DISTRETTO SCOLASTICO n. 24 ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI E. Mattei

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DISTRETTO SCOLASTICO n. 24 ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI E. Mattei"

Transcript

1 DISTRETTO SCOLASTICO n. 24 ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI E. Mattei Via Principessa Margherita, 25 - Tel Fax /83 Sito web: COD. UFF.NATD05000B CASAMICCIOLA TERME - NA Indirizzi: - Amministrazione, Finanza e Marketing - Costruzioni, Ambiente e Territorio - Informatica e Telecomunicazioni - Elettronica e Elettrotecnica PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2011/2012 (aggiornato al 09/02/2012) Pagina 1 di

2 SOMMARIO PREMESSA... 4 ATTUALE ORDINAMENTO SCOLASTICO... 4 INDIRIZZI ATTIVATI NELL A.S. 2011/2012:... 6 Amministrazione, Finanza e Marketing...6 Costruzioni, Ambiente e Territorio...8 Informatica e Telecomunicazioni...10 INDIRIZZI AD ESAURIMENTO Indirizzo Commerciale...15 Indirizzo geometri progetto PROGETTI SVOLTI IN ISTITUTO NEGLI ULTIMI ANNI Dall a.s. 1993/94 all a.s. 2005/ a.s. 2007/ a.s. 2008/ a.s. 2009/ PROGETTI PER L ANNO IN CORSO PIANO DELLE ATTIVITA CRITERI COMUNI PER LA FORMULAZIONE DEI GIUDIZI MODALITA DI ATTRIBUZIONE DEL CREDITO SCOLASTICO MODALITÀ DI RECUPERO DEL DEBITO FORMATIVO MODALITÀ DI ATTRIBUZIONE DEL CREDITO FORMATIVO MODALITA DI ATTUAZIONE DEI RAPPORTI SCUOLA- FAMIGLIA ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI E ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO QUADRO DELLE RISORSE Pagina 2 di

3 QUADRO DELLE RISORSE ORGANIGRAMMA REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELL I.T. ENRICO MATTEI Pagina 3 di

4 PREMESSA L Istituto Tecnico E.Mattei, autonomo dal 1 ottobre 1961, è frequentato nell as 2011/2012 da 649 alunni suddivisi in 29 classi. Gli indirizzi attivati sono tre: 1. Amministrazione, Finanza e Marketing, 2. Costruzioni, Ambiente e Territorio 3. Informatica e Telecomunicazioni 4. Elettronica e Elettrotecnica Il POF è il piano dell offerta formativa di un Istituto ed è il documento di identità culturale e progettuale della scuola(ai sensi del DPR 275/99): definisce i percorsi didattici; esprime l autonomia organizzativa della scuola; contiene il curricolo obbligatorio per i propri alunni; integra il curricolo obbligatorio con attività che tengono conto delle diverse esigenze formative degli alunni concretamente rilevate, della necessità di garantire efficaci azioni di continuità e di orientamento, delle esigenze e delle attese espresse dalle famiglie, dagli Enti locali, dai contesti sociali, culturali ed economici del territorio. A cosa serve? Ad effettuare scelte sul percorso didattico ed educativo da parte degli studenti e delle famiglie e ad informare circa le attività svolte dall Istituto. Il POF non è un documento definitivo, ma un documento aperto in quanto è adattato ai nuovi bisogni dell utenza e del territorio. ATTUALE ORDINAMENTO SCOLASTICO Gli Istituti Tecnici dall a.s. 2010/2011 hanno un nuovo ordinamento didattico regolato dal D.P.R. n.88/2010. Nel nostro Istituto sono operativi tre indirizzi: un indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing che confluisce nel settore economico e due indirizzi Costruzioni, Ambiente e Territorio e Informatica e Telecomunicazioni che afferiscono al Settore tecnologico. Ovviamente sono ad esaurimento gli indirizzi Commerciale e la sperimentazione progetto cinque nell indirizzo Geometri. Pagina 4 di

5 L Istituto, nella persona del Dirigente, stipula un Patto di corresponsabilità con le componenti della comunità scolastica ai sensi dell art.3 del DPR 235/2007. Il modello di tale contratto è reperibile sul sito web dell Istituto. Per quanto concerne le azioni per passaggio al nuovo ordinamento e l orientamento per l organizzazione del curricolo gli interessati potranno consultare le linee guida per il passaggio al nuovo ordinamento degli istituti Tecnici di cui al DPR 15 marzo 2010 articolo 8 comma3. Pagina 5 di

6 INDIRIZZI ATTIVATI NELL A.S. 2011/2012: SETTORE ECONOMICO 1) Amministrazione, Finanza e Marketing Quadro orario a partire dall as 2010/2011 Amministrazione, Finanza e Marketing I anno II anno Materie Classi/Orario settimanale Classi/Orario settimanale Religione/alternativa 1 1 Lingua e lettere italiane 4 4 Storia ed ed. civica 2 2 Inglese 3 3 Matematica 4 4 Diritto 2 2 Scienze integrate(biologia) 2 2 Sc.Motorie 2 2 Sc.Integrate(Fisica) I anno / (Chimica) II anno 2 2 Geografia 3 3 Informatica 2 2 Tedesco 3 3 Ec.Aziendale 2 2 TOTALE DELLE ORE L`area AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING attraversa tutti i settori produttivi: riguarda attività che interessano qualunque organizzazione aziendale. Sono i diplomi più richiesti dalle imprese: assunzioni nel 2009, +1% rispetto all anno precedente. L`indirizzo AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING offre una solida base culturale e competenze tecniche per operare nel sistema aziendale, utilizzare gli strumenti per il marketing, gestire prodotti assicurativi e finanziari e lavorare nel settore dell economia sociale. Si impara a: Pagina 6 di

7 - applicare i principi generali della programmazione e del controllo di gestione - orientarsi e operare nei mercati finanziari - operare nel sistema delle rilevazioni aziendali con una visione d`insieme. Per comunicare con clienti, fornitori, colleghi che operano all estero bisogna: - sapere bene l inglese e una seconda lingua; - conoscere i principi economici e giuridici nazionali, europei e internazionali; - tenersi costantemente aggiornati sulle nuove norme. Ampio spazio all informatica. Nell indirizzo AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING, un ruolo cruciale hanno i laboratori, ma anche gli ambienti di lavoro dove ogni alunno frequenta stage, tirocini, alternanza scuola-lavoro. Le ore settimanali saranno meno che nel passato: 32 a settimana, ma saranno ore effettive di 60 minuti. In totale 1056 ore di scuola all`anno. Al diploma si arriva in cinque anni: i primi quattro suddivisi in due bienni e un quinto anno finale. Gli apprendimenti sono articolati in: - un area di insegnamento generale, con discipline comuni agli indirizzi del settore. - aree di indirizzo specifiche, per formare le competenze tecniche e operative collegate agli ambiti produttivi. Pagina 7 di

8 SETTORE TECNOLOGICO 2) Costruzioni, Ambiente e Territorio Quadro orario a partire dall as 2010/2011 Costruzioni,Ambiente, Territorio I anno II anno Materie Classi/Orario settimanale Classi/Orario settimanale Religione/alternativa 1 1 Lingua e lettere italiane 4 4 Storia ed ed. civica 2 2 Inglese 3 3 Matematica 4 4 Diritto 2 2 Scienze integrate(biologia) 2 2 Sc.Motorie Scienze integrate (Fisica) Scienze integrate (Chimica) Tecnologia e tecnica di rappresentazione grafica (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 1 laboratorio in copresenza) (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 1 laboratorio in copresenza) Tecniche Informatiche(I anno) e Scienze e tecnologie applicate(ii anno) 3 3 TOTALE DELLE ORE L`indirizzo COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO è inserito nel settore tecnologico degli istituti tecnici. Nel settore delle Costruzioni lavorano oltre un milione di addetti in circa 230 mila imprese. Pagina 8 di

9 Le principali aree di attività sono: progettazione e realizzazione di edifici ad uso residenziale e non; lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria; cantieri per l`edilizia e genio civile; risanamento del patrimonio edilizio degradato. L`edilizia moderna si trasforma, con grande attenzione al rapporto tra Progettazione e impatto ambientale. Edilizia biocompatibile, efficienza energetica, domotica: sono solo alcuni esempi delle possibilità di espansione delle innovazioni tecnologiche in questo settore. Si intravedono le enormi potenzialità, ma servono professionisti preparati. COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO è un indirizzo che sviluppa competenze nel campo dei materiali, delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle Costruzioni, dalle attività di cantiere al prodotto finito. È la versione rinnovata della figura tradizionale del geometra e del perito edile. In questo percorso si impara a: - progettare e realizzare edifici e Costruzioni sia pubbliche che private. - stimare terreni e fabbricati attraverso valutazioni tecniche ed economiche. - amministrare immobili. - svolgere operazioni catastali. In questo indirizzo possono trovare uno spazio anche i geotecnici per sviluppare competenze per lavorare nei cantieri per le Costruzioni sotterranee di grandi opere, come tunnel stradali e ferroviari, viadotti, dighe, scavi per metropolitane. Indispensabile la conoscenza dell inglese, anche tecnico e le conoscenze grafiche-progettuali e informatiche. Un ruolo cruciale hanno i laboratori, ma anche gli ambienti di lavoro dove ogni alunno frequenta stage, tirocini, alternanza scuola-lavoro. Le ore settimanali saranno meno che nel passato: 32 a settimana, ma saranno ore effettive di 60 minuti. Al diploma si arriva in cinque anni: i primi quattro suddivisi in due bienni e un quinto anno finale. Pagina 9 di

10 SETTORE TECNOLOGICO 3) Informatica e Telecomunicazioni Quadro orario a partire dall as 2010/2011 Informatica e Telecomunicazioni I anno II anno Materie Classi/Orario settimanale Classi/Orario settimanale Religione/alternativa 1 1 Lingua e lettere italiane 4 4 Storia ed ed. civica 2 2 Inglese 3 3 Matematica 4 4 Diritto 2 2 Scienze integrate(biologia) 2 2 Sc.Motorie Scienze integrate (Fisica) Scienze integrate (Chimica) Tecnologia e tecnica di rappresentazione grafica Informatica (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 2 laboratorio in copresenza) (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 2 laboratorio in copresenza) TOTALE DELLE ORE INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI Informatica e telecomunicazioni, con le loro innovazioni tecnologiche, hanno cambiato radicalmente la vita quotidiana delle persone e degli ambienti di lavoro, in ogni settore e in ogni campo del sapere. L Informatica è la scienza che, attraverso l`elaborazione elettronica dei dati, ha determinato lo sviluppo della società dell`informazione. Pagina 10 di

11 Le Telecomunicazioni progettano, organizzano e gestiscono sistemi di comunicazione a distanza di suoni, parole, immagini e dati. L`esplosione delle innovazioni ha trovato un punto di approdo nell`ict (Information Communication Technology). È un settore in pieno sviluppo di cui si intravedono le enormi potenzialità, ma servono professionisti preparati. Per questo, l indirizzo INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI è stato inserito nel settore TECNOLOGICO degli istituti tecnici. L indirizzo INFORMATICA e TELECOMUNICAZIONI ha ambiti di applicazione senza confini. Sviluppa competenze specifiche per analizzare, progettare e installare sistemi informatici e di telecomunicazioni. Si impara a: Descrivere e comparare il funzionamento di dispositivi informatici, elettronici e di telecomunicazione; Scegliere dispositivi e strumenti in base alle caratteristiche funzionali; Gestire progetti e processi produttivi correlati a funzioni aziendali. È indispensabile la conoscenza dell inglese, anche tecnico. Un ruolo cruciale hanno i laboratori, ma anche gli ambienti di lavoro dove ogni alunno frequenta stage, tirocini, alternanza scuola-lavoro. Le ore settimanali saranno meno che nel passato: 32 a settimana, ma saranno ore effettive di 60 minuti. Al diploma si arriva in cinque anni: i primi quattro suddivisi in due bienni e un quinto anno finale. Pagina 11 di

12 4) Elettronica e Elettrotecnica Il Diplomato in Elettronica ed Elettrotecnica : - ha competenze specifiche nel campo dei materiali e delle tecnologie costruttive dei sistemi elettrici, elettronici e delle macchine elettriche, della generazione, elaborazione e trasmissione dei segnali elettrici ed elettronici, dei sistemi per la generazione, conversione e trasporto dell energia elettrica e dei relativi impianti di distribuzione; - nei contesti produttivi d interesse, collabora nella progettazione, costruzione e collaudo di sistemi elettrici ed elettronici, di impianti elettrici e sistemi di automazione. È in grado di: - operare nell organizzazione dei servizi e nell esercizio di sistemi elettrici ed elettronici complessi; - sviluppare e utilizzare sistemi di acquisizione dati, dispositivi, circuiti, apparecchi e apparati elettronici; - utilizzare le tecniche di controllo e interfaccia mediante software dedicato; - integrare conoscenze di elettrotecnica, di elettronica e di informatica per intervenire nell automazione industriale e nel controllo dei processi produttivi, rispetto ai quali è in grado di contribuire all innovazione e all adeguamento tecnologico delle imprese relativamente alle tipologie di produzione; - intervenire nei processi di conversione dell energia elettrica, anche di fonti alternative, e del loro controllo, per ottimizzare il consumo energetico e adeguare gli impianti e i dispositivi alle normative sulla sicurezza; - nell ambito delle normative vigenti, collaborare al mantenimento della sicurezza sul lavoro e nella tutela ambientale, contribuendo al miglioramento della qualità dei prodotti e dell organizzazione produttiva delle aziende. Nell indirizzo sono previste le articolazioni Elettronica, Elettrotecnica e Automazione, nelle quali il profilo viene orientato e declinato. In particolare, sempre con riferimento a specifici settori di impiego e nel rispetto delle relative normative tecniche, viene approfondita nell articolazione Elettronica la progettazione, realizzazione e gestione di sistemi e circuiti elettronici; nell articolazione Elettrotecnica la progettazione, realizzazione e gestione di impianti elettrici civili e industriali e, nell articolazione Automazione, la progettazione, realizzazione e gestione di sistemi di controllo. A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica consegue i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze. Pagina 12 di

13 1 Applicare nello studio e nella progettazione di impianti e di apparecchiature elettriche ed elettroniche i procedimenti dell elettrotecnica e dell elettronica. 2 Utilizzare la strumentazione di laboratorio e di settore e applicare i metodi di misura per effettuare verifiche, controlli e collaudi. 3 Analizzare tipologie e caratteristiche tecniche delle macchine elettriche e delle apparecchiature elettroniche, con riferimento ai criteri di scelta per la loro utilizzazione e interfacciamento. 4 Gestire progetti. 5 Gestire processi produttivi correlati a funzioni aziendali. 6 Utilizzare linguaggi di programmazione, di diversi livelli, riferiti ad ambiti specifici di applicazione. 7 Analizzare il funzionamento, progettare e implementare sistemi automatici. In relazione alle articolazioni: Elettronica, Elettrotecnica ed Automazione, le competenze di cui sopra sono differentemente sviluppate e opportunamente integrate in coerenza con la peculiarità del percorso di riferimento. Pagina 13 di

14 Quadro orario a partire dall as 2012/2013 Elettronica e Elettrotecnica I anno II anno Materie Classi/Orario settimanale Classi/Orario settimanale Religione/alternativa 1 1 Lingua e lettere italiane 4 4 Storia ed ed. civica 2 2 Inglese 3 3 Matematica 4 4 Diritto 2 2 Scienze integrate(biologia) 2 2 Sc.Motorie Scienze integrate (Fisica) Scienze integrate (Chimica) Tecnologia e tecnica di rappresentazione grafica (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 1 laboratorio in copresenza) (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 1 laboratorio in copresenza) 3 (di cui 1 laboratorio in copresenza) Tecniche Informatiche(I anno) e Scienze e tecnologie applicate(ii anno) 3 3 TOTALE DELLE ORE Pagina 14 di

15 5) INDIRIZZI AD ESAURIMENTO Indirizzo Commerciale Il Perito commerciale deve: riconoscere i diversi modelli organizzativi elaborare dati contabili, interpretarli e rappresentarli efficacemente ricorrendo a strumenti informatici contribuire alla stesura del bilancio di esercizio analizzare i bilanci di impresa di diversi settori riferentesi agli aspetti economici, finanziari e patrimoniali collocare i fenomeni aziendali nella dinamica del sistema giuridico nazionale ed internazionale applicare i principi generali e fondamentali relativi al controllo aziendale orientarsi rispetto ai principali aspetti della normativa civilistica e fiscale riguardante la gestione aziendale riconoscere i macro fenomeni che caratterizzano il sistema economico nazionale ed internazionale connettendoli alle strategie di conduzione aziendale inquadrare l attività di marketing e riconoscere le principali articolazioni. Pagina 15 di

16 Quadro orario Commerciale Classi/Orario settimanale Materie II III IV V Religione o materia alternativa Italiano Storia Matematica ^ Lingua ^ Lingua Scienza della materia Scienze della natura Diritto ed Economia Economia Politica(III e IV) e Scienza delle Finanze(V) Diritto Economia Aziendale Geografia Economica Trattamento Testi e Dati Educazione Fisica TOTALE ORE Pagina 16 di

17 SBOCCHI OCCUPAZIONALI del perito commerciale. Libera professione e consulenza del lavoro dopo un periodo di praticantato di tre anni presso un professionista abilitato ed un esame di abilitazione; Attività di amministrazione e controllo di Enti pubblici e di enti collegati; contabilità e gestione di Aziende; Intermediazione commerciale; Servizi bancari e assicurativi; Operatori del commercio on-line(nuova figura professionale emergente); Settore marketing e analisi di mercato; Accesso a tutte le facoltà universitarie. Pagina 17 di

18 Indirizzo geometri progetto 5 La preparazione specifica del diplomato geometra si basa prevalentemente sul possesso di capacità grafico-progettuali relative ai settori del rilievo e delle Costruzioni e di concrete conoscenze inerenti l organizzazione e la gestione del territorio. La formazione, integrata da idonee capacita linguistico-espressive e logico-matematiche, sarà completata da buone conoscenze economiche, giuridiche ed amministrative e consentirà al diplomato l inserimento in situazioni di lavoro diversificate e/o la prosecuzione degli studi. Il livello di formazione, orientato verso una operatività professionale di grado intermedio, sarà raggiunto tramite l acquisizione dei principi e dei metodi fondamentali delle aree di competenza. Inoltre frequenti esercitazioni ed incontri con esperienze reali renderanno familiari all alunno le moderne tecniche operative e ne stimoleranno la propensione al continuo aggiornamento, dopo il conseguimento del diploma. Conseguentemente con queste finalità il diplomato dovrà essere in grado di : progettare anche con l ausilio di procedure CAD opere civili di caratteristiche coerenti con le competenze professionali recuperare il patrimonio edilizio esistente con interventi di miglioramento ed adeguamento in linea con la normativa tecnica in vigore anche per le zone sismiche dirigere i lavori inerenti opere civili di caratteristiche coerenti con le competenze professionali operare anche in gruppi di lavoro, nella organizzazione, assistenza, gestione e direzione dei cantieri, ivi comprese le procedure per l accertamento della qualità dei materiali organizzare e redigere computi metrici preventivi e consuntivi e tenere i regolamentari registri di cantiere, anche con l ausilio di mezzi informatici progettare e realizzare modesti impianti tecnologici (idrici, igienico-sanitari, termici, ad energia solare, geotermica e/o eolica, di condizionamento) anche in funzione del risparmio energetico effettuare rilievi utilizzando i metodi e le tecniche tradizionali e conoscendo quelle più recenti, con applicazioni relative alla rappresentazione del territorio urbano ed extraurbano elaborare carte tematiche ed inserirsi in gruppi di lavoro per progettazioni urbanistiche intervenire, sia in fase progettuale che esecutiva, sul territorio per la realizzazione di infrastrutture (strade, attraversamenti, impianti ecc.), di opere di difesa e salvaguardia, di interventi idraulici e di bonifica di modeste dimensioni Pagina 18 di

19 valutare, anche sotto l aspetto dell impatto ambientale, immobili civili ed interventi territoriali di difesa dell ambiente effettuare accertamenti e stime catastali Pagina 19 di

20 Quadro orario Geometra Progetto 5 Classi/Orario settimanale Materie II III IV V Religione/alternativa Lingua e lettere italiane Storia ed ed. civica Lingua straniera Matematica e informatica Fisica e laboratorio Geografia,Scienze e laboratorio Chimica e laboratorio Disegno e progettazione Diritto ed economia Geopedologia Economia ed Estimo Costruzioni Topografia fotogrammetria Impianti Educazione fisica TOTALE DELLE ORE Pagina 20 di

21 SBOCCHI OCCUPAZIONALI del geometra progetto 5. Settore riguardante il rilievo finalizzato alla redazione degli atti di aggiornamento catastale(tracciamenti, frazionamenti e tipi mappali, accatastamenti, misurazioni e riconfinamenti, volture catastali e visure, sistemi distanziometrici e satellitari, rilievi planoaltimetrici e cartografia), settore delle nuove tecniche di rilievo: fotogrammetria terrestre grazie all utilizzo dei sistemi informatici(rilievi edifici architettonici, etc), Libera professione, dopo un periodo biennale di praticantato presso un tecnico abilitato ed un esame di abilitazione, nel settore della progettazione e direzione dei lavori di opere civili, progettazione per eliminazione barriere architettoniche, impianti e valutazione dell Impatto ambientale(v.i.a.), progettazione risparmio energetico, prevenzione incendi ed infortuni, periti giudiziari(arbitrati, denunce di successione, divisioni, visure ipotecarie, amministrazioni condominiali e immobiliari, usi civici, benefici fiscali in edilizia, ecologia, consulenze tecniche), progettazione dei piani di sicurezza dei cantieri e responsabile per la sicurezza; accesso alle Facoltà Universitarie, certificazione energetica degli edifici. PROGETTI SVOLTI IN ISTITUTO NEGLI ULTIMI ANNI. Dall a.s. 1993/94 all a.s. 2005/2006 l adesione al Progetto Giovani la partecipazione annuale al concorso invito alla lettura con traguardi considerevoli (premio nazionale 1993) le ricerche nel settore ambientale i progetti di trasformazione del territorio progetto-ambiente per le classi del Progetto 5 (2 premio nazionale nel 1994 conferito dalla Banca Comm.le Italiana) l adesione ai progetti comunitari europei (Progetto Socrates, sez. Comenius, che prevede la collaborazione con Istituti europei sia nel settore ambientale che linguistico e che, nell ottica dello scambio nazionale ed europeo, permette la partecipazione e l ampliamento delle reciproche esperienze nel settore tecnico ed informatico) il progetto Educazione alla Salute il progetto Scuole in rete il progetto Vivere il Mare finalisti a.s.2003/2004 e 2004/2005 la partecipazione ai seminari dell I.S.S. di Roma in occasione della Settimana della Cultura scientifica PON Annualità 2000 Misure 1.B, 1.C PON Annualità 2005 Misure 1.3, 7.1b, 7.2, 7.3 Pagina 21 di

22 Progetto globale d Istituto avente come focus il disagio Giovanile e i comportamenti a rischio Agenda 21 a scuola Olimpiadi di matematica e scienze naturali Accordo in rete per un Progetto di vita per i diversamente abili con ASL Na 2 Il quotidiano in classe La Repubblica corso di psicologia corso di recitazione corso di ecologia marina corso tecniche multimediali e giornalismo valutazione dell apprendimento di Italiano,matematica e Scienze nelle classi 1 e 3 di entrambi gli indirizzi. progetto AMICO LEADER a.s 2006/2007 Progetto provinciale sulla legalità Ricomincio da te progetto Rete delle Scuole Flegree progetto Biblioteca per studenti Progetto Bioetica (I anno) GIS(Geographic Information System) Recupero edilizio e del territorio Energia in gioco Dichiarazioni fiscali sportello per le famiglie essere genitori Musica insieme progetto globale d Istituto avente come FOCUS il disagio dei giovani e i loro comportamenti a rischio a cui afferiscono diverse aree di intervento. accordo in rete per un Progetto di vita per i diversamente abili con l A.S.L.Na 2 Progetto triennale(inizio A.S. 2005/2006) di prevenzione del disagio adolescenziale e preadolescenziale in collaborazione con ASL NA 2 partecipazione alle olimpiadi di Matematica e di Scienze Naturali sicurezza nei cantieri edili attività per il conseguimento di certificazione ECDL( Patente europea ) il quotidiano in classe in collaborazione con l osservatorio permanente giovani editori Firenze Il Corriere della Sera Pagina 22 di

23 Sanniti e Pithecusani potenziamento delle lingue: Francese, Tedesco, Inglese E-Bravo Web corsi di recupero pomeridiani per gli allievi che presentano lacune nella preparazione ( I. D. E.I ) Orientamento corso pre-universitario per i test d ammissione P.O.N. annualità 2006: Misura 7.1b,7.2,7.3 a.s. 2007/2008 Per l anno scolastico 2007/2008 il Collegio Docenti, accogliendo le proposte formulate dai docenti, con delibera del 23/11/2007 accoglie le integrazioni al P.O.F. di seguito elencate: a) progetti educativi: educazione alla legalità: la famiglie e le successioni educazione stradale educazione ambientale educazione alla salute educazione interculturale: le religioni e le tradizioni. Tale progetto si svilupperà nelle ore curriculari per coloro che non si avvalgono della religione cattolica. Biblioteca didattica ed attività di biblioteca d Istituto Cineforum b) progetti del settore prevenzione e socio-pedagocico: CIC:centro d informazione e consulenza sportello per le famiglie essere genitori Musica insieme II anno Teatro d improvvisazione progetto globale d Istituto avente come FOCUS il disagio dei giovani e i loro comportamenti a rischio a cui afferiscono diverse aree di intervento. accordo in rete per un Progetto di vita per i diversamente abili con l A.S.L.Na 2 Progetto triennale(inizio A.S. 2005/2006) di prevenzione del disagio adolescenziale e preadolescenziale in collaborazione con ASL NA 2 c) Progetti del settore scientifico-tecnico: partecipazione alle olimpiadi di Matematica e di Scienze Naturali il ragioniere a lavoro :stage presso ufficio ragioneria del Comune di Casamicciola Terme Pagina 23 di

24 I giovani ed il lavoro che cambia :stage presso ufficio ragioneria del Comune di Casamicciola Terme il geometra a lavoro : stage presso ufficio tecnico del Comune di Ischia cantieri edili II anno:stage presso Italferr Spa Azienda costruttrice della TAV partecipazione al concorso EXPOSCUOLA attività per il conseguimento di certificazione ECDL( Patente europea ) d) Progetti del settore storico-umanistico-linguistico: il quotidiano in classe in collaborazione con l osservatorio permanente giovani editori Firenze Il Corriere della Sera e La Repubblica potenziamento delle lingue: Francese, Tedesco, Inglese Ascoltare e produrre messaggi in lingua straniera : progetto di lingua straniera da effettuarsi nelle ore curriculari in compresenza con docenti in lingua e) orientamento: corsi di recupero pomeridiani per gli allievi che presentano lacune nella preparazione ai sensi dell OM n.92/2007 Orientamento corso pre-universitario per i test d ammissione f) PON PON 2007/2008 l autorizzazione prot. AOODGAI/5597 del 12/12/2007 della Direzione Generale per gli Affari Internazionali dell Istruzione Scolastica Ufficio V, Misura/Azione 1.1a Formazione ai nuovi linguaggi Codice progetto 1-1A Titolo progetto Imparare a comunicare mediante il WEB PON 2007/2013 nota prot.n.aoodgai/5823 del 20/12/2007 per le seguenti attività cofinanziate dal Fondo Sociale Europeo e realizzate nell ambito del Programma Operativo Nazionale Competenze per lo Sviluppo 2007_2013 a titolarità del MPI Direzione generale Affari Internazionali-: Codice progetto nazionale C-1-FSE Titolo progetto nazionale Matematica e musica ; Codice progetto nazionale C-1-FSE Titolo progetto nazionale ICARO ; Codice progetto nazionale C-1-FSE Titolo progetto nazionale Francese ; Codice progetto nazionale C-1-FSE Titolo progetto nazionale Inglese ; Codice progetto nazionale C-1-FSE Titolo progetto nazionale Tedesco ; PON 2007/2013 codice progetto A-2-FESR Laboratorio delle competenze chiave; Pagina 24 di

25 g) PROGRAMMA NAZIONALE SCUOLE APERTE-a.s. 2007/2008-(C.M. 26/P5 del 29/08/2007, nota prot. 5906/P5 del 28/11/2007) PERCORSI DI APPROFONDIMENTO DELLO STUDIO DI DANTE L inferno di Dante - Lavoro a carattere culturale orientato allo studio di Dante mediante la drammatizzazione. a.s. 2008/2009 Per l anno scolastico 2008/2009 le attività dell Istituto deliberate dal C.d.D. ed integrate in progetti PON tali da formare il Piano Integrato degli Interventi volto a sviluppare le competenze di cui al D.M. n.137 del 22/08/2007 ossia: LE OTTO COMPETENZE-CHIAVE: Comunicazione nella madre lingua; Comunicazione nelle lingue straniere; Competenze matematiche; Competenze di base in scienza e tecnologia Competenza digitale Imparare ad imparare Competenze sociali e civiche Spirito di iniziativa ed imprenditorialità Consapevolezza ed espressione culturale sono: a) Progetto obbligo d istruzione: Imparare a rispettare le regole reperibile sul sito web dell Istituto; b) Progetti educativi: educazione alla legalità e tutela del lavoro educazione stradale educazione ambientale educazione alla salute e prevenzione e socio-pedagocico educazione interculturale. Musica insieme c) Progetti del settore scientifico-tecnico: partecipazione alle olimpiadi di Matematica e di Scienze Naturali Stage di indirizzo presso Aziende o Associazioni di settore ed Enti locali Pagina 25 di

26 Attività per il conseguimento di certificazione ECDL( Patente europea ) d) Progetti del settore storico-umanistico-linguistico: il quotidiano in classe e altre attività in collaborazione con l osservatorio permanente giovani editori Firenze Il Corriere della Sera e La Repubblica In programma Ascoltare messaggi in lingua straniera : progetto di lingua straniera da effettuarsi nelle ore curriculari in compresenza con docenti in lingua e) Orientamento: Orientamento universitario e per le scuole medie f) PON: L Istituto ha presentato in data 10/10/2008 il Piano integrato degli interventi per lo sviluppo delle otto competenze chiave per l as 2008/2009 ed ha svolto i seguenti moduli finanziati con nota MIUR Prot.AOODGAI 213 del 20/01/ 2008 con codice progetto C-1-FSE : 1 Scienze-Crisalide, 2 Matematica-Euclide, 3 Italiano 4 Inglese A2 e B1 5 Francese A2 6 Tedesco 7 Educazione alla legalità a.s. 2009/2010 Per l anno scolastico 2009/2010 le attività dell Istituto deliberate dal C.d.D. in data 06/10/2009 ed il Piano integrato degli interventi per gli as 2009/2010 e as 2010/2011 ( progetti PON), in attesa di autorizzazione ad oggi, sono: a) progetti educativi: educazione alla legalità: la famiglie e le successioni educazione stradale educazione ambientale educazione alla salute educazione interculturale: le religioni e le tradizioni. Tale progetto si svilupperà nelle ore curriculari per coloro che non si avvalgono della religione cattolica. Biblioteca didattica ed attività di biblioteca d Istituto Musica insieme IV anno Pagina 26 di

Profilo Ragioniere con diploma di Perito Commerciale

Profilo Ragioniere con diploma di Perito Commerciale Profilo Ragioniere con diploma di Perito Commerciale il corso di studi mira a formare diplomati in grado di ricoprire figure professionali polivalenti in cui si possano coniugare in modo equilibrato una

Dettagli

SETTORE ECONOMICO PROFILO DELL INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

SETTORE ECONOMICO PROFILO DELL INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING ALLEGATO A: INDIRIZZI ATTIVI E DI PROSSIMA ATTIVAZIONE INDIRIZZI ATTIVI: SETTORE ECONOMICO: 1)AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING SETTORE TECNOLOGICO: 1)COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO 2)INFORMATICA

Dettagli

QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI

QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI QUADRI ORARI E COMPETENZE SPECIFICHE DEGLI INDIRIZZI Nel nostro Istituto sono attivi i seguenti indirizzi, articolati nelle classi e nei quadri orari di cui sotto. Meccanica, Meccatronica Elettrotecnica

Dettagli

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici I nuovi Istituti Tecnici NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO 2 SETTORI, 11 INDIRIZZI SETTORE ECONOMICO SETTORE TECNOLOGICO 1. Amministrazione, Finanza e Marketing; 2. Turismo 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia

Dettagli

BIENNIO COMUNE a tutti gli indirizzi DISCIPLINE. Quadro Orario BIENNIO COMUNE. Nuovi Indirizzi Istituti Tecnici Pagina 1 1 BIENNIO

BIENNIO COMUNE a tutti gli indirizzi DISCIPLINE. Quadro Orario BIENNIO COMUNE. Nuovi Indirizzi Istituti Tecnici Pagina 1 1 BIENNIO Il seguente documento, redatto per estratti da documenti del Ministero della Pubblica Istruzione, illustra in modo sintetico ma completo l Offerta Formativa dei Nuovi Indirizzi degli Istituti Tecnici.

Dettagli

C3 indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica Profilo

C3 indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica Profilo C3 indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica Profilo Il Diplomato in Elettronica ed Elettrotecnica : - ha competenze specifiche nel campo dei materiali e delle tecnologie costruttive dei sistemi elettrici,

Dettagli

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore tecnologico

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore tecnologico Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore tecnologico Area di istruzione generale RISULTATI DI APPRENDIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE TECNOLOGICO

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA INDIRIZZI DI STUDIO

OFFERTA FORMATIVA INDIRIZZI DI STUDIO ISTITUTO TECNICO E. SCALFARO Piazza Matteotti, 1- CATANZARO Tel.: 0961 745155 - Fax: 0961 744438 E-mail:cztf010008@istruzione.it Sito: www.itiscalfaro.cz.it ANNO SCOLASTICO 2011 2012 OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. DE LORENZO

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. DE LORENZO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. DE LORENZO Via Sicilia n. 4 85100 tel. 0971444489 fax 0971440306 email: pzis022008@istruzione.it www.itgpotenza.it ISTITUTO TECNICO-SETTORE TECNOLOGICO-INDIRIZZO: COSTRUZIONI-AMBIENTE-TERRITORIO

Dettagli

Orientamento. La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi

Orientamento. La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi Orientamento La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi A cura del Prof. Graziano Galassi (Componente della Commissione Orientamento) IDENTITA DEGLI ISTITUTI TECNICI Solida base culturale

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore. G. Giorgi

Istituto Istruzione Superiore. G. Giorgi Istituto Istruzione Superiore G. Giorgi Informatica e Telecomunicazioni Articolazione Telecomunicazioni Classi Materie di insegnamento I II III IV V Lingua e lett. Ital. 4 4 4 4 4 Storia, Citt. E Cost.

Dettagli

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 Presentazione degli indirizzi Dalle ore 9:30 alle ore 10:00 Presentazione Liceo Scienze Umane Dalle ore 10:00 alle ore 10.30 Presentazione Liceo Scienze Applicate Dalle

Dettagli

6. LA VALUTAZIONE. Liceo Classico Dante Alighieri Latina P.O.F. Pagina 26

6. LA VALUTAZIONE. Liceo Classico Dante Alighieri Latina P.O.F. Pagina 26 6. LA VALUTAZIONE La valutazione è momento centrale nella pratica educativa e nel processo di apprendimento degli studenti, e riguarda molti aspetti della vita scolastica. Il Collegio dei Docenti indica

Dettagli

SETTORE TECNOLOGICO. Istituto Tecnico Tecnologico V. Cerulli (via Gramsci, 68)

SETTORE TECNOLOGICO. Istituto Tecnico Tecnologico V. Cerulli (via Gramsci, 68) I nuovi Istituti tecnici sono raggruppati in 2 settori: Economico Tecnologico L I.I.S. V.Crocetti-V.Cerulli offre ai propri studenti una formazione nel SETTORE ECONOMICO E NEL SETTORE TECNOLOGICO: SETTORE

Dettagli

BIENNIO COMUNE TOTALE ORE SETTIMANALI

BIENNIO COMUNE TOTALE ORE SETTIMANALI SETTORE TECNOLOGICO Il settore Tecnologico comprende due indirizzi, riferiti alle aree tecnologiche più rappresentative del sistema economico e produttivo del Paese: Costruzioni, Ambiente e Territorio

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE MAGISTRI CUMACINI COMO

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE MAGISTRI CUMACINI COMO ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE MAGISTRI CUMACINI COMO Teoria e pratica dei giochi matematici Wearable computing e disabilità Laboratorio scientificotecnologico Centro sportivo scolastico Costituzione:

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Rossi - Vicenza

Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Rossi - Vicenza CORSO SERALE Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Rossi - Vicenza Sede e orario segreteria Sede: ITIS ROSSI Via Legione Gallieno 6100 Vicenza Orario segreteria: tutti i giorni dalle 10 alle

Dettagli

I nuovi Istituti Tecnici

I nuovi Istituti Tecnici La riforma del Sistema di Istruzione Secondaria Superiore I nuovi Istituti Tecnici Riorganizzazione ordinamenti scolastici Principali riferimenti normativi: Legge 6 agosto 2008 n. 133 Conversione in legge,

Dettagli

Liceo Scientifico Tito Lucrezio Caro Napoli

Liceo Scientifico Tito Lucrezio Caro Napoli Liceo Scientifico Tito Lucrezio Caro Napoli Criteri di valutazione degli studenti per tutte le classi I singoli docenti attraverso i propri piani di lavoro, i consigli di classe e la programmazione di

Dettagli

I.I.S. Mosè Bianchi - Monza. Indirizzo COSTRUZIONI, AMBIENTE e TERRITORIO

I.I.S. Mosè Bianchi - Monza. Indirizzo COSTRUZIONI, AMBIENTE e TERRITORIO I.I.S. Mosè Bianchi - Monza Indirizzo COSTRUZIONI, AMBIENTE e TERRITORIO SICUREZZA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI EDIFICI I terremoti verificatisi in Italia negli ultimi decenni

Dettagli

VALUTAZIONE FORMATIVA

VALUTAZIONE FORMATIVA VALUTAZIONE FORMATIVA SETTEMBRE PROVE DI INGRESSO Le prove d ingresso, mirate e funzionali, saranno comuni a tutte le classi prime della scuola secondaria di primo grado dell Istituto Comprensivo e correlate

Dettagli

LA VALUTAZIONE. Criteri di valutazione

LA VALUTAZIONE. Criteri di valutazione LA VALUTAZIONE Criteri di valutazione Per assicurare una omogeneità, equità e trasparenza della valutazione da parte dei Consigli di Classe, in sede di scrutinio, nel rispetto del principio della libertà

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE ENRICO MEDI. San Giorgio a Cremano (NA) www.itimedi.it. Dirigente Scolastico Prof.ssa Annunziata Muto

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE ENRICO MEDI. San Giorgio a Cremano (NA) www.itimedi.it. Dirigente Scolastico Prof.ssa Annunziata Muto Dirigente Scolastico Prof.ssa Annunziata Muto Il valore della conoscenza rappresenta una possibilità di riscatto ed un investimento sul futuro dei nostri figli. L ITI E. Medi ha implementato un Sistema

Dettagli

Rapporto con persone e con l istituzione scolastica, rispetto del Regolamento d Istituto

Rapporto con persone e con l istituzione scolastica, rispetto del Regolamento d Istituto Indicatori e descrittori per l attribuzione del voto relativo al comportamento di ciascuno studente VOTO 10 9 8 7 6 5 Rapporto con persone e con l istituzione scolastica, rispetto del Regolamento d Istituto

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore

Istituto d Istruzione Superiore Istituto d Istruzione Superiore Alfonso M. de Liguori Sant Agata de Goti Distretto scolastico n 8 82019 SANT AGATA DEI GOTI (BN) Tel. 0823/953117 0823/953140(fax) Via S. Antonio Abate n. 32 ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore economico

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore economico Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore economico AREA DI ISTRUZIONE GENERALE RISULTATI DI APPRENDIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO

Dettagli

Istruzione professionale:

Istruzione professionale: Istruzione professionale: DUE BIENNI + QUINTO ANNO - ESAME DI STATO - ACCESSO AI CORSI UNIVERSITARI Indirizzi attivi: Servizi Commerciali dal terzo anno è possibile anche scegliere Servizi Socio-Sanitari

Dettagli

GEOMETRI E RAGIONIERI

GEOMETRI E RAGIONIERI GEOMETRI E RAGIONIERI 2012 NUOVA SEDE PALAGIANO GEOMETRI Istituto Tecnologico: Costruzioni, Ambiente e Territorio RAGIONIERI Istituto Economico: Amministrazione, Finanza e Marketing COMMERCIALE LINGUISTICO

Dettagli

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE 3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE Il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate è un articolazione del Liceo Scientifico. Oltre agli obiettivi propri del Liceo Scientifico tradizionale, il Liceo

Dettagli

N.B. A CORREDO DEL MODELLO NELLA CARTE VIENE RIPORTATA LA DOCUMENTAZIONE UTILE PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE

N.B. A CORREDO DEL MODELLO NELLA CARTE VIENE RIPORTATA LA DOCUMENTAZIONE UTILE PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE N.B. A CORREDO DEL MODELLO NELLA CARTE VIENE RIPORTATA LA DOCUMENTAZIONE UTILE PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO ISTRUZIONE

Dettagli

Prospetto delle materie e del quadro orario settimanale: ISTITUTO TECNICO

Prospetto delle materie e del quadro orario settimanale: ISTITUTO TECNICO Prospetto delle materie e del quadro orario settimanale: ISTITUTO TECNICO Settore TECNOLOGICO A) MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA Titolo rilasciato: Perito in Meccanica, meccatronica ed energia MATERIE

Dettagli

Istituto tecnico per geometri G. GUARINI - Modena. Indirizzo costruzioni ambiente e territorio

Istituto tecnico per geometri G. GUARINI - Modena. Indirizzo costruzioni ambiente e territorio Istituto tecnico per geometri G. GUARINI - Modena Indirizzo costruzioni ambiente e territorio L'istituto tecnico G.Guarini fornisce agli studenti una preparazione negli studi del settore Costruzioni Ambiente

Dettagli

VITTORIO EMANUELE II

VITTORIO EMANUELE II LICEO CLASSICO STATALE VITTORIO EMANUELE II DISTRETTO SCOLASTICO N 1/39 PALERMO SEDE CENTRALE : VIA SIMONE DI BOLOGNA SUCCURSALE : VIA DEL GIUSINO P IANO DELL O FFERTA 2011-2012 F ORMATIVA Conoscenza

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore F. Corni Liceo e Tecnico COD. MIUR: MOIS018002 C.F.: 94177210369

Istituto di Istruzione Superiore F. Corni Liceo e Tecnico COD. MIUR: MOIS018002 C.F.: 94177210369 CRITERI DI VALUTAZIONE Approvato in Collegio Docenti 15/10/2013 CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA CONDOTTA Indicatori: Rispetto del regolamento di Istituto, delle persone e dell ambiente scolastico Assiduità

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO C. MOLASCHI

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO C. MOLASCHI sede ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO C. MOLASCHI 20095 Cusano Milanino via Mazzini 30 tel. 02-6133695 6198610 fax 02 6134078 www.ipsiamolaschi.it e-mail: ipsia.molaschi@ipsiamolaschi.it

Dettagli

attività integrative sbocchi futuri rapporti scuola famiglia

attività integrative sbocchi futuri rapporti scuola famiglia attività integrative Patente europea del computer (E.C.D.L.) Certificazione internazionale delle competenze linguistiche Stage estivi in azienda Corsi di educazione stradale (patentino) Gruppo sportivo

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI VIA MONTE SUELLO, 2 25128 BRESCIA tel. 030-304924 - fax 030-396105 E-MAIL: bscalini@ provincia.brescia.it LICEO STATALE B R E S C I A SCIENTIFICO A. CALINI via Monte

Dettagli

NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTI PROFESSIONALI IPSIA C2 INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI. Settore

NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTI PROFESSIONALI IPSIA C2 INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI. Settore NUOVO ORDINAMENTO ISTITUTI PROFESSIONALI IPSIA C1 INDIRIZZO MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA C2 INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI CORSI di FORMAZIONE REGIONALE Tecnico industrie Tecnico elettroniche

Dettagli

La riforma degli Istituti Tecnici

La riforma degli Istituti Tecnici La riforma degli Istituti Tecnici Il progetto di riordino dell istruzione tecnica intende rilanciare a pieno titolo gli Istituti Tecnici quale migliore risposta della scuola alla crisi, perché favorisce

Dettagli

TABELLA di attribuzione CREDITO SCOLASTICO (allegata al D.M. 42/2007 che sostituisce la tabella prevista dall art. 11 comma 2 del D.P.R.

TABELLA di attribuzione CREDITO SCOLASTICO (allegata al D.M. 42/2007 che sostituisce la tabella prevista dall art. 11 comma 2 del D.P.R. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE DI PRIMIERO Liceo Economico per l Impresa, Liceo Economico per il Turismo, Liceo Scientifico, Corso Tecnico per le Costruzioni, l Ambiente ed il Territorio Criteri per

Dettagli

3. PROGETTO CURRICOLARE

3. PROGETTO CURRICOLARE 3. PROGETTO CURRICOLARE Offerta formativa L'Istituto G. Cardano dall'anno scolastico 2010-2011 ha attivato la riforma scolastica della scuola media superiore. I corsi di studi proposti agli alunni che

Dettagli

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22 Al Collegio dei Docenti E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Oggetto : Pubblicazione Atto di Indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione

Dettagli

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado Classe: Sezione: Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado PROGETTAZIONE CURRICOLARE Approvazione del Consiglio di Classe in data: Coordinatore:Prof.

Dettagli

Istituto Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio

Istituto Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio A.S. 2014/2015 IL VAGLIO RUBENS di BIELLA ha la finalità di formare giovani con competenze tecniche e professionali. Vi presentiamo i nostri percorsi. ISTITUTO TECNICO con i seguenti indirizzi: Istituto

Dettagli

1. IDENTITA DELL ISTITUTO

1. IDENTITA DELL ISTITUTO Piano dell offerta formativa - 1-1. IDENTITA DELL ISTITUTO L Istituto tecnologico per le costruzioni, l ambiente ed il territorio ( ex Istituto Geometri) tende a formare una figura professionale capace

Dettagli

Il Collegio dei Docenti delibera

Il Collegio dei Docenti delibera Il Collegio dei Docenti delibera MODALITÀ E CRITERI DI VALUTAZIONE ai sensi dell art. 1, comma 5, del DPR 122 /2009: Il collegio dei docenti definisce modalità e criteri per assicurare omogeneità, equità

Dettagli

Programmazione annuale del Dipartimento di GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA DELL AMBIENTE DI LAVORO

Programmazione annuale del Dipartimento di GESTIONE DEL CANTIERE E SICUREZZA DELL AMBIENTE DI LAVORO Istituto Superiore Statale Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico CAT- Liceo Artistico Liceo Musicale Cod. Istituto: SPIS002004 - C.F: 80011000116 Sede: Via Carducci, 120-19126 La Spezia - Tel. 0187/510534-510408

Dettagli

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore tecnologico

Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore tecnologico Indirizzi, profili, quadri orari e risultati di apprendimento del settore tecnologico AREA DI ISTRUZIONE GENERALE RISULTATI DI APPRENDIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE TECNOLOGICO

Dettagli

IL NUOVO INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA

IL NUOVO INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA IL NUOVO INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA Itis Galilei di Roma - 9 novembre 2009 - SI ARTICOLA NELLE TRE AREE OPZIONALI DI APPROFONDIMENTO: ELETTRONICA ELETTROTECNICA AUTOMAZIONE VI CONFLUISCONO

Dettagli

Dopo il diploma in Elettrotecnica Elettronica

Dopo il diploma in Elettrotecnica Elettronica !! !!!#! %&! (#%) Dopo il diploma in Elettrotecnica Elettronica Sbocchi lavorativi Progettista e installatore di impianti elettrici civili e industriali Progettista e installatore di impianti fotovoltaici

Dettagli

DIPLOMATO SISTEMA MODA ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA

DIPLOMATO SISTEMA MODA ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA DIPLOMATO SISTEMA MODA ARTICOLAZIONE CALZATURE E MODA PROFILO PROFESSIONALE Il Diplomato nell Indirizzo "Sistema Moda" ha competenze specifiche nell ambito delle diverse realtà ideativo-creative, progettuali,

Dettagli

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi Area di Riferimento 1 Gestione POF Riscrittura del POF alla luce delle innovazioni normative e dei bisogni formativi attuali, sia interni che del territorio Monitoraggio in itinere dell attuazione del

Dettagli

DOCENTE : LO CASTO EZIO MATERIA: SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE A.S.: 2014-2015 CLASSE: 2 D

DOCENTE : LO CASTO EZIO MATERIA: SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE A.S.: 2014-2015 CLASSE: 2 D DOCENTE : LO CASTO EZIO MATERIA: SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE A.S.: 2014-20 CLASSE: 2 D Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si No Gli obiettivi disciplinari dell anno

Dettagli

I S T I T U T O C O M P R E N S I V O S T A T A L E Villafranca Padovana. Collegio dei docenti. Regolamento Valutazione alunni Scuola Primaria

I S T I T U T O C O M P R E N S I V O S T A T A L E Villafranca Padovana. Collegio dei docenti. Regolamento Valutazione alunni Scuola Primaria I S T I T U T O C O M P R E N S I V O S T A T A L E Villafranca Padovana Collegio dei docenti Regolamento Valutazione alunni Scuola Primaria Approvato nella seduta del Collegio del 17 gennaio 2013 Prima

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015 DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI Composizione I Dipartimenti sono composti dai docenti, raggruppati per aree disciplinari e/o per

Dettagli

3. PROGETTO CURRICOLARE (Nuovo Ordinamento)

3. PROGETTO CURRICOLARE (Nuovo Ordinamento) La strategia di costruzione della personalità non può essere separata dal contesto cognitivo, così come il viceversa: dare istruzione significa fornire conoscenze e strumenti per interpretare se stessi

Dettagli

COM 393 Mogliano Veneto, 29.04.2015 COMUNICATO DOCENTI - STUDENTI - GENITORI - COORDINATORI DI CLASSE BACHECA SCUOLANEXT - SITO LICEO

COM 393 Mogliano Veneto, 29.04.2015 COMUNICATO DOCENTI - STUDENTI - GENITORI - COORDINATORI DI CLASSE BACHECA SCUOLANEXT - SITO LICEO LICEO STATALE Giuseppe BERTO CLASSICO LINGUISTICO SCIENTIFICO SCIENZE UMANE Via Barbiero, 82 31021 Mogliano Veneto (TV) Tel. 041/453906 Fax. 041/5903991 www.liceoberto.it - lssgberto@tin.it - tvps04000q@pec.istruzione.it

Dettagli

I NUOVI ISTITUTI TECNICI

I NUOVI ISTITUTI TECNICI Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Tecnologico Ettore Molinari Via Crescenzago, 110/108-20132 Milano - Italia tel.: (02) 28.20.786/ 28.20.868 - fax: (02) 28.20.903/26.11.69.47 Sito

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE via Bartolo Longo 17 - Giugliano in Campania, 80014, Napoli Sede succursale : Via Dante Alighieri, 78 - Giugliano Tel. centrale 081 5061595 Fax 081 8948984 www.minzoni.it

Dettagli

PROPOSTE DI VOTO 1. Ogni docente definisce la propria PROPOSTA DI VOTO per ciascuna delle discipline insegnate e per il voto di condotta:

PROPOSTE DI VOTO 1. Ogni docente definisce la propria PROPOSTA DI VOTO per ciascuna delle discipline insegnate e per il voto di condotta: CRITERI DI VALUTAZIONE SCRUTINIO FINALE PROPOSTE DI VOTO 1. Ogni docente definisce la propria PROPOSTA DI VOTO per ciascuna delle discipline insegnate e per il voto di condotta: Partendo dalla media matematica

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore C. Rosatelli - Rieti

Istituto d Istruzione Superiore C. Rosatelli - Rieti Allegato n. 7 Offerta formativa secondo gli ordinamenti preesistenti L'Istituto C. Rosatelli fornisce per gli studenti iscritti nelle classi 5 e i seguenti diplomi: Diploma di Perito industriale L ITIS

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16 Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 Staff del Dirigente e Funzioni strumentali al POF 2 FS1 - Qualità e valutazione di sistema Gestisce la documentazione relativa

Dettagli

Profili professionali in uscita e quadri orari Corso geometri

Profili professionali in uscita e quadri orari Corso geometri ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE "A. SANT'ELIA" - CANTU' (Ist. Tecn. Per Geometri e Ist. Professionale per l Industria e Artigianato) Profili professionali in uscita e quadri orari Corso geometri

Dettagli

I.I.S. Astolfo Lunardi

I.I.S. Astolfo Lunardi Piano dell offerta formativa IL Dirigente Scolastico Funzione Strumentale Pagina 1 di 1 POF - vers 02 - Copertina, 11/10/2010 Delibera CD n. 09 del 29/09/2010 Data stampa: 06/12/12 Delibera Cdi n. 17 del

Dettagli

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 1. CONTESTO 1.1 Popolazione scolastica Status socio economico e culturale delle famiglie Livello medio dell'indice ESCS 1.1.a degli studenti Prove

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como Prot. n. 5343/C51 - Anno scolastico 2015-2016 Como, lì 18.09.2015 Comunicazione n. 29 Ai docenti Agli alunni Ai genitori e coloro che esercitano la responsabilità genitoriale Ai docenti collaboratori del

Dettagli

Via Gorki 106 - Cinisello Balsamo Tel. 02/6173001-6173828 - Fax 02/61290579 Sito Internet: www.liceocasiraghi.net e-mail: licasira@tiscali.

Via Gorki 106 - Cinisello Balsamo Tel. 02/6173001-6173828 - Fax 02/61290579 Sito Internet: www.liceocasiraghi.net e-mail: licasira@tiscali. LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, LINGUSTICO G.CASIRAGHI sede Via Gorki 106 - Cinisello Balsamo Tel. 02/6173001-6173828 - Fax 02/61290579 Sito Internet: www.liceocasiraghi.net e-mail: licasira@tiscali.it mezzi

Dettagli

Laparelli. Istituto Tecnico Commerciale. Foiano della Chiana. Venerdì 14 dicembre 2012 dalle ore 15,30 alle ore 18,30

Laparelli. Istituto Tecnico Commerciale. Foiano della Chiana. Venerdì 14 dicembre 2012 dalle ore 15,30 alle ore 18,30 Istituto Tecnico Commerciale Laparelli Foiano della Chiana Venerdì 14 dicembre 2012 dalle ore 15,30 alle ore 18,30 Mercoledì 16 Gennaio 2013 dalle ore 15,30 alle ore 18,30 Amministrazione finanza e marketing

Dettagli

Liceo Scientifico. Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate

Liceo Scientifico. Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate Liceo Scientifico Sezione A. Maserati Diploma di Liceo Scientifico Opzione Scienze applicate Cos è il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate La recente riforma della scuola secondaria ha ripreso la

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto N. 5669 IL MINISTRO VISTO VISTA VISTO VISTA VISTA l articolo 34 della Costituzione; la Legge 8 ottobre 2010, n. 170, recante Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito

Dettagli

Compiti e funzioni delle Funzioni Strumentali

Compiti e funzioni delle Funzioni Strumentali AREA 1: Gestione del piano dell Offerta Formativa e delle azioni di Autovalutazione* Coordinamento, monitoraggio e valutazione delle attività del POF Coordina la stesura, la gestione, l aggiornamento,

Dettagli

SETTORE ECONOMICO Indirizzo: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING (ex Ragioneria) articolazione: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING

SETTORE ECONOMICO Indirizzo: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING (ex Ragioneria) articolazione: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING SETTORE ECONOMICO Indirizzo: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING (ex Ragioneria) articolazione: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Diploma di Ragioniere, Perito in Amministrazione, Finanza e Marketing

Dettagli

Istituto offre inoltre le seguenti opportunità:

Istituto offre inoltre le seguenti opportunità: Il Polo Tecnico di Bra ha l obiettivo di rispondere alle diverse domande di formazione in ambito economico e tecnologico, intendendo in tale espressione la cultura di base, i patrimoni di conoscenze, le

Dettagli

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga,

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze.... Sempre devi avere in mente Itaca raggiungerla

Dettagli

TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO

TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO IIS GIUSEPPE PEANO LINGUISTICO TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO LICEO ISTITUTO sede mezzi di trasporto accessibilità studenti disabili Via Andrea Doria, n 2

Dettagli

INDIRIZZO C.A.T. COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO

INDIRIZZO C.A.T. COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO INDIRIZZO C.A.T. COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO (ex geometra) CHI E IL PERITO TECNICO IN COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO è un professionista in grado di inserirsi nel settore delle attività che

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

1. LINEE D INDIRIZZO

1. LINEE D INDIRIZZO Liceo Scientifico Statale Giovanni Marinelli Viale Leonardo da Vinci, 4-33100 UDINE tel. 0432/46938 - fax 0432/471803 - C.F. 80006880308 anno scolastico 2015/16 1. LINEE D INDIRIZZO 1.1 Indirizzi generali

Dettagli

INDIRIZZI AUTORIZZATI: ISTITUTO PROFESSIONALE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI

INDIRIZZI AUTORIZZATI: ISTITUTO PROFESSIONALE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI Via M. Gorky 100-20092 CINISELLO BALSAMO - (Milano) tel: 02 6122340 fax: 02 6122350 e-mail: iis.montale@libero.it sito web: iismontale.cinisellobalsamo.scuolaeservizi.it INDIRIZZI AUTORIZZATI: ISTITUTO

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO DELL ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE G. FERRARIS DI MOLFETTA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO DELL ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE G. FERRARIS DI MOLFETTA Prot. N. 3273/A13c del 30 maggio 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO DELL ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE G. FERRARIS DI MOLFETTA Vista la nota della MIUR - Direzione Generale per gli Affari Internazionali prot.

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE (LES)

LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE (LES) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE FABIO BESTA LICEO DELLE SCIENZE UMANE (Economico-Sociale) ISTITUTO TECNICO ECONOMICO (Amministrazione, Finanza e Marketing - Turismo) Via Don G. Calabria, 16-20132

Dettagli

Percorso di 5 ANNI con DIPLOMA di TECNICO nel SETTORE TECNOLOGICO

Percorso di 5 ANNI con DIPLOMA di TECNICO nel SETTORE TECNOLOGICO Percorso di 5 ANNI con DIPLOMA di TECNICO nel SETTORE TECNOLOGICO Gli Istituti Tecnici si caratterizzano per una solida base culturale, scientifica e tecnologica in linea con le indicazioni dell Unione

Dettagli

ORIENTAMENTO PER GLI STUDENTI DI TERZA MEDIA INFORMAZIONI GENERALI

ORIENTAMENTO PER GLI STUDENTI DI TERZA MEDIA INFORMAZIONI GENERALI ORIENTAMENTO PER GLI STUDENTI DI TERZA MEDIA INFORMAZIONI GENERALI (per procedere nella presentazione cliccare sulle frecce o girare la rotellina del mouse) Nelle pagine seguenti presenteremo una rapida

Dettagli

operatore in telecomunicazioni

operatore in telecomunicazioni ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO C. MOLASCHI sede mezzi di trasporto 20095 Cusano Milanino via Mazzini 30 tel. 02-6133695 6198610 fax 02 6134078 www.ipsiamolaschi.it e mail

Dettagli

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing L OFFERTA FORMATIVA La nostra offerta formativa, alla luce del Regolamento di Riordino dei Cicli approvato dal Consiglio dei Ministri il 4.2.2010, comprende: A. - Settore Economico: Amministrazione, Finanza

Dettagli

Istruzione professionale statale Servizi Commerciali. Istruzione e formazione professionale regionale Promozione e accoglienza turistica

Istruzione professionale statale Servizi Commerciali. Istruzione e formazione professionale regionale Promozione e accoglienza turistica Istruzione professionale statale Servizi Commerciali Istruzione e formazione professionale regionale Promozione e accoglienza turistica All avanguardia da sempre nella formazione dei giovani L istituto

Dettagli

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n.

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. 40 Premessa Il presente documento contiene indicazioni e orientamenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PREVENTIVA. CONSIGLIO della CLASSE. dell ISTITUTO TECNICO per GEOMETRI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PREVENTIVA. CONSIGLIO della CLASSE. dell ISTITUTO TECNICO per GEOMETRI ISTITUTO PARITARIO S. MARIA - SIRACUSA REGIONE SICILIA - ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE - DECRETO n 166/8 del 16/05/2001 SCUOLA MEDIA LICEO SCIENTIFICO ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE e per GEOMETRI

Dettagli

E-Mail: parentucelli@hotmail.com. http://www.parentucelli.com

E-Mail: parentucelli@hotmail.com. http://www.parentucelli.com 0187610831 E-Mail: parentucelli@hotmail.com http://www.parentucelli.com Gli ambienti Laboratori multimediali Informatico Linguistico Nuove Tecnologie Gli ambienti I Laboratori di Scienze Chimica Biologia

Dettagli

Licenza Media Inferiore: Materie e Profilo

Licenza Media Inferiore: Materie e Profilo Licenza Media Inferiore: Materie e Profilo Corsi di preparazione per affrontare l'esame di Licenza Media. Il triennio puo' essere affrontato anche in solo anno. Esami presso scuola statale o paritaria.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE IIS F E R M I GALILEI Via S. G. Bosco, 17-10073 C I R I E (TO) - tel. 011.9214575 011.9210546 fax 011.9214267- e-mail: fermi@icip.com - sito internet: www.istitutofermicirie.it Codice Fiscale 83003590011

Dettagli

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le finalità, l organizzazione e il funzionamento del Corso di studio in Giurisprudenza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 9 BOLOGNA LINEE GUIDA AI CRITERI DI VERIFICA E VALUTAZIONE A.S. 2014-2015

ISTITUTO COMPRENSIVO 9 BOLOGNA LINEE GUIDA AI CRITERI DI VERIFICA E VALUTAZIONE A.S. 2014-2015 LINEE GUIDA AI CRITERI DI VERIFICA E VALUTAZIONE A.S. 2014-2015 1 Premessa Nel rispetto della normativa vigente sulla valutazione vengono preparati, secondo criteri il più possibile oggettivi, test di

Dettagli

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa

ROSINA SALVO 2015/2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE. Trapani. piano offerta formativa. piano offerta formativa P.O.F. piano offerta formativa piano offerta formativa / LICEO LINGUISTICO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO LICEO ARTISTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE ROSINA SALVO Trapani P.O.F

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO COORDINATO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

FORMAT DI INTEGRAZIONE DEL PROGETTO APPROVATO PER L ATTUAZIONE DI PERCORSI IN ALTERNANZA a.s. 2009-10

FORMAT DI INTEGRAZIONE DEL PROGETTO APPROVATO PER L ATTUAZIONE DI PERCORSI IN ALTERNANZA a.s. 2009-10 FORMAT DI INTEGRAZIONE DEL PROGETTO APPROVATO PER L ATTUAZIONE DI PERCORSI IN ALTERNANZA a.s. 2009-10 1 Il progetto è presentato da: Istituto di Istruzione Superiore G. TORNO P.le Don Milani 1 20022 Castano

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO ISTITUTO TECNICO: SETTORE ECONOMICO, INDIRIZZO AMMINISTRA- ZIONE FINANZA E MARKETING, ARTICOLAZIONE GENERALE

PERCORSO FORMATIVO ISTITUTO TECNICO: SETTORE ECONOMICO, INDIRIZZO AMMINISTRA- ZIONE FINANZA E MARKETING, ARTICOLAZIONE GENERALE COMPETENZE CHIAVE EUROPEE e COMPETENZE SPECIFICHE 1 PERCORSO FORMATIVO ISTITUTO TECNICO: SETTORE ECONOMICO, INDIRIZZO AMMINISTRA- ZIONE FINANZA E MARKETING, ARTICOLAZIONE GENERALE PROFILO Il Diplomato

Dettagli

COSA OFFRE IL PASCAL?

COSA OFFRE IL PASCAL? I. INDICE RAGIONATO COS E IL PASCAL? UN ISTITUTO ORGANIZZATO IN: 4 indirizzi sperimentali: - Informatico (Indirizzo Tecnico) - Linguistico (Indirizzo Tecnico) - Grafico-Beni Culturali (Liceo artistico)

Dettagli