Internazionalizzare in. Marocco. Casablanca Novembre

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Internazionalizzare in. Marocco. Casablanca 26-28 Novembre"

Transcript

1 Internazionalizzare in Marocco Casablanca Novembre

2 Il Marocco e le nuove Opportunità Strategiche «( da un punto di vista strategico, i piani di sviluppo e i progetti già realizzati hanno permesso di modernizzare la nostra economia, di migliorarne la produttività e la competitività, di rafforzare gli investimenti pubblici e di creare dei poli di sviluppo regionali integrati. Grazie ad essi, il nostro Paese ormai dispone di un supporto stabile e chiaro per il suo sviluppo economico, e della capacità di crescita nonostante gli effetti e l impatto della crisi finanziaria mondiale. Tant è vero che quest ultima ha largamente favorito l inquadramento del Marocco come destinazione per gli investitori produttivi e allo stesso tempo come maggiore asse di scambi a livello regionale e internazionale ( )» Estratto del discorso di S.M. il Re Mohammed VI del 30 luglio 2010 Il Marocco sta vivendo un boom economico pari a quello italiano degli anni 60. Questo boom ha creato enormi opportunità di business, su un mercato in continua espansione, che rappresenta la porta dell Africa. Tutti i settori, da quello industriale a quello agricolo, dal terziario alle nuove tecnologie, stanno creando opportunità soprattutto per imprenditori stranieri che dispongono di un bagaglio di competenze ed esperienze personali maturate in anni di attività. Per aprire la propria attività imprenditoriale in Marocco non servono grandi capitali né tantomeno si è obbligati ad avere partner o soci marocchini. Le riforme economiche di questi ultimi anni, volute fortemente dal governo marocchino, stanno aprendo sempre più il paese agli imprenditori stranieri, offrendo opportunità di successo. Aprire in Marocco un attività è come un viaggio nel passato, una sorta di macchina del tempo. L imprenditore che arriva oggi in Marocco trova opportunità sul mercato come in Italia negli anni 80: chi ha vissuto in prima persona quegli anni d oro dell economia italiana. Attenzione però, in Marocco tutto è accelerato: è facilmente prevedibile che con gli attuali tassi di crescita, basteranno 2-3 anni al massimo a questo paese, per raggiungere uno sviluppo economico e sociale paragonabile all Italia. L'attuale crisi economica mondiale sta per giunta accelerando ulteriormente questo processo, in quanto sempre più Aziende da tutto il mondo preferiscono investire i propri capitali in Marocco, in quanto i recenti avvenimenti economici hanno dimostrato che questo paese, nonostante qualche piccolo rallentamento, continua a crescere. Il Marocco in numeri 2

3 Il Marocco ed i settori trainanti Il governo del Marocco ha identificato otto settori chiamati a diventare i pilastri dello sviluppo industriale del Regno. Per ciascuno di questi Settori Mondiali del Marocco, è stato elaborato un approccio strategico e specifico al fine di offrire agli operatori privati nazionali e internazionali opportunità di progetti competitivi, redditizi e a forte crescita. 1. Tessile e Cuoio 2. Agro-Alimentare 3. Energie Rinnovabili 4. Edilizia 5. Turismo 6. Elettronica 7. Automobilistico 8. Aeronautico e Aerospaziale 1. IL SETTORE TESSILE E CUOIO Maggior attore mediterraneo dell industria tessile e del cuoio, il Marocco offre un tessuto denso di piccole imprese con un elevata tecnica, manodopera abile, prossimità geografica con i principali mercati e forza di produzione logistica. Tutti questi elementi insieme alla storia del Paese permettono agli investitori del settore di posizionarsi efficacemente sulla media e alta gamma. Opportunità di investire nel settore tessile e del cuoio in Marocco: La fast fashion e la moda prêt-à-porter; I jeans e lo sportswear; I prodotti di nicchia di tre nuovi segmenti: la biancheria intima, i prodotti tessili per la casa e le calzature. L offerta tessile e del cuoio del Marocco comprende: Offerta immobiliare: piattaforme industriali integrate; Aiuti per l istallazione: offerta la rifinitura tintura stampa che va fino al 20% dell importo totale d investimento; Vantaggi fiscali e doganali; Sovvenzioni dello Stato (terreno, fuori sede, formazione); Spazi dedicati alla logistica e all approvvigionamento 2. IL SETTORE AGRO-ALIMENTARE Il Marocco è un Paese dalla grande tradizione agricola, ed ha saputo sviluppare un settore agro-alimentare moderno, competitivo e assolutamente diversificato. Opportunità di investire nel settore agroalimentare in Marocco: Trasformazione di frutta e verdura; Prodotti dell olivo e dell argan; Le spezie; Le piante aromatiche e medicinali; Trasformazione di carne e latte. L offerta agroalimentare del Marocco comprende: Sviluppo delle filiere e forti potenzialità nell export; Sviluppo e ristrutturazione delle filiere di derrate di base nazionale; Avviamento di un programma di formazione adatto al settore; Realizzazione di una rete di poli agricoli nelle regioni di Meknés, Orientale, Souss, Gharb, Haouz e Tadla; Vantaggi fiscali e doganali; Sovvenzioni dello Stato (terreno, fuori sede, formazione); 3

4 Il Marocco ed i settori trainanti 3. IL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI L accelerazione dello sviluppo economico e sociale in Marocco ha portato alla crescita della domanda di energia, che sta per aumentare del 36% all orizzonte del 2015, e di triplicare da oggi al Per far fronte a questa domanda crescente, sono state identificate 4 priorità: Mettere al sicuro l approvvigionamento di energia; Ottimizzare l accesso alle energie; Razionalizzare il consumo di energia; Proteggere l ambiente con le energie rinnovabili. Le energie rinnovabili costituiscono la migliore risposta a queste priorità. La scommessa principale sarà quella di assicurarne lo sviluppo valorizzando il potenziale solare e eolico e di ingrandire la loro integrazione nei mercati regionali e internazionali. L ambizione del Marocco è di ottenere un tasso del 42% della capacità energetica istallata in energie rinnovabili da oggi fino al Creazione di un Agenzia dedicata che beneficia dell appoggio statale, l Agenzia Marocchina per l Energia Solare (MASEN) La MASEN ha per obiettivo la realizzazione del piano solare marocchino e inoltre il raggiungimento di 2000 MW nel 2020 attraverso: Progetto di produzione dell energia solare Il Marocco ha lanciato un ambizioso progetto di produzione di energia solare che porrà il Regno tra i grandi leaders mondiali. Entrato nella fase di realizzazione, questo programma prevede: La creazione di progetti di sviluppo dell energia solare nelle zone del territorio nazionale; L elaborazione di studi tecnici, economici e finanziari necessari alla qualificazione dei siti; La concezione, la realizzazione e la gestione dei progetti dell energia solare; La contribuzione alla ricerca e alla mobilitazione dei finanziamenti necessari alla realizzazione e alla gestione nei progetti di energia solare; La proposizione per amministrazione delle modalità d integrazione industriale per ciascun progetto di energia solare; La promozione del programma presso investitori nazionali e stranieri. La produzione di 2000 MW su cinque siti per un totale di ettari nel sud del Regno; L investimento di 9 miliardi USD; La produzione del 38% della potenza istallata a fine 2008 e del 14% della potenza elettrica nel 2020; Il risparmio in combustibile di milione di tonnellate equivalenti di petrolio e la non emissione di 3,7 milioni di tonnellate di CO2. 4

5 Il Marocco ed i settori trainanti 4. IL SETTORE EDILE Gli investimenti del settore edile vanno verso due e principali categorie: l acquisto di alloggi e la promozione immobiliare. In queste due categorie, la crescita del mercato è principalmente dovuta all arrivo di investitori e compratori stranieri. In materia di promozione immobiliare il mercato marocchino conosce una recente dinamica, è stato aperto agli investitori stranieri dal 2000 e la maggior parte degli investimenti vanno verso il residenziale secondario o verso gli alloggi sociali; questi ultimi offrono dei buoni vantaggi fiscali. Una trentina di imprese straniere hanno firmato con lo Stato marocchino delle convenzioni al riguardo. In materia d acquisto, la prossimità con l Europa è uno dei principali vantaggi per l acquisto di un appartamento o di una casa in Marocco, inoltre i prezzi dell immobiliare nel paese sono molto al di sotto di quelli dei paesi occidentali. 5. IL SETTORE DEL TURISMO Il Marocco è incontestabilmente una delle destinazioni turistiche per eccellenza. Con 3500 Km di costa, la ricchezza e la diversità della sua natura, una storia millenaria, l ospitalità leggendaria della sua popolazione e le sue tradizioni secolari, il Marocco ha, dalla sua indipendenza, optato per il turismo come una delle leve prioritarie per lo sviluppo socioeconomico. Nel 2001, forte dei suoi punti a favore naturali e della ricchezza del suo patrimonio culturale, il Marocco si è dotato di una Visione 2010 per il turismo. La visione 2010 e gli obiettivi: Accogliere 10 milioni di turisti; Portare la capacità degli hotel a letti; Creare sei nuove stazioni balneari sulle coste mediterranee e atlantiche; Generare più di 48 miliardi di entrate in valuta straniera; Creare nuovi impieghi stabili. La visione 2012 ed i principi: Capitalizzare sugli acquisti della Visione 2010; Passare a un tentativo di sistemazione del territorio in termini d impiego e d investimenti; Sviluppare la competitività del turismo marocchino posizionandosi sull onda delle tendenze e delle nuove opportunità Rafforzare la differenziazione del turismo marocchino ponendo lo sviluppo durevole come parte principale. 6. IL SETTORE ELETTRONICO In Marocco, l elettronica è un settore dinamico grazie alla qualità delle infrastrutture d accoglienza e alla disponibilità di ingegneri e tecnici qualificati. Da qui al 2015, 9000 profili saranno formati. Opportunità d investimento nell elettronica in Marocco: Meccanica; Elettronica industriale; Elettronica per l automobile e l aeronautica. L offerta elettronica del Marocco comprende: Offerta immobiliare: quartieri di elettronica nelle piattaforme industriali integrate a Kenitra, Nouasseur e a Tanger; Offerta formazione: centri di formazione specializzati (OFPPT), aiuti alla formazione che vanno fino a DH (circa euro) per persona; Vantaggi fiscali e doganali: statuto di zona franca nelle zone a questa dedicate; Contributi del Fondo Hassan II: fino al 10% dell investimento; Sovvenzioni dello Stato: terreno, formazione, fuori sede 5

6 Il Marocco ed i settori trainanti 7. IL SETTORE AUTOMOBILISTICO L investimento di più di 236 milioni di dirhams (circa 20 milioni di euro) del gruppo giapponese «Yazaki» per la costruzione di una fabbrica per il cablaggio automobile a Kenitra, permetterà la creazione di più di 1600 impieghi diretti e stabili. Grazie alla presenza di un costruttore leader come Renault il Marocco acquista progressivamente una posizione di sempre maggior rilievo nell industria automobilistica a livello mondiale. Inoltre, con lo sviluppo di una densa rete di sviluppatori e con l istallazione di siti d assemblaggio, i veicoli montati in Marocco sono oggi esportati in Egitto, in Tunisia e sul mercato europeo. La Renault ha: Unità di assemblaggio nel sito di Melloussa (a fianco del complesso portuario di Tanger Med) Sito da 314 ettari Investimenti di 1,1 miliardi di euro. L offerta automobilistica del Marocco comprende: Offerta immobiliare: 2 piattaforme industriali integrate a Kenitra e a Tanger; Offerta formazione: Istituti specializzati nel settore automobilistico (obiettivo di profili da oggi fino al 2015); aiuta per la formazione fino a DH (circa 3000 euro); Vantaggi fiscali e doganali: statuto di zona franca nelle zone a questa dedicate; Contributi del Fondo Hassan II: fino al 10% dell investimento; Sovvenzioni dello Stato: terreno, formazione, fuori sede 8. IL SETTORE AERONAUTICO E AEROSPAZIALE Grazie a un offerta particolarmente attrattiva, il Marocco oggi si posiziona come una destinazione competitiva nel settore dell impianto di industrie aeronautiche. Opportunità d investimento nell Aeronautica in Marocco: Materiali composti; Lavoro dei metalli; Assemblaggio; Ingegneria e concezione; Riparazione dei motori ed equipaggiamento; Manutenzione; Sistemi elettrici e cablaggio; Trasformazione e modifiche di aerei. L offerta aeronautica del Marocco comprende: Offerta immobiliare: piattaforme industriali integrate a Nouasseur (Casablanca); Offerta formazione (obiettivo: arrivare a profili da adesso al 2015); Istituti dei settori dell aeronautica, aiuti alla formazione, all assunzione e al lavoro fino a DH (circa 3600 euro); Vantaggi fiscali e doganali: statuto di zona franca nelle zone a questa dedicate; Contributi del Fondo Hassan II: fino al 10% dell investimento; Sovvenzioni dello Stato: terreno, formazione, fuori sede 6

7 L offerta di WBFO Casablanca novembre 2014 World Business Forum Opportunity (WBFO) è una piattaforma d affari specifica per la micro e la piccola impresa al fine di internazionalizzare con piccoli investimenti ma con progetti ambiziosi di crescita. Questa piattaforma d affari offre all imprenditore tutta una gamma di servizi che gli permette di formulare facilmente la migliore strategia di attacco del mercato, evitando i rischi economici, professionali e di cultura del singolo Paese. I servizi principali sono: 1. Analisi dell azienda e della sua strategia di internazionalizzazione 2. Visita commerciale sul Paese incontrando Business Partner, Buyer, Clienti in una missione esplorativa 3. Definizione e realizzazione di un Piano di Azione con Partner Locali di Salone d Impresa spa L offerta prevede che - dal 26 novembre al 28 novembre 2014 con volo da Bologna - il management di Salone d Impresa presenterà ai partecipanti a Casablanca (Marocco) 25 imprenditori del Marocco, per consentire alle imprese italiane di sviluppare rapporti commerciali dirette e concrete con una delle aree a più alto tasso di crescita del mondo. Il programma prevede inoltre 75 incontri bilaterali con Buyer, Imprenditori locali nei seguenti 7 settori merceologici: -Tessile e Cuoio -Agro-Alimentare -Energie Rinnovabili -Edilizia -Turismo -Elettronica -Automobilistico -Aeronautico e Aerospaziale L'offerta prevede la partecipazione diretta agli incontri di business bilaterali a Casablanca e comprende il volo a/r da Bologna, i transfer, il pernottamento in pensione completa in alberghi 4/5 stelle e gli spostamenti tra le varie realtà del Paese. La partenza è prevista nel pomeriggio del 26 novembre 2014 ed il ritorno nella serata del 28 novembre Per motivi organizzativi il termine delle iscrizioni è fissato al 14 novembre I posti disponibili sono: 20 Il prezzo per singolo partecipante è pari ad euro 5.500,00 (+ Iva) da versare interamente al momento dell iscrizione, tramite bonifico bancario intestato a: Salone d'impresa spa; causale: WBFO Casablanca 2014; IBAN: IT02L Come aderire: inviando una mail a oppure chiamandolo al numero riceverete tutte le indicazioni ed i dettagli dell intero programma. Chi è Salone d Impresa spa Salone d Impresa spa è una società che da oltre 10 anni è un importante strumento per comunicare, venire in contatto e dialogare con gli operatori delle Piccole e Medie Imprese non solo del Nord Est, ma nazionali ed europee. Un identità che ha sviluppato una Community in grado di mettere in relazione più di attori del sistema economico nazionale. Salone d Impresa rappresenta un ottima opportunità per entrare in relazione d affari con partners e fornitori internazionali, di beni e servizi. Per maggiori informazioni visita il sito oppure contatta direttamente Lorenzo Marchioli al o via mail 7

8 Salone d Impresa spa Via Camporese, 100/H Mestre Venezia Tel. e Fax impresa.it Salone d'impresa SI OCCUPA DI: EVENTI RELAZIONI DI BUSINESS SVILUPPO - Strategia, Progetti e Prodotti, Risultati e PICCOLE - Organizzazione, Leadership e Lavoro di gruppo - Controllo, Guida, Corporate Management - Passaggio Generazionale e Sviluppo della Managerialità Illuminarsi di passioni, di sogni, di azioni: hai il Mondo come - Marketing e Internazionalizzazione Mercat! - Formazione, Coaching, Worklife Experience, Temporary Management Visita i nostri siti: Dodicesimo Salone d Impresa Visita il nostro canale YouTube: UC-mK31J2Cq4mciCfgLejyvg WBFO è realizzato in collaborazione con: 8

dell Alleanza del Pacifico

dell Alleanza del Pacifico Internazionalizzare nei paesi dell Alleanza del Pacifico Alleanza del Pacifico 10-17 febbraio 10-17 marzo 2015 1 Che cos è l Alleanza del Pacifico È un iniziativa d integrazione regionale composta da Cile,

Dettagli

Scheda Paese Marocco. A cura di. Nadia Harbouli Ufficio Marocco

Scheda Paese Marocco. A cura di. Nadia Harbouli Ufficio Marocco Scheda Paese Marocco A cura di Nadia Harbouli Ufficio Marocco DESK ITALIA - MAROCCO MAROCCO MAROCCO Mercato prioritario per stabilità economica e politica Posizione geografica strategica Indicatori macro-economici

Dettagli

CHI. network founder. Gli accordi di libero interscambio garantiscono l accesso ad oltre un miliardo di consumatori

CHI. network founder. Gli accordi di libero interscambio garantiscono l accesso ad oltre un miliardo di consumatori Gli accordi di libero interscambio garantiscono l accesso ad oltre un miliardo di consumatori CHI SIAMO: Massimo Porrini Ceo & Founder Gruppo Porrini Direttore generale di PORRINI Srl Direttore generale

Dettagli

LA FILIERA AUTOMOTIVE IN MAROCCO

LA FILIERA AUTOMOTIVE IN MAROCCO Ufficio di Casablanca - Sezione per la Promozione degli Scambi dell Ambasciata d Italia in Marocco LA FILIERA AUTOMOTIVE IN MAROCCO (novembre 2014) In base ai dati diramati dal Governo marocchino, il settore

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013 MATCHING Brasile San Paolo, 24-25 giugno 2013 LE INFORMAZIONI GENERALI I settori* coinvolti sono : Agricolo, agroalimentare (food & beverage), agroindustriale Edilizia e impiantistica: materiali e prodotti

Dettagli

TANGER MED UNA PIATTAFORMA LOGISTICA ED INDUSTRIALE DI LIVELLO INTERCONTINENTALE

TANGER MED UNA PIATTAFORMA LOGISTICA ED INDUSTRIALE DI LIVELLO INTERCONTINENTALE TANGER MED UNA PIATTAFORMA LOGISTICA ED INDUSTRIALE DI LIVELLO INTERCONTINENTALE Agenzia Italiana per il Commercio Estero Sezione per la Promozione degli Scambi dell Ambasciata d Italia in Marocco 21,

Dettagli

Solo l innovazione continua ci consente di essere sempre pronti ad affrontare le sfide che il futuro ci riserva

Solo l innovazione continua ci consente di essere sempre pronti ad affrontare le sfide che il futuro ci riserva La società CESCOITALIA nasce dall esperienza di oltre 25 anni di attività di consulenza d impresa in Italia ed all estero dei suoi soci fondatori. Opera in Marocco dal 2003, nel settore dello sviluppo

Dettagli

NUOVA TUNISIA NUOVE OPPORTUNITA. Ing. Hechmi CHATMEN Delegato Generale di FIPA Tunisia Milano Milano, 09 maggio 2012

NUOVA TUNISIA NUOVE OPPORTUNITA. Ing. Hechmi CHATMEN Delegato Generale di FIPA Tunisia Milano Milano, 09 maggio 2012 NUOVA TUNISIA NUOVE OPPORTUNITA Ing. Hechmi CHATMEN Delegato Generale di FIPA Tunisia Milano Milano, 09 maggio 2012 L ITALIA 2 partner economico della Tunisia 2 Cliente 2 Investitore 25 % il numero delle

Dettagli

Un favorevole contesto per il business internazionale

Un favorevole contesto per il business internazionale P&A Legal Maroc Un favorevole contesto per il business internazionale Il Marocco rappresenta, oggi, il più attrattivo polo nord africano per le imprese europee che si affacciano a sud del Mediterraneo;

Dettagli

Un analisi storica e comparativa dell apertura internazionale delle imprese venete

Un analisi storica e comparativa dell apertura internazionale delle imprese venete Il modello di internazionalizzazione del Veneto Gli argomenti trattati Il commercio estero le esportazioni e le importazioni Gli investimenti diretti esteri le partecipazioni delle imprese venete all estero

Dettagli

DISCORSO DEL PRESIDENTE della Provincia di Binh Duong. Seminario Vietnam, un mondo di opportunità (03-2015/05/13)

DISCORSO DEL PRESIDENTE della Provincia di Binh Duong. Seminario Vietnam, un mondo di opportunità (03-2015/05/13) DISCORSO DEL PRESIDENTE della Provincia di Binh Duong Seminario Vietnam, un mondo di opportunità (03-2015/05/13) Prima di tutto vorrei ringraziarvi della Vostra calorosa accoglienza e, nello stesso tempo,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

Dal Brain Drain al Brain Circulation

Dal Brain Drain al Brain Circulation Dal Brain Drain al Brain Circulation Il caso Italiano nel contesto globale Simona Milio London School of Economics and Political Science Introduzione Il problema e La sfida Le cause Le politiche adottate

Dettagli

ALLEGATO 1 C SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO PER I CITTADINI

ALLEGATO 1 C SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO PER I CITTADINI ALLEGATO 1 C SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO PER I CITTADINI SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO PER I CITTADINI La Regione Emilia-Romagna giunge all appuntamento con il nuovo periodo di programmazione dei

Dettagli

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Nel corso dell ultimo anno, il sistema economico ceco ha dimostrato, nonostante il rallentamento economico globale ed europeo, di poter

Dettagli

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete FONDO SOCIALE EUROPEO IN SINERGIA CON IL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE POR 2014 2020 Ob. Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione

Dettagli

Export manager per il settore della nautica da diporto

Export manager per il settore della nautica da diporto PROGETTO COFINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica da diporto FORMAZIONE SUPERIORE Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica

Dettagli

Questionario sui fabbisogni. di servizi per l internazionalizzazione delle aziende

Questionario sui fabbisogni. di servizi per l internazionalizzazione delle aziende Via Valentini, 14-59100 Prato tel. 0574 4551 - fax 0574 604595 www.ui.prato.it e-mail: uip@ui.prato.it Questionario sui fabbisogni di servizi per l internazionalizzazione delle aziende L IMPRESA E I MERCATI

Dettagli

PANEL 1: ENERGIA. Signor Presidente Ermolli, caro Ministro Khelil colleghi Ministri, amici imprenditori, signore e signori,

PANEL 1: ENERGIA. Signor Presidente Ermolli, caro Ministro Khelil colleghi Ministri, amici imprenditori, signore e signori, FORUM ECONOMICO-FINANZIARIO PER IL MEDITERRANEO PANEL 1: ENERGIA (Milano, 20 luglio 2009, ore 15) Signor Presidente Ermolli, caro Ministro Khelil colleghi Ministri, amici imprenditori, signore e signori,

Dettagli

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo»

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Torino, 28-30 Novembre 2011 Luca Pignatelli Demografia (2010-2011) Popolazione

Dettagli

SIRAM al servizio del progresso energetico

SIRAM al servizio del progresso energetico SIRAM al servizio del progresso energetico Il Gruppo Siram in Italia SIRAM SPA Leader in Italia nei servizi energetici e multitecnologici per il mercato Pubblico e Privato sede legale Milano 4 Unità di

Dettagli

Forum Economico Italia-Romania Bucarest 2014

Forum Economico Italia-Romania Bucarest 2014 Forum Economico Italia-Romania Bucarest 2014 R.S.V.P. entro il 23 setembre 2014 Segreteria Organizzativa Telefono: +39 06 64 760 943 Email: office@cciro.it Forum Economico Italia-Romania Bucarest, 26-27

Dettagli

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno Bojan Stevanovic, M.B.A. Console Consigliere Commerciale Consolato Generale della Repubblica di Serbia Milano Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR

Dettagli

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane PREMESSA L economia italiana attraversa una fase di acuta recessione. Conseguentemente, le attività industriali produttive, eccetto quelle

Dettagli

Con il sostegno del Programma di Modernizzazione Industriale, finanziato dall Unione europea. Agenzia di Promozione dell Investimento Estero

Con il sostegno del Programma di Modernizzazione Industriale, finanziato dall Unione europea. Agenzia di Promozione dell Investimento Estero Con il sostegno del Programma di Modernizzazione Industriale, finanziato dall Unione europea Agenzia di Promozione dell Industria Agenzia di Promozione dell Investimento Estero Centro di Promozione delle

Dettagli

L OFFERTA PER L ORDI NE DEGLI ARCHITETTI DI VARESE

L OFFERTA PER L ORDI NE DEGLI ARCHITETTI DI VARESE L OFFERTA PER L ORDI NE DEGLI ARCHITETTI DI VARESE L Ordine degli architetti di Varese è interessato a sviluppare a) un ciclo di incontri di formazione sulle tematiche dell internazionalizzazione da offrire

Dettagli

Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click

Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click Per l Expo tutto l agroalimentare italiano in un click - 14 gennaio 2015 - L Italia, campione del mangiar bene e del buon vino, leader mondiale nella sicurezza alimentare e nell eco-sostenibilità delle

Dettagli

Gestioni, consulenze e soluzioni innovative per aziende alberghiere.

Gestioni, consulenze e soluzioni innovative per aziende alberghiere. Gestioni, consulenze e soluzioni innovative per aziende alberghiere. Da oltre dieci anni il mercato turistico mondiale ha cambiato aspetto. L'avvento del web come canale di distribuzione, i portali online,

Dettagli

L'immagine del Sud Italia nel mondo: i risultati di una indagine demoscopica del Dipartimento per le Politiche di Sviluppo presso gli operatori

L'immagine del Sud Italia nel mondo: i risultati di una indagine demoscopica del Dipartimento per le Politiche di Sviluppo presso gli operatori 1 L INDAGINE Nel giugno 2003, il Servizio per le politiche dei Fondi strutturali comunitari del Dipartimento per le politiche di sviluppo del Ministero dell Economia e delle Finanze ha affidato, a seguito

Dettagli

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre (bozza non corretta) Accesso al credito: il ruolo di Cassa depositi e prestiti. Gli strumenti di sostegno alle PMI ed alle Pubbliche Amministrazioni" GIOVEDI' 14 GIUGNO 2012 FERMO (Sala dei Ritratti -

Dettagli

San Paolo: multiple opportunità che danno un impulso ai tuoi affari

San Paolo: multiple opportunità che danno un impulso ai tuoi affari San Paolo: multiple opportunità che danno un impulso ai tuoi affari L importanza dell economia paulista trascende le frontiere brasiliane. Lo Stato è una delle regioni più sviluppate di tutta l America

Dettagli

NOTA STUDIO CONFESERCENTI

NOTA STUDIO CONFESERCENTI Ufficio Stampa NOTA STUDIO CONFESERCENTI IMPRESE, STUDIO CONFESERCENTI: GLI IMMIGRATI RESISTONO MEGLIO ALLA CRISI: NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2012 LE IMPRESE INDIVIDUALI CON TITOLARI EXTRA UE CRESCONO DI

Dettagli

OBIETTIVI DEL MASTER

OBIETTIVI DEL MASTER L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. 2 turisti stranieri su 3 considerano la cultura e il cibo come principale motivazione di un viaggio in Italia e

Dettagli

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen.

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen. Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico Presentazione Franchising www.sargreen.com info@sargreen.com 1 Sommario Il Franchising... 2 Mission Franchising... 2 Il settore

Dettagli

Un azione di sistema a sostegno del business delle imprese italiane in Serbia

Un azione di sistema a sostegno del business delle imprese italiane in Serbia Un azione di sistema a sostegno del business delle imprese italiane in Serbia Ing. Renato Pujatti Pordenone, 9 giugno 2011 Obiettivi del progetto Costituire una rete di attori economici e istituzionali

Dettagli

Prot. 2438/SN Pescara, 26 settembre 2011 Tot. Pag. 5 Alle DITTE INTERESSATE / LORO SEDI

Prot. 2438/SN Pescara, 26 settembre 2011 Tot. Pag. 5 Alle DITTE INTERESSATE / LORO SEDI Prot. 2438/SN Pescara, 26 settembre 2011 Tot. Pag. 5 Alle DITTE INTERESSATE / LORO SEDI Spett.le Ditta, il Centro Estero Abruzzo organizza, in collaborazione con la Regione Abruzzo - Direzione Sviluppo

Dettagli

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI?

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Il piano di investimenti per l Europa consisterà in un pacchetto di misure volte a sbloccare almeno 315 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati

Dettagli

NUOVA TUNISIA NUOVE OPPORTUNITA. Ing. Hechmi CHATMEN Delegato Generale di FIPA Tunisia Milano Lugano, 22 maggio 2012

NUOVA TUNISIA NUOVE OPPORTUNITA. Ing. Hechmi CHATMEN Delegato Generale di FIPA Tunisia Milano Lugano, 22 maggio 2012 NUOVA TUNISIA NUOVE OPPORTUNITA Ing. Hechmi CHATMEN Delegato Generale di FIPA Tunisia Milano Lugano, 22 maggio 2012 OGGI, LA TUNISIA DISPONE DI NUOVI VALORI PER SVILUPPARE LA COOPERAZIONE CON I NOSTRI

Dettagli

Quadro giuridico per investire

Quadro giuridico per investire LIBIA Investimenti Quadro giuridico per investire La legge sugli investimenti, l. n. 9 del 2010 si caratterizza per gli aspetti di spiccata innovazione e attenzione rispetto all attrattività dei capitali

Dettagli

LE NUOVE POLITICHE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE I MPRESE NELLA PROSPETTIVA DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020

LE NUOVE POLITICHE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE I MPRESE NELLA PROSPETTIVA DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 LE NUOVE POLITICHE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE I MPRESE NELLA PROSPETTIVA DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 \ OBIETTIVI TEMATICI (art.9 Reg.Generale) Interventi attivabili nel periodo 2014-2020 Grado

Dettagli

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Strumenti finanziari

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Strumenti finanziari progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Gli strumenti finanziari co-finanziati dai Fondi Strutturali e di Investimento Europei permettono di investire, in modo

Dettagli

Europa, sostegno ed. ecomusei. Interessa? Partecipazione e reti. Con chi? In che ambiti? Con chi? Punti critici

Europa, sostegno ed. ecomusei. Interessa? Partecipazione e reti. Con chi? In che ambiti? Con chi? Punti critici Europa, sostegno ed Partecipazione e reti ecomusei Interessa? Cagliero, Maggi, Retilunghe. Gli ecomusei e l integrazione europea In che ambiti? Con chi? Cagliero, Maggi, Retilunghe. Gli ecomusei e l integrazione

Dettagli

Caratteristiche e Potenzialità

Caratteristiche e Potenzialità Le opportunità di investimento per le aziende italiane Dott. Enrico Perego Milano, 8 Marzo 2012 Caratteristiche e Potenzialità Valutazione Paese Forza lavoro giovane e a basso costo Forte stabilità politica

Dettagli

ingmotors.it franchising@ingmotors.it

ingmotors.it franchising@ingmotors.it ingmotors.it franchising@ingmotors.it COSA FACCIAMO CHI SIAMO IngMotors è la divisione mobilità elettrica della Ing4Energy, società di ingegneria elettrica fondata nel 2007 operante nel settore della produzione

Dettagli

IL GOVERNATORE CUOMO LANCIA IL FONDO PER L ENERGIA PULITA DA 5 MILIARDI DI DOLLARI PER LA CRESCITA DELL ECONOMIA DELL ENERGIA PULITA DI NEW YORK

IL GOVERNATORE CUOMO LANCIA IL FONDO PER L ENERGIA PULITA DA 5 MILIARDI DI DOLLARI PER LA CRESCITA DELL ECONOMIA DELL ENERGIA PULITA DI NEW YORK Per la Diffusione Immediata: 21/1/2016 Stato di New York Executive Chamber Andrew M. Cuomo Governatore IL GOVERNATORE ANDREW M. CUOMO IL GOVERNATORE CUOMO LANCIA IL FONDO PER L ENERGIA PULITA DA 5 MILIARDI

Dettagli

Accelerare l internazionalizzazione. Marco Costaguta

Accelerare l internazionalizzazione. Marco Costaguta Accelerare l internazionalizzazione Marco Costaguta La ripresa c è. noi non la vediamo ancora 2 Senza export non riusciremo a ripartire +2% Gli ultimi 4-5 anni hanno mostrato PIL stabile/in contrazione

Dettagli

La programmazione 2014-2020: Integrare i fondi per il territorio e per il consumo e le produzioni sostenibili

La programmazione 2014-2020: Integrare i fondi per il territorio e per il consumo e le produzioni sostenibili La programmazione 2014-2020: Integrare i fondi per il territorio e per il consumo e le produzioni sostenibili Bologna, 14 maggio 2014 Silvia Grandi Responsabile Servizio Intese Istituzionali e Programmi

Dettagli

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia 2013 2014 Articolazione innovativa in progetti tematici modulati in chiave geografica, con focus sulla Potenziamento ed estensione del supporto a Rafforzamento della I CONTENUTI IN SINTESI: I PUNTI CHIAVE

Dettagli

Primo Rapporto Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali

Primo Rapporto Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali ente bilaterale lavanderie industriali fra AUIL FEMCA-CISL FILTEA-CGIL UILTA-UIL Primo Rapporto Osservatorio sul settore delle lavanderie industriali Sintesi Dati di scenario: 600 imprese per 15 addetti

Dettagli

Il leader nell efficienza energetica e ambientale

Il leader nell efficienza energetica e ambientale Il leader nell efficienza energetica e ambientale GDF SUEZ offre soluzioni energetiche innovative a privati, comunità e imprese, avvalendosi di: un portafoglio di approvvigionamento diversificato un parco

Dettagli

CHINA BUSINESS LAB. 6-12 Giugno 2013 Ningbo/Shanghai. Promosso da

CHINA BUSINESS LAB. 6-12 Giugno 2013 Ningbo/Shanghai. Promosso da CHINA BUSINESS LAB 6-12 Giugno 2013 Ningbo/Shanghai Promosso da China Business Lab un evento unico ed esclusivo per iniziare a fare business in China Partner CHINA BUSINESS LAB Shanghai Chamber of Commerce

Dettagli

Cross Cultural Management Il caso India. Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano. Napoli, 15 gennaio 2007

Cross Cultural Management Il caso India. Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano. Napoli, 15 gennaio 2007 Cross Cultural Management Il caso India Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano Napoli, 15 gennaio 2007 Relatore: Giovanni De Filippis 1 IL caso India La Fiat e l India L India per Fiat Auto

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y MAROCCO DISCIPLINA DEGLI INVESTIMENTI ESTERI IN MAROCCO di Avv. Francesco Misuraca Investimenti esteri in Marocco Il Governo del Marocco incoraggia attivamente gli investimenti esteri e sta ponendo in

Dettagli

PIANO STRATEGICO DI SVILUPPO DEL TURISMO IN ITALIA (2016-2021) Primi Orientamenti

PIANO STRATEGICO DI SVILUPPO DEL TURISMO IN ITALIA (2016-2021) Primi Orientamenti PIANO STRATEGICO DI SVILUPPO DEL TURISMO IN ITALIA (2016-2021) Primi Orientamenti 1. MOTIVAZIONI E SCELTE ESSENZIALI La capacità competitiva dell Italia nel mercato internazionale del turismo è largamente

Dettagli

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 )

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) DECRETO SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) Contenuto del decreto Art. 1 Con il presente decreto

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni

Dettagli

Ambasciatori. Rappresentano gli interessi di un area geografica. Russia Medio Oriente. Cina Sud-Est Asiatico. Nord America Fabbisogno energetico

Ambasciatori. Rappresentano gli interessi di un area geografica. Russia Medio Oriente. Cina Sud-Est Asiatico. Nord America Fabbisogno energetico Ambasciatori gli interessi di un area geografica Russia Medio Oriente Economia basata sul petrolio e sul gas naturale Cina Sud-Est Asiatico carbone, economia in forte crescita Nord America grande nazione,

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

Forum Nord Africa. Approcci e metodi per intrattenere rapporti d affari in maniera strutturata. Stella Occhialini Baveno.

Forum Nord Africa. Approcci e metodi per intrattenere rapporti d affari in maniera strutturata. Stella Occhialini Baveno. Forum Nord Africa Approcci e metodi per intrattenere rapporti d affari in maniera strutturata Stella Occhialini Baveno 11 Novembre 2013 Roncucci&Partners è una business consulting che si occupa da oltre

Dettagli

P R O M O S. Il tuo partner per l internazionalizzazione. 4 Marzo 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale

P R O M O S. Il tuo partner per l internazionalizzazione. 4 Marzo 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale Internazionalizzazione e marketing territoriale P R O M O S CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Il tuo partner per l internazionalizzazione Dal 1786 l istituzione al servizio

Dettagli

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2013 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici

Dettagli

RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE

RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE RES RETE EFFICIENZA SOSTENIBILE "I venti dell'innovazione La sfida per l'energia del futuro" Lunedì 21 maggio Centro Congressi Ville Ponti di Varese PERCHE UNA RETE SULLA EFFICIENZA SOSTENIBILE Nasce dalla

Dettagli

La tua impresa è pronta per espandersi all estero? UniCredit International, pronte 4 azioni concrete per il decollo.

La tua impresa è pronta per espandersi all estero? UniCredit International, pronte 4 azioni concrete per il decollo. La tua impresa è pronta per espandersi all estero? UniCredit International, pronte 4 azioni concrete per il decollo. 1 CONTROPARTI PRODOTTI CONSULENZA UniCredit International 4 azioni concrete per aiutarti

Dettagli

BUSINESS FORUM ENTERPRISE PARTNERSHIPS FOR DEVELOPMENT. Nell ambito del Progetto UNIDO SME Cluster Development - TEVIE08003

BUSINESS FORUM ENTERPRISE PARTNERSHIPS FOR DEVELOPMENT. Nell ambito del Progetto UNIDO SME Cluster Development - TEVIE08003 BUSINESS FORUM ENTERPRISE PARTNERSHIPS FOR DEVELOPMENT Nell ambito del Progetto UNIDO SME Cluster Development - TEVIE08003 Ho Chi Min City, Vietnam 24-26 Maggio 2012 PROGRAMMA & LOGISTICA 1 PRESENTAZIONE

Dettagli

MISSIONE ECONOMICA VENETA IN ALBANIA Tirana, 18-20 novembre 2015

MISSIONE ECONOMICA VENETA IN ALBANIA Tirana, 18-20 novembre 2015 Prot. 3796 Tot. pag. 6 Venezia, 7 settembre 2015 MISSIONE ECONOMICA VENETA IN ALBANIA Tirana, 18-20 novembre 2015 L iniziativa., in collaborazione con Padova Promex, CCIAA di Treviso, CCIAA di Verona e

Dettagli

Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane

Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane Paolo Di Benedetto Responsabile Dipartimento Valutazione Investimenti e Finanziamenti 21

Dettagli

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave:

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave: 2 3 scheda SEZIONE C: SCHEDA La strategia di sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia 2014-2020 in breve La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole

Dettagli

La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO

La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO TopLegal Roma, 23 settembre 2010 Il progetto Nel mese di dicembre 2009, su iniziativa

Dettagli

L esperienza dell 'Area di Crisi di Tossilo. Il PSL dell Areadi Crisi di Porto Torres

L esperienza dell 'Area di Crisi di Tossilo. Il PSL dell Areadi Crisi di Porto Torres Contenuti del seminario 3 Modello I PFSL: un nuovo modello di intervento per contrastare la crisi a favore dello sviluppo locale Esperienze L esperienza dell 'Area di Crisi di Tossilo Focus Area di Crisi

Dettagli

Intervista a Maria Kranohorska, Ambasciatrice di Slovacchia

Intervista a Maria Kranohorska, Ambasciatrice di Slovacchia Attività produttive I nostri partner europei Intervista a Maria Kranohorska, Ambasciatrice di Slovacchia a cura di SRM - Studi e Ricerche per il Mezzogiorno Il Dossier Unione Europea accoglie in questa

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

Il mondo produttivo e la Green Economy

Il mondo produttivo e la Green Economy Bologna Venerdì, 22 ottobre 2010 Verso un nuovo PER: linee di indirizzo per un Piano partecipato Il mondo produttivo e la Green Economy LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA, LE GREEN TECHNOLOGIES, IL PIANO ANTICRISI

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012.

Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012. Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012. Intervento di Bruno Lescoeur, Amministratore Delegato, Edison Nella prima occasione in cui ho parlato a questa

Dettagli

Osservatorio Economia e Lavoro in Emilia-Romagna. Marco Sassatelli

Osservatorio Economia e Lavoro in Emilia-Romagna. Marco Sassatelli Osservatorio Economia e Lavoro in Emilia-Romagna Marco Sassatelli Il quadro - Produzione industriale ed export - 60 Produzione Fatturato Ordini 40 20 0-20 2003 - I 2003 - II 2003 - III 2003 - IV 2004 -

Dettagli

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza.

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza. INSIEME PER L IMPRESA La forma e la sostanza. 2 La cultura d impresa è un patrimonio prezioso come i capitali e le buone consulenze. BANCA D IMPRESA SI NASCE ESPERIENZA, SPECIALIZZAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY Istituto nazionale per il Commercio Estero Nota Congiunturale URUGUAY Maggio 2011 L'economia uruguaiana, nel 2010, ha registrato una significativa crescita del PIL dell 8,5% rispetto al 2009 e, nel primo

Dettagli

G.Bertoni - P. d Agata - G. Lauria. 30 Parallelo: Mediterraneo e Medio Oriente, per crescere oltre i confini

G.Bertoni - P. d Agata - G. Lauria. 30 Parallelo: Mediterraneo e Medio Oriente, per crescere oltre i confini G.Bertoni - P. d Agata - G. Lauria 30 Parallelo: Mediterraneo e Medio Oriente, per crescere oltre i confini Milano, 8 luglio 2009 L Area MeG 30 Parallelo SIMEST - BNL Gruppo BNP Paribas - ASSAFRICA & MEDITERRANEO

Dettagli

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS

TOYOTA. Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS TOYOTA Strategia e politica aziendale A.A. 2012/2013 LAURA CORRIAS 1 1. ANALISI DEL SETTORE 2. TOYOTA 3. LANCIO AYGO 4. CONCLUSIONI 2 INDUSTRIA Più IMPORTANTE PER FATTURATO La rilevanza del settore si

Dettagli

Così, insieme, la nostra energia vale di più

Così, insieme, la nostra energia vale di più 1 Protocollo d intesa del16 febbraio 2010 L impegno del Consorzio JPE sull uso razionale e consapevole dell energia nell edilizia PER IL RILANCIO PRODUTTIVO ED OCCUPAZIONALE DELLE PMI PIEMONTESI ATTRAVERSO

Dettagli

CAMPUS DELL INNOVAZIONE (AUTOMOTIVE e METALMECCANICA ) Prime indicazioni

CAMPUS DELL INNOVAZIONE (AUTOMOTIVE e METALMECCANICA ) Prime indicazioni CAMPUS DELL INNOVAZIONE (AUTOMOTIVE e METALMECCANICA ) Prime indicazioni 22 Maggio 2007 1. LA SITUAZIONE IN ABRUZZO CON RIFERIMENTO ALLA PROVINCIA DI CHIETI L apparato industriale della Regione Abruzzo

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Industria: caduta del fatturato nel biennio 2012-13 (-8,3% pari a 56,5 miliardi di euro a prezzi costanti), causata dal previsto

Dettagli

L attrattività del mercato italiano: il punto di vista dei franchisor internazionali

L attrattività del mercato italiano: il punto di vista dei franchisor internazionali L attrattività del mercato italiano: il punto di vista dei franchisor internazionali Seconda Università degli Studi di Napoli Consorzio Cesit - Napoli Prof. Marcello Martinez Milano, 4 novembre 2011 Salone

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

Cassa depositi e prestiti

Cassa depositi e prestiti Cassa depositi e prestiti Il Gruppo Cassa depositi e prestiti opera a sostegno della crescita del Paese ed impiega le sue risorse, prevalentemente raccolte attraverso il Risparmio Postale (Buoni fruttiferi

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 Fondata nel 1945, UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE è associazione costruttori italiani

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

IL MADE IN ITALY ABITA IL FUTURO IL LEGNO ARREDO VERSO L ECONOMIA CIRCOLARE : IL RAPPORTO DI FONDAZIONE SYMBOLA E FEDERLEGNOARREDO

IL MADE IN ITALY ABITA IL FUTURO IL LEGNO ARREDO VERSO L ECONOMIA CIRCOLARE : IL RAPPORTO DI FONDAZIONE SYMBOLA E FEDERLEGNOARREDO IL MADE IN ITALY ABITA IL FUTURO IL LEGNO ARREDO VERSO L ECONOMIA CIRCOLARE : IL RAPPORTO DI FONDAZIONE SYMBOLA E FEDERLEGNOARREDO Il Legno Arredo italiano il più efficiente e sostenibile in Europa: consumiamo

Dettagli

STUDIO RETRIBUTIVO - ROMA

STUDIO RETRIBUTIVO - ROMA STUDIO RETRIBUTIVO - ROMA Page Personnel, agenzia per il lavoro, è specializzata nella selezione di personale qualificato da inserire sia con la somministrazione di lavoro temporaneo sia mediante assunzioni

Dettagli

Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero

Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero FVG regione a vocazione manifatturiera Settori di specializzazione FVG Principali

Dettagli

Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo

Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo Agenda Accordo tra ISP e Confindustria Piccola Industria: punti chiave Crescita: nuovo modello di servizio e specializzazione Credito:

Dettagli

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte EDIZIONE 16 prima parte SETTEMBRE La voce di Databank 2012 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata ABBIGLIAMENTO INFANTILE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE

Dettagli

ELITE. Thinking long term

ELITE. Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE Thinking long term ELITE valorizza il presente e prepara al futuro. Per aiutare le imprese a realizzare i loro progetti abbiamo creato ELITE, una piattaforma unica di servizi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Angelantoni Test Technologies srl e SOGESI spa entrano nel progetto ELITE di Borsa Italiana

COMUNICATO STAMPA. Angelantoni Test Technologies srl e SOGESI spa entrano nel progetto ELITE di Borsa Italiana Perugia, 12 ottobre 2012 COMUNICATO STAMPA Angelantoni Test Technologies srl e SOGESI spa entrano nel progetto ELITE di Borsa Italiana Ci sono anche due aziende umbre tra le trentatré selezionate da Borsa

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Gabriele Cappellini Milano, 18 ottobre 2011 Il progetto Si tratta del più grande fondo italiano di capitale per lo sviluppo, costituito per dare impulso alla crescita patrimoniale

Dettagli

Roadmap per la ricerca e l innovazione

Roadmap per la ricerca e l innovazione Roadmap per la ricerca e l innovazione EXECUTIVE SUMMARY Questo documento ha l obiettivo di descrivere visioni e strategie per il futuro del manufacturing italiano. Il documento è il risultato dell'attività

Dettagli

Seminario di presentazione del Rapporto Giorgio Rota su Napoli: Ci vuole una terra per vedere il mare

Seminario di presentazione del Rapporto Giorgio Rota su Napoli: Ci vuole una terra per vedere il mare con il sostegno della Seminario di presentazione del Rapporto Giorgio Rota su Napoli: Ci vuole una terra per vedere il mare Spunti di riflessione su società, economia e progetti dell area metropolitana

Dettagli