Usa: come recuperare i crediti di Maurizio Gardenal e Christian Montana (*)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Usa: come recuperare i crediti di Maurizio Gardenal e Christian Montana (*)"

Transcript

1 Usa: come recuperare i crediti di Maurizio Gardenal e Christian Montana (*) L adempimento Il creditore di somme di denaro conseguenti alla vendita di beni o a seguito dell inadempimento di un obbligazione contrattuale può richiedere un risarcimento e recuperare la somma pari all importo ad esso spettante, intentando un azione legale in uno dei tribunali civili situati negli Stati Uniti d America contro il debitore/obbligato ivi domiciliato o residente. Negli USA ci sono 50 Stati, ciascuno con il proprio sistema giudiziario, in genere diviso in varie regioni geografiche all interno dello Stato. Gli Stati Uniti o «governo federale» ha parimenti un proprio sistema giudiziario che si estende in tutti i 50 Stati e si compone di tribunali distrettuali, che rappresentano il livello primario dei tribunali, tribunali d appello ed una Corte Suprema degli Stati Uniti situata nel distretto di Columbia. Prima che il creditore/avente diritto possa intentare una causa per il risarcimento o il recupero del credito, si deve pertanto accertare quale sia la giurisdizione competente innanzi alla quale proporre l azione legale. Competenza sul debitore/obbligato Negli USA, in considerazione della vasta articolazione del sistema giudiziario derivante dalla natura federale della sua forma di Stato 1, l individuazione della Corte competente assume una connotazione particolare e richiede alcuni approfondimenti preliminari. A tal fine esistono alcuni princìpi che si devono esaminare. Ci sono due tipi di competenza: la competenza per materia, che è la facoltà della Corte di giudicare sulla base della natura della vertenza e quindi in relazione a settori determinati del diritto previsti dalla legge e la competenza di tipo personale, che è la facoltà della Corte di emettere una sentenza nei confronti di un particolare convenuto. Questi concetti si basano sulla Costituzione degli Stati Uniti e sulla successiva giurisprudenza interpretativa in merito. La competenza per materia è probabilmente la più semplice delle due tipologie. Quando si pensa alla competenza per materia, con riguardo all oggetto della presente disamina, si deve stabilire se la Corte adita è quella corretta per giudicare in merito ad un azione volta al recupero di un credito. In linea generale, una breve descrizione delle differenti tipologie di Corti è necessaria al fine di comprendere appieno il concetto di competenza per materia. Competenza per materia: individuare la Corte competente a giudicare della causa I sistemi giudiziari, per la maggior parte, sono suddivisi in separate sezioni, come le Corti competenti in materia penale, in diritto civile, in diritto di famiglia e per l omologazione dei testamenti. Una Corte all interno di ogni particolare sezione non è competente, in linea di principio, a giudicare su un caso rientrante nelle materie oggetto di una competenza assegnata ad un altra sezione. Per esempio, le Corti penali normalmente non presiedono controversie insorte tra venditori e acquirenti di beni, in quanto generalmente classificate come controversie afferenti il diritto commerciale. Molti sistemi giudiziari, tuttavia, prevedono una Corte preliminare o di grado superiore che ha una competenza «generale»; il che significa che è competente per qualsiasi tipologia di controversia per la quale nessun altro tribunale abbia una competenza parti- (*) Studio Legale Internazionale Gardenal & Associati. Nota: 1 Lo Stato della Louisiana, a differenza degli altri 49 Stati, dispone di un Codice civile, originariamente adottato nel 1808 ed ispirato dal codice napoleonico promulgato in Francia pochi anni prima, nel Il Codice civile della Louisiana è stato tradizionalmente contrapposto al sistema di common law adottato da tutti gli altri Stati. Il sistema di common law negli altri Stati, integrato dalla legge e dalle regole di procedura della Corte nel corso degli anni, trova le proprie radici nel sistema inglese il cui nome ha ereditato. n. 5/

2 colare. Poiché le Corti federali degli Stati Uniti hanno normalmente competenza esclusiva («giurisdizione federale») su una limitata percentuale di casi, come il diritto d autore o le controversie sui brevetti, i tribunali degli Stati sono competenti nella maggior parte dei casi. La competenza per materia è più limitata nelle Corti federali degli Stati Uniti e può essere subordinata, come vedremo, anche al valore minimo della lite. I limiti costituzionali per la competenza dei tribunali federali sono definiti dall art. 3, sezione 2 della Costituzione degli Stati Uniti. L attuale competenza per materia deriva dagli statuti congressuali come il codice degli Stati Uniti n. 28 («U.S.C.») sezioni e n. 28 U.S.C. par Nessuna legge federale è stata scritta, in linea di principio, per fornire rimedi ad un creditore che cerchi di recuperare il proprio credito. Infatti, i creditori non sono considerati generalmente una categoria di soggetti per i quali i rimedi federali siano necessari, come invece è previsto, ad esempio, per le vittime di violazioni dei diritti civili a tutela dei quali sono previsti rimedi da varie disposizioni della legge federale 2. Affinché una causa relativa al recupero di crediti sia esaminata da un tribunale distrettuale, è necessario che i requisiti in materia di cittadinanza previsti dalla legge U.S.C. par siano soddisfatti. Il creditore che intenda agire in giudizio contro un debitore davanti ad un determinato tribunale distrettuale degli Stati Uniti deve soddisfare alcuni requisiti 3. In primo luogo, il creditore deve agire nei confronti di un convenuto la cui residenza, oppure, trattandosi di una persona giuridica, la cui sede è situata in uno Stato diverso da quello del creditore. La controversia deve avere ad oggetto un certo importo affinché il tribunale distrettuale possa conoscere della causa. Attualmente, detto importo è pari a $ Inoltre, l azione civile ordinaria richiede che ogni requisito previsto nella sezione 1332 sia soddisfatto. Detta diversity jurisdiction è da distinguersi dalla questione della competenza federale. La competenza delle Corti federali si limita alle cause che riguardano una questione federale o la diversity jurisdiction. Le Corti federali possono conoscere anche varie cause di natura criminale che non interessano, tuttavia, la presente disamina. La competenza della giurisdizione federale è disciplinata dall atto 28 U.S.C. par. 1331, il quale dispone che un tribunale distrettuale è competente a conoscere di ogni azione civile promossa in applicazione della costituzione e/o delle leggi degli Stati Uniti.Tale principio è espressamente regolato dall atto 28 U.S.C. par che prevede che la competenza del tribunale distrettuale sia subordinata a due requisiti fondamentali, come accennato in precedenza: - obbligo di completa diversità di provenienza geografica che sta a significare che nessun convenuto deve essere cittadino dello stesso Stato dell attore, e - l importo della controversia che deve essere superiore a dollari. Tale importo non include gli interessi, gli onorari degli avvocati o altri costi che il creditore può cercare di ottenere dal debitore. Va inoltre rilevato che il creditore, mentre può intentare un azione per il recupero presso una Corte federale, può farlo anche innanzi ad un tribunale dello Stato. Molte volte un creditore locale propone azione innanzi ad un tribunale dello Stato nei confronti del debitore. Ma il debitore ha il dirit- Note: 2 Si veda, 42 U.S.C. sec. 1983, il Civil Rights Act del 1871, che prevede che chiunque, ai sensi o di una legge statale o di una legge locale, abbia provocato la perdita da parte di una persona dei diritti garantiti dalla Costituzione degli Stati Uniti o dalla legge federale, è responsabile nei confronti di detta persona. 3 Inizialmente, il Congresso limitava la competenza delle Corti federali alle cause «in cui la controversia riguarda un importo superiore a cinquecento dollari, e sorge tra un cittadino dello Stato in cui la causa è intentata ed un cittadino di un altro Stato». Judiciary Act del 1789, cap. 20, par. 11, 1 Stat. a 78. Il Congresso ha sempre imposto un importo minimo al valore della controversia. Inizialmente, l importo oggetto di controversia doveva essere superiore a $ 500. par , 1 Stat. pp Da allora, l importo è stato aumentato cinque volte. Nel 1887, è stato innalzato a $ Legge del 3 marzo 1887, cap. 373, par. 1, 24 Stat. 552, 552. Nel 1911, è stato innalzato a $ Legge del 3 marzo 1911, cap. 231, par. 24, 36 Stat. 1087, Nel 1958, è stato innalzato a $ Legge del 25 luglio 1958, Pub. L. n , par. 2, 72 Stat. 415, 415. Nel 1988, è stato innalzato a $ «Judicial Improvements and Access to Justice Act», Pub. L. n , par. 201, 102, Stat. 4642, 4646 (1988). Più di recente, nel 1997, è stato innalzato a $ «Federal Courts Improvement Act» del 1996, Pub. L. n , par. 205, 110 Stat. 3847, Nella vicenda «Strawbridge v. Curtiss», 7 US (3 Cranch) 267, 267 (1806), la Corte Suprema ha imposto il requisito della completa diversità USC., sez (a). 32 n. 5/2011

3 to «di trasferire la controversia» alla Corte federale, a condizione che il tribunale federale sia competente sulla domanda, come accade in molti casi. Il convenuto può trasferire la causa al tribunale federale dalla Corte di Stato, tranne quando il convenuto sia domiciliato nello Stato in cui la causa era stata intentata. Lo scopo di questa regola è quello di proteggere il convenuto quando è stato citato in uno Stato diverso da quello in cui è domiciliato o, se trattasi di società, dove ha sede legale. Sulla base del medesimo principio l operatore italiano citato innanzi ad una Corte statale ha facoltà (purché tale diritto sia esercitato tempestivamente, come vedremo di seguito), di trasferire la vertenza presso la Corte federale competente che normalmente è in grado di garantire una maggiore capacità di valutare le tematiche internazionali rispetto ad un tribunale locale. Pertanto, tale aspetto delle norme di procedura federale assume una particolare importanza per l operatore straniero e normalmente ha l obiettivo di prevenire che una lite sia promossa e condotta negli USA contro, per esempio, un impresa italiana dinanzi a una Corte locale con minori garanzie di una reale imparzialità ed effettiva conoscenza delle normative applicabili. Determinazione della competenza personale Affinché una Corte sia competente nei confronti di un soggetto convenuto in giudizio, occorre dimostrare che il convenuto abbia avuto almeno «contatti minimi» con lo Stato in cui la Corte stessa ha sede 5. La Corte Suprema degli Stati Uniti ha scelto una serie di casi che hanno stabilito e perfezionato il principio per cui è fondamentalmente ingiusto per una Corte esercitare una competenza personale su una parte in causa, a meno che la parte non abbia contatti minimi sufficienti con lo Stato, nel quale il tribunale si trova o tali che la parte «possa ragionevolmente presumere e aspettarsi di essere citata in tribunale» in quello Stato 6. Contatti minimi possono essere stabiliti anche con l accordo fra le parti, nel caso in cui una parte sottoscriva un contratto contente una clausola di scelta del foro competente, in base alla quale tale parte acconsente a discutere ogni disputa nascente dal contratto innanzi al foro specificato 7. A differenza della competenza per materia, che non può mai essere oggetto di deroga da una parte in particolare, la competenza personale può essere derogata dal convenuto. Quindi una parte può contrattualmente rinunciare al diritto di opporsi alla competenza della Corte che presiede una controversia tra le parti derivante dal contratto in questione. Secondo le Regole Federali di procedura civile, la parte che intende eccepire l incompetenza di una Corte deve farlo all inizio del procedimento, a pena di decadenza dal diritto di sollevare una simile eccezione. Inoltre, il tribunale può chiedere che una parte fornisca la prova che i suoi contatti non raggiungono il «livello minimo» che consentirebbe alla Corte di essere competente. La Corte Suprema degli Stati Uniti ha dichiarato che, se una parte non adempie a tale richiesta, la Corte può ritenere che la parte stessa abbia rinunciato a far valere le sue obiezioni afferenti la giurisdizione/competenza 8. Le attività esercitate da una parte permettono di determinare se lo Stato ha competenza o meno in merito a detta parte. La Corte Suprema ha deciso che la competenza può regolarmente essere riconosciuta a favore di uno Stato quando quest ultimo offra alla parte determinati benefici o protezioni. I contatti che la parte deve necessariamente avere con uno Stato affinché quest ultimo goda della competenza personale possono variare secondo il tipo di rapporto esistente tra i contatti di detta parte e l azione promossa nei confronti di essa dal ricorrente. Se si sostiene che lo Stato è competente sul convenuto, indipendentemente dalla natura dell azione, si considera che goda di una competenza generale. Se invece si sostiene che la competenza dello Note: 5 Il termine «venue» viene utilizzato per qualificare una Corte la cui competenza nei confronti del convenuto è stata, almeno minimamente, ammessa da quest ultimo, qualora si tratti della Corte geograficamente appropriata per conoscere della controversia esistente tra le parti. Al fine di identificare quale sia la Corte più appropriata, è necessario prendere in considerazione i seguenti elementi: la residenza attuale del convenuto e il luogo in cui si sono verificati i fatti più rilevanti che hanno dato luogo alla controversia. 6 International Shoe Co. V. Washington, 326 U.S. 310 (1945). 7 Vedasi Bremen v. Zapata Off-Shore Co, 407 U.S. 1 (1972); Carnival Cruise Lines, Inc. v. Shute, 499 U.S. 585 (1991). 8 Insurance Corp. of Ireland v. Compagnie Des Bauxites De Guinee 456 U.S. 694 (1982). n. 5/

4 Stato risulta dal tipo di attività esercitata dal convenuto in detto Stato, essendo la controversia vincolata a detta attività, si considera che goda di una competenza speciale. Ad esempio, se in California un produttore di macchine utensili viola la sua promessa di consegnare un suo prodotto in un negozio situato in Illinois, tale violazione dell accordo sarebbe sufficiente per un tribunale dell Illinois per dichiarare la propria competenza specifica nei confronti del produttore di macchine utensili californiano, anche se quest ultimo non ha mai avuto altri contatti con lo Stato dell Illinois e non vi aveva mai messo piede. La sola promessa di consegnare un bene in uno Stato è sufficiente, per determinare quel minimo contatto che dà prova della giurisdizione di quello Stato in merito alle controversie derivanti dalla violazione di tale promessa. Normalmente un creditore vorrebbe citare il debitore in una Corte situata nel suo Stato. Tuttavia tale evento non è sempre possibile come abbiamo visto ed è sottoposto ad accertamenti non sempre agevoli. Sembra preferibile pertanto affrontare tale argomento nel contatto inserendo un apposita clausola che definisca in modo chiaro le regole di competenza e giurisdizione. Nel caso manchi tale accordo specifico tra le parti potrebbero determinarsi situazioni di incertezza con particolare riferimento all operatore straniero che non sempre dispone di un adeguata conoscenza della prassi e delle normative statunitensi. Nella descritta situazione sarà utile ricordare che una delle regole per radicare correttamente il procedimento giudiziale riguarda la notifica al convenuto dell atto introduttivo del giudizio. Si è discusso e si discute ancora se la notifica effettuata nei confronti del convenuto mentre è fisicamente presente nello Stato ove l attore ha avviato la controversia si possa ritenere sufficiente per attribuire la competenza alle Corti di tale Stato. La giurisprudenza ha ritenuto di attribuire rilevanza alla circostanza che il convenuto si sia di fatto «volutamente avvalso dei benefici offerti da tale Stato» come nel caso di partecipazione di quest ultimo per un certo arco di tempo ad una fiera che si svolge in tale Stato ai fini di promuovere i propri prodotti. Nel caso «Burnham v. Superior Court of California», 495 U.S 604 (1990), la Corte Suprema degli Stati Uniti ha approvato all unanimità questa regola di lungo corso nella prassi USA ritenendola ancora efficace. Nondimeno, va precisato che normalmente la sola immissione di un prodotto nel flusso del commercio, non è sufficiente a fornire i contatti minimi con lo Stato in cui il prodotto finale verrà spedito. Il convenuto deve avere un interesse più specifico per commercializzare il suo prodotto in tale Stato o comunque deve essersi avvalso consapevolmente «delle risorse di tale Stato» come la giurisprudenza ha di volta in volta stabilito. Le Corti hanno discusso per determinare se il sito web di una parte possa creare sufficienti contatti minimi con uno Stato perché possa essere dichiarato competente. Internet, come fonte di minimo contatto, anche se in modo non determinante, come stabilito dalla Corte Suprema degli Stati Uniti, viene analizzato dalle Corti con lo Zippo Test che analizza il tipo di utilizzo del sito web del convenuto 9. Nell ambito di detto test, i siti sono suddivisi in tre categorie: - siti web passivi, che si limitano a fornire semplici informazioni. Quasi mai sono sufficienti a fornire i contatti minimi per determinare la competenza personale. Questi siti forniscono una base per la competenza se tramite essi si commette un illecito intenzionale come calunnia o diffamazione e se sono rivolti nell ambito della giurisdizione in questione; - siti web interattivi, che permettono lo scambio di informazioni tra i proprietari di siti web e i visitatori, possono essere sufficienti a determinare la competenza, a seconda del livello di interattività e commerciabilità del sito, così come la quantità di contatti che il titolare del sito web ha sviluppato grazie al sito web stesso; - siti web commerciali, che chiaramente diffondono un notevole volume di affari su Internet, e attraverso i quali i clienti di qualsiasi luogo possono intraprendere fin da subito affari con il proprietario del sito; questi siti sicuramente possono fornire una base per la competenza. Nota: 9 Zippo Mfg. Co. V. Zippo Dot Com, Inc., 952 F. Supp (W.D. Pa.1997). 34 n. 5/2011

5 Le clausole di designazione del foro competente nei contratti La clausola di designazione del foro competente in un contratto specifica l autorità giudiziaria presso la quale ogni controversia in relazione all accordo sarà risolta. Questa è una clausola di primaria importanza particolarmente quando le parti di un contratto risiedono o svolgono la propria attività in Stati differenti o Paesi differenti (un esempio di tale clausola è indicato nella Tavola 1). In alternativa, è possibile prevedere, con apposita clausola, che le parti sottopongano le loro dispute contrattuali ad un arbitrato all interno di una particolare città e di un particolare Stato. L Associazione Americana dell arbitrato («AAA»), secondo proprie stime, giudica mediamente oltre 2 milioni di arbitrati ogni anno. Centinaia di migliaia di arbitrati sono condotti da altre istituzioni e associazioni. Fondamentalmente l arbitrato è un metodo di risoluzione della lite al di fuori del tribunale. Le parti attraverso il contratto stipulato fra di esse deferiscono ogni lite tra di loro insorgente ad un arbitro che riesamina le prove, ascolta le parti e alla fine adotta una decisione. Il procedimento arbitrale è tipicamente meno formale rispetto ad un processo civile ordinario e talvolta meno costoso. La maggior parte degli arbitrati nasce in virtù di una clausola contenuta in un contratto nella quale le parti si sono accordate per risolvere ogni lite nascente dal contratto attraverso l arbitrato (un esempio di tale clausola è indicato nella Tavola 2). Tavola 1 - Governing law in jurisdiction clause This agreement shall be deemed to have been made in the state of illinois, and shall be construed according to the laws of that state, without regard to choice of law principles Purchaser consents to the jurisdiction of any court of general jurisdiction located within the county of cook in the state of illinois with respect to any legal proceedings arising out of this agreement, and agrees that the mailing to its last known address by registered mail of any process shall constitute lawful and valid service of process in any such proceeding, suit or controversy. Purchaser shall bring any legal proceeding arising out of this agreement only in the federal or state courts located in the county of cook in the state of illinois. In the event purchaser institutes any legal proceedings in any other court other than those specified above, it shall assume all of seller s costs in connection therewith, including, but not limited to, reasonable attorneys fees. Waiver/trial by jury To the fullest extent permitted by law, purchaser hereby waives trial by jury in any litigation in any court with respect to, in connection with, or arising out of this agreement, the parties relationship and/or the purchase, sale, resale or use of products as defined within this agreement. Tavola 2 - Arbitration provision Governing law This Agreement shall be construed under the laws of the State of Illinois, which is the state in which this Agreement is being finally executed and the state in which Seller has its principle office. Illinois law shall bind the parties in all questions arising hereunder. Arbitration Any dispute arising out of or relating to this Agreement or the relationship between Seller and Buyer (whether based on contract, tort, common law, statutory, equity or otherwise, including without limitation any claim under existing, future or federal law relating to wrongful termination, discharge, age, disability or other matters pertaining to the parties relationship) shall be settled by arbitration in Chicago, Illinois in accordance with the Commercial Rules of the American Arbitration Association («AAA»), and judgment on the award or decision rendered by the arbitrator may be entered in any court having jurisdiction. The decision of the arbitrator shall be final and unreviewable for error of law or facts, and the arbitrator shall have the power to award damages, injunctive relief, and all other remedies available at law or equity, except that (i) the arbitrator shall not have the power to vary the provisions of this Agreement or to grant remedies or relief that would not be available in an Illinois state court otherwise having jurisdiction on the matter; (ii) the arbitrator shall not have the power to award, and each party hereby expressly waives the right to sue for, demand or recover, lost profits or other special consequential, punitive or exemplary damages for breach of or any other act or omission in connection with or relating to this Agreement; (iii) if the dispute concerns a termination of this Agreement by Seller, the arbitrator shall not have the power to order reinstatement or a continuation of Buyer s service to Seller; (iv) if any suit or proceeding is brought in any court, the court shall, on implication of one of the parties, stay the trial of the action until such arbitration has taken place and has concluded in accordance with the terms of this Agreement; and (v) the parties shall timely pay equal shares of the expenses and fees of the arbitrator, and each party agrees to bear the fees and costs of its own attorneys and witnesses. n. 5/

6 Negli arbitrati vincolanti, la decisione dell arbitro è decisiva, finale. Non può essere riesaminata o annullata da una Corte eccetto che in limitate occasioni, come per esempio nel caso in cui vi siano gli estremi della frode o dell abuso di potere. Le parti normalmente si aspettano che un tribunale in secondo grado abbia un limitato potere di rivedere e modificare un lodo arbitrale. È noto che il Giudice della Corte federale dispone di un potere di riesame particolarmente limitato 10. La limitazione ai poteri del Giudice di riesaminare e mutare la decisione è necessaria per preservare i benefici di una riduzione nel ritardo e nelle spese e per impedire che l arbitrato divenga un passo preliminare alla decisione giurisdizionale 11. Di conseguenza la legge federale sull arbitrato permette alle Corti di revocare un lodo arbitrale solo in specifiche situazioni. Mancando il supporto legale alla revoca del lodo la Corte dovrà confermarlo 12. Il «Federal Arbitration Act» e lo «Uniform Arbitration Act» autorizzano una revisione o una revoca del lodo solo se lo stesso è stato assunto a seguito di corruzione, frode, parzialità o cattiva condotta da parte degli arbitri o nel caso in cui gli stessi abbiano ecceduto l ambito della loro autorità. Se gli arbitri hanno agito in buona fede la sentenza è normalmente definitiva per le parti 13. Al fine di annullare un lodo si dovrebbe dimostrare che la maggioranza degli arbitri deliberatamente ha ignorato la legge e che ciò ha contribuito in modo decisivo alla formazione del lodo incriminato. Tale principio di «manifesta infondatezza» viene riconosciuto generalmente in due situazioni: - quando un lodo comporta il compimento di atti che violano la legge; - quando non aderisce a quelli che sono i princìpi giuridici specificati dal contratto e quindi non è azionabile secondo quanto previsto dalla sezione 10(a)(4) della Legge Federale sull arbitrato 14. Un semplice errore nell applicazione della legge sostanziale non costituisce di per sé un caso di manifesta infondatezza e pertanto normalmente non consente una revoca o una modifica della decisione 15. Gli arbitri comunque non hanno il potere o l autorità di eseguire una decisione arbitrale una volta che la stessa è stata assunta restando tale attività esecutiva di competenza dell autorità giudiziaria. Note: 10 Eljer Mfg., Inc. v. Kowin Dev. Corp., 114 F.3d 1250, 1257 (7th Circ. 1994). 11 Idem al 1254 (E.I. DuPont de Nemours v. Grasselli Employees Indep. Ass n, 790 F.2d 611, 614 (7th Circ. 1986)) U.S.C. p. 9; IDS Life Ins. Co. v. Royal Alliance Assocs., 266 F.3d 645, 650 (7th Circ. 2001). Il testo del «Federal Arbitration Act» (9 U.S.C. par. 1 e segg. e l «Illinois Uniform Arbitration Act» (Uniform Arbitration Act), 710 ILCS 5/1 e segg. sono quasi identici. Si veda, Tyco Laboratories, Inc. v. DISI Industries, Inc., 1993 WL (N.D. III.) (il quale cita J & K Clement Construction Co., Inc. v. Montalbano Builders, Inc., 119 III.App. 3d 663, 456 N.E.2d 889 (1983)) U.S.C. par. 10 nel 710 ILCS 5/12; si veda altresì, Ryan v. Kontrick, 304 III. App. 3d 852, 710 N.E.2d 11, 237 III. dic. 588 (1999). 14 Georges Watts & Sons, Inc. v. Tiffany & Co., 248 F. 3d 577, 581 (7th Circ. 2001). 15 Mollison-Turner v. Lynch Auto Group, 2002 WL al *4 (N.D. III. 2002) («Ci deve essere stato qualcosa che non sia un semplice errore di diritto o un inadempimento da parte dell arbitro per comprendere o applicare la legge»). 36 n. 5/2011

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO Firenze, 21 aprile, 12 e 26 maggio 2015 (15,00-18,30) Auditorium Adone Zoli dell Ordine degli Avvocati di Firenze c/o Nuovo Palazzo di Giustizia Viale

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007

Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007 Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007 EFET European Federation of Energy Traders Amstelveenseweg 998 / 1081 JS Amsterdam Tel: +31 20 5207970/Fax: +31 20 6464055 E-mail: secretariat@efet.org

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale

Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale In vigore dal gennaio 0 Camera di Commercio Internazionale (ICC) Corte Internazionale di Arbitrato 8, Cours Albert er, 7008 Paris/Parigi,

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

IL DEPOSITO DI UN MARCHIO NEGLI STATI UNITI D AMERICA

IL DEPOSITO DI UN MARCHIO NEGLI STATI UNITI D AMERICA IL DEPOSITO DI UN MARCHIO NEGLI STATI UNITI D AMERICA Stefano Linares, Linares Associates PLLC - questo testo è inteso esclusivamente per uso personale e non per una distribuzione commerciale. Eventuali

Dettagli

LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE

LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE INSEGNAMENTO DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE I LEZIONE II LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE PROF. ROMANO CICCONE Indice 1 Rilevabilità dell'incompetenza giurisdizionale ------------------------------------------------------

Dettagli

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti.

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti. LA RISOLUZIONE. PREMESSA Sappiamo che un contratto valido può non produrre effetto, o per ragioni che sussistono sin dal momento in cui lo stesso viene concluso (ad es. la condizione sospensiva), o per

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE (2001) PARTE I L ATTO INTERNAZIONALMENTE ILLECITO DI UNO STATO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

CONVENZIONE SUGLI ACCORDI DI SCELTA DEL FORO

CONVENZIONE SUGLI ACCORDI DI SCELTA DEL FORO CONVENZIONE SUGLI ACCORDI DI SCELTA DEL FORO Gli Stati contraenti della presente convenzione, desiderosi di promuovere gli scambi e gli investimenti internazionali attraverso una migliore cooperazione

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF SALE

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF SALE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Disposizioni Generali. (a) I termini e le condizioni qui di seguito indicati (le Condizioni Generali di Vendita ) formano parte integrante dei contratti conclusi tra il

Dettagli

DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII)

DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII) DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII) CORTE DI CASSAZIONE; sezioni unite civili; sentenza, 22-02-2007, n. 4109

Dettagli

La teoria dei vantaggi comparati. La teoria dei vantaggi comparati

La teoria dei vantaggi comparati. La teoria dei vantaggi comparati La teoria dei vantaggi comparati La teoria dei vantaggi comparati fu elaborata dall economista inglese David Ricardo (1772-1823) nella sua opera principale: On the Principles of Political Economy and Taxation

Dettagli

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA VERSIONE CONSOLIDATA DELLO STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA Il presente testo contiene la versione consolidata del Protocollo (n. 3) sullo Statuto della Corte di giustizia dell Unione

Dettagli

Le azioni possessorie nei confronti della pubblica amministrazione

Le azioni possessorie nei confronti della pubblica amministrazione 13 Le azioni possessorie nei confronti della pubblica amministrazione SOMMARIO 1. Limiti interni delle attribuzioni del giudice ordinario. 2. Proponibilità delle azioni possessorie nei confronti della

Dettagli

bla bla SERVER OPEN-XCHANGE OXtender per il lavoro in mobilità

bla bla SERVER OPEN-XCHANGE OXtender per il lavoro in mobilità bla bla SERVER OPEN-XCHANGE OXtender per il lavoro in mobilità SERVER OPEN-XCHANGE SERVER OPEN-XCHANGE: OXtender per il lavoro in mobilità Pubblicato giovedì, 10. maggio 2012 Versione 6.20.4 Diritto d'autore

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF PURCHASE

GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF PURCHASE GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF PURCHASE General Terms: LFoundry S.r.l. (LF) Purchase Orders (Orders) are solely based on these Terms and Conditions (Terms) which become an integral part of the purchase

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere).

La sanzione prevista per chi ha commesso un reato è LA PENA. Essa può essere pecuniaria (tipo multa, denaro) o detentiva (reclusione in carcere). Breve percorso sulla Magistratura La Magistratura La funzione giurisdizionale è la funzione dello stato diretta all applicazione delle norme giuridiche per la risoluzione delle controverse tra cittadini

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

«Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni.

«Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni. «Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni.» Code of Conduct Comunicazione del CEO «Ogni società, grande o

Dettagli

RIFORMA DEL PROCEDIMENTO CAUTELARE: quali effetti nelle controversie di lavoro

RIFORMA DEL PROCEDIMENTO CAUTELARE: quali effetti nelle controversie di lavoro N. 1 ANNO 2008 Diritto dei Lavori RIFORMA DEL PROCEDIMENTO CAUTELARE: quali effetti nelle controversie di lavoro di Antonio Belsito* 1 Sommario: 1. Introduzione 2. Il procedimento cautelare dinanzi al

Dettagli

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

Termini e condizioni generali di acquisto

Termini e condizioni generali di acquisto TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CONDIZIONI DEL CONTRATTO L ordine di acquisto o il contratto, insieme con questi Termini e Condizioni Generali ( TCG ) e gli eventuali documenti allegati e

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

Diritto Processuale Civile. L Appello

Diritto Processuale Civile. L Appello Diritto Processuale Civile L Appello L'appello nell'ordinamento civile è un mezzo di impugnazione ordinario, disciplinato dagli Artt. 339 e ss c.p.c,, e costituisce il più ampio mezzo di impugnazione,

Dettagli

Premessa Se qualcosa non va con la tua banca e sussistano pertanto

Premessa Se qualcosa non va con la tua banca e sussistano pertanto Guida al Reclamo Indice Premessa 1 La fase del reclamo 3 Il ricorso all Arbitro Bancario Finanziario (ABF) 3 L Associazione Conciliatore BancarioFinanziario 7 L Ombudsman - Giurì bancario 7 La Mediazione

Dettagli

LEGGE DI JERSEY SUI TRUSTS

LEGGE DI JERSEY SUI TRUSTS LEGGE DI JERSEY SUI TRUSTS LEGGE DI JERSEY SUI TRUSTS DEL 1984 (Con gli emendamenti fino al 24 maggio 1996) Sistemazione degli articoli PARTE I 1.Interpretazione dei termini. 2.Esistenza del trust. 3.Riconoscimento

Dettagli

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa.

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa. Milano, 16 aprile 2012 CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA UFFICIO DEI REFERENTI PER LA FORMAZIONE DECENTRATA DEL DISTRETTO DI MILANO LE RECENTI NOVITA' NORMATIVE E IL LORO IMPATTO SUL MONDO DELLA GIUSTIZIA:

Dettagli

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE)

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) Regolamento (CEE) n. 2137/85 del Consiglio del 25 luglio 1985 Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) EPC Med - GEIE Via P.pe di Villafranca 91, 90141 Palermo tel: +39(0)91.6251684

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 180/14

Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 180/14 Corte di giustizia dell Unione europea COMUNICATO STAMPA n. 180/14 Lussemburgo, 18 dicembre 2014 Stampa e Informazione Parere 2/13 La Corte si pronuncia sul progetto di accordo sull adesione dell Unione

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTERO CONTRATTO Le presenti Condizioni Generali di vendita ed i termini e le obbligazioni in esse contenute sono le uniche e sole obbligazioni vincolanti

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

2.4. (Modifications). Any amendments or modifications of the Contract shall be binding only if made and agreed in writing by both Parties.

2.4. (Modifications). Any amendments or modifications of the Contract shall be binding only if made and agreed in writing by both Parties. General Conditions of Sale Article 1 (Definitions) 1.1. In this General Conditions of Sale: (a) Armal shall mean Armal S.r.l., a corporation existing under the Laws of the State of Italy, having its head

Dettagli

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

7 L atto di appello. 7.1. In generale (notazioni processuali)

7 L atto di appello. 7.1. In generale (notazioni processuali) 7 L atto di appello 7.1. In generale (notazioni processuali) L appello è un mezzo di impugnazione ordinario, generalmente sostitutivo, proposto dinanzi a un giudice diverso rispetto a quello che ha emesso

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c.

Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c. Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c. La riforma del processo esecutivo ha modificato sensibilmente la fase eventuale delle opposizioni siano esse all esecuzione, agli atti esecutivi o di terzi

Dettagli

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Aspetti critici e rimedi Avv. Giovanni Indirli Senior attorney +32 2 5515961 gindirli@mayerbrown.com 21 Maggio 2010 Mayer Brown is a

Dettagli

Gli stranieri in Italia

Gli stranieri in Italia Gli stranieri in Italia E straniero, evidentemente, chi non è cittadino italiano. Tuttavia, nell epoca della globalizzazione questa definizione negativa non è più sufficiente per identificare le regole

Dettagli

L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A.

L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A. L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A. 1. La responsabilità patrimoniale della P.A. ed i suoi limiti Anche lo Stato e gli Enti Pubblici sono soggetti al principio della responsabilità patrimoniale

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

Corte. dei Diritti DOMANDE ITA?

Corte. dei Diritti DOMANDE ITA? Corte Europea LA CEDU dei Diritti dell Uomo IN 50 DOMANDE ITA? AN COURT OF HUM La CEDU in 50 Domande A cura del Servizio Pubbliche Relazioni della Corte, questo documento, non vincolante per la Corte,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA UN OFFERTA DI RIACQUISTO SULLA TOTALITÀ DI ALCUNE OBBLIGAZIONI IN DOLLARI EMESSE DA TELECOM ITALIA CAPITAL S.A. Milano, 7 luglio 2015 Telecom Italia S.p.A.

Dettagli

Prof. Avv. Giuseppe Cataldi Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della

Prof. Avv. Giuseppe Cataldi Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della 1 Parere sull incidenza, nell ordinamento italiano, della sentenza della Corte europea dei diritti dell uomo con la quale la Francia è stata condannata per il divieto legislativo di costituire associazioni

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE tra FLO-CERT GMBH E RAGIONE SOCIALE DEL CLIENTE PARTI (1) FLO-CERT GmbH, società legalmente costituita e registrata a Bonn, Germania con il numero 12937, con sede legale in

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

La do&rina del precedente

La do&rina del precedente La do&rina del precedente I Stare Decisis Lo stare decisis è invece una tecnica decisionale elaborata dai giudici per garan6re stabilità, una sorta di «gerarchia» tra le fon6 giurisprudenziali. Esprime

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

Impugnazione del licenziamento dopo il Collegato Lavoro

Impugnazione del licenziamento dopo il Collegato Lavoro Impugnazione del licenziamento dopo il Collegato Lavoro Natura giuridica e forma dell impugnazione Giurisprudenza L impugnazione del licenziamento, disciplinata dall art. 6, legge n. 604/ 1966(anche a

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA General terms and conditions of sale

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA General terms and conditions of sale Pagina - Page 1 / 12 1. Disposizioni Generali. (a) Le sottoriportate definizioni sono in seguito utilizzate nel presente documento. - Venditore : s intende Brevini Fluid Power S.p.A. con sede in Via Moscova

Dettagli

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*)

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) «Rinvio pregiudiziale Articolo 99 del regolamento di procedura della Corte Politica sociale Direttiva 1999/70/CE Clausola 5 dell accordo quadro

Dettagli

5. La forma ed il contenuto del contratto di lavoro part-time. Le sanzioni per il difetto di forma o di contenuto del contratto

5. La forma ed il contenuto del contratto di lavoro part-time. Le sanzioni per il difetto di forma o di contenuto del contratto 412 Successivamente, il CCNL del terziario, stipulato il 3 novembre 1994, accorpava il CCNL dei viaggiatori e piazzisti prevedendo espressamente l applicabilità della disciplina del part-time anche agli

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

le situazioni giuridiche soggettive del diritto AMMinisTrATiVo sommario:

le situazioni giuridiche soggettive del diritto AMMinisTrATiVo sommario: Capitolo Secondo Le situazioni giuridiche soggettive del diritto amministrativo Sommario: 1. Definizione di situazione giuridica soggettiva. - 2. Il diritto soggettivo. - 3. Gli interessi legittimi. -

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

Art. 54 decreto legge

Art. 54 decreto legge Art. 342 c.p.c. Forma dell appello L appello si propone con citazione contenente l esposizione sommaria dei fatti ed i motivi specifici dell impugnazione nonché le indicazioni prescritte nell articolo

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

STUDIO LEGALE Avv. Antonella Nigro

STUDIO LEGALE Avv. Antonella Nigro L irregolarità della notifica dell atto di precetto e l opposizione agli atti esecutivi ex art. 617 c.p.c. di Antonella Nigro L opposizione agli atti esecutivi è disciplinata dall'art. 617 del Codice di

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

LA RESPONSABILITÀ DA PRODOTTO NEGLI STATI UNITI D AMERICA:

LA RESPONSABILITÀ DA PRODOTTO NEGLI STATI UNITI D AMERICA: LA RESPONSABILITÀ DA PRODOTTO NEGLI STATI UNITI D AMERICA: BUONE NOTIZIE PER LE IMPRESE! RECENTI TENDENZE E SVILUPPI UNA GUIDA PER LE SOCIETÀ ITALIANE DI AARON N. WISE Attorney at Law, Member of the New

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995)

TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995) TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995) Decreto del Ministro di Grazia e Giustizia 5 ottobre 1994, n. 585 - Deliberazioni del Consiglio Nazionale Forense 12 giugno 1993 e 29 settembre 1994, in G.U.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA DELLE OFFERTE DI RIACQUISTO SU PROPRIE OBBLIGAZIONI IN EURO

COMUNICATO STAMPA. TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA DELLE OFFERTE DI RIACQUISTO SU PROPRIE OBBLIGAZIONI IN EURO Il presente comunicato non può essere distribuito negli Stati Uniti, né ad alcuna persona che si trovi o sia residente o domiciliata negli Stati U niti, nei suoi territori o possedimenti, in qualsiasi

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati

Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati Traduzione 1 Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati 0.111 Conclusa a Vienna il 23 maggio 1969 Approvata dall Assemblea federale il 15 dicembre 1989 2 Istrumento d adesione depositato dalla Svizzera

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

LABORATORIO DI SCRITTURA PAOLO GRILLO. In tema di arbitrio condizionante: I poteri dell'imputato correlati alla contestazione del fatto nuovo

LABORATORIO DI SCRITTURA PAOLO GRILLO. In tema di arbitrio condizionante: I poteri dell'imputato correlati alla contestazione del fatto nuovo LABORATORIO DI SCRITTURA PAOLO GRILLO In tema di arbitrio condizionante: I poteri dell'imputato correlati alla contestazione del fatto nuovo 1. Premessa La contestazione di un fatto nuovo 1 costituisce

Dettagli

Come si svolge una procedura di mediazione; Le varie fasi, gli adempimenti e i ruoli dei protagonisti in un procedimento di mediazione.

Come si svolge una procedura di mediazione; Le varie fasi, gli adempimenti e i ruoli dei protagonisti in un procedimento di mediazione. La Procedura di Mediazione Come si svolge una procedura di mediazione; Le varie fasi, gli adempimenti e i ruoli dei protagonisti in un procedimento di mediazione. A cura dell Avv. Vincenzo Ferrò e della

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli