Comune di Dolo. Vivi la Città

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Dolo. Vivi la Città 2003-2004"

Transcript

1 ALLE FAMIGLIE E AGLI OPERATORI ECONOMICI - n Agosto Vivi la Città - Guida ai Diritti del Cittadino e dell Impresa - Aut. Trib. RE n. 788 del 20/02/ Prop. Gruppo Media srl - 0,13 - Copia omaggio - Stampa: Arti Grafiche Soncini (Guastalla RE) Comune di Dolo Vivi la Città INIZIATIVE EDITORIALI E COMUNICAZIONE

2 PRESENTAZIONE L amministrazione Comunale è lieta di presentare questa nuova guida di Dolo e si augura che possa essere un utile strumento per accedere ai servizi e ai luoghi d interesse della nostra città. É una guida per i dolesi e anche per tutti coloro che saranno graditi ospiti del nostro paese e vorranno apprezzarne la vivacità culturale, civile ed imprenditoriale. Dolo, grazie alla sua posizione geografica al centro della Riviera del Brenta, tra le città di Padova e Venezia, ha da sempre avuto un ruolo strategico come centro di servizi e di scambi commerciali ma ha anche legato il suo nome ad un significativo patrimonio ambientale e storico-architettonico. La scenografia naturale del Naviglio, le antiche strutture dei Molini e dello Squero - che hanno attirato l attenzione di artisti famosi come Canaletto, Guardi e Bellotto - si mettono in relazione con il resto del territorio comunale, abbellito da numerose ed eleganti ville, come la Ferretti-Angeli, Villa Andreuzzi Bon, Villa Nani Mocenigo, la Brusoni- Scalella e la Badoer-Fattoretto, coi rispettivi parchi, e le ville Tito e Velluti, conosciute e apprezzate in tutto il mondo per gli strettissimi legami che tali dimore hanno avuto con le grandi famiglie di artisti. Questa pubblicazione vuole fornire non solo una più ampia conoscenza del nostro territorio e della sua storia, ma vuole anche essere un aiuto pratico nella consultazione di quello che è l istituzione Comune e dei suoi uffici. In essa sarà possibile reperire informazioni sintetiche, ma complete riguardo a pratiche e documenti necessari. Maggiori notizie in merito al funzionamento di servizi comunali potranno essere ottenute anche rivolgendosi all Ufficio Comunicazione dell'unione dei Comuni tra Dolo e Fiesso d'artico o consultando il sito internet all indirizzo È doveroso, infine, esprimere un sincero ringraziamento a quanti hanno collaborato alla stesura di questo volume e a chi, attraverso il proprio contributo, ne ha reso possibile la pubblicazione. Il Sindaco Claudio Bertolin 1

3 FARMACIA AL REDENTORE OMEOPATIA - ERBORISTERIA COSMESI - VETERINARIA Via Garibaldi, 19 DOLO (VE) Tel./Fax Nell Isola bassa (parte Storica di Dolo)

4 Sommario Vie di Accesso Pag. 4 Cenni Storici Pag. 5 Itinerario Storico Artistico Pag. 8 Gastronomia Pag. 14 Fiere e Manifestazioni Pag. 16 Ambiente Pag. 18 Numeri Utili Pag. 20 Elenco Inserzionisti Pag. 24 Guida ai Servizi del Comune Pag. 28 Cartine Inserto Cartine/Stradario/Elenco Vie...Pag. 49 INIZIATIVE EDITORIALI E COMUNICAZIONE Vivi la Città - Gruppo Media srl Vivi la Città - Guida ai Diritti del Cittadino e dell Impresa Direzione, redazione e pubblicità: Viale Isonzo 72/1 (Business Center) Reggio Emilia Tel (6 linee r.a.) - Fax Sede legale: Viale Isonzo n. 72/ Reggio Emilia Internet: Le pubblicazioni informative della collana Vivi la Città sono pubblicate in Internet all indirizzo: Vivi la Città: Copyright 2003: Gruppo Media Srl Direttore Responsabile: Tiziano Motti Iscrizione al Registro Nazionale della Stampa in Roma n del 18/04/1997 Autorizzazione del Tribunale di Reggio Emilia n. 788 del 20/02/1991 La riproduzione di testi, immagini, cartine, della guida ai servizi, dell impostazione editoriale e grafica, è vietata. Guida ai servizi depositata: SIAE n Opera depositata presso il Consiglio dei Ministri, Ufficio della Proprietà Letteraria. Questo Periodico è iscritto all Unione Stampa Periodica Italiana L Editore ringrazia l Amministrazione Comunale per la collaborazione e per l aggiornamento delle informazioni pubblicate. Servizi fotografici: Archivio Comunale Diffusione: Gratuita ai nuclei famigliari residenti nel Comune di Dolo e alle attività economiche. Distribuzione: a cura dell Ente Poste Italiane Diffusione integrativa: a cura del Comune di Dolo Stampa: Agosto 2003 Tiratura: copie Dichiarazione di tiratura resa al Garante per l Editoria, ai sensi del comma 28, art. 1, legge 23/12/96 N. 650 Ai sensi e per gli effetti della legge 675/96 l Editore dichiara che gli indirizzi utilizzati per l invio in abbonamento postale provengono da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili a chiunque e che il trattamento di tali dati non necessita del consenso dell interessato. Ciò nonostante, in base all art. 13 dell informativa, il titolare del trattamento ha diritto di opporsi all utilizzo dei dati facendone espresso divieto tramite comunicazione scritta da inviarsi alla sede di Gruppo Media srl. Concessionaria per la Pubblicità: Lungarno B. Cellini, 11 - Firenze Servizio Clienti 800/ La collana editoriale Vivi la Città, comprensiva di questa edizione della guida di Dolo, è pubblicata in Internet all indirizzo Il sito permette inoltre di consultare un database che ospita migliaia di operatori economici selezionati, tra i quali gli inserzionisti di questo libro. Visiti i siti web dei nostri clienti: In copertina: Villa Badoer Fattoretto 3

5 VIE D ACCESSO Vie di accesso al territorio Il Comune di Dolo si estende nell area nordovest della Provincia di Venezia, a circa 24 km dal capoluogo lagunare. Situato a metà strada tra Padova e Venezia, tanto che qui faceva tappa la diligenza che portava all imbarco per la città Serenissima, Dolo è il centro mandamentale dei così detti Comuni della Riviera del Brenta poiché costituisce il cuore dell economia e dell artigianato della Riviera. Dotata di un centro storico ricco di squarci paesaggistici pittoreschi e bellissimi, la cittadina che si estende lungo il fiume Brenta, offre agli ospiti oltre ai famosi ristoranti di pesce, la possibilità di visitare molte ville di grande pregio, gli antichi mulini e l unico squero, o di partecipare alle numerose manifestazioni periodiche che qui vengono organizzate. COLLEGAMENTI AEREI: aeroporto Marco Polo di Tessera (Ve). Tel Aperto al traffico internazionale e nazionale. COLLEGAMENTI AUTOBUS: con partenze da: - Venezia: Piazzale Roma - Mestre: P. XXVII Ottobre - Dolo: Via Mazzini, di fronte la biglietteria Via Mazzini, 16 - Tel Mirano: Via Barche - Mira: Via Nazionale - Fiesso d Artico: Via Riviera del Brenta - Stra: Piazza Marconi - Padova: stazione autobus COLLEGAMENTI AUTOSTRADALI: autostrada A4 Milano Venezia uscita Dolo - Mirano con casello stradale a 3 km in direzione Nord. COLLEGAMENTI STRADALI: strada statale 11 da Padova a Mestre - Venezia, strada statale Romea da Ravenna a Malcontenta COLLEGAMENTI PROVINCIALI: Via Badoera - Via Argine Sinistro e Via Calcroci a Sambruson S.P. n. 13, Via del Vaso S.P. n. 19, via Cairoli S.P. n. 26, via Stradona a Sambruson S.P. n. 22, Via Cazzaghetto ad Arino S.P. n. 28. COLLEGAMENTI FERROVIARI: con Venezia, Mestre e Padova dalla stazione di Dolo. Call center nazionale: senza prefisso, da telefono fisso e dall'italia per richiedere informazioni, prenotazioni e vendita, promozione interitycard e formulatreno, sito internet: COLLEGAMENTI FLUVIALI: Il fiume Brenta è percorso nella buona stagione, sul tratto Venezia - Padova da battelli turistici che fanno tappa presso le ville più belle. Il Burchiello di Sita Spa - divisione navigazione: (dalla fine di marzo a alla fine di ottobre, servizio a pagamento) Via Orlandini, 3 - Padova - Tel Fax I Battelli del Brenta - Via Porciglia, 34 - Padova - Tel Fax Comune di Dolo Superficie comunale: 24,17 Kmq Abitanti: alla data del Altitudine media:0 Prefisso telefonico: 041 Clima: mediterraneo temperato, risente della vicinanza del mare Adriatico. Idrografia: il Naviglio Brenta, che scorre sull antico alveo del fiume, esce oggi dal corso principale a circa 1 km a sud-ovest di Stra, dove si trova un nodo fluviale con porte per la regolazione del flusso delle acque. Altri corsi minori sono: Serraglio, Pionca, Tergola, Seriola, Brentone. 4

6 Cenni storici Sull origine del nome Dolo si sono avanzate numerose ipotesi. Qualcuno afferma che appaia in una pergamena del Altri lo collegano al fatto che qui, verso la II metà del 400, Venezia inviasse persone macchiate di colpe, indesiderate. Altri rimandano ai nomi di famiglie facoltose e influenti come i Dauli o i Dotto. E ancora: Dolo come contrazione del nome della centrale Isola Dandolo (attuale zona tra Via Mazzini e Via Dauli), dove sorgeva un oratorio prima e la chiesa poi. Agli abitanti di Dolo, si ricollega il detto: I storti di Dolo. Se si vuole prendere alla lettera, la parola storti non si riferisce al fatto che i dolesi siano mal formati nella persona, ma agli storti veri e propri: i famosi coni di pane di frumento usati per la panna montata. I vecchi dicono che sorgeva in passato a Dolo, e precisamente alla Bassa, una fabbrica di storti che forniva il prodotto non solo ai consumatori del paese, ma anche alle vicine città di Padova e Venezia. Una lettera del XV secolo (datata ) testimonia già l esistenza di un villaggio denominato Dolo di cui si ha notizie già dal secolo precedente: Cà del Bosco. L enorme sviluppo di Dolo è dovuto originariamente al bisogno di Venezia di ricercare nuove vie di sbocco per la propria economia, ciò si è verificato a causa della perdita di potere del commercio veneziano avvenuta con la caduta dell Impero di Bisanzio, con l affermazione della potenza turca e con l apertura del commercio con l America. Dopo l assoggettamento del territorio dolese a seguito della caduta di Padova, che aveva la giurisdizione nel 1405, il Naviglio del Brenta viene preso maggiormente in considerazione anche come mezzo di scambi. Le tradizioni, gli usi e i costumi locali avevano sempre subito la particolare influenza veneziana, perché, essendo il paese uno dei più grandi centri della Riviera del Brenta, manifestazioni, mercati e feste si accentravano proprio a Dolo. Già il Goldoni, partendo col Burchiello per una gita lungo il Naviglio, accenna a Dolo come al luogo più importante, degno di una sosta, anche in locanda. Il paese è stato fin dai secoli scorsi un centro prettamente agricolo, ma ingentilito dai frequenti soggiorni dei veneziani in villeggiatura. Riferisce infatti, il Molmenti che i veneziani venivano in campagna assai di frequente, iniziando il periodo di vacanza il giorno di S. Antonio da Padova (13 giugno) e si fermavano fino alla fine di luglio e da settembre ai Santi. Qui essi A HISTORICAL PROFILE Several theories were made about the origin of the place name Dolo (literally fraud ). Someone says that it appears in a 1241 s parchment. Others relate it to the fact that - in the second half of the 15th century - Venice sent here people at fault, unwelcome. Still others point to the name of wealthy and influential families, such as the Daulis or the Dottos. And again: Dolo as a contraction of the name of the central Dandolo Island (the neighborhood comprised between Via Mazzini and Via Dauli), where once there was an oratory first and later a church. The huge development of Dolo is originally due to Venice s need to look for new prospects for its economy since its loss in trading power which followed the fall of Byzantine Empire, the growth of the Ottomans, and the opening of trading routes to/from the Americas. After Venice subdued Dolo following the fall of Padua, under whose jurisdiction it fell till 1405, the Brenta river shipway was held in higher consideration even as a means for exchanges. Local traditions, usages and customs had always been particularly influenced by Venice, because many events, markets and festivals concentrated in Dolo, one of the biggest centers along the Brenta river. Dolo s countryside has been mainly farmland for a few centuries, refined by the frequent stays of Venetians on holiday. Venetians saw the Brenta river as a second Canal Grande and had several magnificent villas built - some of which designed by Palladio. The Brenta river was considered a route to transport goods and produce from the countryside to Venice, by the means of ships drawn CENNI STORICI 5

7 CENNI STORICI si trattenevano in allegra compagnia dando feste e ricevimenti raffinati. I Veneziani, infatti vedevano il Naviglio della Brenta come un naturale proseguimento del Canal Grande (Mazzotti in Ville Venete ). Ce lo dimostrano inoltre le numerose ville, alcune delle quali opere del Palladio, nella loro ricchezza e sontuosità. Il Brenta era considerato mezzo per il trasporto delle merci, dei prodotti agricoli della campagna al capoluogo veneziano che avveniva con l ausilio delle barche trainate dai cavalli. Il Brenta era però utilizzato anche per trasportare la posta mediante la diligenza Il Burchiello oltre che per il trasporto delle persone. Per agevolare tali comunicazioni fu costruito il Vaso con le porte di sopra e le Porte di sotto (bacino ora interrato ma visibile). Per Dolo il XVI secolo segnò l inizio di un notevole sviluppo economico collegato alla costruzione dei Molini (terminati nel ) e dai continui lavori di progettazione, sistemazione e manutenzione delle opere idrauliche. La Repubblica Serenissima effettuò il taglio del Brentone verso Codevigo ( ) che portò esiti discutibili nei confronti dell equilibrio idrografico del territorio, del quale rimane oggi soltanto l argine sinistro (strada provinciale Dolo- Corte-Chioggia). Furono i Savi del Magistrato delle Acque di Venezia, dopo le varie deviazioni del Brenta, che individuarono proprio a Dolo un punto in cui si poteva costruire uno sbarramento per far funzionare con l ausilio dell acqua, dei molini. L idea nacque in seguito ad un sopralluogo per controllare il Brentone del I molini furono visitati da molti uomini illustri: uomini di scienza, di cultura, pittori ritrattisti (famoso il quadro del Canaletto custodito nel Museo di Oxford, a Dolo vi è una copia fotografica concessa dal museo stesso) ma anche alcuni dolesi come Carlo Morelli, Ettore Tito, Boscaro detto Saffi, Luigi Tito, altri personaggi di valenza nazionale come, Cesare Musatti padre della psicanalisi, Guardi, Bellotto, Goldoni e molti altri, confermano che Dolo fu centro di grande richiamo. L uso dei molini aumentò notevolmente il commercio e di conseguenza la ricchezza, dando un grande impulso all economia della Riviera del Brenta. Vicino ai Molini di Dolo a dimostrazione dell importanza del Brenta e del commercio che su di esso si sviluppava si erge lo Squero cinquecentesco, l unico ancora esistente, dove venivano riparate e trovavano riparo le barche. Da Dolo partiva la Seriola (ora fiumicello secondario) acquedotto seicentesco della Serenissima che traeva l acqua dalla Brenta. A seguito della caduta della Repubblica di by horses. The Brenta river was also used to deliver mail and to transport people. The 16th century marked the beginning of a steady economic development for Dolo, connected to the building of the Mills (completed in ) and to the continuous planning, setting and maintenance of hydraulic plants. The Republic of Venice carried out the cutting of the Brentone canal towards Codevigo ( ) with questionable results for the hydrographical balance of the land (just its left bank still stands today - that is the Route leading from Dolo to Corte and Chioggia). It was the advisors to the Venetian officer in charge of waters who - during an inspection in 1543 of the Brentone canal - located in Dolo a point where a dike could be built to make watermills work properly. The mills were visited by many illustrious people: scientists, scholars, and painters (to be mentioned is a painting by Canaletto held in a gallery in Oxford. Mills increased trade and consequently wealth, boosting the economy of the area along the Brenta river. Near Dolo Mills there is a 16th-century shipyard (called Squero ), the only one from that time still existing. A Venetian 17th-century waterworks called Seriola (now a stream) pumping water from the Brenta river started from Dolo and reached Lizza Fusina and the Moranzan river, where ships were ready to load drinkable water to be taken to Venice.When the Republic of Venice fell in 1797, Dolo was annexed - by Napoleon s decree - to the District of Venice and the Department of the Adriatic Sea; Dolo was part of the Kingdom of Lombardy and Veneto from 1815 to 1866, when it was annexed to the new Kingdom of Italy. 6

8 Venezia sotto il dominio francese (1797) il cantone dell abitato a Dolo, per decreto del Bonaparte, venne aggregato al Distretto di Venezia e al Dipartimento dell Adriatico; dal 1815 Dolo fece parte del Regno Lombardo-Veneto, fino al 1866, anno dell annessione al giovane Regno D Italia. CENNI STORICI Le Frazioni Le origini di Sambruson ed Arino vanno collocate in epoche antecedenti la nascita di Dolo. Sambruson Ebbe origine in epoca romana come crocevia di strade e punto di scambi commerciali che dalla Via Annia proseguivano poi per Via Altinate che passava per le zone di Stra, Sambruson, i Bottenighi (Marghera), Mestre, Campalto fino ad arrivare ad Altino, lungo la quale si svilupparono vari centri abitati. Il nome deriva da Sant Ambrogio, o Santo Brusone, come appare in certi documenti del Monastero di S. Ilario. La tradizione fa risalire alla fine del IV secolo d.c. l edificazione di una chiesa matrice in onore di Sant Ambrogio, dopo che il Vescovo di Milano era passato per la zona. Altri, prudentemente, ricordano che la prima notizia storica documentata risale al 1192: un lascito alla chiesa di Santo Bruxone, già comunque chiesa pievana. Sambruson è zona archeologica. Per merito del Circolo Trovemose di Dolo (Tel ), sono stati recuperati reperti che si ritenevano irrimediabilmente perduti e che forse troveranno un luogo espositivo proprio nella frazione dolese. Partendo da questi, o poggiando su un rinnovato interesse per la storia locale, molto a Sambruson si potrà ancora scoprire e raccontare. Municipio di Dolo Squero Monumentale di Dolo Arino Il primo documento che si riferisce al Vico Arino è del Nel 1077 è chiamato Pieve, segno che già godeva di una certa importanza. Il fatto poi, che sotto il dominio longobardo fosse oggetto di una grande venerazione l angelo Michele e che il Patrono di Arino sia appunto, San Michele, confermerebbe l antichità del paese. L origine del nome è incerta. Forse è legata alla nobile famiglia Adrinis, antica proprietaria di quei terreni. Altri ipotizzano un significato diverso, legato alla natura stessa del luogo, senza alberi, paludoso (dal greco). Arino è inserita marginalmente in un area di centurazione romana. Un tempo doveva esserci una torre, costruita dai padovani nel periodo delle lotte contro i veneziani, a guardia dei serragli, ossia fossati e canali trasformati in trincee. Via Torre e il fiumicello Serraglio rimangono di ciò unici testimoni. 7

9 ITINERARI Itinerario Storico - Artistico - Naturalistico Lo Squero Collocato in pieno centro storico, era l antico cantiere o scalo coperto dove venivano riparate e trovavano ricovero le barche che transitavano lungo il Brenta, trainate controcorrente dalle rive con l ausilio dei cavalli. E costituito da un tetto in capanna con capriate, il tutto sorretto da dieci pilastri in mattoni. Nelle adiacenze dovevano esserci attività artigiane collegate (costruzione di remi, forcole, intreccio di gomene, ecc.) Indicativa a pochi metri dallo Squero della Calle dei Calafati (Il Calafato era l'operaio addetto al calafataggio delle navi ossia rendere impermeabile il fasciame o il rivestimento dei ponti di un natante, riempiendo di stoffa catramata le commessure fra le tavole degli scafi di legno o cianfrinando le lamiere degli scafi metallici). I Molini Originariamente erano muniti di 4 ruote, alle quali ne furono aggiunte altre 2 dalla parte di Cà Dandolo e 2 dalla parte della conca, dove oggi si trova la Pizzeria Al Cristo, un tempo l antica Osteria e sede del maniscalco. Nel 1593 si incrementò ancora il numero delle ruote, raggiungendo il numero complessivo di 12. I Molini di Dolo divennero la più grande risorsa economica della Serenissima Repubblica. Rimaste per secoli in uso alle grandi famiglie nobiliari e poi divenuti beni dello Stato, devono il ritorno al loro antico splendore all opera di due privati cittadini, che ne hanno sovvenzionato il restauro e che, utilizzando l edificio come Ex Macello di Dolo Molino Demaniale di Dolo A TOUR OF DOLO Squero - Located in the heart of the town, it was a shipyard where ships traveling along the Brenta river - drawn upstream with the help of horses - found shelter and were repaired. It has a trussed, thatched roof, supported by ten brick pillars. Related craft workshops (producing rows, crutches, cables, etc.) were supposedly to be found nearby. The Mills - Originally 4-wheeled, they had soon another 4 added. In 1593, the number of their wheels was further increased, so that they finally had 12 of them. Dolo Mills became the Republic of Venice s most profitable economic resource. Used for centuries by great noble families and then State properties, they owe their current magnificence to two private citizens, who funded their restoration. Dolo s Gates - Dolo s Gates are a basin in the Brenta river created in It was a hoisting reservoir, where duties were paid: there is still a stone chart showing the sums to be paid beside a watergauge listing Brenta s floods from 1770 to Bad Weather Island - It is the oldest part of Dolo. Enclosed by two branches of the Brenta river, today it is better known as the Low Island. Its position and the changes in the Brenta river bed were the cause of flooding and its subsequent isolation when the weather was bad. The Cathedral - The parish of Dolo was formerly in the responsibility of the Archpriest of Fiesso, but given the importance acquired by the town, it 8

10 centro di vendita di prodotti biologici, non ne hanno snaturato l impianto. E possibile visitarli tutti i giorni dalle 8.30 alle e dalle alle ed ogni quarta domenica del mese in occasione del Mercatino dell antiquariato. Per informazioni: Tel. Pizzeria al Cristo fax Le Porte di Dolo La conca, o Porte del Dolo, unione dei due rami del Brenta che racchiudevano l Isola del Maltempo, fu costruita nel Era un bacino di sollevamento con sistema di chiuse di tipo vinciano. Qui si pagavano i dazi sulle merci: esiste ancora una tabella in pietra con le tariffe accanto ad un idrometro che rileva le piene del Brenta dal 1770 al Una locanda accanto alla conca, segno di grande movimento di uomini e mezzi, appare sia in un incisione del Costa che in un acquaforte del Canaletto. Nel 1934 vennero installate le nuove porte più a sud, mediante un breve taglio, e di conseguenza si interrò la conca, che comunque, conserva intatta la sua struttura a pianta ovale (il vaso ) in pietra d Istria. L Isola del Maltempo E la parte antica di Dolo. Chiusa da due rami del Brenta, oggi è conosciuta come Isola Bassa. La sua collocazione e le modifiche all alveo del Brenta furono cause di inondazioni e del suo conseguente isolamento durante le piene causate dal maltempo: a ciò va riferita l origine del toponimo. La Seriola La Seriola o Ceriola (parola che nell antico dialetto veneto significa piccolo corso d acqua) era un canale che aveva lo scopo di far fluire le acque dolci da Dolo a Lizza Fusina, del quale si possono vedere ancora oggi delle tracce. Lo scopo era quello di risolvere il problema dell acqua potabile a Venezia. Partiva da Dolo e arrivava fino al Moranzan, dove erano pronte le barche per caricare l acqua e portarla nel capoluogo lagunare. Successivamente fu scavato il canale ad una distanza considerevole con la creazione di numerose vasche attraverso le quali l acqua doveva passare per perdere le impurità. All inizio dell imbocco della Seriola era posta una pietra raffigurante un leone alato, ora custodito al piano terra del Municipio di Dolo, costruito dall arch. Tommaso Temanza ( ) e recante la scritta in latino: HINC URBIS POTUS ossia di qui l acqua potabile per la città. In onore di tale tradizione ogni anno viene organizzato dalla Biblioteca Comunale di Dolo il Premio Letterario La Seriola HINC URBIS POTUS. Ex Macello Si tratta di un edificio neoclassico situato sulla punta dell Isola Bassa dove i due rami della Brenta si riuniscono, in una posizione particolarmente suggestiva dal punto di vista paesaggistico. La facciata principale presenta due timpani che sovrastano lo spazio porticato scandito dall ordine gigante dorico. La costruzione risale ai primi decenni dell ottocento. Destinato a lungo dove venivano macellate e lavorate le carni, è oggi spazio culturale del Comune di Dolo. Il Duomo e il Campanile di San Rocco Il Duomo Anticamente la parrocchia di Dolo dipendeva dall Arcipretale di Fiesso d Artico e, in parte, da Sambruson e Arino. Ma dal ITINERARI 9

11 ITINERARI 1669, in virtù della centralità ormai acquisita, divenne autonoma e titolo di Arciprete fu conferito al Parroco di Dolo. La chiesa attuale, dedicata a San Rocco sulla base di una tradizione che individuava nella protezione di San Rocco la preservazione del luogo dalla tremenda epidemia di peste del 1576, fu eretta tra il 1770 e il E stata elevata successivamente al titolo di Duomo. Appare come edificio costruito solidamente, in perfetta armonia con capitelli corinzi e il resto barocco. Sono recenti all interno figure ad affresco che ricordano lo stile del Tiepolo. L altare e le figure di angeli sono attribuite a Giovanni Ferrari, detto il Torretti ( ). Il Campanile La sua costruzione risale al L opera, di Scuola Veneziana, elegante ed equilibrata nell architettura, arieggia il Campanile di San Marco di Venezia, con sviluppo verticale però più snello. E alto 82,27 metri. Il timore da parte della Repubblica Veneta che il nuovo campanile superasse in altezza quello lagunare, portò la stessa a prendere posizione affinchè ciò non avvenisse. Un recente restauro ha ridato al campanile di Dolo lo splendore originario, migliorandone inoltre la qualità costitutiva di alcuni materiali. Particolarmente interessante è la struttura portante lignea della cuspide ottagonale, costituita da un tronco in rovere alto 17 metri, la cui presenza testimonia l importanza che al campanile veniva attribuita dal Maggior Consiglio della Serenissima: in via straordinaria concesse a Dolo l utilizzo del grande fusto in rovere nonostante la scarsità del prodotto in quell epoca. Dalla cella campanaria (altezza 47,30 metri) si ha una visione panoramica stupenda della Riviera del Brenta. Visite guidate: per tutti, nel periodo natalizio e durante le festività di San Rocco (orari gained its independence in 1669 and later its church became a cathedral in the responsibility of an Archpriest. Today s church was built between 1770 and It is a sturdy, harmonious structure, built in a Baroque style with Corinthian capitals. The Bell Tower - It was built in Architecturally elegant and well-balanced, it is reminiscent of the Bell Tower of Venice s St. Mark Cathedral, but with a slenderer structure. It is meter high. The load-bearing structure of the octagonal spire is particularly interesting: made out of a durmast log, it testifies the importance of bell towers in Venice, given the rarity at the time of this kind of wood. The view of the Brenta river coastline from the belfry is spectacular. Villa Andreuzzi Bon - Imposing building dating back to the end of the 16th century, it dominates the center of Dolo, right in front of the Cathedral. Its classically severe façade is marked by four Ionic pilasters supporting a gable decorated by acroter vases and with elegant chimneys on each side. The late 18th-century decoration of a room is still to be seen inside the villa. Villa Brusoni Scalella - Located on the right side of the Canal, this 17th-century villa is made up of two buildings, a barn with an oratory annexed and the manor, whose elongated shape and succession of perfectly lined-up rooms create a good perspective play. Its wide English garden - whose design is attributed to the Venetian architect Giuseppe Jappelli - is very interesting: it offers pleasant, romantic corners with its lakes, waterfalls, a fisherman s hut, a tower with a icebox, the Deer s nest, a gazebo and several lanes. A statue of Apollo lies in the middle of the garden. Villa Badoer Fattoretto - The 18th-century Villa Badoer Fattoretto is in the nearby village of Sambruson. Formerly, a summer seat of the Badoer family, during World War Two the Germans transformed it into a military hospital. Bought by its current owners, the Fattorettos at the end World War One, the villa was subsequently modernized and it is now an elegant and perfectly preserved building. A legend has it that a mysterious treasure was buried in its garden, while inside it host an exhibit of documents about local history and, above all, a very rich Arts and Crafts Museum. Villa Concina - It has a typically Venetian villa: two-storey with a central hall surrounded by side rooms. Its structure is common among 18thcentury small-sized villas, apart from few later extensions, such as two turrets leaning against its southern façade. Rooms are stuccoed. Belonging to the Municipality of Dolo since 1982 and recently renovated, it hosts the local Municipal Library. Villa Grimani - Lying on the left bank of the Brenta river, it dates back to the end of the 16th or the beginning of the 17th century. The façade is characterized by a three-lighted window superimposed to the first-floor one, laid on a loggia built at the end on the 17th century. The ground floor holds the remains of frescoes representing a joust, while frescoes of women attribute to D. Varotari or to his son Alessandro, called Padovanino. St. Philip Neri was guest here and it was to him that Pietro Grimani dedicated the now lost oratory of the villa. 10

12 esposti una settimana prima in Duomo); per gruppi organizzati, durante tutto l anno previo accordo con il Parroco. Le Ville Segnali del florido passato di Dolo sono, ovviamente, le ville, in gran parte affacciate sul Naviglio, continuazione ideale (ma anche geografica) del Canal Grande. Delle ville cinquecentesche a Dolo rimane purtroppo poco. Villa Andreucci Esemplare superstite di tre casini gemelli settecenteschi situato sul lato sinistro di Riviera Martiri della Libertà in prossimità di Mira. Elegante facciata di belle proporzioni. L oratorio appartiene oggi alla vicina Villa Rocca Ciceri sorta nell 800 sul sito del secondo casino. Villa Rocca Ciceri L'edificio carico di elementi architettonici, tutti assunti in funzione decorativa, è di origine tardo ottocentesca. Sorge nel sito occupato nel tardo secolo XVIII dai due scomparti Casini Andreucci. Ad essi era collegato l'oratorio di belle proporzioni prospettante nella statale. Attualmente è adibito ad Hotel - Ristorante Villa Ducale. Villa Andreuzzi Bon Imponente edificio della fine del secolo XVI, domina il centro storico di Dolo proprio di fronte al Duomo di San Rocco al di là del Brenta. Il centro della facciata di grande rigore classico, è ritmato da quattro paraste di ordine ionico che reggono un timpano ornato da vasi acroteriali ed è affiancato da eleganti camini. All interno è stata conservata la decorazione tardo ottocentesca di una stanza. Villa Ferretti Angeli Tra Dolo e Sambruson, sulla riva destra del Naviglio del Brenta, sorge Villa Ferretti Angeli, costruita alla fine del 500 su progetto di Vincenzo Scamozzi. Le facciate sono scandite dall ordine gigante ionico, il pianterreno è caratterizzato da un bugnato rustico. Si sono conservati i cancelli originali con pilastri cilindrici sormontati da anfore marmoree. Ospita l Istituto professionale En.A.I.P. Veneto. Il parco, con percorsi tortuosi e piante ad alto fusto, è aperto al pubblico con ingresso da via Brentabassa e della Strada Statale 11. Villa Bon Collocata nei pressi di Via Brentabassa, è stata completata nel tardo cinquecento, ha la facciata dotata di serliana balaustra. Al piano terreno importanti affreschi allegorici di B. India ( ). Villa Brusoni Scalella Villa Brusoni Scalella si trova in via E. Tito, sulla riva destra del Naviglio. Seicentesca, è composta da due edifici, la barchessa con l oratorio e la casa padronale, allungata con un susseguirsi di stanze perfettamente allineate che creano un gioco prospettico. Molto interessante il Parco all inglese che, date le caratteristiche, è attribuito all architetto veneziano Giuseppe Jappelli: con un estensione di circa tre ettari, offre piacevoli angoli romantici come i laghetti, le cascate d acqua, la casetta del pescatore, la torre con la ghiacciaia, la casa del Daino, il belvedere e numerosi viali. Al centro del parco statua di Apollo attribuita a P. Baratta. Il parco è visitabile solo su prenotazione. Sono accettati gruppi al massimo di 25 persone. Tel ITINERARI 11

13 ITINERARI Villa Badoer Basso A Sambruson in via Argine Sinistro nei pressi di via Badoera, si erge con un aspetto tardo settecentesco Villa Badoer Basso. Probabilmente fu eretta sul sito della cinquecentesca torre Badoer. Villa Badoer Fattoretto Il località Sambruson, tra Via Badoera e Via E. Tito dietro il Naviglio del Brenta, si trova Villa Badoer Fattoretto, della prima metà del 700. Residenza estiva dei Badoer, fino al 1945 ospitò Carlo De Chantal; durante il secondo conflitto mondiale i tedeschi trasformarono la villa in un ospedale militare. Gli attuali proprietari i Fattoretto la acquistarono nel primo dopoguerra. Successivamente interessata da ammodernamenti, si presenta oggi, come edificio elegante, in ottimo stato di conservazione. Interessante al suo esterno una leggenda che narra dell esistenza di un misterioso tesoro sotterrato nel parco mentre al suo interno è custodita un esposizione di documenti relativi alla storia locale, ma soprattutto il ricchissimo Museo degli arnesi dei vecchi mestieri. Scolaresche e gruppi possono prenotare visite telefonando allo Villa Concina A Dolo, in zona centrale, via Comunetto n. 5, è situata Villa Concina. E a tipica pianta veneziana con salone centrale e stanze laterali, su due piani, e presenta la tipologia diffusa nelle ville settecentesche di modeste dimensioni, tranne qualche raro elemento di fattura tardo ottocentesca, come le due torrette addossate alla facciata sud. Le stanze sono ornate di stucchi. Di proprietà del Comune di Dolo dal 1982 e da poco restaurata, la villa è sede della Biblioteca Comunale. Villa Donà Priuli Fabbricato del XVII secolo conservato in parte, situato lungo Via San Giacomo nei pressi di Via Marzabotto. Mantiene una forma longitudinale che si sviluppa su due piani con finestre a timpani curvilinei. La struttura più ampia è posteriore. Notevole è l oratorio ottagonale sormontato da un piccolo campanile. Villa Fini Collocata sul lato sinistro di Riviera Martiri della Libertà, dopo Villa Grimani, troviamo questa costruzione settecentesca caratterizzata da ampio timpano e facciata con finestre archivoltate. Vasto parco con statue e adiacenze. Oratorio con importante altare. Villa Grimani Sempre sul lato sinistro di Riviera Martiri della Libertà, prima di Villa Fini, databile tra la fine del XVI e l inizio del XVII secolo appare Villa Grimani. La facciata è caratterizzata dalla sovrapposizione di una serliana alla trifora del piano nobile, che poggia su una loggia costruita alla fine del 600. Resti di affreschi al piano terra con scene di torneo cavalleresco. Al primo piano affreschi con figure muliebri attribuite a D. Varotari o al figlio Alessandro, il Padovanino. Ospitò S. Filippo Neri a cui Pietro Grimani dedicò l oratorio, ora perduto. Villa Mioni Si trova nella località d Cà Tron che prende il nome dallo scomparso Palazzo Tron opera di A. De Gaspari: ne rimane la cappella gentilizia a pianta ottagonale dedicata alla Madonna del Carmine, al cui interno di trovano affreschi secenteschi, un ricco altare marmoreo e tre statue 12

14 attribuite ad A. Marinali. La villa Mioni è probabilmente il frutto di una ristrutturazione ottocentesca di una delle adiacenze di Palazzo Tron. E contornata da un parco pittoresco in cui si trovano le imponenti barchesse archivoltate di Palazzo Tron. Villa Renosto Piccola villa settecentesca situata all angolo fra Via Brentabassa e Via Badoera con ampia loggia, un tempo serra per cedri, divisa da quattro pilastri che sostengono il primo piano, coronato da attico con decorazioni di canestri di frutta in pietra tenera. Oratorio con buona tela settecentesca e campaniletto a vela. Villa Tito e Villa Velluti Queste due ville (Sambruson, riva destra del Naviglio) vengono spesso ricordate assieme non solo perché confinanti, ma soprattutto per le importanti personalità artistiche che appartennero alle famiglie Tito e Velluti. Villa Tito è collocata lungo Via E. Tito, dietro il Naviglio del Brenta ed è la cosiddetta casa del pittore, la dimora nella quale Ettore Tito ( ) originario di Castellamare ma innamorato di Venezia, valentissimo pittore, abitò. In questo edificio presumibilmente ottocentesco, l artista ideò le più belle fra le sue tele. Il figlio Luigi ne raccolse l eredità spirituale, traendo dal luogo l ispirazione per le sue pennellate. L edifico va considerato come elemento di una scenografia, nella quale il parco, di impianto romantico, ha il ruolo preponderante. Nelle vicinanze spicca L oratorio. Villa Velluti situata a Sambruson, fu l edificio nel quale il celebre sopranista marchigiano Giovan Battista Velluti ( ) scelse di trascorrere gli ultimi anni di vita, conquistato dal fascino della Riviera e dal lento fluire del Naviglio. Per impreziosire la dimora e celebrare l'arte che lo rese famoso egli volle, a coronamento del tetto, statue raffiguranti suonatori e strumenti musicali. In passato, la villa ospitava un centro musicale intitolato a Mimi Velluti. La tipologia della villa è settecentesca e nella parte sud il complesso ha subito un estensione dei corpi di servizio resi necessari per l attività economica svolta negli anni passati dai precedenti proprietari. Nel parco sorge anche un oratorio. Palazzetto Duodo L edificio collocato in pieno centro, lungo Via Matteotti quasi all angolo con Via Piave, risale al 700. La facciata è caratterizzata da una raffinata serliana sormontata da una cornice curvilinea culminata da un timpano triangolare. All interno stucchi e fregi e quattro importanti tele variamente attribuite a M. Ricci o ad A. Visentini. Palazzo De Goetzen Massiccio edificio tardo settecentesco che provenendo dal centro di Dolo verso Mira è situato sul lato destro di via Matteotti, in prossimità di Via della Pace. Al piano nobile finestre dotate di cornici curvilinee e triangolari. Un piccolo timpano corona la facciata. Attualmente è adibito ad Albergo. Palazzo Molin Complesso di edifici che si affiancano lungo la riva. Il corpo principale presenta elementi del seicento sulla facciata posteriore. All interno decorazioni pittoriche dei sec. XIX e XX, alcune attribuibili a E. Tito. ITINERARI 13

15 VIA MAZZINI, 13 DOLO TEL Riposo settimanale lunedì

16 Gastronomia Molti ristoranti lungo il Brenta sono meta di buongustai che arrivano da ogni parte per il menù di pesce tipico della Riviera. Un menù frutto di una secolare tradizione veneziana e chioggiotta e straordinariamente ricco e vario, con forti influenze stagionali in alcuni piatti come le moleche (granchi fritti e tenerissimi alla muta del carapace), le masenete (granchi bolliti e scoperchiati ), i bovoleti (lumachine con battuta di aglio e prezzemolo). In apertura, grande parata di antipasti: dalle sarde in saor (sardine fritte lasciate riposare in una salsa agro dolce fredda di cipolla, pinoli, uvetta) alle cannocchie, dai polipetti bolliti alle uova di seppia, dalle lumache di mare ( garusoli ) al granxoporo (grandi granchi bolliti e ripassati al forno con odori), dai gamberetti con la polenta al sauté di vongole fino alle capesante ingentilite da un goccio di liquore. Segue il primo: un risotto di mare, due spaghetti alle vongole, fettuccine al nero di seppia, pasticcio di pesce, una zuppa di mare o un altro piatto di pasta come il tradizionale risi e bisi magari alternati a piatti antichi come le seppioline alla veneziana, il baccalà mantecato, l anguilla al pomodoro. Infine, il piatto forte: una grigliata mista o un rombo, un anguilla, un branzino, moleche ripiene, un altro pesce bianco ai ferri, o una bosega di valle bollita, nei mesi giusti. Oppure un fritto. Il tutto accompagnato da una buona bottiglia veneta: un prosecco di Conegliano o, per chi ama i vini più fermi, da un pinot grigio, un riesling, un sauvignon o una ribolla gialla. Da non perdere, in chiusura, lo sgroppino di gelato al limone tagliato con prosecco e una punta di vodka. Vini tipici della Provincia di Venezia: Cabernet, Cabernet Riserva, Cabernet Franc, Cabernet Franc Riserva, Cabernet Sauvignon, Chardonnary, Merlot, Merlot Riserva, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Raboso, Refosco da Peduncolo Rosso, Riesling Italico, Sauvignon, Tocai Italico, Tocai Italico Lison Classico, Verduzzo Tortona E usanza a Dolo il giorno della Madonna delle Salute mangiare la Tortona. Si mette a bollire pane vecchio nel latte e si aggiungono farina gialla di mais, un po di farina di frumento, uvetta, o fichi secchi, pinoli, una scorza grattugiata di limone, un abbondante manciata di semi di finocchio, cacao dolce (un tempo di usava la melassa, prodotto derivato dalla raffinazione dello zucchero). Questo impasto veniva un tempo avvolto in carta oleata e si metteva a cuocere per ore sotto le ceneri del focolare; ora va cotto lentamente in forno, per due o tre ore. GASTRONOMIA Via Ferrovia - ARINO DI DOLO (VE) Telef APERTA TUTTI I GIORNI! Troverai non tutto, ma DI TUTTO SOPRATTUTTO QUALITÁ L ISOLA DI BARBI PUNTO VENDITA anche in Via Cairoli - DOLO (VE) Tel. 041/ Gastronomia Servizio Catering Via Guolo, 1 - Dolo (Ve) Tel TRATTORIA Via Dauli, 26 DOLO (VE) Tel. 041/ Chiuso il Lunedì sera e il Martedì 15

17 FIERE Fiere e Manifestazioni Agosto - Dicembre 2003 Agosto TORNEO DI TENNIS S. ROCCO Torneo nazionale di tennis maschile e femminile - c/o Tennis Club Dolo. INFO: Tennis Club Dolo - Tel FIERA E SAGRA DI S. ROCCO (dall 8 al 19) Mercato straordinario sulla S.S. n 11 (Venerdì 8 e 15) Parco giostre, stands gastronomici, serate musicali e di intrattenimento vario. INFO: Comitato festeggiamenti Dolo - tel MERCATINO DELL'ANTIQUARIATO (il 24) Esposizione e vendita di oggetti d'antiquariato. INFO: Comitato mercatino dell'antiquariato - Sig. Cogno Tel Settembre MOSTRA-CONCORSO "ART & CULT" EDIZIO- NE 2003 (dal 6 al 14) Mostra/Concorso nazionale di pittura e scultura contemporanea. RIVIERA FIORITA (il 14). Sfilata d'imbarcazioni con la rievocazione della discesa del fiume di Enrico III re di Francia avvenuta nel INFO: Pro Loco Mira Riviera del Brenta - Tel Il panino più lungo. L'Associazione panificatori realizzerà un panino lungo 600 metri ed imbottito con affettati. Degustazione di vini tipici. A Dolo: Lungo il Naviglio, Via Garibaldi, Via Rizzo, P.zza Cantiere. INFO: Ass. Isola Bassa - Sig. Furlanetto - Tel ^ EDIZIONE EXPO-ART MOSTRA DEL- L ARTIGIANATO DELLA RIVIERA DEL BRENTA (dal 14 al 21). Esposizione dei prodotti di vari settori merceologici, promozione della panificazione artigianale con dimostrazioni tenute dai panificatori della Riviera del Brenta, sfilata di alta moda artigianale. A Dolo in Piazza Mercato. INFO: Ass. Mandamentale Artigiani Riviera del Brenta - Consorzio interprovinciale per le manifestazioni e mostre dell'artigianato - Tel Fax SAGRA DI S. MICHELE (dal 27 al 30) Sagra paesana ad Arino. INFO: Comitato festeggiamenti Dolo e Comitato festeggiamenti Parrocchia di S. Michele Arcangelo. MERCATINO DELL ANTIQUARIATO (il 28) Esposizione e vendita di oggetti d'antiquariato. INFO: Comitato mercatino dell'antiquariato - Sig. Cogno Tel MARCIA DELLA SALUTE MERCATINO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI Allestimento di bancarelle da parte dei bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni. Manifestazione benefica pro-admo. A Dolo in Piazza Cantiere. INFO: Ass. Cult. Arcobaleno - Sig. Manesso - Tel ^ FESTA DEL VINO. Pigiatura dell'uva secondo i metodi antichi, stands gastronomici con degustazione prodotti tipici, esposizione di attrezzi agricoli. A Sambruson. INFO: Ass. Cult. Arcobaleno - Sig. Manesso - Tel CONCORSO LUIGI TITO (ALLA MEMORIA) Concorso regionale di pittura, scultura e grafica alla memoria di Luigi Tito. A Dolo presso l ex Macello. INFO: Ass. Cult. Arti Visive e Poesia Riviera del Brenta - Sig. Mazzetto Tel ^ EDIZIONE PREMIO LETTERARIO "LA SERIOLA - HINC URBIS POTUS" (Settembre Febbraio). Concorso letterario nazionale per racconti brevi ed inediti. INFO: Biblioteca Comunale di Dolo - Tel Ottobre MERCATINO DELL'ANTIQUARIATO (il 26) Esposizione e vendita di oggetti d'antiquariato. INFO: Comitato mercatino dell'antiquariato - Sig. Cogno Tel ^ FESTA DEL VINO. Pigiatura dell'uva secondo i metodi antichi; stands gastronomici con degustazione prodotti tipici; esposizione di attrezzi agricoli. A Sambruson. INFO: Ass. Cult. Arcobaleno - Sig. Manesso - Tel ^ RASSEGNA DI PITTURA E POESIA DOLO SCRIVE E DIPINGE. Esposizione delle opere pittoriche e lettura delle poesie dei soci dell'associazione. A Dolo presso il Cinema Italia. INFO: Ass. Cult. Dolo scrive e dipinge - Dott.ssa Bonacina - Tel VENICE MARATHON. Passaggio della Venice Marathon per le vie principali di Dolo con punti Parrucchiera unisex ACCONCIATURE Alone PERSONALIZZATE Leide PER SPOSE Via XI Febbraio, 5 Dolo (Venezia) Tel Al venerdì per appuntamento 16

18 di spugnaggio. A Dolo in Via Mazzini e Via Matteotti. INFO: Comitato Festeggiamenti Dolo - Tel CONCERTO D OTTOBRE. Annuale concerto della corale della Parrocchia "Sant'Ambrogio" di Sambruson. Si tiene presso la Chiesa parrocchiale. INFO: Parrocchia Sant'Ambrogio - Tel CORSI DELL'UNIVERSITÀ DELLA RIVIERA DEL BRENTA (Ottobre-Maggio) Inizio corsi di cultura generale e di altro genere, dibattiti, concerti, spettacoli. A Dolo c/o Scuola Materna "Immacolata di Lourdes". INFO: Università della Riviera del Brenta Cell CORSI CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE (Ottobre-Maggio). Corsi per l'istruzione e la formazione in età adulta. Sono previsti i seguenti corsi: corso per il conseguimento della licenza media, di alfabetizzazione, integrazione e accoglienza per cittadini stranieri, corsi vari, laboratori, conferenze, visite guidate. A Dolo presso la Scuola Media"P. R. Giuliani". INFO: Scuola Media Statale "P. R. Giuliani" - Tel SCUOLA DI MUSICA THELONIOUS MONK (Ottobre-Maggio). Inizio corsi e laboratori di musica rivolti a principianti e non. A Dolo presso l ex Macello. INFO: Ass. Cult. Keptorchestra - Sig. Tonolo Tel Novembre MANIFESTAZIONI PER IL IV NOVEMBRE (il 2) S. Messa e deposizione corone d'alloro ai monumenti ai Caduti. A Dolo, Arino e Sambruson. INFO: Biblioteca Comunale di Dolo - Tel MADONNA DELLA SALUTE (il 21) Presso la chiesetta dell'ospedale vengono celebrate delle SS. Messe. Presso la ex-pesa pubblica vengono offerti assaggi gratuiti della tortona, dolce tipico locale. Nel Duomo di Dolo si esibiscono dei cori locali. INFO: Sig. Bosello - Cell MERCATINO DELL ANTIQUARIATO (il 24) Esposizione e vendita di oggetti d'antiquariato. INFO: Comitato mercatino dell'antiquariato - Sig. Cogno Tel ^ EDIZIONE PRŒMIO NAZIONALE SAMARITANO (il 29). Premiazione di persone che si sono particolarmente distinte durante l'anno per opere di solidarietà. L'iniziativa, promossa dall'avis provinciale di Venezia e Riviera del Brenta, ha inoltre l'intento di diffondere l'educazione alla donazione del sangue. A Dolo presso il Cinema Italia. INFO: Sig. Andrea Zilio - Tel ^ EDIZ. PREMIO LETTERARIO "LA SERIOLA - HINC URBIS POTUS" (il 30). Ultimo giorno utile per la presentazione dei racconti brevi ed inediti. INFO: Biblioteca Comunale di Dolo - Tel ^ MOSTRA D ARTE ED ARTIGIANATO Esposizione e vendita di opere d'arte e di artigianato per raccolta di fondi da devolvere in beneficenza. INFO: Inner Wheel Riviera del Brenta - Sig.ra Zaja - Tel PREMIO INTERNAZIONALE DI ILLUSTRA- ZIONE PER RAGAZZI "SCARPETTA D'ORO" Premio internazionale d'illustrazione per l'infanzia. INFO: A.C.Ri.B. Servizi Srl - Tel ; Pro Loco Vigonovo - Tel Dicembre MERCATO DELL'ANTIQUARIATO (l 8) Esposizione e vendita di oggetti d'antiquariato. INFO: Comitato mercatino dell'antiquariato - Sig. Cogno Tel CONCORSO INTERNAZIONALE "UNA MASCHERA PER LA RIVIERA DEL BRENTA" Ultimo giorno utile per la presentazione dei progetti di costumi carnevaleschi inediti. INFO: Gruppo Folk La Lanterna - Tel MERCATO STRAORDINARIO (il 14) Mercato settimanale straordinario (in Piazza Mercato). INFO: Comune di Dolo - Uff. Attività Produttive Tel MERCATINO DELL ANTIQUARIATO (il 21) Esposizione e vendita di oggetti d'antiquariato. INFO: Comitato mercatino dell'antiquariato - Sig. Cogno Tel MERCATO STRAORDINARIO Mercato settimanale straordinario. INFO: Comune di Dolo - Uff. Attività Produttive Tel NATALE DOLESE Saggio di Natale - Saggio di pattinaggio artistico nel quale si esibiscono pattinatori di numerose Società del Veneto. INFO: A.S. Pattinaggio Artistico Dolo - Sig. Poletto Tel Concerto di Natale Concerto con musica e canti di Natale. INFO: Corale Parrocchia S. Rocco di Dolo - Tel Presepe in vetrina. Grande concorso che vede coinvolti gli alunni delle Scuole di Dolo che sono invitati a rappresentare la Natività con materiali di fantasia. INFO: Ass. Isola Bassa - Sig. Furlanetto Tel Presepio semovente. Presepio con statue semoventi. A Dolo, Arino, Sambruson. INFO: Comitato Festeggiamenti Dolo e Comitato Festeggiamenti Parrocchia S. Michele Arcangelo Arino Tel FIERE 17

19 AMBIENTE La raccolta differenziata I RIFIUTI Qualsiasi tipo di attività umana implica la produzione di rifiuti: maggiore è il benessere maggiore è la produzione di rifiuti. Questa massima vale senza distinzione per le economie domestiche, per l artigianato, per l industria. In genere cosa si intende per rifiuto? Una definizione classica potrebbe essere qualsiasi sostanza od oggetto derivante da attività umana o da cicli naturali abbandonato o destinato all abbandono. A loro volta i rifiuti possono essere classificati in: urbani, speciali, tossici, nocivi. Rifiuti urbani: A) quelli non ingombranti provenienti dai fabbricati o da altri insediamenti civili in genere. B) quelli ingombranti quali beni di consumo durevoli provenienti da fabbricati o da altri insediamenti civili in genere. C) quelli di qualunque natura o provenienza giacenti sulle strade ed aree pubbliche o private comunque soggette ad uso pubblico. Rifiuti speciali: A) I residui di lavorazioni industriali, da attività agricole, artigianali, commerciali e di servizi che per quantità e qualità non siano dichiarati assimilabili agli urbani. B) quelli provenienti da ospedali, case di cura ed affini non assimilabili a quelli urbani. C) i materiali provenienti da demolizioni, costruzioni e scavi, i macchinari e le apparecchiature deteriorate e obsolete. D) i veicoli a motore, rimorchi e simili fuori uso e loro parti. E) i residui delle attività di trattamento dei rifiuti e quelli derivanti dalla depurazione dei corsi d acqua. Rifiuti tossici e nocivi: tutti quelli che contengono o sono contaminati da sostanze particolarmente pericolose (per esempio le batterie) in quantità e/o in concentrazione tali da presentare un pericolo per la salute e l ambiente. La raccolta differenziata La raccolta dei rifiuti viene effettuata in maniera differenziata per: - Secco/umido porta a porta - Erba e ramaglie porta a porta - Vetro, plastica, lattine campane stradali - Carta, cartone campane stradali - Pile, farmaci pericolosi contenitori presso negozi e stradali - Indumenti contenitori stradali - Ingombranti porta a porta su chiamata - Batterie auto porta a porta. RACCOLTA PORTA A PORTA RIFIUTI SECCO E UMIDO ORGANICO Per rifiuto secco si intende quella parte di rifiuto non riciclabile quale: gomma e polistirolo, carta o copertine plastificate, carta carbone, carta oleata, contenitori in tetrapack (succhi, latte), pannolini ed assorbenti, cosmetici e tubetto di dentifricio, lampadine e cocci di ceramica, porcellana, terracotta, vasi in plastica per piante, nylon, secchielli, bacinelle e giocattoli, cassette audio e video, cassetto in legno o plastica (ridotte di volume). Il secco opportunamente confezionato in sacchi chiusi deve essere posizionato all esterno dell abitazione la sera precedente il giorno programmato per la raccolta. Umido organico: si intende quella parte di rifiuti riciclabile quale: scarti e avanzi di cibo, alimenti avariati e gusci d uovo, frutta e verdura, fiori recisi e piante in genere, pane vecchio, piccole ossa e ceneri spente in caminetti. L organico opportunamente confezionato in sacchi chiusi deve essere posizionato all esterno dell'abitazione la sera precedente il giorno programmato per la raccolta. RACCOLTA RIFIUTI INGOMBRANTI Vengono raccolti settimanalmente a domicilio a seguito di prenotazione telefonica presso la ditta SER.T.A. Spa (tel ) i seguenti rifiuti ingombranti: mobili vecchi, materassi e reti per letti, frigoriferi e televisori, personal computer di origine domestica, toner e cartucce esauste di stampanti, lavastoviglie, lavatrici, lastre di vetro intere e specchi, damigiane e grosse taniche, batterie auto e moto di provenienza domestica. Il servizio è gratuito. RACCOLTA VERDE E RAMAGLIE Il servizio viene effettuato porta a porta. Il rifiuto verde deve essere posizionato all esterno della propria abitazione la sera precedente al giorno programmato per la raccolta nel seguente modo: l erba e il fogliame devono essere inseriti all interno di sacchi; le ramaglie devono essere raccolte in piccole fascine (non più lunghe di 2 mt.) 18

20 19 RACCOLTA VETRO - PLASTICA - LATTINE La raccolta viene effettuata mediante apposite campane di colore verde. Insieme al vetro è possibile gettare lattine e altro materiale di alluminio e barattoli. Vista l importanza del riciclaggio dei materiali plastici, è importante gettare nelle campane bottiglie di plastica, flaconi di shampoo, di detersivo, di creme con i simboli PET, PE, PVC. Possono essere inseriti pettini, piatti o forchette da pic-nic e le borsine di plastica. Si consiglia di schiacciare le bottiglie e riavvitare il tappo in modo da occupare meno spazio all interno della campana. CESTINI PER I PICCOLI RIFIUTI Sono collocati lungo le strade e nelle prossimità dei parchi. Lo scontrino del negozio, la carta del gelato, il mozzicone della sigaretta non vanno gettati per terra, ma depositati nei cestini. CONTENITORI PER CARTA E CARTONE Il servizio viene espletato con contenitori stradali di colore giallo posizionati nel territorio comunale. Elemento di primaria importanza nella raccolta differenziata è il recupero della carta. Il suo utilizzo permette, oltre al recupero di risorse anche la salvaguardia dell ambiente. La fabbricazione della carta richiede infatti l abbattimento ogni anno di enormi quantità di alberi ed il consumo di grandi quantitativi di energia: riciclare la carta significa quindi: minori costi per la sua produzione, difesa ecologica delle risorse boschive. Il servizio viene espletato con contenitori stradali di colore giallo posizionati nel territorio comunale. Si ricorda che: la carta che si butta nei contenitori deve essere pulita, asciutta e non mescolata ad altri prodotti, in particolare è importante non gettare nei contenitori il cartone plastificato (es. quello del latte e del vino), la carta carbone, la carta oleata e tutta la carta che abbia subito particolari trattamenti chimici. CONTENITORI PER LE PILE E I FARMACI Anche per le pile e i farmaci vi sono contenitori particolari: per le pile sono di colore giallo e sono posizionati presso negozi e scuole, per i farmaci scaduti sono siti in prossimità delle farmacie. Inoltre sono posizionati nel territorio comunale dei contenitori (campane) per pile, farmaci e rifiuti pericolosi. COMPOSTAGGIO DOMESTICO Il compostaggio, un processo naturale. Il compostaggio domestico permette il recupero del materiale organico prodotto giornalmente in casa, trasformandolo in ottimo terriccio per orti e giardini. Crediamo che sia importante promuovere pratiche come questa, da affiancare a quelle più diffuse come la raccolta differenziata. Sono piccole-grandi azioni che tutti noi possiamo compiere quotidianamente ed ottenere, insieme, grandi risultati. Il rispetto dell ambiente inizia nella nostra casa. Cosa si può utilizzare per il compost: Rifiuti dell orto e del giardino; - cascami dell orto, steli, foglie, fiori appassiti, radici, terra di vasi; - sfalci d erba; - le potature e le foglie secche degli alberi del giardino; - rifiuti di cucina. Sono adatti ad esser compostati senza problemi gli scarti vegetali: i resti della preparazione e pulitura delle verdure, le bucce dei frutti e delle patate, i fondi di tè e caffè, ma anche i gusci d uovo. I rifiuti di cucina sono molto umidi e fermentano facilmente, per cui è bene miscelarli, in fase di compostaggio, con materiali più asciutti. geom. SAMUELE BALDAN Via Marzabotto, LUGO di Campagna Lupia (VE) Tel Fax di Boato Sabina - via Cazzaghetto, 29/A Arino di Dolo (VE) - Tel AMBIENTE

CALENDARIO MANIFESTAZIONI 2015 GENNAIO

CALENDARIO MANIFESTAZIONI 2015 GENNAIO GENNAIO 08 dicembre - 06 gennaio 2015 Presepe con sagome di legno Rappresentazione del Presepe con sagome di legno INFO: Ass. Isola Bassa - Sig. Furlanetto Tel. 041 410106 mail: isolabassa@libero.it LUOGO:

Dettagli

Pasqua tra le Ville Venete 3 giorni - 2 notti

Pasqua tra le Ville Venete 3 giorni - 2 notti Pasqua tra le Ville Venete 3 giorni - 2 notti PROGRAMMA Sabato Arrivo, e check-in Hotel /Villa Pomeriggio libero o shopping tour (a richiesta e con supplemento) Cena presso rinomato ristorante (a richiesta

Dettagli

Cosa metto e cosa non metto nel cassonetto

Cosa metto e cosa non metto nel cassonetto Comune di Cingoli Cosa metto e cosa non metto nel cassonetto VADEMECUM per la raccolta differenziata nel comune di Cingoli Ai residenti del comune di Cingoli Presto partirà a Cingoli il sistema di raccolta

Dettagli

Elaborazione su immagine tratta dal sito www.padovanavigazione.it

Elaborazione su immagine tratta dal sito www.padovanavigazione.it ITINERARIO 4. Sito UNESCO La città di Vicenza e le Ville del Palladio nel Veneto (Villa Foscari-La Malcontenta, in Comune di Mira Provincia di Venezia); Da Padova a Venezia lungo la Riviera del Brenta.

Dettagli

COMUNE DI FORESTO SPARSO

COMUNE DI FORESTO SPARSO 1 CHIESA PARROCCHIALE S. MARCO EVANGELISTA Via Roma Ente pubblico Privato X X Adeguata X Libera X Edificata su un precedente edificio religioso (risalente circa al 1337). La nuova chiesa, consacrata nel

Dettagli

Città di San GiorGio a Cremano La differenza? È un piccolo gesto quotidiano. Campagna di sensibilizzazione per la Raccolta Differenziata

Città di San GiorGio a Cremano La differenza? È un piccolo gesto quotidiano. Campagna di sensibilizzazione per la Raccolta Differenziata Città di La differenza? È un piccolo gesto quotidiano Campagna di sensibilizzazione per la Raccolta Differenziata Campagna di sensibilizzazione per la Raccolta Differenziata CALENDARIO DI DEPOTO DEI RIFIUTI

Dettagli

RACCOLTA DIFFERENZIATA. la strada obbligata

RACCOLTA DIFFERENZIATA. la strada obbligata RACCOLTA DIFFERENZIATA la strada obbligata Il Consorzio RSU, quale Ente di Bacino, organo di indirizzo, pianificazione e controllo, in aderenza alle direttive dell assemblea dei Sindaci dei 50 Comuni

Dettagli

Comune di Spilimbergo ANNO 2008

Comune di Spilimbergo ANNO 2008 Comune di Spilimbergo ANNO 2008 RICICLABILE 39,1% NON RICICLABILE 60,9% SITUAZIONE ATTUALE! "# INDUSTRIALI 13% CARTA 9% PLASTICA 6% VETRO 8% INGOMBRANTI 7% VERDE 11% UMIDO 9% INERTI 10% SECCO 26% OBIETTIVI

Dettagli

CUNEO: A SPASSO PER IL CENTRO STORICO

CUNEO: A SPASSO PER IL CENTRO STORICO Dati percorso / itinerario : Responsabile percorso / itinerario : ISTITUTO GRANDIS Roberto Delprete CUNEO 0171-692623 12100 CUNEO (CN) cnis00300e@istruzione.it Italia http://www.grandiscuneo.it Fondata

Dettagli

2 novità GIUGNO 2011 - DICEMBRE 2012 I N D I F F E R E N Z I A T O F A L C DAL 1 GIUGNO LA RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI SI ESTENDE SOLFERINO

2 novità GIUGNO 2011 - DICEMBRE 2012 I N D I F F E R E N Z I A T O F A L C DAL 1 GIUGNO LA RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI SI ESTENDE SOLFERINO Città di SOLFERINO ecocale ndario GIUGNO 0 - DICEMBRE 0 novità per l ambiente DAL GIUGNO LA RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI SI ESTENDE I N D I F F E R E N Z I A T O S F A I L C SI ESTENDE IL PORTA A

Dettagli

Società Igiene Ambientale. Consorzio Bacino FG/4 a r.l. Comune di Margherita di Savoia. Istruzioni sulla. raccolta Differenziata

Società Igiene Ambientale. Consorzio Bacino FG/4 a r.l. Comune di Margherita di Savoia. Istruzioni sulla. raccolta Differenziata Comune di Margherita di Savoia Società Igiene Ambientale Consorzio Bacino FG/4 a r.l. Istruzioni sulla raccolta Differenziata 1 Raccolta differenziata Porta a Porta il Una grande idea per un mondo libero

Dettagli

Quartiere Valle di Vado

Quartiere Valle di Vado carta, cartone e cartoncino: raccolta porta a porta il venerdì vetro e scatolame: campane verdi stradali plastica: raccolta porta a porta il giovedì abiti usati: contenitori stradali o presso la piattaforma

Dettagli

II Settore. GUIDA alla raccolta DIFFERENZIATA. campagna informativa sulla nuova raccolta differenziata

II Settore. GUIDA alla raccolta DIFFERENZIATA. campagna informativa sulla nuova raccolta differenziata II Settore GUIDA alla raccolta DIFFERENZIATA campagna informativa sulla nuova raccolta differenziata CAMPAGNA PROMOZIONALE PESCHICI PULITA LETTERA INVITO AI CITTADINI Cari Cittadini, II Settore questa

Dettagli

Comune di. Canegrate

Comune di. Canegrate Comune di Canegrate UMIDO ORGANICO Nei sacchetti in Mater-Bi dentro l apposito cestino aerato. Per la raccolta il sacchetto va spostato nel MASTELLO MARRONE da mettere fuori casa. Grandi quantità di verde

Dettagli

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta 1 Porta a Porta: che cosa cambia? Scompaiono definitivamente i cassonetti stradali 1: Raccolta differenziata Porta a Porta Una grande idea per un mondo libero dai rifiuti il Comune di Trinitapoli attiva

Dettagli

Progetto ecoschool: raccolta differenziata

Progetto ecoschool: raccolta differenziata Progetto ecoschool: raccolta differenziata Chi semina. raccoglie? 23/06/2010 progetto raccolta differenziata 1 Introduzione Conoscere le diverse tipologie di rifiuti Cosa fare per migliorare la raccolta?

Dettagli

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi.

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi. 1.Introduzione Venezia nasce nel 452 e poco dopo la fondazione della città i commercianti veneziani cominciano a portare dall Oriente prodotti che gli Europei non conoscono: le spezie, il cotone, i profumi

Dettagli

nylon cellophane e borsette copertine plastificate carta oleata carta carbone polistirolo carta sporca

nylon cellophane e borsette copertine plastificate carta oleata carta carbone polistirolo carta sporca Tipologie ed elenco dei materiali Carta e Cartone giornali e riviste libri, quaderni fotocopie e fogli vari (togliendo parti adesive, in plastica o metallo) cartoni piegati imballaggi di cartone scatole

Dettagli

UTENZE NON DOMESTICHE

UTENZE NON DOMESTICHE Comune di San Cesareo UTENZE NON DOMESTICHE per informazioni numero verde 800.180.330 www.comune.sancesareo.rm.it www.aimeriambiente.it Massimilian Massimiliano Rosolino, testimonial per l Ambiente FRAZIONE

Dettagli

L umido nel nuovo secchiello aerato

L umido nel nuovo secchiello aerato L umido nel nuovo secchiello aerato novità! Da gennaio 2013 è obbligatorio conferire il rifiuto umido dentro l apposito SECCHIELLO AERATO fornito gratuitamente dal Comune. Con il nuovo secchiello aerato

Dettagli

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA CALENDARIO RACCOLTA RIFIUTI A DOMICILIO Il nuovo sistema di raccolta prevede un cambiamento del calendario settimanale di raccolta così organizzato: MARTEDI' 1 e 3 martedì

Dettagli

differenza i colori fanno la RACCOLTA DIFFERENZIATA campagna per la promozione della

differenza i colori fanno la RACCOLTA DIFFERENZIATA campagna per la promozione della Comune di Spotorno i colori fanno la differenza campagna per la promozione della RACCOLTA DIFFERENZIATA per gli utenti di Via alla Rocca, Via alla Torre, Via Magiarda, Via Puccini, Via Coreallo Via Verdi

Dettagli

RIFIUTI: DIFFERENZIARE FA LA DIFFERENZA

RIFIUTI: DIFFERENZIARE FA LA DIFFERENZA RIFIUTI: DIFFERENZIARE FA LA DIFFERENZA Bagnoli Irpino 19 Aprile 2008 Finalità: Promuovere modelli comportamentali ed economici che inducano ad un impegno reale e ad un maggiore senso di responsabilità

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

Raccolta differenziata (RD) per materiale

Raccolta differenziata (RD) per materiale Raccolta differenziata (RD) per materiale I servizi di raccolta differenziata sono effettuati con il sistema porta a porta con: - frequenza di raccolta settimanale di carta, cartone; - frequenza di raccolta

Dettagli

PALAZZINA DELL OROLOGIO

PALAZZINA DELL OROLOGIO Un illustre dimora che gode da secoli di fascino e splendore. In Italia non sono molte le residenze d epoca ricche di charme bellezza e di un glorioso passato come Villa Reale. L eleganza senza tempo dell

Dettagli

COMUNE SETTALA ASSESSORATO AMBIENTE CARTA CARTONE TETRAPAK SENZA SACCHETTI DI PLASTICA

COMUNE SETTALA ASSESSORATO AMBIENTE CARTA CARTONE TETRAPAK SENZA SACCHETTI DI PLASTICA CARTA CARTONE TETRAPAK SENZA SACCHETTI DI PLASTICA GIORNALI E RIVISTE LIBRI E QUADERNI FOTOCOPIE E FOGLI VARI CARTONI PIEGATI E SCATOLE PER ALIMENTI IMBALLAGGI DI CARTONE TETRA PAK (LATTE, SUCCHI DI FRUTTA,

Dettagli

Il Molino Stucky a Venezia - ora Hilton Molino Stucky Venice

Il Molino Stucky a Venezia - ora Hilton Molino Stucky Venice Il Molino Stucky a Venezia - ora Hilton Molino Stucky Venice Il Molino Stucky a Venezia è uno di quei siti di archeologia industriale in Italia nel quale l efficienza si è sposata con la volontà di erigere

Dettagli

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie La Raccolta Differenziata a casa tua istruzioni per l uso guida per le famiglie Raccolta Differenziata Le novità Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve

Dettagli

VILLA MEMO GIORDANI VALERI

VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI Ora di proprietà del Comune di Quinto La villa, che si trova in via Borgo in prossimità dell incrocio con via Noalese, chiamata Memo, Giordani, Valeri

Dettagli

ITINERARIO NUM. 1 LA RIVIERA DEL BRENTA: DALLA SCARPA DI LUSSO ALLA VILLA VENETA

ITINERARIO NUM. 1 LA RIVIERA DEL BRENTA: DALLA SCARPA DI LUSSO ALLA VILLA VENETA ITINERARIO NUM. 1 LA RIVIERA DEL BRENTA: DALLA SCARPA DI LUSSO ALLA VILLA VENETA COSA CONSIGLIAMO DI VISITARE La proposta che vi presentiamo è studiata non solo per farvi conoscere la zona della Riviera

Dettagli

Utenze commerciali: Sacco bianco CARTA E CARTONI. Cosa mettere nel sacco:

Utenze commerciali: Sacco bianco CARTA E CARTONI. Cosa mettere nel sacco: CARTA E CARTONI Giornali e riviste separate da involucri di cellophane, libri e quaderni, fogli e tabulati, carta da pacchi, cartone e cartoncino, sacchetti di carta, scatole di cartoncino per alimenti

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore A. Omodeo - Mortara (PV) DIFFERENZIAMOCI

Istituto Istruzione Superiore A. Omodeo - Mortara (PV) DIFFERENZIAMOCI DIFFERENZIAMOCI DIFFERENZIAMOCI C.L.I.R. è lieta di presentarvi il suo TESTIMONIAL... 3 RUDY CHI E CLIR? 5 COMUNI SERVITI DA C.L.I.R. S.p.A. 6 A CHI SONO RIVOLTI I SERVIZI OFFERTI DA C.L.I.R.? COMUNI DELLA

Dettagli

Minicrociere in battello alle Ville Venete della Riviera del Brenta, tra arte, storia e natura

Minicrociere in battello alle Ville Venete della Riviera del Brenta, tra arte, storia e natura Minicrociere in battello alle Ville Venete della Riviera del Brenta, tra arte, storia e natura Programmi di navigazione dal 20 marzo al 31 ottobre 2010 Prenotazioni effettuabili su www.booking on line.com

Dettagli

QUALE TIPO DI RIFIUTO BUTTO NELL ORGANICO?

QUALE TIPO DI RIFIUTO BUTTO NELL ORGANICO? Differenziare i rifiuti L'importanza della raccolta differenziata La raccolta differenziata è il modo migliore per preservare e mantenere le risorse naturali, a vantaggio nostro, dell'ambiente in cui viviamo

Dettagli

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA dei rifiuti urbani. Comune di San Pietro al Natisone

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA dei rifiuti urbani. Comune di San Pietro al Natisone GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA dei rifiuti urbani Comune di San Pietro al Natisone RACCOLTA RI FIUTI ORGANICI CON IL METODO DEL PORTA A PORTA nel capoluogo di San Pietro al Natisone, Ponte San Quirino,

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

PERCORSO CRISTIANO (3 ore circa) -Museo della Cattedrale Piazza Duomo Chiusi. -Cattedrale di S. Secondiano Piazza Duomo Chiusi

PERCORSO CRISTIANO (3 ore circa) -Museo della Cattedrale Piazza Duomo Chiusi. -Cattedrale di S. Secondiano Piazza Duomo Chiusi PERCORSO CRISTIANO (3 ore circa) -Museo della Cattedrale Ingresso: 2,00, 1,50 per gruppi 1,00 scuole Partendo da Piazza Baldini, già, è possibile visitare il Museo della Cattedrale, inaugurato nel 1984,

Dettagli

Montemagno: cenni storici

Montemagno: cenni storici Montemagno: cenni storici Il paese di Montemagno ha molto probabilmente origini romane piuché si conoscce l esistenza di un villaggio, Manius, presente su questo territorio. Le prime testimonianze scritte

Dettagli

Cesenatico per l ambiente. Guida alla corretta gestione dei rifiuti per la tutela della nostra città. Comune di Cesenatico

Cesenatico per l ambiente. Guida alla corretta gestione dei rifiuti per la tutela della nostra città. Comune di Cesenatico Cesenatico per l ambiente. Guida alla corretta gestione dei rifiuti per la tutela della nostra città. Comune di Cesenatico Cesenatico per l ambiente Una corretta gestione dei servizi ambientali è fondamentale

Dettagli

CARTA, CARTONCINO, CARTONE

CARTA, CARTONCINO, CARTONE CARTA, CARTONCINO, CARTONE QUALI SI: giornali e riviste, tabulati di fotocopie, carta da pacchi, imballaggi di carta e cartoncini in genere, sacchetti di carta, scatole e scatoloni anche ondulato, cartoni

Dettagli

PROGETTO RACCOLTA DIFFERENZIATA 2008

PROGETTO RACCOLTA DIFFERENZIATA 2008 COMUNE DI ROMAGNA AL MONTE PROVINCIA DI SALER PROGETTO RACCOLTA DIFFERENZIATA 2008 CENTRO URBA e ZONE RURALI APPROVATO CON DELIBERA DI G.M. N. 12 DEL 11/02/2008 COMUNE DI ROMAGNA AL MONTE PROVINCIA DI

Dettagli

Comune di Villaricca PROVINCIA DI NAPOLI ASSESSORATO ALL AMBIENTE SETTORE AMBIENTE

Comune di Villaricca PROVINCIA DI NAPOLI ASSESSORATO ALL AMBIENTE SETTORE AMBIENTE Comune di Villaricca PROVINCIA DI NAPOLI ASSESSORATO ALL AMBIENTE SETTORE AMBIENTE IV SETTORE DIFFERENZIAMO/ci Il Funzionario Dott.ssa Flora D Aniello Il Capo Settore Arch. Vincenzo Di Girolamo ATTENZIONE

Dettagli

rifiuti come, dove, quando Imballaggi leggeri: la nuova raccolta opua5-rovereto.indd 1 2-09-2011 11:51:10

rifiuti come, dove, quando Imballaggi leggeri: la nuova raccolta opua5-rovereto.indd 1 2-09-2011 11:51:10 rifiuti come, dove, quando Imballaggi leggeri: la nuova raccolta opua5-rovereto.indd 1 2-09-2011 11:51:10 NuOVI SERVIZI PER MIGLIORARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA dopo qualche anno dalla partenza a rovereto

Dettagli

COSA? COME? COSA SI QUANDO? COSA NO

COSA? COME? COSA SI QUANDO? COSA NO IL COMUNE DI POLLICA SI DIFFERENZIA COSA? COME? COSA SI QUANDO? COSA NO Umido Sacchetto biodegradabile in mater-bio in ECM Scarti di cucina freddi (pane, pasta, riso), alimenti avariati, resti animali,

Dettagli

A MONTEPULCIANO IL NATALE è ANCORA PIù MAGICO!

A MONTEPULCIANO IL NATALE è ANCORA PIù MAGICO! A MONTEPULCIANO IL NATALE è ANCORA PIù MAGICO! Castello di Babbo Natale Mercatini Caratteristici Pista di Pattinaggio su Ghiaccio Mostra dei Presepi dal mondo Fattoria dei pony PROGRAMMA EVENTI Sabato

Dettagli

Che cos e il porta a porta?

Che cos e il porta a porta? Che cos e il porta a porta? È un nuovo modo di realizzare la raccolta dei rifiuti urbani. Si eliminano quasi tutti i cassonetti su strada e vengono consegnate ad ogni utenza piccole pattumiere in cui depositare

Dettagli

riciclabili per natura

riciclabili per natura Comunità montana Walser alta Valle del Lys riciclabili per natura in collaborazione con: carta vetro e ALLUMiNio imballaggi in plastica rifiuti indifferenziati apparecchi elettrici ed elettronici ingombranti

Dettagli

XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE

XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE Con il Patrocinio di:» Le Delegazioni FAI della Regione Molise ringraziano Controllare

Dettagli

Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014

Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014 Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014 FEBBRAIO Sabato 15, ore 16 - Ponte coperto (lato città) MARZO Sabato 8, ore 16 - piazza S. Michele (basilica) PAVIA, CAPITALE DI REGNO

Dettagli

2015 EcoCalendario. Verifica le raccolte nelle festività. per maggiori informazioni. COMUNICAZIONE IMPORTANTE Cara cittadina, caro cittadino,

2015 EcoCalendario. Verifica le raccolte nelle festività. per maggiori informazioni. COMUNICAZIONE IMPORTANTE Cara cittadina, caro cittadino, Comune di Curtatone Verifica le raccolte nelle festività COMUNICAZIONE IMPORTANTE Cara cittadina, caro cittadino, questo nuovo ecocalendario ci dà l occasione per sottolineare alcuni aspetti legati alla

Dettagli

Unità 1. Raccolta differenziata. Lavoriamo sulla comprensione. Ingombranti Conferiti nelle vicinanze Disfarti Riciclare

Unità 1. Raccolta differenziata. Lavoriamo sulla comprensione. Ingombranti Conferiti nelle vicinanze Disfarti Riciclare Unità 1 Raccolta differenziata CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere un testo che dà informazioni sulla raccolta differenziata parole relative alla raccolta differenziata e ai rifiuti a usare

Dettagli

Minicrociere in battello alle Ville Venete della Riviera del Brenta, tra arte, storia e natura

Minicrociere in battello alle Ville Venete della Riviera del Brenta, tra arte, storia e natura Minicrociere in battello alle Ville Venete della Riviera del Brenta, tra arte, storia e natura Programmi di navigazione dal 19 marzo al 30 ottobre 2011 Prenotazioni effettuabili su www.booking-on-line.com

Dettagli

Comune di Montefortino

Comune di Montefortino Comune di Montefortino Provincia di Fermo RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI RACCOLTA UMIDO Utilizza il cassonetto marrone per la raccolta dell UMIDO SI COSA INSERIRE: Avanzi freddi di cibo, scarti di

Dettagli

SOMMARIO. .a questo ed altro risponde lo. 1. LA NOZIONE DI RIFIUTO E LA SUA CLASSIFICAZIONE IN BASE AL D.LGS. n 22/97. 2. LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI.

SOMMARIO. .a questo ed altro risponde lo. 1. LA NOZIONE DI RIFIUTO E LA SUA CLASSIFICAZIONE IN BASE AL D.LGS. n 22/97. 2. LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI. Alberto Casarotti Orari Martedì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 Giovedì dalle ore 9,00 alle ore 16,00 Su appuntamento in orari diversi da quelli indicati sopra tel. 0532 299540 fax 0532 299525 rispondiamo

Dettagli

Solferino. Calendario raccolta differenziata 2016. Comune di. Solferino. Raccolta in rete Calendari, info, news sul tuo pc, smartphone, tablet

Solferino. Calendario raccolta differenziata 2016. Comune di. Solferino. Raccolta in rete Calendari, info, news sul tuo pc, smartphone, tablet Progetto grafico copertina Chialab, foto Westend/Getty Images Comune di Solferino Raccolta in rete Calendari, info, news sul tuo pc, smartphone, tablet www.mantovaambiente.it Solferino Calendario raccolta

Dettagli

rifiuti come, dove, quando

rifiuti come, dove, quando rifiuti come, dove, quando 71% del totale dei rifiuti domestici prodotti a Rovereto viene differenziato grazie all impegno di tutti i cittadini.* Solo con la collaborazione di ognuno si può aumentare ancora

Dettagli

LA NUOVA MAPPA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA COME E QUANDO AVVIENE IL RITIRO

LA NUOVA MAPPA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA COME E QUANDO AVVIENE IL RITIRO LA NUOVA MAPPA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA COME E QUANDO AVVIENE IL RITIRO Virginio Brivio Sindaco di Lecco Vittorio Campione Assessore all Ambiente la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti sono un attività

Dettagli

Raccolta differenziata imprese e attività commerciali. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Raccolta differenziata imprese e attività commerciali. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata imprese e attività commerciali. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Le risorse disponibili sulla terra non sono infinite ed è quindi

Dettagli

LAGO D ISEO PONTE DI OGNISSANTI IN CAMPER - SULZANO - ISOLA DI MONTEISOLA - PIRAMIDI DI ZONA - 30 31 ottobre 01 novembre 2010

LAGO D ISEO PONTE DI OGNISSANTI IN CAMPER - SULZANO - ISOLA DI MONTEISOLA - PIRAMIDI DI ZONA - 30 31 ottobre 01 novembre 2010 PONTE DI OGNISSANTI IN CAMPER 30 31 ottobre 01 novembre 2010 LAGO D ISEO - SULZANO - ISOLA DI MONTEISOLA - PIRAMIDI DI ZONA - By Adriano Lago d Iseo 2010 1 PROPOSTA DI VIAGGIO SABATO 30 OTTOBRE: Partenza

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

IO MIGLIORO SIENAMBIENTE GUIDA PER METTERE I RIFIUTI GIUSTI NEL SACCHETTO GIUSTO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI QUALITÀ DIAMOCI UN OBIETTIVO

IO MIGLIORO SIENAMBIENTE GUIDA PER METTERE I RIFIUTI GIUSTI NEL SACCHETTO GIUSTO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI QUALITÀ DIAMOCI UN OBIETTIVO DIAMOCI UN OBIETTIVO DI QUALITÀ IO MIGLIORO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA GUIDA PER METTERE I RIFIUTI GIUSTI NEL SACCHETTO GIUSTO SIENAMBIENTE IO MIGLIORO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA multimateriale indifferenziato

Dettagli

La splendida cittadina di Barga, terra di adozione di Giovanni Pascoli, è un borgo medievale di rara bellezza, riconosciuto Uno dei Borghi più belli

La splendida cittadina di Barga, terra di adozione di Giovanni Pascoli, è un borgo medievale di rara bellezza, riconosciuto Uno dei Borghi più belli La splendida cittadina di Barga, terra di adozione di Giovanni Pascoli, è un borgo medievale di rara bellezza, riconosciuto Uno dei Borghi più belli d Italia a due passi da Lucca. Barga è sorta sul Colle

Dettagli

Re-evolution r e a l e s t a t e

Re-evolution r e a l e s t a t e c a _ A N N E L I S E v e n e z i a c a _ A N N E L I S E v e n e z i a S p a z i _ d i _ P r e s t i g i o Re-evolution r e a l e s t a t e Re-evolution S.r.l. via delle Macchine, 2-30175 Marghera (VE)

Dettagli

ANDRANO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE. Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni

ANDRANO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE. Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni ANDRANO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni territoriali che fossero sfuggiti al censimento. Cripta dello Spirito Santo

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Stabilimenti balneari Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata di carta riciclata neanche

Dettagli

COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA IN LOC. FORNACETTA DI INVERIGO

COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA IN LOC. FORNACETTA DI INVERIGO COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA IN LOC. FORNACETTA DI INVERIGO Approvato con atto C.C. n. 28/2000 - Modificato con atto C.C. n. 23 del

Dettagli

I.R.E. srl per il Piano di Valorizzazione Territoriale - Progetto Leggere Trame

I.R.E. srl per il Piano di Valorizzazione Territoriale - Progetto Leggere Trame 2.5 Pontestura PATRIMONI INDIVIDUATI 1: PALAZZO MUNICIPALE, ARCHIVIO STORICO E DEPOSITO MUSEALE ENRICO COLOMBOTTO ROSSO Il Palazzo, edificato a fine 800, è stato donato al Comune dopo la metà degli anni

Dettagli

Convention Europea Alphega Pharmacy 2011 Pacchetti week end

Convention Europea Alphega Pharmacy 2011 Pacchetti week end Convention Europea Alphega Pharmacy 2011 Pacchetti week end 1 TOUR DI MONTE CARLO MAGICO MONDO DEI SOGNI (escursione di mezza giornata) Incontro, dopo la prima colazione, nella hall dell hotel con la guida

Dettagli

il lago insegna 2011 proposte per una giornata sul Lago di Como

il lago insegna 2011 proposte per una giornata sul Lago di Como *MUSEI E MONUMENTI MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO P. GIOVIO : contiene reperti archeologici di età preistorica, protostorica, egizia, etrusca e romana. MUSEO CIVICO STORICO G. GARIBALDI : raccoglie testimonianze

Dettagli

MANUALE PER LA DIFFERENZIATA DOMICILIARE

MANUALE PER LA DIFFERENZIATA DOMICILIARE Coordinamento per la Differenziata In collaborazione con Il Primo Circolo Didattico Plesso Casamale Somma Vesuviana Comitato di Quartiere Casamale Progetto: Quartieri in movimento Punto 1 Emergenza Rifiuti

Dettagli

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI COMUNE DI CESANO BOSCONE La raccolta differenziata a Cesano Boscone Raccogliere separatamente i rifiuti è un gesto di rispetto

Dettagli

Derichebourg San Germano. Comune di Bonorva. I nuovi servizi di raccolta differenziata

Derichebourg San Germano. Comune di Bonorva. I nuovi servizi di raccolta differenziata Derichebourg San Germano Comune di Bonorva I nuovi servizi di raccolta differenziata La composizione dei nostri rifiuti: Raccolte : Servizi previsti - raccolta domiciliare: Rifiuto solido frazione residuale

Dettagli

Raccolta differenziata di prossimità. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Raccolta differenziata di prossimità. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata di prossimità. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Le risorse disponibili sulla terra non sono infinite ed è quindi indispensabile

Dettagli

La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza

La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza A nord di Pallanza, in posizione comoda da raggiungere anche dalle località di Suna e Intra, ai piedi del Monte Rosso, sorge la celebre e bella struttura

Dettagli

vetro, bottiglie di plastica, fogli di carta, cartone, ossi grandi, fiori secchi, alimenti, piatti di plastica cartone

vetro, bottiglie di plastica, fogli di carta, cartone, ossi grandi, fiori secchi, alimenti, piatti di plastica cartone Livello A1 Unità 1 Raccolta differenziata Chiavi Lavoriamo sulla comprensione Chiavi 1. Metti i rifiuti nel contenitore giusto. (drag and drop) vetro, bottiglie di plastica, fogli di carta, cartone, ossi

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Pro Cittadella. Comune di Cittadella. in collaborazione con ASCOM PADOVA. Musica stelle MUSICA - SPETTACOLO - DIVERTIMENTO FOTO: STUDIO CLICK

Pro Cittadella. Comune di Cittadella. in collaborazione con ASCOM PADOVA. Musica stelle MUSICA - SPETTACOLO - DIVERTIMENTO FOTO: STUDIO CLICK Pro Cittadella Comune di Cittadella in collaborazione con ASCOM PADOVA Musica sotto stelle le MUSICA - SPETTACOLO - DIVERTIMENTO FOTO: STUDIO CLICK PONTAROLLO sas lubrificanti Via Padre Pierobon, 8-35013

Dettagli

PORTA A PORTA GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA. Comune di Pettorano sul Gizio LA TUA COLLABORAZIONE E INDISPENSABILE

PORTA A PORTA GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA. Comune di Pettorano sul Gizio LA TUA COLLABORAZIONE E INDISPENSABILE Comune di Pettorano sul Gizio GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA E il nuovo sistema domiciliare con cui il Comune di Pettorano sul Gizio provvederà al ritiro dei rifiuti direttamente avanti

Dettagli

Raccolte Differenziate. Guida Pratica

Raccolte Differenziate. Guida Pratica Raccolte Differenziate Guida Pratica R come rifiuto Preoccupatevi di lasciare questo mondo un po migliore di come lo avete trovato.. Ciclo Naturale Chiuso Il concetto di Rifiuto non esiste in Natura. La

Dettagli

Passeggiando per Bagnara. Scuola Secondaria di I Grado San Francesco Bagnara di Romagna Classe III A

Passeggiando per Bagnara. Scuola Secondaria di I Grado San Francesco Bagnara di Romagna Classe III A Passeggiando per Bagnara Scuola Secondaria di I Grado San Francesco Bagnara di Romagna Classe III A A.S. 2014-2015 Presentazione Gli alunni della Classe III - A della S.S. di I grado San Francesco di Bagnara

Dettagli

VILLA FARALDI Differenziamoci. Con il porta a porta per liberarci dei rifiuti in modo intelligente, per noi e per le generazioni future.

VILLA FARALDI Differenziamoci. Con il porta a porta per liberarci dei rifiuti in modo intelligente, per noi e per le generazioni future. VILLA FARALDI Differenziamoci Con il porta a porta per liberarci dei rifiuti in modo intelligente, per noi e per le generazioni future. !!!!! SIAMO IMPEGNATI NEL MIGLIORAMENTO CONTINUO, AIUTATECI A RISPETTARE

Dettagli

grafica e stampa: Giorgiani 0836.948204

grafica e stampa: Giorgiani 0836.948204 grafica e stampa: Giorgiani 0836.948204 Obbiettivi Sagre Sagra della Sciuscella: anche quest anno l Associazione Pro-Loco devolveparte del ricavato alla Parrocchia, per contribuire così, alle spese del

Dettagli

CARTA, CARTONCINO, CARTONE

CARTA, CARTONCINO, CARTONE CARTA, CARTONCINO, CARTONE QUALI SI: giornali e riviste, tabulati di fotocopie, carta da pacchi, imballaggi di carta e cartoncini in genere, sacchetti di carta, scatole e scatoloni anche ondulato, cartoni

Dettagli

IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE. Disegno e Storia dell Arte_PATRIMONIO CULTURALE

IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE. Disegno e Storia dell Arte_PATRIMONIO CULTURALE IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE IL PATRIMONIO CULTURALE di solito indica quell insieme di cose, mobili ed immobili, dette più precisamente beni, che per il loro interesse pubblico e il valore storico,

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI

SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI GE.S.IDR.A. S.p.A. Gestione Servizi Idrici Ambientali Via Lazio sn 24055 Cologno al Serio (Bg) Tel. 035 4872331 - Fax 035 4819691 e-mail: protocollo@gesidra.it SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI

Dettagli

COMUNE DI. Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO.

COMUNE DI. Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO. COMUNE DI Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO. RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI PER RENDERE EFFICIENTE UN SERVIZIO AL CITTADINO NEL RISPETTO DELLE REGOLE DETTATE DALLA COMUNITA

Dettagli

COMUNE DI QUINZANO D OGLIO PROVINCIA DI BRESCIA SERVIZIO AMBIENTE - ECOLOGIA Viale Gandini n. 48 Tel. 030/933232 Fax 030/9924035 e-mail

COMUNE DI QUINZANO D OGLIO PROVINCIA DI BRESCIA SERVIZIO AMBIENTE - ECOLOGIA Viale Gandini n. 48 Tel. 030/933232 Fax 030/9924035 e-mail COMUNE DI QUINZANO D OGLIO PROVINCIA DI BRESCIA SERVIZIO AMBIENTE - ECOLOGIA Viale Gandini n. 48 Tel. 030/933232 Fax 030/9924035 e-mail ambiente@quinzano.it GIORNO DI RACCOLTA: MARTEDI E SABATO RESTI DI

Dettagli

Come conferire i rifiuti

Come conferire i rifiuti GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DEL COMUNE DI PESCANTINA Come conferire i rifiuti I CONTENITORI ED I SACCHETTI VANNO ESPOSTI: DOVE: all esterno della proprietà, sul ciglio stradale. QUANDO:

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

Provincia di Bergamo

Provincia di Bergamo COMUNE DI MORENGO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA INDICE Art. 1 Oggetto del regolamento Art. 2 Compiti del Comune Art. 3 Compiti del gestore Art. 4 Compiti degli

Dettagli

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it

Web Content Manager Short Travel redazione@short-travel.it 1 Il progetto Short Travel è in continuo e costante miglioramento. I contenuti di questo documento sono ricavati da informazioni di pubblico dominio e in quanto tali possono contenere inesattezze o non

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

INDICE. San Maurizio... p. 2. Costi attività didattiche...p. 5. Dove sono i musei e i siti p. 5. Il Museo per gli Insegnanti...p.

INDICE. San Maurizio... p. 2. Costi attività didattiche...p. 5. Dove sono i musei e i siti p. 5. Il Museo per gli Insegnanti...p. INDICE San Maurizio....... p. 2 Costi attività didattiche........p. 5 Dove sono i musei e i siti p. 5 Il Museo per gli Insegnanti....p. 6 Informazioni e Prenotazioni..... p. 7 Pubblicazioni...... p. 8

Dettagli

PER I PIÙ ALLENATI CHE VOLESSERO PROSEGUIRE IL CAMMINO,

PER I PIÙ ALLENATI CHE VOLESSERO PROSEGUIRE IL CAMMINO, La Greenway 7. PER I PIÙ ALLENATI CHE VOLESSERO PROSEGUIRE IL CAMMINO, DA COPERSITO È POSSIBILE RAGGIUNGERE LA CHIESA DELL ACQUA SANTA. LA STRADA, CHE CORRE TRA CAMPI, VIGNETI E ULIVETI, NEL PRIMO TRATTO

Dettagli

IL DUOMO RACCONTA LA SUA STORIA

IL DUOMO RACCONTA LA SUA STORIA IL DUOMO RACCONTA LA SUA STORIA C a l e n da r i o 2 0 1 2 Nel 1481 il neoeletto vescovo di Pavia, Ascanio Sforza, presentò un progetto di ampliamento e rinnovo delle due cattedrali gemelle di Santo Stefano

Dettagli

All. 1 al capitolato Speciale d Appalto

All. 1 al capitolato Speciale d Appalto All. 1 al capitolato Speciale d Appalto PROGRAMMA OPERATIVO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI CALABRITTO ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI IGIENE URBANA PREMESSA Il Comune di Calabritto, seguendo le esperienze

Dettagli

Comune di. Camaiore FACCIO LA DIFFERENZIATA: SEPARO, RECUPERO, RICICLO LIDO ZONA MARE OPUSCOLO INFORMATIVO PER LE UTENZE NON DOMESTICHE

Comune di. Camaiore FACCIO LA DIFFERENZIATA: SEPARO, RECUPERO, RICICLO LIDO ZONA MARE OPUSCOLO INFORMATIVO PER LE UTENZE NON DOMESTICHE Comune di Camaiore CAMAIORE VERSO RIFIUTI ZERO FACCIO LA DIFFERENZIATA: SEPARO, RECUPERO, RICICLO OPUSCOLO INFORMATIVO PER LE UTENZE NON DOMESTICHE LIDO ZONA MARE IL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA PORTA A

Dettagli

RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI URBANI NEL COMUNE DI ROBBIO

RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI URBANI NEL COMUNE DI ROBBIO RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI URBANI NEL PARTE LE RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DIRETTAMENTE A CASA TUA State comodi, veniamo noi! 2 C.L.I.R. è lieta di presentarvi il suo TESTIMONIAL... 3

Dettagli

Utenze domestiche Centro Storico di Rimini. Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini

Utenze domestiche Centro Storico di Rimini. Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini Utenze domestiche Centro Storico di Rimini Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata

Dettagli