Italian University Line Corso universitario di perfezionamento per Orientatori Familiari Online residenziale. Livello base.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Italian University Line Corso universitario di perfezionamento per Orientatori Familiari Online residenziale. Livello base."

Transcript

1 Italian University Line Corso universitario di perfezionamento per Orientatori Familiari Online residenziale. Livello base. Edizione italiana Il Corso per orientatori familiari è stato progettato e realizzato specificatamente per la realtà italiana. Si svolgerà durante l anno accademico (60 Crediti Formativi Universitari). E a numero chiuso: 10 iscrizioni. Ha come obiettivo la preparazione, sia dal punto di vista contenutistico che metodologico, di Orientatori Familiari attraverso l acquisizione di competenze e di capacità relazionali necessarie per intervenire efficacemente nell ambito familiare e migliorarne le relazioni educative e interpersonali. Il Corso poggia su un esperienza ventennale di corsi OEFFE rivolti a diverse centinaia di persone in tutta Italia; la preparazione conseguita ha loro permesso di operare nel campo familiare, in quello scolastico, educativo ad ampio raggio e nel counseling. Inoltre la metodologia partecipativa, acquisita con il corso, si è rivelata di estrema utilità nell esercizio delle più diverse professioni. La metodologia partecipativa è una combinazione di tecniche e di atteggiamenti relazionali personali che hanno come finalità lo sviluppo di capacità: saper accogliere, mettere gli altri a proprio agio, porsi in ascolto attivo, dare spazio e valore alle persone, imparare a porre buone domande, disporsi a collaborare positivamente con gli altri e aumentare la capacità di problem solving. Questa metodologia, utilissima nella comunicazione educativa, è oltremodo efficace anche nel campo delle relazioni professionali. Unisce la conoscenza teorica alla pratica sul campo. L apprendimento è favorito dal particolare spirito della metodologia stessa che stimola un rapporto umano idoneo ed efficace. Ciò vuol dire che non ci si limita all acquisizione di cognizioni, ma vengono coinvolti più ambiti : quello delle capacità e soprattutto quello degli atteggiamenti o disposizioni personali profonde. Produce infatti un potenziamento in ambito affettivo relazionale e perfeziona gli atteggiamenti di rispetto, ascolto e accoglienza. Caratteristica di questa metodologia è che ciascuno dei partecipanti, modificando il proprio atteggiamento interiore, passa dalla posizione di spettatore a quella di partecipante, da un comportamento più o meno passivo a un comportamento attivo. Fondamentale, nella metodologia partecipativa, è il ruolo del moderatore, i cui compiti sono: suscitare un clima di accettazione, evitare e comporre le contrapposizioni, sottolineare ciò che è più importante, mettere in relazione tra loro i diversi contributi, stabilire un ritmo agile di lavoro, far riflettere, evitare la dispersione, dare informazioni. L uso della metodologia partecipativa, nonostante le difficoltà, è consigliabile nelle situazioni di apprendimento in gruppo; si avvale di tecniche particolari, tra le quali la più specifica è quella del caso. Fra le altre tecniche vi sono role-playng, philips 6x6, discussioni guidate di film e audiovisivi. Le caratteristiche principali del corso sono : 1-L uso della metodologia partecipativa durante gli incontri in presenza e in alcune specifiche attività on line. 2- L utilizzo di una parte rilevante di e-learning per l apprendimento e la valutazione degli elaborati collegata a tre parti residenziali per unire i vantaggi del risparmio di risorse Associazione Oeffe Faes centri di formazione e orientamento familiare 1

2 derivanti dall attività on line e le esigenze di apprendimento ed esercitazione sul campo nella parte residenziale. 3- Le ore di attività in presenza sono divise tra il tema trattato dal docente universitario e la metodologia partecipativa dei corsi dell associazione OEFFE che mette disposizione tutor specificamente preparati. Le sedi di svolgimento, comunque non più di tre, saranno stabilite in base alla regione di residenza degli iscritti. 4-L articolazione in undici moduli tematici che concorrono a formare le conoscenze e le competenze di base di un orientatore familiare. Il dodicesimo modulo è destinato alla redazione e discussione dell elaborato finale con l aiuto di un tutor e di un docente. Programma provvisorio ANNO Periodo - Modalità - Numero e Contenuti del Modulo - S.S.D. - Docenti - CFU Sett Presenza 1. Caratteristiche della persona M-PED/01- Mari h La metodologia partecipativa I- Oeffe Ott On line 2. Matrimonio, famiglia ed educazione- Rossi Espagnet Nov On line 3. Libertà e autorità: binomio possibile?- M-PED/01 De Natale Dic On line 4. Educazione e manipolazione, contrasto radicale- Brancatisano Gen Presenza Capacità di amare e virtù Brancatisano/Potenzio h La metodologia partecipativa II Oeffe Feb On line 6. Affettività, amore e adolescenza Poterzio Mar On line 7. Famiglia: ambito privilegiato di relazioni interpersonali Di Nuovo Apr Presenza 8. Amicizia e crescita personale- M-PED/03 -La Marca h La metodologia partecipativa III Oeffe Mag On line 9. Relazione coniugale Di Rosa Associazione Oeffe Faes centri di formazione e orientamento familiare 2

3 Giu On line 10. Dolore e felicità in famiglia Binetti Lug On line 11. Lavorare e giocare: attività necessarie M-PED/03 - Zanniello, Braga, Garassini Ago On line 12 Stesura della relazione finale Tutor Oeffe Settori scientifico-disciplinari : M-PED/01, M-PED/02, M-PSI/01, M-PSI/04, altri Direttore del corso è il professore G. Zanniello, membro del Comitato Ordinatore della IUL e del Comitato Tecnico Scientifico dell OEFFE. Condirettore è il prof. Michele Corsi nella qualità di presidente del Comitato Ordinatore della IUL. OEFFE ha designato il prof. G. Negri Di Montenegro quale suo rappresentante in seno al comitato direttivo del corso di perfezionamento. Il corso ha come finalità la formazione di 10 orientatori familiari che condividano la metodologia e i contenuti dei corsi dell Associazione OEFFE e che intendano collaborare ai corsi di Orientamento Familiare realizzati con il modello di OEFFE. La modalità formativa è di tipo blendend perché alla parte on line sono associate 4 ore di formazione in presenza, distribuite in tre fine settimana ed erogate a Milano, Roma o Palermo a seconda della residenza dei corsisti. L acquisizione del metodo partecipativo OEFFE avverrà sia in presenza sia on line nelle classi virtuali con i tutor. Possono iscriversi al corso i laureati; essi riceveranno alla fine il titolo accademico di Orientatore Familiare. Possono iscriversi anche i diplomati, che riceveranno un attestato di partecipazione comprensivo della specificazione dei crediti formativi conseguiti e che potranno essere riconosciuti qualora in futuro l interessato volesse conseguire una laurea in ambito pedagogico o psicologico. L iscrizione al corso costa 00 euro. Le modalità di pagamento sono indicate nel sito iuline.it Inoltre il corsista dovrà sostenere autonomamente le spese di viaggio e di soggiorno per partecipare ai tre moduli che si svolgeranno in presenza. Le iscrizioni si sono aperte il 16 aprile 2008 e si chiuderanno il 30 giugno. Nell arco di un anno dal 1 settembre 2008 al 1 luglio il corsista riceverà 13 ore di attività formativa on line e 4 ore in presenza; inoltre ci sarà lo studio individuale dei materiali didattici,disponibili in piattaforma, nei tempi e nei modi preferiti dal corsista e la stesura della relazione finale. Durante l estate 2009 il corsista dovrà redigere la relazione finale con l aiuto di un docente e di un tutor. Nella progettazione delle attività formative si ipotizza che il corsista possa dedicare settimanalmente circa quattro ore allo studio. Associazione Oeffe Faes centri di formazione e orientamento familiare 3

4 Le lezioni e le esercitazioni saranno preparate da una équipe di docenti universitari membri del comitato scientifico di OEFFE, integrati da altri: Giuseppe Zanniello, Santo Di Nuovo, Alessandra La Marca, Giovanni Di Rosa, Marta Brancatisano, Paola Binetti, Franco Poterzio, Carla Rossi Espagnet, Maria Luisa De Natale, Giuseppe Mari, Stefania Garassini, Paolo Braga, Per ogni 2 studenti ci sarà un tutor che, mediante collegamenti almeno settimanali, in orari concordati, aiuterà i corsisti a svolgere i compiti assegnati dai docenti; il tutor dialogherà con la sua classe virtuale e con il singolo studente mediante forum di discussione, chat, posta elettronica, collegamenti singoli o plurimi ). L assegnazione delle classi virtuali ai tutor avverrà nel mese prossimo di luglio. I docenti condividono i contenuti e il metodo formativo di OEFFE ; essi invieranno, con un mese di anticipo rispetto alla data di inizio del proprio modulo, alla segreteria didattica della IUL i file con i materiali didattici da trasformare per l inserimento in piattaforma: si tratta di documenti usati da OEFFE nei suoi corsi in presenza. Spetta al docente la validazione, rettifica o integrazione dei materiali forniti da OEFFE per il modulo di sua competenza. Ciascun docente, con l aiuto di un tutor, assisterà fino a un massimo di 1 corsisti, nella stesura della relazione finale. Durante il mese in cui si svolgerà il proprio modulo, al docente viene chiesto anche di preparare due attività, che i corsisti svolgeranno con l aiuto dei tutor, e di collegarsi due volte con i corsisti, in orario concordato, per rispondere alle loro domande. Nella selezione dei materiali di studio e delle attività i docenti terranno presente che ai corsisti viene richiesto un tempo di studio di circa quattro ore settimanali. I materiali da inserire in piattaforma IUL saranno previamente valutati dai tre membri del comitato direttivo del corso. La valutazione complessiva finale del corso sarà effettuata da un nucleo di valutazione composto dal direttore del corso, dal presidente dell Associazione Oeffe e da un docente universitario esterno al corso. Giovedì giugno, dalle 11 alle 1, tutti i tutor OEFFE (e i docenti che eventualmente lo desiderassero), saranno istruiti -presso la sede della IUL (via Buonarroti 10, Firenze)- dagli specialisti della IUL sul modo di preparare le attività per i corsisti e di relazionarsi con loro. Contenuti dei moduli 1. Caratteristiche della persona Studio sulla natura della persona vista come unità inscindibile di aspetti spirituali e psicosomatici. Riflessione e approfondimento intorno ai concetti di coscienza, legge naturale, intimità e famiglia. 2. Matrimonio, famiglia ed educazione Caratteristiche della famiglia, fondata sul matrimonio, come impegno d amore. Associazione Oeffe Faes centri di formazione e orientamento familiare 4

5 Famiglia: primo ambito di educazione. Educazione come aiuto alla progressiva responsabilizzazione di essere liberi. Educazione come sviluppo di capacità. 3. Libertà e autorità: binomio possibile? Riflessione sui concetti di: libertà, autorità, autoritarismo, permissivismo, autorevolezza. Libertà come libertà di essere, di agire, di pensare. Autorità come forza che sostiene la persona nell autoperfezionamento e conquista all autonomia. 4. Educazione e manipolazione, contrasto radicale Approfondimento del concetto di manipolazione ideologica come persuasione occulta inavvertita rivolta ad omologare le scelta delle persone per fini ideologici e/o economici; si oppone all influenza positiva dell educazione. Influenza di consumismo, soggettivismo, relativismo, edonismo sul comportamento delle persone.. Capacità di amare e virtù Analisi dei concetti di amore, virtù, partecipazione. Amore non solo come sentimento, ma anche come atto libero della volontà, rivolto al bene e alla felicità dell altro. Virtù: sviluppo di abiti operativi buoni che potenziano la capacità di amare. Analisi delle caratteristiche della prudenza e della generosità. Partecipazione a lavorare alla costruzione del bene comune in famiglia e al potenziamento della relazione. 6. Affettività, amore e adolescenza Studio delle caratteristiche dell affettività, delle virtù ad essa connesse (pudore) e dell adolescenza. Come sviluppare governare le grandi potenzialità dell affettività mettendole anche al servizio dell adolescente. Associazione Oeffe Faes centri di formazione e orientamento familiare

6 7. Famiglia: ambito privilegiato di relazioni interpersonali Famiglia: primo ambito dove la persona impara a relazionarsi con gli altri. Analisi delle principali relazioni interpersonali (relazione coniugale, paternità, maternità, filiazione, fraternità, essere nonni, essere nipoti). 8. Amicizia e crescita personale Studio dell amicizia come modalità della capacità di amare: nasce non dallo spontaneismo, ma cammino di crescita. Opportunità di crescita personale e percorso privilegiato verso la maturità personale. Aiuto al superamento di paure e timidezza. Amore come sviluppo della virtù della giustizia. 9. Relazione coniugale Caratteristiche della relazione coniugale viste anche attraverso le tappe della vita matrimoniale. Comunicazione tra i coniugi e gestione dei conflitti, sulla base della profonda accettazione dell altro per quello che è. Identità maschile e femminile: problema o risorsa? Unità e autonomia nel matrimonio. Rapporto con le famiglie d origine: conflitti e dipendenze. 10. Dolore e felicità in famiglia Approfondimento del significato di felicità e dolore. Concetti di sofferenza, tristezza e speranza. Ragioni per cui nell educazione familiare non si può escludere il dolore e la ricerca del senso della vita. Superamento delle frustrazioni, sconfitte, malattie, ecc. fin da piccoli per il potenziamento della resilienza. 11. Lavorare e giocare: attività necessarie Associazione Oeffe Faes centri di formazione e orientamento familiare 6

7 Lavoro: atto attraverso cui la persona sviluppa capacità, mantiene se stesso e la famiglia, trasforma la terra, conosce se stesso e diventa più uomo. Atteggiamenti e comportamenti dei genitori che più influenzano i figli. Problematiche relative al lavoro della donna come educare nei figli le capacità di lavoro. Media e nuove tecnologie per l informazione e l intrattenimento. Gioco: spontaneo lavoro del bambino. Risvolti educativi e terapeutici (vedi gioco simbolico). Cinema e televisione. Videogiochi: possibilità e problemi educativi. Internet e la comunicazione virtuale: influenza sui figli e possibili interventi educativi dei genitori. 12. Redazione delle relazione finale Nella redazione della relazione finale il corsista sarà seguito da un docente e dal suo tutor. Con la relazione il corsista dovrà dimostrare di possedere una conoscenza approfondita dei problemi che più frequentemente vengono sollevati nella discussione in gruppo di uno degli undici temi durante i corsi OEFFE. 10 maggio 2008 Associazione Oeffe Faes centri di formazione e orientamento familiare 7

Italian University Line

Italian University Line Italian University Line Corso universitario di perfezionamento per Orientatori Familiari Formula blended: online e in presenza Livello base Edizione italiana per l anno accademico 2009-10 Il Corso per

Dettagli

Corso universitario di perfezionamento per Orientatori Familiari

Corso universitario di perfezionamento per Orientatori Familiari Italian University Line Corso universitario di perfezionamento per Orientatori Familiari Livello base - Modalità blended: e in presenza In collaborazione con l associazione Terza edizione: anno accademico

Dettagli

Italian University Line

Italian University Line Italian University Line Corso universitario di perfezionamento per Orientatori Familiari Formula blended: online e in presenza Livello base Edizione italiana per l anno accademico 2009-10 Il Corso per

Dettagli

Italian University Line

Italian University Line Italian University Line Corso universitario di perfezionamento per Orientatori Familiari Formula blended: online e in presenza Livello base Edizione italiana per l anno accademico 2009-10 Il Corso per

Dettagli

RECUPERO E POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE NELLA SCUOLA CONTEMPORANEA

RECUPERO E POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE NELLA SCUOLA CONTEMPORANEA MASTER DI PRIMO LIVELLO RECUPERO E POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE NELLA SCUOLA CONTEMPORANEA a.a. 2012-2013 Direttore del master: Prof. Alessandro Mariani Il Master si rivolge ai docenti in servizio, docenti

Dettagli

Master di I livello LA SCUOLA NUOVA DELLA CONOSCENZA: FORMAZIONE, COMUNICAZIONE E NUOVE TECNOLOGIE. a.a. 2014-2015.

Master di I livello LA SCUOLA NUOVA DELLA CONOSCENZA: FORMAZIONE, COMUNICAZIONE E NUOVE TECNOLOGIE. a.a. 2014-2015. Master di I livello LA SCUOLA NUOVA DELLA CONOSCENZA: FORMAZIONE, COMUNICAZIONE E NUOVE TECNOLOGIE 60 CFU 1500 ore PRESENTAZIONE La scuola non può più essere vista come un luogo dominato da un modello

Dettagli

MASTER DI PRIMO LIVELLO

MASTER DI PRIMO LIVELLO MASTER DI PRIMO LIVELLO TRASFORMARE GLI AMBIENTI DI APPRENDIMENTO. RUOLO, STRATEGIE E COMPETENZE DEL TUTOR PER LA FORMAZIONE IN SERVIZIO DEGLI INSEGNANTI III edizione a.a. 2011-2012 (Direttore Prof. Luca

Dettagli

LA PROFESSIONALITA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

LA PROFESSIONALITA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO Libera Università degli Studi per l Innovazione e le Organizzazioni D.R. n. 724/2012 Anno Accademico 2012/2013 BANDO DI AMMISSIONE MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO (D.M. n. 509 del 3 novembre 1999 e

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO Master di II livello in Dirigenza per le scuole Anno accademico 2009/2010 Direttore del Corso di

Dettagli

Corso di Perfezionamento Comunicare e insegnare con la lavagna multimediale interattiva (LIM) www.csl.unifi.it/lavagnadigitale Facoltà di Scienze

Corso di Perfezionamento Comunicare e insegnare con la lavagna multimediale interattiva (LIM) www.csl.unifi.it/lavagnadigitale Facoltà di Scienze Il CORSO L uso delle nuove tecnologie a scuola ha trasformato la relazione comunicativa tra studenti ed insegnanti, modificando gli stili di apprendimento, le strategie formative e le metodologie educative.

Dettagli

PROGETTO : SPORTELLO DI ASCOLTO PSICOLOGICO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

PROGETTO : SPORTELLO DI ASCOLTO PSICOLOGICO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROGETTO : SPORTELLO DI ASCOLTO PSICOLOGICO PER LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dottor. ssa Valentina Cerri Psicologa e Psicoterapeuta PREMESSA L adolescenza e la preadolescenza costituiscono fasi

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. Presentazione. Principi ispiratori del Progetto Educativo

PROGETTO EDUCATIVO. Presentazione. Principi ispiratori del Progetto Educativo PROGETTO EDUCATIVO Presentazione Espressione della volontà della Chiesa Vittoriese di dare risposta ai molteplici bisogni che investono la vita nascente, il mondo dell infanzia, della donna e della famiglia

Dettagli

La presenza di questo strumento in classe modifica l ambiente di apprendimento. La possibilità di andare alla

La presenza di questo strumento in classe modifica l ambiente di apprendimento. La possibilità di andare alla IV edizione Anno Accademico 2009/2010 Il CORSO L uso delle nuove tecnologie a scuola ha trasformato la relazione comunicativa tra studenti ed insegnanti, modificando gli stili di apprendimento, le strategie

Dettagli

Piano di studio. Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Competenze gestionali e relazionali del docente di classe

Piano di studio. Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Competenze gestionali e relazionali del docente di classe Piano di studio Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Competenze gestionali e relazionali del docente di classe Stato del documento: Approvato dalla Direzione DFA il 15 giugno 2011 Introduzione Il

Dettagli

A.A. 2010-2011. (Direttore Prof. Luca Toschi)

A.A. 2010-2011. (Direttore Prof. Luca Toschi) II EDIZIONE DI PRIMO LIVELLO TRASFORMARE GLI AMBIENTI DI APPRENDIMENTO. RUOLO, STRATEGIE E COMPETENZE DEL TUTOR PER LA FORMAZIONE IN SERVIZIO DEGLI INSEGNANTI A.A. 2010-2011 (Direttore Prof. Luca Toschi)

Dettagli

4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA

4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA PIANO INTEGRATO DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2012 2013 4.1- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE E CENTRO FAMIGLIA ZELINDA SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA PSICO- PEDAGOGICA PER GENITORI E DOCENTI SPORTELLO DI ACCOGLIENZA E ORIENTAMENTO SOCIALE GRUPPO APERTO GENITORI BANCA DEL TEMPO

SERVIZIO DI CONSULENZA PSICO- PEDAGOGICA PER GENITORI E DOCENTI SPORTELLO DI ACCOGLIENZA E ORIENTAMENTO SOCIALE GRUPPO APERTO GENITORI BANCA DEL TEMPO SPORTELLO DI ACCOGLIENZA E ORIENTAMENTO SOCIALE SERVIZIO DI CONSULENZA PSICO- PEDAGOGICA PER GENITORI E DOCENTI GRUPPO APERTO GENITORI BANCA DEL TEMPO SPORTELLO DI ACCOGLIENZA E ORIENTAMENTO SOCIALE Sportello

Dettagli

Caratteristiche del percorso formativo

Caratteristiche del percorso formativo Caratteristiche del percorso formativo La Negoziazione per la gestione dei conflitti e delle divergenze e la mediazione in ambito familiare Descrizione sintetica del programma formativo La Mediazione Familiare,

Dettagli

L Associazione Chiara Melle presenta il progetto educativo-formativo: terza edizione 2012

L Associazione Chiara Melle presenta il progetto educativo-formativo: terza edizione 2012 L Associazione Chiara Melle presenta il progetto educativo-formativo: terza edizione 2012 L Associazione Chiara Melle intende contribuire ad attivare nei genitori un processo di ricerca e di autoeducazione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO. a.a. 2012/2013

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO. a.a. 2012/2013 REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER ALUNNI CON DISABILITÀ INTELLETTIVE a.a. 2012/2013 Direttore del corso: Giuliana Sandrone Commissione

Dettagli

II EDIZIONE A.A. 2010-2011. (Direttore Prof. Brunetto Piochi)

II EDIZIONE A.A. 2010-2011. (Direttore Prof. Brunetto Piochi) II EDIZIONE DI PRIMO LIVELLO IN: AMBIENTI DI APPRENDIMENTO PER LA MATEMATICA: RUOLO, STRATEGIE E COMPETENZE DEL TUTOR PER LE DISCIPLINE MATEMATICHE NELLA FORMAZIONE IN SERVIZIO DEGLI INSEGNANTI A.A. 2010-2011

Dettagli

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Rivolto agli studenti della scuola secondaria di primo grado PREMESSE L educazione affettiva e relazionale dei giovani d oggi pone, a quanti

Dettagli

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 MASTER DI I LIVELLO TEORIE E TECNICHE DI VALUTAZIONE NELLA SCUOLA II EDIZIONE

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 MASTER DI I LIVELLO TEORIE E TECNICHE DI VALUTAZIONE NELLA SCUOLA II EDIZIONE UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 MASTER DI I LIVELLO in TEORIE E TECNICHE DI VALUTAZIONE NELLA SCUOLA II EDIZIONE L Università Telematica San Raffaele Roma ha attivato

Dettagli

Corso di Aggiornamento Professionale Parlare in pubblico. Comunicare, insegnare, apprendere con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM)

Corso di Aggiornamento Professionale Parlare in pubblico. Comunicare, insegnare, apprendere con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) IL CORSO Il Corso di Formazione e Aggiornamento professionale "Parlare in pubblico" è organizzato dal Communication Strategies Lab, del Dipartimento di Scienze dell'educazione e dei processi culturali

Dettagli

"Mediazione Familiare" (1500 h 60 CFU)

Mediazione Familiare (1500 h 60 CFU) Master di I livello In "Mediazione Familiare" (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2013/2014 edizione II sessione II Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma, attiva il Master

Dettagli

Teorie, metodi e strumenti per la formazione nelle professioni sanitarie

Teorie, metodi e strumenti per la formazione nelle professioni sanitarie Percorsi Formativi FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA A. GEMELLI Teorie, metodi e strumenti per la formazione nelle professioni sanitarie Master Universitario di secondo

Dettagli

Bando per il Corso di perfezionamento post-universitario in

Bando per il Corso di perfezionamento post-universitario in Bando per il Corso di perfezionamento post-universitario in Tutor on-line Anno accademico 2015/2016 L Università degli Studi di Camerino, in collaborazione con l Università degli studi di Macerata, VISTO

Dettagli

Il modello formativo dei progetti PON docenti

Il modello formativo dei progetti PON docenti Il modello formativo dei progetti PON docenti Scuola- Presidio Comunità Tutor Blended Collaborazione Laboratorio Peer- Educa5on Competenze Sperimentazione Personalizzazione Ricerca- azione Innovazione

Dettagli

Corso di perfezionamento ed aggiornamento professionale SCUOLA E INTERNET. CULTURA CRITICA, LIBERTÀ E DEMOCRAZIA NELL ERA DIGITALE. a.a.

Corso di perfezionamento ed aggiornamento professionale SCUOLA E INTERNET. CULTURA CRITICA, LIBERTÀ E DEMOCRAZIA NELL ERA DIGITALE. a.a. Corso di perfezionamento ed aggiornamento professionale SCUOLA E INTERNET. CULTURA CRITICA, LIBERTÀ E DEMOCRAZIA NELL ERA DIGITALE a.a. 2014-2015 20 CFU 500 ore Direttore del Corso: Prof. Giovanni Mari

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO S.ALLENDE Via ITALIA 13-20037 Paderno Dugnano (MI)

ISTITUTO COMPRENSIVO S.ALLENDE Via ITALIA 13-20037 Paderno Dugnano (MI) Finalità della disciplina ISTITUTO COMPRENSIVO S.ALLENDE Via ITALIA 13-20037 Paderno Dugnano (MI) Linee progettuali disciplinari a.s. 2014/2015 classi prime IRC (= Insegnamento della religione cattolica)

Dettagli

Corso NEOASSUNTI A.S. 2012/13

Corso NEOASSUNTI A.S. 2012/13 Corso NEOASSUNTI A.S. 2012/13 E-tutor ing. Antonio Di Micco Docente di elettronica presso: Istituto Superiore Statale P. Gobetti Scandiano (RE) E-mail: antonio.dimicco@libero.it Programma Riferimenti normativi

Dettagli

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PARITARIA dell INFANZIA e PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Chi è chiamato ad educare e ad animare educazione, deve offrire nutrimento, nascondendo la mano che

Dettagli

A cura di Dott. Roberto di Giuseppe

A cura di Dott. Roberto di Giuseppe Istituto Comprensivo Leonardo da Vinci Viale della Grande Muraglia, 37 00144 Roma Progetto SPORTELLO DI ASCOLTO A.S. 2014/2015 Per la Promozione del Benessere, per l Integrazione degli Alunni, per la Prevenzione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Centro di Assistenza La Famiglia Ambrosiana Onlus. Consultorio Familiare. Tel. 02.58.39.13.61 Fax. 02.58.39.14.

CARTA DEI SERVIZI. Centro di Assistenza La Famiglia Ambrosiana Onlus. Consultorio Familiare. Tel. 02.58.39.13.61 Fax. 02.58.39.14. 12 SIAMO APERTI Dal Lunedì al Venerdì 9.00-12.30 e 14.00-18.00 Milano - Via S. Antonio, 5 Tel. 02.58.39.13.61 Fax. 02.58.39.14.43 COME RAGGIUNGERCI La pace e l avvenire dell umanità passano attraverso

Dettagli

Obiettivi formativi specifici e funzioni anche in relazione al particolare settore occupazionale al quale si riferiscono:

Obiettivi formativi specifici e funzioni anche in relazione al particolare settore occupazionale al quale si riferiscono: CFU: 11 Direttore del corso: CORSO DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ MOTORIE PER L INFANZIA 0-6 ANNI. A.A. 2010-2011 Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 122267 (1102) Anno 2015

Il Rettore. Decreto n. 122267 (1102) Anno 2015 Pubblicato sull'albo Ufficiale (n. 5872) dal 23 settembre 2015 al 12 gennaio 2016 Il Rettore Decreto n. 122267 (1102) Anno 2015 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del Presidente della Repubblica n.

Dettagli

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE La formazione degli adulti Condurre gruppi di lavoro di adulti professionalizzati Il ruolo del tutor nella formazione degli adulti Le caratteristiche della

Dettagli

Progetto educativo d Istituto

Progetto educativo d Istituto Istituto Privato d Istruzione Superiore Progetto educativo d Istituto A.S. 2014 / 2015 Progetto educativo del Nuovo Istituto Meucci PREMESSA Ai Genitori, quali titolari del Progetto Educativo, spetta la

Dettagli

Adotta il futuro. Indagine del mercato del lavoro: analisi tra Scuola e Impresa. Progetto di intervento nella relazione tra scuola e lavoro.

Adotta il futuro. Indagine del mercato del lavoro: analisi tra Scuola e Impresa. Progetto di intervento nella relazione tra scuola e lavoro. Adotta il futuro ovvero Indagine del mercato del lavoro: analisi tra Scuola e Impresa Progetto di intervento nella relazione tra scuola e lavoro Promosso e realizzato da: Ufficio Scolastico Provinciale

Dettagli

Una finestra sul mondo

Una finestra sul mondo Domus Coop Una finestra sul mondo LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è uno strumento che noi della Cooperativa Sociale Domus Coop mettiamo a disposizione di chi vuole conoscerci per orientarsi al

Dettagli

La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA

La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA 1 DIRITTO DI ESSERE UN BAMBINO Chiedo un luogo sicuro dove posso giocare chiedo un sorriso di chi sa amare chiedo un papà che mi abbracci forte chiedo un bacio

Dettagli

"Counselling pedagogico. Formazione, progettazione e consulenza pedagogica nei contesti scolastici e sociali" (1500 h 60 CFU)

Counselling pedagogico. Formazione, progettazione e consulenza pedagogica nei contesti scolastici e sociali (1500 h 60 CFU) Master di I livello in "Counselling pedagogico. Formazione, progettazione e consulenza pedagogica nei contesti scolastici e sociali" (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2011/2012 I edizione II sessione Art.

Dettagli

ATENEO TELEMATICO LEONARDO DA VINCI E UNIVERSITÀ G. D ANNUNZIO CHIETI - PESCARA FACOLTÀ DI PSICOLOGIA

ATENEO TELEMATICO LEONARDO DA VINCI E UNIVERSITÀ G. D ANNUNZIO CHIETI - PESCARA FACOLTÀ DI PSICOLOGIA ATENEO TELEMATICO LEONARDO DA VINCI E UNIVERSITÀ G. D ANNUNZIO CHIETI - PESCARA FACOLTÀ DI PSICOLOGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERATENEO TELEMATICO IN SCIENZE PSICOLOGICHE CLASSE L-24

Dettagli

STILE DI COPPIA E FAMIGLIA D ORIGINE TRA CONTINUITA E CAMBIAMENTO

STILE DI COPPIA E FAMIGLIA D ORIGINE TRA CONTINUITA E CAMBIAMENTO STILE DI COPPIA E FAMIGLIA D ORIGINE TRA CONTINUITA E CAMBIAMENTO Nell ultimo incontro ci siamo lasciati con l esortazione dei genitori di Anna rivolta a Tobi: Davanti al Signore ti affido mia figlia in

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO E BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI a.a. 2012/2013 Direttore del corso:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA MASTER DI I LIVELLO IN DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA MASTER DI I LIVELLO IN DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA MASTER DI I LIVELLO IN DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Anno Accademico 2012-2013 II edizione BANDO Art. 1 - Attivazione Il Dipartimento

Dettagli

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA PARROCCHIA SAN ROCCO SCUOLA MATERNA VIA FORNACI 66/D - 25131 BRESCIA TEL. E FAX: 0302680472 segreteria@sanroccomaterna.it www.sanroccomaterna.it

Dettagli

PROFILI DELLA FORMAZIONE

PROFILI DELLA FORMAZIONE Allegato 1d.2 PROFILI DELLA FORMAZIONE Nota Bene: Fermo restando i profili di formazione già sanciti da specifiche regolamentazioni (ad esempio i profili presenti nell ambito della formazione in medicina

Dettagli

Informazioni: http://www.unifi.it/upload/sub/master/1516/dr1033_tesi_infanzia_adolescenza.pdf

Informazioni: http://www.unifi.it/upload/sub/master/1516/dr1033_tesi_infanzia_adolescenza.pdf From: perfezionamentobacchetti@sciedu.unifi.it Sent: Friday, November 27, 2015 11:30 AM To: undisclosed-recipients: Subject: Corsi Master - Perfezionamento Post Laurea - Aggiornamento Gentilissime/i, sperando

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea in Scienze Psicologiche. Classe di appartenenza: L - 24

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea in Scienze Psicologiche. Classe di appartenenza: L - 24 Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Laurea in Scienze Psicologiche Classe di appartenenza: L - 24 Psychological Studies REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Presentazione

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Piano di studio. Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Educazione socio-emotiva

Piano di studio. Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Educazione socio-emotiva Piano di studio Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Educazione socio-emotiva Stato del documento: Approvato dalla Direzione DFA il 15 giugno 2011 Premessa Il Dipartimento formazione e apprendimento

Dettagli

Corso di Perfezionamento post lauream Insegnare e comunicare con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM), l e-book e i contenuti digitali

Corso di Perfezionamento post lauream Insegnare e comunicare con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM), l e-book e i contenuti digitali Corso di Perfezionamento post lauream Insegnare e comunicare con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM), l e-book e i contenuti digitali Dipartimento di Scienze dell Educazione e dei Processi Culturali

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MINERBE SCUOLA DELL INFANZIA DI BOSCHI SANT ANNA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 IL PROGETTO ANNUALE PRINCIPI EDUCATIVI CONDIVISI FORMAZIONE INTEGRALE DELLA

Dettagli

IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE

IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE PROGETTO EDUCATIVO IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE IDENTITA DELLA SCUOLA La Scuola dell Infanzia parrocchiale S.Giuseppe vuole

Dettagli

Genitori con la patente

Genitori con la patente Genitori con la patente Associazione di Promozione Sociale Via Don Tonino Bello, 20 00132 ROMA Iniziativa di SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA E PRESIDIO PSICOLOGICO RELAZIONE DESCRITTIVA A cura di Dott.ssa

Dettagli

Scuola elementare Dante Alighieri - Isola PIANO EDUCATIVO

Scuola elementare Dante Alighieri - Isola PIANO EDUCATIVO Scuola elementare Dante Alighieri - Isola PIANO EDUCATIVO Anno scolastico 2008/2009 INTRODUZIONE Il piano educativo fa parte del Piano dell offerta formativa dell Istituto ed è stato elaborato seguendo

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA

CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA CONTRATTO FORMATIVO SCUOLA DELL INFANZIA Le nostre scuole dell'infanzia, in continuità con le scelte già espresse nel POF, hanno definito, attraverso una riflessione avvenuta in più incontri tra genitori

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Primo Istituto Comprensivo di Scuola Materna, Elementare e Media Leonardo Da Vinci Via Concetto Marchesi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTO SPIRITO Corso Mazzini, 199 57126 LIVORNO - Tel. 0586.260938 Fax 0586.268117 Email: santospirito@fmalivorno.it PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno Scolastico 2012-2013

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento PROGETTO EDUCATIVO 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento Nella Scuola dell Infanzia Stella Mattutina l azione educativa mira al raggiungimento delle

Dettagli

M A S T E R di II livello LA PROFESSIONALITÀ DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

M A S T E R di II livello LA PROFESSIONALITÀ DEL DIRIGENTE SCOLASTICO M A S T E R di II livello LA PROFESSIONALITÀ DEL DIRIGENTE SCOLASTICO 1. IL CORSO Il Master è un corso di alta formazione permanente e ricorrente e di preparazione professionale allo svolgimento delle

Dettagli

L UNIVERSITA DEGLI STUDI GIUSTINO FORTUNATO TELEMATICA

L UNIVERSITA DEGLI STUDI GIUSTINO FORTUNATO TELEMATICA L UNIVERSITA DEGLI STUDI GIUSTINO FORTUNATO TELEMATICA in CONVENZIONE CON L IPSEF SRL Ente accreditato al MIUR per la formazione al personale della scuola istituisce ed attiva il Corso di Perfezionamento

Dettagli

Piano dell Offerta Formativa

Piano dell Offerta Formativa Piano dell Offerta Formativa 2014-2015 1 Indice Presentazione della scuola... 3 Carta di identità... 3 Finalità... 3 Filosofia della scuola... 3 AGeSC... 4 Contratto formativo... 5 Premessa... 5 Docenti...

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO 3-VICENZA DIPARTIMENTO DI RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazio ne nella madre lingua COMPETENZE SPECIFICHE Conoscere il

Dettagli

Bambine e Bambini costruttori di pace

Bambine e Bambini costruttori di pace Istituto Comprensivo V. Tortoreto SCUOLA PRIMARIA Delia e Filippo Costantini Passo San Ginesio Bambine e Bambini costruttori di pace anno scolastico 2004-05 DATI IDENTIFICATIVI DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA

Dettagli

UNIVERSITA' EUROPEA DI ROMA. C o r s o b i e n n a l e d i p e r f e z i o n a m e n t o

UNIVERSITA' EUROPEA DI ROMA. C o r s o b i e n n a l e d i p e r f e z i o n a m e n t o UNIVERSITA' EUROPEA DI ROMA C o r s o b i e n n a l e d i p e r f e z i o n a m e n t o (ex art. 6 comma 2 lettera c L. 341/90) in PROGETTAZIONE EDUCATIVA: LA NUOVA PROFESSIONALITA DOCENTE TRA AUTONOMIA

Dettagli

DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO

DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2012 2013 II Edizione DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO Accordo Quadro 5/07/2011 del Ministero dell'istruzione, dell'università

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA LM / 85 BIS

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA LM / 85 BIS UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA LM / 85 BIS PROGETTO DI TIROCINIO L istituzione del nuovo Corso di Laurea in Scienze

Dettagli

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006. Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006. Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 In convenzione con Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale in STRATEGIE DIDATTICHE PER IL SOSTEGNO E L INTEGRAZIONE

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie

Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO CLASSE DI ABILITAZIONE Classe A060 - Scienze Naturali,

Dettagli

MASTER di I Livello. Posturologia. 2ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA355

MASTER di I Livello. Posturologia. 2ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA355 MASTER di I Livello 2ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA355 Pagina 1/5 Titolo Edizione 2ª EDIZIONE Area SANITÀ Categoria MASTER Livello I Livello Anno accademico 2014/2015 Durata Durata

Dettagli

MASTER di I Livello MA345 - Il Tutor on line I EDIZIONE 1575 ore - 63 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA345

MASTER di I Livello MA345 - Il Tutor on line I EDIZIONE 1575 ore - 63 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA345 MASTER di I Livello MA345 - Il Tutor on line I EDIZIONE 1575 ore - 63 CFU Anno Accademico 2014/2015 MA345 www.unipegaso.it Titolo MA345 - Il Tutor on line Area SCUOLA Categoria MASTER Livello I Livello

Dettagli

La formazione professionale dell insegnante- Competenze sociopsicopedagogiche e didattiche disciplinari

La formazione professionale dell insegnante- Competenze sociopsicopedagogiche e didattiche disciplinari MASTER DI SECONDO LIVELLO La formazione professionale dell insegnante- Competenze sociopsicopedagogiche e didattiche disciplinari a.a. 2012-2013 Direttrice del master: Prof.ssa Simonetta Ulivieri Comitato

Dettagli

cmooc RUIAP-Unife Riconoscimento delle competenze e validazione degli apprendimenti pregressi

cmooc RUIAP-Unife Riconoscimento delle competenze e validazione degli apprendimenti pregressi cmooc RUIAP-Unife Riconoscimento delle competenze e validazione degli apprendimenti pregressi 1. Finalità del percorso formativo La RUIAP, Rete Universitaria Italiana per l Apprendimento Permanente, che

Dettagli

NUOVI ORIZZONTI FORMATIVI PER LA SCUOLA CONTEMPORANEA

NUOVI ORIZZONTI FORMATIVI PER LA SCUOLA CONTEMPORANEA Master Universitario annuale di I livello in NUOVI ORIZZONTI FORMATIVI PER LA SCUOLA CONTEMPORANEA (1.500 ore 60 Crediti Formativi Universitari) Anno Accademico 2014/2015 Art. 1 FINALITA E OBIETTIVI DEL

Dettagli

Modulo di iscrizione Scuola Secondaria 1 grado Barsanti - a. s. 2012/2013

Modulo di iscrizione Scuola Secondaria 1 grado Barsanti - a. s. 2012/2013 Modulo di iscrizione Scuola Secondaria 1 grado Barsanti - a. s. 2012/2013 Al Dirigente scolastico dell Istituto Comprensivo Pietrasanta 1 Il/La sottoscritto/a in qualità di padre madre tutore CHIEDE l

Dettagli

Diploma in Teologia pratica: specializzazione in Pastorale Familiare

Diploma in Teologia pratica: specializzazione in Pastorale Familiare pontificia università gregoriana Vivere insieme è un arte, un cammino paziente, bello e affascinante Papa Francesco (risponde ai fidanzati 14.02.2014) Facoltà di Teologia Dipartimento di Teologia Morale

Dettagli

Didattiche e Strumenti Innovativi per il Sostegno dei Bisogni Educativi Speciali (BES) (1500 h 60 CFU)

Didattiche e Strumenti Innovativi per il Sostegno dei Bisogni Educativi Speciali (BES) (1500 h 60 CFU) Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale (ex art. comma 2 lettera c - L. 341/90) In in Didattiche e Strumenti Innovativi per il Sostegno dei Bisogni Educativi Speciali (BES) (1500 h 0 CFU)

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto ANNO SCOLASTICO 2011/2012 IL PROGETTO EDUCATIVO (P.E.I.) è il documento fondamentale che espone l orientamento

Dettagli

CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO

CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO E' un percorso educativo e didattico perseguito nei tre ordini di scuola che rende più organico il lavoro compiuto dai docenti; sono state condivise le mete comuni ed è in

Dettagli

Continuità tra i diversi ordini di scuola

Continuità tra i diversi ordini di scuola Continuità tra i diversi ordini di scuola Criteri Formazione Classi Prime La commissione continuità è composta da docenti della scuola dell infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IL DIRIGENTE SCOLASTICO

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IL DIRIGENTE SCOLASTICO Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT D.R. n. 1034/201 MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IL DIRIGENTE SCOLASTICO (100 ore 60 CFU) A. A. 201/2016 (Attivato ai sensi del D.M. n. 09 del 3

Dettagli

Progetto Laboratorio VERSO IL FUTURO

Progetto Laboratorio VERSO IL FUTURO Progetto Laboratorio VERSO IL FUTURO PREMESSA L Associazione Gli Amici di Zaccheo da alcuni anni opera all interno ed all esterno delle carceri genovesi attraverso contatti con detenuti e loro parenti,

Dettagli

FAMIGLIA, RELAZIONI e GESTIONE dei CONFLITTI Il Servizio di Mediazione Familiare

FAMIGLIA, RELAZIONI e GESTIONE dei CONFLITTI Il Servizio di Mediazione Familiare PROVINCIA di LECCE Assessorato alle Politiche Sociali Università del Salento PROGETTO Seminario Universitario Interistituzionale FAMIGLIA, RELAZIONI e GESTIONE dei CONFLITTI Il Servizio di Mediazione Familiare

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Area uffici didattica Settore master DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Area uffici didattica Settore master DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Area uffici didattica Settore master Rep. n. 189-013 - Prot. n. 31 del 19/09/013 Allegati / Anno 013 tit. III cl. 5 fasc.9 DIPARTIMENTO DI SCIENZE

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN METODOLOGIE DELL INTEGRAZIONE DELL IMMIGRAZIONE: APPROCCI, STRUMENTI, TECNICHE SOCIALI ED EDUCATIVE.

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN METODOLOGIE DELL INTEGRAZIONE DELL IMMIGRAZIONE: APPROCCI, STRUMENTI, TECNICHE SOCIALI ED EDUCATIVE. MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN METODOLOGIE DELL INTEGRAZIONE DELL IMMIGRAZIONE: APPROCCI, STRUMENTI, TECNICHE SOCIALI ED EDUCATIVE Statuto Art. 1 Istituzione È istituito presso il Dipartimento di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIUSEPPE MONTEZEMOLO - Roma. Progetti CONSULENZA PSICOLOGICA e ORIENTAMENTO SCOLASTICO 2012/2013 RELAZIONE FINALE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIUSEPPE MONTEZEMOLO - Roma. Progetti CONSULENZA PSICOLOGICA e ORIENTAMENTO SCOLASTICO 2012/2013 RELAZIONE FINALE Dr. Giulio CASINI Psicologo, psicoterapeuta Via Chieti, 6 00161 ROMA Tel. 347 9392922 E-mail: giuliocasini@libero.it ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIUSEPPE MONTEZEMOLO - Roma Progetti CONSULENZA PSICOLOGICA

Dettagli

LABORATORIO a cura di Pier Cesare Rivoltella e Andrea Garavaglia La Formazione a distanza di Terza Generazione

LABORATORIO a cura di Pier Cesare Rivoltella e Andrea Garavaglia La Formazione a distanza di Terza Generazione LABORATORIO a cura di Pier Cesare Rivoltella e Andrea Garavaglia La Formazione a distanza di Terza Generazione Laboratorio 2 Apprendimento collaborativo in rete Laboratorio 2 Apprendimento collaborativo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/3427 del 07/10/2015 Firmatari: De Vivo Arturo IL RETTORE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/3427 del 07/10/2015 Firmatari: De Vivo Arturo IL RETTORE U.S.R. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DR/2015/3427 del 07/10/2015 Firmatari: De Vivo Arturo IL RETTORE VISTO lo Statuto di Ateneo e in particolare gli artt. 17, c. 2 lett. d); 19 c. 2 lett.

Dettagli

DA CHE MONDO E MONDO!

DA CHE MONDO E MONDO! DA CHE MONDO E MONDO! LA LUCE DELLA CONOSCENZA UNA VOLTA ACCESA NON LA SPEGNI PIU Progetto interculturale promosso dalla Coop. Soc. La Lanterna di Diogene ONLUS I.C. Palombara Sabina Dott.ssa Mara Micolonghi

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015

RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015 Natura e finalità RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015 L insegnamento della religione cattolica si inserisce nel quadro delle finalità della scuola e contribuisce alla

Dettagli

DOL Diploma On Line per Esperto di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie

DOL Diploma On Line per Esperto di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie DOL Diploma On Line per Esperto di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie Presentazione Il DOL Diploma On Line per Esperto di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie è un corso di perfezionamento

Dettagli

NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO

NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (Legge 19/11/1990 n. 341 art. 6, co. 2, lett. C ) in NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO (500 ore 20 Crediti Formativi Universitari) Anno

Dettagli

PROGETTO ASCOLTO DOCENTI PAD 4

PROGETTO ASCOLTO DOCENTI PAD 4 PROGETTO ASCOLTO DOCENTI PAD 4 PREMESSA Il corso di formazione a distanza PAD (Progetto Ascolto Docenti) in collaborazione con l Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, è giunto alla sua quarta

Dettagli

PROGETTO PER L INSEGNAMENTO DELLE COMPETENZE SOCIO- EMOTIVE IN UNA SCUOLA PRIMARIA cl. 2^

PROGETTO PER L INSEGNAMENTO DELLE COMPETENZE SOCIO- EMOTIVE IN UNA SCUOLA PRIMARIA cl. 2^ PROGETTO PER L INSEGNAMENTO DELLE COMPETENZE SOCIO- EMOTIVE IN UNA SCUOLA PRIMARIA cl. 2^ MAMMA MIA CHE EMOZIONE! PROGETTO PER L INSEGNAMENTO DELLE COMPETENZE SOCIO- EMOTIVE IN UNA SCUOLA PRIMARIA- classi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN GIORNALISMO INVESTIGATIVO

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN GIORNALISMO INVESTIGATIVO D.R. n.1033/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma UNINT In collaborazione con Misteri d Italia - Archivio Storico e Giornalistico C.E.A.S. - Centro Alti Studi per la lotta al terrorismo e

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO. RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO. RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA SOLARO SCUOLA MEDIA LUIGI PIRANDELLO RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO LIFE SKILLS TRAINING a.s. 2012/2013 Nel corrente anno scolastico, la Scuola Media L. Pirandello ha organizzato,

Dettagli

UNA SCUOLA PER AMARE

UNA SCUOLA PER AMARE UNA SCUOLA PER AMARE L iniziativa UNA SCUOLA PER AMARE vuole essere una chiave d accesso per entrare nelle scuole, ma soprattutto nella sfera affettiva dei giovani, alla quale durante il percorso scolastico

Dettagli