In questo numero. Editoriale Elezioni RSA Fiscale Sicurezza Donne Economia Libri, film e ricetta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "In questo numero. Editoriale Elezioni RSA Fiscale Sicurezza Donne Economia Libri, film e ricetta"

Transcript

1 La FISMIC si conferma come l Organizzazione che ha avuto la maggiore crescita nelle elezioni RSA in FIAT e conquista il primo posto a Termoli. Il primo dato che va sottolineato è la straordinaria partecipazione dei lavoratori al voto (83,59% sui circa 27mila lavoratori chiamati al voto); questo dato dimostra inequivocabilmente l adesione della stragrande maggioranza dei lavoratori e delle lavoratrici al modello partecipativo nato con l accordo di Pomigliano che ha prodotto come risultato maggiore occupazione e salvaguardia dei diritti, nonostante l opposizione e le chiacchiere false della FIOM. Risalta in questo quadro positivo l ottimo risultato della FISMIC che passa dal 20 al 25,1% dei consensi elettorali rispetto alla tornata elettorale di tre anni orsono, registrando la crescita maggiore in termini di voti e percentuali rispetto a tutte le altre Organizzazioni Sindacali. La FISMIC inoltre vince le elezioni nello stabilimento FCA di Termoli e nella Sirio e risulta seconda in FMA, in SATA e MM di Melfi, in CNHI di Modena, alla Costruzione Stampi di TO e registra un importantissimo risultato a Pomigliano e a Lecce, dove cresce sia in termini di delegati che in voti. Più in generale la FISMIC registra una crescita di 13 RSA rispetto alla tornata precedente (57 ed erano 44): vogliamo sottolineare che la FISMIC ha eletto finora tra le sue fila due donne in FMA (Ida Bianco e Alfonsina Ciccarelli) e che Cantone di Pomigliano e Ditolve di SATA hanno superato le 200 preferenze personali, superando di gran lunga ogni precedente risultato individuale di candidati. Questi risultati lusinghieri si sommano inoltre a quelli sicuramente buoni dell AQCF, organizzazione con cui la FISMIC ha una solida alleanza. Viene quindi premiato particolarmente il Sindacato che per primo e con maggiore vigore ha creduto che la rinascita della FIAT in Italia passava per accordi sindacali innovativi che hanno permesso la salvaguardia dei diritti e l introduzione di nuovi sistemi di lavorazione con decine di miliardi di Euro di investimenti sia nei prodotti, che nei processi produttivi che sulle risorse umane. La FCA e la CNHI sono realtà completamente diverse dal precedente mondo FIAT, che era tutto ancorato sul mercato nazionale; oggi si producono vetture prestigiose e di grande qualità che vanno sul mercato mondiale (basti pensare a Jeep, Maserati, a Ferrari e tra poco all Alfa). Il risultato elettorale lusinghiero ottenuto dalla FISMIC premia l impegno dei candidati che ci hanno messo la faccia, ma è anche la naturale conseguenza della nostra coerenza di linea dell ultimo decennio. Ringrazio quindi, conclude il Segretario Generale Roberto Di Maulo, tutti i candidati e le candidate alle elezioni, ma soprattutto i lavoratori che hanno espresso finora in oltre voti di lista la loro preferenza alla nostra Organizzazione Sindacale. Siamo anche convinti che nelle prossime settimane tale tendenza si consoliderà, ripagando i sacrifici che in questi anni abbiamo fatto per mantenere in Italia il settore automobilistico. In questo numero Editoriale Elezioni RSA Fiscale Sicurezza Donne Economia Libri, film e ricetta Il lavoro rivela il carattere delle persone: alcuni si tirano le maniche, altri girano al largo e altri ancora non si fanno proprio vedere. Sam Ewing DIRETTORE RESPONSABILE VINCENZO BACARANI PROGETTO GRAFICO E REDAZIONE MARTINA ROMANO FEDERICA CICCARELLI SARA RINAUDO CONTATTI

2 Viene quindi premiato particolarmente il Sindacato che per primo e con maggiore vigore ha creduto che la rinascita della FIAT in Italia passava per accordi sindacali innovativi che hanno permesso la salvaguardia dei diritti e l introduzione di nuovi sistemi di lavorazione con decine di miliardi di Euro di investimenti sia nei prodotti, che nei processi produttivi che sulle risorse umane. La FISMIC, ricordiamo, ha sostenuto con impegno gli importanti accordi che stanno consolidando e riconoscendo i lavoratori della Ferrari, non solo attraverso il CCSL ma principalmente con l accordo di Premio (in un periodo non certamente facile) che riconosce ai lavoratori il loro impegno per il raggiungimento degli obiettivi aziendali. Venerdì 27 Febbraio assemblee con i lavoratori Nella giornata del 25 Febbraio l azienda incontra i sindacati firmatari dell accordo 2010 (Fismic, Uilm, Fim e Ugl) per affrontare gli aspetti relativi alle produzioni della Jeep Renegade e della Fiat 500X a Melfi. Venerdì 27, inoltre, si svolgeranno nello stabilimento assemblee per rendere partecipi i lavoratori della trattativa, informarli della prima fase e raccoglierne le indicazioni e valutazioni.

3 Aumentano le convenzioni tra Giubileo, impresa di onoranze funebri leader in Italia, e organizzazioni sindacali o Cral aziendali. Ultime in ordine di tempo quelle con Siulp (Sindacato Italiano Unitario dei Lavoratori della Polizia) e Uil (Unione Italiana del Lavoro), che si aggiungono a quelle stipulate col sindacato metalmeccanici Fismic e col Cral del Gruppo Trasporti Torinesi. Le convenzioni nascono dall intento di offrire condizioni agevolate al maggior numero possibile di famiglie spiegano da Giubileo Ciò si concretizza in due aspetti: sconti sui servizi funebri e collaborazione nel disbrigo delle pratiche burocratiche che purtroppo inevitabilmente seguono dopo la conclusione del servizio funebre. Giubileo, a questo proposito, ha da tempo allestito un gruppo di lavoro del quale fanno parte un patronato e alcuni professionisti. Per quel che riguarda l assistenza in ambito pensionistico, il gruppo ora si allarga accogliendo il patronato della Fismic- Confsal. Peculiarità di quest ultima collaborazione è che, all occorrenza, il servizio può ora anche svolgersi a domicilio di anziani e di chi, più in generale, ha difficoltà nel raggiungere la sede di Giubileo specificano dalla sede di corso Bramante In generale, è strutturato in modo da risolvere le pratiche in modo efficace e nel minor tempo possibile. Quando ha raccolto tutta la documentazione (in base a un elenco che riceve dalla segret e r i a d i G i u b i l e o ), l interessato fissa un appuntamento con l addetto del Patronato. Spetta a lui verificare che ci siano tutti i documenti necessari, e poi compilare il modulo da inviare all Inps o ad altro ente. La documentazione parte con sollecitudine, per via telematica, ed è seguit a d a l p l i c o c o n l incartamento, che viene consegnato all Ente a cura del Patronato. A quel punto la pratica viene presa in carico dall Ente Previdenziale I Patronati si occupano della liquidazione della pensione di r e v e r s i b i l i t à, o p p u r e dell accredito dei ratei di pensione non riscossi (recupero delle rate pregresse) nel caso ci siano degli eredi. Grazie a Giubileo è inoltre possibile il contatto con un Caf (Centro di assistenza fiscale) che si occupa delle dichiarazioni 730 e Unico, cessazione di rapporti contrattuali (per es. Telepass, finanziamenti, ecc.), cessazione di rapporti con badanti e colf. Giubileo è inoltre in contatto con una agenzia di pratiche auto, che può intervenire in c a s o d i v a r i a z i o n e d intestazione, vendita, voltura del veicolo. Tocchiamo ogni giorno con mano quanto questi servizi siano graditi dicono da Giubileo - Evitano ai famigliari del defunto la peregrinazione tra uffici e uffici, senza avere la certezza di aver assolto a tutti gli obblighi burocratici. Giubileo, inoltre, da tempo collabora con un gruppo di Professionisti in grado di inquadrare i problemi di tipo legale che conseguono a un decesso: Il primo incontro è gratuito, e non vincolante sottolineano dall impresa di corso Bramante Se emergerà la necessità del ricorso a un professionista, il cliente potrà decidere se proseguire con gli specialisti che ha già conosciuto grazie a noi, oppure rivolgersi ad altri. In particolare si possono conoscere esperti in materia di successione, oppure chi è in grado di rispondere a quesiti legali a più ampio raggio: per esempio chiusura di attività, oppure cessazione di conti bancari, trasferimento di mutui o, ancora, verifica di eventuali coperture assicurative. Inoltre, dove occorresse, siamo convenzionati con un Notaio. Non pensate che ciò che Giubileo offre sia un di più, rispetto ai suoi compiti istituzionali? Perché andare oltre? Rientra in quello che definiamo lo stile Giubileo : non dimentichiamo mai di avere di fronte delle persone, che attraversano un momento particolarmente difficile della loro esistenza. Cerchiamo allora di alleggerire il più possibile il loro peso: nei giorni delle esequie, ma anche per affrontare il domani con qualche preoccupazione in meno.

4 Si annunciano tempi duri per i colossi industriali che inquinano. E l avviso ai naviganti vale anche per chi entrerà nella complessa partita della gestione dell Ilva. C è, infatti, una nuova consapevolezza in Europa sulla necessità di salvaguardare la salute dei lavoratori. Non solo e non tanto per nobili ragioni, ma perché «prevenire i rischi e promuovere condizioni di lavoro più sicure e sane comporta vantaggi non solo per la forza lavoro, ma anche per l economia perché migliora la produttività e la competitività delle imprese, specie in tempi di crisi». Questo recita almeno il documento adottato il 6 giugno scorso dalla Commissione europea che presto si tradurrà in direttiva e che è stato discusso nei giorni scorsi dal Comitato delle Regioni. Prevenire, ha scoperto l Ue, è meglio che curare e «una più solida regolamentazione in materia contribuisce a migliorare la sostenibilità dei sistemi di sicurezza sociale (compreso quello sanitario) e a rimediare agli effetti dell invecchiamento». Secondo un rapporto dell Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, infatti, ogni anno muoiono di incidenti sul lavoro più di 4mila lavoratori (e oltre tre milioni sono coinvolti in incidenti gravi sul lavoro) che comportano un assenza dal lavoro di oltre tre giorni. I costi delle assenze per malattia e quelli previdenziali «sono diventati intollerabilmente elevati», si legge nel rapporto. La Germania, che ha fatto i conti, ha calcolato «460 milioni di giorni di assenza per malattia all anno che si traducono in una perdita di produttività stimata pari al 3,1 per cento del Pil» recita il rapporto. Così ora le politiche della Ue in materia vanno adeguandosi su tre parametri: tolleranza zero per i colossi industriali; sostegno economico delle micro e piccole imprese affinché mettano in atto misure di prevenzione, superando il gap dei costi elevati e la gravosità delle procedure che spesso induce a eludere queste direttive. Terzo: affrontare i rischi nuovi ed emergenti delle malattie da lavoro. Necessario anche far fronte al cambiamento demografico. Sul piatto della bilancia della Commissione oggi pesa di più la salute che la sicurezza sul lavoro, che ha ormai un sistema di regole codificate, anche se spesso ancora inapplicate. «La nuova strategia della Commissione spiega Mauro D Attis, appena eletto vicepresidente della delegazione Ppe al Comitato delle Regioni e relatore del parere in materia, offerto alla Commissione qualche giorno fa sposta l interesse dall antinfortunistica classica alla classificazione dei rischi emergenti e delle nuove malattie. Errori come sono stati fatti per l Ilva difficilmente si ripeteranno in futuro. C è una forte spinta, che sarà leggibile già nella prossima direttiva, che punta a inasprire il controllo in fabbrica su tutte le patologie croniche, sulle malattie cancerogene e sulle nuove malattie da nanomateriali. Le direttive d ora in avanti si annunciano molto più restrittive che in passato per le industrie che creano questo tipo di danno». L Italia, intanto, fa già le prime prove tecniche. Il ministro dell Ambiente, Gian Luca Galletti, proprio ieri ha dichiarato che «non c è salvataggio dell Ilva, se non c è anche la realizzazione del piano ambientale. Questo lo sanno tutti e lo sa anche chi vuole investire nell Ilva. Le due cose stanno insieme. Nessuno può pensare di fare un azienda lì se non c è una completa salvaguardia dell ambiente». E, quindi, della salute. «Noi abbiamo una scadenza, che è il 30 agosto del 2016, da questa non si scappa ha detto ancora entro quella data dobbiamo realizzare un Piano ambientale che è molto ambizioso. Per portarlo a compimento ci vogliono risorse e le stiamo reperendo». Il tesoretto sta «nel sequestro di 1,2 miliardi dei Riva da parte del tribunale di Milano che sta andando in porto e quei soldi andranno alla realizzazione del piano», ha chiuso il ministro. Sempre ieri è stato presentato un emendamento in commissione Industria, al Senato, per il quale è previsto lo stanziamento di 5 milioni di euro per la realizzazione del polo di onco-ematologia pediatrica, in particolare per le leucemie. Secondo l emendamento, la Regione Puglia è autorizzata alla spesa di 500mila euro per il 2015 e di 4,5 milioni per il Lo stanziamento era stato annunciato dal premier Renzi alla vigilia di Natale, quando venne varato il decreto salva-ilva, ma era poi scomparso dal decreto pubblicato in Gazzetta ufficiale. Ora un emendamento lo ripristina. La copertura si ricaverà da una parte residua dei fondi destinati al Mef per l anno 2015.

5 Sorella. Madre. Moglie: Amante. Amica. Compagna di classe. Collega. Vicina. Cugina. Estranea. DONNA. Ma soprattutto, in questo articolo, lavoratrice. Ogni donna per ogni persona, per ognuno di noi assume uno di questi ruoli. Ma il ruolo che la donna ha dovuto combattere per ottenere è quello di: LAVORA- TRICE e in quanto tale ha dei diritti e dei doveri. Il lavoro femminile rappresenta un aspetto importante dello sviluppo occupazionale ed è un fattore in continua evoluzione. Le donne considerano il lavoro un'attività fondamentale da preservare lungo l'arco della vita perché importante per l'identità personale, in quanto garanzia di indipendenza e di riconoscimento sociale. Un riconoscimento sociale che fino agli anni 60 non aveva riscontro nella modo di pensare delle famiglie Italiane. Le donne sono, in alcuni ambiti, sempre più presenti in ambito lavorativo e raggiungono tra l altro posizioni di rilievo. Nonostante il continuo sviluppo del lavoro femminile ci sono ancora forti squilibri rappresentati dalla tuttora scarsa presenza delle donne nei livelli alti d'inquadramento e dalla loro quasi assenza nei livelli al vertice. Per questo che la legge è intervenuta, più volte, al fine di garantire le pari di opportunità e di trattamento fra gli uomini e le donne in ambito lavorativo e sociale. Il primo punto di riferimento a garanzia della parità dei sessi è proprio la Costituzione Italiana. Ed è proprio nei primi articoli che si parla delle pari opportunità: Art. 3. Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese. Art. 37. La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire l'adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e essere degradanti, hanno l'effetto di violare la dignità di una lavoratrice e di creare un clima intimidatorio, ostile, umiliante e in oltre offensivo (art. 4, comma 2-bis, Legge n. 125/1991). In ambito lavorativo, purtroppo, le molestie più frequenti sono quello a sfondo sessuale e sono considerate tali espresse in forma fisica, verbale o non verbale. È un fenomeno più diffuso di quanto si pensi, basta pensare che secondo l Istat sono un milione e 224mila le donne tra i 15 e i 65 anni che hanno subito molestie o ricatti sessuali nell arco della loro vita lavorativa. Un dato pari all 8,5 per cento delle lavoratrici attuali o passate, incluse le donne in cerca di occupazione. Le molestie rappresentano il 31,2 per cento, i ricatti e le richieste di disponibilità il restante 68,8 per cento. Un altro problema non indifferente è la diversità di stipendio, l importo della busta paga tra tra colleghi con mansioni e incarichi equivalenti risulta differente in base al sesso. Le cause di questo fenomeno sono complesse e correlate. In media un uomo guadagna il 16% in più di una donna. Uno dei principali fondamenti del nostro Paese è la famiglia e, in uno scenario contemporaneo in cui la crisi economica e sociale è sempre più accentuata, la donna in quanto fulcro del nucleo familiare dovrebbe essere più tutelata. All'interno delle aziende, queste discriminazioni basate sul genere sono scaturite da molti fattori, ma il principale è la maternità e al luogo comune che le donne debbano occuparsi interamente ed esclusivamente alla cura della famiglia; le donne infatti, si trovano ad affrontare una molteplicità di compiti sia lavorativi che nella cura del nucleo familiare. Questo meccanismo complica particolarmente l accesso o lo sviluppo delle opportunità lavorative, rispetto ai colleghi uomini impiegati alla loro stessa mansione. Già le lavoratrici non godono di tutte le tutele previste per legge, poi quando la lavoratrice decide di mettere su famiglia i rischi per la propria occupazione e il pro- Per ricevere l assegno si deve tenere conto del reddito del nucleo familiare di appartenenza del genitore che richiedente. Per effettuare questo c a l c o l o dell ISEE, non deve essere superiore a 25mila euro annui (secondo quanto stabilito dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri 159/2013). Se il valore dell'isee dovesse essere inferiore a 7mila euro annui l intero importo è raddoppiato. I beneficiari di tale agevolazione saranno: i cittadini italiani o di uno stato membro dell'unione europea o cittadini di stati e- xtracomunitari, muniti di un regolare permesso di soggiorno. Un altro bonus, che interessa le mamme lavoratrici è il bonus asili e babysitter. Come recita l articolo 4, comma 24, lettera b) della legge 28 giugno 2012, n. 92, le lavoratrici Neo- Mamme avranno la possibilità di chiedere un contributo economico che può essere utilizzato per pagare la babysitter oppure l asilo nido, pubblico o privato convenzionato. Il contributo sarà riconosciuto nei limiti delle risorse erogate dal ministero del lavoro attraverso l ordine di presentazione delle domante. Ne usufruiranno le lavoratrici dipendenti di amministrazioni pubbliche o private comprese le libere professioniste. Qualcosa sta cambiando e questi Bonus ne sono la prova, ora sta a noi continuare in questa direzione. Perché un paese senza forza lavoro femminile e senza natalità infantile è un Paese destinato a scomparire. Articolo a cura di : Romano Martina

6 Di Sara Rinaudo l 20 febbraio si è dimostrata una giornata importante per il Paese, sono stati varati finalmente i decreti attuativi previsti dalla riforma del Jobs Act, che in molti attendevano da tempo. Rimane solo da aspettare la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei decreti nella loro interezza, anche se il contenuto di ognuno è già ben conosciuto. Il Consiglio dei ministri ha approvato i decreti senza variazioni di rilievo, via libera, dunque al contratto a tutele crescenti, alle liberalizzazioni, alla semplificazione dell uscita dai contratti, alla nuovo assegno di disoccupazione (Naspi), alle nuove agevolazioni per la maternità e all introduzione dei nuovi ammortizzatori sociali. Non c è dubbio che per il nostro Paese il via libera ai decreti attuativi del Jobs Act, soprattutto quelli sul nuovo contratto a tutele crescenti e quelli degli ammortizzatori sociali, sia una tappa importante di questo 2015, che porteranno ad una svolta concreta e positiva, non solo nell ambito del mercato del lavoro ma anche nella ripresa della crescita economica generale. Come dichiara il Segretario Generale Fismic Roberto Di Maulo: la Fismic ha auspicato con fermezza l introduzione del decreto legislativo del Jobs Act; è un passo importante nella storia del nostro Paese che farà sì che la ruota economica torni a girare, promuovendo produzione ed innovazione. Il Jobs Act è una spinta forte per le aziende che, come previsto, da Gennaio di quest anno già tornano ad assumere: basti pensare alle 1500 nuove assunzioni a Melfi e allo stop unito alla richiesta di straordinari nello stabilimento di Pomigliano da parte del gruppo FCA. Insieme a numerose altre misure previste dalla Legge di Stabilità, il Jobs Act crea finalmente un inversione a favore del lavoro, rimarcando lo sforzo positivo e l attenzione al lavoro che il governo Renzi sta portando avanti. Il Jobs Act può essere riassunto in 5 punti fondamentali, ma guardiamo punto per punto cosa sta cambiando realmente nel mondo del lavoro. Il primo e principale cambiamento è previsto nell ambito della stipulazione dei Immagine da lavoroediritti.com contratti: il contratto a tempo indeterminato, diventa il contratto privilegiato per assumere anche per controbilanciare la liberalizzazione dei contratti a termine del decreto Poletti. Per le aziende sarà appetibile assumere con contratti a tempo indeterminato grazie a sgravi fiscali previsti per i primi 36 mesi della durata del contratto. in cui le tutele andranno poi a crescere in base all'anzianità del lavoratore superando così l ormai vecchio art.18. Sarà inoltre più semplice far passare il lavoratore da una mansione all'altra, compreso il cosiddetto demansionamento, in caso di riorganizzazione, ristrutturazione o conversione aziendale. Un ulteriore intervento di semplificazione riguarda la smaterializzazione del DURC, superando l attuale sistema che impone ripetuti adempimenti burocratici alle imprese. Per dare un idea della rilevanza del provvedimento, si ricorda che nel 2013 i DURC presentati sono stati circa 5 milioni Gli ammortizzatori sociali. La delega è finalizzata a garantire la fruizione dei servizi essenziali in materia di politica attiva del lavoro su tutto il territorio nazionale, nonché ad assicurare l esercizio unitario delle relative funzioni amministrative. Gli ammortizzatori saranno estesi a tutti i lavoratori indipendentemente dall'azienda e del rapporto di lavoro, dove non sarà più prevista la cassa integrazione per la cessazione di attività. Ne segue l introduzione della nuova assicurazione per l impiego, Naspi. La durata del nuovo ammortizzatore è, infatti, rapportata alla storia contributiva del lavoratore e potrà arrivare ad un massimo di 24 mesi per chi abbia lavorato negli ultimi quattro anni, per scendere a18 mesi a far data dall 1 Gennaio Saranno rafforzato le politiche attive per favorire il venirsi incontro di domanda e offerta con la costituzione di un'agenzia nazionale per il lavoro Nuove tutele in campo di maternità. Sarà estesa anche alle lavoratrici prive di contratto a tempo indeterminato, sarà fatto attraverso contratti di solidarietà "attivi" che dovrebbero permettere a tutti di conciliare meglio i tempi di lavoro e di vita al di fuori del lavoro. Questo e molte altre sono le disposizioni che il governo ha messo in atto e che daranno una spinta concreta al

7 Il gip di Roma ha convalidato l'arresto dei 6 tifosi olandesi del Feyenoord fermati giovedì 19 nella zona di piazza di Spagna disponendo per tutti il divieto di dimora in Italia. La decisione è arrivata al termine degli interrogatori di garanzia svolti nel carcere di Regina Coeli. Gli hooligans nelle prossime ore saranno quindi rimpatriati. Nei loro confronti resta l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. "Un'amichevole Olanda-Italia da giocare a Rotterdam, un grande appuntamento di sport e amicizia il cui ricavato servirà a riparare i danni di piazza di Spagna". E' la proposta lanciata dal sindaco di Roma Ignazio Marino e dall'assessore allo Sport Paolo Masini. "In questi giorni - spiegano - abbiamo ricevuto migliaia di messaggi di solidarietà e rammarico da tifosi olandesi ed europei. La maggior parte degli appassionati sa che il calcio è prima di tutto rispetto e condivisione. Proponiamo alla FIGC di fare propria questa idea, confidando che venga accolta positivamente anche dalle autorità olandesi. Al brutto spettacolo cui abbiamo assistito in occasione di Roma-Feyenoord - concludono Marino e Masini - dobbiamo rispondere con i valori più sani e costruttivi dello sport". Arrivano direttamente dall'olanda le scuse al governo italiano per la devastazione dei tifosi del Feyenoord, che per due giorni hanno "invaso" il cuore di Roma danneggiando monumenti e luoghi-simbolo della Capitale. Il premier Mark Rutte ha telefonato oggi pomeriggio a Matteo Renzi per esprimergli vicinanza e disponibilità e ribadire i legami di amicizia tra i due Paesi. Nel frattempo in Italia non accenna a placarsi la polemica tra il sindaco di Roma, Ignazio Marino, ed il questore Nicolò D'Angelo. Questa mattina il primo cittadino ha incontrato il ministro dell'interno Angelino Alfano, al quale ha espresso la sua insoddisfazione per le affermazioni di ieri del questore. "Non può essere considerato un successo il fatto che non ci siano stati morti", ha tagliato corto Marino. Questa volta la replica è arrivata direttamente dal capo della Polizia, Alessandro Pansa, che si è detto "orgoglioso di tutti i poliziotti che hanno svolto il loro lavoro a Roma durante gli episodi di violenza di cui si sono resi protagonisti i tifosi olandesi". Da parte sua, Alfano ha ribadito che "Roma è una priorità nazionale sul tema della sicurezza", confermando l'invio di 500 militari nella Capitale e l'intenzione di proporre un daspo europeo contro la violenza nel calcio. Intanto la scorsa notte altri sei olandesi sono stati arrestati per danneggiamenti in diverse zone della città, prima contro segnali stradali e poi contro auto in sosta. Processati per direttissima sono stati tutti condannati con pene di alcuni mesi convertite in multe da 45mila euro. Nell'incontro di questa mattina al Viminale, Marino ed Alfano hanno discusso degli episodi di violenza degli ultimi due giorni ad opera dei tifosi olandesi. "Non abbiamo fatto analisi delle colpe o delle responsabilità - ha detto il sindaco - ma parlato delle soluzioni che devono arrivare immediatamente".tra queste l'arrivo in città di 500 militari e la convocazione, entro le prossime 72 ore, di un comitato per l'ordine e la sicurezza con la presenza dello stesso ministro dell'interno. "Non militarizzeremo la città - ha tenuto a precisare Marino -, ma libereremo da compiti di sorveglianza gli agenti delle forze dell'ordine". Da parte sua, Alfano ha assicurato che la sicurezza della Capitale sarà ulteriormente potenziata attraverso una legge che riguardi specificamente il tema del "contrasto al degrado urbano e il diritto alla vita sicura nelle città italiane". Immancabile, anche oggi, la bufera politica, con Maurizio Gasparri che accusa Alfano di "chiacchierare al vento". Accuse che il ministro Maurizio Lupi definisce "ridicole", così come le richieste di dimissioni del titolare del Viminale. "E' come tornare agli slogan del '68 - dice -, che tutto riconducevano al governo". Anche il capogruppo Ncd-Udc al Senato, Renato Schifani, difende l'operato di Alfano che "risponde con misure efficaci e concrete alle ingiuste e ingenerose accuse mosse in questi giorni". Non mancano accuse anche al sindaco Marino, definito da Fabrizio Cicchitto (Ncd) un "demagogo incapace". Nel frattempo, proprio nel giorno in cui vengono rimosse le transenne dalla fontana della Barcaccia - danneggiata durante l'"invasione" olandese a piazza di Spagna - in Campidoglio si comincia a pensare a nuove misure per tutelare le numerose opere d'arte in città, come un potenziamento delle già esistenti telecamere di vigilanza e una "maggiore collaborazione con le forze dell'ordine", come spiegato dall'assessore alla Cultura, Giovanna Marinelli. Proseguono poi le indagini parallele della procura di Roma, che procede per devastazione, e della polizia olandese. Mentre a piazzale Clodio si analizzano foto, video ed informative di polizia e carabinieri, da Rotterdam fanno sapere che "molto, molto presto" saranno in grado di fornire i nomi dei tifosi violenti. E dal suo profilo Twitter l'olimpionica italiana di nuoto, Federica Pellegrini, commenta le foto delle devastazioni con un laconico "Ma a casa loro no, eh?".

8 Amy e Nick si incontrano a una festa in una gelida sera di gennaio. Uno scambio di sguardi ed è subito amore. Lui la conquista con il sorriso sornione, l'accento ondulato del Missouri, il fisico statuario. Lei è la ragazza perfetta, bella, spigliata, battuta pronta, il tipo che non si preoccupa se bevi una birra di troppo con gli amici. Sono felici, innamorati, pieni di futuro. Qualche anno dopo però tutto è cambiato. Da Brooklyn a North Carthage, Missouri. Da giovani professionisti in carriera a coppia alla deriva. Amy e Nick hanno perso il lavoro e sono stati costretti a reinventarsi: lui proprietario del bar di quartiere accanto alla sorella Margo, lei casalinga in una città di provincia anonima e sperduta. Fino a che, la mattina del loro quinto anniversario, Amy scompare. È in quel momento, con le tracce di sangue e i segni di colluttazione a sfregiare la simmetria del salotto, che la vera storia del matrimonio di Amy e Nick ha inizio. Che fine ha fatto Amy? Quale segreto nasconde il diario che teneva con tanta cura? Chi è davvero Nick Dunne? Un marito devoto schiacciato dall'angoscia, o un cinico mentitore e violento, forse addirittura un assassino? Raccontato dalle voci alternate di Nick e Amy, "L'amore bugiardo" è una incursione nel lato oscuro del matrimonio. Un thriller costruito su una serie di rovesciamenti e colpi di scena che costringerà il lettore a chiedersi se davvero sia possibile conoscere la persona che gli dorme accanto. Fusilli: 400 gr. Broccoli: 400 gr. Basilico: 12 foglie Pecorino romano: 40 gr. Mandorle tostate (o pinoli): 50 gr. Olio d oliva: 50 ml. circa Sale Pepe Pulite i broccoli tagliando le cime e lavatele. Sbollentale le cime di broccolo in acqua salata e quando saranno al dente, scolatele e mettetele in acqua fredda per bloccarne la cottura. Scolate ben bene i broccoli e teneteli da parte. Prendete il mixer e nel boccale mettete i broccoli lessi, le foglie di basilico, le mandorle tostate tagliate al coltello (o pinoli), il pecorino romano grattugiato, sale, pepe e olio d oliva. Frullate il tutto, assaggiate ed aggiustate a vostro piacimento. Cucinate la pasta ed intanto prendete una padella, versateci il pesto di broccoli e diluitelo con alcuni cucchiai di acqua di cottura della pasta. Scolate la pasta al dente e trasferitela nella padella con il pesto di broccoli. Mantecate ed aggiungete acqua di cottura della pasta per diluire. Servite la pasta al pesto di broccoli con delle scagli di pecorino romano e delle mandorle tostate a lamelle. Nella primavera del 1965 un gruppo di manifestanti, guidati dal reverendo Martin Luther King, scelsero la cittadina di Selma, in Alabama, nel profondo sud degli Stati Uniti, per manifestare pacificamente contro gli impedimenti opposti ai cittadini afroamericani nell'esercitare il proprio diritto di voto. L'afroamericana 42enne Ava DuVernay, miglior regista al Sundance Film Festival del 2012 per Middle of Nowhere, sceglie a sua volta quell'episodio storico come cartina di tornasole della battaglia per i diritti civili in America e offre un ritratto complesso e sfaccettato di una delle personalità più influenti e meno cinematograficamente documentate del passato americano. DuVernay realizza una serie di piccoli miracoli: primo fra tutti togliere MLK dall'agiografia per restituirci la sua umanità, comprensiva di dubbi, sconfitte e cedimenti, senza per questo (o anzi, proprio per questo) sminuire la sua statura etica e politica e la sua importanza nell'evoluzione di una coscienza civile collettiva. L'interpretazione di David Oyelowo (già protagonista di Middle of Nowhere), incomprensibilmente privata di una candidatura all'oscar, è da brividi, soprattutto in lingua originale, durante la riproposizione dei discorsi pubblici del Dottor King che iniziano in tono sommesso e si gonfiano di travolgente potenza retorica, culminando nei toni trascinanti della predica che ricordano al pubblico la formazione religiosa del pastore protestante e la convinzione che ha sostenuto la sua capacità di resistere pacificamente a umiliazioni e violenze, spingendolo verso un traguardo alto e collettivo - una lezione quanto mai adatta ai nostri tempi su come un credo dovrebbe essere strumento di elevazione spirituale e di rifiuto della barbarie, non di aggressione e oppressione.

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale 2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale a. Direttiva 2011/98/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 dicembre 2011, relativa a una procedura unica di domanda

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro (adottate dall Ente in data 10/06/2014) La Provincia di Cuneo intende promuovere un ambiente di lavoro scevro da qualsiasi tipologia di discriminazione.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione

Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione Testo estratto dagli archivi del sistema ItalgiureWeb del CED della Corte di Cassazione LEGGE 20 FEBBRAIO 1958, n. 75 (GU n. 055 del 04/03/1958) ABOLIZIONE DELLA REGOLAMENTAZIONE DELLA PROSTITUZIONE E

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA.

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA. DOV'ERA LA CGIL? Al quesito post ideologico che as silla il presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, tentiamo di dare una risposta per i fatti e non per l'ideologia. Era il 2009 e la CGIL scriveva

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

LE DISCRIMINAZIONI SUI LUOGHI di LAVORO

LE DISCRIMINAZIONI SUI LUOGHI di LAVORO 1 LE DISCRIMINAZIONI SUI LUOGHI di LAVORO Il tema discriminazioni e della promozione delle pari opportunità nei luoghi di lavoro è un argomento di grande attualità perché investe profili di carattere tecnico-

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Senato della Repubblica. Costituzione

Senato della Repubblica. Costituzione Senato della Repubblica Incontro con la Costituzione giugno 2010 A cura dell'ufficio comunicazione istituzionale del Senato della Repubblica La presente pubblicazione è edita dal Senato della Repubblica.

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione; SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI PER IL RIORDINO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN CASO DI DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA E DI RICOLLOCAZIONE DEI LAVORATORI DISOCCUPATI,

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 AMMORTIZZATORI SOCIALI : LUCE E OMBRE PENALIZZATI LAVORATORI E LAVORATRICI STAGIONALI CON UN REDDITO NETTO MENSILE DI

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE La privacy DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE Temi in classe Non lede la privacy l insegnante che assegna ai propri alunni lo svolgimento di temi in classe riguardanti il loro

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Convenzione delle Nazioni Unite sull eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW)

Convenzione delle Nazioni Unite sull eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW) Convenzione delle Nazioni Unite sull eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne (CEDAW) Adottata dall Assemblea generale delle NU il 18.12.1979, in vigore internazionale dal 3.9.1981.

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario Pagina 1 di 6 DECRETO LEGISLATIVO 4 marzo 2015, n. 23 Disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183. (15G00037)

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE

CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE Formiche.net 9 settembre 2013 CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE di Alessandra Servidori Il Ministro del lavoro e delle politiche sociali Enrico Giovannini e il Vice ministro Cecilia Guerra

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Pagina 1 di 7 TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Testo del decreto-legge 20 marzo 2014, n. 34 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 66 del 20 marzo 2014), coordinato con la

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

CCNL Mobilità/Area AF 20.7.2012. CCNL della Mobilità/ Area contrattuale Attività Ferroviarie del 20 luglio 2012

CCNL Mobilità/Area AF 20.7.2012. CCNL della Mobilità/ Area contrattuale Attività Ferroviarie del 20 luglio 2012 CCNL della Mobilità/ Area contrattuale Attività Ferroviarie del 20 luglio 2012 di rinnovo del CCNL delle Attività Ferroviarie del 16 aprile 2003 1 PREMESSA (Nuovo CCNL della Mobilità) Le parti, visto il

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 10/04/2015 Circolare n. 74 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

Il nominativo dell RLS riguarda il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.), e non, come

Il nominativo dell RLS riguarda il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.), e non, come Breve riassunto operativo per la notifica: 1. La comunicazione all INAIL riguarda gli RLS in carica alla data del 31/12/2008. 2. Se non vi sono RLS in carica in tale data, non va effettuata alcuna comunicazione.

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario Pagina 1 di 5 LEGGE 10 ottobre 2014, n. 147 Modifiche alla disciplina dei requisiti per la fruizione delle deroghe riguardanti l'accesso al trattamento pensionistico. (14G00161) (GU n.246 del 22-10-2014)

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione UNICEF Centro di Ricerca Innocenti COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione Per ogni bambino Salute, Scuola, Uguaglianza, Protezione Firenze, 15 marzo 2004 UNICEF Centro

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli