formata da gas e particelle di varia natura e dimensioni. La sua composizione si modifica nello spazio e nel tempo per cause naturali e non,

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Dipartimento Provinciale ARPAV di Venezia Via Lissa, 6 30171 Venezia Mestre Italy Tel. +39 041 5445511 Fax +39 041 5445500 e-mail: dapve@arpa.veneto.it Servizio Sistemi Ambientali Responsabile del Procedimento:

Dettagli

Esperienze di sicurezza ambientale

Esperienze di sicurezza ambientale Esperienze di sicurezza ambientale Progetto Analisi statistica dell inquinamento atmosferico Istituto Tecnico Settore Tecnologico Marie Curie - Napoli Allievi Relatori: Francesco Capasso, Roberta Avolio,

Dettagli

Qualità dell aria e salute: è ora di cambiare

Qualità dell aria e salute: è ora di cambiare Qualità dell aria e salute: è ora di cambiare Qualità dell aria: cosa respiriamo? 4 giugno 2015 Marina Camatini Inquadriamo il problema COS È L INQUINAMENTO DELL ARIA? E una modifica alla normale composizione,

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Comune di Venezia Via Trieste Marghera Periodo di attuazione: 10 gennaio 4 marzo 2014 RELAZIONE TECNICA ARPAV Dipartimento Provinciale di Venezia Loris

Dettagli

Metano. Dalla combustione di un metro cubo standard di metano si ottengono circa 36 MJ (8940 Kcal)

Metano. Dalla combustione di un metro cubo standard di metano si ottengono circa 36 MJ (8940 Kcal) Metano Caratteristiche chimico fisiche e origini Il metano è un idrocarburo semplice (alcano) formato da un atomo di carbonio e 4 di idrogeno, la sua formula chimica è CH 4, si trova in natura sotto forma

Dettagli

PRESENTAZIONE DIDATTICA

PRESENTAZIONE DIDATTICA EDUCATIONAL BOX TEMA ENERGIA PRESENTAZIONE DIDATTICA Scuola primaria 2 ciclo Che cos è l'energia? Quali sono i diversi tipi di energia? Luce & Calore Cinetica & Elettrica Potenziale Rumore Chimica Che

Dettagli

La qualità dell aria

La qualità dell aria La qualità dell aria Fonti e conseguenze per la salute dell inquinamento dell atmosfera Classe IV B Liceo Scientifico «Camillo Golgi» 21 aprile 2012 di Nicola Locatelli La chimica dell atmosfera N 2 O

Dettagli

PMI Day 2015 Quinta Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese 13 novembre 2015 - Centrale Turbo Gas di Gissi

PMI Day 2015 Quinta Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese 13 novembre 2015 - Centrale Turbo Gas di Gissi PMI Day 2015 Quinta Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese 13 novembre 2015 - Centrale Turbo Gas di Gissi Prospettive energetiche Oggi e Domani DA DOVE ARRIVA L ENERGIA? L energia si può ottenere

Dettagli

ARIA PULITA E ARIA INQUINATA. naturale è composta da un miscuglio di gas e particelle con concentrazione variabile

ARIA PULITA E ARIA INQUINATA. naturale è composta da un miscuglio di gas e particelle con concentrazione variabile Parametri meteorologici e inquinanti atmosferici ARIA PULITA E ARIA INQUINATA L aria naturale è composta da un miscuglio di gas e particelle con concentrazione variabile Azoto, ossigeno, argon e vapore

Dettagli

Risultati della caratterizzazione dei fumi

Risultati della caratterizzazione dei fumi Progetto Produzione di energia e sostanza organica dai sottoprodotti del vigneto Risultati della caratterizzazione dei fumi Paolo Giandon ARPAV Dipartimento Provinciale di Treviso Biella, 24 settembre

Dettagli

4. Zonizzazione provinciale

4. Zonizzazione provinciale 4. Zonizzazione provinciale Alla luce dei nuovi limiti e delle scadenze temporali imposti dal D.M. 2 aprile 2002, n. 60, le Province dovevano effettuare la zonizzazione del territorio sulla base delle

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Comune di Camponogara Piazzale della Ferrovia - Calcroci Periodo di attuazione: 7 maggio 19 giugno 213 (semestre estivo) 4 ottobre 17 novembre 213 (semestre

Dettagli

Qualità dell Aria Città di Castello

Qualità dell Aria Città di Castello UNI EN ISO 9001:2008* (*) emissione di pareri tecnici ed esecuzione di controlli ambientali. Gestione reti di monitoraggio della qualità dell aria. Gestione reti di monitoraggio quantitativo e qualitativo

Dettagli

DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI TORINO Struttura Semplice Attività di Produzione OGGETTO:

DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI TORINO Struttura Semplice Attività di Produzione OGGETTO: DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI TORINO Struttura Semplice Attività di Produzione OGGETTO: CAMPAGNA DI RILEVAMENTO DELLA QUALITÀ DELL'ARIA CON UTILIZZO DEL LABORATORIO MOBILE NEL COMUNE DI PIOSSASCO, via susa

Dettagli

Progetto OSSERVO E MISURO.L ACQUA Per scuola sec di 1 grado e biennio di scuola sec. di 2 grado

Progetto OSSERVO E MISURO.L ACQUA Per scuola sec di 1 grado e biennio di scuola sec. di 2 grado Progetto OSSERVO E MISURO.L ACQUA Per scuola sec di 1 grado e biennio di scuola sec. di 2 grado ECOLOGIA A MIRABILANDIA Gli organismi delle comunità di un ambiente naturale non vivono isolati. Ciascuno

Dettagli

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto IL MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA NELLA PROVINCIA DI TREVISO

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto IL MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA NELLA PROVINCIA DI TREVISO Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto IL MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA NELLA PROVINCIA DI TREVISO Comune di Spresiano Periodi di indagine: 23 Luglio 4 Novembre

Dettagli

Il futuro dell auto, l auto del futuro

Il futuro dell auto, l auto del futuro Il futuro dell auto, l auto del futuro ww ww.info Biasca, 16.10.2008 Raffaele Domeniconi Aumentare il raggio d azione www.infov Oltre ogni limite www.infov Scopo dello spostamento Quota 2005 1% 7% 4% 9%

Dettagli

Campagna di monitoraggio di Meina Verifica effetto del provvedimento di Deviazione traffico pesante (5 agosto 29 settembre 2008)

Campagna di monitoraggio di Meina Verifica effetto del provvedimento di Deviazione traffico pesante (5 agosto 29 settembre 2008) STRUTTURA COMPLESSA 11 DIPARTIMENTO DI NOVARA Struttura Semplice SS 11.2 Campagna di monitoraggio di Meina Verifica effetto del provvedimento di Deviazione traffico pesante (5 agosto 29 settembre 28) Redazione

Dettagli

Gestione delle emissioni della caldaia della scuola

Gestione delle emissioni della caldaia della scuola Gestione delle emissioni della caldaia della scuola Ph.D. Ing. Michele Damiano Vivacqua responsabilità Codice civile art. 2050 Chiunque cagiona danno ad altri nello svolgimento di un'attività pericolosa,

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DA BIOMASSE FRA PROBLEMA DELLA QUALITA DELL ARIA ED EMISSIONI DI ANIDRIDE CARBONICA

PRODUZIONE DI ENERGIA DA BIOMASSE FRA PROBLEMA DELLA QUALITA DELL ARIA ED EMISSIONI DI ANIDRIDE CARBONICA Produzione energetica da biomasse: aspetti tecnici, elementi gestionali, sostenibilità ambientale Cooperazione Trentina PRODUZIONE DI ENERGIA DA BIOMASSE FRA PROBLEMA DELLA QUALITA DELL ARIA ED EMISSIONI

Dettagli

Meno smog con le auto elettriche

Meno smog con le auto elettriche Meno smog con le auto elettriche come notiamo negli ultimi anni la città di Pesaro è soggetta al aumento del tasso di smog dovuto al aumento della popolazione e quindi al aumento di veicoli non ecologici

Dettagli

Campagna di rilevamento della qualità dell'aria

Campagna di rilevamento della qualità dell'aria Rete di monitoraggio della qualità dell'aria di Reggio Emilia Campagna di rilevamento della qualità dell'aria Chiozza A cura del Servizio Sistemi Ambientali Unità Monitoraggio e Valutazione Qualità dell'aria

Dettagli

INCENERIMENTO DI RIFIUTI NEI CEMENTIFICI MITI E FATTI

INCENERIMENTO DI RIFIUTI NEI CEMENTIFICI MITI E FATTI Centro per la Salute Giulio A. Maccacaro via Roma 2-21053 Castellanza (VA) fax 0331/501792 - email : medicinademocratica@libero.it INCENERIMENTO DI RIFIUTI NEI CEMENTIFICI MITI E FATTI Mito 1. I CEMENTIFICI,

Dettagli

Liceo Scientifico Palli Classe II B Analisi ambiente e gestione del territorio. Monitoraggio della qualità dell aria dell ARPA 22 ottobre 2013

Liceo Scientifico Palli Classe II B Analisi ambiente e gestione del territorio. Monitoraggio della qualità dell aria dell ARPA 22 ottobre 2013 Liceo Scientifico Palli Classe II B Analisi ambiente e gestione del territorio. Monitoraggio della qualità dell aria dell ARPA 22 ottobre 2013 Torgnon si trova nel nord-est della Valle d Aosta a 2070 metri

Dettagli

STRUTTURA COMPLESSA SC11 DIPARTIMENTO DI NOVARA STRUTTURA SEMPLICE SS 11.02

STRUTTURA COMPLESSA SC11 DIPARTIMENTO DI NOVARA STRUTTURA SEMPLICE SS 11.02 STRUTTURA COMPLESSA SC11 DIPARTIMENTO DI NOVARA STRUTTURA SEMPLICE SS 11.2 CAMPAGNE DI MONITORAGGIO QUALITÀ DELL ARIA CON MEZZO MOBILE IN COMUNE DI DOMODOSSOLA 8 GIUGNO 1 LUGLIO 29 RELAZIONE FINALE Redazione

Dettagli

Mal Aria contro lo smog in città

Mal Aria contro lo smog in città Cambiate abitudini Mal Aria contro lo smog in città Mal aria è la storica campagna di Legambiente contro l inquinamento atmosferico, per difendere il diritto alla salute dei cittadini e proporre soluzioni

Dettagli

CAPITOLO 4 - QUADRO NORMATIVO DI BASE IN MATERIA DI CONTROLLO DELL INQUINAMENTO ATMOSFERICO

CAPITOLO 4 - QUADRO NORMATIVO DI BASE IN MATERIA DI CONTROLLO DELL INQUINAMENTO ATMOSFERICO CAPITOLO 4 - QUADRO NORMATIVO DI BASE IN MATERIA DI CONTROLLO DELL INQUINAMENTO ATMOSFERICO 4.1 ASPETTI GENERALI Il quadro normativo di riferimento per la tutela della qualità dell aria trova fondamento

Dettagli

Oggetto: Campagna di rilevamento di inquinanti atmosferici mediante analizzatore LAVOISIER TM presso il casello di Beinasco (Torino).

Oggetto: Campagna di rilevamento di inquinanti atmosferici mediante analizzatore LAVOISIER TM presso il casello di Beinasco (Torino). Oggetto: Campagna di rilevamento di inquinanti atmosferici mediante analizzatore LAVOISIER TM presso il casello di Beinasco (Torino). La campagna di monitoraggio si è svolta presso il casello autostradale

Dettagli

Report mensile sulla qualita dell aria

Report mensile sulla qualita dell aria Sezione provinciale di Report mensile sulla qualita dell aria provincia: periodo di riferimento: 01/01/2017 - Stazioni di monitoraggio stazioni di monitoraggio 1 2 3 Flaminia 4 5 2 3 5 1 4 zone Appennino

Dettagli

Sede legale ARPA PUGLIA

Sede legale ARPA PUGLIA Direzione Generale Arpa Puglia Direzione Scientifica Arpa Puglia Servizio INFO Dipartimento Arpa Puglia di Taranto Oggetto: Nota tecnica ARPA in riscontro alle segnalazioni pervenuta al Servizio INFO inerente

Dettagli

Arpae Emilia Romagna. Il monitoraggio della qualità dell aria a Ferrara

Arpae Emilia Romagna. Il monitoraggio della qualità dell aria a Ferrara Arpae Emilia Romagna Il monitoraggio della qualità dell aria a Ferrara Dott.ssa Bellodi Sabina Dott.ssa Leuci Paola Servizio Sistemi Ambientali ARPAE, sez. Ferrara Che cos'è l'aria? Che forma ha? TROPOSFERA:

Dettagli

Le attività di monitoraggio: il caso dell acciaieria Valbruna di Vicenza

Le attività di monitoraggio: il caso dell acciaieria Valbruna di Vicenza Le attività di monitoraggio: il caso dell acciaieria Valbruna di Vicenza Dipartimento Provinciale di Vicenza Servizio Stato dell Ambiente dr chim. Ugo Pretto, p.i. Francesca Mello Il sito produttivo Acciaierie

Dettagli

Le fonti energetiche

Le fonti energetiche Le fonti energetiche Le fonti energetiche Dalle fonti di energia si ricava l energia Esse sono suddivise in primarie e secondarie, in relazione al fatto che necessitino più o meno di trasformazioni. Le

Dettagli

7 LA RETE DI MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA

7 LA RETE DI MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA 7 LA RETE DI MONITORAGGIO DELLA QUALITA DELL ARIA 7.1 LA RETE REGIONALE ESISTENTE La Regione Emilia Romagna ha iniziato le attività di rilevamento sistematico della qualità dell aria nella prima metà degli

Dettagli

Comune di Piacenza Settore Territorio Servizio Ambiente e Viabilità. Rapporto sulla qualità dell aria della città di Piacenza 2003-2004

Comune di Piacenza Settore Territorio Servizio Ambiente e Viabilità. Rapporto sulla qualità dell aria della città di Piacenza 2003-2004 Rapporto sulla qualità dell aria della città di Piacenza 23-24 Comune di Piacenza Quadro evolutivo PTS NO 2 CO O 3 Giordani, Giordani, Stazioni considerate Passeggio, Medaglie d Oro, Medaglie d Oro, Roma

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Via S.Marco (cimitero comunale) Periodo di attuazione: 12 aprile 17 maggio 2013 (semestre estivo) 18 settembre 29 ottobre 2013 (semestre invernale) RELAZIONE

Dettagli

GLI INQUINANTI PRESENTI NELL'ARIA

GLI INQUINANTI PRESENTI NELL'ARIA GLI INQUINANTI PRESENTI NELL'ARIA Monossido di Carbonio (CO) Cosa è - Il Monossido di Carbonio (CO) è l'inquinante gassoso più abbondante in atmosfera. È un gas inodore ed incolore e viene generato durante

Dettagli

MANO D'OPERA MATERIALI. Totale materiali NOLI E TRASPORTI E VARIE

MANO D'OPERA MATERIALI. Totale materiali NOLI E TRASPORTI E VARIE AG.01 Relazioni generali di fase COD. DESCRIZIONE QUANTITÀ Responsabile del gruppo di lavoro ora 4,00 44,06 176,24 21,57% Consulente specialistico ora 16,00 34,45 551,20 67,47% Segreteria ora 3,00 29,83

Dettagli

La qualità dell aria in Lombardia situazione e prospettive

La qualità dell aria in Lombardia situazione e prospettive La qualità dell aria in Lombardia situazione e prospettive Responsabile U.O. Qualità dell Aria Settore Monitoraggi Ambientali g.lanzani@arpalombardia.it Brescia 2 novembre 204 Confronto con la normativa

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Comune di Bressanvido Via XXV Aprile Periodo di attuazione: 26/02/2014 14/04/2014 (semestre invernale) 27/08/2014 13/10/2014 (semestre estivo) RELAZIONE

Dettagli

PROGETTO BIT-Air Focus Group sulla Gestione della Qualità dell Aria negli Enti Locali

PROGETTO BIT-Air Focus Group sulla Gestione della Qualità dell Aria negli Enti Locali Focus Group sulla Gestione della Qualità dell Aria negli Enti Locali EMERGENZA SMOG: QUADRO NORMATIVO, RESPONSABILITÀ, COMPETENZE E STRATEGIE DEGLI ENTI LOCALI Brindisi,18 marzo 2010 Paolo Lecca lecca@ea.ancitel.it

Dettagli

La qualità dell'aria nella Provincia di Lucca. e le sue criticità

La qualità dell'aria nella Provincia di Lucca. e le sue criticità La qualità dell'aria nella Provincia di Lucca come monitorata dalle stazioni della rete provinciale e dalle campagne dei mezzi mobili e le sue criticità Le caratteristiche del territorio della Provincia

Dettagli

STRUTTURA COMPLESSA DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI NOVARA STRUTTURA SEMPLICE DI PRODUZIONE

STRUTTURA COMPLESSA DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI NOVARA STRUTTURA SEMPLICE DI PRODUZIONE STRUTTURA COMPLESSA DIPARTIMENTO PROVINCIALE DI NOVARA STRUTTURA SEMPLICE DI PRODUZIONE SISTEMA REGIONALE DI RILEVAMENTO DELLA QUALITÀ DELL'ARIA ARPA PIEMONTE PROVINCIA DI NOVARA DATI DELL'ANNO 2014 Parametro:

Dettagli

Provincia di Lecco. Relazione sullo Stato dell Ambiente. Provincia di Lecco, pubblicazione sull inquinamento luminoso

Provincia di Lecco. Relazione sullo Stato dell Ambiente. Provincia di Lecco, pubblicazione sull inquinamento luminoso 144, pubblicazione sull inquinamento luminoso 4.4 Aria ed Energia 145 4.4 Aria ed energia Tabella 4.4a 4.4 Aria ed Energia Nel macrotema saranno trattati gli aspetti relativi alla qualità dell aria ed

Dettagli

Sabina Bellodi,, Enrica Canossa Ecosistema Urbano, Servizio Sistemi Ambientali ARPA sez.provinciale di Ferrara

Sabina Bellodi,, Enrica Canossa Ecosistema Urbano, Servizio Sistemi Ambientali ARPA sez.provinciale di Ferrara La Qualità dell Aria stimata: applicazioni modellistiche ADMS per uno studio della diffusione degli inquinanti atmosferici nel comune di Ferrara e aree limitrofe Sabina Bellodi,, Enrica Canossa Ecosistema

Dettagli

A B C. dell ANTINCENDIO SANDRO MARINELLI

A B C. dell ANTINCENDIO SANDRO MARINELLI SANDRO MARINELLI A B C dell ANTINCENDIO Informazione dei lavoratori ai sensi degli artt. 36 e 37 Titolo I, Sez. IV, del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 e s.m., e del D.M. 10 marzo 1998 1 A B C dell INFORMAZIONE

Dettagli

RAPPORTO SULLA QUALITA DELL ARIA DELLA CITTA DI PESCARA ANNO 2012

RAPPORTO SULLA QUALITA DELL ARIA DELLA CITTA DI PESCARA ANNO 2012 RAPPORTO SULLA QUALITA DELL ARIA DELLA CITTA DI PESCARA ANNO 2012 Certificato N 205977 Distretto provinciale di Pescara Viale G. Marconi, 51 65126 Pescara Tel.: 085/4500751 Fax: 085/45007505 E mail: dist.pescara@artaabruzzo.it

Dettagli

STUDIO GEOCHIMICO DEL PARTICOLATO ATMOSFERICO

STUDIO GEOCHIMICO DEL PARTICOLATO ATMOSFERICO UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE AMBIENTALI STUDIO GEOCHIMICO DEL PARTICOLATO ATMOSFERICO Prof. Rampazzo Giancarlo CHE COS E LA GEOCHIMICA 1.La geochimica studia la composizione chimica

Dettagli

P A R T E S E C O N D A. Capitolo 5. Aria

P A R T E S E C O N D A. Capitolo 5. Aria P A R T E S E C O N D A Capitolo 5 Aria 5. ARIA 5.1 Caratteri generali In questa sezione saranno analizzati in dettaglio tutti gli aspetti relativi allo stato qualitativo della componente ambientale aria.

Dettagli

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria

Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Campagna di Monitoraggio della Qualità dell'aria Comune di San Martino Buon Albergo Via Serena Periodo di attuazione: 7/8 / (semestre estivo) 6 8/4 (semestre invernale) RELAZIONE TECNICA Realizzato a cura

Dettagli

Dipartimento Provinciale di Padova La qualità dell'aria nel Comune di Abano Terme

Dipartimento Provinciale di Padova La qualità dell'aria nel Comune di Abano Terme Dipartimento Provinciale di Padova La qualità dell'aria nel Comune di Abano Terme Campagna di monitoraggio: in Via A. Volta, dal 23/12/10 al 21/02/11 e dal 20/05/11 al 22/06/11 Realizzato da: ARPAV - DIPARTIMENTO

Dettagli

BIOGAS: UN OPPORTUNITÀ PER LA GESTIONE SOSTENIBILE IN AGRICOLTURA Merigo Giambattista Dipartimento agricoltura, sviluppo sostenibile ed energie rinnovabili CONAF Giorgio Provolo Dipartimento di Scienze

Dettagli

Menz & Gasser Spa. Tri-generazione, energia verde

Menz & Gasser Spa. Tri-generazione, energia verde Menz & Gasser Spa Tri-generazione, energia verde Relazione del: 04/12/2015 1 1974-2015: 41 anni a Novaledo 2004 2016: 85 milioni di Euro di investimenti 2 Relazione del: 04/12/2015 Collaboratori & Fatturato

Dettagli

Trasformazioni materia

Trasformazioni materia REAZIONI CHIMICHE Trasformazioni materia Trasformazioni fisiche (reversibili) Trasformazioni chimiche (irreversibili) È una trasformazione che non produce nuove sostanze È una trasformazione che produce

Dettagli

VARIABILI METEROROLOGICHE E CONCENTRAZIONI DI PM10. 5.1 Introduzione

VARIABILI METEROROLOGICHE E CONCENTRAZIONI DI PM10. 5.1 Introduzione VARIABILI METEROROLOGICHE E CONCENTRAZIONI DI PM10 5.1 Introduzione Tra gli interventi finanziati dalla Regione Emilia Romagna per il 2004, ai fini della messa a punto di strumenti conoscitivi utili per

Dettagli

Comune di Treviso RELAZIONE ANNUALE SULLA QUALITA DELL ARIA - ANNO 2001 -

Comune di Treviso RELAZIONE ANNUALE SULLA QUALITA DELL ARIA - ANNO 2001 - Comune di Treviso Settore 14 - Ambiente Servizio 85 - Monitoraggio Ambientale Tel: 0422.658428/493 Fax: 0422.658392 E-mail: ambientetv@hotmail.com web: www.comune.treviso.it RELAZIONE ANNUALE SULLA QUALITA

Dettagli

Emissioni di composti volatili non metanici dalle discariche dell area vasta di Giugliano: il progetto BioQuAr RISULTATI PRELIMINARI

Emissioni di composti volatili non metanici dalle discariche dell area vasta di Giugliano: il progetto BioQuAr RISULTATI PRELIMINARI Emissioni di composti volatili non metanici dalle discariche dell area vasta di Giugliano: il progetto BioQuAr RISULTATI PRELIMINARI Premessa I composti organici non metanici (COV), pur rappresentando

Dettagli