DI M O N D R A G O N E (P R O V I N C I A D I C A S E R T A) C I T T À BED AND BREAKFAST REGOLAMENTO COMUNALE PER ATTIVITÀ DI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DI M O N D R A G O N E (P R O V I N C I A D I C A S E R T A) C I T T À BED AND BREAKFAST REGOLAMENTO COMUNALE PER ATTIVITÀ DI"

Transcript

1 C I T T À DI M O N D R A G O N E (P R O V I N C I A D I C A S E R T A) REGOLAMENTO COMUNALE PER ATTIVITÀ DI BED AND BREAKFAST Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 56 del

2 INDICE pag. Art. 1 - Oggetto del regolamento...3 Art. 2 - Modalità di avvio dell'attività...3 Art. 3 - Accertamenti dei requisiti...5 Art. 4 - Rinnovi e dichiarazioni annuali...5 Art. 5 - Registro annuale...5 Art. 6 - Diffida, sospensione, interdizione e rinunzia...5 Art. 7 - Comunicazione dei provvedimenti...6 Art. 8 - Obblighi amministrativi per lo svolgimento delle attività..6 Art. 9 - Funzioni di vigilanza e controllo...6 Art Classificazione...6 Art Osservanza di norme statali e regionali...7 Art Sanzioni...7 Art Accertamento delle violazioni e irrogazopne delle sanzioni...7 Art Entrata in vigore....7 Allegato 1: Modello di domanda di autorizzazione inizio attività...8 Allegato 2: Modello di dichiarazione sostitutiva di certificazione Allegato 3: Modello di dichiarazione sostitutiva di atto notorio

3 Art.1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento, elaborato secondo le prescrizioni e le norme contenute nella legge regionale della Campania n. 5 del 10 maggio 2001, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 26 del 14 maggio 2001, disciplina l attività di Bad and Breakfast nell ambito del territorio comunale. 2. Il presente Regolamento regola l'attività di Bed and breakfast svolta da coloro i quali, nell'ambito della propria residenza, offrono un servizio di alloggio e prima colazione in non più di tre camere e con un massimo di sei posti letto, con carattere saltuario o per periodi ricorrenti stagionali, avvalendosi della normale organizzazione familiare. 3. L esercizio dell attività di cui al comma 1 non costituisce cambio di destinazione d uso dell immobile e comporta, per i proprietari o i possessori dell abitazione, l obbligo di residenza e stabile domicilio nella stessa. 4. Ai fini del presente Regolamento si intende: Per residenza, la propria casa di abitazione quale dimora abituale, a qualsiasi titolo posseduta (è da escludersi che il termine "propria residenza" indichi qualunque luogo nell'ambito del Comune in cui l'interessato è residente, se non è ivi dimorante abitualmente); Per servizio di prima colazione, la fornitura di cibi e bevande confezionate, senza alcuna manipolazione e sottoposte a semplici operazioni di riscaldamento o raffreddamento, se occorrenti (il servizio di prima colazione non potrà essere offerto prescindendo dall'offerta di alloggio); Per carattere saltuario dell'attività, l'attività che procede senza continuità e con frequenti interruzioni, discontinua, non sistematica e priva dell organizzazione di mezzi e persone che è indice dell offerta professionale del servizio di alloggio; Per organizzazione familiare, quella normalmente utilizzata per il buon funzionamento del gruppo familiare escludendosi un'organizzazione di tipo imprenditoriale per fornire il servizio di bed and breakfast. Art.2 Modalità di avvio dell'attività 1. L'attività di Bed and Breakfast può essere intrapresa previo inoltro di domanda, redatta su apposita modulistica messa a disposizione dal Comune stesso, tramite il protocollo generale o il servizio postale ordinario con raccomandata a ricevuta di ritorno, indirizzata al Sindaco della Città di Mondragone, almeno 30 giorni prima dell inizio dell attività di servizio di alloggio e prima colazione, per richiedere l autorizzazione all inizio dell attività e da cui risulti: a) le generalità complete dell interessato e l ubicazione dell immobile; b) che l'attività viene esercitata nella propria residenza; c) il titolo in base al quale si dispone dell immobile (nel caso la disponibilità derivi da rapporto obbligatorio, occorrerà allegare l'assenso del proprietario dell'abitazione); d) che l attività assicura i seguenti servizi minimi: 3

4 fino a due ospiti, un servizio bagno anche coincidente con quello dell abitazione, oltre i due ospiti un ulteriore servizio bagno; requisiti dimensionali minimi per camera, come da tabella seguente: Mq. Posti letto autorizzabili per camera minimi per camera Per un posto letto Per due posti letto Per tre posti letto Per quattro posti letto pulizia quotidiana dei locali; cambio della biancheria, compresa quella da bagno, due volte a settimana o a cambio del cliente; fornitura di energia elettrica, acqua calda e fredda, e riscaldamento; e) la tariffa che si intende praticare giornalmente e per singola persona per il servizio di Bed and Breakfast espressa in euro ; f) che l'attività viene svolta con carattere di saltuarietà o per periodi ricorrenti stagionali indicando le relative date; g) di somministrare per la prima colazione, ai soli soggetti alloggiati e senza alcuna manipolazione, cibi e bevande confezionati, sottoponibili a semplice riscaldamento/raffreddamento; h) che il servizio è assicurato avvalendosi della normale organizzazione familiare; 2. Alla domanda di autorizzazione dovrà essere allegata: a) planimetria dell immobile con l indicazione dell uso cui sono destinati i vari locali firmata da un tecnico iscritto all albo; detta planimetria dovrà essere corredata dal certificato di abitabilità e di destinazione d uso residenziale dei locali o da autodichiarazione sostitutiva da cui risulti il numero, la data di rilascio e il titolare dell autorizzazione all abitabilità e la destinazione d uso residenziale dei locali; b) dichiarazione sostitutiva di certificazione dello stato di famiglia e della residenza dell interessato; c) dichiarazione sostitutiva di atto notorio da cui risulti: che i locali adibiti ad attività di bed and breakfast sono conformi alle norme igienico sanitarie; che per i locali adibiti ad attività di bed and breakfast sussistono i requisiti antinfortunistici di cui al D. Lgs. 626/1994 e quelli antincendio di cui al D. M. 09/04/1994 Titolo III artt. 11.2, 13, 14, 17, e 22; che gli impianti principali dell'appartamento quali quelli elettrici, quelli a gas e di riscaldamento, sono installati, collaudati e mantenuti secondo le vigenti normative di sicurezza; che nei confronti dell interessato e dei suoi familiari non sussistono cause di divieto, di decadenza o di sospensione previste dall articolo 10 della Legge 31 maggio 1965, n. 575, e indicate nell allegato 1 al Decreto Legislativo 8 agosto 1994, n. 490; 4

5 che sussistono i requisiti soggettivi del titolare e degli eventuali rappresentanti, previsti dagli articoli 11 e 12 del T.U.L.P.S. approvato con R.D. 18 giugno 1931, n. 773; Art.3 Accertamento dei requisiti 1. L Ufficio Turismo del Comune VI^ Ripartizione Sociale e Culturale -, entro 30 giorni dalla data di ricezione della comunicazione ed avvalendosi della competente Ripartizione Tecnica ed Urbanistica, provvede ad effettuare apposito sopralluogo ai fini della conferma dell idoneità all esercizio dell attività verificando che: a) sussistono i requisiti soggettivi del titolare e degli eventuali rappresentanti, previsti dagli articoli 11 e 12 del T.U.L.P.S. approvato con R.D. 18 giugno 1931, n. 773; b) sussistono i requisiti igienicosanitari, antinfortunistici ed antincendio previsti dalle norme vigenti; ed al successivo rilascio dell autorizzazione all inizio dell attività di Bed and Breakfast. Art.4 Rinnovi e dichiarazioni annuali 1. L esercizio dell attività di cui all articolo 1 si rinnova annualmente su comunicazione dell interessato, da inoltrare al comune almeno 30 (trenta) giorni prima della scadenza, con la quale lo stesso dichiara la persistenza dei requisiti di cui all art. 2 della L.R , n. 5, che sono stati alla base del rilascio dell autorizzazione all esercizio dell attività di bed and breakfast. 2. Qualora tali ultimi requisiti non ricorrano più, o siano intervenute variazioni rispetto a quanto dichiarato inizialmente, l interessato è tenuto a richiedere nuova autorizzazione, il cui rilascio seguirà lo stesso iter amministrativo già descritto. Art.5 Registro annuale 1. L Ufficio Turismo del Comune provvederà alla tenuta di un registro in cui anno per anno andranno elencati gli esercizi di bed end breakfast autorizzati e/o che hanno chiesto il rinnovo con la loro relativa consistenza ricettiva. Tale elenco annuale sarà trasmesso entro il 31 dicembre all Assessorato regionale competente, alla Provincia ed all Ente Provinciale per il Turismo. Articolo 6 Diffida, sospensione, interdizione e rinunzia 1. L esercizio dell attività di cui all articolo 1 può essere interdetto dall Ufficio Turismo del Comune in ogni tempo, venendo meno alcuno dei requisiti per il rilascio dell autorizzazione all esercizio dell attività di bed and breakfast o per motivi di pubblica sicurezza. 5

6 2. Il predetto Ufficio, previa diffida, può sospendere temporaneamente l attività di cui all articolo 1, quando, con adeguata motivazione, non ritiene necessaria l irrogazione dell interdizione di cui al comma 1 del presente articolo. 3. Il titolare dell attività di cui all articolo 1 che intende procedere alla sospensione temporanea o alla cessazione della stessa deve darne preventivo e, qualora ciò non fosse possibile, contestuale avviso al Comune. 4. Il periodo di sospensione volontaria dell attività non può essere superiore a sei mesi, decorso tale termine, si presume la rinuncia dell interessato a svolgere l attività di cui all articolo 1. Articolo 7 Comunicazione di inizio attività 1. L Ufficio Turismo del Comune dà immediata comunicazione dell inizio dell attività di cui all articolo 1 all Assessorato regionale competente. Articolo 8 Obblighi amministrativi per lo svolgimento delle attività 1. E fatto obbligo ai titolari dell attività di cui all articolo 1 di esporre, nei locali adibiti all esercizio Bed and Breakfast, in luogo ben visibile, l autorizzazione di inizio dell attività e la tabella indicante le tariffe praticate. Articolo 9 Funzioni di vigilanza e controllo 1. Fermo restando le competenze dell Autorità di pubblica sicurezza, le funzioni di vigilanza e di controllo sull osservanza delle disposizioni del presente Regolamento sono esercitate dal Comune. Articolo 10 Classificazione 1. Gli esercizi dell attività di cui all articolo 1 sono classificati in un unica categoria. Articolo 11 Osservanza di norme statali e regionali 1. I titolari dell attività di cui all articolo 1 sono tenuti ad attenersi alle disposizioni di pubblica sicurezza relative alla denuncia delle persone alloggiate. 6

7 2. I titolari dell attività di cui all articolo 1 sono tenuti a comunicare, ogni quattro mesi, all Ente Provinciale per il Turismo i dati ricettivi e del movimento ai fini statistici. Articolo 12 Sanzioni 1. Chiunque fa funzionare uno degli esercizi di Bed and Breakfast, di cui all articolo 1, senza gli adempimenti di cui all articolo 2 é soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento della somma da ,37 a , L omessa esposizione della tabella indicante le tariffe praticate, di cui all articolo 8, comporta la sanzione amministrativa del pagamento della somma da. 154,94 a. 464, L applicazione di prezzi superiori a quelli esposti comporta la sanzione amministrativa del pagamento della somma da. 258,23 a , Il superamento della capacità ricettiva consentita comporta la sanzione amministrativa del pagamento della somma da. 258,23 a , In caso di recidiva le sanzioni previste ai commi precedenti sono raddoppiate e nei casi più gravi può procedersi alla sospensione dell attività o all interdizione della stessa. Articolo 13 Accertamento delle violazioni e irrogazioni delle sanzioni 1. L accertamento delle violazioni e la irrogazione delle sanzioni, di cui al presente Regolamento, sono effettuati dal personale della Polizia Municipale del Comune secondo le procedure di cui alla legge regionale della Campania del 10 gennaio 1983, n I proventi delle sanzioni, previste dall articolo 12, sono devolute al Comune di Mondragone, per finalità relative alla promozione delle attività oggetto del presente Regolamento. Articolo 14 Entrata in vigore 1. Il presente Regolamento, entra in vigore il giorno successivo a quello in cui diventa esecutiva la relativa delibera di Consiglio Comunale di adozione. 7

8 Allegato 1 Modello di domanda di autorizzazione all inizio dell attività di Bed and Breakfast. Protocollo generale del Comune AL Sig. SINDACO del Comune di M O N D R A G O N E Oggetto: Domanda di autorizzazione all inizio di attività di Bed and Breakfast. Il/La sottoscritto/a NOME COGNOME NAT. A IL C.F. VIA/PIAZZA N. CIVICO COMUNE M O N D R A G O N E PROV C E TEL CHIEDE ai sensi e per gli effetti di cui all art. 2 della L. R. della Campania n 5/2001 e dell art. 2 del disciplinare tecnico per l avvio dell attività di Bed and Breakfast approvato con delibera di Giunta Comunale n del il rilascio dell autorizzazione all inizio dell attività di Bed and Breakfast nei locali della propria abitazione sopra indicati. A tal fine dichiara: che l attività sarà esercitata nella propria abitazione; di disporre dell unità immobiliare in qualità di (barrare la casella di interesse) proprietario affittuario (o similare, in questo caso dovrà essere allegato l atto di assenso del proprietario dell immobile) che la superficie totale della propria abitazione adibita ad attività ricettiva sarà di Mq ; che il numero totale di stanze utilizzate per l attività ricettiva sarà di n, per un totale di posti letto n ; che il numero totale di servizi igienici disponibile è di n ; 8

9 che l attività ricettiva assicura i servizi minimi d ospitalità di cui all art. 2 del disciplinare tecnico per l attività di Bed and Breakfast ed all art. 1, comma 2, della L. R. della Campania n 5/2001; che la tariffa giornaliera per persona per il servizio di Bed and Breakfast che s intende praticare è la seguente: TARIFFA GIORNALIERA A PERSONA. che l attività è praticata con carattere di saltuarietà o stagionalmente nei periodi di seguito indicati: dal al dal al - dal al dal al - che saranno somministrati per la prima colazione, ai soli soggetti alloggiati e senza alcuna manipolazione, cibi e bevande confezionati, sottoponibili a semplice riscaldamento/raffreddamento; che il servizio ricettivo sarà assicurato avvalendosi della normale organizzazione familiare; di essere consapevole che in caso di false dichiarazioni, accertate dall amministrazione procedente, l art. 76 del D.P.R. n 445/2000 prevede che vengano applicate le sanzioni previste dal Codice Penale dalle Leggi Speciali in materia con la conseguente decadenza del beneficio ottenuto sulla base della dichiarazione non veritiera; di essere informato che il trattamento dei dati personali di cui alla L. 31/12/1996 n 675 (Legge sulla Privacy) avverrà solo per fini istituzionali e nei limiti di legge. Allega : (barrare le caselle d interesse) Atto di assenso del proprietario dell immobile X Planimetria dell unità immobiliare Dichiarazione sostitutiva di certificazione o stato di famiglia e certificato di residenza Dichiarazione sostitutiva di atto notorio ex art. 2 del disciplinare tecnico Fotocopia di un documento di riconoscimento Mondragone lì Il Dichiarante 9

10 In carta semplice ai sensi dell art. 37 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n.445 Allegato 2 Dichiarazione sostitutiva di certificazione Protocollo generale del Comune DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (art. 46 D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 ) Io sottoscritto/a nato/a il, residente a in via n., consapevole di quanto contenuto nell art.76 T.U n. 445 con particolare riferimento a dichiarazioni false ed informato ex. art.10 legge n. 675 (legge sulla privacy), d i c h i a r o 1. di essere nato/a a il ; 2. di essere residente a in via n. ; 3. di essere cittadino/a ; 4. che lo stato di famiglia è composto, oltre che da me, dalle seguenti persone: Parentela Cognome e Nome Luogo di nascita Data di nascita Mondragone, lì Il/la Dichiarante 10

11 In carta semplice ai sensi dell art. 37 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n.445 Allegato 3 Dichiarazione sostitutiva di atto notorio Protocollo generale del Comune Dichiarazione sostitutiva di atto notorio (Art.47 D.P.R. 28 dicembre 2000 n.445) Io sottoscritto/a nato/a a il residente a in Via n. consapevole di quanto contenuto nell art.76 T.U n.445 con particolare riferimento a dichiarazioni false ed informato ex. art.10 legge n.675 (legge sulla privacy), DICHIARO SOTTO LA MIA PERSONALE RESPONSABILITA 1. che i locali della mia abitazione adibiti ad attività di Bed and Breakfast sono conformi alle norme igienico sanitarie; 2. che per gli stessi locali adibiti ad attività di Bed and Breakfast sussistono i requisiti antinfortunistici di cui al D. Lgs. 626/1994 e quelli antincendio di cui al D. M. 09/04/1994 Titolo III artt. 11.2, 13, 14, 17, e 22; 3. che gli impianti principali dell'appartamento quali quelli elettrici, quelli a gas e di riscaldamento, sono installati, collaudati e mantenuti secondo le vigenti normative di sicurezza; 4. che nei confronti dell interessato e dei suoi familiari non sussistono cause di divieto, di decadenza o di sospensione previste dall articolo 10 della Legge 31 maggio 1965, n. 575, e indicate nell allegato 1 al Decreto Legislativo 8 agosto 1994, n. 490; 5. che sussistono i requisiti soggettivi del titolare e degli eventuali rappresentanti, previsti dagli articoli 11 e 12 del T.U.L.P.S. approvato con R.D. 18 giugno 1931, n Letto, confermato e sottoscritto in Mondragone il IL DICHIARANTE In carta semplice ai sensi dell art. 37 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n

LEGGE REGIONALE N. 5 DEL 10-05-2001 REGIONE CAMPANIA "DISCIPLINA DELL'ATTIVITA' DI BED AND BREAKFAST"

LEGGE REGIONALE N. 5 DEL 10-05-2001 REGIONE CAMPANIA DISCIPLINA DELL'ATTIVITA' DI BED AND BREAKFAST LEGGE REGIONALE N. 5 DEL 10-05-2001 REGIONE CAMPANIA "DISCIPLINA DELL'ATTIVITA' DI BED AND BREAKFAST" Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA N. 26 del 14 maggio 2001 IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

l sottoscritt nat _ a il residente in via Società con sede in Prov. via CF iscritta alla CCIAA di n.

l sottoscritt nat _ a il residente in via Società con sede in Prov. via CF iscritta alla CCIAA di n. Al COMUNE DI POGGIARDO (Provincia di LECCE) Servizio SUAP -ATTIVITA DI BED AND BREAKFAST- SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' l sottoscritt nat _ a il residente in via n. C.F., titolare dell omonima

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNE DI ANACAPRI REGOLAMENTO COMUNALE PER L ATTIVITÀ DI «BED AND BREAKFAST»

REGOLAMENTO COMUNE DI ANACAPRI REGOLAMENTO COMUNALE PER L ATTIVITÀ DI «BED AND BREAKFAST» COMUNE DI ANACAPRI REGOLAMENTO COMUNALE PER L ATTIVITÀ DI «BED AND BREAKFAST» Vista la L.R. n.5 del 10-5-2001 - Disciplina dell attività di «Bed and Breakfast» il Consiglio Comunale, ritenendo opportuno

Dettagli

COMUNE DI RUDA Provincia di Udine

COMUNE DI RUDA Provincia di Udine COMUNE DI RUDA Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE ALBO OPERATORI NELL ATTIVITA DI BED AND BREAKFAST Allegato alla delibera C.C. N. 13 del 25.02.2000 INDICE Articolo 1 Esercizio dell attività di Bed

Dettagli

DISCIPLINA DELL ATTIVITÀ DI BED & BREAKFAST. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE promulga

DISCIPLINA DELL ATTIVITÀ DI BED & BREAKFAST. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE promulga Parte I N. 24 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 16-6-2008 4401 Legge Regionale 4 giugno 2008, n. 8. DISCIPLINA DELL ATTIVITÀ DI BED & BREAKFAST IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato IL PRESIDENTE

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI ACCOGLIENZA RICETTIVA A CONDUZIONE FAMILIARE DENOMINATA BED & BREAKFAST L.R. 26.02.

REGOLAMENTO SULLA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI ACCOGLIENZA RICETTIVA A CONDUZIONE FAMILIARE DENOMINATA BED & BREAKFAST L.R. 26.02. COMUNE DI TAURIANOVA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA REGOLAMENTO SULLA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI ACCOGLIENZA RICETTIVA A CONDUZIONE FAMILIARE DENOMINATA BED & BREAKFAST L.R. 26.02.2003 N 2 Approvato con

Dettagli

Il/La sottoscritto/a: Cognome.. Nome... C. F. nato/a a.. in data... residente in. Via, Piazza, ecc... n...

Il/La sottoscritto/a: Cognome.. Nome... C. F. nato/a a.. in data... residente in. Via, Piazza, ecc... n... Al Sig. Sindaco del Comune di 84021 BUCCINO SA ATTIVITA DI BED AND BREAKFAST - L.R. 10 maggio 2001, n. 5 Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.) / Trasferimento di sede / Ampliamento o Riduzione

Dettagli

Città di Mondragone. Provincia di Caserta. Regolamento per la disciplina delle strutture ricettive extralberghiere

Città di Mondragone. Provincia di Caserta. Regolamento per la disciplina delle strutture ricettive extralberghiere Città di Mondragone Provincia di Caserta Regolamento per la disciplina delle strutture ricettive extralberghiere Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 27 del 29.04.2005 INDICE pag. Art.

Dettagli

Delibera n. 29 del Consiglio Comunale del 28.06.2004 REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ALLOGGIO E PRIMA COLAZIONE

Delibera n. 29 del Consiglio Comunale del 28.06.2004 REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ALLOGGIO E PRIMA COLAZIONE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ALLOGGIO E PRIMA COLAZIONE Delibera n. 29 del Consiglio Comunale del 28.06.2004 REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ALLOGGIO E PRIMA COLAZIONE INDICE TITOLO I Pag. 1 Art. 1 Pag.

Dettagli

COMUNE DI PALMI Provincia di Reggio Calabria

COMUNE DI PALMI Provincia di Reggio Calabria COMUNE DI PALMI Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ACCOGLIENZA RICETTIVA A CONDUZIONE FAMILIARE DENOMINATA "BED AND BREAKFAST" Approvato con Deliberazione

Dettagli

Bollettino Ufficiale Regionale 16 luglio 2002, n. 16. [Preambolo] Finalità. Definizione e caratteristiche. Esercizio dell'attività

Bollettino Ufficiale Regionale 16 luglio 2002, n. 16. [Preambolo] Finalità. Definizione e caratteristiche. Esercizio dell'attività www.sistema24edilizia.ilsole24ore.com Regione Molise Legge regionale 12 luglio 2002, n. 13 Bollettino Ufficiale Regionale 16 luglio 2002, n. 16 Norme in materia di attività ricettiva alla produzione di

Dettagli

Telefono Fax Posta elettronica

Telefono Fax Posta elettronica DA PRESENTARE IN TRIPLICE COPIA Al comune di CENTOLA Spazio riservato al Protocollo Spazio riservato al Comune Si restituisce copia della SCIA da esporre nella zona di ricevimento degli ospiti. SPETT.LE

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI BED AND BREAKFAST VARIAZIONE DELL ATTIVITA (da comunicare entro 15 giorni dalla variazione)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI BED AND BREAKFAST VARIAZIONE DELL ATTIVITA (da comunicare entro 15 giorni dalla variazione) SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI BED AND BREAKFAST VARIAZIONE DELL ATTIVITA (da comunicare entro 15 giorni dalla variazione) AL COMUNE DI FOSSATO DI VICO UFFICIO ATTIVITA PRODUTTIVE

Dettagli

Testo ddl CAPO I GENERALITÀ, DEFINIZIONI, CARATTERISTICHE. Art. 1 Generalità

Testo ddl CAPO I GENERALITÀ, DEFINIZIONI, CARATTERISTICHE. Art. 1 Generalità Disegno di legge concernente Disciplina dell attività ricettiva di bed and breakfast (B&B B&B). Testo ddl CAPO I GENERALITÀ, DEFINIZIONI, CARATTERISTICHE Art. 1 Generalità 1. La Regione Sardegna al fine

Dettagli

a cura Direzione Turismo Sport Parchi Piemonte emozioni Manuale d uso per l esercizio saltuario di ospitalità denominato Bed & Breakfast

a cura Direzione Turismo Sport Parchi Piemonte emozioni Manuale d uso per l esercizio saltuario di ospitalità denominato Bed & Breakfast a cura Direzione Turismo Sport Parchi Piemonte emozioni Manuale d uso per l esercizio saltuario di ospitalità denominato Bed & Breakfast Cos è il Bed end Breakfast? Con la denominazione Bed & Breakfast

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO COMUNALE ALBO OPERATORI NELL ATTIVITA DEI BED AND BREAKFAST

Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO COMUNALE ALBO OPERATORI NELL ATTIVITA DEI BED AND BREAKFAST Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO COMUNALE ALBO OPERATORI NELL ATTIVITA DEI BED AND BREAKFAST Adottato con deliberazione consiliare n.44 dd.27 settembre 1999 ART.1 Esercizio dell attività

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Segnalazione Certificata di Inizio Attività Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Legge Regionale n. 5/2001 Disciplina dell attività Allo Sportello Unico per le attività produttive del Comune di Torre del

Dettagli

ATTIVITA DI BED AND BREAKFAST FAMILIARE. (L. r. 7 agosto 2013, n.27 e L n. 241/1990, art. 19) data di nascita / / cittadinanza sesso: M. F.

ATTIVITA DI BED AND BREAKFAST FAMILIARE. (L. r. 7 agosto 2013, n.27 e L n. 241/1990, art. 19) data di nascita / / cittadinanza sesso: M. F. Mod. SCIA B & B familiare REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO DEI SAPERI E DEI TALENTI SERVIZIO TURISMO Al COMUNE DI TARANTO Sportello Unico per le Attività produttive (SUAP)

Dettagli

DDL Disciplina dell attività ricettiva di Bed and Breakfast (B&B) CAPO I GENERALITÀ, DEFINIZIONI, REQUISITI

DDL Disciplina dell attività ricettiva di Bed and Breakfast (B&B) CAPO I GENERALITÀ, DEFINIZIONI, REQUISITI DDL Disciplina dell attività ricettiva di Bed and Breakfast (B&B) CAPO I GENERALITÀ, DEFINIZIONI, REQUISITI ARTICOLO 1 Generalità 1. La Regione Puglia favorisce lo sviluppo e la presenza su tutto il territorio

Dettagli

Cognome Nome Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Cittadinanza italiana ovvero

Cognome Nome Data di nascita / / Luogo di nascita (Prov. ) Cittadinanza italiana ovvero DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ STRUTTURE RICETTIVE EXTRA-ALBERGHIERE con caratteristiche di Civile Abitazione AFFITTACAMERE PROFESSIONALE AFFITTACAMERE non PROFESSIONALE CASE E APPARTAMENTI PER VACANZE

Dettagli

Città di Agropoli. regolamento di esecuzione in materia di rilascio delle autorizzazioni per l esercizio di strutture ricettive extralberghiere

Città di Agropoli. regolamento di esecuzione in materia di rilascio delle autorizzazioni per l esercizio di strutture ricettive extralberghiere Provincia di Salerno regolamento di esecuzione in materia di rilascio delle autorizzazioni per l esercizio di strutture ricettive extralberghiere approvato con deliberazione consiliare n. 15 del 16/4/2004

Dettagli

ART. 1 FINALITA ART. 2 OGGETTO

ART. 1 FINALITA ART. 2 OGGETTO VIII DIREZIONE CENTRALE SVILUPPO COMMERCIALE ARTIGIANALE E TURISTICO Servizio Polizia Amministrativa REGOLAMENTO COMUNALE PER L ATTIVITA DI "BED & BREAKFAST" ART. 1 FINALITA In armonia con gli indirizzi

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Segnalazione Certificata di Inizio Attività A.G.C. Turismo e Beni Culturali Settore Strutture Ricettive e Infrastrutture Turistiche Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Legge regionale n. 5/2001 Disciplina

Dettagli

STRUTTURE RICETTIVE EXTRALBERGHIERE CENTRO SOGGIORNO STUDI

STRUTTURE RICETTIVE EXTRALBERGHIERE CENTRO SOGGIORNO STUDI STRUTTURE RICETTIVE EXTRALBERGHIERE CENTRO SOGGIORNO STUDI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (art. 34 L.R. 27 dicembre 2006,n. 18 Legislazione turistica regionale modificata con L.R. 16 febbraio

Dettagli

PARTE PRIMA. LEGGE REGIONALE 7 agosto 2013, n. 27. Disciplina dell attività ricettiva di Bed and Breakfast

PARTE PRIMA. LEGGE REGIONALE 7 agosto 2013, n. 27. Disciplina dell attività ricettiva di Bed and Breakfast 26826 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali LEGGE REGIONALE 7 agosto 2013, n. 27 Disciplina dell attività ricettiva di Bed and Breakfast (B&B) IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA

Dettagli

(Dichiarazione ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 28 dicembre 2000, n. 445)

(Dichiarazione ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 28 dicembre 2000, n. 445) Allegato A Modello di segnalazione certificata di inizio attività per l'esercizio saltuario di alloggio e prima colazione Bed and Breakfast ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 28 dicembre 2000, n.

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI BED AND BREAKFAST

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI BED AND BREAKFAST SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) I BE AN BREAKFAST Il presente modello può essere presentato con le seguenti modalità: tramite PEC all indirizzo comune.bastiaumbra@postacert.umbra.it

Dettagli

S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività

S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività STRUTTURE TURISTICHE RICETTIVE BED & BREAKFAST (artt. 25 e 27 L.R..33/2002) S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _.l... sottoscritt...: Cognome Nome

Dettagli

L AVVIO E LA GESTIONE DI BED&BREAKFAST modulo 4. 17/01/2008 La gestione economica di un bed&breakfast Finanziamenti agevolati Arcangelo Adriani

L AVVIO E LA GESTIONE DI BED&BREAKFAST modulo 4. 17/01/2008 La gestione economica di un bed&breakfast Finanziamenti agevolati Arcangelo Adriani L AVVIO E LA GESTIONE DI BED&BREAKFAST modulo 4 17/01/2008 La gestione economica di un bed&breakfast Finanziamenti agevolati Arcangelo Adriani B&B Normativa regionale Legge Regionale n. 17 del 24/7/2001

Dettagli

(Dichiarazione ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 28 dicembre 2000, n. 445)

(Dichiarazione ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 28 dicembre 2000, n. 445) Al Comune di IMOLA Serv. Interventi Economici SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (S.C.I.A.) PER L'ESERCIZIO SALTUARIO DI ALLOGGIO E PRIMA COLAZIONE BED AND BREAKFAST (ART. 19 L. 241/90 e L.R.

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITÀ DI AFFITTACAMERE 1 L.R. 16 gennaio 2002 n.2

DENUNCIA INIZIO ATTIVITÀ DI AFFITTACAMERE 1 L.R. 16 gennaio 2002 n.2 COMUNE di Ufficio DENUNCIA INIZIO ATTIVITÀ DI AFFITTACAMERE 1 L.R. 16 gennaio 2002 n.2 Il/la sottoscritto/a di cittadinanza nato/a il a Provincia di CF. residente a C.A.P. in via/piazza n. In qualità di:

Dettagli

INDICAZIONI PER LA PRIMA ATTUAZIONE DELL ESERCIZIO SALTUARIO DEL SERVIZIO DI OSPITALITA DENOMINATO BED & BREAKFAST (LEGGI REGIONALI

INDICAZIONI PER LA PRIMA ATTUAZIONE DELL ESERCIZIO SALTUARIO DEL SERVIZIO DI OSPITALITA DENOMINATO BED & BREAKFAST (LEGGI REGIONALI Circolare n Al Presidente del Consiglio Regionale Ai Sindaci dei Comuni della Regione Piemonte Ai Presidenti delle Province della Regione Piemonte All Agenzia regionale per la promozione turistica del

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 2 DEL 26-02-2003 REGIONE CALABRIA

LEGGE REGIONALE N. 2 DEL 26-02-2003 REGIONE CALABRIA LEGGE REGIONALE N. 2 DEL 26-02-2003 REGIONE CALABRIA Disciplina dell'attività di accoglienza ricettiva a conduzione familiare denominata "Bed and Breakfast" Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA

Dettagli

REGIONE ABRUZZO Comune di XXXXXXXX Servizio S.U.A.P. Sportello Unico per le Attività Produttive

REGIONE ABRUZZO Comune di XXXXXXXX Servizio S.U.A.P. Sportello Unico per le Attività Produttive logo Comune REGIONE ABRUZZO Comune di XXXXXXXX Servizio S.U.A.P. Sportello Unico per le Attività Produttive SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA SCIA STRUTTURE TURISTICO - RICETTIVE allegato alla

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITÀ DI AFFITTACAMERE 1 L.R. 16 gennaio 2002 n.2

DENUNCIA INIZIO ATTIVITÀ DI AFFITTACAMERE 1 L.R. 16 gennaio 2002 n.2 AL COMUNE di POZZUOLO DEL FRIULI UFFICIO COMMERCIO ED ATTIVITA PRODUTTIVE DENUNCIA INIZIO ATTIVITÀ DI AFFITTACAMERE 1 L.R. 16 gennaio 2002 n.2 Il/la sottoscritto/a di cittadinanza nato/a il a Provincia

Dettagli

Consiglio Regionale della Puglia

Consiglio Regionale della Puglia LEGGE REGIONALE 7 AGOSTO 2013, N. 27 Disciplina dell attività ricettiva di Bed and Breakfast (B&B) LEGGE REGIONALE Disciplina dell attività ricettiva di Bed and Breakfast (B&B) Il Consiglio regionale ha

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 02-08-1993 REGIONE PUGLIA. Disciplina delle strutture ricettive extralberghiere.

LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 02-08-1993 REGIONE PUGLIA. Disciplina delle strutture ricettive extralberghiere. LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 02-08-1993 REGIONE PUGLIA Disciplina delle strutture ricettive extralberghiere. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE PUGLIA N. 108 del 6 agosto 1993 Il Consiglio Regionale

Dettagli

C O M U N E D I M A T T I N A T A Provincia di Foggia Settore IV - Polizia Municipale Attività Produttive Tel. 0884-550310 Fax 559870

C O M U N E D I M A T T I N A T A Provincia di Foggia Settore IV - Polizia Municipale Attività Produttive Tel. 0884-550310 Fax 559870 C O M U N E D I M A T T I N A T A Provincia di Foggia Settore IV - Polizia Municipale Attività Produttive Tel. 0884-550310 Fax 559870 AL SIGNOR SINDACO Attività Produttive DEL COMUNE DI MATTINATA SEGNALAZIONE

Dettagli

Residenze d epoca Articolo 44 l.r. 18/2006 Segnalazione certificata di inizio attività

Residenze d epoca Articolo 44 l.r. 18/2006 Segnalazione certificata di inizio attività spazio per la protocollazione Allo Sportello Unico delle Attività Produttive del COMUNE di Residenze d epoca Articolo 44 l.r. 18/2006 Segnalazione certificata di inizio attività Il/La sottoscritto/a cognome

Dettagli

Il sottoscritto: Cognome Nome C.F. Sesso M _ F _

Il sottoscritto: Cognome Nome C.F. Sesso M _ F _ SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI VARIAZIONI NELL ATTIVITA DI AFFITTACAMERE (da comunicare entro 15 giorni dalla variazione) Il presente modello può essere presentato con le seguenti

Dettagli

Oggetto: L.R. n. 27 del 12.08.1998, art. 6, comunicazione di inizio attività di esercizio saltuario del servizio di alloggio e prima colazione

Oggetto: L.R. n. 27 del 12.08.1998, art. 6, comunicazione di inizio attività di esercizio saltuario del servizio di alloggio e prima colazione Al Comune di Cagliari Servizio Attività Produttive e Turismo Ufficio Turismo Via Roma n. 145 09100 CAGLIARI Oggetto: L.R. n. 27 del 12.08.1998, art. 6, comunicazione di inizio attività di esercizio saltuario

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI AFFITTACAMERE

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI AFFITTACAMERE SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI AFFITTACAMERE Il presente modello può essere presentato con le seguenti modalità: tramite PEC all indirizzo suape@pec.comune.perugia.it, a mezzo posta

Dettagli

per una delle seguenti attività:

per una delle seguenti attività: STRUTTURA RICETTIVA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA - SCIA n. 4 copie in carta semplice AFFITTACAMERE PROFESSIONALE AFFITTACAMERE NON PROFESSIONALE CASA E APPARTAMENTI VACANZE RESIDENZE D EPOCA

Dettagli

Linee guida per l esercizio saltuario del servizio di alloggio e prima colazione (B&B). SOMMARIO

Linee guida per l esercizio saltuario del servizio di alloggio e prima colazione (B&B). SOMMARIO Allegato alla Delib.G.R. n. 10/43 del 21.2.2013 Linee guida per l esercizio saltuario del servizio di alloggio e prima colazione (B&B). SOMMARIO Premessa Articolo 1: Caratteristiche distintive dei Bed

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (art. 19 Legge 241/1990 aggiornato alla Legge n. 122/2010)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (art. 19 Legge 241/1990 aggiornato alla Legge n. 122/2010) SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (art. 19 Legge 241/1990 aggiornato alla Legge n. 122/2010) AL COMUNE DI _ Il/la sottoscritto/a: Cognome Nome C.F. Tel. Luogo di nascita: Comune Stato: Prov.

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI AFFITTACAMERE

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI AFFITTACAMERE SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) I AFFITTACAMERE Il presente modello può essere presentato con le seguenti modalità: tramite PEC all indirizzo comune.bastiaumbra@postacert.umbra.it a

Dettagli

Attività ricettive non alberghiere

Attività ricettive non alberghiere Attività ricettive non alberghiere Le attività: ESERCIZI DI AFFITTACAMERE; CASE E APPARTAMENTI PER VACANZE; BED & BREAKFAST sono classificate come "attività ricettive non alberghiere", ai sensi della vigente

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE N. 12 DEL 11-05-1995 REGIONE BOLZANO (Prov.) Disciplina dell' affitto di camere ed appartamenti ammobiliati per ferie

LEGGE PROVINCIALE N. 12 DEL 11-05-1995 REGIONE BOLZANO (Prov.) Disciplina dell' affitto di camere ed appartamenti ammobiliati per ferie LEGGE PROVINCIALE N. 12 DEL 11-05-1995 REGIONE BOLZANO (Prov.) Disciplina dell' affitto di camere ed appartamenti ammobiliati per ferie Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BOLZANO (Prov.) N. 25 del

Dettagli

MANIFESTAZIONI:AUTORIZZAZIONI PUBBLICO SPETTACOLO O INTRATTENIMENTO A CARATTERE TEMPORANEO

MANIFESTAZIONI:AUTORIZZAZIONI PUBBLICO SPETTACOLO O INTRATTENIMENTO A CARATTERE TEMPORANEO MANIFESTAZIONI:AUTORIZZAZIONI PUBBLICO SPETTACOLO O INTRATTENIMENTO A CARATTERE TEMPORANEO Lo svolgimento di pubblici spettacoli e manifestazioni a carattere temporaneo è soggetto ad autorizzazione del

Dettagli

(Testo coordinato con le modifiche e le integrazioni di cui alla L.R. 26 giugno 2003, n. 8) CAPO I. Art. 1 Finalità

(Testo coordinato con le modifiche e le integrazioni di cui alla L.R. 26 giugno 2003, n. 8) CAPO I. Art. 1 Finalità LEGGE REGIONALE 26 febbraio 2003, n. 2 Disciplina dell attività di accoglienza ricettiva a conduzione familiare denominata Bed and Breakfast. (BUR n. 4 dell 1 marzo 2003, supplemento straordinario n. 1)

Dettagli

AUTORIZZAZIONE PER APERTURA/MODIFICA DI STRUTTURA RICETTIVA EXTRALBERGHIERA DI TIPO: CASE E APPARTAMENTI PER VACANZA

AUTORIZZAZIONE PER APERTURA/MODIFICA DI STRUTTURA RICETTIVA EXTRALBERGHIERA DI TIPO: CASE E APPARTAMENTI PER VACANZA ALLEGATO E Marca da bollo 11,00 Al Comune di Comune di Agropoli prot. n del / / AUTORIZZAZIONE PER APERTURA/MODIFICA DI STRUTTURA RICETTIVA EXTRALBERGHIERA DI TIPO: CASE E APPARTAMENTI PER VACANZA Il sottoscritto

Dettagli

STRUTTURE RICETTIVE EXTRALBERGHIERE CASE E APPARTAMENTI PER VACANZA

STRUTTURE RICETTIVE EXTRALBERGHIERE CASE E APPARTAMENTI PER VACANZA STRUTTURE RICETTIVE EXTRALBERGHIERE CASE E APPARTAMENTI PER VACANZA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (art. 52 L.R. 27 dicembre 2006,n. 18 Legislazione turistica regionale modificata con L.R.

Dettagli

Bed & Breakfast in Lombardia

Bed & Breakfast in Lombardia Bed & Breakfast in Lombardia Angelo Zito Struttura Sistemi Turistici ed Imprese Direzione Generale Commercio, Turismo e Servizi Regione Lombardia e-mail: Angelo_Zito@regione.lombardia.it Bed and Breakfast,

Dettagli

Tel./Fax 081.760.72.23 e-mail: athena@na.camcom.it

Tel./Fax 081.760.72.23 e-mail: athena@na.camcom.it COME FARE PER.. ITER BUROCRATICO PER LA CREAZIONE D IMPRESA Tel./Fax 081.760.72.23 e-mail: athena@na.camcom.it . APRIRE UN BED&BREAKFAST GUIDA PRATICA Il "Bed & Breakfast" (letteralmente "letto e prima

Dettagli

S.C.I.A. per attività TURISTICO RICETTIVA EXTRA ALBERGHIERA NON SERVE MARCA DA BOLLO Allo Sportello Unico Imprese del Comune di SCANZOROSCIATE (BG)

S.C.I.A. per attività TURISTICO RICETTIVA EXTRA ALBERGHIERA NON SERVE MARCA DA BOLLO Allo Sportello Unico Imprese del Comune di SCANZOROSCIATE (BG) S.C.I.A. per attività TURISTICO RICETTIVA EXTRA ALBERGHIERA NON SERVE MARCA DA BOLLO Allo Sportello Unico Imprese del di SCANZOROSCIATE (BG) 1.Dati impresa SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA TURISTICO

Dettagli

ATTIVITA' RICETTIVA EXTRALBERGHIERA (Art. 83 del D. Lgs. 59/2010 - Legge Regionale 24 novembre 2001 n 17)

ATTIVITA' RICETTIVA EXTRALBERGHIERA (Art. 83 del D. Lgs. 59/2010 - Legge Regionale 24 novembre 2001 n 17) S.U.A.P. - CITTA DI TORRE DEL GRECO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INZIO ATTIVITA RICETTIVA EXTRALBERGHIERA (art. 83 D.Lgs. 59/2010 L.R. n.17/2001) Protocollo SUAP n. Del Pratica n. Cod. ISTAT Comune 0 6

Dettagli

Iscritta al Registro Imprese della C.C.I.A.A. di ; n. REA

Iscritta al Registro Imprese della C.C.I.A.A. di ; n. REA SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività ALL UNIONE COMUNI BASSO VICENTINO Cod. ISTAT...l... sottoscritt...: Cognome Nome C.F. _ _ _ _ _

Dettagli

La normativa dei Bed & Breakfast inlombardia

La normativa dei Bed & Breakfast inlombardia La normativa dei Bed & Breakfast inlombardia Luca Mambretti U.O. Sviluppo di iniziative per la Promozione dell Offerta Turistica Direzione Generale Commercio, Turismo e Servizi Regione Lombardia e-mail:

Dettagli

C.F. con sede in Via n. iscritta al registro delle Imprese presso la CCIAA di al n. dal tel. Cell. Fax

C.F. con sede in Via n. iscritta al registro delle Imprese presso la CCIAA di al n. dal tel. Cell. Fax SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI SUBINGRESSO REINTESTAZIONE VARIAZIONI SOCIETARIE STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE Il presente modello può essere presentato con le seguenti modalità:

Dettagli

Segnalazione Certificata Inizio Attività Svolgimento Manifestazione Temporanea

Segnalazione Certificata Inizio Attività Svolgimento Manifestazione Temporanea Segnalazione Certificata Inizio Attività Svolgimento Manifestazione Temporanea Il riscontro diretto dell ufficio Protocollo del Comune di Mondragone, attestato da timbro datario di avvenuto ricevimento

Dettagli

DENUNCIA L INIZIO DELL ATTITA Ai sensi dell art.19 della Legge n 241/90

DENUNCIA L INIZIO DELL ATTITA Ai sensi dell art.19 della Legge n 241/90 AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI Oggetto: Denuncia di Manifestazione occasionale di pubblico spettacolo / somministrazione temporanea di alimenti e bevande in occasione di festa, fiera, sagra, altra manifestazione

Dettagli

C O M U N E D I A S C I A N O PROVINCIA DI SIENA U.O. SERVIZI AL CITTADINO

C O M U N E D I A S C I A N O PROVINCIA DI SIENA U.O. SERVIZI AL CITTADINO C O M U N E D I A S C I A N O PROVINCIA DI SIENA U.O. SERVIZI AL CITTADINO Tel 0577-714509 Fax 0577-719517 Domanda di autorizzazione allo svolgimento di pubblico spettacolo/manifestazioni a carattere temporaneo

Dettagli

APRIRE UN BED & BREAKFAST SEMINARIO PER GLI OPERATORI

APRIRE UN BED & BREAKFAST SEMINARIO PER GLI OPERATORI APRIRE UN BED & BREAKFAST SEMINARIO PER GLI OPERATORI Luca Mambretti Unità Organizzativa Turismo Programmazione e sviluppo iniziative a supporto dell'attrattività turistica del territorio e-mail: Luca_Mamabretti@regione.lombardia.it

Dettagli

BED & BREAKFAST NUOVA NORMATIVA REGIONALE, ANCHE A PORTATA DI MARCHE, DOVE FLESSIBILITÀ FA RIMA CON PROFESSIONALITÀ.

BED & BREAKFAST NUOVA NORMATIVA REGIONALE, ANCHE A PORTATA DI MARCHE, DOVE FLESSIBILITÀ FA RIMA CON PROFESSIONALITÀ. BED & BREAKFAST PICCOLO VADEMECUM PER CHI VUOLE APRIRE NELLE MARCHE UN BED & BREAKFAST O CAMERA & COLAZIONE CHE DIR SI VOGLIA, MEGLIO NOTO CON LA SIGLA B&B. IL B&B CREA LA POSSIBILITÀ DI OFFRIRE OSPITALITÀ

Dettagli

REGIONE MARCHE COMUNE DI ACQUAVIVA PICENA Servizio Commercio. BED AND BREAKFAST Comunicazione delle Attrezzature e dei Prezzi per l Anno

REGIONE MARCHE COMUNE DI ACQUAVIVA PICENA Servizio Commercio. BED AND BREAKFAST Comunicazione delle Attrezzature e dei Prezzi per l Anno DENUNCIA di INIZIO ATTIVITA di BED & BREAKFAST meglio noto come B & B Al Sig. Sindaco del Comune di Acquaviva Picena...l sottoscritt.. nat a il... residente in. Via.. telefono n. -Cod.Fisc.: come prescrive

Dettagli

ai sensi dell art.19 della Legge 241/90, dell art.34 della L.R. 9/2006 e della D.G.R. n.378 del 19/04/2007

ai sensi dell art.19 della Legge 241/90, dell art.34 della L.R. 9/2006 e della D.G.R. n.378 del 19/04/2007 ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA ECONOMICHE SERVIZIO LICENZE DEL COMUNE DI GABICCE MARE OGGETTO: Segnalazione certificata di inizio attività per Bed & Breakfast. Il/la sottoscritto/a nato/a a il, cittadinanza

Dettagli

SEGNALA. L inizio dell attività di noleggio di veicoli senza conducente nel locale sito in Roma, Via/P.za n.. codice ATECO

SEGNALA. L inizio dell attività di noleggio di veicoli senza conducente nel locale sito in Roma, Via/P.za n.. codice ATECO SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO - MUNICIPIO.. Via. - 00.. R O M A OGGETTO : SCIA Segnalazione Certificata di Inizio Attività di noleggio di veicoli senza conducente. (ai sensi del D.P.R. 481 del 19.12.2001

Dettagli

STRUTTURE RICETTIVE EXTRA-ALBERGHIERE AFFITTACAMERE - B&B - C.A.V - RESIDENZE D EPOCA L.R. 42/2000 modificata L.R. 14/2005

STRUTTURE RICETTIVE EXTRA-ALBERGHIERE AFFITTACAMERE - B&B - C.A.V - RESIDENZE D EPOCA L.R. 42/2000 modificata L.R. 14/2005 COORDINAMENTO PROVINCIALE STRUTTURE RICETTIVE EXTRA-ALBERGHIERE AFFITTACAMERE - B&B - C.A.V - RESIDENZE D EPOCA L.R. 42/2000 modificata L.R. 14/2005 Elaborazione dati A.B. AVVIO VARIAZIONI - SUBINGRESSO

Dettagli

Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F. Luogo di nascita: Stato Provincia Comune Residenza: Provincia Comune Via o... n. C.A.P.

Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F. Luogo di nascita: Stato Provincia Comune Residenza: Provincia Comune Via o... n. C.A.P. STRUTTURE TURISTICHE RICETTIVE EXTRA ALBERGHIERO CLASSIFICATO (affittacamere, attività ricettiva in esercizio di ristorazione, country house, residence, ostello per la gioventù, casa per ferie/centro vacanze,

Dettagli

Comune di Pietramontecorvino Area Vigilanza Polizia Locale

Comune di Pietramontecorvino Area Vigilanza Polizia Locale Comune di Pietramontecorvino Area Vigilanza Polizia Locale Piazza Martiri del Terrorismo 1 tel 0881-555020 - fax 0881 555189 Ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica del 26 ottobre 1972, n.

Dettagli

DICHIARAZIONE DI AVVIO ATTIVITA ( D.A.A.) E COMUNICAZIONI VARIE. Il / La sottoscritto/a.. Codice fiscale... Data di nascita./. /...Cittadinanza...

DICHIARAZIONE DI AVVIO ATTIVITA ( D.A.A.) E COMUNICAZIONI VARIE. Il / La sottoscritto/a.. Codice fiscale... Data di nascita./. /...Cittadinanza... AL COMUNE DI AZZATE Ufficio Commercio DICHIARAZIONE DI AVVIO ATTIVITA ( D.A.A.) E COMUNICAZIONI VARIE Il / La sottoscritto/a.. Codice fiscale........ Data di nascita./. /.....Cittadinanza....... Luogo

Dettagli

in qualità di: legale rappresentante procuratore (estremi atto)

in qualità di: legale rappresentante procuratore (estremi atto) Spazio per la protocollazione Allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di SCIA SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA PER L AVVIO DI NUOVA ATTIVITA /TRASFERIMENTO/MODIFICHE IN ESERCIZIO

Dettagli

OGGETTO: Istanza per l apertura di una sala giochi ai sensi degli articoli 86 e 110 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

OGGETTO: Istanza per l apertura di una sala giochi ai sensi degli articoli 86 e 110 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza. Marca da bollo Euro 14,62 AL COMUNE DI PIETRA LIGURE SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE OGGETTO: Istanza per l apertura di una sala giochi ai sensi degli articoli 86 e 110 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica

Dettagli

Il sottoscritto progettista delle opere: Cognome Nome nato a Prov. il C.F. Iscritto all Albo/Collegio dei della Provincia di al n.

Il sottoscritto progettista delle opere: Cognome Nome nato a Prov. il C.F. Iscritto all Albo/Collegio dei della Provincia di al n. Protocollo Al Responsabile del Settore Gestione del Territorio del comune di Verdellino Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla Comunicazione di Inizio lavori per Attività Edilizia Libera non

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE

SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE AL COMUNE DI PAESE SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività Mod 1 SOMMINISTRAZIONE - Scia...l... sottoscritt...: Cognome Nome C.F. _ _ _

Dettagli

AL SINDACO DELCOMUNE DI 63030 ACQUAVIVA PICENA

AL SINDACO DELCOMUNE DI 63030 ACQUAVIVA PICENA Applicare qui Marca da bollo da 14,62 OBBLIGATORIA Spazio per timbro Ufficio Protocollo AL SINDACO DELCOMUNE DI 63030 ACQUAVIVA PICENA OGGETTO RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PER ESERCITARE L ATTIVITA di AFFITTACAMERE

Dettagli

Bollettino Ufficiale Regionale 1 marzo 2003, n. 4 - Supplemento Straordinario 3 marzo 2003, n. n. 1. [Preambolo] Finalità

Bollettino Ufficiale Regionale 1 marzo 2003, n. 4 - Supplemento Straordinario 3 marzo 2003, n. n. 1. [Preambolo] Finalità www.lex24.ilsole24ore.com Regione Calabria Legge regionale 26 febbraio 2003, n. 2 Bollettino Ufficiale Regionale 1 marzo 2003, n. 4 - Supplemento Straordinario 3 marzo 2003, n. n. 1 Disciplina dell'attività

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA BED & BREAKFAST Legge Regionale 17/2001 Art. 19 Legge 241/90

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA BED & BREAKFAST Legge Regionale 17/2001 Art. 19 Legge 241/90 Al Responsabile Ufficio SUAP Via Cesare Battisti n.4 (72022) Città di Latiano SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA BED & BREAKFAST Legge Regione 17/2001 Art. 19 Legge 241/90 Il/La sottoscritto/a Data

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE

SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE CAPES09C.rtf - (05/2014) SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _...l... sottoscritt...: Cognome Nome

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI ALBERGO

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI ALBERGO Al SUAP del Comune di Artena SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA DI ALBERGO Il/la sottoscritta nato/ a.... il cittadinanza.residente a indirizzo.....cap tel.... cod. fisc. titolare/in qualità..

Dettagli

Delibera della Giunta della Regione Emilia-Romagna n. 2149 del 2.11.2004. Prot. n. (TUR/04/33617) LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Delibera della Giunta della Regione Emilia-Romagna n. 2149 del 2.11.2004. Prot. n. (TUR/04/33617) LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Delibera della Giunta della Regione Emilia-Romagna n. 2149 del 2.11.2004 Prot. n. (TUR/04/33617) LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Vista la legge regionale L.R. 28 luglio 2004, n. 16: "Disciplina

Dettagli

Comune di Sabaudia Provincia di Latina

Comune di Sabaudia Provincia di Latina \ Protocollo generale Comune di Sabaudia Provincia di Latina N del Sportello Unico Attività Produttive SPETT.LE COMUNE DI SABAUDIA SETTORE AA.PP. S.U.A.P. S.C.I.A. ACCONCIATORI, ESTETISTI E MESTIERI AFFINI

Dettagli

OGGETTO: Richiesta di autorizzazione apertura esercizio di case e appartamenti per vacanze (ai sensi dell art. 31della L.R. 27 Dicembre 2006 n.18).

OGGETTO: Richiesta di autorizzazione apertura esercizio di case e appartamenti per vacanze (ai sensi dell art. 31della L.R. 27 Dicembre 2006 n.18). Protocollo Bollo Euro 14,62 Al Comune di Magione Sportello Unico Per le Attività Produttive Piazza Carpine n. 1 06063 MAGIONE (PG) OGGETTO: Richiesta di autorizzazione apertura esercizio di case e appartamenti

Dettagli

REGIONE ABRUZZO Comune di XXXXXXXX Servizio S.U.A.P. Sportello Unico per le Attività Produttive

REGIONE ABRUZZO Comune di XXXXXXXX Servizio S.U.A.P. Sportello Unico per le Attività Produttive logo Comune REGIONE ABRUZZO Comune di XXXXXXXX Servizio S.U.A.P. Sportello Unico per le Attività Produttive SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA SCIA STRUTTURE TURISTICO - RICETTIVE allegato alla

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE

SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _...l... sottoscritt...: Cognome Nome C.F. _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Dettagli

Il sottoscritto. nato a il, residente a. via/piazza n., di cittadinanza, codice fiscale: ; titolare della omonima ditta individuale, partita i.v.a.

Il sottoscritto. nato a il, residente a. via/piazza n., di cittadinanza, codice fiscale: ; titolare della omonima ditta individuale, partita i.v.a. AL COMUNE DI MEZZANA Via IV Novembre n. 75 38020 Mezzana (TN) - riservato all ufficio protocollo - Segnalazione certificata di inizio attività (*) per variazione Responsabile tecnico attività Acconciatore

Dettagli

ISTRUZIONI. Denuncia di inizio attività circoli privati

ISTRUZIONI. Denuncia di inizio attività circoli privati ISTRUZIONI Denuncia di inizio attività circoli privati Si utilizza questo stampato come D.I.A. per l apertura/trasferimento/subingresso di circolo privato aderente ad Ente od organizzazione nazionale,

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE AL DOMICILIO DEL CONSUMATORE (CATERING) Segnalazione certificata di inizio attività

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE AL DOMICILIO DEL CONSUMATORE (CATERING) Segnalazione certificata di inizio attività Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A - tel. 051.2194082 - fax 051.2194870 SOMMINISTRAZIONE

Dettagli

COMUNE DI GALLARATE Settore Polizia Locale Ufficio Idoneità Alloggio ISTRUZIONI

COMUNE DI GALLARATE Settore Polizia Locale Ufficio Idoneità Alloggio ISTRUZIONI COMUNE DI GALLARATE Settore Polizia Locale Ufficio Idoneità Alloggio ISTRUZIONI 1) L ATTESTATO PUO ESSERE RICHIESTO DA: - proprietario - locatario - comodatario - residente - ospite 2) DOCUMENTI SULL ABITAZIONE

Dettagli

ISTANZA PER AUTORIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONE TEMPORANEA

ISTANZA PER AUTORIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONE TEMPORANEA ISTANZA PER AUTORIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONE TEMPORANEA La domanda deve essere consegnata, compilata in ogni sua parte e corredata della documentazione richiesta, almeno 60 gg. prima della manifestazione.

Dettagli

Settore IV POLIZIA MUNICIPALE Attività Produttive. - art. 19 legge n. 241/90 come sostituito dall art. 49 c.4 legge n. 122 del 30/07/2010

Settore IV POLIZIA MUNICIPALE Attività Produttive. - art. 19 legge n. 241/90 come sostituito dall art. 49 c.4 legge n. 122 del 30/07/2010 C O M U N E D I M A T T I N A T A Provincia di Foggia Settore IV POLIZIA MUNICIPALE Attività Produttive via San Marino n. 2 poliziamunicipalemattinata@virgilio Tel/ 0884\550310-552435 Fax 559870 AL SINDACO

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL NOLEGGIO CICLI, CICLOMOTORI A DUE E TRE RUOTE, MOTOCICLI E QUADRICICLI PER IL TRASPORTO DI PERSONE

REGOLAMENTO PER IL NOLEGGIO CICLI, CICLOMOTORI A DUE E TRE RUOTE, MOTOCICLI E QUADRICICLI PER IL TRASPORTO DI PERSONE REGOLAMENTO PER IL NOLEGGIO CICLI, CICLOMOTORI A DUE E TRE RUOTE, MOTOCICLI E QUADRICICLI PER IL TRASPORTO DI PERSONE Articolo 1 Dichiarazione inizio attività 1-L esercizio del noleggio di cicli, ciclomotori

Dettagli

AUTORIZZAZIONE PER L ESERCIZIO ATTIVITA DI: CASE E APPARTAMENTI PER VACANZA (L.R. Campania nr. 17/2001) Cognome Nome

AUTORIZZAZIONE PER L ESERCIZIO ATTIVITA DI: CASE E APPARTAMENTI PER VACANZA (L.R. Campania nr. 17/2001) Cognome Nome ALLEGATO B Marca Bollo 14,62 Al SINDACO del Comune di Casal Velino AUTORIZZAZIONE PER L ESERCIZIO ATTIVITA DI: CASE E APPARTAMENTI PER VACANZA (L.R. Campania nr. 17/2001) Il sottoscritto Cognome Nome Codice

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA UFFICIO TURISMO Piazza San Leone, 1, 51100 Pistoia - Tel. 0573 3741- Fax. 0573 374401 Sito internet: www.provincia.pistoia.

PROVINCIA DI PISTOIA UFFICIO TURISMO Piazza San Leone, 1, 51100 Pistoia - Tel. 0573 3741- Fax. 0573 374401 Sito internet: www.provincia.pistoia. Pagina 1 di 6 TUSR16 PROVINCIA DI PISTOIA UFFICIO TURISMO Piazza San Leone, 1, 51100 Pistoia - Tel. 0573 3741- Fax. 0573 374401 Sito internet: www.provincia.pistoia.it Sportello Unico Attività Produttive

Dettagli

STRUTTURE TURISTICHE RICETTIVE STRUTTURE ALBERGHIERE Art. 22 L.R. 33/2002

STRUTTURE TURISTICHE RICETTIVE STRUTTURE ALBERGHIERE Art. 22 L.R. 33/2002 STRUTTURE TURISTICHE RICETTIVE STRUTTURE ALBERGHIERE Art. 22 L.R. 33/2002 S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività ai sensi dell art. 34 del D.L. n. 201/2011 come modificato dalla legge di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI

REGOLAMENTO PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI COMUNE DI ASSO Prov. di Como REGOLAMENTO PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 29.09.2010 IL PRESENTE REGOLAMENTO: è stato deliberato dal

Dettagli

Al Responsabile SUAP Via della Pineta 117 00040 Rocca Priora RM

Al Responsabile SUAP Via della Pineta 117 00040 Rocca Priora RM Al Responsabile SUAP Via della Pineta 117 00040 Rocca Priora RM SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA TEMPORANEA DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE ATTENZIONE!! DEVE PERVENIRE ALMENO 7 GIORNI

Dettagli

Il/La sottoscritto/a. nato/a prov. residente a prov. in Via n. cod. fiscale C H I E D E

Il/La sottoscritto/a. nato/a prov. residente a prov. in Via n. cod. fiscale C H I E D E AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI ARCEVIA - SEDE - OGGETTO: FONDO SOCIALE PER IL SOSTEGNO ALLE LOCAZIONI PRIVATE ANNO 2015. Il/La sottoscritto/a nato/a prov. residente a prov. in Via n cod. fiscale C H I E

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ ATTIVITA RICETTIVA EXTRALBERGHIERA Il sottoscritto, Cognome: Nome: 1. Dati azienda e rappresentate legale,

Dettagli