Tax code, VAT number and registration number with the Companies Registry of Milan R.E.A. No. MI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tax code, VAT number and registration number with the Companies Registry of Milan 09230261001 R.E.A. No. MI 1937961"

Transcript

1 BUILDING ENERGY S.p.A (incorporated as a joint stock company with a sole shareholder under the laws of the Republic of Italy) with its registered office in Via Tortona, Milan Share capital of Euro ,00 fully paid-in Tax code, VAT number and registration number with the Companies Registry of Milan R.E.A. No. MI ADMISSION DOCUMENT dated 29 July 2015 for the admission to trading on the ExtraMOT Market Professional Segment (ExtraMOT PRO) operated by Borsa Italiana S.p.A. of the Up to Euro 30,000,000 Secured Bonds due 31 July 2020 ISIN: IT The financial instruments are issued in dematerialised form in accordance with Legislative Decree No. 58 of 24 February 1998, as subsequently amended and supplemented, and held by Monte Titoli CONSOB AND BORSA ITALIANA HAVE NOT EXAMINED OR APPROVED THE CONTENT OF THIS ADMISSION DOCUMENT i

2 CONTENTS Page DEFINITIONS... 3 RESPONSIBILITY STATEMENT AND IMPORTANT NOTICES... 4 RISK FACTORS... 6 INFORMATION ABOUT THE ISSUER FINANCIAL INFORMATION TERMS AND CONDITIONS OF THE BONDS USE OF PROCEEDS SELLING RESTRICTIONS GENERAL INFORMATION ANNEX 1 AUDITED CONSOLIDATED ANNUAL FINANCIAL STATEMENTS OF BUILDING ENERGY S.P.A

3 DEFINITIONS Capitalised words and expressions used in this Admission Document shall, except so far as the context otherwise requires or as otherwise defined, have the meanings set out below. Admission Document means this admission document issued by the Issuer pursuant to section 10 of the ExtraMOT Market Rules; Borsa Italiana means Borsa Italiana S.p.A., a società per azioni having its registered office at Piazza degli Affari 1, Milan, Italy; Conditions means the terms and conditions of the Bonds as further described in section headed Terms and Conditions of the Bonds of this Admission Document; Consob means Commissione Nazionale per le Società e la Borsa; "Consob Regulation No " means CONSOB Regulation No dated 14 May 1999 as subsequently amended and supplemented; ExtraMOT Market means the multilateral trade facility managed and organised by Borsa Italiana; ExtraMOT Market Rules means the terms and conditions regulating admission to trading on the ExtraMOT Market, released by Borsa Italiana, as amended and supplemented from time to time; ExtraMOT PRO means the profess ional segment for trading of the financial instruments referred to in article of the ExtraMOT Market Rules; "Euro" means the currency introduced at the start of the third stage of the European Economic and Monetary Union, and as defined in Article 2 of Council Regulation (EC) No 974/98 of 3 May 1998 on the introduction of the euro, as amended; Financial Laws Consolidation Act means Italian legislative decree number 58 of 24 February 1998, as amended and supplemented from time to time; "GSE" means Gestore dei Servizi Energetici S.p.A., being the state-owned company which promotes and supports renewable energy sources in Italy; Issue Price means 100% of the principal amount of the Bonds upon issue; Issuer means Building Energy S.p.A.; Italian Stock Exchange means Borsa Italiana; "Member State" means any member state of the European Economic Area; Qualified Investors means the qualified investors (investitori qualificati), as defined pursuant to article 100 of the Financial Laws Consolidation Act and article 34-ter, first paragraph, letter b) of Consob Regulation No ; Securities Act means the United States Securities Act of 1933, as amended, including the rules and regulations adopted by the Securities and Exchange Commission thereunder. 3

4 RESPONSIBILITY STATEMENT AND IMPORTANT NOTICES The Issuer accepts responsibility for the information contained in this Admission Document and declares that, having taken all reasonable care to ensure that such is the case, the information contained in this Admission Document to the best of its knowledge is in accordance with the facts and contains no omission likely to affect its import. The Issuer has confirmed to Intermonte SpA SIM (acting as the Placing Agent ) and the subscribers (the "Subscribers") that this Admission Document contains all information regarding the Issuer and the Bonds which is (in the context of the issue of the Bonds) material; such information is true and accurate in all material respects and is not misleading in any material respect; any opinions, predictions or intentions expressed in this Admission Document on the part of the Issuer are honestly held or made and are not misleading in any material respect; this Admission Document does not omit to state any material fact necessary to make such information, opinions, predictions or intentions (in such context) not misleading in any material respect; and all proper enquiries have been made to ascertain and to verify the foregoing. The Issuer has not authorised the making or provision of any representation or information regarding the Issuer or the Bonds other than as contained in this Admission Document or as approved for such purpose by the Issuer. Any such representation or information should not be relied upon as having been authorised by the Issuer or the Managers. Neither the Subscribers, the Placing Agent nor any of their respective affiliates have authorised the whole or any part of this Admission Document and none of them makes any representation or warranty or accepts any responsibility as to the accuracy or completeness of the information contained in this Admission Document. Neither the delivery of this Admission Document nor the offering, sale or delivery of any Bond shall in any circumstances create any implication that there has been no adverse change, or any event reasonably likely to involve any adverse change, in the condition (financial or otherwise) of the Issuer since the date of this Admission Document. This Admission Document does not constitute an offer of, or an invitation to subscribe for or purchase, any Bonds. The distribution of this Admission Document and the offering, sale and delivery of Bonds in certain jurisdictions may be restricted by law. Persons into whose possession this Admission Document comes are required by the Issuer and the Managers to inform themselves about and to observe any such restrictions. The Bonds may not be offered or sold directly or indirectly, and neither this Admission Document nor any other offering circular or any prospectus, form of application, advertisement, other offering material or other information relating to the Issuer or the Bonds may be issued, distributed or published in any country or jurisdiction, except under circumstances that will result in compliance with all applicable laws, orders, rules and regulations. For a description of certain restrictions on offers, sales and deliveries of Bonds and on distribution of this Admission Document and other offering material relating to the Bonds, see "Subscription and Sale". In particular, the Bonds have not been and will not be registered under the Securities Act and are subject to United States tax law requirements. Subject to certain exceptions, Bonds may not 4

5 be offered, sold or delivered within the United States or to U.S. persons. In respect of any information in this Admission Document that has been extracted from a third party, the Issuer confirms that such information has been accurately reproduced and that, so far as it is aware, and is able to ascertain from information published by third parties, no facts has been omitted which would render the reproduced information inaccurate or misleading. Although the Issuer believes that the external sources used are reliable, the Issuer has not independently verified the information provided by such sources. This Admission Document has been prepared in short form in accordance with the ExtraMOT Market Rules, on the basis that trading of the Bonds is restricted to Qualified Investors only. 5

6 RISK FACTORS Any investment in the Bonds is subject to a number of risks. Prior to investing in the Bonds, prospective investors should carefully consider risk factors associated with any investment in the Bonds, the business of the Issuer and the industries in which each of them operates together with all other information contained in this Admission Document, including, in particular the risk factors described below. Words and expressions defined in the "Terms and Conditions of the Bonds" below or elsewhere in this Admission Document have the same meanings in this section. The following is not an exhaustive list or explanation of all risks which investors may face when making an investment in the Bonds and should be used as guidance only. Additional risks and uncertainties relating to the Issuer that are not currently known to the Issuer, or that either currently deems immaterial, may individually or cumulatively also have a material adverse effect on the business, prospects, results of operations and/or financial position of the Issuer and, if any such risk should occur, the price of the Bonds may decline and investors could lose all or part of their investment. Investors should consider carefully whether an investment in the Bonds is suitable for them in light of the information in this Admission Document and their personal circumstances. Risks relating to the Issuer Issuer risk By purchasing the Bonds, the Bondholders will become financiers of the Issuer and will have the right to receive from the Issuer the payment of capital and interest of the Bonds, according to the repayment profile of the Bonds described under the Conditions. Therefore, the Bonds are generally subject to the risk that the Issuer may not be in the condition to fulfil its payment obligations under the Bonds on the relevant scheduled payment dates. Risks related to transactions with related parties (parti correlate) The Issuer managed and is managing commercial, financial, real estate and advice relationships and transactions with related parties (parti correlate) as defined in CONSOB regulation No /10 as amended and supplemented. As at the date of this Admission Document, such relationships provide economic conditions which are evaluated by the Issuer, in accordance with the market economic conditions. However, there is no guarantee that if those transactions were entered into with third parties, they would have negotiated and executed the relevant agreements under the same terms and conditions. The Issuer underlines that in transactions with related parties there is the potential risk of an alteration of the patrimonial and financial situation and the economic result of the Issuer together with a possible conflict of interests which may cause the missing or partial pursuit of the corporate interest. As at the date of this Admission Document, there are no transactions with related parties deemed as atypical or unusual, out of normal management or dangerous for the financial, economic and patrimonial situation of the Issuer. The Issuer s ability to achieve its strategic objectives could be impaired if it is unable to maintain or obtain the required licenses, permits, approvals and concessions 6

7 In order to carry out and expand its business, the Issuer needs to maintain or obtain a variety of licences, permits, approvals and concessions from regulatory, legal, administrative, tax and other authorities and agencies. The processes for obtaining and renewing these licences, permits, approvals and consents are often lengthy, complex, unpredictable and costly. Development and construction of a renewable power facility may be delayed or otherwise adversely affected by numerous factors, including without limitation: - difficulties in obtaining and maintaining governmental permits, licenses and approvals required by existing laws and regulations or additional regulatory requirements not previously anticipated; - delays associated with challenges to permits or regulatory approvals; - unforeseeable engineering problems, construction or other unexpected delays and contractor performance shortfalls; - inability to secure sufficient project financing in a timely fashion or on attractive terms; - difficulties and delays in agreeing long-term leases or acquiring land property; - difficulties in securing off-takers for electricity produced; - unforeseen difficulties or delays in connecting to the transmission network; - unexpected terrain conditions discovered after removing trees from forested areas; - defaults or delays in performance by contractors or subcontractors; - labour, equipment and materials supply delays, shortages or disruptions, or work stoppages; - fraud, theft and vandalism; - adverse weather, environmental and geological conditions, force majeure and other events beyond the Issuer s control; and - cost over-runs, due to any one or more of the foregoing factors. These uncertainties, many of which are beyond the Issuer control, could have a material adverse effect on its business, financial condition, results of operations and cash flows. No assurance can be given that the Issuer will enter into new, or renew existing licences, permits, approvals and concessions to permit it to continue to engage in its business once the current concession expires, or that any new concessions entered into or renewal of existing concessions will be on terms similar to those of its current concession. Any failure by the Issuer to enter into new concessions or renew existing concessions, in each case on similar or otherwise favourable terms, could have an adverse impact on the Issuer s business, results of operations and financial condition. The Issuer is exposed to operational risks The main operational risk to which the Issuer is exposed is linked to the ownership, construction and/or management of plants and networks. These plants and networks are exposed to risks that can cause significant damage to the assets themselves. These risks include extreme weather phenomena, natural disasters, fire, terrorist attacks, mechanical breakdown of, or damage to, equipment or processes, accidents and labour disputes. In 7

8 particular, the plants and networks owned, constructed a n d / or managed by the Issuer are exposed to malfunctioning and service interruption risks which are beyond its control and may result in increased costs. The insufficient quality of installed equipment may results in faster than expected degradation, lower production efficiency and/or higher maintenance costs. This may lead to lower revenues and higher operating costs, particularly if the product guarantees have expired or the supplier is unable or unwilling to respect its obligations. Even the equipment that has been properly maintained may from time to time experience technical problems or breakdowns. Diverse events may be caused, inter alia, by erroneous installations or components flaws. Extensive repair interventions may thus be needed. Depending on the component failure relevance and the plant parts design, some or whole of the capacity can be out of production for some time. There is risk that the befitting parts are not available for various reasons, causing an extended production stop. Moreover, such malfunction, could cause a potential reimbursement due to a negative judgement towards the Issuer for the damages suffered by the customers. Although the Issuer entered into certain insurance policies to cover such events, they could be not sufficient to cover all the damages suffered by the customers or the Issuer s insurance coverage may prove insufficient to fully compensate for such losses borne by the Issuer itself. Risks related to the competitiveness of the Issuer in the renewable energy market The Issuer is currently facing intense competition in most of the markets in which the Issuer is present. The Issuer has in the past been able to enter new markets before other peers and thereby been able to realize its projects with good margins. Due to increasing competition, the Issuer may not be able to develop projects with similar margins. The Issuer may face increasing competition in the future, inter alia due to peers being able to develop competing projects, or by obtaining capital at a lower cost than the Issuer. Many of Issuer's existing and potential competitors may have longer operating histories, access to lower cost financing, structurally better cost positions through geographical location or agreements with local authorities (including direct and indirect subsidies), better access to skilled personnel, better access to research and development partners, and significantly greater financial, technical and other resources than the Issuer. Furthermore, the Issuer also competes with other companies in attempting to secure equipment necessary for the construction of energy projects. Such equipment may be in short supply from time to time. In addition, equipment and other materials necessary to construct production and transmission facilities may be in short supply from time to time. There is no assurance that the Issuer will be able to successfully compete against its competitors. The failure by the Issuer to successfully compete against other market player could have a material adverse effect on the Issuer's business and results of operations. Risks related to Insurance policies The power plants are normally covered by insurance policies against damage and loss of revenue due to incidents such as technical breakdown, natural phenomena and criminal actions as described above. Liability insurance is also available and applicable to power plant operations. However, the insurance policy may not cover all foreseeable and unforeseeable events, and the Issuer may be exposed to losses and cost of repairs that exceed normal Operating & Maintainance budgets and are outside the insurance 8

9 agreements. There is no assurance that the insurance coverage of the Issuer would be adequate to cover the anticipated losses of the insurable events, or that insurance coverage is applicable to relevant damages. Furthermore, under special circumstances, the amount of damages received from the insurance company may be reduced due to curtailments or other reasons due to, for example, the magnitude of the total damages to be covered. The occurrence of insurance claims may in turn lead to requirements for additional mitigating measures, such as increased security, and/or increases in insurance premiums that will have a negative impact on the profitability of power plant operations. Although the Issuer has not received any indication of difficulties in the future renewal of its insurance policies, it cannot be guaranteed that these renewals can be made on the same terms of the existing policies, or that the Issuer will be able to obtain insurance on normal and acceptable terms, or that the Issuer will be able to insure its business and assets to the extent deemed necessary. In these cases, such circumstances could have a significant adverse effect on the business, prospects, financial results and results of operations of the Issuer. Risks related to increased costs due to theft and vandalism Thefts and vandalism may cause loss of or damage to the Issuer's equipment and could result in disruption of production at the power plants and thereby have an adverse effect on the results of operations. Risks related to corruption and unethical practices The Issuer operates or plans to operate in certain countries where corruption may be more prevalent than in others. Although the Issuer has implemented a code of ethics and best business practices designed to address such issues, in any case, controls and procedures may fail to prevent all violations of anti-corruption laws and regulations. Any failure to comply with applicable anti-corruption laws and regulations could result in substantial fines, civil or criminal penalties and reputational damage that could adversely affect the cost or availability of financing for projects. In addition to the risks that arise in countries that have experienced governmental corruption, there is also a risk that the Issuer will not be able to ensure that its internal control policies and procedures will grant an adequate protection from fraud or other criminal acts committed by the employees or agents or those of its affiliates. Changes in the political status of certain countries may also impact the Issuer's services. For example, certain countries in which the Issuer is currently operating, or in which it may operate in the future, may become restricted or sanctioned countries. As a result, the Issuer could incur in fines or other penalties for performing services or be required to cease operations in such jurisdictions. If any jurisdiction in which the Issuer operates become designated as a sanctioned country by certain organisations, countries or other political bodies, the services may be impaired. Risks related to the dependence on key figures The success of the Issuer depends on qualified executives and employees, in particular certain executive officers and employees with special expertise within project 9

10 development, financing, engineering, construction and operation and maintenance. Given their expertise in the industry in general, their knowledge of the company's business processes and their relationships with the Issuer's local partners, the loss of the services of one or more of these individuals could have a material adverse effect on the financial development, results of operations and financial condition. Furthermore, considerable expertise could be lost or competitors may gain the same level of expertise. Due to competition, there is a risk that qualified employees will be attracted by competitors and that the Issuer will be unable to find a sufficient number of appropriate new employees. There can be no assurance that the Issuer will be successful in retaining these executives and the employees in key positions or in hiring new employees with corresponding qualifications. If the Issuer will fail to do so, this could lead to a significant adverse effect on the Issuer's business, prospects, financial results and results of operations. Risks related to the relationships with strategic partners In addition to external debt financing, the Issuer s project financing of energy parks usually includes a third party equity component, either at so called greenfield or brownfield stage. Co-operation through various forms of partnerships and investments by third parties in part of the equity of special purpose vehicles established to hold operating power plants have been, and will continue to be, an important element of the business structure of the Issuer. The business activities are in many circumstances conducted through joint ventures, associated companies and/or companies where the Issuer is not the sole shareholder. The ability to receive dividends and other payments from such companies depends not only upon such companies' cash flows and profits, but also upon the terms of agreements with the shareholders of such companies. Conflict or disagreement of the Issuer with such shareholders may lead to deadlock and result in the inability to pursue its desired strategy and/or force it to exit from such companies. Also, agreements with such shareholders, or the virtue of not being the sole shareholder, may restrict the Issuer's freedom to carry out its business. There can be no assurance that the partners in such companies will continue their relationships with the Issuer in the future or that the Issuer will be able to pursue its strategies with respect to its joint ventures and in the markets in which they operate. Furthermore, the partners in such companies may (a) have economic or business interests or goals that are inconsistent with those of the Issuer; (b) undergo a change of control; (c) experience financial difficulties or other kinds of difficulties; or (d) be unable or unwilling to fulfil their obligations under the joint ventures, which may materially adversely affect the Issuer's revenues, profitability, cash flows and financial condition. The Issuer has exposure to credit risk arising from its commercial activity Credit risk represents the Issuer s exposure to potential losses that could be incurred if a commercial or financial counterpart fails to meet its obligations. This risk arises primarily from economic/financial factors (i.e., where the counterpart defaults on its obligations), as well as from factors that are technical/commercial or administrative/legal in nature (disputes over the interpretation of contractual clauses, supporting invoices, 10

11 etc.). Particularly, the adverse economic conditions regarding the sector or sectors in which a significant number of counterparts work could affect the Issuer s business. The Issuer will be exposed to third party credit risk in several instances, including, without limitation, with respect to suppliers and/or contractors who may be engaged to construct or operate assets held by the Issuer, property owners who are leasing ground space to the Issuer for the lease of assets, banks which may provide guarantees of the obligations of other parties or which may commit to provide leverage to the Issuer at a future date, insurance companies which may provide coverage against various risks applicable to Issuer's assets, off-take partners which have committed to buy electricity produced by or on behalf of the Company and other third parties who may owe sums or obligations to the Issuer. The Issuer s exposure to credit risk is also influenced to a significant extent and in a direct way by the economic performance of the geographical areas in which it operates almost exclusively. Risk of refinancing existing debts Up to the date of this Admission Document, the Issuer has financed its operations and investments through the traditional tools in the banking market (such as short or medium/long term facilities, financial leasing arrangements, short term overdraft facilities, factoring transactions etc.). As at 31 December 2014 the Issuer s indebtedness vis-à-vis banks, as set out in its Financial Statements, amounted to Euro , of which Euro with a maturity of less than 12 months and Euro with a longer maturity. No assurance can be given that the Issuer s business will generate sufficient cash flows from operations or that future debt and equity financing will be available in an amount sufficient, or on commercially reasonable or favourable terms, to enable the Issuer to refinance or to repay its existing debts when due. To the extent the Issuer cannot successfully repay or refinance its existing debts when due, this may have an adverse effect on the market value of the Bonds and/or on the Issuer. Risk related to credit access to support growth The Issuer is relying on current financing agreements, the renewal of these and/or the obtaining of new financing to fund its investments, operations, additional acquisitions, working capital or expenditures. In particular, the Issuer finances a significant portion of its capital costs associated with the construction and development of its renewable energy projects by incurring in external debt and/or equity investments in the special purpose vehicles used for the power plant development, construction and operational projects. The installation of new plants may also be related to the capability of the banking and credit system to offer instruments allowing access to means of financing that are specific for small and medium-sized plants. In this respect, at the date of this Admission Document, the generalized difficulty in accessing credit facilities has negatively affected the market conditions. Failure to obtain on additional financing a timely basis, or to retain or renew current financing upon expiry, may lead to the loss of business opportunities for the Issuer, the reduction or termination of its operations in certain locations or to forfeit its direct interest in certain projects. An increase in the Issuer s level of debt financing and/or 11

12 adverse change in the conditions of its financing arrangements, may lead to an accrual of financing costs and reduce the Issuer s profitability and ultimately may affect its ability to fulfil the obligations under this Bonds. Liquidity and funding risks Liquidity risk is the risk that new financial resources may not be available (funding liquidity risk) or the Issuer may be unable to convert assets belonging to it into cash on the market (asset liquidity risk), meaning that it may not be able to meet its payment commitments. This may materially and adversely affect the Issuer s results of operations and financial condition should the Issuer be obliged to incur extra costs to meet its financial commitments or, in extreme cases, threaten the Issuer s future as a going concern and lead to insolvency. The Issuer s approach to liquidity risk is to have a financial structure which ensures an adequate level of liquidity for the Issuer and a balance in terms of duration and composition of its debt in line with its business objectives. The Issuer s policies are aimed at diversifying the due dates of its debt and funding sources and rely on liquidity buffer to meet unexpected commitments. However, these measures may not be sufficient to cover such risk. The Issuer s ability to borrow in the bank or capital markets to meet its financial requirements is also dependent on, among other things, favourable and prevailing market conditions. There are no guarantees that the Issuer will be capable of obtaining loans and financing from other sources under the same or better conditions as it currently does. This may adversely affect the Issuer s results and financial condition. The financing agreements that the Issuer has entered into contain restrictive covenants that limit its operations The contracts related to the long-term financial indebtedness of the Issuer contain covenants that must be complied with by the respective borrower. The failure to comply with any of them could constitute a default or trigger further constraining obligations on the borrower, which could have a material adverse effect upon the Issuer, its business prospects, its financial condition or its results of operation. In addition, covenants such as negative-pledge clauses, material change clauses, cross-default clauses, additional guarantees clauses and acceleration clauses and covenants requiring the maintenance of particular financial ratios, constrain the Issuer s operations. Furthermore, the triggering of any early repayment obligation, caused by, inter alia, a change of control with respect to certain credit lines could seriously impact the Issuer s financial position, with a consequent adverse impact on the market value of the Bonds and/or on the Issuer s ability to repay the Bonds in full at their maturity. As at the date of this Admission Document, covenants provided for under contracts related to the long-term financial indebtedness are complied with by the Issuer. Interest rate risk The Issuer is subject to interest rate risk arising from its financial indebtedness which varies depending on whether such indebtedness is at fixed or floating rate. At project level, due to typical market practice and to comply with lenders requirements, an average of 70%-80% of the interest rate, depending on the Lender s requirements, is 12

13 mandatorily hedged therefore decreasing the material effects of floating rate Corporate financial indebtedness is generally not hedged, due to the short term tenor of this kind of financing it is fully subjects to interest rate floating. Due to these concerns, changes in interest rates affect the market value of financial assets and liabilities and the level of finance charges. Inflation risk The Issuer may be exposed to inflation risk. Some of the energy off-take agreements, construction and operations contracts might not contain inflation-based price increase provisions or provisions that only partially allow for inflation-base increases. Some of the countries in which the Issuer operates or it may be willing to in the future, have registered high inflation in the past. To the extent that the countries in which the Issuer conducts its business experience high rates of inflation, thereby increasing the operating costs in those countries, the Issuer may not be able to generate sufficient revenues to offset the effects of inflation. Exchange rate risk The Issuer operates internationally and it is exposed to foreign exchange risk arising from various currency transactions and exposures. As the Issuer reports its consolidated results in EUR, any change in exchange rates between EUR and its subsidiaries' functional currencies, with respect to fluctuations in currencies such as but not limited to EUR, ZAR and USD, may affect its consolidated statement of income and consolidated statement of financial position. The issuer is on an overall level managed as a EUR company for currency risk management purposes with primary focus on EUR cash flow. The general policy of the issuer is to hedge economically viable foreign currency exposures, based on cash flow considerations, but it does not cover the foreign currency translation effects in the financial statements. However, the issuer's segment revenues, cost of sales and gross profit may be subject to significant currency fluctuations. Risks related to legal proceedings Currently, the Issuer is not a party to nor is it aware of any actual or threatened proceedings by any third party, nor is it contemplating commencing any proceedings against any third parties. However, the Issuer may become involved in litigation as part of the ordinary course of its business. There can be no assurance that it will be successful in defending or pursuing any such actions, for example in relation to public and employees health and safety or claims for losses or damages. The Issuer expects from time to time to be involved in disputes and legal or regulatory proceedings. Such disputes and legal or regulatory proceedings may be expensive and timeconsuming, and could divert management's attention from Issuer's business. Furthermore, legal proceedings could be ruled against the Issuer and thus it could be required, inter alia, to pay damages or fines, halt its operations, etc., which could have a significant adverse effect on the Issuer's business, prospects, financial results and results of operations. The Issuer s historical consolidated financial and operating results may not be indicative of future performance 13

14 The Issuer most recent financial and operational performance as resulting from its annual accounts (see Annex 1 of this Admission Document) may not be indicative of the Issuer s future operating and financial performance. There can be no assurance of the Issuer s continued profitability in future periods. Risks related to accounting treatment and classification The accounting treatment for many aspects of the Issuer's business is complex, and future results could be adversely affected by changes in the accounting treatment applicable to its energy business. Various matters may require to change the manner on how to undertake accounting treatment, which may include, but are not limited to: consolidation of entities, especially where the Issuer does not have full ownership to the capital of such entities or consolidation of joint venture entities and the inclusion or exclusion of their assets and liabilities on our balance sheet; classification of assets, liabilities and equity generally; revenue recognition and related timing; deferred tax assets; intra-company contracts; operation and maintenance contracts; long-term vendor agreements; and foreign holding company tax treatment. The Issuer has revised and re-stated its annual financial statements for 2014 due to the compliance with IFRS requirements (for more details about the effect of the adoption of IFRS requirements on financial statements see the Supplementary Note Nota Integrativa of the 2014 Audited Consolidated Financial Statements attached under Annex 1 to this Admission Document). Moreover, the preparation of financial statements in accordance with IFRS requires management to make estimates and assumptions that affect the reported amounts of assets and liabilities, as well as the disclosure of contingent assets and liabilities at the date of the financial statements and the reported amounts of revenues and expenses during the reporting period. Actual results could differ from those estimates. Uncertainties include impairment reviews, evaluation of useful lives of assets, income taxes and provisions. Changes in key assumptions could lead to the recognition of additional impairment losses. Changes in evaluation of the useful lives of assets may change depreciation and amortization going forward. The Issuer is subject to income taxes in several jurisdictions. Judgment is required in determining the provision for income taxes, and the final outcome may be different from the amounts that were initially recorded. The Issuer recognizes its best estimate of provisions for liabilities of uncertain amount and timing, including warranty provisions, provisions for restructuring, onerous contracts and asset retirement and restoration obligations. Even if assumptions underlying such assessments are reasonable, they are inherently uncertain and unpredictable and, as a result, future estimates and actual results may differ from the current estimates. 14

15 Risks related to Impairment of asset values The fair market value of assets that are currently owned and that may be acquired in the future by the Issuer, may increase or decrease depending on a number of factors, including: - general economic and market conditions affecting the renewable energy industry, including competition from other energy and utilities companies; - supply and demand for parts for power plant installations and equipment; - cost of plant facilities; - the prevailing level of electricity prices; - changes in incentive programs for renewable energy; - government laws and regulations, including but not limited to environmental protection laws and regulations and such laws becoming more stringent due to, inter alia, accidents; and - technological advances. If the book value of any of the Issuer's assets exceeds the fair market value, the Issuer may suffer impairment of the book value of its assets and, consequently, suffer a loss. Furthermore, an impairment may cause a breach of the Issuer s equity level and equity ratio under the financial covenants of certain of its financing arrangements. An impairment may also cause a breach of the Loan to Value Test as provided for under Condition 8(c) (Financial covenants) below due to its potential effect on the net asset value of the Issuer s NAV1 and NAV2 (for more details about the calculation of NAV1 and NAV2 please see the Annex A to the Conditions). Risk of change in tax regimes The Issuer is subject to risks that countries in which the Issuer operates, or will operate in the future, may impose additional withholding taxes, income taxes or other taxes, as well as changing tax levels from those in force at the date of the respective projects or the date hereof. Any future adverse changes in general to tax regimes applicable to the Issuer would have an adverse impact on their future results of operations and cash flows. This, as well as any other changes to the tax regime generally applicable to Italian companies, may have an adverse effect on the Issuer s ability to pay interest on the Bonds and to repay the Bonds in full at their maturity. Risk factors related to the energy market and the regulatory risks Risks related to the rules and regulations of the market sectors in which the Issuer works The Issuer operates in an activity sector which is highly regulated and it has to comply with a large number of laws and regulations. Such regulations concern, inter alia, both the development, building and operations of the plants (as far as the obtainment of the construction permits and further administrative authorizations), their commissioning, and environmental protection. 15

16 Any provisions that are more restrictive or unfavourable or which contain obligations for the upgrade of existing plants, could affect the operational conditions the investments, the revenues, the production costs and the development of the Issuer activities. Furthermore, the complexity and the fragmentation of national and local regulations of the sectors of the renewable and energy efficiency sources, together with fragmented interpretation by the competent authorities, makes it more complex to operate in the sector, generating situations of uncertainty and judicial disputes. Therefore, any future changes in the regulatory framework, or any restrictive interpretations thereof, could negatively affect the activity and the economic, equity and/or financial situation of the Issuer. For instance, a change in the regulatory framework of the renewable energy sector in Romania (which entailed a reduction in the numbers of green certificates than those initially provided) led the Issuer to change its strategy in that market by deciding to do not invest in the construction of the projects developed from greenfield, due to the significant decrease of their return on investment (see also the Supplementary Note Nota Integrativa - of the Issuer s 2014 Audited Consolidated Financial Statements attached under Annex 1 to this Admission Document). Risks related to international and national policies supporting the production of energy from renewable energy sources The development of electricity from renewable energy sources strongly depends on national laws supporting the sector. A reduction of government support and financial incentives for the installation of renewable power plants in any of the markets in which the Issuer currently operates or intends to operate in the future could result in a material decline in the availability of investment opportunities. It is also possible that government financial support for renewable power project will be subject to judicial review and determined to be in violation of applicable constitutional or legal requirements, or be significantly reduced or discontinued for other reasons. These forms of incentive may affect significantly the profit expectations of the production from renewable sources for the operators in the sector and therefore of the Issuer, since the entire electric power it produces is subject to incentives in some of the countries where the Issuer operates or intends to operates. Even though the sector benefits, at the Date of the Admission Document, of objective incentives (in terms of feed-in tariff, tax deductions, green certifications, white certifications, etc.) the Issuer may not guarantee that such support will be maintained also in the future. Risks related to the variations in the sale price of the electric power The sale price of electric power, which constitutes a material portion of the Issuer s revenues stream, may be determined, in whole or in part, by the competent public and/or regulatory authorities under the form of tariffs, may be left to the free determination of the spot market or may be subject to long term energy selling contracts ( Power Purchase Agreement or PPA ). Therefore, the activity and the subsequent economic and financial results of the Issuer will depend on the tariff levels set by the competent authorities as well as the market price of electric power and the general market conditions set for Power Purchase Agreements.. 16

17 In particular, the price determined by the market could be subject to significant fluctuations depending on several factors including but not limited to market demand, costs of primary energy sources (including oil, coal, natural gas and uranium), and the development in cost, efficiency and equipment investment need for other electricity producing technologies, including other renewable energy sources. Broader regulatory changes to the electricity trading market and/or any significant variations in the sale price of the electric power, therefore, could determine a reduction in the future revenues, in the profit margins and in the return on the investments of the Issuer and/or could induce it to modify or decrease its own development targets, with consequent negative effects on the activity and on the economic, equity and/or financial situation of the Issuer. The Italian Government has approved Law Decree No. 91 of 24 June 2014 as converted in Law No. 116 of 11 August 2014, aimed at introducing, inter alia, a mechanism to reduce the cost, ultimately paid by final electricity consumers, of incentives granted to photovoltaic plants. Furthermore, considering that through the re-modulation the Government aims at reaching a specific overall saving in public expenditures, it cannot be ruled out that if these targets are not achieved further new regulations are enacted in the future in relation to incentives to photovoltaic plants. Risks related to the dependence on transmission lines and services operated by third parties The transport or distribution networks, utilized by the Issuer for carrying out its activity, could be subject to congestion, accidents or interruptions of their operations, and the managers of such networks could fail to comply with the contractual obligations arising from the transport or the distribution or withdraw from existing agreements. Although the managers of such networks are equipped with emergency intervention services and the Issuer considers itself being equipped with suitable insurance and contractual cover for such events, the occurrence of one or more of the circumstances described above could negatively affect the activity and the economic, equity and/or financial situation of the Issuer. Risks related to subcontractors operations To enhance efficiency and lower costs, the Issuer makes strategic use of subcontractors for many of the tasks involved in the provision of its development and construction and asset services. If the Issuer s contractors do not satisfy their obligations, do not perform work that meets the Issuer s quality standards or they fail to comply with applicable laws and regulations, the Issuer could experience significant delays, achieve lower technical availability ratios, cost overruns, or reputational damage, any of which could adversely affect its business, financial condition and results of operations. If the Issuer is not able to acquire or develop adequately available technologies, or those which become available in the future, it may have to modify or downsize its development targets or have the efficiency of its plants reduced, with possible consequent negative effects on the activity and on the economic, equity and financial situation of the Issuer. Risks related to the competitiveness of the energy produced by renewable sources in respect of energy produced by traditional sources 17

18 The traditional sources of energy competing with renewable sources are oil, coal, natural gas and nuclear energy. The volatility of the prices of fossil combustibles, in particular oil and natural gas, has facilitated the competitiveness of the renewable energy sources. However, the technological progress in the exploitation of traditional energy sources could make the production of electricity with renewable energy sources less favourable. Risks related to climate changes The availability of renewable sources depends on the climate conditions of the sites in which the relative plants are located. Therefore, adverse climate conditions may affect the production and, therefore, profitability of the plants of the Issuer. Although technological diversification allows the Issuer to mitigate the risks related to such variations, any persistence of meteorological conditions adverse to the multiple sources in which it operates, could entail a reduction in the volume of the electric power produced which may have a negative effect on the activity and on the economic, equity and financial situation of the Issuer. In addition, even if long-term historic energy data are used to forecast future energy produced yields any energy production estimate is subject to uncertainties and the data contained in any such reports might differ from actual conditions. No assurance can be given that general conditions will not change in the future. Risks relating to the Bonds There is no active trading market for the Bonds The Bonds are new securities which may not be widely distributed and for which there is currently no active trading market. If the Bonds are traded after their initial issuance, they may trade at a discount to their initial offering price, depending upon prevailing interest rates, the market for similar securities, general economic conditions and the financial condition of the Issuer. Although application has been made for the Bonds to be admitted to listing on the ExtraMOT PRO, there is no assurance that such application will be accepted or that an active trading market will develop. Accordingly, there is no assurance as to the development or liquidity of any trading market for the Bonds. The Bonds may be redeemed prior to maturity The Conditions provide that the Bonds are redeemable at the Issuer's option and, accordingly, the Issuer may choose to redeem the Bonds. In such circumstances an investor may not be able to reinvest the redemption proceeds in a comparable security at an effective interest rate as high as that of the Bonds. Risks related to the quotation on ExtraMOT PRO, the liquidity of the markets and the possible volatility of the price of the Bonds The Issuer has fulfilled the admission request for trading of the Bonds on ExtraMOT PRO. ExtraMOT PRO is the professional sector of the ExtraMOT, reserved exclusively for Qualified Investors. Therefore, the Bondholders other than Qualified Investors do not have access to the ExtraMOT PRO with a consequent limitation of the possibilities to divest the Bonds. 18

19 The selling of the Bonds will not be assisted by a specialist. Therefore, even if the investor is a Qualified Investor, it could have some difficulty in finding a counterparty to divest the Bonds before the final maturity date and could obtain a price lower than the subscription price. As a consequence, the Qualified Investors should evaluate, in their financial strategies, that the duration of the investment could have the same duration of the Bonds, provided that the amount of the disbursement will be at least equal to the nominal amount of the Bonds. Risks related to the interest rate The investment in the Bonds has the typical risks of an investment in bonds with fixed rate. Fluctuation of the interest rates on the financial markets influences the prices and the performance of the Bonds. If investors sell the Bonds before the final maturity date, their market value could be significantly lower than the subscription price and the initial investment in the Bonds could be higher than the selling price of the Bonds. In addition to the above, in accordance with Condition 3.3 (Deferrable Interest), on each Interest Payment Date the Issuer may elect to defer, for up to 12 months, an amount not exceeding the Deferrable Interest, provided that, in such case the Deferrable Interest shall be increased. Accordingly, the deferment of the Deferrable Interest could negatively affect the investors, even if the Deferrable Interest would be increased in accordance with the Conditions. Risks related to the decrease of the creditworthiness The price of the Bonds until they are redeemed in full is influenced by the creditworthiness of the Issuer during such period. Therefore, the Issuer cannot exclude that the price of the Bonds on the secondary market could be influenced by a different appreciation of the risk of the Issuer during the term of the Bonds. Risks related to an event beyond the control of the Issuer Events such as the approval of the annual or interim financial statements of the Issuer, issuing of press releases or a change in the general conditions of the market could influence the market value of the Bonds. Moreover, the fluctuations of the market and economic and political general conditions could negatively affect the value of the Bonds, independently from the creditworthiness of the Issuer. Risks related to variations of the tax system All the present and future tax burdens applying to any payments made in accordance with the payment obligations of the Bonds, shall be borne by each Bondholder. There is no certainty that the tax system as at the date of this Admission Document will be not modified during the term of the Bonds with consequent negative effects on the net yield of the Bondholders. Risks related to the amendment of the terms and condition of the Bonds without the consent of all Bondholders The Conditions and the Italian civil code contain rules providing for the determination of the bondholders meeting related to certain arguments subordinated to the hiring of specific majority. Such determination, if correctly implemented, shall be binding upon all 19

20 the bondholders whether or not present at such meeting and whether voting or not. 20

21 1. GENERAL INFORMATION 1.1 Legal and commercial name of the Issuer Building Energy S.p.A. INFORMATION ABOUT THE ISSUER 1.2 The place of registration of the issuer and its registration number The Issuer has its registered office in Via Tortona, Milan (MI) and is registered with the Companies Registry of Milan No , R.E.A. No. MI The date of incorporation The Issuer was incorporated on 6 October Term The duration of the Issuer is until 31 December Domicile and legal form of the Issuer, legislation under which the Issuer operates, its country of incorporation, and the address and telephone number of its registered office (or principal place of business if different from its registered office) The Issuer is a joint stock company (società per azioni) incorporated under the laws of the Republic of Italy, with its registered office in Via Tortona, Milan (MI), telephone No , fax: Board of Director and Independent members Building Energy S.p.A. s Board of Director consists of the following: Gian Luca Bandini Chairman Fabrizio Zago Chief Executive Officer and Funding Partner Sergio Benocci - Founding Partner Gianfilippo Cuneo Synergo Group Rossano Rufini -Synergo Group The Statutory Audit Committee (Collegio Sindacale) consists of three independent members: Roberto Spada, Gabriele Lamanuzzi, Cesare Lecce, in charge until the approval of Financial Report FY The external Company s Auditors is PriceWaterhouseCoopers S.p.A. Italian Branch. 1.7 Company background and evolution The Company was established in 2006 the 22nd of November in Roma, Via Intieri 3, with the name of Futura S.r.l. and with Share Capital of EUR In 2010 the 6th of October by a notarial deed by Not. Carlo Biotti (the act was duly registered at Milan Companies Register in 2010 the 15th of October) the Company moved from S.r.l to S.p.A business entity with a Share Capital of EUR and changing the trade name in Building Energy S.p.A. 21

22 In 2011 the 10th of March by a notarial deed by Not. Edmondo Todeschini (the act was duly registered at Milan Companies Register in 2011 the 23rd of March) the Share Capital increased from EUR to EUR composed by number shares which a nominal value of EUR 1 each. In 2013 the 28th of June by a notarial deed by Not. Stefano Rampolla (the act was duly registered at Milan Companies Register in 2011 the 30th of July) the Share Capital increased form EUR to EUR with a share premium of EUR represented by EUR 1 nominal value of ordinary shares. In 2014 the 9 th of June by notarial deed by Not. Mario Notari the Share Capital increased on EUR with a share premium of EUR represented by EUR 1 nominal value of ordinary shares. 1.8 Description of the Issuer Building Energy is a leading global Integrated Power Producer, acting as developer, EPC contractor and operator of renewable energy projects, operating in Italy and abroad. In Italy, the company has directly or indirectly developed and installed photovoltaic systems delivering over 150 MW of power. At the same time it has developed a strong international presence by expanding into international markets where renewable energy sources offer the greatest potential. Today, the pipeline has over 2200 MW worth of international projects under development. The Company is pursuing an integrated business model across the entire downstream value chain for renewable energy power plants, including project development and design, financing, engineering, procurement, construction management, operation and maintenance, and asset management. During the last years the Group was focus on building a solid and reliable structure able to succeed in international challenges. The Company strongly believes in the great track record of its experienced management team, the expertise of its project development team dedicated to sourcing new opportunities and its integrated business model, providing the best knowledge and resources necessary to rapidly boost its incidence in the market. To date the group has over 130 employees located worldwide, headquarter office in Italy (Milan) and international offices in four continents: Europe and Asia Region: Tokyo in Japan, Beograd in Serbia Africa Region: Cape Town in South Africa, Dubai in United Arab Emirates North America Region: Washington DC in the United States Central and Latin America: Panama City in Panama From the above mentioned offices the Group is currently involved in the development of a significant pipeline of renewable projects of various technologies in the following countries: Europe and Asia Region: Italy, Croatia, Serbia, Japan, Sri Lanka, Thailand Africa (including MENA Region) Region: South Africa, Cameron, Ghana, Lesotho, Mozambique, Namibia, Uganda, Zambia, Zimbabwe, Kenya, Tanzania, Egypt, 22

23 Kazakhstan, Qatar, Morocco, Saudi Arabia North America Region: USA Central and Latin America Region: Panama While the core technology is PV, Building Energy is also operating with wind, biomass and hydro technologies. 1.9 Any recent events particular to the Issuer, which are to a material extent relevant to the evaluation of the Issuer s solvency The Issuer believes that there are no recent events particular to the Issuer which are to a material extent relevant to the evaluation of the Issuer s solvency (other than disclosed in this Admission Document). 2. MANAGEMENT TEAM Management Team consists of high-qualified people with an outstanding professional experiences in some of the leading companies in the Renewables and Energy Efficiency space. The managers have many years of experience with major multinationals in the energy and real estate sectors, where they have been responsible for planning and developing projects on a global scale. Fabrizio Zago: real estate entrepreneur and founder and shareholder of Gruppo Venetia Domus. Former CEO of Immobiliare Promo form 1997 to 2007; CEO of GHV S.p.A. form 2003 to 2007 and creator of several real estate activities in Liguria, Piemonte and Veneto. In 2002 he contributes to establish ilight S.p.A. a company that operates in the Energy and Telecommunication Industries. He is a the funding partner and currently Chief Executive Officer of Building Energy S.p.A. Sergio Benocci: Founder and Sales Director of ilight Spa, formerly he was Managing Director of the publishing company ITMedia (Gruppo ilsole24ore) and Material Director of Novartis Pharma. Sergio Benocci can leverage on his consistent experience in the energy sector as well as several entrepreneurial initiatives. He is currently founder and Managing Director of Europe and Asia. Alessandro Bragantini: he was Operations director in Europe, ME & Africa for SunPower, Project director and manager of project panagement for Italimpianti (Power & Desalination in Impregilo Group), Project director for Alstom Power Large Utilities MENA, Sales manager, VP of sales and tendering for ABB Sae Sadelmi (MENA Region), Site Engineer, project engineer and project manager in Tecnimont (oil & gas contractor - Montedison Group, Alessandro Bragantini with five years expertise in solar, more than ten years in conventional power and overall twenty five years in engineering and contracting, he is founder partner and Chief Operating Officer of Building Energy. Gian Luca Bandini: entrepreneur in renewable energy sector since 2001, Gian Luca Bandini is founder and formerly partner of SolarSolutions a company that operates in the PV Solar sector since General Director of SunPower form 2008 to 2010 and Chief Executive Officer of Energifera focus on high performance micro power generators. He is partner of Siron Group a leading company in Oil and Gas Trading industry. Gian Luca 23

24 Bandini is currently Chairman of Building Energy. Matteo Brambilla: with an extensive financial experience in renewable and traditional energy sectors since 2005, Matteo Brambilla was former Chief Financial Officer of Infrastrutture S.p.A focus on innovative technologies development in the energy field. He covered different role in administration, finance and control in TT Holding SpA, Italtel, Prada, General Motors and Coopers & Lybrand. He is currently Partner and Managing Director of Africa Andrea Braccialarghe: he served for four years as country sales director and branch director of utility and power plant division in Italy for Sun Power, a world leading company in solar cells and solar panels. In that role he led development, EPC sales and customer service of more than 160 MWs of solar plants. Andrea Braccialarghe is currently partner and Managing Director of America. Fabrizio Brocchieri: twelve years experience in investment banking with leading international financial institutions (Deutsche Bank). He has reached a project financing and M&A transactions experience in the utilities, energy and telecommunication sectors. Before joining Building Energy, he worked as financial advisory services for equity and structured finance solutions with focus on medium size companies. He is currently Chief Financial Officer of Building Energy. Overall, the Top Management Team has completed 230 MW plants worldwide. 3. ORGANISATIONAL STRUCTURE Building Energy Group consists of 94 direct and indirect subsidiaries. The operations of the Group are carried out by the Company through certain key subsidiaries, while certain of the Company's direct and/or indirect subsidiaries currently are dormant or have only limited operations. The subsidiaries are distributed in: (i) Europe and Asia (15 Legal Entity), (ii) Africa, including MENA region, (42 Legal Entity), (iii) North America (20 Legal Entity) and (iv) Central and Latin America (17 Legal Entity). Ownership in power plants is held through project companies offering isolation of operational and financial risks related to each individual project. The power plants are financed by non-recourse financing, pledged only to the respective power park asset of each project company, limiting Building Energy s exposure to the equity invested and retained in each individual project. Set below the legal structure of Building Energy Group. For a better comprehension, the whole group legal structure is split in the most representative regions: Europe and Asia, Africa, North America, Central and Latin America. 24

25 3.1. Europe and Asia Region Building Energy owns five PV plants in Italy each consisting in a singular Legal Entity (SPV-IPP). The Issuer also owns the 100% of Homes, the Operation and Maintenance company headquartered in Milan. In addition, for the Europe and Asia Region the Group consists of three Sub Holdings; the legal entities in Romania are currently in liquidation. 25

26 3.2. Africa Region Building Energy Group mainly operates in the African Area through its subsidiaries and/or Joint Venture. For the Africa Region the Group consists of ten Sub Holdings and an operative Legal Entity RES (SPV IPP) as the asset owner of Kathu PV solar plant. The Group signed two relevant Joint Ventures: WBHO-BE Ltp (EPC Contractor) and GUMA-BE Ltp, formerly Amandla Okwaka Ltp, (O&M Contractor) involved in the construction and maintenance of Kathu PV Plant (further details are explained in the following paragraphs). 26

27 3.3. North America Region Building Energy operates in the US with a structure of five sub holdings (Behus, Bedus, Odyssey Solar 1, Penelope Solar and Beam) and one operative legal entities Ulysses Solar 1 as the asset owner of Cornell Snyder Road PV solar plant. Moreover, in 2013 the Group signed a relevant Joint Venture with ABM Industries to provide EPC and O&M services in the America Region market (further details are explained in the following paragraphs). 27

28 3.4. Central and Latin America Region Building Energy operates in Central and Latin America with a structure of nine sub holdings and eight development legal entities. 4. MAJOR SHAREHOLDERS As at the date of this Admission Document Building Energy, the Issuer, is totally own by Building Energy Holding S.p.A. 5. BUILDING ENERGY MISSION The growing demand for energy, which is constantly increasing and now paramount in any discussion on world economic development, is currently addressed from a variety of different sources: fossil fuels, coal, nuclear and renewable energy. It is now clear that the latter, also in the wake of ever-increasing technological innovations and by virtue of the environmental appeal, will become an increasingly important and central component of this energy mix. The first objective is to reduce the percentage of CO2 emissions - as it has long been asserted by the Kyoto Protocol and subsequent international agreements - in relation to the effects of greenhouse gases. The second, no less important, is to achieve greater independence from fossil fuels and other non-renewable sources: increasingly expensive, harder to find, less healthy and more 28

29 dangerous in terms of refinement and use. Renewable energy has also the advantage that it can be installed in much more stable areas, available to everyone and less constrained by political and governmental issues. Building Energy's mission is, therefore, to develop its business in countries where it has already been successful, consolidating major projects, and to enter those countries with high potential in the renewable-energy sector, and whose governments support renewables in order encourage and attract both foreign investors and companies able to develop financial instruments and handle the construction of renewable energy plants. 6. BUILDING ENERGY BUSINESS DESCRIPTION Building Energy operates in the renewable energy sector with an integrated vertical model undertaking all the phases of the value chain: Development, Engineering Procurement Construction (EPC), Operation and Maintenance (O&M), Independent Power Producer (IPP). Development: before investing in new countries and/or regions, a detailed market scouting and screening is performed, not only limited to market profitability (i.e energy price, market size), regulatory framework and country risk. Once reached a positive outcome from this initial assessment the active development process starts and can be categorized in two major classes: (i) Greenfield Projects in case it starts from the very beginning phase of development or (ii) Brownfield Projects in case projects are acquired in a more advanced status. Engineering Procurement Construction (EPC): given the Group s background the EPC track-record is on Solar PV plants only, and on a high level description such activities are: preliminary and detailed engineering and design, procurement of all the relevant equipment (i.e. PV modules, Inverters ), Project Management on site during the construction phase and finally the commissioning of the plant. Operation and Maintenance (O&M): this service is provided for both, Building Energy s and third-party s plants. Main activities performed are, but not limited to, full preventive and corrective maintenance, monitoring and reporting of performance to Sponsor and Lenders, administrative and documentation management and SPV administration. The underlying contracts of this business segment have, generally, years tenor. 29

30 Independent Power Producer (IPP): this business segment refers to the sale of electricity to private or public off-takers based on long term contracts, that, depending on the renewable energy source can vary from years tenor. In order to support its integrated business model in foreign countries and to grab the best opportunities in the renewable energy sector, Building Energy strives to find strategic business partnership with local leading players. Relevant Joint Ventures are summarized below. Africa Region The Group has been involved in two strategic Joint Venture - WBHO-BE, GUMA-BE - with local partners - respectively WBHO, GUMA Group for the construction and the management of Kathu PV solar plant in South Africa. The initiatives also represent a significant support for the relationships with the local authorities. The Joint Venture with WBHO, a world leading players in the Construction Industry, led to the creation of WBHO-BE Ltd the company responsible for the EPC activities of Kathu solar plant. In 2012 Building Energy and GUMA Group, a diversified group with a strong relevance in the Construction Industry in South Africa, signed a Joint Venture Agreement to establish GUMA-BE Ltd (formerly Amandla Okwhaka Ltd), the company responsible for the O&M activities of Kathu solar plant. North America Region In 2013 Building Energy established a strategic Joint Venture with ABM Government Services for the supply of development services and the construction of long life-time energy plants. The resulting JV Company RenewEnergy Solutions Llc (RES) is responsible for the EPC and O&M activities of Cornell Snyder Road PV solar plant in USA. ABM is one of the largest facility management services providers in the U.S. ABM Government Services works for public enterprises and it hold a strong presence in North America. The Joint Venture relies on the double combination of high reputation, primarily competitive advantage of ABM and the meaningful managerial and engineering expertise of Building Energy. 7. BUILDING ENERGY BUSINESS OUTLOOK 7.1. Operating Assets Building Energy currently owns and manages a total of 92 MWp PV solar plant located in Italy, South Africa and USA. Regarding the operating assets, the Company covers all the phases of the renewable energy industry: development of the projects, EPC activities, O&M activities, electricity sale as well as the financial arrangement both with local and international investors. Europe and Asia Region Building Energy currently manages 8 MWp PV Solar Plant in Italy. 30

31 For the Italian asset the Company was in responsible for the development and the EPC activities and currently it manage the O&M activities. Regarding the energy sale the Italian power plants rely on a Feed-in Tariff system, with a 20 years tenor, consisting on a fixed purchasing price imposed by the GSE. Site Commercial Operation Date (COD) Peak Capacity Type Ascoli Piceno Marche June Kwp Rooftop Ostellato Emilia Romagna June Kwp Rooftop Medole - Lombardia September Kwp Rooftop Voghera Lombardia June Kwp Rooftop Asola - Lombardia December Kwp Rooftop Africa Region Building Energy currently manages a 81MWp PV Solar Plant in the Northern Cape Province in South Africa. Building Energy first experience in Africa refers to 2011: the Department of Energy of South Africa, in relation with the first Renewable Energy Independent Power Producers Programme, announced Building Energy as a preferred bidders and consequently the Company obtained all the requirements for the Kathu 75 project in South Africa. The construction activities started in November 2012; at the Commercial Operation Date Kathu 75 was the first PV Solar plants in Africa for dimension and peak capacity and the principal tracking system plant all over the world. In the following charts a brief summary of Kathu Project s references. Site Commercial Operation Date (COD) Peak Capacity Type Northern Cape Province September MWp Ground mounted mono axial tracker Developer Sponsor EPC Contractor O&M Operator Ventusa / Building Energy Building Energy WBHO - Building Energy Building Energy - Guma As it can easily figure out from the chart, Kathu Project represent a fully comprehensive project involving Building Energy as Sponsor, developer, provider of engineering services, EPC contractor, O&M operator and IPP. 31

32 North America Region Building Energy manages a PV Solar plant of 2,2 MWp capacity. Set below the chart helps to summarize the operating plants in US consisting of a PV solar asset located in the Cornell University. Site Commercial Operation Date (COD) Peak Capacity Type Cornell University - New York State ,2 MWp Ground mounted fixed tilt Developer Sponsor EPC Contractor O&M Operator Distributed Sun/Building Energy Building Energy ABM - Building Energy JV ABM Building Energy JV As for Kathu, the American Cornell Snyder Road project is another successful case representing a fully comprehensive commitment of Building Energy Developing Projects The next section is intended to represent Building Energy s main developing projects. The aim is to provide an high level insight on Group s future position in the international market of renewable energy. Building Energy every six months reviews and updates the Dashboard document in which are listed the main features and key facts of operating and developing projects. Depending on the status of operation, Building Energy categorize its future potential projects within three categories: near notice to proceed, "backlog" and "pipeline". The main difference when evaluating the projects status is in the market regulations: public tender markets, regulated markets. Near Notice to Proceed Projects Here below are summarized the minimum requirements for a project to be included in the Near Notice to Proceed category. In case of Public Tender Markets, Near Notice to Proceed projects needs to have reached (i) awarding of preferred bidder status and/or (ii) have established the Financial Close. Regarding the Regulated Markets, Near Notice to Proceed projects needs (i) to be gained main permissions (i.e. EIA) and/or (ii) PPAs grant and/or (iii) have established the Financial Close. The above descripted assumptions suggests for the Near Notice to Proceed projects a 32

33 confident probability of success of %; moreover, Near Notice to Proceed projects are expected to reach the Financial Close within six or twelve months. So far the Company has identified eight projects to be classified as Near Notice to Proceed, for a total capacity of 255 MW of which 169 MW in the Africa region, 41 MW in the North America region and 45 MW in the Central and Latino America Region. Backlog Projects Here below are summarized the minimum requirements for a project to be included in the Backlog category. In case of Public Tender Markets, Backlog projects needs to have reached (i) bid awaiting status and/or (ii) have be shortlisted. Regarding the Regulated Markets, Backlog projects needs to have obtained (i) a positive outcome from the connection identification and/or (ii) have undertaken the land optioning and/or (iii) the financial model can assure the return threshold. The above descripted assumptions suggests for the Backlog projects a confident probability of success of 90%. So far the Company has identified twelve projects to be classified as Backlog, for a total capacity of 183 MW. As a final business and projects overview the picture below quickly shows the Group world wide presence and its international expansion. Pipeline Projects The remaining part of the Dashboard document, the so called Pipeline Projects, is represented by those projects which have achieved (i) a positive result from a preliminary resource availability screening and/or (ii) have initiated the obtaining permits process. The above descripted assumptions suggests for the Pipeline projects a confident probability of success of 10%. 33

34 Relying on the Dashboard document, currently the Group has identified a total of 1.7 Gw of Pipeline Projects Current operating market challenges Building Energy as an international player has to copes with country risks and challenges as well as the stability of the regulating systems. As mentioned before, the development team is even responsible for the assessment of the country feasibility and readiness; here below is proposed an high level view of the current operating market in order to describe Building Energy current country issues and future perspectives. Italian renewable energy market Building Energy Italian power plants rely on a Feed-in Tariff system consisting on a fixed purchasing price imposed by GSE Due to the change of legislation (the Government decided to stop the public tender mechanism) and a sensible decrease of the energy price, the Italian renewable energy industry is facing a tough phase and generally the plants in operation are suffering a financial distress. South African renewable energy market South Africa is the leading African country for the renewable energy industry; by 2020 the 42% of the overall country energy produced will come from renewable energy sources. The country aims to gain 3,5 Gw of energy originated by PV Solar, for that reason the Government is expected to invest about USD 7,6 Bil by Public incentives are currently based on competitive bid submissions for project from 5 to 7 MWp and a system similar to Feed-in- Tariff for projects from 1 to 5 MWp. For the four round of Renewable Energy Independent Power Producers Programme Building Energy was announced preferred bidders for two projects (Wind and hydro). As a medium term strategy the Group is intended to foster its presence in South Africa entering into the South African markets of Hydro, Biomass and Wind Technology. American renewable energy market During the last years, thanks to several careful political initiatives, the North American renewable industry had shown a strong increment: in 2012 the whole sector has grown by 76% and now USA counts for the 1% of the total PV solar plant installation in the world. North America renewable energy industry is characterized by a public tender mechanism relying on fiscal incentives. Both the Federal and Central Government release fiscal benefit to those companies (so called Tax Equity Investor) which provide an initial contribution for the renewable energy plant construction. 34

35 FINANCIAL INFORMATION For information concerning assets and liabilities, financial position and annual accounts of the Issuer see the latest audited consolidated annual financial statements of Building Energy S.p.A. attached to this Admission Document under Annex 1. As already described in Section Information about the Issuer Building Energy operates in the renewable energy sector with an integrated vertical model undertaking all the phases of the value chain from Development to Engineering Procurement Construction, Operation and Maintenance and Independent Power Producer selling electric energy both directly on the free market and through long term Purchase Agreements based on the market peculiarities. Building Energy Group, established in 2010, is currently coping with a significant international growth strategy striving to enter in those countries in which the renewable energy sector is in expansion and it allows to smart and fast-moving operators to compete against world leading Utilities Companies. Since 2012 the Group has undertaken an investment policy in its activities that, as of 31st December 2014, cumulating a total Equity value in excess of 36 mln. Such capital raising allowed the Group to sustain a rapid growth by investing in development and construction of new projects. In the past three years the Group has fulfilled investments for a total of ca. 34mln in assets currently in operations: tangible assets and participations valuated at the equity method respectively weight for c.a 20 mln and c.a. 14 mln. Tangible assets are represented by net value of Italian and North American solar plant as described in Section Information about the Issuer. The Group s productive potential is as well expressed by the participations valuated through the Equity method, such participations are in (i) Joint ventures established with local partners to provide EPC and O&M services and (ii) affiliated companies holding the ownership in operating assets. In particular the 10% stake own in the Kathu 75 PV project has a book c.a. 12 mln, in accordance with the Equity Method Calculation. To better understand the Group s growth it s representative to consider the increase, in the past two years, of the Intangible assets that from a value of c.a. 1 mln in 2012 reached a value of c.a. 14 mln by the year end of Group s Intangible assets are mainly represented by direct investments in development of renewable energy projects. The chart below shows the investment trend in the development activity of new projects over the last three years: Intangible Assets Investments

36 The Group s strategy is rooted in the development and construction of Kathu75 project started in 2011, at the time of the construction it was the most sizeable utility scale solar plant in Africa; the construction of the PV plant started in November 2012 and lasted for 23 months reaching the commercial operation date in September Given the overall success of this project the Group has decided to deploy an internationally and vertically integrated strategy to leverage on its potential in terms of development, EPC and O&M capabilities with the aim to maintain a controlling interest in the projects to generate a stable long term cash flows and margins driven by the sale of electricity energy. Another growth ratio of the Group is the increasing international expansion, as of today there are six offices, in addition of the Milan Headquarters, in four continents, more in detail: Europa and Asia: Tokyo, Beograd Africa: Cape Town, Dubai US: Washington Latin America: Panama City In order to sustain the growth either geographically either in terms of new projects developments, the Group has experienced a logical organic growth in all the relevant areas, as finance, engineering and administrative. The organic growth is shown in the chart below: 80 Organic growth Trend For a better understanding of the Group s financials, here below are expressed the pro-forma financial information for the year end of December representing the Management view by eliminating the effect of the introduction of the IFRS 11 accounting principle as amended from 1 January Profit and Loss Statement 31/12/12 31/12/13 31/12/14 Revenues Change in work in process Other operating revenues Increase in asset for internal work Raw materials, semi-finished and finished products (2.549) (4.279) (148) Services (9.829) (40.689) (16.255) Personnel (2.561) (5.389) (6.083) Other operating costs (1.319) (748) (1.027) EBITDA

37 Deprciation, amortisation and provisions (1.522) (1.540) (2.746) EBIT (736) Capital gains on sale of controlling stake Financial income and charges (4.853) (1.670) (831) Share of result from partecipating interests valued by the equity method - (394) (424) EBT (1.990) Tax (334) (2.574) (430) Result of the year (12) (2.420) Result attributable to the Group (2.343) Result attributable to minorities (15) (71) (76) Other components of comprehensive income statement Conversion reserve - (655) 657 Affiliated Participations valued at Equity method (4) Total of other comprehensive income Net result of the year (1.767) Net result of the year attributable to the Group (1.691) Net result of the year attributable to minorities (15) (71) (76) Over a three year business cycle including the full effect of the development and construction of the Kathu75 project the Group s pro-forma financial, of continuing consolidation principles, shows a cumulated net profit of c.a. 8 mln and an EBITDA of c.a. 11 mln demonstrating the ability of the group to generate positive results from its backlog of projects. This considerations could be applied to the current project Near Notice to Proceed and Backlog to have a better understanding of the future group profitability. Particularly in 2014, the Group has invested extensively in the development of new projects that should generate over the next three years business cycle significant profits together with the electricity sales from the beginning of the Commercial Operation Date of each project following the construction period. In fact, the investment of the proceeds from the Issue in the Near Notice to Proceed Projects should start generating long-term stable and predictable cash flows from The value of those projects, together with the existing assets in operation, is represented in the Net Asset Value calculation for a total of c.a. 145 mln as reported in the Annex A to the Conditions. 37

38 TERMS AND CONDITIONS OF THE BONDS The following is the text of the terms and conditions of the Bonds (the T e r ms a nd Co nd i t i o ns or t h e Conditions ). The rights and powers of the Bondholders (as defined in Condition 1 below) may only be exercised in accordance with these Conditions. 1. DEFINITIONS Unless otherwise defined in these Conditions or i f t he context requires otherwise, words and expressions used in these Conditions have the following meaning: Accounting Standards means the accounting principles and practices applied by the Issuer and each member of the Group in the preparation of its respective financial statements, consistently with past practice; Admission Document means this admission document to the trading of the Bonds prepared in accordance with the Rules of ExtraMOT; Affiliate of any specified person means any other person, directly or indirectly, controlling or controlled by or under direct or indirect common control with such specified person; Articles of Association means the article of association of the Issuer; Bankruptcy Law means Royal Decree No. 267 of 16 March 1942, as subsequently amended and supplemented; Bonds Purchase Agreement means the bonds purchase agreement entered into by the Issuer and the Initial Subscribers on 16 July 2015, as amended and supplemented from time to time; Bondholder means, from time to time, any holder of a Bond; Bonds Maximum Amount means an aggregate amount equal to Euro 30,000,000; Business Day means a day (other than Saturday or Sunday) on which banks are generally open for business in London and Milan and the Trans-European Automated Real Time Gross - Settlement Express Transfer System (or any successor thereto) is open; Calculation Agent means Deutsche Bank S.p.A.; Consolidated Annual Financial Statements means the annual consolidated and audited financial statements of the Issuer prepared in accordance with the Accounting Standards; "Consolidated Cash means at any time the total amount of on any deposit, savings, current or other account, and any cash in hand which, at any time, is freely available with withdrawal on demand including Consolidated Cash Equivalent Investments; Consolidated Cash Equivalent Investments" means at any time: (a) (b) (c) (d) certificates of deposit maturing within one year after the relevant date of calculation; any investment in marketable debt obligations; open market commercial paper not convertible or exchangeable to any other security for which a recognized trading market exists and which matures within one year after the relevant date of calculation; any investment accessible within 30 days in money market funds; or 38

39 (e) repurchase agreements (pronti contro termine) which mature within one year after the date of the relevant annual financial statement whose underlying assets is a security meeting the requirements set out in paragraphs (a) to (d), in each case, to which the Issuer or any other member of the Group is beneficially entitled at that time and which is not issued or guaranteed by any member of the Group or subject to any Security (other than Security arising under the Deed of Pledge); Consolidated Financial Debt means, as of any date of determination, the amount of indebtedness for or in respect of the following items determined on a consolidated basis in accordance with the Accounting Standards: (i) (ii) (iii) (iv) (v) (vi) (vii) (viii) (ix) any loans and other financing facilities, bank borrowings, outstanding bonds or notes, any other interest-bearing or interest-free debt, including interest accrued thereon; any financial payables and financial loans owed to non-consolidated entities; any outstanding liabilities for financial leases; any payables due to shareholders and top management (such as, but not limited to, dividends, board of directors fees) or other Related Parties; any investment-related liabilities (i.e., capex payables ); any M&A-related liabilities (such as, but not limited to, deferred payments, put options) (other than (i) trade accounts payable in the ordinary course of business and (ii) any earn-out obligation until such obligation becomes a liability on the balance sheet in accordance with the Accounting Standards); the marked to market value of derivative contracts (or, if any actual amount is due as a result of the termination or close-out of that derivative contract, that amount); receivables sold or discounted, other than in connection with non-recourse transactions; (without double counting), any liability arising from any guarantee or indemnity for any of the items referred to in paragraphs (i) to (viii) above; Consolidated Quarterly Financial Statements means the quarterly consolidated financial statements of the Issuer prepared in accordance with the Accounting Standards; Consolidated Semi-Annual Financial Statements : means the semi-annual consolidated financial statements of the Issuer prepared in accordance with the Accounting Standards; control means in respect of any entity: (i) the power (whether by way of ownership of shares, proxy, contract, agency or otherwise) to: (A) cast, or control the casting of, more than 50% of the maximum number of votes that might be cast at a general meeting of the relevant entity; or (B) (C) appoint or remove all, or the majority, of the directors or other equivalent officers of the relevant entity; or give directions with respect to the operating and financial policies of the 39

40 (ii) relevant entity with which the directors or other equivalent officers of the relevant entity are obliged to comply; and/or the holding beneficially of more than 50% of the issued share capital or economics of the relevant entity (excluding any part of that issued share capital that carries no right to participate beyond a specified amount in a distribution of either profits or capital), and the terms controlling and controlled have meanings correlative to the foregoing; Covered Loss means the amount of any loss which the Issuer and/or any member of the Group, in any case without any duplication effect, would not have been suffered or incurred if the relevant representations and warranties under the Bonds Purchase Agreement were true, accurate and complete, net of the following items to be deducted from the amount of the loss: (i) any specific reserve or provision included in the Consolidated Annual Financial Statements that may be specifically applied to the relevant loss, it being understood that the general reserve account for bad debts (fondo svalutazione crediti) shall apply in connection with losses related to the receivables of the Issuer and/or any member of the Group; (ii) any amount (net of recovery expenses) which the Issuer and/or any member of the Group receives by way of indemnification from insurers or liable third parties; and (iii) any amount of tax saving or other tax benefit that the Issuer and/or any member of the Group effectively and actually enjoys as a consequence of the loss (i.e. the amount by which any tax, for which any of the Issuer and/or any member of the Group would otherwise have been liable, is effectively and actually reduced as a result of such loss); "Custodian" means any bank or other financial institution of recognised standing authorised to engage in securities custody business with which a Bond maintains a securities account in respect of the Bonds and includes any clearing system (including Euroclear Bank SA/NV, Boulevard du Roi Albert II, 1210 Brussels, Belgium and Clearstream Banking, societe anonyme, 42 Avenue JF Kennedy, 1855 Luxembourg, Luxembourg) which holds an account with Monte Titoli; Deed of Pledge means the deed of pledge to be entered into on or about the Issue Date (as amended and supplemented form time to time) by and between Building Energy Holding S.p.A. and Three Hills Capital Partners S.A. as rappresentante pursuant to Article 2414-bis, paragraph 3, of the Italian Civil Code, by means of which Building Energy Holding S.p.A. has granted a first ranking pledge over the shares held by Building Energy Holding S.p.A. in the Issuer as security for the due and punctual payment of all sums from time to time payable by the Issuer in respect of the Bonds; ExtraMOT means the multilateral trading facility of financial instruments organised and managed by the Italian Stock Exchange; ExtraMOT PRO means the professional segment of the ExtraMOT; Financial Year means the annual accounting period of the Group ending on or about 31 December in each year; Financial Quarter means the period commencing on the day after one Quarter Date and ending on the next Quarter Date; Flotation has the meaning ascribed to such term under the definition of Mandatory Prepayment Event; 40

41 Flotation Settlement Date means the date of effectiveness of the Flotation being the date of admission of the share capital to trading on any regulated stock exchange or market; Group means the Issuer and each of its Subsidiaries for the time being. Initial Subscribers means Three Hills SICAV-Sif and Three Hills Decalia SICAV-Sif acting through their general partner Three Hills Capital Partners S.A., as initial subscribers of the Bonds pursuant to the Bonds Purchase Agreement; Insolvency Proceedings means any bankruptcy or similar proceeding applicable to any company or other organization or enterprise under the relevant laws of incorporation or operation, and in particular, as for Italian law, under the Bankruptcy Law: fallimento, concordato preventivo, liquidazione coatta amministrativa, and amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza; Interest Payment Amount means the amount payable as interest on the Bonds in respect of the relevant Interest Period calculated by applying the relevant Rate of Interest to the Outstanding Principal Amount of the Bonds and multiplying such product by the actual number of days in the Interest Period concerned divided by 360 and rounding the resulting figure to the nearest cent (half a cent being rounded upwards); "Interest Payment Date" means 30 June and 31 December of each year until the Maturity Date provided that the last Interest Payment Date shall be the Maturity Date, subject to adjustment in accordance with the provisions set out in Condition 4.4 (Payment Business Day) below. The first Interest Payment Date will fall on 31 December 2015; "Interest Period" means for the first interest period the period from, and including, the Issue Date to, but excluding, the first Interest Payment Date and for the following periods the period from, and including, each Interest Payment Date to, but excluding, the following Interest Payment Date save that the last interest period shall end on the Maturity Date; "Issue Date" means 31 July 2015; Italian Stock Exchange means Borsa Italiana S.p.A., with registered office in Milan, Piazza degli Affari, 6; LTV1 means at any given time the ratio between the Outstanding Principal Amount of the Bonds plus any interest accrued including any Final Cash Interest and Deferrable Interest actually deferred and outstanding at such time and the NAV1; LTV2 means at any given time the ratio between the Outstanding Principal Amount of the Bonds plus any interest accrued including any Final Cash Interest and Deferrable Interest actually deferred and outstanding at such time and the NAV2; Mandatory Prepayment Event means any of the following events: (i) (ii) Solar NRG S.r.l. ceasing to control or to own, directly or indirectly, 67% of the share capital of the Issuer, or Mr. Fabrizio Zago (or his heirs) ceasing to control or to own, directly or indirectly, 51% of the share capital of Solar Park S.r.l. (each, a Change of Control ); the admission of any part of the share capital of the Issuer, Building Energy Holding S.p.A. or any Affiliate of the Issuer, to trading on any regulated stock exchange or regulated market (the Flotation ); 41

42 (iii) the sale or transfer of all or substantially all of the assets of the Issuer or of any of its Subsidiary (other than to the Issuer or any Subsidiary) which results in aggregate net cash proceeds to the Issuer of at least Euro 15,000,000 (a Sale ); Material Litigation means any litigation pending or threatened in writing commenced by any third parties against the Issuer and/or any of its Subsidiaries having a value higher than Euro 2,000,000; Maturity Date means 31 July 2020; "Monte Titoli Account Holders" means any authorised financial intermediary institution entitled to hold accounts on behalf of its customers with Monte Titoli and includes any clearing system (including Euroclear Bank SA/NV, Boulevard du Roi Albert II, 1210 Brussels, Belgium and Clearstream Banking, societe anonyme, 42 Avenue IF Kennedy, 1855 Luxembourg, Luxembourg) which holds an account with Monte Titoli; "Monthly Project Dashboard" means a monthly summary of the status of all the Projects in Pipeline, the Projects Near Notice to Proceeds and the Projects in Backlog provided that on a quarterly basis at the end of each Financial Quarter the Monthly Project Dashboard shall include detailed calculation of NAV1 and NAV2; NAV1 has the meaning given to such term in the Annex A to these Conditions; NAV2 has the meaning given to such term in the Annex A to these Conditions; Net Consolidated Financial Debt means at any time the Consolidated Financial Debt minus the Consolidated Cash and Consolidated Cash Equivalents; Outstanding Principal Amount means, from time to time, the outstanding principal amount of the Bonds being, as at the Issue Date, Euro 20,000,000; Other Net Assets has the meaning given to such term in the Annex A to these Conditions; Paying Agent means Deutsche Bank S.p.A.; "Payment Business Day" means a day (other than a Saturday or a Sunday): (a) (b) (c) on which commercial banks and foreign exchange markets settle payments and are open for general business (including dealings in foreign exchange and foreign currency deposits) in the relevant place of payment of the Bonds (if any); on which Monte Titoli is operating, and on which commercial banks and foreign exchange markets settle payments and are open for general business (including dealings in foreign exchange and foreign currency deposits) in Milan and on which the Trans-European Automated Real-time Gross Settlement Express Transfer System 2 is open; "Projects Near Notice to Proceed" has the meaning given to such term in the Annex A to these Conditions; "Projects in Backlog" has the meaning given to such term in the Annex A to these Conditions; "Projects in Pipeline" has the meaning given to such term in the Annex A to these Conditions; 42

43 Quarter Date means each of 31 March, 30 June, 30 September and 31 December or such other dates which correspond to the quarter end dates within the Financial Year of the Group; "Rate of Interest" has meaning attributed to it in Condition 3.1 (Rate of Interest); Reference Date means each of 30 June and 31 December of each year, starting from 30 June 2016 and until the Maturity Date; "Regular Period" means each period from (and including) the Issue Date or any Interest Payment Date to (but excluding) the next Interest Payment Date; Related Party means, in relation to any entity, any entity identified as such by the accounting principle IAS 24; "ROB" means the representative of the Bondholders to be appointed pursuant to Condition 11.2 (ROB) below; Rules of ExtraMOT means the rules of the ExtraMOT issued by the Italian Stock Exchange in force from 8 June 2009 as subsequently amended; "Security" means a mortgage, charge, pledge, lien or other security interest securing any obligation of any person or any other agreement or arrangement having a similar effect; Subsidiary means, in relation to any company or corporation, a company or corporation: (a) (b) (c) which is controlled, directly or indirectly, by the first mentioned company or corporation; more than half of the issued share capital of which is beneficially owned, directly or indirectly by the first mentioned company or corporation; or which is a Subsidiary of another Subsidiary of the first mentioned company or corporation, and for this purpose, a company or corporation shall be treated as being controlled by another if that other company or corporation is able to direct its affairs and/or to control the composition of its board of directors or equivalent body; Threshold 1 means (i) 80%, in case the LTV2 is lower than 40%; or (ii) 70%, in case the LTV2 is greater than 40%; transfer means any transaction, both for consideration and free of consideration, concerning the full ownership, the bare ownership ( nuda proprietà ), the usufruct and/or the use of a property, in virtue of which, in one or more transactions, either directly or indirectly, the ownership of a property is changed (including, without limitation, the sale and purchase, the donation, the exchange, the company contribution, the grant of an annuity, the giving in payment, the wholesale transfer, the sale following compulsory enforcement, the transfer within the context of the transfer or contribution of a company, the merger or demerger) and the terms to transfer shall be construed accordingly. 2. CURRENCY, DENOMINATION, FORM AND TRANSFERS, CERTAIN DEFINITIONS 2.1 Currency, Denomination 43

44 These Up to Euro 30,000,000 Secured Bonds ISIN IT (the "Bonds") are being issued by Building Energy S.p.A. (the "Issuer") in Euro in the denomination of EUR 100,000 (the "Specified Denomination") as follows: (a) (b) An amount equal to Euro 20,000,000 are being issued by the Issuer on the Issue Date; The Issuer shall, subject to the terms and conditions of the Bonds Purchase Agreement, without the prior written consent of the Bondholders, issue further bonds, up to the Bonds Maximum Amount, having the same terms and conditions as the Bonds and forming a single series with the Bonds. 2.2 Status of the Bonds The Bonds constitute direct, general and unconditional obligations of the Issuer which are secured in the manner provided in Condition 2.3 (Secured Obligations). The Bonds shall at all times rank pari passu among themselves and at least pari passu with all other present and future unsecured obligations of the Issuer, save for such obligations as may be preferred by provisions of law that are both mandatory and of general application. 2.3 Secured Obligations Building Energy Holding S.p.A. has granted, by means of the Deed of Pledge, in favour of Three Hills Capital Partners S.A. as rappresentante pursuant to Article 2414-bis, paragraph 3, of the Italian Civil Code a first ranking pledge over the shares held by Building Energy Holding S.p.A. in the Issuer as security for the due and punctual payment of all sums from time to time payable by the Issuer in respect of the Bonds. 2.4 Form and Transfers (a) (b) The Bonds are issued in bearer form (al portatore) in dematerialised form (forma dematerializzata) in accordance with the provisions of Article 83-bis and subsequent of the Italian Legislative Decree No. 58 of 24 February 1998 as amended (the "Financial Law") and the Regulation issued by the Bank of Italy and CONSOB on 22 February 2008, as amended and supplemented from time to time (the "BoI/CONSOB Regulation") and will be held in, accounted for and evidenced by book entry form with the central securities depository and management system managed by Monte Titoli on behalf of the Bondholders until redemption or cancellation thereof for the account of the relevant Monte Titoli Account Holder. No physical documents of title will be issued in respect of the Bonds. However, the Bondholders have the right to obtain certifications (certificazioni) pursuant to Article 83-quinquies and Article 83- novies, 1(b) of the Financial Law. The transfer of the Bonds will be made in compliance with all applicable regulations, including the provisions relating to anti-money laundering referred to in Italian Legislative Decree no. 231/2007, as subsequently amended and supplemented. 3. INTEREST 3.1 Rate of Interest The Bonds bear interest from the Issue Date on their Outstanding Principal Amount at the aggregate rate specified below (the "Rate of Interest"): 44

45 (i) (ii) (iii) 2.00 per cent. per annum to be paid in cash (the "Cash Interest") semi-annually on each Interest Payment Date; 2.00 per cent. per annum to be paid in cash (the "Deferrable Interest") semi-annually on each Interest Payment Date, provided that on each Interest Payment Date, the Issuer may elect to defer, in accordance with Condition 3.3 (Deferrable Interest), for up to 12 months, an amount not exceeding the Deferrable Interest; in such case the Deferrable Interest shall be increased by a rate equal to 0.50 per cent. of every 1.00 per cent. of Deferrable Interest actually deferred; 5.00 per cent. per annum to be paid in cash on the Maturity Date (the Final Cash Interest ) provided that such interest shall not be compounded on any Interest Payment Date. Interest on the Bonds will be payable in arrears on each Interest Payment Date, except for the Final Cash Interest, subject as provided in Condition 4 (Payments). Each Bond will cease to bear interest from the due date for redemption unless, upon due presentation, payment of principal is improperly withheld or refused, in which case it will continue to bear interest on the Outstanding Principal Amount at such rate (both before and after judgment) from time to time applicable to the Bonds. 3.2 Interest Payment Amount The Interest Payment Amount will be determined by the Calculation Agent. The Calculation Agent will cause the relevant Interest Payment Amount for the relevant Interest Period to be notified to the Issuer and to the Bo nd holders in accordance with Condition 10 (Notices) promptly after determination and, if required by the rules of any stock exchange or multilateral trading facility on which the Bonds are from time to time listed, to such stock exchange or multilateral trading facility, as soon as possible after their determination. 3.3 Deferrable Interest The Issuer may at its discretion elect to defer payment of Deferrable Interest on the Bonds otherwise payable on the relevant Interest Payment Date in the limits set out under Condition 3.1(ii) above. If the Issuer so elects, the Issuer shall give notice to the Paying Agent, the Calculation Agent and the Bondholders in accordance with Condition 10 (Notices) at least 3 Business Days prior to each Interest Payment Date. Upon giving such notice, such Deferrable Interest shall be deferred to the Interest Payment Date elected by the Issuer subject to any increase of the applicable rate as set out in 3.1(ii). The deferral of any interest payment on any Interest Payment Date (save where such Interest Payment Date is also the date of redemption of the Bonds) in accordance with this Condition 3.3 (Deferrable Interest) will not constitute a default by the Issuer and will not give the Bondholders any right to accelerate the Bonds. 3.4 Default Interest If the Issuer fails to redeem the Bonds when due, interest shall continue to accrue, automatically and without demand, on the Outstanding Principal Amount of the Bonds from, and including, the due date for redemption to, but excluding, the date of actual redemption of the Bonds at the default rate of interest which corresponds to the relevant Rate of Interest plus two (2) per cent. per annum. The default interest is without prejudice to the right to compensation for any other costs, expenses reasonably incurred and documented as a 45

46 consequence of such delay. 3.5 Determinations Binding All certificates, communications, opinions, determinations, calculations, quotations and decisions given, expressed, made or obtained for the purposes of the provisions of this Condition 3 (Interest) by the Calculation Agent shall (in the absence of wilful misconduct, bad faith, manifest error or gross negligence) be binding on the Issuer, the Paying Agent and the Bondholders and, in the absence of the aforesaid, no liability to the Issuer, the Paying Agent or the Bondholders shall attach to the Calculation Agent in connection with the exercise or non-exercise by it of its powers, duties and discretions pursuant to such provisions. 3.6 Italian Usury Legislation Notwithstanding any other provision of these Conditions, if at any time the remuneration payable to the Bondholders under the Bonds (including pursuant to Condition 7 (Taxation) below, exceeds the applicable maximum rate of interest permitted pursuant to Italian Law No. 108 of 7 March 1996 (the Italian Usury Legislation ) and that would constitute a breach of the Italian Usury Legislation, then the remuneration payable by the Issuer in respect of the Bonds shall be capped at the maximum rate permitted under the Italian Usury Legislation. 4. PAYMENTS 4.1 Payments All payments in respect of the Bonds will be credited, in accordance with the instructions of Monte Titoli, by the Paying Agent on behalf of the Issuer to the accounts of those banks and authorised investment firms whose accounts with Monte Titoli are credited with those Bonds and thereafter credited by such banks and authorised investment firms from such aforementioned accounts to the accounts of the beneficial owners of those Bonds or through the clearing systems to the accounts with the clearing systems of the beneficial owners of those Bonds, in accordance with the rules and procedures of Monte Titoli and of the relevant clearing systems, as the case may be. 4.2 Manner of Payment Payments of amounts due on the Bonds shall be made in Euro. 4.3 Discharge Payments to Monte Titoli or to its order shall to the extent of amounts so paid constitute the discharge of the Issuer from its liabilities under the Bonds. 4.4 Payment Business Day (a) (b) If the due date for any payment in respect of the Bonds would otherwise fall on a day which is not a Payment Business Day the due date for such payment shall be postponed to the next day which is a Payment Business Day unless the due date for such payment would thereby fall into the next calendar month, in which event the due date for such payment shall be the immediately preceding day which is a Payment Business Day. If the due date for a payment of interest is brought forward or postponed, the amount of interest of the Bonds shall be adjusted accordingly. 46

47 (c) (d) If the due date for the redemption of the Bonds is adjusted the Bondholder shall not be entitled to payments in respect of such adjustment. Interest will be calculated on the basis of the actual number of days as defined above divided by REDEMPTION 5.1 Redemption at Maturity Unless previously redeemed in whole or in part or purchased and cancelled, the Bonds shall be redeemed in full at the Outstanding Principal Amount together with any Interest Payment Amount accrued, Final Cash Interest and Deferrable Interest actually deferred and outstanding on the Maturity Date. 5.2 Mandatory Redemption (a) Upon occurrence of a Mandatory Prepayment Event, the Bonds shall be redeemed as follows: (i) In case of a Flotation: (1) On the date falling 5 (five) Business Days after the Flotation Settlement Date, the Bonds will be redeemed in an amount equal to the lower of (x) 25 per cent. of the proceeds of the Flotation and (y) Euro 16,000,000 provided however that the amount of the Bonds to be redeemed shall be rounded up, so that each Bond shall be represented by an integer; and (2) The remaining Outstanding Principal Amount of the Bonds, together with any Interest Payment Amount, Final Cash Interest and Deferrable Interest actually deferred and outstanding in each case accrued until the date of redemption, shall be redeemed in whole on the earlier of (x) the first anniversary of the Flotation Settlement Date and (y) the date on which new financing is raised in an amount at least equal to repay in full the Bonds together with any Interest Payment Amount, Final Cash Interest and Deferrable Interest actually deferred and outstanding in each case accrued until the date of redemption; (ii) In case of a Change of Control or a Sale, simultaneously with the occurrence of the relevant Mandatory Prepayment Event, at their Outstanding Principal Amount together with any Interest Payment Amount, Final Cash Interest and Deferrable Interest actually deferred and outstanding in each case accrued until the date of redemption, provided however that in each case that, if redemption occurs at any time prior to expiry of the Term (as defined below) the Bonds will have to be redeemed at their Outstanding Principal Amount together with any Interest Payment Amount (i) accrued until the date of redemption, (ii) to be accrued from the relevant redemption date until the Term, and (iii) Final Cash Interest and Deferrable Interest actually deferred and outstanding in each case to be accrued from the relevant redemption date until the Term. (b) The Issuer shall give not less than 5 Business Days' prior notice to the Bondholders of 47

48 the occurrence of a Mandatory Prepayment Event, in accordance with Condition 10 (Notices). 5.3 Early Redemption at the Option of the Issuer (a) The Issuer may, at its option and at any time starting from 15 November 2017 (the Term ), redeem the Bonds, in whole or in part, by giving not less than 10 Business Days' irrevocable prior notice of redemption, in accordance with Condition 10 (Notices), to the ROB, the Paying Agent, the Calculation Agent and the Bondholders. Bonds shall be redeemed at their Outstanding Principal Amount together with any Interest Payment Amount, Final Cash Interest and Deferrable Interest actually deferred and outstanding in each case accrued until the date of redemption. (b) In addition to the above, the Issuer may, at its option, on any day falling prior the Term, redeem the Bonds in whole or in part by giving not less than 10 Business Days' irrevocable prior notice of redemption, in accordance with Condition 10 (Notices), to the ROB, the Paying Agent, the Calculation Agent and the Bondholders. Bonds shall be redeemed, pro quota, at their Outstanding Principal Amount together with any Interest Payment Amount (i) accrued until the date of redemption and (ii) to be accrued from the relevant redemption date until the Term plus the Final Cash Interest actually accrued and Deferrable Interest actually deferred and outstanding. 6. PAYING AGENT AND CALCULATION AGENT 6.1 Appointment; Specified Offices The initial Paying Agent and the initial Calculation Agent and the relevant initial specified office is: Deutsche Bank S.p.A., a bank incorporated under the laws of the Republic of Italy as a società per azioni, having its registered office at Piazza del Calendario 3, Milan, Italy, fiscal code and enrolment with the companies register of Milan number and enrolled under number 3104 in the register of banks held by the Bank of Italy pursuant to article 13 of the Banking Act ( Deutsche Bank S.p.A. ). The Paying Agent and the Calculation Agent reserve the right at any time to change their respective specified offices. 6.2 Variation or Termination of Appointment (a) (b) The Issuer reserves the right (with the prior approval of the ROB) at any time to vary or terminate the appointment of the Paying Agent or the Calculation Agent and to appoint other Paying Agents or another Calculation Agent. The Issuer shall at all times maintain: (i) so long as the Bonds are listed on a stock exchange or a multilateral trading facility, a Paying Agent in such place as may be required by the rules of such stock exchange or multilateral trading facility or its supervisory authority; and (ii) a Calculation Agent. (c) The Bondholders will be given notice by the Issuer in accordance with Condition 10 (Notices) of any variation, termination, appointment or any other change to the Paying Agent and the Calculation Agent as soon as possible upon the effectiveness of such change. 6.3 Agents of the Issuer 48

49 The Paying Agent and the Calculation Agent act solely as agents of the Issuer and do not have any obligations towards or relationship of agency to any Bondholder. 7. TAXATION (a) (b) All payments of principal, premium and interest by or on behalf of the Issuer in respect of the Bonds shall be made free and clear of, and without withholding or deduction for, any taxes, duties, assessments or governmental charges of whatever nature imposed, levied, collected, withheld or assessed by the Republic of Italy or any authority therein or thereof having power to tax, unless such withholding or deduction is required by law. In that event the Issuer shall pay such additional amounts as will result in receipt by the Bondholders of such amounts as would have been received by them had no such withholding or deduction been required. Notwithstanding paragraph (a) above, no additional amounts indicated in paragraph (a) shall be payable in respect of any Bond: (i) (ii) (iii) (iv) (v) (vi) held by a holder which is liable to the taxes, duties, assessments or governmental charges mentioned in paragraph (a) in respect of such Bond by reason of its having some connection with the Republic of Italy, other than the mere holding of the Bond; or where such withholding or deduction is required to be made pursuant to European Council Directive 2003/48/EC on the taxation of savings income (the EU Savings Directive ) or any law or agreement implementing or complying with, or introduced in order to conform to, the EU Savings Directive; or by or on behalf of a holder of the Bonds who would not be liable or subject to the withholding or deduction by making a declaration of non-residence or residence or other similar claim for any exemption granted either under domestic and treaty law; or by or on behalf of a non-italian resident, to the extent that interest or any other amount is paid to a non-italian resident which is not resident in one of the States allowing an adequate exchange of information with the Italian tax authorities (as currently listed in the Italian Ministerial Decree of 4 September 1996); or in relation to any payment or deduction of any interest, premium or proceeds of any Bonds on account of imposta sostitutiva pursuant to Italian Legislative Decree No. 239 of 1 April 1996 ( Decree 239 ) as amended and/or supplemented or any regulations implementing or complying with such Decree (including in all circumstances in which the requirements and procedures of Decree 239 and related implementing rules have not been properly and promptly met or complied with except where such requirements, procedures and/or implementing rules have not been met or complied with due to the actions or omissions of the Issuer or its agents); or for any amounts required to be withheld or deducted pursuant to sections 1471 to 1474 of the U.S. Internal Revenue Code of 1986 (as amended, any 49

50 regulation or agreement thereunder, any intergovernmental agreement or implementing legislation adopted by another jurisdiction in connection with those provisions or any agreement with the U.S. Internal Revenue Service). 8. COVENANTS OF THE ISSUER (a) General covenants For so long as any Bond remains outstanding, the Issuer shall not (and shall procure that no member of the Group shall), unless a written consent is provided by the absolute majority of the Bondholders or the ROB, as the case may be: (i) enter into any transactions with Solar NRG S.r.l. or any Related Parties of the Issuer for an amount exceeding in aggregate Euro 250,000 at any time, other than any transaction (a) that is made pursuant to an agreement which is in effect prior to the Issue Date, (b) that is on terms that are no less favorable to the Issuer or the relevant Subsidiary than those that would have been obtained in a comparable transaction with an unrelated party, (c) that is a distribution or payment permitted hereby, (d) concerning any employment agreement, employments benefit plan, customary directors fees or similar arrangements made in the ordinary course of business, or (e) made between the Issuer and any Subsidiaries; (ii) distribute dividends or make other distributions that exceed in aggregate Euro 2,000,000 per year so long as no Event of Default has occurred and is continuing; (iii) (iv) (v) (vi) incur any Consolidated Financial Debt in excess of an aggregate amount equal to Euro 2,500,000 at any time, other than any (a) any existing Consolidated Financial Debt as at the Issue Date, (b) non-recourse indebtedness for the purpose of financing the project of a Subsidiary of the Issuer that is already existing at the Issue Date and holding either assets in operation or Projects Near Notice to Proceed as defined at the Issue Date, provided that the LTV1 and the LTV2 as calculated at the Reference Date are below the LTV1 and the LTV2 as calculated at the Issue Date, and (c) non-recourse indebtedness incurred by a Subsidiary of the Issuer established after the Issue Date of the Bond and holding Projects Near Notice to Proceed or Projects in Backlog, as defined from time to time, for the purpose of financing the projects, provided that is not secured by assets included in the calculation of the NAV1 for a total aggregate value exceeding Euro 5,000,000 at any time; transfer of any material assets included in the calculation of the Issuer s consolidated NAV1 in excess of an aggregate amount equal to Euro 5,000,000 at any time, unless the proceeds of such transaction are applied in order to (a) repay (in whole or in part) the Bond or (b) make a capital expenditure or acquire other long-term assets that are used or useful in the business of the Issuer and its subsidiaries within 12 months of the date of such transaction; complete any merger (except within the Group or as permitted pursuant to paragraph (vi) below); complete any acquisition or investments (including capex expenditures) which (a) is not contemplated in the Projects Near Notice to Proceed as at the Issue Date, (b) would exceed an aggregate amount equal to Euro 10,000,000 in each Financial Year, or (c) 50

51 would reasonably cause the LTV1 ratio after the following acquisition to exceed 115% of the LTV1 as calculated at the Issue Date. (b) Listing covenants For so long as any Bond remains outstanding, the Issuer shall, unless a written waiver is provided by the absolute majority of the Bondholders or the ROB, as the case may be: (i) (ii) (iii) (iv) publish on its own website the annual consolidated financial statements of the last two financial years preceding the Issue Date; being understood that the consolidated financial statements shall be audited by an external auditor pursuant to Italian Legislative Decree no. 39 dated 27 January 2010, as amended and supplemented; in addition to that, publish on its own website the annual consolidated financial statements for each financial year following the Issue Date, until the full redemption of the Bonds and ensure that any such annual consolidated financial statements are audited by an external auditor in accordance with the abovementioned Legislative Decree no. 39 dated 27 January 2010, as amended and supplemented; publish on its own website the Admission Document and the present Terms and Conditions; comply with all applicable provisions of the Rules of ExtraMOT in order to avoid any kind of sanction, as well as the revocation or exclusion of the Bonds by decision of the Italian Stock Exchange; fulfill its obligations towards Monte Titoli in relation to the centralized management of the Bonds; and notify to the Bondholders any suspension and/or revocation and/or exclusion of the Bonds or the shares of the Issuer from trading under the ExtraMOT PRO. (c) Financial covenants For so long as any Bond remains outstanding, the Issuer shall, unless a written waiver is provided by the absolute majority of the Bondholders or the ROB, as the case may be, ensure that for two consecutive Reference Dates, the LTV1 shall not be higher than Threshold 1 (the Loan to Value Test ). For the purposes of calculating the LTV1, reference shall be made to the Monthly Project Dashboard approved by the board of directors of the Issuer. The Issuer shall provide a certificate to the Bondholders certifying that the Loan to Value Test was complied with (including details as to its calculations) on the relevant Reference Date in accordance with Condition 10 (Notices). (d) Information covenants So long as any of the Bonds remain outstanding the Issuer shall comply with the following obligations provided that all information to be provided pursuant to or in connection with these Conditions shall be made available to the Bondholders subject in all respects to compliance with any laws and regulations and provided further that nothing in these Conditions shall require the disclosure of any information to the public that the Issuer would not otherwise be required to make irrespective of the Conditions: (i) Financial statements: the Issuer shall notify the Bondholders (in accordance with Condition 10 (Notices)) that the following are available for inspection at the Issuer's 51

52 registered office or on the Issuer s website: (a) (b) (c) as soon as they are available, but in any event within 120 days or, to the extent permitted under applicable laws, 180 days after the end of each Financial Year its Consolidated Annual Financial Statements for that Financial Year with respect to the Group; as soon as they are available, but in any event within 90 days after the end of the second accounting quarter in any Financial Year its pro-forma Consolidated Semi-Annual Financial Statements for that semester with respect to the Group, approved by the board of directors of the Issuer; as soon as they are available, but in any event within 60 days after the end of each Financial Quarter of each Financial Year a copy of the pro-forma Consolidated Quarterly Financial Statements relating to such Financial Quarter in respect of the Group; (ii) Miscellanea: the Issuer shall supply to the Bondholders (in accordance with Condition 10 (Notices)): (a) (b) (c) (d) (e) promptly upon becoming aware of them, any details, events or other facts relating to any Material Litigation; promptly upon becoming aware, notice of the occurrence of any failure by the Issuer to fulfill its obligations under these Conditions or any other event which would be reasonably likely to cause an Event of Default; promptly upon becoming aware of them and to the extent the Bonds are fully held by the Initial Subscribers, any fact, act or circumstance (occurred after the Issue Date or, even if occurred prior to the Issue Date, known after it) causing any of the representations and warranties set out in the Bonds Purchase Agreement to become untrue or inaccurate (it being understood that failure to comply with the provision under this paragraph (e) shall not cause any Event of Default under Condition 9.1 (Events of Default)); promptly upon becoming aware of them, (1) any information and documentation related to any envisaged transactions with a Related Party for a value higher than Euro 150,000; (2) any significant communication to tax authorities and/or any other Italian authorities and/or trade unions; promptly upon becoming aware of them, any fact, act or circumstance (occurred after the Issue Date or, even if occurred prior to the Issue Date, known after it and whether individually or taking into account any other separate prior fact, act or circumstance) that would be reasonably likely to cause a Covered Loss higher than Euro 10,000,000 (ten million), provided, however, that such notice shall not limit the rights, remedies and powers of the Bondholders under Condition 9.1 (Events of Default). 9. ACCELERATION 9.1 Events of Default If any of the following events ( Events of Default ) occurs and is continuing, the 52

53 Bondholders, following to a resolution approved by the Bondholders Meeting pursuant to Condition 11 (Bondholders Meeting and ROB), shall give notice to the Issuer that the Bonds are, and they shall immediately become, due and payable at 100 per cent of their principal outstanding amount as at such date together (if applicable) with any interest and Deferrable Interest actually deferred and outstanding and any Final Cash Interest in each case accrued at such date: (a) (b) Payment Default: any failure of the Issuer to pay any principal or interest amount payable on the Bonds, unless such failure is due to an administrative or technical error which is not due to willful misconduct (dolo) or gross negligence (colpa grave) of the Issuer and the relevant payment is performed within 5 (five) Business Days of the relevant discovery of the administrative or technical error. Insolvency Proceedings of the Issuer: (i) a judicial steps have been taken against the Issuer aimed at commencing any Insolvency Proceedings, and/or (ii) the Issuer is subject to any Insolvency Proceedings or has entered into any of the agreements provided for by article 182 bis or article 67 paragraph 3 (d) of the Bankruptcy Law; provided that the above subparagraphs (i) and (ii) shall not apply to any proceeding which is discharged, stayed or dismissed within 30 Business Days from its commencement, and/or (iii) the Issuer is subject to any of the situation described in articles 2445, 2446, 2447 of the Italian Civil Code. (c) Covenants: the Issuer fails to comply with any of the covenants under Condition 8 (Covenants by the Issuer) paragraphs (a), (b) and (d) or, to the extent the Bonds are held by the Initial Subscribers, under the Bonds Purchase Agreement; provided that if the failure to comply is capable of remedy and is remedied within 45 days, or with reference to the covenant under Condition 8(d)(i)(c) 60 days, since the date on which the Issuer is aware of such circumstance, no Event of Default under this paragraph (c) will occur. (d) Loan-to-Value Test: the Loan-to-Value Test provided for under Condition 8 (Covenants by the Issuer) paragraph (c) is breached and such breach is not remedied within 60 days. (e) Unlawfulness and invalidity: (a) (b) it is or will become unlawful for the Issuer to perform or comply with any one or more of its obligations under the Bonds or the Conditions; any obligation or obligations of the Issuer under the Bonds or the Conditions are not or cease to be legal, valid, binding or enforceable; provided that no Event of Default under this paragraph (e) will occur if the failure to comply is capable of remedy and is remedied within 90 days of the Issuer becoming aware of their respective failure to comply; (f) (g) Deed of Pledge: the Deed of Pledge is not (or is claimed by the relevant pledgor not to be) in full force and effect. Covered Loss:, to the extent the Bonds are held by the Initial Subscribers, the Issuer and/or any member of the Group incur an aggregate Covered Losses as a result of any representation or statement made or deemed to be made by the Issuer in the Bonds 53

54 Purchase Agreement or any other document delivered by or on behalf of the Issuer under or in connection with these Conditions or the Bonds Purchase Agreement being or proving to have been incorrect or misleading when made or deemed to be made for an amount exceeding Euro 10,000,000 (ten million), it being understood that any Covered Loss related to a member of the Group other than the Issuer shall be deemed as a direct Covered Loss of the Issuer pro-quota to the Issuer s stake in the relevant member of the Group. (h) Cross default of the Issuer or the Subsidiaries: (i) any other present or future indebtedness of the Issuer or any of the members of the Group for or in respect of moneys borrowed or raised becomes (or becomes capable of being declared) due and payable prior to its stated maturity by reason of any actual default subject to any applicable grace period (including any extended grace period agreed with the relevant lender from time to time), or (ii) any such indebtedness is not paid when due or, as the case may be, within any applicable grace period (including any extended grace period agreed with the relevant lender from time to time), or (iii) the Issuer or any of the members of the Group fails to pay when due or, as the case may be, within any applicable grace period (including any extended grace period agreed with the relevant lender from time to time) any amount payable by it under any present or future guarantee for, or indemnity in respect of, any moneys borrowed or raised provided that the aggregate amount of the relevant indebtedness, guarantees and indemnities in respect of which one or more of the events mentioned above in this Condition 9(c) have occurred equals or exceeds Euro 5,000,000; provided that this clause (h) shall not apply to secured indebtedness and non-recourse indebtedness of Subsidiaries of the Issuer that becomes due as a result of default or the voluntary sale or transfer of the property or assets securing such indebtedness to the extent that the proceeds of the sale are destined to the repayment of the relevant secured indebtedness. 9.2 Notice Any notice, including any notice declaring Bonds due in accordance with this Condition 9 (Acceleration), shall be made in accordance with Condition 10.4 (Form of Notice to Be Given by any Bondholder). 9.3 Cancellation All Bonds redeemed in full shall be cancelled forthwith and may not be reissued or resold. 10. NOTICES 10.1 Notification to Clearing System Save for the provisions of Condition 11 (Bondholders Meeting and Bondholders' Representative) below, and without prejudice to any other mandatory provisions of Italian law from time to time in force (including, without limitation, the Financial Law and the relevant implementing regulations), any notice regarding the Bonds and/or to be given by the Issuer to the Bondholders, as long as the Bonds are held through Monte Titoli, shall be deemed to have been duly given if given, by or on behalf and at the instructions of the Issuer, through the systems of Monte Titoli Notification in case of Listing 54

55 (a) (b) Any notice regarding the Bonds, as long as the Bonds are held through Monte Titoli, shall be deemed to have been duly given if given through the systems of Monte Titoli or through any other method which is effective to give notice to all the Bondholders at the same time. Any notice regarding the Bonds will also be published in accordance with the rules of the market, if any, on which the Bonds are listed and/or admitted to trading when the relevant notice is given. Any such notice shall be deemed to have been given on the date of such publication Notification on the website Any notice regarding the Bonds will also be published on the Issuer s website (http://www.buildingenergy.it) and in accordance with the rules of the market, if any, on which the Bonds are listed and/or admitted to trading when the relevant notice is given Form of Notice to be given by any Bondholder (a) (b) Unless stipulated differently in these Terms and Conditions, notices regarding the Bonds which are to be given by any Bondholder to the Issuer shall be validly given if delivered in writing in the English language to the Issuer by hand or mail at the following address: Via Tortona, , Milan. The Bondholder shall provide evidence satisfactory to the Issuer of its holding of the Bonds. Such evidence may be: (i) (ii) in the form of a certification from the Custodian with which the Bondholder maintains a securities account in respect of the Bonds that such Bondholder is, at the time such notice is given, the Bondholder of the relevant Bonds, or in any other appropriate manner. 11. BONDHOLDERS MEETING AND ROB 11.1 Bondholders' Meeting The Bondholders may convene a meeting in order to protect common interests related to the Bonds. All meetings of the Bondholders will be held in accordance with applicable provisions of Italian law in force at the time. In accordance with article 2415 of the Italian Civil Code, the meeting of Bondholders is empowered to resolve upon the following matters: (i) the appointment and revocation of a ROB, (ii) any amendment to these Terms and Conditions, (iii) motions by the Issuer for the composition with creditors (amministrazione controllata and concordato); (iv) establishment of a fund for the expenses necessary for the protection of the common interests of the Bondholders and the related statements of account; and (v) any other matter of common interest to the Bondholders. Such a meeting may be convened by the board of directors of the Issuer or the ROB at their discretion and, in any event, in accordance with the provisions of article 2415 of the Italian Civil Code. If the meeting has not been convened following such request of the Bondholders, the same may be convened by a decision of the competent court in accordance with the provisions of article 2367 of the Italian Civil Code. Every such meeting shall be held at a place as provided pursuant to article 2363 of the Italian Civil Code. 55

56 Notwithstanding the provisions of article 2415, third paragraph, of the Italian Civil Code, any meeting of the Bondholders will be validly held if there are one or more persons present being or representing Bondholders holding at least the absolute majority of the Outstanding Principal Amount of the Bonds at that time. Notwithstanding the provisions of article 2415, third paragraph, of the Italian Civil Code, and subject to mandatory laws, legislation, rules and regulations of Italy in force from time to time and the provisions set out under the Articles of Association, the majority required to pass a resolution at any meeting (including any adjourned meeting) convened to vote on any resolution will be one or more persons holding or representing at least the absolute majority of the Outstanding Principal Amount of the Bonds at that time. Officers and statutory auditors of the Issuer shall be entitled to attend the Bondholders' meetings but not participate or vote with reference to the Bonds held by the Issuer. Any resolution duly passed at any such meeting shall be binding on all the Bondholders, whether or not they are present at the meeting ROB The ROB, subject to applicable provisions of Italian law, shall be appointed and remain appointed pursuant to article 2417 of the Italian Civil Code in order to represent the Bondholders' interests under these Terms and Conditions and to give effect to resolutions passed at a meeting of the Bondholders. If the ROB is not appointed by a meeting of such Bondholders, the ROB shall be appointed by a decree of the court where the Issuer has its registered office at the request of one or more Bondholders or at the request of the board of directors of the Issuer Rappresentante By accepting a Bond, Bondholders (i) shall be deemed to have agreed to, and accepted, the appointment of the Three Hills Capital Partners S.A. as rappresentante of the Bondholders for the purposes of Article 2414-bis, paragraph 3, of the Italian Civil Code and (ii) shall be deemed to have agreed and acknowledged that Three Hills Capital Partners S.A. will administer the security created pursuant to the Deed of Pledge in accordance with terms thereof and these Conditions Modification The Bonds and these Terms and Conditions may be amended without the consent of the Bondholders to (i) correct a manifest error and make modification of a formal, minor or technical nature or (ii) comply with any applicable law or regulatory provision, in any case provided that such amendments are not prejudicial to the interests of the Bondholders. 12. CIRCULATION REGIME The Bonds may not be offered, sold or delivered in the Republic of Italy, except to qualified investors (investitori qualificati), as defined pursuant to article 100 of the Financial Laws Consolidation Act and article 34-ter, first paragraph, letter b) of CONSOB Regulation No of 14 May 1999 (as amended from time to time). The Bonds have not been, and will not be, registered under the U.S. Securities Act of 1933, as subsequently amended or supplemented, or any other applicable securities law in force in Canada, Australia, Japan or any other country in which the transfer and/or the 56

57 subscription of the Bonds is not permitted by the relevant authorities. 13. APPLICABLE LAW, SUBMISSION TO JURISDICTION, ENFORCEMENT AND LISTING 13.1 Applicable Law The Bonds, as to form and content, and all rights and obligations of the Bondholders and the Issuer, shall in all respects be governed by, and shall be construed exclusively in accordance with, Italian law Submission to Jurisdiction The courts of Milan have exclusive jurisdiction to settle and determine any dispute in connection with the Bonds or their validity, interpretation or performance and any noncontractual obligations arising out of or in connection with any Bond. 14. ADMISSION TO TRADING The Issuer has filed with the Italian Stock Exchange for admission to trading of the Bonds on the ExtraMOT PRO. The decision of the Italian Stock Exchange and the date of commencement of trading of the Bonds on the ExtraMOT PRO, together with the functional information to trading shall be communicated by the Italian Stock Exchange with a notice, pursuant to Sec of the Rules of ExtraMOT. The Bonds are not traded in a regulated market mercato regolamentato therefore are not subject to the Commission Regulation (EC) No 809/ RESOLUTIONS AND AUTHORIZATIONS RELATING TO THE BONDS The issuance of the Bonds was approved by the board of directors of the Issuer on 16 July In particular, the Issuer has approved to proceed with the issuance of the Bonds for a maximum aggregate nominal value equal to the Bonds Maximum Amount. * * * * * 57

58 ANNEX A CALCULATION METHODOLOGIES FOR DETERMINATION OF NAV1 AND NAV2 Calculation Methodology of NAV1 NAV1 means the consolidated net asset value of the Issuer reported in the Monthly Project Dashboard and calculated as the sum of (a) NAV Operating Assets; (b) NAV Projects Near Notice to Proceed; (c) Other Net Assets; and (d) NAV Net Financial Debt (with negative sign) Where NAV Operating Assets means renewable power generation projects that have reached the Commercial Operation Date. Commercial Operation Date means the date in which the renewable power generation project has been commissioned (the COD ), meaning that has positively performed all the operations generally required for the testing of the facility as from time to time defined for each Operating Asset in its engineering, procurement and construction contract. "NAV Projects Near Notice to Proceed" means the sum of the NAV of each Project Near Notice to Proceed. "Projects Near Notice to Proceed" means each project that is not included in the assets in operations and falls within the following categories: (i) in public tender markets, projects that gain the status of preferred bidder and/or a financial close date was established, (ii) in regulated markets, projects that are fully permitted and/or a power purchase agreement was granted and/or main permits were obtained and/or a financial close date was established. At the Issue Date, the projects following within this category were: (i) Mkuze, (ii) Optimum Wind (Iowa), (iii) Cornell Geneva, (iv) Cornell Ellis Tract, (v) Tororo North, (vi) Roggeveld, (vii) Kruisvallei, (viii) Tocumen. Other Net Assets means, in relation to the Group consolidated financial statements, the difference between (A) and (B) as defined below: (A) Total assets minus (i) book value of tangible assets (related to NAV1 projects), (ii) book value of intangible assets (related to NAV1 projects), (iii) goodwill, (iv) investments valued by the equity method (related to NAV1 projects), (iv) cash and cash equivalents, (v) other elimination entries for current and non-current assets; (B) Total liabilities minus (i) Group s equity, (ii) debts toward banks and other lenders, both medium/long-term and short-term. NAV Net Financial Debt means, in relation to the Group consolidated financial statements, the difference between (i) the financial debt (including the Bonds) of the Group (excluding if applicable the non-recourse financial indebtedness of NAV1 projects) less (ii) cash and cash equivalents. ******** 58

59 For the purpose of the calculation of Operating Assets and Projects Near Notice to Proceed, the following definitions and formulas shall apply. NAV means the sum of annual Free Cash Flows to Equity ( FCFE ) during the life of a project discounted for the relevant Discount Factor, as indicated in the following formula: where n Project _ NAV FCFE /(1 Discount _ Factor ) i 1 Free Cash Flow to Equity means, for a project, for each year during the life of the project, the sum of (i) EBITDA, (ii) minus change in net working capital, (iii) minus change in other assets, (iv) plus change in other liabilities, (iv) minus capital expenditures, (v) minus net interest charges, (vi) minus taxes, (vii) minus repayment of debt EBITDA means at any time the net income of the project, after adding back: (i) income taxes; (ii) net financial income and costs; (iii) amortisation and depreciation; (iv) accruals for bad debt provision; but excluding (i) any non-recurring or extraordinary or prior-year revenue and/or expenses; (ii) any reversal of provisions accrued in prior years; (iii) any investment revaluation or write-offs. For the purpose of this definition, the economic assumption underlying each project shall be made on a P50 basis Discount Factor means the cost of equity capital ( Ke ) which represents the expected return for shareholders as indicated in the formula below: i Ke Rf *( Rm Rf ) AP Rf m the Risk Free Rate based on the average annual return of the corresponding long term sovereign bond computed (updated as at ). The free risk computation shall be performed at country level (e.g. Italy, US and South Africa) according to the location of each asset analysed β means the Beta Factor, a coefficient that represents the systematic risk associated with the investment. It has been determined on the basis of the beta unlevered factor deducted by a sample of comparable listed companies operating in the same sector of BE (renewables energy companies) and leveraged applying the average financial structure of each asset being valued; Rm-Rf means the Market Risk Premium calculated as the difference between the expected rate of return on the market portfolio (Rm) and the risk-free rate (Rf); in other words, Market risk premium is the additional return asked by an investor that otherwise would have invested in risk-free securities; It has been determined on the basis of Damodaran database (Damodaran - Stern University Online Website); AP means the Additional Premium is an additional factor included in the calculation of Projects Near Notice To Proceed in order to reflect the implicit higher risks of this asset class comparing with the assets already in operation; i For illustrative purposes and or the sake of clarity, the table below reports the Discount Factor calculation for several projects made at the time of the Issue Date on the basis of the aforementioned assumptions: 59

60 Discount Factor Calculation Examples Italian Cornell Optimum Cornell Cornell Cost of equity assets Kathu Snyder Mkuze Wind Geneva Ellis Tract Tororo Roggeveld Kruisvallei Tocumen Country Italy South Africa USA South Africa USA USA USA Uganda South Africa South Africa Panama Project type in operation in operation in operation NNTP NNTP NNTP NNTP NNTP NNTP NNTP NNTP Risk free 3.03% 8.54% 2.97% 8.54% 2.97% 2.97% 2.97% 2.97% 8.54% 8.54% 2.97% Market risk premium 5.50% 5.75% 5.75% 5.75% 5.75% 5.75% 5.75% 5.75% 5.75% 5.75% 5.75% Beta unlevered Beta relevered Company risk premium 3.54% 3.35% 2.05% 3.66% 2.24% 2.16% 2.14% 3.10% 4.03% 3.59% 3.19% Additional premium 0.0% 0.0% 0.0% 1.0% 1.0% 1.0% 1.0% 1.0% 1.0% 1.0% 1.0% Cost of equity 6.57% 11.89% 5.02% 13.20% 6.21% 6.13% 6.11% 7.07% 13.57% 13.13% 7.16% D/(D+E) 45.0% 40.0% 2.0% 45.0% 10.0% 7.0% 6.0% 35.0% 50.0% 44.0% 37.0% E/(D+E) 55.0% 60.0% 98.0% 55.0% 90.0% 93.0% 94.0% 65.0% 50.0% 56.0% 63.0% Calculation Methodology of NAV2 NAV2 means the consolidated net asset value of the Issuer reported in the Monthly Project Dashboard and calculated as the sum of (a) NAV1, (b) NAV Backlog and (c) NAV Pipeline "NAV Backlog" means the sum of the value of each project included in the Projects in Backlog, where the value of each project is calculated based on the following formula: 90% * (k /MW of the project) * (MW of the project) * (% of BE ownership of the project) "Projects in Backlog" means the projects with one or more of the following characteristics: (i) in public tender markets, projects where bid results is awaiting/shortlisted, (ii) in regulated markets, projects where the connection is secured/identified and/or the land is secured/obtained and/or the financial model of the project meets a predefined return threshold. "NAV Pipeline" means the sum of the value of each project included in the Projects in Pipeline, where the value of each project is calculated based on the following formula: (20 k /MW) * (MW of the project) "Projects in Pipeline" means the projects with one or more of the following characteristics: (i) a preliminary evaluation on resource availability has been conducted, (ii) obtainment of required permit process has been started (ii) estimated probability of success of 10%; 60

61 The table below represents the NAV1 and NAV2 calculation at the Issue Date. Based on the values below, the LTV1 ratio at the Issue Date would be equal 38% (30,000/ 79,032) and the LTV2 ratio at the Issue Date would be equal to 21% (30,000/ 145,786) Net Asset Value Calculation as of June 2015 Asset Valuation Technology Country MW Ownership MW Pro Quota Equity Value/DCF Value Operating Assets ,514 26,514 Italian PV Assets Solar PV Italy 8 100% 8 2,010 2,010 Cornell - Snyder Road Solar PV USA 2 100% 2 1,291 1,291 Kathu 75 Solar PV South Africa 81 10% 8 23,212 23,212 Assets Near Notice to Proceed ,135 48,135 Mkuze Biomass South Africa 16 53% 8 10,265 10,265 Optimum Wind (Iowa) Wind USA 30 55% 17 8,553 8,553 Cornell - Geneva Solar PV USA 3 55% Cornell - Ellis Tract Solar PV USA 8 55% 4 2,623 2,623 Tororo North Solar PV Uganda 10 50% 5 2,279 2,279 Roggeveld Wind South Africa % 70 12,249 12,249 Kruisvallei Hydro South Africa 5 51% 2 1,842 1,842 Tocumen Photovoltaic Panama 45 10% 5 9,333 9,333 Other Net Assets (estimate) 5,502 Net Financial Debt (estimate) - 1,119 NAV ,032 Development Valuation Technology Country MW Ownership MW Pro Quota k /MW Value Backlog ,993 Aggeneys 1 Solar PV South Africa % ,480 Scuitdrift 1 Solar PV South Africa 6 100% ,026 Scuitdrift 2 Solar PV South Africa 6 100% ,026 RustMo2 Solar PV South Africa 6 100% ,026 Klawer Wind South Africa 5 100% Kawambwa Solar PV Zambia 4 100% Mansa Solar PV Zambia 6 100% Mwense Solar PV Zambia 4 100% Nchelenge Solar PV Zambia 6 100% Rhode Island Solar PV USA 1 100% Krusevac Biomass Serbia 4 100% ,260 First Wave FIT - project 1 Solar PV Egypt % ,250 Pipeline 1, ,761 Subtotal - Ancillary NAV 1,821 66,754 NAV 2 145,786 61

62 USE OF PROCEEDS The net proceeds of the issue of the Bonds, will be used by the Issuer to finance: (i) the development of greenfield and brownfield projects in the regions where the Issuer is active, consolidating its presence in the relevant markets and granting continuity in the business in the medium and long term; and (ii) investments, direct or indirect, in new power generation assets from renewable sources including, but not limited to, solar energy, wind power, hydropower and biomass either selected from the Issuer s portfolio of Projects Near Notice to Proceed and or by the acquisition of assets already in operation with the aim to accelerate the growth of the company. The net proceeds will not be used to refinance existing debt at the time of the issuance and will be used to reach the aforementioned strategic purposes. 62

63 SELLING RESTRICTIONS In accordance with the Bonds Purchase Agreement, the I n i t i a l Subscribers undertook to subscribe 100% (one hundred per cent.) of the Outstanding Principal Amount of the Bonds of both of the two tranches (Tranche A of ,00 (euro twenty milion/00) and Tranche B of ,00 (euro ten milion/00)) at their relevant issue date. Pursuant to the Bond Purchase Agreement, the Issuer and the Initial Subscribers have represented that: General The Initial Subscribers undertook to the Issuer that they will comply with all applicable laws and regulations in each country or jurisdiction in which it purchases, offers, sells or delivers Bonds, in all cases at its own expense. In addition to the limitations below, the Bonds have not been, and will not be, registered under any applicable securities law in force in Canada, Australia, Japan or any other country in which the transfer and/or the subscription of the Bonds is not permitted by the relevant authorities. United States No registration under Securities Act The Initial Subscribers represented and warranted to the Issuer that they understand and acknowledge that the Bonds have not been and will not be registered under the Securities Act and may not be offered or sold within the United States except pursuant to an exemption from, or in a transaction not subject to, the registration requirements of the Securities Act. Purchaser s compliance with United States securities laws The Initial Subscribers represented and warranted to the Issuer that (i) they are a Non-US Person (as defined under Regulation S), and (ii) they have not offered or sold, and will not offer or sell, any Bonds constituting part of its allotment within the United States and that they will not offer or sell any Bonds constituting part of its allotment except in accordance with Rule 903 of Regulation S under the Securities Act and, accordingly, that neither they nor any of their affiliates (including any person acting on behalf of the Purchaser or any of its affiliates) have engaged or will engage in any directed selling efforts with respect to the Bonds. United Kingdom The Initial Subscribers represented, warranted and undertook to the Issuer that: (i). they have only communicated or caused to be communicated, and will only communicate or cause to be communicated, any invitation or inducement to engage in investment activity (within the meaning of section 21 of the FSMA) received by them in connection with the issue or sale of any Bonds in circumstances in which section 21(1) of the FSMA would not apply to the Issuer; and (ii). they have complied and will comply with all applicable provisions of the FSMA with respect to anything done by it in relation to the Bonds in, from or otherwise involving the United Kingdom. Italy 63

64 (i). (ii). The offering of the Bonds has not been registered with the CONSOB pursuant to Italian securities legislation. The Initial Subscribers represented and agreed that any offer, sale or delivery of the Bonds or any other document relating to the Bonds in the Republic of Italy will be effected in accordance with all Italian securities, tax and exchange control and other applicable laws and regulations. Any such offer, sale or delivery of the Bonds or any other document relating to the Bonds in the Republic of Italy must be: (a) made by an investment firm, bank or financial intermediary licensed to conduct such activities in the Republic of Italy in accordance with Legislative Decree No. 58 of 24 February 1998 ( Decree No. 58 ), CONSOB Regulation No of 29 October 2007 and Legislative Decree No. 385 of 1 September 1993 (in each case as amended from time to time); and (b) in compliance with any other applicable laws and regulations or requirement imposed by CONSOB, the Bank of Italy or any other Italian authority. (iii). The Initial Subscribers acknowledged and accepted that in no event may the Bonds be sold or transferred (at any time after the Issue Date) to persons other than to qualified investors ( investitori qualificati ) as referred to in article 100 of Decree No. 58, as amended and article 34-ter, paragraph 1, letter (b) of the CONSOB regulation No of 14 May 1999 (as amended and integrated from time to time). 64

65 Application for admission to trading GENERAL INFORMATION The Issuer has filed with the Italian Stock Exchange an application for admission to trading of the Bonds on the ExtraMOT PRO. The decision of the Italian Stock Exchange and the date of commencement of trading of the Bonds on the ExtraMOT PRO, together with the information required in relation to trading shall be communicated by the Italian Stock Exchange by the issuance of a notice, pursuant to Section 11.6 of the guidelines contained in the ExtraMOT Market Rules. Other regulated markets and multilateral trading facilities At the date of this Admission Document, the Bonds are not listed on any other regulated market or multilateral trading facility or Italian or foreign equivalent, nor does the Issuer intend to submit an application for admission to listing of the Bond on any other regulated market or multilateral trading facilities other than the ExtraMOT PRO. Intermediaries in secondary market transactions It should be noted that no entities have made a commitment to act as intermediaries on a secondary market. Trading method The trading of Bonds on the ExtraMOT PRO is reserved for Qualified Investors only, where "Qualified Investors" means the subjects listed in annex II, part 1 and 2 of the directive 2004/39/CE ("Mifid"). These subjects are the qualified investors (investitori qualificati) described in article 100 of Financial Laws Consolidation Act which, considering the reference to article 34-ter of Consob Regulation No dated 14 May 1999 and article 26 of Consob Regulation No dated 29 October 2007, are equivalent to the professional clients (clienti professionali) provided by the Mifid. Authorisation The creation and issue of the Bonds has been authorised by a resolution of the Board of Directors of the Issuer dated 16 July The granting of the Deed of Pledge has been authorised by a resolution of the Board of Directors of Building Energy Holding S.p.A. dated 16 July ISIN Code The Bonds have been accepted for clearance through Monte Titoli. The ISIN is IT

66 ANNEX 1 AUDITED CONSOLIDATED ANNUAL FINANCIAL STATEMENTS OF BUILDING ENERGY S.P.A.

67 RELAZIONE DELLA SOCIETA DI REVISIONE AI SENSI DELL ARTICOLO 14 DEL DLGS 27 GENNAIO 2010, N 39 Agli azionisti della Building Energy SpA 1 Abbiamo svolto la revisione contabile del bilancio consolidato, costituito dalla situazione patrimoniale-finanziaria, dal conto economico complessivo, dal prospetto delle variazioni del patrimonio netto, dal rendiconto finanziario e dalle relative note esplicative, della Building Energy SpA e sue controllate ( Gruppo Building Energy ) chiuso al 31 dicembre La responsabilità della redazione del bilancio consolidato in conformità agli International Financial Reporting Standards adottati dall Unione Europea compete agli amministratori della Building Energy SpA. E nostra la responsabilità del giudizio professionale espresso sul bilancio consolidato e basato sulla revisione contabile. 2 Il nostro esame è stato condotto secondo i principi di revisione emanati dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e raccomandati dalla Consob. In conformità ai predetti principi, la revisione è stata pianificata e svolta al fine di acquisire ogni elemento necessario per accertare se il bilancio consolidato sia viziato da errori significativi e se risulti, nel suo complesso, attendibile. Il procedimento di revisione comprende l esame, sulla base di verifiche a campione, degli elementi probativi a supporto dei saldi e delle informazioni contenuti nel bilancio, nonché la valutazione dell adeguatezza e della correttezza dei criteri contabili utilizzati e della ragionevolezza delle stime effettuate dagli amministratori. Riteniamo che il lavoro svolto fornisca una ragionevole base per l espressione del nostro giudizio professionale. Il bilancio consolidato presenta ai fini comparativi i dati dell esercizio precedente e lo stato patrimoniale al 1 gennaio Come illustrato nelle note esplicative, gli amministratori hanno riesposto alcuni dati comparativi relativi all esercizio precedente ed allo stato patrimoniale al 1 gennaio 2013, che deriva dai dati consolidati al 31 dicembre 2012 (presentati a soli fini comparativi nel bilancio consolidato al 31 dicembre 2013 preparato per la prima volta secondo agli International Financial Reporting Standards adottati dall Unione Europea), rispetto ai dati precedentemente presentati e da noi assoggettati a revisione contabile, sui quali avevamo emesso la relazione di revisione in data 14 luglio Le modalità di rideterminazione dei dati comparativi e la relativa informativa presentata nelle note esplicative, sono state dai noi esaminate ai fini dell espressione del giudizio sul bilancio consolidato chiuso al 31 dicembre 2014.

68 3 A nostro giudizio, il bilancio consolidato del Gruppo Building Energy al 31 dicembre 2014 è conforme agli International Financial Reporting Standards adottati dall Unione Europea; esso pertanto è redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria, il risultato economico ed i flussi di cassa del Gruppo Building Energy per l esercizio chiuso a tale data. 4 La responsabilità della redazione della relazione sulla gestione in conformità a quanto previsto dalle norme di legge compete agli amministratori della Building Energy SpA. E di nostra competenza l espressione del giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio, come richiesto dalla legge. A tal fine, abbiamo svolto le procedure indicate dal principio di revisione n 001 emanato dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e raccomandato dalla Consob. A nostro giudizio la relazione sulla gestione è coerente con il bilancio consolidato della Building Energy SpA al 31 dicembre Milano, 10 luglio 2015 PricewaterhouseCoopers SpA Alberto Beretta (Revisore legale) 2 di 2

69 GRUPPO BUILDING ENERGY Sede in VIA TORTONA MILANO (MI). Capitale sociale ,00 I.V. Reg. Impr ; Rea Nota integrativa e schemi di bilancio consolidato al 31 dicembre 2014

70 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Prospetto della situazione patrimoniale e finanziaria consolidata (in migliaia di Euro) Paragrafi 31/12/ /12/2013 restated (*) 01/01/2013 restated (*) Immobili, impianti e macchinari 10) Attività immateriali 11) Avviamento 12) Altre partecipazioni 13) Partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto Imposte anticipate 14) Altri crediti e attività non correnti 15) Totale attività non correnti Rimanenze 16) Crediti commerciali 17) Attività finanziarie correnti 18) Altri crediti ed attività correnti 18) Cassa e altre disponibilità liquide 19) Totale attività corrente TOTALE ATTIVITA' Capitale Sociale 20) Riserva sovrapprezzo azioni 20) Altre riserve 20) 922 (1.108) 47 Riserva di conversione 20) 3 (655) 0 Riserva di copertura 20) Utili portati a nuovo 20) Risultato dell'esercizio 20) (2.344) PATRIMONIO NETTO di Gruppo Patrimonio netto di terzi 20) Risultato dell'esercizio di terzi 20) (76) (71) (15) TOTALE PATRIMONIO NETTO Debito verso banche e altre finanziatori 21) Fondi relativi al personale 21) Fondi per rischi e oneri non correnti 21) Totale passività non correnti Debiti commerciali 21) Debiti per imposte dell'esercizio 21) Debito verso banche e altre finanziatori 21) Acconti 21) Altri debiti e altre passività correnti 21) Totale passività correnti TOTALE PASSIVITA' TOTALE PASSIVITA' E PATRIMONIO NETTO (*) per ulteriori informazioni si rinvia alla nota 5 "Effetti dell'applicazione dei principi contabili" 2

71 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Prospetto di conto economico consolidato complessivo (in migliaia di Euro) Paragrafi 31/12/ /12/2013 restated (*) Ricavi 22) Variazione dei lavori in corso su ordinazione 22) 0 18 Altri proventi operativi 22) Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni 22) Costi per prodotti finiti, materie prime e materiali di consumo 23) (147) (125) Costi per servizi 23) (9.380) (9.135) Costo del personale 23) (5.900) (4.781) Altri oneri operativi 23) (987) (748) Ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni 23) (2.746) (1.540) Risultato operativo (3.353) (3.582) Proventi (oneri) finanziari 24) (885) (2.790) Quota di risultato da partecipazioni valuate con il metodo del patrimonio netto 24) Risultato ante imposte (2.782) (49) Imposte 25) Risultato dell'esercizio (2.420) (12) Risultato dell'esercizio attribuibile al Gruppo (2.344) 59 Risultato dell'esercizio attribuibile alle minoranze (76) (71) Altre componenti del conto economico complessivo Riserva di conversione 26) 657 (655) Quota di pertinenza delle "altre componenti dell'utile complessivo" delle partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto Totale altre componenti del conto economico complessivo ) (4) 749 Risultato netto complessivo del'esercizio (1.767) 81 Risultato netto complessivo del'esercizio attribuibile al Gruppo (1.691) 152 Risultato netto complessivo del'esercizio attribuibile alle minoranze (76) (71) (*) per ulteriori informazioni si rinvia alla nota 5 "Effetti dell'applicazione dei principi contabili" 3

72 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Rendiconto finanziario consolidato (in migliaia di Euro) 31/12/ /12/2013 restated (*) Flusso di cassa dell'attività operativa Risultato esercizio (2.420) (12) Ammortamenti immateriali 10 9 Ammortamenti materiali Oneri finanziari netti Variazione altre attività e passività non correnti Accantonamento imposte Accantonamento benefici a dipendenti Partecipazioni Valutate con il metodo del PN (5.344) (Incremento)/Decremento dei crediti commerciali 418 (779) Incremento/(Decremento) dei debiti commerciali (57) (2.719) (Incremento)/Decremento delle rimanenze (10) 106 (Incremento)/Decremento delle attività correnti e non correnti (3.490) (4.301) Incremento/(Decremento) delle passività correnti e non correnti (577) Incremento/(Decremento) dei fondi per rischi e oneri (397) 433 Imposte pagate 279 (2.084) Incremento/(Decremento) degli anticipi da committenti (321) (364) Pagamento benefici a dipendenti (64) (5) A) FLUSSO DI CASSA DERIVANTE DALL'ATTIVITA' OPERATIVA (10.795) Flusso di cassa dell attività di investimento Investimenti netti in immobilizzazioni materiali (3.532) (403) Investimenti netti in immobilizzazioni immateriali (7.395) (5.391) B) FLUSSO DI CASSA DERIVANTE DALL'ATTIVITA' D INVESTIMENTO (10.927) (5.795) Flusso di cassa dell'attività di finanziamento Aumento di capitale Variazione dei debiti finanziari 462 (817) Pagamento oneri finanziari (885) (2.790) C) FLUSSO DI CASSA DERIVANTE DALL'ATTIVITA' DI FINANZIAMENTO FLUSSO DI CASSA NETTO DEL PERIODO (A+B+C) (224) (1.547) Disponibilità liquide iniziali e scoperti di conto corrente Disponibilità liquide finali e scoperti di conto corrente Flusso di cassa generato nel periodo (224) (1.547) (*) per ulteriori informazioni si rinvia alla nota 5 "Effetti dell'applicazione dei principi contabili" 4

73 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Prospetto delle variazioni di patrimonio netto consolidato (in migliaia di Euro) Patrimonio Capitale Riserva Riserva Riserva Riserva di utili Risultato Patrimonio Totale Note Altre riserve netto del sociale sovrapprezzo azioni conversione copertura a nuovo d'esercizio netto di Terzi patrimonio netto Euro Migliaia Gruppo Saldo al 1 gennaio (48) 893 Risultato dell'esercizio (15) Altre variazioni (141) 47 (94) 95 - Saldo al 31 dicembre 2012 (*) Aumento di capitale (1.251) Totale transazione con gli azionisti (1.251) Risultato dell'esercizio (71) (12) Attribuzione Risultato esercizio precedente (9.348) - - Riserva di conversione (655) (655) (655) Quota di risultato da partecipazioni valuate con il metodo del patrimonio netto Risultato complessivo dell'esercizio - - (655) (9.289) 152 (71) 81 Altre variazioni (69) (69) Saldo al 31 dicembre 2013 (*) (655) (1.108) Aumento di capitale (34) Totale transazione con gli azionisti (34) Risultato dell'esercizio 2014 (2.344) (2.344) (76) (2.420) Attribuzione Risultato esercizio precedente (2.997) (59) 0 0 Riserva di conversione Quota di risultato da partecipazioni valuate con il metodo del patrimonio netto (4) (4) (4) Risultato complessivo dell'esercizio (4) (2.997) (2.403) (1.691) (76) (1.767) Riclassifica utili portati a nuovo (1.513) - Acquisto quote minoranza (206) (206) (77) (283) Variazione area di Consolidamento Altre variazioni riserve REISA (705) Altre variazioni Saldo al 31 dicembre (2.344) (*) per ulteriori informazioni si rinvia alla nota 5 "Effetti dell'applicazione dei principi contabili" 5

74 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Note illustrative 1. Informazioni generali Building Energy S.p.A. (nel proseguo, BE o Be S.p.A. ) e le sue controllate (il Gruppo ) sono attive sia in Italia che (principalmente) all Estero nello sviluppo, costruzione, gestione e manutenzione di impianti per la generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili, vantando competenze specifiche in tutte le fasi tipiche del settore: dallo sviluppo all ingegneria e designing del progetto, dal financing fino alla realizzazione e gestione degli impianti, sia per conto proprio che di Terzi. Il Gruppo è attivo in Italia dalla fine del 2010 (e dal 2011 anche a livello internazionale) con un programma di investimenti e di partnership con primari investitori istituzionali nel settore della costruzione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile; nel biennio 2013/2014, ha consolidato significativamente la propria presenza sui mercati internazionali aprendo filiali (sia subholding sia s.p.v., special purpose vehicle) pressoché in tutti i continenti. In particolare, gli interessi del Gruppo nel Mondo al 31/12/2014 sono rappresentati dalla seguente distribuzione geografica (il numero rappresenta le società coinvolte nello sviluppo dell area, a prescindere dall ubicazione della loro sede sociale: per ulteriori informazioni si rinvia all allegato n. 1): - Africa Sub Sahariana: 41 società; - Statu Uniti: 19 società; - Europa: 12 società; - America Latina: 17 società; - Medio Oriente e Africa settentrionale: 1 società; - Asia: 1 società. Le considerazioni attinenti alla situazione del Gruppo e l andamento della gestione nel suo complesso, le informazioni attinenti i fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio, i rapporti con parti correlate, la natura dell attività svolta dal Gruppo, nonché le aspettative riguardanti l evoluzione prevedibile della gestione, sono fornite nell ambito della Relazione sulla Gestione. BE è una società per azioni organizzata secondo l ordinamento della Repubblica Italiana. Il capitale sociale, sottoscritto e interamente versato, è di Euro , suddiviso in azioni ordinarie del valore nominale di Euro 1,00 (un euro). Il socio unico è Building Energy Holding S.p.A., detentrice del 100% delle azioni sottoscritte. La Società ha la propria sede sociale a Milano, in via Tortona Sintesi dei principi contabili adottati Di seguito sono riportati i principali criteri e principi contabili applicati nella predisposizione e redazione del bilancio consolidato del Gruppo. Tali principi contabili sono stati applicati in modo coerente per tutti gli esercizi presentati nel presente documento. 2.1 Base di preparazione Il Regolamento Europeo (CE) n 1606/2002 del 19 luglio 2002, ha introdotto l obbligo, a partire dall esercizio 2005, di applicazione degli International Financial Reporting Standards ( IFRS ), emanati dall International Accounting Standards Board ( IASB ), e adottati dall Unione Europea ( UE IFRS oppure Principi Contabili Internazionali ) per la redazione dei bilanci consolidati delle società aventi titoli di capitale e/o debito quotati presso uno dei mercati regolamentati della Comunità Europea. A seguito del suddetto Regolamento Europeo, il 28 febbraio 2005 è stato emesso il Decreto Legislativo n. 38, con il quale è stata disciplinata, tra l altro, l opzione di applicare gli IFRS per la redazione dei bilanci consolidati di società non quotate. BE ha deciso di avvalersi di detta opzione per la predisposizione del proprio bilancio consolidato a partire dall esercizio chiuso al 31 dicembre

75 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Il presente bilancio consolidato è stato redatto in conformità agli UE IFRS in vigore alla data di approvazione dello stesso. Per UE IFRS si intendono tutti gli International Financial Reporting Standards, tutti gli International Accounting Standards (IAS), tutte le interpretazioni dell International Reporting Interpretations Committee (IFRIC), precedentemente denominato Standing Interpretations Committee (SIC), omologati e adottati dall Unione Europea. Si rileva inoltre che gli UE IFRS sono stati applicati in modo coerente a tutti i periodi presentati nel presente documento. Il bilancio consolidato è stato redatto sulla base delle migliori conoscenze degli UE IFRS e tenuto conto della migliore dottrina in materia; eventuali futuri orientamenti e aggiornamenti interpretativi troveranno riflesso negli esercizi successivi, secondo le modalità di volta in volta previste dai principi contabili di riferimento. Il presente bilancio consolidato è stato predisposto sulla base del criterio convenzionale del costo storico, fatta eccezione per la valutazione delle attività e passività finanziarie nei casi in cui è obbligatoria l applicazione del fair value (corrispettivo al quale un attività può essere scambiata, o una passività estinta, tra parti consapevoli e disponibili, in una transazione tra terzi indipendenti) e, nella prospettiva della continuità aziendale. Il presente bilancio consolidato è stato oggetto di approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione della società in data 29 giugno Forma e contenuto dei prospetti contabili Relativamente alla forma e al contenuto dei prospetti contabili consolidati il Gruppo ha operato le seguenti scelte: i) il prospetto della situazione patrimoniale e finanziaria espone separatamente le attività correnti e non correnti e, analogamente, rappresenta le passività correnti e non correnti; ii) il prospetto di conto economico complessivo consolidato presenta una classificazione dei costi e ricavi per natura; iii) il rendiconto finanziario consolidato è rappresentato secondo il metodo indiretto. Il Gruppo ha scelto di redigere un conto economico complessivo che include, oltre che il risultato del periodo, anche le variazioni di patrimonio netto afferenti a poste di natura economica che, per espressa previsione dei principi contabili internazionali, sono rilevate tra le componenti del patrimonio netto. Gli schemi utilizzati, come sopra specificato, sono quelli che meglio rappresentano la situazione economica, patrimoniale e finanziaria del Gruppo. Il presente bilancio è stato redatto in Euro, valuta funzionale del Gruppo. I valori riportati negli schemi di bilancio nonché nelle tabelle di dettaglio incluse nella nota esplicativa, sono espressi in migliaia di Euro, salvo diversamente indicato. Il presente bilancio è assoggettato a revisione contabile da parte della società di revisione PricewaterhouseCoopers S.p.A., revisore contabile della Società e del Gruppo. 2.3 Area di consolidamento e sue variazioni Il presente bilancio consolidato include il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2014 della Società Capogruppo Building Energy S.p.A. predisposto dal Consiglio di Amministrazione e i progetti dei bilanci di esercizio delle società controllate predisposti dai rispettivi Consigli di amministrazione o qualora disponibili, i bilanci di esercizio approvati dalle rispettive assemblee. Tali bilanci sono stati opportunamente rettificati, ove necessario, per uniformarli ai principi contabili UE IFRS. L elenco delle società incluse nell area di consolidamento al 31 dicembre 2014 con l indicazione del capitale sociale, delle percentuali di possesso e del metodo di consolidamento utilizzato per la predisposizione del bilancio consolidato del Gruppo sono indicate nell Allegato 1 al presente documento. In calce al medesimo allegato sono inoltre riportate le partecipazioni non consolidate in quanto la loro inclusione è irrilevante ai fini della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato del Gruppo essendo la maggior parte non operative. 7

76 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre Principi di consolidamento Di seguito sono rappresentati i criteri adottati dal Gruppo per la definizione dell area di consolidamento e dei relativi principi di consolidamento. Imprese controllate Le imprese controllate sono quelle società in cui il Gruppo ha il potere di determinare direttamente o indirettamente le scelte finanziarie e gestionali, ottenendone i benefici relativi. Il controllo può essere esercitato sia in virtù del possesso diretto o indiretto della maggioranza delle azioni con diritto di voto che in virtù di accordi contrattuali o legali, anche prescindendo da rapporti di natura azionaria. L esistenza di potenziali diritti di voto esercitabili alla data di bilancio è considerata ai fini della determinazione del controllo. In generale si presume l esistenza del controllo quando il Gruppo detiene, direttamente o indirettamente, più della metà dei diritti di voto. Le società controllate sono consolidate con il metodo integrale a partire dalla data in cui il controllo è stato effettivamente acquisito dal Gruppo e cessano di essere consolidate alla data in cui il controllo è trasferito a terzi. I criteri adottati per il consolidamento integrale sono i seguenti: i) le attività e le passività, gli oneri e i proventi delle entità consolidate integralmente sono assunti linea per linea, attribuendo ai soci di minoranza, ove applicabile, la quota di patrimonio netto e del risultato netto del periodo di loro spettanza. Tali quote sono evidenziate separatamente nell ambito del patrimonio netto e del conto economico consolidato; ii) gli utili e le perdite significative, con i relativi effetti fiscali, derivanti da operazioni effettuate tra società consolidate integralmente e non ancora realizzati nei confronti di terzi, sono eliminati, eccetto che per le perdite che non sono eliminate qualora la transazione fornisca evidenza di una riduzione di valore dell attività trasferita. Sono inoltre eliminati se significativi, i reciproci rapporti di debito e credito, i costi e i ricavi, nonché gli oneri e i proventi finanziari. Imprese collegate Le società collegate sono quelle sulle quali il Gruppo esercita un influenza notevole che si presume sussistere quando la partecipazione è compresa tra il 20% e il 50% dei diritti di voto. Le partecipazioni in società collegate sono valutate con il metodo del patrimonio netto e sono inizialmente iscritte al costo. Il metodo del patrimonio netto è di seguito descritto: il valore contabile di tali partecipazioni risulta allineato al patrimonio netto rettificato, ove necessario, per riflettere l applicazione degli IFRS e comprende l iscrizione dei maggiori valori attribuiti alle attività e alle passività e dell eventuale avviamento, individuati al momento dell acquisizione; gli utili o le perdite di pertinenza del Gruppo sono contabilizzati dalla data in cui l influenza notevole ha avuto inizio e fino alla data in cui l influenza notevole cessa. Nel caso in cui, per effetto delle perdite, la società valutata con il metodo in oggetto evidenzi un patrimonio netto negativo, il valore di carico della partecipazione è annullato e l eventuale eccedenza di pertinenza del Gruppo, laddove quest ultimo si sia impegnato ad adempiere a obbligazioni legali o implicite dell impresa partecipata, o comunque a coprirne le perdite, è rilevata in un apposito fondo; le variazioni patrimoniali delle società valutate con il metodo del patrimonio netto, non rappresentate dal risultato di conto economico, sono contabilizzate direttamente a rettifica delle riserve di patrimonio netto; gli utili non realizzati, generati su operazioni poste in essere tra la Capogruppo e la partecipata valutata con il metodo del patrimonio netto, sono eliminati in funzione del valore della quota di partecipazione del Gruppo nella partecipata stessa; le perdite non realizzate sono eliminate, ad eccezione del caso in cui esse siano rappresentative di riduzione di valore. Joint arrangement I joint arrangements sono degli accordi di compartecipazione che si distinguono sulla base dei diritti e delle obbligazioni nascenti dal contratto. A seconda della classificazione dell operazione si distinguono quindi le joint venture dalle joint operation. 8

77 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Le joint ventures sono quelle società caratterizzate dalla presenza di un accordo a controllo congiunto nella quale i partecipanti hanno diritto ad una quota delle attività nette o del risultato economico derivante dall accordo. Le joint venture sono valutate secondo il metodo del patrimonio netto. Al fine di garantire la comparabilità dei dati rispetto all esercizio precedente, si è provveduto a riesporre i dati comparativi al 31 dicembre 2013 laddove le joint ventures erano state consolidate con il metodo proporzionale, allora consentito. Le joint operation sono degli accordi in cui le parti hanno il controllo congiunto dell accordo ed hanno diritti sulle attività e sulle passività nascenti dal contratto. Le joint operation sono consolidate in base alle attività, passività, ricavi e costi sulla base dei diritti ed obblighi nascenti dal contratto. Aggregazioni aziendali Le aggregazioni aziendali sono rilevate secondo il metodo dell acquisizione ( acquisition method ). Secondo tale metodo: i) il corrispettivo trasferito in un aggregazione aziendale è valutato al fair value, calcolato come la somma dei fair value delle attività trasferite e delle passività assunte dal Gruppo alla data di acquisizione e degli strumenti di capitale emessi in cambio del controllo dell impresa acquisita. Gli oneri accessori alla transazione sono rilevati nel conto economico nel momento in cui sono sostenuti; ii) alla data di acquisizione, le attività identificabili acquisite e le passività assunte sono rilevate al fair value alla data di acquisizione; costituiscono un eccezione le imposte differite attive e passive, le attività e passività per benefici ai dipendenti, le passività o strumenti di capitale relativi a pagamenti basati su azioni dell impresa acquisita o pagamenti basati su azioni relativi al gruppo emessi in sostituzione di contratti dell impresa acquisita, e le attività (o gruppi di attività e passività) destinate alla vendita, che sono invece valutate secondo il loro principio di riferimento; iii) l avviamento è determinato come l eccedenza tra la somma dei corrispettivi trasferiti nell aggregazione aziendale, del valore del patrimonio netto di pertinenza di interessenze di terzi e del fair value dell eventuale partecipazione precedentemente detenuta nell impresa acquisita rispetto al fair value delle attività nette acquisite e passività assunte alla data di acquisizione. Se il valore delle attività nette acquisite e passività assunte alla data di acquisizione eccede la somma dei corrispettivi trasferiti, del valore del patrimonio netto di pertinenza di interessenze di terzi e del fair value dell eventuale partecipazione precedentemente detenuta nell impresa acquisita, tale eccedenza è rilevata immediatamente nel conto economico come provento derivante dalla transazione conclusa; iv) eventuali corrispettivi sottoposti a condizione previsti dal contratto di aggregazione aziendale sono valutati al fair value alla data di acquisizione ed inclusi nel valore dei corrispettivi trasferiti nell aggregazione aziendale ai fini della determinazione dell avviamento. Nel caso di aggregazioni aziendali avvenute per fasi, la partecipazione precedentemente detenuta nell impresa acquisita è rivalutata al fair value alla data di acquisizione del controllo e l eventuale utile o perdita che ne consegue è rilevata nel conto economico. Se i valori iniziali di un aggregazione aziendale sono incompleti alla data di chiusura del bilancio in cui l aggregazione aziendale è avvenuta, il gruppo riporta nel proprio bilancio consolidato i valori provvisori degli elementi per cui non può essere conclusa la rilevazione. Tali valori provvisori sono rettificati nel periodo di misurazione per tenere conto delle nuove informazioni ottenute su fatti e circostanze esistenti alla data di acquisizione che, se note, avrebbero avuto effetti sul valore delle attività e passività riconosciute a tale data. Conversione dei bilanci di società estere I bilanci delle società controllate sono redatti utilizzando la valuta dell'ambiente economico primario in cui esse operano. Le regole per la traduzione dei bilanci delle società espressi in valuta diversa dell Euro sono le seguenti: i) le attività e le passività sono convertite utilizzando i tassi di cambio in essere alla data di riferimento del bilancio; ii) i costi e i ricavi sono convertiti al cambio medio dell esercizio; 9

78 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 iii) la riserva di conversione inclusa tra le voci del conto economico complessivo, accoglie sia le differenze di cambio generate dalla conversione delle grandezze economiche a un tasso di cambio differente da quello di chiusura che quelle generate dalla conversione dei patrimoni netti di apertura a un tasso di cambio differente da quello di chiusura del periodo di rendicontazione; iv) l avviamento, ove esistente, e gli aggiustamenti di fair value correlati all acquisizione di un entità estera sono trattati come attività e passività dell entità estera e convertiti al cambio di chiusura del periodo. Le società controllate con valuta funzionale diversa dall Euro presenti nel perimetro di consolidamento al 31 dicembre 2014 sono elencate nell Allegato 1 al presente documento. I tassi di cambio adottati per la conversione dei suddetti bilanci sono riportati nella seguente tabella: Valori medi degli esercizi: quantità di valuta per 1 Euro Valuta Rand (ZAR) 14,40 12,83 Nuovo Leu (RON) 4,44 4,42 Dollaro USA (USD) 1,33 1,33 Yen Giapponese (JPY) 140,31 129,66 Peso Dominicano (DOP) 57,69 55,38 Dirham Emirati Arabi (AED) 4,88 - Dinaro Serbo (RSD) 117,23 - Kwacha Zambia (ZMW) 8,17 - Balboa (PAB) 1,33 - Valori alla data di riferimento del bilancio consolidato quantità di valuta per 1 Euro Valuta 31/12/ /12/2013 Rand (ZAR) 14,04 14,57 Nuovo Leu (RON) 4,48 4,47 Dollaro USA (USD) 1,21 1,38 Yen Giapponese (JPY) 145,23 144,72 Peso Dominicano (DOP) 53,67 58,85 Dirham Emirati Arabi (AED) 4,46 - Dinaro Serbo (RSD) 121,12 - Kwacha Zambia (ZMW) 7,75 - Balboa (PAB) 1,21 - Operazioni in valuta estera Le transazioni in valuta diversa dalla valuta funzionale sono rilevate al tasso di cambio in essere alla data dell operazione. Le attività e le passività monetarie denominate in valuta diversa dall Euro sono successivamente adeguate al tasso di cambio in essere alla data di chiusura dell esercizio. Le differenze cambio eventualmente emergenti sono riflesse nel conto economico. Le attività e passività non monetarie denominate in valuta diversa dall Euro sono iscritte al costo storico utilizzando il tasso di cambio in vigore alla data di iniziale rilevazione dell operazione. Data di riferimento del bilancio consolidato La data di riferimento del bilancio consolidato (31 dicembre 2014) coincide con la data di chiusura del bilancio dell esercizio dell impresa controllante e di tutte le imprese incluse nel bilancio consolidato. Per le seguenti società, classificate come joint ventures ed aventi data di chiusura dell esercizio rispettivamente: - WBHO/Building Energy LTD (Pty): 30 giugno; - Renewable Energy Solution (LTD): 31 ottobre, sono state valutate secondo il metodo del patrimonio netto mediante apposite situazioni patrimoniali predisposte alla data del bilancio consolidato. 10

79 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre Criteri di valutazione Immobili, impianti e macchinari Gli immobili, impianti e macchinari sono valutati al costo d acquisto o di produzione, al netto degli ammortamenti accumulati e delle eventuali perdite di valore. Il costo include gli oneri direttamente sostenuti per rendere possibile il loro utilizzo, nonché eventuali oneri di smantellamento e di rimozione che verranno sostenuti conseguentemente a obbligazioni contrattuali che richiedano di riportare il bene nelle condizioni originarie. Gli oneri finanziari direttamente imputabili all acquisizione, alla costruzione o alla produzione di un bene che giustifica una capitalizzazione ai sensi dello IAS 23R sono capitalizzati sul bene stesso come parte del suo costo. Gli oneri sostenuti per le manutenzioni e le riparazioni di natura ordinaria e/o ciclica sono direttamente imputati a conto economico quando sostenuti. La capitalizzazione dei costi inerenti l ampliamento, ammodernamento o miglioramento degli elementi strutturali di proprietà o in uso da terzi è effettuata nei limiti in cui essi rispondano ai requisiti per essere separatamente classificati come attività o parte di un attività. Gli immobili, impianti e macchinari posseduti in virtù di contratti di leasing finanziario, attraverso i quali sono sostanzialmente trasferiti al Gruppo i rischi e i benefici legati alla proprietà, sono riconosciuti come attività del Gruppo al loro valore corrente o, se inferiore, al valore attuale dei pagamenti minimi dovuti per il leasing, inclusa l eventuale somma da pagare per l esercizio dell opzione di acquisto. La corrispondente passività verso il locatore è rappresentata in bilancio tra i debiti finanziari. I beni sono ammortizzati applicando il criterio e le aliquote successivamente indicate per le immobilizzazioni materiali, salvo che la durata del contratto di leasing sia inferiore alla vita utile rappresentata da dette aliquote e non vi sia la ragionevole certezza del trasferimento della proprietà del bene locato alla naturale scadenza del contratto; in tal caso il periodo di ammortamento sarà rappresentato dalla durata del contratto di locazione. Le locazioni nelle quali il locatore mantiene sostanzialmente i rischi e benefici legati alla proprietà dei beni sono classificati come leasing operativi. I costi riferiti a leasing operativi sono rilevati linearmente a conto economico lungo la durata del contratto di leasing. Gli ammortamenti sono imputati a quote costanti mediante aliquote che consentono di ammortizzare i cespiti fino a esaurimento della vita utile. La vita utile stimata dal Gruppo per le singole categorie di immobili, impianti e macchinari è di seguito riportata: Aliquota % Impianti fotovoltaici 5% Altri beni dal 6% al 20% in base alla durata residua del Migliorie sui beni di terzi contratto di riferimento al momento dell'effettuazione della miglioria La vita utile degli immobili, impianti e macchinari e il loro valore residuo sono rivisti e aggiornati, ove necessario, in sede di predisposizione del bilancio. Avviamento L avviamento è determinato come l eccedenza tra la somma dei corrispettivi trasferiti nell aggregazione aziendale, del valore del patrimonio netto di pertinenza di interessenze di terzi e del fair value dell eventuale partecipazione precedentemente detenuta nell impresa acquisita rispetto al fair value delle attività nette acquisite e passività assunte alla data di acquisizione. Se il valore delle attività nette acquisite e passività assunte alla data di acquisizione eccede la somma dei corrispettivi trasferiti, del valore del patrimonio netto di pertinenza di interessenze di terzi e del fair value dell eventuale partecipazione precedentemente detenuta nell impresa acquisita, tale eccedenza è rilevata immediatamente nel conto economico come provento. 11

80 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 L avviamento non è ammortizzato, ma assoggettato a valutazione annuale volta a individuare eventuali perdite di valore (impairment test). Tale test viene effettuato con riferimento all unità organizzativa generatrice dei flussi finanziari ( cash generating unit o CGU ) alla quale l avviamento è attribuito. L eventuale riduzione di valore dell avviamento viene rilevata nel caso in cui il valore recuperabile dell avviamento risulti inferiore al suo valore di iscrizione in bilancio. Per valore recuperabile si intende il maggiore tra il fair value della CGU, al netto degli oneri di vendita, e il relativo valore d uso. Non è consentito il ripristino di valore dell avviamento nel caso di una precedente svalutazione per perdite di valore. Nel caso in cui la riduzione di valore derivante dal test sia superiore al valore dell avviamento allocato alla CGU l eccedenza residua è allocata alle altre attività della CGU di riferimento, in proporzione del loro valore di carico. Il test viene effettuato con cadenza almeno annuale, o comunque in caso di identificazione di indicatori di perdita di valore. Altre immobilizzazioni immateriali Le attività immateriali sono costituite da elementi non monetari, identificabili e privi di consistenza fisica, controllabili e atti a generare benefici economici futuri. Tali elementi sono rilevati al costo di acquisto e/o di produzione, comprensivo delle spese direttamente attribuibili per predisporre l attività al suo utilizzo, al netto degli ammortamenti cumulati e delle eventuali perdite di valore. I costi strettamente collegati allo sviluppo e progettazione per la realizzazione di impianti per la generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili sono capitalizzati tra le immobilizzazioni immateriali in corso qualora siano soddisfatti tutte le condizioni richieste per la loro capitalizzazione. Quando l impianto entra in funzione, tali costi sono riclassificati ad incremento del valore dell impianto ed ammortizzati secondo la sua vita utile. In caso di sopraggiunta impossibilità di realizzazione ovvero nel caso in cui trascorra un lasso di tempo significativo dalla data del loro sostenimento, tali costi sono imputati a conto economico. L ammortamento ha inizio nel momento in cui l attività è disponibile all uso ed è ripartito sistematicamente in relazione alla residua possibilità di utilizzazione della stessa e cioè sulla base della stimata vita utile. La vita utile stimata dal Gruppo per le varie categorie di attività immateriali è di seguito esposta. Aliquota % Diritti di brevetto, marchi 5,56% Licenze software 33,33% Altri costi pluriennali 20,00% Perdite di valore di immobili, impianti e macchinari e immobilizzazioni immateriali A ciascuna data di riferimento del bilancio, il Gruppo valuta l eventuale esistenza di indicatori di riduzione del valore di fabbricati, impianti e macchinari e delle attività immateriali non completamente ammortizzati. Nel caso sia rilevata la presenza di tali indicatori, si procede alla stima del valore recuperabile delle suddette attività, imputando a conto economico l eventuale svalutazione rispetto al valore contabile. Il valore recuperabile di un attività è il maggiore tra il suo fair value, ridotto dei costi di vendita, e il suo valore d uso, laddove quest ultimo è il valore attuale dei flussi finanziari futuri stimati generati da tale attività. Per un'attività che non genera flussi finanziari ampiamente indipendenti, il valore di realizzo è determinato in relazione alla cash generating unit cui tale attività appartiene. Nel determinare il valore d'uso, i flussi finanziari futuri attesi sono attualizzati con un tasso di sconto che riflette la valutazione corrente di mercato del costo del denaro, rapportato al periodo dell investimento e ai rischi specifici dell'attività. Una riduzione di valore è riconosciuta a conto economico quando il valore di iscrizione dell attività è superiore al valore recuperabile. Se vengono meno i presupposti per una svalutazione precedentemente effettuata, il valore contabile dell attività è ripristinato con imputazione a conto economico, nei limiti del valore netto di carico che l attività in oggetto avrebbe avuto se non fosse stata effettuata la svalutazione e fossero stati effettuati gli ammortamenti. 12

81 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Attività finanziarie a) Classificazione Il Gruppo classifica le attività finanziarie nelle seguenti categorie: finanziamenti e crediti e attività disponibili per la vendita. La classificazione dipende dalla scopo per cui un attività finanziaria è stata acquisita. La classificazione delle attività finanziarie viene effettuata alla loro rilevazione iniziale. I finanziamenti ed i crediti sono attività finanziarie non derivate con pagamenti fissi o determinabili e non quotati in un mercato attivo. Tali attività finanziarie sono classificate tra le attività correnti se la loro scadenza risulta essere entro 12 mesi, altrimenti sono classificate tra le attività non correnti. I finanziamenti ed i crediti del Gruppo includono le voci crediti commerciali, altri crediti ed attività correnti e non e cassa e disponibilità liquide. Le attività disponibili per la vendita sono attività finanziarie non derivate, specificatamente designate in questa categoria dal Gruppo e che non rientrano in nessuna altra categoria prevista di attività finanziarie previste dai Principi Contabili Internazionali. Esse sono incluse nelle attività finanziarie non correnti a meno che l attività finanziaria non giunge a scadenza o il management intende cederla entro 12 mesi dalla data di chiusura del bilancio. b) Rilevazione e misurazione Le attività finanziarie sono rilevate inizialmente al fair value, inclusivo dei costi accessori alla transazione, ad eccezione delle attività finanziarie valutate al fair value con variazioni imputate direttamente a conto economico dove i costi accessori alla transazione sono imputati a conto economico al momento della rilevazione iniziale. Successivamente alla rilevazione iniziale, i finanziamenti e crediti sono valutati al costo ammortizzato con il criterio del tasso di interesse effettivo e soggetti a verifica per riduzione di valore. Successivamente alla rilevazione iniziale, le attività disponibili per la vendita sono rilevate al fair value. Gli utili e le perdite su attività finanziarie disponibile per la vendita sono rilevate nel prospetto delle altre componenti del conto economico complessivo. L eliminazione contabile di un attività finanziaria dallo stato patrimoniale è generalmente ammessa qualora: i) i flussi di cassa dell attività finanziaria sono stati trasferiti oppure sono cessati; e ii) sono stati trasferiti i rischi e benefici dell attività finanziaria. c) Impairment Il Gruppo valuta ad ogni data di bilancio se vi è un obiettiva evidenza che un attività finanziaria o un gruppo di attività finanziarie abbia perso valore. Un attività finanziaria o un gruppo di attività finanziarie ha perso valore e deve essere svalutato se e sole se vi è l evidenza obiettiva della perdita di valore come conseguenza di eventi successivi alla prima contabilizzazione dell attività e che la perdita ha un impatto sui futuri flussi di cassa stimabili attendibilmente. L obiettiva evidenza di perdite di valore delle attività può risultare dalle seguenti circostanze: i) significative difficoltà finanziarie del debitore; ii) inadempimenti contrattuali, come insolvenze nel pagamento di interessi o capitale; iii) il creditore, per ragioni economiche o legali connesse alle difficoltà finanziarie del debitore, concede al debitore facilitazioni che altrimenti non avrebbe preso in considerazione; iv) è probabile che il debitore fallisca o sia assoggettato a procedure concorsuali; oppure v) scomparsa di un mercato attivo delle attività finanziarie. Con riferimento alle attività finanziarie classificate nella categoria finanziamenti e crediti, l ammontare della perdita è misurato come differenza tra il valore contabile dell attività ed il valore attuale dei futuri flussi di cassa stimati, attualizzati utilizzando il tasso d interesse effettivo originale dello strumento. Il valore contabile dell attività viene ridotto direttamente oppure attraverso la costituzione di un fondo svalutazione. L ammontare della perdita è imputato nel conto economico. Nel caso delle attività disponibili per la vendita, qualora vi è l obiettiva evidenza di una perdita di valore significativa e prolungata dell attività, la perdita accumulata, imputata inizialmente al prospetto delle altre componenti del conto economico complessivo, deve essere rimossa dalle altre componenti del conto economico complessivo ed imputata 13

82 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 nel conto economico. L ammontare della perdita è misurato come la differenza tra il costo di acquisto ed il fair value dello strumento finanziario. Rimanenze Le rimanenze sono iscritte al minore tra il costo di acquisto o di produzione e il valore netto di realizzo rappresentato dall'ammontare che il Gruppo si attende di ottenere dalla loro vendita nel normale svolgimento dell'attività. Il costo delle rimanenze è determinato applicando il metodo del costo specifico. Cassa e disponibilità liquide Le disponibilità liquide includono la cassa, i conti correnti bancari, i depositi rimborsabili a domanda e altri investimenti finanziari a breve termine e ad elevata liquidità, che sono prontamente convertibili in cassa, ovvero trasformabili in disponibilità liquide entro 90 giorni della data di originaria acquisizione e sono soggetti ad un rischio non significativo di variazione di valore. Patrimonio netto Capitale sociale Rappresenta il valore dei conferimenti operati a tale titolo di capitale dai soci. Riserva sovrapprezzo azioni E costituita dalle somme percepite dalla società per l'emissione di azioni a un prezzo superiore al loro valore nominale Altre riserve Accoglie le riserve di più comune utilizzo, che possono avere una destinazione generica o specifica. Solitamente non derivano da risultati di esercizi precedenti. Riserve di utili portate a nuovo Accoglie i risultati netti di esercizi precedenti, che non siano stati distribuiti o accantonati ad altre riserve, o le perdite non ripianate. Debiti commerciali, altri debiti, debiti verso banche e altri finanziatori Le passività finanziarie (ad esclusione degli strumenti finanziari derivati), i debiti commerciali e gli altri debiti, sono inizialmente iscritti al fair value, al netto dei costi accessori di diretta imputazione, e successivamente sono valutati al costo ammortizzato, applicando il criterio del tasso effettivo di interesse. Se vi è un cambiamento stimabile nei flussi di cassa attesi, il valore delle passività è ricalcolato per riflettere tale cambiamento sulla base del valore attuale dei nuovi flussi di cassa attesi e del tasso interno di rendimento inizialmente determinato. Le passività finanziarie sono classificate fra le passività correnti, salvo che il Gruppo abbia un diritto incondizionato a differire il loro pagamento per almeno 12 mesi dopo la data di riferimento. Le passività finanziarie sono rimosse dal bilancio al momento della loro estinzione e quando il Gruppo ha trasferito tutti i rischi e gli oneri relativi allo strumento stesso. Fondi relativi al personale I fondi relativi al personale erogati in coincidenza o successivamente alla cessazione del rapporto di lavoro sono costituiti principalmente dal Trattamento di Fine Rapporto (TFR), disciplinato dalla legislazione italiana all art del codice civile. Il TFR rappresenta un piano a benefici definiti, ovvero un programma formalizzato di benefici successivi alla fine del rapporto di lavoro che costituisce un obbligazione futura e per il quale il Gruppo si fa carico dei rischi attuariali e di investimento relativi. Come richiesto dallo IAS 19, il Gruppo utilizza il Metodo della Proiezione Unitaria del Credito per determinare il valore attuale delle obbligazioni e il relativo costo previdenziale delle prestazioni di lavoro corrente; tale metodo di calcolo richiede l utilizzo di ipotesi attuariali obiettive e compatibili su variabili 14

83 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 demografiche (tasso di mortalità, tasso di rotazione del personale) e finanziarie (tasso di sconto, incrementi futuri dei livelli retributivi). Gli utili e le perdite attuariali sono imputati a patrimonio netto. A seguito della riforma sulla previdenza, a partire dal 1 gennaio 2007 il TFR maturando è destinato ai fondi pensione, al fondo di tesoreria istituito presso l Inps ovvero, nel caso di imprese aventi meno di 50 dipendenti, può rimanere in azienda analogamente a quanto effettuato negli esercizi precedenti. I dipendenti hanno avuto la facoltà di operare la scelta della destinazione del proprio trattamento di fine rapporto fino al 30 giugno In relazione a ciò, la destinazione delle quote maturande del TFR ai fondi pensione ovvero all Inps comporta che una quota del TFR maturando sia classificato come un piano a contributi definiti in quanto l obbligazione dell impresa è rappresentata esclusivamente dal versamento dei contributi al fondo pensione ovvero all Inps. La passività relativa al TFR pregresso continua a rappresentare un piano a benefici definiti da valutare secondo ipotesi attuariali. Fondi per rischi e oneri I fondi per rischi e oneri sono iscritti a fronte di perdite e oneri di natura determinata, di esistenza certa o probabile, dei quali, tuttavia, non sono determinabili l ammontare e/o la data di accadimento. L iscrizione dei fondi viene rilevata solo quando esiste un obbligazione corrente (legale o implicita) per una futura uscita di risorse economiche come risultato di eventi passati ed è probabile che tale uscita sia richiesta per l adempimento dell obbligazione. Tale ammontare rappresenta la miglior stima dell onere per estinguere l obbligazione. Il tasso utilizzato nella determinazione del valore attuale della passività riflette i valori correnti di mercato e tiene conto del rischio specifico associabile a ciascuna passività. Quando l effetto finanziario del tempo è significativo e le date di pagamento delle obbligazioni sono attendibilmente stimabili, i fondi sono valutati al valore attuale dell esborso previsto utilizzando un tasso che rifletta le condizioni del mercato, la variazione del costo del denaro nel tempo e il rischio specifico legato all obbligazione. L incremento del valore del fondo determinato da variazioni del costo del denaro nel tempo è contabilizzato quale onere finanziario. I rischi per i quali il manifestarsi di una passività è soltanto possibile sono indicati nell apposita sezione informativa sulle passività potenziali e per i medesimi non si procede ad alcuno stanziamento. Riconoscimento dei ricavi I ricavi delle vendite di beni sono rilevati nel conto economico al momento del trasferimento al cliente dei rischi e benefici relativi al prodotto venduto, normalmente coincidente con la consegna o la spedizione della merce al cliente; quelli per i servizi sono riconosciuti nel periodo contabile nel quale i servizi sono resi. Con riferimento alla realizzazione degli impianti per la generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili, il margine di costruzione viene riconosciuto al momento del completamento dell impianto ovvero sulla base del criterio della percentuale di completamento in base alla capacità del committente di influire sulla progettazione di tali impianti, secondo le specifiche disposizioni contrattuali. I ricavi sono rilevati al fair value del corrispettivo ricevuto. Il ricavo è riconosciuto al netto dell imposta sul valore aggiunto, dei resi attesi, degli abbuoni, degli sconti riconosciuti alla clientela. Riconoscimento dei costi I costi sono riconosciuti al momento dell acquisizione del bene o servizio. Proventi ed oneri finanziari Gli interessi sono rilevati per competenza sulla base del metodo degli interessi effettivi, utilizzando cioè il tasso di interesse che rende finanziariamente equivalenti tutti i flussi in entrata ed in uscita che compongono una determinata operazione. Imposte Le imposte correnti sono calcolate sulla base del reddito imponibile dell esercizio, applicando le aliquote fiscali vigenti alla data di bilancio. 15

84 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Le imposte anticipate e differite sono calcolate a fronte di tutte le differenze che emergono tra il valore fiscale di un attività o passività e il relativo valore contabile. Le imposte anticipate, incluse quelle relative alle perdite fiscali pregresse, per la quota non compensata dalle imposte differite passive, sono riconosciute nella misura in cui è probabile che sia disponibile un reddito imponibile futuro a fronte del quale possano essere recuperate. Le imposte differite ed anticipate sono determinate utilizzando le aliquote fiscali che si prevede saranno applicabili negli esercizi nei quali le differenze saranno realizzate o estinte, sulla base delle aliquote fiscali in vigore o sostanzialmente in vigore alla data di bilancio. Le imposte correnti, differite ed anticipate sono rilevate nel conto economico, a eccezione di quelle relative a voci direttamente addebitate o accreditate a patrimonio netto nei cui casi anche il relativo effetto fiscale è riconosciuto direttamente a patrimonio netto. Le imposte sono compensate quando sono applicate dalla medesima autorità fiscale e vi è un diritto legale di compensazione. La fiscalità della società e la sua rappresentazione contabile tiene conto degli effetti derivanti dall eventuale adesione all istituto del Consolidato Fiscale nazionale da parte delle società del Gruppo residenti in Italia. 3. Stime e assunzioni La predisposizione dei bilanci richiede, da parte degli amministratori, l applicazione di principi e metodologie contabili che, in talune circostanze, trovano fondamento in valutazioni e stime basate sull esperienza storica e su assunzioni che sono di volta in volta considerate ragionevoli e realistiche in funzione delle relative circostanze. L applicazione di tali stime e assunzioni influenza gli importi rilevati in bilancio, nonché l informativa fornita. I risultati finali delle poste di bilancio per le quali sono state utilizzate le suddette stime e assunzioni possono differire da quelli riportati nei bilanci che rilevano gli effetti del manifestarsi dell evento oggetto di stima, a causa dell incertezza che caratterizza le assunzioni e le condizioni sulle quali si basano le stime. Di seguito sono brevemente elencate le voci che, relativamente al Gruppo, richiedono maggiore soggettività da parte degli amministratori nell elaborazione delle stime e per le quali un cambiamento nelle condizioni sottostanti le assunzioni utilizzate potrebbe avere un impatto significativo sui risultati finanziari del Gruppo. i) Avviamento: l avviamento viene sottoposto a verifica annuale ( impairment test ) al fine di accertare se si sia verificata una riduzione di valore. La riduzione di valore, rilevata quando il valore netto contabile dell unità generatrice di flussi di cassa alla quale gli stessi sono allocati risulti superiore al suo valore recuperabile (definito come il maggior valore tra il valore d uso ed il fair value della stessa) va rilevata tramite una svalutazione. La verifica di conferma di valore richiede da parte degli amministratori l esercizio di valutazioni soggettive basate sulle informazioni disponibili all interno del Gruppo e provenienti dal mercato, nonché sull esperienza storica. Inoltre, qualora venga identificata una potenziale riduzione di valore, il Gruppo procede alla determinazione della stessa utilizzando tecniche valutative ritenute idonee. Le medesime verifiche di valore e le medesime tecniche valutative sono applicate alle attività immateriali e materiali a vita utile definita quando sussistono indicatori che facciano prevedere difficoltà per il recupero del relativo valore netto contabile tramite l uso. La corretta identificazione degli elementi indicatori dell esistenza di una potenziale riduzione di valore nonché le stime per la determinazione delle stesse dipendono da fattori che possono variare nel tempo influenzando le valutazioni e stime effettuate dagli amministratori. ii) Fondo svalutazione crediti commerciali: il fondo svalutazione crediti riflette la miglior stima degli amministratori circa le perdite relative al portafoglio crediti nei confronti della clientela. Tale stima si basa sulle perdite attese da parte del Gruppo, determinate in funzione dell esperienza passata per crediti simili, degli scaduti correnti e storici, dell attento monitoraggio della qualità del credito e di proiezioni circa le condizioni economiche e di mercato. iii) Imposte anticipate: la contabilizzazione delle imposte anticipate è effettuata sulla base delle aspettative di un imponibile fiscale negli esercizi futuri atto al loro recupero. La valutazione degli imponibili attesi ai fini della contabilizzazione delle imposte anticipate dipende da fattori che possono variare nel tempo e determinare effetti significativi sulla recuperabilità dei crediti per imposte anticipate. iv) Determinazione del corretto livello di scorte ed eventuali svalutazioni: il Gruppo, come distributore di moduli fotovoltaici, è solito stoccare in magazzino quantità di prodotti finiti al fine di soddisfare prontamente le richieste dei propri clienti. I livelli di giacenza sono costantemente monitorati dalla direzione societaria sulla 16

85 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 base delle previsioni di vendita e della domanda attesa dei clienti del Gruppo. Gli amministratori, nel valutare le attese di vendita, prendono in esame una serie di fattori che possono variare nel tempo e che possono incidere significativamente sul livello di scorte del Gruppo. Nel caso in cui tale stime non siano accurate, a causa della rapida obsolescenza tecnologica dei componenti fotovoltaici, può sorgere la necessità di svalutare le rimanenze per allineare il costo al loro valore netto di realizzo. 4. Principi contabili, modifiche e interpretazioni non ancora applicabili e non adottati in via anticipata dal Gruppo Si riportano nel seguito i principi ed emendamenti applicati con effetto dal 1 gennaio 2014, divenuti obbligatori a seguito del completamento delle relative procedure di omologazione da parte delle autorità competenti. In data 12 maggio 2011 lo IASB ha emesso gli IFRS 10, 11, 12 e gli emendamenti agli IAS 27 e 28 applicabili con effetto dal 1 gennaio In dettaglio le principali modifiche: IFRS 10 - Bilancio consolidato Il documento sostituisce il SIC 12 Consolidamento Società a destinazione specifica (società veicolo) e parti dello IAS 27 - Bilancio separato. L obiettivo del nuovo principio è quello di definire un unico modello di controllo, applicabile a tutte le imprese, ivi incluse le società veicolo. Il principio fornisce le linee guida per definire il nuovo concetto di controllo, in maniera più articolata rispetto alla precedente, al fine di definirlo nei casi in cui sia difficile da accertare. IAS 27 - Bilancio separato A fronte dell emissione dell IFRS 10 - Bilancio consolidato è stato rieditato lo IAS 27 Bilancio separato. Il nuovo documento, che ha rimosso ogni riferimento al consolidato, disciplina il trattamento contabile delle partecipazioni nel bilancio separato. IFRS 11 - Accordi a controllo congiunto Il documento sostituisce il principio IAS 31 - Partecipazioni in Joint Venture ed il SIC 13 Imprese a controllo congiunto Conferimenti in natura da parte dei partecipanti al controllo e fornisce i criteri per individuare un accordo di compartecipazione sulla base dei diritti e delle obbligazioni nascenti dal contratto, prescindendo dalla forma legale dell accordo. I requisiti di contabilizzazione sono differenziati a seconda della classificazione dell operazione in Joint Operation o in Joint Venture. Viene, inoltre, eliminata la possibilità di scelta del metodo di consolidamento proporzionale per le Joint Venture. IFRS 12 - Informazioni addizionali su partecipazioni in altre imprese Il documento è relativo alle informazioni di bilancio da fornire in relazione alle partecipazioni in entità, incluse le società controllate, collegate e le joint venture. L obiettivo è di fornire delle informazioni tali da permettere ai lettori del bilancio di comprendere al meglio la natura dei rischi associati agli investimenti in partecipazioni strategiche (qualificate e non) destinate a permanere nel mediolungo termine nel patrimonio aziendale. I documenti IFRS 10, 11, 12 e IAS 27 sono stati pubblicati nella Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea in data 29 dicembre 2012 e sono applicabili a partire al più tardi dalla data di inizio del primo esercizio finanziario che cominci il 1 gennaio 2014 o in data successiva. Nel mese di novembre 2013 sono state pubblicate nella Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea le modifiche all IFRS 10, IFRS 12 e allo IAS 27 emesse dallo IASB il 31 ottobre Le modifiche sono finalizzate all esenzione dagli obblighi di consolidamento previsti dall IFRS 10 per le imprese che gestiscono e valutano i propri investimenti al fair value. 17

86 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Anche tali modifiche sono applicabili dagli esercizi che hanno inizio dal 1 gennaio 2014 o in data successiva. L adozione delle modifiche sopra evidenziate ad eccezione del principio IFRS 11 non ha comportato effetti significativi sul Bilancio consolidato. Gli effetti dell adozione dell IFRS 11 sono evidenziati nel paragrafo Effetti dell applicazione dei nuovi principi contabili. Il 16 dicembre 2011 lo IASB ha pubblicato un emendamento allo IAS 32 - Strumenti finanziari: Esposizione nel bilancio, per chiarire le regole previste per la compensazione di attività e passività finanziarie. La modifica ha chiarito che: il diritto di compensazione fra attività e passività finanziarie deve essere disponibile alla data di bilancio piuttosto che essere condizionato ad un evento futuro; tale diritto deve essere esercitabile da qualunque controparte sia nel normale corso dell attività, che in caso di insolvenza o fallimento. Il documento è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea in data 29 dicembre L applicazione è prevista per i bilanci degli esercizi che decorrono dal 1 gennaio 2014, con applicazione retrospettica e non ha comportato modifiche significative per il Gruppo. In data 20 maggio 2013, lo IASB ha emesso l IFRIC 21 - Tributi, un interpretazione dello IAS 37 - Accantonamenti, passività e attività potenziali. L interpretazione, relativa alla rilevazione delle passività per il pagamento di tributi diversi dalle imposte sul reddito, fornisce indicazione sulla definizione dell evento che origina l obbligazione e sul momento di riconoscimento della passività. L applicazione è prevista per gli esercizi che hanno inizio dal 17 giugno 2014 o in data successiva. Non sono attese modifiche significative per il Gruppo in seguito all introduzione di tale principio. Il 29 maggio 2013 lo IASB ha pubblicato un emendamento allo IAS 36 - Riduzione di valore delle attività Informazioni integrative sul valore recuperabile delle attività non finanziarie per chiarire l informativa da fornire sul valore recuperabile delle attività, che hanno subito una riduzione di valore, nel caso in cui la valutazione di tali attività si basi sul fair value al netto dei costi di dismissione. Le modifiche prevedono che l informativa relativa al valore recuperabile delle suddette attività o delle cash generating units è richiesta solo nel caso in cui sia stato contabilizzato un impairment o un reversal di una precedente svalutazione. L applicazione è prevista per i bilanci degli esercizi che decorrono dal 1 gennaio 2014 e non ha comportato modifiche significative per il Gruppo. Il 27 giugno 2013 lo IASB ha pubblicato un emendamento allo IAS 39 - Strumenti finanziari: rilevazione e valutazione Novazione di derivati e continuazione della contabilizzazione di copertura che chiarisce la possibilità di mantenere la designazione del derivato come strumento di copertura (hedge accounting), qualora lo strumento sia soggetto a novazione, a condizione che vengano rispettate alcune condizioni. L applicazione è prevista per i bilanci degli esercizi che decorrono dal 1 gennaio 2014 e non ha comportato modifiche significative. Tale modifica sarà riportata anche nell IFRS 9 Strumenti finanziari. Alla data di preparazione del presente documento, il Gruppo sta valutando gli effetti che l applicazione di tali principi potrà avere sul proprio bilancio. 5. Effetti dell applicazione dei nuovi principi contabili. L adozione dei nuovi principi è stata effettuata a livello retrospettico per consentire l omogenea rappresentazione dei risultati con le informazioni relative ai periodi comparativi. Come sopra segnalato dall adozione dei nuovi principi non sono emersi effetti significativi fatta eccezione per ciò che concerne l IFRS 11 per il quali le maggiori complessità interpretative e applicative hanno riguardato soprattutto i cd special purpose vehicles o spv cui il Gruppo partecipa insieme ad altre imprese partners. Tali entità nell esercizio 2013 erano prevalentemente qualificate come joint venture e, adottando l opzione prevista dal previgente IAS 31, rilevate in base al consolidamento proporzionale. L IFRS 11 definisce la contabilizzazione degli accordi a controllo congiunto, in relazione ai diritti e alle obbligazioni delle parti rivenienti dall accordo. L IFRS 11 identifica due tipologie di accordi a controllo congiunto: 18

87 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 una joint venture è un accordo a controllo congiunto nel quale le parti che detengono il controllo congiunto dell accordo vantano diritti sulle attività nette dell accordo. Le partecipazioni in joint venture sono valutate con il metodo del patrimonio netto, con il principale effetto di deconsolidamento delle attività, passività, posizione finanziaria, ricavi e costi ed il recepimento del risultato nella Voce Quota di risultato da partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto ; le joint operation è un accordo a controllo congiunto nel quale le parti che detengono il controllo congiunto dell accordo vantano diritti sulle attività e obbligazioni per le passività (cd. enforceable rights and obligations) relative all accordo. Le interessenze in joint operation sono contabilizzate rilevando la quota di competenza del partecipante di attività/passività e di ricavi/costi sulla base degli effettivi diritti e obbligazioni rivenienti dagli accordi contrattuali, senza rilevare differenziali patrimoniali ed economici rispetto al consolidamento proporzionale previgente. I principali impatti connessi con l adozione delle nuove disposizioni riguardano la classificazione come joint venture, valutate con il metodo del patrimonio netto, di alcune imprese precedentemente rilevate, adottando l opzione prevista dal previgente IAS 31, in base al consolidamento proporzionale. I valori dello stato patrimoniale di apertura al 1 gennaio 2013, dello stato patrimoniale al 31 dicembre 2013, nonché del conto economico complessivo e del rendiconto finanziario 2013 posti a confronto, sono stati rideterminati a seguito dell adozione dell IFRS 11. Di seguito è fornito l impatto quantitativo sulle voci di bilancio interessate: 31/12/2013 pubblicato Effetti applicazione IFRS 11 31/12/2013 restated (*) 01/01/13 Effetti applicazione IFRS 11 01/01/2013 restated (*) Immobili, impianti e macchinari Attività immateriali Avviamento Altre partecipazioni Partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto Imposte anticipate (732) Altri crediti e attività non correnti Totale attività non correnti Rimanenze Crediti commerciali (4.716) Attività finanziarie correnti Altri crediti ed attività correnti (1.054) (3.133) 435 Ratei e Risconti Crediti tributari (296) (61) 977 Cassa e altre disponibilità liquide (8.677) (8.822) Totale attività corrente (14.743) (12.016) TOTALE ATTIVITA' (10.375) (11.786) Capitale Sociale Riserva sovrapprezzo azioni Altre riserve (1.169) 61 (1.108) Riserva di conversione (655) 0 (655) Riserva di copertura Utili portati a nuovo (61) Risultato dell'esercizio PATRIMONIO NETTO di Gruppo Patrimonio netto di terzi Risultato dell'esercizio di terzi (71) 0 (71) (15) 0 (15) TOTALE PATRIMONIO NETTO Debito verso banche e altre finanziatori (269) Fondi relativi al personale Fondi per rischi e oneri non correnti Totale passività non correnti (269) Debiti commerciali (6.984) (373) Debiti per imposte dell'esercizio (1.493) (89) Debito verso banche e altre finanziatori Acconti (10.614) 702 Ratei e Risconti (1.899) (442) 450 Altri debiti e altre passività correnti Totale passività correnti (10.376) (11.517) TOTALE PASSIVITA' (10.375) (11.786) TOTALE PASSIVITA' E PATRIMONIO NETTO (10.375) (11.786)

88 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 CONTO ECONOMICO Paragrafi 31/12/2013 restated (*) 01/01/2013 restated (*) Ricavi 22) Variazione dei lavori in corso su ordinazione 22) 18 0 Altri proventi operativi 22) Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni 22) Costi per prodotti finiti, materie prime e materiali di consumo 23) (125) (2.448) Costi per servizi 23) (9.135) (8.464) Costo del personale 23) (4.781) (2.523) Altri oneri operativi 23) (748) (1.302) Ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni 23) (1.540) (1.522) Risultato operativo (3.582) 703 Plusvalenze da cessione di partecipazione di controllo Proventi (oneri) finanziari 24) (2.790) (4.884) Quota di risultato da partecipazioni valuate con il metodo del patrimonio netto Risultato ante imposte (49) Imposte 25) 36 (245) Risultato dell'esercizio (12) Risultato dell'esercizio attribuibile al Gruppo Risultato dell'esercizio attribuibile alle minoranze (71) (15) Altre componenti del conto economico complessivo Riserva di conversione 26) (655) 0 Quota di pertinenza delle "altre componenti dell'utile complessivo" delle partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto 0 0 Totale altre componenti del conto economico complessivo Risultato netto complessivo del'esercizio Risultato netto complessivo del'esercizio attribuibile al Gruppo Risultato netto complessivo del'esercizio attribuibile alle minoranze (71) (15) 6. Principi contabili, modifiche e interpretazioni non ancora applicabili e non adottati in via anticipata dal Gruppo Di seguito sono indicati i principi contabili internazionali, le interpretazioni, le modifiche a esistenti principi contabili e interpretazioni, ovvero specifiche previsioni contenute nei principi e nelle interpretazioni approvati dallo IASB, che non sono state omologate per l adozione in Europa alla data di approvazione del presente documento: - In data 21 novembre 2013 lo IASB ha pubblicato un emendamento allo IAS -19: Employee Contributions con l obiettivo di fornire maggiori dettagli sulla contabilizzazione dei Fondi pensione che prevedono il versamento di contributi da parte dei partecipanti al piano. Tale emendamento sarà applicabile per gli esercizi che avranno inizio a decorrere dal 1 febbraio 2015 o successivamente. - In data 12 dicembre 2013, lo IASB ha pubblicato i documenti Annual Improvements e Annual Improvements come parte del programma di miglioramenti annuali ai principi; la maggior parte delle modifiche sono chiarimenti o correzioni degli IFRS esistenti, oppure modifiche conseguenti a cambiamenti precedentemente apportati agli IFRS. Il documento Annual Improvements sarà applicabile retroattivamente, per gli esercizi che avranno inizio a decorrere dal 1 febbraio 2015 o in data successiva, mentre per il documento Annual Improvements gli organismi competenti dell Unione Europea non hanno ancora concluso il processo di omologazione dell emendamento. - In data 6 maggio 2014, lo IASB ha pubblicato alcuni emendamenti all IFRS 11 - Accordi di compartecipazione per fornire chiarimenti sulla contabilizzazione delle acquisizioni di partecipazioni in società a controllo congiunto, le cui attività costituiscono un business. Tali emendamenti saranno applicabili retroattivamente, per gli esercizi che avranno inizio a decorrere dal 1 gennaio In data 13 maggio 2014, lo IASB ha pubblicato alcuni emendamenti allo IAS 16 - Immobili, impianti emacchinari e allo IAS 38 - Attività Immateriali per chiarire le metodologie accettabili per la determinazione degli ammortamenti. In particolare, gli emendamenti chiariscono che i criteri di ammortamento legati alla generazione dei ricavi sono applicabili solo in limitate circostanze. Tali emendamenti saranno applicabili retroattivamente, per gli esercizi che avranno inizio a decorrere dal 1 gennaio In data 29 maggio 2014, lo IASB ha pubblicato l IFRS 15 - Ricavi per contratti con clienti, con l obiettivo di migliorare la qualità e l uniformità nella rilevazione dei ricavi. L emissione di tale principio rientra nel progetto di convergenza con il FASB relativamente al miglioramento della comparabilità dei bilanci. 20

89 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 L obiettivo del principio è quello di definire il momento del trasferimento come elemento del riconoscimento del ricavo e l ammontare che la società è titolata a ricevere. Il principio definisce quindi il processo da seguire per il riconoscimento dei ricavi: 1) Identificazione del contratto con il cliente; 2) Identificazione della prestazione; 3) Determinazione dei corrispettivi; 4) Allocazione del corrispettivo correlato all esecuzione della prestazione; 5) Riconoscimento dei ricavi legati all esecuzione della prestazione. Tale principio è applicabile per gli esercizi che avranno inizio a partire dal 1 gennaio In data 24 luglio 2014 lo IASB ha emesso il principio contabile IFRS 9 Strumenti finanziari, articolato nelle seguenti sezioni: modalità di classificazione e misurazione degli strumenti derivati; modalità di determinazione dell impairment degli strumenti finanziari; modalità di applicazione dell hedge accounting; contabilizzazione delle variazioni del merito creditizio nella misurazione a fair value delle passività. L applicazione del principio è prevista per gli esercizi che hanno inizio dal 1 gennaio In data 12 agosto 2014 lo IASB ha pubblicato alcuni emendamenti allo IAS 27 Bilancio separato. L obiettivo è quello di permettere la valutazione delle partecipazioni in società collegate e joint venture secondo il metodo del patrimonio netto anche nel bilancio separato. Tali emendamenti saranno applicabili, per gli esercizi che avranno inizio a decorrere dal 1 gennaio In data 11 settembre 2014 lo IASB ha pubblicato alcuni emendamenti all IFRS 10 Bilancio consolidato e allo IAS 28 Partecipazioni in società collegate e joint venture. L obiettivo è quello di chiarire la modalità di contabilizzazione dei risultati legati alle cessioni di asset tra le società di un gruppo e le società collegate e joint venture. Tali emendamenti saranno applicabili per gli esercizi che avranno inizio a decorrere dal 1 gennaio In data 25 settembre 2014 lo IASB ha pubblicato il documento Annual Improvements come parte integrante del programma di miglioramenti annuali ai principi; la maggior parte delle modifiche sono chiarimenti degli IFRS esistenti. Alla data del presente documento, gli organismi competenti dell Unione Europea non hanno ancora concluso il processo di omologazione dell emendamento. - In data 18 dicembre 2014 lo IASB ha pubblicato alcuni emendamenti allo IAS 1 Presentazione del bilancio volti a chiarire le modalità di applicazione del concetto di materialità. Gli emendamenti chiariscono che le indicazioni relative alla materialità si applicano al bilancio nel suo complesso e che l informativa è richiesta solo se la stessa è materiale. Nel caso in cui vi siano informazioni aggiuntive che, pur non essendo richieste dai principi contabili internazionali, sono necessarie al lettore per comprendere il bilancio nel suo complesso, queste devono essere incluse nell informativa stessa. Alla data del presente documento, gli organismi competenti dell Unione Europea non hanno ancora concluso il processo di omologazione degli emendamenti. - Nella stessa data lo IASB ha pubblicato alcuni emendamenti all IFRS 10, IFRS 12 e allo IAS 28 con l obiettivo di chiarire le modalità di consolidamento di una investment entity. Alla data del presente documento, gli organismi competenti dell Unione Europea non hanno ancora concluso il processo di omologazione degli emendamenti. Alla data di preparazione del presente documento, il Gruppo sta valutando gli effetti che l applicazione di tali principi potrà avere sul proprio bilancio. 7. Gestione dei rischi finanziari Nell ambito dei rischi d impresa, i principali rischi identificati, monitorati e, per quanto di seguito specificato, attivamente gestiti dal Gruppo sono i seguenti: rischio di mercato, derivante dall oscillazione dei tassi di cambio tra l Euro e le altre valute nelle quali opera il Gruppo e dei tassi di interesse; rischio di credito, derivante dalla possibilità di default di una controparte; 21

90 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 rischio di liquidità, derivante dalla mancanza di risorse finanziarie per far fronte agli impegni finanziari. La seguente sezione fornisce indicazioni qualitative e quantitative di riferimento sull incertezza di tali rischi. a. Rischio di cambio Operando sui mercati internazionali ed avendo società situate in differenti aree geografiche, il Gruppo è esposto al rischio di cambio. Le fluttuazioni dei tassi di cambio influenzano i risultati economici del Gruppo in vari modi. Un impatto significativo è rappresentato dall effetto di traslazione, che emerge nelle conversione dei bilanci delle società controllate estere in Euro. Inoltre, poiché una parte dei ricavi e costi del Gruppo sono denominati in valute diverse dall Euro, gli aumenti e le diminuzioni di valore dell Euro nei confronti di tali valute possono influenzare il bilancio consolidato del Gruppo Building Energy. Tuttavia, poiché all interno del singolo Paese i ricavi e i relativi costi sono solitamente denominati nella stessa valuta, il Gruppo beneficia ampiamente di un effetto di copertura naturale. I principali rapporti di cambio a cui il Gruppo è esposto riguarda il rapporto Euro/RAND ed Euro/USD, in relazione alle molteplici attività svolte per la realizzazione di impianti fotovoltaici in Sud Africa e negli Statui Uniti. La tabella di seguito esposta evidenzia per le principali valute, l esposizione delle attività e passività del Gruppo al rischio di cambio al 31 dicembre 2014 e al 31 dicembre 2013 Analisi rischio cambio Valuta/000 Quantità di valuta estera espressa nei bilanci delle società consolidate al 31/12/2014 ZAR RON USD JPY AED RSD PAB crediti commerciali altri crediti correnti Ratei e Risconti Crediti tributari cassa e disponibilità liquide Totale attività correnti equivalente ad / debiti commerciali altri debiti correnti Ratei e Risconti debiti verso banche correnti Totale passività correnti equivalente ad / Saldo (198) (2.175) equivalente ad / (44) (1.791) Analisi rischio cambio Valuta/000 Quantità di valuta estera espressa nei bilanci delle società consolidate al 31/12/2013 Rand Nuovo Leu USD JPY crediti commerciali altri crediti correnti cassa e disponibilità liquide Totale attività correnti equivalente ad / debiti commerciali altri debiti correnti debiti verso banche correnti Totale passività correnti equivalente ad / Saldo (544) equivalente ad / (122) Si riporta qui di seguito una sensitivity analysis nella quale sono rappresentati gli effetti sul patrimonio netto e sull utile netto derivanti da un incremento/decremento nei tassi di cambio delle valute pari al 5% rispetto ai tassi di cambio effettivi al 31 dicembre 2014 e al 31 dicembre

91 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre dicembre 2014 Valuta/000 Variazione +/- 5% del cambio /valute al 31/12/2014: stima effetti patrimoniali ed economici Rand Nuovo Leu USD JPY AED RSD PAB totale Saldo (198) (2.175) cambio con al 31/12/ ,035 4,483 1, ,230 4, ,122 1,214 5% 0,702 0,224 0,061 7,262 0,223 6,056 0,061 effetto patrimoniale in 137 (42) (1.706) (1.326) effetto economico in (7) 2 85 (1) (4) (0) (9) 66-5% (0,702) (0,224) (0,061) (7,262) (0,223) (6,056) (0,061) effetto patrimoniale in 152 (46) (1.885) (1.465) effetto economico in 8 (2) (94) (73) 31 dicembre 2013 Valuta/000 Variazione +/- 5% del cambio /valute al 31/12/2013: stima effetti patrimoniali ed economici Rand Nuovo Leu USD JPY totale Saldo (544) cambio con al 31/12/ ,566 4,471 1, ,720 5% 0,728 0,224 0,069 7,236 effetto patrimoniale in (116) effetto economico in (494) 6 (16) (1) (506) -5% (0,728) (0,224) (0,069) (7,236) effetto patrimoniale in (128) effetto economico in 546 (6) b. Rischio di credito Il rischio di credito rappresenta l esposizione del Gruppo a potenziali perdite derivanti dal mancato adempimento delle obbligazioni assunte dalle controparti sia commerciali che finanziarie. Si deve tuttavia ritenere che le attività finanziarie del Gruppo abbiano una buona qualità creditizia. Il Gruppo non ha significative concentrazioni del rischio di credito. Sono comunque in essere procedure volte ad assicurare che le vendite di prodotti e servizi vengano effettuate a clienti di buona affidabilità, tenendo conto della loro posizione finanziaria, dell esperienza passata e di altri fattori. L ammontare delle attività finanziarie ritenute di dubbia ricuperabilità è adeguatamente coperto dall iscrizione del fondo svalutazione crediti. La massima esposizione al rischio di credito per il Gruppo al 31 dicembre 2014 e 2013 è rappresentata dal valore contabile delle attività finanziarie esposte in bilancio, come mostrato nella tabella di seguito allegata. (Euro migliaia) Al 31 dicembre restated Altri crediti e altre attività non correnti Crediti commerciali Ratei e Risconti Crediti tributari Altri crediti e altre attività correnti Totale lordo Fondo Svalutazione crediti a altri crediti (15) (15) Totale Gli altri crediti correnti e non correnti includono prevalentemente titoli e crediti finanziari verso REISA, per i quali non si pongono problemi di recuperabilità. I crediti commerciali includono crediti verso il GSE per la fornitura di energia elettrica (per / ), nei confronti dei quali non si evidenziano particolari rischi di insolvenza, e crediti per stanziamenti di ricavi di competenza dell esercizio non scaduti alla data di chiusura dell esercizio. c. Rischio di tasso di interesse Il rischio di tasso di interesse cui è esposto il Gruppo è originato prevalentemente dai debiti finanziari a lungo termine. Tali debiti possono essere sia a tasso fisso sia a tasso variabile. I debiti a tasso fisso espongono il Gruppo a un rischio fair value. I debiti a tasso variabile espongono il Gruppo a un rischio originato dalla volatilità dei tassi (rischio di cash flow ). Relativamente al rischio originato da tali contratti, il Gruppo non pone in essere particolari politiche di copertura. 23

92 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Il Gruppo monitora periodicamente l esposizione al rischio tasso di interesse. L esposizione al rischio tasso di interesse è legata a posizioni debitorie verso istituti finanziari a medio e lungo periodo relativa a finanza di progetto ottenuta a tasso fisso, senza dunque un apprezzabile rischio in caso di fluttuazioni dei tassi di mercato. Infatti, le principali fonti di finanziamento fruttifere del Gruppo sono caratterizzate da tassi di interesse fissi, ad eccezione di un contatto di leasing finanziario sottoscritto per la realizzazione di un impianto fotovoltaico in Italia: una oscillazione del suo tasso di riferimento di +/-1% comporterebbe un maggiore/minore esborso nel corso del corrente esercizio di circa 20 /000. d. Rischio di liquidità Il rischio di liquidità è associato con la capacità di soddisfare i propri impegni. Una gestione prudente del rischio di liquidità originato dalla normale operatività implica il mantenimento di un adeguato livello di disponibilità liquide, di titoli a breve termine e la disponibilità di fondi ottenibili mediante un adeguato ammontare di linee di credito. Il rischio di liquidità è gestito in modo accentrato dal Gruppo sulla base delle linee guida definite dalla Capogruppo. La direzione amministrativa monitora periodicamente la posizione finanziaria del Gruppo attraverso la predisposizione di opportuni cash flow report sia previsionali sia consuntivi. In tal modo, il Gruppo mira ad assicurare l adeguata copertura dei fabbisogni, monitorando accuratamente finanziamenti, linee di credito aperte e i relativi utilizzi al fine di ottimizzare la gestione delle risorse ed eventuali eccedenze temporanee liquidità. L obiettivo del Gruppo è quello di porre in essere una struttura finanziaria che, in coerenza con gli obiettivi di business garantisca un livello di liquidità adeguato, minimizzando il relativo costo opportunità mantenendo un equilibrio in termini di durata e di composizione del debito. La tabella che segue analizza le passività finanziarie (compresi i debiti commerciali e gli altri debiti correnti) a seconda della loro scadenza. I finanziamenti sono stati inclusi sulla base della scadenza contrattuale in cui avviene il rimborso. (Euro migliaia) Anni di scadenza 31 dicembre 2014 <1 2-5 > 5 totale Debiti verso banche ed altri finanziatori (breve/lungo periodo) Altri debiti e passività non correnti Debiti commerciali Debiti per imposte dell'esercizio Acconti - - Ratei e Risconti Altri debiti e passività correnti Totale passività finanziarie (Euro migliaia) Anni di scadenza 31 dicembre 2013 restated <1 2-5 > 5 totale Debiti verso banche ed altri finanziatori (breve/lungo periodo) Altri debiti e passività non correnti Debiti commerciali Debiti per imposte dell'esercizio Acconti Ratei e Risconti Altri debiti e passività correnti Totale passività finanziarie Attività e passività finanziarie per categoria La tabella seguente fornisce una ripartizione delle attività e passività finanziarie per categoria al 31 dicembre 2014 e

93 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Al 31 dicembre 2014 (Euro migliaia) Attitività e passività finanziarie valutate al fair value con variazioni imputate a conto economico Finanziamenti e crediti Attività finanziarie disponibili per la vendita Attività finanziarie valutate al costo ammortizzato Passività finanziarie al costo ammortizzato Totale Altri crediti ed attività correnti Crediti commerciali Altri crediti ed attività non correnti Totale Debiti commerciali Debiti v/ banche ed altri finanziatori Altri debiti e passività finanziarie - correnti Altri debiti e passività finanziarie - non correnti Totale Al 31 dicembre 2013 restated (Euro migliaia) Attitività e passività finanziarie valutate al fair value con variazioni imputate a conto economico Finanziamenti e crediti Attività finanziarie disponibili per la vendita Attività finanziarie valutate al costo ammortizzato Passività finanziarie al costo ammortizzato Totale Altri crediti ed attività correnti Crediti commerciali Altri crediti ed attività non correnti Totale Debiti commerciali Debiti v/ banche ed altri finanziatori Altri debiti e passività finanziarie - correnti Altri debiti e passività finanziarie - non correnti Totale Informativa sul fair value In relazione agli strumenti finanziari valutati al fair value, vengono rappresentate nella tabella seguente le informazioni sul metodo scelto per la determinazione del fair value. Le metodologie applicabili sono distinte nei seguenti livelli, sulla base della fonte delle informazioni disponibili, come di seguito descritto: livello 1: prezzi praticati in mercati attivi; livello 2: valutazioni tecniche basate su informazioni di mercato osservabili, sia direttamente che indirettamente; livello 3: altre informazioni che non sono basate su dati di mercato osservabili. Nella tabella di seguito vengono rappresentate le attività e le passività che sono misurate al fair value al 31 dicembre 2014 e 2013: Al 31 dicembre 2014 (Euro migliaia) Livello 1 Livello 2 Livello 3 Titoli 437 Totale Al 31 dicembre 2013 (Euro migliaia) Livello 1 Livello 2 Livello 3 Titoli 588 Totale

94 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Date le caratteristiche di breve termine dei crediti e dei debiti commerciali, si ritiene che i valori di carico, al netto di eventuali fondi svalutazione per i crediti di dubbia esigibilità, rappresentino una buona approssimazione del fair value. Nel corso dell esercizio 2014 non si sono verificati trasferimenti di attività e passività finanziarie classificate nei diversi livelli. 26

95 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Nota alla situazione patrimoniale e finanziaria consolidata Attività 10. Immobili, impianti e macchinari (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Al 31 dicembre 2014 Valore al 31/12/2014 Variazioni Immobilizzazioni materiali Totale Si fornisce qui di seguito l analisi delle movimentazioni delle immobilizzazioni materiali e degli ammortamenti nel corso dell esercizio e di quelli dell esercizio precedente: Valore al 31/12/2013 restated Immobilizzazioni materiali al 31/12/2014 Incrementi Decrementi Ammortamento dell'esercizio Valore al 31/12/2014 (Euro migliaia) Terreni e fabbricati 6 6 Impianti fotovoltaici in esercizio Fondo amomrtamento impianti fotovolataici (1.556) (913) (2.469) Altri impianti e macchinari Fondo amomrtamento altri impianti (10) (21) (31) Altri beni Fondo amomrtamento altri beni (83) (36) (119) Migliorie su beni di terzi Fondo amomrtamento migliorie beni di terzi (180) (109) (288) Immobilizzazioni in corso Totale immobilizzazioni materiali (1.079) Il saldo della voce degli Impianti fotovoltaici in esercizio rappresenta il valore contabile residuo al 31/12/2014 degli impianti italiani situati presso i Comuni di Asola (Mantova), Ostellato (Ferrara), Voghera (Pavia) e Ascoli Piceno, nonché dell impianto, anch esso in esercizio, costruito presso la Cornell University, nello stato di New York (USA). Gli impianti italiani sono iscritti in forza di contratti di finanziamento (lease back) della durata di 18 anni, tutti scadenti nel biennio 2029/2030; l impianto americano, entrato in esercizio nel mese di settembre 2014, è di proprietà della controllata Ulysses Solar LLC, ed è stato finanziato in parte in project financing ed in parte ad equity (utilizzando altresì le opportunità concesse dalla normativa nord americana del Tax equity investor, ovvero un sistema di incentivi fiscali che possono essere usufruiti da partner locali - solitamente tax payer che decidono di investire nel settore delle energie rinnovabili). Gli impianti finanziati con contratti di leasing sono iscritti ad un valore di realizzazione comprensivo degli oneri accessori. La voce "Altri beni" si è incrementata nell'esercizio prevalentemente per l'acquisto di macchine ufficio elettriche ed elettroniche. In sede di chiusura del presente esercizio, il Gruppo BE ha provveduto a verificare l esistenza di eventuali indicatori di possibile impairment delle proprie cash generating unit, procedendo poi a eseguire il test per le CGU ritenute a possibile rischio. Tali test sono stati svolti sugli impianti fotovoltaici italiani a seguito degli effetti negativi del cd decreto spalma-incentivi (decreto d.m. del 16/10/2014 recante Approvazione delle modalità operative per l erogazione delle tariffe incentivanti in attuazione dell art. 26, comma 2, D.L. 24/06/2014 convertito con modificazioni dalla L. n. 116 del 11/08/2014). Il valore in uso è stato determinato applicando il metodo del discounted cash flows (DCF) attualizzando i levered free cash flow relativi alla CGU risultanti dai piani strategici, riferiti agli anni di vita degli impianti in esercizio in Italia. Il fattore di sconto utilizzato è rappresentato dal costo dell equity (Ke) rilevato con riferimento al settore in cui opera la 27

96 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 CGU identificata, utilizzando altresì stime relative al tasso risk free al Beta e al market risk premium. Dalle risultanze del test, emerge che il valore recuperabile stimato delle unità generatrici di cassa eccede il relativo valore contabile. Al riguardo, si precisa che è in corso un processo di rinegoziazione di tutti i contratti di leasing sottoscritti per la realizzazione degli impianti (in esercizio in Italia) al fine di potere rideterminare condizioni economiche meno gravose degli stessi. Si informa altresì che in data 24 giugno 2015 è stata pubblicata una sentenza del TAR della regione Lazio (n /2015 Reg. Prov. Coll. N /2014 Reg. Circ.) in cui di fatto si dispone che sia la Corte Costituzionale a pronunciarsi definitivamente sul merito dei profili di incostituzionalità del decreto citato, nelle cui pieghe vi sarebbero effetti retroattivi non legittimi. 11. Attività immateriali (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Al 31 dicembre 2014 Valore al 31/12/2014 Variazioni Attività immateriali Totale attività immateriali Si fornisce qui di seguito l analisi delle movimentazioni delle immobilizzazioni materiali e degli ammortamenti nel corso dell esercizio e di quelli dell esercizio precedente: Attività immateriali al 31/12/2014 (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Differenze di cambio di conversione Incrementi Decrementi Ammortamento dell'esercizio Valore al 31/12/2014 Impianto ed ampliamento Diritti di brevetto industriale Fondo ammortamento diritti di brevetto (19) (10) (29) Concessioni, licenze e marchi Fondo ammortamento concessioni, licenze, marchi (0) (0) Differenze di consolidamento Altre immobilizzazioni immateriali Fondo ammortamento altre imm. Immateriali Immobilizzazioni in corso (3.406) Totale attività immateriali (3.406) (10) L'incremento più significativo avvenuto nell'esercizio riguarda la capitalizzazione di costi di sviluppo per la realizzazione dei progetti di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, costituenti la pipeline del Gruppo: terminata nel 2012 la fase di costruzione di impianti fotovoltaici in Italia e spinto da contesto normativo nazionale sempre più sfavorevole ad uno sviluppo deciso del mercato delle rinnovabili, il Gruppo ha fortemente incrementato le attività di sviluppo di progetti all Estero (soprattutto, ma non solo, in contesti in via di sviluppo in cui è in crescita costante la domanda interna di energia), dove il mercato delle rinnovabili - lontano dall essere saturo - è invece ancora in fase di forte espansione e permette ancora ad operatori attenti e veloci nel percepirne le possibilità di svolgere un ruolo non secondario rispetto ai competitor di maggiori dimensioni. In tale contesto deve essere quindi inquadrato il sensibile incremento delle attività di investimento in progetti rispetto agli anni precedenti: i costi di progetto capitalizzati al 31 dicembre 2014 rappresentano sviluppi che si stima ragionevolmente di portare a termine entro il prossimo biennio, in conformità con le policy, le tempistiche e il piano industriale del Gruppo. Da un punto di vista gestionale, il saldo di / rappresenta l investimento del Gruppo per la realizzazione di una pipeline di progetti che al 31 dicembre 2014 ammontava a complessivi MW quanto a capacità teorica; si segnala inoltre che - tra i valori di progetti ricompresi nella voce delle immobilizzazioni in corso al 31 dicembre

97 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre vi figurano 12 progetti prossimi alla conclusione del processo di sviluppo e alla definizione del financing necessario alla loro realizzazione (progetti definiti come Near Notice to proceed ). Il decremento di / è comprensivo di svalutazioni effettuate su progetti per i quali non sussistono più i requisiti economici e tecnici per il proseguimento della fase di sviluppo per / , e di una riclassifica di / dovuta al completamento dell impianto fotovoltaico di Cornell, classificato a fine esercizio nella categoria delle immobilizzazioni materiali. L importo totale della voce delle immobilizzazioni immateriali, comprensivo anche dello sviluppo di un software (SCADA) per il monitoraggio globale delle performance degli impianti (del Gruppo come di terzi), può essere suddiviso geograficamente come segue: - a) Sud Africa / (51%); - b) Europa / (6%); - c) America settentrionale e centrale / (35%); - d) Asia / (2%); - e) Medio Oriente e Nord Africa (MENA) / (6%). 12. Avviamento (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Al 31 dicembre 2014 Valore al 31/12/2014 Variazioni Avviamento Totale avviamento Il saldo rappresenta la differenza di consolidamento che si è determinata al momento del primo consolidamento della partecipata Biotwin S.r.l. (società controllata al 100% e titolare dell'impianto fotovoltaico di Asola, della potenza complessiva di 4 MWp). La Capogruppo ha effettuato l impairment test relativamente alla tenuta del valore di tale avviamento, senza rilevare sostanziali differenze rispetto ai valori dell esercizio precedente. Il test di impairment viene svolto confrontando il valore contabile dell avviamento e dell insieme delle attività nette autonomamente in grado di produrre flussi di cassa (cash generating unit), cui lo stesso è ragionevolmente allocabile, con il valore in uso della cash generating unit stessa. La cash generating unit è stata individuata nella società da cui quest ultimo si è generato. Il valore in uso è stato determinato applicando il metodo del discounted cash flows (DCF) attualizzando i levered free cash flow relativi alla CGU risultanti dai piani strategici, riferiti agli anni di vita degli impianti in esercizio in Italia. Il fattore di sconto utilizzato è rappresentato dal costo dell equity (Ke) rilevato con riferimento al settore in cui opera la CGU identificata, utilizzando altresì stime relative al tasso risk free al Beta e al market risk premium. Dalle risultanze del test, emerge che il valore recuperabile stimato delle unità generatrici di cassa eccede il relativo valore contabile. 29

98 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre Partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Al 31 dicembre 2014 Valore al 31/12/2014 Variazioni Partecipazioni (3.978) Totale partecipazioni (3.978) La movimentazione è stata la seguente: (Euro migliaia) Partecipazioni in società collegate Valore al 31/12/2013 restated % Nazionalità Risultato di pertinenza Acquisizioni / rilevato a Conto (Dismissioni) Economico altre componenti rilevate a CE complessivo Di seguito si riportano i dettagli circa la natura delle principali partecipazioni in società collegate: - REISA LTD: società collegata sudafricana nata nel 2012 (quota Gruppo 10%, quota terzi frazionata 90%) titolare dell impianto fotovoltaico di Kathu, realizzato da WBHO/BE; ha iniziato a produrre ricavi derivanti dalla cessione di energia elettrica a partire dal mese di febbraio 2014 con l allaccio alla rete del primo dei tre ring che compongono l impianto nel suo complesso: l impatto economico negativo nell esercizio è dovuto al peso degli oneri finanziari gravanti sul debito ed all andamento sfavorevole degli strumenti di copertura del debito contratto con la banca finanziatrice dell impianto; - Renewable Energy Solution LLC: società collegata nord americana (quota Gruppo pari al 49%, quota ABM Industries 51%) costituita nel 2013 per la realizzazione di impianti fotovoltaici in proprio e conto terzi in America settentrionale e latina nonché per la fornitura dei relativi servizi di o&m; nel corso dell esercizio ha sostanzialmente portato a termine la realizzazione dell impianto fotovoltaico di Cornell, di proprietà della controllata Ulysses Solar LLC. In base alla definizione di controllo, così come indicata nell IFRS 10, il valore della partecipazione è stato riclassificato da partecipazione in joint ventures a partecipazione in società collegata; - Building Energy Development Latino America; società collegata panamense costituita nel 2014 (quota Gruppo 69%, quota terzi frazionata 31%), è titolare di due partecipazioni in altrettante spv locali, ognuna delle quali titolare a sua volta di progetti fotovoltaici di complessivi 115 MW. Dividendi Altre variazioni Valore al 31/12/2014 Partecipazioni in società collegate REISA LTD % Sud Africa - (424) (4) Building Energy Development Latino America SA - 60% Panama (3) 2 Renewable Energy Solution LLC % Stati Uniti Partecipazioni in joint venture WBHO_BE LTD % Sud Africa (5.472) Amandla Okwakha PTY - 51% Sud Africa Tororo Solar South LTD - 50% Uganda Tororo Solar North LTD - 50% Uganda Totale partecipazioni (4) (5.472) Nella tabella sottostante viene rappresentata la riconciliazione tra il valore del patrimonio netto delle principali società collegate ed il corrispondente valore di carico della partecipazione: (Euro migliaia) REISA LTD Building Energy Development Latino America SA Renewable Energy Solution LLC Patrimonio netto inizio esercizio Risultato dell'esercizio (4.100) (5) 47 Altre componenti rilevate a CE complessivo (1) - - Altri movimenti patrimoniali Differenze cambio (98) - 49 Valore a fine esercizio (3.749) Percentuale di possesso 10% 60% 49% Pro quota del patrimonio netto (375) Altre variazioni pro quota patrimonio esercizi precedenti 312 (3) - Rettifiche da consolidato (42) - - Valore d'iscrizione al fair value Valore di carico Di seguito si riportano le informazioni patrimoniali ed economiche delle principali partecipazioni in società collegate: 30

99 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 (Euro migliaia) Valore al 31/12/2014 Valore al 31/12/2013 Valore al 31/12/2014 Valore al 31/12/2013 Valore al 31/12/2014 Valore al 31/12/2013 Partecipazioni in società collegate REISA LTD REISA LTD BEDLA SA BEDLA SA RES LLC RES LLC Attività non correnti Attività finanziarie non correnti Totale attività non correnti Crediti Commerciali Altri crediti e attività correnti Disponibilità liquide Totale attività correnti TOTALE ATTIVITA' Patrimonio Netto (3.749) Debiti verso banche e altri finanziatori a lungo Altri Debiti e passività non correnti Totale passività non correnti Debiti commerciali Altri debiti correnti Totale attività non correnti TOTALE PASSIVITA' (Euro migliaia) Valore al 31/12/2014 Valore al 31/12/2013 Valore al 31/12/2014 Valore al 31/12/2013 Valore al 31/12/2014 Valore al 31/12/2013 Partecipazioni in società collegate REISA LTD REISA LTD BEDLA SA BEDLA SA RES LLC RES LLC Ricavi Costi operativi (6.189) (790) - - (2.966) (1.534) Svalutazioni ammortamenti (8.171) (1.405) Risultato operativo (2.195) Interessi attivi Fair value adj (3.856) Interssi passivi (12.462) (1.847) Risultato prima delle imposte (4.545) (3.988) Imposte Risultato dell'esercizio (4.100) (3.780) Altre componenti del Conto Economico complessivo (1) Risultato netto dell'esercizio (4.101) Partecipazioni in joint ventures Di seguito si riportano i dettagli circa la natura delle principali partecipazioni in joint ventures: - WBHO/BE LTD: joint venture sudafricana (quota Gruppo pari al 30%, quota WBHO LTD, 70%) costituita nel 2012 per la costruzione dell impianto fotovoltaico di Kathu; nel corso dell esercizio 2014 ha sostanzialmente completato la realizzazione della commessa, avendone sostenuto il 96% dei costi previsti secondo le stime più aggiornate; - Amandla Okwaka PTY: joint venture sudafricana (quota Gruppo 51%, quota Guma Group 49%) costituita nel 2013 per lo svolgimento delle attività di o&m sull impianto di REISA LTD: ha iniziato a prestare la sua attività nel I trimestre del 2014 ed è diventata pienamente operativa quanto a fatturazione dei servizi a partire dal mese di settembre 2014, quando l impianto, completamente funzionante, è stato sostanzialmente completato e consegnato al committente; - Tororo Solar North LTD e Tororo Solar South LTD: joint ventures ugandesi (quota Gruppo 50%, quota Simba Telecom 50%) costituite nel 2014 in previsione della futura attività di IPP (Indipendent power producer), alla data del 31 dicembre 2014 risultavano non ancora operative. Nella tabella sottostante viene rappresentata la riconciliazione tra il valore del patrimonio netto delle principali società collegate ed il corrispondente valore di carico della partecipazione: 31

100 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 (Euro migliaia) WBHO_BE LTD Amandla Okwakha PTY Tororo Solar South LTD Tororo Solar North LTD Patrimonio netto inizio esercizio Risultato dell'esercizio Altre componenti rilevate a CE complessivo - Distribuzione dividendi (18.339) - - Differenze cambio Valore a fine esercizio Percentuale di possesso 30% 51% 50% 50% pro quota del patrimonio netto Altre variazioni pro quota patrimonio esercizi precedenti (116) Rettifiche da consolidato Valore d'iscrizione al fair value Valore di carico Di seguito si riportano le informazioni patrimoniali ed economiche delle principali partecipazioni in società collegate: Valore al Valore al (Euro migliaia) 31/12/ /12/2013 Partecipazioni in joint venture WBHO_BE LTD WBHO_BE LTD Attività non correnti - - Attività finanziarie non correnti Totale attività non correnti Crediti Commerciali Altri crediti e attività correnti Disponibilità liquide Totale attività correnti TOTALE ATTIVITA' Patrimonio Netto Debiti verso banche e altri finanziatori a lungo - - Altri Debiti e passività non correnti Totale passività non correnti Debiti commerciali Altri debiti correnti Totale attività non correnti TOTALE PASSIVITA' Valore al Valore al (Euro migliaia) 31/12/ /12/2013 Partecipazioni in joint venture WBHO_BE LTD WBHO_BE LTD Ricavi Costi operativi (17.794) ( ) Svalutazioni ammortamenti - - Risultato operativo Interessi attivi Fair value adj - - Interssi passivi (31) (0) Risultato prima delle imposte Imposte (2.525) (8.679) Risultato dell'esercizio Altre componenti del Conto Economico complessivo - - Risultato netto dell'esercizio Imposte anticipate Imposte anticipate (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Valore al 31/12/2014 Variazioni Imposte anticipate Totale imposte anticipate Il saldo della voce Imposte Anticipate deriva prevalentemente: - a) dallo storno dell ammortamento dei costi di impianto ed ampliamento contabilizzato nei bilanci di alcune società italiane redatti secondo i principi contabili locali per k 268; 32

101 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre b) dall effetto fiscale relativo allo storno dei margini infragruppo relativi alla fatturazione di attività di sviluppo alle società consolidate: / c) dall effetto fiscale relativo allo storno dei margini infragruppo realizzati per la realizzazione degli impianti fotovoltaici in Italia: / ; - d) dalla contabilizzazione delle operazioni di locazione finanziaria secondo il principio contabile IAS 17: / ; - e) altro: / Altre attività non correnti Attività non correnti (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Valore al 31/12/2014 Variazioni Altri crediti ad attività non correnti_titoli (355) Altri crediti ad attività non correnti_altri crediti Totale attività non correnti I Titoli rappresentano un investimento duraturo da parte della Capogruppo; risultano iscritti al fair value. La voce si riferisce a: - quanto ad /000 36, a titoli emessi dalla Banca Popolare di Sondrio e date in garanzia alla stessa. L acquisto dei titoli, avvenuto nel 2012 per complessivi / , si era reso necessario per il rilascio da parte della controllante di due fidejussioni a favore di Ciprea S.r.l. per la locazione degli uffici in via Tortona e per controgarantire 6 fidejussioni che la società controllata Homes S.r.L. ha dovuto rilasciare ad un cliente in occasione della stipula di un contratto di O&M; - quanto ad / , a quote del Fondo Arca Plus acquistate nel corso del 2012 (si ricorda che tale acquisto è stato necessario per permettere l emissione di tre bond a favore di Leasint per gli impianti fotovoltaici costruiti per conto di Be Ascoli, Be Solar 2 e Be Solar 4): nel corso dell esercizio parte dei titoli è stata smobilizzata (generando una plusvalenza di /000 15), e parte è stata riclassificata tra le attività finanziarie disponibili per la vendita (per /000 52). Nella voce Altri Crediti sono ricompresi: - a) crediti finanziari verso la collegata REISA PTY (Ltd) per / : più in particolare, si tratta dell ammontare del finanziamento soci; - b) crediti finanziari verso altre società valutate con il metodo del patrimonio netto per / ; - c) cassa vincolata (e non disponibile nel breve periodo) per / (vincolato su un conto corrente presso la Banca Popolare di Sondrio) versata dalla controllante nel mese di agosto 2014 come ulteriore garanzia del performance bond della joint venture Amandla Okwaka; - d) anticipi su acquisto di partecipazioni e depositi cauzionali per / ; - e) crediti verso istituti di credito altri per complessivi per / per somme già maturate sui conti correnti delle società titolari degli impianti fotovoltaici in Italia ma indisponibili nel breve periodo; tale liquidità immobilizzata risulta essere una forma di ulteriore garanzia a beneficio delle società di leasing finanziatrici degli impianti, e si accompagna alla cessione fatta a loro favore dei crediti che tali spv - titolari delle convenzioni ventennali con il GSE - vantano nei confronti del GSE medesimo per la remunerazione dell energia immessa in Rete; - f) altri crediti ed attività immobilizzate per /

102 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre Rimanenze I criteri di valutazione adottati sono invariati rispetto all'esercizio precedente. Le rimanenze sono riferite interamente a materie prime e si riferiscono a pannelli avanzati dopo l installazione presso gli impianti detenuti dalle controllate italiane e depositati presso i magazzini della società Gondrand S.r.l. a Vignate (MI). La variazione registrata nell esercizio è dovuta all effetto combinato tra incrementi e cessioni di pannelli: il valore finale, opportunamente rettificato dal fondo svalutazione rimanenze, è rappresentativo del valore di presunto realizzo. Di seguito si riporta la sua movimentazione del 2014: Rimanenze (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Incrementi Decrementi Valore al 31/12/2014 Matrerie prime (38) 96 Totale rimanenze (38) Crediti commerciali (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Crediti commerciali Valore al 31/12/2014 Variazione Crediti commerciali (456) Fondo Svalutazione crediti (15) (15) 0 Totale crediti commerciali (456) Il saldo della voce "Crediti Commerciali" viene esposto al netto dei relativi fondi di svalutazione, e rappresenta il controvalore delle vendite effettuate nei confronti dei clienti terzi. Non vi sono crediti con scadenza superiore ai 5 esercizi. Il saldo esposto è rappresentativo delle tipiche attività esercitate dal Gruppo: quella di vendita dell energia prodotta dai propri impianti di produzione e quelle più propriamente legate alla loro progettazione, alla loro gestione, alla loro realizzazione e infine alla consulenza tecnica per il loro sviluppo; il saldo risulta così composto: - a) crediti per attività di vendita energia: / ; - b) crediti per attività di O&M impianti Italia: /000 67; - c) crediti per attività di EPC: / d) crediti per consulenza tecnica e sviluppo: / ; - c) altri crediti di natura commerciale: / La ripartizione geografica dei crediti commerciali è la seguente (importi in /000): - a) Italia: / ; - b) Sud Africa: /000 36; - c) America settentrionale e centrale: /000 44; - d) Altri Paesi: / Altri crediti correnti 34

103 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Variazione area di consolidamento Altri crediti correnti Riclassifica Valore al 31/12/2014 Variazione Crediti tributari Attività finanziarie correnti Altri crediti verso altri Ratei e Risconti (34) Totale Altri crediti correnti I crediti tributari sono aumentati rispetto all'esercizio precedente di complessivi / , e possono essere così suddivisi in base al Paese nel quale sono sorti e dove possono essere utilizzati ( /000): - a) crediti tributari utilizzabili in Italia: / ; - b) crediti tributari utilizzabili in Romania: / Le Attività finanziarie correnti fanno riferimento all acquisto di titoli emessi dalla Banca Popolare di Sondrio effettuato nel mese di luglio 2014 quale garanzia (cash collateral) finalizzata all ottenimento della controgaranzia a beneficio della collegata Amandla Okwaka nell ambito del performance bond che ha presentato per garantire l assolvimento delle prestazioni scaturenti dal contratto di O&M dell impianto fotovoltaico di Kathu. Tra i crediti verso altri vi sono ricompresi: - a) crediti verso fornitori: / per note di credito ricevute a parziale rettifica di precedenti addebiti; - b) caparre e anticipi: /000 49; - c) crediti verso società collegate (valutate con il metodo del patrimonio netto e pertanto non elise in termini di rapporti di credito/debito): / ; - d) altri crediti per: / I ratei e risconti attivi comprendono fra gli altri: - a) costi sospesi negli esercizi precedenti per la realizzazione dell'impianto di Kathu, al netto della quota rilasciata nell'esercizio (pari a /000 79) per: / ; - b) costi sospesi per attività propedeutiche alla costruzione di un impianto fotovoltaico a Panama per / ; - c) risconti attivi per costi non di competenza sugli impianti in esercizio in Italia per 58; - d) altri costi sospesi per / , comprensivi di costi relativi all ottenimento del finanziamento da Annon Hamstrong, sottoscritto in data 31 dicembre 2014, che verranno rilasciati a conto economico in base alla durata del finanziamento. 19. Cassa e disponibilità liquide Depositi bancari e postali (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Valore al 31/12/2014 Variazione Cassa e disponibilità liquide (224) Totale depositi bancari e postali (224) Le disponibilità liquide rappresentano l'esistenza di numerario e di valori alla data di chiusura dell'esercizio; di tale importo, al 31/12/2014 / risulta essere vincolato e non disponibile all utilizzo. 35

104 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Patrimonio netto 20. Patrimonio netto Il capitale sociale è rappresentato da ,00 azioni dal valore unitario di 1,00 ; l intero capitale è detenuto dalla Società Building Energy Holding S.p.A. Si ricorda che nel mese di giugno 2014 la società ha aumentato il proprio capitale sociale da / ad / , ed ha aumentato altresì la riserva sovrapprezzo azioni da / ad , per una complessiva iniezione di liquidità pari a / effettuata dal socio unico. Le riserve di conversione e le riserve di copertura si movimentano per le variazioni di competenza dell esercizio (si veda sezione delle Altre componenti dell utile complessivo ). La variazione della quota di spettanza di terzi rispetto al precedente esercizio è sostanzialmente dovuta all effetto combinato della costituzione e dell inserimento nell area di consolidamento di una società americana (di cui i soci terzi detengono il 49%) e da altre variazioni dovute al riacquisto di partecipazioni di minoranza di società italiane. 36

105 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Passività 21. Debiti Debiti (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Valore al 31/12/2014 Variazione Debiti Totale Debiti Nella tabella seguente sono riportati i debiti suddivisi per natura e la rispettiva variazione rispetto all esercizio precedente. Debiti (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Valore al 31/12/2014 Variazione Debiti v/banche ed altri finanziatori Fondi relativi al personale Fondo per rischi ed oneri non correnti (433) Totale Debiti non correnti (214) Debiti commerciali (62) Debiti per imposte dell'esercizio Debiti v/banche ed altri finanziatori Acconti (350) Ratei e Risconti Altri debiti ed altre passività correnti Totale Debiti correnti Totale Debiti Debiti verso banche ed altri finanziatori Tali debiti comprendono: a) i debiti verso le società di leasing per la sottoscrizione dei contratti di locazione finanziaria relativi al finanziamento per la realizzazione degli impianti fotovoltaici, per complessivi / (di cui / entro 12 mesi ed / oltre 12 mesi, di cui oltre 5 esercizi): nel prospetto sottostante viene presentato un raffronto rispetto all'esercizio precedente. Il debito complessivo, inclusivo degli interessi, ammonta complessivamente ad / ; si riassumono nella seguente tabella le principali caratteristiche dei debiti verso le società di leasing: Debito residuo al 31/12/2014 Debito residuo al 31/12/2013 restated tipo di tasso tasso costo del bene debito residuo (comprensivo interessi) (Euro migliaia) Medole indicizzato 6,08% Asola fisso 8,40% Ostellato fisso 9,50% Voghera fisso 9,26% Ascoli Piceno fisso 9,26% b) debiti verso banche per / (di cui / esigibili entro 12 mesi ed / esigibili oltre 12 mesi); nel saldo vi sono ricompresi: - c/c passivi per / ; - debiti per mutui e finanziamenti per / , con il seguente dettaglio: - / quale finanziamento bullet a b/t concesso alla Capogruppo da Banca Popolare di Sondrio, (t.a.n. 3,319%); - / quale finanziamento bullet a b/t concesso nel mese di giugno 2014 da Monte dei Paschi di Siena (Filiale USA) a Building Energy Holding US (Behus), di originari USD/ (tasso: Libor + 4.5%); 37

106 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre / quale finanziamento a m/t concesso da Annon Harmstrong LLC (fondo statunitense) alla controllata Building Energy Asset Management (BEAM) come primo draw down di un accordi quadro che prevede la possibilità di utilizzare linee di finanziamento fino ad un massimo di USD/ utilizzabili per finanziare gli equity necessari per la realizzazione del piano industriale del Gruppo nella region dell America settentrionale: l accordo è stato sottoscritto in data 31 dicembre 2014 ed ha una validità quinquennale (tasso 5%). c) debiti verso altri finanziatori per / : il saldo è relativo al debito della Capogruppo verso Siron S.p.A., di cui / fruttiferi (al tasso 8%) ed esigibili entro l esercizio, e / infruttiferi ed esigibili oltre 12 mesi Altri debiti e passività non correnti Nella voce in questione sono ricompresi: - a) fondi TFR per il personale, ammontante al 31/12/2014 ad / , con una variazione complessiva di / , di cui / come accantonamenti dell'esercizio ed /000 (44) come decrementi per trasferimento a fondi complementari. Il fondo TFR, in accordo con la Legge Finanziaria 2007 e i relativi decreti attuativi, viene infatti espresso al netto delle quote maturate nell'anno e versate ai fondi complementari e al fondo di tesoreria dell'inps; - b) altri fondi rischi per / per controversie legali in corso, nell ambito delle quali la movimentazione più significativa riguarda l utilizzo del fondo effettuato nel corso dell esercizio per la definizione di una causa in sud Africa (per la quale nel corso dell esercizio precedente era stato accantonato un fondo di / ): la causa è stata transata a novembre 2014 mediante pagamento di una somma sensibilmente inferiore al fondo stanziato, consentendo alla Capogruppo di rilevare nel 2014 una sopravvenienza attiva di / La movimentazione dei fondi nell esercizio ed in quello precedente è stata la seguente: (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Movimentazione fondi incrementi decrementi Valore al 31/12/2014 Fondo TFR (45) 514 Altri fondi rischi (497) 223 Totale Fondi (542) 737 Movimentazione fondi (Euro migliaia) Valore al 31/12/2012 incrementi decrementi Valore al 31/12/2013 Fondo TFR (10) 307 Altri fondi rischi (40) 656 Totale Fondi (50) Debiti commerciali, tributari ed altre passività non correnti I debiti commerciali sono comprensivi degli acconti e dei debiti verso fornitori iscritti al netto degli sconti commerciali; gli sconti cassa sono invece rilevati al momento del pagamento; il valore nominale dei debiti è stato rettificato in occasione di resi od abbuoni nella misura corrispondente all'ammontare definito con la controparte. La ripartizione dei debiti commerciali per area geografica è la seguente: - a) Italia: / ; 38

107 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre b) Sud Africa: /000 7; - c) Americhe: / ; - d) Romania: /000 65; - e) Serbia: /000 16; - f) M.E.N.A.: / I debiti tributari accolgono solo passività per imposte certe e determinate; la composizione del saldo in base alla loro natura è la seguente: - a) debiti per imposte sul reddito: / ; - b) debiti per ravvedimenti operosi: / ; - c) debiti per ritenute d acconto da versare : / Gli altri debiti correnti sono prevalentemente costituiti da debiti verso istituti di previdenza sociale e debiti verso dipendenti per mensilità differite e premi di produzione di competenza dell esercizio 2014 che saranno liquidati nel corso dell esercizio. 39

108 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Conto economico 22. Ricavi (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Ricavi Valore al 31/12/2014 Variazione - Ricavi delle vendite e delle prestazioni (2.007) Variazione lavori in corso su ordinazione 18 0 (18) Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni Altri ricavi e proventi Totale Ricavi La voce dei ricavi delle vendite e delle prestazioni è principalmente riconducibile alle tipiche attività svolte dal Gruppo quale operatore nell ambito del mercato delle energie rinnovabili: attraverso la propria rete societaria, il Gruppo è presente in veste di sviluppatore e di di costruttore di impianti, di produttore di energia rinnovabile e di asset manager. Di seguito si riporta un dettaglio delle principali voci di ricavo, suddivise per tipologia: - i ricavi derivanti dalla vendita di energia sono stati pari ad / , in leggera flessione (- 7%) rispetto l esercizio precedente per effetto della forte riduzione del prezzo di vendita praticato in Italia; rispetto l esercizio precedente, il numero degli impianti in esercizio posseduti da società consolidate integralmente al 31/12/02014 sono aumentati di una unità: ai 5 impianti italiani se ne è aggiunto infatti quello costruito presso l Università di Cornell, negli USA (comunque operativo solo dal mese di settembre 2014); - i ricavi derivanti dall attività di operation and maintenance (o&m) sono pari a / , segnando un incremento del 110% rispetto lo scorso anno soprattutto legato all inizio dell attività di o&m sull impianto di Kathu; - i ricavi derivanti da attività professionali legate alla costruzione di impianti sono pari a / (decrescenti di / rispetto al 2013, per effetto del termine della costruzione dell impianto di Kathu); - i ricavi derivanti da prestazioni relative ad attività di sviluppo ( development fees ) sono pari ad / , in diminuzione rispetto all esercizio precedente a causa del termine naturale del principale contratto di riferimento. La ripartizione per area geografica dei ricavi delle vendite e delle prestazioni è la seguente: Ripartizione per area geografica (Euro migliaia) ricavi delle vendite e delle prestrazionie Italia Sud Africa Stati Uniti 177 Totale Gli incrementi di immobilizzazioni esprimono le capitalizzazioni dei costi di sviluppo che il Gruppo ha sostenuto sui progetti per i quali ci sono buone probabilità di successo; l incremento del valore è frutto dei maggiori investimenti effettuati dal Gruppo, che si è tradotto in una pipeline di progetti del valore complessivo di MW in sviluppo (di cui, come già ricordato, 137 MW di Near Notice to proceed). La voce relativa agli Altri ricavi e proventi comprende prevalentemente sopravvenienze attive e rimborso di costi sostenuti. Per una più analitica descrizione dei costi capitalizzati si rimanda alla sezione relative alle immobilizzazioni immateriali. 40

109 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre Costi operativi Costi operativi (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Valore al 31/12/2014 Variazione Materie prime, sussidiarie e merci Costi per servizi Costi per personale Altri oneri operativi Ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni Totale costi operativi I costi operativi si incrementano complessivamente del 17%, per lo più per effetto dell incremento dell organico (+23%, pressoché attribuibili nella loro totalità all incremento avvenuto in seno alla Capogruppo), e alla contabilizzazione di svalutazioni di progetti per i quali non sussistono più le condizioni economiche e tecniche per la continuazione dell attività di sviluppo. Si riporta di seguito il dettaglio dei costi per servizi per quanto attiene alle voci di maggior rilievo (importi in /000), insieme al dettaglio dell esercizio precedente. Dettaglio costi per servizi esercizio 2014 Compensi professionali di natura tecnica Spese di viaggio Compensi amministratori Spese varie Affito uffici 509 Costi di gestione impianti fotovoltaici in esercizio 444 Spese per autoveicoli 381 Consulenza legale 311 Marketing 307 Oneri e garanzie bancarie 283 Spese di telefonia e IT 255 Consulenza fiscale e societaria 208 Assicurazione 147 Revisione bilanci 121 Consulenza amministrativa e finanziaria 72 Consulenza tenuta paghe 41 Formazione 37 Collegio sindacale 37 Totale Dettaglio costi per servizi esercizio 2013 Compensi professionali di natura tecnica Spese legali e notarili 776 Provvigioni 723 Compensi professionisti 586 Spese di viaggio 510 Spese varie 415 Compensi amministratori 341 Consulenze 310 Compensi professionali 281 Servizi amministrativi 275 Sviluppo progetti 234 Consulenza fiscale e paghe 210 Consulenze tecniche EPC 208 Spese per viaggi domestici 202 Spese di telefonia e IT 170 Spese di rappresentanza 79 Trasporti 49 Mostre e fiere 31 Totale I costi del personale fanno riferimento al seguente organico aziendale: 41

110 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre /12/ /12/2014 Variazione Organico Dirigenti Impiegati Totale La voce ammortamenti, accantonamenti ed altre svalutazioni ha seguente composizione. Ammortamenti, accantonamenti ed altre svalutazioni Ammortamenti Svalutazioni Accantonamenti rischi 135 Totale La voce degli ammortamenti delle immobilizzazioni fa prevalentemente riferimento alla quota di ammortamento annua attribuibile agli impianti fotovoltaici di proprietà del Gruppo (il saldo è di / , che si incrementa rispetto al saldo del precedente esercizio per la quota di ammortamento relativa all impianto fotovoltaico di Cornell, non ancora esistente nel 2013). Le svalutazioni apportate nell esercizio sono prevalentemente relative alla svalutazione di progetti per i quali nel corso dell esercizio sono venuti meno i presupposti per la realizzazione. La voce Accantonamento per rischi comprende accantonamenti prudenziali effettuati su alcune caparre versate dalla Capogruppo per l acquisto di partecipazioni ( /000 92) e accantonamenti per cause legali in corso per il residuo. 24. Proventi/(oneri) finanziari Gestione finanziaria (Euro migliaia) 31/12/2013 restated 31/12/2014 Variazione Proventi/(oneri) finanziari (2.790) (885) Quota di partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto (4.867) Totale gestione finanziaria (2.962) Di seguito si analizzano le singole voci: Proventi ed oneri finanziari 31/12/2013 restated 31/12/2014 Variazione (Euro migliaia) Altri proventi finanziari Interessi ed oneri finanziari (1.610) (1.423) 187 Utili e perdite su cambi (1.514) Totale proventi/(oneri) finanziari (2.790) (885) La voce altri proventi finanziari comprende interessi attivi commerciali e interessi su depositi bancari. Gli interessi ed oneri finanziari comprendono fra l altro gli interessi pagati alle società di leasing da parte delle società titolari degli impianti fotovoltaici in Italia ( / ), oneri ed interessi passivi per scoperto di conto corrente ed, infine, competenze sui finanziamenti ricevuti. Gli utili e perdite su cambi accolgono gli adeguamenti degli importi espressi in valuta estera; in tale contesto, in cui il saldo è dato dalla differenza tra utili e perdite su cambi (rispettivamente di / e / ), si segnala che le valute che hanno maggiormente contribuito alla rilevazione dell utile complessivo su cambi sono state il Dollaro USA e soprattutto il Rand Sud Africano, il cui cambio si è stabilizzato nel corso del 2014 rispetto alle forte variazioni degli esercizi precedenti. 42

111 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 (Euro migliaia) Quota di partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto 31/12/2013 restated 31/12/2014 Variazione Quota di partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto (4.867) Totale proventi/(oneri) finanziari (4.867) La voce Quota di partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto include gli effetti economici delle società che partecipano al consolidato di Gruppo attraverso il loro consolidamento con il metodo sintetico del patrimonio netto; in particolare, il saldo di / è così attribuibile: - / come quota di risultato positivo dell esercizio della partecipazione nella joint venture WBHO/BE, ed è relativo all ultimazione della commessa per la realizzazione dell impianto di Kathu; - / come quota di risultato positivo dell esercizio della collegata Renewable Energy Solution; - / come quota di risultato negativo dell esercizio della partecipazione nella collegata REISA. 25. Imposte dell esercizio Imposte dell'esercizio (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 Valore al 31/12/2014 restated Variazioni Imposte correnti 0 (122) (122) Imposte differite Imposte anticipate (19) Totale Imposte Le imposte anticipate sono state calcolate secondo il criterio dell allocazione temporale, tenendo conto dell ammontare cumulativo di tutte le differenze temporanee, sulla base delle aliquote media attese in vigore nel momento in cui tali differenza temporanee si riverseranno. Nel prospetto seguente si riporta la tabella di raccordo tra l aliquota teorica ed il carico fiscale effettivo della Capogruppo al 31 dicembre 2014: (Euro migliaia) Riconciliazione IRES Valore Imposte Risultato prima delle imposte (1.310) 0 Onere fiscale teorico 0 (360) Differenze temporanee tassabili in esercizi successivi (2.149) (214) Differenze temporanee deducibili in esercizi successivi Rigiro di differenze temporanee da esercizi precedenti (962) (264) Differenze che non si riverseranno negli esercizi successivi Imponibile Ires (1.789) (Euro migliaia) Riconciliazione IRAP Valore Imposte Differenza tra valore e costi della produzione interessi atti e passivi 32 2 Onere fiscale teorico 5,57% 156 Differenza temporanea deducibile in esercizi successivi (59) (3) Imponibile Irap Si rileva che non sono state iscritte imposte anticipate sulle differenze temporanee e sulle perdite fiscale pregresse e dell esercizio della Capogruppo, in ossequio al principio della prudenza, in quanto al momento non è possibile formulare previsioni attendibili circa le tempistiche di recuperabilità delle stesse. 43

112 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre Altre componenti dell utile operativo (Euro migliaia) Altre componenti dell'utile operativo Valore al 31/12/2013 restated Valore al 31/12/2014 Variazione Riserva di conversione (655) Altre componenti dell'utile complessivo di partecipazioni 749 (4) (753) valutate con il metodo del patrimonio netto Totale altre componenti dell'utile operativo La voce accoglie esclusivamente la movimentazione delle riserve di conversione registrate. 44

113 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Altre informazioni Sistema delle garanzie e degli impegni (Euro migliaia) Valore al 31/12/2013 restated Valore al 31/12/2014 Variazione Rischi assunti dall'impresa Garanzie ricevute Totale conti d'ordine Il dettaglio delle garanzie rilasciate dalla Capogruppo alle società controllate a favore di terzi è il seguente: Rischi assunti dall'impresa Homes 210 Boesmanland Solar Farm 529 Roggeweld Wind Power 987 Tokirite 71 Zevobuzz 33 Beam LLC 47 Beam LLC 220 Beam LLC 230 Beam LLC 65 Behus 824 Mikuze 246 Amandla Okwaka Ciprea In particolare: - le garanzie prestate verso Homes S.r.l. fanno riferimento a performance bond della controllata in esecuzione dei contratti di o&m sottoscritti con un cliente; - le garanzie versate a beneficio di Boesmanland Solar Farm, Roggeweld Wind Power, Tokirite e Zevobuzz sono state rilasciate a favore del Dipartimento dell Energia in Sud Africa in occasione della partecipazione alle gare pubbliche (bid) effettuati nel mese di agosto 2014; - la parent company guarantee rilasciata a beneficio di Building Energy Asset Management LLC (Beam LLC) è stata emessa a favore di Hannon Armstrong (fondo americano che ha concesso alla controllata Building Energy Asset Management LLC il finanziamento per il reperimento dell equity necessario alla costruzione dell impianto di proprietà di Ulysse Solar LLC: la garanzia è stata prestata a tutela dei pagamenti dell incentivo da parte dell Ente federale deputato al suo pagamento ( Nyserda ) per l impianto di Cornell, negli Stati Uniti); - la fideiussione rilasciata a beneficio di Building Energy Holding US LLC è stata emessa a garanzia di un mutuo del valore nominale di USD sottoscritto con Monte dei Paschi di Siena (USA); - la garanzia per Mkuze (progetto biomasse in Sud Africa) è stata rilasciata alla nomina di preferred bidder da parte dell autorità locale per la realizzazione dell impianto della società veicolo Navosync nel mese di novembre 2013 e scadrà in prossimità del financial close, atteso entro il mese di agosto La garanzia ricevuta, di tipo omnibus, è stata rilasciata dai soggetti garanti a garanzia di tutte le obbligazioni della Capogruppo verso la Banca Popolare di Sondrio. Informazioni relative alle operazioni realizzate con parti correlate (Rif. art. 2427, primo comma, n. 22-bis, C.C.) Le operazioni realizzate dalla Capogruppo con le consociate e le parti correlate, rientrano nella gestione ordinaria e sono state concluse a condizioni in linea con quelle di mercato. Per un dettaglio maggiore delle transazioni con le consociate e le parti correlate si rimanda alla seguente tabella: 45

114 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Società Relazione Crediti Debiti Finanziamenti Finanziamenti Consolidato Management Riaddebito costi commerciali commerciali attivi passivi fiscale fees sviluppo Acquisti BUILDING ENERGY HOLDING controllante 0 (55) BUILDING ENERGY DEVELOPMENT AFRICA SRL controllata 37 (3) BIOTWIN SRL controllata BUILDING ENERGY DEVELOPMENT AFRICA SRL 2 controllata 9 (2) (0) BIOTWIN 2 SRL controllata BUILDING ENERGY DEVELOPMENT AFRICA SRL 3 controllata 251 (44) BUILDING ENERGY DEVELOPMENT AFRICA SRL 4 controllata 0 (11) 1 - (0) BE SOLAR 4 SRL controllata 15 (0) (8) BE ASCOLI SRL controllata BE SOLAR 2 SRL controllata BEDDOM SRL controllata (0) BEDROM SRL controllata 537 (12) AIRON WIND POWER SRL controllata 420 (79) HOMES SRL controllata 48 (8) REFEEL SOLAR 1 SRL controllata BUILDING ENERGY DEVELOPMENT AFRICA SRL 5 controllata 0 (10) 0 - (0) BRUNELLESCHI SRL controllata 11 (2) 0 - (0) CIMABUE SRL controllata 11 (2) 0 - (0) MICHELANGELO SRL controllata 11 (2) 0 - (0) PETRARCA SRL controllata 11 (2) 0 - (0) BUILDING ENERGY RENEWABLE SRL controllata BUILDING ENERGY ROMANIA SRL controllata BE Japan Godo Kaisha controllata BE Holding U.S. LLC controllata (76) BOESMANLAND PTY (Ltd) controllata BLUE SKY SOLAR PTY (Ltd) controllata LOKIAN PTY (Ltd) controllata SKUITDRIFT PTY (Ltd) controllata GREEN SKY SOLAR PTY (Ltd) controllata RED SKY SOLAR PTY (Ltd) controllata NAVOSYNC PTY (Ltd) controllata (1.040) BE Service & Operation PTY (Ltd) controllata (1.923) BE GULF controllata BE BALKAN DOO controllata BE KRUSEVAC controllata BE PANAMA controllata TOKIRITE PTY controllata ZAMBHOLDING PTY controllata ZEVOBUZZ PTY controllata ROGGEWELD PTY controllata PSEP collegata EPEL collegata BUILDING ENERGY DEVELOPMENT LATINOAMERICAcollegata WBHO-Building Energy PTY (Ltd) collegata AMANDLA OKWAKA PTY (Ltd) collegata TORORO SOLAR NORTH collegata REISA PTY altra società VENETIA DOMUS SPA parte correlata ADOBE SPA parte correlata SIRON S.r.L. parte correlata (1.400) totale (3.175) (1.400) (8) Tra i rapporti con parti correlate sono ricompresi anche i compensi riconosciuti ad Amministratori e Sindaci indicati al punto successivo. Informazioni relative ai compensi spettanti al revisore legale, al Consigli di amministrazione e agli organi di controllo (Rif. art. 2427, primo comma, n. 16-bis, C.C.) Ai sensi di legge si evidenziano i corrispettivi di competenza dell esercizio per i servizi resi al Gruppo dalla società di revisione legale e da entità appartenenti alla sua rete: - a) corrispettivi spettanti per la revisione legale dei conti annuali della Capogruppo: / b) corrispettivi spettanti ad altri revisori: / Ai sensi di legge si evidenziano i corrispettivi di competenza dell esercizio per il Consiglio di Amministrazione e per l organo di controllo: - a) corrispettivi spettanti agli amministratori: / ; - b) corrispettivi spettanti al collegio sindacale: /

115 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre

116 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Allegato 1_ L elenco delle società incluse nell area di consolidamento al 31 dicembre Area di competenza Società valutate con il metodo del consolidamento integrale Società % Nazionalità Capitale Sociale Metodo di consolidamento Europa Be Solar 2 Srl 100,0% Italiana 60 consolidamento integrale Be Solar 4 Srl 100,0% Italiana 10 consolidamento integrale Biotwin Srl 100,0% Italiana 10 consolidamento integrale Biotwin 2 Srl 100,0% Italiana 10 consolidamento integrale Be Ascoli Srl 100,0% Italiana 30 consolidamento integrale Homes Srl 100,0% Italiana 10 consolidamento integrale BEDROM Srl 100,0% Italiana 10 consolidamento integrale Refeel Solar 1 50,0% Rumena - consolidamento integrale Be Renewable Srl 100,0% Rumena - consolidamento integrale Be.Ro. Solar 1 100,0% Rumena 0 consolidamento integrale Building Energy Balcans Doo 100,0% Serba - consolidamento integrale Building Energy Krusevac Doo 80,0% Serba 1 consolidamento integrale Central America BEDDOM srl 100,0% Italiana 10 consolidamento integrale Michelangelo 2010 Srl 51,0% Italiana 10 consolidamento integrale Brunelleschi 2010 Srl 51,0% Italiana 10 consolidamento integrale Cimabue 2010 Srl 51,0% Italiana 10 consolidamento integrale Petrarca 2010 Srl 51,0% Italiana 10 consolidamento integrale Galindo xii 50,9% Dominicana 2 consolidamento integrale Los Guiros 50,9% Dominicana 2 consolidamento integrale T.A. Solar 50,9% Dominicana 2 consolidamento integrale B.E. Airon Solar 50,9% Dominicana 2 consolidamento integrale Airon Wind Power Srl 100,0% Italiana 10 consolidamento integrale Duvenostro 51,0% Dominicana 2 consolidamento integrale Hermare 50,9% Dominicana 2 consolidamento integrale Fanamare 50,9% Dominicana 2 consolidamento integrale BE Panama S.A. 100,0% Panamense 8 consolidamento integrale Far East Be Japan Godo Kaisha 100,0% Giapponese 7 consolidamento integrale Sub Saharian Africa BEDA Srl 100,0% Italiana 10 consolidamento integrale BEDA 2 Srl 100,0% Italiana 10 consolidamento integrale BEDA 3 Srl 100,0% Italiana 10 consolidamento integrale BEDA 4 Srl 100,0% Italiana 10 consolidamento integrale BEDA 5 Srl 100,0% Italiana 10 consolidamento integrale Be South Africa LTD 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Lokian Trading and investments LTD60,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Blue Sky Solar LTD 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Vendiwell LTD 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Alviprox LTD 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Alviforce LTD 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Scuitdrift Solar Project LTD 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Khoi-Sun Energy LTD 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Boesmanland Solar Farm LTD 60,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Red Sky (Korista LTD) 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Green SKY (Anthiro LTD) 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Paulpust Solar Project LTD 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Navosync 60,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Zevobuzz LTD 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Tokirite 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Roggeveld Wind Power LTD 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Zambholding LTD 100,0% Zambiana 1 consolidamento integrale Nchelenge Solar LTD 100,0% Zambiana 1 consolidamento integrale Mwense Solar LTD 100,0% Zambiana 1 consolidamento integrale Kawambwa Solar LTD 100,0% Zambiana 1 consolidamento integrale Mansa Solar LTD 100,0% Zambiana 1 consolidamento integrale Be Solar Zambia 100,0% Zambiana 1 consolidamento integrale Vendirite LTD 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Vendisys LTD 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Godonetix LTD 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale Letiflas 100,0% Sud Africana 0 consolidamento integrale MENA BE Gulf DMCC 100,0% Emirati Arabi Uniti 11 consolidamento integrale North America Behus LLC 100,0% Statunitense 0 consolidamento integrale Bedus LLC 100,0% Statunitense 0 consolidamento integrale Beam LLC 100,0% Statunitense 0 consolidamento integrale Odyssey Solar 1 LLC 95,0% Statunitense 0 consolidamento integrale Penelope Solar LLC 1,0% Statunitense 0 consolidamento integrale Ulisses Solar 1 LLC 51,5% Statunitense 0 consolidamento integrale 48

117 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Region di competenza Central America Società valutate con il metodo del patrimonio netto Società Nazionalità Capitale Sociale Metodo di consolidamento Be Development Latino America 60,0% Panamense 8 equity method Psep 40,2% Panamense 8 equity method Epel 42,0% Panamense 8 equity method Sub Saharian Africa WBHO- Building Energy LTD 30,0% Sud Africana 0 equity method AMANDLA OKWHAKA 51,0% Sud Africana 0 equity method Reisa LTD 10,0% Sud Africana 0 equity method Renewenergy Solution 49,0% Statunitense 0 equity method 49

118 Gruppo Building Energy Nota integrativa al Bilancio Consolidato 31 dicembre 2014 Region di competenza Sub Saharian Africa Società non consolidate Società Nazionalità Capitale Sociale Metodo di consolidamento East Africa Solar LTD 50,0% Ugandese 0 non consolidata Kiradex PTY LTD 100,0% Sud Africana 0 non consolidata Kiranix PYT LTD 100,0% Sud Africana 0 non consolidata Kiracode PYT LTD 80,0% Sud Africana 0 non consolidata Kirapax PYT LTD 80,0% Sud Africana 0 non consolidata Tororo Solar North LTD 50,0% Ugandese 0 non consolidata Tororo Solar South LTD 50,0% Ugandese 0 non consolidata North America Michelangelo Wind 1 llc 100,0% Statunitense 0 non consolidata Michelangelo Wind 2 llc 100,0% Statunitense 0 non consolidata Michelangelo Wind 3 llc 100,0% Statunitense 0 non consolidata Michelangelo Wind 4 llc 100,0% Statunitense 0 non consolidata Sunfour 1 LLC 100,0% Statunitense 0 non consolidata Venus Wind 3 LLC 100,0% Statunitense 0 non consolidata Optimum Wind 3 LLC 100,0% Statunitense 0 non consolidata Optimum Wind 4 LLC 100,0% Statunitense 0 non consolidata Optimum Wind 5 LLC 100,0% Statunitense 0 non consolidata Optimum Wind 6 LLC 100,0% Statunitense 0 non consolidata Optimum Wind 7 LLC 100,0% Statunitense 0 non consolidata Leonardo Wind 1 LLC 100,0% Statunitense 0 non consolidata Leonardo Wind 3 LLC 100,0% Statunitense 0 non consolidata 50

119 GRUPPO BUILDING ENERGY Sede in VIA TORTONA MILANO (MI). Capitale sociale ,00 I.V. Reg. Impr ; Rea Relazione sulla gestione al bilancio consolidato al 31 dicembre 2014

120 Gruppo Building Energy Relazione sulla gestione al Bliancio Consolidato 31 dicembre 2014 Introduzione Signori Azionisti, il bilancio che sottoponiamo al Vostro esame, le cui variazioni rispetto all esercizio 2013 sono analizzate nella Nota Integrativa, rappresenta la situazione veritiera e corretta del Vostro Gruppo al 31 dicembre Con questa relazione desideriamo fornirvi un analisi generale, fedele, equilibrata ed esauriente della situazione del Gruppo Building Energy (di seguito anche il Gruppo ) nonché dell andamento e del risultato della gestione appena trascorsa, segnalando alla Vostra attenzione gli aspetti salienti e quanto previsto dall art del Codice Civile, come modificato dall art. 1, comma 1, del D.Lgs. n. 32/2007. Salvo dove diversamente specificato, gli importi sono espressi in migliaia di euro. Il Gruppo è attivo in Italia dal 2010 (dal 2011 all Estero) con lo sviluppo del programma di investimenti e di partnership con primari investitori istituzionali nel settore della costruzione e produzione di energia rinnovabile fotovoltaica; nel biennio 2013/2014, il Gruppo ha consolidato in modo significativo la propria presenza sui mercati internazionali aprendo filiali (sia subholding sia s.p.v., special purpose vehicle) in 4 continenti. In particolare, il 2014 ha rappresentato un anno di consolidamento della politica di investimenti del Gruppo: la raccolta di nuovi capitali ha consentito di proseguire nella strategia che prevede il mantenimento di partecipazioni di controllo nelle società titolari di progetti che attualmente sono in corso di sviluppo, al fine di potere beneficiare - nei prossimi esercizi - di maggiori contributi economici e finanziari derivanti proprio dalle attività di produttore indipendente di energia (IPP, Indipendent power producer ) oltrechè di quelli derivanti dalle attività di progettazione e costruzione (EPC, Engineering, Procurement and Construction ), attività (quest ultima) che ha contribuito maggiormente al successo del Gruppo negli esercizi precedenti ma ad oggi in diminuzione. Nel corso del 2014, dunque, il Gruppo ha continuato a investire negli sviluppi, completandone alcuni ed iniziandone molti altri, distinguendosi altresì per l attività di diversificazione che ha intrapreso, sia in termini territoriali (in tale ottica va visto infatti l ingresso del Gruppo in nuove aree e Stati, quali Panama, Medio Oriente e Nord Africa, Sri Lanka, Serbia), sia in termini tecnologici (quali, ad esempio): a) ultimazione del progetto a biomasse di Mkuze, ormai prossimo al financial close; b) sviluppo del progetto eolico di Roggeweld, di 138 MW, e idrico di Kruisvalley, di 4,7 MW, culminati entrambi con la nomina di preferred bidder ufficializzata dal Department of Energy (del Sud Africa) nel mese di aprile 2015; c) sottoscrizione del primo PPA ( Power Purchase agreement ) per la vendita dell energia elettrica che sarà prodotta dall impianto eolico di prossima realizzazione in Iowa (USA); d) avvio delle attività di sviluppo del settore degli Smart Systems, ossia di piccoli moduli fotovoltaici mobili capaci di generare energia da fonte fotovolatica in ambienti dove l allaccio alle reti e l approvigionamento di energia in generale è proibitivo; e) l avvio di uno studio relativo alla progettazione di un sistema di trasporto pubblico elettrico in Sri Lanka. Va segnalato inoltre che nel corso dell esercizio è stata sostanzialmente ultimata con un significativo anticipo rispetto la tempistica iniziale la realizzazione dell impianto fotovolatico di Kathu (81 MW), costruito tramite la collegata WBHO/BE e consegnato al committente (REISA) nel mese di settembre 2014: ciò ha comportato anche il raggiungimento della piena operatività della collegata Amandla Okwaka, operation and maintenance (o&m) service provider dell impianto. Dal punto di vista prettamente realizzativo, va citato anche il completamento della costruzione e della messa in esercizio del primo impianto fotovolatico negli Stati Uniti, realizzato grazie alla joint venture (JV) con ABM Industries iniziata nel

121 Gruppo Building Energy Relazione sulla gestione al Bliancio Consolidato 31 dicembre 2014 Struttura del Gruppo al 31 dicembre 2014 (*) AMERICA SETTENTRIONALE E LATINA EUROPA S. S. AFRICA M.E.N.A. ASIA & FAR EAST BUILDING ENERGY SPA RES BEHUS BEDUS BE PANAMA S.A. BE DEVELOPMENT L.A. EPEL PSEP BEDDOM SRL MICHELANGELO SRL PETRARCA SRL BRUNELLESCHI SRL CIMABUE SRL GALINDO II BE AIRON SOLAR LOS GUIROS TA SOLAR AIRON WIND POWER SRL DUVENOSTRO HERMARE FANAMARE BE RENEWABLE REFEEL SOLAR 1 BERO SOLAR 1 BUILDING ENERGY DEVELOPMENT ROMANIA SRL BE ASCOLI SRL BIOTWIN 2 SRL BE SOLAR 4 SRL BIOTWIN SRL BE SOLAR 4 SRL HOMES SRL BE BALKAN DOO BE KRUSEVAC BEDA SRL REISA BEDA 2 SRL BEDA 3 SRL BEDA 4 SRL BEDA 5 SRL NAVOSYNC BLU SKY SOLAR EAST AFRICA SOLAR LOKIAN ZAMBJOLDING SCUITDRIFT ALBVIFORCE NICHELENGE RED SKY SOLAR SOLAR WENDIVELL MWENSE SOLAR GREEN SKY SOLAR ALVIPROX KAWAMBWA PAULPUST SOLAR BESA PTY LETIMODE GONDONETIX LETISTEP ONICATENIX LETIFLAS BE SOLAR ZAMBIA WBHO-BE AMANDLA HOKWAKA KIRADEX KIRANIX KIRAPAX KIRACODE BE GULF BUILDING ENERGY LANKA PRIVATE LTD BE JAPAN KHOI SUN MANSA SOLAR VENDIRITE TORORO SOLAR NORTH BEAM MIC. WIND 3 BOESMANLAND VENDISYS TORORO SOLAR SOUTH ODISSEY SOLAR 1 ULYSSES SOLAR 1 PENELOPE OPTIMUM WIND 6 OPTIMUM WIND LEONARDO WIND 3 LEONARDO WIND 1 ZEVOBUZZ ROGGEWELD TOKIRITE MIC. WIND 2 OPTIMUM WIND 5 OPTIMUM WIND 4 OPTIMUM WIND 3 VENUS WIND 3 MIC. WIND 1 SUN FOUR MIC. WIND 4 (*) per le quote di possesso, si rinvia all'allegato 1 della Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014 3

RELAZIONE SULLA CONGRUITÀ DEL RAPPORTO DI CAMBIO REDATTA PER SANPAOLO IMI S.P.A., AI SENSI DELL ART. 2501-SEXIES CODICE CIVILE, DA

RELAZIONE SULLA CONGRUITÀ DEL RAPPORTO DI CAMBIO REDATTA PER SANPAOLO IMI S.P.A., AI SENSI DELL ART. 2501-SEXIES CODICE CIVILE, DA RELAZIONE SULLA CONGRUITÀ DEL RAPPORTO DI CAMBIO REDATTA PER SANPAOLO IMI S.P.A., AI SENSI DELL ART. 2501-SEXIES CODICE CIVILE, DA PRICEWATERHOUSECOOPERS S.P.A. [QUESTA PAGINA È STATA LASCIATA INTENZIONALMENTE

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12

INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12 INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12 Data: 10/02/2012 Ora: 15:05 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Risultati definitivi dell aumento di capitale in opzione agli azionisti ordinari e di risparmio / Final results

Dettagli

ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI BANCA CARIGE IL RAGGRUPPAMENTO DELLE AZIONI ORDINARIE E DI RISPARMIO NEL RAPPORTO DI 1 AZIONE NUOVA OGNI 100 ESISTENTI

ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI BANCA CARIGE IL RAGGRUPPAMENTO DELLE AZIONI ORDINARIE E DI RISPARMIO NEL RAPPORTO DI 1 AZIONE NUOVA OGNI 100 ESISTENTI NOT FOR PUBLICATION OR DISTRIBUTION, DIRECTLY OR INDIRECTLY, IN, OR INTO, THE UNITED PRESS RELEASE COMUNICATO STAMPA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI BANCA CARIGE L ASSEMBLEA ORDINARIA HA APPROVATO: IL BILANCIO

Dettagli

Fare clic per modificare gli stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello.

Fare clic per modificare gli stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello. 2008 Q1 results 2008 Q1 - Highlights [change vs 2007 Q1] y-1 exchange rate Sales: 756 M (+0.6%) Operating income: 46 M (+1.2%) Operating margin: 6.1% Vs 6.1% Net Financial Indebtedness: 498 M Vs 542 M

Dettagli

ANIMA Holding: approvazione di CONSOB del Prospetto Informativo relativo all Offerta Pubblica di Vendita e all ammissione a quotazione in Borsa.

ANIMA Holding: approvazione di CONSOB del Prospetto Informativo relativo all Offerta Pubblica di Vendita e all ammissione a quotazione in Borsa. NOT FOR RELEASE, PUBLICATION OR DISTRIBUTION, IN WHOLE OR IN PART, DIRECTLY OR INDIRECTLY, IN OR INTO OR FROM THE UNITED STATES, CANADA, AUSTRALIA, JAPAN OR ANY JURISDICTION WHERE TO DO SO WOULD CONSTITUTE

Dettagli

AVVISO n.14114 08 Settembre 2009

AVVISO n.14114 08 Settembre 2009 AVVISO n.14114 08 Settembre 2009 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche alle Istruzioni: Codice di Autodisciplina/Amendemnts to the Instructions: Code

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0620-41-2015

Informazione Regolamentata n. 0620-41-2015 Informazione Regolamentata n. 0620-41-2015 Data/Ora Ricezione 26 Novembre 2015 20:30:38 MTA - Star Societa' : FIERA MILANO Identificativo Informazione Regolamentata : 66325 Nome utilizzatore : FIERAMILANON01

Dettagli

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche alle Istruzioni al Regolamento IDEM: Theoretical Fair Value (TFV)/Amendments

Dettagli

Investor Group Presentation

Investor Group Presentation Investor Group Presentation Lugano September 19th, 2014 «La prima parte del viaggio - Fact Sheet 2008-2014» (1/2) L acquisizione di DataService a metà 2007 guidata da Tamburi Investment Partner è origine

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 39 /2014

INFORMATIVA EMITTENTI N. 39 /2014 INFORMATIVA EMITTENTI N. 39 /2014 Data: 17/07/2014 Ora: 18:15 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Comunicato Stampa: FINECOBANK: ESERCITATA L OPZIONE GREENSHOE Press Release: FINECOBANK: EXERCISE OF THE

Dettagli

AVVISO n.18306. 03 Novembre 2015 MOT - DomesticMOT. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.18306. 03 Novembre 2015 MOT - DomesticMOT. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.18306 03 Novembre 2015 MOT - DomesticMOT Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA Societa' oggetto dell'avviso : IVS GROUP Oggetto : CHIUSURA ANTICIPATA PERIODO DI DISTRIBUZIONE DEL PRESTITO "IVS

Dettagli

AVVISO n.19330 22 Dicembre 2009

AVVISO n.19330 22 Dicembre 2009 AVVISO n.19330 22 Dicembre 2009 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche AIM Italia: Membership: dal 1 febbraio 2010 Amendments to the AIM Italia: Membership:

Dettagli

MANFREDI CATELLA RILEVA IL CONTROLLO DI HINES ITALIA SGR RINOMINATA COIMA SGR.

MANFREDI CATELLA RILEVA IL CONTROLLO DI HINES ITALIA SGR RINOMINATA COIMA SGR. NOT FOR RELEASE, PUBLICATION OR DISTRIBUTION, IN WHOLE OR IN PART, DIRECTLY OR INDIRECTLY, IN OR INTO OR FROM THE UNITED STATES, CANADA, AUSTRALIA, JAPAN OR ANY JURISDICTION WHERE TO DO SO WOULD CONSTITUTE

Dettagli

Asset Management Bond per residenti in Italia

Asset Management Bond per residenti in Italia Asset Management Bond per residenti in Italia Agosto 2013 1 SEB Life International SEB Life International (SEB LI www.seb.ie) società irlandese interamente controllata da SEB Trygg Liv Holding AB, parte

Dettagli

Comunicato stampa/press Release n. 11/2015

Comunicato stampa/press Release n. 11/2015 Comunicazione Esterna Ufficio Stampa Comunicato stampa/press Release n. 11/2015 NON PER LA DISTRIBUZIONE NEGLI STATI UNITI D'AMERICA, CANADA, AUSTRALIA, GIAPPONE O IN ALTRI STATI IN CUI L OFFERTA NON È

Dettagli

Recovery Bonus Cap Certificate su Indici. Term Sheet

Recovery Bonus Cap Certificate su Indici. Term Sheet Recovery Bonus Cap Certificate su Indici Term Sheet Recovery Bonus Cap Certificate su Indici Parte 1 Emittente Société Générale Effekten GmbH Garante Société Générale (Moody's A2, Standard & Poor s A)

Dettagli

AVVISO n.3987 16 Aprile 2003 MTA Blue Chip

AVVISO n.3987 16 Aprile 2003 MTA Blue Chip AVVISO n.3987 16 Aprile 2003 MTA Blue Chip Mittente del comunicato : TELECOM ITALIA Societa' oggetto dell'avviso : OLIVETTI TELECOM ITALIA Oggetto : Comunicato stampa congiunto Olivetti/Telecom Italia

Dettagli

ROTTAPHARM S.p.A.: approvazione di CONSOB del Prospetto Informativo relativo all Offerta Globale di Vendita e all ammissione a quotazione in Borsa

ROTTAPHARM S.p.A.: approvazione di CONSOB del Prospetto Informativo relativo all Offerta Globale di Vendita e all ammissione a quotazione in Borsa NOT FOR RELEASE, PUBLICATION OR DISTRIBUTION, IN WHOLE OR IN PART, DIRECTLY OR INDIRECTLY, IN OR INTO OR FROM THE UNITED STATES, CANADA, AUSTRALIA, JAPAN OR ANY JURISDICTION WHERE TO DO SO WOULD CONSTITUTE

Dettagli

TRASFERIMENTO TECNOLOGICO IN UK

TRASFERIMENTO TECNOLOGICO IN UK TRASFERIMENTO TECNOLOGICO IN UK L ESEMPIO DI E-SYNERGY 2 Contenuto Parlerò: dei rischi legati all investimento in aziende start-up delle iniziative del governo britannico per diminuire questi rischi e

Dettagli

PUBBLICAZIONE DEL PROSPETTO INFORMATIVO E DEL SUPPLEMENTO AL PROSPETTO INFORMATIVO RELATIVI ALL OFFERTA IN OPZIONE DI BANCA CARIGE

PUBBLICAZIONE DEL PROSPETTO INFORMATIVO E DEL SUPPLEMENTO AL PROSPETTO INFORMATIVO RELATIVI ALL OFFERTA IN OPZIONE DI BANCA CARIGE IL PRESENTE COMUNICATO NON È DESTINATO ALLA PUBBLICAZIONE, DISTRIBUZIONE O CIRCOLAZIONE, DIRETTA O INDIRETTA, NEGLI STATI UNITI D AMERICA, CANADA, AUSTRALIA O GIAPPONE O IN QUALSIASI ALTRO PAESE NEL QUALE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Milano, 19 giugno 2015

COMUNICATO STAMPA. Milano, 19 giugno 2015 NOT FOR RELEASE, PUBLICATION OR DISTRIBUTION, IN WHOLE OR IN PART, DIRECTLY OR INDIRECTLY, IN OR INTO OR FROM THE UNITED STATES, CANADA, AUSTRALIA, JAPAN OR ANY JURISDICTION WHERE TO DO SO WOULD CONSTITUTE

Dettagli

Il Consortium Agreement

Il Consortium Agreement Il Consortium Agreement AGENDA Il CA in generale La govenance Legal and Financial IPR Cos è il CA? Il CA è un accordo siglato fra i partecipanti ad un azione indiretta (ad es. un progetto) finanziata nell

Dettagli

SCHEMATRENTAQUATTRO S.P.A.

SCHEMATRENTAQUATTRO S.P.A. NOT FOR PUBLICATION OR DISTRIBUTION, DIRECTLY OR INDIRECTLY, IN OR INTO THE UNITED STATES OF AMERICA, CANADA, JAPAN OR IN OTHER COUNTRIES WHERE OFFERS OR SALES WOULD BE FORBIDDEN IL PRESENTE COMUNICATO

Dettagli

L International Accounting Standards Board (IASB) e l Unione Europea

L International Accounting Standards Board (IASB) e l Unione Europea Università degli Studi di Trieste Ragioneria Generale ed Applicata (corso magistrale) Modulo di Ragioneria Internazionale L International Accounting Standards Board (IASB) e l Unione Europea di 1 I think

Dettagli

Telecontrol systems for renewables: from systems to services

Telecontrol systems for renewables: from systems to services ABB -- Power Systems Division Telecontrol systems for renewables: from systems to Adrian Timbus - ABB Power Systems Division, Switzerland Adrian Domenico Timbus Fortugno ABB - Power ABB Power Systems Systems

Dettagli

Easy Recovery Certificate su Azioni. Term Sheet

Easy Recovery Certificate su Azioni. Term Sheet Easy Recovery Certificate su Azioni Term Sheet Easy Recovery Certificate su Azioni Parte 1 Emittente Société Générale Effekten GmbH Garante Société Générale (Moody's A2, Standard & Poor s A) Tipologia

Dettagli

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between and The Scuola Normale Superiore, Pisa Preamble 1. The Faculty of Arts and Humanities (FAH) of (UCL) and the Scuola Normale Superiore of Pisa (SNS) have agreed

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 51/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 51/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 51/2015 Data: 23/09/2015 Ora: 17:50 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Avviso di rimborso : UniCredito Italiano Capital Trust III ISIN: XS0231436238 e UniCredito Italiano Capital

Dettagli

brand implementation

brand implementation brand implementation brand implementation Underline expertise in reliable project management reflects the skills of its personnel. We know how to accomplish projects at an international level and these

Dettagli

Connection to the Milan Internet Exchange

Connection to the Milan Internet Exchange Connection to the Milan Internet Exchange Allegato A Modulo di adesione Annex A Application form Document Code : MIX-104 Version : 2.1 Department : CDA Status : FINAL Date of version : 07/10/15 Num. of

Dettagli

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.12437 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : -- Oggetto : Modifiche al Manuale delle Corporate Actions - Amendment to the Corporate Action -

Dettagli

TRASFERIMENTO TECNOLOGICO

TRASFERIMENTO TECNOLOGICO TRASFERIMENTO TECNOLOGICO L ESEMPIO DELLA STELLA GROWTH FUND 2 Contenuto Parlerò: Della Stella Growth Fund come esempio di partnership pubblico /privato per diminuire e condividere il rischio legato all

Dettagli

AVVISO n.3200. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 06 Marzo 2014. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.3200. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 06 Marzo 2014. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.3200 06 Marzo 2014 AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : Gala S.p.A. Oggetto : Ammissione ed inizio delle negoziazioni

Dettagli

FAP Turbo Settings Guide Come ho raddopiato il conto in 30 giorni!!

FAP Turbo Settings Guide Come ho raddopiato il conto in 30 giorni!! FAP Turbo Settings Guide Come ho raddopiato il conto in 30 giorni!! http://fapturbo.com Disclaimer These settings are intended for education purposes only and carry no guarantee as to how well they will

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Igd: Convocazione dell Assemblea Ordinaria.

COMUNICATO STAMPA Igd: Convocazione dell Assemblea Ordinaria. COMUNICATO STAMPA Igd: Convocazione dell Assemblea Ordinaria. Il Consiglio di Amministrazione di Igd S.p.A., Blue Chip attiva nel settore immobiliare della grande distribuzione le cui azioni sono quotate

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0554-14-2015

Informazione Regolamentata n. 0554-14-2015 Informazione Regolamentata n. 0554-14-2015 Data/Ora Ricezione 12 Giugno 2015 19:26:03 MTA - Star Societa' : FALCK RENEWABLES Identificativo Informazione Regolamentata : 59697 Nome utilizzatore : FALCKN01

Dettagli

Italian Derivatives Raffaele Mazzeo & Antonio Digiamma

Italian Derivatives Raffaele Mazzeo & Antonio Digiamma Www.ebitda.it Facebook:Ebitda Twitter: Ebitda Discussion Paper Italian Derivatives Raffaele Mazzeo & Antonio Digiamma Numero 10 Marzo 2014 Analysis methodology The fair value recognition of derivative

Dettagli

Line of credit.: C 35 M Foundation.: 2000 Sharehoders Equity: 447 M Payments.: pending Empl.: 9 Trend.: in reorganization Turnover: 4,5 MM Mod.: RD/RB HISTORY: Joint-stock company estabilished on 06/10/2000,

Dettagli

AVVISO n.6507. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 17 Aprile 2015. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.6507. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 17 Aprile 2015. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.6507 17 Aprile 2015 AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA Societa' oggetto dell'avviso : Oggetto : Ammissione e inizio delle negoziazioni delle

Dettagli

Axpo Italia SpA. Risk mangement trough structured products. Origination Department. Axpo Italia SpA

Axpo Italia SpA. Risk mangement trough structured products. Origination Department. Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Risk mangement trough structured products Origination Department Axpo Italia SpA From market risk to customer s risks RISK: The chance that an investment s actual return will be different

Dettagli

La provincia di Milano

La provincia di Milano La provincia di Milano Siena, maggio 2014 Area Research & IR Provincia di Milano: dati socio economici 1/2 Milano DATI SOCIO-ECONOMICI 2014 Var. % 13-14 Var. % 14-15 Var. % 15-16 Milano Italia Milano Italia

Dettagli

MISSION TEAM CORPORATE FINANCE BADIALI CONSULTING TAX & COMPANY NETWORK CONTATTI

MISSION TEAM CORPORATE FINANCE BADIALI CONSULTING TAX & COMPANY NETWORK CONTATTI MISSION TEAM BADIALI CONSULTING CORPORATE FINANCE TAX & COMPANY NETWORK CONTATTI MISSION "contribuire al successo dei nostri clienti attraverso servizi di consulenza di alta qualitá" "to contribute to

Dettagli

L AoS avrà validità per l intero periodo anche in caso di interruzione del rapporto tra l'assurer e l assuree.

L AoS avrà validità per l intero periodo anche in caso di interruzione del rapporto tra l'assurer e l assuree. Assurance of Support Alcuni migranti dovranno ottenere una Assurance of Support (AoS) prima che possa essere loro rilasciato il permesso di soggiorno per vivere in Australia. Il Department of Immigration

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 15/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 15/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 15/2015 Data: 17/04/2015 Ora: 18:40 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Comunicazioni al pubblico ai sensi dell articolo 114, comma 5, del D. Lgs. N. 58/98 - Information to be

Dettagli

Not for release, publication or distribution, directly or indirectly, in Australia, Canada, Japan or the United States of America

Not for release, publication or distribution, directly or indirectly, in Australia, Canada, Japan or the United States of America COMUNICATO STAMPA MASSIMO ZANETTI BEVERAGE GROUP: approvazione da parte della CONSOB del Prospetto relativo all Offerta Globale di Vendita e Sottoscrizione e all ammissione a quotazione in Borsa ("Offerta

Dettagli

Manutenzione e controllo degli impianti di cogenerazione

Manutenzione e controllo degli impianti di cogenerazione Manutenzione e controllo degli impianti di cogenerazione Maintenance and inspection of cogeneration plants 35 anni di esperienza al tuo servizio CPL CONCORDIA è sinonimo di esperienza, competenza e servizio

Dettagli

Mediobanca Conference

Mediobanca Conference Mediobanca Conference London September 15-16, 2008 2008 H1 - Highlights [change Vs. 2007 H1] y-1 exchange rate Quarto Sales: livello 1,525 M (-1.4%*) Operating income**: 89 M (+1.9%) Operating income:

Dettagli

Residenza Fiscale (Exit tax) Francesco Squeo Partner, Belluzzo & Partners Milano, 27 Maggio 2014

Residenza Fiscale (Exit tax) Francesco Squeo Partner, Belluzzo & Partners Milano, 27 Maggio 2014 Residenza Fiscale (Exit tax) Francesco Squeo Partner, Belluzzo & Partners Milano, 27 Maggio 2014 Normativa interna Residenza persone fisiche art.2 co.2 TUIR Persone che per la maggior parte del periodo

Dettagli

QlikView Overview. Vincenzo Curinga Partner Sales Manager

QlikView Overview. Vincenzo Curinga Partner Sales Manager QlikView Overview Vincenzo Curinga Partner Sales Manager Legal Disclaimer This Presentation contains forward-looking statements, including, but not limited to, statements regarding the value and effectiveness

Dettagli

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007 La struttura della ISO 26000 Antonio Astone 26 giugno 2007 Description of operational principles (1/2) Operational principles guide how organizations act. They include: Accountability an organization should

Dettagli

Minieolico 2013. Lares Energy. Chi siamo. Minieolico. Lares Energy per il Minieolico. La Tecnologia. Vantaggi di un impianto Minieolico.

Minieolico 2013. Lares Energy. Chi siamo. Minieolico. Lares Energy per il Minieolico. La Tecnologia. Vantaggi di un impianto Minieolico. L A R E S E N E R G Y Minieolico 2013 Lares Energy Chi siamo Minieolico Lares Energy per il Minieolico La Tecnologia Vantaggi di un impianto Minieolico Contact DISCLAIMER This document may include the

Dettagli

AVVISO n.4756. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 26 Marzo 2015. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.4756. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 26 Marzo 2015. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.4756 26 Marzo 2015 AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA Societa' oggetto dell'avviso : Oggetto : Ammissione e inizio delle negoziazioni delle azioni

Dettagli

Financial Statement 2012

Financial Statement 2012 Financial Statement 2012 SACMI GROUP CONSOLIDATED BALANCE SHEET FOR THE YEAR 2012 Attività in Assets A) Crediti verso soci per versamenti dovuti B) Immobilizzazioni I) Immateriali 1) Costi di impianto

Dettagli

AVVISO n.19382. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 13 Novembre 2014. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.19382. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 13 Novembre 2014. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.19382 13 Novembre 2014 AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : -- Oggetto : Regolamento AIM - AIM Rules - 1 Dicembre

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE ABOUT US ATTIVITA E SERVIZI ACTIVITY AND SERVICES TECNOLOGIE TECHNOLOGIES PERSONALE TEAM OBIETTIVI OBJECTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE B&G s.r.l. è una società di progettazione

Dettagli

Il sostegno finanziario dei progetti di efficienza energetica: le modalità di accesso al credito

Il sostegno finanziario dei progetti di efficienza energetica: le modalità di accesso al credito Il sostegno finanziario dei progetti di efficienza energetica: le modalità di accesso al credito Giuseppe Dasti Coordinatore desk Energia Mediocredito Italiano - Gruppo Intesa Sanpaolo Conferenza FIRE:

Dettagli

Participatory Budgeting in Regione Lazio

Participatory Budgeting in Regione Lazio Participatory Budgeting in Regione Lazio Participation The Government of Regione Lazio believes that the Participatory Budgeting it is not just an exercise to share information with local communities and

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0208-10-2015

Informazione Regolamentata n. 0208-10-2015 Informazione Regolamentata n. 0208-10-2015 Data/Ora Ricezione 24 Aprile 2015 17:33:07 MTA - Star Societa' : POLIGRAFICA S. FAUSTINO Identificativo Informazione Regolamentata : 56989 Nome utilizzatore :

Dettagli

MASTER IN COMMERCIO INTERNAZIONALE - MASCI MASTER IN INTERNATIONAL COMMERCE - MASCI. Anno Accademico 2014-2015

MASTER IN COMMERCIO INTERNAZIONALE - MASCI MASTER IN INTERNATIONAL COMMERCE - MASCI. Anno Accademico 2014-2015 MASTER IN COMMERCIO INTERNAZIONALE - MASCI MASTER IN COMMERCE - MASCI Sezione di Diritto/Law Section Sezione di Economia e Finanza/Economics and Finance Section XIV edizione Anno Accademico 2014-2015 CORSI

Dettagli

FASTWEB: dopo la decisione dell AGCOM sulle tariffe di terminazione annuncia la guidance 2008 Un altro anno di solida crescita industriale

FASTWEB: dopo la decisione dell AGCOM sulle tariffe di terminazione annuncia la guidance 2008 Un altro anno di solida crescita industriale FASTWEB: dopo la decisione dell AGCOM sulle tariffe di terminazione annuncia la guidance 2008 Un altro anno di solida crescita industriale Milano, 21 dicembre 2007 In seguito alla decisione dell AGCOM

Dettagli

UBI Banca. Incontra Schroders. Carlo Trabattoni Responsabile Distribuzione Retail Europa Continentale

UBI Banca. Incontra Schroders. Carlo Trabattoni Responsabile Distribuzione Retail Europa Continentale UBI Banca Incontra Schroders Carlo Trabattoni Responsabile Distribuzione Retail Europa Continentale Cosa è successo dall inizio del 2008 Contesto particolarmente sfavorevole per le vendite dei fondi d

Dettagli

INFO - NOTE. nella Federazione Russa

INFO - NOTE. nella Federazione Russa INFO - NOTE Informazioni e analisi per gli operatori commerciali italiani nella Federazione Russa In collaborazione con Nuova legge sulla regolamentazione dei collaboratori e la gestione dell out-staffing

Dettagli

Ricavi: Euro 235,6 milioni, +5,5% rispetto ai 223,3 milioni dei primi nove mesi del 2013; +4,7% in termini di crescita organica;

Ricavi: Euro 235,6 milioni, +5,5% rispetto ai 223,3 milioni dei primi nove mesi del 2013; +4,7% in termini di crescita organica; NOT FOR RELEASE, PUBLICATION OR DISTRIBUTION, IN WHOLE OR IN PART, DIRECTLY OR INDIRECTLY, IN OR INTO OR FROM THE UNITED STATES, CANADA, AUSTRALIA, JAPAN OR ANY JURISDICTION WHERE TO DO SO WOULD CONSTITUTE

Dettagli

AVVISO n.4075. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 13 Marzo 2013. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.4075. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 13 Marzo 2013. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.4075 13 Marzo 2013 AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : Enertronica Oggetto : Ammissione e inizio delle negoziazioni

Dettagli

IP TV and Internet TV

IP TV and Internet TV IP TV e Internet TV Pag. 1 IP TV and Internet TV IP TV e Internet TV Pag. 2 IP TV and Internet TV IPTV (Internet Protocol Television) is the service provided by a system for the distribution of digital

Dettagli

Interactive Brokers presents

Interactive Brokers presents Interactive Brokers presents Il programma Stock Yield Enhancement Alessandro Bartoli, Interactive Brokers abartoli@interactivebrokers.ch Il webinar inizia alle 18:00 CET webinars@interactivebrokers.com

Dettagli

Il ruolo del Commercialista come stimolo alla crescita delle imprese di minori dimensioni.

Il ruolo del Commercialista come stimolo alla crescita delle imprese di minori dimensioni. S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO THINK SMALL FIRST: La piccola e la micro impresa al centro dell attenzione dell Europa Il ruolo del Commercialista come stimolo alla crescita delle imprese

Dettagli

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE CONOSCENZA Il Gruppo SCAI ha maturato una lunga esperienza nell ambito della gestione immobiliare. Il know-how acquisito nei differenti segmenti di mercato, ci ha permesso di diventare un riferimento importante

Dettagli

Cert-X, il mercato dei certificati. Page 1

Cert-X, il mercato dei certificati. Page 1 Cert-X, il mercato dei certificati Page 1 Cert-X Cert-X èil segmanto di EuroTLX dedicato ai certificati di investimento Permette di sfruttare la liquidità del mercato EuroTLX anche per I certificates Lanciato

Dettagli

Presentazione Conference call Risultati 3Q 2010. Bologna, 11 Novembre 2010

Presentazione Conference call Risultati 3Q 2010. Bologna, 11 Novembre 2010 Presentazione Conference call Risultati 3Q 2010 Bologna, 11 Novembre 2010 2 Disclaimer This presentation contains forwards-looking information and statements about IGD SIIQ SPA and its Group. Forward-looking

Dettagli

La disciplina d investimento nel mondo del trading online G. Frapolli AVP CornèrTrader

La disciplina d investimento nel mondo del trading online G. Frapolli AVP CornèrTrader La disciplina d investimento nel mondo del trading online G. Frapolli AVP CornèrTrader Agenda Introduzione Controllo e disciplina Le cose da fare per essere efficaci nel trading VANTAGGI utilizzando la

Dettagli

ESERCIZIO PARZIALE DELLA DELEGA PER L AUMENTO DEL CAPITALE SOCIALE PER MASSIMI EURO 14,2 MILIONI

ESERCIZIO PARZIALE DELLA DELEGA PER L AUMENTO DEL CAPITALE SOCIALE PER MASSIMI EURO 14,2 MILIONI ESERCIZIO PARZIALE DELLA DELEGA PER L AUMENTO DEL CAPITALE SOCIALE PER MASSIMI EURO 14,2 MILIONI ANTONELLA NEGRI-CLEMENTI NOMINATA CONSIGLIERE INDIPENDENTE CALENDARIO ANNUALE DEGLI EVENTI SOCIETARI PER

Dettagli

Interactive Brokers. Rendiconti in dettaglio: P/L e Forex. Alessandro Bartoli, Interactive Brokers abartoli@interactivebrokers.ch.

Interactive Brokers. Rendiconti in dettaglio: P/L e Forex. Alessandro Bartoli, Interactive Brokers abartoli@interactivebrokers.ch. Interactive Brokers presenta: Rendiconti in dettaglio: P/L e Forex Alessandro Bartoli, Interactive Brokers abartoli@interactivebrokers.ch webinars@interactivebrokers.com www.ibkr.com/webinars Member SIPC

Dettagli

Strategie di investimento a capitale condizionatamente protetto

Strategie di investimento a capitale condizionatamente protetto Le nuove frontiere nella gestione dell'asset allocation Strategie di investimento a capitale condizionatamente protetto Relatore: Paolo Dal Negro UniCredit Corporate & Investment Banking I Certificates

Dettagli

IL PROCESSO DI INVESTIMENTO DI UNA SGR IMMOBILIARE THE INVESTMENT PROCESS OF AN ASSET MANAGEMENT COMPANY

IL PROCESSO DI INVESTIMENTO DI UNA SGR IMMOBILIARE THE INVESTMENT PROCESS OF AN ASSET MANAGEMENT COMPANY Maria Giuditta Losa MRICS, Responsabile Funzione Valutazioni Serenissima SGR S.p.A. Milano, 11 Aprile 2014, Camera di Commercio Gli Impatti degli effetti della riforma catastale sulla valorizzazione di

Dettagli

ACCREDIA L ENTE ITALIANO DI ACCREDITAMENTO

ACCREDIA L ENTE ITALIANO DI ACCREDITAMENTO ACCREDIA L ENTE ITALIANO DI ACCREDITAMENTO ACCREDIA 14 Settembre 2012 Emanuele Riva Coordinatore dell Ufficio Tecnico 1-29 14 Settembre 2012 Identificazione delle Aree tecniche Documento IAF 4. Technical

Dettagli

AVVISO n.3586. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 12 Marzo 2015. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.3586. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 12 Marzo 2015. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.3586 12 Marzo 2015 AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA Societa' oggetto dell'avviso : Oggetto : Ammissione e inizio delle negoziazioni delle azioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL PIANO D IMPRESA 2014-2017 DEL GRUPPO CATTOLICA: CRESCITA, INVESTIMENTI, REDDITIVITÀ

COMUNICATO STAMPA IL PIANO D IMPRESA 2014-2017 DEL GRUPPO CATTOLICA: CRESCITA, INVESTIMENTI, REDDITIVITÀ Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 1615-51-2015

Informazione Regolamentata n. 1615-51-2015 Informazione Regolamentata n. 1615-51-2015 Data/Ora Ricezione 29 Settembre 2015 18:31:54 MTA Societa' : FINECOBANK Identificativo Informazione Regolamentata : 63637 Nome utilizzatore : FINECOBANKN05 -

Dettagli

07 giugno 2006 - api - anonima petroli italiana S.p.A.: al via il 12 giugno l Offerta Pubblica di Vendita e Sottoscrizione.

07 giugno 2006 - api - anonima petroli italiana S.p.A.: al via il 12 giugno l Offerta Pubblica di Vendita e Sottoscrizione. COMUNICATO STAMPA 07 giugno 2006 - api - anonima petroli italiana S.p.A.: al via il 12 giugno l Offerta Pubblica di Vendita e Sottoscrizione. Sconto del 5% per Dipendenti, Gestori Qualificati e Retisti

Dettagli

Borsa Italiana announces new pricing and policy amendments on real time market data agreements

Borsa Italiana announces new pricing and policy amendments on real time market data agreements 29 th September 2015 Prot.02922 Borsa Italiana announces new pricing and policy amendments on real time market data agreements Dear Customer, The purpose of this communication is to provide formal notification,

Dettagli

Lo stato dell arte dei progetti di ORM nelle banche italiane

Lo stato dell arte dei progetti di ORM nelle banche italiane IX Convention ABI 29 e 30 novembre 2005 Lo stato dell arte dei progetti di ORM nelle banche italiane Giampaolo Gabbi Università degli Studi di Siena SDA Bocconi 1 Le fasi dell ORM nei progetti in essere

Dettagli

COMUNICATO STAMPA OVS S.p.A.

COMUNICATO STAMPA OVS S.p.A. This announcement is not an offer for sale of securities in the United States. The securities referred to herein may not be sold in the United States absent registration or an exemption from registration

Dettagli

QUESTIONARIO DI ASSICURAZIONE PER AMMINISTRATORI, SINDACI E DIRIGENTI

QUESTIONARIO DI ASSICURAZIONE PER AMMINISTRATORI, SINDACI E DIRIGENTI QUESTIONARIO DI ASSICURAZIONE PER AMMINISTRATORI, SINDACI E DIRIGENTI DIRECTORS & OFFICERS LIABILITY INSURANCE MANAGEMENT LIABILITY APPLICATION FORM SOCIETA PROPONENTE 1. Ragione Sociale: (Name of Company)

Dettagli

Granducato del Lussemburgo, 15 marzo 2013. Il consiglio di amministrazione di IVS Group S.A. approva i risultati al 31 dicembre 2012

Granducato del Lussemburgo, 15 marzo 2013. Il consiglio di amministrazione di IVS Group S.A. approva i risultati al 31 dicembre 2012 COMUNICATO STAMPA Granducato del Lussemburgo, 15 marzo 2013. Il consiglio di amministrazione di IVS Group S.A. approva i risultati al 31 dicembre 2012 Il Consiglio di Amministrazione di IVS Group S.A.

Dettagli

AVVISO n.12996. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 29 Luglio 2015. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.12996. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 29 Luglio 2015. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.12996 29 Luglio 2015 AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA Societa' oggetto dell'avviso : Piteco S.p.A. Oggetto : Ammissione e inizio delle negoziazioni

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

Progetto Minibond. Soluzioni di finanziamento per le PMI italiane

Progetto Minibond. Soluzioni di finanziamento per le PMI italiane Soluzioni di finanziamento per le PMI italiane Disclaimer This presentation does not constitute an offer or invitation to subscribe for or purchase or any solicitation of any offer to purchase or subscribe

Dettagli

Oggetto: Aggiornamento sulla Direttiva Alternative Investment Fund Managers

Oggetto: Aggiornamento sulla Direttiva Alternative Investment Fund Managers Circolare 25/2010 Oggetto: Aggiornamento sulla Direttiva Alternative Investment Fund Managers Si desidera fare un aggiornamento sugli ultimi sviluppi riguardanti la Direttiva sugli Alternative Investment

Dettagli

Progetto Minibond. Soluzioni di finanziamento per le PMI italiane

Progetto Minibond. Soluzioni di finanziamento per le PMI italiane Soluzioni di finanziamento per le PMI italiane Disclaimer This presentation does not constitute an offer or invitation to subscribe for or purchase or any solicitation of any offer to purchase or subscribe

Dettagli

COBIT. COBIT è un modello di riferimento che comprende una raccolta di best practice

COBIT. COBIT è un modello di riferimento che comprende una raccolta di best practice COBIT Il COBIT (Control Objectives for Information and related Technology ) e' un set (freamework) di best practices per il management dell'it creato dall'isaca (Information Systems Audit and Control Association

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI

PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI MODULO I Unità didattica 5: Framework IASC 5.3. Caratteristiche qualitative e descrizione degli elementi che costituiscono l informativa di bilancio Le caratteristiche

Dettagli

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015 ISO 9001:2015. Cosa cambia? Innovazioni e modifiche Ing. Massimo Tuccoli Genova, 27 Febbraio 2015 1 Il percorso di aggiornamento Le principali novità 2 1987 1994 2000 2008 2015 Dalla prima edizione all

Dettagli

Regione Campania Assessorato al Lavoro e alla Formazione. Ammortizzatori sociali in deroga

Regione Campania Assessorato al Lavoro e alla Formazione. Ammortizzatori sociali in deroga Regione Campania Assessorato al Lavoro e alla Formazione Ammortizzatori sociali in deroga With the 2008 agreement and successive settlements aimed at coping with the crisis, the so-called Income Support

Dettagli

NOTA PER LA COMPILAZIONE: OVE LE DOMANDE PROPONGANO UNA RISPOSTA CON OPZIONI PREDEFINITE, BARRARE QUELLA SCELTA. HEAD OFFICE ADRESS (Indirizzo)

NOTA PER LA COMPILAZIONE: OVE LE DOMANDE PROPONGANO UNA RISPOSTA CON OPZIONI PREDEFINITE, BARRARE QUELLA SCELTA. HEAD OFFICE ADRESS (Indirizzo) QUESTIONARIO PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE DEL GRAFOLOGO NOTA PER LA COMPILAZIONE: OVE LE DOMANDE PROPONGANO UNA RISPOSTA CON OPZIONI PREDEFINITE, BARRARE QUELLA SCELTA

Dettagli

Eagle & Wise Service (E&W) is an advising and real estate services company for banking and financial institutions.

Eagle & Wise Service (E&W) is an advising and real estate services company for banking and financial institutions. Eagle & Wise Service (E&W) is an advising and real estate company for banking and financial institutions. E&W offers advising related to the real estate sector and specialized related to non performing

Dettagli

A.A. 2014/2015 Corso di Laurea Magistrale in Economia, Diritto e Finanza d Impresa CLEDIFI LM-77

A.A. 2014/2015 Corso di Laurea Magistrale in Economia, Diritto e Finanza d Impresa CLEDIFI LM-77 A.A. 2014/2015 Corso di Laurea Magistrale in Economia, Diritto e Finanza d Impresa CLEDIFI LM-77 Bilancio consolidato e principi contabili internazionali ECO0044 Giovanna Gavana CFU SSD Lezioni Esercitazioni

Dettagli

QUESTIONNAIRE GOOD PRACTICE SUSTAINABLE BUILDINGS

QUESTIONNAIRE GOOD PRACTICE SUSTAINABLE BUILDINGS MountEE - mountee: Energy efficient and sustainable building in European municipalities in mountain regions IEE/11/007/SI2.615937 QUESTIONNAIRE GOOD PRACTICE SUSTAINABLE BUILDINGS REGIONAL STRATEGIES AND

Dettagli

AVVISO n.11051 23 Giugno 2011 AIM Italia

AVVISO n.11051 23 Giugno 2011 AIM Italia AVVISO n.11051 23 Giugno 2011 AIM Italia Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Ammissione e inizio delle negoziazioni delle azioni e dei warrant Disposizioni

Dettagli

AVVISO n.13524. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 24 Luglio 2012. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.13524. AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale. 24 Luglio 2012. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.13524 24 Luglio 2012 AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : Primi sui Motori S.p.A. Oggetto : Ammissione e inizio

Dettagli