COMUNE di RONCADE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE di RONCADE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2013"

Transcript

1 COMUNE di RONCADE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

2 RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO Modello n. 2 per Comuni e Unione di Comuni COMUNE DI RONCADE Provincia di Treviso 1

3 RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI DELL ENTE COMUNE DI RONCADE Provincia di Treviso 2

4 1.1 POPOLAZIONE Popolazione legale al censimento del Popolazione residente alla fine del penultimo anno precedente (art.156 D.Lvo 267/2000) n di cui: maschi n femmine n nuclei familiari n comunità/convivenze n Popolazione al 1 gennaio 2009 n Nati nell'anno n Deceduti nell'anno n Immigrati nell'anno n Emigrati nell'anno n. 313 saldo naturale n. 31 saldo migratorio n Popolazione al 31/12/2009 n di cui In età prescolare (0/6 anni) n In età scuola dell'obbligo (7/14 anni) n In forza lavoro 1. occupazione (15/29 anni) n In età adulta (30/65 anni) n In età senile (oltre 65 anni) n Tasso di natalità ultimo quinquennio: Anno Tasso , , , , , Tasso di mortalità ultimo quinquennio: Anno Tasso Popolazione massima insediabile come strumento urbanistico vigente , , , , ,71 Abitanti n entro il 31/12/ Livello di istruzione della popolazione residente Analfabeti 0,00 Alfabeti 9,00 Lic. Elementare 26,00 Lic. Media 31,00 Diploma 27,00 Laurea 7,00 3

5 CONDIZIONE SOCIO-ECONOMICA DELLE FAMIGLIE Le condizioni socio-economiche delle famiglie sono ancora in grado di garantire un tenore di vita adeguato anche se non ai livelli di benessere riscontrati negli anni scorsi. Permane, infatti, ancora una rete familiare di sostegno per aiutare chi si trova in difficoltà. Emergono tuttavia alcune criticità collegate alla crisi economica in atto che colpisce maggiormente le famiglie monoreddito, quelle di coppie separate con o senza figli e quelle di cittadini extra comunitari. In particolare, sul fronte abitativo, si registra un numero di famiglie che non riescono a far fronte alle spese d affitto a causa della perdita del posto di lavoro e che quindi si trovano in situazioni da cui possono scaturire sfratti esecutivi. Altre problematicità emergono in ambito scolastico, dove si registra un aumento di famiglie che dichiarano di non essere in grado di sostenere le spese di mensa e trasporto scolastici per i propri figli. 4

6 Superficie in Kmq 62, RISORSE IDRICHE STRADE 1.2 TERRITORIO * Laghi nessuno *Fiumi e torrenti n. 5 * Vicinali Km. 21,00 * Comunali Km. 73,00 * Provinciali Km. 34,00 * Statali Km. 0,00 * Autostrade Km. 7, PIANI E STRUMENTI URBANISTICI VIGENTI * Piano regolatore adottato sì no X * Piano regolatore approvato sì X no DGRV 3682/2009 e DCC 57/2010 * Programma di fabbricazione sì no X * Piano edilizia economica e popolare sì X no DCC 25/ dcc 16/2010 PIANO INSEDIAMENTI PRODUTTIVI * Industriali sì no X * Artigianali sì no X * Commerciali sì no X * Altri strumenti (specificare) Se SI data ed estremi del provvedimento di approvazione Esistenza della coerenza delle previsioni annuali e pluriennali con gli strumenti urbanistici vigenti (art. 170, comma 7, D.L.vo 267/2000) sì X no AREA INTERESSATA AREA DISPONIBILE P.E.E.P mq ,00 mq ,00 P.I.P mq. 0,00 mq. 0,00 5

7 Categoria e posizione economica Previsti in dotazione organica SERVIZI PERSONALE In servizio Categoria e posizione economica Previsti in dotazione organica In servizio A C A C A C A C A C B D B D B D B D B D B D B Dirigenti 0 0 TOTALE TOTALE Totale personale al 31/12/2009 di ruolo n. 57 fuori ruolo n AREA TECNICA AREA ECONOMICO-FINANZIARIA Categoria Previsti in Previsti in In servizio Categoria dotazione organica dotazione organica In servizio A 3 2 A 0 0 B 10 9 B 4 2 C 9 5 C 7 4 D 6 6 D 6 4 Dir. 0 0 Dir AREA DI VIGILANZA AREA DEMOGRAFICA STATISTICA Categoria Previsti in Previsti in In servizio Categoria dotazione organica dotazione organica In servizio A 0 0 A 1 0 B 0 0 B 6 4 C 7 5 C 7 5 D 2 1 D 3 2 Dir. 0 0 Dir ALTRE AREE TOTALE Categoria Previsti in Previsti in In servizio Categoria dotazione organica dotazione organica In servizio A 0 0 A 4 2 B 1 0 B C 5 3 C D 5 5 D Dir. 0 0 Dir. 0 0 TOTALE

8 STRUTTURE ESERCIZIO IN Tipologia CORSO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno Asili nido n 0 posti n Scuole materne n. 4 posti n Scuole elementari n. 4 posti n Scuole medie n. 1 posti n Strutture residenziali per anziani n. 1 posti n Farmacie comunali n. 0 n. 0 n. 0 n Rete fognaria in Km - bianca 0,00 0,00 0,00 0,00 - nera 30,00 30,00 30,00 30,00 - mista 0,00 0,00 0,00 0, Esistenza depuratore sì X no sì X no sì X no sì X no Rete acquedotto in Km 0,00 0,00 0,00 0, Attuazione servizio idrico integrato sì X no sì X no sì X no sì X no Aree verdi, parchi, giardini n. 4 n. 4 n. 4 n. 4 hq hq hq hq Punti luce illuminazione pubblica n n n n Rete gas in Km 69,00 70,00 70,00 70, Raccolta rifiuti in quintali - civile 0,00 0,00 0,00 0,00 - industriale 0,00 0,00 0,00 0,00 - differenziata sì X no sì X no sì X no sì X no Esistenza discarica sì no X sì no X sì no X sì no X Mezzi operativi n. 2 n. 2 n. 2 n Veicoli n. 15 n. 14 n. 14 n Centro elaborazione dati sì X no sì X no sì X no sì X no Personal computer n. 72 n. 72 n. 72 n Altre strutture (specificare) Palestra, 2 piscine coperte e 1 piscina scoperta, mensa scolastica, n. 3 campi da calcio, centro per disabili, n. 4 centri civici, centro anziani ORGANISMI GESTIONALI TIPOLOGIA ESERCIZIO IN CORSO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE ANNO 2010 ANNO 2011 ANNO 2012 ANNO Consorzi n.. 4 n.. 4 n.. 4 n Aziende n.. 0 n.. 0 n.. 0 n Istituzioni n.. 0 n.. 0 n.. 0 n Società di capitali n.. 6 n.. 6 n.. 6 n Concessioni n.. 3 n.. 3 n.. 3 n Unione di comuni n.. 0 n.. 0 n.. 0 n Altro n.. 4 n.. 3 n.. 3 n.. 3 7

9 O R G A N I S M I G E S T I O N A L I CONSORZI PARTECIPATI Consorzio Intercomunale Priula con sede a Fontane di Villorba (TV). Con decorrenza 1/1/2003, il Comune ha aderito alla gestione dei rifiuti da parte del Consorzio, che ha comportato il passaggio da tassa a tariffa relativamente alla contribuzione da parte degli utenti e l attuazione del sistema della raccolta dei rifiuti porta a porta. Dal 2005 svolge anche il servizio di verde pubblico e sfalcio cigli stradali. C.E.V. (Consorzio Energia Veneto) con sede a Verona, giusta deliberazione di C.C. n. 48 del che fissa la decorrenza della Convenzione al Scadenza: 31/12/2030. Il Consorzio si propone di coordinare l attività degli enti e delle imprese consorziate e di migliorare la capacità produttiva e l efficienza fungendo da organizzazione comune per l attività di acquisto, approvvigionamento, distribuzione, erogazione, vendita e ripartizione tra i consorziati stessi di ogni fonte di energia, nonché la prestazione di servizi funzionali all ottimizzazione dell utilizzo di fonti energetiche nell attività di impresa. Il Consorzio CEV ha installato e progettato nel 2009 un impianto fotovoltaico sul tetto della scuola media di Roncade, nonché un impianto a terra posto su un terreno di proprieta del CEV a Popoli (Pescara) dove viene realizzato lo scambio sul posto di energia allo stesso modo del sistema tradizionale, ai sensi dell art.27 comma 4 della legge 99/2009, a beneficio del Comune dal quale si ricaveranno degli introiti dal 2011 grazie al Conto Energia. GRUPPO AZIONE LOCALE (GAL) TERRE DI MARCA con sede in Gorgo al Monticano, Via Postumia centro 77, giusta deliberazione di C.C. n. 70 del Scadenza: 31/12/2015, salvo proroga. Il GAL si propone di promuovere l avvio di nuove iniziative economiche e di favorire la valorizzazione delle risorse umane e materiali del territorio, stimolando la collaborazione tra Enti locali e imprenditorialità privata. L attività sarà svolta in coerenza con gli obiettivi dei Piani di Sviluppo Regionali, Provinciali, Locali e, ove esistenti, delle Intese Programmatiche d Area (IPA) di cui alla L.R. 35/2001. Autorità d Ambito Territoriale Ottimale "Veneto Orientale" con sede a Conegliano. E un consorzio obbligatorio tra comuni ai sensi della L. 36/1994 e L.R. n. 5/98. Si occupa del ciclo integrato di acqua, fognatura e depurazione COMUNE/I ASSOCIATO/I - Consorzio Intercomunale Priula: n. 24 comuni; - CEV: oltre 100 Comuni del Veneto. - GAL: 16 Comuni della provincia di Treviso, Provincia di Treviso, CCIAA, partner privati. - AATO: n. 104 Comuni. 8

10 SOCIETA PARTECIPATE Fondazione Città di Roncade. Nata nel settembre del 2006 a totale capitale pubblico del Comune di Roncade, si occupa della gestione della Casa di Riposo per Anziani, dei servizi di trasporto scolastico e gestione delle mense scolastiche delle scuole d infanzia private di San Cipriano e Musestre, delle scuole primarie e scuola media. Piave servizi San Donà di Piave (VE): società consortile titolare del servizio idrico integrato ai sensi dell art. 113, c. 5, lett. c) del D. Lgs. N. 267/00. Il Comune partecipa con una quota del 3,20%, corrispondente ad una quota nominale di Capitale Sociale di. 960,00. Azienda Servizi Pubblici Sile Piave SPA - Roncade (TV). Società cui il comune di Roncade partecipa per la gestione nell ambito del comune del servizio idrico integrato con una percentuale del 14,18%, oltre ad altri 8 comuni della zona. ASCO HOLDING SPA - Pieve di Soligo (TV), società partecipata da 93 comuni del Veneto e del Friuli Venezia Giulia.La percentuale di partecipazione del Comune è lo 0,49%. ACTT SPA con sede in Treviso, Via Polveriera, 1. Roncade vi partecipa con una quota di n. 50 azioni, pari allo 0,090% del capitale. L oggetto è la realizzazione, gestione dei servizi pubblici in qualunque forma affidati. La durata è fissata fino al 2050, salvo possibilità di scioglimento anticipato. BANCA POPOLARE ETICA con sede in Padova e con durata fino al 31/12/2100. Oggetto: la raccolta del risparmio ed esercizio del diritto di credito anche con non Soci. Ispira tutta la sua attività ai principi della Finanza Etica: trasparenza, diritto di accesso al credito, efficienza e attenzione alle conseguenze non economiche delle azioni ENTE/I ASSOCIATO/I - All azienda ASCO HOLDING SPA hanno aderito i comuni compresi nel bacino di utenza di distribuzione del gas metano. - Alla Piave servizi hanno aderito 50 comuni delle province di Treviso e Venezia. - All Azienda Servizi Pubblici Sile Piave SPA hanno aderito 9 comuni delle province di Treviso e Venezia. - All ACTT partecipano 20 comuni della provincia di Treviso. - Alla BANCA POPOLARE ETICA partecipano privati, organizzazioni e società. 9

11 SERVIZI IN CONCESSIONE Impianto natatorio comunale, gestito dalla soc. sportiva Ranazzurra SSD a r.l. Accertamento e riscossione imposta di pubblicità e pubbliche affissioni, del canone illuminazione votiva, del canone di occupazione spazi ed aree pubbliche. Servizio svolto dalla ditta ABACO SPA. La gestione del rimborso spese la tariffa rifiuti da parte degli ambulanti del mercato settimanale sarà gestita dalla ditta Abaco Spa fino al ; da gennaio 2011 la competenza passerà al Consorzio Priula che se ne occuperà direttamente. Riscossione vari tributi comunali (ICI, TARSU e ICIAP anni pregressi). Servizio svolto da EQUITALIA NOMOS SPA SOGGETTI CHE SVOLGONO I SERVIZI Ranazzurra società sportiva dilettantistica a r.l. (Ranazzurra S.S.D. a r.l.). Ditta ABACO SPA - Montebelluna (TV) EQUITALIA NOMOS SPA - Treviso ALTRO CONVENZIONI PER LA CONCESSIONE DI SERVIZI Unicredit Banca - agenzia di Roncade: Servizio di Tesoreria. Per l anno Ufficio Unico per il contenzioso tributario con sede presso l'associazione Comuni della Marca Trevigiana a Preganziol. Il Comune da aderito con deliberazione di C.C. n. 15 del CONVENZIONI CON ALTRI ENTI art. 30 D. lgs. 267/2000 Convenzione di Polizia Locale. Con DCC n. 12 del 28/03/2009 è stata deliberata l estensione della Convenzione di Polizia Locale per alcuni servizi, operante tra i Comuni di Roncade e Quarto d Altino, anche ai comuni di Meolo (decorrenza 06/04/2009) e Silea (decorrenza 01/01/2010). Entro il 31/12/2010 il Consiglio Comunale delibererà l estensione della Convenzione anche al Comune di Fossalta di Piave a decorrere dall 1/1/2011 e saranno riviste le quote di riparto delle spese secondo le seguenti percentuali: Roncade 24%, Quarto d Altino 24%, Silea 24%, Meolo 16%, Fossalta di Piave 12%. La Convenzione, che scadrà il 31/12/2011, infatti prevede il riparto tra i Comuni aderenti dei costi relativi alle figure professionali del Comandante, Sig. Milanello Fabrizio ed il Vice-comandante, Sig. Novello Diego e dei costi dei mezzi e dotazioni operative per lo svolgimento del servizio in convenzione. 10

12 ACCORDI DI PROGRAMMA, PROTOCOLLI DI INTESA E ALTRI STRUMENTI ACCORDI DI PROGRAMMA 1. Accordo di programma tra la Regione Veneto, le Province di Treviso e Venezia ed i Comuni di Roncade e Quarto d Altino per la realizzazione dei lavori di manutenzione straordinaria del ponte stradale sul fiume Sile. Altri soggetti partecipanti: Il comune di Roncade nel 2011 parteciperà all Accordo di programma per i lavori di manutenzione straordinaria del ponte stradale sul fiume Sile, insieme al Comune di Quarto d Altino, stazione appaltante, alle Province di Treviso e Venezia e alla Regione Veneto. I lavori del tavolo tecnico si sono tenuti il giorno 16/06/2010 e si sono conclusi con la disponibilità degli enti partecipanti a concorrere al finanziamento dell intervento, complessivamente stimato in ,00, il cui inizio è previsto a partire dalla seconda metà di giugno del Impegni di mezzi finanziari: ,00. PROTOCOLLI D INTESA 1. Protocollo d'intesa per realizzazione 1^ tratto percorso ambientale Fiume Musestre all'interno del parco ambientale Fiume Sile (opere compensative realizzazione 3^ corsia A4 finanziate dalla Regione Veneto). Ente appaltante Parco del Sile. Altri soggetti partecipanti: Regione del Veneto, Ente Parco Sile, Commissario delegato per l emergenza della mobilità A4. Impegni di mezzi finanziari: L importo è stimato in ,00 euro, l opera è prevista a carico di Autovie Venete SPA e Regione Veneto. 2. Protocollo d intesa per assumere azioni congiunte contro la realizzazione di un inceneritore a Silea. Altri soggetti partecipanti: Comuni di Silea, Casier, Carbonera, Treviso, San Biagio di Callalta. 11

13 Con DCC n. 74/2009 il Comune di Roncade ha approvato il protocollo d intesa, finalizzato ad assumere azioni congiunte per l analisi delle emissioni inquinanti derivanti dal progetto, valutazione dell impatto ambientale, campagna di sensibilizzazione dell opinione pubblica sulla pericolosità dell intervento. Impegni di mezzi finanziari: Per la realizzazione della campagna di informazione e sensibilizzazione è stato previsto un impegno di ,00, già erogati nel corso del 2010 al comune capofila. Durata dell'accordo: Il protocollo avrà durata fino alla conclusione del procedimento, di competenza regionale, di autorizzazione del progetto e di valutazione di impatto ambientale del sistema di inceneritore. Potrà essere esteso per le eventuali successive azioni legali conseguenti ai provvedimenti regionali conclusivi del procedimento, previa valutazione degli ulteriori costi. 3. Protocollo d intesa per la costruzione di un rifugio per cani randagi. Altri soggetti partecipanti: Al progetto partecipano 11 comuni limitrofi. Questa struttura dovrebbe potenziare la scarsa disponibilità di posti e si pone accanto all unica struttura presente attualmente sul territorio, con sede a Ponzano, per la quale esiste una convenzione con l Associazione dei Comuni della Marca Trevigiana, che serve 99 comuni. Impegni di mezzi finanziari: La costruzione dell opera, secondo quanto riportato nel quadro economico, comporterà una spesa di ,20 IVA compresa. Lo Stato si è impegnato con un contributo straordinario di ,00 per la lotta al randagismo, già erogato nel 2007 e la Regione Veneto ha stanziato una somma di ,00, pervenuti nel La rimanente quota sarà ripartita tra i comuni partecipanti in base al numero degli abitanti di ciascun comune. Durata dell'accordo: Il protocollo d intesa è stato firmato in data 16/01/2006. ALTRI STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA 1. Servizi sociali delegati all ULSS n. 9. Altri soggetti partecipanti: Comuni del distretto sanitario. Impegni di mezzi finanziari: Euro ,00. Durata: illimitata. Data di sottoscrizione: 01/01/

14 F U N Z I O N I E S E R C I T AT E S U D E L E G A FUNZIONI E SERVIZI DELEGATI DALLO STATO - Riferimenti normativi L n. 59, D. Lgs n Funzioni o servizi Istruzione scolastica, protezione civile, polizia amministrativa. - Trasferimenti di mezzi finanziari Previsti importi in Bilancio nei trasferimenti dallo Stato. - Unità di personale trasferito Nessuno FUNZIONI E SERVIZI DELEGATI DALLA REGIONE - Riferimenti normativi D.P.R. 616/77, L. 488/99, L.R. 41/93. L.R. 11/2001, L. 62/00. - Funzioni o servizi Funzioni di interesse locale, progetto giovani, libri di testo scuola media inferiore e superiore, eliminazione barriere architettoniche, promozione accesso alle abitazioni in locazione, assistenza domiciliare e ai bisognosi, diritto allo studio. - Trasferimenti di mezzi finanziari Come previsto in Bilancio. - Unità di personale trasferito Nessuno VALUTAZIONI IN ORDINE ALLA CONGRUITA TRA FUNZIONI DELEGATE E RISORSE ATTRIBUITE Le risorse trasferite si dimostrano sempre meno adeguate alle necessità. 13

15 1.4 E C O N O M I A I N S E D I AT A L' economia roncadese si caratterizza per la diversificazione dei settori di sviluppo. Il tessuto imprenditoriale è costituito da una fitta rete di piccole e medie industrie, anche a carattere artigianale. I settori principali su cui si è articolata storicamente l economia roncadese sono i seguenti: - Industria manifatturiera. Il settore tessile vede un fortissimo decremento delle unità locali nel settore dell abbigliamento; anche il comparto del mobile e del legno sta vivendo un periodo di crisi; la delocalizzazione, che riguarda un numero significativo di imprese, ha ridotto il numero degli occupati. - Settore delle costruzioni. Era uno dei punti di forza dello sviluppo economico del comune di Roncade, con punte sopra la media del Veneto; attualmente, però, la crisi economico-finanziaria, unita al completamento delle opere previste dagli strumenti urbanistici anteriori al PAT, sta rallentando il trend di crescita registrato negli ultimi anni. - Commercio. Nel comune si riscontra la prevalenza della piccola distribuzione che abbraccia un po tutti i settori merceologici, essendo assenti strutture relative alla grande distribuzione. - Servizi. In linea con le variazioni riscontrate a livello provinciale e regionale, l economia roncadese rispecchia un sensibile rallentamento nelle attività edilizie, mentre il settore terziario in generale si sta faticosamente mantenendo stabile. - Commercio con l estero. Le relazioni commerciali con l estero coinvolgono solo una cinquantina di realtà produttive, con maggior prevalenza verso l export della propria produzione. - Agricoltura. Un tempo predominante, si integra ora alle altre attività e coinvolge un buon numero di aziende medio piccole a carattere prevalentemente familiare con alcune importanti eccezioni che assumono dimensione imprenditoriale, in particolar modo nel settore vitivinicolo. Addetti nei settori economici (%) - Dati Censimento 2001: RONCADE PROVINCIA DI TREVISO Industria 57,0% 50,0% Commercio 13,2% 14,4% Altre attività 21,7% 23,5% Enti e Istituzioni 8,0 % 11,2% Successivamente al Censimento 2001, sono reperibili dati aggiornati al 2006 nel Piano Strategico per lo Sviluppo Economico sostenibile in ordine alle principali caratteristiche del tessuto produttivo di Roncade (fonti: CCIAA di Treviso e Infocamere). Per avere tuttavia un quadro più rispondente all attuale realtà, dopo la crisi finanziaria ed economica in atto dal 2008, bisognerà attendere i dati del Censimento

16 RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE COMUNE DI RONCADE Provincia di Treviso 15

17 2.1 - FONTI DI FINANZIAMENTO QUADRO RIASSUNTIVO TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE % scostamento della ENTRATE col. 4 rispetto alla (accertamenti) (accertamenti) (previsioni) (previsioni) (previsioni) (previsioni) col Tributarie , , , , , ,78 4,43% Contributi e trasferimenti correnti , , , , , ,35-6,69% Extratributarie , , , , , ,80-5,08% TOTALE ENTRATE CORRENTI , , , , , ,93-1,05% Proventi oneri di urbanizzazione destinati a manutenzione ordinaria del patrimonio 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00% Avanzo di amministrazione applicato per spese correnti 0,00 0,00 0,00 0,00 TOTALE ENTRATE UTILIZZATE PER SPESE CORRENTI E RIMBORSO PRESTITI (A) , , , , , ,93-1,05% Alienazione di beni e trasferimenti capitale , , , , , ,52-59,66% Proventi oneri di urbanizzazione destinati a investimenti , , , , , ,00-6,33% Accensione mutui passivi ,48 0,00 0,00 0, , ,32 0,00% Altre accensione di prestiti 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00% Avanzo di amministrazione applicato per: - fondo ammortamento 0,00 0,00 0,00 0,00 - finanziamento investimenti , , , ,35 TOTALE ENTRATE C/CAPITALE DESTINATI A INVESTIMENTI (B) , , , , , ,84-35,42% Riscossione crediti 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00% Anticipazioni di cassa 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00% TOTALE MOVIMENTO FONDI (C) 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00% TOTALE GENERALE (A+B+C) , , , , , ,77-8,43% 16

18 2.2 - ANALISI DELLE RISORSE ENTRATE TRIBUTARIE TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE % scostamento ENTRATE della col.4 rispetto (accertamenti) (accertamenti) (previsioni) (previsioni) (previsioni) (previsioni) alla col IMPOSTE , , , , , ,78 4,43 TASSE 7.503, , , , , ,00 6,67 TRIBUTI SPECIALI ED ALTRE ENTRATE PROPRIE 2.600, , , , , ,00 8,00 TOTALE , , , , , ,78 4, IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI GETTITO DA EDILIZIA GETTITO DA EDILIZIA NON ALIQUOTE ICI TOTALE DEL RESIDENZIALE (A) RESIDENZIALE (B) GETTITO 2011 (previsioni) (previsioni) (previsioni) (previsioni) (A+B) ICI 1^ CASA 4,300 4, , , ,00 ICI 2^ CASA 7,000 7, , , ,00 Fabbricati produttivi 7,000 7, , , ,00 Altro 6,500 6, , , , , ,00 TOTALE , , , , ,00 17

19 18

20 Valutazione, per ogni tributo, dei cespiti imponibili, della loro evoluzione nel tempo, dei mezzi utilizzati per accertarli: Imposta comunale sugli Immobili - ICI In base al D.Lgs. 112/2008, convertito nella Legge 133/2008, dal 2008 l abitazione principale è esente dal pagamento ICI, con l impegno dello Stato di rimborsare il corrispondente mancato gettito di entrata previa certificazione del Comune della perdita di incassi derivante da questa normativa. E stata redatta una certificazione sul mancato gettito 2009 pari a ,00 e questa rappresenta l ultimo dato richiesto dal Ministero. La norma infatti prevederebbe che, in assenza di altre certificazioni, lo Stato sia tenuto a trasferire per il 2011 il medesimo importo di risorse; invece questo non avverrà poiché l art. 14 comma 2 del D.L. n. 78/2010 ha previsto per il 2011 dei tagli ai trasferimenti statali che comprendono anche questo contributo. Pertanto il trasferimento statale per l anno 2011 è stato ridotto a ,70, calcolato secondo la percentuale di riduzione dell 11,722%, prevista dal decreto del Ministero dell Interno del 09/12/2010. Per quanto riguarda invece il gettito ordinario ICI si prevede l incasso di ,00 derivante dalle tipologie imponibili non esentate dalla L. 133/2008 e precisamente: importo Aliquota descrizione ,00 4,3 abitazioni principali (nuova categoria prevista dal regolamento ICI 2009) ,00 7 seconda casa ,00 7 fabbricati produttivi (cat. C3 e cat. D) ,00 7 terreni agricoli ,00 6,5 aree edificabili ,00 7 altri fabbricati ,00 Previsione gettito 2011 Per le aree edificabili i valori di mercato sono stati stabiliti con deliberazione di Giunta Comunale n 141 del L'Ufficio Tributi continuerà l'attività di controllo delle posizioni tributarie e parallelamente definirà i rimborsi agli aventi diritto. Compartecipazione al gettito IRPEF. La compartecipazione al gettito IRPEF, pari nel 2010 a ,83, è prevista per il 2011 in ,86, in forza del citato taglio dell 11,722%, previsto dall art.14 comma 2 del D.L. n.78/2010 di cui al Decreto del Ministero dell Interno del 09/12/2010. Addizionale comunale all'irpef: L aliquota resta confermata allo 0,5 per mille sul totale imponibile, con un gettito complessivo stimato di Euro ,00. L accredito avviene su un conto corrente postale dedicato che consente all Ente di disporre rapidamente della relativa entrata, in parte riferita al saldo dell anno precedente ed in parte all acconto per l anno in corso. 19

21 Imposta sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni: Il servizio, previo espletamento di nuova gara di appalto, è stato affidato in concessione alla ditta ABACO SPA di Montebelluna per il periodo 01/01/ /12/2014. Le tariffe sono invariate dal COSAP Il servizio COSAP è stato affidato in concessione alla ditta ABACO SPA di Montebelluna, mediante la gara di appalto sopra indicata. Le tariffe sono rimaste invariate dal Per quanto riguarda il servizio riscossione della tariffa rifiuti per il mercato, dal 2011 sarà riscosso direttamente dal Consorzio Intercomunale Priula di Villorba, che dal 2003 gestisce per conto del Comune di Roncade il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti mediante il sistema porta a porta. Anche per tutti gli altri tributi, contributi e tariffe non sono stati deliberati aumenti Per l ICI indicare la percentuale d incidenza delle entrate tributarie dei fabbricati produttivi sulle abitazioni: L incidenza delle entrate tributarie ICI dei fabbricati produttivi sulle abitazioni è pari al 67% Illustrazione delle aliquote applicate e dimostrazione della congruità del gettito iscritto per ciascuna risorsa nel triennio in rapporto ai cespiti imponibili: Le aliquote ICI applicate sono indicate al punto della presente scheda. il gettito stimato per il 2011 tiene conto dei nuovi insediamenti abitativi, al netto dell esenzione abitazione principale, operata dalla L. 133/2008, dei valori delle aree edificabili e degli importi riscossi nel corso del 2010, mentre quello derivante dalle verifiche tributarie è previsto in ,00 e sarà costituito da: - atti di accertamento per violazioni; - ravvedimenti operosi e versamenti integrativi per gli anni precedenti; - accertamenti con adesione conclusi a fine anno 2010; - riscossione coattiva a mezzo ruolo Indicazione del nome, del cognome e della posizione dei responsabili dei singoli tributi: Imposta Comunale sugli Immobili ICI - Responsabile gestione: BIASIOTTO dott.ssa Giorgia Funzionario Capo Settore - Responsabile di istruttoria e procedimento: Teston geom. Lorena. Canone occupazione suolo ed aree pubbliche (COSAP), Imposta comunale imprese arti e professioni (ICIAP) - anni precedenti, Proventi da pesa pubblica, Imposta sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni - Responsabile: BIASIOTTO dott.ssa Giorgia - Funzionario Capo Settore. Addizionale comunale all'irpef 20

22 - Responsabile: BIASIOTTO dott.ssa Giorgia - Funzionario Capo Settore Altre considerazioni e vincoli: La pressione tributaria è rimasta invariata. 21

23 ENTRATE ANALISI DELLE RISORSE CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI 2008 (accertamenti) TREND STORICO 2009 (accertamenti) 2010 (previsioni) PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE 2011 (previsioni) 2012 (previsioni) 2013 (previsioni) % scostamento della col.4 rispetto alla col CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI DALLO STATO , , , , , ,35-9,80 CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI DALLA REGIONE , , , , , ,00-1,09 CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI DALLA REGIONE PER FUNZIONI DELEGATE 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI DA PARTE DI ORGANISMI COMUNITARI ED INTERNAZIONALI 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI DA ALTRI ENTI DEL SETTORE PUBBLICO , , , , , ,00 408,21 TOTALE , , , , , ,35-6,69 22

24 23

25 Valutazione dei trasferimenti erariali programmati in rapporto ai trasferimenti medi nazionali, regionali e provinciali: Il Bilancio di Previsione per l anno 2011 è stato redatto tenendo conto di quanto disposto dal Decreto del Ministero in data 09/12/2010 che prevede un taglio pari all 11,722% sui trasferimenti statali, con esclusione dell incremento della compartecipazione Irpef prevista dall art. 1, comma 191 della Legge 296 del Per il Comune di Roncade ciò comporta minori risorse per ben ,77. Ancora più pesante sarà il taglio operato negli anni 2012 e 2013, dove la manovra finanziaria prevede una riduzione dei medesimi trasferimenti addirittura di circa ,00 per anno. Questo taglio è stato operato in modo lineare sui Comuni con popolazione superiore ai abitanti, sulla base delle spettanze definitive per l anno 2010, che dovranno fronteggiare questa diminuzione di risorse che va inevitabilmente a gravare sui servizi resi e da rendere per il triennio 2011/2013. Tali considerazioni sono state formulate anche nella Sezione 3.1 della presente relazione Considerazioni sui trasferimenti regionali in rapporto alle funzioni delegate o trasferite, ai piani o programmi regionali di settore: Premesso che anche la Regione Veneto è soggetta al taglio lineare stabilito per le Regioni a Statuto Ordinario dal D.L. n. 78/2010, con la possibile conseguenza di una ricaduta dello stesso sui contributi ai Comuni, si è effettuata una previsione che considera i contributi regionali prevalentemente proporzionali alle spese nel settore sociale, mentre rappresentano una contribuzione minima alla spesa negli altri interventi dell Ente Illustrazione altri trasferimenti correlati ad attività diverse (convenzioni, elezioni, Leggi speciali ecc.): Per le elezioni politiche ed europee viene rendicontato alla Prefettura l ammontare dei costi sostenuti a vario titolo (spese, straordinario, ecc), al quale successivamente segue completo ristoro. Nei servizi per conto di terzi (titolo VI di entrata e IV di uscita) nel 2011 sono stati previsti gli importi per le consultazioni elettorali provinciali a primavera e consultazioni referendarie in materia di acqua pubblica, energia nucleare e giustizia. 24

26 ENTRATE ANALISI DELLE RISORSE PROVENTI EXTRATRIBUTARI 2008 (accertamenti) TREND STORICO 2009 (accertamenti) 2010 (previsioni) PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE 2011 (previsioni) 2012 (previsioni) 2013 (previsioni) % scostamento della col.4 rispetto alla col PROVENTI DEI SERVIZI PUBBLICI , , , , , ,00-4,56 PROVENTI DEI BENI DELL'ENTE , , , , , ,00 6,00 INTERESSI SU ANTICIPAZIONI E CREDITI , , , , , ,00-61,07 UTILI NETTI DELLE AZIENDE SPECIALI E PARTECIPATE. DIVIDENDI DELLE SOCIETA' , , , , , ,00 1,44 PROVENTI DIVERSI , , , , , ,80-6,96 TOTALE , , , , , ,80-5,08 25

27 26

28 Analisi quali-quantitative degli utenti destinatari dei servizi e dimostrazione dei proventi iscritti per le principali risorse in rapporto alle tariffe per i servizi stessi nel triennio: PROVENTI DERIVANTI DAI SERVIZI SCOLASTICI. Dall anno scolastico 2006/2007 i servizi trasporti e refezioni scolastiche sono stati affidati in gestione alla Fondazione Città di Roncade. Il concorso spese a carico del Comune e attribuito alla Fondazione Città di Roncade per i servizi scolastici di mensa e trasporto, indicato in bilancio per l anno 2011, è stato previsto in ,00 con un aumento di ,00. Tale aumento è giustificato dalla volontà dell Amministrazione di mantenere inalterati i costi per le famiglie della quota parte a loro carico relativamente alla mensa e al trasporto scolastico, tenuto conto dell aumento dei costi dei servizi in relazione ai proventi riscossi. Va precisato che tale importo è considerato al netto del corrispettivo annuale del diritto d uso dovuto dalla Fondazione al Comune per lo stabile adibito a Casa di Riposo. Quindi, complessivamente, la spesa per il Comune è stimabile in circa ,00. PROVENTI DERIVANTI DAI SERVIZI SOCIALI Questa voce prevede essenzialmente gli introiti derivanti dal servizio di assistenza domiciliare in favore degli anziani. E ipotizzabile che anche nel 2011 vi sia un incremento di nuovi utenti che usufruiranno di tale servizio previa richiesta agli Uffici di assistenza sociale. Le contribuzioni a carico degli assistiti anche per il 2011 non subiscono variazioni. PROVENTI DERIVANTI DAI SERVIZI SPORTIVI Il territorio è servito dai seguenti impianti sportivi comunali: - n. 3 palestre scolastiche (Biancade, San Cipriano e Musestre); - n. 1 palestra comunale con palestrina d allenamento (Roncade); tutte sono utilizzate sia dalle scuole sia da gruppi esterni, negli orari liberi dall impegno scolastico. - n. 1 polisportivo comunale a Roncade (campo da calcio principale, campo per gli allenamenti, impianti di atletica leggera); - n. 1 campo da calcio in San Cipriano con annesso campo d'allenamento da poco realizzato; - n. 1 campo da calcio in Cà Tron; - n. 1 impianto natatorio. Si conferma la gestione dei campi di calcio di Roncade e di San Cipriano mediante convenzione con le due società calcistiche locali. E inoltre prevista l attuazione di forme di accordo anche con le altre associazioni sportive amatoriali che utilizzano gli impianti pubblici per l effettuazione di altri servizi collegati all uso delle strutture. Le tariffe per l'utilizzo delle palestre e degli impianti sono state mantenute invariate. 27

29 Dimostrazione dei proventi dei beni dell ente iscritti in rapporto all entità dei beni ed ai canoni applicati per l uso di terzi, con particolare riguardo al patrimonio disponibile: I proventi dei beni dell'ente sono: - il canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche previsto in Euro ,00; - i fitti reali dei fabbricati (Euro ,00) compreso l'affitto per la caserma dei Carabinieri, - i canoni censi e livelli e altre prestazioni attive (Euro ,00), comprensivi anche della quota parte a carico dei nubendi che richiedono la celebrazione del matrimonio civile e del concorso spese di pulizia relative all utilizzo di alcune sale comunali. 28

30 2.2 - ANALISI DELLE RISORSE CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI IN C/C CAPITALE TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE % scostamento ENTRATE della col.4 (accertamenti) (accertamenti) (previsioni) (previsioni) (previsioni) (previsioni) rispetto alla col ALIENAZIONE DI BENI PATRIMONIALI , , , , , ,52 11,58 TRASFERIMENTI DI CAPITALE DALLO STATO 0, , , ,00 0,00 0,00-81,82 TRASFERIMENTI DI CAPITALE DALLA REGIONE , , , ,00 0, ,00-84,36 TASFERIMENTI DI CAPITALE DA ALTRI ENTI DEL SETTORE PUBBLICO 0, , , ,00 0,00 0, ,39 TRASFERIMENTI DI CAPITALE DA ALTRI SOGGETTI , , , , , ,00-9,11 TOTALE , , , , , ,52-49,67 29

31 30

32 Illustrazione dei cespiti iscritti e dei loro vincoli nell arco del triennio: I proventi in conto capitale sono a destinazione vincolata poiché finanziano la realizzazione del Piano triennale delle Opere Pubbliche 2011/2013, il piano annuale allegato a tale relazione e altri interventi di investimento. I proventi destinati agli investimenti dell anno 2011 sono i seguenti: - proventi da permessi a costruire ,00 - avanzo presunto di amministrazione ,35 - proventi da concessioni cimiteriali ,00 - quota proventi da violazioni al Codice della Strada ,00 - Proventi rateali da cessione alloggi ex ATER ,52 - Contributo statale D.M per ,00 sistemazione area a Ca Tron - Contributo regionale per sistemazione Via Pozzetto ,00 - Contributo provinciale per messa in sicurezza tratto ,00 di strada fra S.P.63, Via Trento Trieste con Via Risere TOTALE ,87 Anche se ogni anno viene disposta per legge al deroga per l utilizzo di parte degli oneri di urbanizzazione anche in parte corrente, si conferma anche per il 2011 che tutti i proventi da permessi a costruire sono destinati a copertura di investimenti in conto capitale. Tra le altre fonti di finanziamento degli investimenti è stato iscritto anche l avanzo economico 2011, pari a ,00 che rappresenta la quota di proventi derivanti da sanzioni al Codice della Strada che la Giunta Comunale, con proprio atto n. 136 del , ha destinato (per le spese in conto capitale) alle finalità previste dal nuovo art.208 del D.Lgd.285/92, riscritto dalla legge 120/2010. Nella fattispecie sono destinate parte all acquisto di attrezzature di ausilio all accertamento delle violazioni al Codice della Strada e parte a lavori di rifacimento di segnaletica orizzontale. 31

33 2.2 - ANALISI DELLE RISORSE PROVENTI ED ONERI DI URBANIZZAZIONE ENTRATE PROVENTI ONERI DI URBANIZZAZIONE DESTINATI A MANUTENZIONE ORDINARIA DEL PATRIMONIO PROVENTI ONERI DI URBANIZZAZIONE DESTINATI A INVESTIMENTI 2008 (accertamenti) TREND STORICO 2009 (accertamenti) 2010 (previsioni) PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE 2011 (previsioni) 2012 (previsioni) 2013 (previsioni) % scostamento della col.4 rispetto alla col ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0, , , , , , ,00-6,33 TOTALE , , , , , ,00-6,33 32

34 33

35 Relazioni tra proventi di oneri iscritti e l attuabilità degli strumenti urbanistici vigenti: La previsione degli oneri concessori da incassare, in diminuzione rispetto a quella prevista nel 2010, è congrua in relazione agli interventi urbanistici in corso e a quelli attuabili nel Opere di urbanizzazione eseguite a scomputo nel triennio: entità ed opportunità: E prevista la realizzazione di una lottizzazione a Roncade centro Individuazione della quota dei proventi da destinare a manutenzione ordinaria del patrimonio e motivazione delle scelte: Non sono previste destinazioni a tale scopo. 34

36 2.2 - ANALISI DELLE RISORSE ACCENSIONE DI PRESTITI TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE % scostamento ENTRATE della col.4 rispetto (accertamenti) (accertamenti) (previsioni) (previsioni) (previsioni) (previsioni) alla col FINANZIAMENTI A BREVE TERMINE 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 ASSUNZIONE DI MUTUI E PRESTITI ,48 0,00 0,00 0, , ,32 0,00 EMISSIONE DI PRESTITI OBBLIGAZIONARI 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 TOTALE ,48 0,00 0,00 0, , ,32 0,00 35

37 36

38 Valutazione sull entità del ricorso al credito e sulle forme di indebitamento a mezzo di utilizzo di risparmio pubblico o privato: Come si evince dalla tabella , nel 2011, atteso l irrigidimento dei vincoli del Patto di Stabilità per i pagamenti degli investimenti in conto capitale, non si ricorrerà all indebitamento per finanziare le opere pubbliche programmate Dimostrazione del rispetto del tasso di delegabilità dei cespiti di entrata e valutazione sull impatto degli oneri di ammortamento sulle spese correnti comprese nella programmazione triennale: Viste le considerazioni sopra esposte, solo a livello teorico si espone il conteggio del limite di indebitamento secondo quanto dispongono gli artt. 203 e 204 del D. Lgs. 267/ , anche alla luce di quanto previsto dalla Legge di Stabilità n.220 all art. 1 comma 108, che ha modificato (dal 15% all 8%) il limite percentuale della spesa complessiva per interessi passivi 2011 rispetto al volume delle entrate dei primi tre titoli del rendiconto ultimo approvato (anno 2009), ai fini della controllo della possibilità o meno di contrarre nuovi mutui. Pertanto il calcolo è modificato come segue: Rendiconto 2009 Entrate correnti ,79 8%: ,94 (Limite per l'indebitamento) A TOTALE interessi passivi anno ,46 (7,14%) B B è minore di A e quindi si può teoricamente fare ricorso all'indebitamento. Si segnala l'ammontare degli interessi passivi negli ultimi anni, che è il seguente: Anno 2008: Euro ,37 Anno 2009: Euro ,60 Anno 2010: Euro ,99 (*) Anno 2011: Euro ,46 Anno 2012: Euro ,71 Anno 2013: Euro ,84 Le spese per rimborso di prestiti sono le seguenti: Anno 2008: ,80 Anno 2009: ,52 Anno 2010: ,52 (*) Anno 2011: ,09 Anno 2012: ,78 Anno 2013: ,82 (*) previsione assestata 37

39 2.2 - ANALISI DELLE RISORSE RISCOSSIONE DI CREDITI E ANTICIPAZIONI DI CASSA TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE % scostamento ENTRATE della col.4 rispetto (accertamenti) (accertamenti) (previsioni) (previsioni) (previsioni) (previsioni) alla col RISCOSSIONE DI CREDITI 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 ANTICIPAZIONI DI CASSA 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 TOTALE 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 38

40 39

41 Dimostrazione del rispetto dei limiti del ricorso alla anticipazione di tesoreria: Non è previsto il ricorso all anticipazione di tesoreria. 40

42 RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA SEZIONE 3 PROGRAMMI E PROGETTI COMUNE DI RONCADE Provincia di Treviso 41

43 3.1 Considerazioni generali rispetto all esercizio precedente: L anno 2010 è stato un anno particolarmente difficile perché la programmazione del bilancio ha dovuto tener conto sia del c.d. tetto alla spesa (limite agli impegni di parte corrente pari al valore dell anno 2007) previsto dal sistema sanzionatorio di cui all art. 77 bis comma 20 del D.L. 112/2008 sia del taglio ai trasferimenti statali previsto dalla sanzione finanziaria di ,63 per mancato rispetto del Patto di Stabilità Vigeva anche il divieto di indebitamento e di assunzione di personale. Le norme intervenute nel 2010, in particolare il D.L.78/2010, costringono l Ente ad operare riduzioni di spesa in alcuni interventi (missioni, manutenzione e gestione auto di servizio, formazione, relazioni pubbliche, pubblicità, convegni e mostre, ecc ) e a prendere atto dell ulteriore taglio ai trasferimenti statali previsto dall art. 14 comma 2 della Legge 78/2010. Infatti nel bilancio di previsione per l anno 2011, in base a quanto disposto da Decreto del Ministero dell Interno in data 09/12/2010, le riduzioni lineari dei trasferimenti saranno calcolate nella misura dell 11,722% dei trasferimenti attribuiti in spettanza alla data del 16/11/2010, incluso quello per il parziale rimborso del mancato gettito ICI prima casa, con esclusione del solo incremento della compartecipazione IRPEF. Per il Comune di Roncade il taglio per l anno 2011 ammonta precisamente a ,77. Per gli anni 2012 e 2013 la riduzione è prevista in una percentuale pari al 18,7% per un ammontare di circa euro, ma ad oggi non è ancora uscita la normativa di dettaglio. A questi ingenti tagli sul piano dei trasferimenti erariali, l Ente potrà far fronte solo parzialmente grazie alla sottoscrizione dell accordo con la ditta ASCOPIAVE, in base al quale è stato riconosciuto al Comune di Roncade per l anno 2010 un importo di circa ,00 euro, mentre per gli anni 2012 e 2013 sarà pari a ,00 euro. La somma sarà erogata a titolo di ristoro per il valore delle reti del gas metano(accordo recepito con atto di Consiglio n. 54 del 29/11/2010). Le ultime disposizioni di legge hanno inoltre imposto anche una limitazione in ordine alle assunzioni degli enti, sia pur rispettosi del Patto di Stabilità. Nel caso del Comune di Roncade, verificandosi n. 2 cessazioni nell anno 2010, il relativo risparmio di spesa dovrebbe consentire l assunzione di un dipendente a tempo indeterminato, in sostituzione del messo comunale. Nel caso in cui tale sostituzione avvenisse per mobilità non influirebbe nei limiti imposti in tema di nuove assunzioni, configurandosi come un assunzione a costo zero; nel caso invece in cui fosse necessario coprire il posto mediante concorso, si dovrà rispettare il tetto di spesa del 20% rispetto alle cessazioni e pertanto sarà possibile l assunzione di un dipendente solamente a part-time. Un importante novità riguarda l art. 40 della legge 120/2010 che ha riscritto gli artt. 4, 4bis e 5 del D. Lgs. 285/1992 (Codice della Strada) prevedendo che l Ente destini obbligatoriamente una parte delle somme introitate a titolo di sanzioni amministrative al potenziamento delle attività di controllo e accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale e alle altre finalità connesse al miglioramento della sicurezza stradale. Prevede altresì che tali somme possano essere destinate anche ad assunzioni a tempo determinato e a progetti di potenziamento dei servizi notturni. Nel caso della somma prevista a bilancio nel 2011, in base a quanto previsto dalla vigente normativa sul Codice della Strada, la quota vincolata pari al 50% della somma iscritta nel Bilancio di Previsione 2011, corrispondente a ,00, con atto di Giunta comunale n.136 del è stata destinata per ,00 ad assunzioni a tempo determinato di agenti di Polizia Locale, per ,00 all acquisto di attrezzature ed automezzi per il potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale e per ,00 a lavori di rifacimento della segnaletica stradale. 42

44 3.2 Obiettivi degli organismi gestionali dell ente: In considerazione di quanto esposto in premessa, gli obiettivi degli organismi gestionali dovranno focalizzarsi principalmente: - su una gestione parsimoniosa ed efficiente della spesa, continuamente monitorata mediante un controllo attento ed efficace; - su una costante attività di accertamento delle entrate; - su una gestione delle attività programmate in grado di valorizzare ed armonizzare gli strumenti, l organizzazione e le risorse umane disponibili (sussidiarietà orizzontale). 43

45 3.3 - QUADRO GENERALE DEGLI IMPIEGHI PER PROGRAMMA ANNO 2011 ANNO 2012 ANNO 2013 N. SPESA CORRENTE SPESA CORRENTE SPESA CORRENTE Programma SPESA PER SPESA PER SPESA PER DI TOTALE CONSOLIDATA INVESTIMENTO DI TOTALE CONSOLIDATA INVESTIMENTO DI CONSOLIDATA INVESTIMENTO SVILUPPO SVILUPPO SVILUPPO TOTALE ,53 0, , , ,12 0, , , ,95 0, , , ,57 0, , , ,57 0, , , ,57 0, , , ,21 0, , , ,41 0,00 0, , ,42 0, , , ,33 0,00 0, , ,33 0,00 0, , ,33 0,00 0, , ,45 0,00 0, , ,41 0,00 0, , ,37 0,00 0, , ,00 0,00 0, , ,00 0,00 0, , ,00 0,00 0, , ,79 0, , , ,87 0, , , ,97 0, , , ,76 0, , , ,54 0, , , ,33 0, , , ,63 0,00 0, , ,51 0,00 0, , ,99 0,00 0, , ,00 0, , , ,00 0,00 0, , ,00 0,00 0, ,00 TOTALI ,27 0, , , ,76 0, , , ,93 0, , ,77 44

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA Comune di Roncade Treviso RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO 2010-2011 - 2012 Modello n. 2 per Comuni e Unione di Comuni 1 RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2010-2011 - 2012 SEZIONE

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA CITTA' DI NARDO' Provincia di LECCE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER L'ESERCIZIO 2015 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL'ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI

Dettagli

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE 2.1 - FONTI DI FINANZIAMENTO 2.1.1 - Quadro Riassuntivo Tributarie 3098076,08 2818461,43 2850432,00 2921771,00 2771771,00 2771771,00 2,50 Contributi e trasferimenti correnti

Dettagli

COMUNE DI LUISAGO. (Provincia di Como) PIANO DELLA PERFORMANCE

COMUNE DI LUISAGO. (Provincia di Como) PIANO DELLA PERFORMANCE COMUNE DI LUISAGO (Provincia di Como) PIANO DELLA PERFORMANCE ANNO 202 INDICE - Introduzione - Territorio - Popolazione - Strutture - Personale - Struttura: dati economico-patrimoniali organizzazione -

Dettagli

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE 2.1 - FONTI DI FINANZIAMENTO 2.1.1 - Quadro Riassuntivo Tributarie 9084443,36 8502962,92 8155504,77 8112844,23 7982265,23 8084026,13 0,52- Contributi e trasferimenti correnti

Dettagli

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE 2.1 - FONTI DI FINANZIAMENTO 2.1.1 - Quadro Riassuntivo Tributarie 4882257,22 7796539,38 9231139,44 8414080,00 8731772,96 8840675,26 8,85- Contributi e trasferimenti correnti

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO: 2013-2014 - 2015 Modello n. 2 per Comuni e Unione di Comuni Pag. 1 di 105 COMUNE DI RONCADE INDICE GENERALE 1.1 Popolazione Pag. 4 1.2 Territorio

Dettagli

Consuntivo 2010. Documenti allegati

Consuntivo 2010. Documenti allegati Consuntivo 2010 Consuntivo 2010 Documenti allegati Relazione dei revisori dei conti Elenco dei residui attivi e passivi distinti per anno di provenienza Conto del Bilancio Conto economico Conto Patrimoniale

Dettagli

CERTIFICATO DEL RENDICONTO AL BILANCIO 2013

CERTIFICATO DEL RENDICONTO AL BILANCIO 2013 CODICE ENTE 1 0 1 0 8 1 1 7 0 0 COMUNE OSASCO UNIONE DI COMUNI SIGLA PROV. TO CERTIFICATO DEL RENDICONTO AL BILANCIO 2013 Pag. 3 CODICE ENTE 1 0 1 0 8 1 1 7 0 0 COMUNE o UNIONE DI COMUNI DI OSASCO SIGLA

Dettagli

ALLEGATI INDICATI DAL PUNTO 9.3 DEL PRINCIPIO CONTABILE CONCERNENTE LA PROGRAMMAZIONE DI BILANCIO

ALLEGATI INDICATI DAL PUNTO 9.3 DEL PRINCIPIO CONTABILE CONCERNENTE LA PROGRAMMAZIONE DI BILANCIO NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO ARMONIZZATO Il Comune di Sesto San Giovanni ha aderito, con deliberazione di Giunta n. 291 del 24 settembre 2013, ai sensi dell art.36 del D.Lgs.n.118/2011, come modificato

Dettagli

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE 2.1 - FONTI DI FINANZIAMENTO 2.1.1 - Quadro Riassuntivo Tributarie 299445,52 894198,75 878007,23 880610,48 827698,76 798342,36 0,30 Contributi e trasferimenti correnti 1121378,08

Dettagli

COMUNE DI CISLIANO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2012. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser.

COMUNE DI CISLIANO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2012. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser. Stampa per Codice di Bilancio 1 0 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 0.00.0000 1 1 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE - FONDO INVESTIMENTO 0,00 38.560,00 0,00-38.560,00 0,00 0.00.0000 1 2 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE - FONDO

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNE DI SOLZA

BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNE DI SOLZA BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNE DI SOLZA BILANCIO, - STRUMENTO di GESTIONE - STRUMENTO di PROGRAMMAZIONE delle RISORSE di una ORGANIZZAZIONE Bilancio preventivo 1) Strumento per determinare bisogni

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2012

BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNE DI MESERO Provincia di Milano PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2012 E DOCUMENTI ALLEGATI Parere dell Organo di Revisione sul bilancio di previsione 2012 del

Dettagli

Gestire la programmazione finanziaria, la funzione amministrativa-contabile e l'economato

Gestire la programmazione finanziaria, la funzione amministrativa-contabile e l'economato FUNZIONE SERVIZIO PROCESSO ORGANI ISTITUZIONALI PARTECIPAZIONE E DECENTRAMENTO SEGRETERIA GENERALE, PERSONALE E ORGANIZZAZIONE 24 Servizi di supporto interno: Gestire Segreteria, Protocollo, Servizi informativi

Dettagli

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE 2.1 - FONTI DI FINANZIAMENTO 2.1.1 - Quadro Riassuntivo Tributarie 11568066,42 9718909,97 10494965,10 10771886,36 11034546,46 11219546,46 2,64 Contributi e trasferimenti

Dettagli

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 I conti del cittadino: come sono stati spesi i soldi di tutti Ecco le cifre del conto del bilancio 2005 LE ENTRATE ACCERTATE NEL 2005 SONO STATE PARI AD 43.962.251,42

Dettagli

Comune di CINISI Collegio dei Revisori

Comune di CINISI Collegio dei Revisori Comune di CINISI Collegio dei Revisori Verbale n 18 del 13122013 PARERE SUL BILANCIO DI PREVISIONE 2013 Il Collegio dei Revisori Premesso che l'organo di revisione nelle riunioni in data 11-12-13 del mese

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E DOTAZIONE L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni

Dettagli

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE

SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE SEZIONE 2 ANALISI DELLE RISORSE 2.1 - FONTI DI FINANZIAMENTO 2.1.1 - Quadro Riassuntivo Tributarie 811917,70 854363,11 854263,00 860612,04 861122,00 861622,00 0,74 Contributi e trasferimenti correnti 143783,44

Dettagli

STAMPA CONTO CONSUNTIVO

STAMPA CONTO CONSUNTIVO C O M U N E D I A R Z I G N A N O CONTO CONSUNTIVO Esercizio finanziario CONTO CONSUNTIVO - ENTRATE COMUNE DI ARZIGNANO Pagina 1 STAMPA CONTO CONSUNTIVO GESTIONE DELLE ENTRATE- ANNO conservati Conto del

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2008

BILANCIO DI PREVISIONE 2008 COMUNE DI RAGUSA Provincia di Ragusa PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2008 E DOCUMENTI ALLEGATI L ORGANO DI REVISIONE Dr. Antonino Ilardo Dr. Roberto Linguanti Dr.

Dettagli

Comune di Marostica RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

Comune di Marostica RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA Comune di Marostica RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2014 / 2016 Comune di Marostica Relazione previsionale e programmatica 2014-2016 INDICE DEGLI ARGOMENTI TRATTATI PARTE PRIMA: LA RELAZIONE IN

Dettagli

COMUNE DI CARZANO. Provincia di Trento

COMUNE DI CARZANO. Provincia di Trento COMUNE DI CARZANO Provincia di Trento PARERE DEL REVISORE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2014 E PLURIENNALE 2014-2016 IL REVISORE Rag. Roberto Tonezzer 2 Verifiche preliminari Il sottoscritto

Dettagli

STAMPA CONTO CONSUNTIVO

STAMPA CONTO CONSUNTIVO C O M U N E D I A R Z I G N A N O CONTO CONSUNTIVO Esercizio finanziario CONTO CONSUNTIVO - ENTRATE COMUNE DI ARZIGNANO Pagina 1 STAMPA CONTO CONSUNTIVO GESTIONE DELLE ENTRATE- ANNO 1000000 Residui conservati

Dettagli

STAMPA CONTO CONSUNTIVO

STAMPA CONTO CONSUNTIVO C O M U N E D I A R Z I G N A N O CONTO CONSUNTIVO Esercizio finanziario CONTO CONSUNTIVO - ENTRATE COMUNE DI ARZIGNANO Pagina 1 STAMPA CONTO CONSUNTIVO GESTIONE DELLE ENTRATE- ANNO 1000000 conservati

Dettagli

Sommario. Verifiche preliminari. Verifica degli equilibri - Gestione 2009 - A. Bilancio di previsione 2010 - B. Bilancio pluriennale

Sommario. Verifiche preliminari. Verifica degli equilibri - Gestione 2009 - A. Bilancio di previsione 2010 - B. Bilancio pluriennale Sommario Verifiche preliminari Verifica degli equilibri - Gestione 2009 - A. Bilancio di previsione 2010 - B. Bilancio pluriennale Verifica coerenza delle previsioni - Coerenza interna - Coerenza esterna

Dettagli

Comune di Bricherasio

Comune di Bricherasio Avanzo di Amministrazione + Fondo Pluriennale Vincolato iscritto in Entrata di cui: - Fondi Vincolati - Finanziamento Investimenti - Fondo Ammortamento 22.000,00 469.074,66 - Fondi Non Vincolati 22.000,00

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2006

BILANCIO DI PREVISIONE 2006 COMUNE DI MONTE SANT ANGELO Provincia di Foggia PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2006 E DOCUMENTI ALLEGATI L organo di revisione Dott. Matteo Frattaruolo Dott. Rosario

Dettagli

Il Bilancio di Previsione per il Cittadino

Il Bilancio di Previsione per il Cittadino Comune di Vicopisano Il Bilancio di Previsione per il Cittadino 2014 PREMESSA La riduzione ormai costante della contribuzione dello Stato nei confronti degli enti locali e l'avvio del cosiddetto "federalismo

Dettagli

Utente: Monica Salviato, Data di stampa: 13/05/2014 Pagina 1 di 14

Utente: Monica Salviato, Data di stampa: 13/05/2014 Pagina 1 di 14 Responsabile : 30104801 30107401 30107401 30208701 30208 30509401 30509413 40109 40109 Settore AFFARI GENERALI - SUPPORTO ALLA SEGRETERIA GENERALE 30.02.1 CONTRIBUTO PER LA TENUTA REGISTRO REGIONALE DELLE

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA DA ALLEGARSI AL BILANCIO DI PREVISIONE 2014

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA DA ALLEGARSI AL BILANCIO DI PREVISIONE 2014 COMUNE DI CORTANDONE Provincia di Asti RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA DA ALLEGARSI AL BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PREMESSA Il Comune di Cortandone ha una popolazione residente al 31/12/2013 di

Dettagli

BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016

BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016 BILANCIO PLURIENNALE 2014 - Pagina 1 di 201 PREVISIONI DEL BILANCIO PLURIENNALE 2014 - AVANZO DI AMMINISTRAZIONE di cui: Avanzo vincolato Avanzo finanziamento investimenti Avanzo fondo ammortamento Avanzo

Dettagli

Comune di Santa Lucia di Piave (TV) BILANCIO 2011

Comune di Santa Lucia di Piave (TV) BILANCIO 2011 ENTRATE: PREVISIONE 2011 Quota avanzo dell'anno precedente (Titolo 0) 150.000,00 Entrate Tributarie (Titolo 1) 2.152.100,00 Entrate derivanti da contributi e trasferim. correnti dello Stato (Titolo 2)

Dettagli

BILANCIO PLURIENNALE PARTE I : ENTRATA

BILANCIO PLURIENNALE PARTE I : ENTRATA BILANCIO PLURIENNALE PARTE I : ENTRATA BILANCIO PLURIENNALE 2011-201 Pag. 1 / 20 201012 201 PREVISIONI DEL BILANCIO PLURIENNALE 2011-201 Avanzo di amministrazione di cui: VINCOLATO FINANZIAMENTO INVESTIMENTI

Dettagli

COMUNE DI CASSACCO. Provincia di Udine PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2012 E DOCUMENTI ALLEGATI

COMUNE DI CASSACCO. Provincia di Udine PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2012 E DOCUMENTI ALLEGATI COMUNE DI CASSACCO Provincia di Udine PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2012 E DOCUMENTI ALLEGATI IL REVISORE UNICO Rag. CUCCHINI Alessandro Parere dell Organo di

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO ENTRATE COMUNE DI BRUGHERIO - ESERCIZIO 2012 BILANCIO DI PREVISIONE PARTE I - ENTRATA Valuta: EURO Pag.1

Dettagli

A cura dell Ufficio del Controllo di Gestione

A cura dell Ufficio del Controllo di Gestione Giovani idee in. Porto Partecipo al Bilancio Com è strutturato il bilancio del Comune A cura dell Ufficio Che cos è il bilancio del Comune? Il bilancio è un insieme di documenti necessari per l organizzazione

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014 Stampa per Codice di Bilancio R I S O R S A Accertamenti ult. eser. chiuso 999999 10 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE VINCOLATO 0.00.0000 999999 20 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni come

Dettagli

Parere dell Organo di Revisione sul bilancio di previsione 2009 del Comune di Corinaldo 1

Parere dell Organo di Revisione sul bilancio di previsione 2009 del Comune di Corinaldo 1 Parere dell Organo di Revisione sul bilancio di previsione 2009 del Comune di Corinaldo 1 ! "!#!!$!%"!&!"'()*)! " # $%!&# '()( * " ( +,-.# '(((+"(/#! 01 %2!& # 0 2 ' #! '! 2 3! 2" % 2!( ) Parere dell Organo

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE ENTRATE - Anno 2013 Sintetico

BILANCIO DI PREVISIONE ENTRATE - Anno 2013 Sintetico COMUNE DI BASTIA UMBRA Prov. (PG) BILANCIO DI PREVISIONE ENTRATE - Anno 2013 Sintetico AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 170.096,84 170.096,84 di cui: - Vincolato - Finaziamento Investimenti - Fondo Ammortamento

Dettagli

COMUNE DI CARPENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA BILANCIO PLURIENNALE - ENTRATE TRIENNIO 2012-2014

COMUNE DI CARPENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA BILANCIO PLURIENNALE - ENTRATE TRIENNIO 2012-2014 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE AVANZO DI AMMINISTRAZIONE AVANZO AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO PROVENTI CONCESSIONI EDILIZIE AVANZO DI AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO MONETIZZAZIONI AVANZO DI AMMINISTRAZIONE: ALIENAZIONI

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2010

BILANCIO DI PREVISIONE 2010 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2010 Approvato con deliberazione Consiglio Comunale n. 55-315 del 28 aprile 2010 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno

Dettagli

COMUNE DI PIRAINO - Provincia di Messina - PIANO DELLA PERFORMANCE ANNO 212 Approvato con la deliberazione di Giunta Municipale n 275 del 27/11/212 OBIETTIVO STRATEGICO Obiettivo strategico DIRIGENTI E

Dettagli

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno 2008 Risorsa Accertamenti Previsioni Avanzo di Amministrazione 1.326.30 376.60

Dettagli

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno 2009 Risorsa Accertamenti Previsioni Avanzo di Amministrazione 376.60 875.00

Dettagli

COMUNE DI TRECASE ELENCO RESIDUI ATTIVI AL 31/12/2013

COMUNE DI TRECASE ELENCO RESIDUI ATTIVI AL 31/12/2013 Pag. 1 1 ENTRATE TRIBUTARIE 1.01 IMPOSTE 1.01.0010 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI 10 2012 377 DC 51 31/10/2012 DIVERSI 92.818,77 RISCOSSIONI SALDO IMU PER RIDETERMINAZIONE PREVISIONI MEF 10 2013 413 LS

Dettagli

Relazione sullo stato di. realizzazione dell attività. programmata nell anno 2010

Relazione sullo stato di. realizzazione dell attività. programmata nell anno 2010 COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA (TRAPANI) Relazione sullo stato di realizzazione dell attività programmata nell anno 2010 1 - LA LETTURA DEI RISULTATI DELLA GESTIONE 1.1 - Il risultato della gestione di competenza

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2011

BILANCIO DI PREVISIONE 2011 COMUNE DI Lanciano Provincia di Chieti PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2011 E DOCUMENTI ALLEGATI L ORGANO DI REVISIONE Dott.ssa Francesca AIMOLA Dott. Luigi Alfredo

Dettagli

COMUNE DI VILLA GUARDIA BILANCIO DI PREVIIONE 2009 1 ENTRATE

COMUNE DI VILLA GUARDIA BILANCIO DI PREVIIONE 2009 1 ENTRATE COMUNE DI VILLA GUARDIA BILANCIO DI PREVIIONE 2009 1 ENTRATE 5036002 1 00 0000 0001 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 0 1003000 1 01 0045 1003 ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF 88.000,00 1005000 1 01 0046 1005 COMPARTECIPAZIONE

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 COMUNE DI SANT ANGELO IN VADO Provincia di Pesaro e Urbino PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2014 E DOCUMENTI ALLEGATI L ORGANO DI REVISIONE Dott. Alessandro Pieri

Dettagli

COMUNE DI LORIA PROVINCIA DI TREVISO. Pag. 1 di 82

COMUNE DI LORIA PROVINCIA DI TREVISO. Pag. 1 di 82 PROVINCIA DI TREVISO Pag. 1 di 82 PROVINCIA DI TREVISO Relazione Previsionale e Programmatica 2012-2014 Pag. 2 di 82 SEZIONE 1 - CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL'ECONOMIA

Dettagli

COMUNE DI BORGOMANERO

COMUNE DI BORGOMANERO COMUNE DI BORGOMANERO PROVINCIA DI NOVARA BORGOMANERO CORSO CAVOUR, 16-28021 - NO C.F.: 82001370038 P. I.V.A.: 00426580031 RELAZIONE PREVISIONALE PROGRAMMATICA TRIENNIO 2011-2013 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE

Dettagli

COMUNE DI CORCIANO. Provincia di Perugia

COMUNE DI CORCIANO. Provincia di Perugia Oggetto: Parere del Responsabile dell Area Economico-Finanziaria ai sensi dell art. 153 del D.Lgs 267/2000. Bilancio di previsione anno 2014. Bilancio Pluriennale 2014/2016. Il sottoscritto Stefano Baldoni,

Dettagli

BILANCIO DELL'ANNO 2007 - ENTRATE

BILANCIO DELL'ANNO 2007 - ENTRATE BILANCIO DELL'ANNO 2007 - ENTRATE Avanzo di amministrazione 1.000.00 Entrate tributarie (titolo I) 63.778.705,00 Entrate da trasferimenti (titolo II) 15.725.005,58 Entrate extratributarie (titolo III)

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO: 2014-2015 - 2016 Modello n. 2 per Comuni e Unione di Comuni COMUNE DI RONCADE Pag. 1 INDICE GENERALE 1.1 Popolazione Pag. 4 1.2 Territorio Pag. 7

Dettagli

COMUNE DI SCHIO PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE (P.E.G.) (Previsioni Assestate) - Esercizio Finanziario 2013 PARTE I - ENTRATA direzione: D0 SETTORE 02

COMUNE DI SCHIO PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE (P.E.G.) (Previsioni Assestate) - Esercizio Finanziario 2013 PARTE I - ENTRATA direzione: D0 SETTORE 02 direzione: D0 SETTORE 02 servizio: S04 SERVIZIO RISORSE UMANE E RELAZIONI SINDACALI Centro responsabile: R48 Servizio risorse umane e relaz.sindacali Pag.1 TITOLO I ENTRATE TRIBUTARIE Categoria 1 02 Tasse

Dettagli

Fare i conti per il patto e con il patto. Porto Sant Elpidio, Villa Baruchello, li 13/04/2012 Dott. Roberto Petrucci Dott.ssa Claudia Petrelli

Fare i conti per il patto e con il patto. Porto Sant Elpidio, Villa Baruchello, li 13/04/2012 Dott. Roberto Petrucci Dott.ssa Claudia Petrelli Fare i conti per il patto e con il patto Porto Sant Elpidio, Villa Baruchello, li 13/04/2012 Dott. Roberto Petrucci Dott.ssa Claudia Petrelli Il calcolo dell obiettivo La media triennale Le percentuali

Dettagli

COMUNE DI DOLIANOVA Provincia di Cagliari. Il Servizio Finanziario

COMUNE DI DOLIANOVA Provincia di Cagliari. Il Servizio Finanziario COMUNE DI DOLIANOVA Provincia di Cagliari Il Servizio Finanziario ESERCIZIO 2011 Relazione tecnica predisposta dal Responsabile del Servizio Finanziario. Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi

Dettagli

ENTRATE CORRENTI Di seguito si riportano le risorse e gli andamenti relativi alle Entrate correnti dell ultimo triennio.

ENTRATE CORRENTI Di seguito si riportano le risorse e gli andamenti relativi alle Entrate correnti dell ultimo triennio. 1 LE RISORSE ECONOMICO FINANZIARIE Obiettivi Riduzione indebitamento Ente. Mantenimento parametri Patto Stabilità. Miglioramento tempi di pagamento alle imprese e attivazione procedure di cui al D.L. 35/2013.

Dettagli

2. Esercizi di contabilità finanziaria

2. Esercizi di contabilità finanziaria 2. Esercizi di contabilità finanziaria di Carmela Barbera e Silvia Rota La lettura del bilancio preventivo 1. Il caso del Comune di Avalonia Viene fornito un estratto semplificato del bilancio di previsione

Dettagli

Comune di BOSCOTRECASE BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2015 PARTE I - ENTRATA 09/10/2015 13: 7 Pag. 1

Comune di BOSCOTRECASE BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2015 PARTE I - ENTRATA 09/10/2015 13: 7 Pag. 1 PARTE I - ENTRATA 09/10/2015 13: 7 Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 61.562,42 61.562,42 61.562,42 di cui: VINCOLATO 61.562,42 NON VINCOLATO 61.562,42

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2013

BILANCIO DI PREVISIONE 2013 COMUNE DI ACQUALAGNA Provincia di PESARO-URBINO PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2013 E DOCUMENTI ALLEGATI L ORGANO DI REVISIONE RAG. GINETTA ALUIGI Parere dell

Dettagli

Comune di Maddaloni Provincia di Caserta Piazza Matteotti, 9 C.A.P. 81024 cod Fisc: 80004330611 Partita IVA 00136920618

Comune di Maddaloni Provincia di Caserta Piazza Matteotti, 9 C.A.P. 81024 cod Fisc: 80004330611 Partita IVA 00136920618 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE/2013 Delibera n. 36 del 25/07/2013 Oggetto: Approvazione dell ipotesi di Bilancio stabilmente riequilibrato 2012 della Relazione e Programmatica e del Bilancio Pluriennale

Dettagli

PROGETTO DI BILANCIO PER L ESERCIZIO 2009 NOTE ILLUSTRATIVE

PROGETTO DI BILANCIO PER L ESERCIZIO 2009 NOTE ILLUSTRATIVE Bilancio di Previsione 2009 Note illustrative PROGETTO DI BILANCIO PER L ESERCIZIO 2009 NOTE ILLUSTRATIVE La manovra di Bilancio per il prossimo esercizio evidenzia ampie difficoltà provocate da diversi

Dettagli

Certificati. untivo. Novembre 2015

Certificati. untivo. Novembre 2015 Certificati di conto consu untivo 2013 Dati relativi ai comuni italiani con più di 200.000 abitanti Novembre 2015 I dati presenti nella pubblicazione sono tratti dal sito del Ministero dell'interno Dipartimento

Dettagli

BILANCIO 2015 CONSIGLIO COMUNALE 26 MARZO 2015. Relazione del Sindaco con delega al Bilancio dott. Davide Casati

BILANCIO 2015 CONSIGLIO COMUNALE 26 MARZO 2015. Relazione del Sindaco con delega al Bilancio dott. Davide Casati BILANCIO 2015 Comune di Scanzorosciate CONSIGLIO COMUNALE 26 MARZO 2015 Relazione del Sindaco con delega al Bilancio dott. Davide Casati IL TERRITORIO Superficie complessiva Kmq 11 Strade Km 70 Numero

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO 2011-2012 - 2013 Modello n. 2 per Comuni e Unione di Comuni COMUNE DI BUSALLA. Provincia di GENOVA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2012

Dettagli

CITTA DI CONEGLIANO. Provincia di Treviso RELAZIONE DELLA GIUNTA AL RENDICONTO DELLA GESTIONE ANNO 2012

CITTA DI CONEGLIANO. Provincia di Treviso RELAZIONE DELLA GIUNTA AL RENDICONTO DELLA GESTIONE ANNO 2012 CITTA DI CONEGLIANO Provincia di Treviso RELAZIONE DELLA GIUNTA AL RENDICONTO DELLA GESTIONE ANNO 2012 Ai sensi art. 151 6 comma - D.Lgs 267/2000 COMUNE DI CONEGLIANO RELAZIONE DELLA GIUNTA AL RENDICONTO

Dettagli

Comune di SOMMA VESUVIANA ELENCO DEI RESIDUI ATTIVI ESERCIZIO 2014 ESERCIZIO DI PROVENIENZA 1992

Comune di SOMMA VESUVIANA ELENCO DEI RESIDUI ATTIVI ESERCIZIO 2014 ESERCIZIO DI PROVENIENZA 1992 ESERCIZIO DI PROVENIENZA 1992 30/04/2015 Pag. 1 D E S C R I Z I O N E Insussistenze Maggiori da ENTRATE EXTRATRIBUTARIE 3.02.3063 FITTI REALI DI FABBRICATI 387,34 387,34 TOTALE CATEGORIA 02 387,34 387,34

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2012

BILANCIO DI PREVISIONE 2012 COMUNITA MONTANA ESINO-FRASASSI Provincia di Ancona PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2012 E DOCUMENTI ALLEGATI L ORGANO DI REVISIONE Rag.Floriano Flori Parere dell

Dettagli

LA RELAZIONE CONTABILE

LA RELAZIONE CONTABILE LA RELAZIONE CONTABILE Struttura del Bilancio di Previsione Il bilancio di previsione comunale è il documento di indirizzo politicofinanziario con il quale il Consiglio Comunale, su proposta della Giunta,

Dettagli

Bilancio per il cittadino

Bilancio per il cittadino Bilancio il cittadino Comune di Marano Vicentino 1 informa informa 1 BILANCIO CONSUNTIVO 2008 DEL COMUNE DI VICENTINO Spiegare in modo semplice e capibile a tutti i cittadini il Bilancio Comunale non è

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015 - PARTE ENTRATA

BILANCIO DI PREVISIONE 2015 - PARTE ENTRATA CAP codice voce econ Descrizione della tipologia di entrata da inserire nelle risorse ASSESTATO 2014 PREVISIONE 2015 0 0000000 Avanzo di amministrazione 50.200,00 50.000,00 Titolo 1 ENTRATE TRIBUTARIE

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 E PLURIENNALE 2014-2016

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 E PLURIENNALE 2014-2016 BILANCIO DI PREVIONE 2014 E PLURIENNALE 2014-2016 Elementi obbligatori che costituiscono il contenuto minimo del parere redatto dall organo di revisione economico-finanziaria ai sensi dell articolo 43

Dettagli

LA FINANZIARIA COMUNALE PER IL TRIENNIO 2014/2016. Assessorato alle Risorse economiche e finanziarie

LA FINANZIARIA COMUNALE PER IL TRIENNIO 2014/2016. Assessorato alle Risorse economiche e finanziarie LA FINANZIARIA COMUNALE PER IL TRIENNIO 2014/2016 Assessorato alle Risorse economiche e finanziarie Premessa Con la manovra di bilancio il Comune di Trezzo sull Adda è chiamato ad individuare i principali

Dettagli

ENTRATE E SPESE CORRENTI 2010

ENTRATE E SPESE CORRENTI 2010 RENDICONTO ESERCIZIO FINANZIARIO 2010 ENTRATE E SPESE CORRENTI 2010 ENTRATE CORRENTI ACCERTAMENTI SPESE CORRENTI IMPEGNI Tit.1' Entrate tributarie 3.767.366,36 Tit.2' Entrate da trasferimenti 2.852.298,09

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2011

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2011 BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2011 INDICE SISTEMATICO DEL BILANCIO BILANCIO DI PREVISIONE 2011 Pag. I ENTRATE TITOLO I - ENTRATE TRIBUTARIE CATEGORIA 1 - IMPOSTE Pag. 1 CATEGORIA 2 - TASSE Pag. 2 CATEGORIA

Dettagli

Comune di Almenno San Salvatore

Comune di Almenno San Salvatore Comune di Almenno San Salvatore Provincia di Bergamo 035/6320211 - FAX 035/643041 Piazza San Salvatore, 11 C. F. 00533860169 PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2014

Dettagli

COMUNE DI POGGIOMARINO Provincia di NAPOLI. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2009

COMUNE DI POGGIOMARINO Provincia di NAPOLI. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2009 Provincia di NAPOLI BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2009 PARTE I - ENTRATA 14/05/2009 :00 Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 1.147.632,00 1.698.132,00

Dettagli

Ufficio Pianificazione e Controlli Responsabile del Procedimento: dott. Mario Spoto Responsabile dell Istruttoria: dott.ssa Consuelo Patruno

Ufficio Pianificazione e Controlli Responsabile del Procedimento: dott. Mario Spoto Responsabile dell Istruttoria: dott.ssa Consuelo Patruno Ufficio Pianificazione e Controlli Responsabile del Procedimento: dott. Mario Spoto Responsabile dell Istruttoria: dott.ssa Consuelo Patruno REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE - ANNI 2011 2012 ai sensi

Dettagli

La gestione finanziaria 1

La gestione finanziaria 1 CAPITOLO 6 BILANCIO COMUNE DI SERIATE ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 La gestione finanziaria 1 Le risultanze finali del conto di bilancio dell esercizio finanziario 2007 sono riportate nella Tavola

Dettagli

!"#$%&'()4%EE,)F%>'(#&%

!#$%&'()4%EE,)F%>'(#&% GALLERIA DELLE ESPERIENZE Controllo di Gestione: Best Practices!"#$%&'()4%EE,)F%>'(#&%!"#$%&'()'"(*+',"( (-./012 3#4(3% &#'% imposta comunale sugli immobili 3111 imposta comunale sulla pubblicità 3112

Dettagli

COMUNE di BRACIGLIANO BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2010 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1

COMUNE di BRACIGLIANO BILANCIO DI PREVISIONE - ESERCIZIO 2010 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 PARTE I - ENTRATA : Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA 1 TITOLO I ENTRATE TRIBUTARIE 1 1 Categoria 01 - IMPOSTE 1010020 I.C.I 354.100,00 374.003,00 6.731,37 367.271,63 1010021

Dettagli

L ARMONIZZAZIONE DELLA CONTABILITA PUBBLICA COME STRUMENTO DI GOVERNANCE TRA I DIVERSI LIVELLI ISTITUZIONALI

L ARMONIZZAZIONE DELLA CONTABILITA PUBBLICA COME STRUMENTO DI GOVERNANCE TRA I DIVERSI LIVELLI ISTITUZIONALI L ARMONIZZAZIONE DELLA CONTABILITA PUBBLICA COME STRUMENTO DI GOVERNANCE TRA I DIVERSI LIVELLI ISTITUZIONALI Gli schemi del bilancio «armonizzato». La Classificazione delle entrate e delle spese. Le variazioni.

Dettagli

Comune di Airasca BILANCIO PLURIENNALE (2013-2014 - 2015) PREVISIONI DEFINITIVE. esercizio in corso

Comune di Airasca BILANCIO PLURIENNALE (2013-2014 - 2015) PREVISIONI DEFINITIVE. esercizio in corso Avanzo di Amministrazione 101.701,00 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti 64.701,00 Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 37.000,00 Entrate Tributarie TITOLO I CATEGORIA 1 Imposte 1.01.1003

Dettagli

Comune di Villa Guardia. Bilancio preventivo 2004

Comune di Villa Guardia. Bilancio preventivo 2004 Comune di Villa Guardia Bilancio preventivo Entrate Quadro generale riassuntivo Spese Titolo I: Entrate tributarie 2.345.977,46 Titolo I: Spese correnti 3.626.368,07 Titolo II: Entrate da contributi e

Dettagli

BILANCIO ASSESTATO ENTRATE - Anno 2015 Analitico

BILANCIO ASSESTATO ENTRATE - Anno 2015 Analitico Comune di Terenzo Prov. (PR) BILANCIO ASSESTATO ENTRATE - Anno 2015 Analitico AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 60.759,94 717,16 61.477,10 di cui: - Vincolato - Finaziamento Investimenti - Fondo Ammortamento -

Dettagli

COMUNE DI MONTALBANO JONICO CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 16/04/2015 10:28 Pag. 1

COMUNE DI MONTALBANO JONICO CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 16/04/2015 10:28 Pag. 1 GESTIONE DELLE ENTRATE 16/04/2015 10:28 Pag. 1 Residui conservati N. di Conto del tesoriere Determinazione dei Maggiori o e stanziamenti riferimento residui minori CODICE DESCRIZIONE definitivi allo Riscossioni

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO. Rendiconto della gestione 2009

CONTO DEL BILANCIO. Rendiconto della gestione 2009 Rendiconto della gestione 2009 CONTO DEL BILANCIO Gestione delle entrate Gestione delle spese Riepilogo generale di classificazione delle spese Quadro generale riassuntivo delle entrate Quadro generale

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PARERE CONTABILE DEL RESPONSABILE DI RAGIONERIA

BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PARERE CONTABILE DEL RESPONSABILE DI RAGIONERIA Allegato PR PROVINCIA DI SAVONA BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PARERE CONTABILE DEL RESPONSABILE DI RAGIONERIA Dott.ssa Patrizia Gozzi A cura del Servizio Bilancio e Programmazione Finanziaria Il Dirigente

Dettagli

Comune di Brivio. Bilancio di Previsione 2012

Comune di Brivio. Bilancio di Previsione 2012 Comune di Brivio Bilancio di Previsione 2012 Comune di Brivio Linee generali Il bilancio di previsione 2012 si caratterizza proprio per un forte elemento «previsionale», legato ai recenti interventi legislativi

Dettagli

COMUNE DI BUSTO GAROLFO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio

COMUNE DI BUSTO GAROLFO PROVINCIA DI MILANO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2014. Stampa per Codice di Bilancio Stampa per Codice di Bilancio 1 0 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 0.00.0000 1 1 AVANZO AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO 0,00 682.808,90 92.602,01 0,00 775.410,91 0.00.0000 1 2 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE FINANZIAMENTO

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2012

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO 2012 BILANCIO DI PREVISIONE INDICE SISTEMATICO DEL BILANCIO BILANCIO DI PREVISIONE 2012 Pag. I ENTRATE TITOLO I - ENTRATE TRIBUTARIE CATEGORIA 1 - IMPOSTE Pag. 1 CATEGORIA 2 - TASSE Pag. 2 CATEGORIA 3 - TRIBUTI

Dettagli

Comune di Roccavione

Comune di Roccavione Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione 473.546,34 473.546,34 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti 90.000,00 90.000,00 Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 383.546,34

Dettagli

Osservatorio sui Bilanci delle Autonomie Locali

Osservatorio sui Bilanci delle Autonomie Locali Osservatorio sui Bilanci delle Autonomie Locali GUIDA ALLA LETTURA DEI BILANCI COMUNALI L esame dei bilanci dei Comuni può costituire un utile strumento di analisi e di supporto all elaborazione di linee

Dettagli

COMUNE DI REGGIOLO. Provincia di REGGIO EMILIA

COMUNE DI REGGIOLO. Provincia di REGGIO EMILIA COMUNE DI REGGIOLO Provincia di REGGIO EMILIA PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLO SCHEMA DI RENDICONTO PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2010 E DOCUMENTI ALLEGATI IL REVISORE Dott. Valerio Fantini Comune di

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO Comune di Civitavecchia (RM) Pagina 1 Comune di Civitavecchia (RM) RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER IL PERIODO 2014-2016 Comune di Civitavecchia (RM) Pagina 2 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI SIENA PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE 2011 E DOCUMENTI ALLEGATI L organo di revisione Prof.ssa Anna Paris Dott. Marco Fossi Dott.

Dettagli