INDICE PRESENTAZIONE 3-4 L'ORGANIZZAZIONE DEL DISTRETTO 6 LE UNITA ' OPERATIVE DOVE SI TROVANO E COSA FANNO 8-15 CENTRI SOVRADISTRETTUALI 18-19

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE PRESENTAZIONE 3-4 L'ORGANIZZAZIONE DEL DISTRETTO 6 LE UNITA ' OPERATIVE DOVE SI TROVANO E COSA FANNO 8-15 CENTRI SOVRADISTRETTUALI 18-19"

Transcript

1 INDICE PAG PRESENTAZIONE 3-4 L'ORGANIZZAZIONE DEL DISTRETTO 6 LE UNITA ' OPERATIVE DOVE SI TROVANO E COSA FANNO 8-15 CENTRI SOVRADISTRETTUALI DONAZIONE DI ORGANI 20 SERVIZI DA CONOSCERE MEDICI E PEDIATRI DI BASE 27 ELENCO FARMACIE 28 NUMERI TELEFONICI UTILI 29 SITUAZIONI DI EMERGENZA 30 1

2 2

3 La Carta dei Servizi è uno strumento attraverso il quale i cittadini possono dialogare con l'azienda Sanitaria. La Carta informa sui Servizi sanitari forniti, sulle prestazioni offerte, sugli impegni di qualità assunti da tutti gli operatori dell'azienda, sulle modalità di tutela e di partecipazione dei cittadini. E' stata realizzata la Carta dei Servizi della ASL CE/1 come una guida di facile consultazione per meglio orientare gli utenti sui differenti percorsi di assistenza e cosi favorire e facilitare l'accesso ai nostri Servizi. La comunicazione fra Cittadini-Utenti e Azienda Sanitaria mette al centro della programmazione sanitaria le esigenze dell'utente in modo da renderlo partecipe dell' organizzazione dei Servizi ed in grado di valutare la qualità delle prestazioni ricevute. Il dialogo Azienda-Cittadino permette, inoltre, di promuovere stili di vita sani, la salvaguardia dell'ambiente, la salute della collettività. I Cittadini condividono cosi sia i risultati raggiunti attraverso il lavoro degli operatori sanitari sia la responsabilità dei benefici e dei costi dei Servizi sanitari erogati. Con questa nuova edizione della Carta dei Servizi della ASL CE/1 suddivisa per Aree di assistenza sanitaria, viene data una risposta efficace al bisogno di conoscenza e partecipazione dei nostri utenti. Il Direttore Generale Dr. Francesco Alfonso Bottino 3

4 Gentile Signora, Egregio Signore, accogliendola nella nostra Struttura, ci impegniamo a darle l'aiuto necessario alla diagnosi e alla cura, facendoci carico della Sua salute e mettendole a disposizione tutta la professionalità, la competenza e l'umanità di noi operatori. Questa Guida ha lo scopo di fornire non solo le informazioni necessarie a facilitare l'accesso e l'utilizzo dei servizi erogati quanto far conoscere, con opportuna semplicità, la nostra realtà di Presidio Sanitario aperto e vicino ai bisogni della Comunità. Con questo spirito di servizio e in un'ottica di qualità La invitiamo a presentarci idee ed a fornire suggerimenti che possano contribuire al miglioramento della nostra/vostra Struttura Distrettuale. Il Direttore Responsabile del Distretto 32 4

5 I Comuni che offeriscono al Distretto Sanitario 32 sono:caiazzo, Alvignano, Piana di Monte Verna, Ruviano, Pontelatone, Castel Campagnano, Formicola, Castel di Sasso, Liberi. La popolazione complessiva del Distretto è di abitanti. La popolazione è così ripartita: Caiazzo Alvignano Piana di Monte Verna Ruviano Pontelatone Castel Campagnano Formicola Castel di Sasso Liberi

6 L'ORGANIZZAZIONE DEL DISTRETTO DIRETTORE RESPONSABILE DEL DISTRETTO dott. Armando Giuliano STAFF DEL DISTRETTO UNITA' OPERATIVE Relazioni con il Pubblico Assistenza Sanitaria di Base Materno-infantile Assistenza Anziani e A.D.I. Prevenzione Collettiva Sanità Pubblica Veterinaria Amministrativa DIRIGENTI RESPONSABILI dott. Michele Piantadosi dott. Pietro Consoli dott. Luigi Gaio dott. Michele Valentino dott.ssa Anna Mangiola dott. Diamante Iagrossi Dott. Giovanni Carusone 6

7 INFORMAZIONI SULLE STRUTTURE ED I SERVIZI OFFERTI Grazie alla lettura di questa Guida Lei potrà conoscere meglio questa Organizzazione Sanitaria, ed usufruire, con più facilità, dei suoi servizi. 7

8 LE UNITA' OPERATIVE DOVE SI TROVANO E COSA FANNO Distretto Sanitario n. 32- CAIAZZO Via Caduti sul Lavoro- Caiazzo Direttore Responsabile: Dr. Armando Giuliano Segreteria: Tel. 0823/ Centralino ASL CE/1 0823/

9 UNITA' OPERATIVA COMPLESSA "RELAZIONI CON IL PUBBLICO" (Distretti Sanitari e Dipartimento di Prevenzione) Via Caduti sul Lavoro - Caiazzo - Tel. 0823/445902/24 - Fax 0823/ Direttore: Dr. Michele Piantadosi L'Unità Operativa Complessa Relazioni con il Pubblico provvede a : predisporre adeguati strumenti d'informazione sui servizi del Distretto Sanitario, sull'organizzazione interna dei servizi, sulle prestazioni offerte e sulle modalità d'accesso. semplificare e facilitare gli adempimenti amministrativi per la fruizione di tutte le prestazioni offerte dal Distretto. assicurare rapporti costanti con le Associazioni degli Utenti e con tutte le Organizzazioni preposte alla tutela dei diritti del cittadino. attuare collegamenti con gli Uffici Relazioni con il Pubblico di tutti gli Enti ed Istituzioni Pubbliche presenti sul territorio del Distretto. misurare per ogni livello assistenziale, il grado di soddisfazione dell'utenza, come supporto indispensabile alla programmazione delle attività del Distretto. Presso questa Unità Operativa è possibile segnalare disservizi, presentare reclami, proporre azioni di miglioramento. Gli operatori forniranno indicazioni utili per dare soluzione ad eventuali problemi che potrebbero verificarsi presso le articolazioni distrettuali. 9

10 UNITA' OPERATIVA "ASSISTENZA SANITARIA DI BASE PER L'URGENZA E LA SPECIALISTICA" Via Caduti sul Lavoro Caiazzo Tel. e Fax 0823/ Dirigente Responsabile: Dr. Pietro Consoli Dirigente Medico: Dott. Ascanio Della Peruta Fornisce l assistenza di Medicina Generale, Pediatrica e Specialistica. Ha il compito di: - curare la registrazione e l'aggiornamento dell' anagrafe assistiti, attraverso un sistema computerizzato; - indirizzare sulle modalità di scelta e revoca dei Medici di Assistenza Primaria e dei Pediatri di Libera Scelta; - rilasciare apposito documento mod. E111 per garantire l assistenza sanitaria urgente ai cittadini che si recano all estero nell ambito dei Paesi U.E., nonché il mod. E112 per l assistenza sanitaria in ambito CEE preventivamente autorizzata dal centro di riferimento di competenza; - provvedere al rimborso spese per pazienti dializzati e per le relative spese di viaggio; - rilasciare idoneo documento agli assistiti aventi diritto all'esenzione per la spesa sanitaria, per reddito e per patologia; - provvedere all erogazione di prestazioni specialistiche ambulatoriali; - rilasciare tessera sanitaria temporanea a cittadini provvisoriamente domiciliati nell ambito del distretto sanitario; - assistere gli Utenti stranieri di ambito extra-cee con permesso di soggiorno; - erogare assistenza indiretta ai Pazienti aventi diritto di ricovero presso strutture ospedaliere estere (in ambito U.E. ed extra U.E.), autorizzati preventivamente dal centro di riferimento di competenza; - fornire agli Utenti aventi diritto: prodotti aproteici, ossigeno terapia ed assistenza farmaceutica domiciliare per alimentazione entro-parenterale; 10

11 - garantire, a richiesta, assistenza domiciliare programmata tramite i Medici di Medicina di Base; - garantire le prestazioni mediche urgenti notturne e festive tramite i medici del Servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica); - garantire le prestazioni di emergenza tramite i Medici del Servizio Emergenza Territoriale 118. Orario al Pubblico: Uffici di Caiazzo (Via Caduti sul Lavoro Tel. e Fax 0823/ ) dal Lunedì al Venerdì dalle ore alle ore Mercoledì dalle ore alle ore Ufficio periferico di Pontelatone (Parco Arnosello Tel. 0823/876517) dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore Mercoledì dalle ore alle ore Ambulatorio di Dermatologia Martedì dalle ore alle ore Ambulatorio di Diabetologia Mercoledì e Venerdì dalle ore alle ore Ambulatorio di Geriatria Martedì dalle ore alle ore

12 UNITA' OPERATIVA MATERNO INFANTILE Via Caduti sul Lavoro Caiazzo - Tel. 0823/ Dirigente Responsabile: Dott. Luigi Gaio Ha il compito di tutelare la salute psico-fisica del bambino, dell'adolescente, della donna, della coppia e della famiglia attraverso: visite ostetriche e ginecologiche; ecografie ostetriche e ginecologiche; prevenzione dei tumori femminili:visite al seno, Pap-test; procedure e sostegno per l'interruzione volontaria di gravidanza (I.V.G.); consulenze per sessualità, contraccezione, sterilità; corsi di preparazione alla nascita e visite domiciliari alla puerpera, in collaborazione con operatori di altre Strutture Aziendali; interventi per la menopausa; interventi di Educazione alla Salute in Consultorio; interventi su problematiche familiari; spazio di ascolto per gli adolescenti, mercoledì dalle ore alle ore 17.00; promozione e pratica delle vaccinazioni nell'età evolutiva; interventi e certificazioni per alunni portatori di handicap (attività interdistrettuale); accertamenti di astensione dal lavoro per maternità e per gravidanze a rischio. medicina di comunità. Orario al Pubblico: Ginecologia (sede di Caiazzo): Mercoledì dalle ore alle ore Venerdì dalle ore alle ore Attività Consultorio Familiare Pediatria: sede di Caiazzo Lunedì e giovedì dalle ore alle ore sede di Formicola su prenotazione telefonica 0823/ Vaccinazioni Sede di Caiazzo dal lunedì al venerdì dalle ore alle ore Mercoledì dalle ore alle ore Sede di Pontelatone Giovedì dalle ore alle ore

13 UNITÀ OPERATIVA "ASSISTENZA ANZIANI E A.D.I. " Via Caduti sul Lavoro - Caiazzo Tel. 0823/ Dirigente Responsabile: Dr. Michele Valentino L Assistenza Domiciliare è dedicata a pazienti non autosufficienti temporaneamente o permanentemente che, per la complessità della loro patologia, necessitano di interventi sanitari definiti da un piano assistenziale personalizzato. L Assistenza Domiciliare è attivata dal Medico di Medicina Generale o dal Pediatra di Libera Scelta attraverso la compilazione e la presentazione di un apposita domanda all Unità Operativa (U.O.). Presso l U.O. è presente un Nucleo di Valutazione che esamina il caso, riscontra la presenza dei requisiti per l inserimento in Assistenza Domiciliare e, nei casi positivi, provvede alla stesura del piano assistenziale e, successivamente tramite il personale preposto, all erogazione delle prestazioni programmate. Le prestazioni sanitarie offerte all Utenza sono di natura sanitaria generica e specialistica, infermieristica e riabilitativa, inoltre il personale è dotato dei materiali necessari al proprio intervento al domicilio del paziente. Le richieste di assistenza vengono esaminate in ordine cronologico di arrivo e in ogni caso entro sette giorni lavorativi dalla presentazione dell istanza, la presa in caico avviene entro due giorni lavorativi, compatibilmente con la disponibilità di risorse umane e materiali assegnate all U.O. dall A.S.L. L Assistenza Domiciliare non assicura interventi che hanno carattere d urgenza ai quali è dedicata la Continuità Assistenziale e il 118, non prende in carico pazienti che necessitano solo di interventi specialistici domiciliari che possono essere ottenuti attraverso la presentazione delle prescrizioni specialistiche su ricettario del SSN all U.O. Medicina di Base, non è deputata alla fornitura di farmaci o materiale per l assistenza che vanno richiesti all U.O. Medicina di Base o U.O. Riabilitativa. 13

14 SERVIZIO FARMACEUTICO DISTRETTUALE Via Caduti sul Lavoro Caiazzo Tel/Fax 0823/ Tel/Fax 0823/ Il Servizio cura la dispensazione del farmaco sul territorio. In particolare si occupa di: 1. dispensazione del farmaco ad alto costo prescrittivi su L.I.T. (prescrizione medica specialistica su Libretto Individuale Terapeutico); 2. dispensazione del farmaco in fascia H; 3. distribuzione pasta aproteica per pazienti neuropatici; 4. distribuzione presidi per diabetici; 5. distribuzione prodotti nutrizionali per pazienti in ADI e non; 6. distribuzione farmaci a domicilio. 7. Orario al pubblico: Lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore alle ore

15 UNITÀ OPERATIVA"AMMINISTRATIVA" Via Caduti sul Lavoro - Caiazzo Tel. 0823/ Responsabile: Dott. Giovanni Carusone L'Unità Operativa Amministrativa, in particolare, ha il compito di: - gestire i fondi assegnati secondo il Regolamento Aziendale; - provvedere alla manutenzione degli impianti e strutture del Distretto; - assicurare la gestione delle scorte del Distretto: - svolgere attività di consulenza amministrativa a vantaggio delle UU.OO. del Distretto. 15

16 Le Unità Operative Interdistrettuali. Salute Mentale Riabilitazione Servizio Tossico-Dipendenze Medicina Legale Sono Unità presenti nell Organizzazione Distrettuale ma non ancora operative sul Territorio. L utenza che vorrà servirsi di queste Strutture, al momento, potrà rivolgersi alle UU.OO. di riferimento, presso il Distretto Sanitario n 25 di Caserta. Per ogni ulteriore informazione, al riguardo, sarà utile rivolgersi al Punto Informativo Tel. 0823/

17 SERVIZI DA CONOSCERE U.O.R.P. (Unità Operativa Relazioni con il Pubblico) PUNTO INFORMATIVO Tel CALL CENTER E possibile prenotare telefonicamente, in tempo reale, qualsiasi prestazione ambulatoriale erogata dalle strutture pubbliche dell ASL CE/1. Presidi Ospedalieri e Distretti Sanitari. Il Servizio è attivo nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì, dalle ore alle ore Per prenotare chiamare ai seguenti numeri: Nei restanti orari sarà attivo un sistema automatico telefonico che fornirà informazioni sui servizi offerti. 17

18 CENTRI SOVRADISTRETTUALI MEDICINA DELLO SPORT Presso la sede del Distretto 25 -(ex ENPAS) via Sud Piazza d'armi Dirigente Responsabile Mattina Dr. Claudio Briganti dal Martedì al Venerdì Le visite sono assicurate previa prenotazione da effettuarsi presso il C.U.P. o Call Center PREVENZIONE MALATTIE CARDIOVASCOLARI Presso la sede del Distretto 25 -(ex ENPAS) via Sud Piazza d'armi Dirigente Responsabile Mattina Dr. Angelo Perone dal Lunedì al Venerdì PREVENZIONE MALATTIE RESPIRATORIE E TUBERCOLARI Presso la sede del Distretto 25 -(ex ENPAS) via Sud Piazza d'armi Dirigente Responsabile Mattina Dr.ssa Rosa Donato di Paola dal Lunedì al Venerdì Si effettuano visite pneumologiche - esami spirometrici con test di broncodilatazione farmacologica - prove allergiche respiratorie Centro antifumo RADIOLOGIA SENOLOGICA Presso l'unità Operativa Materno-infantile via Unità Italiana, 3 - Caserta Tel Dirigente Responsabile Mattina Pomeriggio Dr. Salvatore Zullo dal Lunedì al Venerdì Martedì 18

19 CENTRO SOVRADISTRETTUALE DI DIETOLOGIA Presso l'unità Operativa Materno Infantile - Via Unità Italiana, 19 - Caserta Tel/Fax Dirigente Responsabile: Dott.ssa Cristina Flaviano Orario al pubblico: Mattina: Lunedì, Martedì, Mercoledì Pomeriggio lunedi e giovedì Le prenotazioni si effettuano presso il C.U.P. (Tel ) oppure al Call Center (Tel ) 19

20 DONAZIONE DI ORGANI I Pazienti, con insufficienza intrattabile d'organo in attesa di trapianto, sono molti, per la scarsità di organi disponibili. Nel 1993, con la Legge 578, si è provveduto a regolamentare l'accertamento di morte. Il prelievo di organi può essere effettuato purchè il donatore in vita non abbia espresso opposizione. Per legge, ognuno di noi può scegliere liberamente di donare o non donare i propri organi, presentando un'apposita dichiarazione presso 1 ' Unità Operativa Relazioni con il Pubblico del Distretto Sanitario N. 25 di Caserta. Il Cittadino, interessato alla presentazione della dichiarazione, deve esibire un documento di riconoscimento. Quando non è espressa alcuna volontà, il prelievo è consentito solo se i familiari non si oppongono. In qualsiasi momento è possibile cambiare idea facendo una nuova dichiarazione. Gli interessati potranno rivolgersi al funzionario referente Sig. Anna di Nardo, presso l'unità Operativa Relazioni con il Pubblico, dal lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore È inoltre possibile manifestare la propria volontà favorevole o contraria alla donazione nelle seguenti modalità: - al proprio Medico di famiglia; - alle Associazioni di Volontariato impegnate nelle attività di promozioni delle donazioni e del trapianto di organi (espressione di volontà solo favorevole). 20

21 UNITÀ OPERATIVA "PREVENZIONE COLLETTIVA" (Struttura territoriale del Dipartimento di Prevenzione) Via Roma SS. 158, ex Macello Comunale Caiazzo Tel. 0823/ Dirigente Responsabile: Dr.ssa Anna Mangiola Promuove la salute della popolazione nel suo complesso, attraverso la prevenzione e il controllo delle malattie infettive e la tutela dei rischi derivanti dall'inquinamento dell'aria, delle acque e del suolo. Ha il compito di: tutelare la salute della collettività nei luoghi di vita e di lavoro; sanificare abitazioni, scuole, uffici; effettuare controlli igienico-sanitari degli alimenti e delle acque; vigilare sulla sanità degli esercizi pubblici; controllare l'igienicità del suolo-abitato; rilasciare e rinnovare il libretto sanitario (idoneità sanitaria); rilasciare: - certificati necroscopici; - nulla-osta per esercizi commerciali; - pareri sanitari per progetti edilizi e per attività commerciali. Profilassi malattie infettive. Orario al Pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore alle ore Rilascio/Rinnovo libretti (Caiazzo): lunedì dalle ore alle ore mercoledì dalle ore alle ore e dalle ore alle ore Rilascio/Rinnovo libretti (Pontelatone) Lunedì dalle ore alle ore

22 UNITA OPERATIVA "SANITÀ PUBBLICA VETERINARIA" (Struttura territoriale del Dipartimento di Prevenzione) Via Nazionale per Alvignano Caiazzo Tel. 0823/ Dirigente Responsabile: Dr. Diamante Iagrossi L'Unita Operativa Sanità Pubblica Veterinaria Preserva la salute degli animali e controlla l'igiene degli alimenti di origine animale. In particolare ha il compito di: provvedere all anagrafe e al tatuaggio dei cani, anagrafe bovina, bufalina, ovina, caprina e suina; controllare la rimozione delle carcasse animali; vigilare sulla attività zootecniche gestite dati o Associazioni pubbliche e private; rilasciare autorizzazioni riguardanti l igienicità degli ambienti destinati al ricovero o all allevamento degli animali e alla produzione, trasformazione, vendita e trasporto animali; profilassi malattie animali trasmissibili all uomo; ispezione e vigilanza sugli impianti di produzione, trasformazione, commercializzazione, deposito, conservazione, trasporto e somministrazione di alimenti di origine animale. Orario al Pubblico: lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore alle ore

23 SERVIZIO ADOZIONI E AFFIDI - PSICOLOGIA GIURIDICA Via Unità Italiana, 3 - Caserta Tel/Fax 0823/ Dirigente Responsabile: dr.ssa Concetta Rossi Il Servizio Adozioni e Affidi - Psicologia Giuridica Opera nei seguenti ambiti: Affidi e Adozioni: fornisce informazioni, orientamento e preparazione alle coppie che fanno richiesta di Adozione Nazionale e Internazionale. Organizza percorsi formativi di gruppo e fornisce un supporto psicologico per la costruzione delle nuove famiglie; Mediazione Familiare: offre consulenze psicosociale finalizzate a sostenere i genitori durante la separazione o il divorzio per assicurare ai figli la continuità del legame affettivo. Predispone Incontri Protetti; realizza interventi di M. F. su richieste delle Autorità Giudiziarie e del singolo Cittadino; Abuso e Maltrattamento: attua interventi per la tutela psicologica e la protezione dei bambini vittime di maltrattamento delle loro famiglie. Collabora per l'ascolto Giudiziario Protetto. Interviene su richiesta: del Tribunale Ordinario e del Tribunale per i Minorenni dei Servizi Sociali Comunali delle Strutture per la Tutela dei Minori e della Famiglia Spontanea del Cittadino. L'ACCESSO AI SERVIZI E LIBERO E LE PRESTAZIONI SONO GRATUITE Orario di Apertura al Pubblico: dal Lunedì al Venerdì dalle ore alle ore Lunedì - Giovedì dalle alle

24 UNITA DI VALUTAZIONE ALZHEIMER San Nicola La Strada -Via Alcide De Gasperi - Tel Caserta - Via Sud Piazza d'armi (ex ENPAS) - Tel Responsabile Scientifico: dr. Antonio De Angelis Il progetto CRONOS, attivato dal Ministero della Salute, mediante un programma assistenziale si accompagna ad un preciso percorso diagnostico-terapeutico e di monitoraggio di tutti i pazienti ammessi al trattamento secondo un preciso protocollo. Il percorso diagnostico e terapeutico si articola su vari livelli con la cooperazione di diversi professionisti di riferimento: - Il Medico di Medicina Generale; - Le U.V.A. (Unità di Valutazione Alzheimer); -I Farmacisti; - Le AA.SS.LL. I Pazienti che si recano presso questa struttura, per essere sottoposti a visita, dovranno essere muniti di regolare impegnativa del proprio Medico curante con la diagnosi di sospetta malattia di Alzheimer fase lieve, o turbe della memoria, o deficit cognitivo in fase iniziale, oppure malattia di Alzheimer già diagnosticata; la richiesta dovrà sempre essere accompagnata dalla scheda di valutazione per l'ammissione al Progetto CRONOS. Nel caso di accertata malattia, l'unita di Valutazione di Alzheimer provvederà alla erogazione dei relativi farmaci. Orario di apertura al Pubblico: Martedì dalle ore 8,00 alle ore 14,00 (S. Nicola La Strada) Martedì - Giovedì dalle ore 14,15 alle ore 18,00 (Caserta) 24

25 SERVIZIO ADOLESCENTI Viale Beneduce n 10-Caserta Tel/fax 0823/ Dirigente Responsabile dott.ssa Antonietta Scalera Il Servizio Adolescenti garantisce l'omogeneità delle metodologie e degli interventi a favore degli adolescenti attraverso le seguenti funzioni: coordina gli Spazi Adolescenti e facilita l'integrazione tra questi e le altre realtà territoriali; definisce procedure e protocolli operativi per la prevenzione ed il trattamento delle problematiche degli adolescenti (età 11/20); fornisce indicazioni metodologiche attiva tutti quei percorsi operativi definiti dal Progetto Adolescenti. Prestazioni Informazioni e orientamento per gli adolescenti, i genitori,gli insegnanti Consultazioni psicologiche per l'adolescente e la sua famiglia Sostegno psicologico Psicoterapia breve e a lungo termine Il Servizio è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle Il lunedì e il martedì dalle 15,30 alle 17,30 Le prestazioni sono gratuite 25

26 SERVIZIO PER INTEGRAZIONE DELLE DISABILITA' E DEL RISCHIO PSICO-SOCIALE NELL'ETA' EVOLUTIVA Via Unità Italiana, 19 - Caserta Tel. e Fax Dirigente Responsabile: dott.ssa Anna Gravina Il Servizio per integrazione delle disabilità e del rischio psico-sociale nell'età evolutiva, a rilevanza aziendale, promuove ed attiva azioni di integrazione per l'assistenza a bambini con disabilità e/o a rischio di disagio psicosociale. Svolge le seguenti funzioni: Definisce procedure e protocolli operativi per la presa in carico dei bambini con disabilità a rischio psicosociale; Promuove percorsi di assistenza integrata; Attiva collegamenti che facilitano aree di intervento diverse (sanità, sociale, scuole etc) Coordina le Unità di Valutazione Multidisciplinare; Elabora ed attiva programmi e percorsi specifici per l'integrazione del minore disabile nella scuola. Prestazioni Informazione ed orientamento sulle tematiche dell'handicap in età evolutiva Informazioni sulle modalità di inserimento scolastico dei soggetti disabili Consulenze per operatori sanitari, scolastici, sociali, assistenziali Consulenza psicologica per il bambino e la sua famiglia Sostegno psicologico individuale e di gruppo Psicoterapia breve e a lungo termine Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 13,00 Il lunedì e il mercoledì dalle ore 15,00 alle ore Le prestazioni sono gratuite e si effettuano su prenotazioni telefoniche al numero: /

27 MEDICI DI BASE Nominativo Indirizzo Telefono studio 0823 Dr. Di Sorbo Giuseppe Rione Garibaldi Caiazzo Dr. Mazzarella Antonio Via Pontiele, 1 Caiazzo Dr. Ponsillo Luigi Via Cozzi, 8 Caiazzo Dr. Rolli Giovanna Via sal. Manselli, 16 Caiazzo Dr. Bove Rocco Mario Via Stazione Alvignano Dr. Ferrucci Maria Via Miglio XXV Alvignano Dr. Pretrazzuoli Brigida Corso Umberto I Alvignano Dr. Picazio Cesare Maria Via Gorizia, 21 Alvignano Dr. Castellano Maria C. Via Vittorio Veneto, 46 Piana di Monte Verna Dr. Riccio Francesco Piazza Mercato Piana di Monte Verna Dr. Di Sorbo Stefano Via Occidentale Ruviano Dr. Petrazzuoli Ferdinando Via Orientale, 1 Ruviano Dr. Prezioso Lucia Via Prol. Torre Pontelatone Dr. Scalzitti Fausto Via Unità Italiana, 1 Castel Campagnano Dr. Abussi Maria C. Via Case Sparse, 23 Formicola Dr. Simeone Giovanni Via Parrocchia, 14 Castel di Sasso Dr. Alberico Annamaria Via B. Campagnano Liberi Pediatri di Libera Scelta Nominativo Indirizzo Telefono studio 0823 Dr. De Cesare Stefano Via Cattabeni, 61 Caiazzo Dr. Riccio Marisa Piazza Cavour, 7 Pontelatone

28 ELENCO FARMACIE Farmacia Indirizzo Telefono Dr. De Lucia Vincenzo Via Cattabeni Caiazzo Dr. Ricciardi Laura Via A. Caiatino Caiazzo Dr. Andrisani Donatella Corso Umberto I Alvignano Dr. Salemme Luigi Via Roma Formicola Dr. Simone Stefano Via Torre Pontelatone Dr. Iodice Andrea Via San Marco Castel di Sasso Dr. Del Giudice Antimo Via Campo Sportivo Piana di Monte Verna Dr. La Prova Pietro Via Municipio Ruviano Dr. Maturi Michele Via II Giugno Castel Campagnano Dr. Conte Marta Via Valle strada prov. Liberi Liberi

29 NUMERI TELEFONICI UTILI PUNTO INFORMATIVO Distretto Sanitario n 32 A.C.T.C ( Trasporto Urbano) CARABINIERI Pronto Intervento POLIZIA (Pronto Intervento) AZIENDA OSPEDALIERA " San Sebastiano " di Caserta C.U.P. - OSPEDALE S. SEBASTIANO DI CASERTA OSPEDALE DI PIEDIMONTE MATESE OSPEDALE DI TEANO OSPEDALE DI MARCIANISE OSPEDALE DI MADDALONI OSPEDALE DI S. FELICE A CANCELLO CROCE ROSSA FF.SS. (informazioni) VIGILI DEL FUOCO MUNICIPIO DI CAIAZZO MUNICIPIO DI ALVIGNANO MUNICIPIO DI FORMICOLA MUNICIPIO DI PONTELATONE MUNICIPIO DI PIANA DI MONTE VERNA MUNICIPIO DI CASTEL DI SASSO MUNICIPIO DI CASTEL CAMPAGNANO MUNICIPIO DI RUVIANO MUNICIPIO DI LIBERI Tel. 0823/ Tel. 823/ Tel. 112 Tel. 113 Tel.0823/ Tel Tel Tel Tel Tel Tel Tel. 0823/ Tel Tel. 115 Tel. 0823/ Tel. 0823/ Tel. 0823/ Tel. 0823/ Tel. 0823/ Tel. 0823/ Tel. 0823/ Tel. 0823/ Tel.0823/

30 SERVIZIO EMERGENZA TERRITORIALE Funziona 24 ore su 24 per le urgenze sanitarie che si verificano in strada o in qualunque altro luogo e si occupa anche dell'eventuale trasporto in ospedale

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t 1

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t 1 1 LEGGE REGIONALE Norme in materia sanitaria 2 LEGGE REGIONALE Norme in materia sanitaria Il Consiglio regionale ha approvato la seguente legge: Art. 1 (Integrazione del comma 40 dell articolo 3 della

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE 2013 0 La Guida ai servizi territoriali del Distretto Socio-sanitario n. 20 : come e

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI Ufficio del Piano di Zona Sociale dell' Ambito Territoriale A 1 COMUNE DI ARIANO IRPINO Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI erogato nei Comuni dell ambito territoriale

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi La presente Carta dei servizi è stata realizzata a cura di: - Qualità e Accreditamento dell

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007 Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO - SANITARIA N. 8 Sede Legale: Via Forestuzzo, 41 Asolo (TV) Comuni: Altivole, Asolo, Borso del Grappa, Caerano di San Marco,

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006)

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Art.1 (Oggetto e finalità) 1. La Regione con la presente legge, in armonia

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

PRESENTAZIONE. Antonella Guida Direttore Responsabile

PRESENTAZIONE. Antonella Guida Direttore Responsabile PRESENTAZIONE Il Distretto Sanitario è il luogo delle cure quotidiane perché in esso viene fornita tutta l assistenza non ospedaliera, dall ambulatoriale alla domiciliare, passando per l assistenza integrata

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A.

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A. PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO UONPIA Varese, Busto A., Gallarate Mancanza di un sistema di monitoraggio nazionale Nel 201110.985

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ALEMANNO RICCARDO Data di nascita 21/02/1971

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ALEMANNO RICCARDO Data di nascita 21/02/1971 INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALEMANNO RICCARDO Data di nascita 21/02/1971 Qualifica I Fascia Amministrazione ASL CASERTA (EX ASL 1 e 2) Incarico attuale Dirigente ASL I fascia - Unità Operativa Veterinaria

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Oggetto Art. 1 Il Servizio Art. 2 L Utenza Art. 3 La domanda di Accoglienza Art. 4 Il Processo di Accoglienza Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

Azienda ULSS n. 9 Treviso Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Azienda ULSS n. 9 Treviso Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica ULSS9 Azienda ULSS n. 9 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica ELEZIONI EUROPEE E AMMINISTRATIVE DEL 25 MAGGIO 2014 DESIGNAZIONE dei DIRIGENTI MEDICI AUTORIZZATI al RILASCIO dei

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015.

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015. Sani.Med. S.r.l. Via Palombarese km. 19,0 Marcosimone di Guidonia 00010 Roma Carta Servizi Prestazioni di: Fisioterapia Cardiologia Dermatologia Ginecologia Endocrinologia Oculistica Neurologia Reumatologia

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU32 09/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 30 luglio 2012, n. 45-4248 Il nuovo modello integrato di assistenza residenziale e semiresidenziale socio-sanitaria a favore delle

Dettagli

Procedura per il riconoscimento della Protezione Internazionale. La fase amministrativa

Procedura per il riconoscimento della Protezione Internazionale. La fase amministrativa Procedura per il riconoscimento della Protezione Internazionale La fase amministrativa Nella prima fase, amministrativa, le autorità competenti in materia di protezione sono la Polizia uffici di frontiera

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

Guida ai diritti del malato

Guida ai diritti del malato Guida ai diritti del malato ERRORI MEDICI? DIMISSIONI FORZATE? INVALIDITÀ CIVILI NEGATE? LISTE D ATTESA INTERMINABILI? CARTE DEI SERVIZI INTROVABILI? DANNI DA TRASFUSIONI E DA VACCINAZIONI OBBLIGATORIE?

Dettagli

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna AGGIORNAMENTI SUL CONTROLLO IGIENICO-SANITARIO DELL APICOLTURA Brisighella (RA) 13 settembre 2013 Evoluzione del controllo dell apicoltura

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

ESAMI DEL SANGUE GIORNI DEI PRELIEVI DISTRETTO SEDE MODALITÀ

ESAMI DEL SANGUE GIORNI DEI PRELIEVI DISTRETTO SEDE MODALITÀ ESAMI DEL SANGUE Per sottoporsi agli esami del sangue non è in genere necessaria la prenotazione (salvo dove diversamente indicato). Per eseguire gli esami è possibile recarsi, con la ricetta del medico

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Delibera di Giunta - N.ro 1999/1378 - approvato il 26/7/1999 Oggetto: DIRETTIVA PER L' INTEGRAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI E SANITARIE ED A RILIEVO SANITARIO A FAVORE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSISTITI

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI Fondazione di partecipazione dei Comuni di Casole d Elsa Colle di Val d Elsa Poggibonsi San Gimignano Radicondoli REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI - 1- INDICE Premessa... 5 Titolo Primo

Dettagli

DECRETO N. 20 del 09.07.2013

DECRETO N. 20 del 09.07.2013 L Assessore DECRETO N. 20 del 09.07.2013 Oggetto: Modifiche al Decreto attuativo del Piano straordinario di eradicazione della Peste Suina Africana. Anni 2012 e 2013. VISTO lo Statuto Speciale della Regione

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli