AZIENDA USL DI PARMA CAPITOLATO SPECIALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AZIENDA USL DI PARMA CAPITOLATO SPECIALE"

Transcript

1 AZIENDA USL DI PARMA Tipo procedura: Titolo: Procedura aperta, ai sensi del D. Lgs. 163/06 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE, MANUTENZIONE, RIPARAZIONE, MAGAZZINAGGIO, CONSEGNA E RITIRO AL DOMICILIO DEGLI UTENTI, LA FORMAZIONE E INFORMAZIONE ALL UTENTE, L INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO AL DOMICILIO DELL UTENTE, NONCHÉ LA GESTIONE DEL MAGAZZINO DEI MONTASCALE PER DISABILI DI CUI ALL ELENCO 3 DEL D.M. 332/99 PERIODO 01/07/ /06/2014. Documento: CAPITOLATO SPECIALE Responsabile procedimento Rag. Rossana Riccò Tel Fax ausl.pr.it Redazione: Azienda USL di Parma Servizio Logistica e Gestione e monitoraggio dei servizi esternalizzati

2 INDICE - ART. 1 - OGGETTO E DURATA - ART. 2 - IMPORTO PRESUNTO E QUANTIFICAZIONE DELLE PRESTAZIONI - ART. 3 - AMBITO TERRITORIALE DI SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO - ART. 4 - CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO - ART. 5 - MODALITA DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO - ART. 6 - INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO - ART. 7 - FORMAZIONE E INFORMAZIONE ALL UTENTE - ART. 8 - GARANZIA E MANUTENZIONE - ART. 9 - COMPOSIZIONE DELL OFFERTA - ART MODALITA E CRITERI DI AGGIUDICAZIONE - ART PROVA - ART CONTROLLO DELLE PRESTAZIONI E PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI: - PENALI - ART REVISIONE PREZZI - ART FATTURAZIONE E PAGAMENTI - ART OBBLIGHI DI RISERVATEZZA E SEGRETEZZA. - ART DANNI A PERSONE E COSE - ART ASSICURAZIONE ED OBBLIGHI DEL FORNITORE - ART DIVIETO DI SOSPENSIONE DEL SERVIZIO - ART RAPPRESENTANTE DELLA DITTA - ART PERSONALE E OBBLIGHI PREVIDENZIALI, FISCALI E ASSICURATIVI DELLA DITTA - ART COMPORTAMENTO DEL PERSONALE DELLA DITTA - ART MODIFICHE E RECESSO CONTRATTUALE DA PARTE DELL AZIENDA U.S.L. - ART RISOLUZIONE DEL CONTRATTO - ART RECESSO DA PARTE DELLA DITTA - ART DIVIETO DI CESSIONE DEL CONTRATTO E SUB-APPALTO - ART SICUREZZA - ART SPESE CONTRATTUALI - ART ADEMPIMENTI DI FINE CONTRATTO - ART FORO COMPETENTE - ART NORME DI RINVIO - ART INFORMATIVA AI SENSI DELLA L. 196/ ART ACCETTAZIONE DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI PARTE TECNICA

3 ART. 1 - OGGETTO E DURATA Il presente Capitolato speciale ha per oggetto l affidamento in un unico lotto del servizio di gestione, manutenzione, riparazione, magazzinaggio, consegna e ritiro al domicilio degli utenti, la formazione e informazione all utente, l installazione e messa in servizio al domicilio dell utente, nonché la gestione del magazzino dei montascale per disabili di cui all elenco 3 del D.M. 332/99. La durata del contratto è di anni quattro, con facoltà dell Azienda USL di rinnovare il contratto per ulteriori 18 mesi alle medesime condizioni di assegnazione e decorrerà dal 01/07/2010. In ogni caso la ditta aggiudicataria alla scadenza del contratto avrà comunque l obbligo di garantire il servizio in essere, alle medesime condizioni contrattuali, per un periodo di altri 6 mesi e comunque fino a che l Azienda USL non abbia aggiudicato il nuovo appalto e sia intervenuta la completa attivazione del nuovo servizio appaltato. L Azienda USL si riserva le seguenti facoltà: di revocare il procedimento prima dell adozione dell atto di aggiudicazione; di non aggiudicare in tutto o in parte il servizio oggetto del presente Capitolato qualora ritenga le offerte eccessivamente onerose o non rispondenti alle situazioni reali di mercato; di non aggiudicare a proprio insindacabile giudizio il servizio. In tutti i casi, le imprese partecipanti alla gara non potranno vantare alcun diritto per risarcimento danni, né per lucro cessante né per danno emergente. Qualora prima della scadenza contrattuale intervengano diverse disposizioni normative o siano impartite nuove direttive da parte dello Stato o della Regione Emilia Romagna o da AVEN (Area Vasta Emilia Nord, Associazione fra le Aziende USL ed Ospedaliere dell Emilia Nord) per la centralizzazione o la modifica delle prestazioni da svolgere, che non consentano di proseguire nell affidamento alla ditta aggiudicataria dell attività oggetto del presente appalto, l Azienda U.S.L. di Parma si riserva la facoltà, dopo i primi 24 mesi, di interrompere anticipatamente il contratto senza che la Ditta aggiudicataria possa pretendere alcun compenso o rimborso, né per danno emergente, né per lucro cessante. ART. 2 - IMPORTO PRESUNTO E QUANTIFICAZIONE DELLE PRESTAZIONI L importo presunto annuo delle prestazioni oggetto del presente capitolato è di euro ,00 (IVA esclusa). Il compenso è comunque corrisposto a misura in funzione dell attività effettivamente prestata. Si riportano di seguito i singoli prezzi netti unitari a base d asta: 1) disinstallazione e ritiro presso l utente, lubrificazione delle parti meccaniche, revisione dei presidi, sanificazione delle sedute ove presenti, eventuale stoccaggio in magazzino, carica o sostituzione delle batterie, sopralluogo per la valutazione dell installazione del montascale presso nuovo utente, consegna ed installazione presso nuovo utente ed addestramento all uso (unico importo per tutti gli eventi da corrispondere solo all atto della consegna a nuovo utente, anche se la stessa dovesse avvenire dopo un lungo periodo di stoccaggio in magazzino): 12,5% del prezzo di acquisto del montascale, ottenuto nell ordine da Nomenclatore tariffario (considerando anche i prezzi contenuti nel D.M. 28/12/1992 se non modificati con D.M. successivo) con eventuali aggiornamenti regionali, Gara Intercent-ER - vigente all epoca della formazione del nuovo prezzo, gara CONSIP - vigente all epoca della formazione del nuovo prezzo (il compenso verrà corrisposto nella % prima indicata, indipendentemente dall esecuzione o meno degli interventi di sostituzione delle batterie, che potranno non essere eseguiti se non necessario). Il prezzo prima indicato è stato fissato tenendo conto di un unico accesso presso l abitazione del nuovo utente per le operazioni di sopralluogo per la valutazione dell installazione, consegna, installazione ed addestramento all uso;

4 2) sopralluogo per la valutazione dell installazione del montascale presso nuovo utente, non contestuale alla consegna, installazione ed addestramento: forfetari Euro 75,00, valido per tutto il territorio dell Azienda USL. Tale importo si applicherà anche per eventuali uscite richieste dall Azienda USL per la formulazione di preventivi relativi ad eventuali riparazioni da effettuarsi in altra data, oppure per eventuali richiami formativi, sempre espressamente autorizzati dall Azienda USL. Se il richiamo formativo, espressamente autorizzato dall Azienda USL avvenisse in occasione di sopralluoghi o revisioni già autorizzati, il compenso per lo stesso sarà di soli Euro 35,00 forfetari; 3) lubrificazione delle parti meccaniche, revisione dei presidi, sanificazione delle sedute ove presenti, ricarica o sostituzione delle batterie, per articoli già installati presso l utente (compresi quelli nuovi fuori garanzia o già presenti alla data di inizio del contratto): 3% del prezzo di acquisto del montascale, ottenuto nell ordine da Nomenclatore tariffario (considerando anche i prezzi contenuti nel D.M. 28/12/1992 se non modificati con D.M. successivo) con eventuali aggiornamenti regionali, Gara Intercent-ER - vigente all epoca della formazione del nuovo prezzo, gara CONSIP - vigente all epoca della formazione del nuovo prezzo (il compenso verrà corrisposto nella % prima indicata, indipendentemente dall esecuzione o meno degli interventi di sostituzione delle batterie, che potranno non essere eseguiti se non necessario); 4) costo della manodopera per gli interventi di manutenzione e riparazione soggetti a preventivazione: Euro 30,00 all ora per il solo intervento di manutenzione, ai quali si devono aggiungere Euro 50,00 forfetari per la trasferta, indipendentemente dalle distanze e dai mezzi utilizzati; 5) percentuale di sconto o di ricarico sui listini delle case produttrici per i pezzi di ricambio, ad eccezione delle batterie, comprese nella % di cui ai precedenti punti 1 e 3. I prezzi sopra indicati sono comprensivi di tutto quanto dovuto per l organizzazione complessiva del servizio (personale, attrezzature, locali, gestione informatica, ecc.). Qualora l intervento di assistenza comporti il ritiro dell ausilio per l esecuzione della manutenzione presso i locali della ditta, la ditta aggiudicataria è tenuta a fornire senza costi aggiuntivi, contestualmente al ritiro, un ausilio con funzioni analoghe, secondo le disposizione dell Ufficio Protesica competente (di proprietà dell Azienda ed attualmente non assegnato o a disposizione della ditta aggiudicataria se nessun articolo di proprietà dell Azienda USL fosse idoneo e disponibile). L Azienda U.S.L. di Parma si riserva, in base alle reali necessità, di effettuare un minor o maggior numero di prestazioni, fino ad un massimo rispettivamente del 20% e del 50%, senza che l aggiudicatario possa muovere eccezioni, pretese o risarcimenti. Per informazione ed a titolo indicativo, si riportano i dati delle seguenti tabelle: Tabella A) Tipologia di ausili per i quali è prevista annualmente la movimentazione. Descrizione ausilio Cod. classificazione Iso MONTASCALE A RUOTE MONTASCALE A CINGOLI Movimentazione prevista annualmente: n. 70 ritiri e n. 70 consegne circa. I montascale di cui sopra, di proprietà dell Azienda USL sono prevalentemente di fabbricazione VIMEC e TGR. Tenuto conto delle diverse tipologie di prestazioni, comprese le modalità di esecuzione, l importo degli oneri per la sicurezza è valutato pari al 1,5% dei singoli prezzi considerati, ad eccezione dei pezzi di ricambio, relativamente al quale non si ritiene di evidenziare nessun importo.

5 ART. 3 - AMBITO TERRITORIALE DI SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO L Ambito territoriale dell Azienda U.S.L. di Parma in cui si dovrà svolgere il servizio è la provincia di Parma, attualmente suddivisa nei seguenti quattro Distretti: Distretto di Parma comprendente i Comuni di: Parma, Colorno, Sorbolo, Torrile e Mezzani Distretto di Fidenza comprendente i Comuni di: Fidenza, Salsomaggiore Terme, Noceto, Fontanellato, Fontevivo, Soragna, Busseto, Polesine, Zibello, Roccabianca, San Secondo Parmense, Sissa, Trecasali. Distretto Sud-Est comprendente i Comuni di: Langhirano, Collecchio, Sala Baganza, Felino, Calestano, Tizzano Val Parma, Corniglio, Monchio delle Corti, Lesignano Bagni, Montechiarugolo, Traversetolo, Neviano degli Arduini, Palanzano. Distretto Valli Taro e Ceno comprendente i Comuni di: Borgo Val di Taro, Medesano, Fornovo Taro, Varano de Melegari, Varsi, Bore, Bardi, Pellegrino Parmense, Solignano, Terenzo, Berceto, Valmozzola, Bedonia, Albareto, Compiano, Tornolo. Eventuali modifiche organizzative che si ripercuotessero sulla gestione del servizio in oggetto verranno tempestivamente comunicate alla Ditta aggiudicataria. Qualora, per motivi di necessità e urgenza debba essere consegnato un presidio a un assistito temporaneamente domiciliato in territorio di altre USL e solo su esplicita richiesta di questa Azienda USL, che rilascia l autorizzazione, il fornitore dovrà provvedere alla consegna del presidio prescritto, avvalendosi anche della collaborazione di altre Ditte che operano nel territorio di domiciliazione. La fatturazione dovrà comunque avvenire da parte della Ditta aggiudicataria della presente gara. Il corrispettivo riconosciuto sarà comunque quello risultante dagli esiti di gara, ad eccezione dei ritiri e delle consegne effettuati fuori dalla Provincia di Parma, solo se la destinazione è a più di 100 Km. dalla sede più vicina tra la sede centrale dell Azienda USL di Parma ed il magazzino dell Azienda aggiudicataria, utilizzato per il presente appalto. In quest ultimo caso verrà riconosciuto un compenso aggiuntivo per il solo trasporto, calcolato in base alle tariffe ACI per il viaggio, al netto dei primi 100 Km. ed al costo del personale per il tempo impiegato, considerando il tempo al netto della prima ora di viaggio sia per l andata che per il ritorno. In tutti gli altri casi in cui gli assistiti siano domiciliati fuori dal territorio provinciale e non esistono requisiti di urgenza, i tempi di consegna verranno concordati di volta in volta e comunque non dovranno essere superiori del 50% rispetto ai tempi previsti per il territorio della Provincia di Parma. Anche in questo caso la richiesta dovrà pervenire dall Azienda USL e le disposizioni circa le modalità di consegna dovranno essere esplicitate all atto della comunicazione dell autorizzazione. ART. 4 - CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO Il presente capitolato disciplina l affidamento del servizio di gestione dei montascale per disabili comprendente:

6 1) disinstallazione e ritiro presso l utente, lubrificazione delle parti meccaniche, revisione dei presidi, sanificazione delle sedute ove presenti, eventuale stoccaggio in magazzino, carica o sostituzione delle batterie, sopralluogo per la valutazione dell installazione del montascale presso nuovo utente, consegna ed installazione presso nuovo utente ed addestramento all uso; 2) sopralluogo per la valutazione dell installazione del montascale presso nuovo utente, non contestuale alla consegna, installazione ed addestramento; 3) lubrificazione delle parti meccaniche, revisione dei presidi, sanificazione delle sedute ove presenti, ricarica o sostituzione delle batterie, per articoli già installati presso l utente (compresi quelli nuovi fuori garanzia o già presenti alla data di inizio del contratto); 4) manutenzione e riparazione dei montascale. ART. 5 - MODALITA DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO Inizio attività/subentro- Creazione del magazzino Il/I magazzini/i dovrà/anno essere creato/i attraverso il ritiro dei montascale di proprietà dell Azienda U.S.L. di Parma giacenti presso i magazzini del fornitore precedente o presso i magazzini dei Distretti dell Azienda U.S.L. di Parma per poi stoccarli presso il/i proprio/i magazzino/i. A tale operazione presenzierà personale incaricato dall Azienda U.S.L. di Parma. Il ritiro verrà effettuato con contestuale redazione di verbale di consegna dei montascale dettagliatamente indicati e con la sottoscrizione di tutte le parti interessate (Ditta attuale fornitrice, Ditta subentrante, personale incaricato dall'azienda U.S.L. di Parma). L immagazzinamento, lo stoccaggio e la lavorazione dovranno avvenire in adeguati spazi messi a disposizione, di superficie complessiva pari ad almeno 100 mq. dalla Ditta aggiudicataria in uno o più luoghi situati a non più di 100,00 km. dalla sede dell'azienda U.S.L. di Parma situata in s.da del Quartiere n. 2/a Parma, in modo tale da garantire un efficiente servizio presso tutti i Distretti e la possibilità di un tempestivo controllo da parte dei funzionari dell'azienda U.S.L. di Parma. A tal fine le ditte concorrenti dovranno far pervenire idonea documentazione (pianta possibilmente su foglio A4 da inserire nella busta offerta tecnica) dei locali che verranno utilizzati per lo scopo, con relativo indirizzo di ubicazione, con dichiarazione che gli stessi saranno disponibili, entro 30 giorni naturali e consecutivi dalla data di aggiudicazione, per l espletamento del servizio ed in regola con le normative vigenti nel settore, anche relativamente all attività di sanificazione e manutenzione. L Azienda U.S.L. di Parma, dopo la scadenza sopra indicata, potrà visionare tramite propri funzionari l idoneità, la qualità e l organizzazione del/dei magazzino/i messo/i a disposizione. Se gli stessi non risulteranno idonei o non saranno liberi, l Azienda USL potrà revocare l aggiudicazione e procedere all affidamento del servizio alla ditta classificata al secondo posto nella graduatoria di gara, senza che l aggiudicatario possa vantare alcun danno, né per lucro cessante, né per danno emergente. La Ditta subentrante dovrà provvedere a gestire anche i montascale di proprietà dell Azienda U.S.L. di Parma che si trovano presso le abitazioni degli utenti, o che acquisterà nuovi, che a pieno titolo vengono ricompresi nel presente appalto. L inizio della attività dovrà essere garantito entro un tempo massimo di 30 giorni solari dalla data di comunicazione dell aggiudicazione. La ditta dovrà assicurare il servizio per tutto il periodo dell anno dal lunedì al venerdì dalle ore alle ore ed il sabato dalle ore alle ore

7 Nei periodi di ferragosto, Natale e Pasqua la ditta potrà interrompere il servizio per un massimo di sei giorni lavorativi, escluse le urgenze che dovranno comunque essere garantite anche in tali periodi Consegna e ritiro dei montascale usati al domicilio dell utente La consegna dei montascale usati al domicilio degli assistiti residenti nel territorio dell Azienda USL di Parma dovrà avvenire su richiesta dei competenti Uffici Protesica dei Distretti. La ditta dovrà provvedere, con mezzi e dipendenti propri, alla consegna dei presidi tempestivamente e comunque entro 5 giorni naturali e consecutivi dalla ricezione dell autorizzazione da parte degli Uffici Protesica. Nei casi di particolare gravità e urgenza, accertata dai competenti Uffici dell Azienda U.S.L. di Parma, la ditta si impegnerà a consegnare l ausilio entro 8 ore lavorative dalla richiesta. Negli stessi termini la ditta aggiudicataria dovrà effettuare il sopralluogo, nel caso che lo stesso non sia contestuale alla consegna. Si evidenzia che la sostituzione delle batterie relativamente alle sole attrezzature dotate delle stesse per il loro funzionamento, dovrà essere effettuata, se necessario (si intende necessario se la funzionalità delle batterie è insufficiente a garantire l autonomia dichiarata dalla casa produttrice), all atto della consegna e non del ritiro, al fine di evitare problemi per il loro funzionamento, come prescritto al paragrafo successivo Sanificazione, revisione, manutenzione, riparazione dei montascale riutilizzabili. All atto della consegna la ditta dovrà, in collaborazione con gli Uffici protesica dell Azienda, se necessario, adeguare o modificare il montascale secondo le indicazioni dello specialista prescrittore utilizzando proprio personale qualificato per le personalizzazioni, istruire il paziente o un suo familiare, o chi per esso, sull utilizzo dell ausilio consegnato e/o sulle procedure di pulizia dello stesso. Inoltre accerterà l idoneità dei locali dell utente a contenere l ausilio stesso o a permettere la sua installazione in sicurezza. La consegna al domicilio del paziente dovrà avvenire esclusivamente su autorizzazione che verrà inviata per via telematica (oppure fax o ) dai funzionari identificati dall Azienda USL di Parma. Dal momento del ritiro la ditta dovrà effettuare, nel termine massimo di 10 giorni naturali e consecutivi, gli interventi di sanificazione delle sedute se presenti, manutenzione, lubrificazione delle parti meccaniche, revisione dei presidi, per i quali dovrà essere presentato apposito preventivo di spesa, se necessario a termini di capitolato, soggetto ad autorizzazione da parte dell Azienda U.S.L. Nel caso di ausili a comando elettronico la ditta dovrà effettuare il test di funzionalità delle centraline, verificare lo stato d uso delle batterie con sostituzione delle stesse, laddove necessario, controllare i dispositivi di comando e la corrispondenza dell ausilio alla vigente normativa in materia di sicurezza e compatibilità elettromagnetica. Per gli interventi di manutenzione e riparazione la ditta aggiudicataria dovrà usare pezzi di ricambio originali con marcatura CE. E obbligo inoltre della ditta aggiudicataria operare, nelle attività di manutenzione, in aderenza alla normativa ed alle Direttive vigenti (in particolare la Direttiva n. 93/42 sui dispositivi medici e successivo D. Lgs. n. 46 del 24/02/1997), in modo che gli interventi effettuati e le eventuali parti di ricambio sostituite non alterino il progetto del costruttore e quindi mantengano i requisiti essenziali di progettazione e fabbricazione (dichiarazione di conformità, ecc.). Il personale della ditta aggiudicataria che accede al domicilio dell utente dovrà essere munito di idoneo cartellino di identificazione, contenente almeno nome, cognome, fotografia e ditta di appartenenza.

8 In sede di offerta dovrà essere dimostrata la qualificazione del personale impiegato per la consegna o il ritiro, l'installazione e la formazione. Sarà cura della ditta aggiudicataria informare gli Uffici protesica che hanno richiesto la consegna, con nota scritta, nel caso in cui vengano rilevate: - incongruità ambientale all utilizzo dell ausilio richiesto; - utilizzo scorretto o improprio o inutilizzo dell ausilio fornito dall Azienda USL. Il ritiro dell ausilio presso il domicilio degli assistiti dovrà avvenire entro 5 (cinque) giorni naturali e consecutivi dalla comunicazione da parte degli Uffici competenti dell'azienda U.S.L. di Parma e la Ditta dovrà darne conferma scritta agli stessi tramite fax o posta elettronica all Ufficio Protesica dell Azienda U.S.L. di Parma, oppure con inserimento dei dati nel sistema informativo di gestione. In caso di impossibilità al ritiro dell ausilio per responsabilità dell utente, la ditta aggiudicataria dovrà darne comunicazione entro lo stesso termine all Ufficio Protesica, con le modalità sopra indicate. I documenti di consegna e ritiro, debitamente firmati dall utente o da un suo famigliare o da chi per esso, e i rapporti di manutenzione dovranno essere redatti in modo chiaro e completo e fatti pervenire ai competenti uffici dell Azienda U.S.L. di Parma per il controllo di regolare esecuzione nonché per la liquidazione delle fatture emesse. La Ditta dovrà fornire un proprio recapito telefonico disponibile dalle ore 8,00 alle ore 18,00 dal lunedì al venerdì ed il sabato dalle ore 8,00 alle ore 12,00, ove reperire il personale addetto all assistenza. La consegna si intende comprensiva delle seguenti azioni: 1) trasporto del dispositivo riciclato fino al domicilio del paziente o in altro luogo espressamente indicato (ad es.: struttura di ricovero) sulla base di ordinativo dell Ufficio dell Azienda U.S.L. di Parma competente (con mezzi privi di contrassegni che possano identificare la patologia del paziente medesimo; la trasgressione di questa prescrizione comporta il pagamento dell'eventuale risarcimento danni al cittadino offeso); 2) installazione e messa in servizio; 3) formazione e informazione dell utente, del familiare o di chi per esso; 4) consegna all utente del recapito telefonico disponibile dalle ore 8,00 alle ore 18,00 dal lunedì al venerdì ed il sabato dalle ore 8,00 alle ore 12,00, ove reperire il personale addetto all assistenza. Il servizio di consegna avverrà ad esclusivo rischio e responsabilità della Ditta aggiudicataria che dovrà inoltre provvedere, utilizzando il proprio personale, ad eventuali personalizzazioni del dispositivo secondo le indicazioni del prescrittore. La merce consegnata dovrà essere accompagnata da un documento di trasporto, in duplice copia, con l esatta indicazione della tipologia dei beni, quantità e destinazione; copia del documento sarà restituita, firmata per ricevuta dall utente, o da un suo famigliare o da chi per esso, all Ufficio dell Azienda U.S.L. di Parma, competente che ha autorizzato la consegna. 5.3 Altri adempimenti per consegna montascale a cingoli o a ruote La ditta aggiudicataria si impegna ad effettuare, in sede di sopralluogo, la verifica della idoneità delle scale dell abitazione dell utente all utilizzo del montascale a cingoli o a ruote presente in magazzino, nonché in funzione della carrozzina assegnata o a disposizione.

9 La ditta aggiudicataria dovrà comunicare per iscritto, entro 4 giorni naturali e consecutivi dalla data dell ordine, attestata da idonea documentazione, all Azienda U.S.L. di Parma l avvenuto sopralluogo e il risultato dello stesso. In caso di riscontro positivo, dopo che sarà concluso l iter procedurale previsto, su richiesta dell Ufficio Protesica dell'azienda U.S.L. di Parma, la ditta aggiudicataria consegnerà il presidio impartendo la necessaria formazione all uso all utente, ad un familiare dell utente o a chi per esso. La dichiarazione di avvenuta formazione all uso dovrà essere inviata all Ufficio Protesica controfirmata dall utente o da un suo familiare o da chi per esso. Non saranno compensati sopralluoghi che abbiano dato esito negativo Sanificazione, revisione, manutenzione, riparazione degli ausili La ditta aggiudicataria dovrà provvedere alla sanificazione delle sedute, se presenti, nonché alla revisione, manutenzione, lubrificazione delle parti meccaniche, riparazione e sostituzione di eventuali parti di ricambio dei montascale. Qualora l intervento di riparazione, superi un terzo del valore del medesimo ausilio (per valore si intenderà il prezzo di acquisto dell ausilio, ottenuto nell ordine da Nomenclatore tariffario - considerando anche i prezzi contenuti nel D.M. 28/12/1992 se non modificati con D.M. successivo - con gli eventuali aggiornamenti regionali, Gara Intercent-ER - vigente all epoca della formazione del nuovo prezzo, gara CONSIP - vigente all epoca della formazione del nuovo prezzo), la ditta dovrà evidenziarlo all Ufficio protesica per valutare l opportunità di procedere alla rottamazione dell ausilio. La riparazione dei montascale a ruote ed a cingoli sarà sottoposta a presentazione di preventivo, emesso dalla ditta aggiudicataria, il quale dovrà essere approvato dal funzionario responsabile dell Ufficio Protesica dell Azienda USL, competente per territorio. Tutte le riparazioni e manutenzioni, sia quelle comprese nel servizio che quelle soggette all autorizzazione del preventivo, dovranno essere effettuate a regola d arte e nel rispetto del marchio CE con pezzi di ricambio originali o, in caso di impossibilità certificata di reperirli, con pezzi di ricambio di identiche caratteristiche di forma e durata, purché sia garantita la funzionalità ed il rispetto della normativa per l utilizzo. L Azienda USL si riserva di acquistare autonomamente i pezzi di ricambio dalle ditte produttrici. La sanificazione (igienizzazione) dovrà avvenire con mezzi e detergenti idonei che consentano di arrivare in tutti i punti da sanificare in modo da ottenere un risultato igienico ottimale. I montascale dovranno inoltre essere in buone condizioni funzionali ed estetiche, dovranno riportare la data di effettuazione dell ultimo intervento di sanificazione e revisione dovranno essere privi di qualunque riferimento all eventuale utilizzo precedente. Una volta ripristinato, il montascale dotato di seduta, se sanificato, dovrà essere imballato e sigillato con apposito involucro atossico in PVC e dovrà essere corredato da certificazione di idoneità all uso. Relativamente alle sole attrezzature dotate di batterie per il loro funzionamento, si prescrive che le batterie dovranno essere sostituite, se necessario, all atto della consegna e non del ritiro, al fine di evitare problemi per il loro funzionamento. La rottamazione dei montascale non più convenientemente riparabili sarà decisa in contraddittorio periodico con il funzionario dell Azienda U.S.L. di Parma incaricato. L aggiudicatario è tenuto a segnalare i montascale che non sono più idonei all uso. I verbali di fuori uso dovranno essere redatti in duplice copia e sottoscritti dall'incaricato dell'azienda U.S.L. di Parma e dal Responsabile individuato dalla Ditta.

10 L operazione di rottamazione di tutti i montascale dichiarati fuori uso sarà eseguita dalla ditta aggiudicataria dell appalto senza alcun aggravio di spesa per l Azienda U.S.L. di Parma, quindi gratuita, in quanto la prestazione si intende ricompresa nei prezzi offerti in sede di gara. La documentazione attestante la rottamazione dovrà essere consegnata entro 15 giorni naturali e consecutivi all Ufficio protesica distrettuale competente Informatizzazione del magazzino L informatizzazione del magazzino e il relativo collegamento via web, con password di accesso, con gli uffici Protesica dell Azienda USL di Parma (n. 12 postazioni e password di accesso), dovranno consentire di conoscere in ogni momento l esatta disponibilità dei beni, la quantità e la tipologia degli ausili stoccati in magazzino (marche e modelli) e tutte le informazioni circa i montascale consegnati, ritirati e le relative manutenzioni e riparazioni effettuate, nonché le date di esecuzione delle diverse prestazioni. La ditta deve mettere a disposizione via WEB un proprio software per la gestione complessiva del servizio, unitaria pur in presenza di più magazzini. Detto applicativo a visione globale, volto a collegare le diverse attività (consegna, ritiro, manutenzione, riparazione, rottamazione ecc.) mantenendo visibili e monitorabili tutte le operazioni relative ad ogni singolo prodotto, sarà gestito direttamente dalla ditta aggiudicataria e dovrà essere operativo in Internet. Deve essere possibile in ogni momento apportare delle modifiche volte ad agevolare l utilizzo del sistema e a semplificare e/o articolare le procedure. Le modifiche devono essere effettuate gratuitamente se non comportano modifiche sostanziali al software di gestione. Ai funzionari e agli operatori degli Uffici protesica distrettuali e agli altri operatori che verranno indicati dall Azienda USL di Parma verranno assegnate le necessarie credenziali di identificazione (Password) per l accesso al sistema e verrà erogata la necessaria formazione per il relativo utilizzo, affinché possano avere la situazione di magazzino costantemente aggiornata e verificare, in qualsiasi momento, la disponibilità nel/i magazzino/i dei presidi, l evasione degli ordini, l assegnazione dei presidi stessi e la loro completa tracciabilità (riciclo). L applicativo deve essere in grado di gestire in maniera esaustiva la problematica del riciclo dei presidi: Inserimento a magazzino, previa assegnazione del numero di etichetta progressivo, del presidio riciclabile; Gestione stato del presidio: assegnabile, soggetto a manutenzione e sanificazione, con indicazione della data prevista di intervento, assegnato; Elenco presidi da consegnare (mediante autorizzazione), con anagrafica, nonché lo storico delle date di manutenzione e sanificazione, sia con riferimento alle date che alla tipologia di intervento e costi relativi; Elenco presidi consegnati; Tracciabilità del presidio: a chi è assegnato attualmente e a chi lo è stato in passato con le date di consegna e ritiro; Elenco presidi da ritirare (ordine già emesso ma non ancora eseguito); Elenco presidi ritirati e giacenti in magazzino; Elenco presidi rottamati od in fase di controllo per decidere la rottamazione; Elenco presidi disponibili per la consegna (identificati da un numero di etichetta progressivo). Inoltre: - Report mensili relativamente a: revisionati e riparati; - Elenco interventi di assistenza a domicilio; - Elenco riparazioni effettuate con preventivo e relativa valorizzazione; - Report mensili riepilogativi secondo le esigenze del controllo di gestione dell Azienda USL.

11 L Azienda USL si riserva di richiedere ulteriori elaborazioni statistiche che dovessero occorrere relativamente alla specifica attività di riciclo dei presidi da magazzino. Tutti i dati richiesti dovranno poter essere forniti su supporto informatico con tracciato importabile in strumenti comuni di lavoro (Excel, Access). In base alle attività richieste alla Ditta aggiudicataria e a quelle di competenza dell Azienda Usl si prospetta il seguente scenario di integrazione applicativa: Invio autorizzazioni (ordini o sopralluoghi) alla Ditta: l Azienda Usl invia alla Ditta, in maniera telematica, le richieste di sopralluogo o/e le autorizzazioni rilasciate agli assistiti per le consegne che devono essere evase. La Ditta dovrà proporre un sistema informatico di ricezione di questi ordini secondo modalità definite, mantenendo lo storico degli stessi. Consultazione sistema informatico della Ditta: gli operatori e i funzionari dell Azienda USL, debitamente autorizzati, potranno consultare in qualsiasi momento la disponibilità dei presidi a magazzino e la loro tracciabilità per poter inviare i relativi ordini. Ritorno dati di dettaglio: la Ditta dovrà predisporre un ritorno informativo verso l Azienda Usl costituito da: elenco, dettagliato per persona, degli ordini (autorizzazioni) evasi con indicazione dei presidi riciclati, nonché delle attività di formazione effettuate (beneficiari, date di svolgimento e durata degli interventi). Le modalità operative con cui la Ditta intende realizzare il sistema informativo saranno oggetto di valutazione in sede di gara Etichettatura L'etichettatura, prevista con numerazione progressiva, andrà effettuata su tutti i montascale indipendentemente dal loro valore, così da avere in ogni momento la rintracciabilità del bene. Il numero di etichetta dovrà comparire in tutte le comunicazioni relative a quel bene. La ditta aggiudicataria deve inoltre segnalare all Azienda USL i montascale che devono anche essere inventariati. ART. 6 - INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO Generalità Ogni installazione e messa in servizio dovrà essere effettuata da tecnici qualificati, formati e informati in rapporto al compito che devono svolgere. Ogni installazione e messa in servizio dovrà avvenire, in base alle peculiarità dei montascale, secondo le seguenti modalità: 1) nel pieno rispetto della vigente normativa in materia di igiene e sicurezza sul lavoro, e secondo le istruzioni di montaggio e installazione del costruttore; 2) adottando tutte le cautele necessarie a garantire la incolumità degli addetti ai lavori ed evitare danni a beni e a persone; 3) messa in servizio a regola d arte assicurando la piena compatibilità con gli impianti e le condizioni ambientali esistenti nel luogo di installazione;

12 4) pulizia finale e ritiro degli imballaggi Dispositivi alimentati mediante rete elettrica Se il dispositivo è alimentato, anche solo con riferimento alla ricarica delle batterie, a rete elettrica, la Ditta aggiudicataria, se previsto dalla normativa o dalle indicazioni della casa costruttrice del montascale, dovrà provvedere a: - prova di accettazione secondo normativa e direttive vigenti (es. CEI ); - utilizzare spine idonee alla presa del locale, con cavi separabili di impedenza prevista dalla normativa, senza utilizzare alimentazioni elettriche non a norma (triple, prolunghe, ciabatte, riduzioni etc.); - far sottoscrivere all Utente il modulo Impianto elettrico per cure domiciliari, se necessario. Nel caso si riscontrassero evidenti carenze sull impianto elettrico o su altre condizioni ambientali che compromettano la sicurezza in rapporto all installazione dei dispositivi, la Ditta aggiudicataria non installerà il dispositivo; in questo caso entro tre giorni naturali e consecutivi dovrà essere informato l'ufficio dell Azienda U.S.L. di Parma competente delle carenze riscontrate, con l indicazione delle possibili soluzioni. In tutti gli altri casi, la Ditta aggiudicataria dovrà far pervenire all Ufficio dell Azienda U.S.L. di Parma competente, congiuntamente alle bolle di consegna, un Verbale di installazione comprendente le seguenti voci: - dichiarazione che sono stati consegnati apparecchi in perfette condizioni di igiene, efficienza, funzionalità e sicurezza; - dichiarazione che l installazione e la messa in servizio sono state effettuate come da capitolato; - modulo Impianto elettrico per cure domiciliari sottoscritto dall Utente, qualora il montascale sia di classe che richieda tale adempimento; - dichiarazione che la formazione e informazione sono state effettuate come da capitolato, con la sottoscrizione della stessa da parte dei beneficiari della prestazione, o da loro famigliare o da chi per esso. Oltre a quanto sopra specificato, la Ditta aggiudicataria dovrà provvedere a: verificare la compatibilità tra montascale, scala e altre condizioni ambientali presenti; verificare la compatibilità tra montascale, carrozzina ed eventuali accessori di quest' ultima; documentare sul "verbale di installazione" marca e modello della carrozzina ritenuta compatibile; prove pratiche di utilizzo con le persone da formare. E' obbligo della Ditta aggiudicataria non consegnare il montascale qualora le condizioni ambientali non siano giudicate idonee a garantire sufficienti standard di sicurezza. In questo caso entro tre giorni naturali e consecutivi dovrà essere informato l'ufficio Protesica dell Azienda U.S.L. di Parma competente delle carenze riscontrate, con l indicazione delle possibili soluzioni. ART. 7 - FORMAZIONE E INFORMAZIONE ALL UTENTE La Ditta Aggiudicataria dovrà assicurare al paziente/utente idonea formazione e informazione con particolare riguardo a:

13 consegna delle istruzioni d uso in italiano; procedure di utilizzo corretto del dispositivo; rischi specifici connessi all uso del dispositivo; per beni per i quali è previsto dalla normativa vigente, informazioni specifiche relative al modulo Impianto elettrico per cure domiciliari ; obbligo di utilizzarlo secondo le istruzioni d uso del costruttore; provvedimenti di emergenza da adottare in caso di guasto e malfunzionamento; procedure di attivazione della manutenzione correttiva (a guasto), con consegna del numero individuato per l assistenza. Oltre a quanto sopra, la Ditta Aggiudicataria dovrà adempiere a quanto segue: - Formazione contestuale di una persona o due persone, se presenti. La ditta aggiudicataria dovrà segnalare all Azienda USL entro 1 giorno lavorativo se le persone individuate per la formazione non si ritengono adeguate per il servizio, in modo molto evidente. In tal caso dovrà astenersi dalla consegna. - effettuare richiami formativi, se richiesti ed autorizzati dall Azienda USL. La formazione e informazione, nonché i richiami formativi, dovranno comprendere prove pratiche di utilizzo. E' facoltà della ditta aggiudicataria effettuare i richiami in concomitanza delle manutenzioni preventive, purché sia presente personale idoneo alla formazione. Eventuali richiami formativi non autorizzati dall Azienda USL, potranno comunque essere richiesti dall utente ed il costo potrà essere addebitato all utente stesso ad importi non superiori a quelli applicati all Azienda USL. ART. 8 - GARANZIA E MANUTENZIONE Generalità manutenzione In sede di presentazione dell offerta economica la Ditta dovrà tenere conto del fatto che tutti i montascale (sia quelli già in dotazione all Azienda USL, sia quelli di nuova acquisizione che verranno riutilizzati) necessiteranno di manutenzione per tutta la durata del contratto e tempestiva riparazione per tutto il periodo di assegnazione in uso all assistito. Ogni intervento di manutenzione correttiva e preventiva dovrà essere attestato da foglio di lavoro, controfirmato dal paziente o da suo famigliare o chi per esso, cui l ausilio è in carico, e trasmesso all Ufficio dell'azienda U.S.L. di Parma competente, con registrazione dei dati sul software di gestione. E fatto divieto all utente ed a persone esterne alla Ditta aggiudicataria o suoi incaricati, di manomettere in qualunque modo le apparecchiature date in consegna. Tale elemento deve essere esplicitamente comunicato nella giornata di formazione e riportato anche nella documentazione rilasciata all utente, nonché nel rapportino di attestazione dell avvenuta formazione, sottoscritto dall utente o da suo familiare o da chi per esso. E fatto divieto alla Ditta aggiudicataria, o ai suoi incaricati, di percepire compensi economici dagli utenti, fatta eccezione per le riparazioni o sostituzioni di apparecchi il cui danno sia stato causato dal cattivo utilizzo da parte dell utente stesso, o per richiami formativi non autorizzati dall Azienda USL, ma ritenuti necessari dall utente stesso. In tale evenienza la Ditta aggiudicataria, prima di

14 effettuare l addebito, farà opportuna segnalazione all Ufficio Protesica dell Azienda U.S.L. di Parma competente. Tale evento dovrà essere inserito nell anagrafica informatica dell ausilio con la data dell effettuazione dell intervento, la spesa e la data di rimborso da parte dell utente. Ogni intervento di manutenzione dovrà essere effettuato da tecnici qualificati, formati e informati in rapporto al compito che devono svolgere. La Ditta aggiudicataria è tenuta a garantire, per tutta la durata del contratto, la perfetta funzionalità e sicurezza dei montascale forniti in dotazione all Azienda U.S.L. di Parma, che verranno recuperati e riutilizzati, secondo le disposizioni del Capitolato Speciale d Appalto Manutenzione preventiva Per tutto il periodo del contratto dovrà essere assicurata, da parte della Ditta Aggiudicataria, la manutenzione preventiva dei montascale, anche presso il domicilio del paziente, comprensiva delle parti di ricambio necessarie, come da piano di manutenzione previsto dal costruttore sulla documentazione annessa. La Ditta dovrà avvertire il paziente/utente con adeguato anticipo di ogni visita di manutenzione preventiva, se effettuata a domicilio. La periodicità sarà come da piano di manutenzione previsto dal costruttore. Per gli eventuali apparecchi alimentati a rete, dovrà essere effettuata verifica periodica secondo la normativa e le direttive vigenti (es. CEI ). Nel software di gestione del servizio dovranno comunque essere indicate le date programmate per la manutenzione preventiva, le date di effettiva esecuzione, con descrizione dell intervento fatto e delle parti sostituite Manutenzione correttiva (a guasto) La segnalazione del guasto avverrà da parte dell Utente o dell Azienda USL tramite numero telefonico di assistenza che verrà messo a disposizione dalla ditta aggiudicataria. Se la segnalazione avviene dall utente, l intervento dovrà comunque essere autorizzato dall Azienda USL. Per tutto il periodo del contratto, la Ditta aggiudicataria dovrà provvedere a tutti gli interventi che si rendessero necessari per garantire la perfetta funzionalità degli apparecchi. Dovrà pertanto essere garantita la sostituzione dei pezzi, parti o accessori che risultassero difettosi, a regola d arte e nel pieno rispetto di tutte le normative in materia di sicurezza. Dovrà essere assicurata la disponibilità agevole ed in tempi rapidi di pezzi di ricambio idonei, secondo le indicazioni della documentazione del costruttore. L intervento di manutenzione al domicilio del paziente avverrà entro 2 giorni lavorativi dalla segnalazione e, se necessario, dovrà essere assicurato il dispositivo sostitutivo entro lo stesso tempo; la manutenzione dovrà garantire la piena corrispondenza ai requisiti igienici e di sicurezza previsti dalla normativa vigente. Nel software di gestione del servizio dovranno comunque essere indicate le date di effettiva esecuzione della manutenzione correttiva, con descrizione dell intervento fatto e delle parti sostituite. La ditta aggiudicataria è tenuta a prestare garanzia di almeno 3 mesi, con riferimento a tutti gli interventi effettuati. ART. 9 - COMPOSIZIONE DELL OFFERTA L insieme dei servizi descritti rappresenta per l Azienda USL un segmento di notevole importanza e complessità.

15 Essendo potenzialmente diverse le metodiche di approccio, tecniche e gestionali, si chiede la produzione di un PROGETTO COMPLESSIVO che colga tutte le necessità ed espliciti le modalità tecnico organizzative che si adotteranno e le modalità gestionali che sono alla base del progetto stesso. Particolare attenzione sarà infatti riservata alla complessiva strutturazione del servizio che, ad insindacabile giudizio dell Azienda U.S.L. di Parma, dovrà tendere a fornire sufficienti garanzie di efficienza e soddisfazione delle esigenze degli utenti. Offerta tecnica e sua articolazione. Il progetto complessivo dovrà essere elaborato con riferimento ai punti analiticamente indicati nel Bando di gara integrale. Offerta economica e sua articolazione. L offerta economica sarà redatta secondo lo schema Scheda d Offerta allegato al Bando di Gara. In tale modulo dovrà essere indicato il ribasso unico percentuale sui prezzi unitari indicati ai punti 1), 2), 3) e 4) del precedente articolo 2, nonché la percentuale di ricarico o di sconto sui listini delle case produttrici per i pezzi di ricambio non compresi nel canone di cui al punto 1 dell art. 2 del presente Capitolato Speciale d Appalto od eventualmente da porre a carico degli assistiti. ART MODALITA E CRITERI DI AGGIUDICAZIONE L aggiudicazione avverrà ai sensi dell art. 83 del D. Lgs. n. 163/06, a favore dell offerta economicamente più vantaggiosa che sarà determinata sulla base del più alto punteggio complessivo conseguito, prendendo in considerazione i seguenti parametri di valutazione: Qualità: punteggio massimo conferibile 65 punti; Prezzo: punteggio massimo conferibile 35 punti. A) QUALITÀ I punti afferenti alla valutazione di qualità saranno attribuiti da una Commissione appositamente costituita, la quale attribuirà i relativi punteggi, a proprio insindacabile giudizio, con riferimento ai seguenti sub-parametri : A.1) Modalità di recupero e movimentazione dei montascale esistenti (sia di quelli stoccati presso i magazzini del precedente fornitore che presso i magazzini dell Azienda U.S.L. di Parma, che di quelli che verranno dismessi dai pazienti) - MAX 4 punti; A.2) Modalità di immagazzinamento, stoccaggio e lavorazione in adeguati spazi messi a disposizione dalla Ditta aggiudicataria in uno o più luoghi situati nell ambito territoriale definito dal Capitolato Speciale d Appalto, tali da garantire un efficiente servizio in tutti i Distretti. L AUSL, in sede di valutazione delle offerte, si riserva la facoltà di visionare o chiedere informazioni in merito ai locali individuati per le operazioni di cui al presente punto. Se i locali individuati non fossero già di proprietà dell offerente, è necessario allegare copia del precontratto per la messa a disposizione degli stessi, per una durata pari almeno a quella di cui alla presente gara, eventuale proroga inclusa e contenente la disponibilità a far eseguire il sopralluogo con preavviso massimo di 3 giorni lavorativi - MAX 4 punti; A.3) Attività di revisione consistente nella manutenzione, riparazione, pulizia, sanificazione, se richiesta, dei montascale da riciclare in dotazione all Azienda U.S.L. di Parma prima del loro

16 riutilizzo. L AUSL, in sede di valutazione delle offerte, si riserva la facoltà di visionare o chiedere informazioni in merito alle attrezzature che verranno utilizzate per le operazioni di cui al presente punto. Se le attrezzature non fossero già di proprietà dell offerente, è necessario allegare copia del precontratto per la fornitura o la messa a disposizione delle stesse, per una durata pari almeno a quella di cui alla presente gara, eventuale proroga inclusa, e contenente la disponibilità a far visionare le stesse con preavviso massimo di 5 giorni lavorativi - MAX 11 punti; A.4) caratteristiche tecnico - informatiche del sistema informativo (si terrà conto anche della semplicità di utilizzo e dei vantaggi di gestione per l Azienda USL) MAX 8 punti; A.5) Miglioramento dei tempi di consegna MAX 3 punti; A.6) Modalità di formazione e informazione all utente MAX 8 punti; A.7) Numero, qualifica e curriculum formativo/professionale delle persone che verranno impiegate per l erogazione del servizio all utente e del personale comunque in organico MAX 10 punti; A.8) Modalità di formazione e informazione del personale addetto dell Azienda U.S.L. di Parma, specificando numero e qualifica delle persone impiegate MAX 5 punti; A.9) Migliorie gratuite, in quanto comprese nel prezzo offerto in sede di gara MAX 10 punti; A.10) Mezzi di trasporto utilizzati. Nella valutazione di questo elemento si terrà conto anche degli aspetti ambientali dei mezzi di trasporto impiegati, che dovranno essere indicati analiticamente MAX 2 punti. L offerta che non raggiunga i 28 punti relativamente alla valutazione complessiva di qualità sarà esclusa dalla gara. L Azienda USL si riserva inoltre, anche in sede di valutazione tecnica dell offerta, di chiedere una dimostrazione del funzionamento del software che verrà offerto per la gestione del servizio, nonché di visionare i magazzini e le strutture della ditta fornitrice dichiarate nell offerta. B) PREZZO Verranno attribuiti 35 punti al concorrente che avrà offerto il più basso prezzo complessivo su base annua; per gli altri il punteggio del prezzo sarà determinato in misura inversamente proporzionale secondo la seguente formula: Prezzo complessivo più basso Punteggio dell offerta = X 35 Prezzo complessivo offerto Il prezzo complessivo verrà ottenuto applicando la seguente formula: Euro ,00 (importo annuo considerato al netto degli oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso ed al netto della spesa prevista per i pezzi di ricambio) al netto del ribasso unico percentuale sui prezzi unitari indicati ai punti 1), 2), 3) e 4) dell art. 2 del Capitolato Speciale d Appalto (per l aggiudicazione non si prenderà in considerazione la percentuale di ricarico o di sconto sui listini delle case produttrici per i pezzi di ricambio non compresi nel canone di cui al punto 1 dell art. 2 del Capitolato Speciale d Appalto od eventualmente da porre a carico degli assistiti, in considerazione della facoltà di acquisto diretto degli stessi da parte dell Azienda USL di Parma).

17 Il prezzo offerto deve intendersi comprensivo di ogni spesa accessoria anche non espressamente richiamata in capitolato, ma connessa all effettuazione del servizio. ART PROVA PARTE NORMATIVA Per i primi sei mesi l appalto sarà conferito a titolo di prova al fine di consentire all Azienda USL una valutazione ampia e complessiva del rapporto contrattuale. In caso di esito negativo il contratto verrà automaticamente risolto. L esito positivo potrà risultare anche da assenza di comunicazioni contrarie alla ditta aggiudicatarie entro 30 giorni dalla fine del semestre. In caso di esito negativo, l Azienda USL comunicherà alla ditta, con lettera raccomandata A/R, in maniera esaustiva le motivazioni del mancato superamento del periodo di prova, senza che la Ditta possa sollevare eccezione alcuna. In caso di esito negativo nulla sarà dovuto alla ditta ad eccezione dei pagamenti per le prestazioni effettuate durante il periodo di prova, al netto di eventuali penali comminate a termini contrattuali. L Azienda U.S.L. di Parma si riserva poi di aggiudicare il servizio al concorrente che segue nella graduatoria finale che scaturirà dalle operazioni di gara. ART CONTROLLO DELLE PRESTAZIONI E PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI: - PENALI Il controllo dell esatto e puntuale espletamento del servizio secondo quanto previsto nel presente capitolato e nel contratto d appalto che si andrà a stipulare, nonché sul livello delle prestazioni rese, verrà effettuato attraverso controlli a campione o anche mediante ispezioni ai locali del fornitore utilizzati per l erogazione del servizio, avvalendosi di personale dell Azienda USL allo scopo incaricato o di un gruppo di lavoro trasversale e pluriprofessionale. L Azienda USL avrà facoltà di accedere ai locali della Ditta fornitrice, dove vengono svolte le attività sui propri montascale, ogni qual volta lo ritenga necessario e opportuno, anche senza preavviso. Gli uffici protesica dei Distretti verificheranno la fatturazione in base a consegne, ritiri e "fuori uso" effettuati. II personale incaricato della U.S.L. potrà in qualsiasi momento recarsi per controlli al domicilio degli utenti. Nel corso del primo semestre dall inizio del contratto dovrà essere concordato un sistema di monitoraggio delle prestazioni erogate, da collegare ai pagamenti in funzione della qualità delle prestazioni svolte. Per le parti non normate da tale sistema di monitoraggio o fino alla data di attuazione dello stesso, valgono le seguenti norme in materia di penali. Nel caso di mancato rispetto dei tempi di consegna e delle modalità di esecuzione del servizio definite dal presente capitolato e in sede contrattuale, alla ditta verranno applicate le seguenti penali: - 200,00 per ogni giorno naturale e consecutivo di ritardo nelle consegne o nell esecuzione delle manutenzioni programmate;

18 - 200,00 per ogni infrazione accertata relativamente alla tenuta del software di gestione o per l esecuzione della formazione indirizzata al personale dipendente dell Azienda U.S.L. e agli utenti del servizio, elevabile a 400,00 euro in caso di recidive; ,00 in caso di impiego di personale inadeguato o insufficiente a garantire un livello di efficienza del servizio; ,00 in caso di gravi azioni a danno della dignità personale degli assistiti da parte degli operatori della ditta; ,00 in caso di violazioni o modifiche delle procedure preventivamente concordate con i Servizi dell Azienda USL o inadempienze rispetto alla modalità e qualità di esecuzione delle manutenzioni programmate; - 100,00 per ogni attrezzatura consegnata relativamente alla quale si riscontrassero carenze in ordine alla sanificazione; - 100,00 per ogni attrezzatura consegnata relativamente alla quale si riscontrassero carenze in ordine alla lubrificazione delle parti meccaniche, revisione dei presidi, carica o sostituzione delle batterie; - Da 50,00 ad 500,00 per ogni attrezzatura consegnata relativamente alla quale si riscontrassero carenze in ordine alla manutenzione. Nel caso in cui l appaltatore abbandonasse, sospendesse o interrompesse per qualsiasi motivo il servizio, o non fosse in grado di eseguire le prestazioni richieste secondo le modalità indicate nel presente capitolato, l Azienda USL, oltre ad applicare una penale per ogni infrazione accertata, avrà anche facoltà di provvedere direttamente all esecuzione del servizio o delle prestazioni non rese o rifiutate nei modi che riterrà più opportuni, anche rivolgendosi ad altre imprese, a libero mercato, addebitando all appaltatore inadempiente il maggior costo eventualmente sostenuto, nonché tutte le altre spese derivanti dall inadempienza dell appaltatore e il risarcimento di eventuali danni derivanti dai suddetti inadempimenti, anche relativi all immagine dell Azienda USL. ART REVISIONE PREZZI Fatto salvo quanto disposto dall art. 115 del D. Lgs. n. 163/06 in tema di revisione periodica dei prezzi, che potrà operare dal secondo anno avendo come riferimento l indice ISTAT per famiglie di operai e impiegati (in considerazione della tipologia del servizio e della sua composizione, si ritiene che tale indice riassuma significativamente le modifiche di prezzo), i prezzi fissati all atto dell aggiudicazione, comprensivi di qualsiasi onere (trasporto, imballo, consegna, installazione e messa in servizio, smaltimento rifiuti e quant altro richiesti dal presente Capitolato), rimarranno fissi e invariati. ART FATTURAZIONE E PAGAMENTI La Ditta aggiudicataria provvederà mensilmente ad inviare le fatture suddivise per Distretto, corredate delle bolle di consegna e con riferimento espresso al buono d'ordine. L Ufficio competente dell Azienda U.S.L. di Parma dovrà controllare e liquidare le fatture stesse. Sulla bolla di consegna e/o installazione dovrà essere apposta la dicitura installazione regolarmente effettuata oppure presidio regolarmente funzionante, datata e firmata sia dalla Ditta che dall utilizzatore. L Ufficio competente dell Azienda U.S.L. di Parma procederà alla relativa liquidazione in base ai prezzi pattuiti, a condizione che il servizio sia stato riconosciuto regolare.

19 L attestazione di cui sopra farà fede ad ogni effetto. Il pagamento verrà effettuato ai sensi del D. Lgs. n. 231/02, mediante accordo con la Ditta Fornitrice nell'ambito della corretta prassi commerciale del settore, con dilazione a 90 giorni a decorrere dalla data di ricevimento fattura da parte dell'azienda, ai sensi della L. 833/78 e della L.R. 22/80 e s.m. Il riferimento alla normativa regionale citata riguarderà anche l'eventuale richiesta di interessi moratori. S intendono pervenute il 15 del mese, tutte le fatture registrate tra il 1 e il 15 giorno del mese stesso. Il 30 del mese, tutte le fatture registrate tra il 16 e l ultimo giorno del mese stesso. Nel caso di contestazione da parte dell Azienda U.S.L. di Parma per vizio o difformità di quanto oggetto del servizio rispetto all ordine od al contratto, i termini di pagamento previsti nel presente articolo resteranno sospesi dalla data di spedizione della nota di contestazione e riprenderanno a decorrere con la definizione della pendenza. ART OBBLIGHI DI RISERVATEZZA E SEGRETEZZA. Il servizio oggetto della presente gara dovrà essere svolto nel rispetto di quanto previsto dal D. Lgs. 30/06/03 n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali. La Ditta manterrà riservati e darà istruzione al proprio personale affinché siano mantenuti riservati i dati economici, statistici, amministrativi e quelli concernenti il personale, che siano portati a sua conoscenza, in relazione all effettuazione delle prestazioni di cui alla presente gara. L obbligo di cui al comma primo non concerne i dati che siano o divengano di pubblico dominio nonché, salvo diversa pattuizione, le idee, le metodologie e le esperienze tecniche che la Ditta sviluppi o realizzi in esecuzione delle prestazioni contrattuali. La Ditta aggiudicataria si impegna inoltre a mantenere riservata ogni informazione relativa agli utenti di cui venga a conoscenza nell espletamento del servizio e darà identiche disposizioni al proprio personale. ART DANNI A PERSONE E COSE La ditta aggiudicataria sarà ritenuta direttamente responsabile di tutti gli eventuali danni accertati di qualsiasi natura e per qualsiasi motivo arrecati a persone e cose che risultassero causati dal personale della ditta. La ditta, in ogni caso, dovrà provvedere a proprie spese alla riparazione e sostituzione delle parti o oggetti danneggiati. L accertamento dei danni sarà effettuato dai rappresentanti dell Azienda USL, in contraddittorio con i rappresentanti della ditta aggiudicataria. In caso di assenza dei rappresentanti della ditta, si procederà agli accertamenti dei danni in presenza di due testimoni, anche dipendenti dell Azienda USL, senza che la ditta possa sollevare eccezione alcuna. ART ASSICURAZIONE ED OBBLIGHI DEL FORNITORE

20 La Ditta aggiudicataria si obbliga ad adottare, durante l esecuzione del servizio, tutti i provvedimenti, le misure e le cautele necessarie per garantire la salute e l incolumità delle persone impiegate per il servizio degli utenti, nonché di terzi. La ditta aggiudicataria assume in proprio ogni responsabilità per infortunio, danni relativi a persone e beni tanto della ditta medesima, quanto dell Azienda USL o di terzi o di utenti dell Azienda USL assegnatari degli ausili protesici di cui al presente capitolato, in dipendenza di omissioni, negligenze o altre inadempienze relative alle prestazioni contrattuali ad essa riferibili, anche se eseguite da terzi. L Aggiudicatario risponde pienamente per danni a persone e/o cose che potessero derivare dall espletamento delle prestazioni contrattuali ed imputabili ad essa od ai suoi dipendenti e dei quali danni fosse chiamato a rispondere il Committente, che fin d ora si intende sollevato da ogni pretesa al riguardo. La Ditta aggiudicataria sarà inoltre ritenuta responsabile sia dei vizi derivanti da non corretta installazione e messa in servizio, malfunzionamento derivante da interventi manutentivi non appropriati etc., ai sensi delle vigenti disposizioni legislative, che per difformità degli ausili forniti dalle prescrizioni mediche. La Ditta si impegna di conseguenza a provvedere al risarcimento dei danni e ad esonerare l Azienda USL da ogni responsabilità al riguardo. A tal fine la Ditta dovrà pertanto presentare, entro 15 giorni naturali e consecutivi dalla data di aggiudicazione e comunque prima dell inizio del servizio, copia di idonea polizza assicurativa avente scadenza tre mesi dopo la scadenza del periodo di validità del contratto, con un limite massimale complessivo di almeno ,00 di euro con massimale di euro ,00 per sinistro (eventuali franchigie saranno valutate dal Responsabile della gestione del contratto dell Azienda USL di Parma, che valuterà complessivamente le coperture garantite), che tenga indenne l Azienda USL e terzi per qualsiasi danno dovesse occorrere nell esecuzione di tutte le attività di cui al presente appalto. L Azienda U.S.L. è esonerata da ogni responsabilità per danni, infortuni od altro che dovessero accadere al personale della ditta aggiudicataria nell esecuzione del contratto, convenendosi a tale riguardo che qualsiasi eventuale onere è già compensato e compreso nel corrispettivo del contratto stesso. La Ditta si impegna ad ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti in base alle vigenti leggi sulle assicurazioni sociali obbligatorie ed alle disposizioni legislative e regolamentari in materia di lavoro, assumendo a proprio carico tutti gli oneri relativi. La Ditta si obbliga altresì ad attuare nei confronti dei propri dipendenti, occupati nel servizio di cui al presente capitolato, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro vigenti, applicabili alla categoria e nelle località in cui si svolgono i servizi. La Ditta dovrà rilasciare idonea dichiarazione, resa ai sensi e con le modalità di cui alle norme vigenti, nonché certificazione dalle quali risulti l ottemperanza alle norme sull assunzione obbligatoria dei disabili di cui alla legge n. 68/99 (art. 17). ART DIVIETO DI SOSPENSIONE DEL SERVIZIO L attività prestata dalla Ditta aggiudicataria, al fine di evitare l interruzione del servizio pubblico essenziale erogato ai sensi della Legge n. 146/90 dall Azienda U.S.L. di Parma, non potrà essere sospesa. Nel caso di scioperi la Ditta non potrà pertanto sospendere l attività prestata, ma eventualmente ridurla, garantendo comunque il livello minimo di fornitura dei servizi stabilito dalla normativa, con modalità concordate con l Azienda U.S.L. di Parma. La Ditta dovrà comunque garantire le consegne e le altre prestazioni urgenti.

AZIENDA USL DI PARMA CAPITOLATO SPECIALE

AZIENDA USL DI PARMA CAPITOLATO SPECIALE AZIENDA USL DI PARMA Tipo procedura: Titolo: Procedura aperta, ai sensi del D.Lgs. n. 163/06 CAPITOLATO SPECIALE PER PER L AFFIDAMENTO, IN UN UNICO LOTTO, DELLA FORNITURA DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE

Dettagli

SEZIONE B CAPITOLATO SPECIALE

SEZIONE B CAPITOLATO SPECIALE SEZIONE B CAPITOLATO SPECIALE Procedura aperta per la Fornitura e affidamento del servizio di gestione manutentiva e di logistica distributiva di montascale di proprietà delle AA.SS.LL. della Regione Liguria

Dettagli

Denominazione ufficiale: AZIENDA U.S.L. DI PARMA. Indirizzo postale: Strada del Quartiere, 2/A. 43125 Telefono: 0521/393444 0521/393477

Denominazione ufficiale: AZIENDA U.S.L. DI PARMA. Indirizzo postale: Strada del Quartiere, 2/A. 43125 Telefono: 0521/393444 0521/393477 Denominazione ufficiale: AZIENDA U.S.L. DI PARMA Indirizzo postale: Strada del Quartiere, 2/A Città: PARMA Punti di contatto: Servizio Logistica e Gestione e monitoraggio dei servizi esternalizzati Rag.

Dettagli

OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it

OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it OPERA PIA PUBBLICA ASSISTENZA 05100 TERNI P.zza S. Pietro, 4 Tel. E Fax 0744 428150 421403 e-mail oppaterni@libero.it www.oppaterni.com P.IVA 00526840558 cod. fisc. 80000070559 CAPITOLATO TECNICO Art.

Dettagli

SEZIONE B CAPITOLATO SPECIALE

SEZIONE B CAPITOLATO SPECIALE SEZIONE B CAPITOLATO SPECIALE Fornitura mediante Procedura Aperta di ENDOPROTESI VASCOLARI ADDOMINALI occorrenti alle AA.SS.LL., AA.OO. e IRCCS della Regione Liguria N. gara 4863881 periodo di 24 mesi

Dettagli

Presentazione del quadro conoscitivo della rete dei Servizi e delle risorse territoriali delle due province: PARMA

Presentazione del quadro conoscitivo della rete dei Servizi e delle risorse territoriali delle due province: PARMA Presentazione del quadro conoscitivo della rete dei Servizi e delle risorse territoriali delle due province: PARMA STRUTTURAZIONE TAVOLI PROVINCIALI Nel 2001 nasce il Coordinamento provinciale affido familiare

Dettagli

OSPEDALE DEI COLLI. A.O.R.N. A. O. Ospedale dei Colli OSPEDALE COTUGNO

OSPEDALE DEI COLLI. A.O.R.N. A. O. Ospedale dei Colli OSPEDALE COTUGNO OSPEDALE DEI COLLI BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO A COOPERATIVE SOCIALI DI DISABILI DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLE AREE ESTERNE DELL OSPEDALE COTUGNO DA DESTINARE A PARCHEGGIO A PAGAMENTO EX ART.1 COMM213

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Servizio Sanitario Nazionale Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Il presente Capitolato Speciale ha per

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART.

SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART. GARA EUROPEA PER LA FORNITURA DI SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART. 3 COMMA 1 lettera a) L.R. 19/2007 CAPITOLATO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA SETTORE SICUREZZA SOCIALE SERVIZIO INTERVENTI SOCIALI Via Roma, 54 18038 SANREMO (IM) Tel. 0184/59281 Fax

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 8 Circolo S. Pio X - Foggia

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 8 Circolo S. Pio X - Foggia Prot. N. 1530 /B15 Foggia, 25/06/2015 IL DIRIGENTE SCOLASTICO All Albo dell Istituto Sito web Alle Ditte invitate VISTA la determina dirigenziale prot. 1523/b15 del 23/06/2015, relativa all indizione della

Dettagli

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it.

www.ater.vr.it., protocolloatervr@legalmail.it. A.T.E.R. Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale della Provincia di VERONA Piazza Pozza 1/c,d,e - 37123 VERONA telefono 045-8062411 telefax 045-8062432 E-mail: info@ater.vr.it www.ater.vr.it.,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO ELETTRONICI IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO SALERNO ENERGIA CIG 543712162F Art. 1 Oggetto

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN SALVATORE PESARO CAPITOLATO SPECIALE PER L ACQUISIZIONE DI ATTREZZATURE SANITARIE VARIE

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN SALVATORE PESARO CAPITOLATO SPECIALE PER L ACQUISIZIONE DI ATTREZZATURE SANITARIE VARIE AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN SALVATORE PESARO CAPITOLATO SPECIALE PER L ACQUISIZIONE DI ATTREZZATURE SANITARIE VARIE Art.1 OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente Capitolato Speciale ha come oggetto la

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI LEASING OPERATIVO ED ASSISTENZA TECNICA MACCHINE FOTOCOPIATRICI E STAMPANTI MONOCROMATICHE/COLORI E MULTIFUNZIONI PORTATILI

CAPITOLATO SPECIALE DI LEASING OPERATIVO ED ASSISTENZA TECNICA MACCHINE FOTOCOPIATRICI E STAMPANTI MONOCROMATICHE/COLORI E MULTIFUNZIONI PORTATILI CAPITOLATO SPECIALE DI LEASING OPERATIVO ED ASSISTENZA TECNICA MACCHINE FOTOCOPIATRICI E STAMPANTI MONOCROMATICHE/COLORI E MULTIFUNZIONI PORTATILI Art. 1 Oggetto dell appalto...1 Art. 2 Caratteristiche

Dettagli

A l l e g a t o C. C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO

A l l e g a t o C. C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO A l l e g a t o C C O M U N E D I C I S T E R N A D I L A T I N A P r o v i n c i a d i L a t i n a SETTORE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO Capitolato d oneri per l aggiudicazione del servizio di brokeraggio

Dettagli

AVVISO DI GARA IL DIRIGENTE SCOLASTICO

AVVISO DI GARA IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO 1 - CHIARI "MARTIRI LIBERTA'" VIA PEDERSOLI - 25032 CHIARI (BS) TEL.:030712221-030711638 FAX 0307002201 COD. MEC.: BSIC865004 CF: 82003570171 Sede centrale: Sc. Sec. Di I grado "Morcelli":

Dettagli

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali COMUNE DI CAER CAPITOLATO D ONERI per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto il noleggio full-service

Dettagli

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 Finalità Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento, da parte della Bari Multiservizi S.p.a. (in seguito, per semplicità, denominata società),

Dettagli

Allegato A BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA E DI INCASSO DEI CONTRIBUTI ANNUALI

Allegato A BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA E DI INCASSO DEI CONTRIBUTI ANNUALI Allegato A BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA E DI INCASSO DEI CONTRIBUTI ANNUALI ART. 1 ENTE APPALTANTE Consiglio nazionale dell Ordine degli Assistenti Sociali (di seguito Ordine),

Dettagli

FORNITURA DI ARREDI PER UFFICI 3

FORNITURA DI ARREDI PER UFFICI 3 FORNITURA DI ARREDI PER UFFICI 3 ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO INDICE PREMESSA...3 ARTICOLO 1 - DEFINIZIONI...3 ARTICOLO 2 - OGGETTO DELL APPALTO...3 ARTICOLO 3 - ORDINATIVO DI FORNITURA E RICHIESTE DI

Dettagli

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia Istituto di Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna Sede legale Via Fura, 96 C.F. 98092990179-25125 Brescia Tel. 030.3533151 030.3534893 Fax 030.3546123 e-mail: iabrescia@provincia.brescia.it sito

Dettagli

Fluorite di Silius S.p.A. In liquidazione SISTEMA DI GESTIONE SICUREZZA. Disciplinare tecnico Allegato 3

Fluorite di Silius S.p.A. In liquidazione SISTEMA DI GESTIONE SICUREZZA. Disciplinare tecnico Allegato 3 Servizio di fornitura, controllo, di verifica, manutenzione, degli autorespiratori di emergenza e ricarica bombole della Fluorite di Silius SpA, per un anno con opzione di rinnovo per un ulteriore anno.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO AVVISO PUBBLICO UNIONCAMERE LAZIO: AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA IN ECONOMIA A MEZZO DI COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO STUDIO, ANALISI, MONITORAGGIO, ASSISTENZA TECNICA, COMUNICAZIONE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO E DI SERVIZI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO E DI SERVIZI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO E DI SERVIZI di tutti i contratti specifici di: SicurNet Liguria S.r.l. SOMMARIO: 1. Fonti legislative e riferimento agli impianti; 2. Condizioni economiche; 3. Esclusioni,

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Castello comprendente il ritiro e la

Dettagli

Art. 1 Oggetto dei servizi. Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune.

Art. 1 Oggetto dei servizi. Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune. CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi. Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Conversano, comprendente il ritiro

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

CAPITOLATO SERVIZIO POSTALE PER LA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI COLLEGNO

CAPITOLATO SERVIZIO POSTALE PER LA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI COLLEGNO Allegato A) CAPITOLATO SERVIZIO POSTALE PER LA CORRISPONDENZA DEL COMUNE DI COLLEGNO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato disciplina l aggiudicazione del servizio postale per la corrispondenza

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE E RIPARAZIONE DEI VEICOLI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI LIVORNO BIENNIO

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE E RIPARAZIONE DEI VEICOLI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI LIVORNO BIENNIO COMUNE DI LIVORNO DIPARTIMENTO Programmazione Economico Finanziaria Ufficio Economato 57123 LIVORNO P.zza del Municipio 1 Tel. 0586-820284 fax 0586 820574 e-mail economato@comune.livorno.it Cod. Fiscale

Dettagli

www.frosinonequartocircolo.it COD. MIN.:FRIC84600E - CODICE FISCALE: 92064630608 Frosinone, 16/06/2014

www.frosinonequartocircolo.it COD. MIN.:FRIC84600E - CODICE FISCALE: 92064630608 Frosinone, 16/06/2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 4 ISTITUTO COMPRENSIVO- FROSINONE Istituto in rete collaborativa con l Università degli Studi di Macerata

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento del servizio di noleggio di macchine fotocopiatrici per la Fondazione Teatro di San Carlo. CIG: 641196266D PREMESSA La Fondazione Teatro di San Carlo intende affidare

Dettagli

BANDO DI GARA - Capitolato d'appalto - n. gara 4849383

BANDO DI GARA - Capitolato d'appalto - n. gara 4849383 CONVITTO NAZIONALE MARCO FOSCARINI con annesse Scuole Primaria Secondaria di I gr. Liceo Ginnasio Ordinamentale ed Europeo Cannaregio 4941/4942 VENEZIA 30131 Tel. 041/5221970 Fax 041/5239698 Prot. n.1264/c14

Dettagli

COMUNE DI MONTIGNOSO

COMUNE DI MONTIGNOSO COMUNE DI MONTIGNOSO SERVIZIO BIENNALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO DI GARA CIG Art. 1 FINALITA DEL SERVIZIO Il presente servizio ha per oggetto l affidamento, mediante gara a procedura aperta

Dettagli

Nella busta contenente l offerta non dovranno essere inclusi altri documenti 8.a) 8.b) 8.c )

Nella busta contenente l offerta non dovranno essere inclusi altri documenti 8.a) 8.b) 8.c ) SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PIEMONTE A.S.L. 1 TORINO Via S. Secondo, 29-10128 TORINO Codice Fiscale Partita IVA 05437630014 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio MINISTERO ISTERO DELL ISTRUZIONE, L ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA DISCIPLINARE DI GARA PER CABLAGGIO ISTITUTO WI-FI ART. 1 GENERALITA Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Istruzione

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO Art. 1 - OGGETTO Art. 2 - COMUNICAZIONI Art. 3 - DECORRENZA E DURATA DELLA FORNITURA Art. 4 - DEPOSITI

Dettagli

Allegato 1 AVVISO PUBBLICO

Allegato 1 AVVISO PUBBLICO AVVISO PUBBLICO Allegato 1 Fornitura di Software Applicativo (Sistema di Content Management), campagna di comunicazione web e servizi annessi, per la realizzazione del Portale web territoriale del Consorzio

Dettagli

COMUNE DI PALESTRINA

COMUNE DI PALESTRINA COMUNE DI PALESTRINA CAPITOLATO SPECIALE DI ONERI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA AI PORTATORI DI HANDICAP PRESSO LE SCUOLE DELL OBBLIGO NONCHE ASSISTENZA DOMICILIARE HANDICAPPATI E ANZIANI PRE SCUOLA E

Dettagli

COMUNE DI Provincia di

COMUNE DI Provincia di Oppure COMUNE DI Provincia di SCUOLA PARITARIA. CAPITOLATO SPECIALE D ONERI RELATIVO ALLA FORNITURA DELLE DERRATE ALIMENTARI PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA ART. 1) OGGETTO DELL APPALTO Il presente

Dettagli

COMUNE DI BODIO LOMNAGO Provincia di Varese

COMUNE DI BODIO LOMNAGO Provincia di Varese COMUNE DI BODIO LOMNAGO Provincia di Varese SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA Cimitero di Viale dei Caduti Cimitero di Via Bartolomeo Baj CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Articolo 1 Oggetto dell appalto è

Dettagli

TRA SI STIPULA E SI CONVIENE QUANTO SEGUE ART. 1 ART. 2 ART. 3

TRA SI STIPULA E SI CONVIENE QUANTO SEGUE ART. 1 ART. 2 ART. 3 SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA MANUTENZIONE E/O RIPARAZIONE DELLE PARTI MECCANICHE, ELETTRICHE ED ELETTRONICHE DEI VEICOLI E DEGLI ALLESTIMENTI SANITARI DELLE AMBULANZE E SOCCORSO STRADALE

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI SOMMARIO

CAPITOLATO D ONERI SOMMARIO ASTA PUBBLICA PER LA FORNITURA, PER LOTTI, DI STRUMENTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI UN LABORATORIO SPECIALIZZATO PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE SULLA FILIERA CARNI (D. LGS. 24/7/1992 N. 358. ART. 19 COMMA

Dettagli

Art. 2 PROCEDURA DI GARA Procedura negoziata condotta ai sensi dell art. 125, commi 9 e 11 del D.Lgs 163/2006 e s. m. e i.

Art. 2 PROCEDURA DI GARA Procedura negoziata condotta ai sensi dell art. 125, commi 9 e 11 del D.Lgs 163/2006 e s. m. e i. DISCIPLINARE DI GARA PER APPALTO DI FORNITURA DI GENERI ALIMENTARI, MATERIALE DI CONSUMO E PRODOTTI DI PULIZIA PRESSO LE STRUTTURE DI ACCOGLIENZA SITE IN MARGHERA E IN VENEZIA PREMESSA Il presente disciplinare,

Dettagli

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A ALLEGATO 1) FORNITURA MATERIALE ELETTRICO REDATTO DALL ASSISTENTE TECNICO SORANZO LORIS VISTO: IL DIRETTORE S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Arch. Antonietta PASTORE

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RECAPITO DELLA CORRISPONDENZA DELL AMMINISTRAZIONE REGIONALE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RECAPITO DELLA CORRISPONDENZA DELL AMMINISTRAZIONE REGIONALE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Dipartimento personale e organizzazione Amministrazione del personale PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RECAPITO DELLA CORRISPONDENZA DELL AMMINISTRAZIONE REGIONALE CIG: 57601008E2 CAPITOLATO

Dettagli

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 COMUNE DI BARLASSINA Prot. 13057 (PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA) BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 1. ENTE LOCATORE Comune di Barlassina

Dettagli

7 REGGIMENTO CARABINIERI TRENTINO ALTO ADIGE Ufficio Comando Sezione Logistica CAPITOLATO TECNICO

7 REGGIMENTO CARABINIERI TRENTINO ALTO ADIGE Ufficio Comando Sezione Logistica CAPITOLATO TECNICO 7 REGGIMENTO CARABINIERI TRENTINO ALTO ADIGE Ufficio Comando Sezione Logistica CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DEGLI PNEUMATICI PER I VEICOLI DEL 7 REGGIMENTO CARABINIERI TRENTINO ALTO ADIGE LAIVES

Dettagli

Patrimonio e Servizi Tecnici Settore Apparecchiature Elettromedicali

Patrimonio e Servizi Tecnici Settore Apparecchiature Elettromedicali OGGETTO: PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DELL EVENTUALE FORNITURA, IN UN UNICO LOTTO DI DEFIBRILLATORI DA DESTINARE AI DIVERSI PRESIDI DELLA ASL DI CAGLIARI. (Rif.Pistis/Secci). CAPITOLATO

Dettagli

Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO. Art. 2 COMPOSIZIONE ANALITICA DELL APPALTO

Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO. Art. 2 COMPOSIZIONE ANALITICA DELL APPALTO Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il progetto ha come oggetto l adeguamento e la personalizzazione dei locali destinati al Centro Elaborazione Dati nei nuovi locali di via Acrone, nonché il trasloco delle attrezzature

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 -----------------

Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 ----------------- Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 ----------------- CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI PROTESI ODONTOIATRICHE ED ORTODONTICHE (Cod.doc. CS131046.DOC)

Dettagli

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4 ALLEGATO 2 Capitolato d appalto per la fornitura di apparati di rete e materiale necessario al collegamento delle sedi della seconda fase di Lepida nel Comune di Carpi Pagina 1 di 9 Articolo 1. Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI STAMPA, IMBUSTAMENTO E SPEDIZIONE DELLE FATTURE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO.

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI STAMPA, IMBUSTAMENTO E SPEDIZIONE DELLE FATTURE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO. CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI STAMPA, IMBUSTAMENTO E SPEDIZIONE DELLE FATTURE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO. ARTICOLO 1 Oggetto L oggetto dell appalto consiste nel servizio di stampa,

Dettagli

COMUNE DI MONOPOLI Area Organizzativa V Asilo Nido S. Margherita AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI MONOPOLI Area Organizzativa V Asilo Nido S. Margherita AVVISO PUBBLICO COMUNE DI MONOPOLI Area Organizzativa V Asilo Nido S. Margherita AVVISO PUBBLICO SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E RIPARAZIONE DELLE ATTREZZATURE IN DOTAZIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE S. MARGHERITA

Dettagli

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 ALLEGATO C) REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI CONSUMABILI PER MACCHINE D

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA BANDO DI GARA

ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA BANDO DI GARA ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA BANDO DI GARA APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA, SMALTIMENTO RIFIUTI SPECIALI, DISINFESTAZIONE/DERATTIZZAZIONE E GIARDINAGGIO

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 4 DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO, SECONDO LA NORMATIVA VIGENTE, DEI

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO SPERIMENTALE DEL CAMPO SPORTIVO GIROLA SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO SPERIMENTALE DEL CAMPO SPORTIVO GIROLA SELEZIONE PUBBLICA AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO SPERIMENTALE DEL CAMPO SPORTIVO GIROLA SELEZIONE PUBBLICA ART.1 AFFIDAMENTO -Affidamento in gestione sperimentale del Campo Sportivo Polifunzionale Girola, si tratta di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI RECUPERO E/O SMALTIMENTO RIFIUTI INGOMBRANTI, RUP ED ALTRI RIFIUTI SPECIALI, DERIVANTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL COMUNE DI CARDITO PER LA DURATA DI ANNI 1. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dettagli

COMUNE DI TRIGOLO P R O V I N C I A D I C R E M O N A

COMUNE DI TRIGOLO P R O V I N C I A D I C R E M O N A COMUNE DI TRIGOLO P R O V I N C I A D I C R E M O N A PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PULIZIA UFFICI E STABILI PROPRIETA COMUNALE PERIODO DAL 01.02.2014/31.01.2016 CODICE CIG:5536957974

Dettagli

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna AVVISO DI GARA AD ASTA PUBBLICA Questa Amministrazione indice per il giorno 28/11/2005 alle ore 9,30, presso la Sala delle riunioni 1 piano del Municipio,

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO UMBERTO I SERVIZIO DI INTERPRETARIATO TELEFONICO PER LE COMUNICAZIONI IN URGENZA/EMERGENZA

AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO UMBERTO I SERVIZIO DI INTERPRETARIATO TELEFONICO PER LE COMUNICAZIONI IN URGENZA/EMERGENZA AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO UMBERTO I SERVIZIO DI INTERPRETARIATO TELEFONICO PER LE COMUNICAZIONI IN URGENZA/EMERGENZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ACQUISTO IN ECONOMIA Indice Il Direttore Sanitario

Dettagli

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO)

ALLEGATO A/4 (DESCRIZIONE OPERAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO) PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA, DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE, PORTIERATO, FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO, PER UFFICI E SERVIZI PROVINCIALI CIG: 4178959A0D ALLEGATO A/4

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Capitolato speciale d Appalto per il servizio di manutenzione da effettuarsi mediante somministrazione - di tutti gli estintori

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO CAPITOLATO SPECIALE relativo al servizio di sorveglianza, guardiania e pulizia della Sala San Leonardo a Cannaregio e del servizio di sorveglianza e guardiania della Sala Consiglio Palazzo Da Mula a Murano

Dettagli

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il Fornitore ) Si conviene e si stipula quanto segue: 1. OGGETTO

Dettagli

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari Dipartimento Amministrativo Capitolato Speciale d appalto Procedura Aperta per la fornitura di G.P.L. da riscaldamento con comodato d uso gratuito del serbatoio, per i corpi separati dell Azienda Ospedaliera

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Prot. 9770 del 09/11/2012 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Fornitura in Full Rent di n. 2 autovetture 4x4 SALERNO, 09/11/2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO ing. Bernardo Saja Oggetto dell appalto Qualità

Dettagli

CIG X4F12D841B Carate Brianza, 18/03/2015 Prot. n. 1211 /G18

CIG X4F12D841B Carate Brianza, 18/03/2015 Prot. n. 1211 /G18 CIG X4F12D841B Carate Brianza, 18/03/2015 Prot. n. 1211 /G18 OGGETTO: Bando di gara per conferimento incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, ai sensi del decreto legislativo

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale - ORIGINALE. COMUNE DI VARANO DE MELEGARI Medaglia di Bronzo al V.M. PROVINCIA DI PARMA

Deliberazione della Giunta Comunale - ORIGINALE. COMUNE DI VARANO DE MELEGARI Medaglia di Bronzo al V.M. PROVINCIA DI PARMA Deliberazione della Giunta Comunale - ORIGINALE Delibera N. 1 in data 4.01.2013 OGGETTO: PROTOCOLLO D INTESA SULLA RATEIZZAZIONE DEI PAGAMENTI DELLE UTENZE PER LE FAMIGLIE A RISCHIO LAVORO: PROROGA AL

Dettagli

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 1 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento della manutenzione ordinaria, programmata

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA ED INSTALLAZIONE DI PROTEZIONI DI SICUREZZA PER TERMOSIFONI NELLE SCUOLE DELL OBBLIGO E DEL PRE-OBBLIGO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA ED INSTALLAZIONE DI PROTEZIONI DI SICUREZZA PER TERMOSIFONI NELLE SCUOLE DELL OBBLIGO E DEL PRE-OBBLIGO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA ED INSTALLAZIONE DI PROTEZIONI DI SICUREZZA PER TERMOSIFONI NELLE SCUOLE DELL OBBLIGO E DEL PRE-OBBLIGO Articolo 1. Oggetto dell appalto. Caratteristiche

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ASL TO 1 S.C. GESTIONE ATTREZZATURE SANITARIE ALLEGATO A Procedura negoziata per l affidamento in economia del servizio di manutenzione ordinaria conservativa, di riparazione di tutti gli impianti gas

Dettagli

CITTÀ DI MONTICHIARI Provincia di Brescia

CITTÀ DI MONTICHIARI Provincia di Brescia CITTÀ DI MONTICHIARI Provincia di Brescia P.zza Municipio, 1 - CAP 255018 Montichiari (BS) Tel. 030/9656246 - Fax 030/9656351 e-mail: serviziallapersona@montitichiari.it http://www.comune.montichiari.bs.it

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

2. CONTENUTI DEL PROGETTO

2. CONTENUTI DEL PROGETTO Capitolato d'oneri e Disciplinare di Gara relativi all appalto per l assegnazione della progettazione e realizzazione della manifestazione Modena Terra di Motori Art.1. Oggetto La gara ha per oggetto la

Dettagli

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato Allegato A) COMUNE DI CREMONA Settore Economato Capitolato speciale d oneri relativo a: FORNITURA CON CONSEGNE RIPARTITE DI CARTA NATURALE E RICICLATA PER LE FOTOCOPIATRICI DEGLI UFFICI COMUNALI ANNO 2014

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

COMUNE DI FOLLONICA DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI FOLLONICA DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI FOLLONICA DISCIPLINARE DI GARA Per rispondere alle necessità operative di vari uffici dell Ente si effettua la gara per le seguenti forniture: QUANTITÀ DESCRIZIONE n. 1 PC n. 1 Monitor LCD TFT

Dettagli

Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015

Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015 Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015 Al Sito Web della scuola All Albo dell Istituto A tutti gli interessati Pubblicato sul sito il 04/11/2015 OGGETTO: Avviso pubblico per il reclutamento del Medico

Dettagli

Prot. 2066 Palermo, 12 marzo 2012

Prot. 2066 Palermo, 12 marzo 2012 Sede Legale Via del Vespro n 129 90127 Palermo. Tel 0916551111 - P.I. 05841790826 Area Provveditorato Via Enrico Toti n 76 telefono 0916555500 fax 0916555502 Prot. 2066 Palermo, 12 marzo 2012 Oggetto:

Dettagli

[P.za Cavallotti- tel. 0566/59411-371 CNiccolini@comune.follonica.gr.it] DISCIPLINARE DI GARA

[P.za Cavallotti- tel. 0566/59411-371 CNiccolini@comune.follonica.gr.it] DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA APPALTO CONCORSO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE Indice: Art. 1 MODALITA' DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA Art. 2 PRESENTAZIONE DELL OFFERTA Art. 3 MODALITA DI

Dettagli

COMUNE DI AGRIGENTO. la nostra civiltà contro il pizzo e l usura. Settore III - Servizi Socio-assistenziali CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI AGRIGENTO. la nostra civiltà contro il pizzo e l usura. Settore III - Servizi Socio-assistenziali CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI AGRIGENTO Settore III - Servizi Socio-assistenziali la nostra civiltà contro il pizzo e l usura CAPITOLATO D ONERI Relativo all affidamento del servizio di assistenza igienico-personale ai soggetti

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N. 181 NONCHÉ PER IL SERVIZIO DI STOCCAGGIO E CUSTODIA DEGLI

Dettagli

CAPITOLATO ART. 1 ENTE APPALTANTE. Comune di Castrolibero, via XX Settembre snc, 87040 Castrolibero (CS). ART. 2 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO ART. 1 ENTE APPALTANTE. Comune di Castrolibero, via XX Settembre snc, 87040 Castrolibero (CS). ART. 2 OGGETTO DELL APPALTO CAPITOLATO ART. 1 ENTE APPALTANTE Comune di Castrolibero, via XX Settembre snc, 87040 Castrolibero (CS). ART. 2 OGGETTO DELL APPALTO Il Comune di Castrolibero intende affidare il servizio di manutenzione

Dettagli

Azienda Ospedaliera "Ospedale San Salvatore" di Pesaro CAPITOLATO SPECIALE

Azienda Ospedaliera Ospedale San Salvatore di Pesaro CAPITOLATO SPECIALE CAPITOLATO SPECIALE Art.1 OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente Capitolato Speciale ha come oggetto la fornitura, installazione a perfetta regola d arte e messa in esercizio delle attrezzature e degli arredi

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) Settore IV LL.pp GARA CON PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE

Dettagli

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI Premesso che l Istituzione per i Servizi alla Persona del Comune di Livorno interviene per garantire il trasporto

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 05 gennaio 2011 Spett.le Ditta Prot. n.: 473 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto: Invito

Dettagli

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE XIV Corpo di Polizia Municipale Via M. Spadola n 56 97100 Ragusa Tel. 0932 244211 676771 Fax 0932 248826 e mail polizia.municipale@comune.ragusa.it OGGETTO:

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO TRA

SCHEMA DI CONTRATTO TRA SCHEMA DI CONTRATTO Repertorio n. del REGIONE PUGLIA Contratto relativo ai Servizi di assistenza tecnica e supporto alle attività, connesse all'applicazione dei Regolamenti (CE) 1083/2006 e 1828/06, dell'autorità

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO D) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ESTERNO DI SUPPORTO AL RESPONSABILE DELLA PREVENZIONE E PROTEZIONE NEL LUOGO DI LAVORO PER IL TRIENNIO 2011/2013. ART. 1 OGGETTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA SULLA RATEIZZAZIONE DEI PAGAMENTI UTENZE PER FAMIGLIE A RISCHIO LAVORO TRA

PROTOCOLLO D'INTESA SULLA RATEIZZAZIONE DEI PAGAMENTI UTENZE PER FAMIGLIE A RISCHIO LAVORO TRA PROTOCOLLO D'INTESA SULLA RATEIZZAZIONE DEI PAGAMENTI UTENZE PER FAMIGLIE A RISCHIO LAVORO TRA LA PROVINCIA DI PARMA, rappresentata dal Presidente della Provincia, I COMUNI di: Berceto, Bore, Borgo Val

Dettagli