EMC (2004/108/CE) AUTOMOTIVE (2004/104/CE)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EMC (2004/108/CE) AUTOMOTIVE (2004/104/CE)"

Transcript

1 Centro Ricerche Compatibilità Elettromagnetica le nuove Direttive EMC (2004/108/CE) ed AUTOMOTIVE (2004/104/CE) Martedì 21 Giugno 2005 Sala Giolitti Centro Congressi Torino Incontra Relatore: Ing. M. Audone DIRETTIVA 2004/104/CE Direttiva 2004/104/CE della Commissione del 14 Ottobre 2004 che adegua al progresso tecnico la direttiva 72/245/CEE del Consiglio relativa alle perturbazioni radioelettriche (compatibilità elettromagnetica) dei veicoli a motore e che modifica la direttiva 70/156/CEE concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative all omologazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi 1

2 DIRETTIVA 2004/104/CE 13 Novembre 2004 : pubblicazione sulla GU L266 la Direttiva 2004/104/CE del 14 Ottobre Novembre 2004 / 31 Dicembre 2005 : periodo di tempo entro cui gli Stati Membri devono recepire la Direttiva 1 Gennaio 2006 : a partire da tale data tutti gli Stati Membri sono obbligati ad accettare la 2004/104/CE pur permanendo le vecchie procedure adottate. DIRETTIVA 2004/104/CE 1 Luglio 2006 : a partire da tale data tutti gli Stati Membri sono obbligati ad applicare la 2004/104/CE e a rifiutare ogni altra omologazione 1 Gennaio 2009 : - valgono solo i certificati di conformità rispetto i veicoli omologati secondo 72/245/CEE modificata dalla 2004/104/CE - i componenti e le singole unità tecniche dovranno essere omologate secondo 72/245/CEE modificata dalla 2004/104/CE 2

3 Allegato I par.2: DEFINIZIONI - Par : nuovo Funzioni legate all Immunità: - funzioni legate direttamente al controllo del veicolo - funzioni legate alla protezione del conducente - funzioni che se perturbate possono confondere il conducente - funzioni relative alla funzionalità del Bus - funzioni relative a dati legislativi (tachigrafo odometro..) Allegato I par.3: DOMANDA di OMOLOGAZIONE CEE - Par 3.1.8: nuovo Il costruttore del veicolo comunicherà bande di frequenza, livelli di potenza, posizioni dell antenna e istruzioni per installare trasmettitori di radiofrequenze, anche se il veicolo non ne fosse dotato all atto dell omologazione. Ciò riguarda tutti i servizi di radiocomunicazione mobile di norma usati sui veicoli. Tali informazioni saranno pubblicamente disponibili dopo l omologazione. I costruttori di veicoli devono dimostrare che i trasmettitori non influiscono negativamente sulle prestazioni del veicolo. 3

4 Allegato I par.3: DOMANDA di OMOLOGAZIONE CEE - Par 3.2.1: nuovo E stato aggiunto un diagramma a blocchi con cui si evidenzia l applicabilità della Direttiva ai sistemi/componenti elettrici ed elettronici utilizzabili a bordo vettura. Allegato I par.3: DOMANDA di OMOLOGAZIONE CEE - Par e 3.2.9: nuovi Aggiunto un paragrafo relativo alle parti di ricambio che non necessitano di ulteriore omologazione se sono marchiate con un numero identificativo e sono identiche alle parti originali già omologate. Specificate responsabilità costruttore apparati After-market. Allegato I par.4: OMOLOGAZIONE - Par : nuovo L omologazione di componenti/sistemi che sono trasmettitori RF intenzionali DEVE essere corredata da linee guida per l installazione. Tra queste può figurare la necessità di utilizzare esclusivamente antenne esterne. 4

5 Allegato I par.6: SPECIFICHE - Par : nuovo Specifica i test da effettuare su veicolo (emissione ed immunità irradiate) - Par : nuovo Specifica i test da effettuare su componente (emissione ed immunità irradiate e condotte) - Par 6.8: nuovo Specifica i test ex novo sull immunità alle interferenze transitorie condotte sulle linee di alimentazione - Par 6.9: nuovo Specifica i test ex novo sulle emissioni condotte Allegato I par.8: ECCEZIONI - Par 8.2 e 8.3: modificati Specifica i veicoli e gli apparati che non devono essere sottoposti alle prove di immunità - Par 8.5: modificato Specifica gli apparati che non devono essere sottoposti alle prove di emissione condotta 5

6 Allegato IV : Emissioni a BANDA LARGA- VEICOLO - Par 1.2 e Par 2.1: sostituiscono par.3 par.5 e par. 4 Specificano il metodo di prova e le condizioni del veicolo da adottare, facendo esplicito riferimento alla CISPR 12 (Ed ) - Par 2.2: integra il par 4.1 Esplicita i componenti da attivare - Par 3.2 integra il par.2 Viene esplicitato come effettuare la misura (Rivelatore, RBW.) - Par 3.3 sostituisce par. 6 Viene definito come effettuare la scansione in frequenza (rif CISPR 12) In particolare viene esplicitato cosa può essere concesso ai Laboratori Accreditati secondo la ISO/IEC Allegato V : Emissioni a BANDA STRETTA- VEICOLO - Par 1.2: sostituiscono par.3 par.5 Specifica il metodo da adottare, facendo esplicito riferimento alla CISPR 12 (Ed ) - Par 2: integra/modifica il par 4 Esplicita le condizioni operative - Par 3.2 integra il par.2 Viene esplicitato il Rivelatore - Par 3.3 sostituisce par. 6 Viene definito come effettuare la scansione in frequenza (rif CISPR 12) In particolare viene esplicitato cosa può essere concesso ai Laboratori Accreditati secondo la ISO/IEC

7 Allegato VI : Immunità ai Campi elettrom.- VEICOLO - Par 1.2: sostituisce par.3 par.5 e par. 7 Specifica il metodo da adottare, facendo esplicito riferimento alla ISO DIS (2003) - Par 1.3: nuovo Viene specificato come procedere nel caso di veicoli di grandi dimensioni (l>12m, h>4m) rif ISO (1995) - Par 2.1.2/2.3: nuovi Esplicitano le condizioni minime di prova ed i criteri di fallimento da adottare Allegato VI : Immunità ai Campi elettrom.- VEICOLO Ciclo 50 km/h Vehicle speed 50 km/h ± 20% (vehicle driving the rollers). If the vehicle is equipped with a cruise control system, it shall be operational Dipped beams ON (manual mode) Front wiper ON (manual mode) maximum speed Direction indicator on driver s side ON Lighting OFF Criteri di fallimento Speed variation greater than ± 10 % of the nominal speed In case of automatic gearbox: change-of-gear ratio inducing a speed variation greater than ± 10 % of the nominal speed Complete stop of front wiper Frequency change (lower than 0,75 Hz or greater than 2,25 Hz) Duty cycle change (lower than 25 % or greater than 75 %) Adjustable suspension in normal position Unexpected significant variation 7

8 Allegato VI : Immunità ai Campi elettrom.- VEICOLO Ciclo 50 km/h Criteri di fallimento Driver s seat and steering wheel in medium position Unexpected variation greater than 10 % of total range Alarm unset Horn OFF Unexpected activation of alarm Unexpected activation of horn Airbag and safety restraint systems operational with inhibited passenger airbag if this function exists Unexpected activation Automatic doors closed Unexpected opening Adjustable endurance brake lever in normal position Unexpected activation Allegato VI : Immunità ai Campi elettrom.- VEICOLO Ciclo frenatura To be defined in brake cycle test plan. This must include operation of the brake pedal not necessarily an anti-lock brake system action. Criteri di fallimento Stop lights inactivated during cycle Brake warning light ON with loss of function Unexpected activation - Par 3.1: modifica par 6.1 e par Estensione del range di frequenza e introduzione della modulazione PM Par sostituisce par. 6 Viene definito come effettuare la scansione in frequenza (rif ISO ) In particolare viene esplicitato cosa può essere concesso ai Laboratori Accreditati secondo la ISO/IEC

9 Allegato VII : Emissioni a BANDA LARGA- UEE - Par 1.2 : sostituisce par.3 par.5 - Specifica il metodo di prova, facendo esplicito riferimento alla CISPR 25 (Ed.2002) - Par 2: integra il par 4.1 Esplicita le condizioni operative dell UEE: condizioni normali di funzionamento e carico massimo - Par 3.3 modifica il par.3.4 Differenza tra rumore di fondo e limiti: si passa da 10dB a 6dB - Par 4.3 sostituisce par. 6 Viene definito come effettuare la scansione in frequenza (rif CISPR 25) In particolare viene esplicitato cosa può essere concesso ai Laboratori Accreditati secondo la ISO/IEC Allegato VIII : Emissioni a BANDA STRETTA- UEE - Par 1.2: sostituisce par.3 par.5 Specifica il metodo di prova, facendo esplicito riferimento alla CISPR 25 (Ed.2002) - Par 2: integra/modifica il par 4.1 Esplicita le condizioni operative dell UEE: condizioni normali di funzionamento - Par 3.3 modifica il par.3.4 Differenza tra rumore di fondo e limiti: si passa da 10dB a 6dB - Par 4.3 sostituisce par. 6 Viene definito come effettuare la scansione in frequenza (rif CISPR 12) In particolare viene esplicitato cosa può essere concesso ai Laboratori Accreditati secondo la ISO/IEC

10 Allegato IX : Immunità ai Campi elettrom.- UEE - Par 1.2: sostituisce par.7 par.10 Viene fatto esplicito riferimento alle Norme ISO per ognuno dei metodi riconosciuto - Par 3.1 modificato Estensione del range di frequenza e introduzione della modulazione PM - Par 4 sostituisce par. 6 Viene definito come effettuare la scansione in frequenza (rif ISO :2002 ) In particolare viene esplicitato cosa può essere concesso ai Laboratori Accreditati secondo la ISO/IEC NUOVO Allegato X : Immunità ed Emissione di transitori UEE - Par 2: specifiche sull immunità alle interferenze transitorie condotte sulle linee di alimentazione Vengono definiti quali degli impulsi riportati nella ISO DIS :2002 devono essere considerati - Par 3: specifiche sulle emissioni condotte - Viene fatto riferimento alla ISO DIS :

Problematiche di Compatibilità Elettromagnetica nei Veicoli

Problematiche di Compatibilità Elettromagnetica nei Veicoli Problematiche di Compatibilità Elettromagnetica nei Veicoli Ing. Giovanni Tinè Istituto di Studi sui Sistemi Intelligenti per l'automazione Unità Operativa di Supporto di Palermo Via Dante Alighieri 12

Dettagli

Per quanto sopra definiamo che un apparato sottoposto alle prove di Compatibilità Elettromagnetica deve superare:

Per quanto sopra definiamo che un apparato sottoposto alle prove di Compatibilità Elettromagnetica deve superare: UNI EN ISO 9001-2000 LA COMPATIBILITA ELETTROMAGNETICA Dal 1 Gennaio 1996 è obbligatoria nei Paesi della Comunità Europea la Direttiva 89/336/CEE relativa alla Compatibilità Elettromagnetica ovvero le

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 143/2013 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 143/2013 DELLA COMMISSIONE 20.2.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 47/51 REGOLAMENTO (UE) N. 143/2013 DELLA COMMISSIONE del 19 febbraio 2013 che modifica la direttiva 2007/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio

Dettagli

Guida all installazione del prodotto 4600 in configurazione plip

Guida all installazione del prodotto 4600 in configurazione plip Guida all installazione del prodotto 4600 in configurazione plip Premessa Questo prodotto è stato pensato e progettato, per poter essere installato, sia sulle vetture provviste di piattaforma CAN che su

Dettagli

Direttiva 98/69/CE, recepita con Decreto Min. 21/12/1999, in Suppl. Ord. G. Uff. del 4/3/2000.

Direttiva 98/69/CE, recepita con Decreto Min. 21/12/1999, in Suppl. Ord. G. Uff. del 4/3/2000. Direttiva 98/69/CE, recepita con Decreto Min. 21/12/1999, in Suppl. Ord. G. Uff. del 4/3/2000. Tabella valori limite di emissione per omologazioni successive all 1/1/2000 (veicoli categ. M - eccetto veicoli

Dettagli

ETA CONSIGLIATA/RECOMMENDED AGE Indica per quale fascia di età è stato pensato il giocattolo. Suggested age group for the ride.

ETA CONSIGLIATA/RECOMMENDED AGE Indica per quale fascia di età è stato pensato il giocattolo. Suggested age group for the ride. 5 12 ETA CONSIGLIATA/RECOMMENDED AGE Indica per quale fascia di età è stato pensato il giocattolo. Suggested age group for the ride. UN BAMBINO/ONE CHILD Su questo gioco può salire al massimo un bambino.

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 18.2.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 47/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 133/2014 DELLA COMMISSIONE del 31 gennaio 2014 che modifica, ai fini dell adeguamento al

Dettagli

PARLAMENTO EUROPEO. Documento di seduta

PARLAMENTO EUROPEO. Documento di seduta PARLAMENTO EUROPEO 1999 Documento di seduta 2004 C5-0474/2001 2000/0211(COD) IT 22.10.01 Posizione comune definita dal Consiglio il 16 ottobre 2001 in vista dell'adozione delle direttiva del Parlamento

Dettagli

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ DIRETTIVA 2012/36/UE DELLA COMMISSIONE del 19 novembre 2012

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ DIRETTIVA 2012/36/UE DELLA COMMISSIONE del 19 novembre 2012 DIRETTIVA 2012/36/UE DELLA COMMISSIONE del 19 novembre 2012 recante modifica della direttiva 2006/126/CE del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la patente di guida LA COMMISSIONE EUROPEA, (Testo

Dettagli

DAGLI INVERTER INTELLIGENTI ALLA SMART GRID

DAGLI INVERTER INTELLIGENTI ALLA SMART GRID technology focus DAGLI INVERTER INTELLIGENTI ALLA SMART GRID Contributo allo sviluppo della caratterizzazione sperimentale delle Smart Grids Alessandro Zuccato, CREI-Centro Ricerca Elettronica Industriale

Dettagli

MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE DIREZIONE GENERALE M.C.T.C. IV Direzione Centrale Div. 41 CIRCOLARE N. 104/95

MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE DIREZIONE GENERALE M.C.T.C. IV Direzione Centrale Div. 41 CIRCOLARE N. 104/95 MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE DIREZIONE GENERALE M.C.T.C. IV Direzione Centrale Div. 41 CIRCOLARE N. 104/95 Prot. N. 1809/4110/0 D.C. IV n. A042 Roma, 31 maggio 1995 OGGETTO: Pneumatici per

Dettagli

IDENTIFICAZIONE PRODOTTO:

IDENTIFICAZIONE PRODOTTO: RAPPORTO DI PROVA N.029-13 SOCIETÀ: 3P Elettonica S.r.l. INDIRIZZO: Via Albanese, 30 CITTÀ: Bari IDENTIFICAZIONE PRODOTTO: TIPO: Centrale antintrusione MATRICOLA: 3P100-26 MODELLO: Infinity 8 CODICE: EUT/015-13

Dettagli

Allegato 2. Parco veicolare e mobilità del personale e degli utenti

Allegato 2. Parco veicolare e mobilità del personale e degli utenti Allegato 2 Parco veicolare e mobilità del personale e degli utenti Il presente Allegato tecnico è così composto: 1. Normativa di settore 2. Criteri per il parco veicolare e la mobilità del personale e

Dettagli

CONFERENZA STAMPA. Sicurezza e rispetto ambientale. Vallelunga, 6 luglio 2010. Franco Villa Comitato tecnico ANFIA - Gruppo Autobus

CONFERENZA STAMPA. Sicurezza e rispetto ambientale. Vallelunga, 6 luglio 2010. Franco Villa Comitato tecnico ANFIA - Gruppo Autobus CONFERENZA STAMPA E PROVE DINAMICHE SU PISTA Sicurezza e rispetto ambientale I nuovi standard per il trasporto pubblico su gomma Franco Villa Comitato tecnico ANFIA - Gruppo Autobus 1 1 Vallelunga, 6 luglio

Dettagli

Manutenzione e sicurezza: aspetti tecnici e normativi nei radiocomandi industriali

Manutenzione e sicurezza: aspetti tecnici e normativi nei radiocomandi industriali Manutenzione e sicurezza: aspetti tecnici e normativi nei radiocomandi industriali Relatore: Ing. Stefano Bianchin Documentation & Standards Manager Tel 0444 901000 email: sbianchin@autecsafety.com Materiale

Dettagli

Misura ed analisi della potenza elettrica

Misura ed analisi della potenza elettrica Misura ed analisi della potenza elettrica Il tempo in cui vi era un uso illimitato di energia appartiene al passato. I costruttori di apparecchiature e macchine elettriche sono costretti ad ottimizzare

Dettagli

6) Modalità per la richiesta e l erogazione del contributo

6) Modalità per la richiesta e l erogazione del contributo BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L INCENTIVAZIONE ALL ACQUISTO DI AUTO ELETTRICHE, VEICOLI ELETTRICI E BICICLETTE A PEDALATA ASSISTITA ELETTRICAMENTE Visto il Decreto 27 Marzo 1998 del Ministero

Dettagli

Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie

Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie Milano, 21 Ottobre 2014 Ivan Furcas ivan.furcas@it.bureauveritas.com Nuovo quadro legislativo Pubblicazione L96 GUCE (Gazzetta Ufficiale Comunità Europea)

Dettagli

Figura 1: requisiti CE per driver LED o alimentatori

Figura 1: requisiti CE per driver LED o alimentatori Prefazione: la marcatura CE di un apparecchio a LED prevede diversi requisiti, tra cui sicurezza, compatibilità elettromagnetica (EMC), RoHS ed Ecodesign (progettazione ecocompatibile). Sicurezza, EMC

Dettagli

Apparecchi di illuminazione a LED Il quadro normativo

Apparecchi di illuminazione a LED Il quadro normativo Padova, 14 Ottobre 2011 Apparecchi di illuminazione a LED Il quadro normativo Ing. Giuseppe Migale Laboratorio sicurezza ottica e fotometria IMQ IMQ S.p.a. Via Quintiliano 43, 20138 - Milano 1 Principali

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico 1 VISTO il decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, recante il Codice delle assicurazioni private ed in particolare l articolo 132, recante Obbligo a contrarre;

Dettagli

***II POSIZIONE COMUNE

***II POSIZIONE COMUNE PARLAMENTO EUROPEO 1999 Documento di seduta 2004 C5-0522/2000 22/10/2000 ***II POSIZIONE COMUNE Oggetto: Posizione comune definita dal Consiglio in vista dell'adozione della direttiva del Parlamento europeo

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 8.3.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 65/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 195/2013 DELLA COMMISSIONE del 7 marzo 2013 che modifica la direttiva 2007/46/CE del Parlamento

Dettagli

NORME APPLICABILI PER LE QUALIFICHE DI TIPO NUCLEARE DEGLI EQUIPAGGIAMENTI ELETTRICI/ELETTRONICI DI SICUREZZA NUMERO DI RIFERIMENTO

NORME APPLICABILI PER LE QUALIFICHE DI TIPO NUCLEARE DEGLI EQUIPAGGIAMENTI ELETTRICI/ELETTRONICI DI SICUREZZA NUMERO DI RIFERIMENTO NORME APPLICABILI PER LE QUALIFICHE DI TIPO NUCLEARE DEGLI EQUIPAGGIAMENTI ELETTRICI/ELETTRONICI DI SICUREZZA TITOLO CEI/IEC 60780 Nuclear power plants Electrical equipment of the safety system Qualification

Dettagli

electric lifting trolley Dimensioni 220 cm 42 (183) cm 72 cm Portata 175 kg Art. -CEAC041 Carrello elevatore Con rulli Altre VerSIONI OTHER VERSIONS

electric lifting trolley Dimensioni 220 cm 42 (183) cm 72 cm Portata 175 kg Art. -CEAC041 Carrello elevatore Con rulli Altre VerSIONI OTHER VERSIONS Elevatore elettrico electric lifting trolley 175 kg Art. -CEAC041 Lifting trolley with rolls Il carrello elevatore elettrico viene utilizzato sia per il trasporto delle salme su barelle, sia in abbinamento

Dettagli

CERTIFICAZIONE PRODOTTO Regolamento particolare per il rilascio di certificazione ai sensi della Direttiva 2004/108/CE

CERTIFICAZIONE PRODOTTO Regolamento particolare per il rilascio di certificazione ai sensi della Direttiva 2004/108/CE Regolamento particolare per il rilascio di certificazione ai REG_PART_2004_108 Edizione 1.0 10/12/2014 Redazione/Funzione Approvazione/Funzione F. Barbieri / Resp. Area Certificazione V. La Fragola / Direttore

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 397/2013 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 397/2013 DELLA COMMISSIONE L 120/4 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 1.5.2013 REGOLAMENTO (UE) N. 397/2013 DELLA COMMISSIONE del 30 aprile 2013 che modifica il regolamento (CE) n. 443/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio

Dettagli

Scheda tecnica n. 23 - Sostituzione di lampade semaforiche a incandescenza con lampade semaforiche a LED

Scheda tecnica n. 23 - Sostituzione di lampade semaforiche a incandescenza con lampade semaforiche a LED Scheda tecnica n. 23 - Sostituzione di lampade semaforiche a incandescenza con lampade semaforiche a LED 1. ELEMENTI PRINCIPALI 1.1 Descrizione dell intervento Tipologia di intervento: sistemi per l illuminazione

Dettagli

IL TACHIGRAFO DIGITALE

IL TACHIGRAFO DIGITALE IL TACHIGRAFO DIGITALE Treviso 13 aprile 2006 Normativa Regolamento (CEE) 3821/85 Regolamento (CE) 2135/98 Regolamento (CE) 1360/2002 Regolamento (CE) n.../2006 di modifica dei regolamenti 3821/85 e 2135/98

Dettagli

Direttiva Macchine 2006/42/CE

Direttiva Macchine 2006/42/CE Direttiva Macchine 2006/42/CE Tutte le macchine e i componenti di sicurezza sono soggetti alla Direttiva 2006/42/CE, nota come Direttiva Macchine, recepita in Italia con D.Lgs N. 17/2010. Questa Direttiva

Dettagli

ERGON. ARATRI SEMIPORTATI REVERSIBILI MONORUOTA SEMI-MOUNTED REVERSIBLE PLOUGHS-single wheel

ERGON. ARATRI SEMIPORTATI REVERSIBILI MONORUOTA SEMI-MOUNTED REVERSIBLE PLOUGHS-single wheel ERGON ARATRI SEMIPORTATI REVERSIBILI MONORUOTA SEMI-MOUNTED REVERSIBLE PLOUGHS-single wheel Aratri semiportati reversibili monoruota Il semiportato reversibile monoruota NARDI ERGON è un aratro versatile

Dettagli

lampeggianti e lampade rotanti flashing and rotating beacons

lampeggianti e lampade rotanti flashing and rotating beacons 35 lampeggianti e lampade rotanti flashing and rotating beacons 662 35 lampeggianti e lampade rotanti flashing and rotating beacons Highlight Range Lampeggianti (non omologate) per carrelli elevatori Grado

Dettagli

DIRETTIVA 108/2009/CE DELLA COMMISSIONE

DIRETTIVA 108/2009/CE DELLA COMMISSIONE L 213/10 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 18.8.2009 DIRETTIVE DIRETTIVA 108/2009/CE DELLA COMMISSIONE del 17 agosto 2009 che modifica, adeguandola al progresso tecnico, la direttiva 97/24/CE del

Dettagli

Guida per l individuazione delle macchine non conformi. Questo miniescavatore. è conforme alla legislazione comunitaria?

Guida per l individuazione delle macchine non conformi. Questo miniescavatore. è conforme alla legislazione comunitaria? Guida per l individuazione delle macchine non conformi Questo miniescavatore è conforme alla legislazione comunitaria? Introduzione Le macchine da costruzione, per poter essere legalmente immesse sul mercato

Dettagli

L 310/10 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 25.11.2005

L 310/10 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 25.11.2005 L 310/10 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 25.11.2005 Direttiva 2005/64/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 ottobre 2005 sull omologazione dei veicoli a motore per quanto riguarda

Dettagli

La Compatibilità Elettromagnetica ad Ancona: l Esperienza di un Percorso Inverso

La Compatibilità Elettromagnetica ad Ancona: l Esperienza di un Percorso Inverso La Compatibilità Elettromagnetica ad Ancona: l Esperienza di un Percorso Inverso Graziano Cerri Dipartimento di Ingegneria Biomedica, Elettronica e Telecomunicazioni Università Politecnica delle Marche

Dettagli

DISTRIBUTORI PER RIBALTABILI DISTRIBUTOR VALVES FOR DUMPERS DEVIATORI E DISTRIBUTORI/VALVE AND DISTRIBUTOR

DISTRIBUTORI PER RIBALTABILI DISTRIBUTOR VALVES FOR DUMPERS DEVIATORI E DISTRIBUTORI/VALVE AND DISTRIBUTOR 07 DISTRIBUTORI PER RIBALTABILI DISTRIBUTOR VALVES FOR DUMPERS DEVIATORI E DISTRIBUTORI/VALVE AND DISTRIBUTOR INDICE INDEX DISTRIBUTORI/DISTRIBUTORS 5 D125 2 SEZIONI/2-WAY VALVES 5 D126 3 SEZIONI/3-WAY

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea

Gazzetta ufficiale dell'unione europea 9.5.2003 L 115/63 DIRETTIVA 2003/20/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO dell'8 aprile 2003 che modifica la direttiva 91/671/CEE del Consiglio per il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati

Dettagli

Commissione Finanze della Camera dei deputati. Audizione Assogasliquidi/Federchimica

Commissione Finanze della Camera dei deputati. Audizione Assogasliquidi/Federchimica Commissione Finanze della Camera dei deputati Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti l'imposizione tributaria sui veicoli (AC 2397) Audizione Assogasliquidi/Federchimica

Dettagli

GEMINI. il nuovo operatore compatto e leggero. the new compact and light door operator

GEMINI. il nuovo operatore compatto e leggero. the new compact and light door operator GEMINI il nuovo operatore compatto e leggero 6 the new compact and light door operator Porte Gemini 6 Operatore a movimento lineare per porte automatiche a scorrimento orizzontale. Leggero, robusto e di

Dettagli

LINEE GUIDA IN MERITO ALL ACQUISTO E ALL USO DI MACCHINE E/O APPARECCHI ELETTRICI SOMMARIO

LINEE GUIDA IN MERITO ALL ACQUISTO E ALL USO DI MACCHINE E/O APPARECCHI ELETTRICI SOMMARIO Pag. 1 / 6 1 MODIFICHE 2 PREMESSA 3 DEFINIZIONI SOMMARIO 4 PRINCPALI NORMATIVE DI RIFERIMENTO 5 MESSA IN SERVIZIO E UTILIZZO 6 INDICAZIONI PER UN CORRETTO ACQUISTO 7 SICUREZZA E MARCATURA CE 8 PROTOTIPI

Dettagli

Titolo. Title. Sommario

Titolo. Title. Sommario Norma Italiana Data Pubblicazione Titolo Title Sommario Norma italiana Classificazione Edizione Nazionali Europei Internazionali Legislativi Legenda (IDT) - La Norma in oggetto è identica alle Norme indicate

Dettagli

(Testo rilevante ai fini del SEE) (2006/771/CE)

(Testo rilevante ai fini del SEE) (2006/771/CE) L 312/66 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 11.11.2006 DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 9 novembre 2006 relativa all armonizzazione dello spettro radio per l'utilizzo da parte di apparecchiature a corto

Dettagli

DISCIPLINARE PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER IL RISANAMENTO DELLA QUALITÀ DELL ARIA AMBIENTE VI BANDO Anno 2011

DISCIPLINARE PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER IL RISANAMENTO DELLA QUALITÀ DELL ARIA AMBIENTE VI BANDO Anno 2011 DISCIPLINARE PER L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER IL RISANAMENTO DELLA QUALITÀ DELL ARIA AMBIENTE VI BANDO Anno 2011 1 - OGGETTO Il Comune di Capannori concede incentivi per: - acquisto di veicoli a basso

Dettagli

Compatibilità elettromagnetica

Compatibilità elettromagnetica Compatibilità elettromagnetica Il Laboratorio ENEA di prove EMC/EMI Paolo D Atanasio Laboratorio di Campi Elettromagnetici Qualificazione di sistemi e componenti in ambito nucleare ENEA Centro Ricerche

Dettagli

FAKT Centro Laboratori Automotive. Esperienza nelle prove automotive

FAKT Centro Laboratori Automotive. Esperienza nelle prove automotive FAKT Centro Laboratori Automotive FAKT S.r.l. Via Lithos, 53 I-25086 Rezzato (BS) Tel.: (+39) 030 2592700 Fax.: (+39) 030 2590395 E-mail: info@fakt.it Web: www.fakt.it Esperienza nelle prove automotive

Dettagli

RISPOSTE ALLE DOMANDE PRESENTATE IN OCCASIONE DEL CICLO DI SEMINARI Sicurezza dei prodotti e marcatura CE Torino, 26/06/2012 Alessandria, 28/06/2012

RISPOSTE ALLE DOMANDE PRESENTATE IN OCCASIONE DEL CICLO DI SEMINARI Sicurezza dei prodotti e marcatura CE Torino, 26/06/2012 Alessandria, 28/06/2012 RISPOSTE ALLE DOMANDE PRESENTATE IN OCCASIONE DEL CICLO DI SEMINARI Sicurezza dei prodotti e marcatura CE Torino, 26/06/2012 Alessandria, 28/06/2012 Cuneo, 2/07/2012 Biella, 9/7/2012 Asti, 16/7/2012 Domande

Dettagli

Influenza del Sunny Central sulla ricezione radio e TV

Influenza del Sunny Central sulla ricezione radio e TV Influenza del Sunny Central sulla ricezione radio e TV per tutti gli impianti solari dotati di SUNNY CENTRAL Contenuto Ogni apparecchio elettrico genera un campo elettromagnetico. Pertanto, gli inverter

Dettagli

P r o d u t tive. Circolare n.

P r o d u t tive. Circolare n. Circolare n. Legge 23 agosto 2004, n. 239 - articoli 53 e 54, recanti modifiche e integrazioni ai requisiti per l accesso ai contributi in favore degli autoveicoli alimentati a GPL e metano di cui al decreto

Dettagli

Ordinanza concernente la sicurezza delle macchine

Ordinanza concernente la sicurezza delle macchine Ordinanza concernente la sicurezza delle macchine (Ordinanza sulle macchine, OMacch) 819.14 del 2 aprile 2008 (Stato 1 luglio 2010) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 4 della legge federale

Dettagli

Raccomandazioni e dichiarazione del fabbricante Emissioni elettromagnetiche ed immunità

Raccomandazioni e dichiarazione del fabbricante Emissioni elettromagnetiche ed immunità Raccomandazioni e dichiarazione del fabbricante Emissioni elettromagnetiche ed immunità Italiano Pagina AirSense 10 AirCurve 10 1-3 S9 Series 4-6 Stellar 7-9 ApneaLink ApneaLink Plus ApneaLink Air 10-12

Dettagli

DIRETTIVA 2006/40/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

DIRETTIVA 2006/40/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO L 161/12 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 14.6.2006 DIRETTIVA 2006/40/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 17 maggio 2006 relativa alle emissioni degli impianti di condizionamento dei

Dettagli

MACCHINE SICURE. MACCHINE SICURE Vittore Carassiti - INFN FE 1

MACCHINE SICURE. MACCHINE SICURE Vittore Carassiti - INFN FE 1 Vittore Carassiti - INFN FE 1 LA SICUREZZA DEI LUOGHI DI LAVORO Ha il suo riferimento base in un numero di direttive comunitarie di tipo sociale Esse sono state recepite in blocco in Italia mediante il

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011)

DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011) DECRETO LEGISLATIVO 23 dicembre 2010, n. 245 (G.U. n. 15 del 20.1.2011) Attuazione delle direttive 2009/4/CE e 2009/5/CE, che modificano la direttiva 2006/22/CE, sulle norme minime per l applicazione dei

Dettagli

MICOM 1 HF SSB RAPID DEPLOYMENT PACKAGE MOTOROLA COMMUNICATIONS 1991

MICOM 1 HF SSB RAPID DEPLOYMENT PACKAGE MOTOROLA COMMUNICATIONS 1991 MICOM 1 HF SSB RAPID DEPLOYMENT PACKAGE MOTOROLA COMMUNICATIONS 1991 Il MICOM 1 HF SSB Rapid Deployment Package (RDP), è un sistema HF completo racchiuso in una robusta valigetta in alluminio avionico

Dettagli

Gli incentivi? Su quali acquisti?

Gli incentivi? Su quali acquisti? Newsletter 16 30 Aprile 2010 PARTITI GLI INCENTIVI 2010 PER PRIVATI E AZIENDE Sono partiti oggi, 15 Aprile 2010, gli incentivi per privati ed aziende, resi disponibili dal governo con il Decreto Legge

Dettagli

www.pneumaticisottocontrollo.it

www.pneumaticisottocontrollo.it Settore Lavori Pubblici e Territorio ORDINANZA n. 68 PG. N. 72846 del 04/11/2015 Class. N 2015.011.015.004.5 Oggetto: Disciplina della circolazione stradale in periodo invernale La sottoscritta Barbara

Dettagli

Guida per l individuazione delle macchine non conformi. Questo. escavatore. è conforme alla legislazione comunitaria?

Guida per l individuazione delle macchine non conformi. Questo. escavatore. è conforme alla legislazione comunitaria? Guida per l individuazione delle macchine non conformi Questo escavatore è conforme alla legislazione comunitaria? Introduzione Le macchine da costruzione, per poter essere legalmente immesse sul mercato

Dettagli

Matematica. Imparare le moltiplicazioni per multipli di 10 e 100. Risposte. Nome:

Matematica. Imparare le moltiplicazioni per multipli di 10 e 100. Risposte. Nome: 1) If 5 3 = 15, than 500 3 = 1500 2) If 5 8 = 40, than 500 8 = 4000 3) If 10 1 = 10, than 100 1 = 100 4) If 1 5 = 5, than 10 5 = 50 5) If 10 6 = 60, than 100 6 = 600 6) If 2 4 = 8, than 20 4 = 80 7) If

Dettagli

FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto Piattaforme di lavoro mobili elevabili

FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto Piattaforme di lavoro mobili elevabili FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto Piattaforme di lavoro mobili elevabili FEM Breve guida all identificazione delle piattaforme di lavoro mobili elevabili non conformi 05.2012 (I)

Dettagli

IL TEST JIG PER IL SOTTOSISTEMA COMMS DEL DIMOSTRATORE TECNOLOGICO SATELLITARE

IL TEST JIG PER IL SOTTOSISTEMA COMMS DEL DIMOSTRATORE TECNOLOGICO SATELLITARE IL TEST JIG PER IL SOTTOSISTEMA COMMS DEL DIMOSTRATORE TECNOLOGICO SATELLITARE INDICE 1. Introduzione...3 2. Lista delle abbreviazioni...3 3. Requisiti e architettura del test jig COMMS...4 3.1 I compiti

Dettagli

LA SOSTITUZIONE DEI CERCHIONI DI UN AUTOVEICOLO.

LA SOSTITUZIONE DEI CERCHIONI DI UN AUTOVEICOLO. LA SOSTITUZIONE DEI CERCHIONI DI UN AUTOVEICOLO. Con questo argomento, di grande attualità, iniziamo un percorso informativo mirato alla categoria degli autoriparatori gommisti. Questo primo appuntamento

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEGLI ARMAMENTI TERRESTRI. Scheda tecnica. VEICOLI UTILITARI PICK-UP 4x4 (tipo Porter Piaggio) Garanzia

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEGLI ARMAMENTI TERRESTRI. Scheda tecnica. VEICOLI UTILITARI PICK-UP 4x4 (tipo Porter Piaggio) Garanzia C.P. 072/10/0089 LOTTO N. C5 MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEGLI ARMAMENTI TERRESTRI Scheda tecnica VEICOLI UTILITARI PICK-UP 4x4 (tipo Porter Piaggio) QUANTITA AREA IMPIEGO COLORE Garanzia

Dettagli

Scheda Dondolante ASD121 & ASD219

Scheda Dondolante ASD121 & ASD219 Scheda Dondolante ASD121 & ASD219 Cablaggio e configurazione Rev. Auth. Date 01.00.00 s.nardone 28/03/2004 01.01.00 s.nardone 01/05/2005 01.02.00 s.nardone 10/05/2006 01.03.00 g.tortoriello 28/08/2006

Dettagli

Emissioni di veicoli pesanti in condizioni di guida urbane

Emissioni di veicoli pesanti in condizioni di guida urbane Joint Research Centre (JRC) Emissioni di veicoli pesanti in condizioni di guida urbane Giorgio Martini IE - Institute for Energy Petten - The Netherlands Ispra - Italy http://ie.jrc.ec.europa.eu/ http://www.jrc.ec.europa.eu

Dettagli

Calendario Corsi 2013

Calendario Corsi 2013 Calendario Corsi 2013 Calendario Corsi - rev. 17/12/2012 CORSI QUALIFICATI Non cliente Cliente MB29 MB30 AS30 AS31 AS29 AS SN5 Modulo base Auditor/Responsabili Gruppo di Audit (16 ore) (Corso propedeutico

Dettagli

INFORMAZIONE E FORMAZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO

INFORMAZIONE E FORMAZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO DECRETO LEGISLATIVO n. 81 del 9 aprile 2008 UNICO TESTO NORMATIVO in materia di salute e sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori INFORMAZIONE E FORMAZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO Relatore: Dott. Ing.

Dettagli

Patente AM CIGC patentino

Patente AM CIGC patentino Patente AM CIGC patentino MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione generale per la motorizzazione Divisione

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Anno 2006

DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Anno 2006 Comune di Livorno DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE Anno 2006 1) Oggetto Rilascio di contributi per l acquisto di veicoli a

Dettagli

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale 18 aprile 2012 Il punto di vista dell OEM sulla norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale dei veicoli: la sfida dell integrazione nei processi aziendali Marco Bellotti Functional Safety Manager Contenuti

Dettagli

ALLEGATO AIB - APPARECCHIATURE DI INTERFACCIA CON LA RETE BT: PRESCRIZIONI E PROVE

ALLEGATO AIB - APPARECCHIATURE DI INTERFACCIA CON LA RETE BT: PRESCRIZIONI E PROVE ALLEGATO AIB - APPARECCHIATURE DI INTERFACCIA CON LA RETE BT: PRESCRIZIONI E PROVE 1. GENERALITA Ai fini della connessione con la rete ACSM vengono distinti tre elementi: Dispositivo di interfaccia Protezione

Dettagli

Macchine e Direttiva macchina. Dott. Ing. Pierfrancesco Bruschi

Macchine e Direttiva macchina. Dott. Ing. Pierfrancesco Bruschi Macchine e Direttiva macchina Dott. Ing. Pierfrancesco Bruschi La Normativa La Macchina L Ambiente Il Lavoratore La Normativa Decreto del Presidente della Repubblica del 27 aprile 1955, n. 547 Decreto

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 31.1.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 29/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 65/2014 DELLA COMMISSIONE del 1 o ottobre 2013 che integra la direttiva 2010/30/UE

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI BICICLETTE ELETTRICHE (A PEDALATA ASSISTITA) - TERZA ANNUALITA

DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI BICICLETTE ELETTRICHE (A PEDALATA ASSISTITA) - TERZA ANNUALITA DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI BICICLETTE ELETTRICHE (A PEDALATA ASSISTITA) - TERZA ANNUALITA 1. OGGETTO Il presente atto disciplina l erogazione di contributi

Dettagli

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Corso di laurea magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Trasmettitore

Dettagli

approvato con le modifiche apportate dalla Giunta Comunale con deliberazione del n.

approvato con le modifiche apportate dalla Giunta Comunale con deliberazione del n. DISCIPLINARE TECNICO RELATIVO ALL EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO/TRASFORMAZIONE DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE E PER LA SOSTITUZIONE DI VECCHIE CALDAIE PER RISCALDAMENTO CON NUOVE CALDAIE

Dettagli

Strumenti formativi e informativi a disposizione di tecnici ed operatori

Strumenti formativi e informativi a disposizione di tecnici ed operatori Strumenti formativi e informativi a disposizione di tecnici ed operatori Corte Benedettina - Legnaro (PD) 24 ottobre 2013 Carlo Carnevali Resp. Ufficio Tecnico ENAMA ed OECD Ente riconosciuto ai sensi

Dettagli

MODELLI AP68TP. BOLLETTINO DI SERVIZIO No. TP-34

MODELLI AP68TP. BOLLETTINO DI SERVIZIO No. TP-34 vulcanair spa via g. pascoli, 7 80026 casoria (na) italia Tel +39 081 5918111 Fax +39 081 5918172 Info@vulcanair.com www.vulcanair.com MODELLI AP68TP Approvato dalla Design Organisation della Vulcanair

Dettagli

SBME (Sistema di Bigliettazione Magnetica ed Elettronica) Specifica Tecnica Carte Contactless e Dual Interface

SBME (Sistema di Bigliettazione Magnetica ed Elettronica) Specifica Tecnica Carte Contactless e Dual Interface SBME (Sistema di Bigliettazione Magnetica ed Elettronica) Specifica Tecnica Carte Contactless e Dual Interface codice: SBME.Spec.TSC rev.: 3.01 data: 31/01/2010 REVISIONI Revisione Data Autore Firma Note

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 7 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 App. per il trattamento delle informazioni (ITE), Terminali radio e di telecomunicazione Caratteristiche di immunità EN 55024:1998 EN 55024/A1:2001

Dettagli

INTERMITTENZE PER AUTOVETTURE direction indicator for cars

INTERMITTENZE PER AUTOVETTURE direction indicator for cars COD. ART. 1012 INTERMITTENZE PER AUTOVETTURE direction indicator for cars LAMPEGGIATORE ELETTRONICO DI DIREZIONE E EMERGENZA azimuth marker plus hazard 12V 2(4) x 21 W + 4W TAB : 4 6,5 x 0,8 mm DIMENSIONI

Dettagli

18.01. 1 NO 10 A Installazione da interno Particolarmente indicato per il fissaggio a parete 230/230 230/230 2300 2300 350 350 CFL W

18.01. 1 NO 10 A Installazione da interno Particolarmente indicato per il fissaggio a parete 230/230 230/230 2300 2300 350 350 CFL W Serie 18 - Rilevatore di movimento 10 A SERIE 18 Caratteristiche Rilevatore di movimento a infrarossi Dimensioni ridotte Dotato di sensore crepuscolare e tempo di ritardo Utilizzabile in qualsiasi posizione

Dettagli

REGOLAMENTO MACCHINE I & F BUREAU VERITAS ITALIA REGOLAMENTO PARTICOLARE CERTIFICAZIONE PER LE MACCHINE IN ACCORDO ALLA DIRETTIVA 2006/42/CE

REGOLAMENTO MACCHINE I & F BUREAU VERITAS ITALIA REGOLAMENTO PARTICOLARE CERTIFICAZIONE PER LE MACCHINE IN ACCORDO ALLA DIRETTIVA 2006/42/CE REGOLAMENTO PARTICOLARE CERTIFICAZIONE PER LE MACCHINE IN ACCORDO ALLA DIRETTIVA 2006/42/CE INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. RIFERIMENTI SPECIFICI... 2 3. ITER DI EMISSIONE ESAME CE DI TIPO...

Dettagli

PC DESKTOP 13 - Criteri di sostenibilità

PC DESKTOP 13 - Criteri di sostenibilità C DESKTO 13 - Criteri di sostenibilità 1. Oggetto dell iniziativa Fornitura in acquisto di C Desktop Compatti e C Desktop Fascia alta, delle componenti opzionali e dei servizi connessi. Tra i dispositivi

Dettagli

1 NO 1 NO 1 NO Corrente nominale/max corrente istantanea A

1 NO 1 NO 1 NO Corrente nominale/max corrente istantanea A Serie - Rilevatore di movimento e di presenza 10 A SERIE Caratteristiche.41.51.61 Rilevatore di movimento e di presenza Ampia area di copertura fino a 120m 2 Due aree di rilevamento (tipo.51): zona presenza

Dettagli

La sicurezza dei prodotti: in particolare delle macchine

La sicurezza dei prodotti: in particolare delle macchine D.L. 78/2010, prevede l'attribuzione all'inail delle funzioni già svolte Dipartimento Tecnologie di Sicurezza (ex ISPESL) La sicurezza dei prodotti: in particolare delle macchine Le macchine di sollevamento

Dettagli

ESERCITAZIONE CON SIMULATORE DI VOLO Attraverso un volo simulato con decollo dall aeroporto di Rimini (LIPR) ed atterraggio all aeroporto di Bologna

ESERCITAZIONE CON SIMULATORE DI VOLO Attraverso un volo simulato con decollo dall aeroporto di Rimini (LIPR) ed atterraggio all aeroporto di Bologna ESERCITAZIONE CON SIMULATORE DI VOLO Attraverso un volo simulato con decollo dall aeroporto di Rimini (LIPR) ed atterraggio all aeroporto di Bologna (LIPE) su un aereo da addestramento Cessna C172SP Skyhawk,

Dettagli

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE Premessa Il presente schema di Regolamento verrà sottoposto all approvazione del Consiglio Comunale,

Dettagli

per la scelta e l esercizio dei ripetitori Polycom e delle relative installazioni d antenna nelle costruzioni

per la scelta e l esercizio dei ripetitori Polycom e delle relative installazioni d antenna nelle costruzioni Ufficio federale della protezione della popolazione UFPP Infrastruttura ST - 20 Scheda tecnica per la scelta e l esercizio dei ripetitori Polycom e delle relative installazioni d antenna nelle costruzioni

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DI ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 4, COMMA 1, LETTERA C), DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N. 192, E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI, CONCERNENTE ATTUAZIONE

Dettagli

ART.4 Categorie oggetto di incentivazione

ART.4 Categorie oggetto di incentivazione DISCIPLINARE TECNICO RIGUARDANTE L EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI VEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE E TRASFORMAZIONI A GAS (GPL/METANO) DI AUTO A BENZINA NON CATALITICHE E DI VEICOLI MERCI

Dettagli

M2TECH EVO SUPPLY. Alimentatore a basso rumore a batteria con caricabatteria. MANUALe utente

M2TECH EVO SUPPLY. Alimentatore a basso rumore a batteria con caricabatteria. MANUALe utente M2TECH EVO SUPPLY MANUALe utente REV. PRC 1/2012 Attenzione! Cambiamenti o modifiche non autorizzate dal costruttore possono compromettere l aderenza ai regolamenti CE e rendere l apparecchio non più adatto

Dettagli

CERTIFICATO N. CERTIFICATE No. 15398/06/S FIORINI PACKAGING S.P.A. ISO 9001:2008 VIA GIAMBATTISTA FIORINI 25 60019 SENIGALLIA (AN) ITA

CERTIFICATO N. CERTIFICATE No. 15398/06/S FIORINI PACKAGING S.P.A. ISO 9001:2008 VIA GIAMBATTISTA FIORINI 25 60019 SENIGALLIA (AN) ITA CERTIFICATO N. 15398/06/S SI CERTIFICA CHE IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ DI IT IS HEREBY CERTIFIED THAT THE QUALITY MANAGEMENT SYSTEM OF NELLE SEGUENTI UNITÀ OPERATIVE / IN THE FOLLOWING OPERATIONAL

Dettagli

Dichiarazione di conformità

Dichiarazione di conformità Bureau Veritas Consumer Products Services Germany GmbH Businesspark A96 86842 Türkheim Germania + 49 (0) 8245 96810-0 cps-tuerkheim@de.bureauveritas.com NOME ORGANISMO CERTIFICATORE: OGGETTO: Dichiarazione

Dettagli

EMISSIONI DIRETTIVA UE SULLA RIDUZIONE DELLE EMISSIONI DI CO 2

EMISSIONI DIRETTIVA UE SULLA RIDUZIONE DELLE EMISSIONI DI CO 2 TER EMISSIONI DIRETTIVA UE SULLA RIDUZIONE DELLE EMISSIONI DI CO 2 La crescente attenzione verso le tematiche ambientali ha determinato l adozione, da parte dell Unione Europea, di nuove regole per il

Dettagli

Gamma BRUSHLESS CROUZET

Gamma BRUSHLESS CROUZET Gamma BRUSHLESS CROUZET - Presentazione La ITE Industrialtecnoelettrica Srl di Bologna (tel.5.386.6) presenta la nuova gamma Crouzet di micromotori brushless di elevata qualità con coppie da 6 e 85 mnm

Dettagli

COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O 2008

COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O 2008 COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O 2008 Approvato con Delibera della Giunta Comunale n 250 del 23.05.2008 EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO

Dettagli

Le Responsabilità in riguardo alle attrezzature di lavoro

Le Responsabilità in riguardo alle attrezzature di lavoro Le Responsabilità in riguardo alle attrezzature di lavoro Formazione Preposti I.T.I. G. Galilei Livorno 1 Articolazione dell intervento Quadro normativo vigente Scelta, acquisto, installazione, manutenzione

Dettagli

Salva Batteria Drive Tech 12V 24V

Salva Batteria Drive Tech 12V 24V Salva Batteria Drive Tech 12V 24V APPLICAZIONI: Per prevenire lo scaricamento e perdite anomale per ogni tipo di batteria: macchine camion di medie dimensioni imbarcazioni motocicli CARATTERISTICHE GENERALI

Dettagli

Ordinanza concernente la sicurezza delle macchine

Ordinanza concernente la sicurezza delle macchine Ordinanza concernente la sicurezza delle macchine (Ordinanza sulle macchine, OMacch) 819.14 del 2 aprile 2008 (Stato 15 dicembre 2011) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 4 della legge federale

Dettagli