Rassegna Web del

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna Web del 22.04.2014"

Transcript

1 Rassegna Web del POLITICA E ISTITUZIONI... 3 FRIULI VENEZIA GIULIA: VIA LIBERA DAL GOVERNO ALLA LEGGE REGIONALE ANTI-LUDOPATIA... 3 NEWSLOT E VLT... 3 BPLUS, LA COMPAGNIA ATTENDE LA MOSSA DELLA PREFETTURA. SI ALLUNGANO I TEMPI DEL RICORSO AL TAR... 3 SCOMMESSE, POKER E ONLINE... 4 ONLINE-LIVE E TORNEI DI SLOT, L ITALIA FA SCUOLA IN EUROPA... 4 ONLINE, PARTENZA AL RALLENTY PER IL BETTING EXCHANGE, MA AGLI ITALIANI COMINCIA A PIACERE... 4 CRONACA... 6 CASINÒ VENEZIA, ORSONI: ANCHE SE NON SONO STATE PRESENTATE OFFERTE, C È INTERESSE NELLA PRIVATIZZAZIONE... 6 CASINÒ VENEZIA, DESERTA LA GARA PER LA PRIVATIZZAZIONE... 6 CASINÒ VENEZIA, DESERTA LA GARA DA 508 MILIONI DI EURO PER LA PRIVATIZZAZIONE DELLA CASA DA GIOCO. LA PALLA TORNA AL COMUNE... 6 CASINÒ SANREMO: AUMENTO DEL CAPITALE SOCIALE FINO A EURO... 7 OPINIONI E COMMENTI... 8 IL RUOLO DEI CONCESSIONARI NELLA TRASPARENZA DELLA COMUNICAZIONE. DI STEFANO SBORDONI... 8 MONDO... 8 SLOVACCHIA. CONTRO L EVASIONE FISCALE AL VIA LA LOTTERIA DEGLI SCONTRINI... 8 UK. GUAI IN VISTA PER GLI SPONSOR ASIATICI DI SCOMMESSE SPORTIVE... 9 RUSSIA. PUTIN PROPONE DI CREARE IN CRIMEA UNA ZONA DEDICATA AL GIOCO D AZZARDO... 9 A CURA DELL UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DI GAMENET S.P.A.

2 Rassegna WEB di martedì 22 aprile 2014 Pag. 2

3 POLITICA E ISTITUZIONI FRIULI VENEZIA GIULIA: VIA LIBERA DAL GOVERNO ALLA LEGGE REGIONALE ANTI-LUDOPATIA (AGIMEG - 22/04/2014) Via libera alla legge regionale del Friuli Venezia Giulia sulla lotta alle ludopatie. Nell ultimo Consiglio dei Ministri infatti su proposta del Ministro per gli Affari regionali, Maria Carmela Lanzetta sono state esaminate ventuno leggi delle Regioni e delle Province autonome e si è deliberata la non impugnativa anche per la legge Regione Friuli Venezia Giulia del 14 febbraio scorso sulle Disposizioni per la prevenzione, il trattamento e il contrasto della dipendenza da gioco d azzardo, nonché delle problematiche e patologie correlate. im/agimeg NEWSLOT E VLT BPLUS, LA COMPAGNIA ATTENDE LA MOSSA DELLA PREFETTURA. SI ALLUNGANO I TEMPI DEL RICORSO AL TAR (AGIMEG - 22/04/2014) Qualcosa il Prefetto deciderà. Bplus sceglie di non giocare la prima mossa nello scontro con la Prefettura di Roma sull interdittiva antimafia emessa nei confronti di Francesco Corallo, e sospesa fino al prossimo 30 maggio. Se Pecoraro decidesse di non rivedere l interdittiva, i Monopoli dovrebbero a questo punto determinare le sorti della compagnia. In realtà non c è una norma che disciplini esattamente l uscita di scena di un concessionario, Piazza Mastai dovrebbe avviare la procedura per la decadenza della concessione (e fare i conti con un buco di gettito di circa 1 miliardo), oppure trovare uno strumento per imporre la cessione o lo smembramento. A settembre 2013, Pecoraro, nell accordare la sospensione dell interdittiva, aveva preso atti della creazione di un blind trust (figura del diritto anglosassone che consente di scindere la gestione di una compagnia dalla proprietà, in modo da assicurare l indipendenza della prima). La soluzione però doveva avere carattere transitorio: doveva infatti portare alla cessione delle azioni, consentendo nel mentre di salvaguardare il gettito erariale, e i circa 300 dipendenti. A gennaio, infatti, il Prefetto aveva scritto ai Monopoli per chiedere se siano state avviate le operazioni volte alla vendita da parte della società di tutte le azioni, al fine della dismissione dell attività da parte della società stessa. A qualche settimana di distanza, la compagnia aveva quindi diffuso una nota annunciando che dietro istanza dei propri legali aveva ottenuto che la Prefettura di Roma avviasse la revisione dell interdittiva, e spiegando che fra i motivi della revisione, vi era l erronea applicazione del codice, ove l art. 84 (D.Lvo 159/11) dispone che le valutazioni discrezionali del Prefetto possono esser desunte solo dalle diverse ipotesi richiamate dall art. 51 comma 3 bis del cpp, in cui non è assolutamente ricompresa la fattispecie ascritta al titolare della Bplus. Inoltre, la Corte d Appello di Roma, con ordinanza RG passata in giudicato ha già vietato al Ministero dell Interno e alla DIA di accostare il nome di Francesco Corallo alla mafia. Il termine di legge per effettuare la revisione è largamente scaduto, ma Bplus ha deciso di non chiedere l intervento del Tribunale Amministrativo. La compagnia ha depositato lo scorso autunno un ricorso al Tar, ma come conferma a Agimeg una fonte vicina al direttivo, non è stata fissata alcuna udienza entro maggio. In pratica, Bplus attende che sia la Pubblica Amministrazione a adottare un provvedimento, per poi impugnarlo qualora fosse negativo di fronte al giudice. Un iter che come vantaggio immediato dovrebbe provocare una dilazione dei tempi, visto che il ricorso già depositato infatti deve essere discusso nel merito, il giudice entro due mesi emetterebbe quindi sentenza. Bplus invece, impugnando un nuovo provvedimento, potrebbe presentare una domanda di sospensiva, ottenendo quindi un udienza in camera di consiglio, prima di arrivare al merito. lp/agimeg Rassegna WEB di martedì 22 aprile 2014 Pag. 3

4 SCOMMESSE, POKER E ONLINE ONLINE-LIVE E TORNEI DI SLOT, L ITALIA FA SCUOLA IN EUROPA (GIOCONEWS 22/04/2014) A fine marzo le prime semifinali, ospitate nell area slot al primo piano della Casa da gioco. L Italian Slot Championship, rivoluzionario matrimonio tra gioco online e terrestre e che funge da apripista anche in Europa, si sta delineando come un esperienza innovativa e dal grande gradimento, come spiega l amministratore delegato del Casinò Campione, Carlo Pagan. L'Isc si sta rivelando un insperato successo sia per la nostra Casa da gioco che per i tre siti online che sono nostri partner, quello appunto del Casinò Campione, e poi quelli di Big e di Gamenet. Basti pensare alla crescita del segmento slot, in questo primo trimestre 2014, che per Campione d Italia è stata dell 8 percento, e agli ottimi risultati ottenuti anche dai siti online. Nelle prime selezioni live si è anche stabilito il record europeo di iscrizioni a uno slot tournament: ben 120 iscritti. È chiaro che diventare il primo campione italiano slot, e quindi entrare nella storia del settore, come recita il claim dell'operazione, costituisce una opportunità da non perdere per qualsiasi giocatore. Inoltre una proposta di reale marketing esperienziale mancava decisamente nel settore, che non riusciva a comunicare values aggregazionali e ludici. LA SOCIALITA' DEL GIOCO - I tornei di poker sono anche eventi socializzanti. Si può dire la stessa cosa per i tornei di slot? È proprio la forte dimensione socializzante uno dei punti di forza dell Italian Slot Championship, in quanto si supera il tradizionale rapporto one to one con la macchina, per vivere invece una dimensione di integrazione e divertimento assolutamente nuova per il settore slot. Viene dunque mutuata la case history di successo del mondo del poker. L'EUROPA IN GIOCO - L Isc è un esperienza che sarà riproposta anche a livello europeo? Se sì con quali modalità? L Isc ha vissuto la sua prima semifinale lo scorso 29 marzo, ne seguirà una seconda agli inizi di giugno mentre la finalissima che si terrà sul finire dello stesso mese rappresenterà il vero e proprio warm up dell European Slot Championship. Ad esso parteciperanno casinò live e siti di gioco di Italia, Portogallo, Spagna, Olanda, Danimarca, Slovenia, Germania, Austria, paesi baltici, Montenegro. Le qualificazioni online si terranno a ottobre, mentre le finali nazionali ci saranno, in contemporanea, l 8 novembre. La finalissima è invece in calendario per fine novembre. Il settore dei casinò manca in Europa di gruppi presenti a livello europeo e pertanto il progetto è finalizzato alla creazione di un network per la creazione di progetti di marketing continentali. Ecco, l Esc si propone pertanto come prima iniziativa in tal senso. IL GIOCO ONLINE - Gli operatori di gioco spagnoli sono molto preoccupati dal possibile arrivo delle slot online. Si tratta di una preoccupazione condivisibile? Le slot online sono sicuramente un competitor per le slot da casinò. Il movimento spagnolo non sbaglia. Il punto è però un altro, ossia come gestire un'arena competitiva sempre più affollata e variegata, e questo è un tema che spetta alla politica. L'azienda, nella sua dimensione microeconomica, può solo gestire al meglio il portafoglio di prodotti ammesso. UNO SGUARDO ALL'ITALIA - I casinò terrestri in Italia hanno risentito dell arrivo del gioco online e come hanno cavalcato il fenomeno? Per quanto ci riguarda, diversamente da altri, il Casinò Campione d Italia ha deciso, nel 2013, di diventare concessionario di gioco online ed a breve lancerà un progetto dedicato ai casino games della stessa portata di Isc ed Esc. ONLINE, PARTENZA AL RALLENTY PER IL BETTING EXCHANGE, MA AGLI ITALIANI COMINCIA A PIACERE (AGIMEG - 22/04/2014) La sera del 7 aprile le prime scommesse: Juve-Livorno in campo e i giocatori italiani che per la prima volta possono scegliere se puntare o bancare un pronostico. Fernando Llorente, doppietta, Rassegna WEB di martedì 22 aprile 2014 Pag. 4

5 è stato quindi il bomber che a modo suo ha dato il benvenuto al betting exchange, modalità di gioco che scommettitori e bookmaker stanno cercano di capire se può funzionare in Italia. Per ora si sono mossi in due: Betflag, ancora in fase di test, e Betfair, specialista in questo mercato e che da tempo aveva annunciato il ruolo di battistrada. In Gran Bretagna intanto Betfair riesce a raccogliere una quota fra il 15 e il 20% delle scommesse online proprio grazie al betex. Due in pista e gli altri che attendono un po timidi a guardare prima di superare il collaudo con i Monopoli. Tante le cose da capire, come per esempio quante piattaforme saranno create e le alleanze che saranno formate. Nel breve periodo ci saranno due o tre operatori, nel lungo non si arriverà oltre i quattro-cinque secondo Francesco Rodano, a capo dell Ufficio Gioco a Distanza dei Monopoli. Insomma una situazione solo in parte simile a quella che si è venuta a creare con il poker online. Negli anni del boom la paura di non riuscire a creare liquidità ha portato ad una partenza a due (Microgame e Gioco Digitale), mentre la necessità di offrire un gioco costante ha forzato la scelta degli operatori di condividere sulla stessa. Non ci sarà però quel boom di siti e di skin che è stato prima punto di forza poi un delle cause di flessione del texas hold em telematico. Guardano gli operatori e osservano (lo faranno in particolare durante i mondiali e all inizio della prossima stagione) anche gli altri paesi, per capire se ci si potrà muovere verso una liquidità condivisa, situazione ideale per il giocatore sia che si tratti dell appassionato che punta e banca qualche euro, sia che si tratti del trader da betting capace di muovere decine di migliaia di euro. Numeri certi ancora non ce ne sono, anche per il palinsesto ridotto (probabilmente per non distribuire troppo la liquidità). Un analisi della situazione intanto la può fornire Giulio Giorgetti, amministratore del sito BettingExchange.it. I giocatori dell exchange sono gli stessi delle scommesse sportive? Il betting exchange abbraccia molte tipologie di giocatori, scommettitori professionisti, trader e ora anche scommettitori classici. Fino a pochi anni fa il betting exchange era un prodotto esclusivamente di nicchia ed utilizzato prettamente da scommettitori online avanzati e da trader provenienti anche da altri mercati come ad esempio quello finanziario o del forex. Infatti le logiche del cosiddetto Punta e Banca richiedono un livello iniziale di apprendimento maggiore rispetto alle scommesse tradizionali inoltre in passato erano poche le piattaforme disponibili sul mercato internazionale e nessuna in Italia. L aumento dei siti.com che offrono il prodotto, l introduzione di software di terzi parti e l introduzione di funzionalità semplificate da parte dei bookmaker stessi hanno consentito di abbattere la soglia apprendimento portando il betting exchange ad essere più accessibile anche ad utenti meno esperti. L esempio di eccellenza è l introduzione ad esempio del Cash Out di Betfair una semplice funzionalità che rende l utilizzo del punta e banca elementare. Con il Cash Out gli utenti possono chiudere in anticipo una scommessa facendo clic su un semplice pulsante, chiudendo il trading e ottenendo un profitto, sarà il sistema ad occuparsi di effettuare le relative giocate in modalità punta e banca rendendole trasparenti all utente. Esiste il professionista del betting exchange? Assolutamente si. Il betting exchange aumenta le capacità di gestione delle scommesse da parte dell utente ed è quindi amato dagli scommettitori professionisti. Tra questi c è poi da fare una ulteriore divisione tra lo scommettitore betting exchange puro e il trader. Il primo utilizza le possibilità offerte dal prodotto in una logica più bettistica mentre il trader è più vicino al concetto di operatore di borsa con la differenza che invece di vendere e acquistare titoli scambia delle quote. In entrambi i casi è possibile essere dei professionisti, esistono già molti casi di successo all estero, ed è uno dei motivi per cui molti utenti italiani stavano spingendo per l introduzione del betting exchange nel nostro Paese. Infatti fino a pochi giorni fa la possibilità di utilizzare il punta e banca non esisteva. Sia chiaro le difficoltà ci sono sempre, la percentuale di scommettitori professionisti sul totale di utilizzatori è bassissima. La raccomandazione è sempre quella di giocare con moderazione, poi se tra questi utenti ci sono dei giocatori particolarmente dotati e vincenti, possono considerare l ipotesi di diventare professionisti. Qual è il giudizio dei giocatori sulla prima offerta italiana? Per rispondere alla domanda dobbiamo dividere tra due tipologie di utenti, quelli che non conoscevano il betting exchange e quelli che già avevano avuto modo di utilizzarlo sui siti.com. I primi sono entusiasti di questa nuova modalità di scommesse e c era d aspettarselo, l interesse è stato subito molto forte e il passaparola si sta diffondendo. Ci sono molti utenti che chiedono informazioni sul funzionamento del punta Rassegna WEB di martedì 22 aprile 2014 Pag. 5

6 e banca proprio perché ne hanno sentito parlare bene da altri scommettitori. Tra i cosiddetti ex.com dobbiamo dividere tra due gruppi, quelli a favore del.it e quelli contrari. Molti utilizzatori del.com hanno accettato di buon grado questo passaggio anche per regolarizzare la loro posizione da un punto di vista normativo e fiscale, infatti con l arrivo del betting exchange AAMS/ADM è finalmente possibile utilizzare un prodotto che piace in maniera legale. Tra gli altri i veri danneggiati sono quelli che utilizzavano il.com per utilizzare l ippica, cosa che al momento non è possibile utilizzare al momento sul.it, su questo hanno ragione e spero che nel prossimo futuro venga offerta questa possibilità, si tratta di uno dei punti su cui spingeremo a livello di community. A pochi giorni dalla partenza comunque stanno diminuendo quelli che non erano convinti del punta e banca italiano e stanno aumentando quelli favorevoli. Questo è dovuto al fatto che il betting exchange.it sta crescendo rapidamente in termini di liquidità e di palinsesti malgrado al momento non siano ancora partite le campagne pubblicitarie. Con l arrivo dei mondiali il prodotto farà un primo salto di qualità ed aumenteranno ulteriormente gli utenti favorevoli, la completa maturazione poi lo passiamo prevedere durante la prossima stagione calcistica. CRONACA CASINÒ VENEZIA, ORSONI: ANCHE SE NON SONO STATE PRESENTATE OFFERTE, C È INTERESSE NELLA PRIVATIZZAZIONE (AGIMEG - 22/04/2014) Il fatto che non siano state ancora concretizzate delle offerte non significa che non ci sia interesse: la procedura si sta sviluppando, non è ancora conclusa, faremo le nostre valutazioni all interno della maggioranza e del Consiglio comunale, e vedremo come andrà avanti. Lo ha detto alcuni giorni fa il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, commentando l esito della gara per la privatizzazione del casinò lagunare. Le manifestazioni d interesse facevano pensare che almeno una o due offerte sarebbero state presentate ha affermato ancora Orsoni, precisando però che è chiaro che gli investitori fanno una valutazione complessiva, un mix che ricomprende aspetti diversi: dalla redditività dell investimento, ai vincoli e ai costi di gestione. Il sindaco ha quindi puntualizzato che il Casinò non è in perdita: è un azienda sana, che dà sì pochi utili, ma rispetto a quanto ha dato in passato, anche impropriamente, e che il Casinò non pesa sulle casse del Comune, così come non ha mai fatto. Il problema è un altro: quello che, in un certo periodo precedente di vita di questa città lo si è pensato come un bancomat e è quindi semmai il Comune che può aver pesato sul Casinò. Ecco perché affermo che va pensata una sua ristrutturazione, così come va coperto il buco lasciato dalle precedenti amministrazioni, attualmente congelato nella società patrimoniale del Casinò. lp/agimeg CASINÒ VENEZIA, DESERTA LA GARA PER LA PRIVATIZZAZIONE (AGIMEG - 22/04/2014) Oggi, 18 aprile 2014, nella gara per l affidamento della concessione del servizio di gestione della casa da gioco di Venezia, alla prevista scadenza delle ore 12 odierne nessuna offerta è stata presentata. Lo specifica il Comune di Venezia in una nota. I soggetti che avevano presentato domanda di accesso alla Data Room Virtuale ed avevano sia effettuato la visita ai siti, sia partecipato alla Management Presentation hanno ritenuto di non presentare offerta. L avvenuta presentazione di una domanda di accesso alla Data Room Virtuale e la richiesta di visita ai siti è certamente indice di un interesse del mercato alla concessione. Sarà, ora, l Amministrazione Comunale a definire come procedere nell interesse della Città di Venezia. gr/agimeg CASINÒ VENEZIA, DESERTA LA GARA DA 508 MILIONI DI EURO PER LA PRIVATIZZAZIONE DELLA CASA DA GIOCO. LA PALLA TORNA AL COMUNE E andata deserta la gara per la privatizzazione del Casinò di Venezia, il termine per la presentazione delle offerte già slittato, originariamente era stato fissato al 19 marzo scadeva oggi alle 12. Sarà, ora, l Amministrazione Comunale a definire come procedere nell interesse della Città di Venezia recita un comunicato diffuso dallo stesso Comune. Con la gara doveva essere affidata per un periodo di 30 anni la gestione dell attività di gioco d azzardo presso la casa da gioco di Cà Vendramin Calergi (la Sede Principale ) e di Ca Noghera (la Sede Secondaria ) mediante concessione di servizio. In pratica la gara Rassegna WEB di martedì 22 aprile 2014 Pag. 6

7 prevedeva il trasferimento, appunto per 30 anni, dei beni strumentali all esercizio ( ) mediante l acquisizione del 100% della partecipazione in Casinò di Venezia Gioco detenuta da Casinò Municipale Venezia. Il concessionario avrebbe acquisito assumendone il rischio, il diritto di gestire il Servizio presso le Sedi della Casa da Gioco, percependone i proventi. Previo consenso del Comune, il concessionario avrebbe potuto dismettere la Sede Secondaria di Ca Noghera ma non la Sede Principale e svolgere il Servizio in una diversa sede. Il bando prevedeva inoltre che Comune mantenesse un potere di indirizzo, di controllo e di vigilanza sul Servizio gestito dal concessionario affinché il suo svolgimento sia conforme in maniera puntuale alla legge, a eventuali norme regolamentari applicabili, a eventuali prescrizioni ministeriali e alle finalità istituzionali del Comune. Alla scadenza della Convenzione, i beni utilizzati per la gestione del Servizio, conferiti a CdV Gioco, sarebbero stati devoluti al Comune o trasferiti a un terzo soggetto selezionato dal Comune mediante nuova procedura a evidenza pubblica. La gara aveva un valore di circa 508,5 milioni: nel bando si specificava che 140 milioni (importo fisso soggetto a rialzo) venissero versati al momento della sottoscrizione quale corrispettivo per i primi due anni. Altri 308 milioni (importo soggetto a rialzo) dovevano essere versati a partire dal terzo anno e fino alla scadenza della gestione come importo minimo degli introiti da gioco. E ancora 16,1 milioni (importo fisso) dovevano essere versati come corrispettivo della tassa annuale di concessione governativa. A partire dal settimo anno e fino alla scadenza, l aggiudicatario avrebbe dovuto corrispondere una differenza (pari a almeno il 5%) tra i ricavi di gioco e i 140 milioni. Infine, erano previsti altri 44,3 milioni per l acquisizione della Partecipazione di CdV Gioco. gr/agimeg CASINÒ SANREMO: AUMENTO DEL CAPITALE SOCIALE FINO A EURO (AGIMEG - 22/04/2014) Questa mattina [venerdì scorso, ndr.] si è riunita l Assemblea dei Soci di Casinò Spa per approvare il bilancio 2013, chiuso in attivo per Erano presenti per il Comune di Sanremo, socio di maggioranza, il sindaco Maurizio Zoccarato e per la Provincia, l assessore delegato alle Società Partecipate, Antonio Parolini in rappresentanza dell intero capitale sociale. L Assemblea dei Soci, nel decidere sulla destinazione dell utile dell esercizio, in sede straordinaria ha deliberato un aumento gratuito di capitale sociale da a , per consolidare il patrimonio aziendale, con attribuzione gratuita di nuove azioni ai due Enti azionisti in proporzione alle rispettive quote di partecipazione. Dopo diversi anni di esercizi chiusi in perdita è stato recuperato l equilibrio economico della Società, un risultato che ha permesso, contestualmente, al Consiglio di Amministrazione di ratificare la cessazione del contratto di solidarietà ed il nuovo accordo per il contenimento del costo del personale nel 2014 sottoscritto con le organizzazioni sindacali. Esprimiamo per questo risultato - sottolineano il Presidente di Casinò s.p.a. Gian Carlo Ghinamo e i consiglieri di Amministrazione, Marco Cambiaso e Sara Rodi grande soddisfazione e apprezzamento verso i dipendenti e le Organizzazioni Sindacali per aver dimostrato rinnovata coesione e coinvolgimento negli obiettivi aziendali, contribuendo al raggiungimento del risanamento della Società nell arco di soli nove mesi. Rinnoviamo i ringraziamenti anche al Sindaco Maurizio Zoccarato e al tutto il Consiglio Comunale, nelle sue componenti di maggioranza e di opposizione, per la vicinanza dimostrata in questo percorso di riorganizzazione e miglioramento della Casa da Gioco, ringraziamenti estesi all Amministrazione Provinciale nella persona dell assessore Antonio Parolini. Gli obbiettivi raggiunti ci danno maggior entusiasmo e ci vedono ancor più impegnati nel rilancio della produttività, dell immagine e dell appeal della Casa da Gioco. I risultati economici del mese di aprile che stiamo registrando stanno sostenendo la scelta di organizzare per la prima volta il festival del Poker riunendo Mini Ipt, Ipt ed Ept. Continuiamo su questa linea preparando nuove iniziative per rendere la Casa da Gioco sempre più competitiva. L azienda è in sicurezza e sta tornando ad essere volano economico-turistico di tutto il comprensorio. Nella stessa riunione l Assemblea dei Soci ha rinnovato il collegio sindacale. Presidente è stato nominato Marco Grazietti, componenti Patrick Novembre e Miria Ciarcelluti. cz/agimeg Rassegna WEB di martedì 22 aprile 2014 Pag. 7

8 OPINIONI E COMMENTI IL RUOLO DEI CONCESSIONARI NELLA TRASPARENZA DELLA COMUNICAZIONE. DI STEFANO SBORDONI (JAMMA 22/04/2014) Quando le critiche non sono costruttive, si dice, conviene evitarle, e se si tratta di questioni che coinvolgono lo Stato, la collettività, la gestione di servizi, sembra una mission impossible riuscire a trovare soluzioni immediate alle denunce. Eppure è molto importante che i problemi irrisolti riescano ad emergere perché si possa contingentarli e far conoscere la realtà dei fatti tempestivamente e con maggiore efficacia. Uno degli ultimi cavalli di battaglia de Le Iene riguarda l antiriciclaggio nei giochi: un tema fondamentale, su cui il settore ha fatto molto, ma che apparentemente, da quanto emerso nell ultimo servizio andato in onda, lascia invece l Ente regolatore e l industria disarmati. Il decreto legislativo n. 231 del 2007 ha sviscerato il tema dell antiriciclaggio, e la normativa è stata applicata al settore dei giochi e delle scommesse, sia su rete fisica che a distanza. Inoltre un anno fa, circa, è iniziata la collaborazione tra i Monopoli di Stato e l Unità di informazione finanziaria della Banca d Italia, una sinergia che mira proprio al contrasto di tali fenomeni. Per le lene però la falla sarebbe nel settore dell intrattenimento automatico. Certo che verifiche opportune a parte asserire che il gioco ignori l applicazione di una normativa non è corretto. Anche a tale proposito, un importante tema è quello che riguarda proprio il ruolo dei concessionari di gioco. Come noto la filiera dell intrattenimento automatico (AWP e VLT) è estesa e il concessionario è il primo anello di una catena piuttosto lunga che porta all ultimo anello, il gestore del punto vendita in cui l apparecchio è inserito ed è attivo. L obiettivo, infatti, dovrebbe essere quello di rendere massima trasparenza alle iniziative dei concessionari di gioco per favorire la tracciabilità dei flussi, e la correttezza dell operato di aziende che supportano lo Stato nello svolgimento di un attività di cui lo stesso Stato è titolare. Proprio nei giorni scorsi, il presidente e amministratore delegato di Sogei, società controllata dal ministero dell Economia e delle Finanze, Cristiano Cannarsa, durante un audizione presso la commissione Finanze al Senato nell ambito dell indagine conoscitiva sugli organismi della fiscalità e sul rapporto fra contribuenti e fisco, ha sottolineato che sul tema della certificazione delle Videolottery sono emersi dati non corretti: era stata infatti ipotizzata, sempre dalle Iene, la mancanza da parte di Sogei del requisito Iso Iec 17025, obbligatorio per chi certifica le piattaforme online. Ma per Cannarsa: «Sogei svolge verifiche di conformità delle VLT ai massimi standard internazionali», e non solo: l AD si è soffermato sul tema rispondendo anche ad alcune domande dei senatori componenti la Commissione relativamente alla gestione della rete telematica delle slot machines, alla verifica di conformità delle VLT, all analisi dei dati fiscali, all integrazione delle banche dati anagrafiche, alla tracciabilità degli accessi ai sistemi informatici della fiscalità e al ruolo di Sogei nella spending review e ai progetti dell Agenda Digitale Italiana. Comunicazioni doverose e indispensabili che probabilmente hanno chiarito le idee di molti esponenti politici, ma che dovrebbero essere estese all opinione pubblica, ai media generalisti, per ottenere nel tempo, anche effetti più ampi di credibilità e autorevolezza. MONDO SLOVACCHIA. CONTRO L EVASIONE FISCALE AL VIA LA LOTTERIA DEGLI SCONTRINI (JAMMA 22/04/2014) Anche la Slovacchia deve fare i conti con l elevato tasso di evasione delle poste sul valore aggiunto e per risolvere il problema il governo slovacco così come quello di altri Paesi ha introdotto una particolare lotteria: la lotteria degli scontrini. Per partecipare alla riffa settimanale, basta tenere gli scontrini di ogni acquisto di Rassegna WEB di martedì 22 aprile 2014 Pag. 8

9 importo superiore a un euro e registrarli su un apposito sito web o tramite un applicazione per il cellulare: ogni settimana i numeri degli scontrini vengono estratti e premiati. I premi per i vincitori, fino a ora, hanno incluso somme in denaro (circa euro), automobili e la possibilità di partecipare all equivalente slovacco del programma televisivo OK, il prezzo è giusto!. In questo modo i contribuenti slovacchi sono maggiormente incentivati a chiedere agli esercizi commerciali la ricevuta fiscale. I risultati raggiunti da altri paesi, come il Portogallo, che hanno seguito l esempio sono molto incoraggianti. Da quando lo scorso autunno è iniziata la lotteria, oltre persone hanno partecipato registrando oltre 60 milioni di scontrini e questo ha immediatamente avuto degli effetti positivi contro l evasione fiscale. Nei sei mesi precedenti all inizio della lotteria c erano state circa 300 segnalazioni di esercizi commerciali che non emettevano scontrini fiscali, nei primi mesi dall inizio della lotteria il numero delle segnalazioni è passato a Grazie a questa iniziativa e ad altre misure nel 2013 la Slovacchia ha raccolto circa 370 milioni di tasse in più rispetto al Secondo Peter Kazimir, il ministro delle Finanze slovacco, la lotteria ha contribuito in modo rilevante a questo aumento ed essendo costata meno di euro, è stata «un grande successo». Inoltre, ha aggiunto Kazimir, la lotteria ha aiutato il governo a comprendere meglio il fenomeno dell evasione nel paese: era opinione diffusa, per esempio, che solo i piccoli negozianti evadessero l IVA, ma le informazioni fornite dai cittadini hanno mostrato come anche le grandi catene di negozi diano ricevute false ai loro clienti. UK. GUAI IN VISTA PER GLI SPONSOR ASIATICI DI SCOMMESSE SPORTIVE (JAMMA 22/04/2014) Le nuove norme sulla pubblicità introdotte nel Gambling Bill dal governo del Regno Unito avranno un impatto significativo sul calcio e sulle società sportive diventate negli ultimi anni fortemente dipendenti dai fondi derivanti dalle sponsorizzazioni provenienti dagli operatori asiatici. Per almeno 15 dei 20 clubs di calcio della Premier League inglese sponsorizzate, dalla compagnie di gioco asiatiche, la nuova legge sul gioco messa a punto dalla Gambling Commission rappresenterà la fine di questa importante fonte di reddito. Gli operatori che vorranno sponsorizzare la propria offerta negli eventi sportivi del Regno Unito e nella Premier League dovranno ottenere la licenza e questo comporterà un importante carico burocratico e fiscale. Gli operatori saranno tenuti a fornire i dettagli di ogni territorio da cui si aspettano di ricavare più del 3% del loro reddito e delle ragioni per le quali vogliono offrire scommesse in quei territori. La norma mira a porre sullo stesso livello le sponsorizzazioni provenienti sia dagli operatori inglesi che asiatiche. Ad oggi la pubblicità del gioco online non fornisce una adeguata tutela agli operatori nazionali anche se molti hanno criticato il fatto che la nuova legge permetterà di concedere una licenza per le scommesse agli operatori che non fanno parte del sistema britannico, anche relativamente all aspetto della tutela del giocatore e dell offerta responsabile di gioco. cd RUSSIA. PUTIN PROPONE DI CREARE IN CRIMEA UNA ZONA DEDICATA AL GIOCO D AZZARDO (JAMMA 22/04/2014) Il presidente russo Vladimir Putin ha presentato un progetto di legge alla Duma per istituire una zona dedicata al gioco d azzardo in Crimea, ormai parte integrante della Federazione russa in seguito al referendum indetto il 16 marzo Secondo il disegno di legge, rendere la Crimea una zona di gioco non richiederà alcun ulteriore esborso dal bilancio federale e al nuovo governo di Crimea sarà data la parola su confini e dimensioni della zona destinata ai casinò. Con i casinò la Russia prova a coccolarsi la Crimea e a racimolare un po di soldi per coprire le spese che la sua annessione comporta. Spese che tra stipendi, pensioni e sviluppo socio-economico pochi giorni fa Putin ha stimato in circa 100 miliardi di rubli, pari a circa due miliardi di euro. Una cifra notevole, che non tiene conto dei tre miliardi di dollari per il nuovo ponte che dovrebbe essere costruito sullo stretto di Kerch tra Russia e Crimea. Non è ancora chiaro dove sorgerà la nuova Las Vegas del Mar Nero, ma qualcuno ipotizza che si potrebbe trattare di Yalta, la perla turistica della Crimea tanto cara a zar, nomenklatura sovietica ed elite artistico-culturale russa. In ogni caso si tratterà della quinta zona franca per il gioco d azzardo in Russia. Alla fine del suo secondo mandato presidenziale, infatti, Putin aveva lanciato una crociata contro il gioco d azzardo e lo aveva abolito nel 2007, confinandolo in quattro aree del Paese, tra cui quella di Azov, vicina alla Crimea. cd Rassegna WEB di martedì 22 aprile 2014 Pag. 9

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA [D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e ss.mm.ii. (di seguito Codice)] Entrata in vigore delle ultime modifiche (D.Lgs. n. 153/2014): 26 novembre 2014 D.P.C.M. n. 193/2014 Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 AREA:

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni;

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; Prot. n. 4084 AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; VISTO l articolo 12, comma 1, lettera m), del decreto-legge

Dettagli

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1

Tessera del Tifoso. Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico. Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Tessera del Tifoso Linee guida per gli addetti ai lavori approvate dal Gruppo di Lavoro tecnico Programma Tessera del Tifoso VERSIONE DEFINITIVA 1 Indice degli argomenti Cos è la tessera del tifoso I punti

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario 1) Dati identificativi del denunciante: ACER Associazione dei Costruttori Edili di Roma e Provincia in persona del legale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N.

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. 1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. A) Disposizioni generali [1] Il vincolo di tesseramento degli atleti in favore delle società è temporaneo e la sua durata e l eventuale

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

STRESS DA LAVORO CORRELATO

STRESS DA LAVORO CORRELATO STRESS DA LAVORO CORRELATO Il presente documento costituisce uno strumento utile per l adempimento dell obbligo di valutazione dei rischi da stress da lavoro correlato sancito dal Testo Unico in materia

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità

Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità 6 settembre 2012 Bruno Koch Situazione iniziale tipica in una città campione Numero di abitanti: 100 000 Volume di fatture: ricevute

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza

Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza Autodesk Inc. United States 111 McInnis Parkway San Rafael CA 94903 www.autodesk.com Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza Le licenze del software Autodesk sono in genere non trasferibili,

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER Milano, 31 Gennaio 2014 Spett.le Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico Direzione Mercati Unità Mercati Elettrici all'ingrosso Piazza Cavour 5 20121 Milano Osservazioni al DCO 587/2013/R/eel

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni CIRCOLARE N. 2/DF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE Roma, 11 maggio 2010 DIREZIONE FEDERALISMO FISCALE PROT. 10968/2010 Ai Comuni Alle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Valle

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell'art. 2 e dell'art. 6 delle disposizioni AIM Italia in tema di Parti Correlate del maggio 2012, nonché

Dettagli

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2)

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) Istanza di fallimento e procedimento di concordato preventivo in bianco Dott. Francesco Pedoja Presidente del Tribunale di Pordenone Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) 1- La L. n.134/2012

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli