CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE TRENTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE TRENTO"

Transcript

1 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE TRENTO O.P.S.A. 6 CORSO PER OPERATORI POLIVALENTI DI SALVATAGGIO IN ACQUA PROGRAMMA 2007 INDICE: Scheda iscrizione allievo (pag 2) Lezioni piscina (da pag 3 a pag 5) Esercitazioni bacino delimitato (da pag 6 a pag 7) Lezioni teoriche (da pag 8 a pag 9) Requisiti accesso al corso prova di selezione (pag 10) 1

2 CROCE ROSSA ITALIANA NUCLEO O.P.S.A. TRENTINO SCHEDA DI ISCRIZIONE AL CORSO O.P.S.A. DATI IN NERETTO OBBLIGATORI! INVIARE VIA FAX AL 0461/ Cognome Nome Luogo e data di nascita Indirizzo Cap Città Tel casa Tel lavoro Tel cellulare Tel fax Indirizzo Componente volontaristica CRI Possesso brevetto BLS BLSD (indicare quale) Professione Brevetti SUB (didattica e grado) Brevetti APNEA (didattica e grado) Brevetti NUOTO (didattica e grado) TG vestiario Nr. Scarpe TG berretto Il corso è riservato al solo personale appartenente ad ogni componente della C.R.I. ed ai dipendenti. Si articola in: una pratica, svolta in piscina tendente a far acquisire al personale le capacità basilari per svolgere l attività di Operatore Polivalente di Soccorso in Acqua una teorica basata sul consolidamento delle nozioni di primo soccorso, tecniche di salvataggio, legislazione corrente in materia di salvataggio in acqua e gestione del litorale, mezzi e materiali C.R.I., attrezzature,.. una pratica, svolta al lago direttamente sul posto di svolgimento del servizio OPSA AUTORIZZAZIONE DELLA COMPONENTE VOLONTARISTICA/UFFICIO Si autorizza il/la a frequentare Il Corso per Operatori Salvataggio in Acqua ad a partecipare alle successive attività svolte dal Nucleo. Si dichiara inoltre che è stata data copia all interessato della lettera di presentazione corso con tutti i dettagli e requisiti per l accesso allo stesso. Firma e timbro dell Ispettore 2

3 LEZIONI PISCINA I LEZIONE (1,5 ore) Pratica del nuoto per salvamento nei vari stili (crawl testa alta, rana testa alta, trudgedon, gambe dorso rana); nuotate di avvicinamento; entrata in acqua, capovolte con immersione rapida, raccolta oggetto dal fondo e trasporto gambe dorso rana 25mt.; tuffo alla bagnino ; esercitazioni complessive secondo circuiti del tipo: entrata in acqua con tuffo di salvamento, 10 MT. nuoto per salvamento, raccolta cintura sub (4 kg.) dal fondo e trasporto gambe dorso rana fino a bordo vasca. Apnee statiche. Esercizi di potenziamento. II LEZIONE (1,5 ore) Vari sistemi di liberazione da prese a secco; Entrata in acqua con tuffo alla bagnino, liberazione da prese e ritorno a gambe dorso rana. Vari sistemi di prese di trasporto del pericolante: 25 m.t. presa al capo con due mani (ai lati del viso), nuotando a dorso con gambe rana o bicicletta: 25 m.t. presa al petto con braccio passato sotto l ascella, nuotando a dorso con un solo braccio; 25 m.t. presa al fianco con braccio passato sopra la spalla, nuotando di fianco con un solo braccio (over); 25 m.t. trasporto nuotatore stanco o preso da crampi. Esercizi di sostentamento sul posto usando sole gambe o sole braccia, da soli ed a coppie; La rana subacquea: metodologia di esecuzione. Tecniche di nuoto pinnato. III LEZIONE (1,5 ore) Ripasso delle liberazioni da presa a secco ed in acqua; Come porgere un bastone ed un salvagente al pericolante. Potenziamento nei vari stili di salvamento. Allenamento sui vari tipi di trasporti con pericolante. Trasporti con due salvatori ed un pericolante. Tecniche di combattimento in acqua. Tuffo per salvamento, capovolta rapida, ricerca del pericolante, recupero dal fondo, trasporto ed estrazione dall acqua. Esercizi di apnea: minimo 25 m.t. rana sub/40 m.t. nuoto pinnato. Esercitazione nuoto pinnato con passaggio in cerchi sott acqua per acquisire sensibilità ed orientamento spazio-temporale. Nuoto pinnato con occhi bendati. 3

4 IV LEZIONE (1,5 ore) Comportamento dell Operatore O.P.S.A. in piscina e vari regolamenti dell impianto natatorio. Ripasso prese di liberazione, tuffo alla bagnino, trasporto con rescue-can e tuffo con salvagente. Recupero, trasporto e trattamento di un apneista in sincope. Esercizi di potenziamento sui vari tipi di trasporti. Ripasso prova tempi sui 200 m.t. (come prova d esame). Nuoto pinnato. Esercizi di sostentamento con cintura da sub. Uso della tavola spinale. Uso dell unità DAN (ossigenoterapia). V LEZIONE (1,5 ore) Tecniche e nozioni sulla pratica dell apnea. Respirazione diaframmatica; comportamento di coppia in apnea. La prevenzione degli incidenti ed interventi in emergenza: la sincope e il recupero di un apneista incosciente. Apnee statiche e dinamiche. Uso della tavola spinale. VI LEZIONE (1,5 ore) Uso della tavola spinale in acqua: tipologia di esecuzione e di intervento. Esercitazioni di ripasso su prese di liberazione, combattimento in acqua, recupero dal fondo, gambe a rana con braccia alzate fermi sul posto, vari tipi di trasporti. Nuoto per salvamento con seguente tipologia di esecuzione: m.t. crawl testa alta o rana testa alta; m.t. nuoto pinnato testa alta; m.t. trasporto pericolante (senza pinne) con presa di trasporto a piacere. COME PROVA D ESAME Tuffo con salvagente ed apnea min. 25 m. VII LEZIONE (1,5 ore) Nozioni di subacquea. Conoscenza di base dell attrezzatura subacquea. Gli incidenti e nozioni in situazioni di emergenza. Prove ed esercitazioni in coppia con attrezzatura. VIII LEZIONE (1,5 ore) Ripasso liberazioni prese a secco ed in acqua. Combattimento in acqua. Recupero dal fondo con vari tipi di trasporti. Stile libero testa alta/rana testa alta/gambe dorso rana: esercizi di potenziamento. Rana sub e nuoto pinnato con circuito di cerchi sott acqua. Apnea dinamica con pinne (min.30/40 m.t.). Prova tempi sui 200 m.t. Esercitazioni varie. 4

5 IX LEZIONE (1,5 ore) RIPASSO GENERALE PER ESAMI FINALI Eventuale lezione di recupero su argomenti ed esercizi specifici fatti durante il corso. Esercitazioni di ripasso generale in preparazione alle prove d esame, le quali verteranno principalmente su: Acquaticità generale; tuffo per salvamento; prese di liberazione in acqua e trasporto a terra; 4 tipi di trasporti; recupero pericolante dal fondo e recupero apneista in sincope; 30 m.t. rana sub; 40 m.t. nuoto pinnato in apnea; tuffo con salvagente ed apnea 25 m.t.; combattimento in acqua; sostentamento solo gambe e solo braccia; uso dell attrezzatura sub; prova dei 5 minuti. X LEZIONE (1,5 ore) ESAMI Verifica tuffo per salvamento, combattimento in acqua e prese di liberazione. Verifica sulle 4 tipologie di trasporti, eseguiti obbligatoriamente sequenziali sulla distanza di mt.100; detta prova non e a tempo massimo. Il pericolante verrà estratto a caso per ogni trasporto. Preparazione alla verifica dell apnea: Rana sub minimo mt.30; Apnea dinamica con pinne minimo mt.40. Prova dei 5 minuti: 1) tuffo per salvamento; 2) 100 m.t. stile libero testa alta (almeno due vasche) o rana testa alta; 3) 50 m.t. nuoto pinnato testa alta; 4) 50 m.t. trasporto pericolante con presa a scelta. Prova tuffo con salvagente, un solo atto respiratorio ed apnea fino a fondo vasca. 5) Verifica recupero dal fondo e trasporto a terra. 6) Recupero di un apneista in sincope. 7) Verifica sostentamento solo braccia e solo gambe. 5

6 ESERCITAZIONI IN BACINO DELIMITATO (LIDO DI CALDONAZZO O LAGO DI GARDA) I LEZIONE (2 ore) Tecnica e pratica del salvataggio con imbarcazioni e mezzi ausiliari. Dovranno essere eseguite esercitazioni di voga, per rendere sicuri ed esperti gli allievi nell uso di un imbarcazione a remi (pattino di salvataggio). In particolare: Uso dell imbarcazione con uno o due remi; Esercizi specifici di voga; Prove di salvataggio e recupero del pericolante con pattino ed idroambulanza. La postazione nel servizio di Sorveglianza Balneare: Comportamento dell operatore, attrezzatura idonea, leggi e regolamenti durante il servizio. II LEZIONE (2 ore) Esercitazione in percorso obbligato del pattino di salvataggio, con recupero del pericolante e trasporto a terra: interventi di prima necessita. Esercitazione nel lancio del salvagente; Intervento sul pericolante con rescue-can; Segnali di superficie; Pratica ed uso della tavola spinale. Nuoto pinnato testa alta. Esercitazioni sul pericolante con chiamata in codice di gravita dalla postazione in cui si dovrebbe operare (torretta). III LEZIONE (2 ore) La pratica dell apnea in condizioni di limitata visibilità: Ricerca del pericolante, recupero e trasporto a terra. Apnea dinamica di 10 m.t. con uso delle pinne. (come prova d esame) Esercitazioni con pattino: (come prova d esame) partenza in codice di massima gravita arrivo e recupero del pericolante trasporto a terra e primi soccorsi. IV LEZIONE (2 ore) Lezione teorico-pratica sui seguenti argomenti: Comportamento dell operatore sulla postazione ed attrezzatura obbligatoria. Imbarcazioni di salvataggio e altri metodi di trasporto e di intervento. Ipotermia, colpo di sole e di calore: sintomi e trattamento sul posto. Il recupero in apnea di un pericolante affondato in ambiente con scarsa visibilità : attrezzature e norme da adottare nell intervento. ESERCITAZIONE CON PATTINO ALL INTERNO DEL PERCORSO DELIMITATO TECNICHE DI APNEA 6

7 V LEZIONE ESAMI 1. Verifica sulla pratica del pattino di salvataggio: A) tecnica di avvicinamento (in percorso obbligato) al pericolante; B) recupero e ritorno con l uso di un solo remo; C) trasporto ed intervento a terra. 2. Lancio del salvagente anulare. 3. Recupero del pericolante con rescue-can. 4. Comportamento ed uso dell attrezzatura in postazione durante il servizio di sorveglianza balneare. 5. Apnea dinamica con uso delle pinne e recupero di un pericolante. 6. Discussione e verifica sugli argomenti trattati nella lezione teorico-pratica. 7

8 LEZIONI TEORICHE I LEZIONE (1 ora) Tecnica della respirazione artificiale, rianimazione e P.S. agli asfittici. Pratica B.L.S. Disostruzione delle vie aeree. II LEZIONE (1 ora) Anatomia e fisiologia. Nozioni di Primo soccorso. Brevi cenni di: Anatomia fisiologica - respirazione Anatomia fisiologica - circolazione Anatomia fisiologica - orecchio Traumi alla colonna. La compensazione. Annegamento da idrocuzione (causa, sintomi, trattamento). Colpo di sole, di calore ed ipotermia. III LEZIONE (1 ora) I NODI IV LEZIONE (1 ora) Tecnica nel salvamento acquatico. Addestramento del soccorritore OPSA. Avvicinamento del pericolante. Pericolante sul fondo: recupero. Vari tipi di trasporti. Tuffo alla bagnino. Tuffo con salvagente. Nuoto subacqueo: rana sub e nuoto pinnato. Come svestirsi in acqua e nuoto in stagione fredda. Sicurezza e prevenzione sulle spiagge: comportamento del soccorritore OPSA e materiale operativo. Avvistamento del pericolante e nuotata di avvicinamento: recupero dal fondo. Cenni di meteorologia. V LEZIONE (1 ora) Cenni di fisica subacquea. Incidenti chimici: ipossia/iperossia, ipercapnia, ebbrezza da profondità. Incidenti meccanici: barotraumi, sovradistensione polmonare, MDD, embolia gassosa, enfisema; cause, sintomi e trattamento. Tecniche iperbariche: ossigenoterapia normobarica, iperbarica. Le camere iperbariche. Interventi in caso di incidenti subacquei. VI LEZIONE (1 ora) Il salvataggio della C.R.I. e le sue norme giuridiche. Problemi giuridici connessi al salvamento. Negligenza, imprudenza ed imperizia, colpa, inosservanza delle leggi e dei regolamenti. 8

9 VII LEZIONE (1 ora) Nozioni sul codice della navigazione e regolamento di esecuzione con riferimento alle norme pre imbarcazioni da diporto ed uso privato. Ordinanze della Capitaneria di Porto. In particolare: beni, pertinenza, uso e limiti del Demanio Marittimo. Concessioni Demaniali (modifiche, estensioni). Impianto ed esercizio di depositi e di stabilimenti. Mare territoriale, obbligo per i gestori degli stabilimenti. Disciplina del : windsurf, sci nautico, attività balneari, pesca sub, battelli a motore, battelli di salvataggio. Noleggio di pattini, mosconi, barche, ecc. Ordinanze Provinciali Regionali e Comunali. VIII LEZIONE (1 ora) Psicologia di intervento in un soccorso o in un salvataggio in acqua. Stato di shock psicologico del soccorritore: stress e panico. Psicologia di vittime di eventi traumatici. IX LEZIONE (1 ora) Organizzazione del Nucleo O.P.S.A. Ripasso dei nodi. Verifica ed apprendimento delle attrezzature di emergenza: tavola spinale, DAN, zaino medico. Attrezzatura presente su idroambulanza. Dotazioni di sicurezza. X LEZIONE (1 ora) RIPASSO GENERALE DI TUTTI GLI ARGOMENTI TRATTATI NOTA: l ordine delle lezione, gli argomenti e la durata possono subire variazioni!! 9

10 PROVE DI SELEZIONE ATTITUDINALI PER LA FREQUENTAZIONE AL CORSO O.P.S.A. Gli aspiranti allievi per l ammissione al corso saranno valutati in base a: 1) grado di acquaticità; 2) stato emotivo; 3) conoscenza dei seguenti stili: crawl dorso rana In particolare, detta selezione attitudinale verterà sull idoneità nell eseguire correttamente la seguente verifica: 25 m.t. crawl 25 m.t. crawl testa alta 25 m.t. rana testa alta 25 m.t. dorso gambe rana I sopra descritti 100mt. dovranno essere eseguiti senza alcuna pausa tra una stile ed il suo successivo. Gli allievi poi dovranno essere in grado di eseguire alcuni metri di nuoto subacqueo Una specifica valutazione consisterà poi nel recupero dal fondo di una cintura di pesi (3 kg.) trasportandola per almeno 10 m.t. Come prova conclusiva si richiede un esercizio di sostentamento, per almeno un minuto, con braccia e gambe rana (o bicicletta): di seguito poi solo sostentamento con l uso delle sole gambe ed infine sostentamento con l uso delle sole braccia. Delegato Regionale O.P.S.A. Trentino Istr. Chiara Gidiuli 10

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO PROVINCIALE TRENTO D.T.R. Istruttore Chiara GIDIULI O.P.S.A.

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO PROVINCIALE TRENTO D.T.R. Istruttore Chiara GIDIULI O.P.S.A. Trento, 23/11/2011 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO PROVINCIALE TRENTO D.T.R. Istruttore Chiara GIDIULI O.P.S.A. Operatori Polivalenti Salvataggio Acqua Cell. 338 6841536 Tel. 0464 508838 Fax 0464 508838

Dettagli

Argomenti e discipline per il programma del corso per gli ASSISTENTI BAGNANTI

Argomenti e discipline per il programma del corso per gli ASSISTENTI BAGNANTI FEDERAZIONE ITALIANA SALVAMENTO ACQUATICO Società Italiana Salvamento Acquatico fondata in Ancona nel 1899 Via Agropoli n. 74, 00050 FREGENE tel. 06 35348532 cell. 3493662837 Argomenti e discipline per

Dettagli

OPERATORE POLIVALENTE SALVATAGGIO IN ACQUA

OPERATORE POLIVALENTE SALVATAGGIO IN ACQUA OPERATORE POLIVALENTE SALVATAGGIO IN ACQUA 1.1 Corso per Operatore Polivalente Salvataggio in Acqua O.P.S.A. Il corso di formazione per OPSA Operatore Polivalente Salvataggio in Acqua è organizzato a livello

Dettagli

ASSISTENTE BAGNANTI CORSO DI FORMAZIONE PER. Il corso risponde ai requisiti previsti dalle linee-guida della International Life Saving (ILS)

ASSISTENTE BAGNANTI CORSO DI FORMAZIONE PER. Il corso risponde ai requisiti previsti dalle linee-guida della International Life Saving (ILS) CORSO DI FORMAZIONE PER ASSISTENTE BAGNANTI Il corso risponde ai requisiti previsti dalle linee-guida della International Life Saving (ILS) Obiettivi generali del corso Il corso si propone di addestrare

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO SEZIONE SALVAMENTO

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO SEZIONE SALVAMENTO FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO SEZIONE SALVAMENTO Il corso risponde ai requisiti previsti Dalle linee-guida della International Life Saving (ILS) Svolgere un servizio di assistenza a coloro che praticano attività

Dettagli

CORSI DI ASSISTENTE BAGNANTI STANDARD E ABBREVIATO LA CULTURA E LA SICUREZZA ACQUATICA PER EVITARE UN MARE DI GUAI GUIDA DIDATTICA

CORSI DI ASSISTENTE BAGNANTI STANDARD E ABBREVIATO LA CULTURA E LA SICUREZZA ACQUATICA PER EVITARE UN MARE DI GUAI GUIDA DIDATTICA CORSI DI ASSISTENTE BAGNANTI STANDARD E ABBREVIATO LA CULTURA E LA SICUREZZA ACQUATICA PER EVITARE UN MARE DI GUAI GUIDA DIDATTICA F.I.N.A L.E.N. I.L.S. I.L.S.E. 1 OBIETTIVI Il corso si prefigge di formare

Dettagli

SCUOLA SOMMOZZATORI DI CATANIA PROGRAMMA DI ADDESTRAMENTO CORSO BASICO

SCUOLA SOMMOZZATORI DI CATANIA PROGRAMMA DI ADDESTRAMENTO CORSO BASICO SCUOLA SOMMOZZATORI DI CATANIA PROGRAMMA DI ADDESTRAMENTO CORSO BASICO 1 SETTIMANA 1 LEZIONE IN AULA MARTEDI ORE 20,00 Termoregolazione e perdita di calore in acqua. Le caratteristiche della sottomuta,

Dettagli

Corso di Formazione per Maestri di Salvamento (Riva del Garda 8 13 maggio 2012)

Corso di Formazione per Maestri di Salvamento (Riva del Garda 8 13 maggio 2012) Corso di Formazione per Maestri di Salvamento (Riva del Garda 8 13 maggio 2012) Martedì 8 maggio 2012 15.00 15.30 Accredito e consegna materiale 15.30 16.00 Saluto delle Autorità. Presidente Sezione Salvamento

Dettagli

Operatore di Camera Iperbarica

Operatore di Camera Iperbarica CONI CMAS FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITA SUBACQUEE Programma Corso di specializzazione in Operatore di Camera Iperbarica by Atip Rel. 12-99 1 Estratto dal REGOLAMENTO GENERALE ATTIVITA

Dettagli

PROPOSTA SPORTIVA PER LA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE

PROPOSTA SPORTIVA PER LA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE 1 PROPOSTA SPORTIVA PER LA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE Il centro sportivo di Casnigo è un moderno impianto polivalente ad intero capitale pubblico la cui gestione è in capo alla società CSC GESTIONI SSD

Dettagli

REGOLAMENTO CORSI DELL ATTIVITA E DEL SERVIZIO DI SALVATAGGIO IN ACQUA

REGOLAMENTO CORSI DELL ATTIVITA E DEL SERVIZIO DI SALVATAGGIO IN ACQUA CROCE ROSSA ITALIANA UFFICIO SOCCORSI SPECIALI SERVIZIO 12 ATTIVITA' DI EMERGENZA ED OPERAZIONI INTERNAZIONALI REGOLAMENTO CORSI DELL ATTIVITA E DEL SERVIZIO DI SALVATAGGIO IN ACQUA Capitolo 1 OPERATORE

Dettagli

Livelli ed obiettivi didattici

Livelli ed obiettivi didattici I Corsi di nuoto per bambini si svolgono tutto l'anno e sono finalizzati all'apprendimento graduale e personalizzato dei quattro stili canonici. L'insegnamento è impartito da istruttori qualificati, brevettati

Dettagli

S*** CMAS.CH. CMAS.CH Formazione secondo CMAS International

S*** CMAS.CH. CMAS.CH Formazione secondo CMAS International S*** CMAS.CH CMAS.CH Formazione secondo CMAS International INDICE 1 SCOPO... 3 2 DEFINIZIONE... 3 Organizzazione e durata della formazione... 3 Ammissione ai corsi... 3 Brevetto S**PLUS... 4 Brevetto S***...

Dettagli

Oggetto: Corso di Formazione per Maestri di Salvamento comprensivo di Attestato di Esecutore BLS-D. Bisceglie 29 aprile-4 maggio 2014.

Oggetto: Corso di Formazione per Maestri di Salvamento comprensivo di Attestato di Esecutore BLS-D. Bisceglie 29 aprile-4 maggio 2014. Sezione Salvamento Roma, 31 marzo 2014 Prot.n. 2014/SA/ac/3041 Ai Comitati Regionali e Provinciali della FIN Ai Fiduciari Regionali, Provinciali Locali di Salvamento TRASMISSIONE VIA MAIL Oggetto: Corso

Dettagli

PROGETTO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA SICUREZZA IN ACQUA ISTITUTI SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI VENEZIA POSEIDONE

PROGETTO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA SICUREZZA IN ACQUA ISTITUTI SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI VENEZIA POSEIDONE PROGETTO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA SICUREZZA IN ACQUA ISTITUTI SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI VENEZIA POSEIDONE Premessa La cultura della sicurezza in mare passa attraverso la conoscenza del mare e più in

Dettagli

Delegazione Regionale FINP CALABRIA Delegato Maurizio Marrara CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI NUOTO F.I.N.P. MODALITA DI SVOLGIMENTO DEL CORSO

Delegazione Regionale FINP CALABRIA Delegato Maurizio Marrara CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI NUOTO F.I.N.P. MODALITA DI SVOLGIMENTO DEL CORSO Reggio Calabria, 1 Febbraio 2016 Ai Presidenti dei Comitati Regionali C.I.P. Ai Delegati Regionali F.I.N.P. e F.I.S.D.I.R. Ai Presidenti delle Soc. Sportive F.I.N.P. e F.I.S.D.I.R. Ai Presidenti dei Comitati

Dettagli

Introduzione. Panoramica del corso. Storia della subacquea.

Introduzione. Panoramica del corso. Storia della subacquea. Introduzione. Panoramica del corso. Storia della subacquea. Il corso Open Water, studiato per rendere accessibile anche ai neofiti la disciplina subacquea, permette di imparare ad immergersi in piena autonomia

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA

CROCE ROSSA ITALIANA CROCE ROSSA ITALIANA ISPETTORATO NAZIONALE Volontari del Soccorso NORME DI AUTODISCIPLINA DELLA COMPONENTE V.d.S SALVATAGGIO IN ACQUA PER LE ATTIVITA ED IL SERVIZIO DI Pag. 1 di 19 Presso ogni Unità della

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE ITA F00 - Membro Fondatore della CMAS Confederazione Mondiale Attività Subacquee FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE Settore Didattica Subacquea Corso di Specializzazione SALVAMENTO

Dettagli

TEORIA PRATICA MODULO 1 SESSIONE 1 (acque delimitate o libere) MODULO SESSIONE 2 (acque delimitate o libere) MODULO 3

TEORIA PRATICA MODULO 1 SESSIONE 1 (acque delimitate o libere) MODULO SESSIONE 2 (acque delimitate o libere) MODULO 3 TEORIA PRATICA 1 SESSIONE 1 (acque delimitate o libere) Introduzione al soccorso. Applicazione del sistema di coppia: Limiti dell addestramento. pianificazione; Requisiti di accesso e svolgimento del corso.

Dettagli

Da domenica 15 marzo a domenica 19 aprile, dalle 10,00 alle 12,00

Da domenica 15 marzo a domenica 19 aprile, dalle 10,00 alle 12,00 Programma didattico paguro Luogo: Centro sportivo 2000 Padova Da domenica 15 marzo a domenica 19 aprile, dalle 10,00 alle 12,00 Direttore del corso: Angela Ruzzante Istruttori Minisub: Nicola Tiso Maria

Dettagli

Ambientamento Galleggiamento Scivolamento Propulsioni Partenze e tuffi. Br = braccio/a R.R. = Ritmo Respiratorio

Ambientamento Galleggiamento Scivolamento Propulsioni Partenze e tuffi. Br = braccio/a R.R. = Ritmo Respiratorio Brevetto N. 1 Seduti sul bordo con gambe in acqua (valutare emotività) Discesa dalla scaletta (valutare emotività) Studio equilibrio verticale Andature con Remate, movimenti braccia SL e Do (M.I.) Valutazione

Dettagli

CORSO TECNICO SOCCORRITORE FLUVIALE ED ALLUVIONALE 1 RESCUE PROJECT

CORSO TECNICO SOCCORRITORE FLUVIALE ED ALLUVIONALE 1 RESCUE PROJECT CORSO TECNICO SOCCORRITORE FLUVIALE ED ALLUVIONALE 1 RESCUE PROJECT Il corso Soccorritore Tecnico Rescue Project dura approssimativamente dalle 24 alle 30 ore totali suddivise in 8-10 ore di lezione in

Dettagli

EMERGENZE MEDICHE E PRIMO SOCCORSO IN MARE

EMERGENZE MEDICHE E PRIMO SOCCORSO IN MARE CORSO DI FORMAZIONE CERTIFICATA PER NAVIGANTI EMERGENZE MEDICHE E PRIMO SOCCORSO IN MARE Roma, 2011 Il Centro Internazionale Radio Medico (CIRM), la Fondazione senza finalità di lucro che fornisce assistenza

Dettagli

DOTT.MASSIMO NICCOLAI MEDICO FIDUCIARIO FEDERAZIONE NUOTO SALVAMENTO SEZIONE DI PISTOIA

DOTT.MASSIMO NICCOLAI MEDICO FIDUCIARIO FEDERAZIONE NUOTO SALVAMENTO SEZIONE DI PISTOIA CORSO DI RIANIMAZIONE E PRONTO SOCCORSO PER ASSISTENTE BAGNANTI DOTT.MASSIMO NICCOLAI MEDICO FIDUCIARIO FEDERAZIONE NUOTO SALVAMENTO SEZIONE DI PISTOIA PRIMO SOCCORSO E QUELLO CHE LA PRIMA PERSONA CHE

Dettagli

Corso di Specializzazione Sommozzatore Forense F.I.S.A. SUB - C.M.A.S.

Corso di Specializzazione Sommozzatore Forense F.I.S.A. SUB - C.M.A.S. ASSOCIAZIONE NAZIONALE ESPERTI SICUREZZA PUBBLICA E PRIVATA Settore Criminologia e Criminalistica - Settore Servizi di Security e A.N.E.S.P.P. Regione Lazio Corso di Specializzazione Sommozzatore Forense

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA PER L ANNO 2013 1 SEMESTRE

CROCE ROSSA ITALIANA PER L ANNO 2013 1 SEMESTRE CROCE R OSSA ITALIANA CORPO M ILITARE VOLONTARIO X CENTRO DI MOBILITAZIONE NAPOLI CATALOGO DEI CORSI COORDINATI DAL X CENTRO DI MOBILITAZIONE DI NAPOLI DEL CORPO MILITARE VOLONTARIO DELLA CROCE ROSSA ITALIANA

Dettagli

11 14 Aprile 2014 CORSO PER: ISTRUTTORE CANOA E KAYAK DI BASE UISP

11 14 Aprile 2014 CORSO PER: ISTRUTTORE CANOA E KAYAK DI BASE UISP 11 14 Aprile 2014 CORSO PER: ISTRUTTORE CANOA E KAYAK DI BASE UISP FINALITÀ ED OBIETTIVI Moduli comuni Gli sport di pagaia intesi non solo come pratica sportiva, ma anche come mezzo per vivere ambienti

Dettagli

BAGNINI TORNATE A SCUOLA di Stefano Mazzei

BAGNINI TORNATE A SCUOLA di Stefano Mazzei BAGNINI TORNATE A SCUOLA di Stefano Mazzei L ultimo rapporto 2008 del Ministero della Salute, indica che il 96,2% delle coste balneabili nazionali, sono risultate esenti da inquinamento. L Italia, può

Dettagli

Level 1. 1 Autonomia: entrata in acqua e uscita dall acqua in sicurezza Gli allievi sanno entrare e uscire autonomamente dalla vasca.

Level 1. 1 Autonomia: entrata in acqua e uscita dall acqua in sicurezza Gli allievi sanno entrare e uscire autonomamente dalla vasca. Level 1 1 Autonomia: entrata in acqua e uscita dall acqua in sicurezza Gli allievi sanno entrare e uscire autonomamente dalla vasca. 2 Respirazione e orientamento: espirazione visibile sott acqua per tre

Dettagli

Corso Base di primo. Il Corso Base è suddiviso in otto lezioni frontali sulle materie riguardanti il primo soccorso.

Corso Base di primo. Il Corso Base è suddiviso in otto lezioni frontali sulle materie riguardanti il primo soccorso. Informazioni generali Corso Base di primo soccorso Il corso è articolato in 8 lezioni della durata di 90 minuti ciascuna, per un totale di 10 ore di lezione. Gli otto incontri saranno tenuti da personale

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE ITA F00 - Membro Fondatore della CMAS Confederazione Mondiale Attività Subacquee FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE Settore Didattica Subacquea Corso di Specializzazione ESECUTORE

Dettagli

ESECUTORE BLS FIPSAS/DAN

ESECUTORE BLS FIPSAS/DAN ITA F00 - Membro Fondatore della CMAS Confederazione Mondiale Attività Subacquee FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE Settore Didattica Subacquea Corso di Specializzazione ESECUTORE

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO INCARICATO DI PRIMO SOCCORSO AZIENDA GRUPPO A

PROGRAMMA DEL CORSO INCARICATO DI PRIMO SOCCORSO AZIENDA GRUPPO A PROGRAMMA DEL CORSO INCARICATO DI PRIMO SOCCORSO AZIENDA GRUPPO A (Decreto Legislativo coordinato 81/2008 e 106/2009 art. 45 e DM 15/07/03, n.388) Durata del corso Date e orari del corso Sede del corso

Dettagli

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ESPERTI SICUREZZA PUBBLICA E PRIVATA Settore Emergenza e Soccorso e A.N.E.S.P.P. Regione Lazio. Corso di Specializzazione

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ESPERTI SICUREZZA PUBBLICA E PRIVATA Settore Emergenza e Soccorso e A.N.E.S.P.P. Regione Lazio. Corso di Specializzazione ASSOCIAZIONE NAZIONALE ESPERTI SICUREZZA PUBBLICA E PRIVATA Settore Emergenza e Soccorso e A.N.E.S.P.P. Regione Lazio Corso di Specializzazione CORSO PER VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE SOMMOZZATORI in

Dettagli

NOCCHIERI DI PORTO 6 SETTIMANE

NOCCHIERI DI PORTO 6 SETTIMANE SCUOLA SOTTUFFICIALI M.M. La Maddalena S C H E D A R I E P I L O G A T I V A P I A N O D I S T U D I O D E L C O R S O ABILITAZIONE AL COMANDO DELLE UNITA NAVALI COSTIERE DEL CORPO DELLE CAPITANERIE DI

Dettagli

Anpas - Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze SERVIZIO CIVILE NAZIONALE SOCIO C.N.E.S.C. CONFERENZA NAZIONALE ENTI SERVIZIO CIVILE

Anpas - Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze SERVIZIO CIVILE NAZIONALE SOCIO C.N.E.S.C. CONFERENZA NAZIONALE ENTI SERVIZIO CIVILE (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: A.N.P.AS. (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) 2) Codice di accreditamento:

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n. 1515 del 29 ottobre 2015 pag. 1/8

ALLEGATOB alla Dgr n. 1515 del 29 ottobre 2015 pag. 1/8 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 1515 del 29 ottobre 2015 pag. 1/8 REQUISITI FORMATIVI E PROFESSIONALI PER IL PERSONALE ADDETTO ALL ATTIVITA DI SOCCORSO E TRASPORTO SANITARIO ALLEGATOB

Dettagli

Immersione libera Nuoto di salvataggio

Immersione libera Nuoto di salvataggio Una produzione della Scuola universitaria federale dello sport Macolin 30.251/531.310 i / Edizione 2002 (02.04) Quaderno d'allenamento G+S Immersione libera Nuoto di salvataggio UFSPO 2532 Macolin La base:

Dettagli

Catalogo corsi Formazione E-Learning FORMAZIONE GENERALE

Catalogo corsi Formazione E-Learning FORMAZIONE GENERALE Catalogo corsi Formazione E-Learning FORMAZIONE GENERALE Obiettivi del corso: Fornire i concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti, doveri

Dettagli

Dis corsi nautici, norme di navigazione per il canottaggio. Conferenza Regionale Allenatori - Trieste 15 dicembre 2012 Bruno Spanghero STC ADRIA 1877

Dis corsi nautici, norme di navigazione per il canottaggio. Conferenza Regionale Allenatori - Trieste 15 dicembre 2012 Bruno Spanghero STC ADRIA 1877 Federazione Italiana Canottaggio COMITATO REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA Dis corsi nautici, norme di navigazione per il canottaggio Conferenza Regionale Allenatori - Trieste 15 dicembre 2012 Bruno Spanghero

Dettagli

REGOLAMENTO APPLICATIVO PROGETTO BLSD CRI

REGOLAMENTO APPLICATIVO PROGETTO BLSD CRI REGOLAMENTO APPLICATIVO PROGETTO BLSD CRI Il progetto BLSD CRI si pone come finalità la diffusione della cultura della rianimazione cardiopolmonare e delle competenze necessarie ad intervenire su persone

Dettagli

CORSO 26 B DI PRIMO SOCCORSO per Allievi Volontari

CORSO 26 B DI PRIMO SOCCORSO per Allievi Volontari CORSO 26 B DI PRIMO SOCCORSO per Allievi L1 L3 L4 L5 L7 L8 ARGOMENTO DATA Sede del corso Via del Taglio 6 Orario Corso 20.50-23.00 Inizio corso Giovedi 16 Ottobre 2014 21 Ottobre 2014 28 Ottobre 2014 Venerdi

Dettagli

DIREZIONE Il Direttore del corso è un Medico o un Infermiere, designato dall Associazione promotrice del corso.

DIREZIONE Il Direttore del corso è un Medico o un Infermiere, designato dall Associazione promotrice del corso. PROTOCOLLO FORMATIVO DEI SOCCORRITORI VOLONTARI DI LIVELLO AVANZATO MODALITA ORGANIZZATIVE DEL CORSO ORGANIZZAZIONE I corsi di formazione sono organizzati dalle Associazioni iscritte nel Registro Regionale

Dettagli

INTRODUZIONE AL CORSO

INTRODUZIONE AL CORSO INTRODUZIONE AL CORSO Oggi parliamo di: Presentazione della Scuola e del Corso Requisiti di partecipazione Regole igieniche e comportamentali LA NOSTRA ASSOCIAZIONE Il Marenostrum Diving Team: È un Associazione

Dettagli

Centro di Formazione Federale FISDIR

Centro di Formazione Federale FISDIR CENTRO DI FORMAZIONE FEDERALE PARALIMPICO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORI DI NUOTO FISDIR 02 APRILE (in piattaforma) AL 22 APRILE 2012 CHIETI Ass. Polisportiva Dilettantistica VITA E SPORT Via Degli

Dettagli

Test di nuoto 1 8. Distintivi d incoraggiamento. I test svizzeri negli sport acquatici

Test di nuoto 1 8. Distintivi d incoraggiamento. I test svizzeri negli sport acquatici Test di nuoto 1 8 Distintivi d incoraggiamento I test svizzeri negli sport acquatici Test 1 Balena Crawl con movimento delle anche Bracciata crawl. Nel momento dell immersione della mano le anche si sollevano.

Dettagli

Squadra agonistica di salvamento esempio organizzativo

Squadra agonistica di salvamento esempio organizzativo Squadra agonistica di salvamento esempio organizzativo Settore SCUOLA NUOTO FEDERALE ORGANIZZAZIONE CORSI NUOTO PER LIVELLI DI APPRENDIMENTO DURANTE LE NORMALI ATTIVITA' CORSUALI SONO PREVISTE ATTIVITA'

Dettagli

L Ente di Promozione Sportiva C.S.A.In. Padova è lieta di presentare il corso di: Corso di FITNESS TRAINER

L Ente di Promozione Sportiva C.S.A.In. Padova è lieta di presentare il corso di: Corso di FITNESS TRAINER L Ente di Promozione Sportiva C.S.A.In. Padova è lieta di presentare il corso di: Corso di FITNESS TRAINER Corso di Fitness Trainer / Istruttore di Sala Pesi e CardioFitness Il corso di istruttore Fitness,

Dettagli

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA DEFINIRE.

Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA DEFINIRE. PREISCRIZIONE AL CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE PER A Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 190 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI MONOPOLI

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI MONOPOLI Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI MONOPOLI 70043 Monopoli (Ba) Largo Fontanelle 12 tel. 080 9303105 - fax 080 9379509 e mail: monopoli@guardiacostiera.it

Dettagli

Gestione della Scuola Comunale di Nuoto

Gestione della Scuola Comunale di Nuoto Comune di Salerno SETTORE TRASPORTI-VIABILITÀ-IMPIANTI-MANUTENZIONI Gestione della Scuola Comunale di Nuoto IMPIANTO NATATORIO NICODEMI Regolamento Allegato al Capitolato Speciale dei servizi di gestione

Dettagli

Alle Direzioni Regionali dei VVF Loro Sedi Alle Direzioni Centrali del Dipartimento Loro Sedi Agli Uffici Centrali del Dipartimento Loro Sedi

Alle Direzioni Regionali dei VVF Loro Sedi Alle Direzioni Centrali del Dipartimento Loro Sedi Agli Uffici Centrali del Dipartimento Loro Sedi MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE DIREZIONE CENTRALE PER LA FORMAZIONE Alle Direzioni Regionali dei VVF Alle Direzioni Centrali del Dipartimento

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ufficio Circondariale Marittimo GENOVA

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ufficio Circondariale Marittimo GENOVA Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ufficio Circondariale Marittimo GENOVA Ordinanza di Sicurezza Balneare n 72 / 2006 IL CAPO DEL CIRCONDARIO MARITTIMO DI GENOVA: RITENUTO necessario disciplinare

Dettagli

AGGIORNAMENTO DI PALLANUOTO LATISANA 12 OTTOBRE 20014

AGGIORNAMENTO DI PALLANUOTO LATISANA 12 OTTOBRE 20014 AGGIORNAMENTO DI PALLANUOTO LATISANA 12 OTTOBRE 20014 Programma del corso INTRODUZIONE ALLA PALLANUOTO (nella scuola nuoto, regolamenti generali, le categorie giovanili) I FONDAMENTALI NELLA PALLANUOTO

Dettagli

LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti. Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI

LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti. Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI LINEE GUIDA ILCOR 2010 Contenuto della presentazione I principali cambiamenti nei protocolli di BLS

Dettagli

Gestione della Scuola Comunale di Nuoto e di Ginnastica IMPIANTO POLIVALENTE ARBOSTELLA Regolamento

Gestione della Scuola Comunale di Nuoto e di Ginnastica IMPIANTO POLIVALENTE ARBOSTELLA Regolamento Comune di Salerno SETTORE IMPIANTI-MANUTENZIONI Gestione della Scuola Comunale di Nuoto e di Ginnastica IMPIANTO POLIVALENTE ARBOSTELLA Regolamento Allegato f) al Capitolato Speciale per l affidamento

Dettagli

RISCHI DA AGENTI FISICI NELLE PISCINE

RISCHI DA AGENTI FISICI NELLE PISCINE RISCHI DA AGENTI FISICI NELLE PISCINE MASSIMO COPPOLA TECNICO DELLA PREVENZIONE ASL AL PAGELLA EUROSAFE 2009 prestazioni per la sicurezza contemplate dalla legislazione nazionale Include specifiche aree

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE ITA F00 - Membro Fondatore della CMAS Confederazione Mondiale Attività Subacquee FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE Settore Didattica Subacquea Corso di Specializzazione SALVAMENTO

Dettagli

CORSO FORMAZIONE Corso intensivo per istruttori Moby Dick

CORSO FORMAZIONE Corso intensivo per istruttori Moby Dick CORSO FORMAZIONE Corso intensivo per istruttori Moby Dick 9/10-30/31 maggio 2015 Maraini Resort Via Massagno 36, 6900 Lugano pag. 1 SABATO 9 maggio 2015 08.15 17.00 Ritrovo e registrazione partecipanti

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO Comitato Regionale Piemonte e Valle d'aosta

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO Comitato Regionale Piemonte e Valle d'aosta FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO Comitato Regionale Piemonte e Valle d'aosta Settore Istruzione Tecnica CORSO ALLIEVO ISTRUTTORE MODULO INTEGRATO ASSISTENTE BAGNANTI Sede lezioni teoriche: Istituto Sociale c.so

Dettagli

IL CORSO Rivolto a coloro che a vario titolo (Professionisti e Amatori) vogliono frequentare l ambiente montano in tutte le sue forme, in sicurezza.

IL CORSO Rivolto a coloro che a vario titolo (Professionisti e Amatori) vogliono frequentare l ambiente montano in tutte le sue forme, in sicurezza. IL CORSO Rivolto a coloro che a vario titolo (Professionisti e Amatori) vogliono frequentare l ambiente montano in tutte le sue forme, in sicurezza. Il corso ha come obiettivo la formazione e l acquisizione

Dettagli

Programma di Formazione per Allenatore di Apnea Sportiva Indoor

Programma di Formazione per Allenatore di Apnea Sportiva Indoor FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE Settore Programma di Formazione per Allenatore di Apnea Sportiva Indoor Federazione Italiana Pesca Sportiva e Brevetto di Allenatore di Apnea Sportiva

Dettagli

ALLEGATO N.08. DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI (AI SENSI DEL D.Lgs.9.04.2008/N.81) _ ATTESTATI CORSI DIPENDENTI

ALLEGATO N.08. DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI (AI SENSI DEL D.Lgs.9.04.2008/N.81) _ ATTESTATI CORSI DIPENDENTI ALLEGATO N.08. DOCUMENTO VALUTAZIONE DEI RISCHI (AI SENSI DEL D.Lgs.9.04.2008/N.81) _ ATTESTATI CORSI DIPENDENTI 01.CORSO R.L.S.. 02.CORSO INFORMAZIONE/FORMAZIONE. 03.CORSO PREPOSTI. 04.CORSO ANTINCENDIO.

Dettagli

IL CORSO Rivolto a coloro che a vario titolo (Professionisti e Amatori) vogliono frequentare l ambiente montano in tutte le sue forme, in sicurezza.

IL CORSO Rivolto a coloro che a vario titolo (Professionisti e Amatori) vogliono frequentare l ambiente montano in tutte le sue forme, in sicurezza. IL CORSO Rivolto a coloro che a vario titolo (Professionisti e Amatori) vogliono frequentare l ambiente montano in tutte le sue forme, in sicurezza. Il corso ha come obiettivo la formazione e l acquisizione

Dettagli

Brevetto sportivo di salvataggio

Brevetto sportivo di salvataggio PROTEZIONE CIVILE A.N.U.C.S.A Associazione Nazionale Unità Cinofile da Salvataggio in Acqua Sede legale: Via della Consolata Valle degli Orti - Roma Brevetto sportivo di salvataggio Versione aggiornata

Dettagli

Presentazione XI Corso

Presentazione XI Corso Volontari Croce Rossa Italiana Pergine Valsugana Presentazione XI Corso Obiettivi Diventare Volontari della Croce Rossa Italiana Conoscere le origini, l organizzazione e le attività della Croce Rossa in

Dettagli

CORSO DI PRIMO SOCCORSO. AGGIORNAMENTO 4 ore AI SENSI DEL D.M. 338/03 D.LGS. 81/08

CORSO DI PRIMO SOCCORSO. AGGIORNAMENTO 4 ore AI SENSI DEL D.M. 338/03 D.LGS. 81/08 CORSO DI PRIMO SOCCORSO AGGIORNAMENTO 4 ore AI SENSI DEL D.M. 338/03 D.LGS. 81/08 ARGOMENTI CORSO AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO per aziende di gruppo B e C (4 ore), ex D.M. 388/2003 e D.Lgs. 81/2008 UNICA

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE

FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE ITA F00 - Membro Fondatore della CMAS Confederazione Mondiale Attività Subacquee FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE Settore Didattica Subacquea Corso APNEA DI 1 GRADO PD-PAp1_150119

Dettagli

PROGRAMMA. Corso BASE. Aprile 2014. Federazione Italiana Attività Subacquee

PROGRAMMA. Corso BASE. Aprile 2014. Federazione Italiana Attività Subacquee ROGRAMMA Corso BASE Aprile 2014 Federazione taliana Attività Subacquee ORGANZZAZONE DDACA A.S.D. Gradese Subacquei Viale del Capricorno, 29 Grado www.gradesesubacquei.it e-mail: gradese.subacquei.udine@fias.it

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Capitaneria di Porto di Bari

REPUBBLICA ITALIANA MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Capitaneria di Porto di Bari REPUBBLICA ITALIANA MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI Capitaneria di Porto di Bari Ordinanza n 32/2011 Il Comandante della Capitaneria di Porto di Bari, nella rispettiva qualità di Capo del

Dettagli

Risposta al. Responsabile CORPO MILITARE

Risposta al. Responsabile CORPO MILITARE Trento, 30 settembre 2009 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE TRENTO D.T.R. Istr. Naz. Chiara GIDIULI O.P.S.A. Operatori Polivalenti Salvataggio Acqua Cell. 345 2543679 333 6003412 Tel e Fax 0464 508838

Dettagli

PROGRAMMA CORSO UISP PER TECNICO/EDUCATORE DI NUOTO BASE

PROGRAMMA CORSO UISP PER TECNICO/EDUCATORE DI NUOTO BASE PROGRAMMA CORSO UISP PER TECNICO/EDUCATORE DI NUOTO BASE SEDE Roma- Circolo Sportivo Mezzaluna, via della Mezzaluna 1-00013 Mentana. Cel: 328/7188781- E-mail: formazionenuoto.lazio@uisp.it AMMISSIONE Possono

Dettagli

ICE CLUB COMO A.S.D.

ICE CLUB COMO A.S.D. CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORI DI NUOTO FISDIR - COMO dal 02 al 05 OTTOBRE 2014 DESTINATARI DEL CORSO L istruttore di nuoto è un tecnico in possesso di specifico brevetto rilasciato da un ente competente

Dettagli

TABELLA 1 REQUISITI PER IL PERSONALE A BORDO DELLE AMBULANZE. Ambulanza di trasporto ordinario

TABELLA 1 REQUISITI PER IL PERSONALE A BORDO DELLE AMBULANZE. Ambulanza di trasporto ordinario 1 TABELLA 1 REQUISITI PER IL PERSONALE A BORDO DELLE AMBULANZE Ambulanza di trasporto ordinario In caso di trasporto ordinario è obbligatoria la presenza a bordo di: - un autista, con patente di guida

Dettagli

Regolamento tecnico di Nuoto Salvamento. (edizione novembre 2011)

Regolamento tecnico di Nuoto Salvamento. (edizione novembre 2011) Regolamento tecnico di Nuoto Salvamento (edizione novembre 2011) Premessa Il presente regolamento tecnico è basato sulle regole adottate dalla Federazione Italiana Nuoto (FIN) ed adattate alle esigenze

Dettagli

SPECIFICHE dello SPORT di INTERESSE (Triathlon): N ALLENAMENTI SETTIMANALI: 5(Lunedì, martedì, mercoledì,giovedì,sabato)

SPECIFICHE dello SPORT di INTERESSE (Triathlon): N ALLENAMENTI SETTIMANALI: 5(Lunedì, martedì, mercoledì,giovedì,sabato) ATLETA: SPORT di INTERESSE: Paolo Rossi Triathlon Riccardo Monzoni Dottore in Scienze Motorie rm1989@hotmail.it 3406479850 DATI SOCIO richiedente: NOME: Paolo COGNOME: Rossi ETA : 34 PESO (Kg): 78 ALTEZZA

Dettagli

FOTOGRAFIA SUBACQUEA

FOTOGRAFIA SUBACQUEA ITA F00 - Membro Fondatore della CMAS Confederazione Mondiale Attività Subacquee FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE Settore Didattica Subacquea Corso di Specializzazione FOTOGRAFIA

Dettagli

MANUALE DI REGOLAMENTO

MANUALE DI REGOLAMENTO ASSOCIAZIONE CINOFILA SALVATAGGIO NAUTICO & SOCIETA NAZIONALE DI SALVAMENTO MANUALE DI REGOLAMENTO CORSO ED ESERCIZI DI ADDESTRAMENTO - ESAMI E PROVE DI BREVETTO U.C.S.N. EDIZIONE 0/204 Sommario INTRODUZIONE...

Dettagli

Corso Istruttori Attività Natatorie

Corso Istruttori Attività Natatorie Corso Istruttori Attività Natatorie Preganziol (Treviso), 02-10 Febbraio 2013 Tecnica e didattica del Nuoto Pinnato 2^ parte La Didattica Fabio Paon Staff Tecnico Nazionale La storia del Nuoto Pinnato

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

CROCE ROSSA ITALIANA IL COMMISSARIO STRAORDINARIO CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE ORDINANZA COMMISSARIALE :r;t 1 9 O / O 9nEL 1 7 GIU. zm IL COMMISSARIO STRAORDINARIO Visto lo Statuto della Croce Rossa Italiana approvato con D.P.C.M. del Presidente

Dettagli

REGOLAMENTO SOCI E ORGANICO

REGOLAMENTO SOCI E ORGANICO Magenta 12 febbraio 2010 REGOLAMENTO SOCI E ORGANICO S.A.E.T. SOCI: Tutti i soci devono conoscere e rispettare le seguenti regole: di essere consapevole di far parte di una società improntata al rispetto

Dettagli

LIVELLO 3. Guida subacquea

LIVELLO 3. Guida subacquea LIVELLO 3 Guida subacquea - pren 329.03.01-3, Servizi per attività Subacquea ricreativa - Requisiti minimi di sicurezza relativi all addestramento di un subacqueo ricreativo Parte 3: Livello 3 Dive Leader

Dettagli

Catalogo dell Offerta Formativa TecnoAmbiente Srl

Catalogo dell Offerta Formativa TecnoAmbiente Srl Catalogo dell Offerta Formativa TecnoAmbiente Srl Sommario Addetto lotta agli incendi - Luogo di lavoro a rischio di incendio basso - DM 10/03/1998... 2 Addetto lotta agli incendi - Luogo di lavoro a rischio

Dettagli

MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI

MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI INTRODUZIONE Il Club Alpino Italiano Regione Lombardia (CAI-Lombardia) è impegnato come

Dettagli

Piano di studi per il conseguimento del brevetto di Unità Cinofila di Salvataggio F.I.N.

Piano di studi per il conseguimento del brevetto di Unità Cinofila di Salvataggio F.I.N. Piano di studi per il conseguimento del brevetto di Unità Cinofila di Salvataggio F.I.N. Premesse Rispetto e salvaguardia della vita umana, in ambiente difficile come quello acquatico, utilizzando protocolli

Dettagli

BAGNINO DI SALVATAGGIO

BAGNINO DI SALVATAGGIO La Provincia di Livorno e Multimedia Group srl accreditamento regionale n LI0535, capofila di ATI con Ass. Cora.li, Form@re Srl, Spa Navicelli e Simurg Ricerche Snc, in attuazione del POR CRO FSE 2007-2013

Dettagli

MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI

MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI MODULO SICUREZZA CORSO DI FORMAZIONE ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO PER GESTORI DI RIFUGI ALPINISTICI ED ESCURSIONISTICI INTRODUZIONE Il Club Alpino Italiano Regione Lombardia (CAI-Lombardia) è impegnato come

Dettagli

Allegato a) LINEE GUIDA CTS01/3-2011 Sostituiscono le linee guida CTS01/2-2010

Allegato a) LINEE GUIDA CTS01/3-2011 Sostituiscono le linee guida CTS01/2-2010 Allegato a) LA INFORMAZIONE, FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO DEI LAVORATORI DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DI SECONDO GRADO AI SENSI DELL ART. 37 DEL D.LGS. 81/08 COME MODIFICATO DAL D.LGS. 106/09 LINEE GUIDA CTS01/3-2011

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA VELA

FEDERAZIONE ITALIANA VELA FEDERAZIONE ITALIANA VELA SCUOLE VELA NORMATIVA 2013 - SCUOLE FEDERALI DI VELA (ORGANIZZATE DA AFFILIATI ALLA FIV) - S.V.A. (SCUOLE DI VELA ORGANIZZATE DA ENTI ED ORGANI NON AFFILIATI ALLA FIV) 1 SCUOLE

Dettagli

Regolamento Nazionale A.S.A.C.A.M.

Regolamento Nazionale A.S.A.C.A.M. Regolamento Nazionale A.S.A.C.A.M. Aggiornato gennaio 2014 PREMESSA La Pratica Equestre e l Arte della Spada sono nel medioevo gli elementi fondanti dell addestramento di un cavaliere. Intelligenza, Abilità,

Dettagli

COMUNE SANTA CROCE CAMERINA (RG) 3 Dipartimento Assetto del Territorio Via Alberto Moravia n. 15

COMUNE SANTA CROCE CAMERINA (RG) 3 Dipartimento Assetto del Territorio Via Alberto Moravia n. 15 Via Alberto Moravia n. 15 (Allegato 1) SERVIZIO DI VIGILANZA E SALVATAGGIO NELLE SPIAGGE LIBERE CAPITOLATO D ONERI PREMESSO: Che la Legge 01.09.1998 n. 17 istituisce il servizio di vigilanza e salvataggio

Dettagli

MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO - ARBATAX - ORDINANZA N _11/2000

MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO - ARBATAX - ORDINANZA N _11/2000 Vista Vista Considerato Considerato MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO - ARBATAX - ORDINANZA N _11/2000 Il Capo del Circondario Marittimo e Comandante dei Porto

Dettagli

COMUNE DI TREMEZZINA GRUPPO DI COMO

COMUNE DI TREMEZZINA GRUPPO DI COMO COMUNE DI TREMEZZINA GRUPPO DI COMO Nuotata Lenno - Ossuccio Lavedotremila Sabato 19 Settembre 2015 COMUNE DI TREMEZZINA GRUPPO DI COMO IL COMUNE DI TREMEZZINA organizza in collaborazione con: EMERGENCY

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DIPARTIMENTO EDUCAZIONE FISICA ANNO SCOLASTICO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DIPARTIMENTO EDUCAZIONE FISICA ANNO SCOLASTICO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DIPARTIMENTO EDUCAZIONE FISICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 a. Obiettivi : Educativi generali: Favorire l armonico sviluppo psicofisico dell adolescente far prendere

Dettagli

Sono presenti i proff. Borsato D., Bressan A., Burighel L.; Ranucci E.

Sono presenti i proff. Borsato D., Bressan A., Burighel L.; Ranucci E. Pagina 1 di 5 COORDINAMENTO AREA DISCIPLINARE Scienze Motorie e Sportive 11 SETTEMBRE 2014 AREA DISCIPLINARE MATERIA Scienze Motorie e Sportive COORDINATORE Ranucci Emidio Sono presenti i proff. Borsato

Dettagli

PROGETTO "ACQUA & SCUOLA" F.I.N. COMITATO REGIONALE VENETO Federazione Italiana Nuoto -Comitato Regionale Veneto

PROGETTO ACQUA & SCUOLA F.I.N. COMITATO REGIONALE VENETO Federazione Italiana Nuoto -Comitato Regionale Veneto PROGETTO "ACQUA & SCUOLA" F.I.N. COMITATO REGIONALE VENETO Federazione Italiana Nuoto -Comitato Regionale Veneto Via Marchesan, 4/f -31100 Treviso tel. 0422.338.230 fax 0422.348020 info@,finveneto.org

Dettagli

CATALOGO CORSI ANNO 2013 - E-LEARNING -

CATALOGO CORSI ANNO 2013 - E-LEARNING - CATALOGO CORSI ANNO 2013 - E-LEARNING - (F.GEN-00-F) Destinatari: Tutto il personale dipendente, escluso il legale rappresentante Obiettivi del corso: Fornire i concetti di rischio, danno, prevenzione,

Dettagli

Corso congiunto istruttore di nuoto FISDIR / FINP Milano dal 12 al 15 novembre 2015 FISDIR Milano dal 20 al 22 novembre 2015 FINP

Corso congiunto istruttore di nuoto FISDIR / FINP Milano dal 12 al 15 novembre 2015 FISDIR Milano dal 20 al 22 novembre 2015 FINP Corso congiunto istruttore di nuoto FISDIR / FINP Milano dal 12 al 15 novembre 2015 FISDIR Milano dal 20 al 22 novembre 2015 FINP Il Centro di Formazione Fisdir Ice Club Como in collaborazione con il centro

Dettagli

Programma Corso di Primo Soccorso per aspiranti soccorritori Modulo Base e Modulo Avanzato. Modulo Base

Programma Corso di Primo Soccorso per aspiranti soccorritori Modulo Base e Modulo Avanzato. Modulo Base Associazione di Volontariato ONLUS Strada di Recentino, 11 05100 Terni Tel. 0744-59241 Fax 0744-1921298 http://www.ambulaife.it/-info@ambulaife.it Programma Corso di Primo Soccorso per aspiranti soccorritori

Dettagli