Sviluppa il tuo business. Investi in Marocco

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sviluppa il tuo business. Investi in Marocco"

Transcript

1 Sviluppa il tuo business Investi in Marocco

2

3 1 Perchè investire in Marocco? 2 I settori di eccellenza in cui investire 3 Indicatori macroeconomici Il sistema 4 Marocco 5 Cases history

4 Perchè investire 1 in Marocco? Investi in Marocco

5 Scopri le opportunità di investimento in Marocco Flussi di investimenti diretti esteri (IDE), agevolazioni ed un vasto programma di riforme hanno favorito l ingresso del Marocco nei mercati internazionali. Infrastrutture moderne ed in fase di espansione, poli di eccellenza produttiva e sistemi di supporto agli investimenti fanno del Marocco, grazie alla sua posizione di crocevia logistico tra Atlantico e Mediterraneo, il luogo ideale per rilanciare ed accrescere la competitività delle imprese italiane. I vantaggi Le riforme Le convenzioni - prossimità geografica ai mercati europei - manodopera qualificata - infrastrutture sviluppate - centri di eccellenza - tasso di cambio stabile - tasso di inflazione sotto controllo - mercato interno con 30 milioni di consumatori ed un incremento di abitanti per anno - sviluppo turistico e del know-how in termini di ospitalità e qualità della vita - collocazione stabile di imprese estere - stabilità politica - politica di aiuti agli investimenti nazionali ed esteri - apertura di gran parte dei settori economici al capitale straniero - liberalizzazione dei capitali esteri e del regime dei cambi - modernizzazione del quadro giuridico in cui operano e si sviluppano le imprese - privatizzazione e disimpegno dello stato in alcuni comparti economici - sviluppo di strategie settoriali che assicurano la crescita nel medio-lungo termine - accordi di protezione degli investimenti e possibilità di ricorso ad un arbitrato internazionale - agevolazioni fiscali con Paesi terzi - accordi di libero scambio con l esenzione da dazi doganali, in un mercato che prevede un miliardo di consumatori nel accordi multilaterali in materia di risoluzione delle controversie (ICSID) e di garanzia degli investimenti contro i rischi commerciali (MIGA)

6 2 I settori di eccellenza in cui investire Investi in Marocco

7 Agroalimentare Attività Dati Opportunità di investimento Cosa offriamo Automotive Dati Opportunità di investimento Cosa offriamo Il Programme Emergence è la strategia industriale che ha permesso l individuazione di cinque settori di eccellenza: Pesca e trasformazione ittica, produzioni ortofrutticole, lattiero-caseario, trasformazione dei cereali, produzione di bevande e alimenti (in particolare: caffè, tè, amido, spezie, dolciumi, cioccolato, lievito, agar-agar). Dal 2003 al 2007 crescita degli investimenti del 32%, con un tasso medio annuo di crescita del 7,2%. Nello stesso periodo, il settore della produzione è cresciuto del 29%, il 6,6% medio all anno. Trasformazione del pomodoro, dei capperi (oli essenziali di capperi, capperi in polvere), prodotti biologici trasformati e piatti cotti, olio d oliva e olio di argan, conserve vegetali (fagioli verdi, verdure miste, piselli, funghi), frutta, verdura e surgelati, prodotti di IV gamma ettari di terreno per 10 anni all interno del piano Marocco Verde - programma di formazione di settore - 6 poli regionali agro-alimentari (Polo agricolo di Meknes, della Regione Orientale, del Souss, del Gharb, del Haouz e di Tadla). Le esportazioni rappresentano il 16% di quelle manifatturiere complessive del Paese, con un tasso di crescita annuale del 22% ed un tessuto industriale composto da 130 aziende con unità impiegate. Produzioni di componentistica specifica quali cablaggio, filtri, connettori, tubi di scarico, sedili e cuffie, carenatura, pneumatici, prodotti elettronici, parti in plastica, parti di lavorazione di precisione, radiatori, pastiglie dei freni, camicie-pistone. - Status di zona franca ed aiuti per l installazione - sviluppo di risorse umane qualificate, disponibilità di profili qualificati - sistema di aiuti agli operatori nelle iniziative di formazione all assunzione e di formazione continua - piano di formazione su misura - piattaforme industriali integrate a Tangeri e Kenitra in aree di 300 ettari, con un quartiere Elettronica, aventi lo status di Zona Franca 1 ed un valore competitivo mondiale (Tanger Automotive City, Kenitra Automotive City). Aerospaziale Dati Opportunità di investimento Cosa offriamo 60 imprese impiantate, investimenti per 240 milioni di euro dal 2002 ed un fatturato di 590 milioni di euro. Il numero di occupati nel 2008 ha superato le unità. L Open Sky, di cui il Marocco fa parte, ha favorito la crescita della concorrenza tra le compagnie aeree, con la comparsa delle compagnie low cost e la realizzazione di piani per ottimizzare i costi di acquisto e manutenzione, genera un potenziale di sviluppo nella sub-fornitura del comparto stimato attorno ai 357 milioni di euro, con la conseguente creazione di circa nuovi posti di lavoro entro il Status di zona franca 1 ed aiuti per l installazione - sviluppo di risorse umane qualificate, disponibilità di profili - sistema di aiuti agli operatori nelle iniziative di formazione all assunzione e di formazione continua - piano di formazione specifico nel settore Aeronautico e Spaziale - offerta diversificata, in linea con i migliori standard internazionali all interno di una Piattaforma industriale integrata (P21) dedicata, con status di zona franca.

8 Elettronica Attività Dati Opportunità di investimento Cosa offriamo Off-Shoring Dati Opportunità di investimento Cosa offriamo I componenti elettronici e industriali rappresentano il 95% della produzione totale dell intero settore, il 99% delle esportazioni, il 96 % dei posti di lavoro ed il 93% degli investimenti. 30 aziende con un fatturato di settore che, nel 2007, ha raggiunto 125 milioni di euro, di cui il 92% dalle esportazioni e circa addetti. Elettronica meccanica, industriale, per il settore automobilistico e aerospaziale, produzione di relè, circuiti integrati, metallici e materiali compositi, interni, porte, fogli di alluminio, imballaggi antistatici, bobine e trasformatori elettronici, componenti elettronici, audio, sensori di temperatura, riscaldatori flessibili, cavi elettronici e integrazioni; montaggio di componenti elettronici per le tecniche di iniezione elettronica; tecnologie di cablaggio in serie, cablaggio in filo elettronico e in fibra ottica. - Status di zona franca ed aiuti di stato per l installazione - formazione continua - sviluppo di risorse umane qualificate - piano di formazione, profili qualificati - offerta di immobili all interno della P21 (Quartiere Meccatronica/Elettronica Industriale nella regione di Casablanca, corridoio Zenata Nouaceur; 2 distretti dedicati all elettronica all interno della P21 Automobile Tangeri e Kenitra; Distretto Elettronica nella P2I Nouaceur Città Aerospaziale ; Gruppo Elettronica di Mohammedia). - Oltre 250 call center con più di unità impiegate milioni di euro fatturati nel solo settore CRC persone impiegate nell offshoring - potenziale d impiego di persone entro il fatturato settoriale previsto pari a 1,8 miliardi di euro nel Tasso di crescita mondiale del settore superiore al 25% - volume del mercato europeo francofono con un potenziale di nuovi addetti - crescita della domanda in Europa nel corso dei prossimi 10 anni stimata a 30 miliardi di euro - progressivo sviluppo del BPO (Business Process Outsourcing) anglo-sassone verso i paesi francesi e spagnoli - maturità di alcuni mercati tipici di delocalizzazione dei grandi gruppi (CapGémini, IBM, Accenture) - attuazione dell Accordo di Libero Scambio firmato con gli Stati Uniti. - Tassa sul reddito limitata al 20% - sviluppo delle risorse umane qualificate con un sistema di aiuti agli operatori per la formazione continua all assunzione ed un piano di formazione su misura per le esigenze del settore Offshoring - fornitura di infrastrutture e di servizi per gli investitori con i migliori standard internazionali, attraverso lo sviluppo di 6 aree dedicate all Offshoring.

9 Indicatori 3 macroeconomici Investi in Marocco Alcuni indicatori macroeconomici Fonte: FMI (Fondo monetario internazionale) e autorità marocchine (Haut Commissariat au Plan, Ministero dell Economia e delle Finanze). Zone industriali Aree Aree in fase Aree in cui lo sviluppo Totale Parametri Sviluppate di sviluppo non è completato Generale Numero di aree Superficie 4214, ,3 4816,76 Numero totale di lotti Numero di lotti assegnati Numero di lotti disponibili Unità di produzione Fonte: Dipartimento dell industria (31/12/08) Unità in costruzione Tasso di attribuzione 93,46 87,57 67,03 90,83 Tasso di valorizzazione 45,17 23,25 21,92 42,00

10 Il sistema 4 Marocco Investi in Marocco Riforme strutturali e stabilità economica hanno limitato l inflazione all 1,7% tra il 1996 e il 2000 e all 1,4% tra il 2001 ed il 2005, garantendo la stabilità del valore della moneta nazionale (dirham). Prevenzione, semplificazione, trasparenza delle procedure e responsabilità dei soggetti economici hanno fatto del Marocco un esempio citato dall Organizzazione Mondiale delle Dogane. Con un accordo di programma tra pubblico e privato tra il 2009 ed il 2015 è prevista la creazione di posti di lavoro, l incremento delle esportazioni per 8,5 miliardi di euro ed investimenti privati nel settore industriale per 4,5 miliardi di euro, nei settori più interessanti per gli investimenti stranieri - offshoring, automotive, aerospaziale, elettronico ed in quelli tradizionali quali tessile, lavorazione cuoio ed agroalimentare. L accordo valorizza tre fattori strategici di sviluppo del business: - competitività delle PMI - formazione professionale - clima aziendale

11 Le principali riforme a favore delle imprese Le infrastrutture Strade Trasporto aereo Ferrovie Zone franche operative - Nuovo Codice di commercio - Legge sulle imprese - Legge sulla libera determinazione dei prezzi e della concorrenza - Codice doganale - Legge sulla proprietà industriale - Codice delle assicurazioni - Codice del lavoro nel rispetto delle convenzioni internazionali, per la protezione dei bambini, delle donne, dei disabili, del delegato sindacale e delle libertà sindacali - Codice degli appalti pubblici per procedure di gara trasparenti e competitive - Riforma dell assicurazione sanitaria obbligatoria - Semplificazione, armonizzazione e modernizzazione del sistema fiscale km di strade asfaltate km di autostrade - 95% del trasporto passeggeri - 75% del trasporto merci - Lavori avviati: km nel 2010 e nel aeroporti nazionali - 11 internazionali - 44 compagnie aeree straniere servono il Marocco - Lavori avviati: sviluppo e modernizzazione delle infrastrutture aeroportuali km di linee ferroviarie (80% a binario unico e 20% a doppio binario) con più di 528 km di strade di servizio e 201 km di binari di linea che collegano le imprese alla rete ferroviaria nazionale milioni di passeggeri trasportati ogni anno - Lavori avviati: aggiornamento del piano di circolazione dei treni e duplicazione di alcune linee ferroviarie Impianti portuali - 13 cantieri di riparazione navale - 8 terminali specializzati (di cereali, di idrocarburi e minerali) - 4 complessi portuali - 12 porti polivalenti (commercio, pesca, marina reale) - 12 porti regionali (pesca) - 6 porti da diporto Il Tangeri-Med, crocevia tra Europa, Asia e America, sarà uno dei più grandi porti nel bacino del Mediterraneo. Il primo ormeggio ha accolto il più grande porta-container di nuova generazione del mondo. La seconda fase di sviluppo del porto Tangeri Med II è in corso di realizzazione. Entrambi con una capacità totale di oltre 8 milioni di containers. Telecomunicazioni Eccellenza e diffusione capillare delle moderne tecnologie di telecomunicazione conformi agli standard internazionali, come ISDN, linee nazionali ed internazionali a banda larga, ADSL, VPN IP, Frame Relay, PABX o GPRS. Rete di km di fibra ottica per la banda larga. - Zona franca del Porto di Tangeri: Prevede l esenzione da tutte le tasse e gli oneri per le operazioni e gli utili o le plusvalenze realizzate all interno della Zona. Regime doganale favorevole. - Zona franca di esportazione di Tangeri: Adiacente all aeroporto internazionale di Tangeri, si estende per 350 ettari ed è servita da un grande porto. Beneficia di un regime fiscale tra i più vantaggiosi. Attività orientate all esportazione nei settori dell agro-industria, industrie tessili e del cuoio, metallurgiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, chimiche e parachimiche. - Zone franche del progetto Tangeri Med : - Zona Franca Logistica: superficie di 250 ettari. - Zone Franche Industriali Meloussa I e II: nella regione di Tangeri-Tetouan, per la produzione e l esportazione. - Zona Franca duty free : superficie di 200 ettari, situata a Fnideq.

12 Zone franche -Zona Franca di Nador: nel nord-est del Marocco. in corso di realizzazione -Zone franche di Dakhla e Lâayoune: Dakhla (10,5 ettari) e Lâayoune (15 ettari) entrambe nel sud del Paese. -Zona franca di Fès: in fase di studio a livello regionale. Poli di sviluppo Consentono a ciascuna regione di concentrare investimenti, risorse e sviluppo industriale su nicchie di mercato. - gruppo regionale di sviluppo industriale della regione orientale per la sub fornitura - agro-alimentare, tessile, cuoio, informatica e offshoring per Fez - agro-industria per Meknes - zona industriale e vivaio per la regione del Gharb Chrarda Beni Hssen - due parchi industriali per Chaouia Ouardigha Piattaforme industriali integrate P21: Inserite nel Programme Emergence, le ventidue P21, compresi i poli agricoli, si estendono su una superficie di oltre ettari, con una vasta copertura settoriale e territoriale, offrono servizi agli investitori per massimizzare il potenziale delle regioni. Supporto allo sviluppo e agli investimenti esteri Commissione per gli investimenti CI Centri regionali dell investimento CRI L Agenzia Marocchina di Sviluppo degli Investimenti Responsabile dell approvazione di accordi e contratti di investimento che richiedono il contributo finanziario dello Stato. Istituiti in sedici regioni del Regno, sotto l autorità dei Walis (prefetti/governatori) regionali, forniscono supporto alla creazione d impresa e assistenza agli investitori attraverso: - Banca di assistenza per la creazione di imprese. Interlocutore unico per la creazione di impresa. - Sportello di aiuto agli investitori. A livello regionale per progetti di investimento che non beneficiano del contributo dello Stato (meno di 17 milioni di euro). Se l investimento è pari o superiore a 17 milioni di euro, studia proposte di contratti o accordi da concludere con lo Stato da trasmettere alle autorità governative competenti ed alla Segreteria della CI per la definitiva approvazione. Compiti: - informare sul potenziale del Paese - sviluppare ed attuare, con il settore privato, le strategie di promozione dell offerta marocchina - intraprendere azioni di promozione e comunicazione delle opportunità di investimento - organizzare eventi per promuovere il coordinamento degli investimenti a livello nazionale ed estero - assicurare la sorveglianza concorrenziale e strategica per lo sviluppo e la promozione degli investimenti - definire, produrre ed analizzare gli indicatori di rendimento in materia di investimenti e pubblicarne i risultati

13 L Agenzia Marocchina di Sviluppo degli Investimenti Partecipazione dello Stato agli investimenti - sviluppare settori di attività dedicate all industria, al commercio, alle nuove tecnologie e porle all attenzione degli investitori per il funzionamento e la gestione - garantire la segreteria della Commissione in materia di investimenti - proporre alle autorità di governo competenti le misure legislative o regolamentari per promuovere investimenti privati nazionali ed esteri Fondo di promozione degli investimenti (FPI): riconosce operazioni per l assunzione, da parte dello Stato, del costo delle prestazioni erogate in favore di investitori, in virtù del regime dei contratti di investimento, come nell articolo 17 della Carta dell investimento. Le imprese eleggibili devono: - investire per un importo pari o superiore a 17 milioni di euro - creare 250 posti di lavoro - essere realizzate in una zona rurale o sub-urbana - assicurare il trasferimento di tecnologia - contribuire alla tutela ambientale Esonero parziale: - delle spese di acquisizione del terreno (fino al 20% del prezzo di acquisto) necessario per la realizzazione dell investimento - delle spese per l infrastruttura esterna (fino al 5% dell importo totale degli investimenti considerati) - delle spese di formazione professionale (fino al 20% del costo di tale formazione) Benefici, questi, che possono essere accumulati fino al 5% del totale degli investimenti previsti e al 10% se il progetto si svolge in una zona rurale o sub-urbana. Contributo del Fondo Hassan II per lo Sviluppo Economico e Sociale Gli importi: - 30% del costo di costruzione di edifici fino a 178 euro/m² - 10% del costo di acquisizione di nuove attrezzature Il contributo non può superare il 10% del totale degli investimenti o la somma di 1,8 milioni di euro. Beneficiari: i nuovi progetti di investimento (creazione o estensione), presentati dagli investitori, con lo statuto di società. - Nei settori di fabbricazione di attrezzature per l industria automobilistica, la produzione di componenti di insiemi e sottoinsiemi elettronici, la fabbricazione di attrezzature per l industria del trasporto aereo e le attività connesse alla produzione di nanotecnologie, alla microelettronica e alle biotecnologie. - Investimenti il cui totale è superiore a 447 mila euro (esclusi i dazi e le tasse) con un importo degli investimenti in attrezzature superiore ai 224 mila euro (esclusi i dazi e le tasse). I contributi finanziari del Fondo Hassan II possono essere cumulati con i vantaggi concessi dallo Stato in materia di investimenti di incentivazione.

14 Cases 5 history Investi in Marocco Nel 2007, il reddito degli investimenti esteri diretti (IDE) ha raggiunto 3,5 miliardi di euro, contro una media di 1,5 miliardi di euro nel corso degli ultimi sei anni. Nel 2008 i ricavi hanno raggiunto più di 2,3 miliardi di euro. Il Marocco rimane, tra i paesi del Maghreb, il principale destinatario degli investimenti diretti esteri a livello regionale: tra il 2001 ed il 2008, ha registrato flussi per 12 miliardi di euro. La quota di privatizzazioni negli investimenti diretti esteri nel periodo era al suo tasso più basso, rispettivamente al 15,8%, 7% e 0% contro il 71,9% nel 2001 ed il 60,8% nel Dal 2006 i settori dell industria, turismo, agenzie immobiliari, assicurazioni e banche hanno registrato una forte crescita.

15 Società straniere con sede in Marocco Aerospaziale Agroalimentare Automotive Off-Shoring Elettronica Tessile e del cuoio Turismo SAFRAN, SNECMA, LABINAL; AIRCELLE, EADS, CREUZET/INDRAERO, SEGULA, MICROSPIRE, SOURIAU, DION, PISTON FRANÇAIS, MDV FRANCE, MINCO, TECNUM, AÉRO LORRAINE, SEFCA, MOHICAM, DAHER, AD INDUSTRIE, JFM-GROUPE, MDV FRANCE, MOHICAN, N ERGY DÉVELOPPEMENT SAS, GROUPE BMP. NESTLÉ, IMPERIAL TOBACCO, SAVOLA, DANONE, BORGES, CASTEL, KRAFT FOOD, LESAFFRE, FROMAGERIE BEL, CADBURY MOROCCO, BONGRAIN, NATUREX, COCACOLA, PROCTER&GAMBLE, UNILEVER, EBRO PULEVA, SOSGROUP, SYGENTA Cablaggio LÉONI, YAZAKI, DELPHI, SUMITOMO, LEAR AUTOMOTIVE, SCHLEMMER, COFICAB, ALCATEL NEXANS, EMDEP, SUMITOMO R&D MATRA AUTOMOBILE ENGINEERING, LÉONI Copertura di sedili COVER CAR, POLYTECH, TREROC, SUNVIAUTO, MICHEL THIERRY, FAURECIA ANTOLIN Altro CAPELEC, EPSITECH, PRESSAC, OMR, SCANIA, IRIZAR DELL, CAPGEMINI, SQLI, STERIA MEDSHORE, BULL, TATA, ATOS ORIGIN, ACCENTURE, LOGICA CMG, BNP PARIBAS, OUTSOURCIA, UBISOFT, PERCALL, GFI, SOFRECOM, UBISOFT, ALCATEL, MATRA, TEUCHOS, ST MICROELECTRONICS, SITEL, BERTELESMAN, ATENTO, COAXIS ST MICROELECTRONICS, VALTRONIC, INTERTRONIC, MU ELECTRONICS, MINCO, CROUZET, SP KEMAJUAN, LEAD DESIGN, CAPELEC, EOLANNE, GIM, TRONICO, AUGESAT, EGIDE, TEMEX, TESSERA À TRAVERS NEMOTEK TECHNOLOGIE, SETTAVEX, LEGLER, PEPE JEANS & QUICKSILVER, SARA LEE, PULLIGAN, FRUIT OF THE LOOM, ICOMAIL, DUFFLOT, PROMOD, KIABI, 3 SUISSES, LA REDOUTE ACCOR, CLUB MED, SHERATON, THOMAS COOK, TUI, FRAM, HILTON, GROUPE LUCIEN BARRIERE, HYATT REGENCY, KEMPINSKY, MÖVEMPICK, MERIDIEN, MARMARA, ALAIN CRENN Importanti investimenti sono stati effettuati da imprese italiane, quali: ITALCEMENTI, PININFARINA, OMR, MARTELLI, STMICROELECTONICS.

16 Ufficio Marocco per la Promozione Economica in Italia Tel: Fax: pomilioblumm.com

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI Articolo 1 Son fissati, conformemente alle disposizioni del secondo alinea dell art. 45 della Costituzione, gli obiettivi fondamentali dell azione delo Stato, per i prossimi

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

La Banca europea per gli investimenti in sintesi

La Banca europea per gli investimenti in sintesi La Banca europea per gli investimenti in sintesi Come banca dell Unione europea (UE), forniamo finanziamenti e consulenza per progetti d investimento validi e sostenibili situati in Europa e nei Paesi

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Eaton Macchine di processo. Affidati alla affidabilità per garantire continuità alla tua produzione.

Eaton Macchine di processo. Affidati alla affidabilità per garantire continuità alla tua produzione. Eaton Macchine di processo Affidati alla affidabilità per garantire continuità alla tua produzione. Il tempo di funzionamento non è tutto, è l unica cosa che conta. Ogni processo industriale deve soddisfare

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n. 1788 del 06 Agosto 2014. Pagina 1 COMMISSIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Economico, Lavoro e Innovazione

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

FOCUS ON Iran, alla rincorsa del tempo perduto

FOCUS ON Iran, alla rincorsa del tempo perduto FOCUS ON Iran, alla rincorsa del tempo perduto A cura dell Ufficio Studi Economici EXECUTIVE SUMMARY Il raggiungimento di un accordo sul nucleare iraniano potrebbe aprire interessanti opportunità per le

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

(Atti legislativi) DIRETTIVE

(Atti legislativi) DIRETTIVE 28.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 94/1 I (Atti legislativi) DIRETTIVE DIRETTIVA 2014/23/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 26 febbraio 2014 sull aggiudicazione dei contratti

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 07.04.1998 COM (98) 222 PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO I. LO SPIRITO IMPRENDITORIALE:

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Stima degli impatti sull economia italiana derivanti dall accordo di libero scambio USA-UE

Stima degli impatti sull economia italiana derivanti dall accordo di libero scambio USA-UE Stima degli impatti sull economia italiana derivanti dall accordo di libero scambio USA-UE giugno 2013 Il presente rapporto è stato elaborato con le informazioni disponibili al 14 giugno 2013 da: Giulia

Dettagli

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014 Indice 1 2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 214 RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI EDIZIONE 214 ISBN 978-88-458-1784-7 214 Istituto nazionale di statistica

Dettagli

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE TUVIA IN CINA Il Gruppo TUVIA è presente in Cina dal 2008 con uffici diretti a Shanghai, Pechino e Hong Kong. PECHINO Oltre alle filiali,

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO Lingua e letteratura italiana 1^ 2^ secondo biennio e quinto anno costituiscono un percorso formativo unitario 3^ 4^ 5^ Lingua

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania)

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) Capitolo 8 Le imprese nell economia globale: esportazioni, outsourcing e multinazionali [a.a. 2012/13] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) 8-1 Struttura della

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

COMMISSIONE EUROPEA. Bruxelles, 15.01.2010 C (2010) 7

COMMISSIONE EUROPEA. Bruxelles, 15.01.2010 C (2010) 7 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 15.01.2010 C (2010) 7 Oggetto: Aiuto di Stato N 540/2009 - Francia Proroga dell aiuto NN 155/2003 Realizzazione di un servizio sperimentale di autostrada ferroviaria e Aiuto

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Maggior comfort e sicurezza in movimento. Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus

Maggior comfort e sicurezza in movimento. Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus Maggior comfort e sicurezza in movimento Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus Comfort e sicurezza ti accompagnano in ogni situazione. Ecco cosa significa Feel

Dettagli

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare Prof. Felice ADINOLFI Università degli Studi di Bologna Roma 22 Gennaio

Dettagli

Kaba PAS - Pubblic Access Solution

Kaba PAS - Pubblic Access Solution Kaba PAS - Pubblic Access Solution Fondata nel 1950, Gallenschütz, oggi Kaba Pubblic Access Solution, ha sviluppato, prodotto e venduto per oltre 30 anni soluzioni per varchi di sicurezza automatici. Oggi

Dettagli

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative :

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative : Il Consorzio Servizi Plus, è una società di outsourcing, operante da oltre 10 anni nel settore dei servizi facchinaggio, trasporti e pulizia, con lo scopo precipuo di associare in forma consortile tutte

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia LA VALUTAZIONE PUBBLICA Altri ponti di Pierluigi Matteraglia «Meridiana», n. 41, 2001 I grandi ponti costruiti recentemente nel mondo sono parte di sistemi di attraversamento e collegamento di zone singolari

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici ALLEGATO A Profilo educativo, culturale e professionale dello studente a conclusione del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione per gli Istituti Tecnici 1. Premessa I percorsi degli Istituti

Dettagli

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal 1 gennaio 2014 A cura di Leonardo Pascarella Aggiornamento DICEMBRE 2014 Responsabile:

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

La Carinzia/Austria.

La Carinzia/Austria. 1 La Carinzia/Austria. Sinonimo di stabilità. Sinonimo di successo. Natascha Zmerzlikar Project Manager Italia Entwicklungsagentur Kärnten Agenzia per lo sviluppo economico della Carinzia 14 maggio 2009

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli