FORMULA 1 FINALE DI STAGIONE SPUMEGGIANTE MONDIALE ENDURANCE ORA I GIAPPONESI FANNO SUL SERIO. SETTEMBRE / OTTOBRE 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FORMULA 1 FINALE DI STAGIONE SPUMEGGIANTE MONDIALE ENDURANCE ORA I GIAPPONESI FANNO SUL SERIO. www.paddock.it SETTEMBRE / OTTOBRE 2012"

Transcript

1 ANNO XXI NUMERO 183/184 SETTEMBRE / OTTOBRE EURO 3,00 Poste Italiane Spa - Spedizione in A. P. D.L. 353/2003 (conv. in L.27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB (Torino) - Nr. 183/184 - settembre / ottobre Editore Promit srl - C.so Racconigi, Torino Barni FORMULA 1 FINALE DI STAGIONE SPUMEGGIANTE MONDIALE ENDURANCE ORA I GIAPPONESI FANNO SUL SERIO

2 Championship Winning CFD CD-adapco would like to congratulate all of the teams that used STAR-CCM+ and STAR-CD during the 2011 F1 Season. Many of the cars competing in the 2011 FIA Formula One World Championship were designed using CD-adapco software for either aerodynamic or engine simulation or, in many cases, both. In particular, CD-adapco s STAR-CCM+ and STAR-CD were extensively used in the development of the Championship winning Renault RS27 engine. Simulation Software for a New Frontier in Engineering Innovation. Follow us online. For more information:

3 Anno XXI numero 183 / 184 Sett. / Ott S O M M A R I O Formula La resa dei conti 12...La borsa o la vita! 20...Regolamenti: quale futuro per la F1? 4 Monoposto 34...GP2 Series: il titolo torna in Italia 38...GP3 Series: Evans, dalla polvere alle stelle 34 Personaggi 16...Silvia Hoffer, la signora McLaren Attualità 44...Formula E: una scommessa sul futuro 24 Sport & GT 24...Toyota TS030: la riscossa giapponese 30...Olivier Quesnel: quando piccolo è bello 56...GT Open: quando le cose funzionano 60...Porsche Supercup, René Rast: un, due, tre La nostra storia 48...I 90 anni di Monza: tristi giorni di gloria Produzione 64...Salone di Parigi: l auto è viva! 56 Direzione, Redazione, Amministrazione: C.so Racconigi, Torino Telefono: Fax: PROMIT srl Direttore editoriale: Gian Giuseppe Canobbio Concessionaria pubblicità: PROMIT, C.so Racconigi, Torino Tel.: Fax: Registrazione Tribunale di Torino n 4454 del 4/3/1992 Copyright 2012: Promit S.r.l. Impaginazione: Stefano Gallon Stampa: Garabello Arte Grafica Una copia Euro 3,00 Arretrati Euro 4,50 Abbonamento: Euro 30,00 Direttore responsabile: Paolo Vinai Direttore: Bruno Brida Caporedattore: Luciano Canobbio Redazione: Giulio Colombo Hanno collaborato: Carlo Baffi, Massimiliano Balzarini, Massimo Campi, Gian Beppe Canobbio, Franco Carmignani, Fabrizio Corgnati, Paolo D Alessio, Marco Giachi, Enrico Mapelli, Eugenio Mosca, David Tarallo, Giorgio Aroldi, Cristiano Barni, Franco Bossi, Marco Brida, Michele Piech, Raul Zacchè

4 FORMULA 1 Formula 1 Ormai si è alla resa dei conti Alonso riparte da Monza con una quarantina di punti di vantaggio sui diretti inseguitori. Basteranno per riportare in Italia il mondiale? A Maranello ci sperano, ma attenti a Hamilton ed alla McLaren, mentre la Red Bull... 4

5 FORMULA 1 Gli ultimi Gran Premi della stagione hanno visto un ritorno in gran spolvero della McLaren, prima in Belgio con Jenson Button, poi in Ungheria e a Monza con Lewis Hamilton. Non a torto Alonso lo considera il suo rivale più pericoloso nella caccia al titolo. (in basso l inglese avviato verso la vittoria nel Gran Premio d Italia 2012). Anche questa volta quel geniaccio di Bernie Ecclestone ci ha visto giusto: chiudere la baracca per un mese e mandare tutti in ferie, ha fatto bene al Circus della Formula 1 che, dopo quattro settimane di sosta, è tornato più vivace e combattivo che mai. E dire che una volta erano proprio i mesi di luglio ed agosto quelli di maggiore audience, il periodo estivo votato al riposo, quello in cui, approfittando delle vacanze estive, si potevano seguire i Gran Premi in prima persona. Poi, con l'avvento della Formula 1 mediatica, questa esigenza è venuta meno e, siccome i proventi maggiori arrivano dai diritti televisivi, tanto valeva fermare il tutto per un mesetto e lasciare che addetti ai lavori ed appassionati si godessero in santa pace le meritate vacanze. Salvo poi riprendere con le batterie ricaricate, per affrontare l'ultimo scorcio della stagione, quello dove i giochi diventano pesanti e ogni piccolo errore si paga a carissimo prezzo. E cosa ci ha detto la ripresa del campionato? Le chiavi di lettura del dopo ferie sono parecchie e meritano un approfindimento a partire, ovviamente, dalla lotta per il titolo. Lotta a tre, anzi a due... Scorrendo le classifiche iridate dopo Monza parrebbe che poco o nulla sia 5

6 FORMULA 1 cambiato dopo il Gran Premio d'unghe - ria: Alonso guida il mondiale piloti con poco meno di quaranta punti sul secondo in classifica, mentre la Red Bull appare inattaccabile nella graduatoria riservata ai piloti. Attenzione però, mai come in questo caso i dati vanno interpretati. Prendiamo ad esempio il vantaggio del ferrarista sugli inseguitori: a questo punto della stagione avere più di una gara e mezza di vantaggio sugli avversari diretti consentirebbe a chiunque di pianificare il resto della stagione con una certa tranquillità. Ma non nel caso di Alonso. Come ha dimostrato il Gran Premio del Belgio, basta un minimo errore, anche non dell'asturiano, per vanificare gli sforzi di un intero campionato e rimettere gli avversari in corsa. Se poi, come nel caso di Alonso, non si dispone della migliore macchina del lotto, la cosa si complica ulteriormente. Che la F2012 non sia la monoposto più competitiva del 2012, è cosa nota, come bisogna riconoscere che il suo recupero, rispetto alle mediocri prestazioni di inizio anno, ha del miracoloso, ma non si può sempre contare sulle disgrazie altrui o sulla pioggia, per salire sul gradino più alto del podio. Questo in casa Ferrari lo sanno e, in vista dell'ultimo scorcio di stagione, hanno sviluppato una serie di modifiche, soprattutto di carattere aerodinamico (leggi nuova ala anteriore, nuovo fondo piatto e nuovo profilo estrattore posteriore) che dovrebbero aumentare ulteriormente il tasso di competitività della rossa. Peccato però che né in Belgio, dove senza l'incidente al via Alonso avrebbe potuto puntare al podio, né a Monza, dove una rottura della barra antirollio lo ha costretto a partire dalla decima piazza, privandolo della possibilità di battersi per la vittoria, lo spagnolo abbia potuto dimostrare quanto effettivamente vale l'ultima versione della F2012. In ambedue i casi si è vista una Ferrari decisamente più veloce sul dritto, dove ad inizio anno, lo ricordiamo, le rosse pagavano oltre 10 chilometri alle avversarie più accreditate, e abbastanza in forma nei curvoni in appog- 6

7 gio, dove occorre carico aerodinamico. Ma proprio nella gara di casa è suonato un preoccupante campanello di allarme sull'affidabilità della F2012. Come interpretare altrimenti le rotture a catena del week end monzese (cambio, motore, sospensioni e freni in prova): come un semplice incidente di percorso o piuttosto come il prezzo da pagare per recuperare quel gap di competitività che ancora separa la rossa da Red Bull e soprattutto McLaren? Per saperlo dovremo attendere le prossime gare asiatiche, nelle quali il duo Alonso-Ferrari si gioca buona parte del suo mondiale. Lo stesso discorso vale per la Red Bull e per il binomio Vettel-Webber, che dovrebbe trovarsi particolarmente a suo agio a Singapore e sui lunghi curvoni in appoggio di Suzuka. Anche in questo caso, però, i pronostici sono quantomai azzardati. Perché la Formula 1 del 2012 ci ha abituati alle sorprese e soprattutto perché la Red Bull RB8 ha poco in comune con i due modelli che l'hanno preceduta e anche il secondo posto di Vettel in Belgio va letto in chiave critica. Se ci fossero stati Alonso, Hamilton, Grojean e le due Sauber in gara, ben difficilmente il campione del mondo in carica sarebbe salito sul podio e la riprova l'abbiamo avuta a Monza, dove le monoposto austro-inglesi non sono mai state della partita e dove ambedue i piloti di Dietr Mateshitz hanno concluso la gara prima del termine, appiedati da quell'alternatore che aveva già messo ko Vettel a Valencia. A preoccupare di più Adrian Newey non sono però i reiterati cedimenti di quell'organo meccanico, quanto la consapevolezza di non disporre più della migliore vettura del lotto e di quel vantaggio abissale derivante dal "soffiaggio caldo" degli scarici. Una volta che la Fia ha messo al bando questo dispositivo e sono state vietate quelle mappatute che a Valencia avevano fatto gridare al miracolo, la Red Bull è tornata tra gli umani, ovvero battibile e imperfetta come tutte le monoposto dell'ultima generazione. Una delle stagioni più combattive nella storia del mondiale di Formula 1 rischia di ridursi ad un confronto a due, tra Lewis Hamilton (in basso, a sinistra) e Fernando Alonso, la cui Ferrari F2012 (in alto a sinistra) ha accusato problemi di affidabilità a Monza. In Belgio a tenere banco sono state, invece, l eccessiva grinta di Romain Grojean al via (in questa pagina) e la sicurezza degli abitacoli. 7

8 Attenti a McLaren e Sauber Da questo punto di vista chi se la passa meglio di tutti è la McLaren che, dopo l'appannamento di metà stagione, è tornata ad essere lo spauracchio di inizio anno. Merito dei nuovi scarichi e, soprattutto, della nuova aerodinamica posteriore, che hanno letteralmente messo le ali ai piedi dei suoi piloti che sono saliti sul gradino più alto del podio negli ultimi tre Gran Premi. Di fronte a questo straripante stato di forma si capisce perché da alcune settimane Fernando Alonso dichiari al mondo intero di temere di più l'accoppiata McLaren-Hamilton, che non Sebastian Vettel. E lo fa a ragion veduta: come ha dimostrato in Ungheria, a Monza e a Spa-Francorchamps, la rinnovata MP4/27 è una macchina che si adatta ad ogni tipo di circuito, dal misto lento, al velocissimo e, al momento, pare avere come unico tallone d'achille la gestione delle gomme sul bagnato e con pista fredda. Per cui, se non pioverà e se il termome- 8

9 FORMULA 1 Nessun problema al via per Hamilton nel Gran Premio d Italia. Dopo aver conquistato la pole in prova l inglese della McLaren (in alto a sinistra) s invola verso il terzo successo della stagione. Gara decisamente più travagliata per Sebastian Vettel, intruppato a centro gruppo e braccato fin dal via dalla Ferrari di Alonso. tro non calerà drasticamente sotto i 15/18 gradi, si può fin d'ora prevedere una McLaren competitiva su tutte le prossime sette piste. Dove peraltro non è neppure da escludere l'ennesimo colpo di scena dell'anno e la vittoria di un outsider. Di chi stiamo parlando? Ma della Sauber- Ferrari, ovviamente, che ha fatto faville sia in Belgio, che a Monza e sullo stradale lombardo avrebbe potuto addirittura puntare al successo, se solo ci fosse stato qualche giro in più. Ma la stagione non è ancora finita e con un approccio meno conservativo alle gare non ci stupiremmo di trovare Perez o Kobajashi sul gradino più alto del podio. Concentrati, all interno dei loro abitacoli, Sebastian Vettel, Lewis Hamilton (al centro) e Fernando Alonso (sotto) si preparano al rush finale, a quelle gare oltre oceano dove si giocheranno i destini del mondiale Anche Webber e Rakkonen sono in lizza per il mondiale ma, al momento, la loro candidatura sembra decisamente meno forte di quella dei piloti Ferrari, McLaren e Red Bull. Nomi nuovi per il futuro In questa calda ripresa di campionato hanno tenuto banco gli sviluppi tecnici delle monoposto, ma anche le imprese in pista di due piloti, da tempo sotto la lente di ingrandimento. E ci riferiamo ovviamente a Romain Grojean e Sergio Perez, le cui gesta hanno caratterizzato i Gran Premi del Belgio e d'italia. Del primo cosa dire? È veloce, talvolta addirittura più del suo compagno di squadra Kimi Raikkonen e si adatta ad ogni tipo di pista, ma sbaglia troppo e questo in una Formula 1 tiratisima come quella dei giorni nostri è una grave colpa. Soprattutto se l'ennesima bravata al via mette fuori corsa due mostri sacri del 9

10 FORMULA 1 Se le vere sconfitte del GP d Italia sono state le Red Bull di Vettel e Webber (sotto), non è che le cose siano andate meglio per Kimi Raikkonen e per la Lotus (in alto), che viene regolarmente indicata come una delle vetture più veloci del lotto, ma al momento non è ancora riuscita a salire sul gradino più alto del podio. Lo stesso dicasi per Michael Schumacher, che potrebbe anche lasciare la F1. calibro di Alonso e Hamilton e rischia di comprometterne il mondiale. Certi errori "l'ambiente" non te le perdona anche se, a ben vedere, non è sempre tutta colpa del franco-svizzero (a proposito, per la sciovinista stampa d'oltralpe Grojean è francese quando va a podio e un cittadinio della confederazione elvetica quando ne combina una delle sue...). Le pressioni esercitate su Grojean dal team e dai media transalpini, che vedono in lui l'erede di un certo Alain Prost, condizionerebbero chiunque e probabilmente neppure la gara di squalifica nel Gran Premio d'italia basterà a calmarlo. Se così fosse, sarebbe un vero peccato perché, errori madornali a parte, il pilota della Lotus è uno che sa andare forte e possiede la classe del campione. Discorso diametralmente opposto per Sergio Perez, che dopo il Gran Premio della Malesia e l'exploit di Monza veniva indicato come il sostituto ideale di Felipe Massa in Ferrari. Dove però il giovane messicano, sponsorizzatissimo dal connazionale Carlos Slim, l'uomo più ricco del mondo, non trova grandi estimatori, pur facendo parte della Ferrari Driver Academy. Secondo il presidente Montezemolo il ragazzo è ancora troppo acerbo per sopportare la pressione di un grande team, ma come interpretare allora l'interessamento della McLaren, nel caso in cui Lewis Hamilton dovesse firmare per la Mercedes? Pretattica, manovre di disturbo? Anche in questo caso per saperne di più bisognerà attendere ancora un po, ma non ci dimentichiamo però che il manager di Felipe Massa è un certo Nicola Todt, figlio del Presidente della Fia e che 10

11 nei prossimi mesi le parti (leggi Team, Federazione e Bernie Ecclestone) dovranno gettare le basi sul futuro tecnico, e soprattutto economico, della nuova Formula 1. Parola di Presidente A proposito di Montezemolo, a Monza si è rivisto il presidentissimo della Ferrari che, prima di dichiarare ufficialmente o meno il suo ingresso in politica, ha esternato alla stampa di tutto il mondo il suo pensiero sullo stato di forma dell'attuale e della futura Formula 1. E cosa ne è emerso? Che, per continuare a vivere e crescere, il Circus deve cambiare parecchie cose. Dovrà, ad esempio, reagire per far fronte alla moria di scuderie, falcidiate dalla crisi mondiale, con provvedimenti in grado di abbattere i costi, consentendo magari ai team di primo piano di vendere le loro vetture ai privati (un ritornello ripetuto come un mantra in questi ultimi anni). Poi c'è la questione spettacolo: che senso ha una Formula 1 chiusa in se stessa, dove i tifosi non possono neppure vedere i loro beniamini, perché tutto il paddock deve essere blindato, sigillato come se si trattasse del caveau di una banca? Dulcis in fundo la questione test: è vero che costano, ma la Formula 1 è l'unico sport ad alto livello dove non ci si può allenare. A questo punto, per gli spettatori e per gli stessi team, sarebbe forse meglio ridurre le ore in galleria del vento e provare di più in pista, come si faceva un tempo. Parole sacrosante, peccato che la For - mula 1 in questi anni abbia tenuto un atteggiamento gattopardesco: "cambiare tutto, per non cambiare niente" e non saranno di certo la crisi economica internazionale o le prossime discussioni sulla spartizioni dei soldi a far cambiare idea ad una categoria che potremmo definire "autoreferenziale", dove i fatti che contano sono quelli del paddock, mentre il mondo esterno la fa da corollario. E se l'andazzo è questo temiamo che, passato lo spavento per l'incidente di Spa, il famoso "cupolino" da applicare all'abitacolo resterà lettera morta. Almeno in questo caso, vorremmo tanto sbagliarci. Testo e foto Paolo D'Alessio 11

12 FORMULA 1 Formula 1 La borsa o la vita! BARNI Se il mondiale di F.1 si appresta a vivere gli ultimi gran premi alla ricerca del rivale di Fernando Alonso, leader della classifica, il Circus cerca di definire le linee guida del proprio futuro politico ed economico. L'attuale Patto della Concordia scade a fine 2012 e nel paddock hanno luogo da tempo grandi manovre. L'ultima risale ai giorni del Gran Premio d'italia, quando a Mara nello, nelle stanze dei bottoni della Ferrari, s'è svolto un vertice tra Luca di Monte - zemolo, Bernie Ecclestone e Jean Todt. Per comprendere meglio il quadro politico generale occorre compiere un passo indietro, per la precisione al primo GP della stagione, in Australia, quando rimbalza una notizia che suscita parecchio clamore. Ad interpretare il ruolo della "gola profonda", sarebbe il sito dell'emittente britannica "Sky News", che, dopo aver pubblicato lo scoop, ritira l'articolo per poi farlo riapparire con alcune correzioni. Ebbene, quale sarebbe la materia top secret? Proprio il nuovo Patto della Con - cordia, destinato ad entrare in vigore dal al Secondo le prime indiscrezioni, l'accordo vedrebbe la Cvc Capital Partners, il fondo d'investimento che attualmente gestisce il Circus, restare al timone ma attraverso una nuova società creata appositamente: la Delta Copco. Tra gli azionisti - e questa è una delle novità - ci saranno alcuni importanti sponsor, forse qualche grande emittente e, dulcis in fundo, le scuderie. Oltre ovviamente a Bernie Ecclestone, attuale direttore generale, nonché detentore del 20% delle quote. Ulteriore novità è rappresentata dalla quotazione in borsa della Delta Copco, il cui valore sarebbe stimato intorno ai 10 miliardi dollari (oltre 7,5 miliardi di euro). La piazza scelta sarebbe quella di Singapore e la scadenza non dovrebbe andare oltre l'anno, quello richiesto dai tempi tecnici richiesti per mettere in pratica un'operazione che sarebbe già al vaglio di una delle più grandi banche d'affari del mondo, la Goldman Sachs. Insomma, una svolta epocale, dove i team potrebbero partecipare al governo dello spettacolo che li vede protagonisti, come nella NBA americana. E di conseguenza vedrebbero aumentare la loro fetta di introiti, che fino adesso finiva nelle casse di Ecclestone per circa il 50%. In pratica, le squadre raggiungerebbero quell'obiettivo tanto sognato, che negli anni scorsi era stato al centro di molte tensioni con "Mister E". Quest'ultimo, però, resterebbe il referente delle compagini stesse. Della serie: cane non mangia cane. A detta di ulteriori indiscrezioni, nei ruoli chiave si troverebbero la Ferrari e la Red Bull, che proprio di recente avevano abbandonato la Fota, ossia il "governo" dei team nato nel 2008, quando nel Circus erano ancora presenti grandi marchi automobilistici del calibro di Honda, Bmw, Toyota e che nel corso del tempo è andato via via perdendo la propria autorità e funzione. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, circolerebbero perfino le prime cifre, elemento che in teoria proverebbe lo stato di avanzamento del business. La Ferrari percepirebbe 60 milioni di dollari circa l'anno, in qualità di bonus-storico. Ecclestone per primo si rende conto (come in passato) che la presenza del Cavallino nel mondiale rappresenta un valore aggiunto di inestimabile valore per l'intero movimento.

13 Previsti pure 5 milioni di euro alle scuderie vincitrici dei titoli mondiali a partire dal 2000 e a quei team che dal 2000 in avanti non hanno cambiato nome. Un ulteriore gettone, pari ad oltre 26 milioni di euro, andrebbe a quelle squadre che dal 2008 si sono aggiudicate due titoli iridati, come la Red Bull, l'unica per ora. Benefici che andrebbero ad aggiungersi alle solite quote previste dal piazzamento in classifica. E, guarda caso, i maggiori vantaggi economici andrebbero per ora alle due compagini, che avrebbero aderito al nuovo programma e di conseguenza alla Nuova Concordia. Altro elemento di rilievo, sarebbe l'introduzione del cosiddetto "Single Car Customer Team", che aprirebbe le porte dei GP a quelle scuderie che schiererebbero una sola monoposto, purché abbia gareggiato l'anno precedente. Un'ulte rio re conquista per la rossa, in particolare per il presidente Monteze molo che da anni invoca a gran voce l'arrivo di una terza macchina. Così come i test durante il mondiale, che pare verrebbero ripristinati. Dunque, parecchi vantaggi per gli attori e per l'impresario? Ecclestone, dal conto suo, sarebbe riuscito ad ottenere le firme sul Concorde Agreement che gli darebbe una certa garanzia sul prodotto oggetto dei contratti che andrà a negoziare con emittenti televisive e circuiti (vecchi e nuovi). Inoltre, per il "padrino" si avvererebbe un sogno covato da tempo. Anche in questo caso, occorre compiere un passo indietro fino al 1999, quando già si parlava di un prossimo sbarco della F.1 in borsa. Questa sembra ormai diventata la strada della Formula 1 by Ecclestone. Quotazione in borsa e fuga dall'europa, con buona pace dei circuiti storici che vivevano su questa categoria. Sono gli anni in cui il Circus sta vivendo un periodo di vacche grasse, grazie ai proventi dei diritti televisivi, un business in crescita grazie alla competizione tra le emittenti e allo sviluppo delle neonate pay-tv. Ecclestone investe fior di miliardi creando la propria tv digitale. Una struttura di oltre 280 persone che gira il mondo a seguito dei GP, avvalendosi delle tecnologie più sofisticate. Nel giugno 2000, "Mister E" acquista dalla Fia, dietro versamento anticipato di un'ingente somma di denaro, i diritti commerciali sulla F.1 fino al 2110: più di un secolo. Comincia così a circolare la voce di una possibile quotazione in borsa del Circus, con tanto di partecipazione dei team. In F.1 sono presenti motoristi del calibro di Mercedes, Bmw, Honda, Peugeot e a breve entreranno anche Renault e Toyota, con una propria scuderia. A detta di alcuni, i costruttori punterebbero a rilevare i team storici, quelli che negli anni '70 erano chiamati "garagisti". Per i grandi marchi dell'auto si parla di un investimento superiore ai 1000 miliardi di lire, il 38% di un giro d'affari stimato intorno ai miliardi. Tra gli sponsor, fanno il loro esordio anche istituzioni bancarie, il che testimonia l'appetibilità della F.1. È il settembre del 2000, quando Eccle - stone vara coi banchieri della Morgan Stanley l'emissione di obbligazioni europee per un valore intorno ai miliardi. Dei bond legati ai futuri ricavi provenienti dai diritti televisivi, che dai 740 miliardi previsti per il 2000, dovrebbero salire a 765 nell'anno successivo. A questo punto, qualcosa si complica. Oltre a imprevisti di carattere politico-fi- 13

14 FORMULA 1 BARNI nanziario, la Commissione europea indaga sulla legittimità dei contratti di F.1 con la Fia per i diritti, dal momento che non vede di buon occhio i rapporti esclusivi ed a lungo termine. Si aggiunga, inoltre, che l'emissione del prestito non ottiene i tassi auspicati dai banchieri, con conseguente scetticismo da parte dei broker della City. Negli anni che seguiranno il sogno della borsa svanirà, complici le difficoltà provocate dal fallimento del gruppo multimediale facente capo a Leo Kirch, il magnate tedesco che aveva investito nel Circus con l'obiettivo di assumerne a breve il controllo. Infine anche la tv digitale di "Mister E" chiuderà i battenti. Detto questo torniamo ai giorni nostri. Da Melbourne, di tempo ne è passato e la sensazione è che gli entusiasmi iniziali abbiano lasciato spazio all'incertezza ed il business abbia registrato una brusca frenata. Primo fra tutti il progetto relativo alla quotazione in borsa. A scoraggiare l'operazione pare siano stati i risultati disastrosi emersi dall'esordio sul mercato azionario del social network Facebook. Se il marchio creato da Mark Zuckerberg ha registrato un impennata all'esordio, ha compiuto un brusco dietro front, con perdite ingenti, al punto da costringere la Morgan Stanley (che ha curato la collocazione del titolo 14 in borsa), a dirsi pronta al rimborso. A ciò si aggiunga pure la crisi e la forte instabilità registrata dai mercati ed ecco spiegata l'empasse. Senza contare che è emerso in seguito che i team non saranno rappresentati direttamente in borsa, ma potranno investire i loro capitali in una società formata dai tre investitori che il 22 maggio scorso hanno rilevato il 21% del pacchetto azionario della Cvc. Un nuovo gruppo formato dalla Waddell & Reed, la Norges Bank, e la Black Rock. Un soggetto giuridico il cui valore è stato stimato intorno ai 10 milioni di dollari e presieduto dal 68 enne manager austriaco Peter Brabeck, ex capo della Nestlè e già designato da qualcuno a ricoprire in futuro il ruolo di Ecclestone. Infine da Singapore, dopo il GP, è giunta notizia di un'ulteriore trasformazione della Cvc in... cooperativa. Pare che alcuni gruppi finanziari abbiano acquisito il 10% delle quote. Si tratterebbe della Government Investment Corporation of Singapore (uno dei principali fondi di investimento asiatici) e della Kuwait Invest - ment Aurhority. Resta, inoltre, aperta un'altra questione, ovvero quella legata alla Mercedes. Se tutti i team si sarebbero via via aggiunti a Ferrari e Red Bull, resta ancora alla porta la Stella a tre Punte. Secondo radio-paddock a Stoccarda pare non abbiano gradito la regola che beneficia i team che hanno mantenuto di recente lo stesso nome. Ad essere penalizzata sarebbe proprio la scuderia teutonica, divenuta Mercedes GP a fine 2009 acquisendo il controllo della Brawn GP campione del mondo. In fondo le "Frecce d'argento" rappresenterebbero sempre un grande costruttore, l'unico di auto destinate al grande mercato presente in F.1. Se la Ferrari si rivolge ad un target elevatissimo, la Renault è rimasta solo in qualità di fornitore di motori. Altra riflessione riguarda la terza vettura, su cui Montezemolo è ritornato a parlare proprio a Monza. Da qui sorge spontanea una domanda che ne sarebbe dei piccoli team, come Force India, Marussia, Caterham e HRT? Sebbene per qualcuno siano delle Cenerentole da doppiare in corsa, hanno riempito la griglia quando son venuti meno i grandi costruttori. Non dimentichiamoci che al di sotto del numero legale previsto dall'attuale Patto, il Circus sarebbe andato incontro a non pochi problemi. Fra l'altro la soluzione del vetture clienti ha già fatto capolino nel Circus alcuni anni fa, dopodiché venne tolta perché prevalse il concetto della proprietà intellettuale del progetto. Sempre secondo Montezemolo, la presenza dei piccoli sarebbe legata alla questione costi, che andrebbero drastica-

15 FORMULA 1 mente ridotti. A Monza, il numero uno del Cavallino ha sottolineato lo spreco enorme di soldi investiti nell'esasperata ricerca aerodinamica in galleria del vento: «Non è tecnologia utile per noi costruttori di automobili da riversare nei prodotti stradali». Ma secondo alcuni, l'introduzione della terza vettura soddisferebbe solo la necessità di coloro che vogliono monetizzare i propri vecchi modelli. La presenza in pista di una terza Ferrari, McLaren, o Red Bull che sia, di quanto migliorerebbe lo spettacolo e cosa darebbe in più alla F.1? Altro punto nodale della faccenda riguarda il ruolo che andrà a ricoprire la Federazione Internazionale all'interno del nuovo assetto del Circus. O meglio, quali poteri avrà rispetto ai nuovi azionisti della società che rappresenta la F.1 sul mercato? La Fia non potrebbe certo essere azionista dal momento che è un ente senza scopo di lucro. Qualcuno si sta chiedendo inoltre quanto sia realmente vantaggiosa sul lungo periodo questa operazione finanziaria per la F.1. Di sicuro la quotazione in borsa favorirebbe l'iniezione di nuovi capitali, ma a nostro avviso non sarebbe la panacea contro il malessere che affligge la massima serie. Il calo di pubblico, soprattutto dei più giovani è da ricercarsi altrove. Non a caso a Monza, Stefano Domenicali (d.s. sportivo Ferrari), ha parlato di gare più corte ad orari differenti e di interattività. Inoltre secondo alcune indiscrezioni, pare che gli indici di ascolto registrati da SKY inglese (la pay-tv che trasmette il mondiale con la BBC) per il GP di Australia non superassero le 400 mila unità durante la corsa. Segno che i tempi sono cambiati anche per le tv a pagamento. Il recente accordo tra la FOM di Ecclestone e SKY Italia, per l'acquisizione della F.1 dal 2014, ha scatenato parecchie discussioni. Da un lato Ecclestone s'è assicurato un bell'introito, se è vero che l'emittente privata italiana abbia pagato circa 600 milioni di Euro per l'acquisizione dei diritti. Dall'altro ci si chiede come le scuderie possano gradire un numero di ascolti di gran lunga inferiori rispetto a quelli registrati in questi anni dalla Rai. È la stessa politica della caccia forsennata a nuovi mercati da spremere, come quelli orientali privi di una cultura motoristica, fino a quando porterà i suoi frutti? Il nuovo calendario varato nei giorni precedenti il GP di Singapore, prevede solo 7 su 20 gare in Europa. Senza dimenticare che il Nürburgring è a rischio causa il forte deficit di bilancio e Valencia, sede fino a quest'anno del GP d'europa, sparisce a causa dello scarso afflusso di pubblico; quando nel 2008, anno d'esordio, era candidata ad essere una sorta di nuova Montecarlo del Mediterraneo, con grandissimi potenziali. E sempre legato ai costi c'è un altro nodo da sciogliere, ovvero quello dei nuovi motori a 6 cilindri per il 2014 e dei nuovi sistemi per il recupero di energia. A parte il rumore che è meno affascinante, sono in molti a sostenere che saranno alte le spese di realizzazione. Per contro si farebbe un passo avanti verso la ricerca tecnologica e quel riversamento sul prodotto di serie, tanto caro a Montezemolo. Per concludere quindi, ci sembra che i punti su cui accordarsi non siano pochi e tutte le parti in causa cercano di tirare l'acqua al proprio mulino. Una situazione che a nostro avviso, non prevede dei tempi brevi per il raggiungimento della nuova Concordia. Carlo Baffi BARNI 15

16 Silvia Hoffer La signora McLaren Nel corso degli anni sono via via aumentate in un ambiente che da sempre ha avuto una forte connotazione maschile. Sono le donne della F.1. Un tempo erano presenti solo ai box col cronometro in mano, in qualità di mogli, compagne, o amanti dei cavalieri del rischio. Un elemento che ha sicuramente contribuito a dare un'immagine romantica al mondo dei Gran Premi. Rarissime le loro apparizioni in pista al volante dei bolidi, eccezion fatta per Maria Teresa De Filippis, Lella Lombardi o Giovanna Amati. Ebbene oggi il gentil sesso pare rappresenti circa il 10% dei addetti ai lavori che animano il paddock di Formula 1. Forse un numero ancora esiguo, ma che conferma che anche nel Circus i tempi cambiano. Si pensi a Monisha Kaltenborn, il nuovo CEO della Sauber, che siede sul ponte di È una delle addette ai lavori più rispettate nel paddock della Formula 1. È un'italiana che anche gli inglesi hanno imparato ad apprezzare per la sua ferma gentilezza e per la sua competenza nel fornire le informazioni alla stampa. comando del muretto box della scuderia elvetica, ad Oksana Kosachenko, manager del pilota russo Vitaly Petrov, o a Jill Jones, Team Leader degli ingegneri elettronici della Red Bull. Ruoli che fino a poche stagioni fa erano occupati esclusivamente da uomini. Più datata invece, la presenza femminile nel campo delle pubbliche relazioni, ovvero tra gli addetti stampa. Sul finire degli anni '90, hanno cominciato ad affollare le hospitality, i box e le sale stampa, come portavoce di team e piloti. Tra queste spicca Silvia Frangipane in Hoffer (da sposata) figura di spicco tra le addette stampa, nonché una delle poche italiane a lavorare per le scuderie d'oltremanica, presente nel Circus da oltre un decennio ed attuale Press Officier della Vodafone McLaren Mercedes.

17 PERSONAGGI Silvia Hoffer Frangipane con Alessandro Zanardi e, sotto, con Nico Rosberg. In apertura, nel suo attuale ruolo di Press Officier della McLaren con i due portacolori del team, Hamilton e Button. Nativa di Bolzano, Silvia Frangipane ha conseguito la laurea in architettura presso il Politecnico di Milano ed ha iniziato a lavorare nel centro stile della Ettore Bugatti, occupandosi di comunicazione e immagine. Da qui è approdata nel mondo della moda facendo spola tra Mosca e Milano per un anno. Dopodiché è arrivata la chiamata della Ducati per svolgere l'attività di PR Manager. Una scelta che nel tempo s'è rivelata fondamentale e che avrebbe aperto a Silvia le porte Circus. Signora Hoffer, come è entrata in F.1? «Sono entrata attraverso il mondo delle moto, ossia lavorando in Ducati. Poi qualcuno fece il mio nome alla Minardi, dove stavano cercando un addetto stampa. La Minardi mi contattò e dopo diverse trattative sono entrata nel mondo della F.1 nel Con la scuderia faentina ho lavorato un anno, un periodo bellissimo, dove ho imparato tanto. Io partivo da zero e Gian Carlo Minardi mi ha insegnato molto in una sorta di corso accelerato. Poi nella stagione successiva (nel 1999, ndr) dopo due gare, la Williams mi ha offerto un lavoro, in quanto era arrivato Alessandro Zanardi e perché sapevano che sarebbero arrivati i motori BMW dall'anno successivo. Per cui serviva una persona che sapesse parlare sia il tedesco sia l'italiano e che fosse in grado di muoversi all'interno della F.1. Io accettati e così rimasi in Williams per undici anni. Fu un periodo bellissimo dove ho capito tante cose, imparando soprattutto a lavorare in un team inglese, in cui c'è una mentalità diversa da quella italiana. Ad un cero punto la McLaren mi ha contattato e sono con questa squadra da tre stagioni». In questi anni, ha incontrato diverse persone, quale l'ha colpita di più?: «Sicura - mente Gian Carlo Minardi è stato molto importante perché ero alle prime armi e, come già ricordato, mi ha insegnato tanto. Poi Frank Williams, che ha un cuore davvero grande per gli italiani, e anche Patrick Head, che è una persona eccezionale. Qui in McLaren sto conoscendo tantissime persone che mi dimostrano che mi trovo in una squadra che ti abbraccia e che ti aiuta molto nel tuo lavoro. Qui c'è uno spirito di squadra incredibile, che è poi quello che ci vuole per vincere. Non faccio una classifica, ma ciascuna delle tre esperienze mi ha lasciato dei ricordi molto belli». Tra i piloti conosciuti in questi anni, c'è qualcuno che l'ha impressionata particolarmente? «Uno è di recente tornato alla ribalta delle cronache sportive. È Alessandro Zanardi che mi lasciato dei bellissimi ricordi. 17

18 PERSONAGGI Hamilton e Jenson Button, devo dire che sono due gentlemen: sono sempre rispettosi, gentili e ti aiutano. Nella mia carriera ho conosciuto anche piloti arroganti, come tutti del resto hanno avuto a che fare con persone difficili prima o poi, nel loro lavoro, per cui apprezzo il pilota e la persona che capisce che sto lavorando anch'io, come lui». Dal suo punto di vista, come si è evoluto il ruolo di addetto stampa in F.1? «In F.1 ci sono sempre più interessi, per cui c'è sempre più attenzione a quello che si dice e non si dice e a come va detto. Magari tempo fa era meno fondamentale, ma ora essendoci un partner che ti supporta è importantissimo e vitale. In particolare, in questo periodo Io ero al mio primo anno in Williams ed il mio compito era difficile. Probabilmente Alessandro ha più lui badato a me di quanto io abbia seguito lui. Alessandro è una persona eccezionale. Non avevi bisogno di dirgli nulla, perché sapeva già come muoversi. Una persona rispettosa ed intelligente. Un altro pilota che ricordo con piacere è sicuramente Nico Rosberg; anche per via dell'italiano che parla benissimo. Parlare la stessa lingua ti aiuta ad avere un rapporto molto più stretto. Nico ha inoltre contemporaneamente una mentalità italiana e tedesca, ma anche francese ed inglese, in quanto ha vissuto in giro per l'europa e ha avuto a che fare con persone diverse. Con Nico mi sono sempre trovata benissimo. Per quanto riguarda i miei due piloti di adesso, Lewis 18

19 PERSONAGGI Le due famiglie della Hoffer: a destra Silvia con il marito e la figlia e, sotto, con il team McLaren a festeggiare la vittoria in Australia. di crisi economica, devi cercare di tenerti ben stretto le partnership. C'è, quindi, un'attenzione ancora maggiore a quello che i piloti dicono, a quello che la squadra comunica ed a come lo comunica. Il mio lavoro s'è quindi evoluto maggiormente nel saper interpretare e gestire la comunicazione, in modo che sia sempre appropriata e rispettosa nelle linee di quello che vuole rappresentare il team ed i suoi partner. Ecco perchè quando dico qualcosa, devo sempre ricordarmi che faccio parte di una squadra e devo rispettare anche chi supporta questa squadra e le consente di lavorare». Che cos'è più difficile da comunicare? Una rottura, una sconfitta, o il rapporto difficile tra i due piloti? «Beh, la sconfitta fa parte del gioco. Vittoria e sconfitta sono le cose meno difficili da comunicare. Per me è più problematico non dare un'informazione di cui sono a conoscenza ma che non posso divulgare. Io magari so che il giornalista ne è a conoscenza, ma non posso dire nulla e al tempo stesso io non voglio nemmeno che il giornalista perda la fiducia che ha in me. Se tu mi chiedi quando un pilota firma un contratto ed io ti rispondo dicendoti che non lo so e poi tre giorni dopo viene siglato l'accordo, tu non ti fiderai più di me in futuro. Questa a mio avviso è la parte più difficile del mio lavoro. Per me è importante non mentire al giornalista, magari tacere una notizia, ma non raccontare falsità. Certo è difficile, perché magari capisci che il giornalista è al corrente degli eventi e tu devi cercare di tamponare, per far sì che la notizia non trapeli. È un po' un gioco di equilibrio». Signora, lavorare in F.1 assorbe tante energie e alla famiglia cosa resta? «Tra tutti gli addetti stampa mi reputo super fortunata. Io ho una famiglia, sono sposata con un istruttore di sci ed ho una bambina di 11 anni. Torno a casa, sul Lago di Garda, tra una gara e l'altra. Anche se non vivo più in Inghilterra, sono comunque presente a tutti i GP e a tutte le riunioni che hanno luogo in Inghilterra, per cui sono spesso in aereo. Ma riesco sempre a tornare a casa». Come ha visto cambiare il mondo della F.1? «Negli anni l'ho visto raffinarsi e divenire sempre più attento ai dettagli e all'immagine. È ancora presente il lato tecnologico e meccanico, con le mani dei meccanici sporche di grasso, ma al tempo stesso s'è tutto evoluto. Dalla sicurezza in pista ad altri fattori. Certo è che ci sono dietro grandi interessi ed i costi sono alti. Gestire un Team di F.1, non è come gestire una squadra di calcio. Qua non devi comprare un calciatore, ci vogliono molti più soldi, per cui lo sponsor richiede anche un certo tipo di cura dell'immagine. E tutto questo ha portato ad un innalzamento degli standard in tutti i campi, anche sotto il profilo dei media, dalla carta stampata alla tv, dove il livello del prodotto Formula 1 s'è decisamente alzato». Carlo Baffi 19

20 Regolamenti Quale futuro per la F1? AROLDI Qualche anno fa, per la verità, più di venti ormai, nella facoltà di ingegneria c'erano molti sognatori, giovani studenti "sbiennati" avulsi ai cinerei felini politici del movimento della "Pantera Grigia" e fermamente convinti di poter conoscere tutti quei segreti raccolti nei grandi tomi da leggere, rileggere fino a che consumati con gli occhi e la mente gli avrebbero, nel breve, spalancato il mondo del lavoro in quella professione così tanto ambita (e idealizzata) di progettisti. Fra gli studenti di quelle aule grigiastre, rigorose e scarne, nascoste in corridoi labirintici e incastonate fra muri portanti e travi di metallo, esistevano due grandi "scuole di pensiero", due partiti quasi opposti, ma profondamente 20 motivati da un ambiziosa meta condivisa, la laurea, alla quale stavano sacrificando molti di quei loro giovani pomeriggi assolati e paciosi che solo la Città eterna sa offrire. Un sacrificio che ciascuno degli esponenti delle due "scuole" dimenticava velocemente immergendosi nei testi sacri o nei laboratori della facoltà, cercando di far quadrare quelle leggi immortali della fisica con quelle davvero meno auliche e decisamente più difficili della vita quotidiana che li privava di fondi per le loro sperimentazioni, computer e quant'altro necessario in un Università degna di tale nome. Pensieri in libertà sulla F1: regole tecniche, piloti, scuderie e gente del paddock. Sperando nella riscoperta del pilota. Ma quali erano i due partiti? Io li identificavo come gli "aerodinamici puristi" ed i "formulisti". I primi ambivano a progettare le prossime ali dello Shuttle e magari esserci pure dentro. Gli altri, invece, le ali e tutti i principi fisici correlati li concepivano solo al contrario, con una visione rovesciata e "sottosopra", votata solo ad evitare il volo, il decollo, dell'unico loro sogno: l'auto da corsa. Eravamo a Roma negli anni 80 ma credo, anzi ne sono certo che non doveva essere poi tanto diverso in molti dei nostri italici atenei. Tra quei formulisti c'ero anch'io. Un futurista convinto, che aveva fatto suo il credo del Marinetti così ben descritto nel "il manifesto del Futurismo" in cui si inneggia

NEL SEGNO DI VETTEL LA STORIA DI UN PILOTA CHE ARRIVA IN FERRARI PER LASCIARE UN IMPRONTA UNICA E INDIMENTICABILE + SPECIALE MONDIALE FORMULA UNO 2015

NEL SEGNO DI VETTEL LA STORIA DI UN PILOTA CHE ARRIVA IN FERRARI PER LASCIARE UN IMPRONTA UNICA E INDIMENTICABILE + SPECIALE MONDIALE FORMULA UNO 2015 NEL SEGNO DI VETTEL LA STORIA DI UN PILOTA CHE ARRIVA IN FERRARI PER LASCIARE UN IMPRONTA UNICA E INDIMENTICABILE + SPECIALE MONDIALE FORMULA UNO 2015 ANNO 16. N. 10 (726), 14 marzo 2015. Poste Italiane

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

STORIA DELLA FORMULA UNO e L'ACI

STORIA DELLA FORMULA UNO e L'ACI STORIA DELLA FORMULA UNO e L'ACI A Silverstone, in Gran Bretagna, fu disputata nel 1950 la prima gara di formula 1, ma bisogna andare più indietro nel tempo per scoprire la nascita delle corse automobilistiche.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Seggiolini auto: dov è il "vantaggio per le famiglie"?

Seggiolini auto: dov è il vantaggio per le famiglie? Ufficio stampa del TCS Vernier Tel +41 58 827 27 16 Fax +41 58 827 51 24 www.pressetcs.ch Comunicato stampa Seggiolini auto: dov è il "vantaggio per le famiglie"? Emmen, 15 novembre 2012. Il test del TCS

Dettagli

IL MOTO. 1 - Il moto dipende dal riferimento.

IL MOTO. 1 - Il moto dipende dal riferimento. 1 IL MOTO. 1 - Il moto dipende dal riferimento. Quando un corpo è in movimento? Osservando la figura precedente appare chiaro che ELISA è ferma rispetto a DAVIDE, che è insieme a lei sul treno; mentre

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it La Laprova completa su Corriere.it Piaggio MP3 LT 30o IE Sport Quadro 350S e Peugeot Metropolis : 400 tre scooter a tre ruote prova completa. con immagini e commenti è su motori.corriere.it Sitorna sul

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Le ragazze e le carriere scientifiche

Le ragazze e le carriere scientifiche Le ragazze e le carriere scientifiche La cittadinanza subalterna delle donne nelle carriere scientifiche Perché le donne sono tanto poco rappresentate ai vertici delle carriere scientifiche, sia nel settore

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola E' italiana la casa ad alta efficienza energetica campione del mondo che si è aggiudicata il primo posto

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Anno 1413 Il nuovo re d'inghilterra, Enrico V di Lancaster persegue gli ambiziosi progetti di unificare l'inghilterra e di conquistare la corona

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano CONOSCERE LA BORSA FUNZIONAMENTO I partecipanti formano delle squadre ed elaborano una strategia di investimento per il proprio capitale virtuale iniziale (50.000 euro). Nel nostro caso si sono costituite

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Relazione sull incontro con Massimo Volante Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Il ciclo della vita di una stella (1) Protostella (2b) Nana bruna (2a) Stella (3) Gigante rossa Sono esaurite le

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago

Monti di Carate. Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monti di Carate Monte di Carate e Giseno visti dal lago Monte di Carate (Freccia gialla) visto da Brunate (*) Monte di Carate visto dalla strada del Bisbino E' formato da una cinquantina di baite immerse

Dettagli

Diego Piacentini: "Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa"

Diego Piacentini: Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa Diego Piacentini: "Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa" Diego Piacentini da teenager e oggi In occasione dei 100 anni dell'afs, e dei quasi 60 anni della sua costola italiana

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli