NANOFAB, UN LABORATORIO PER LA RICERCA INDUSTRIALE NEL SETTORE DELLE NANOTECNOLOGIE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NANOFAB, UN LABORATORIO PER LA RICERCA INDUSTRIALE NEL SETTORE DELLE NANOTECNOLOGIE"

Transcript

1 Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 10/07/2008. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario aprire il singolo allegato e stamparlo. File PDF creato in data 11/07/2008 Per maggiori informazioni rivolgersi: Servizio Legislazione Industriale e del Territorio Piazza Castello Vicenza tel fax NANOFAB, UN LABORATORIO PER LA RICERCA INDUSTRIALE NEL SETTORE DELLE NANOTECNOLOGIE Introduzione Capitolo n. 1. Cosa sono le nanotecnologie Capitolo n. 2. Materiali sinterizzati tramite pressatura ad alta velocitá di polveri metalliche (HVC) Capitolo n. 3. Rivestimenti da fase a vapore con plasma (PECVD) Capitolo n. 4. Rivestimenti attraverso la tecnica cold spray Capitolo n. 5. Rivestimenti attraverso la tecnica sol gel Capitolo n. 6. Rivestimenti e trattamenti superficiali al plasma atmosferico Introduzione NANOFAB, un laboratorio per la ricerca industriale nel settore delle nanotecnologie NANOFAB: LA NANOFABRICATION FACILITY DEL VENETO Uno dei primi laboratori italiani completamente dedicati alla ricerca applicata e al trasferimento delle nanotecnologie alla produzione industriale. Il 7 ottobre 2005 è stata inaugurata presso il Parco Scientifico di Venezia, la NanoFabrication Facility del Veneto, uno dei primi laboratori italiani completamente dedicati al trasferimento delle nanotecnologie alla produzione industriale. I laboratori sono gestiti da Nanofab Scarl una società consonsortile senza fini di lucro, costituita da VEGA Scarl, Parco Scientifico Tecnologico di Venezia, e dall Associazione CIVEN (Coordinamento Interuniversitario Veneto per le Nanotecnologie), che è stata fondata nel 2003 dall Università degli Studi di Padova, dall Università Ca Foscari di Venezia e dall Università degli Studi di Verona. Nanofab è una piattaforma tecnologica d avanguardia per la ricerca applicata e l innovazione tecnologica a favore delle imprese, si estende su una superficie di 2700 m2 ed è stata realizzata con un investimento complessivo di oltre 20 milioni di Euro, cofinanziati dall Unione Europea, dalla Regione del Veneto e da VEGA. Nanofab è stata costituita nell ambito del primo Distretto Tecnologico Italiano per le nanotecnologie, Veneto Nanotech, avviato con un finanziamento complessivo di circa 60 MLN di Euro. A tal riguardo la Regione del Veneto, il MIUR (Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca), le Università Venete assieme agli Enti Locali e ad altre istituzioni pubbliche e private hanno sottoscritto un protocollo d intesa finalizzato alla realizzazione di un polo d eccellenza internazionale nell ambito della ricerca di base e delle nano applicazioni sui materiali. La missione di Nanofab consiste principalmente nel promuovere l incontro tra il sistema della ricerca e il mondo imprenditoriale per favorire la competitività sistema produttivo. Le aziende possono commissionare a Nanofab progetti di ricerca e sviluppo, usufruire del know how tecnico-scientifico

2 dello staff di ricercatori qualificati oppure utilizzare le apparecchiature impiegando il proprio personale al fine di realizzare prototipi dalle migliori performance e qualità, fino a giungere a nuove linee di produzione. APPLICAZIONI DELLE NANOTECNOLOGIE NEI SETTORI DELLA MECCANICA, DELLA PELLETTERIA, DELL OREFICIERIA E DELLA PIETRA NATURALE Nanofab è il punto di riferimento per gli imprenditori che vogliono realizzare innovazione di prodotto e di processo in quanto offre servizi high-tech per lo sviluppo di prototipi nei settori più vari, in particolare quello della meccanica, della pelletteria, dell oreficieria, argenteria e dei materiali in generale. Lo staff scientifico dei laboratori dispone di strumenti e processi di preparazione e deposizione per la realizzazione di materiali sinterizzati con propietà meccaniche eccezionali, di rivestimenti e trattamenti superficiali (anti usura, anti graffio, anticorrosione, decorativi, idrofobici, ecc.).

3 Capitolo n. 1 Cosa sono le nanotecnologie Misure AFM (miscroscopio atomico a scansione di sonda) realizzate presso i laboratori di Nanofab Le nanotecnologie sono, secondo una definizione della National Science Foundation (Nsf) degli Stati Uniti, una rivoluzione scientifica e tecnologica fondata sulla recente acquisizione della capacità di misurare e organizzare la materia a livello della nanoscala: da 1 a 100 miliardesimi di metro. La nanoscala è una dimensione qualitativa nuova, perché la materia cessa di comportarsi come la vediamo fare a livello macroscopico, seguendo le leggi della fisica e della chimica classiche, ma assume un comportamento nuovo dominato dalla meccanica quantistica, dove la fisica quantistica, la chimica, la biologia, la scienza dei materiali e l ingegneria convergono verso i medesimi principi e strumenti. Il termine nanoscienza indica la capacità di studiare, assemblare e caratterizzare la materia a livello di dimensioni comprese tra 100 e 1 nanometri, che significa operare a livello molecolare, in quanto un 1 nanometro (nm) è un milionesimo di millimetro e corrisponde all incirca a 10 volte la grandezza dell atomo dell idrogeno. Le dimensioni di una piccola molecola sono intorno ad 1 nm e quelle di una proteina intorno a 10 nm.

4 Capitolo n. 2 Materiali sinterizzati tramite pressatura ad alta velocitá di polveri metalliche (HVC) I materiali sinterizzati sono l esito di un processo di consolidamento che ha inizio con la pressatura ad alta velocità di polveri nanostrutturate tramite HVC (High Velocity Compaction). Questa tecnica consente di ottenere dei verdi con alte densità vicine al 100% e conferisce proprietà meccaniche eccezionali. I materiali pressati vengono poi sinterizzati al fine di creare un legame metallico che consolida la forma precedentemente acquisita ottenendo in questo modo gli oggetti finiti o semilavorati. SETTORI DI APPLICAZIONE componenti meccanici per l automobile componenti per serramenti componentistica sportiva componenti per elettrodomestici, ecc.

5 Capitolo n. 3 Rivestimenti da fase a vapore con plasma (PECVD) Il PECVD: Plasma Enhanced Chemical Vapour Deposition è una tecnica di deposizione in vuoto che consente di rivestire qualsiasi tipo di superficie con film sottili di materiali metallici e ceramici. Molto brevemente la tecnica consiste nel crescere dei rivestimenti su di un substrato a partire da precursori immessi nel reattore di deposizione in fase vapore. I precursori possono essere gassosi (ossigeno, azoto, acetilene, ecc.) oppure liquidi/solidi. In quest ultimo caso è necessario un sistema di vaporizzazione del precursore che consenta la sua evaporazione/sublimazione e il trasporto del vapore in camera mediante un gas neutro di trasporto. L assistenza del plasma (RF o MW glow discharge) durante la deposizione garantisce la possibilità di abbassare la temperatura di deposizione e di aumentare l energia di condensazione fornita al rivestimento in crescita. La stechiometria dei composti depositati e la qualità dei rivestimenti dipendono da numerosi parametri quali la pressione in camera, la purezza dei precursori, i flussi di gas, l assistenza ionica, la temperatura, ecc. Applicazione della tecnica PECVD per la realizzazione di rivestimenti: Decorativi (accessori, occhialeria, bigiotteria-gioielleria, accessori per la casa: posateria, rubinetteria, ecc.) Antiusura (accessori, lenti per occhiali, vetri, componenti in plastica, componenti meccanici ecc.) Anticorrosione (componenti meccanici metallici, utensili, superfici esposte ad agenti atmosferici, serramenti ecc.) Lubrificanti solidi (componenti meccanici in applicazioni ad alta velocità: valvole, alberi, cuscinetti, turbine, ecc.) Duri (rivestimenti per applicazioni meccaniche: stampi, utensili, lame, punte e punzoni, ecc.)

6 Capitolo n. 4 Rivestimenti attraverso la tecnica cold spray COLD SPRAY : La tecnica consiste in un sistema di deposito a secco di polveri ad altissima velocità ( m/sec) permettendo quindi una perfetta adesione per effetto cinetico delle particelle alla superficie da rivestire con relativa formazione di un layer privo di porosità. La tecnica di cold spray è nelle primissime fasi di valutazione industriale. Questa tecnica si svincola dalla necessità di avere un solvente o un mezzo liquido per depositare la protezione superficiale e funziona a temperatura ambiente. Usato in processi di deposizione su metalli, ceramici e vetri, nuova promettente frontiera della ricerca è l utilizzo di tale tecnica per la metallizzazione di superfici polimeriche.il sistema sarà completo di un robot per il controllo della deposizione. Tale apparato è necessario per lo svolgimento delle attività di ricerca del progetto sviluppo di sistemi polimerici nanocompositi Applicazione della tecnica Cold Spray per la realizzazione di rivestimenti: Antiusura (accessori, componenti meccanici metallici, in plastica, ecc.) Anticorrosione (componenti meccanici metallici, superfici esposte ad agenti atmosferici, serramenti, ecc.) Duri, conduttivi e antistatici Cold sprayed electric screening coating on a thermoplastic housing

7 Capitolo n. 5 Rivestimenti attraverso la tecnica sol gel Attraverso la tecnica sol-gel è possibile preparare, a temperature relativamente basse, materiali a base di ossidi inorganici e a matrice ibrida organico-inorganica con specifiche caratteristiche di durezza, resistenza, chimica, porosità e resistenza termica. Applicazioni della tecnica SOL GEL per la realizzazione di rivestimenti: Decorativi (accessori, occhialeria, bigiotteria-gioielleria, accessori per la casa: posateria, rubinetteria, ecc.) Antiusura (accessori, lenti per occhiali, vetri, componenti in plastica, ecc.) Anticorrosione (componenti meccanici metallici, superfici esposte ad agenti atmosferici, serramenti, ecc.) Autopulenti, idrofobici (rivestimenti per superfici vetrose, plastiche, ecc.) Antiriflesso (rivestimenti per lenti, vetri, barriere termiche, ecc.) Elettro/foto/termo cromici (rivestimenti per lenti, vetri per aerei, ricoprimenti sensibili alla temperatura, ecc.) Effetto anticorrosione Effetto autopulente

8 Capitolo n. 6 Rivestimenti e trattamenti superficiali al plasma atmosferico Il PLASMA ATMOSFERICO: è una tecnica basata sull impiego di un plasma prodotto a pressione atmosferica, la temperatura del gas è inferiore a 300 C, e la superficie trattata si scalda in un intervallo di temperatura compreso tra i C, questo consente di trattare materiali organici come le materie plastiche che non tollerano carichi termici elevati. Il plasma atmosferico è un processo usato principalmente per trattamenti locali, come la pulizia o l attivazione di superfici al fine di ottenere una migliore successiva incollatura e bagnabilità. I substrati che possono essere funzionalizzati mediante questa tecnica sono diversi: polimeri, metalli, ceramiche, vetri e materiali ibridi. Tale apparato è necessario per lo svolgimento delle attività di ricerca del progetto sviluppo di sistemi polimerici nanocompositi. La tecnica del Plasma atmosferico consente di attivare in modo efficacie delle superfici per favorire il successivo trattamento di incollaggio e verniciatura. L attivazione può essere associata a processi di deposizione per la realizzazione di rivestimenti: Duri, antigraffio, resistenza all usura (rivestimenti per applicazioni meccaniche: stampi, utensili, lame, punte e punzoni, ecc.) Polimerici (per impermeabilizzazioni e migliorare le proprietà di diffusione delle plastiche protezioni da agenti chimici aggressivi, trattamenti antiaderenti, ecc.)

9 Confindustria Vicenza

CROMATURA PEVD SOTTOVUOTO

CROMATURA PEVD SOTTOVUOTO CROMATURA PEVD SOTTOVUOTO Causa i ben noti problemi legati ai processi di cromatura galvanica, da alcuni anni ormai si parla di procedimenti alternativi con basso impatto ambientale e ridotti consumi energetici.

Dettagli

Le Nanotecnologie applicate ai materiali

Le Nanotecnologie applicate ai materiali Nanotecnologie: una piccola grande rivoluzione Padova Fiere, 5 marzo 2005 Le Nanotecnologie applicate ai materiali Massimo Guglielmi Università di Padova Dipartimento di Ingegneria Meccanica Settore Materiali

Dettagli

finalizzate allo sviluppo di film sottili con proprietà antiusura e anticorrosione Federico Cartasegna Environment Park S.p.A.

finalizzate allo sviluppo di film sottili con proprietà antiusura e anticorrosione Federico Cartasegna Environment Park S.p.A. PVD - Applicazioni del plasma finalizzate allo sviluppo di film sottili con proprietà antiusura e anticorrosione i Federico Cartasegna Environment Park S.p.A. I processi PVD Proprietà dei rivestimenti

Dettagli

INTERVENTO DI CLAUDIA RICCARDI PLASMAPROMETEO - Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano - Bicocca

INTERVENTO DI CLAUDIA RICCARDI PLASMAPROMETEO - Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano - Bicocca INTERVENTO DI CLAUDIA RICCARDI PLASMAPROMETEO - Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano - Bicocca La ricerca come strumento per lo sviluppo aziendale: sinergia tra università e industria

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE

PRESENTAZIONE AZIENDALE PRESENTAZIONE AZIENDALE 1 I NOSTRI OBIETTIVI Fornire un prodotto finito affidabile ad un prezzo ottimale al fine di soddisfare le esigenze del cliente Gestire le materie prime, l assemblaggio, le finiture

Dettagli

MATERIALI NANOSTRUTTURATI

MATERIALI NANOSTRUTTURATI MATERIALI NANOSTRUTTURATI Carlo Bottani - Politecnico di Milano Introduzione Il Laboratorio Materiali Micro- e Nanostrutturati del Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano svolge attività di sintesi

Dettagli

Automazione di un impianto in-line coater. 1/5 www.ni.com

Automazione di un impianto in-line coater. 1/5 www.ni.com Automazione di un impianto in-line coater "L utilizzo di LabVIEW Real-Time e del modulo State Chart di LabVIEW si è rivelato fondamentale per l implementazione del modello strutturato con automi a stati

Dettagli

PlasmaPrometeo (www.plasmaprometeo.unimib.it) Centro di Eccellenza per la Ricerca, lo Sviluppo e il Trasferimento Tecnologico nel campo dei Plasmi.

PlasmaPrometeo (www.plasmaprometeo.unimib.it) Centro di Eccellenza per la Ricerca, lo Sviluppo e il Trasferimento Tecnologico nel campo dei Plasmi. PlasmaPrometeo (www.plasmaprometeo.unimib.it) Centro di Eccellenza per la Ricerca, lo Sviluppo e il Trasferimento Tecnologico nel campo dei Plasmi. Il Centro di Eccellenza per la Ricerca, l Innovazione

Dettagli

Osteointegrazione. Definizione della American Academy of Implants Dentistry:

Osteointegrazione. Definizione della American Academy of Implants Dentistry: Osteointegrazione 1 Osteointegrazione Definizione della American Academy of Implants Dentistry: "Contatto che interviene senza interposizione di tessuto non osseo tra osso normale rimodellato e un impianto

Dettagli

Veneto Nanotech. Presentazione della Società per investitori

Veneto Nanotech. Presentazione della Società per investitori Veneto Nanotech Presentazione della Società per investitori Marzo 2015 Sommario Introduzione La Società Linee di opportunità a breve, medio, lungo termine Gli sviluppi più promettenti L operazione Opportunità

Dettagli

MATRICE DELLE COMPETENZE DI SCIENZE E TECNOLIE APPLICATE INDIRIZZO DI MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA

MATRICE DELLE COMPETENZE DI SCIENZE E TECNOLIE APPLICATE INDIRIZZO DI MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA MATRICE DELLE COMPETENZE DI SCIENZE E TECNOLIE APPLICATE INDIRIZZO DI MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA Competenze in esito al quinquennio (dall Allegato C del Regolamento) 1. Individuare le proprietà

Dettagli

Tecniche in vuoto: PECVD

Tecniche in vuoto: PECVD Tecniche di superficie Tecniche per la realizzazione di rivestimenti a film sottile e spesso e per trattamento di modificazione superficiale disponibili presso NANOFAB Tecniche in vuoto: PVD e PECVD Tecnica

Dettagli

Attività del Gruppo di Metallurgia

Attività del Gruppo di Metallurgia Attività del Gruppo di Metallurgia Caratterizzazione strutturale: TEM, SEM, XRD, AFM Caratterizzazione meccanica: Micro/Nano-indentazione, formabilità Trattamenti termici: ciclaggio termico in aria e vuoto

Dettagli

Appunti & trasparenze - Parte 7

Appunti & trasparenze - Parte 7 CdL Scienza dei Materiali - Fisica delle Nanotecnologie - a.a. 2003/4 Appunti & trasparenze - Parte 7 Versione 2, Novembre 2003 Francesco Fuso, tel 0502214305, 0502214293 - fuso@df.unipi.it http://www.df.unipi.it/~fuso/dida

Dettagli

Studio caratterizzazione di rivestimenti con finalità funzionali realizzati mediante tecniche di deposizione da fase di vapore

Studio caratterizzazione di rivestimenti con finalità funzionali realizzati mediante tecniche di deposizione da fase di vapore Studio caratterizzazione di rivestimenti con finalità funzionali realizzati mediante tecniche di deposizione da fase di vapore Le tecniche di deposizione sotto vuoto sono state sviluppate a livello industriale

Dettagli

ATI ARIOLI Spa Gerenzano VA STAZIONE SPERIMENTALE DELLA SETA DI COMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA (Dipartimento di Fisica)

ATI ARIOLI Spa Gerenzano VA STAZIONE SPERIMENTALE DELLA SETA DI COMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA (Dipartimento di Fisica) SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI ATI ARIOLI Spa Gerenzano VA STAZIONE SPERIMENTALE DELLA SETA DI COMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA (Dipartimento di Fisica) ID75/2003 PROGETTO R&S Trattamento

Dettagli

L'applicazione dei nanomateriali alle superfici esterne e nelle camere del profilo in PVC: finalità e obiettivi. info@novares.org

L'applicazione dei nanomateriali alle superfici esterne e nelle camere del profilo in PVC: finalità e obiettivi. info@novares.org L'applicazione dei nanomateriali alle superfici esterne e nelle camere del profilo in PVC: finalità e obiettivi Enrico Boccaleri, Ph.D.,, Leonardo Maffia, Ing., Ph.D.,, Giuseppe Rombolà, Ph.D. info@novares.org

Dettagli

Metodi fisici di modifica superficiale di polimeri

Metodi fisici di modifica superficiale di polimeri Trattamenti di modifica superficiale Si rendono necessari quando occorre modificare le proprietà di superficie dell oggetto, ovvero quando l oggetto deve interagire col mondo esterno prevalentemente attraverso

Dettagli

LA NITRURAZIONE. (versione gennaio 2006)

LA NITRURAZIONE. (versione gennaio 2006) LA NITRURAZIONE (versione gennaio 2006) Raccolta di appunti ad esclusivo uso interno ITIS VARESE - specializzazione meccanici. La nitrurazione è un processo che consente la formazione di nitruri durissimi

Dettagli

PIANO DIDATTICO SCIENZA DEI MATERIALI PER LA CONVERSIONE FOTOVOLTAICA

PIANO DIDATTICO SCIENZA DEI MATERIALI PER LA CONVERSIONE FOTOVOLTAICA PIANO DIDATTICO SCIENZA DEI MATERIALI PER LA CONVERSIONE FOTOVOLTAICA Celle solari: dai mirtilli agli spaghetti CONVERSIONE FOTOVOLTAICA: L ENERGIA DEL FUTURO v Energia inesauribile e rinnovabile v Non

Dettagli

Preparazione e caratterizzazione di nanocompositi polimerici attraverso precursori organo-silanici

Preparazione e caratterizzazione di nanocompositi polimerici attraverso precursori organo-silanici Preparazione e caratterizzazione di nanocompositi polimerici attraverso precursori organo-silanici Ezio Amerio Politecnico di Torino, Dipartimento di Scienza dei Materiali ed Ingegneria Chimica C.so Duca

Dettagli

IMPIANTI PER DEPOSIZIONE A FILM SOTTILE

IMPIANTI PER DEPOSIZIONE A FILM SOTTILE P&P Thin Film Advanced Technologies IMPIANTI PER DEPOSIZIONE A FILM SOTTILE Breve introduzione delle principali parti di un impianto per deposizione sotto vuoto e delle tecnologie più utilizzate TECNOLOGIE

Dettagli

Presentazione. VEGA Parco Scientifico Tecnologico di Venezia

Presentazione. VEGA Parco Scientifico Tecnologico di Venezia Presentazione VEGA Parco Scientifico Tecnologico di Venezia Che cos è un Parco scientifico tecnologico. L Assemblea internazionale del 6 febbraio 2002 di IASP, l Associazione mondiale dei Parchi scientifici

Dettagli

Descrizione dei Diversi Tipi di Polvere

Descrizione dei Diversi Tipi di Polvere Descrizione dei Diversi Tipi di Polvere Polveri di Ferro-Spugna (Ferro Puro) NC100.24 è uno dei tipi di polvere più largamente impiegati in metallurgia delle polveri. Le resistenze al verde e degli spigoli

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE LAVORAZIONI MECCANICHE

CLASSIFICAZIONE DELLE LAVORAZIONI MECCANICHE CLASSIFICAZIONE DELLE LAVORAZIONI MECCANICHE Le lavorazioni meccaniche possono essere classificate secondo diversi criteri. Il criterio che si è dimostrato più utile, in quanto ha permesso di considerare

Dettagli

Protettivo antiacido per pietre naturali

Protettivo antiacido per pietre naturali Protettivo antiacido per pietre naturali Trattamento nanotecnologico antigraffiti Trattamento nanotecnologico per metallo Protettivo antiacido per pietre naturali La superficie da trattare deve essere

Dettagli

Blade cooling Gas Turbine. Impianti per l Energia l

Blade cooling Gas Turbine. Impianti per l Energia l Blade cooling Gas Turbine Impianti per l Energia l 2010-2011 2011 Effetto della temperatura massima del ciclo sulle prestazioni dei turbogas Effetto della temperatura massima del ciclo sulle prestazioni

Dettagli

Modificazioni superficiali per le leghe metalliche Emanuele Galvanetto Università di Firenze

Modificazioni superficiali per le leghe metalliche Emanuele Galvanetto Università di Firenze Nanotecnologie e materiali funzionali come strumenti di innovazione Modificazioni superficiali per le leghe metalliche Emanuele Galvanetto Università di Firenze Applicazione specifica Proprietà funzionale

Dettagli

NANOPROM Falleti Gian Luca

NANOPROM Falleti Gian Luca SCREEN COAT CT 140 NANOPROM di Falleti Gian Luca Sede Legale: Piazza Risorgimento, 3 41049 SASSUOLO - MO Tel. +39 0536 871.677 - Fax +39 0536 194.04.24 - Cell. 338 363.91.45 http://www.nanoprom.it - E-mail:

Dettagli

CAPITOLO 11 Materiali ceramici ESERCIZI CON SOLUZIONE SVOLTA. Problemi di conoscenza e comprensione

CAPITOLO 11 Materiali ceramici ESERCIZI CON SOLUZIONE SVOLTA. Problemi di conoscenza e comprensione CAPITOLO 11 Materiali ceramici ESERCIZI CON SOLUZIONE SVOLTA Problemi di conoscenza e comprensione 11.10 (a) Le strutture a isola dei silicati si formano quando ioni positivi, come Mg 2+ e Fe 2+, si legano

Dettagli

Alcune tecniche di applicazione e proprietà del film verniciante essiccato. Proprietà tecniche

Alcune tecniche di applicazione e proprietà del film verniciante essiccato. Proprietà tecniche L ARIA COMPRESSA NEGLI IMPIANTI DI VERNICIATURA Lo scopo principale del processo di verniciatura, oltre a motivi estetici, è quello di proteggere il manufatto dalle aggressioni degli agenti ossidanti,

Dettagli

Numero 4 /2015 I nanomateriali nei cicli produttivi: guida alla identificazione

Numero 4 /2015 I nanomateriali nei cicli produttivi: guida alla identificazione Numero 4 /2015 I nanomateriali nei cicli produttivi: guida alla identificazione Ad oggi non esiste una definizione univoca di nanomateriale, secondo la Commissione Europea un nanomateriale è un materiale

Dettagli

- ottimale trasferimento della coppia motrice al cambio; - massima accelerazione e maggiore comfort di guida.

- ottimale trasferimento della coppia motrice al cambio; - massima accelerazione e maggiore comfort di guida. MONDO BARDAHL la molecola di Fullerene C60 è composta da 60 atomi di carbonio con dei legami che formano una struttura sferica costituita da 12 pentagoni e 20 esagoni. TECHNOLOGY CLUTCH PERFORMANCE I lubrificanti

Dettagli

L azienda. La società è stata creata per realizzare e gestire il Parco Scientifico e Tecnologico, con il supporto di Fondi EU FESR 2081/93

L azienda. La società è stata creata per realizzare e gestire il Parco Scientifico e Tecnologico, con il supporto di Fondi EU FESR 2081/93 Tecnologie innovative per il settore biomedicale 23 maggio 2014 dr. Domenico D Angelo Senior Specialist SMART CITY 2014 L azienda Environment Park è una società privata con soci pubblici. Fondata a Torino

Dettagli

italiano di Luigi Ortese

italiano di Luigi Ortese italiano qua!ita 100 milioni di euro e 280 dipendenti: Nordmeccanica controlla una quota di mercato a livello globale del 75% nell'imballaggio flessibile e del 55% nel settore delle applicazioni industriali,

Dettagli

Giuseppe Da Cortà - Certottica: il plasma coating

Giuseppe Da Cortà - Certottica: il plasma coating Programma Interreg IV Italia-Austria 2007-2013 Progetto "Utilizzo del plasma per migliorare i trattamenti decorativi della plastica: il rivestimento protettivo, la stampa e gli incollaggi" Projekt Einsatz

Dettagli

Il casco e le sue varianti

Il casco e le sue varianti Casco D+ Liceo Scientifico Statale Federico II Altamura Il casco e le sue varianti E il nostro progetto riguarda 1 L ELMETTO DA LAVORO Domanda: perché si è soliti non rispettare tale cartello?? PERCHE

Dettagli

INFORMATIVA N. 7/2011. Tecnologia Plasma a pressione atmosferica Made in Italy

INFORMATIVA N. 7/2011. Tecnologia Plasma a pressione atmosferica Made in Italy INFORMATIVA N. 7/2011 Tecnologia Plasma a pressione atmosferica Made in Italy Lo sviluppo della tecnologia Plasma a livello industriale è, da anni, argomento di studio di molti centri di ricerca a livello

Dettagli

MATERIALI SINTERIZZATI

MATERIALI SINTERIZZATI MATERIALI SINTERIZZATI Sono ottenuti con la cosiddetta Metallurgia delle polveri, che consiste nella compattazione e trasformazione di materiali ridotti in polvere in un composto indivisibile. Sono utilizzati

Dettagli

Agemont Centro di Innovazione Tecnologica Srl. Trattamenti superficiali sul legno

Agemont Centro di Innovazione Tecnologica Srl. Trattamenti superficiali sul legno Agemont Centro di Innovazione Tecnologica Srl Trattamenti superficiali sul legno Indice Agemont Centro di Innovazione Tecnologica S.r.l. unipersonale 2 Progetto Nanocoat 3 Materiali e trattamenti superficiali

Dettagli

CONIC. Sistema per l arricchimento del combustibile e la riduzione delle emissioni. TECHNO Est Milano mail:technoest@nd-techno.it

CONIC. Sistema per l arricchimento del combustibile e la riduzione delle emissioni. TECHNO Est Milano mail:technoest@nd-techno.it CONIC Sistema per l arricchimento del combustibile e la riduzione delle emissioni TECHNO Est Milano mail:technoest@nd-techno.it - DESCRIZIONE - Viene brevemente descritto un sistema di trattamento pre-combustione

Dettagli

TEC STAR S.r.l. Viale Europa, 40 41011 Campogalliano (MO), Italy Tel. +39059 527775 Fax +39059 527773

TEC STAR S.r.l. Viale Europa, 40 41011 Campogalliano (MO), Italy Tel. +39059 527775 Fax +39059 527773 PRESENTAZIONE di alcune CASE HISTORIES Criticità nell additivazione delle vernici L utilizzo di nanofillers nelle matrici polimeriche fornisce numerose possibilità di miglioramento di alcune proprietà,

Dettagli

Moth-eye surfaces: antireflection nanostructures

Moth-eye surfaces: antireflection nanostructures Moth-eye surfaces: antireflection nanostructures to increase efficiency Coordinamento Interuniversitario Veneto per le Nanotecnologie Le nanotecnologie al servizio dei Beni Culturali Diego Basset basset@civen.org

Dettagli

Mission aziendale. Know how tecnologico. Descrizione della tecnologia

Mission aziendale. Know how tecnologico. Descrizione della tecnologia Mission aziendale MetEnergia si configura come una licensing company il cui scopo è la commercializzazione della proprietà intellettuale sviluppata nel campo dello stoccaggio reversibile di gas. Il mercato

Dettagli

SCIENZA DEI MATERIALI STUDIO DI BAGNABILITA DELL OSSIDO DI GRAFENE

SCIENZA DEI MATERIALI STUDIO DI BAGNABILITA DELL OSSIDO DI GRAFENE UNIVERSITÀ DEGLISTUDIDIPADOVA Dipartimento di Scienze Chimiche Dipartimento di Fisica ed Astronomia Galileo Galilei Laurea specialistica in SCIENZA DEI MATERIALI STUDIO DI BAGNABILITA DELL OSSIDO DI GRAFENE

Dettagli

a cura di Massimo Reboldi MATERIALI PER UTENSILI

a cura di Massimo Reboldi MATERIALI PER UTENSILI MATERIALI PER UTENSILI Gli utensili 2 Il comportamento di un utensile influenza in maniera determinante la: Qualità del prodotto finito; Costo parti lavorate; Gli utensili 3 Nelle due principali fasi devono

Dettagli

ITALIA SOLUZIONI SPECIALI PER L EDILIZIA

ITALIA SOLUZIONI SPECIALI PER L EDILIZIA ITALIA SOLUZIONI SPECIALI PER L EDILIZIA Indice IMPERMEABILIZZAZIONE Sistemi poliureici e poliuretanici 2 PAVIMENTAZIONE IN RESINA Ciclo a Film sottile 3 Multistrato 4 Autolivellante 5 Massetto 6 Poliuretano

Dettagli

High Performance Manufacturing

High Performance Manufacturing Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente Imprese, università, organismi di ricerca, associazioni e enti territoriali: insieme per la crescita del Manifatturiero High Performance Manufacturing

Dettagli

Materiali, Sviluppo, Soluzioni. Prodotti di Molibdeno per la industria del vetro

Materiali, Sviluppo, Soluzioni. Prodotti di Molibdeno per la industria del vetro Materiali, Sviluppo, Soluzioni Prodotti di Molibdeno per la industria del vetro H.C. Starck, Molibdeno Materiali come il molibdeno e il tungsteno, sono vitali per le applicazioni di fusione, omogeneizzazione

Dettagli

Definizione. Tecniche di prototipazione rapida. Layer Manufacturing. Confronto. Applicabilità delle tecniche RP. Caratteristiche delle tecniche RP

Definizione. Tecniche di prototipazione rapida. Layer Manufacturing. Confronto. Applicabilità delle tecniche RP. Caratteristiche delle tecniche RP Tecniche di prototipazione rapida Definizione Prototipazione rapida (RP): classe di tecnologie che consentono di costruire modelli fisici anche complessi partendo direttamente dalle rappresentazioni CAD

Dettagli

Deposizione di sottili film di carbonio

Deposizione di sottili film di carbonio Deposizione di sottili film di carbonio Introduzione Il carbonio è un materiale molto versatile, adatto alla deposizione sottoforma di un film sottile su alcune superfici di diversa natura chimica con

Dettagli

F. Nenciati,, E. Origgi, A. Lazzeri

F. Nenciati,, E. Origgi, A. Lazzeri Analisi termica ed elettromagnetica di un impianto pilota per la produzione di materiali compositi a matrice ceramica mediante il processo di Chemical Vapour Infiltration con riscaldamento a microonde

Dettagli

Trattamenti al plasma per i processi tessili di tintura e finissaggio

Trattamenti al plasma per i processi tessili di tintura e finissaggio Dipartimento di Scienze dei Materiali e Ingegneria Chimica- Politecnico di Torino- Sede di Biella Trattamenti al plasma per i processi tessili di tintura e finissaggio IKME-International Exhibition of

Dettagli

Convergenze tra tecnologie nano e micro

Convergenze tra tecnologie nano e micro 16 Marzo 2007-, Vicenza. Intervento dal titolo Convergenze tra tecnologie nano e micro A cura di Renato Bozio Professore Università degli Studi di Padova Presidente NanoFAB scarl VEGA PARK di Venezia 57

Dettagli

Comunicato stampa Texile Vivant - 11 settembre - 9 novembre NextMaterials

Comunicato stampa Texile Vivant - 11 settembre - 9 novembre NextMaterials Comunicato stampa - 11 settembre - 9 novembre NextMaterials Milano, 10 settembre 2014 Nextmaterials presenta le applicazioni sol-gel ai tessuti e non solo alla mostra Textile vivant, Percorsi, esperienze

Dettagli

KNOW-HOW, PROPRIETÀ INDUSTRIALE ED INTELLETTUALE. GESTIONE E TUTELA DEI DIRITTI

KNOW-HOW, PROPRIETÀ INDUSTRIALE ED INTELLETTUALE. GESTIONE E TUTELA DEI DIRITTI Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 13/11/2014. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

CENTRALI TERMOELETTRICHE

CENTRALI TERMOELETTRICHE CENTRALI TERMOELETTRICHE Le centrali termoelettriche sono impianti che utilizzano l energia chimica dei combustibili per trasformarla in energia elettrica. Nelle centrali termoelettriche la produzione

Dettagli

Le Nanotecnologie. Paolo Mazzoldi. Dipartimento di Fisica Università di Padova, Via Marzolo 8, I-35131 PADOVA (Italia)

Le Nanotecnologie. Paolo Mazzoldi. Dipartimento di Fisica Università di Padova, Via Marzolo 8, I-35131 PADOVA (Italia) Le Nanotecnologie Paolo Mazzoldi Dipartimento di Fisica Università di Padova, Via Marzolo 8, I-35131 PADOVA (Italia) Spesa Pubblica per le Nanotecnologie (2003) Totale: 3540 Mld Euro 810 (22.9%) 1070 (30.2%)

Dettagli

La materia. La materia è ogni cosa che occupa uno spazio (e possiamo percepire con i nostri sensi).

La materia. La materia è ogni cosa che occupa uno spazio (e possiamo percepire con i nostri sensi). La materia La materia è ogni cosa che occupa uno spazio (e possiamo percepire con i nostri sensi). Essa è costituita da sostanze, ciascuna delle quali è formata da un determinato tipo di particelle piccolissime,

Dettagli

Molti di questi infortuni potrebbero essere evitati mettendo in atto adeguate misure preventive.

Molti di questi infortuni potrebbero essere evitati mettendo in atto adeguate misure preventive. Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 08/06/2006. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

integrat evolution teco vario

integrat evolution teco vario integrat evolution teco vario Condizionamento dinamico delle cavità dello stampo Condizionamento Variotherm dello stampo Controllo del processo di condizionamento Introduzione ed applicazioni Lo stampaggio

Dettagli

Sistema criogenico di pulizia tecnica industriale mediante la proiezione di granuli di ghiaccio secco (anidride carbonica solida)

Sistema criogenico di pulizia tecnica industriale mediante la proiezione di granuli di ghiaccio secco (anidride carbonica solida) SVERNICIATURA E SEPARAZIONI CRIOGENICHE IMPIANTI CRIOGENICI SERVIZIO CO2 GHIACCIO SECCO Sistema criogenico di pulizia tecnica industriale mediante la proiezione di granuli di ghiaccio secco (anidride carbonica

Dettagli

Approfondimento Tecnico su FAP DPF

Approfondimento Tecnico su FAP DPF Approfondimento Tecnico su FAP DPF Il filtro antiparticolato è un componente dell impianto di scarico integrato con il catalizzatore e consiste in un supporto monolitico a base di carburo di silicio poroso.

Dettagli

PROGETTO PVRENEW. Nuova vita ai Pannelli Fotovoltaici

PROGETTO PVRENEW. Nuova vita ai Pannelli Fotovoltaici PROGETTO PVRENEW Nuova vita ai Pannelli Fotovoltaici Impianti PV (*) e Eco-sotenibilità/1 Le Installazione PV mondiali sono stimate in oltre 100 GW, risparmiando all atmosfera, ogni anno, ben 70 milioni

Dettagli

Laboratori ed altre strutture di supporto alla didattica

Laboratori ed altre strutture di supporto alla didattica Laboratori ed altre strutture di supporto alla didattica In aggiunta alle strutture di servizio utilizzate da tutti gli studenti del Politecnico quali la Biblioteca Centrale, il Centro Stampa ed il LAIB

Dettagli

Materiali nanostrutturati per tecnologie LED

Materiali nanostrutturati per tecnologie LED Università di Padova Materiali nanostrutturati per tecnologie LED Massimo Guglielmi Dipartimento di Ingegneria Meccanica Settore Materiali University of Padova massimo.guglielmi@unipd.it LED - Sistemi

Dettagli

Nuove frontiere dei materiali fotovoltaici

Nuove frontiere dei materiali fotovoltaici Nuove frontiere dei materiali fotovoltaici Aldo Di Carlo - Centre for Hybrid and Organic Solar Energy Regione Lazio Università degli studi di Roma «Tor Vergata» e DYEPOWER, Roma Efficienza Celle Multigiunzioni

Dettagli

Sintesi di nanomateriali: un approccio chimico per lo sviluppo della nonoscienza

Sintesi di nanomateriali: un approccio chimico per lo sviluppo della nonoscienza Sintesi di nanomateriali: un approccio chimico per lo sviluppo della nonoscienza Gianluca Malavasi gmalavasi@unimo.it Due definizioni utili 1- Nanotecnologia è lo studio dei fenomeni e della manipolazione

Dettagli

Descrizione del prodotto è un sistema ad alte prestazioni di top coatings da polimerizzare a raggi UV, per pavimenti e segnaletica.

Descrizione del prodotto è un sistema ad alte prestazioni di top coatings da polimerizzare a raggi UV, per pavimenti e segnaletica. 1 SCHEDA INTRODUTTIVA 08-04-2012 Tecnologia ai raggi UV per la realizzazione istantanea di linee e segnaletica di sicurezza. Descrizione del prodotto è un sistema ad alte prestazioni di top coatings da

Dettagli

PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI

PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI DEFINIZIONE DI VETRO LO STATO VETROSO È QUELLO DI UN SOLIDO BLOCCATO NELLA STRUTTURA DISORDINATA DI UN LIQUIDO (FASE AMORFA) SOLIDO:ORDINE A LUNGO RAGGIO

Dettagli

Innovazioni nelle materie plastiche ad alte prestazioni. Una linea di prodotti in PTFE completa e all avanguardia.

Innovazioni nelle materie plastiche ad alte prestazioni. Una linea di prodotti in PTFE completa e all avanguardia. Innovazioni nelle materie plastiche ad alte prestazioni. Una linea di prodotti in PTFE completa e all avanguardia. All avanguardia: le nostre soluzioni in PTFE per l industria. Una linea di prodotti completa

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

Outline. Nanomateriali. Superfici nanostrutturate Nanocompositi Materiali nanostrutturati. Introduzione. Le nanotecnologie. Un settore molto vasto

Outline. Nanomateriali. Superfici nanostrutturate Nanocompositi Materiali nanostrutturati. Introduzione. Le nanotecnologie. Un settore molto vasto Outline Sviluppo di nuovi materiali: materiali nanostrutturati tt ti e metamateriali t Lorenza Draghi Dipartimento t di Chimica, i Materiali e Ingegneria Chimica, i Giulio Natta Politecnico di Milano Nanomateriali

Dettagli

Cromatografia Dal greco chroma : colore, graphein : scrivere 1903 Mikhail Twsett (pigmenti vegetali su carta)

Cromatografia Dal greco chroma : colore, graphein : scrivere 1903 Mikhail Twsett (pigmenti vegetali su carta) Cromatografia Dal greco chroma : colore, graphein : scrivere 1903 Mikhail Twsett (pigmenti vegetali su carta) E il termine generico che indica una serie di tecniche di separazione di molecole simili in

Dettagli

Corde Isolanti e Guarnizioni per Alte Temperature

Corde Isolanti e Guarnizioni per Alte Temperature Corde Isolanti e Guarnizioni per Alte Temperature La corda ceramica è ottenuta da fibre ceramiche di grande purezza, ESENTI DA AMIANTO, con punto di fusione di 1760 C Possiede GRANDE RESISTENZA MECCANICA,

Dettagli

mediante l aggiunta localizzata di materiale metallico e/o ceramico (vedi foto) strato per strato.

mediante l aggiunta localizzata di materiale metallico e/o ceramico (vedi foto) strato per strato. L ATTREZZATURA: Presso il laboratorio Te.Si. sono presenti 4 tecnologie di Additive Manufacturing (AM): una sinterizzatrice per polveri metalliche/ceramiche, due stampanti 3D per il macro-additive Manufacturing,

Dettagli

Il più piccolo oggetto che l occhio umano può percepire è quello che interessa almeno 10 cellule sensoriali, però se avviciniamo l oggetto all occhio

Il più piccolo oggetto che l occhio umano può percepire è quello che interessa almeno 10 cellule sensoriali, però se avviciniamo l oggetto all occhio Il più piccolo oggetto che l occhio umano può percepire è quello che interessa almeno 10 cellule sensoriali, però se avviciniamo l oggetto all occhio questo interesserà più cellule e quindi apparirà più

Dettagli

MODULO D.U.V.R.I. , presso lo Stabilimento AgustaWestland S.p.A. di Cascina Costa, in riferimento a quanto in

MODULO D.U.V.R.I. , presso lo Stabilimento AgustaWestland S.p.A. di Cascina Costa, in riferimento a quanto in Prot. n cc / MODULO D.U.V.R.I In data, presso lo Stabilimento AgustaWestland S.p.A. di Cascina Costa, in riferimento a quanto in oggetto si sono riuniti: Referente contratto appalto AgustaWestland S.p.A.

Dettagli

Advertorial. Tramite distillazione molecolare e a film sottile. Tecniche di separazione

Advertorial. Tramite distillazione molecolare e a film sottile. Tecniche di separazione Gli impianti VTA vengono impiegati per la purificazione, la concentrazione, la rimozione dei residui di solventi, la decolorazione e l essiccazione di prodotti in diversi settori industriali: chimico,

Dettagli

PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO

PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO PROCESSO DI ASSEMBLAGGIO La fabbricazione degli elementi meccanici seguita dalla loro unione sono i principali compiti dell industria produttiva. Essenzialmente l assemblaggio consiste nel collegare degli

Dettagli

Politecnico di Torino Corsi di Laurea a Verrès

Politecnico di Torino Corsi di Laurea a Verrès Politecnico di Torino Corsi di Laurea a Verrès formazione ricerca tecnologia innovazione DOVE SIAMO Valle d Aosta Verrès Verrès (Valle d Aosta - Italia) 391 m slm, 2.677 abitanti, 39 km da Aosta, 78 km

Dettagli

saloni: chimica, compositi, nano-ibridi

saloni: chimica, compositi, nano-ibridi 2/4 Ottobre 2014, Modena - Italia saloni: chimica, compositi, nano-ibridi www.ramspec.eu Primo salone internazionale che raggruppa in un unico evento tre settori industriali che utilizzano nel loro processo

Dettagli

TECNICHE DI NITRURAZIONE CON SUPPORTO AL PLASMA

TECNICHE DI NITRURAZIONE CON SUPPORTO AL PLASMA TRATTAMENTO DELLE SUPERFICI TECNICHE DI NITRURAZIONE CON SUPPORTO AL PLASMA 108 I sistemi e il processo di plasma nitrurazione Ionit e Ionit Ox, della Metaplas Ionon, facente capo alla svizzera Sulzer,

Dettagli

TECNOPOLO TALKS Il Tecnopolo della provincia di Ravenna si racconta. Materiali compositi ceramici e polimerici Laboratorio MITAI ENEA Faenza

TECNOPOLO TALKS Il Tecnopolo della provincia di Ravenna si racconta. Materiali compositi ceramici e polimerici Laboratorio MITAI ENEA Faenza TECNOPOLO TALKS Il Tecnopolo della provincia di Ravenna si racconta Materiali compositi ceramici e polimerici Laboratorio MITAI ENEA Faenza 26 Settembre 2013 MATERIALI COMPOSITI CERAMICI E POLIMERICI LINEE

Dettagli

Inquinanti atmosferici. Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc)

Inquinanti atmosferici. Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc) Inquinanti atmosferici Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc) ZOLFO I composti dello zolfo di interesse ai fini dell inquinamento atmosferico

Dettagli

Tecnologie fondamentali dei circuiti integrati:panoramica

Tecnologie fondamentali dei circuiti integrati:panoramica Tecnologie fondamentali dei circuiti integrati:panoramica Riferimenti Bibliografici: Paolo Spirito Elettronica digitale, Mc Graw Hill Capitolo 2 Zs. M. Kovàcs Vajna Tecnologia planare del silicio I sistemi

Dettagli

GALVANICA CEDRATESE trattamenti superficiali dei metalli

GALVANICA CEDRATESE trattamenti superficiali dei metalli GALVANICA CEDRATESE Fondata nel 1952 con un organizzazione a carattere artigianale, la Galvanica Cedratese opera nel settore meccanico dei trattamenti superficiali dei metalli da oltre 60 anni. Oggi un

Dettagli

Settore Materiali. Rassegna e Posizionamento delle attività ENEA. Roma, 20 marzo 2006

Settore Materiali. Rassegna e Posizionamento delle attività ENEA. Roma, 20 marzo 2006 Settore Materiali Rassegna e Posizionamento delle attività ENEA Roma, 20 marzo 2006 Sommario I laboratori I consorzi Quadro di riferimento Progetti Conclusioni Laboratorio Analisi microstrutturale e microanalitica

Dettagli

DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER L EUROPA WWW.BEAMPOWERENERGY.COM

DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER L EUROPA WWW.BEAMPOWERENERGY.COM DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER L EUROPA WWW.BEAMPOWERENERGY.COM DISTRIBUTORE ESCLUSIVO PER L EUROPA MaxR100 ripristina e mantiene l efficienza in condizionatori d aria, refrigeratori e sistemi di refrigerazione.

Dettagli

Innovazione e territorio: i distretti tecnologici

Innovazione e territorio: i distretti tecnologici Innovazione e territorio: i distretti tecnologici Obiettivi della lezione I distretti tecnologici: definizione e inquadramento normativo Distretti tecnologici e distretti industriali: la dimensione territoriale

Dettagli

Leggerezza non convenzionale

Leggerezza non convenzionale materiali Ibridi plastica/metallo Leggerezza non convenzionale Una nuova tecnologia di produzione di ibridi di nanocristalli di metallo su substrato polimerico permette di realizzare componenti estremamente

Dettagli

PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE

PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE PAGINA 1 DI 5 MOLYKOTE CARATTERISTICHE Le lacche Molykote sono dispersioni di sostanze lubrificanti solide, come ad esempio il bisolfuro di molibdeno, e di resine leganti organiche o inorganiche finemente

Dettagli

FreFlow. Pompa centrifuga autoadescante

FreFlow. Pompa centrifuga autoadescante FreFlow Pompa centrifuga autoadescante SPX ha molti anni di esperienza nella progettazione, produzione e manutenzione di pompe centrifughe autoadescanti per liquidi contaminati. Sulla base di tale esperienza,

Dettagli

La Bicocca per le imprese Le applicazioni delle tecnologie del plasma nell industria tessile

La Bicocca per le imprese Le applicazioni delle tecnologie del plasma nell industria tessile La Bicocca per le imprese Le applicazioni delle tecnologie del plasma nell industria tessile Seminario del 4 Luglio 2000 organizzato presso l Università degli Studi di Milano Bicocca Dipartimento di Scienza

Dettagli

NOVITà. Scienza e Tecnologie dei Bio e Nanomateriali. Corso di Laurea Magistrale

NOVITà. Scienza e Tecnologie dei Bio e Nanomateriali. Corso di Laurea Magistrale Università Ca Foscari Venezia Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi NOVITà Scienza e Tecnologie dei Bio e Nanomateriali Corso di Laurea Magistrale Cosa sono i Bio e Nanomateriali I nanomateriali

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Impianto di trattamento superficiale per vetro piano (Processo Sol-Gel)

RELAZIONE TECNICA. Impianto di trattamento superficiale per vetro piano (Processo Sol-Gel) SS 7 TER Km 58,300 (Via Lecce) 73012 Campi Salenina (LE) Italy P.I. e C.F. : 04576240750 Tel/Fax: + 39 0832 792641 www. giancarlomacisrl.it info@giancarlomacisrl.it RELAZIONE TECNICA Impianto di trattamento

Dettagli

Trasportatori Meccanici A Nastro

Trasportatori Meccanici A Nastro I N O S T R I T R A S P O R T A T O R I A N A S T R O P E R L ' I M P I E G O P E S A N T E Piena Affidabilità Nel Trasporto Delle Grandi Portate Su Lunghe Distanze Per essere performante e sicuro, un

Dettagli

Lo Stabilimento di Ferrera Erbognone

Lo Stabilimento di Ferrera Erbognone Lo Stabilimento di Ferrera Erbognone LO STABILIMENTO Lo stabilimento, ubicato nel Comune di Ferrera Erbognone (Pavia) nelle adiacenze della Raffineria Eni Divisione R&M di Sannazzaro de Burgondi, è il

Dettagli

IGRAF RISCALDATORI INDUSTRIALI RISCALDAMENTO INDUSTRIALE AD IRRAGGIAMENTO

IGRAF RISCALDATORI INDUSTRIALI RISCALDAMENTO INDUSTRIALE AD IRRAGGIAMENTO RISCALDAMENTO INDUSTRIALE AD IRRAGGIAMENTO IGRAF RISCALDATORI INDUSTRIALI FRACCARO Officine Termotecniche S.r.l. Via Sile, 32-31033 Castelfranco Veneto (TV) Tel.: 0423.721003 - fax: 0423.493223 web:www.fraccaro.it

Dettagli

3ULQFLSLGHOODFRPEXVWLRQH,FRPEXVWLELOL

3ULQFLSLGHOODFRPEXVWLRQH,FRPEXVWLELOL ,FRPEXVWLELOL I FRPEXVWLELOL sono sostanze capaci di bruciare, cioè in grado di dar luogo alla reazione chimica sopra descritta. Possono essere:,frpexvwlelol Solidi: ad esempio legno, carbone, carta, tessuto,

Dettagli