Anno IV - Numero 30 - Marzo Aprile 2009 IL NOTIZIARIO DELL ISPETTORATO VOLONTARI DEL SOCCORSO CRI DEL TRENTINO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno IV - Numero 30 - Marzo Aprile 2009 IL NOTIZIARIO DELL ISPETTORATO VOLONTARI DEL SOCCORSO CRI DEL TRENTINO"

Transcript

1 CriTrentino MAGAZINE Anno IV - Numero 30 - Marzo Aprile 2009 Insieme... IL NOTIZIARIO DELL ISPETTORATO VOLONTARI DEL SOCCORSO CRI DEL TRENTINO Premessa al nuovo numero 150 anni dalla nascita dell idea di Henry Dunant, il nostro Movimento rinnova il suo mandato di protezione della vita e della salute delle persone più vulnerabili. Servizi estivi C.R.I.: Con l'estate ormai alle porte, è stata attivata area del nostro sito che raccoglie le offerte per effettuare un periodo di volontariato vacanza in Croce Rossa. Con gioia diamo la lieta notizia della nascita del piccolo Simone, bimbo della collaboratrice del nostro Ispettorato Rosella Dalcastagnè. Felicitazioni vivissime ai neo genitori, ed un grande in bocca al lupo per questa nuova e stupenda avventura che li attende. E un benvenuto speciale nella nostra grande famiglia al piccolo Simone! Eventi: Solferino 2009: Gli eventi di Solferino 2009, momento storico per tutto il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, sono ormai alle porte. Quest anno più che mai, in occasione dei Quest anno più che mai, ogni volontario CRI o di altra Società Nazionale è invitato a comprendere come la sua azione possa davvero fare la differenza nel cambiare il mondo in cui viviamo. Anche CRI Trentino segue il sito dedicato all iniziativa, che riporta tutte l e i n f o r m a z i o n i u t i l i : Le proposte sono divise in due categorie: quelle che provengono dai Gruppi della nostra Provincia, che offrono la possibilità di trascorre qualche giorno in una delle nostre belle vallate e località montane, collaborando alle attività svolte dalla locale Sede dell Associazione.

2 Giornata Mondiale della Croce Rossa: L 8 maggio, giorno dell anniversario della nascita di Henry Dunant, si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. Una data che rende omaggio al fondatore della Croce Rossa, premio Nobel per la pace nel 1901, che per primo proclamò la neutralità dei feriti e dei non combattenti.in quest occasione, tutte le Società Nazionali promuovono iniziative pubbliche mirate ad attirare l attenzione sul tema Assistenza universale grazie ai volontari. Questo slogan è volto a dare risalto all attività dei 97 milioni di volontari che ogni anno assistono più di 227 milioni di persone, ispirandosi ogni giorno ai sette Principi Fondamentali, in attività quali: interventi di emergenza in caso di catastrofe naturale o conflitto armato, servizi assistenziali, primo soccorso, sicurezza stradale, educazione alla salute, diffusione dei Principi del Diritto Internazionale Umanitario, lotta all HIV/AIDS. Notizie dalla Croce Rossa Italiana del Trentino: Dai gruppi: VdS Brentonico: bilancio del tutto positivo quello del 2008, che ha visto una notevole crescita delle attività svolte dal Gruppo e del numero dei suoi volontari. VdS Lavis: partito con molto successo il nuovo corso aspiranti volontari. Alla serata di presentazione ben 45 iscrizioni hanno rallegrato i responsabili dell iniziativa. CRI Val di Fassa: creato un servizio dalla televisione ladina Ercaboan sulle attività svolte dall Associazione in Val di Fassa. Bella idea! VdS Trento: il Gruppo ha collaborato alla buona riuscita dell esercitazione in galleria organizzata dall Autostrada del Brennero. interverranno dei colleghi che hanno già fatto quest esperienza, in modo da fornire tutte le informazioni e le dritte del caso. L intento è quello di inviare, nelle zone del terremoto, personale non solo motivato, ma anche informato e pronto ad operare nei contesti ove è richiesto. Per questo motivo la presenza ad uno degli incontri è obbligatoria per poter partecipare ad una missione in terra Abruzzese. Le prossime date in programma sono: giovedi 7, 14, 21 maggio, presso la sede del gruppo di Trento. Brunialti nuovo Commissario Regionale E con l ordinanza 69/09 del 5 marzo 2009 che il Commissario Nazionale Francesco Rocca ha nominato Alessandro Brunialti quale Commissario del Comitato Regionale di Trento. Alessandro succede al Dott. Giorgio Tononi, che ha guidato la Croce Rossa del Trentino con passione e grande dedizione per molti anni. A lui va il ringraziamento unanime di tutti i volontari del Trentino per tutto ciò c h e h a f a t t o i n f a v o r e dell Associazione, mentre al nuovo Commissario non si può che augurare buon lavoro, viste tutte le sfide che aspettano CRI Trentino nell immediato futuro! VdS Rovereto: come tutti gli anni, i volontari hanno contribuito al buon successo della campagna Fiori di Azzurro, una raccolta fondi in sostegno dell operato di Telefono Azzurro Onlus. VdS Lavarone: tanti auguri al Gruppo, che ha festeggiato il traguardo dei 20 anni al servizio della Comunità. Serate informative Emergenza Abruzzo La Croce Rossa del Trentino ha organizzato una serie di incontri informativi rivolti a tutti i volontari che hanno già dato la propria disponibilità o che intendono partire in futuro per un turno di servizio in Abruzzo. Durante questi incontri verranno spiegate in dettaglio le attività che i volontari svolgono al campo, come sono o r g a n i z z a t e l e p a r t e n z e e Calendario Eventi in Programma: Vista l'emergenza occorsa in Abruzzo, in considerazione dello sf or zo organizzativo in atto per coordinare l invio degli aiuti verso le zone del sisma e per rispetto dei volontari trentini e non che stanno prendendo parte alle attività di soccorso, gli incontri formativi previsti per la fine di aprile presso l area addestrativa di Marco di Rovereto sono stati rimandati a d a t a d a d e s t i n a r s i. A p p e n a disponibili, le informazinoi saranno subito comunicate. Di seguito gli appuntamenti di maggio e giugno: 1-2 maggio: corso BLSD; 8 maggio: Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa 9 e 30 maggio: corso NBCR 1 livello; 30 maggio/2 giugno: esercitazione Provinciale Protezione Civile; 23/28 giugno: Solferino 2009; 27 giugno: Fiaccolata 2009.

3 Progetto Componente Unica La risposta Trentina: Componente Unica... Approfondimento: Riportiamo un articolo del SenzaConfini, scritto da Giuliano Mittempergher, che fa il punto sulle opportunità offerte dalla componente unica, di cui partirà a breve la sperimentazione in CRI Trentino. Il sogno di tanti volontari forse si sta per avverare; dopo anni di parole, di tentennamenti, di buone intenzioni, finalmente qualche cosa di concreto: il Trentino è stato autorizzato dal commissario nazionale Francesco Rocca a sperimentare la componente unica. Cosa significa? Significa che noi tutti potremmo ripensare una Croce Rossa diversa, unita, senza campanili o attività riservate; una Croce Rossa che finalmente si allinea alla maggior parte delle società nazionali di Croce Rossa, dove non esistono componenti per attività specifiche e dove invece si è valorizzato molto l apporto dei giovani. Non siamo ancora all unità completa, perché per il momento si parla di unità delle sole componenti civili. Rimangono le componenti militari, che in Italia dipendono dallo Stato, ma se ci crediamo non dobbiamo disperare: la storia insegna che un grande progetto inizia sempre con piccoli passi. Tutto è nato da un maldestro regolamento che il nuovo commissario nazionale ha emanato e che faceva transitare dalla componente Pionieri tutte le persone di età inferiore ai 26 anni che volevano entrare in Croce Rossa. Per peggiorare la situazione, lo stesso regolamento permetteva ai pionieri di rimanere nella componente fino ai 35 anni, con tutti i diritti elettorali, con la possibilità di restare anche in seguito, senza però mantenere la possibilità di voto. Un pasticcio tutto italiano che non è ancora completamente scongiurato. Per fortuna abbiamo un ispettore provinciale dei Volontari del Soccorso che, per la credibilità di cui gode, per la sua storia personale, per l autorevolezza che anche a livello nazionale gli è riconosciuta, ha capito che in questo modo non si andava da nessuna parte e ha proposto di costituire in Trentino un laboratorio dove per primi si potesse sperimentare la componente unica tra le componenti civili di Croce Rossa. Francesco Rocca, commissario nazionale, che non è nato ieri e che da anni mastica i problemi della Croce Rossa, resosi probabilmente conto dei limiti di quel nuovo regolamento Pionieri da lui stesso emanato, con grande intelligenza politica ha colto la proposta di Brunialti come un opportunità e lo ha autorizzato a dare corso alla sperimentazione. Ora la palla è passata al Trentino. E al Trentino il resto dell Italia CRI guarda con grande speranza. Per onore di verità, la nostra provincia, a differenza di altre province e regioni d Italia, non ha mai vissutoparticolari tensioni tra le componenti civili, dato che il rapporto è sempre stato improntato alla collaborazione trasversale. Questo grazie all intelligenza dei vertici provinciali dei Volontari del Soccorso, della Sezione femminile e dei Pionieri, che hanno sempre privilegiato In più di un incontro con i Commissari dei Gruppi VdS del Trentino è stato trattato l'argomento della Componente Unica. La discussione riguardante il laboratorio per la creazione della Componente Unica civile ha trovato la totalità dei vertici dei gruppi del trentino disponibili al cambiamento ed entusiasti della possibilità di arrivare ad avere una Croce Rossa unita per affrontare li futuro. Lo stesso parere è stato espresso in più occasioni anche dai vertici delle altre Componenti civili presenti nel nostro Comitato. La meta finale di questo percorso, condivisa da tutti, è quella di riuscire a creare un'associazione davvero unita, che ponga al centro delle sue attività l'aiuto al prossimo, senza distinguere quale volontario lo faccia, dato che tutti siamo guidati dal fondamentale principio di Umanità, che è un prezioso patrimonio trasversale che accomuna tutti i soci della Croce Rossa. gli elementi che uniscono e che fanno crescere, piuttosto di quelli che possono dividere e che, in definitiva, contano meno di niente se rapportati all interesse generale. In una recente riunione tra Comitati locali e Comitato provinciale, alla presenza dei vertici delle componenti, questi concetti sono stati ribaditi ed è stata unanime la convinzione che la strada intrapresa è quella giusta e che il percorso che iniziamo a fare merita il massimo impegno. L incontro di sabato 28 marzo a Lavarone (poi rimandato a maggio NdR) rappresenta se vogliamo una tappa importante di questo percorso; prima di allora i vertici provinciali avranno spiegato ai vari gruppi e sezioni presenti in Trentino la valenza di questa sperimentazione e la necessità di aprire una stagione di discussione e confronto per far emergere il meglio del nostro essere Croce Rossa. Crediamo infatti che, fatti salvi i nostri principi ispiratori che sono il vangelo del nostro Movimento, occorra avere il coraggio e l umiltà di fare tutti un pas-

4 Progetto Componente Unica so indietro per ripensare ad un nuovo modo di essere in Croce Rossa. Un modo che metta al centro l uomo. Per anni abbiamo associato la Croce Rossa al soccorso sanitario. Per anni ci siamo formati attraverso i corsi di primo soccorso, gli aggiornamenti, le esercitazioni. Da sempre abbiamo ritenuto che una lezione sulla Croce Rossa e due lezioni sul diritto internazionale umanitario fossero sufficienti per il resto della vita di un volontario. E in coscienza siamo stati sempre convinti di essere dei buoni volontari. E lo siamo anche stati. Per contro, anche le volontarie della Sezione femminile, che sugli Altipiani è una componente troppo giovane perché possa fare testo, nella loro attività di assistenza, raccolta fondi ecc. hanno creduto di interpretare al meglio il loro ruolo all interno della CRI. E che dire dei Pionieri o dei donatori di sangue nessun appunto sull importanza della loro attività. Ma ognuno dentro il proprio orticello, ognuno con un idea di Croce Rossa parziale, legata più all attività svolta che all idea di Croce Rossa che deve essere alla base di tutto. Quando Henry Dunant, osservando il numero impressionante di feriti durante la battaglia di Solferino, ha maturato l idea della Croce Rossa, il concetto di fondo non è stato tanto il soccorrere il ferito, dato che alcuni eserciti avevano già allora un proprio servizio di raccolta e di cura degli stessi negli ospedali militari. Il concetto di fondo era che un ferito, indipendentemente del colore della casacca, è un uomo, e come tale gli va riconosciuta la sua dignità di essere umano, tra cui anche il diritto alla vita. Da ciò nasce l idea di Croce Rossa legata all uomo e ai suoi diritti. La cura e l assistenza è uno di questi diritti, accanto a molti altri che come Croce Rossa nei nostri sette principi riconosciamo. Se nella recente storia italiana della Croce Rossa ci siamo indirizzati principalmente sugli aspetti assistenziali e sanitari, è ora e tempo di lavorare in favore dell uomo nella sua dimensione universale. Un mondo globalizzato come il nostro ha la necessità di ripensare al ruolo della Croce Rossa alla luce dei grandi fenomeni economici, sociali, naturali che stiamo vivendo. Intere popolazioni di migranti, paesi che perdono la loro identità, nuove guerre e nuove povertà, diritti che credevamo ormai consolidati rimessi in discussione, un assuefazione che addormenta le coscienze e che fa credere normale quello che normale non è, sono le nuove emergenze che hanno implicazioni in ogni aspetto della nostra vita sociale e che non sempre, da soci e volontari CRI, abbiamo la preparazione culturale per affrontare. L idea di una componente unica che metta al centro la Croce Rossa e che formi i propri soci ai principi irrinunciabili del nostro movimento è la sfida importante che come Trentino abbiamo davanti. Un foglio bianco sul quale tutti possono contribuire al risultato finale, dove ogni idea deve essere considerata e ricondotta all interno dello spirito che un giorno ci ha spinti in questa associazione. Immagino una Croce Rossa giovanile aperta alla partecipazione di tutti i giovani dagli 8 ai 18 anni, che si formi all interno della scuola, dove andremo a parlare dell uomo in sé, prima che delle tecniche per soccorrerlo, che cresca nel rapporto con le famiglie, le quali, consapevoli dei valori che possiamo trasmettere, ci affidano i loro figli; un percorso che preveda una serie di attività compatibili con l età, allo scopo di far maturare, prima delle capacità operative, la coscienza di quello che rappresentano all interno di un movimento universalmente riconosciuto. A 18 anni poi, senza fretta, potranno scegliere in quale macroarea dedicare la maggior parte del loro impegno. Immagino una Croce Rossa che permetta a tutti, superati i 18 anni, senza vincolo di nazionalità, di impegnarsi in molteplici attività, specializzandosi in qualcuna in particolare, ma disponibili e generosi nel rispondere laddove la necessità e il bisogno dell associazione richiedono impegno e collaborazione; immagino delle macroaree di impegno, rispetto alle quali ogni socio faccia un percorso di formazione, dove però sia possibile la collaborazione trasversale, dove a seconda dell età, dello stato di salute, delle proprie disponibilità sia possibile modulare il proprio impegno anche cambiando settore vocazionale. Immaginate un area dove al centro ci sia l uomo e i suoi bisogni sanitari e sociali; oppure un area dove al centro ci sia sempre l uomo, ma in cui ci si occuperà di protezione civile, di prevenzione, di informazione; oppure una macroarea dove ci si impegnerà per l uomo al quale viene negato il diritto a una vita decente; quindi un area dove si privilegerà l impegno umanitario, la raccolta di fondi, le azioni di solidarietà concreta. Ogni macroarea dovrà avere un organizzazione elastica, capace di formare e motivare i soci, ma anche in grado di trasmettere sempre che tutto quello che viene fatto ha la stessa importanza, perché l obiettivo comune è l Uomo visto nei suoi bisogni e nei suoi diritti. È un idea tutta ancora da delineare: ognuno di noi si sforzi di sognare in proprio e poi di raccontarlo; così, assieme, costruiremo un grande sogno, un idea di Croce Rossa finalmente nuova, quella che a ben guardare è nel cuore di tutti noi. Da un analisi dei moduli Censi relativi alla nostra Provincia si evincono dei dati molto incoraggianti e soddisfacenti. I Soci della CRI del Trentino ammontavano, nel 2008, a ben 2393 persone. La cosa che forse è più importante è notare come il trend sia in miglioramento: infatti siamo passati dai 1553 soci del 2006 ai 1754 del 2007 per arrivare, come detto, alla cifra del Questo sta ad indicare forse che la strada intrapresa dalla nostra Associazione è quella giusta, e che le scommesse per il futuro si vinceranno se si proseguirà con lo stesso spirito di collaborazione e dedizione che hanno contraddistinto il cammino fatto sinora. FRASE DEL MESE: C è u n d u p l i c e v a n t a g g i o nell insegnare, perché, mentre si insegna, si impara. (Seneca)

5 Non solo di CRI: Una marcia mondiale per la pace. L'iniziativa non ha precedenti e i numeri suonano altisonanti: 90 paesi, 100 città, sei continenti. La data non è certo casuale: il 2 ottobre, data di nascita di Gandhi e giorno internazionale della non violenza. Gente di culture e religioni differenti si uniranno in un lungo cammino per dire no alla violenza e alla guerra: 160mila chilometri passando per climi ed ecosistemi differenti. Tre mesi di viaggio, da Wellington, in Nuova Zelanda, a Punta de Vacas, ai piedi del Monte Aconcagua, in Argentina. Arrivo previsto il 2 gennaio Per partecipare, dall'inizio alla fine, occorreranno circa diecimila euro per coprire spostamenti e alloggi e gli organizzatori prevedono che saranno un centinaio le persone che potranno dedicare tre mesi della loro vita a questa iniziativa. "Cento, ma che diventeranno migliaia in molte zone della marcia". E per far sì che non resti un'iniziativa marginale, alla luce di quanto succede da troppi anni ai Social Forum dove alle parole non sono pressocché mai seguiti fatti, gli ideatori della marcia hanno in mente ben altro. Innanzitutto muoversi coinvolgendo i governi, le istituzioni, i mass media e poi realizzare una serie di tappe concrete a corollario della marcia. Dal nazionale e dal Mondo... Operatori CICR Rapiti nelle Filippine: Il 15 gennaio 2009, i ribelli islamici del gruppo di Abu Sayyaf hanno rapito tre v o l o n t a r i d e l l a C r o c e r o s s a internazionale: il toscano Eugenio Vagni (di Montevarchi, in provincia di Arezzo), la filippina Jean Mary Lacaba e lo svizzero Andreas Notter. Gli operatori erano stati rapiti nell'isola di Jolo, all'uscita da un edificio carcerario dove si erano recati per un sopralluogo n e l l ' a m b i t o d i u n p r o g e t t o d i ristrutturazione. Nei giorni scorsi, il gruppo di ribelli aveva già minacciato la decapitazione di uno dei rapiti nel caso in cui l'esercito non si fosse ritirato entro fine marzo. Dopo numerosi a p p e l l i d e l l a C r o c e R o s s a Internazionale, ma anche di moltissime altre voci del panorama Internazionale, era stata liberata per prima, il 2 aprile, Jean Mary Lacaba. Il 18 aprile, dopo un continuo rincorrersi di voci che davano come imminente un blitz per liberare gli altri due ostaggi, peraltro sempre sconsigliato dalla Farnesina, è stato liberato anche lo svizzero Andreas Notter. Ad oggi quindi, solo Eugenio Vagni è ancora nelle mani dei ribelli. Continuano a filtrare le informazinoi che lo dicono vivo seppur in precarie condizioni di salute. Anche CRI Trentino, che continua a stringersi insieme alla CRI tutta intorno alla famiglia di Vagni, ha aderito alla richiesta di dare un segno tangibile d e l l a p r o p r i a s o l i d a r i e t à. A dimostrazione di come la Croce Rossa a p p a r t e n g a a d u n M ov i m e n t o fortemente unito, in ogni parte del m o n d o, g r a z i e a l l a p r o f o n d a condivisione degli stessi Ideali, in ogni sede della nostra Provincia, nei giorni in cui scadeva l ultimatum che metteva gli ostaggi a rischio della vita, è stato affisso un manifesto con la richiesta di liberare i tre operatori umanitari, rapiti mentre stavano svolgendo la propria opera in favore dei vulnerabili e dei bisognosi. Inoltre, nella giornata del 1 aprile, su tutte le ambulanze della Croce Rossa circolanti sul territorio della nostra Provincia, sono stati esposti gli stessi cartelli che chiedevano la libertà per gli ostaggi: questo non solo per testimoniare la vicinanza della Croce Rossa trentina alle famiglie ed alle vittime del rapimento, ma anche per sensibilizzare la popolazione informandola del tragico momento che viveva l Associazione. L ispettorato VdS del Trentino è aperto al pubblico tutti i sabati (non festivi) dalle 9.00 alle Siamo comunque reperibili ai contatti sottoriportati: ISPETTORATO VDS CRI TRENTINO via dei muredei, trento Tel Fax

Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Argomenti Storia della Croce Rossa: fondatori e precursori Convenzioni di Ginevra del 1949 Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale VV.d.S. Croce Rossa

CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale VV.d.S. Croce Rossa CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale VV.d.S. Storia della Croce Rossa CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale VV.d.S. Per favore grazie!!! Henry Dunant 1859 Battaglia Solferino Esercito Austro-Ungarico

Dettagli

STORIA DELLA CROCE ROSSA

STORIA DELLA CROCE ROSSA STORIA DELLA CROCE ROSSA Corso Base Volontari Trento 28 gennaio 2013 Istruttore DIU Michele Beretta Perché?!?! Battaglia di Solferino/San Martino 24.06.1859 JEAN HENRY DUNANT (08.05.1828 30.10.1910) Creazione

Dettagli

Prefazione. Saluto del Commissario Straordinario C.R.I. Saluto del Commissario Regionale C.R.I. Abruzzo

Prefazione. Saluto del Commissario Straordinario C.R.I. Saluto del Commissario Regionale C.R.I. Abruzzo Prefazione Il calendario 2011 della Croce Rossa Italiana della Provincia di Teramo è dedicato agli oltre mille tra Volontarie e Volontari che, dopo aver svolto la loro attività lavorativa, impegnano parte

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

Secondo Convegno Volontari in Africa VOLONTARI

Secondo Convegno Volontari in Africa VOLONTARI Secondo Convegno Volontari in Africa di Chiara Giusto, Volontaria VIS Dal 13 al 17 gennaio a Nairobi è stato organizzato dai Dicasteri per la Pastorale Giovanile e per le Missioni della Congregazione salesiana

Dettagli

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco)

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco) INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA (Nepi Veneto Grugliasco) ASSISI, 3 5 aprile 2009 Dal 3 al 5 aprile 09 ci siamo ritrovati ad Assisi come Laici Missionari della Consolata di Nepi,

Dettagli

Di seguito sono presentate le attività che svolgono i Volontari della Croce Rossa del Trentino, il cui impegno riguarda 5 macro-aree di intervento:

Di seguito sono presentate le attività che svolgono i Volontari della Croce Rossa del Trentino, il cui impegno riguarda 5 macro-aree di intervento: Di seguito sono presentate le attività che svolgono i Volontari della Croce Rossa del Trentino, il cui impegno riguarda 5 macro-aree di intervento: 1. AREA ATTIVITA GIOVANILE 2. AREA SOCIO ASSISTENZIALE

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

LA STORIA DELLA CROCE ROSSA. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone

LA STORIA DELLA CROCE ROSSA. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone LA STORIA DELLA CROCE ROSSA Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone Henry Dunant (8 maggio 1828 30 ottobre 1910) 24 giugno1859 BATTAGLIA di SOLFERINO Henry Dunant organizza i soccorsi collaborando con

Dettagli

Per un nuovo modello organizzativo: la Fondazione Arché

Per un nuovo modello organizzativo: la Fondazione Arché Assemblea Associazione Arché Venerdì 13 aprile 2012 Per un nuovo modello organizzativo: la Fondazione Arché Si inizia con la video presentazione della mission e dello spot 5xmille Cari Soci, Volontari,

Dettagli

Croce!J?çssa I tauana I[ Commissario Straordinario

Croce!J?çssa I tauana I[ Commissario Straordinario Croce!J?çssa I tauana I[ Commissario Straordinario Ai Commissari dei Comitati Regionali CRI Ai Vertici delle Componenti Volontaristiche CRI LORO SEDI Ho piacere di condividere con Voi (v. allegato) la

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA. Le Componenti Volontarie

CROCE ROSSA ITALIANA. Le Componenti Volontarie CROCE ROSSA ITALIANA Le Componenti Volontarie Le Componenti Volontarie 1. Il Corpo Militare 2. Le Infermiere Volontarie 3. I Volontari del Soccorso 4. Il Comitato Nazionale Femminile 5. I Pionieri 6. I

Dettagli

I Cervi erano una numerosa famiglia di contadini-mezzadri originari della bassa reggiana. Oltre al padre Alcide e alla mamma Genoveffa Cocconi,

I Cervi erano una numerosa famiglia di contadini-mezzadri originari della bassa reggiana. Oltre al padre Alcide e alla mamma Genoveffa Cocconi, LA FAMIGLIA CERVI I Cervi erano una numerosa famiglia di contadini-mezzadri originari della bassa reggiana. Oltre al padre Alcide e alla mamma Genoveffa Cocconi, c'erano i sette figli maschi (Gelindo,

Dettagli

UMANITA IMPARZIALITA NEUTRALITA INDIPENDENZA VOLONTARIETA UNITA UNIVERSALITA

UMANITA IMPARZIALITA NEUTRALITA INDIPENDENZA VOLONTARIETA UNITA UNIVERSALITA UMANITA IMPARZIALITA NEUTRALITA INDIPENDENZA VOLONTARIETA UNITA UNIVERSALITA PROGRAMMA STRATEGICO PER LA CANDIDATURA DEGLI ORGANI DEI COMITATI LOCALI DELL ASSOCIAZIONE COMITATO DI POMEZIA ELEZIONI DEL

Dettagli

Castiglione delle Stiviere Museo Internazionale Croce Rossa

Castiglione delle Stiviere Museo Internazionale Croce Rossa Castiglione delle Stiviere Museo Internazionale Croce Rossa Castiglione delle Stiviere Museo Internazionale Croce Rossa Il Museo Internazionale della Croce Rossa conserva le testimonianze scritte, gli

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto

P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto 1.Premessa La Scuola cattolica privilegia la promozione integrale della persona, adempie ad una funzione educativa e didattica ed è chiamata ad assolvere un compito

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA I GRADO "Gen E. Baldassarre" Trani A.S. 2014-2015. Il Dirigente Scolastico prof.ssa Gabriella Catacchio. Gli alunni della 2^L

SCUOLA SECONDARIA I GRADO Gen E. Baldassarre Trani A.S. 2014-2015. Il Dirigente Scolastico prof.ssa Gabriella Catacchio. Gli alunni della 2^L SCUOLA SECONDARIA I GRADO "Gen E. Baldassarre" Trani A.S. 2014-2015 Il Dirigente Scolastico prof.ssa Gabriella Catacchio Gli alunni della 2^L La docente di lettere prof.ssa Alessandra de Robertis PRESENTANO

Dettagli

Il caso della Scuola Oliver Twist

Il caso della Scuola Oliver Twist Il caso della Scuola Oliver Twist di Giorgio Vittadini C è un opinione che oggi va per la maggiore: quella secondo cui, per poter essere efficacemente impegnati nella realtà, occorre partire da una visione

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Kofi Annan Scegliamo di unire il potere dei mercati con l autorevolezza degli ideali universalmente riconosciuti. 1. Le opportunità del Patto

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

NEWSLETTER N. 26 maggio 2014

NEWSLETTER N. 26 maggio 2014 2222222222222222222222222222222222222222 2222222222222222222222222222222222222222 NEWSLETTER N. 26 maggio 2014 Un benvenuto ai nuovi lettori e ben ritrovato a chi ci segue da tempo. Buona lettura a tutti

Dettagli

Disposizioni generali Art. 1. Costituzione e principi fondamentali

Disposizioni generali Art. 1. Costituzione e principi fondamentali DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 6 maggio 2005, n. 97 Approvazione del nuovo Statuto dell'associazione italiana della Croce Rossa (G.U. n. 131 del 8 giugno 2005) Disposizioni generali

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

Ti sveglierai e ti addormenterai migliaia di volte nella vita. Andrai a lavoro, riderai con gli amici e piangerai solo nella tua stanza o abbracciato

Ti sveglierai e ti addormenterai migliaia di volte nella vita. Andrai a lavoro, riderai con gli amici e piangerai solo nella tua stanza o abbracciato Ti sveglierai e ti addormenterai migliaia di volte nella vita. Andrai a lavoro, riderai con gli amici e piangerai solo nella tua stanza o abbracciato a qualcuno cui vuoi bene. Affronterai mille situazioni

Dettagli

Caffè Dunant nr. 409 del 30 gennaio 2010

Caffè Dunant nr. 409 del 30 gennaio 2010 Caffè Dunant nr. 409 del 30 gennaio 2010 Notiziario www.caffedunant.it Contenuto: 1-25-01-2010 Haiti: La risposta al terremoto - la partecipazione locale e il coordinamento. Discorso di Conrad Sauvè, Segretario

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

FTT`ccV ^`]e` T`cRXXZ` avc XfRcURcV `]ecv7

FTT`ccV ^`]e` T`cRXXZ` avc XfRcURcV `]ecv7 bfruvc_` _*, FTT`ccV ^`]e` T`cRXXZ` avc XfRcURcV `]ecv7 Un progetto Fa.Ce. - Famiglie Cerebrolesi Associazione Provinciale di Reggio Emilia bfruvc_` _*, FTT`ccV ^`]e` T`cRXXZ` avc XfRcURcV `]ecv7 Fotografie

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

prefazione Per un organizzazione si tratta di un compito difficile, ma allo stesso tempo importante e gratificante.

prefazione Per un organizzazione si tratta di un compito difficile, ma allo stesso tempo importante e gratificante. chi siamo prefazione L età adulta è lo specchio della nostra infanzia. Infanzia che può diventare un aiuto o un ostacolo, nella vita futura. Quali possono essere le basi per il nostro sviluppo futuro,

Dettagli

2. Di sviluppare, come capi, una rete di relazioni con Associazioni, Istituzioni, Parrocchia del comune di Castel d Azzano

2. Di sviluppare, come capi, una rete di relazioni con Associazioni, Istituzioni, Parrocchia del comune di Castel d Azzano PROGETTO EDUCATIVO 2008-2011 TERRITORIO La lettura continua di ciò che ci circonda e la ricerca di relazioni significative sul territorio, costituisce un valore per la Comunità Capi del Verona 8. È ormai

Dettagli

cui si vorrebbero confondere le responsabilità di alcuni con il lavoro e il merito di moltissimi.

cui si vorrebbero confondere le responsabilità di alcuni con il lavoro e il merito di moltissimi. Santo Padre, ho il grande privilegio di presentarle gli ospiti che oggi affollano quest aula, venuti da ogni parte d Italia per incontrarla, ascoltarla e ricevere la Sua benedizione. Sono i volontari di

Dettagli

2/3 - Cantieri di Cittadinanza: educare alla legalità e costruire partecipazione

2/3 - Cantieri di Cittadinanza: educare alla legalità e costruire partecipazione Regione Toscana Bando 2014 Contributi regionali per la promozione della cultura della legalità democratica www.regione.toscana.it/bandolegalita Progetti di educazione alla legalità offerti alle scuole

Dettagli

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO 1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO L ASSOCIAZIONE L Associazione ONLUS La Luna Banco di Solidarietà di Busto Arsizio, è stata costituita da 8 soci fondatori all inizio dell anno

Dettagli

Le Attività Sociali SAN BONIFACIO Corso OPERATORI-SOCCORRITORI P.C. 02/10/2010. In emergenza

Le Attività Sociali SAN BONIFACIO Corso OPERATORI-SOCCORRITORI P.C. 02/10/2010. In emergenza Le Attività Sociali SAN BONIFACIO Corso OPERATORI-SOCCORRITORI P.C. 02/10/2010 In emergenza I Volontari CRI Impegnati anche nel Sociale? SI! Prevenire e lenire le sofferenze delle persone, rispettare la

Dettagli

Relazione al bilancio 2012

Relazione al bilancio 2012 Relazione al bilancio 2012 L assemblea di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino della nostra associazione in quanto segna un passaggio importante sulla sua esistenza e più ogni altro elemento

Dettagli

Regolamento dell Accademia Nazionale di Formazione della Croce Rossa Italiana

Regolamento dell Accademia Nazionale di Formazione della Croce Rossa Italiana Regolamento dell Accademia Nazionale di Formazione della Croce Rossa Italiana Premessa La Croce Rossa Italiana riconosce nella formazione continua e permanente dei propri Soci il valore aggiunto dell'associazione.

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

Il Comune di Ravenna a-

Il Comune di Ravenna a- "Sicurezza dei pedoni": ecco la risposta di Ravenna LA CAMPAGNA REGIONALE II Comune aderisce a "Nati per Camminare" e il sindaco scrive una lettera che verrà distribuita nelle scuole: "L'auto non deve

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

Perché festeggiamo gli alberi?

Perché festeggiamo gli alberi? Perché festeggiamo gli alberi? La Festa dell Albero di Legambiente compie 18 anni! Anche quest anno, il 21 novembre, vogliamo celebrare l importanza del verde urbano, degli alberi per la vita dell uomo

Dettagli

Fa stato il discorso orale. Egregi signori, Gentili signore,

Fa stato il discorso orale. Egregi signori, Gentili signore, Discorso pronunciato dal Consigliere di Stato Michele Barra in occasione dell inaugurazione del Convegno Sfide e opportunità della grande mobilità organizzato da Lions Regio Insubrica Mendrisio, 5 ottobre

Dettagli

AfrikaSì / Emergency DIRITTI NEGATI Testimonianze dalle ingiustizie del mondo di oggi

AfrikaSì / Emergency DIRITTI NEGATI Testimonianze dalle ingiustizie del mondo di oggi AfrikaSì / Emergency DIRITTI NEGATI Testimonianze dalle ingiustizie del mondo di oggi Afrikasì ed Emergency hanno deciso di promuovere insieme una due giorni, il 14 e il 15 maggio 2014, avente come filo

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

150 anni di Croce Rossa attraverso il collezionismo

150 anni di Croce Rossa attraverso il collezionismo 150 anni di Croce Rossa attraverso il collezionismo Col. Commissario Corpo Mil.CRI (in congedo) Riccardo ROMEO JASINSKI Nessun essere umano è illegale. Con questo motto la Croce Rossa Italiana festeggia

Dettagli

L Euro e i consumatori

L Euro e i consumatori XII Edizione del Forum della Pubblica Amministrazione EURO, CITTADINI, PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Roma, 9 maggio 2001 L Euro e i consumatori Intervento di Giustino Trincia (procuratore nazionale dei cittadini

Dettagli

Newsletter di ottobre 2013.

Newsletter di ottobre 2013. Newsletter di ottobre 2013. 20 ANNI INSIEME. Domenica 20 ottobre2013 il nostro Villaggio è stato teatro di un grande avvenimento: ragazzi, educatori e volontari che nel corso degli anni hanno, a vario

Dettagli

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE ESPERIENZA DI VITA E DI CITTADINANZA ATTIVA FONDAMENTO STORICO E GIURIDICO

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE ESPERIENZA DI VITA E DI CITTADINANZA ATTIVA FONDAMENTO STORICO E GIURIDICO SERVIZIO CIVILE NAZIONALE ESPERIENZA DI VITA E DI CITTADINANZA ATTIVA FONDAMENTO STORICO E GIURIDICO La storia del servizio civile affonda le sue radici nella Costituzione Italiana e nel concetto di Obiezione

Dettagli

LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI

LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI Convegno LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI Esperienze a confronto e prospettive per i servizi idrici 14 dicembre 2011 Intervento di Luciano Baggiani, Presidente dell ANEA

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

MUSEO INTERNAZIONALE CROCE ROSSA

MUSEO INTERNAZIONALE CROCE ROSSA Castiglione delle Stiviere MUSEO INTERNAZIONALE CROCE ROSSA Castiglione delle Stiviere Museo Internazionale Croce Rossa Il Museo Internazionale della Croce Rossa conserva le testimonianze scritte, gli

Dettagli

professionisti e non, e familiari con un totale di 67 beneficiari, tra cui la maggioranza erano pazienti psichiatrici, anziani e disabili.

professionisti e non, e familiari con un totale di 67 beneficiari, tra cui la maggioranza erano pazienti psichiatrici, anziani e disabili. Testimonianza presentata al Convegno Amministrazione di sostegno e Volontariato svoltosi a Bologna il 14 ottobre 2011 Avvocato Carla Baiesi, Amministratore di Sostegno Mi è stato chiesto di dare al mio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTO SPIRITO Corso Mazzini, 199 57126 LIVORNO - Tel. 0586.260938 Fax 0586.268117 Email: santospirito@fmalivorno.it PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno Scolastico 2012-2013

Dettagli

A.G.E.S.C.I. FOLLONICA 2 PROGETTO EDUCATIVO DI GRUPPO. Il vento non è mai favorevole per chi non sa dove andare

A.G.E.S.C.I. FOLLONICA 2 PROGETTO EDUCATIVO DI GRUPPO. Il vento non è mai favorevole per chi non sa dove andare A.G.E.S.C.I. FOLLONICA 2 PROGETTO EDUCATIVO DI GRUPPO Il vento non è mai favorevole per chi non sa dove andare Il perché di un Progetto educativo? Lo scoutismo è certamente un avventura affascinante per

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: BIO-logica-MENTE ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: SETTORE: Educazione e Promozione Culturale [E] 04- Educazione al cibo OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

favorisce il supporto e l inclusione sociale

favorisce il supporto e l inclusione sociale Obiettivo strategico 2 favorisce il supporto e l inclusione sociale Chiara Leoni Iafelice Croce Rossa Italiana Operatore Socio Assistenziale C.R.I Il Ruolo della Croce Rossa Italiana nelle aree di crisi

Dettagli

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa DOCUMENTO FINALE Sintesi e prospettive L insegnamento della religione una risorsa per l Europa Introduzione La Chiesa cattolica d Europa avverte l esigenza di conoscere meglio e riflettere sulle molteplici

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

Il «digiuno digitale» per riscoprire il gusto delle relazioni personali

Il «digiuno digitale» per riscoprire il gusto delle relazioni personali COS È Il tempo per noi nasce da una riflessione attorno alla crescente influenza che i nuovi strumenti di comunicazione hanno nella vita di ciascuno di noi, nel cambiamento di abitudini e comportamenti

Dettagli

IL DADO AZIENDALE. La Nuova Rivoluzione per la Piccola Azienda. L importanza della Piccola Azienda. Il Dado dell Azienda, Una Nuova Strategia

IL DADO AZIENDALE. La Nuova Rivoluzione per la Piccola Azienda. L importanza della Piccola Azienda. Il Dado dell Azienda, Una Nuova Strategia IL DADO AZIENDALE La Nuova Rivoluzione per la Piccola Azienda Il lavoro è necessario ed importante. Può essere la via per esprimere la creatività, l intelligenza e la dignità di ogni persona, ma quando

Dettagli

1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE

1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno III, mese di aprile 2013 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Nella città di Firenze, lo scorso 16 marzo, migliaia e migliaia

Dettagli

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio Nazionale per il Servizio Civile PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA della Caritas Diocesana della LA SPEZIA TITOLO DEL PROGETTO

Dettagli

Storia della Croce Rossa

Storia della Croce Rossa Storia della Croce Rossa Istruttore di Diritto Internazionale Umanitario: Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino 1 Area Pace Storia della Croce Rossa Sommario 1 Origini della Croce Rossa 2 Emblema

Dettagli

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE 22.10.08- Incontro con la Stampa QUESTIONE CAMPO NOMADI E POSIZIONE UFFICIALE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PORTOGRUARO IN MERITO Nonostante le ripetute dichiarazioni,

Dettagli

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia?

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia? La nostra biografia Ecco la rielaborazione degli alunni di 5^ dell anno scolastico 2006/2007 delle notizie acquisite dalla lettura della sua biografia e dall incontro con il prof. Paolo Storti, ex allievo

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

I numeri del soccorso che fanno unità

I numeri del soccorso che fanno unità I numeri del soccorso che fanno unità L unità d Italia è fatta anche dalla solidarietà, nell ambito sanitario essa si concretizza nella catena del soccorso. La Croce Rossa Italiana, il 118, il trapianto

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE

PROGRAMMA ELETTORALE PROGRAMMA ELETTORALE Elezioni Presidenza del Comitato C.R.I. di Foggia Candidato Presidente Raffaele Pio Di Sabato pagina 1 di 5 PROGRAMMA ELETTORALE Cari VOLONTARI tutti siete consapevoli che l Associazione

Dettagli

vorrei anzitutto ringraziare la Camera di Commercio di Novara e l Università Amedeo Avogadro per avermi

vorrei anzitutto ringraziare la Camera di Commercio di Novara e l Università Amedeo Avogadro per avermi La responsabilità sociale delle imprese nel contesto del processo di internazionalizzazione e globalizzazione dei mercati Novara, 28 novembre 2005 Intervento Cari amici, vorrei anzitutto ringraziare la

Dettagli

RAPPORTO TRA L AGESCI E LE NORME RIGUARDANTI IL VOLONTARIATO E L ASSOCIAZIONISMO

RAPPORTO TRA L AGESCI E LE NORME RIGUARDANTI IL VOLONTARIATO E L ASSOCIAZIONISMO RAPPORTO TRA L AGESCI E LE NORME RIGUARDANTI IL VOLONTARIATO E L ASSOCIAZIONISMO 1. LA PREMESSA 2. LA DEFINIZIONE GIURIDICA 3. LA STORIA 4. I PUNTI DA PONDERARE 5. LA SITUAZIONE ATTUALE 6. CI FERMIAMO

Dettagli

Social Day Percorso di cittadinanza attiva sulla solidarietà internazionale

Social Day Percorso di cittadinanza attiva sulla solidarietà internazionale Social Day Percorso di cittadinanza attiva sulla solidarietà internazionale Chi siamo ProgettoMondo Mlal (www.progettomondomlal.org) è una ONG di cooperazione internazionale con sede a Verona, attiva da

Dettagli

LA RICERCA SUL CANCRO: DARE, RICEVERE

LA RICERCA SUL CANCRO: DARE, RICEVERE LA SUL CANCRO: DARE, RICEVERE MATERIE COINVOLTE IN SINTESI Il cancro ha un forte impatto sulla società e i cittadini possono fare molto per contribuire a renderlo sempre più curabile, sostenendo la ricerca

Dettagli

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea C A R T A D E L L E O N G D I S V I L U P P O Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea 1 CARTA DELLE ONG DI SVILUPPO Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI FOSSOMBRONE A.P.S. AREA 3 Attività Emergenza

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI FOSSOMBRONE A.P.S. AREA 3 Attività Emergenza CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI FOSSOMBRONE A.P.S. AREA 3 Attività Emergenza Corso per aspiranti volontari C.R.I. CROCE ROSSA ITALIANA AREA 3 Attività Emergenza a cura del VOLONTARIO Sandrino Guidarelli

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

Ho imparato a fare le idee. Approfondimento: ruolo ed evoluzione delle grafiche progettuali. Strategie per progettisti consapevoli

Ho imparato a fare le idee. Approfondimento: ruolo ed evoluzione delle grafiche progettuali. Strategie per progettisti consapevoli Materiali di scarto industriale per una pedagogia sostenibile Ho imparato a fare le idee Strategie per progettisti consapevoli Tasca Ilaria, insegnante di scuola dell infanzia Approfondimento: ruolo ed

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

NOTIZIARIO NR. 4 / 2013

NOTIZIARIO NR. 4 / 2013 ASSOCIAZIONE ZASTAVA BRESCIA PER LA SOLIDARIETA INTERNAZIONALE ONLUS Via F.lli Folonari, 20 25126 BRESCIA (c/o Camera del Lavoro ) TEL. 347.3224436-347.2259942 http://digilander.iol.it/zastavabrescia/

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA REGOLAMENTO NAZIONALE TRUCCATORI E SIMULATORI

CROCE ROSSA ITALIANA REGOLAMENTO NAZIONALE TRUCCATORI E SIMULATORI Il seguente Regolamento Nazionale è stato approvato con O.C. N 1378 del 17 luglio 2003 CROCE ROSSA ITALIANA REGOLAMENTO NAZIONALE TRUCCATORI E SIMULATORI Art. 1 (Attività di truccatori) I Truccatori ed

Dettagli

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18 SOMMARIO LETTERA DEL PRESIDENTE 4 NOTA INTRODUTTIVA E METODOLOGICA 6 IL COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER 7 PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 1.1 CONTESTO DI RIFERIMENTO 9

Dettagli

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme!

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Giugno 2015 Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera DIVERSITÀ E AMICIZIA Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Diversità e amicizia: questi i due temi della festa

Dettagli

Ogni viaggio nasce da un sogno, vive nella realtà, si perpetua nel ricordo ed è inscindibile dal suo racconto!

Ogni viaggio nasce da un sogno, vive nella realtà, si perpetua nel ricordo ed è inscindibile dal suo racconto! Ogni viaggio nasce da un sogno, vive nella realtà, si perpetua nel ricordo ed è inscindibile dal suo racconto! Solidità e passione Il gruppo Frigerio Viaggi Facciamo muovere il mondo Frigerio Ugo e C.

Dettagli

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza La Festa dell Albero Festa dell Albero è la campagna di Legambiente per la tutela del verde e del territorio che quest anno si realizza nell ambito della Giornata Nazionale degli Alberi, finalmente istituita

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

ISTITUTO MAGISTRALE T.GULLI

ISTITUTO MAGISTRALE T.GULLI PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE IT051PO003FSE ISTITUTO MAGISTRALE T.GULLI Anno scolastico 2012/2013 Pon Imprenditore DONNA Codice Progetto- C5 120h di Tirocinio e stage Simulazione aziendale, alternanza

Dettagli

La filosofia con i bambini come risorsa pedagogica per l avvio alla scrittura e alla lettura

La filosofia con i bambini come risorsa pedagogica per l avvio alla scrittura e alla lettura La filosofia con i bambini come risorsa pedagogica per l avvio alla scrittura e alla lettura Pina Montesarchio Fare filosofia con i bambini è vivere un altra relazione educativa che trova nel non sapere

Dettagli

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia Istituto Comprensivo - Monte Urano Via Vittorio Alfieri 1 - Monte Urano - prov. Ascoli Piceno - cap.63015 telefono 0734/840605 Fax 0734/840880 Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE IN ASP CITTA DI BOLOGNA LINEE GUIDA

LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE IN ASP CITTA DI BOLOGNA LINEE GUIDA LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE IN ASP CITTA DI BOLOGNA LINEE GUIDA 1. Premessa L ASP Città di Bologna è il frutto di un percorso complesso di unificazione di tre Istituzioni cittadine storiche con una

Dettagli

CARTA del VOLONTARIO ASSOCIAZIONE PORTA APERTA

CARTA del VOLONTARIO ASSOCIAZIONE PORTA APERTA CARTA del VOLONTARIO Le poche note che caratterizzano la Carta del volontario vogliono essere solamente un aiuto a vivere serenamente e con responsabilità il servizio che ognuno di noi liberamente sceglie

Dettagli