Corso di lettura. Storia del gatto e del topo che diventò suo amico di Sepùlveda

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di lettura. Storia del gatto e del topo che diventò suo amico di Sepùlveda"

Transcript

1 Corso di lettura Storia del gatto e del topo che diventò suo amico di Sepùlveda Attività di lettura del testo da parte dell adulto comprensione del testo scheda del libro approfondimento di. Castiraga Vidardo a.s

2 Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico CARTELLONE MURALE Sillabe Cooperative Brainstorming:A A M I C I Z I A AMICO E' (canzone)

3

4 Percorso interdisciplinare Destinatari: alcuni alunni delle classi terze A-B (N 5) Durata: n 10 ore dal al Organizzazione di massima: percorso di ed. socio-affettiva, che si articola nei giochi e nei circle-times, legati alla lettura del libro di Luis Sepulveda Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico, ed attuazione di attività di cooperative learning. Materiali che si intendono produrre per la documentazione: materiale cartaceo e multimediale VERIFICA IN ITINERE - Interesse: l attività suscita interesse nei bambini. - Congruenza del percorso con gli obiettivi: il lavoro si inserisce con piena congruenza nella progettazione curricolare - VERIFICA FINALE Strumenti : incontri di confronto tra i partecipanti al corso ( soggetti coinvolti) Indicatori di risultato: -aumento delle conoscenze -cambiamento dei comportamenti, soprattutto nell atteggiamento -congruità delle attività relative al progetto rispetto agli obiettivi formativi Indicatori di processo: soddisfazione/partecipazione degli alunni del corso

5 L INSEGNANTE LEGGE AI BAMBINI UN LIBRO SULL'AMICIZIA Mix, Max e Mex, un uomo, un gatto e un topo e un amicizia, una grande amicizia, quella con la A maiuscola che riesce ad unire esseri diversi tra loro, che fa crescere, che cancella odi e rancori elimina gradualmente la paura dell altro, del diverso, paura che a volte condiziona la vita. Quell amicizia che rende migliori, che cancella le paure e ci regala speranze. A Monaco di Baviera, in una strada fiancheggiata da alti ippocastani, vivono il piccolo Max con il suo gattino Mix, legati da un legame molto stretto. Raggiunta l età di 18 anni Max decide di essere indipendente e, con l aiuto dei genitori, va ad abitare da solo portandosi dietro l amato gatto. Passa i tempo ed il lavoro obbliga Max fuori casa per parecchio tempo e Mix, che sta invecchiando e che sta perdendo la vista, é costretto per lunghe ore in casa. Ma la sua solitudine viene un bel giorno interrotta dalla presenza di un topo messicano, dalla voce stridula, fuggito da un appartamento vicino. I due, diventati grandi amici e aiutandosi a vicenda, sapranno vincere malinconie e fragilità. Mix potrà riprendere giochi e scorribande sui tetti perché Mix vede con gli occhi del suo piccolo amico e Mex si sentirà sicuro grazie al vigore del suo amico grande.

6 STORIA DI UN GATTO E DEL TOPO CHE DIVENTÒ SUO AMICO MIX È IL GATTO DI MAX. DA PICCOLI SONO SALITI INSIEME SU UN ALBERO DI IPPOCASTANO E I POMPIERI LI HANNO SALVATI. I VERI AMICI CONDIVIDONO SUCCESSI ED ERRORI. Disegno

7 MIX È UN GATTO DAL PROFILO GRECO, CON LA SCHIENA NERA E IL PETTO BIANCO, CHE AMA SALIRE SUI TETTI. MAX È IL SUO AMICO UMANO E LO LASCIA LIBERO DI ESPLORARE. I VERI AMICI SI PRENDONO CURA DELLA LIBERTÀ DELL'ALTRO. disegno MAX E MIX, DIVENTATI GRANDI, VANNO A VIVERE IN UNA NUOVA CASA DA SOLI. MIX AMA PASSEGGIARE SUL TETTO PASSANDO DALLA BOTOLA SUL SOFFITTO DEL BAGNO, CHE MAX LASCIA APERTA. I VERI AMICI CAPISCONO I LIMITI L'UNO DELL'ALTRO E CONDIVIDONO ANCHE IL SILENZIO. disegno MIX È DIVENTATO QUASI CIECO, MA IL SUO AMICO MAX SI PRENDE CURA DI LUI NELLA NUOVA CASA E LUI È FELICE. I VERI AMICI SI PRENDONO SEMPRE CURA UNO DELL ALTRO. disegno

8 MIX HA UN NUOVO AMICO: UN TOPO MESSICANO, CHE LO CONQUISTA PERCHÉ GLI RACCONTA SOLO LA VERITÀ. I VERI AMICI CONDIVIDONO I SOGNI E LE SPERANZE, FRA AMICI BISOGNA DIRE SEMPRE LA VERITÀ. disegno MIX DÀ UN NOME AL SUO AMICO TOPO: MEX. LUI GLI DESCRIVE LA CITTÀ SOTTO LA NEVE. I VERI AMICI CONDIVIDONO ANCHE LE PICCOLE COSE CHE ALLIETANO LA VITA. disegno MIX PRESENTA A MAX IL SUO AMICO TOPO. I VERI AMICI NON SI INGANNANO MAI E POI MAI. disegno

9 IL GATTO E IL TOPO FANNO SCAPPARE UN LADRO. QUANDO GLI AMICI SONO UNITI, NON POSSONO ESSERE SCONFITTI. disegno IL TOPO MEX SALE SULLA SCHIENA DI MIX, LO GUIDA CON I SUOI OCCHI ED INSIEME SI DIVERTONO AD ESPLORARE I TETTI. I VERI AMICI SI AIUTANO A SUPERARE QUALSIASI DIFFICOLTÀ, CONDIVIDONO IL MEGLIO CHE HANNO. disegno CIRCLE TIME: un vero amico... è sincero è fidato non ti prende in giro mi difende mi aiuta fa le coccole è gentile gioca con me ha fede in me è allegro è fedele è bravo mi vuole bene gioca con me

10 è buono è generoso mi difende mi aiuta non alza mai le mani è divertente non racconta bugie chiede scusa parla con gentilezza non prende le mie cose senza chiedermi il permesso mi aiuta quando sono in difficoltà non mi giudica mi ascolta mi dà man forte non mi lascia mai mi consola mi dà una mano disegno MODI DI DIRE L'AMICO DEL CUORE IL PREFERITO TRA GLI AMICI AMICI PER LA PELLE AMICI INSEPARABILI

11 PROVERBI Chi trova un amico, trova un tesoro ESSERE AMICI...SI PUO' anche, SOPRATTUTTO, se si è diversi. Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico racconta di un gatto, Mix, e della sua amicizia con Max, un bimbo che cresce e poi diventa adulto assieme a lui. Quest ultimo gli lascia i suoi spazi, riconosce il suo bisogno di indipendenza, gli consente di esplorare il mondo in un rapporto di reciproca stima e fedeltà, che oltrepassa anche gli ostacoli della malattia. Invecchiando, il gatto diventa cieco e Max (mai definito il padrone di Mix) adegua l ambiente casalingo alla sua nuova condizione. Come afferma l autore Potrei dire che Mix è il gatto di Max, oppure che Max è l umano di Mix, ma come ci insegna la vita non è giusto che una persona sia padrona di un altra quindi diciamo che Max e Mix, o Mix e Max, si vogliono bene. Mex è il terzo elemento in questa amicizia fra diversi: un topo! Un umano, un gatto e infine un topo. Un animaletto logorroico, divertente, vigliacco per sua stessa ammissione e perennemente affamato, un individuo che, nel suo primo incontro con il gatto, riesce ad aver salva la vita grazie alla sua astuzia e soprattutto alla tolleranza di Mix. E adorabilmente insopportabile, quel topolino, eppure i due si completano a meraviglia. Mex (il topo), regala al suo amico occhi nuovi con cui leggere ancora le immagini della vita, gli racconta ciò che vede fuori dalla finestra, nessun particolare escluso, fino a donargli il coraggio di avventurarsi di nuovo sui tetti così come faceva prima che perdesse la vista. I due volano assieme, da un tetto all altro. Il topo se la fa addosso dalla paura a volare aggrappato alla groppa di Mix, eppure vince i suoi timori perché sa che il gatto ha bisogno di respirare di nuovo la sua libertà, di vivere così come faceva quando aveva occhi suoi con i quali muoversi. Coraggio reciproco nella paura e nelle difficoltà: è questo che si scambiano i due amici. Ed è fortissimo un messaggio: in realtà è Mix, il gatto disabile, a infondere coraggio a Mex il topolino. E il regalo di un accudimento reciproco, una nuova quotidianità per entrambi, fatta di gesti semplici e forse banali, ma vitali per entrambi. Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico aiuta a comprendere il valore e il senso dell amicizia e a sensibilizzarsi verso chi ha meno strumenti di vita a sua disposizione eppure lotta quotidianamente per assaporare l esistenza, sapendo di essere diverso, ma valendo come, e forse più, di chiunque altro.

12 CONSIGLI DI LETTURA: Le età dell amicizia Conoscersi e riconoscersi Conflitti in classe: formare il gruppo L amico immaginario La bellezza degli abbracci NEI CASSETTI DELLA MEMORIA ABBIAMO TROVATO QUESTA FOTO:

13

14 SCHEDE: 1- USO LE MIE CONOSCENZE Capitolo terzo Un po di scienze Il tempo dei gatti è diverso dal tempo delle persone L età media dei gatti è di circa 15/20 anni. Mix, invece, cominciò a trascurare il piacere di eslporare i tetti e pensò che la mancanza di luce e la delicata nebbiolina che in casa avvolgeva ogni oggetto fossero colpa dell inverno. Verso i 10 anni il gatto invecchia e il suo invecchiamento si vede anche nelle pupille velate e nell iride molto pieghettata. FRASI SULL AMICIZIA Un amico capisce i limiti dell altro e lo aiuta

15 I veri amici condividono anche il silenzio per APPROFONDIRE La frase (paragone) nessun uccello vola appena nato, ma arriva il momento in cui il richiamo dell aria è più forte della paura di cadere e allora la vita gli insegna a spiegare le ali., si spiega nell espressione Max decise che voleva essere indipendente. i giorni diventavano più brevi e il grigio acciaio dell inverno conquistava tutto. la neve che scricchiolava. sfregandosi contro le sue gambe : è il suo rituale di benvenuto, il suo modo di salutare, ma è anche il modo di sentire l odore e per marchiare l uomo con il suo. -2 SCOPRO PAROLE NUOVE Ricerca dei termini (dal vocabolario) Indipendente = che è libero di decidere botola = apertura (dotata di un imposta ribaltabile) che mette in comunicazione un piano sottostante con un altro soprastante esplorare = osservare attentamente; percorrere un territorio sconosciuto per conoscerlo e descriverlo acciambellarsi = ripiegarsi su se stesso avvolgendosi come una ciambella Capitolo quarto Frasi sull amicizia I VERI AMICI SI PRENDONO SEMPRE CURA UNO DELL ALTRO. Capitolo quinto Frasi sull amicizia I VERI AMICI CONDIVIDONO I SOGNI E LE SPERANZE. FRA AMICI BISOGNA DIRE SEMPRE LA VERITÀ. SCHEDAE: 3- ESPRIMO CIO CHE PENSO

16 Abbiamo riflettuto oralmente su queste FRASI.. il suono del violino lo cullava e la nebbia dei suoi occhi prendeva il colore della felicità. (Cap. quarto) la nebbia scompariva dalle sue pupille e con gli occhi inesauribili dei ricordi vedeva nitidamente (Cap. quarto) SCHEDA DEI SINONIMI E DEI CONTRARI AFFINARE = perfezionare // peggiorare NITIDAMENTE = chiaramente // confusamente RIPUGNANTE = disgustoso // gradevole SCISSO = diviso // unito SPROPOSITATA = eccessivo // giusto Capitolo sesto Frasi sull amicizia I VERI AMICI CONDIVIDONO ANCHE LE PICCOLE COSE CHE ALLIETANO LA VITA. disegno Capitolo settimo Frasi sull amicizia E GLI AMICI NON SI INGANNANO MAI E POI MAI. SCHEDE: COMPRENSIONE DEL TESTO

17 Comprensione del testo 1^ CAPITOLO 1. Chi sono i protagonisti della storia? 2. Dove vivono? 3. Cosa fa un giorno Mix? 4. Da chi viene salvato? 2^ CAPITOLO 1. Qual è il cibo preferito di Max? 2. Qual è il compito di Mix in casa? 3. Cosa dice un compagno di scuola di Max guardando Mix? 3^ CAPITOLO 1. Cosa fa Max al compimento dei 18 anni? 2. Porta con sé anche Mix? 3. Cosa succede a Mix? 4^ CAPITOLO 1. Quando Mix va a sbattere contro uno scatolone, dove lo porta Max? 2. Qual è la diagnosi? 3. Cosa fa allora Max? 5^ CAPITOLO 1. Dove s reca Max? 2. Chi arriva tra le zampe di Mix? 3. Ma cosa dice invece di essere e perché? Cosa fa allora Mix? 6^ CAPITOLO 1. Come si chiama il topo? 2. Cosa fa Mix? 3. Cosa fa Mex? Come lo ringrazia Mix? 7^ CAPITOLO 1. Quando Max torna a casa, Mix cosa gli chiede di fare? 2. Cosa trova Max dietro ad un libro?

18 3. Max è arrabbiato? 8^ CAPITOLO 1. Max trova il lavoro? 2. Cosa fa ogni mattina prima di uscire? 3. Cosa succede però un giorno? 9^ CAPITOLO 1. Dove si recano Mix e Mex un mattino? 2. Cosa fanno? 3. Sono felici? 10^ CAPITOLO 1. Mix, Max e Mex vissero felici? 2. Cosa racconta lo spazzacamino? 3. Come fa a vedere Mix essendo cieco? 4-SCHEDA *Ti è piaciuta la storia?perchè? *Qual è stata la parte che ti ha colpito di più? Racconta.. MAX è.. o Un gatto o un topo o un ragazzo MIX è o Un topo o un gatto

19 o un ragazzo MEX è. o Un messicano o un topo o un gatto VIVONO IN. o Una villa o un appartamento o una casa Dove? A o Berna o Berlino o Parigi Un giorno Mix o Si rompe una zampa o diventa cieco

20 CLOZE tetti - indipendente - casa - Max genitori - vista - occhi - appartamento - gatto - Mix amico - tempo - 18 solo invecchiando - topo messicano amici Inserisci correttamente nel testo le seguenti parole: A Monaco di Baviera, in una strada fiancheggiata da alti ippocastani, vivono il piccolo. con il suo piccolo gatto., legati da un legame molto stretto. Raggiunta l età di anni Max decide di essere...e, con l aiuto dei., va ad abitare da..portandosi dietro l amato.. Passa il tempo ed il lavoro obbliga Max fuori casa per parecchio..e Mix, che sta.. e che sta perdendo la.., é costretto per lunghe ore in.. Ma la sua solitudine viene un bel giorno interrotta dalla presenza di un, dalla voce stridula, fuggito da un vicino. I due, diventati grandi e aiutandosi a vicenda, sapranno vincere malinconie e fragilità. Mix potrà riprendere giochi e scorribande sui.. perché Mix vede con gli....del suo piccolo amico e Mex si sentirà sicuro grazie al vigore del suo grande...

21 Riassunto A Monaco di Baviera un gattino, di nome Mix e un bambino, di nome Max instaurano un profondo legame di amicizia. I due crescono insieme e, quando Max divenne un giovane uomo lo porta a vivere con sé. Ma il suo lavoro lo costringe a rimanere molto tempo fuori casa. Mix, che ormai ha raggiunto una certa età ed è diventato cieco, trascorre molto tempo in solitudine nella speranza del rientro a casa del suo padrone e facendo la guardia alla dispensa, anche se lui un topo non l ha mai visto in vita sua. Un giorno però, mentre dorme, sente dei passetti leggeri: è un topo che va dritto dritto a minacciare la sua fortezza.con una zampa immobilizza il topino, ed anziché ucciderlo, inizia a conversarci ed alla fine acconsente affinché il topo possa mangiare il muesli che a lui tanto piace. Il giorno successivo il topo esterna al gatto la sua tristezza più grande, ovvero quella di non possedere un nome: Mix, gli propone il nome Mex che al topo piacque moltissimo. Da quel giorno diventano amici inseparabili. Mix gli permette di avere accesso al cibo e in cambio Mex gli descrive il paesaggio circostante e gli fa compagnia. Però, un giorno Max, insospettito dal disordine creatosi nella dispensa e su indicazione di Mix, scopre il topo nel suo nido. Intuisce subito l amicizia tra i due e capisce il bisogno che ha Mix di una compagnia. Da quel giorno nasce un amicizia a tre. Vari fatti si susseguono: Mix e Mex sventano un furto in casa ma dall'intelligenza del topo la scamparono, volarono complici tra i tetti e si divertirono. Qualcuno giurò di aver visto un gatto dal profilo greco e un topo che guardavano il tramonto.

22 TRAMA SCHEDA DEL LIBRO Max, un bambino, e Mix, un piccolo gattino, erano grandi amici sin da quando entrambi erano molto piccoli. All' età di diciotto anni Max decise di andare a vivere da solo insieme a Mix ma un bel giorno bussarono alla porta e Mix corse per andare a vedere chi fosse ma sbatté contro uno scatolone, così Max scoprì che Mix era diventato cieco. In seguito Mix incontrò un topolino ma non decise di ucciderlo, anzi lo chiamò Mex e diventarono grandi amici. Un giorno Mex convinse Mix a risalire sul tetto poi Mix con l' aiuto di Mex saltò dal tetto su quello accanto. Mix e Mex vissero per molti anni in quell appartamento continuando a salire sul tetto e tutti quelli che li videro furono increduli a quello che avevano visto. PERSONAGGI principali Max: un ragazzo diligente, che divenne un giovane uomo pieno di progetti e di sogni. Mix: un gatto dal profilo greco,con degli occhi gialli, il petto bianco e il dorso nero, egli era un grande amico di Max e con lui condivideva ogni moment, anche i momenti di silenzio; dopo essere diventato cieco sviluppò molto l' udito. Mex: un topolino messicano, scappato dalla gabbia del padrone che viveva al secondo piano del condominio. Era un topo bello, morbido e tiepido, aveva una pelliccia marrone chiaro con una striscia bianca che partiva dal collo e arrivava al sedere, dei baffi corti, una coda sottile e il naso rosa, era anche assai loquace,furbo e un po' pauroso, inoltre era diventato un grande amico di Mix e lo aiutava a camminare descrivendogli tutto ciò che si trova intorno. LUOGHI E TEMPI DEGLI EVENTI Il racconto si svolge a Monaco di Baviera, inizialmente nella casa dei genitori di Max poi quando Max compie diciotto anni si sposta nel nuovo appartamento in cui vivono Max e Mix. NARRATORE Il narratore è esterno alla storia e usa la terza persona. Solo alla fine del testo capiamo che in realtà Sepúlveda è il padre di Max. LINGUAGGIO Lo stile del brano è molto chiaro e comprensibile. VALUTAZIONE "ANALITICA" E COMMENTO PERSONALE Questo racconto mi è particolarmente piaciuto perché fa capire quanto sia importante il valore dell'amicizia, presentando due casi di vera amicizia in cui gli amici condividono tutto sia positivamente che negativamente, ma fa anche comprendere come due grandi nemici come un gatto e un topo possano diventare grandi amici. E una storia che racconta di come un amicizia possa essere instaurata e mantenuta a dispetto del pregiudizio (inimicizia gatto-topo)e della diversità (cecità del gatto). VALUTAZIONE

23 Il libro è dolcissimo e commovente. In esso l Autore racconta il valore dell amicizia, che è anche la possibilità, per un diversamente abile, di vivere un esistenza soddisfacente. Ecco il decalogo di quello che dovrebbe essere un amicizia secondosepulveda: 1) sapeva che era suo amico e un amico si prende cura di ciò che piace all altro. 2) Un amico si prende cura di ciò che piace all altro. 3) Un amico si prende sempre cura della libertà dell altro. 4) Un amico capisce i limiti dell altro e lo aiuta. 5) I veri amici condividono anche il silenzio. 6) I veri amici si prendono sempre cura uno dell altro. 7) I veri amici condividono i sogni e le speranze. 8) Fra amici bisogna dire sempre la verità. 9) I veri amici condividono anche le piccole cose che allietano la vita. 10) e gli amici non si ingannano mai e poi mai. 11) Quando gli amici sono uniti, non possono essere sconfitti. 12) I veri amici si aiutano a superare qualsiasi difficoltà. 13) i veri amici condividono il meglio che hanno. LA VITA SI MISURA DALL INTENSITA CON CUI SI VIVE. I VERI AMICI SI PRENDONO CURA DELLA LIBERTÀ DELL'ALTRO. I VERI AMICI SI AIUTANO A SUPERARE QUALSIASI DIFFICOLTÀ, CONDIVIDONO IL MEGLIO CHE HANNO. I VERI AMICI CAPISCONO I LIMITI L'UNO DELL'ALTRO E CONDIVIDONO ANCHE IL SILENZIO. FRA AMICI BISOGNA DIRE SEMPRE LA VERITÀ. I VERI AMICI SI PRENDONO SEMPRE CURA UNO DELL ALTRO I VERI AMICI CONDIVIDONO I SOGNI E LE SPERANZE. I VERI AMICI NON SI INGANNANO MAI E POI MAI. QUANDO GLI AMICI SONO UNITI, NON POSSONO ESSERE SCONFITTI. I VERI AMICI CONDIVIDONO ANCHE LE PICCOLE COSE CHE ALLIETANO LA VITA. I VERI AMICI CONDIVIDONO SUCCESSI ED ERRORI.

Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico di L. Sepulveda. Classe I sez. G Scuola sec. I grado G. Cavalcanti Sesto Fiorentino A. s.

Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico di L. Sepulveda. Classe I sez. G Scuola sec. I grado G. Cavalcanti Sesto Fiorentino A. s. Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico di L. Sepulveda Classe I sez. G Scuola sec. I grado G. Cavalcanti Sesto Fiorentino A. s. 2012/13 Sommario L AUTORE LA STORIA I PERSONAGGI TEMA e RIFLESSIONI

Dettagli

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri.

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri. CHI SI CURA DI NOI? Nel libro della Bibbia si narra come da sempre Dio si prende cura dell uomo. Con l aiuto di alcune immagini riflettiamo su chi si preoccupa di noi e in che modo. Proviamo anche noi

Dettagli

UN VIAGGIO NEL PAESE DELLE EMOZIONI. adesso che abbiamo la strada ferrata in mezza giornata si viene e

UN VIAGGIO NEL PAESE DELLE EMOZIONI. adesso che abbiamo la strada ferrata in mezza giornata si viene e UN VIAGGIO NEL PAESE DELLE EMOZIONI adesso che abbiamo la strada ferrata in mezza giornata si viene e si va Il paese della RABBIA 1. Dove si sente la rabbia 2. Io mi arrabbio quando 3. Cosa mi aiuta 4.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010).

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). ARRIETTY Per i più grandi. Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). Sotto il pavimento di una grande casa nella campagna di

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Narrativa Aracne 140

Narrativa Aracne 140 Narrativa Aracne 140 Monica Blesi Un imprevedibile estate Si consiglia ai teenager e ai loro genitori Copyright MMX ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

1 Laboratorio La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare

1 Laboratorio La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare 1 Laboratorio La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare LA GABBIANELLA E IL GATTO Messaggio: -importanza della diversità -diversità come ricchezza -rispetto dell altro -sostegno del gruppo nella

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

le immagini Di un AvventurA 1. Riordina, numerandole, le immagini dell avventura che Nerina e Furettola vivono insieme subito dopo essersi conosciute.

le immagini Di un AvventurA 1. Riordina, numerandole, le immagini dell avventura che Nerina e Furettola vivono insieme subito dopo essersi conosciute. 4 le immagini Di un AvventurA 1. Riordina, numerandole, le immagini dell avventura che Nerina e Furettola vivono insieme subito dopo essersi conosciute. 16 5 un FAtto DoPo l Altr o 1. Numera da 1 a 9 gli

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

La regina delle nevi di H.C. Andersen. Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria

La regina delle nevi di H.C. Andersen. Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria La regina delle nevi di H.C. Andersen Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria Introduzione Rileggendo queste fiabe di Andersen, con la maturità di oggi, ho potuto cogliere la ricchezza delle descrizioni

Dettagli

ADEMPIMENTI DI FINE CORSO

ADEMPIMENTI DI FINE CORSO LA LINGUA COME STRUMENTO DI SCAMBIO a.sc. 2004-05 ADEMPIMENTI DI FINE CORSO SOMMARIO 1. Criteri per le prove di valutazione finale: pag. 2 Proposte test uscita di D.Lorenzetti 2. Scheda di valutazione

Dettagli

INCONTRIAMOCI CON UN SORRISO!

INCONTRIAMOCI CON UN SORRISO! INCONTRIAMOCI CON UN SORRISO! LSCPI LINGUE DI SCOLARIZZAZIONE E CURRICOLO PLURILINGUE ED INTERCULTURALE Classi prime /A/B/C/D/E/F Scuola primaria Dirigente : dott.ssa Dentamaro M. An. Sc. 2013/2014 DIARIO

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B. LORENZI DI FUMANE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B. LORENZI DI FUMANE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B. LORENZI DI FUMANE SCUOLE PRIMARIE DI BREONIO, FUMANE, MARANO,S.ANNA D ALFAEDO,VALGATARA a.s.2014-15 Nelle scuole dell Infanzia e nelle scuole primarie dell Istituto Comprensivo

Dettagli

DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015

DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015 Anno scolastico 2015/2016 anno II DI TUTTI I COLORI Dicembre 2015 Siamo finalmente ritornati, non ci credevate più eh!!!, Invece ci siamo. Siamo pronti per ricominciare, per raccontarvi i primi giorni

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

II Circolo didattico Castelvetrano

II Circolo didattico Castelvetrano Progetto continuità Scuola dell infanzia Scuola primaria Anno Scolastico 2011/2012 Passo dopo passo II Circolo didattico Castelvetrano È molto importante curare nella scuola il passaggio tra ordini diversi,

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA 4 CIRCOLO L.RADICE

DIREZIONE DIDATTICA 4 CIRCOLO L.RADICE DIREZIONE DIDATTICA 4 CIRCOLO L.RADICE Scuola dell Infanzia Gela (CL) PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA EDUCATIVO-DIDATTICHE DI RELIGIONE CATTOLICA (Adottato in tutte le scuole dell infanzia del Circolo) BAMBINI

Dettagli

IL GATTO RAPITO. dai 7 anni. ErMInIA DELL OrO

IL GATTO RAPITO. dai 7 anni. ErMInIA DELL OrO dai 7 anni IL GATTO RAPITO ErMInIA DELL OrO Illustrazioni di Matteo Piana Serie Azzurra n 129 Pagine: 112 Codice: 566-2584-4 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE La scrittrice vive a Milano, ma è nata

Dettagli

PERCORSO DIDATTICO INTERDISCIPLINARE PER GLI ANNI PONTE. Titolo: LOGICAMENTE

PERCORSO DIDATTICO INTERDISCIPLINARE PER GLI ANNI PONTE. Titolo: LOGICAMENTE PERCORSO DIDATTICO INTERDISCIPLINARE PER GLI ANNI PONTE Titolo: LOGICAMENTE Destinatari : alunni dell ultimo anno di scuola dell Infanzia e alunni della classe prima di scuola primaria. Risorse professionali:

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

In quel momento i raggi del sole tornarono a risplendere nel villaggio e anche sui volti di tutti gli abitanti che da quel giorno capirono di

In quel momento i raggi del sole tornarono a risplendere nel villaggio e anche sui volti di tutti gli abitanti che da quel giorno capirono di C era una volta, al di là del grande faggio, un piccolo villaggio, qui gli abitanti vivevano felici; amavano coltivare ed avevano rispetto per il Sole che donava ogni giorno calore e luce ed anche per

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

Percorso educativo per favorire relazioni positive nel gruppo

Percorso educativo per favorire relazioni positive nel gruppo S.p.E.S. Servizi per l educazione e la scuola - Onlus Sede legale: Corso Fanti, 89-41012 CARPI (Mo) Recapito postale: Corso Fanti, 44-41012 Carpi (Mo) Codice Fiscale: 90020120367 Tel/Fax 059.686889 Percorso

Dettagli

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO E. TOTI - Scuola statale dell Infanzia di Musile di Piave - A.S..2008-09 VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA Siete invitati alla nostra festa che si

Dettagli

GIOCA CON TOMBOLO. Cari Bambini, benvenuti nuovamente alla sezione giochi di Ambaradan Teatro, dove si impara divertendosi!

GIOCA CON TOMBOLO. Cari Bambini, benvenuti nuovamente alla sezione giochi di Ambaradan Teatro, dove si impara divertendosi! GIOCA CON TOMBOLO Cari Bambini, benvenuti nuovamente alla sezione giochi di Ambaradan Teatro, dove si impara divertendosi! I Peppi hanno visto, come voi, lo spettacolo Tombolo e il Buio che li ha tanto

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Leggo, imparo cresco

Leggo, imparo cresco ISTITUTO COMPRENSIVO DI GUARCINO Leggo, imparo cresco PROGETTO CONTINUITÀ A.S.2015/2016 L itinerario scolastico dai tre ai quattordici anni, pur abbracciando tre tipologie di scuola caratterizzate ciascuna

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI Anno scolastico 2012/2013 I collegamenti con le Indicazioni Nazionali e il Piano dell'offerta Formativa La programmazione dell anno scolastico 2012/2013

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

Life skills Diari di scuola Scuola Primaria Rignano - classe prima B a.s. 2014-2015

Life skills Diari di scuola Scuola Primaria Rignano - classe prima B a.s. 2014-2015 Life skills Diari di scuola Scuola Primaria Rignano - classe prima B a.s. 2014-2015 Abbiamo iniziato il nostro percorso con i bambini lavorando sull identità. Abbiamo proseguito cercando un pretesto per

Dettagli

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 . DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 MOTIVAZIONI La consapevolezza che nei bambini della scuola dell infanzia sia necessario diffondere la

Dettagli

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare?

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Intervista all educatore cinofilo E. Buoncristiani 1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Gli aspetti positivi di questa

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

IL GIORNALINo BIMESTRALE - ANNO 1 2 NUMERO. Ultime notizie dalla Scuola dell Infanzia San Giuseppe

IL GIORNALINo BIMESTRALE - ANNO 1 2 NUMERO. Ultime notizie dalla Scuola dell Infanzia San Giuseppe IL GIORNALINo BIMESTRALE - ANNO 1 2 NUMERO Ultime notizie dalla Scuola dell Infanzia San Giuseppe Sfogliando le sue pagine potrete cogliere gli aspetti più significativi di alcune esperienze vissute e

Dettagli

E possibile educare e imparare la prosocialità? una proposta curricolare per un educazione alla cittadinanza.

E possibile educare e imparare la prosocialità? una proposta curricolare per un educazione alla cittadinanza. E possibile educare e imparare la prosocialità? una proposta curricolare per un educazione alla cittadinanza. Per definizione la Prosocialità è l insieme di quei comportamenti che, senza la ricerca di

Dettagli

TITOLO: IO SONO IO 1. LA LETTURA ANIMATA DI STORIE SULLA DIVERSITÀ: La cosa più importante A. Abbatiello

TITOLO: IO SONO IO 1. LA LETTURA ANIMATA DI STORIE SULLA DIVERSITÀ: La cosa più importante A. Abbatiello TITOLO: IO SONO IO Il presupposto da cui siamo partite non è tanto quello di considerare gli alunni tutti uguali, ma di affrontare la classe considerando gli alunni come essere unici, ponendosi nell ottica

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

CONVEGNO 22 NOVEMBRE 2014 - VIGNOLA UN CERCHIO CHE CI UNISCE ESPERIENZE DI CONTINUITA

CONVEGNO 22 NOVEMBRE 2014 - VIGNOLA UN CERCHIO CHE CI UNISCE ESPERIENZE DI CONTINUITA CONVEGNO 22 NOVEMBRE 2014 - VIGNOLA UN CERCHIO CHE CI UNISCE ESPERIENZE DI CONTINUITA Buongiorno. Sono Antonella Barbieri, educatrice dell'unione Terre di Castelli, e sono stata chiamata a collaborare

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Quando si è trattato di definire un progetto da realizzare per la conclusione del primo anno DOL ho cercato d focalizzare le caratteristiche

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO

ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO Scuola dell Infanzia di Brusnengo PREMESSA: La programmazione annuale si sviluppa attraverso sette unità di apprendimento. Il presente compito di

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Cosa fa l alunno. Cosa fa l insegnante. Ascolta. Ripete i tre versi più volte sino a memorizzarli.

Cosa fa l alunno. Cosa fa l insegnante. Ascolta. Ripete i tre versi più volte sino a memorizzarli. SCUOLA DELL INFANZIA _ MONTE VIDON COMBATTE scuolamaternamvc@libero,it Fase 1 Obiettivo: esprimere sensazioni in relazione alla lettura di una poesia. Cosa fa l insegnante Legge con enfasi in sezione l

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA BAMBINI DI TEREZIN 1 CIRCOLO DOMODOSSOLA

SCUOLA DELL INFANZIA BAMBINI DI TEREZIN 1 CIRCOLO DOMODOSSOLA SCUOLA DELL INFANZIA BAMBINI DI TEREZIN 1 CIRCOLO DOMODOSSOLA Insegnanti: Bonzani Gianna Dura Marazzi Pasqualin Re Semprini Giulia Luigina Luigina Miriam Paola PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA STRADALE

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

Attività del primi giorni: CLASSE QUARTA

Attività del primi giorni: CLASSE QUARTA Attività del primi giorni: CLASSE QUARTA Attenzione all ascolto: comprensione generale Comprensione della lettura eseguita: rilevare le sequenze principali. Comprensione della lettura eseguita: cogliere

Dettagli

Cinque fiabe per far sognare e sorridere i bambini

Cinque fiabe per far sognare e sorridere i bambini Cinque fiabe per far sognare e sorridere i bambini Teresa Di Clemente CINQUE FIABE PER FAR SOGNARE E SORRIDERE I BAMBINI www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Teresa Di Clemente Tutti i diritti riservati

Dettagli

Proposta di attività di educazione socio-emotiva SUPSI / DFA Progetto Chiamale Emozioni Jone Galli. Lo scialle magico PAURA

Proposta di attività di educazione socio-emotiva SUPSI / DFA Progetto Chiamale Emozioni Jone Galli. Lo scialle magico PAURA Jone Galli Lo scialle magico PAURA Esprimere, in forma ludica ed espressiva, le proprie emozioni riguardo il tema della paura. 20-30 minuti Lo scialle magico, I. Mylo e M.J. Sacré, Ed. Arka Uno scialle,

Dettagli

Adozione nel 25 dicembre 2010 (mia mail a tutti gli utenti) Cari Amici, questi auguri contengono una bella notizia:

Adozione nel 25 dicembre 2010 (mia mail a tutti gli utenti) Cari Amici, questi auguri contengono una bella notizia: Associazione Canili Milano Onlus www.canilimilano.it Tel 338/83.60.753 e-mail info@canilimilano.it C/C BANCARIO Canili Milano BANCA SELLA IBAN IT 39 L 03268 01604 052847586490 CODICE FISCALE 974 6561 0158

Dettagli

Cosa i libri ci raccontano

Cosa i libri ci raccontano Cosa i libri ci raccontano Molto spesso, quando apriamo un libro, non abbiamo voglia di leggerlo a causa delle troppe parole inserite in modo casuale nelle infinite pagine. Attraverso i libri portati per

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Presentazione. di Donatella Spinelli*

Presentazione. di Donatella Spinelli* Presentazione di Donatella Spinelli* Parole in corso è un libro e allo stesso tempo un gioco, pieno di consigli e di strumenti preziosi per chi vuole aiutare i bambini con difficoltà di lettura a progredire

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

Suggerimenti ai genitori sulla lettura ai bambini dal primo anno di vita

Suggerimenti ai genitori sulla lettura ai bambini dal primo anno di vita Suggerimenti ai genitori sulla lettura ai bambini dal primo anno di vita Il bambino, il suo sviluppo e la lettura Queste brevi indicazioni ti possono servire a seguire e comprendere lo sviluppo del tuo

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Persone con sindrome di Down Tra stereotipi e realtà Cosa e la sindrome di Down? La sindrome di Down è una condizione genetica dovuta alla presenza di un cromosoma in più nella coppia 21 La sindrome di

Dettagli

IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia)

IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia) IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia) modalità e mezzi per organizzare il lavoro didattico sull intercultura e sulla fiaba con i bambini, i genitori e

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2010-2011. Spazio per l etichetta autoadesiva

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2010-2011. Spazio per l etichetta autoadesiva Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2010-2011 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007 PORCHIPINO Temi: L incontro, lo stare e il partire. La narrazione della storia di Porchipino, un piccolo riccio rimasto solo nel bosco, introduce i bambini al tema dell incontro, dell accoglienza del diverso

Dettagli

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì!

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Limerik di Ettore (nipotino grande) 9 PREFAZIONE È stata un emozione

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA

PROGETTO ACCOGLIENZA PROGETTO ACCOGLIENZA MOTIVAZIONE E importante la capacità della scuola di accogliere i bambini in modo personalizzato e di farsi carico delle emozioni loro e dei loro familiari nei delicati momenti dei

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

Un compleanno speciale

Un compleanno speciale Testo teatrale ideato dalla classe 5D Un compleanno speciale ATTO UNICO Sceneggiatura a cura di Monica Maglione. Coreografia: Elisa Cattaneo / Alessandro Riela. Musiche: Papi, Sexy Back. Narratore: Davide

Dettagli

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Gigisland I edizione 2011 Luigi Giulio Bonisoli Responsabile della pubblicazione: Luigi Giulio Bonisoli Riferimenti web: www.melacattiva.com www.scribd.com/luigi Giulio

Dettagli

INSIEME A LUPO ROSSO

INSIEME A LUPO ROSSO Istituto Comprensivo n.1 Bologna Anno Scolastico 2007-2008 Scuola dell'infanzia "Giovanni XXIII" INSIEME A LUPO ROSSO IMPARIAMO LE REGOLE DELLA STRADA PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE GUIDATO DA SILVIA

Dettagli

La Santa Sede FESTA DELLE FAMIGLIE E VEGLIA DI PREGHIERA DISCORSO DEL SANTO PADRE. B. Franklin Parkway, Philadelphia Sabato, 26 settembre 2015

La Santa Sede FESTA DELLE FAMIGLIE E VEGLIA DI PREGHIERA DISCORSO DEL SANTO PADRE. B. Franklin Parkway, Philadelphia Sabato, 26 settembre 2015 La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO A CUBA, NEGLI STATI UNITI D'AMERICA E VISITA ALLA SEDE DELL'ORGANIZZAZIONE DELLE NAZIONI UNITE (19-28 SETTEMBRE 2015) FESTA DELLE FAMIGLIE E VEGLIA

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

PIANO DI EVACUAZIONE CLASSI PRIME PLESSO DUCA D AOSTA A.S.2009/2010

PIANO DI EVACUAZIONE CLASSI PRIME PLESSO DUCA D AOSTA A.S.2009/2010 PIANO DI EVACUAZIONE CLASSI PRIME PLESSO DUCA D AOSTA A.S.2009/2010 PREMESSA Abituare i bambini già da piccoli, seppur attraverso il gioco, a tenere poche ma essenziali norme comportamentali in caso di

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

UNA FORTUNATA CATASTROFE Di Adela Turin. Lettura della storia

UNA FORTUNATA CATASTROFE Di Adela Turin. Lettura della storia UNA FORTUNATA CATASTROFE Di Adela Turin Lettura della storia La famiglia Ratti vive in un ripostiglio di una bella casa. In questa famiglia i ruoli sono chiari: il padre va a lavorare ogni mattina e la

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI VERDI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI VERDI PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI VERDI Anno scolastico 2012/2013 I collegamenti con le Indicazioni Nazionali e il Piano dell'offerta Formativa La programmazione dell anno scolastico 2012/2013

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 PREMESSA L Insegnamento della Religione Cattolica (I.R.C.) fa sì che gli alunni

Dettagli

LA NEVE SOFFICE. Lorenzo Belgrano, 1 C

LA NEVE SOFFICE. Lorenzo Belgrano, 1 C LA NEVE SOFFICE La neve non si sa dov'è ma è bello se c'è. Soffice come un letto dove puoi fare un angioletto, se vai al sole la vedi brillare ma con gli occhiali gli occhi devi riparare. La neve si scioglie

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

trasmettere un messaggio o un insegnamento introdurre un racconto punti... / 1

trasmettere un messaggio o un insegnamento introdurre un racconto punti... / 1 NOME CLASSE... DATA... Verifica delle conoscenze 1. Chi sono, di solito, i protagonisti delle favole? a animali c uomini b animali umanizzati d oggetti 2. Qual è lo scopo delle favole? a divertire b annoiare

Dettagli

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme!

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Giugno 2015 Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera DIVERSITÀ E AMICIZIA Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Diversità e amicizia: questi i due temi della festa

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

Circoli di lettura genitori. Ciliegie. Anno scolastico 2013-2014

Circoli di lettura genitori. Ciliegie. Anno scolastico 2013-2014 Circoli di lettura genitori Ciliegie Anno scolastico 2013-2014 CILIEGIE Circoli lettura genitori Istituto comprensivo di campomaggiore In questo anno scolastico 2013-2014, i genitori degli alunni sono

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli