job RISCHIO DI SCELTA GUIDA ALL UNIVERSITà IL PARERE DI PROF I 10 CONSIGLI DEL MINISTRO TEST D INGRESSO Le date e tutte le novità introdotte dal Miur

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "job RISCHIO DI SCELTA GUIDA ALL UNIVERSITà IL PARERE DI PROF I 10 CONSIGLI DEL MINISTRO TEST D INGRESSO Le date e tutte le novità introdotte dal Miur"

Transcript

1 job Corriere dell Università Job - anno 5 n. 6 Luglio - Agosto ,00 euro GUIDA ALL UNIVERSITà IL PARERE DI PROF ESPERTI e studenti TEST D INGRESSO Le date e tutte le novità introdotte dal Miur I 10 CONSIGLI DEL MINISTRO Il Ministro dell Istruzione Francesco Profumo RISCHIO DI SCELTA Carriere costruite sul passaparola e un orientamento che tarda ad arrivare. Disoccupazione giovanile figlia di cattive scelte. Francesco Profumo detta i tempi per indirizzare gli studenti: scegliete l università senza farvi condizionare Londra 2012 OSCAR PISTORIUS PRIMO ATLETA DISABILE ALLE OLIMPIADI DESTINAZIONE SPAZIO SAMANTHA CRISTOFORETTI, UNA DONNA ITALIANA IN ORBITA

2 La mia università americana è a Parigi!» Corsi in lingua inglese» Opportunità di studio all estero» Borse di studio» Corsi di laurea triennale e magistrale

3 sommario la guida 2012 l editoriale di Mariano Berriola 3 L editoriale di Mariano Berriola Sporcatevi le mani Attualita L intervista al Ministro Profumo Orientamento, lancette indietro di un anno Almalaurea, Laurearsi in tempo di crisi, così cambia l università Formazione- Lavoro ITs Innovatori del made in Italy orientamento Test d ingresso Corriere Mondo Studio e lavoro all estero L Università Social Scuole di Eccellenza Testimonianze Guida Alla Scelta Dell università Agraria Architettura Design Dams Economia Farmacia Scienze Biotecnologiche Giurisprudenza Ingegneria Lettere e Filosofia Lingue Medicina-Chirurgia-Odontoiatria-Prot.Dent. Veterinaria Professioni Sanitarie Psicologia Scienze della Comunicazione Ss.Mm.Ff.Nn. Scienze della Formazione Scienze Motorie Scienze Politiche Scienze Statistiche Sociologia Servizio Sociale Turismo Beni Culturali Accademia di belle arti Cinema e Teatro Conservatori Accademia Militare Sporcatevi le mani Cari ragazzi, anche quest anno e per il diciottesimo anno consecutivo, vi presentiamo con l avvicinarsi delle vacanze estive la nostra guida alla scelta dell università. Da leggere magari sotto l ombrellone, fra un tuffo e l altro. Abbiamo incluso, visto che hanno pari dignità, le accademie, i conservatori e gli ITS. Una guida che non vuole solo indicare cosa e dove studiare. L obiettivo che ci poniamo è quello di invitarvi a riflettere su quanto sia importante concentrarsi e dedicare del tempo al proprio futuro formativo o professionale che sia. Scelte affrettate, superficiali, o peggio, lasciate al caso, determinano un altissima probabilità di insuccesso e disadattamento. I tassi di disoccupazione giovanile che ci vengono ormai proposti tutti i mesi in maniera direi ossessiva, non devono allarmarci, ma devono accendere in maniera forte l attenzione verso il tema delle proprie scelte e della formazione che ne consegue. Da dove partire dunque? Intanto inizierei a pormi delle domande e a capire se durante gli anni scolastici è emerso un interesse verso una determinata materia o area di studi. Soprattutto, cercherei di approfondire quali sono i mestieri e le professioni che determinati studi prospettano. Studio cosa divento chi. Questo credo sia un buon modo di presentare l orientamento ai ragazzi. Non fatevi condizionare nelle scelte da nessuno. Anche perché gli altri in genere sono poco informati e soprattutto sanno poco di voi stessi. Informatevi per bene, chiedete agli studenti che hanno già fatto un pezzo di strada, controllate gli sbocchi occupazionali e le percentuali di successo o di abbandono delle facoltà a cui Corriere dell Università Job anno 5 n.6 Luglio-Agosto 2012 Guida alla Scelta dell Università Reg. Trib. di Roma aut. n 289/2008 del Direttore responsabile: Mariano Berriola Direzione, Redazione e Pubblicità Piazza dell Enciclopedia italiana, Roma Tel Progetto grafico: Report Giovani Hanno collaborato: Anna Di Russo Amanda Coccetti Ivana Berriola Martina Gaudino intendete iscrivervi. Cercate tutte le garanzie possibili, perché solo così inizierete un percorso con maggiore consapevolezza e minori rischi. Se poi volete qualcuno con cui confrontarvi o relazionarvi, scrivete al tutor del Corriere dell Università Job, risponderemo alle vostre domande come facciamo tutto l anno per l orientamento in itinere ed in uscita. Ma sappiate che dovete studiare bene e con impegno. La concorrenza internazionale è fortissima e non possiamo presentarci sul mercato del lavoro senza adeguate conoscenze e competenze. Consiglio di alternare periodi di studio con periodi di lavoro. Fate qualunque cosa, anche lavori umili e faticosi. Anzi vi dico di più: i miei amici selezionatori sono a caccia di ragazzi con alle spalle esperienze umili ed impegnative. Nelle loro aziende vogliono giovani svegli e pronti alle battaglie del lavoro. E quando si tratta di scegliere, preferiscono qualcuno che si sia sporcato le mani, piuttosto che un laureato e basta. Contate pure su di me per quanto vi possa essere utile, avete tutti i miei riferimenti e sarò contento, anche nella breve pausa agostiana, di continuare il dialogo con i lettori. Abbiamo scelto di aprire la guida con il ministro dell istruzione e dell università, Francesco Profumo, perché nella sua recente visita alla nostra redazione, ha presentato i suoi consigli agli studenti e inviato gli auguri di buone vacanze e buone scelte a studenti, docenti e personale non docente. Ai suoi auguri, uniamo i nostri. Redazione di Napoli e Pubblicità Via Andrea D Isernia, Napoli Tel Pubblicità istituzionale Piazza Enciclopedia italiana, Roma Tel Editore Report Giovani SCRL Via Andrea d Isernia, Napoli Stampa: Arti Grafiche Boccia Via Tiberio Claudio Felice, 7 Salerno

4 4 attualità L intervista al Ministro dell Istruzione Orientamento, lancette indietro di un anno Università aperta al mondo del lavoro e studenti indirizzati alla scelta del corso di laurea già dal quarto superiore. Francesco Profumo indica la strada da seguire per affrontare un percorso di studi ottimale e non disprezza il calcio balilla durante la visita alla Redazione del Corriere dell Università Job. Futuro in politica? Sono un professore e mi piace fare quello. Un augurio a tutti gli studenti che hanno conseguito la Maturità. Ora è necessaria una bella vacanza e poi una profonda riflessione sulla scelta dell università che determinerà molte decisioni di vita futura. E chiaro e diretto l invito del ministro dell Istruzione, Francesco Profumo, ai giovani che intendono proseguire il percorso formativo universitario. Durante l incontro col direttore del Corriere dell Università, Mariano Berriola, tenutosi nella redazione romana del giornale, Profumo ha posto l attenzione su una moltitudine di temi importanti per il futuro del paese. Orientarsi per la scelta. Innanzitutto l orientamento. Per formare una classe dirigente valida e professionale è fondamentale aiutare gli studenti alla scelta del corso di laurea. Un tassello I dieci consigli del ministro per un percorso universitario senza intralci 1. Autovalutazione dei propri interessi e delle proprie capacità 2. Impegno massimo nel percorso di studio che si sceglie di intraprendere 3. Essere studenti modello ma relazionarsi sempre con gli altri 4. Vivere sempre la vita universitaria completamente 5. Seguire i corsi, prendere appunti e dare gli esami senza attendere anni 6. Anticipare le relazioni col mondo del lavoro 7. Svolgere una parte del percorso formativo all estero 8. Prepararsi al meglio per l accesso all università con test d ingresso 9. Non farsi influenzare dal passaparola degli amici per la scelta 10. Costruire competenze per il mondo del lavoro fondamentale per il ministro, che ha un idea precisa a tal proposito: Innanzitutto bisogna aprire l università al mondo del lavoro, sottolinea. Gli operatori del settore devono dare concretezza a che cosa significa fare un certo lavoro anche attraverso visite in aziende o filmati illustrativi. I ragazzi hanno bisogno di essere indirizzati. C è una statistica allarmante in Italia: il 60% delle scelte universitarie degli studenti è basata sul passaparola. Non va assolutamente bene. E anche le istituzioni devono fare la propria parte Ministero della Persona. Sono le persone e le loro esperienze al centro del pensiero di Profumo, tanto da volergli dedicare un ministero ad hoc perché il ciclo della vita e delle attività si è alterato rispetto al passato. Nel futuro avremo un alternanza scuola/lavoro e tempo libero. Dobbiamo pensare alle persone che abbiano uno zainetto sulle spalle ricco di esperienze. E proprio queste sono fondamentali per il futuro dei giovani. Confronto e idee. I giovani avranno un ruolo fondamentale per la formazione della nuova università. Sono loro, infatti, che dovranno essere capaci di generare idee per il futuro con uno spirito di unità e innovazione. Secondo Profumo confrontarsi con gente che proviene da esperienze diverse è fondamentale. Il mio modello ideale si basa sull inserimento di giovani e meno giovani all interno di gruppi di ricerca e che possano dare contributi di accelerazione alla conoscenza, molto di più rispetto a situazioni consolidate nella cultura italiana che si basa sulla cooptazione. Profumo e gli studenti. In questi mesi di esperienza politica, il ministro Profumo si è mostrato una persona disponibile al dialogo con chiunque. Un atteggiamento positivo che ha trovato molti consensi da parte dell opinione pubblica. Ho vissuto tutta la mia vita nella scuola afferma-, e i momenti in cui ho appreso di piu non stato solo sui libri ma anche nei

5 Due momenti della visita del Ministro alla redazione del Corriere dell Università Job LA SCHEDA Nome: Francesco Cognome: Profumo Nato a: Savona Anni: 59 anni Carica attuale: Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Titolo di studio: Laureato in Ingegneria elettrotecnica al Politecnico di Torino Cariche ricoperte: Ex Presidente e Rettore della Facoltà d Ingegneria del Politecnico di Torino, ex presidente del Cnr, attualmente Presidente di Columbus, del Forum Torino e del Panel 09 del Comitato di Indirizzo per la Valutazione della Ricerca (CIVR) del Miur. Già membro del Consiglio di Amministrazione di Reply, di FIDIA S.p.A., Unicredit Private Bank, membro del Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia. Consigliere per Il Sole 24 Ore e Pirelli, membro del comitato di indirizzo di Italianieuropei. primavera del 2012 e per questi rettori il termine del loro mandato sarà l anno accademico 2012/ rapporti con gli studenti e con le persone. Non ho mai avuto paura del confronto, anzi mi ha sempre stimolato. I temuti test d ingresso. E nemmeno gli studenti devono aver paura dei temuti test d ingresso. Non sono un problema, se preparati in tempo e con criterio. Nei paesi stranieri i ragazzi iniziano con un anno di anticipo l orientamento all università e la preparazione pre-quiz. Questo significa avere idee chiare già durante gli anni scolastici, rimarca il componente di Governo. E sulle graduatorie nazionali e locali promette alle future matricole di starci lavorando, ricordando che la gestione dei test è in parte affidata all autonomia delle università che nel bene e nel male bisogna rispettare. Proroga dei rettori. Autonomia ma con l esigenza di un rinnovamento totale, partendo dai rettori: Sono stato un rettore giovane e ho terminato il mandato prima della sua scadenza naturale, perché credo che l università abbia bisogno di contributi e di idee che debbano avere una dinamica nel tempo e una loro circolarità. Ad esempio le grandi scuole dovrebbero avere rettori in successione che non provengano dagli stessi settori. E sulla loro proroga risponde rispolverando la legge 240. Quando è approvato lo statuto c è un anno per la gestione del transitorio e in questo caso il transitorio, per legge, deve essere gestito dai rettori. La legge da poi due scadenze per la presentazione dello statuto: il 29 luglio 2011 e 29 ottobre Il ministero ha avuto 120 giorni per dare una risposta, definitiva o di tipo interlocutorio. Alcuni statuti sono stati approvati e pubblicati nella Fondi di Ricerca Europei. Università, ma anche ricerca. In particolar modo, i fondi (circa milioni di euro) destinati a finanziare progetti e annunciati a Bruxelles dalla Commissione Europea. Si tratta di finanziamenti previsti nell ambito del VII Programma Quadro sui quali Profumo intende investire: Da parte mia c è il massimo impegno a recuperare una parte delle risorse che in questo momento sono state deviate su altre attività, ma dobbiamo rivedere - dice- i nostri modelli di gestione della ricerca del Paese. Nell Ue, l Italia perde 500 milioni l anno - differenziale tra quanto investiamo (14,4%), e quanto riporteremo a casa (l 8,5%). Perdita che diventerà di milioni con Horizon E parlando della volontà di recuperare i fondi che l Italia investe in Europa in materia di ricerca e innovazione, precisa che, in questo momento di grandissima difficoltà bisogna dimostrare di avere una capacità di competere, e soprattutto di recuperare quelle risorse che il nostro Paese non ha. Il futuro da prof. Non si conosce ancora il futuro lavorativo di Francesco Profumo. Difficilmente continuerà la carriera politica dopo il 2013 perché, come dice, sono un professore universitario e mi piace fare quello. Dopo il rettorato al Politecnico, sono stato nominato presidente del Cnr fino al 2015, ma poi improvvisamente sono stato scelto per il ruolo di ministro. Quando terminerà vedremo cosa farò da grande. Il percorso universitario. Infine una serie di consigli agli studenti che si apprestano ad iscriversi all università: Bisogna fare una scelta di tipo razionale e avere una autovalutazione dei propri interessi, delle proprie forze e delle proprie capacità, ricorda Profumo. L università è una cosa seria e si deve prendere nella giusta dimensione. L università deve formare bravi medici, giuristi ma soprattutto buoni cittadini e buone cittadine globali. Studiare ma anche relazionarsi con gli altri. Credo che sia importante percorrere una parte del percorso all estero ed anticipare le relazioni col mondo del lavoro. Insomma, studenti modello che faranno strada senza troppi indugi. E, considerato il momento difficile che vive il paese, è necessario che ci sia una svolta totale.

6 6 almalaurea Laurearsi in tempo di crisi così cambia l università I dati del XIV rapporto Almalaurea sul profilo dei nostri laureati confermano alcuni trend, introducendo però qualche elemento di novità: siamo soddisfatti dei nostri studi e non ci fermiamo alla triennale, riuscendo anche ad accorciare le distanze con il conseguimento del diploma. Ma sulla mobilità territoriale restiamo ancora indietro rispetto all Ue. La triennale è solo l inizio continuare gli studi è la norma 61 laureati su 100 proseguono con la specialistica Alla laurea specialistica, che è l obiettivo più diffuso fra quanti sono orientati a proseguire gli studi, ambiscono 61 laureati su cento. Concluso il corso di primo livello, 77 studenti su cento dichiarano l intenzione di andare avanti: il 94 per cento dei neopsicologi e l 89 per cento dei laureati del gruppo geo-biologico, ma anche il 63 per cento del gruppo insegnamento e il 60 per cento di quello giuridico. L per cento dei laureati dei gruppi ingegneristico, geobiologico e psicologico è intenzionato a proseguire, ma l attrattiva della specialistica riguarda anche il 46 per cento dei laureati in educazione fisica, il 43 per cento del gruppo insegnamento e il 21 per cento delle professioni sanitarie. La continuità di sede, invece, riguarda il 74 per cento dei laureati di primo livello intenzionati a proseguire con la laurea magistrale. Lo studente che vuole continuare con una laurea magistrale ha caratteristiche più favorevoli all ingresso, migliori performance all università, è più soddisfatto del percorso compiuto. E lo fa perché vuole completare la propria formazione, influenzato anche delle difficoltà di inserimento nel mondo del lavoro. Più regolari e brillanti negli studi le donne si laureano prima Le laureate tra i 30 e 34 anni superano di 9 punti percentuali la popolazione maschile: sono il 24,2% rispetto al 15,5% Riuscita negli studi Regolarità negli studi laureati in corso valori percentuali in corso: compresi i laureati regolari che hanno concluso gli studi nella sessione straordinaria (gennaio-aprile) 1 livello LMCU LM 2011 Pre-RIFORMA* LAUREATI 2004 *comprende Cdl e LMCU Le votazioni più alte? si danno nelle facoltà letterarie Tra i laureati specialistici il 42% ha ottenuto 110 e lode Ad essere promossi a pieni voti sono sempre i laureati dei percorsi letterari: superano il voto medio di 110, arrivando spesso a conquistare anche la lode. Mentre all estremo opposto si collocano le votazioni dei laureati dei gruppi ingegneria, educazione fisica, economico-statistico, e giuridico. Ma esistono limitazioni nei criteri di assegnazione dei voti? La documentazione AlmaLaurea registra prassi valutative non omogenee nei percorsi disciplinari (alcuni più severi di altri) per quanto riguarda i voti assegnati negli esami universitari e nell attribuzione dei bonus in sede di laurea. Ed è soprattutto nel profilo dei laureati specialistici che la votazione finale risulta prossima al massimo (in media 107,8 su 110), con un evidente appiattimento delle votazioni nella direzione dei valori elevati. Ciò finisce per penalizzare seriamente la possibilità di misurare e distinguere le capacità degli studenti attraverso il voto di laurea. Non esistono più le roccaforti maschili. Le donne ormai sono prevalenti nei percorsi universitari, anche in quei settori nei quali si è sempre registrata una larga maggioranza di uomini. E oggi rappresentano il 64 per cento del complesso dei laureati specialistici a ciclo unico (Medicina e chirurgia, Odontoiatria, Medicina veterinaria, Farmacia, Architettura e Giurisprudenza). Brillanti sono poi le loro performance: arrivano alla laurea più giovani (26,7 anni rispetto ai 27,2 degli uomini tra tutti i laureati 2011; 25,5 anni nelle lauree di primo livello contro i 26 anni dei colleghi maschi; 27,6 anni contro 28 nelle lauree specialistiche; 26,4 anni contro 27,1 nelle specialistiche a ciclo unico). E sono più regolari negli studi. Si laurea in corso il 40,6 per cento delle laureate 2011 contro il 36,4 per cento degli uomini; differenze che si riscontrano in tutti i tipi di laurea a vantaggio delle donne (in particolare, in corso è il 48,2 per cento delle laureate nei percorsi specialistici contro il 45,7 per cento dei laureati). Eppure, quella femminile si conferma una presenza che stenta ancora ad essere riconosciuta adeguatamente sul mercato del lavoro nel nostro Paese, ove le disparità di genere sono ancora elevate. Riuscita negli studi valori medi Riuscita negli studi Gruppo disciplinare Valori medi Riuscita negli studi 1 livello LMCU LM Gruppo disciplinare Valori medi Voto di laurea 2011 Voto di laurea - 1 letterario medico / prof. sanitarie linguistico insegnamento architettura geo-biologico chimico-farmaceutico agrario scientifico TOTALE politico-sociale psicologico educazione fisica ingegneria economico-statistico giuridico Voto di laurea - lauree letterario geo-biologico chimico-farmaceutico scientifico linguistico medico / prof. sanitarie agrario insegnamento architettura TOTALE politico-sociale psicologico educazione fisica ingegneria economico-statistico giuridico

7 almalaurea 7 il titolo arriva nei tempi diminuiscono i fuori corso Professioni Sanitarie: 65 laureati su cento la concludono in tre anni Riuscita negli studi COMPLESSO DEI LAUREATI valori medi, in anni Età alla laurea pre-riforma (CDL elmcu) 1 livello LMCU LM età alla laurea 27,8 25,7 26,7 27,8 ritardo all iscrizione 0,9 1,7 0,5 2,6* età alla laurea al netto dell età d iscrizione 26,8 24,0 26,1 25,2 indice di 0,65 0,44 0,26 0,2 ritardo alla laurea *comprende anche l eventuale ritardo negli studi accumulato nel percorso universitario precedente. Rispetto all università pre riforma si è incrementata la quota di giovani che terminano gli studi nei tempi previsti, è aumentata la frequenza alle lezioni, si è estesa l esperienza di stage e tirocini svolti durante gli studi, così come le opportunità di studio all estero. Ma chi arriva in tempo alla laurea di primo livello? Di solito proviene da classi sociali meno favorite, tende a studiare sotto casa, forse anche per effetto della moltiplicazione dei corsi universitari, e raggiunge il traguardo a 24 anni. Poche le esperienze all estero durante l università, mentre si moltiplicano per tre gli stage durante il percorso di studio. E dopo la laurea? La maggior parte dei triennali intende proseguire la formazione, ma chi vuole farlo con la specialistica è il 61%. Tra i laureati specialistici, biennali e a ciclo unico, si riscontra una maggiore selezione sociale: sono giovani più avvantaggiati socialmente e culturalmente più disponibili alla mobilità tra sedi universitarie, sono quelli con più esperienze di studi all estero nel curriculum. Anche se una percentuale maggiore lavora durante gli studi, forse per effetto della crisi economica e di carenze nel diritto allo studio. livello specialistiche Pre-RIFORMA* LAUREATI 2004 *comprende Cdl e LMCU 105,5 103,6 102,7 102,4 102,0 101,7 101,3 101,2 100,4 100,3 99,5 98,5 98,0 97,4 95,8 93,2 110,7 110,0 109,7 109,3 109,1 108,9 108,9 108,3 108,1 107,9 107,9 107,2 106,7 106,7 106, Ancora pochi laureati l Italia rincorre l Europa Solo il 20% degli italiani, tra i 30 e i 34 anni, è in possesso di laurea. L obiettivo europeo è del 40% A lievitare in Italia più che i laureati sono stati i titoli universitari: un aumento del 68 per cento, in larga parte dovuto alla duplicazione dei titoli (laurea di primo livello seguita da laurea specialistica). Così il numero delle lauree è cresciuto, passando dalle 172mila del 2001 alle 289mila del 2010, mentre, il processo di universitarizzazione ha registrato un incremento solo del 19 per cento. Anche nella classe di età anni, l Italia registra il 20 per Si vola all estero con i programmi Ue Le esperienze di studio fuori dal proprio Paese coinvolgono il 10,2 % dei laureati di primo livello L ultima indagine sulla condizione occupazionale dei laureati ha accertato che, a parità di condizioni, chi ha svolto un esperienza all estero durante gli studi ha il 13,6% in più di probabilità di lavorare. Così la partenza con i programmi Erasmus, dopo una prima contrazione negli anni successivi all avvio della riforma, ha ripreso quota come le altre esperienze di studio all estero. Fra i laureati pre-riforma del 2004, l 8,4 per cento aveva studiato all estero utilizzando Erasmus ed altri programmi dell Ue. Nel 2011 la stessa opportunità ha riguardato il 5,3 per cento dei laureati di primo livello: 22 neodottori su cento nel gruppo linguistico, 7,2 su cento nel gruppo politico-sociale, ma pochissimi (fra 1,2 e 1,7 per cento) fra i laureati dei gruppi chimico-farmaceutico, giuridico e medicoprofessioni sanitarie. Assai diffuse risultano le esperienze di tirocinio e stage riconosciute dal corso di studi, a sottolineare il forte impegno delle università e la crescente collaborazione con il mondo del lavoro (oltre l 80 per cento dei tirocini sono stati svolti al di fuori dell università). Sono esperienze che entrano nel bagaglio formativo di 60 laureati su cento: 89 su cento neodottori in agraria, 87 laureati del gruppo insegnamento, 84,5 di quello delle professioni sanitarie, ma anche 41,5 laureati su cento del gruppo economico-statistico e perfino 33 neodottori su cento nelle materie giuridiche. cento di laureati contro il 37 per cento nel complesso dei Paesi Ocse, cioè delle realtà economicamente più avanzate a livello internazionale. I diciannovenni che si iscrivono all università, invece, rappresentano solo il 29% dei coetanei confermando il ridotto interesse per gli studi universitari di questa fascia di popolazione giovanile. Negli ultimi otto anni le immatricolazioni si sono ridotte del 15 per cento per effetto anche del calo demografico (nel periodo , ha visto contrarsi di quasi 370mila unità la popolazione diciannovenne), della diminuzione degli immatricolati in età più adulta e del deterioramento della condizione occupazionale dei laureati. A questi fattori si è aggiunta la crescente difficoltà di tante famiglie a sostenere i costi diretti ed indiretti dell istruzione universitaria e una politica del diritto allo studio ancora carente. Le nostre università attraggono poco Solo il 3,3 per cento degli iscritti proviene da altri Paesi Poca mobilità sia in entrata che in uscita. Le università italiane faticano ad attirare studenti stranieri e la conferma arriva dal confronto internazionale. I Paesi OCSE registrano un numero di studenti stranieri pari all 8,7 per cento, contro il nostro 3,3%. La stessa mobilità attraverso il programma Erasmus evidenzia che per 100 studenti italiani che vanno all estero, ne entrano solo 83. Aumenta invece il numero dei connazionali che decide di studiare in altri Paesi anche per la preoccupazione di avere difficoltà a trovare un adeguata collocazione lavorativa in patria. Ma si dilata contemporaneamente anche la tendenza a non allontanarsi da casa, a studiare nella sede più vicina, quale che sia l offerta formativa disponibile, spesso perfino nella prosecuzione degli studi, oltre il primo livello. A frenare questo tipo di mobilità territoriale concorrono anche i costi, spesso insostenibili per le famiglie. Nel 2011, 49 laureati su 100 sono stanziali, ovvero hanno concluso il percorso di studi universitari nella stessa provincia in cui hanno ottenuto il diploma. Altri 26 si sono spostati al massimo in una provincia limitrofa a quella in cui si erano diplomati. Altri 11 su cento si sono spostati ma sono rimasti nella stessa ripartizione geografica; 12 su cento hanno effettuato una migrazione per studio dal Sud al Centro-Nord. I rimanenti, 2 su cento, hanno ottenuto il diploma all estero.

8 8 formazione lavoro Innovatori del made in Italy con gli ITS Un canale formativo di livello post-secondario parallelo ai percorsi accademici è quello dei corsi its: Istruzione Tecnica Superiore. La tipologia e gli indirizzi di queste scuole speciali di alta tecnologia rispondono ai settori prioritari per lo sviluppo economico consentendo così di accelerare l ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. Rilasciano crediti formativi (cfu) spendibili in tutte le universita. Chi studia negli istituti tecnici e professionali ha più probabilità di trovare un lavoro prima degli altri. I tecnici battono di gran lunga i liceali su tasso di occupazione, retribuzione e contratti più sicuri. I dati, forniti da Almadiploma e AlmaLaurea, parlano chiaro: il tasso di occupazione ad un anno dal diploma è del 61% per gli istituti professionali, 45,3% per gli istituti tecnici e del 26,7% per i licei. La retribuzione mensile media netta sempre ad un anno dal diploma è di euro 813 per i professionali, 746 per i tecnici e di soli 364 per i licei. Alla voce contratti a tempo indeterminato troviamo un 23,1% per i professionali contro un 6,6 per i licei e a quella senza contratto un 6,6% per i primi contro un 30,9 per i secondi. Dal momento che la domanda di specializzazione del tessuto produttivo e dei servizi del territorio cresce sempre più, se non si intendete seguire la formazione universitaria, ci si può rivolgere ai corsi di istruzione tecnica superiore (ITS). Questi gli obiettivi: assicurare l offerta di tecnici che rispondano ai fabbisogni del mercato del lavoro; sostenere l integrazione tra istruzione, formazione e lavoro; diffondere la cultura tecnica e scientifica; sostenere misure per l innovazione e il trasferimento delle piccole e medie imprese. Istituiti nel 1999 con la legge n. 144, sono rivolti ai diplomati che intendono puntare su un rapido inserimento nel mondo del lavoro raggiungendo livelli di qualificazione superiore e competenze specifiche. Sono progettati e gestiti da soggetti associati in forma di Fondazione di partecipazione che comprende scuole, enti di formazione, imprese, università, centri di ricerca ed enti locali. La loro durata va da 2 a 4 semestri ( ore) e la didattica è incentrata su attività di laboratorio e tirocini obbligatori per almeno il 30% del monte orario complessivo, anche all estero. Il 50% dei docenti proviene dal mondo del lavoro e delle professioni e rilasciano titoli di diploma di Tecnico Superiore con l indicazione dell area tecnologica e della figura nazionale di riferimento (V livello del Quadro europeo delle qualifiche - EQF). Le aree tecnologiche individuate per gli ITS sono: Efficienza energetica Mobilità sostenibile Nuove tecnologie della vita Nuove tecnologie per il Made in Italy (sistemi meccanica, moda, alimentare, casa, servizi alle imprese) Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali Tecnologie dell informazione e della comunicazione Per informazioni su modalità e termini per l iscrizione ai corsi ITS rivolgersi direttamente alle Fondazioni. Per i recapiti consultare la sezione del sito Gli ITS sul territorio su

9 Mettetevi alla prova! È innegabile che una certa familiarità con i test è fondamentale per affrontare con successo una prova: chi ha già avuto esperienze di test di fatto sa cosa aspettarsi ed è più sicuro di sé rispetto a chi non ne ha avute. Per capire cosa vi troverete davanti subito dopo le vacanze estive, ecco per voi un piccolo assaggio di domande a risposta multipla tratte dai volumi Hoepli Test per verificare la vostra preparazione. Ricordatevi che ogni quesito ammette una sola risposta corretta. 1 Il cardias è: A una membrana che avvolge il ventricolo sinistro del cuore B una ghiandola endocrina C una valvola che controlla l entrata del bolo alimentare nello stomaco D una valvola che controlla l uscita del contenuto gastrico E il muscolo cardiaco 2 Latte : Lotto = : X: A X = B X = C X = D X = E X = Aggiungi il numero che completa la serie 3, 7, 16, 35,...: A 41 B 34 C 23 D 51 E 74 Risposte corrette C C E B A D HOEPLI TEST è la collana di volumi, continuamente aggiornata con nuovi titoli e arricchita di numerose sezioni online, che ti prepara validamente sia ai test d ingresso ai corsi di laurea a numero programmato (come Medicina, Ingegneria o i corsi di laurea per le Professioni sanitarie) sia alle prove di verifica delle conoscenze iniziali, il test orientativo previsto dai corsi di laurea a numero aperto. Per risolvere qualsiasi tipo di quesiti, nozionistici e logici, affidati a Hoepli Test e il numero chiuso non sarà più un problema! 4 In quale data fu compiuta la strage alla stazione di Bologna? A 12 dicembre 1969 B 2 agosto 1980 C 28 maggio 1974 D 4 agosto 1974 E 27 giugno Choose the word which best completes the following sentence. The accident victim was dead on arrival at the hospital. A Pronounced B Called C Said D Defined E Stated 6 Gli amminoacidi costituiscono: A i polisaccaridi B i lipidi C la cellulosa D le proteine E l amido Continua in libreria Per ogni facoltà troverai i libri specifici per la tua preparazione: Manuale di Teoria - Esercizi svolti e commentati - Prove simulate - Quiz. Ma il mondo Hoepli Test non conosce limiti: 11 apps gratis su itunes e Google Play! Per saperne di più Visitate il sito Seguiteci su Twitter (Hoepli_Test) e Facebook Oppure scriveteci a

10 10 formazione lavoro Test d ingresso dal Miur arriva l aggregazione Stesso giorno e stessa prova. Ma non gli stessi diritti a parità di merito. E la sorte che attende gli aspiranti camici bianchi del nostro Paese dal 1999 con la legge che regola le norme in materia di accessi ai corsi universitari. Disparità dunque lungo lo stivale dove per essere ammessi presso un ateneo occorre raggiungere un risultato di 49 punti e ad un altro anche 10 di meno. Continue le proteste di studenti e famiglie. I test restano ma una novità arriva con il decreto 196 del 28 giugno 2012 che introduce il sistema di aggregazione universitaria. Gli studenti avranno la possibilità di selezionare la sede di preferenza dal 6 al 10 settembre (fino alle ore 15.00). Ma prima dovranno confrontarsi con gli ottanta quesiti. Si parte il 4 settembre. a cura di Ivana Berriola Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria La prova sarà unica per entrambi i corsi e il contenuto identico su tutto il territorio nazionale. Anche quest anno, si svolgerà il test d ingresso in lingua per accedere ai corsi di Medicina in inglese. Verranno avviati oltre che alle Università di Milano, Sapienza di Roma e di Pavia, anche presso l Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Seconda Università degli Studi di Napoli, Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Il test, con inizio alle ore del 5 settembre, sarà elaborato in collaborazione con l Università di Cambridge e si svolgerà contestualmente alle Università di Londra e Cambridge. I quiz. Gli aspiranti dottori dovranno confrontarsi con ottanta quesiti che presentano cinque opzioni di risposta, di cui il candidato ne deve individuare una soltanto, su argomenti di: cultura generale e ragionamento logico (40 quesiti); biologia (18); chimica (11); fisica e matematica (11). La valutazione. Per essere introdotti in graduatoria bisogna aver ottenuto al test d ingresso almeno 20 punti. Gli orari. Due ore a partire dalle Per gli studenti affetti da dislessia è concesso un tempo aggiuntivo pari al 30 per cento. Il giorno. 4 settembre 2012; il 5 settembre per Medicina e Chirurgia in inglese. Medicina veterinaria La prova di ammissione è unica e di contenuto identico sul territorio nazionale. I quiz. La prova di ammissione consiste nella soluzione di ottanta quesiti che presentano cinque opzioni di risposta, di cui il candidato ne deve individuare una soltanto, su argomenti di: chimica (25 quesiti); cultura generale e ragionamento logico (23); biologia (20); fisica e matematica (12). La valutazione. Per essere introdotti in graduatoria bisogna aver ottenuto al test d ingresso almeno 20 punti. Gli orari. Due ore a partire dalle Per gli studenti affetti da dislessia è concesso un tempo aggiuntivo pari al 30 per cento. Il giorno. 10 settembre 2012 Architettura Il contenuto dell esame di ammissione è identico sul territorio nazionale. I quiz. Ottanta quesiti che presentano cinque opzioni di risposta. Gli argomenti previsti sono: cultura generale e ragionamento logico (32 quesiti); storia (19), disegno e rappresentazione (16); matematica e Fisica (13). La valutazione. Per essere introdotti in graduatoria bisogna aver ottenuto al test d ingresso almeno 20 punti. Gli orari. Due ore e quindici minuti a partire dalle Per gli studenti affetti da dislessia è concesso un tempo aggiuntivo pari al 30 per cento. Il giorno. 6 settembre 2012 Criteri generali di valutazione Per la valutazione delle prove si tiene conto dei seguenti criteri: 1 punto per ogni risposta esatta; meno 0,25 punti per ogni risposta sbagliata; 0 punti per ogni risposta non data. Professioni sanitarie La prova di ammissione è predisposta da ciascuna università ed è identica a tutte le tipologie dei corsi attivati presso ciascun ateneo. Lo studente può indicare nella domanda di ammissione fino a tre opzioni, in ordine di preferenza. I quiz. Per l ammissione ai corsi è richiesto il possesso di una cultura generale, con particolari attinenze all ambito letterario, storico- filosofico, sociale ed istituzionale, nonché della capacità di analisi su testi scritti di vario genere e da attitudini al ragionamentologico-matematico. Le aree di riferimento sono: Cultura generale e ragionamento logico; Biologia; Chimica; Fisica e Matematica. La valutazione. Per essere introdotti in graduatoria bisogna aver ottenuto al test d ingresso almeno 20 punti. Gli orari. Due ore a partire dalle Per gli studenti affetti da dislessia è concesso un tempo aggiuntivo pari al 30 per cento. Il giorno. 11 settembre 2012 Aggregazioni territoriali per i corsi di magistrale in Medicina e Chirurgia e in Odontoiatria e Protesi Dentaria - Bari, Foggia, Molise - Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia, Politecnica delle Marche - Brescia, Pavia, Verona - Cagliari, Sassari - Catania, Catanzaro Magna Graecia, Messina, Palermo, - Chieti - G. D Annunzio, L Aquila, Perugia, Roma Tor Vergata - Genova, Torino I Facoltà, Torino II Facoltà - Milano, Milano Bicocca, Varese Insubria, Vercelli Avogadro - Napoli Federico II, Napoli Seconda Università, Salerno - Padova, Trieste, Udine - Roma La Sapienza Med. e Farmacia Policlinico A E, Roma La Sapienza Med. e Odontoiatria Policlinico B C D, Roma La Sapienza Med e Psicologia - Firenze, Parma, Pisa, Siena Aggregazioni per i corsi di magistrale in Ingegneria Edile/Architettura - Università degli studi di Napoli Federico II e Università degli studi di Salerno Aggregazioni per i corsi di magistrale in Medicina Veterinaria - Università degli studi di Bologna, di Milano, di Parma e di Padova, - Università degli studi di Teramo e di Camerino

11 formazione lavoro 11 STUDIO E LAVORO ALL ESTERO Corriere Mondo In vacanza si è timidi, in viaggio sfrontati. In vacanza ci si rilassa, il viaggio è un esperienza che richiede forza del corpo e curiosità dell intelletto (Paul Theroux, da L espresso ) PROGRAMMI EUROPEI PER LA MOBILITÀ STUDENTESCA Erasmus Tra i programmi europei di maggior successo, l Erasmus, destinato agli studenti universitari (si può fare domanda a partire dal secondo anno di iscrizione). Ogni università, al proprio interno, ha l ufficio Erasmus, che eroga un bando annuale di partecipazione. Per informazioni, consultare il sito di Erasmus Network (www.esn.org) Leonardo da Vinci Il programma Leonardo da Vinci, è rivolto alla formazione professionale dei giovani dai 18 ai 30 anni. Lo studente propone un proprio progetto formativo presso un istituzione pubblica o privata di uno dei paesi dell Unione Europea, per un stage. (http://www.programmaleonardo.net/llp/home.asp). L intervista Marco de Angelis, Laureato in ingegneria strutturale presso Roma Tre, dottorato a Liverpool Marco, avevi mai pensato di studiare all estero? Quando sentivo parlare i miei compagni di corso a proposito della loro volontà di espatriare, lo ritenevo un capriccio. Chi non è capace di trovare l equilibrio a casa, non lo sarà neanche altrove, tuttavia ho mai rifiutato l idea di lasciare il paese. Come sei venuto a sapere di questa opportunità e come si è svolta la selezione per il dottorato? La selezione è stata eseguita per titoli, valutando la mia idoneità in base alle credenziali accademiche: voto di laurea degli esami sostenuti e competenza linguistica che ho dimostrato con un attestato di lingua inglese riconosciuto nel Regno Unito. Tra le documentazioni esaminate, provenienti dell Unione Europea, la mia, è stata considerata, la più idonea e così sono stato chiamato per un colloquio, due settimane dopo l invio della documentazione. Dopo il colloquio, ha avuto inizio la mia avventura a Liverpool. Ti è costato abituarti a un diverso sistema di formazione? Qui le cose per gli studenti sono semplici, si possiede un account e si ricevono informazioni in tempo reale. Le differenze più evidenti le ho riscontrate dal punto di vista amministrativo, regole chiare e accessibili, che non lasciano spazio all interpretazione. Inoltre, il vantaggio di studiare in un paese aperto alle altre culture e diversità come il Regno Unito,ti permette di conoscere persone di tutto il mondo, rendendo la ricerca, particolarmente stimolante. Aspetto valido anche per gli studenti universitari, i quali si trovano a confrontarsi con docenti e studenti di diversa nazionalità. In Italia, fatta eccezione per gli studenti Erasmus, non sussiste un forte scambio interculturale. a.c. Youth in action. Gioventù in azione mira a rafforzare lo spirito sociale dei giovani verso la cittadinanza attiva e lo scambio interculturale. Un gruppo informale di giovani può presentare il proprio progetto. Per informazioni: OLTRE L UNIONE EUROPEA Free movers I free movers sono studenti che non partecipano ad un programma organizzato, ma scelgono in modo autonomo, l ateneo estero. Per frequentare i corsi e ottenerne il riconoscimento, bisogna avere l autorizzazione della facoltà di provenienza e l ammissione dell università ospitante. L ufficio rapporti internazionali di ogni ateneo gestisce i free mover.. Titoli congiunti I titoli di laurea congiunti prevedono un percorso di studi, in due paesi. Consultare negli atenei di interesse, l offerta formativa delle lauree congiunte e vistare il sito cimea.it. Summer and winter school Le summer e winter school indicando mini corsi su un argomento specifico (letterario, storico, scientifico), spesso, in lingua inglese nel periodo estivo e/o invernale all interno di una facoltà/dipartimento. Campi di lavoro Le associazioni non profit coinvolgono i giovani in progetti di cooperazione internazionale, come il Servizio Civile Internazionale (movimento laico di volontariato, presente in 43 paesi in tutto il mondo) così come associazioni giovanili, quali YAP (Youth Action for peace), specializzata in campi di lavoro internazionale. Suggestioni di mobilità Ploteus (portale europeo per opportunità di studio e di lavoro) ec.europa.eu/ploteus/home.jsp Portale europeo dei giovani (iniziative rivolte ai giovani) europa.eu/youth Eures (The European Job Mobility Portal) europa.eu.int/jobs/eures Eurodesk- Punto di incontro dei giovani con l Europa Servizio Civile Internazione-www.sci.it Yap- Youth action for peace-

12 12 L UNIVERSITA SOCIAL Regione Università sito web social network abruzzo Università degli Studi di L Aquila Università-degli-Studi-dellAquila Università degli Studi di Teramo universita.teramo Università degli Studi G.D Annunzio Università-degli-Studi-Gabriele-DAnnunzio Accademia di Belle Arti di L Aquila Conservatorio di Musica di L Aquila A. Casella Conservatorio di Musica di Pescara Luisa D Annunzio Istituto Superiore di Studi Musicali Gaetano Braga di Teramo basilicata Università degli Studi della Basilicata Università-degli-Studi-della-Basilicata Conservatorio di Musica di Matera Egidio R. Duni Conservatorio di Musica di Potenza Gesualdo da Venosa calabria Università della Calabria Università-della-Calabria Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria uni mediterranea Conservatorio di Musica Torrefranca Vibo Valentia Conservatorio di Musica di Reggio Calabria F. Cilea Conservatorio-Francesco-Cilea Conservatorio di Musica di Cosenza Giacomantonio Istituto Musicale pareggiato conservatoriodimusica.tchaikovsky di San Mango D Aquinio (CZ) P.I Tchaikovsky Accademia di Belle Arti Catanzaro Accademia di Belle Arti Reggio Calabria Accademia-di-Belle-Arti campania Università degli Studi di Napoli Federico II Università-degli-Studi-di-Napoli-Federico-II Università degli Studi di Napoli L Orientale Università-degli-Studi-di-Napoli-LOrientale Università degli Studi di Napoli Partenophe Università-degli-Studi-di-Napoli-Parthenope Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa Università-degli-Studi-Suor-Orsola-Benincasa Seconda Università degli Studi di Napoli Unina2 Università degli Studi del Sannio UNISANNIO-Università-degli-Studi-di-Benevento Università degli Studi di Salerno Università-degli-Studi-di-Salerno Accademia di Belle Arti Napoli Accademia-di-belle-arti-di-Napoli Conservatorio di musica di Avellino Domenico Cimarosa Conservatorio-di-Musica-Cimarosa-di-Avellino Conservatorio di musica di Benevento Nicola Sala Conservatorio di Musica di Napoli S.Pietro a Majella Conservatorio-di-San-Pietro-a-Majella Conservatorio di Musica Salerno EMIL. ROMAGNA Università degli Studi di Bologna Alma Mater Alma mater studiorum Università di Bologna Università degli Studi di Ferrara Università-degli-Studi-di-Ferrara Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Università-degli-Studi-di-Modena-e-Reggio-Emilia Università degli Studi di Parma unipr Accademia di Belle Arti Bologna Accademia-di-Belle-Arti-di-Bologna Accademia di Belle Arti Ravenna Conservatorio di Bologna Giovan B.Martini Conservatorio di Ferrara Girolamo Frescobaldi Conservatorio-di-Ferrara-Corso-di-Musica-applicata Conservatorio di Cesena Bruno Maderna Istituto musicale di Modena Vecchi Tonelli vecchitonelli Conservatorio di musica di Parma Arrigo Boito Conservatorio di musica di Piacenza Giuseppe Nicolini Istituto musicale di Ravenna Giuseppe Verdi Istituto musicale di Reggio Emilia Achille Peri Istituto musicale di Rimini G.Lettimi friuli v. giulia SISSA Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati Università degli Studi di Trieste universitatrieste Università degli Studi di Udine uniud Conservatorio di musica Tartini Trieste Conservatorio-di-musica-Giuseppe-Tartini-Trieste lazio IUSM - Università degli Studi di Roma Foro Italico Libera Università degli Studi San Pio V luspio LUISS - Libera Università Internazionale uni.luiss degli Studi Sociali Guido Carli LUMSA - Libera Università Maria Ss. Assunta Università-LUMSA-LUMSAORIENTA Università Campus Bio-Medico di Roma Università-Campus-Bio-Medico-di-Roma Università degli Studi della Tuscia www3.unitus.it Università-degli-Studi-della-Tuscia Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale universita.cassino Sapienza Università di Roma SapienzaRoma Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università-degli-Studi-di-Roma-Tor-Vergata Università degli Studi Europea di Roma UniversitaEuropeaDiRoma Università degli Studi Roma Tre universita.tre

13 l università social 13 Regione Università sito web social network lazio Accademia delle Belle Arti di Frosinone Accademia-di-Belle-Arti-FROSINONE Conservatorio di Frosinone Licinio Refice Conservatorio di Latina Ottorino Respighi Conservatorio-statale-di-musica-ORespighi-LATINA Conservatorio di Roma Santa Cecilia liguria Università degli Studi di Genova Università-degli-Studi-di-Genova Conservatorio di Genova Nicolò Paganini conservatorio.genova Conservatorio di La spezia Giacomo Puccini lombardia IULM - Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM.Universita Politecnico di Milano polimi Università Carlo Cattaneo - LIUC Liuc Università Cattolica del Sacro Cuore UniCattolicaMI Università Commerciale Luigi Bocconi Università-Bocconi-Italian Università degli Studi dell Insubria Varese-Como Università degli Studi di Bergamo Università-degli-studi-di-Bergamo Università degli Studi di Brescia unibs.official Università degli Studi di Milano lastatale Università degli Studi di Milano-Bicocca bicocca Università degli Studi di Pavia universitapavia Università Vita-Salute San Raffaele Università-Vita-Salute-San-Raffaele Accademia di Belle Arti di Milano Brera Conservatorio di Brescia Luca Marenzio Conservatorio di Cuneo G.F. Ghedini conservatorio.cuneo Conservatorio di Mantova Lucio Campiani Conservatorio di Milano Giuseppe Verdi Istituto musicale pareggiato Gaetano Donizetti Bergamo Istituto musicale pareggiato Claudio Monteverdi Cremona Istituto musicale pareggiato Giacomo Puccini Gallarate (MI) Istituto musicale pareggiato Franco Vittadini di Pavia marche Università Politecnica delle Marche Università-Politecnica-delle-Marche Università degli Studi di Camerino unicam.ufficiostampa Università degli Studi di Macerata università.macerata Università degli Studi di Urbino Carlo Bo uniurbit Accademia di Belle Arti Macerata www2.abamc.it Accademia-di-belle-arti-di-Macerata Accademia di Belle Arti Urbino accademia.belle.arti.urbino Conservatorio di Musica di Pesaro Gioacchino Rossini Conservatorio di Musica di Fermo G.B. Pergolesi Conservatorio-di-Musica-GB-Pergolesi-Fermo Istituto musicale Pareggiato Giovambattista Pergolesi molise Università degli Studi del Molise Università-degli-Studi-di-Molise Conservatorio di musica di Campobasso Lorenzo Perosi piemonte Politecnico di Torino politecnicotorino Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro unipmn Università degli Studi di Torino unito.it Università di Scienze Gastronomiche UNISG.University.of.Gastronomic.Sciences Accademia di Belle Arti di Torino Albertina Conservatorio di musica di Alessandria Antonio Vivaldi Conservatorio di musica di Novara Guido Cantelli puglia LUM - Libera Università Mediterranea Jean Monnet liberauniversitamediterranea Politecnico di Bari forumpoliba Università degli Studi di Bari unibait Università degli Studi di Foggia Università-degli-Studi-di-Foggia Università degli Studi del Salento universitadelsalento Accademia di Belle Arti di Bari Accademia-di-belle-arti-di-Bari Accademia di Belle Arti di Foggia arteattiva.abafg Accademia di Belle Arti di Lecce Conservatorio di musica di Bari Niccolò Piccinni nuke.conservatoriopiccinni.it Conservatorio di musica di Foggia Umberto Giordano Conservatorio di musica di Lecce Tito Schipa Conservatorio di musica di Monopoli Nino Rota Istituto musicale pareggiato di Ceglie Messapica (BA) sardegna Università degli Studi di Cagliari unica.cagliari Università degli Studi di Sassari Università-di-Sassari Accademia di Belle Arti Sassari Accademia-di-Belle-Arti-di-Sassari

14 14 l università social Regione Università sito web social network sardegna Conservatorio di musica Pierluigi da Palestrina Conservatorio di musica Luigi Canepa sicilia Università degli Studi di Catania Università-degli-Studi-di-Catania Università degli Studi di Messina Università-degli-Studi-di-Messina Università degli Studi di Palermo Università-Degli-Studi-Di-Palermo Accademia di Belle Arti Catania Accademia-di-Belle-Arti-di-Catania Accademia di Belle Arti Palermo accademiadipalermo Istituto musicale pareggiato Arturo Toscanini Ribera Istituto superiore di studi musicali Vincenzo Bellini Caltanissetta Istituto musicale pareggiato Bellini Catania Istituto-musicale-Vincenzo-Bellini-di-Catania Conservatorio di musica di Messina Arcangelo Corelli Conservatorio di musica di Palermo Vincenzo Bellini Conservatorio-Vincenzo-Bellini Conservatorio di musica di Trapani Antonio Scontrino Conservatorio-di-Musica-AScontrino-di-Trapani toscana Università degli Studi di Firenze Università degli Studi di Pisa Università-di-Pisa-Pagina-Ufficiale Università degli Studi di Siena unisiena Università per Stranieri di Siena Unistrasi Scuola Normale Superiore di Pisa Scuola-Normale-Superiore-di-Pisa Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento scuolasuperioresantanna Sant Anna Pisa Istituto Musicale pareggiato Luigi Boccherini Lucca Istituto musicale pareggiato R. Franci Siena istitutofranci Conservatorio di Firenze Luigi Cherubini Conservatorio-Luigi-Cherubini tren. A.Adig e Libera Università di Bolzano FUBozenBolzano Università degli Studi di Trento UniTrento Conservatorio di musica di Bolzano Claudio Monteverdi Esercitazioni-Corali-al-Conservatorio- Claudio-Monteverdi-di-BolzanoBozen Conservatorio di musica di Trento Francesco A.Bonporti conservatorio.tn umbria Università degli Studi di Perugia Università-degli-Studi-di-Perugia Università per Stranieri di Perugia Università-per-Stranieri-di-Perugia Conservatorio di Perugia Francesco Morlacchi conservatorio.diperugia Istituto musicale pareggiato Giulio Briccialdi valle d aosta Università della Valle d Aosta Università-della-Valle-dAosta- Université de la Vallée D Aoste Université-de-la-Vallée-dAoste veneto Università Iuav di Venezia Università-Iuav-di-Venezia Università Ca Foscari di Venezia cafoscari Università degli Studi di Padova unipd Università degli Studi di Verona univr Accademia di Belle Arti di Venezia Accademia-di-Belle-Arti-di-Venezia Conservatorio Statale di musica di Padova Cesare Pollini Conservatorio di musica di Adria Antonio Buzzolla Conservatorio-di-musica-Antonio-Buzzolla-di-Adria Conservatorio di musica di Rovigo Francesco Venezze Conservatorio di musica di Castelfranco Veneto Agostino Steffani Conservatorio di musica di Venezia Benedetto Marcello Conservatorio-Benedetto-Marcello Conservatorio di musica di Verona F.E. dall Abaco Conservatorio-di-Musica-FE-Dall-Abaco-Verona Conservatorio di musica di Vicenza Arrigo Pedrollo conservatorio.divicenza.9 univ.telematiche Università telematica Leonardo da Vinci Università-telematica-Leonardo-da-Vinci E campus Università Telematica Università-telematica-e-Campus Università Telematica Guglielmo Marconi Università-degli-Studi-Guglielmo-Marconi Università Telematica UNITELMA SAPIENZA Università-telematica-UNITELMA-Sapienza Università Telematica Internazionale UNINETTUNO utiu.university Università Telematica Giustino Fortunato uni fortunato Università Telematica Pegaso universitatelematicapegaso Università Telematica Niccolò Cusano universitatelematica.niccolocusano Università Telematica San Raffaele Roma Telematica Universitas Mercatorum Universitas-Mercatorum

15 l università social 15 scopri se sei uno studente social IL TEST DEL CORRIERE UNIVERSITA JOB 1. Quante ore passi in media al computer? A. Meno di 1 ora al giorno B. Da 1 a 3 ore al giorno C. Da 4 a 6 ore al giorno D. Da 6 a 8 ore al girono E. Più di 6 ore al giorno 2. A quale di questi social network sei iscritto/a? A. A nessun social network B. Ho un account su alcuni social network ma non li uso C. Uso solo Facebook D. Uso Facebook e Twitter E. Uso Facebook, Twitter, Youtube, Google+, Linckedin chi più ne ha più ne metta.. 3. Quanto usi i social network? A. Mai B. Poco C. Occasionalmente D. Più volte al giorno E. Sempre 4. Se hai un profilo personale Facebook, quando aggiorni il tuo Status? A. Quasi mai B. Una volta al mese: tanto per non far morire il profilo C. Una volta a settimana: quando mi succede qualcosa di eclatante da raccontare al World Wide Web D. Una volta al giorno: per aggiornare i miei Amici circa quello che penso e/o vivo E. Più volte al giorno: passo da scrivere massime ed aforismi alle cose più futili che mi frullano in testa 5. Quanto spesso condividi link, commenti o metti Mi piace su Facebook? A. Quasi mai B. Condivido, commento o metto Mi piace solo agli Status e link degli amici più stretti C. Solo per gli Status e link più interessanti o divertenti D. Solo per i link riguardanti miei interessi particolari E. Condivido, commento e metto Mi piace a ogni tipo di Status e link 6. Se hai un profilo personale Twitter, quanto Twitti o Retwitti? A. Quasi mai B. Una volta ogni tanto: per non far morire il mio profilo C. Retwitto solo le cose che ritengo interessanti, ma non Twitto personalmente D. Twitto frasi semplici e spesso e/o # E. Twitto e Retwitto più volte al giorno tutti i giorni 7. Se hai un profilo personale su Twitter, che tipo di persone Segui? A. Non seguo nessuno B. Solo familiari e amici C. Seguo familiari, amici e colleghi che conosco personalmente D. Seguo amici, amici di amici e personaggi che ritengo interessanti E. Seguo chiunque mi capiti 8. Se hai un account Youtube, in che modo lo utilizzi? A. Non ho canale personale Youtube: lo uso sporadicamente B. Ho un canale personale ma non carico video C. Ho un canale personale: guardo video altrui e ogni tanto carico video personali D. Lo uso come un diario personale interattivo E. Guardo video e carico video personali e video risposta per altri utenti 9. Utilizzi dispositivi mobili (smartphone, tablet) per connetterti ai social network? A. No non possiedo questi dispositivi B. Possiedo uno smartphone ma non lo uso per i social network C. Uso raramente le applicazioni dei social network dal mio smartphone, preferisco il mio personal computer D. Attivo le applicazioni ai social network e mi connetto quando ho tempo libero e non sono a casa E. Si tengo sempre accesi e connessi i miei account sui social network, pronti all uso in ogni momento o luogo 10. Che uso fai dei social network? A. Non li uso, li ritengo di poca utilità e me ne tengo alla larga. B. Li uso molto raramente; ho creato i miei profili personali solo perché oggigiorno è una cosa quasi necessaria. C. Li uso occasionalmente per tenermi in contatto con le persone che conosco: vicine e lontane. D. Li uso abbastanza spesso. E. Non riesco a farne a meno. risultati Maggioranza di A: Non sei affatto uno studente social Non usi i social network e anzi li ritieni inutili. Non ti importa di non essere al passo con i tempi e la tecnologia che invade la società moderna, la tua vita quotidiana non risente della mancanza di una vita virtuale. Maggioranza di B: Sei un tipo poco Social Certamente non consideri i social network una parte essenziale o necessaria nella tua vita. Senza riesci a vivere benissimo ugualmente. Sono solo una comodità in più di cui usufruire occasionalmente. Ormai tutti hanno un profilo Facebook e anche Twitter sta guadagnando terreno in Italia, ma il tuo rapporto con i social network rimane sempre basato sulla diffidenza e sulla noia: non capisci cosa ci trovino tutti di così speciale... Maggioranza di C: Sei uno studente social quanto basta I social network per te sono uno strumento utile; un ottimo mezzo di comunicazione per tenerti sempre in contatto con tutti in modo facile e veloce. Li consideri delle reti virtuali che permettono di organizzare e mantenere vive le relazioni sociali, sia personali sia professionali, tramite applicazioni on-line. Maggioranza di D: Sei un social sano Tra facebook-addicted e twitstar varie è difficile riuscire a utilizzare in modo sano i social network senza cadere nella loro rete: riesci a usarli quotidianamente senza farli diventare un ossessione perché hai capito che la portata del mezzo in sé è strepitosa, ma va utilizzata in modo intelligente. Leggi i blog e le discussioni nei social network; guardi i video; leggi le recensioni e i commenti su prodotti e servizi. Ritieni i social network uno strumento per tenerti in contatto con gli amici, i colleghi e le persone che conosci ma anche conoscere gente nuova! Maggioranza di E: Sei un social networker addicted Aggiorni il tuo status e twitti ad ogni evenienza; dai la tua opinione su prodotti e servizi; commenti i blog di altri utenti; contribuisci alle discussioni; usi i feed RSS; aggiungi i Tag alle foto; usi i bottoni Mi piace e Condividi. Non riesci a farne a meno, oramai i social network fanno parte della tua vita e non puoi separartene neanche un istante. Ogni occasione è buona per urlare al mondo intero cosi vivi o pensi! Carichi i tuoi video e le tue foto. Scrivi post, articoli, storie e le pubblichi. Non riesci a stare un intera giornata senza aggiornare il tuo status su Facebook, twittare qualcosa o postare una foto su Instagram: i social network sono entrati nella tua vita quotidiana in modo quasi ossessivo, ogni tanto prova a trascorrere qualche ora senza loggare!

16 16 FORMAZIONE-LAVORO scuole di eccellenza Le scuole di eccellenza sono istituti di alta formazione destinati alla didattica dottorale e post-dottorale, dotate di un corpo docente permanente, un proprio bilancio e autonomi organismi dirigenti. Queste scuole, sono nate sul modello francese delle grandes ecoles proprio per adeguare l alta formazione italiana agli standard europei e degli Stati Uniti. Istituto Italiano di Scienze Umane di Firenze Accesso: rigorosa selezione dei criteri qualitativi L Istituto Italiano di Scienze Umane di Firenze è la prima università italiana dedicata esclusivamente all alta formazione nell ambito delle scienze umane. Il suo sviluppo nel corso degli anni è sempre stato teso all arricchimento della ricerca e della formazione in ambito didattico. La scuola, fortemente aperta all internazionalizzazione, garantisce mobilità agli studenti, alta qualità del corpo docente e promozione dello sviluppo socio-culturale del nostro Paese. Scuola Superiore Santa Chiara di Siena Accesso: Gli studenti sono gli iscritti alle Scuole di Dottorato e agli altri corsi di studio post-laurea afferenti alla Scuola Superiore. La Scuola Superiore Santa Chiara si snoda in Progetti Multidisciplinari, proposti da almeno tre Scuole di Dottorato e bandisce Visiting Chair su discipline emergenti che si trovano all incrocio fra discipline già consolidate. I principali ambiti di interesse variano dalle biotecnologie al diritto, dalla logica alla filologia romanza ma anche genetica, preistoria e protostoria. Le sedi ospitano i visiting research students, i titolari delle chair e i fellow dove possono essere anche organizzati convegni scientifici e workshop. Scuola Superiore di Catania Accesso: Esame d ingresso La Scuola Superiore di Catania rappresenta un elemento di forte attrazione nel panorama del Mezzogiorno. L istituto opera principalmente nei seguenti campi: beni culturali, biotecnologia, diritti umani ed informazione quantistica. Gli studenti vivono gratuitamente nella struttura godendo, oltre che di grande qualità della didattica, anche di proiezioni cinematografiche a tema, incontri culturali, attività sportive e ricreative. Istituto di Studi Avanzati di Lucca Accesso: 75 studenti ogni anno. Iscrizione gratuita per tutti, solo per 40 gratuiti anche vitto e alloggio più una borsa di studio. La Scuola di dottorato IMT Alti Studi di Lucca opera in settori strategici per lo sviluppo culturale, sociale e produttivo del Paese quali: biorobotica, scienza ed ingegneria dell informatica, tecnologia e management dei beni culturali, economia, mercati ed istituzioni, sistemi politici e cambiamenti istituzionali. L IMT ha un forte approccio interdisciplinare grazie al prestigio scientifico del corpo docente e all elevata predisposizione all internazionalizzazione. Scuola Normale Superiore di Pisa Accesso: concorso scritto ed orale Nata nell ottobre 1810 come succursale dell École Normale di Parigi rappresenta un dei massimi centri dell alta formazione. Le sue attività didattiche rendono l Istituto un riferimento per la ricerca a livello nazionale e internazionale. L offerta si basa su due principali cardini: materie umanistiche (lettere, storia, filosofia, storia dell arte, archeologia) e materie scientifiche (scienze biologiche, chimica, fisica, informatica, matematica). Per avvicinare gli studenti al mondo delle imprese, organizza incontri con enti o aziende operanti a livello nazionale e internazionale ed esperienze di valore formativo professionale per un primo contatto con il lavoro. Scuola Superiore Sant Anna di Pisa Accesso: rigida selezione d ingresso L attività di ricerca della Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, si svolge all interno di laboratori e centri di ricerca del Polo Scientifico della Scuola. L attività di ricerca si suddivide in una formazione universitaria ordinaria, una formazione di perfezionamento triennale post-laurea e dottorato, master e alta formazione. L offerta didattica è relativa all ambito delle scienze applicate: economiche, giuridiche, politiche, sociali, agrarie, mediche, sperimentali ed ingegneria industriale. Per favorire l inserimento degli studenti nel mondo del lavoro, la scuola dà spazio a collaborazioni con enti, aziende e industrie. Istituto Superiore Universitario di Formazione Interdisciplinare di Lecce Accesso: selezione tramite test d ingresso Learning in action è il metodo privilegiato dall Isufi, ovvero apprendere e allo stesso tempo ottenere risultati concreti. Si propone come ponte di collegamento interdisciplinare di giovani,

17 Con Camplus fare l'università è molto di più! TUTORSHIP INCONTRI CULTURALI COLLEGE COMMUNITY CAREERS SERVICE Scegli la residenza e la soluzione che fa per te a: MILANO TORINO BOLOGNA CATANIA Borse di studio per studenti meritevoli La rete di residenze universitarie Camplus ti offre: strutture di qualità tutorati personalizzati workshop e tirocini in azienda spazi per studio e svago incontri e attività culturali Camplus è una realtà in cui università, cultura e mondo del lavoro si incontrano. Il modo migliore per vivere intensamente gli anni dell università e costruire il proprio futuro. Per informazioni chiama il numero verde

18 18 FORMAZIONE-LAVORO provenienti dall Italia ma anche dai diversi Paesi del mondo. L Istituto concentra le sue attività su quattro aree di innovazione: nanoscienze e grid computing, diritti e politiche euro mediterranee, e-business management e beni culturali. Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia Accesso: concorso nazionale di selezione L Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia opera su tre livelli: dai corsi pre-laurea della SUS ai master internazionali distinti in otto indirizzi (scienza e tecnologia dei media, scienza dei materiali, gestione integrata dell ambiente, cooperazione e sviluppo, tecnologie nucleari e delle radiazioni ionizzanti, riduzione del rischio sismico, metodi per la gestione dei sistemi complessi, seminario internazionale di progettazione) ai corsi post-laurea specialistica, ovvero dottorati o corsi della SAFI. Fondamentali tra le attività dell Istituto, i corsi ordinari, distinti in quattro classi: scienze umane, scienze sociali, scienze e tecnologie, scienze biomediche. Scuola Internazionale di Studi Avanzati di Trieste Accesso: concorso di selezione La SISSA di Trieste è un istituto di ricerca e di istruzione superiore di grado post-universitario primo in Italia a fornire il titolo di Ph.D. La didattica si snoda nei seguenti settori: analisi funzionali e applicazioni, astrofisica, fisica matematica, fisica statistica e biologica, neurobiologia, neuroscienze cognitive, teoria degli stati condensati, teoria delle particelle elementari. I vari settori di ricerca conducono progetti di ricerca originali e organizzano training per laureati che si svolgono in tutto il mondo. PARLA IL DIRETTORE Guido Martinelli, Direttore della SISSA International School for Advanced Studies Gli ingredienti importanti per partecipare a questa avventura sono la motivazione, la forte passione per la ricerca scientifica, il talento per l innovazione e l originalità di pensiero Quali sono le competenze che uno studente deve accertare di possedere prima di considerare una scuola di eccellenza nel proprio percorso di studi? Per accedere all esame, oltre ai titoli di studio richiesti e due lettere di presentazione, uno studente deve avere un profilo (tipo di studi e risultati) di alto livello. Al momento del concorso bisogna superare una serie di prove scritte e orali sulla competenza scientifica nel campo di interesse, fra le materie affrontate nei corsi. Oltre ad una valutazione personale molti considerano anche il lato economico. Oggi quanto costa in media essere eccellente? Presso la Sissa i corsi di PhD sono gratuiti, la scuola fornisce inoltre uno stipendio lordo annuo di circa euro, un contributo per l alloggio di 100 euro al mese, 400 euro per l acquisto di un laptop, fino a 500 euro per un viaggio a casa per gli studenti e tracomunitari, e altro ancora. Anche i viaggi di lavoro, la partecipazione a congressi internazionali e le visite a laboratori stranieri vengono pagati. Quali ritiene siano i settori con maggiore possibilità di occupazione? Le scuole in generale offrono ottime opportunità in termine di occupazione, per quanto riguarda la nostra scuola tutti i settori scientifici offrono ottime possibilità di carriera: il 50% degli allievi ha una posizione permanente e almeno il 93% è occupato. Più dell 80% è occupato nella ricerca accademica. Circa il 5% lavora in quella privata o nel settore IT, quasi il 3% nella finanza. Circa il 40% lavora in Italia, circa il 25% in altri paesi UE, più del 13% negli Stati Uniti. Un suo personale consiglio agli studenti che intendono approcciare ad una scuola di eccellenza. Gli ingredienti importanti per partecipare a questa avventura sono la motivazione, la forte passione per la ricerca scientifica, il talento per l innovazione e l originalità di pensiero. Lo studente che intenda conseguire una formazione rigorosa in un ambiente internazionale, lavorando fianco a fianco con scienziati di alto profilo, troverà da noi l ambiente più favorevole. m.g. PARLA LO STUDENTE Alice Leone, Laureata presso la Scuola Normale di Pisa Il consiglio è quello di partire da ciò che si ha voglia di studiare o diventare e trovare il percorso migliore per quel risultato Come è stata la tua esperienza dopo il diploma di scuola superiore? Per quello che mi riguarda la decisione sulla strada da prendere dopo le superiori era già maturata nei mesi precedenti, quindi immediatamente dopo il diploma ho iniziato la preparazione per gli esami di ammissione alla Scuola Normale, pur lasciandomi un po di tempo per festeggiare la fine del liceo. Quanto ai mesi successivi, la prima fase di adattamento alla vita universitaria è stata complicata. Si tratta di un ambiente diverso dalle superiori, che prevede dei ritmi ed un tipo di studi molto più autonomi e quindi difficili da gestire. Nel mio caso poi il cambiamento di città e la vita da studentessa fuorisede sono stati un altra novità con cui fare i conti. In questo senso una struttura come la Scuola Normale, che prevede la residenza nei collegi e la mensa, semplifica molto il passaggio. Che tipo di valutazione hai fatto prima di scegliere una scuola di eccellenza? Nel mio caso la decisione è arrivata in un primo momento su suggerimento dei miei genitori, ma si è trattato soprattutto di una scelta dettata dal desiderio di studiare al meglio possibile una materia, come le lettere antiche, che non offre di per se particolari sbocchi professionali. Una scuola di eccellenza come la Scuola Normale permette di ricevere una formazione di altissimo livello ed offre una qualifica in più che in un campo che prevede poche opportunità è sempre un elemento positivo. Come ti sei appassionata alle materie che studi? Credo di aver deciso di studiare il mondo antico quando ero ancora alle elementari, e mi sono innamorata della mitologia greca. Allora sognavo di diventare archeologa subacquea. Naturalmente il progetto iniziale ha subito qualche variazione, e nella prima fase della mia carriera universitaria mi sono dedicata soprattutto ai testi antichi, che già al liceo avevo cominciato a conoscere e leggere. In realtà poi proseguendo nel mio percorso ho finito per riavvicinarmi alla strada iniziale e a dedicarmi in primo luogo alla storia antica, che è la materia in cui mi sono poi laureata, ed anche all archeologia, il cui fascino mi è sempre stato molto chiaro. Un messaggio per i ragazzi che devono affrontare la scelta Il consiglio è quello di partire da ciò che si ha voglia di studiare o diventare e trovare il percorso migliore per quel risultato senza avere paura di cambiare quando serve la strada che si è presa. m.g.

19 testimonianze Tra vecchi ricordi e passioni i vip vi augurano 19 buona fortuna luisa corna Le attività con sfondo umanitario sono ciò di più alto possa scegliere un giovane studente, essendo un settore che ci coinvolge in prima persona, così come tutto ciò che riguarda la salvaguardia dell ambiente, anche se ho la consapevolezza che le nuove professioni sono quelle legate al mondo di internet. Lavorare nel mondo dello spettacolo non è stata una vera e propria scelta, ma un istintività fortissima, un grande desiderio che fortunatamente si è avverato. Però erano anche anni diversi, tutto era più semplice, l economia era in crescita e ci si poteva permettere con più facilità di inseguire i propri sogni. Non che oggi non lo si debba fare, anzi, ma è più difficile. Se non avessi lavorato nello spettacolo mi sarebbe piaciuto fare psicologia ma ora non è più possibile. C è un mondo che ha bisogno di voi, di giovani di talento che diano dei segnali forti. Con questo non voglio parlare dell ossessione di doversi ad ogni costo imporre professionalmente, inseguendo il potere, la fama, la ricchezza, parlo di valori umani costruttivi che questa società ha perso e che deve ritrovare e voi giovani siete l unica forza che abbiamo. In bocca al lupo! enzo iacchetti Dico ai ragazzi che studiano che auguro loro il futuro che si meritano, un futuro che le nostre generazioni non sono riuscite a preparare, auguro loro altresì di non accontentarsi mai, di prendere la vita anche con un po di rabbia quando ci vuole. In bocca al lupo, io vi sono vicino FLAVIO INSINNA Se oggi dovessi scegliere una facoltà sarebbe medicina, per proseguire il lavoro iniziato e per tanti anni portato avanti da mio papà. Ma se dovessi cambiare improvvisamente lavoro sono certo che mi dedicherei ad una piccola attività che abbia a che fare con il mare. Le idee vanno coltivate e difese. Non ve le fate soffocare dalle difficoltà della vita. Vi auguro di avere sempre entusiasmo da bambino e pensieri da uomo LUCA ARGENTERO Se oggi dovessi iscrivermi all università, sarebbe una scelta difficile, come quando mi trovai a doverla fare davvero. Oggi ci sono molte possibilità che vaglierei: un corso di laurea eco, una laurea in lingue (cinese magari), una facoltà che abbia a che fare con lo sport. Sarei confuso insomma, come è normale quando ci si trova davanti ad un bivio cruciale. La vita poi mi ha dimostrato quanto poco si possa indirizzare il destino: mi sono laureato in economia e faccio l attore. L importante è lo studio come forma di educazione alla vita sociale, all apprendimento, all uso della parola. Poi bisogna lasciarsi guidare dalla passione e dalla vita. Mi piacerebbe diventare un fotografo ma oggi è solo una grande passione. State per iniziare una delle tappe più esaltanti della vita di un essere umano, piena di incontri, esperienze, difficoltà e soddisfazioni, il tutto condito dalla forza degli anni ruggenti della giovinezza, con la consapevolezza che, finita questa corsa, vi chiederanno di essere adulti. E allora vi auguro di arrivare a quel giorno senza rimpianti, divertiti dal viaggio, preparati e pronti a realizzare i sogni che avrete progettato in questi anni di formazione. In bocca al lupo

20 20 OFFERTA FORMATIVA agraria ACCESSO: prove di ingresso locali, non a numero programmato OBIETTIVI FORMATIVI La facoltà di agraria si propone di fornire agli studenti le basi culturali, gli strumenti scientifici e tecnici per promuovere e sviluppare l innovazione tecnologica e gestionale nel settore primario nel rispetto dell ambiente e della salvaguardia del benessere animale. Tra le aree di studio: agricoltura, allevamento, aziende ittiche, aziende minerarie e di estrazione, scienze forestali, agro tecnologie per il territorio, tutela dell ambiente e del territorio, tecnologie e produzioni animali e scienze gastronomiche in un ottica di sostenibilità. Consideriamo che l industrializzazione della produzione alimentare e la costante espansione del mercato internazionale, hanno reso indispensabile un salto di qualità nel processo di industrializzazione delle preparazioni alimentari, realizzabile solo attraverso l intervento di tecnologi specializzati nella produzione, distribuzione e controllo degli alimenti di origine animale e vegetale, qualità e sicurezza dei cibi, così per i terreni, le foreste e il cibo. I corsi di laurea sono spesso strettamente collegati al tessuto connettivo agroalimentare del territorio, contribuendo a livello nazionale ed internazionale all avanzamento delle conoscenze scientifiche e alla formazione degli studenti. Le materie oggetto di studio sono caratterizzate dalla n PARLA IL PRofessore Anna Carbone Professore associato di Economia agraria ed estimo rurale - Università della Tuscia - Viterbo Un e cursus, sul mondo articolato dell agraria e sulle infinite possibilità formative e professionali in una dimensione di sostenibilità ambientale ed umana. Quali sono le caratteristiche chiave di un aspirante studente di Agraria? La scarsa conoscenza delle materie scientifiche, potrebbe costituire un deterrente? I nostri studenti provengono da studi superiori molto differenti: la n SBOCCHI PROFESSIONALI La facoltà di agraria prepara tecnici in grado di gestire problematiche del comparto agrario, nei settori della produzione agricola, vegetale, zootecnica, ambientale e nel campo delle scienze gastronomiche. Il laureato in agraria può dedicarsi alla libera professione in forma singola o associata, fornendo consulenze specialistiche oppure può inserirsi nella pubblica amministrazione, nelle aziende private e nelle istituzioni di ricerca. Agronomi, zoonomi e biotecnologi agrari, per esercitare la professione, devono essere iscritti all albo sezione B. Mentre i dottori agronomi e forestali, albo sezione A (laurea magistrale) La capacità di lavorare in maniera interdisciplinare porta il laureato in agraria anche a nuove professionalità ed occasioni di lavoro tra le quali ricordiamo la diagnostica delle strutture lignee, così come le fattorie didattiche e l agriturismo. Ecco, in sintesi, un ventaglio delle professioni: tecnologo agronomo, enologo, agronomo forestale, zoonomo, specialista delle scienze gastronomiche, merceologo alimentare, tecnico dell alimentazione, agronomo sociale, educatore ambientale, ispettore e valutatore processi di qualità. ABRUZZO Università degli Studi di Teramo BASILICATA Università degli Studi della Basilicata CALABRIA Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria CAMPANIA Università degli Studi di Napoli Federico II EMILIA ROMAGNA Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia; Università degli Studi di Parma; Università di Bologna FRIULI VENEZIA GIULIA Università degli Studi di Udine LAZIO Università degli Studi della Tuscia LOMBARDIA Università degli Studi di Milano; Università Cattolica del Sacro Cuore MARCHE Università Politecnica delle Marche MOLISE Università degli Studi del Molise PIEMONTE Università degli Studi di Torino, Università di Scienze Gastronomiche (Bra) PUGLIA Università degli Studi di Bari; Università degli Studi di Foggia SARDEGNA Università degli Studi di Sassari SICILIA Università degli Studi di Catania; Università degli Studi di Palermo; Università degli Studi di Messina* (Scienze Gastronomiche- Medicina e Chirurgia) TOSCANA Università degli Studi di Firenze;Università degli Studi di Pisa TRENTINO ALTO ADIGE Libera Università di Bolzano (Scienze e Tecnologie) UMBRIA Università degli Studi di Perugia VENETO Università degli Studi di Padova; Università degli Studi di Verona Università telematica Università Telematica San Raffaele Roma* (Scienze dell alimentazione e della Gastronomia) Università Telematica Guglielmo Marconi Roma * corso di laurea

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

0.414.994.541. Accordo

0.414.994.541. Accordo Testo originale 0.414.994.541 Accordo tra il Consiglio Federale Svizzero ed il Governo della Repubblica Italiana sul reciproco riconoscimento delle equivalenze nel settore universitario Concluso il 7 dicembre

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014)

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014) GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014 (Ottobre 2014) I dati presenti in questa pubblicazione fanno riferimento agli studenti con cittadinanza non italiana dell anno scolastico

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Regioni, province e grandi comuni

Regioni, province e grandi comuni SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 2 0 0 4 Settore Popolazione Tavole di mortalità della popolazione italiana Regioni, province e grandi comuni Anno 2000 Informazioni n. 28-2004

Dettagli

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 di Andrea Cammelli, Serena Cesetti e Davide Cristofori 1. Aspetti introduttivi Dal 1998 AlmaLaurea, attraverso

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 ANALISI COMPARATIVA DATI 2011-2012-2013 ANALISI DATI AGGREGATI 2011-2012- 2013 ANDAMENTO INFORTUNI NEL QUADRIENNIO

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2.1 La concentrazione degli alunni con cittadinanza non italiana in specifiche scuole e nei differenti ordini e gradi scolastici Dall analisi

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 1957, n. 686, Norme di esecuzione del T.U. delle disposizioni sullo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente

Dettagli

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Roma, aprile 2015 c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso capitali della bici, almeno un quarto degli abitanti in bici tutti

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Parere n. 5 del 22/6/2011 Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Oggetto: Programmazione nazionale dei

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro 2013 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Direzione V, Ufficio VI (UCAMP) Ufficio Centrale

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

Elenco enti, istituti e aziende per il diritto allo studio universitario

Elenco enti, istituti e aziende per il diritto allo studio universitario Elenco enti, istituti e aziende per il diritto allo studio universitario Ancona Ente regionale per il diritto allo studio universitario (Ersu), Vicolo della Serpe 1, 60121 Ancona, tel. 071-227411 (centr.),

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Presentazione delle Schede DAT

Presentazione delle Schede DAT UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CAGLIARI CAMPUS UNICA Presentazione delle Schede DAT Dati e indicatori statistici Sono di seguito presentati dettagliatamente i dati e gli indicatori richiesti dal Modello CRUI per

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore 1 di 20 Insegnamenti di Informatica nelle scuole superiori: la situazione attuale Prof. Minerva Augusto (Membro del Consiglio

Dettagli

Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni Sanitarie (Presidente: Prof. Luigi Frati)

Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni Sanitarie (Presidente: Prof. Luigi Frati) Conferenza Permanente delle Classi di Laurea delle Professioni Sanitarie (Presidente: Prof. Luigi Frati) LAUREE DELLE PROFESSIONI SANITARIE Rapporto Mastrillo anno 21 Dati sull accesso ai corsi e programmazione

Dettagli

Lauree triennali ed equipollenza dei titoli di studio pregressi: si sta per chiarire un grande equivoco?

Lauree triennali ed equipollenza dei titoli di studio pregressi: si sta per chiarire un grande equivoco? Lauree triennali ed equipollenza dei titoli di studio pregressi: si sta per chiarire un grande equivoco? Al fine dell iscrizione alle Lauree specialistiche delle professioni sanitarie non è necessario

Dettagli

Roma, aprile 2012 L EVOLUZIONE NEI RAPPORTI TRA UNIVERSITÀ,

Roma, aprile 2012 L EVOLUZIONE NEI RAPPORTI TRA UNIVERSITÀ, Roma, aprile 2012 L EVOLUZIONE NEI RAPPORTI TRA UNIVERSITÀ, TERRITORIO E MONDO DEL LAVORO IN ITALIA: Un riepilogo delle principali trasformazioni degli ultimi venti anni di Cristiana Rita Alfonsi e Patrizia

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D. R. 767 del 30/06/2014 MANIFESTO GENERALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTA la Legge 19 novembre 1990

Dettagli

Università degli Studi di Firenze

Università degli Studi di Firenze Università degli Studi di Firenze Iscrizioni Part Time ai corsi dell Ateneo di Firenze Valutazione di una nuova opportunità Comitato Pari Opportunità Nucleo di Valutazione Interna Ufficio di Supporto al

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli