Guida alla consegna del PGT in formato digitale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida alla consegna del PGT in formato digitale"

Transcript

1 Guida alla consegna del PGT in formato digitale Per i comuni delle Province di Cremona e Varese, la consegna del PGT in formato digitale avverrà secondo modalità stabilite dalle stesse province. Per ogni informazione, per i link ai siti degli archivi documentali e per scaricare tutti i documenti e le specifiche tecniche, fare riferimento al sito: Gennaio

2 Sommario Consegna del PGT in formato digitale ai fini della pubblicazione dell avviso di approvazione sul burl 3 Compilazione on-line dell archivio documentale PGT 4 Compilazione dell archivio documentale SIVAS 7 Varianti di PGT e rettifiche 8 Tavola dei livelli informativi da riconsegnare per le rettifiche di Piano Errore. Il segnalibro non è definito. Modalità di richiesta per la pubblicazione del PGT 10 Fac simile di lettera di richiesta 12 Fac simile di lettera di richiesta (autocertificazione di non variazione degli atti del pgt precedentemente forniti) 13 2

3 CONSEGNA DEL PGT IN FORMATO DIGITALE AI FINI DELLA PUBBLICAZIONE DELL AVVISO DI APPROVAZIONE SUL BURL Ai sensi dell art. 13 della legge regionale 12/2005, perché un PGT (e le sue varianti) acquisti efficacia è necessaria la pubblicazione sul BURL dell avviso di approvazione del piano. Tale pubblicazione è subordinata: all invio degli atti del PGT in forma digitale; alla positiva verifica in ordine alla completezza della componente geologica del PGT, al completo e corretto recepimento delle prescrizioni dettate dai competenti uffici regionali in materia geologica, ovvero con riferimento alle previsioni prevalenti del PTR riferite agli obiettivi prioritari per la difesa del suolo. Scopo di tale consegna è quello di integrare gli atti di pianificazione locale dei Comuni nella infrastruttura dell informazione territoriale della Lombardia (I.I.T. della Lombardia), ottenendo una banca dati centralizzata ricca di informazioni utili al cittadino, alle amministrazioni locali e ai professionisti. La consegna del PGT in formato digitale è composta da: 1. Compilazione on-line dell archivio documentale PGT che, oltre alle informazioni sulla procedura di approvazione, comprende i dati relativi ai: a. file costituenti il PGT in formato pdf (comprensivi di tutti gli atti: relazioni, allegati, tavole, componente geologica, ecc.) b. file costituenti la banca dati geografica tavola delle previsioni di piano in formato shapefile, secondo le specifiche pubblicate on-line (vedi il documento: Schema fisico tavola delle previsioni di piano ) 2. Compilazione on-line dell archivio documentale della VAS (SIVAS). Comprende le informazioni relative alla procedura di VAS. 3

4 COMPILAZIONE ON-LINE DELL ARCHIVIO DOCUMENTALE PGT Il Comune deve provvedere alla compilazione dell archivio documentale PGT. Tale compilazione avviene online, previa registrazione dell utente comunale attraverso l applicativo MULTIPLAN. Tale registrazione è unica e vale per tutte le applicazioni contenute in MULTIPLAN, previa abilitazione (un utente comunale ha una sola registrazione, ma può avere una o più abilitazioni ai singoli applicativi, a seconda della necessità di consegna dei dati). A ogni richiesta di pubblicazione (nuovo PGT o sue varianti) deve corrispondere l apertura di una nuova pratica, ossia la compilazione di un nuovo fascicolo digitale all interno dell archivio documentale PGT. L archivio va compilato in ogni sua parte, nei limiti delle conoscenze dei dati da parte del Comune. Si segnala di prestare particolare attenzione al caricamento dei documenti, ovvero alla creazione delle schede al cui interno saranno caricati i file pdf. Le modalità tecniche per la compilazione sono indicate nel file HELP, scaricabile dalla home page del sito dell archivio documentale. 4

5 Compilare in ogni parte ove siano disponibili informazioni a conoscenza del Comune Oltre alle informazioni relative alla procedura, dovranno essere caricati i dati in formato shapefile (tab Tavola previsioni ) e in formato pdf (Tab Documenti ) 5

6 Verificare che per ogni fascicolo siano stati caricati tutti i file che costituiscono il piano (relazioni, allegati, tavole). Si invita a fare particolare attenzione a due aspetti: il titolo documento è il testo che comparirà in internet e che consentirà agli utenti di scegliere quale file scaricare. Per tale ragione deve essere di facile comprensione e non deve dare occasione di equivoco. Ad esempio è da evitare di utilizzare il nome del file come titolo del documento. i file devono essere accorpati in modo razionale. Ad esempio capita che una relazione venga fornita in diversi file (copertina, indice, allegati, testo), questo non è ammissibile in quanto creerebbe all utente notevoli fastidi. Caricare gli shapefile relativi ai singoli livelli informativi costituenti la banca dati. Per ogni shapefile mancante andrà inserita la motivazione dell assenza. 6

7 COMPILAZIONE DELL ARCHIVIO DOCUMENTALE SIVAS Il Comune deve provvedere alla compilazione dell archivio documentale SIVAS, relativo alla procedura di valutazione ambientale del piano. Tale compilazione deve avvenire on-line durante lo svolgimento della procedura, previa registrazione dell utente comunale. Nel momento della trasmissione digitale del PGT, Regione Lombardia procede comunque alla verifica della corretta e completa compilazione dell archivio. L archivio va compilato in ogni sua parte, inclusi i file allegati. Le modalità tecniche per la compilazione sono indicate nel file HELP, scaricabile dalla home page del sito. 7

8 VARIANTI DI PGT E RETTIFICHE Qualora il Comune debba inserire una variante, dovrà procedere nella stessa maniera di un nuovo PGT, tenendo presente che: - per quanto riguarda l archivio documentale, dovrà aprire una pratica di nuova variante, indicando il fascicolo (documento di piano, piano delle regole, piano dei servizi, componento geologica) oggetto di variante. Qualora si trattasse di variante che contempla due o tutti i fascicoli, si deve aprire una variante mettendo la spunta sul tipo di fascicolo variato. Si segnala che devono anche essere caricati tutti i documenti pdf relativi al fascicolo variato, non soltanto i documenti effettivamente variati (ad esempio, se si è variato solo il documento contenente le norme del piano delle regole, si dovranno comunque ricaricare tutti i documenti costituenti il piano delle regole: relazioni, allegati, norme, tavole); - per quanto riguarda gli shapefile, andranno comunque riconsegnati tutti, tranne nel caso in cui le varianti siano state esclusivamente relative a norme o altre parti documentali e NON si siano apportate modifiche alla parte cartografica. Tale assenza andrà comunque giustificata nella parte relativa al caricamento della tavola delle previsioni di piano; - nel momento in cui viene fornita una variante, Regione Lombardia effettuerà anche un controllo dei dati precedenti su tutta la fornitura del PGT, qualora questi risultino incompleti, parzialmente scorretti o non aggiornati all ultima edizione delle specifiche tecniche, il Comune dovrà provvedere ad effettuare tutti quegli interventi necessari per risolvere i problemi riscontrati Esistono alcune varianti che, di fatto, non comportano alcuna variazione agli atti del PGT, almeno non ai fini informativi per i quali si è costituito l archivio digitale dei PGT. Queste varianti ricadono principalmente in due tipologie: - varianti che sono utilizzate per effettuare deroghe da norme di PGT. Cioè per rendere possibili interventi che il PGT esclude, senza variarne le norme; - varianti ad atti di pianificazione attuativa. Nei casi precedenti gli atti del PGT non sono stati effettivamente variati, o perché non vi è stata alcuna modifica nel testo delle norme, o perché gli atti modificati non sono significativi ai fini della banca dati. Pertanto in questi casi, la richiesta di pubblicazione avverrà attraverso una autocertificazione da parte del Comune che la variante non modifica gli atti del PGT precedentemente forniti a Regione Lombardia, come da fac simile successivamente riportato. Per tutte le varianti, la D.G.R. 2616/2011 prevede che venga redatta una dichiarazione di congruità tra la variante e la componente geologica del PGT. Tale dichiarazione deve essere redatta secondo l allegato 15 della DGR, e caricata. 8

9 Qualora il Comune debba inserire una rettifica: - per quanto riguarda l archivio documentale, si dovrà entrare nella scheda del piano vigente (Documento di piano, Piano delle regole o Piano dei servizi, Componente geologica, a seconda di cosa si sia effettivamente rettificato). Si segnala che devono essere caricati esclusivamente i documenti variati (tavole, norma, relazioni, allegati ); - per quanto riguarda gli shapefile, andranno consegnati quelli che hanno subito variazioni e tutti quelli che con quelli variati hanno relazioni. Per sapere quali shapefile consegnare, fare riferimento allo schema fisico; - nel momento in cui viene fornita una rettifica, Regione Lombardia effettuerà anche un controllo dei dati precedenti su tutta la fornitura del PGT, qualora questi risultino incompleti, parzialmente scorretti o non aggiornati all ultima edizione delle specifiche tecniche, il Comune dovrà provvedere ad effettuare tutti quegli interventi necessari per risolvere i problemi riscontrati 9

10 MODALITÀ DI RICHIESTA PER LA PUBBLICAZIONE DEL PGT Per poter pubblicare sul BURL l avviso di approvazione definitiva del PGT (o di sue varianti e rettifiche) il Comune deve: 1. Caricare i dati digitali del PGT (o di sue varianti e rettifiche) on-line come da precedenti indicazioni 2. Trasmettere la richiesta di pubblicazione come da fac-simile di seguito allegato 3. Trasmettere l avviso di approvazione definitiva come da fac-simile di seguito allegato Regione Lombardia (o la Provincia competente, in presenza di accordi in tal senso), provvederà alle necessarie attività di istruttoria. Tali attività, volte esclusivamente al controllo della completezza e della correttezza della fornitura digitale del PGT, avverranno entro il termine di 15 giorni naturali e consecutivi dalla data di registrazione. A seguito della positiva chiusura della attività di istruttoria, Regione Lombardia provvederà alla pubblicazione dell avviso di approvazione del PGT sul BURL, utilizzando l Up-load per le inserzioni dal sito del Bollettino Ufficiale. Della pubblicazione sul BURL verrà data comunicazione al Comune. La procedura può essere espletata in due diverse modalità: 1. Le attività di acquisizione dei dati sono svolte da Regione Lombardia 2. Le attività di acquisizione dei dati sono svolte dalla Provincia competente, previo accordo con Regione Lombardia Attualmente Regione Lombardia ha stipulato l accordo con la Provincia di Varese e con la Provincia di Cremona. Caso 1. Le attività di acquisizione dei dati sono svolte da Regione Lombardia Fasi della procedura: 1. Trasmissione dell avviso di approvazione definitiva del PGT e della richiesta di pubblicazione a Regione Lombardia, DG Territorio, urbanistica e difesa del suolo e per conoscenza all Amministrazione provinciale territorialmente competente, con contestuale compilazione degli archivi documentali (PGT e SIVAS). 2. Entro 15 giorni naturali e consecutivi dalla data di registrazione, la DG Territorio, urbanistica e difesa del suolo controlla la correttezza e completezza dei dati e provvede all inserimento dell avviso di approvazione nell applicativo per le inserzioni del BURL. In caso di richiesta di integrazione e/o correzione, il Comune è tenuto a integrare la documentazione con una nuova consegna digitale e una nuova richiesta, dal momento della quale decorrono nuovamente i 15 giorni per l istruttoria; 3. Regione Lombardia provvede a dare comunicazione formale al Comune della pubblicazione dell avviso. Indirizzo per la trasmissione presso Regione Lombardia: Regione Lombardia Direzione Generale Territorio, urbanistica e difesa del suolo U.O. Strumenti per il governo del territorio Struttura Sistema informativo territoriale integrato Piazza Città di Lombardia, Milano Per velocizzare i tempi di istruttoria è preferibile l invio tramite posta certificata all indirizzo: 10

11 Caso 2. Le attività di acquisizione dei dati sono svolte dalla Provincia competente (Provincia di Varese e Provincia di Cremona) Fasi della procedura: 1. Le modalità per l acquisizione dei dati digitali del PGT sono regolate con propri atti dalle Province competenti, fermo restando quanto stabilito al punto 2 2. Entro 15 giorni naturali e consecutivi dalla data di registrazione, l amministrazione Provinciale controlla la correttezza e completezza dei dati e trasmette l avviso di approvazione definitiva del PGT a Regione Lombardia, D.G. Territorio, urbanistica e difesa del suolo, che provvede all inserimento dell avviso di approvazione nell applicativo per le inserzioni del BURL. In caso di richiesta di integrazione e/o correzione, il Comune è tenuto a integrare la documentazione con una nuova consegna, dal momento della quale decorrono nuovamente i 15 giorni per l istruttoria; 3. Regione Lombardia provvede a dare comunicazione formale al Comune della pubblicazione dell avviso. 11

12 FAC SIMILE DI LETTERA DI RICHIESTA DA UTILIZZARSI ESCLUSIVAMENTE PER LA RICHIESTA NEL CASO 1: ATTIVITA DI ACQUISIZIONE DEI DATI SVOLTE DA REGIONE LOMBARDIA. PER LA RICHIESTA NEL CASO 2: ATTIVITA DI ACQUISIZIONE DEI DATI SVOLTE DALLA PROVINCIA, SARA CURA DELLA PROVINCIA PROVVEDERE ALL ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA.., lì Regione Lombardia Direzione Generale Territorio, urbanistica e difesa del suolo U.O. Strumenti per il governo del territorio Struttura Sistema informativo territoriale integrato Piazza Città di Lombardia, MILANO E p.c. Provincia di.. Oggetto: Comune di Trasmissione dei dati digitali del Piano di Governo del Territorio, e richiesta di pubblicazione dell avviso di approvazione definitiva del PGT sul BURL Con la presente si comunica che si è provveduto a trasmettere in via telematica: 1. Copia in formato digitale degli atti costituenti [il PGT / la variante al PGT / la rettifica del PGT] approvati con deliberazione di Consiglio Comunale [n.. del..] allo scopo di contribuire alla realizzazione del Sistema Informativo Territoriale Integrato, ai sensi della l.r. 12/ L avviso di approvazione definitiva del piano di cui sopra in formato digitale da pubblicare sul BURL Si dichiara, nella consapevolezza delle sanzioni penali previste dall art. 76 del d.p.r. 28 dicembre 2000, n. 445, che gli atti del PGT trasmessi in forma digitale sono conformi agli originali approvati dal Consiglio Comunale e depositati agli atti presso la Segreteria Comunale. Si chiede di procedere alla pubblicazione dell avviso di approvazione definitiva sul BURL e si prende atto che la pubblicazione potrà avvenire solo a seguito di una verifica in ordine ai disposti di cui all art. 13, comma 11, della l.r. 12/2005. Firma Referente tecnico comunale: [Nome, cognome, numero di telefono e indirizzo ] Recapito telematico comunale: [Indirizzo di posta elettronica certificata] Per velocizzare i tempi di istruttoria è preferibile l invio tramite posta certificata all indirizzo: In questo caso evitare di trasmettere anche la richiesta in formato cartaceo. 12

13 FAC SIMILE DI LETTERA DI RICHIESTA (AUTOCERTIFICAZIONE DI NON VARIAZIONE DEGLI ATTI DEL PGT PRECEDENTEMENTE FORNITI) DA UTILIZZARSI ESCLUSIVAMENTE PER LA RICHIESTA NEL CASO 1: ATTIVITA DI ACQUISIZIONE DEI DATI SVOLTE DA REGIONE LOMBARDIA. PER LA RICHIESTA NEL CASO 2: ATTIVITA DI ACQUISIZIONE DEI DATI SVOLTE DALLA PROVINCIA, SARA CURA DELLA PROVINCIA PROVVEDERE ALL ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA.., lì Regione Lombardia Direzione Generale Territorio, urbanistica e difesa del suolo U.O. Strumenti per il governo del territorio Struttura Sistema informativo territoriale integrato Piazza Città di Lombardia, MILANO E p.c. Provincia di.. Oggetto: Comune di Trasmissione dei dati digitali del PGT, dell avviso di approvazione definitiva e richiesta di pubblicazione sul BURL. Autocertificazione che la variante non apporta modifiche agli atti di PGT precedentemente forniti a Regione Lombardia Con la presente si dichiara, nella consapevolezza delle sanzioni penali previste dall art. 76 del d.p.r. 28 dicembre 2000, n. 445, che la variante al PGT approvata con deliberazione di Consiglio Comunale n... del. relativa a.. non apporta modifiche agli atti del PGT in formato digitale già precedentemente forniti a Regione Lombardia allo scopo di contribuire alla realizzazione del Sistema Informativo Territoriale Integrato, ai sensi della l.r. 12/2005, in quanto [inserire breve relazione tecnica e/o giuridica che spieghi i contenuti della variante e le ragioni per cui non vi è variazione della documentazione precedentemente consegnata] Chiede pertanto di procedere alla pubblicazione dell avviso di approvazione definitiva della variante di PGT sul BURL. Firma Referente tecnico comunale: [Nome, cognome, numero di telefono e indirizzo ] Recapito telematico comunale: [Indirizzo di posta elettronica certificata] Per velocizzare i tempi di istruttoria è preferibile l invio tramite posta certificata all indirizzo: In questo caso evitare di trasmettere anche la richiesta in formato cartaceo. 13

14 FAC-SIMILE AVVISO PER LA PUBBLICAZIONE SUL BOLLETTINO UFFICIALE DI REGIONE LOMBARDIA Oggetto: Comune di... Avviso di approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti [il Piano del Governo del Territorio / la variante al PGT] Ai sensi e per gli effetti dell art. 13, comma 11 della l.r. 11 marzo 2005, n. 12 e successive modificazioni e integrazioni si avvisa che: con d.c.c. n.... del... è stato definitivamente approvato [il Piano del Governo del Territorio (PGT) / la variante al Piano di Governo del Territorio]; gli atti costituenti [il Piano di Governo del Territorio / la variante al PGT] sono depositati presso la segreteria comunale per consentire la libera visione a chiunque ne abbia interesse; gli atti assumono efficacia dalla data della presente pubblicazione, fatta salva l immediata prevalenza, ai sensi di legge, delle previsioni del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale e del Piano Territoriale Regionale. Firma... Il presente avviso deve essere trasmesso come allegato [in formato.doc] alla richiesta di pubblicazione dell avviso di approvazione definitiva del PGT sul BURL. NOTA BENE: dovendo procedere alla pubblicazione dell avviso sul BURL, questo deve necessariamente essere un testo e non un immagine. L invio di scansioni in formato.pdf dell avviso comporta esclusivamente un aumento dei tempi di istruttoria per la necessità di dover richiedere nuovamente l avviso in formato testo (.doc) 14

Guida alla consegna del PGT in formato digitale

Guida alla consegna del PGT in formato digitale Guida alla consegna del PGT in formato digitale Per i comuni delle Province di Cremona e Varese, la consegna del PGT in formato digitale avverrà secondo modalità stabilite dalle stesse province. Per ogni

Dettagli

Guida alla consegna del PGT in formato digitale

Guida alla consegna del PGT in formato digitale Guida alla consegna del PGT in formato digitale Per ogni informazione, per i link ai siti degli archivi documentali e per scaricare tutti i documenti e le specifiche tecniche, fare riferimento al sito:

Dettagli

Guida alla trasmissione del PGT in formato digitale. per i Comuni della Provincia di Varese

Guida alla trasmissione del PGT in formato digitale. per i Comuni della Provincia di Varese GuidaallatrasmissionedelPGTinformatodigitale pericomunidellaprovinciadivarese Perogniinformazione,perilinkaisitidegliarchividocumentalieperscaricaretuttiidocumentielespecifiche tecniche,fareriferimentoalsito:http://www.pgt.regione.lombardia.it

Dettagli

Guida alla consegna del PGT in formato digitale

Guida alla consegna del PGT in formato digitale Guida alla consegna del PGT in formato digitale Per i comuni delle Province di Cremona e Varese, la consegna del PGT in formato digitale avverrà secondo modalità stabilite dalle stesse province. Per ogni

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA C O M U N E D I B R U I N O PROVINCIA DI TORINO - C. A. P. 10090 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO DIGITALE Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 34 del 14/4/2011 Depositato

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA ISTITUZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA ISTITUZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO Comune di VALSINNI Provincia di MATERA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA ISTITUZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO S O M M A R I O Art. D E S C R I Z I O N E Art. D E S C R I Z I O N E 1 2 3 4

Dettagli

Guida alla trasmissione del PGT in formato digitale. per i Comuni della Provincia di Varese

Guida alla trasmissione del PGT in formato digitale. per i Comuni della Provincia di Varese Guida alla trasmissione del PGT in formato digitale per i Comuni della Provincia di Varese Per ogni informazione, per i link ai siti degli archivi documentali e per scaricare tutti i documenti e le specifiche

Dettagli

DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA 1) Deposito Opere non soggette a V.I.A.o screening: Il deposito del progetto deve essere effettuato presso Regione Lombardia, Direzione Generale Infrastrutture e Mobilità,

Dettagli

Tale attività di controllo è necessaria ai fini della pubblicazione sul BURL dell avviso di approvazione del PGT.

Tale attività di controllo è necessaria ai fini della pubblicazione sul BURL dell avviso di approvazione del PGT. MODALITÀ OPERATIVE PER L'ATTIVITÀ DI CONTROLLO DELLA FORNITURA DIGITALE DEI PGT COMUNALI SECONDO GLI STANDARD REGIONALI PER LA PUBBLICAZIONE DELL'AVVISO DI APPROVAZIONE DEFINITIVA SUL BURL PREMESSA Le

Dettagli

Regolamento per l'organizzazione del servizio relativo alla tenuta dell'albo pretorio on line

Regolamento per l'organizzazione del servizio relativo alla tenuta dell'albo pretorio on line COMUNE DI CELLAMARE (Prov. di Bari) Regolamento per l'organizzazione del servizio relativo alla tenuta dell'albo pretorio on line Approvato con Deliberazione di G.C. N. 54 del 22/12/2011 1 INDICE Articolo

Dettagli

COMUNE DI PROVAGLIO D ISEO UFFICIO TECNICO

COMUNE DI PROVAGLIO D ISEO UFFICIO TECNICO Allegato A) alla Determinazione n. 166 del 07/07/2015 Prot. 20150005696 UTC/MC/mc li 09 luglio 2015 AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DEI COMPONENTI DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO AI SENSI DELL ART.81

Dettagli

Sportello Telematico SIRIO

Sportello Telematico SIRIO Sportello Telematico SIRIO Presentazione domanda Soggetti diversi da Istituzioni Scolastiche Legge 113/91 Decreto Direttoriale 1524/08-07-2015 Titolo 3 Versione 1.0 Edizione del 14/07/2015 Diffusione Cultura

Dettagli

Regolamento per la gestione dell Albo pretorio on line

Regolamento per la gestione dell Albo pretorio on line Comune di Torre di Mosto Provincia di Venezia Regolamento per la gestione dell Albo pretorio on line (approvato con delibera G.C. numero 12 del 18/02/2013) 1 Sommario Art. 1 - Oggetto del regolamento...

Dettagli

COMUNE DI SANSEPOLCRO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE

COMUNE DI SANSEPOLCRO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE COMUNE DI SANSEPOLCRO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con delibera di Giunta Municipale n. 9 del 10.01.2011 INDICE 1. Premessa 2. Accesso al servizio 3. Finalità della

Dettagli

Settore Affari Generali e Istituzionali. Disciplinare per le Pubblicazioni on line

Settore Affari Generali e Istituzionali. Disciplinare per le Pubblicazioni on line Settore Affari Generali e Istituzionali Disciplinare per le Pubblicazioni on line ANNO 2014 INDICE Art. 1 Principi generali... 3 Art. 2 Modalità di accesso al servizio on line... 3 Art. 3 Atti destinati

Dettagli

www.laquilalavoro.it

www.laquilalavoro.it www.laquilalavoro.it Comunicazioni Obbligatorie on line Aspetti generali: La legge 296/2006 (finanziaria per il 2007) al comma 1184 prevede l obbligo per i datori di lavoro pubblici e privati (Soggetti

Dettagli

COMUNE DI VILLONGO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DELLE PUBBLICAZIONI ALL ALBO PRETORIO ON LINE

COMUNE DI VILLONGO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DELLE PUBBLICAZIONI ALL ALBO PRETORIO ON LINE COMUNE DI VILLONGO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DELLE PUBBLICAZIONI ALL ALBO PRETORIO ON LINE INDICE Articolo 1 - Oggetto Articolo 2 - Modalità di accesso al servizio on-line Articolo 3 Responsabile

Dettagli

Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale convocato per il giorno 18-12-2013

Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale convocato per il giorno 18-12-2013 Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale convocato per il giorno 18-12-2013 ADEMPIMENTO DI cui all art 39 del Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 OGGETTO: ESAME CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI

Dettagli

NAVIGAZIONE DEL SI-ERC: UTENTE PROGETTISTA

NAVIGAZIONE DEL SI-ERC: UTENTE PROGETTISTA 3 NAVIGAZIONE DEL SI-ERC: UTENTE PROGETTISTA Collegandosi al sito, si accede alla Home Page del SI-ERC che si presenta come illustrato di seguito. L utente progettista, analogamente agli altri utenti,

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO ON LINE Allegato n. 4

REGOLAMENTO ALBO ON LINE Allegato n. 4 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASSA 6 Cod. fiscale 80002800458 P.zza Albania, 7 54100 Massa tel. 0585/833924 fax 0585/832559 e-mail: msic81200d@istruzione.it

Dettagli

Regolamento dell Albo Comunale delle Associazioni

Regolamento dell Albo Comunale delle Associazioni COMUNE DI OLIVETO CITRA Provincia di Salerno Regolamento dell Albo Comunale delle Associazioni Approvato con deliberazione C.C. n. 14 del 26.04.2013 In vigore dal 26.04.2013 1 TITOLO I TITOLO I - ISTITUZIONE

Dettagli

ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Azienda Ospedaliera

ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Azienda Ospedaliera ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Azienda Ospedaliera Vista la determinazione dirigenziale n.125 del 24.03.15; visto l art.7 comma 6 del D.Lgs.165/01; visto il regolamento aziendale per il conferimento di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE LICEO SCIENTIFICO STATALE Galileo Galilei Via Anzio, 2 85100 Potenza Tel. 0971/441910 Fax 0971/443752 Sito web: www.lsgalileipz.gov.it - e-mail pzps040007@istruzione.it Casella PEC Liceo: pzps040007@pec.istruzione.it

Dettagli

Guida alla trasmissione delle richieste di erogazione delle quote di contributo v.3

Guida alla trasmissione delle richieste di erogazione delle quote di contributo v.3 Guida alla trasmissione delle richieste di erogazione delle quote di contributo v.3 1. Credenziali di accesso alla piattaforma Ai fini della trasmissione delle richieste di erogazione delle diverse quote

Dettagli

Sportello Telematico SIRIO

Sportello Telematico SIRIO Sportello Telematico SIRIO Guida alla compilazione della domanda Bando PNRA D.D. n 651 del 05/04/2016 (L.380 del 27/11/1991) Versione 1.0 Edizione del 05/04/2016 Bando PNRA 1 INDICE Informazioni generali

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZI A RESIDENZI ALE DI POTENZA Via Manhes, 33 85100 POTENZA tel. 0971413111 fax. 0971410493 www.aterpotenza.it U.R.P. - Numero Verde 800291622 fax 0971 413227 REGOLAMENTO

Dettagli

Accettazione e Richiesta dell Aiuto Finanziario MANUALE PER L USO DELLA PROCEDURA ON LINE

Accettazione e Richiesta dell Aiuto Finanziario MANUALE PER L USO DELLA PROCEDURA ON LINE PROGRAMMA ATTUATIVO REGIONALE (PAR) DEL FONDO AREE SOTTOUTILIZZATE (FAS) 2007-2013 D.G.R. VIII/10879 DEL 23 DICEMBRE 2009 AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI ACCESSO A CONTRIBUTI PER L AMMODERNAMENTO

Dettagli

Guida alla Compilazione e all invio della Certificazione Energetica.

Guida alla Compilazione e all invio della Certificazione Energetica. Attestazione Energetica Edifici "Decreto Legislativo n. 19 agosto 2005, n. 192 e smi" Guida alla Compilazione e all invio della Certificazione Energetica. Indice 1 - Introduzione...1 2 - Generalità...2

Dettagli

MUDE Piemonte. Modalità operative generazione Procura speciale

MUDE Piemonte. Modalità operative generazione Procura speciale MUDE Piemonte Modalità operative generazione Procura speciale STATO DELLE VARIAZIONI Versione Paragrafo o Pagina Descrizione della variazione V01 Tutto il documento Versione iniziale del documento Sommario

Dettagli

Questo documento presenta la gestione del pannello di controllo del sistema "PTCPWEB" per le diverse utenze disponibili.

Questo documento presenta la gestione del pannello di controllo del sistema PTCPWEB per le diverse utenze disponibili. PTCPWEB MANUALE UTENTE 1 Questo documento presenta la gestione del pannello di controllo del sistema "PTCPWEB" per le diverse utenze disponibili. Release Notes... 3 Dicembre 2015... 3 1. Precondizioni...

Dettagli

Regolamento per la gestione dell Albo pretorio on line

Regolamento per la gestione dell Albo pretorio on line Regolamento per la gestione dell Albo pretorio on line SOMMARIO Art. 1 - Oggetto del regolamento...3 Art. 2 - Principi...3 Art. 3 - Istituzione e finalità dell Albo pretorio on line...3 Art. 4 - Struttura

Dettagli

Avviso Tutti a Iscol@ Anno scolastico 2015-2016

Avviso Tutti a Iscol@ Anno scolastico 2015-2016 ASSESSORADU DE S'ISTRUTZIONE PÙBLICA, BENES CULTURALES, INFORMATZIONE, ISPETÀCULU E ISPORT ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT Avviso Tutti a Iscol@

Dettagli

Comune di Campo San Martino PROVINCIA DI PADOVA

Comune di Campo San Martino PROVINCIA DI PADOVA Prot. n. 8041 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE TECNICO, CATEGORIA GIURIDICA C A TEMPO PIENO E INDETERMINATO PRESSO L AREA SERVIZI TECNICI URBANISTICA,

Dettagli

Sistema Gestionale FIPRO2 Fase II

Sistema Gestionale FIPRO2 Fase II Sistema Gestionale FIPRO2 Fase II Domanda di finanziamento: documenti obbligatori, spese ammissibili, supporto alla compilazione Dott. Fabio CHERCHI Venturina, 14 Ottobre 2011 Sommario della presentazione

Dettagli

COMUNE DI ATRANI PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON - LINE

COMUNE DI ATRANI PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON - LINE COMUNE DI ATRANI PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON - LINE Approvato con D.G. N.54 DEL 01/07/2013 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE COMUNE DI GALLICANO (Provincia di Lucca) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE 1 INDICE 1. Oggetto.3 2. Accesso al servizio...3 3. Finalità della pubblicazione...3 4. Atti da pubblicare....3

Dettagli

Modello ISEE 2016. Istruzioni operative. Titolo: ISEE. Tipo di documento: Istruzioni operative ISEE 2016 1/9

Modello ISEE 2016. Istruzioni operative. Titolo: ISEE. Tipo di documento: Istruzioni operative ISEE 2016 1/9 Modello ISEE 2016 Istruzioni operative CAF Do.C. Spa Sede amministrativa: Corso Francia, 121 d 12100 Cuneo Tel. 0171 700700 Fax 800 136 814 www.opendotcom.it info@cafdoc.it 1/9 Sommario 1. PREMESSA...3

Dettagli

4. LO SCARICO DELLA PRATICA PER L INVIO TELEMATICO AL REGISTRO DELLE IMPRESE. 1. Scarico della pratica per la spedizione telematica

4. LO SCARICO DELLA PRATICA PER L INVIO TELEMATICO AL REGISTRO DELLE IMPRESE. 1. Scarico della pratica per la spedizione telematica 4. LO SCARICO DELLA PRATICA PER L INVIO TELEMATICO AL REGISTRO DELLE IMPRESE 1. Scarico della pratica per la spedizione telematica Quando si ritiene di aver completato la pratica e si desidera scaricarla,

Dettagli

Sportello Telematico SIRIO

Sportello Telematico SIRIO Sportello Telematico SIRIO Presentazione domanda Legge 113/1991 TABELLA TRIENNALE Decreto Direttoriale Decreto Direttoriale 8 luglio 2015 n. 1523 Versione 1.0 Ed. del 14/07/2015 Tabella triennale 1 INDICE

Dettagli

Comitato nazionale per la gestione della direttiva 2003/87/CE e per il supporto nella gestione delle attività di progetto del protocollo di Kyoto

Comitato nazionale per la gestione della direttiva 2003/87/CE e per il supporto nella gestione delle attività di progetto del protocollo di Kyoto Comitato nazionale per la gestione della direttiva 2003/87/CE e per il supporto nella gestione delle attività di progetto del protocollo di Kyoto Deliberazione n. 27/2012 ADEMPIMENTI DI CUI AL REGOLAMENTO

Dettagli

AZIENDA STRADE LAZIO ASTRAL S.P.A.

AZIENDA STRADE LAZIO ASTRAL S.P.A. AZIENDA STRADE LAZIO ASTRAL S.P.A. AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI AI QUALI CONFERIRE INCARICHI DI RAPPRESENTANZA E DIFESA IN GIUDIZIO MANUALE OPERATIVO VER. 1.1 sommario

Dettagli

S.AC. Sistema di Accreditamento

S.AC. Sistema di Accreditamento S.AC. Sistema di Accreditamento Assessorato Infrastrutture e Lavori Pubblici Regione Lazio Manuale d'uso release 2.0 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 4 3. UTENTI DEL SISTEMA

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli COMUNE DI MELITO DI NAPOLI Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON- LINE Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n.ro 154 del 28/10/2010

Dettagli

Comune di Avellino REGOLAMENTO DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

Comune di Avellino REGOLAMENTO DELL ALBO PRETORIO ON-LINE Comune di Avellino REGOLAMENTO DELL ALBO PRETORIO ON-LINE ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di pubblicazione sul proprio sito informatico di atti e provvedimenti

Dettagli

COMUNE DI VIGNOLA FALESINA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO DELL INFORMAZIONE E DI GESTIONE DELL'ALBO PRETORIO ELETTRONICO

COMUNE DI VIGNOLA FALESINA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO DELL INFORMAZIONE E DI GESTIONE DELL'ALBO PRETORIO ELETTRONICO COMUNE DI VIGNOLA FALESINA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO DELL INFORMAZIONE E DI GESTIONE DELL'ALBO PRETORIO ELETTRONICO Approvato con delibera del Consiglio n. 14 del 29/04/2015 IL SEGRETARIO COMUNALE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA ISTITUZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA ISTITUZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO CITTA di CASTEL VOLTURNO Provincia di Caserta Piazza Annunziata 81030 Castel Volturno (CE) P. IVA 01798300610 Cod. Fisc. 80007390612 Centralino 0823-769111 Fax 0823-764639 Sito web:www.comune.castelvolturno.ce.it

Dettagli

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo v.2

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo v.2 Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo v.2 1. Credenziali di accesso alla piattaforma Ai fini della trasmissione della richiesta di erogazione della prima

Dettagli

SERVIZIO TRASFORMAZIONI EDILIZIE. Carta di Qualità dei Servizi

SERVIZIO TRASFORMAZIONI EDILIZIE. Carta di Qualità dei Servizi SERVIZIO TRASFORMAZIONI EDILIZIE Carta di Qualità dei Servizi Presentazione del servizio 1. Presentazione generale Il SUE (Sportello Unico per l'edilizia) - art. 5 D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 Testo unico

Dettagli

APPROVAZIONE DEFINITIVA. RELAZIONE FINALE del Responsabile del procedimento

APPROVAZIONE DEFINITIVA. RELAZIONE FINALE del Responsabile del procedimento Variazione del tracciato della strada di collegamento tra la via vecchia e la via nuova Val D Orme in variante al PS e RU adottata con Del. C.C. n.12 del 21.02.2011. APPROVAZIONE DEFINITIVA RELAZIONE FINALE

Dettagli

PROVINCIA DI COSENZA DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

PROVINCIA DI COSENZA DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE PROVINCIA DI COSENZA DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE INDICE GENERALE Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Istituzione dell Albo Pretorio on-line Art. 3 - Finalità della pubblicazione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Triennio 2013 2015 1 Indice Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4. Articolo 5. Articolo 6. Articolo 7. Oggetto e Finalità Organizzazione e

Dettagli

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Il Presidente del Consiglio dei Ministri Visto l articolo 1, comma 337, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, che prevede per l anno finanziario 2006, a titolo sperimentale, la destinazione in base alla

Dettagli

COMPILAZIONE MODELLO. Fase 1 Compila Modello 730

COMPILAZIONE MODELLO. Fase 1 Compila Modello 730 COMPILAZIONE MODELLO Dopo aver inserito i propri dati nella Login, il contribuente accederà alla schermata iniziale, nella quale, man mano che procede alla compilazione, avrà subito un quadro generale

Dettagli

COMUNE DI SINNAI (Provincia di Cagliari)

COMUNE DI SINNAI (Provincia di Cagliari) COMUNE DI SINNAI (Provincia di Cagliari) SETTORE ECONOMICO SOCIALE, PUBBLICA ISTRUZIONE,CULTURA, BIBLIOTECA E POLITICHE DEL LAVORO Istruzioni operative per l iscrizione al Portale SardegnaCAT e l accesso

Dettagli

COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro e Urbino R E G O L A M E N T O. Stralcio al Regolamento di Organizzazione degli Uffici e dei Servizi

COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro e Urbino R E G O L A M E N T O. Stralcio al Regolamento di Organizzazione degli Uffici e dei Servizi COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro e Urbino R E G O L A M E N T O PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE D I PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON-LINE Stralcio al Regolamento di Organizzazione degli Uffici e

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ORGANIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DELL'ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO PER L'ORGANIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DELL'ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO PER L'ORGANIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DELL'ALBO PRETORIO ON LINE I N D I C E Articolo 1 - Oggetto del Regolamento. Articolo 2 - Finalità dell Albo Pretorio on line Articolo 3 - Albo Pretorio

Dettagli

Direzione Ufficio N. posti

Direzione Ufficio N. posti Prot. 147125/2014 R.U. Procedura di mobilità intercompartimentale per la copertura, mediante passaggio diretto tra amministrazioni pubbliche, di n. 9 posti nella terza area funzionale, profilo professionale

Dettagli

Circolare Ministeriale 18 settembre 2007, n. 75

Circolare Ministeriale 18 settembre 2007, n. 75 Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente Ufficio 7 Circolare Ministeriale 18 settembre 2007, n. 75 Prot. n. 4378/P7 Oggetto: Anagrafe nazionale delle scuole paritarie In attuazione

Dettagli

B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305. Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie

B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305. Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305 Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie LA GIUNTA REGIONALE Premesso: che con D.P.R. 12 aprile

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 386 del 5 Ottobre 2012 INDICE 1. Oggetto 2. Caratteristiche e organizzazione delle pubblicazioni

Dettagli

CRITERI GENERALI SUL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONI E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI SANTADI

CRITERI GENERALI SUL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONI E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI SANTADI CRITERI GENERALI SUL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONI E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI SANTADI ART. 1 FINALITA E OBIETTIVI Il Comune di Santadi con le seguenti modalità gestionali intende riconoscere

Dettagli

L interscambio documentale per via telematica: strumenti e mezzi

L interscambio documentale per via telematica: strumenti e mezzi Novembre - dicembre 2012 L interscambio documentale per via telematica: strumenti e mezzi Loredana Bozzi Sistemi di comunicazione telematica Posta elettronica (posta elettronica semplice, PEC, CEC PAC)

Dettagli

DEPOSITO BILANCI 2015

DEPOSITO BILANCI 2015 DEPOSITO BILANCI 2015 Integrazione al Manuale nazionale Versione 1.0 del 21.5.2015 1 INDICE Nota Integrativa XBRL Chi deposita il bilancio I documenti allegati al bilancio XBRL - copie informatiche di

Dettagli

Direzioni Regionali e Interregionali LORO SEDI. Comandi Provinciali VV.F. LORO SEDI. e, p.c. Al Sig. Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Direzioni Regionali e Interregionali LORO SEDI. Comandi Provinciali VV.F. LORO SEDI. e, p.c. Al Sig. Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco REGISTRO UFFICIALE USCITA Prot. n. 19712 del 05/10/2015 s.06.04.01 Lavori Preparatori Alle All Alle Ai Agli Agli Direzioni Centrali LORO SEDI Ufficio Centrale Ispettivo SEDE Direzioni Regionali e Interregionali

Dettagli

COMUNE DI SIENA Sportello Unico Attività Produttive

COMUNE DI SIENA Sportello Unico Attività Produttive COMUNE DI SIENA Sportello Unico Attività Produttive PRESENTAZIONE PRATICHE TELEMATICHE SUAP Con l entrata in vigore del D.P.R. 7/09/2010, n.160 Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina

Dettagli

Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia

Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia Legge Regionale 24 febbraio 2005, n. 39 - Disposizioni in materia di energia (come modificata dalla LR 23 novembre 2009, n. 71 e s.m.i.) Capo IV Razionalizzazione della produzione e dei consumi, risparmio

Dettagli

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale Servizio Segreteria della Giunta Disciplinare sull utilizzo della posta elettronica certificata

Dettagli

Giampietro BOSCAINO Direzione Centrale Prevenzione e Sicurezza Tecnica

Giampietro BOSCAINO Direzione Centrale Prevenzione e Sicurezza Tecnica Sportello Unico per le Attività Produttive (D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160) - Indirizzi applicativi di armonizzazione tra le procedure di prevenzione incendi ed il procedimento automatizzato di cui

Dettagli

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo

Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo Guida alla trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota di contributo 1. Credenziali di accesso alla piattaforma Ai fini della trasmissione della richiesta di erogazione della prima quota

Dettagli

DOMANDA DI MOBILITÀ E PASSAGGI A.S.2010/11 PRIMARIA - I GRADO

DOMANDA DI MOBILITÀ E PASSAGGI A.S.2010/11 PRIMARIA - I GRADO DIRETTORE COORDINATORE Tullio Nucifora Ufficio Scolastico Provinciale di VARESE DOMANDA DI MOBILITÀ E PASSAGGI A.S.2010/11 PRIMARIA - I GRADO Le funzioni sono disponibili sul sito www.pubblica.istruzione.it.

Dettagli

Manuale Utente CITTADINO

Manuale Utente CITTADINO PROVINCIA BARLETTA ANDRIA TRANI Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Pubblica Istruzione Manuale Utente CITTADINO Integrazione per procedura telematica iscrizione ai Centri Impiego (CpiOnLine)

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO ENERGIA, RETI E INFRASRTUT- TURE MATERIALI PER LO SVILUPPO 16 aprile 2010, n. 68

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO ENERGIA, RETI E INFRASRTUT- TURE MATERIALI PER LO SVILUPPO 16 aprile 2010, n. 68 11976 - a ripristinare i luoghi affinché risultino disponibili per le attività previste per essi all atto della dismissione dell impianto ai sensi del comma 4 dell art. 12 del D.Lgs. 387/2003 ai sensi

Dettagli

Nuova Piattaforma Intercent-ER: manuali per gli Operatori Economici

Nuova Piattaforma Intercent-ER: manuali per gli Operatori Economici TMintercent-TMintercent-TMintercent-TMintercent Agenzia per lo sviluppo dei mercati elettronici Nuova Piattaforma Intercent-ER: manuali per gli Operatori Economici Referente Convenzioni - Responsabile

Dettagli

DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE

DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE - CREDENZIALI DI ACCESSO E REGISTRAZIONE NELL AREA RISERVATA - COMPILAZIONE DOMANDA ISCRIZIONE - FIRMA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI ESISTENTI ALLE NORME VIGENTI

REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI ESISTENTI ALLE NORME VIGENTI REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI ESISTENTI ALLE NORME VIGENTI (Delibera C.P. n. 109/A del 20/12/2001 integrata con la Delibera C.P. n. 64 del 29/04/2004) INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

ATTIVITA EDILIZIA LIBERA

ATTIVITA EDILIZIA LIBERA ALLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA DEL COMUNE DI PAVIA COMUNICAZIONE RELATIVA ALL ESECUZIONE DI OPERE SENZA TITOLO ABILITATIVO ATTIVITA EDILIZIA LIBERA OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA art. 6 comma

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA

PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Deliberazione della Giunta Provinciale Seduta n.1 del 29/08/2014 ore 09:00 delibera n. 102 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE DI MANTOVA QUALE PIANO D'AREA DEL PTCP

Dettagli

APPLICATIVO SISBON DELLA MODULISTICA DGRT 301/2010. Versione 0.1 22 Novembre 2011. Indice dei contenuti

APPLICATIVO SISBON DELLA MODULISTICA DGRT 301/2010. Versione 0.1 22 Novembre 2011. Indice dei contenuti BREVE GUIDA ALLA COMPILAZIONE/ DOWNLOAD (E ) APPLICATIVO BREVE GUIDA ALLA COMPILAZIONE/DOWNLOAD (E ) Indice dei contenuti 1. INTRODUZIONE 2. : STRUMENTO PER LA COMPILAZIONE/DOWLOAD DELLA MODULISTICA 2.1

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA

GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA N. d'ord.11 reg deliberazioni GIUNTA PROVINCIALE DI CREMONA Estratto dal verbale delle deliberazioni assunte nell'adunanza del 21/01/2014 L'anno duemilaquattordici, questo giorno ventuno del mese di gennaio

Dettagli

SU@P. Comune di AFRAGOLA Servizio S.U.A.P. Attivazione del S.U.A.P. Telematico Informazioni sulle procedure telematiche

SU@P. Comune di AFRAGOLA Servizio S.U.A.P. Attivazione del S.U.A.P. Telematico Informazioni sulle procedure telematiche SU@P Comune di AFRAGOLA Servizio S.U.A.P. Attivazione del S.U.A.P. Telematico Informazioni sulle procedure telematiche Modalità di presentazione telematica delle istanze e delle SCIA La S.C.I.A. (Segnalazione

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI ADESIONE AL SISTEMA DI SEGNALAZIONI ANTIRICICLAGGIO AGGREGATE E DI SEGNALAZIONI DELLE OPERAZIONI SOSPETTE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI ADESIONE AL SISTEMA DI SEGNALAZIONI ANTIRICICLAGGIO AGGREGATE E DI SEGNALAZIONI DELLE OPERAZIONI SOSPETTE UNITA DI INFORMAZIONE FINANZIARIA PER L ITALIA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI ADESIONE AL SISTEMA DI SEGNALAZIONI ANTIRICICLAGGIO AGGREGATE E DI SEGNALAZIONI DELLE OPERAZIONI SOSPETTE 1.

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ORISTANO. Regolamento della pratica forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ORISTANO. Regolamento della pratica forense Allegato alla Delibera CdO n.52/2008 del 25/3/2008 ARTICOLO 1 ( Domanda) CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ORISTANO Regolamento della pratica forense Il praticante che intenda iscriversi deve presentare,

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1323 DELL 11 LUGLIO 2014

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1323 DELL 11 LUGLIO 2014 ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1323 DELL 11 LUGLIO 2014 Allegato A Indirizzi applicativi in materia di valutazione di incidenza di piani, progetti e interventi 1. Definizioni Procedimento di valutazione di

Dettagli

ACCREDITAMENTO AI SERVIZI PER LA FORMAZIONE

ACCREDITAMENTO AI SERVIZI PER LA FORMAZIONE ACCREDITAMENTO AI SERVIZI PER LA FORMAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE ON-LINE DELLA DOMANDA 1. INTRODUZIONE 2 2. REGISTRAZIONE E PROFILAZIONE 3 1.1 REGISTRAZIONE 3 1.2 INSERIMENTO DEL PROFILO 3 2 COMPILAZIONE

Dettagli

autorità competente autorità procedente proponente Autorità competente:

autorità competente autorità procedente proponente Autorità competente: INDIRIZZI IN MERITO AI PROGETTI RELATIVI AD IMPIANTI DI SMALTIMENTO E DI RECUPERO DEI RIFIUTI IN VARIANTE ALLO STRUMENTO URBANISTICO E COORDINAMENTO PROCEDURE DI VIA - AIA - VAS QUADRO NORMATIVO Il comma

Dettagli

della Regione Toscana Bollettino Ufficiale: piazza dell'unità Italiana, 1-50123 Firenze - Fax: 055-4384620

della Regione Toscana Bollettino Ufficiale: piazza dell'unità Italiana, 1-50123 Firenze - Fax: 055-4384620 Anno XLV Repubblica Italiana BOLLETTINO UFFICIALE della Regione Toscana Parte Prima n. 17 mercoledì, 16 aprile 2014 Firenze Bollettino Ufficiale: piazza dell'unità Italiana, 1-50123 Firenze - Fax: 055-4384620

Dettagli

Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde

Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde 1. Premesse 1.1 Per incarico della Regione Lombardia, Lombardia Informatica S.p.A. cura la realizzazione della Carta Regionale dei Servizi (CRS) e la sua

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DEGLI ATTI NELL ALBO INFORMATICO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CROTONE

REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DEGLI ATTI NELL ALBO INFORMATICO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CROTONE REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DEGLI ATTI NELL ALBO INFORMATICO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CROTONE Rev. 0 giugno 2012 Preparato: AA. GG. Verificato: Segretario Generale Approvato: Deliberazione di

Dettagli

ADM.MNUC.REGISTRO UFFICIALE.0110804.19-11-2015-U

ADM.MNUC.REGISTRO UFFICIALE.0110804.19-11-2015-U Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Direzione centrale gestione tributi e monopolio Giochi Ufficio scommesse e giochi sportivi a totalizzatore Allegati Alle società concessionarie per la raccolta dei giochi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO (Direttiva 95/16/CE Allegato V lettera B e Direttiva 2006/42/CE Allegato IX punto 16 e 17) INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. RIFERIMENTI LEGISLATIVI

Dettagli

PIANI DI GESTIONE DI N. 7 SIC E N. 5 SIC/ZPS DELLA PROVINCIA DI SIENA (FASE DI ADOZIONE)

PIANI DI GESTIONE DI N. 7 SIC E N. 5 SIC/ZPS DELLA PROVINCIA DI SIENA (FASE DI ADOZIONE) PIANI DI GESTIONE DI N. 7 SIC E N. 5 SIC/ZPS DELLA PROVINCIA DI SIENA (FASE DI ADOZIONE) SIC Montagnola senese (IT5190003) SIC/ZPS Crete di Camposodo e Crete di Leonina (IT5190004) SIC/ZPS Monte Oliveto

Dettagli

CIRCOLARE N. 3/2005. Premessa. PROT. n 14511

CIRCOLARE N. 3/2005. Premessa. PROT. n 14511 CIRCOLARE N. 3/2005 PROT. n 14511 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: Direzione dell Agenzia Modalità di gestione della Convenzione per la riutilizzazione commerciale dei documenti, dei dati e delle informazioni

Dettagli

Disciplinare di regolamentazione per la pubblicazione dei dati nel sito internet

Disciplinare di regolamentazione per la pubblicazione dei dati nel sito internet ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di TAGLIO DI PO Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria - Scuola Secondaria di Primo Grado Via A. Manzoni, 1-45019 - Taglio di Po - tel.: 0426 660880 fax 0426 346103 Sito Internet:

Dettagli

A: - Comuni - Unioni di Comuni - Comunità Montane dell Emilia-Romagna. e, p.c.: Province dell Emilia-Romagna INVIATO TRAMITE PEC

A: - Comuni - Unioni di Comuni - Comunità Montane dell Emilia-Romagna. e, p.c.: Province dell Emilia-Romagna INVIATO TRAMITE PEC DIREZIONE GENERALE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE E NEGOZIATA, INTESE RELAZIONI EUROPEE E RELAZIONI INTERNAZIONALI SERVIZIO OPERE E LAVORI PUBBLICI. LEGALITÀ E SICUREZZA. EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA IL RESPONSABILE

Dettagli

Contributi per iniziative e manifestazioni di rilievo regionale l.r. 50/86 COME RICHIEDERE IL LETTORE DI CRS

Contributi per iniziative e manifestazioni di rilievo regionale l.r. 50/86 COME RICHIEDERE IL LETTORE DI CRS Contributi per iniziative e manifestazioni di rilievo regionale l.r. 50/86 COME RICHIEDERE IL LETTORE DI CRS La richiesta per poter ritirare gratuitamente il lettore di CRS (Carta Regionale dei Servizi)

Dettagli

Guida ai controlli preventivi per la realizzazione del PGT in formato digitale (tavola delle previsioni di piano)

Guida ai controlli preventivi per la realizzazione del PGT in formato digitale (tavola delle previsioni di piano) Guida ai controlli preventivi per la realizzazione del PGT in formato digitale (tavola delle previsioni di piano) Ottobre 2013 Servizio controllo preventivo Tavola delle Previsioni di Piano PGT digitali

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE CONCERNENTE:

REGOLAMENTO REGIONALE CONCERNENTE: REGOLAMENTO REGIONALE CONCERNENTE: Disposizioni attuative ed integrative dell articolo 1, commi da 111 a 122, della legge regionale 13 agosto 2011 n. 12 in materia di Bollettino Ufficiale telematico della

Dettagli

CONCORSI 6 21.10.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 42

CONCORSI 6 21.10.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 42 6 21.10.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 42 CONCORSI stati pubblicati rispettivamente sul BURT n.15 del 15/04/2015 e N. 29 del 22/07/2015; REGIONE TOSCANA Direzione Organizzazione

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE FONDO STARTER

GUIDA ALLA COMPILAZIONE FONDO STARTER Pag. 1 di 6 GUIDA ALLA COMPILAZIONE FONDO STARTER PREMESSA La domanda può essere presentata, nel periodo di apertura dello sportello, attraverso modalità online con firma digitale. Per accedere alla piattaforma

Dettagli

ASL TA. I medici non residenti nella ASL TA inclusi nella graduatoria regionale di Medicina Generale valevole

ASL TA. I medici non residenti nella ASL TA inclusi nella graduatoria regionale di Medicina Generale valevole 47170 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 141 del 29 10 2015 ASL TA Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto di dirigente avvocato. Revoca. In esecuzione della Deliberazione

Dettagli