Monitor di isolamento ISL Monitoraggio continuo dei sistemi IT dal fotovoltaico all industriale.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Monitor di isolamento ISL Monitoraggio continuo dei sistemi IT dal fotovoltaico all industriale."

Transcript

1 Monitor di isolamento ISL Monitoraggio continuo dei sistemi IT dal fotovoltaico all industriale.

2 Assicurare la continuità di servizio Per assicurare la continuità di funzionamento di un impianto elettrico, la Norma CEI 6-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale inferiore a 000 V in corrente alternata e 00 V in corrente continua impone l obbligo di proteggere l impianto dai contatti diretti ed indiretti individuando le modalità rappresentate in tabella. Tra tutti i metodi di protezione individuati dalla Norma, solo i sistemi di distribuzione IT possono garantire una maggior continuità di servizio nel caso di primo guasto verso terra: in questi sistemi, infatti, l interruttore di protezione non interviene, poiché la corrente di guasto è limitata dall alta impedenza di isolamento. I sistemi di distribuzione IT sono dunque utilizzati laddove la continuità di servizio è un requisito fondamentale, per i pericoli o i danni alla produzione che un interruzione all alimentazione comporterebbe. Il primo guasto verso terra deve però essere subito eliminato, poiché un secondo guasto verso terra provocherebbe l intervento delle protezioni (interruttori magnetotermici o differenziali), causando un interruzione dell alimentazione. La Norma prevede dunque l obbligo di installare un monitor di isolamento per segnalare il manifestarsi del primo guasto, in modo da poter intervenire tempestivamente, prima che un ulteriore guasto interrompa la necessaria continuità di funzionamento dell impianto. Sistema IT = Monitor di isolamento I monitor di isolamento ISL controllano costantemente l isolamento dei sistemi IT, al fine di prevenire eventuali guasti che potrebbero pregiudicare la continuità di servizio, e dunque l efficienza dell impianto. Protezione + continuità di servizio = Sistema IT Modalità di protezione Obbligo di protezione CEI 6-8- Dai contatti diretti e indiretti CEI 6-8- Circuiti a bassissima tensione SELV, PELV, FELV Dai contatti indiretti CEI 6-8- Componenti di classe II Luoghi non conduttori Collegamento equipotenziale non connesso a terra Separazione elettrica Per interruzione automatica dell alimentazione Continuità di servizio non indispensabile Sistema di tipo TN, TT Continuità di servizio indispensabile Sistema di tipo IT Dai contatti diretti CEI 6-8- Isolamento delle parti attive Involucri o barriere Ostacoli Distanziamento Interruttori differenziali

3 Le novità La gamma ISL consente il monitoraggio e la protezione nei contesti applicativi dai requisiti più impegnativi. In particolare, ISL-C 600 è dedicata agli impianti industriali di grandi dimensioni, come raffinerie, aziende siderurgiche e petrolchimiche, mentre ISL-A 600 trova impiego nel settore fotovoltaico come monitoraggio dell isolamento della linea IT a valle dell inverter. ISL-C 600 ISL-A 600 Monitoraggio completo dell isolamento fino a 00 V c.a. in caso di impianti IT trifase con neutro accessibile Doppio livello di monitoraggio per una maggior prevenzione dei guasti Doppio relè a sicurezza positiva per un controllo efficace dell impianto e un monitoraggio tempestivo anche in caso di mancanza di tensione del dispositivo Visualizzazione istantanea del livello di isolamento dell impianto Test e Reset azionabili anche da remoto tramite pulsante Indicazione visiva sullo stato della rete monitorata Monitoraggio completo dell isolamento di impianti IT fino a 600 V c.c. Ampia regolazione della soglia di intervento Relè a sicurezza positiva per un monitoraggio tempestivo anche in caso di mancanza di tensione del dispositivo Test e Reset azionabili anche da remoto tramite pulsante Indicazione visiva sullo stato della rete monitorata e indicazione della polarità guasta I vantaggi Continuità di servizio Installato in una rete IT, il monitor sorveglia costantemente l isolamento; in caso di primo guasto segnala il malfunzionamento consentendo di risolvere il problema senza che le protezioni magnetotermiche e differenziali interrompano l alimentazione. Prevenzione dei guasti ISL segnala quando l isolamento scende sotto un valore prefissato consentendo di prevenire i guasti dell impianto prima che siano irreparabili. Maggior efficienza Grazie alle funzioni TRIP e ALARM è possibile gestire il guasto ancor prima che esso accada realmente, evitando l interruzione del servizio. Inoltre è possibile effettuare il test e il reset del dispositivo da remoto per mezzo di un pulsante. Supervisione a 60 gradi La gamma ISL permette il controllo di un ampio range di impianti IT, assicurando protezione a impianti fotovoltaici, industriali, sistemi di supervisione, reti informatiche e altre applicazioni del settore terziario. Abbattimento dei costi della manutenzione e dei disservizi Grazie ad un monitoraggio costante e puntuale dell impianto è possibile limitare gli interventi di manutenzione programmata e ridurre i costi fissi di gestione. Installazione immediata Il fissaggio è previsto per attacco rapido su barra DIN mm. I microinterruttori frontali sono preimpostati sulle regolazioni più comunemente utilizzate.

4 Applicazioni Protezione linee dati sala regia ISL-MOT 000 Nei sistemi di distribuzione elettrica che alimentano applicazioni critiche, in cui è assolutamente indispensabile garantire la costante funzionalità delle apparecchiature, i monitor d isolamento ISL assicurano una sorveglianza continua per un tempestivo riconoscimento di ogni tipo di dispersione pericolosa per la rete sotto controllo. Illuminazione di sicurezza Isolamento preventivo linee dati Mezzi mobili Set cinematografici Impianti televisivi o radiofonici ABB offre un intera gamma di trasformatori di isolamento TM-I per creare una rete IT a neutro isolato.

5 Protezione linee di trasmissione su mezzi mobili ISL-A 0 Protezione linee di trasformazione su strutture fisse ISL-C 0 Impianti fotovoltaici ISL-A 600 Protezione linee set cinematografici ISL-A 0

6 Applicazioni La gamma ISL permette di essere informati in tempo reale sullo stato d isolamento da terra dell impianto elettrico ed attuare una corretta politica di manutenzione preventiva e programmata. Aziende chimiche, acciaierie, fonderie, ecc. Pompe antincendio, circuiti di sicurezza, UPS, raddrizzatori Controllo machine Impianti fotovoltaici Data Center e Server Farm Sistemi di controllo di ascensori Sistemi di automazione industriale Generatori mobili Protezione sistemi antincendio ISL-MOT 000 6

7 Protezione sistemi illuminazione di sicurezza ISL-A -8 Protezione impianti di produzione ISL-C 0 e ISL-C 600 Protezione motori carriponte ISL-C 600 7

8 Schemi di connessione ISL-A 8-8 ISL-C 0 * In caso di neutro non accessibile collegare il morsetto a al conduttore di fase L ISL-A ISL-A 0 ISL-C 0 * In caso di neutro non accessibile collegare il morsetto a al conduttore di fase L ISL-A 600 ISL-C 600 * In caso di neutro non accessibile collegare il morsetto a al conduttore di fase L ISL-MOT 000 8

9 Caratteristiche tecniche Tipo ISL-A -8 ISL-A ISL-A 0 ISL-A 600 ISL-C 0 ISL-C 0 ISL-C 600 ISL-MOT 000 Autoconsumo [VA] 6 Impostazione soglia ALARM [k Ω] Impostazione soglia TRIP [k Ω] , 000 Ritardo intervento < sec < sec Corrente di misura max [ma] 0,,8, 0, 0, 0,0 0,00 Tensione di misura max [V c.c.] Impedenza interna [k Ω] 0 00 L/PE (ISL-A ) 00 kω L/PE (ISL-A 0) 0 L/PE c.c; 000 c.a. Numero relè NA-C-NC TIRP Numero relè NA-C-NC ALARM Portata contatti relè max 0 V A 0 V A Temperatura di funzionamento [ C] Temperatura di stoccaggio [ C] Umidità relativa 9% 9% Sezione max morsetti [mm ],,, Grado di protezione () IP 0 / IP 0 IP 0 / IP 0 Prova di isolamento, kv 60 sec. / kv imp,/0 μ, kv 60 sec. / kv imp,/0 μs, kv 60 sec. / kv imp,/0 μs kv 60 sec. / kv imp,/0 μs, kv 60 sec. / kv imp,/0 μs Moduli Peso [g] Norme di riferimento EN 600-, EN 67-8, EN 66- EN 600-, EN 67-8, EN 66- ) IP0 frontale, IP0 contenitore 9

10 Guida alle funzioni Monitor di isolamento per corrente continua ISL-A -8 ISL-A / ISL-A 0 ISL-A ISL-A INSULATION MONITORIN G Insulation monitor ISL-A 600 relay kω ON + - TRIP TEST+ TEST- RESET Indicazione strumento in funzione - Cancellazione manuale segnalazione intervento - Segnalazione di intervento basso isolamento - Segnalazione di polarità sotto la soglia di intervento. - Prova per funzionalità strumento 6 - Microinterruttori per la selezione della soglia di intervento - Pulsante di TEST - Segnalazione di dispositivo in funzione - Segnalazione di intervento soglia TRIP - Segnalazione di intervento soglia ALARM - Segnalazione di quale polarità della rete sotto controllo presenta il basso isolamento 6 - Microinterruttori per le impostazioni della soglia di scatto 7 - Microinterruttori per le impostazioni della soglia di allarme 8 - Pulsante di RESET - Potenziometro per la regolazione della soglia d intervento - Indicazione strumento in funzione - Pulsanti di TEST - Pulsante di RESET - Segnalazione di intervento soglia TRIP 6 - Segnalazione di quale polarità della rete sotto controllo presenta il basso isolamento Monitor di isolamento per reti a corrente alternata ISL-C 0 ISL-C 0 ISL-C Insulation monitor relay ISL-C600 ON < ALARM kω TRIP kω off F.S.on off F.S.on man auto man auto RESET RESET TRIP ALARM kω Indicazione strumento in funzione - Segnalazione di intervento basso isolamento - Pulsante di prova per funzionalità strumento ISL-A Cancellazione manuale e segnalazione di intervento (se predisposto il funzionamento a reset manuale) - Indicazione strumento in funzione - Segnalazione di intervento basso isolamento - Prova per funzionalità strumento. - Microinterruttori per la selezione della soglia di intervento - Pulsante di TEST - Segnalazione di dispositivo in funzione - Livello di isolamento dell impianto - Segnalazione di intervento soglia TRIP - Segnalazione di intervento soglia ALARM 6 - Microinterruttori per le impostazioni della soglia di scatto (TRIP) 7 - Microinterruttori per le impostazioni della soglia di allarme 8 - Pulsante di RESET Indicazione strumento in funzione - Cancellazione manuale segnalazione intervento - Segnalazione di intervento basso isolamento - Accensione di entrambi i LED con funzionamento in reset automatico. - Prova per funzionalità strumento 6 - Microinterruttori per la selezione della soglia di intervento 0

11 Monitor di isolamento per reti fuori tensione ISL-MOT Indicazione strumento in funzione - Prova per funzionalità strumento - Segnalazione di intervento basso isolamento - Microinterruttore per inserimento funzione FAIL SAFE. - Microinterruttore per selezione soglia di intervento Codici per l ordinazione Tipo Descrizione Tensione rete controllata Moduli Codice ABB Codice d ordine ISL-A -8 Controllo isolamento reti IT -8 V c.a./c.c. -8 V c.a./c.c. CSM000R00 M000 ISL-A Controllo isolamento reti IT V c.c. 00- V c.c. 6 CSM000R00 M000 ISL-A 0 Controllo isolamento reti IT 0 V c.c. 0 V c.c. 6 CSM000R00 M000 ISL-A 600 Controllo isolamento reti IT fino 600 V c.c V c.c. 6 CSM98R00 M98 ISL-C 0 Controllo isolamento reti IT 0 V c.a. 0-0 V c.a.* CSM000R00 M000 ISL-C 0 Controllo isolamento reti IT 0 V c.a. 80- V c.a.* CSM000R00 M000 ISL-C 600 Controllo isolamento reti IT fino 760 V c.a V c.a.* 6 CSM66000R00 M66000 ISL-MOT 000 Controllo isolamento reti fuori tensione V c.a./c.c.* CSM808000R00 M * Alimentazione ausiliaria 0-0 V c.a./c.c Hz +/- 0%. Dimensioni di ingombro moduli 6 moduli, , Dimensioni in mm

12 Contatti ABB SACE Una divisione di ABB S.p.A. Apparecchi Modulari Viale dell Industria, Vittuone (MI) Tel.: 0 90 Fax: bol.it.abb.com Dati e immagini non sono impegnativi. In funzione dello sviluppo tecnico e dei prodotti, ci riserviamo il diritto di modificare il contenuto di questo documento senza alcuna notifica. Copyright 009 ABB. All right reserved. CSC0B090-0/ Pz. - CAL.

Sorveglianza assoluta dell impianto Voltmetri e amperometri con relè di allarme

Sorveglianza assoluta dell impianto Voltmetri e amperometri con relè di allarme Sorveglianza assoluta dell impianto Voltmetri e amperometri con relè di allarme L evoluzione della specie I nuovi strumenti digitali ABB per controllo e precisione ABB amplia la gamma di voltmetri ed amperometri

Dettagli

Con ABB rispetti la natura e anche le tue tasche! Cogli il fior fiore della convenienza con la promozione sui prodotti per il fotovoltaico.

Con ABB rispetti la natura e anche le tue tasche! Cogli il fior fiore della convenienza con la promozione sui prodotti per il fotovoltaico. o i r ic to to tr va la et er al l is t e r i n s le a li ri ag ate im d Con ABB rispetti la natura e anche le tue tasche! Cogli il fior fiore della convenienza con la promozione sui prodotti per il fotovoltaico.

Dettagli

Quadri QSO e apparecchi per locali adibiti a uso medico 2CSC004020B0901

Quadri QSO e apparecchi per locali adibiti a uso medico 2CSC004020B0901 Quadri QSO e apparecchi per locali adibiti a uso medico 2CSC004020B0901 1 La protezione per separazione elettrica, prevista dalla Norma CEI 64-8 (impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non

Dettagli

Apparecchi di comando System pro M compact Nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E

Apparecchi di comando System pro M compact Nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E Apparecchi di comando System pro M compact Nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E I nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E sono ideali per il controllo di luci, ventole, piccoli automatismi

Dettagli

Interruttori, pulsanti e spie luminose E 210 Libertà di comando, in metà spazio

Interruttori, pulsanti e spie luminose E 210 Libertà di comando, in metà spazio Interruttori, pulsanti e spie luminose E 210 Libertà di comando, in metà spazio Tutti i vantaggi della gamma J Installazione veloce Attacco rapido a due posizioni per veloce installazione e facilmente

Dettagli

Gamma E 210 Spie luminose multiple E219 System pro M compact. Power and productivity for a better world TM ABB

Gamma E 210 Spie luminose multiple E219 System pro M compact. Power and productivity for a better world TM ABB Gamma E 210 Spie luminose multiple E219 System pro M compact Power and productivity for a better world TM ABB 0/2 Applicazioni Catalogo tecnico Indice Applicazioni Caratteristiche/Panoramica Spie luminose

Dettagli

System pro M compact. Comandi motorizzati e dispositivi autorichiudenti per interruttori 2CSC400013B0901

System pro M compact. Comandi motorizzati e dispositivi autorichiudenti per interruttori 2CSC400013B0901 System pro M compact Comandi motorizzati e dispositivi autorichiudenti per interruttori 2CSC400013B0901 Comandi motorizzati S2C-CM, F2C-CM e dispositivo autorichiudente F2C-ARI: funzioni e prestazioni

Dettagli

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA CONTATTI DIRETTI contatti con elementi attivi dell impianto elettrico che normalmente sono in tensione CONTATTI INDIRETTI contatti con masse che possono trovarsi

Dettagli

2CSC441001B0902. Apparecchi di comando System pro M compact. Moduli GSM ATT

2CSC441001B0902. Apparecchi di comando System pro M compact. Moduli GSM ATT 2CSC441001B0902 Apparecchi di comando System pro M compact Moduli ATT Per comandare le utenze elettriche con il telefono cellulare I vantaggi La gestione delle apparecchiature elettriche da remoto è un

Dettagli

System pro M compact Interruttori sezionatori SD 200

System pro M compact Interruttori sezionatori SD 200 System pro M compact Interruttori sezionatori SD 200 Principali vantaggi La nuova gamma SD 200 estende la ormai collaudata serie System pro M compact con nuovi interruttori sezionatori che forniscono lo

Dettagli

RI MONITOR DI ISOLAMENTO MONITORAGGIO CONTINUO DEI SISTEMI IT, DAL FOTOVOLTAICO ALL INDUSTRIALE

RI MONITOR DI ISOLAMENTO MONITORAGGIO CONTINUO DEI SISTEMI IT, DAL FOTOVOLTAICO ALL INDUSTRIALE APRILE APRIL 2014 RI MONITOR DI ISOLAMENTO MONITORAGGIO CONTINUO DEI SISTEMI IT, DAL FOTOVOLTAICO ALL INDUSTRIALE HRI MONITOR DI ISOLAMENTO MEDICALI LA TECNOLOGIA E LA SICUREZZA NEL SETTORE OSDALIERO RI-R11

Dettagli

Nasce GreenLight F2C-ARH. La tua casa ringrazia. F2C-ARH

Nasce GreenLight F2C-ARH. La tua casa ringrazia. F2C-ARH Nasce GreenLight F2C-ARH. La tua casa ringrazia. F2C-ARH Nasce GreenLight F2C-ARH. Via libera all energia. Sempre. Il dispositivo di riarmo automatico GreenLight F2C-ARH è la nuova offerta ABB per la sicurezza

Dettagli

2CSC413001B0901. S 800 PV-S S 800 PV-M Interruttori e sezionatori per impianti fotovoltaici

2CSC413001B0901. S 800 PV-S S 800 PV-M Interruttori e sezionatori per impianti fotovoltaici 2CSC413001B0901 S 800 PV-S S 800 PV-M Interruttori e sezionatori per impianti fotovoltaici Interruttori magnetotermici e sezionatori per corrente continua specifici per impianti fotovoltaici Interruttori

Dettagli

Tempo di efficienza. Da ABB i nuovi orologi digitali Linea D. Semplicemente precisi

Tempo di efficienza. Da ABB i nuovi orologi digitali Linea D. Semplicemente precisi Tempo di efficienza. Da ABB i nuovi orologi digitali Linea D. Semplicemente precisi Interruttori orari digitali Linea D Linea D è la nuova gamma di interruttori orari digitali di ABB. L esclusivo design,

Dettagli

LOCALI ADIBITI AD USO MEDICO: ESAMI A VISTA, PROVE, VERIFICHE DA ESEGUIRE PRIMA DELLA MESSA IN FUNZIONE E VERIFICHE PERIODICHE

LOCALI ADIBITI AD USO MEDICO: ESAMI A VISTA, PROVE, VERIFICHE DA ESEGUIRE PRIMA DELLA MESSA IN FUNZIONE E VERIFICHE PERIODICHE LOCALI ADIBITI AD USO MEDICO: ESAMI A VISTA, PROVE, VERIFICHE DA ESEGUIRE PRIMA DELLA MESSA IN FUNZIONE E VERIFICHE PERIODICHE La norma CEI 64 8 per impianti elettrici utilizzatori prevede che prima di

Dettagli

Si compongono di : Lato DC

Si compongono di : Lato DC Centralini di Campo precablati per DC e AC Monofase e Trifase Quadro di campo comprensivo di cablaggio lato DC e lato AC verso inverter e contatore ENEL. CENTRALINO ISL - CABUR DC Inverter Monofase / Trifase

Dettagli

2CSC446004B0901. Prese di corrente modulari Nuovi standard e colori per tutte le applicazioni

2CSC446004B0901. Prese di corrente modulari Nuovi standard e colori per tutte le applicazioni 2CSC446004B0901 Prese di corrente modulari Nuovi standard e colori per tutte le applicazioni Prese colorate Verde RAL 6029 Nero RAL 7012 NOVITÀ Per segnalare la presenza a monte di un dispositivo di protezione

Dettagli

Componenti per quadri di interfaccia ABB Indispensabili per Norma, eccezionali per qualità

Componenti per quadri di interfaccia ABB Indispensabili per Norma, eccezionali per qualità Componenti per quadri di interfaccia ABB Indispensabili per Norma, eccezionali per qualità La protezione semplicemente necessaria Da ABB una soluzione completa per rispondere alla Norma CEI 0-21 Come richiesto

Dettagli

Protezione senza interruzioni La sicurezza e l affidabilità di ABB H+Line, quadri e apparecchi per locali adibiti ad uso medico

Protezione senza interruzioni La sicurezza e l affidabilità di ABB H+Line, quadri e apparecchi per locali adibiti ad uso medico Protezione senza interruzioni La sicurezza e l affidabilità di ABB H+Line, quadri e apparecchi per locali adibiti ad uso medico La tecnologia e la sicurezza ABB nel settore ospedaliero Un esperienza più

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi, MDRC SE/S 3.16.1

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi, MDRC SE/S 3.16.1 Dati tecnici ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Il modulo di monitoraggio e controllo carichi è un apparecchio di serie di design Pro M per l installazione nei sistemi di distribuzione. L apparecchio

Dettagli

SDS Surge Defence System

SDS Surge Defence System SDS Surge Defence System protezioni elettroniche innovative contro fulminazioni e sovratensioni per impianti fotovoltaici Engineering Costruzioni Elettromeccaniche P. Torresan http://www.torresansrl.it/

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN BASSA TENSIONE

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN BASSA TENSIONE Q U A D E R N I P E R L A P R O G E T T A Z I O N E LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN BASSA TENSIONE Guida alla progettazione ed all installazione secondo le norme tecniche CEI e UNI di MARCO

Dettagli

Interruttori magnetotermici SN 201. I dettagli che fanno la differenza Prestazioni eccezionali nel minimo ingombro

Interruttori magnetotermici SN 201. I dettagli che fanno la differenza Prestazioni eccezionali nel minimo ingombro Interruttori magnetotermici SN 01. I dettagli che fanno la differenza Prestazioni eccezionali nel minimo ingombro Pratica installazione Cablaggio semplificato Perfettamente integrati Identificazione immediata

Dettagli

PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com

PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com 1 INTRODUZIONE La Norma CEI 64-8/6 tratta delle verifiche per gli impianti elettrici in BT. Le prove eseguibili sono in ordine sequenziale dirette a verificare e/o misurare: continuità dei conduttori di

Dettagli

MANUTENZIONE SIAT Energy S.p.A.

MANUTENZIONE SIAT Energy S.p.A. MANUTENZIONE SIAT Energy S.p.A. 1 - Il modello di Manutenzione e Gestione di SIAT Energy S.p.A. I servizi proposti da SIAT Energy S.p.A. hanno l obiettivo di assicurare il programma e le azioni necessarie

Dettagli

Migliorare l efficienza controllando l energia Sistemi evoluti di monitoraggio per impianti fotovoltaici

Migliorare l efficienza controllando l energia Sistemi evoluti di monitoraggio per impianti fotovoltaici Migliorare l efficienza controllando l energia Sistemi evoluti di monitoraggio per impianti fotovoltaici Un investimento dal rendimento assicurato Grazie ai quadri di stringa ABB è possibile misurare costantemente

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio carico, MDRC EM/S 3.16.1

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio carico, MDRC EM/S 3.16.1 Dati tecnici ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Il modulo di monitoraggio carico è un apparecchio a installazione in serie dal design Pro M da installare nei sistemi di distribuzione. La corrente di

Dettagli

Multimetri e analizzatori di rete Monitoraggio completo dell impianto

Multimetri e analizzatori di rete Monitoraggio completo dell impianto Multimetri e analizzatori di rete Monitoraggio completo dell impianto Benefici della misura, perché misurare? Nel mercato attuale è sempre più importante prestare attenzione alla riduzione dei costi di

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

Controllo fase Relè di controllo fase monofunzione - 7,5 mm Controllo su reti trifase: ordine di fase, assenza totale di fase Multitensione da x 08 a x 480 V Controlla la propria tensione d alimentazione

Dettagli

Prodotti e soluzioni per l installatore. Guida pratica 2015

Prodotti e soluzioni per l installatore. Guida pratica 2015 TM Prodotti e soluzioni per l installatore Guida pratica 2015 Make the most of your energy Schneider Electric è lo specialista globale nella gestione dell energia e offre soluzioni integrate per rendere

Dettagli

METODOLOGIA OPERATIVA PER L ESECUZIONE DELLE VERIFICHE STRUMENTALI

METODOLOGIA OPERATIVA PER L ESECUZIONE DELLE VERIFICHE STRUMENTALI METODOLOGIA OPERATIVA PER L ESECUZIONE DELLE VERIFICHE STRUMENTALI INDICE MOEV-1 Verifica impianti di terra per sistemi elettrici TT Protezione mediante interruzione automatica dell alimentazione MOEV-2

Dettagli

Protezione Differenziale

Protezione Differenziale Protezione Differenziale dai contatti indiretti PROTEZIONE DAI CONTATTI INDIRETTI CORRENTE DI GUASTO A TERRA SISTEMI ELETTRICI DI DISTRIBUZIONE GUASTO A TERRA NEI SISTEMI TT INTERRUTTORE DIFFERENZIALE:

Dettagli

Controllo Tensione e Frequenza. Dati tecnici G4PF21-1

Controllo Tensione e Frequenza. Dati tecnici G4PF21-1 Controllo Tensione e Frequenza G4PF21-1 Relè controllo serie GAMMA frequenza e tensione rete trifase e monofase in accordo con CEI 0-21 Rapido riconoscimento errore di rete Collegamento del neutro opzionale

Dettagli

S 800. I dettagli che fanno la differenza Elevate prestazioni

S 800. I dettagli che fanno la differenza Elevate prestazioni S 800. I dettagli che fanno la differenza Elevate prestazioni Leva di comando con posizione di scattato: un immediata evidenza dell avvenuto intervento Morsetti intercambiabili: utilizzare un KIT per passare

Dettagli

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di uscita SA/S

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di uscita SA/S Manuale di prodotto ABB i-bus EIB / KNX Terminali di uscita SA/S Sistemi di installazione intelligente Questo manuale descrive il funzionamento dei terminali di uscita SA/S con i loro programmi applicativi

Dettagli

L INTERRUTTORE DIFFERENZIALE: QUESTO SCONOSCIUTO

L INTERRUTTORE DIFFERENZIALE: QUESTO SCONOSCIUTO PREMESSA: Gli interruttori differenziali sono apparsi sul mercato negli anni 50; furono utilizzati per evitare i furti di energia, dovuti all utilizzo di correnti verso terra e solo in un secondo tempo

Dettagli

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze...

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze... SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. Le sovratensioni di rete RIMEDI CONTRO LE SOVRATENSIONI... INDICE DI SEZIONE...6 Avvertenze...6 Schema di collegamento...6

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

WIN6. Limitatore di carico. Limitazione del carico rilevato tramite l intervento di soglie di allarme e preallarme.

WIN6. Limitatore di carico. Limitazione del carico rilevato tramite l intervento di soglie di allarme e preallarme. WIN6 Limitatore di carico Limitazione del carico rilevato tramite l intervento di soglie di allarme e preallarme. Limitazione del carico a doppia sicurezza mediante connessione di 2 unità. Limitazione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO (Decreto n. 37 del 22 Gennaio 2008) Pagina 1 di 9 INDICE 1. OGGETTO...3 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO...3 3. DESCRIZIONE LAVORO....4 3.1.ALIMENTAZIONE IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE

Dettagli

Stefano Bifaretti. Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica

Stefano Bifaretti. Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica Corso di Elettronica di Potenza (12 CFU) ed Elettronica Industriale (6CFU) a.a. 20I2/2013 Stefano Bifaretti 2/31 3/31 4/31 In questa fase vengono effettuate le

Dettagli

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica (Seconda parte) Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Concluso l esame a vista, secondo quanto

Dettagli

Protezione contro gli infortuni elettrici

Protezione contro gli infortuni elettrici IMPIANTI ELETTRICI: Protezione contro gli infortuni elettrici 1 Pericolosità della corrente elettrica (CEI fascicolo 1335 P). Il passaggio della corrente elettrica attraverso il corpo umano può provocare

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale

Istituto Tecnico Industriale Statale Istituto Tecnico Industriale Statale ANNO SCOLASTICO 2009-2010 CLASSE : 3^, 4^ e 5^ SEZIONE : Elettronica Elettrotecnica DISPENSA N 2 SISTEMI ELETTRICI - MISURA DI POTENZA NEI SISTEMI MONOFASI E TRIFASI

Dettagli

2.3.1 Condizioni ambientali

2.3.1 Condizioni ambientali 2.3 impianti elettrici delle macchine CEI EN 60204-1 /06 L impianto elettrico delle macchine riveste, ai fini della sicurezza, un importanza rilevante. Al momento dell acquisto della macchina o in caso

Dettagli

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Serie 2850.. Manuale di installazione e messa in servizio Grazie per aver acquistato questo apparecchio. Leggere attentamente queste istruzioni

Dettagli

MeMo2. Il filo della memoria. Da ABB l innovativa memoria modulare USB 2.0

MeMo2. Il filo della memoria. Da ABB l innovativa memoria modulare USB 2.0 MeMo2. Il filo della memoria. Da ABB l innovativa memoria modulare USB 2.0 Nuovo dispositivo di memoria modulare MeMo2 MeMo2: un dispositivo da guida DIN con ingombro di due moduli, utilizzabile come

Dettagli

Protezione senza interruzioni La sicurezza e l affidabilità di ABB H+Line, quadri e apparecchi per locali adibiti ad uso medico

Protezione senza interruzioni La sicurezza e l affidabilità di ABB H+Line, quadri e apparecchi per locali adibiti ad uso medico Protezione senza interruzioni La sicurezza e l affidabilità di ABB H+Line, quadri e apparecchi per locali adibiti ad uso medico La tecnologia e la sicurezza ABB nel settore ospedaliero Un esperienza più

Dettagli

Impianto elettrico in locale ad uso medico

Impianto elettrico in locale ad uso medico Impianto elettrico in locale ad uso medico Studio di Ingegneria Magrini Polloni Marco Tel. 0382-21902 Fax 0382-21902 Via San Carlo 5 27100 Pavia www.mpm1962.altervista.org Alessia94@libero.it Sommario

Dettagli

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C Manuale di installazione PAGINA 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il gruppo di alimentazione ALSCC276V42C è stato progettato in conformità alla normativa EN 54-4 ed. 1999.

Dettagli

CM-UFD.M32 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21

CM-UFD.M32 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Relè di protezione d interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Relè di protezione di interfaccia conforme alla norma CEI 0-21 Il nuovo relè di protezione di interfaccia (SPI), deputato al controllo della

Dettagli

LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI

LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI CITTÀ DI IMOLA SETTORE URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE PREZZIARIO DEL COMUNE DI IMOLA (ai sensi dell art. 133 D.Lgs. 163/2006) LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI Anno 2013 *** INDICE ***

Dettagli

STRUMENTI DI MISURA COMMUTATORI AMPEROMETRICI/VOLTMETRICI

STRUMENTI DI MISURA COMMUTATORI AMPEROMETRICI/VOLTMETRICI 135 COMMUTATORI AMPEROMETRICI/VOLTMETRICI COMMUTATORI Commutatore a camme voltmetrico per la misurazione, in un sistema trifase, delle 3 tensioni concatenate o di fase. Commutatore a camme amperometrico

Dettagli

COMUNE di SAN BASILE (Prov. di CS)

COMUNE di SAN BASILE (Prov. di CS) COMUNE di SAN BASILE (Prov. di CS) PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTO FOTOVOLTAICO - A SERVIZIO della SEDE della SCUOLA ELEMENTARE CENTRO di Via CAVOUR - Progetto Cofinanziato dalla Linea di Intervento 2.1.1.1

Dettagli

SERIE 90 RESTART. Dispositivi di. riarmo automatico

SERIE 90 RESTART. Dispositivi di. riarmo automatico Dispositivi di riarmo automatico 7 GEWISS RESTART CON AUTOTEST Interruttore differenziale con riarmo e funzione di AUTOTEST: per l autodiagnosi periodica senza interruzione di alimentazione all impianto.

Dettagli

BETA Apparecchi Modulari e Fusibili BT

BETA Apparecchi Modulari e Fusibili BT Relè passopasso le soluzioni per una veloce e sicura installazione! Nuova gamma di relè passopasso per applicazioni industriali e civili I relè passopasso sono costituiti da una bobina e da dei contatti

Dettagli

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici Fatti per il sole, minacciati dalle scariche atmosferiche L importanza

Dettagli

Scaricatori di sovratensioni. Telecomunicazioni e linee dati

Scaricatori di sovratensioni. Telecomunicazioni e linee dati Scaricatori di sovratensioni Telecomunicazioni e linee dati Guida alla scelta Protezione di reti telefoniche PSTN (Public Switched Telephone Network) e xdsl (Digital Subscriber Line) PSTN è una rete telefonica

Dettagli

IE 010 Centrale idrica Ottobre 2014

IE 010 Centrale idrica Ottobre 2014 IE 010 Centrale idrica Ottobre 2014 Riferimenti normativi: Norma CEI 64-8 Guida CEI 64-50 Prima di effettuare il progetto dell impianto elettrico è necessario acquisire tutte le informazioni relative alla

Dettagli

Tensione alternata negli impianti civili

Tensione alternata negli impianti civili Tensione alternata negli impianti civili Tensione di alimentazione negli impianti civili: Veff=Vp/ 2 = 220-230 V, 1/T= f = 50 Hz Sistema di distribuzione di energia: MONOFASE con due fili: uno di FASE

Dettagli

Gruppo di alimentazione ALSCB138V24 Manuale d installazione

Gruppo di alimentazione ALSCB138V24 Manuale d installazione Gruppo di alimentazione ALSCB138V24 Manuale d installazione 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il gruppo di alimentazione ALSCB138V24 è stato progettato per risultare idoneo all impiego con tutti i tipi di apparecchiature,

Dettagli

Comune di Livorno. UNITÀ ORGANIZZATIVA MANUTENZIONI Ufficio Prevenzione e Protezione Gestione Impianti Elettrici e Ascensori RELAZIONE TECNICA

Comune di Livorno. UNITÀ ORGANIZZATIVA MANUTENZIONI Ufficio Prevenzione e Protezione Gestione Impianti Elettrici e Ascensori RELAZIONE TECNICA Comune di Livorno UNITÀ ORGANIZZATIVA MANUTENZIONI Ufficio Prevenzione e Protezione Gestione Impianti Elettrici e Ascensori RELAZIONE TECNICA OGGETTO: NUOVA SEDE SCUOLA MATERNA PESTALOZZI IMPIANTI ELETTRICI

Dettagli

VERIFICHE SU IMPIANTI ELETTRICI

VERIFICHE SU IMPIANTI ELETTRICI VERIFICHE SU IMPIANTI ELETTRICI Oggetto e scopo VERIFICA: insieme delle operazioni necessarie per accertare la rispondenza di un impianto elettrico a requisiti stabiliti (rispondenza alle prescrizioni

Dettagli

INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE.

INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE. INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE. Inverter DC-AC ad onda sinusoidale pura Da una sorgente in tensione continua (batteria) 12Vdc, 24Vdc o

Dettagli

EN 60204-1 Sicurezza del macchinario. www.aceconsulting.it. Equipaggiamento elettrico delle macchine UDINE, 22 OTTOBRE 2009

EN 60204-1 Sicurezza del macchinario. www.aceconsulting.it. Equipaggiamento elettrico delle macchine UDINE, 22 OTTOBRE 2009 EN 60204-1 Sicurezza del macchinario Equipaggiamento elettrico delle macchine Matteo Marconi Stefano Piccagli UDINE, 22 OTTOBRE 2009 Le direttive LA LEGGE 1. Austria 2. Belgio 3. Bulgaria (dal 01 Gennaio

Dettagli

Protezione dai contatti indiretti

Protezione dai contatti indiretti Protezione dai contatti indiretti Se una persona entra in contatto contemporaneamente con due parti di un impianto a potenziale diverso si trova sottoposto ad una tensione che può essere pericolosa. l

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE. QPV-C Specifiche tecniche quadri di campo

SPECIFICHE TECNICHE. QPV-C Specifiche tecniche quadri di campo SPECIFICHE TECNICHE QPV-C Specifiche tecniche quadri di campo (Descrizione) Fornitura e posa in opera di: n. ( ) Quadro di Campo/i, gamma Reverberi, modello QPV-C, per sezionamento del generatore fotovoltaico

Dettagli

Studio Tecnico Dott. Ing. Paolo Caruana La Spezia

Studio Tecnico Dott. Ing. Paolo Caruana La Spezia 1. PREMESSA Nella presente relazione sono illustrati i criteri di scelta delle soluzioni progettuali adottate, in relazione alla classificazione dei luoghi ed in ottemperanza alle norme tecniche di riferimento.

Dettagli

SPD: che cosa sono e quando devono essere usati

SPD: che cosa sono e quando devono essere usati Antonello Greco Gli SPD, o limitatori di sovratensione, costituiscono la principale misura di protezione contro le sovratensioni. La loro installazione può essere necessaria per ridurre i rischi di perdita

Dettagli

VERIFICA E CONTROLLO DEGLI IMPIANTI NEI LOCALI AD USO MEDICO. RELATORI: Dr. Nicola CARRIERO Dr. Carmineraffaele ROSELLI

VERIFICA E CONTROLLO DEGLI IMPIANTI NEI LOCALI AD USO MEDICO. RELATORI: Dr. Nicola CARRIERO Dr. Carmineraffaele ROSELLI VERIFICA E CONTROLLO DEGLI IMPIANTI NEI LOCALI AD USO MEDICO RELATORI: Dr. Nicola CARRIERO Dr. Carmineraffaele ROSELLI OGGETTO E SCOPO DELLE VERIFICHE Per verifica si intende l insieme delle operazioni

Dettagli

CMS - Sistema di misurazione della corrente Un nuovo livello di efficienza ed affidabilità

CMS - Sistema di misurazione della corrente Un nuovo livello di efficienza ed affidabilità CMS - Sistema di misurazione della corrente Un nuovo livello di efficienza ed affidabilità CMS - Sistema di misurazione della corrente Un sistema ricco di vantaggi Il CMS è un sistema di misura multicanale

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali 28111.03 www.caleffi.com Regolatore digitale SOLCAL 1 Copyright 2012 Caleffi Serie 257 MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE Funzione 1 Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici 3 Caratteristiche

Dettagli

Istruzioni per l uso. Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller.

Istruzioni per l uso. Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller. Istruzioni per l uso Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller. T( C) Controller B 170 T1 7 4 8 5 9 6 Eurotherm 2132i start

Dettagli

Impianto di controllo automatico ZTL Comune di Como. Relazione tecnica di calcolo impianto elettrico SOMMARIO

Impianto di controllo automatico ZTL Comune di Como. Relazione tecnica di calcolo impianto elettrico SOMMARIO SOMMARIO 1. Finalità... 2 2. Dati del sistema di distribuzione e di utilizzazione dell energia elettrica... 2 3. Misure di protezione dai contatti diretti... 2 4. Misure di protezione dai contatti indiretti...

Dettagli

Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000V in corrente alternata e a 1500V in corrente continua

Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000V in corrente alternata e a 1500V in corrente continua Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000V in corrente alternata e a 1500V in corrente continua Norma CEI 64-8 Parte 6 Verifiche Definizioni Generalità Esame

Dettagli

Dare voce alla sicurezza Clinos 3000, il sistema di comunicazione per strutture ospedaliere

Dare voce alla sicurezza Clinos 3000, il sistema di comunicazione per strutture ospedaliere Dare voce alla sicurezza Clinos 3000, il sistema di comunicazione per strutture ospedaliere Far parlare l efficienza ABB i-bus KNX, le soluzioni di Building Automation per ambienti ospedalieri ABB i-bus

Dettagli

Effetti fisiopatologici della corrente elettrica

Effetti fisiopatologici della corrente elettrica Sicurezza elettrica: Effetti fisiopatologici della corrente elettrica Effetti della corrente sul corpo umano folgorazione ed arco elettrico - Protezione dai contatti elettrici - Aspetti costruttivi degli

Dettagli

ON 1 2 3 4 5 6 7 8 1,5 3 4,5 4 ON OFF ECO +5 +10 +20 -10 -20. Istruzioni d uso 10/08 - CI

ON 1 2 3 4 5 6 7 8 1,5 3 4,5 4 ON OFF ECO +5 +10 +20 -10 -20. Istruzioni d uso 10/08 - CI P A R T. T37 B Sistema Gestione Energia 3 5 6 7 8 8-5 5 - - + + kw Istruzioni d uso /8 - CI 8 5-5 + - + - Sistema Gestione Energia. ISTRUZII PER L UTENTE. Generalità del sistema Il sistema è in grado di

Dettagli

Corso di specializzazione in Prevenzione incendi (Legge 7 dicembre 1984, n. 818) IMPIANTI ELETTRICI

Corso di specializzazione in Prevenzione incendi (Legge 7 dicembre 1984, n. 818) IMPIANTI ELETTRICI Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza Corso di specializzazione in Prevenzione incendi (Legge 7 dicembre 1984, n. 818) IMPIANTI ELETTRICI Ing. Claudio Noro libero professionista - Vicenza 1

Dettagli

PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI MARCO PERZOLLA A.S.: 2014-2015 CLASSE: 5 B-ET. Si No

PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI MARCO PERZOLLA A.S.: 2014-2015 CLASSE: 5 B-ET. Si No DOCENTE : VINCENZI RICCARDO MARCO PERZOLLA MATERIA: A.S.: 2014-2015 CLASSE: 5 B-ET TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno

Dettagli

EL.C.I. Automazione & Elettronica Strada S. Mauro 139 / 6l

EL.C.I. Automazione & Elettronica Strada S. Mauro 139 / 6l EL.C.I. Automazione & Elettronica Indirizzo Strada S. Mauro 139 / 6l Citta 10156 Torino Paese Italia Fax 011 / 273.25.58 0348.999.83.73 e-mail.elci.italo.casalone@libero.it Telefono 011 / 273.25.58 0348.22.57.124

Dettagli

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra Classificazione dei sistemi in categorie secondo la loro tensione nominale In relazione alla loro tensione nominale i sistemi

Dettagli

SEE. Applicazioni industriali: Caratteristiche generali. Ramo batteria (tecnologia SCR) Raddrizzatori doppio ramo

SEE. Applicazioni industriali: Caratteristiche generali. Ramo batteria (tecnologia SCR) Raddrizzatori doppio ramo Raddrizzatori doppio ramo SEE RADDRIZZATORE A DOPPIO RAMO, USCITA +/-1% Soluzione dedicata con batterie a vaso aperto o NiCd con tensione di uscita 110 o 220 V CC sino a 500 A Applicazioni industriali:

Dettagli

Terasaki Italia Srl via Campania, 4-20090 Segrate (MI) Tel. 022137574 - Fax 0226922931 www.terasaki.it - terasaki@tin.it. Contatti indiretti

Terasaki Italia Srl via Campania, 4-20090 Segrate (MI) Tel. 022137574 - Fax 0226922931 www.terasaki.it - terasaki@tin.it. Contatti indiretti Contatti indiretti Premessa Nel presente articolo è trattata l installazione degli interruttori differenziali modulari per la protezione delle persone dai contatti indiretti nell edilizia residenziale.

Dettagli

Sistemi Elettrici }BT }AT

Sistemi Elettrici }BT }AT Sistemi Elettrici DEFINIZIONE (CEI 11-1) Si definisce SISTEMA ELETTRICO la parte di impianto elettrico costituita dai componenti elettrici aventi una determinata TENSIONE NOMINALE (d esercizio). Un sistema

Dettagli

Classificazione dei Sistemi Elettrici

Classificazione dei Sistemi Elettrici Classificazione dei Sistemi Elettrici Classificazione dei Sistemi Elettrici in base alla tensione Sistema elettrico: complesso delle macchine, delle apparecchiature, delle sbarre e delle linee aventi una

Dettagli

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW

QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO (ACP) Serie GBW QUADRO DI CONTROLLO MANUALE/AUTOMATICO () Generalità Quadro di comando e controllo manuale/automatico () fornito a bordo macchina, integrato e connesso al gruppo elettrogeno. Il quadro utilizza un compatto

Dettagli

italiano CONFORME CEI 0-21 linea inverter STL touch screen grafico a colori datalogger integrato presa USB a pannello Indoor/Outdoor

italiano CONFORME CEI 0-21 linea inverter STL touch screen grafico a colori datalogger integrato presa USB a pannello Indoor/Outdoor italiano CONFORME CEI 0-21 linea inverter STL touch screen grafico a colori datalogger integrato presa USB a pannello Indoor/Outdoor tecnologia d avanguardia Inverter di concezione avanzata e prestazioni

Dettagli

Sistema di controllo per tracciamento elettrico

Sistema di controllo per tracciamento elettrico DIGITRACE HTC-915-CONT Sistema di controllo per tracciamento elettrico Descrizione del prodotto Il sistema DigiTrace HTC-915 è un unità di controllo compatta per circuiti di tracciamento elettrico, funzionalmente

Dettagli

Relazione tecnica Impianto Elettrico Fisso a servizio dell'impianto Idroelettrico sito in Chiusa Pesio (CN) - Loc. Certosa

Relazione tecnica Impianto Elettrico Fisso a servizio dell'impianto Idroelettrico sito in Chiusa Pesio (CN) - Loc. Certosa Relazione tecnica Impianto Elettrico Fisso a servizio dell'impianto Idroelettrico sito in Chiusa Pesio (CN) - Loc. Certosa DESCRIZIONE DELL OPERA La presente relazione si riferisce alla realizzazione di

Dettagli

emobility e abitazioni residenziali Soluzioni e sistemi di ricarica per veicoli elettrici nelle abitazioni private

emobility e abitazioni residenziali Soluzioni e sistemi di ricarica per veicoli elettrici nelle abitazioni private emobility e abitazioni residenziali Soluzioni e sistemi di ricarica per veicoli elettrici nelle abitazioni private Soluzioni di ricarica per posti auto privati e unità abitative indipendenti Le stazioni

Dettagli

Compressori serie 134-XS e 134-S Dispositivi Elettrici (EA_05_09_I)

Compressori serie 134-XS e 134-S Dispositivi Elettrici (EA_05_09_I) Compressori serie 134-XS e 134-S Dispositivi Elettrici (EA_05_09_I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 5.1 GENERALITÀ 2 5.2 DISPOSITIVI DI PROTEZIONE 5 5.2.1 Termistori motore 5 5.2.2 INT 69 VS 5 5.2.3 INT 69 RCY 6

Dettagli

Documento tecnico - Europa. Messaggi di evento Enphase Enlighten. Messaggi e avvisi Enlighten. Tensione CA media troppo elevata

Documento tecnico - Europa. Messaggi di evento Enphase Enlighten. Messaggi e avvisi Enlighten. Tensione CA media troppo elevata Documento tecnico - Europa Messaggi di evento Enphase Enlighten Messaggi e avvisi Enlighten Di seguito vengono riportati i messaggi che potrebbero essere visualizzati in Enlighten o nell'interfaccia di

Dettagli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli CENTRALE PIANETASOLE BEGHELLI Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L USO Indice Cos è la Centrale

Dettagli

3554-3555 PROVA BATTERIE

3554-3555 PROVA BATTERIE 3554-3555 PROVA BATTERIE 3555 3554 Prova le batterie anche senza scollegarle dal circuito di mantenimento = RISPARMIO di tempo e costo!! Resistenza interna Capacità di scarica L efficienza di molti dispositivi

Dettagli

ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA

ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA Oggetto della presente relazione è la progettazione relativa all illuminazione di servizio e di emergenza della zona tecnica della piscina

Dettagli

GENERATORE MESSO A TERRA CON TRASFOMATORE PRIMARIO FUNZIONAMENTO CON AVVIATORE STATICO

GENERATORE MESSO A TERRA CON TRASFOMATORE PRIMARIO FUNZIONAMENTO CON AVVIATORE STATICO GENERATORE MESSO A TERRA CON TRASFOMATORE PRIMARIO FUNZIONAMENTO CON AVVIATORE STATICO Durante il funzionamento in fase di avviamento, il turbogas è alimentato da un avviatore statico; lo schema di funzionamento

Dettagli

Norma CEI 0-21: Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT

Norma CEI 0-21: Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT Norma CEI 0-21: Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica Regola tecnica di connessione BT Norma CEI 0-21:

Dettagli

Nuovo sistema di protezione modulare ETIMAT Scatta la protezione che conviene.

Nuovo sistema di protezione modulare ETIMAT Scatta la protezione che conviene. Nuovo sistema di protezione modulare ETIMAT Scatta la protezione che conviene. Power needs control ETIMAT. Apparecchi modulari per la protezione. Scatta la protezione che conviene. Il nuovo sistema di

Dettagli