NUOVO POLO OSPEDALIERO DI FERRARA Arcispedale S.Anna

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NUOVO POLO OSPEDALIERO DI FERRARA Arcispedale S.Anna"

Transcript

1 lenco Pagine - Piano +15,60 Blocco 41 pag. 1 Blocco 35 pag. 2 Blocco 38 pag. 3 Blocco 39 pag. 4 Blocco 30 pag. 5 Blocco 34 pag. 6 Blocchi 1-2 pag. 7 Blocchi 4-5 pag. 8 Blocco 3 pag. 9 Blocchi 9-27 pag. 10 Blocco 33 pag. 11 Blocchi pag. 12 Blocco 24 pag. 13 NUOVO POLO OSPDALIRO DI FRRARA Arcispedale S.Anna Località CONA stampa del 27 giu PIANO TCNOLOGICO - QUOTA FUORI SCALA

2 pag. 1 LGNDA COMPARTIMNTAZION RI PRCORSO SODO PRCORSO DI FUGA VRSO L'ALTO Q.. PORTA RI STINTOR IDRANT PULSANT DI ALLARM INCNDIO ATTRZZATURA ANTINCNDIO QUADRO LTTRICO PRCORSO DI FUGA ORIZZONTAL PRCORSO DI FUGA VRSO IL BASSO USCITA DI SICURZZA USCITA VRSO L'STRNO SCAL DI SODO QUADRO D'INTRCTTAZION GAS MDICALI QUADRO D'INTRCTTAZION ALIMNTAZION LTTRICA - UTA 41 NUOVO POLO OSPDALIRO ARCISPDAL S.ANNA BLOCCO 41

3 pag. 2 LGNDA COMPARTIMNTAZION RI PRCORSO SODO PRCORSO DI FUGA VRSO L'ALTO PRCORSO DI FUGA ORIZZONTAL PRCORSO DI FUGA VRSO IL BASSO USCITA DI SICURZZA USCITA VRSO L'STRNO SCAL DI SODO PORTA RI STINTOR IDRANT Q.. PULSANT DI ALLARM INCNDIO ATTRZZATURA ANTINCNDIO QUADRO LTTRICO QUADRO D'INTRCTTAZION GAS MDICALI QUADRO D'INTRCTTAZION ALIMNTAZION LTTRICA - UTA NUOVO POLO OSPDALIRO ARCISPDAL S.ANNA BLOCCO 35

4 pag LGNDA PORTA RI STINTOR IDRANT COMPARTIMNTAZION RI PULSANT DI ALLARM INCNDIO PRCORSO SODO ATTRZZATURA ANTINCNDIO PRCORSO DI FUGA VRSO L'ALTO Q.. QUADRO LTTRICO PRCORSO DI FUGA ORIZZONTAL PRCORSO DI FUGA VRSO IL BASSO USCITA DI SICURZZA USCITA VRSO L'STRNO SCAL DI SODO QUADRO D'INTRCTTAZION GAS MDICALI QUADRO D'INTRCTTAZION ALIMNTAZION LTTRICA - UTA NUOVO POLO OSPDALIRO ARCISPDAL S.ANNA BLOCCO 38

5 pag. 4 LGNDA COMPARTIMNTAZION RI PRCORSO SODO PRCORSO DI FUGA VRSO L'ALTO PRCORSO DI FUGA ORIZZONTAL PRCORSO DI FUGA VRSO IL BASSO USCITA DI SICURZZA USCITA VRSO L'STRNO SCAL DI SODO PORTA RI STINTOR IDRANT PULSANT DI ALLARM INCNDIO ATTRZZATURA ANTINCNDIO Q.. QUADRO LTTRICO QUADRO D'INTRCTTAZION GAS MDICALI QUADRO D'INTRCTTAZION ALIMNTAZION LTTRICA - UTA NUOVO POLO OSPDALIRO ARCISPDAL S.ANNA BLOCCO 39

6 pag. 5 LGNDA COMPARTIMNTAZION RI PRCORSO SODO PRCORSO DI FUGA VRSO L'ALTO PRCORSO DI FUGA ORIZZONTAL PRCORSO DI FUGA VRSO IL BASSO USCITA DI SICURZZA 30 USCITA VRSO L'STRNO SCAL DI SODO PORTA RI STINTOR IDRANT PULSANT DI ALLARM INCNDIO Q.. ATTRZZATURA ANTINCNDIO QUADRO LTTRICO 29 QUADRO D'INTRCTTAZION GAS MDICALI QUADRO D'INTRCTTAZION ALIMNTAZION LTTRICA - UTA NUOVO POLO OSPDALIRO ARCISPDAL S.ANNA BLOCCO 30

7 pag. 6 LGNDA COMPARTIMNTAZION RI PRCORSO SODO PRCORSO DI FUGA VRSO L'ALTO PRCORSO DI FUGA ORIZZONTAL PRCORSO DI FUGA VRSO IL BASSO USCITA DI SICURZZA USCITA VRSO L'STRNO SCAL DI SODO PORTA RI STINTOR IDRANT PULSANT DI ALLARM INCNDIO Q.. ATTRZZATURA ANTINCNDIO QUADRO LTTRICO QUADRO D'INTRCTTAZION GAS MDICALI QUADRO D'INTRCTTAZION ALIMNTAZION LTTRICA - UTA NUOVO POLO OSPDALIRO ARCISPDAL S.ANNA BLOCCO 34

8 pag LGNDA COMPARTIMNTAZION RI PRCORSO SODO PRCORSO DI FUGA VRSO L'ALTO Q.. PORTA RI STINTOR IDRANT PULSANT DI ALLARM INCNDIO ATTRZZATURA ANTINCNDIO QUADRO LTTRICO PRCORSO DI FUGA ORIZZONTAL PRCORSO DI FUGA VRSO IL BASSO USCITA DI SICURZZA USCITA VRSO L'STRNO SCAL DI SODO QUADRO D'INTRCTTAZION GAS MDICALI QUADRO D'INTRCTTAZION ALIMNTAZION LTTRICA - UTA NUOVO POLO OSPDALIRO ARCISPDAL S.ANNA BLOCCHI 1-2

9 pag LGNDA COMPARTIMNTAZION RI PRCORSO SODO PRCORSO DI FUGA VRSO L'ALTO Q.. PORTA RI STINTOR IDRANT PULSANT DI ALLARM INCNDIO ATTRZZATURA ANTINCNDIO QUADRO LTTRICO PRCORSO DI FUGA ORIZZONTAL PRCORSO DI FUGA VRSO IL BASSO USCITA DI SICURZZA USCITA VRSO L'STRNO SCAL DI SODO QUADRO D'INTRCTTAZION GAS MDICALI QUADRO D'INTRCTTAZION ALIMNTAZION LTTRICA - UTA NUOVO POLO OSPDALIRO ARCISPDAL S.ANNA BLOCCHI 4-5

10 pag. 9 LGNDA COMPARTIMNTAZION RI PRCORSO SODO PRCORSO DI FUGA VRSO L'ALTO PRCORSO DI FUGA ORIZZONTAL PRCORSO DI FUGA VRSO IL BASSO USCITA DI SICURZZA USCITA VRSO L'STRNO SCAL DI SODO PORTA RI 03 Q.. STINTOR IDRANT PULSANT DI ALLARM INCNDIO ATTRZZATURA ANTINCNDIO QUADRO LTTRICO 07 QUADRO D'INTRCTTAZION GAS MDICALI QUADRO D'INTRCTTAZION ALIMNTAZION LTTRICA - UTA NUOVO POLO OSPDALIRO ARCISPDAL S.ANNA BLOCCO 03

11 pag. 10 LGNDA COMPARTIMNTAZION RI PRCORSO SODO PRCORSO DI FUGA VRSO L'ALTO Q.. PORTA RI STINTOR IDRANT PULSANT DI ALLARM INCNDIO ATTRZZATURA ANTINCNDIO QUADRO LTTRICO PRCORSO DI FUGA ORIZZONTAL PRCORSO DI FUGA VRSO IL BASSO USCITA DI SICURZZA USCITA VRSO L'STRNO SCAL DI SODO QUADRO D'INTRCTTAZION GAS MDICALI QUADRO D'INTRCTTAZION ALIMNTAZION LTTRICA - UTA NUOVO POLO OSPDALIRO ARCISPDAL S.ANNA BLOCCHI 9-27

12 pag LGNDA COMPARTIMNTAZION RI PRCORSO SODO PRCORSO DI FUGA VRSO L'ALTO Q.. PORTA RI STINTOR IDRANT PULSANT DI ALLARM INCNDIO ATTRZZATURA ANTINCNDIO QUADRO LTTRICO PRCORSO DI FUGA ORIZZONTAL PRCORSO DI FUGA VRSO IL BASSO USCITA DI SICURZZA USCITA VRSO L'STRNO SCAL DI SODO QUADRO D'INTRCTTAZION GAS MDICALI QUADRO D'INTRCTTAZION ALIMNTAZION LTTRICA - UTA NUOVO POLO OSPDALIRO ARCISPDAL S.ANNA BLOCCO 33

13 pag. 12 LGNDA COMPARTIMNTAZION RI PRCORSO SODO PRCORSO DI FUGA VRSO L'ALTO Q.. PORTA RI STINTOR IDRANT PULSANT DI ALLARM INCNDIO ATTRZZATURA ANTINCNDIO QUADRO LTTRICO PRCORSO DI FUGA ORIZZONTAL PRCORSO DI FUGA VRSO IL BASSO USCITA DI SICURZZA USCITA VRSO L'STRNO SCAL DI SODO QUADRO D'INTRCTTAZION GAS MDICALI QUADRO D'INTRCTTAZION ALIMNTAZION LTTRICA - UTA NUOVO POLO OSPDALIRO ARCISPDAL S.ANNA BLOCCHI 21-22

14 pag. 13 LGNDA COMPARTIMNTAZION RI PRCORSO SODO PRCORSO DI FUGA VRSO L'ALTO Q.. PORTA RI STINTOR IDRANT PULSANT DI ALLARM INCNDIO ATTRZZATURA ANTINCNDIO QUADRO LTTRICO PRCORSO DI FUGA ORIZZONTAL PRCORSO DI FUGA VRSO IL BASSO USCITA DI SICURZZA USCITA VRSO L'STRNO SCAL DI SODO QUADRO D'INTRCTTAZION GAS MDICALI QUADRO D'INTRCTTAZION ALIMNTAZION LTTRICA - UTA NUOVO POLO OSPDALIRO ARCISPDAL S.ANNA BLOCCO 24

VIA CARLO ALBERTO VIA SAN GIACOMO

VIA CARLO ALBERTO VIA SAN GIACOMO VIA CARLO ALBRTO VIA SAN GIACOMO VIA SAN GIACOMO istruzioni di sicurezza valide per tutte le situazioni di pericolo mantieni la calma; interrompi immediatamente ogni attività lascia tutto l equipaggiamento

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITÀ

PIANO DELLE ATTIVITÀ Dscrizion Lavori Rischi idntificati Misur di sicurzza Mzzi di protzion Comptnza Dlimitazion ara di cantir Progttazion viabilità intrna al cantir Trasporto di prsonal attrzzatur Disfacimnto pavimntazion

Dettagli

Innovazione Tecnologica e Gestionale per gli Impianti Speciali. Marino Mariani

Innovazione Tecnologica e Gestionale per gli Impianti Speciali. Marino Mariani 1 Innovazione Tecnologica e Gestionale per gli Impianti Speciali Marino Mariani LA CULTURA DELL INNOVAZIONE L UNITA IMPIANTI E SISTEMI MODENA CEA Estintori S.p.A dal 1967 si occupa con passione di tutte

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5)

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

Interventi di risanamento conservativo e adeguamento alle norme

Interventi di risanamento conservativo e adeguamento alle norme Intrvnti risanamnto consrvativo adguamnto all norm SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO G. MAMELI IN VIA BLIGNY La scuola scondaria primo grado G. Mamli, in via Bligny ha sd in ficio ch si sviluppa su tr livlli

Dettagli

SGS ITALIA FORMAZIONE SGS ACADEMY SETTEMBRE - DICEMBRE 2013

SGS ITALIA FORMAZIONE SGS ACADEMY SETTEMBRE - DICEMBRE 2013 > SGS ITALIA FORMAZIONE SGS ACADEMY SETTEMBRE - DICEMBRE 2013 IL GRUPPO SGS Fondata nl 1878, con sd a Ginvra, SGS è riconosciuta intrnazionalmnt pr la massima qualità di srvizi forniti pr la assoluta intgrità

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI LODI

ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI LODI PROGRAMMA CORSO BASE 10 ORE ORDINE ARCHITETTI PPC Moduli h OBIETTIVI DIRETTIVE LEGISLAZIONE E REGOLE TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI A 6 FISICA E CHIMICA DELL'INCENDIO B 10 TECNOLOGIA DEI MATERIALI E DELLE

Dettagli

Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell emergenza nei luoghi di lavoro

Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell emergenza nei luoghi di lavoro 1/1 generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell emergenza nei luoghi di lavoro 1/25 Contenuti DM 10/03/98 1/2 Valutazione dei rischi di incendio, protettive e precauzionali di esercizio Controllo

Dettagli

CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI FINALIZZATO ALL ISCRIZIONE DEI PROFESSIONISTI NEGLI ELENCHI DEL MINISTERO DELL INTERNO

CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI FINALIZZATO ALL ISCRIZIONE DEI PROFESSIONISTI NEGLI ELENCHI DEL MINISTERO DELL INTERNO PROGRAMMA CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI FINALIZZATO ALL ISCRIZIONE DEI PROFESSIONISTI NEGLI ELENCHI DEL MINISTERO DELL INTERNO (in bas al D.M. Agosto 011, art. succssiv modifich)

Dettagli

D.M. 27 / 07 / 2010 3.5 ascensori

D.M. 27 / 07 / 2010 3.5 ascensori 3.5 ascensori se attraversano due compartimenti, vano corsa protetto EI come strutture (vale anche per le scale) H > 24 m almeno un ascensore antincendio 1 4.1 affollamento aree vendita dettaglio alimentari

Dettagli

CHECK LIST per i Controlli di Sicurezza sul lavoro

CHECK LIST per i Controlli di Sicurezza sul lavoro AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA (D.Lgs. n. 517/1999 - Art. 3 L.R.Vnto n. 18/2009) SERVIZIO PREVENZIONE PROTEZIONE Dirttor: Ing. Maurizio Lornzi Sd di Borgo Roma P.l L.A. Scuro, 10-37134

Dettagli

P R O G R A M M A Z I O N E A N N O 2 0 1 5

P R O G R A M M A Z I O N E A N N O 2 0 1 5 PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI ANNI 20152017 P R O G R A M M A Z I O N E A N N O 2 0 1 5 Struttura C. costo Sottoconto Dscrizion sottoconto Importo Amm.n C.l B9901 341,80,10 Costi manut. ripar. fabbricati

Dettagli

4.145.975,19 4.004.200,03 3.966.659,30 1.379.472,74 650.000,00 450.000,00 1.596.503,33 850.000,00 635.000,00. s s. (+) Entrate titoli IV (riscosse)

4.145.975,19 4.004.200,03 3.966.659,30 1.379.472,74 650.000,00 450.000,00 1.596.503,33 850.000,00 635.000,00. s s. (+) Entrate titoli IV (riscosse) PROSPTTO CONTNNT L PRVISIONI DI COMPTNZA DI CASSA DGLI AGGRGATI RILVANTI AI FINI DL PATTO DI STABILITA' INTRNO 2014 2015 2016 C o m p e t e n z a (+) ntrate titoli I II III (da stanziamento di bilancio

Dettagli

SICUREZZA DELLE VIE DI FUGA NEI PICCOLI LUOGHI DI LAVORO

SICUREZZA DELLE VIE DI FUGA NEI PICCOLI LUOGHI DI LAVORO SICUREZZA DELLE VIE DI FUGA NEI PICCOLI LUOGHI DI LAVORO Le vie di esodo costituiscono il primo problema da affrontare quando si progetta la sicurezza di un edificio. Infatti, la sicurezza delle persone

Dettagli

PREVENZIONE INCENDI E GESTIONE DELL EMRGENZA

PREVENZIONE INCENDI E GESTIONE DELL EMRGENZA PREVENZIONE INCENDI E GESTIONE DELL EMRGENZA EMRGENZA Dott. Sergio Biagini Tecnico della Prevenzione INCENDIO E ESPLOSIONE Ai fini della valutazione del rischio incendio il Datore di Lavoro classifica

Dettagli

RIGENERAZIONE COMPLETA DELLA PARTE ELETTRICA ESSICCATOI ORIZZONTALI

RIGENERAZIONE COMPLETA DELLA PARTE ELETTRICA ESSICCATOI ORIZZONTALI RIGENERAZIONE COMPLETA DELLA PARTE ELETTRICA ESSICCATOI ORIZZONTALI La ditta E.G., operante nel settore ceramico da più di un decennio, ha maturato l'esperienza per la rigenerazione di molte macchine automatiche.

Dettagli

PROGETTO SICUREZZA ISTITUTO COMPRENSIVO OVEST 1

PROGETTO SICUREZZA ISTITUTO COMPRENSIVO OVEST 1 PROGETTO SICUREZZA ISTITUTO COMPRENSIVO OVEST 1 BRESCIA Unità didattica n. 1 LA PROVA D EVACUAZIONE Percorsi d apprendimento A 1A.1 Il percorso d evacuazione 1A.2 I comportamenti corretti 1A.3 La segnaletica

Dettagli

Registro antincendio e dei controlli periodici

Registro antincendio e dei controlli periodici Registro antincendio e dei controlli periodici Art. 12 del D. M. 26 agosto 1992 Art. 4. D.M 10 marzo 1998 D.Lgs 81/08 e successive modifiche e integrazioni D.P.R. 1 agosto 2011, n. 151 www.sicurezzainnanzitutto.it

Dettagli

Estratto. ANAS S.p.A. Condirezione Generale Tecnica Direzione Centrale Progettazione

Estratto. ANAS S.p.A. Condirezione Generale Tecnica Direzione Centrale Progettazione ANAS S.p.A. Condirezione Generale Tecnica Direzione Centrale Progettazione Linee Guida per la progettazione della sicurezza nelle Gallerie Stradali secondo la normativa vigente Ottobre 2009 Pag. 71 di

Dettagli

Il ruolo per le aziende italiane del fotovoltaico

Il ruolo per le aziende italiane del fotovoltaico Il ruolo pr l azind italian dl fotovoltaico Contnuti 1 2 3 4 La filira italiana dl FV Bnfici conomici Bnfici ambintali Conclusioni 1. La filira italiana dl FV Articolazion dlla filira Componnti Tcnologi

Dettagli

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

Procedura interna. Squadra Antincendio

Procedura interna. Squadra Antincendio Procedura interna Squadra Antincendio Roma, 01/2015 Rev.06/annuale Pagina 1 di 6 A.Orelli. Tel. 3387 RAPPORTO D INTERVENTO SQUADRA ANTINCENDIO Allegato 1. Registro delle N. attività: tale Del: registro

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5)

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

Approvazione doti I e II anni percorsi triennali IeFP a.f. 2015/2016 - Primo acconto

Approvazione doti I e II anni percorsi triennali IeFP a.f. 2015/2016 - Primo acconto Approvazion doti I II anni prcorsi trinnali IFP a.f. 2015/2016 - Allgato A Bando Corso : Dnominazion cod. bn. 082 1 129458 Agro-alimntar agricolo Coltivazioni arbor, rbac, ortofloricol 158735 GIOVANNI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI Servizio di Prevenzione e Protezione Registro controlli antincendio SCHEDA CONTROLLO DELLE USCITE DI SICUREZZA Controllo periodico Controllo straordinario Piano Controllo

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Procsso Costruzion di difici di opr di inggnria civil/industrial Squnza di procsso

Dettagli

5 CIRCOLO SESTO SAN GIOVANNI (MI)

5 CIRCOLO SESTO SAN GIOVANNI (MI) SCUOLA PRIMARIA M.GALLI 5 CIRCOLO SESTO SAN GIOVANNI (MI) PROGETTO COMMISSIONE SICUREZZA: SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO ED EDUCAZIONE STRADALE 1 A.S. 2011 2012 PREMESSA Dall anno scolastico 1997/98 la

Dettagli

Corso di FORMAZIONE ED INFORMAZIONE DEI LAVORATORI SULLA SICUREZZA

Corso di FORMAZIONE ED INFORMAZIONE DEI LAVORATORI SULLA SICUREZZA Istituto Comprensivo MAHATMA GANDHI Via Corinaldo, 41 00156 Roma Corso di FORMAZIONE ED INFORMAZIONE DEI LAVORATORI SULLA SICUREZZA D.Lgs. n. 81/2008, art. 32, comma 2 >Figure sensibili addette all antincendio

Dettagli

GARA COMUNITARIA CENTRALIZZATA A PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL MULTISERVIZIO TECNOLOGICO

GARA COMUNITARIA CENTRALIZZATA A PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL MULTISERVIZIO TECNOLOGICO GARA COMUNITARIA CENTRALIZZATA A PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL MULTISERVIZIO TECNOLOGICO E FORNITURA DEI VETTORI ENERGETICI AGLI IMMOBILI IN PROPRIETÀ O NELLA DISPONIBILITÀ DELLE AZIENDE

Dettagli

CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI DM 5 AGOSTO 2011

CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI DM 5 AGOSTO 2011 CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI DM 5 AGOSTO 2011 PROGRAMMA ai sensi dell art. 4 del DM 5/08/2011 Modulo 1 Obiettivi, direttive, legislazione e regole tecniche di prevenzione incendi

Dettagli

Manutenzioni e verifiche. Listino Servizi

Manutenzioni e verifiche. Listino Servizi Manutenzioni e verifiche Listino Servizi CODICE DESCRIZIONE ARTICOLO A VISITA COSTO ANNUO 2 VISITE NORMA UNI 9994 5.1 E 5.2 per estintori portatili e carrellati CON da 1 a 5 estintori CON da 6 a 10 estintori

Dettagli

Convegno SOLAR COOLING

Convegno SOLAR COOLING Convegno SOLAR COOLING Polo Universitario Bicocca venerdì 19 giugno 2009 ore 15:00 Convegno organizzato da Università Bicocca, Paradigma, CMT, Broad, Fotir e ICRI Impianti ELEMENTI DEL PROGETTO: PANNELLI

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA

IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA COMUNE DI SESTRI LEVANTE PROGETTO DEFINITIVO DI RISTRUTTURAZIONE DEL PALAZZO FASCIE ROSSI POLO CULTURALE E MUSEALE PER LA CITTA E PER IL TIGULLIO ORIENTALE IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA

Dettagli

Unipol Assicurazioni SpA Cumulative Auto Bologna 12/01/2015 11:18

Unipol Assicurazioni SpA Cumulative Auto Bologna 12/01/2015 11:18 ESER. POL AGEN. POL RAMO POL NUM. POL. ESER. SIN AGEN. SIN. NUM. SIN RAMO SIN. ISPETTORATO DATA AVVENIM. DATA CHIUSURATIPO DEN. TIPO CHIUSTP RESP ASSICURATO PREVENTIVO PAGATO DA RECUPERARE 2007 1467 130

Dettagli

Alunni Dott.Ing. Domenico PANARELLO

Alunni Dott.Ing. Domenico PANARELLO IL PIANO DI EMERGENZA Alunni Dott.Ing. Domenico PANARELLO Il Piano di Emergenza E una procedura di mobilitazione di mezzi e persone in grado di fronteggiare una determinata condizione di emergenza. Le

Dettagli

Programmatore scenari

Programmatore scenari Programmatore scenari scheda tecnica ART. MH00 Descrizione Questo dispositivo permette la gestione di scenari semplici e evoluti fino ad un numero massimo di 300. Grazie al programmatore scenari il sistema

Dettagli

VADEMECUM ADDETTI SICUREZZA E PREPOSTI INFORMAZIONI PRELIMINARI PER UN CORRETTO SVOLGIMENTO DELLE MANSIONI DEGLI ADDETTI ALLA SICUREZZZA

VADEMECUM ADDETTI SICUREZZA E PREPOSTI INFORMAZIONI PRELIMINARI PER UN CORRETTO SVOLGIMENTO DELLE MANSIONI DEGLI ADDETTI ALLA SICUREZZZA VADEMECUM ADDETTI SICUREZZA E PREPOSTI INFORMAZIONI PRELIMINARI PER UN CORRETTO SVOLGIMENTO DELLE MANSIONI DEGLI ADDETTI ALLA SICUREZZZA INTRODUZIONE A norma del Decreto 26 Agosto 1992 il Dirigente scolastico

Dettagli

Sede centrale della Scuola Piazza Martiri della Libertà, n 33 - PISA D.U.V.R.I. ex Art. 26 del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81, e s.m.i.

Sede centrale della Scuola Piazza Martiri della Libertà, n 33 - PISA D.U.V.R.I. ex Art. 26 del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81, e s.m.i. Sede centrale della Scuola Piazza Martiri della Libertà, n 33 - PISA D.U.V.R.I. ex Art. 26 del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81, e s.m.i. INDIVIDUZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE

Dettagli

IMPIANTO DI DIFFUSIONE SONORA EDIFICIO DI Servizio Prevenzione e Protezione Maggio 2010 Principali caratteristiche tecniche L impianto di diffusione sonora è finalizzato alla diffusione di messaggi che

Dettagli

DATI DI COPERTINA E PREMESSA DEL PROGETTO

DATI DI COPERTINA E PREMESSA DEL PROGETTO DATI DI COPERTINA E PREMESSA DEL PROGETTO U70001730 Impianti di estinzione incendi Reti di idranti a secco Progettazione, installazione ed esercizio Fire fighting equipment Dry pipe Fire Hydrant systems

Dettagli

ESTRATTO DAL PIANO DI ESODO IN EMERGENZA. Redatto ai sensi degli art. 15) e 36) del D.LGS. 81/08 T. U. Sicurezza. Liceo Morgagni

ESTRATTO DAL PIANO DI ESODO IN EMERGENZA. Redatto ai sensi degli art. 15) e 36) del D.LGS. 81/08 T. U. Sicurezza. Liceo Morgagni ESTRATTO DAL PIANO DI ESODO IN EMERGENZA Redatto ai sensi degli art. 15) e 36) del D.LGS. 81/08 T. U. Sicurezza Liceo Morgagni ll presente documento è da considerarsi integrazione e aggiornamento del Documento

Dettagli

.OMISSIS.. Individuazione dei potenziali pericoli ed emergenze. EstrattoPEEDirezionale.doc

.OMISSIS.. Individuazione dei potenziali pericoli ed emergenze. EstrattoPEEDirezionale.doc Veronamercato SpA Via Sommacampagna 63 d/e 37137 VERONA EstrattoPEEDirezionale.doc ESTRATTO AL PIANO DI GESTIONE DELLE EMERGENZE PIANO DI EVACUAZIONE.OMISSIS.. Individuazione dei potenziali pericoli ed

Dettagli

GESTIONE SISTEMA ALLARME INCENDIO

GESTIONE SISTEMA ALLARME INCENDIO GESTIONE SISTEMA ALLARME INCENDIO 1 PULSANTE per emanazione manuale allarme incendio Parte sottostante del pulsante nel quale inserire l apposita chiavetta per azionare l impianto acustico 2 Chiavetta

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO E L ENTE PROPRIETARIO: GLI ATTORI PRIMARI DELLA. corretto rapporto tra Scuole, Enti Locali e Organi di Vigilanza

IL DIRIGENTE SCOLASTICO E L ENTE PROPRIETARIO: GLI ATTORI PRIMARI DELLA. corretto rapporto tra Scuole, Enti Locali e Organi di Vigilanza IL DIRIGENTE SCOLASTICO E L ENTE PROPRIETARIO: GLI ATTORI PRIMARI DELLA SICUREZZA SCU NELLA SCUOLA Procedure operative per la gestione del corretto rapporto tra Scuole, Enti Locali e Organi di Vigilanza

Dettagli

Reti Idranti Antincendio

Reti Idranti Antincendio Reti Idranti Antincendio Progettazione (installazione) collaudo e verifica alla luce dell edizione 2014 Ing. Luciano Nigro Rete Idranti Principale e più elementare presidio antincendio fisso Richiesta

Dettagli

I POSSIBILI PERICOLI NELL'AMBIENTE SCOLASTICO

I POSSIBILI PERICOLI NELL'AMBIENTE SCOLASTICO I POSSIBILI PERICOLI NELL'AMBIENTE SCOLASTICO Finestre, pavimenti, porte, termosifoni, costituiscono il rischio maggiore all interno della classe. Le ante delle finestre in particolare causano un infinità

Dettagli

Segnaletica di sicurezza negli ambienti di lavoro. D. Lgs. 493/96

Segnaletica di sicurezza negli ambienti di lavoro. D. Lgs. 493/96 Segnaletica di sicurezza negli ambienti di lavoro D. Lgs. 493/96 Segnaletica di sicurezza negli ambienti di lavoro Il D.Lgs. 626/94 stabilisce le misure generali di tutela della salute e della sicurezza

Dettagli

Descrittivo delle attività di ACTIVO PARK http://www.activopark.com/ SCONTO 10% PER I SOCI CRAL

Descrittivo delle attività di ACTIVO PARK http://www.activopark.com/ SCONTO 10% PER I SOCI CRAL Dscrittivo dll attività di ACTIVO PARK http://www.activopark.com/ SCONTO 10% PER I SOCI CRAL Immagin Tipo di Attività Posizion nl Parco Durata Età Accsso all attività Costo Costo di intgrazion (in caso

Dettagli

NUOVO SISTEMA DI TELE-VIDEO CONTROLLO TR AMI T E GSM /ADSL

NUOVO SISTEMA DI TELE-VIDEO CONTROLLO TR AMI T E GSM /ADSL NUOVO SISTEMA DI TELE-VIDEO CONTROLLO TR AMI T E GSM /ADSL MY FIDO GSM _ MY FIDO GSM + WEB Controlla la tua casa dal tuo cellulare e con un click vedi in tempo reale ciò che succede! SEM PL I C E DA I

Dettagli

Corso per A.S.P.P. - Modulo B 6

Corso per A.S.P.P. - Modulo B 6 Corso per A.S.P.P. - Modulo B 6 Corsi di specializzazione per ASPP macro settore di attività 8 Modulo B Valutazione Rischi Istituto ISIS Ponti piazza Giovine Italia n. 3 - Gallarate Lezione del 10.01.2012

Dettagli

PIANIFICAZIONE E GESTIONE DELLE EMERGENZE E DELL EVACUAZIONE SUCCURSALE (documento predisposto dall Ing. Scarlatti, addetto SPP del Liceo Fermi)

PIANIFICAZIONE E GESTIONE DELLE EMERGENZE E DELL EVACUAZIONE SUCCURSALE (documento predisposto dall Ing. Scarlatti, addetto SPP del Liceo Fermi) PIANIFICAZIONE E GESTIONE DELLE EMERGENZE E DELL EVACUAZIONE SUCCURSALE (documento predisposto dall Ing. Scarlatti, addetto SPP del Liceo Fermi) DISPOSITIVI DI ALLARME E presente un sistema automatico

Dettagli

SCUDERIE MIRABELLO SCHEDA TECNICO/MANUTENTIVA

SCUDERIE MIRABELLO SCHEDA TECNICO/MANUTENTIVA SCUDERIE MIRABELLO SCHEDA TECNICO/MANUTENTIVA Dscrizion Il complsso si trova nl cuor dl parco d è accssibil dall ingrsso di Porta Vdano. Si trova immrso nl vrd dl Parco d è mta prvalntmnt dgli appassionati

Dettagli

Corsi di formazione organizzati da Bioikòs Ambiente (calendario 2014): PRIMO SOCCORSO ANTINCENDIO

Corsi di formazione organizzati da Bioikòs Ambiente (calendario 2014): PRIMO SOCCORSO ANTINCENDIO I Corsi di Bioikos Ambiente Antincendio e Primo Soccorso anno 2014 Circolare n. BA/4077/13/LE Bologna, 11 dicembre 2013 Spett. le Azienda, Corsi di formazione organizzati da Bioikòs Ambiente (calendario

Dettagli

Software Stampa Cambiali - Guida all'uso

Software Stampa Cambiali - Guida all'uso Software Stampa Cambiali - Guida all'uso Per avviare il programma fare un doppio click su "CambialeDemo.exe" o su "Stampa Cambiale" se è stato acquistato il programma. 1. Inserire i dati delle cambiale:

Dettagli

GESTIONE DELLA SICUREZZA

GESTIONE DELLA SICUREZZA ASM S.p.A. AMBIENTE SERVIZI MOBILITA Via Galcianese 15, 59100 Prato SERVIZIO DI GESTIONE IMPIANTO DI SELEZIONE E TRATTAMENTO RIFIUTI URBANI, SPECIALI ASSIMILATI E SPECIALI NON PERICOLOSI AI FINI DELLA

Dettagli

i cartelli Segnaletici Per la Sicurezza e le emergenze

i cartelli Segnaletici Per la Sicurezza e le emergenze i cartelli Segnaletici Per la Sicurezza e le emergenze LA FORMAZIONE VINCENTE. CFRM è la prima struttura in Italia ed una delle prime in Europa specializzata nella formazione ed addestramento all uso di

Dettagli

Climatizzazione. Dati tecnici. Selettore di diramazione EEDIT15-200_1 BPMKS967A

Climatizzazione. Dati tecnici. Selettore di diramazione EEDIT15-200_1 BPMKS967A Climatizzazion Dati tcnici Slttor di diramazion EEDIT15-200_1 BPMKS967A INDICE BPMKS967A 1 Carattristich...................................................... 2 2 Spcifich...........................................................

Dettagli

Rivelatori di. funzionanti

Rivelatori di. funzionanti Rivelatori di funzionanti I rivelatori di fumo salvano la vita La maggioranza degli incendi domestici mortali avviene di notte, quando si dorme. Contrariamente a quanto si crede, l'odore del fumo potrebbe

Dettagli

CLASSIFICAZIONE INCENDI

CLASSIFICAZIONE INCENDI Lucidi lezione "Normativa Antincendio" Conformità edifici civili ed industriali alle norme di prevenzione incendi. Fase progettuale: - Vie di esodo - Autorimesse - Locali per impianti tecnologici (CT,

Dettagli

Verifica dei requisiti minimi di sicurezza delle nuove gallerie del Progetto Salerno Porta Ovest Indice

Verifica dei requisiti minimi di sicurezza delle nuove gallerie del Progetto Salerno Porta Ovest Indice Verifica dei requisiti minimi di sicurezza delle nuove gallerie del Progetto Salerno Porta Ovest Indice 1 Introduzione... 2 2 Analisi di sicurezza della Galleria Poseidon Ligea... 4 2.1 Individuazione

Dettagli

Original instructions. SIRe Basic Air Curtains Electric With quick guide. SIReB. For wiring diagram, please see last pages

Original instructions. SIRe Basic Air Curtains Electric With quick guide. SIReB. For wiring diagram, please see last pages Original instructions SIRe Basic Air Curtains Electric With quick guide SIReB C For wiring diagram, please see last pages SIRe Basic Air Curtains Electric IT Guida rapida/avvio Controllare che siano presenti

Dettagli

1.01 Punto luce semplice 1 nr 7,27 7,27. 1.02 Punto di comando attuatore 1 relè ( ex int./dev./inv. ) 1 nr 59,80 59,80

1.01 Punto luce semplice 1 nr 7,27 7,27. 1.02 Punto di comando attuatore 1 relè ( ex int./dev./inv. ) 1 nr 59,80 59,80 Pagina 1 di 5 Nel seguito è descritto un esempio di impianto elettrico di LIVELLO 3, per un appartamento avente una superficie di circa 150/200 mq, costituito da: ingresso, soggiorno, cucina, tre bagni,

Dettagli

opuscolo informativo per gli insegnanti e alunni EMERGENZA TERREMOTO

opuscolo informativo per gli insegnanti e alunni EMERGENZA TERREMOTO INDICE 1. DEFINIZIONE DI EMERGENZA...2 1.1....2 2. ADDETTI GESTIONE EMERGENZA...3 3. SEGNALETICA...4 4. COMPITI DEL PERSONALE NELL EMERGENZA...5 4.1. COLLABOTORI SCOLASTICI E A.T.A....5 4.2. INSEGNANTI..

Dettagli

Our Business Your Continuity

Our Business Your Continuity Our Business Your Continuity Slide tecniche Business Factory I.NET Perché una Business Factory L informazione è il fulcro dell incremento di produttività Alan Greenspan Le attuali necessità di lavoro per

Dettagli

D.u.V.R.i standard INFORMATIVA RISCHI. Art. 26 D.Lgs 81/08. APPLICABILITÀ Denominazione Indirizzo Comune Provincia. Via di Granuccio Loc.

D.u.V.R.i standard INFORMATIVA RISCHI. Art. 26 D.Lgs 81/08. APPLICABILITÀ Denominazione Indirizzo Comune Provincia. Via di Granuccio Loc. D.u.V.R.i standard INFORMATIVA RISCHI Art. 26 D.Lgs 81/08 APPLICABILITÀ Denominazione Indirizzo Comune Provincia Insediamento di Pisa Via di Granuccio Loc. Ospedaletto Pisa PISA Geofor Spa - Viale America

Dettagli

I&Q STUDIO TECNICO ASSOCIATO COMUNE DI SEGRATE PROVINCIA DI MILANO

I&Q STUDIO TECNICO ASSOCIATO COMUNE DI SEGRATE PROVINCIA DI MILANO I&Q STUDIO TECNICO ASSOCIATO COMUNE DI SEGRATE PROVINCIA DI MILANO AL COMANDO PROVINCIALE DEI VV.F. DI MILANO Ufficio Prevenzione Incendi Relazione tecnica concernente l installazione di cucina per ristorante

Dettagli

POLIZZA UNICA per il volontariato

POLIZZA UNICA per il volontariato POLIZZA UNICA pr il volontariato CAVARRETTA ASCURAZIONI SRL Agnti Gnrali Dott. Cavarrtta Gatano Luigi - Borgo XX Marzo 18/D - 43121 Parma (PR) - Tl. 0521.289580 - Fax 0521.200467 info@polizzaunicadlvolontariato.it

Dettagli

T ER M IN AL I DI TELESOCCORSO

T ER M IN AL I DI TELESOCCORSO T ER M IN AL I DI TELESOCCORSO LA SICUREZZA SEMPRE A PORTATA DI MANO CON ASSIST4 E ASSIST4 GSM URMET IS IN YOUR LIFE URMET ATE L azienda opera nei settori degli istituti di vigilanza e del telesoccorso.

Dettagli

PREVENZIONE INCENDI: nuove procedure e responsabilità

PREVENZIONE INCENDI: nuove procedure e responsabilità PREVENZIONE INCENDI: nuove procedure e responsabilità A cura di Arch. Carlo Zanella Piazza Camperio, 4 20852 Villasanta (MB) Cell. 338.4236104 carlo@carlozanella.it Ordine arch. Monza n 2058 CALDAIE

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5)

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

SCHEDA ELENCO TIPOLOGIE DI CONTROLLO SULLE IMPRESE Art. 25 D.Lgs. n. 33/2013

SCHEDA ELENCO TIPOLOGIE DI CONTROLLO SULLE IMPRESE Art. 25 D.Lgs. n. 33/2013 SCHEDA ELENCO TIPOLOGIE DI CONTROLLO SULLE IMPRESE Art. 25 D.Lgs. n. 33/2013 TRASPORTI Tipo procdimnto Normativa Tipologia imprs Tipologia controllo Organismo di controllo Critri di controllo Modalità

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I.

Dettagli

Rilevatore portatile di monossido di

Rilevatore portatile di monossido di MANUALE UTENTE Rilevatore portatile di monossido di carbonio (CO) Modello CO40 Introduzione Congratulazioni per aver scelto il modello CO40 di Extech Instruments. Il CO40 rileva simultaneamente la concentrazione

Dettagli

ALLEGATO 2 CASCINA DEL SOLE SCHEDA TECNICO/MANUTENTIVA

ALLEGATO 2 CASCINA DEL SOLE SCHEDA TECNICO/MANUTENTIVA ALLEGATO 2 CASCINA DEL SOLE SCHEDA TECNICO/MANUTENTIVA Dscrizion dll dificio dll ar di prtinnza Il complsso è costituito da un dificio adibito a bar al piano trra ad abitazion al piano 1^ com indicato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO RIVAROLO Scuola e Sicurezza Semplici norme di comportamento in caso di emergenze Glossario emergenze e figure di riferimento 1 Piano di Emergenza: insieme di norme e di istruzioni

Dettagli

sicuraziendaonline piattaforma sicurezza ed automazione www.onlinesecurity.it www.sicurcaaziendaonline.it sorveglianza video anti intrusione

sicuraziendaonline piattaforma sicurezza ed automazione www.onlinesecurity.it www.sicurcaaziendaonline.it sorveglianza video anti intrusione anti intrusione sicurezza persone sorveglianza video sicurezza ambiente sicuraziendaonline piattaforma sicurezza ed automazione www.sicurcaaziendaonline.it Come funziona sicuraziendaonline Gestione da

Dettagli

Sistemi fissi automatici di rivelazione e di segnalazione di allarme antincendio secondo UNI 9795:2010

Sistemi fissi automatici di rivelazione e di segnalazione di allarme antincendio secondo UNI 9795:2010 Sistemi fissi automatici di rivelazione e di segnalazione di allarme antincendio secondo UNI 9795:2010 EDIFICIO INDIRIZZO DESCRIZIONE COMMITTENTE INDIRIZZO Istituto Mario Rossi via Verdi, 3 - Milano Centro

Dettagli

2) REGOLAMENTO D ACCESSO E COMPORTAMENTO ALL INTERNO DEL CENTRO DI RACCOLTA

2) REGOLAMENTO D ACCESSO E COMPORTAMENTO ALL INTERNO DEL CENTRO DI RACCOLTA ALLEGATO B 1) SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE La presente procedura ha lo scopo di realizzare le condizioni di massima sicurezza per tutti coloro che intendono conferire materiali/rifiuti nel CENTRO DI RACCOLTA

Dettagli

Manuale d uso di GAS T1 (Propane Detector). Montaggio dei SENSORI DI GAS nel sistema D2NA e NNA

Manuale d uso di GAS T1 (Propane Detector). Montaggio dei SENSORI DI GAS nel sistema D2NA e NNA Manuale d uso di GAS T1 (Propane Detector). Il gas detector è un dispositivo che segnala la presenza di un certo tipo di gas con l ausilio di un allarme acustico e visivo locale. Il dispositivo può funzionare

Dettagli

Lavorare in sicurezza

Lavorare in sicurezza 11 settembre 2013 Lavorare in sicurezza Con il decreto legislativo 626 del 1994 riguardante il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro, l informazione e la formazione

Dettagli

Capitolo 27: Quotatura di un disegno

Capitolo 27: Quotatura di un disegno Capitolo 27: Quotatura di un disegno Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

ilightproject for ipod Touch V.1.00 by www.germinara.it - info@germinara.it Il software ha una duplice funzionalita':

ilightproject for ipod Touch V.1.00 by www.germinara.it - info@germinara.it Il software ha una duplice funzionalita': ilightproject for ipod Touch V.1.00 by www.germinara.it - info@germinara.it Il software ha una duplice funzionalita': 1 - e' un controllo remoto della lampada ilightproject USB collegata al Mac 2 - e'

Dettagli

Nuova costruzione che erogherà prestazioni in regime residenziale a ciclo continuativo e diurno.

Nuova costruzione che erogherà prestazioni in regime residenziale a ciclo continuativo e diurno. RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ANTINCENDIO Attività: 68 D.P.R. 01.08.2011 n 151-86 D.M. 16.02.1982 Riferimenti: Decreto Ministro dell Interno 18 settembre 2002 - Approvazione della regola tecnica di prevenzione

Dettagli

CORSO PRATICO WinWord

CORSO PRATICO WinWord CORSO PRATICO WinWord AUTORE: Renato Avato 1. Strumenti Principali di Word Il piano di lavoro di Word comprende: La Barra del Titolo, dove sono posizionate le icone di ridimensionamento: riduci finestra

Dettagli

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE DI PREVENZIONE INCENDI Analisi di rischio e individuazione delle misure di sicurezza equivalenti. Individuazione delle misure di prevenzione e/o di protezione che permettono

Dettagli

GESTIONE INTEGRATA DEGLI IMPATTI DIRETTI DELL ATTIVITA BANCARIA IN FILIALI E PALAZZI DI INTESA SANPAOLO. 1 CSR Energy Manager

GESTIONE INTEGRATA DEGLI IMPATTI DIRETTI DELL ATTIVITA BANCARIA IN FILIALI E PALAZZI DI INTESA SANPAOLO. 1 CSR Energy Manager GESTIONE INTEGRT DEGLI IMPTTI DIRETTI DELL TTIVIT BNCRI IN FILILI E PLZZI DI INTES SNPOLO 1 CSR Enrgy Mngr Il primtro di zion (r Itli 2009) ENERGI K 125 23 Elttric: 520 mln kwhl/nno Trmic: 273 mln kwht/nno

Dettagli

... 13... 14 ... 16... 17 ... 8 ... 9... 10 ... 11... 12 ... 15

... 13... 14 ... 16... 17 ... 8 ... 9... 10 ... 11... 12 ... 15 1 ... 3... 4... 6... 7... 8... 8... 9... 10... 10... 11... 12... 13... 14... 14... 14... 14... 14... 15... 15... 15... 15... 16... 16... 16... 17 2 Misure Precauzionali Questa sezione include alcune note

Dettagli

Un nodo ci stringe, la carità ci lega, siamo una vera famiglia nel Cuore di Gesù S. F. Cabrini

Un nodo ci stringe, la carità ci lega, siamo una vera famiglia nel Cuore di Gesù S. F. Cabrini Un nodo ci stringe, la carità ci lega, siamo una vera famiglia nel Cuore di Gesù S. F. Cabrini 1 Carissima Studente Universitaria, questo pensionato vuole offrire a te, come a tante altre giovani che incontrerai

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA STESURA DEL PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE

ISTRUZIONI PER LA STESURA DEL PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE ISTRUZIONI PER LA STESURA DEL PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE Redatto a cura di: S.C. Gestione Emergenze Con il contributo di: Referente manutenzione impianti antincendio Servizio di Prevenzione e Protezione

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI VALUTAZIONE DEL RISCHIO INCENDIO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI VALUTAZIONE DEL RISCHIO INCENDIO PAGINA 1 di 13 SOMMARIO RIFERIMENTI NORMATIVI... 2 PREMESSA... 3 OBBIETTIVI DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI D INCENDIO... 3 CRITERI ADOTTATI NELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI D INCENDIO... 4 INDIVIDUAZIONE DEI

Dettagli

ASL MilanoDue Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Milano 2

ASL MilanoDue Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Milano 2 ASL MilanoDue Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Milano 2 DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA +SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO CHECK-LIST ASPETTI DA VALUTARE IN UN PIANIO DI

Dettagli

1) PALAZZO DEL RETTORATO superficie mq 10.106,95 Via Banchi di Sotto, 55 Siena.

1) PALAZZO DEL RETTORATO superficie mq 10.106,95 Via Banchi di Sotto, 55 Siena. Elenco degli edifici oggetto della gara di appalto dell Università degli Studi di Siena, con la tipologia d impianto : 1) PALAZZO DEL RETTORATO superficie mq 10.106,95 Via Banchi di Sotto, 55 Siena. Centrale

Dettagli

DISPOSIZIONI DA RISPETTARE IN TEATRO, AI FINI DELLA SICUREZZA SUL LAVORO TEATRO SOCIALE di OMEGNA Data del documento Numero di pagine 6 PREMESSA

DISPOSIZIONI DA RISPETTARE IN TEATRO, AI FINI DELLA SICUREZZA SUL LAVORO TEATRO SOCIALE di OMEGNA Data del documento Numero di pagine 6 PREMESSA Società Operaia di Mutuo Soccorso Omegna Via Carducci 2, cap. 28887 Omegna (VB) P.I 00933050031 - C.F.84002700031 Tel. / fax. 0323 61459 SINTESI del P.O.S. del TEATRO SOCIALE DISPOSIZIONI DA RISPETTARE

Dettagli

Versione 3.0. Software per la configurazione dei. dispositivi di controllo My Home. Manuale d uso TiWeb 07/03-PC

Versione 3.0. Software per la configurazione dei. dispositivi di controllo My Home. Manuale d uso TiWeb 07/03-PC Versione 3.0 Manuale d uso TiWeb Software per la configurazione dei dispositivi di controllo My Home 07/03-PC TiWeb 2 R 3 INDICE 1. Requisiti del sistema Pag. 5 2. Installazione Pag. 5 3. Concetti fondamentali

Dettagli

SMTP S.p.A. Oggetto Procedura di scelta Elenco operatori Aggiudicatario Importo gara Importo aggiudicazion e

SMTP S.p.A. Oggetto Procedura di scelta Elenco operatori Aggiudicatario Importo gara Importo aggiudicazion e Procdura ngoziata prvia pubblicazion di bando pr l`affidamnto dl srvizio di trasporto pubblico local nl bacino dlla provincia di Parma pr l`individuazion di un socio privato oprativo dll`azinda TEP S.p.A.,

Dettagli

CX-20 Auto-Pathfinder

CX-20 Auto-Pathfinder Traduzione by maxmjp G.P. 08/10/2014 CX-20 Auto-Pathfinder 6 AXIS SYSTEM MANUALE ISTRUZIONe 1 Istruzioni di montaggio 1 L'installazione Eliche (1) Per preparare il Drone ed eliche (2) L'elica con senso-contrassegno

Dettagli

NORME DI COMPORTAMENTO IN SITUAZIONI DI EMERGENZA Procedura Di Evacuazione

NORME DI COMPORTAMENTO IN SITUAZIONI DI EMERGENZA Procedura Di Evacuazione NORME DI COMPORTAMENTO IN SITUAZIONI DI EMERGENZA Procedura Di Evacuazione ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PER TUTTO IL PERSONALE Via Vulcano, 12-95047 Paternò (CT) Tel./Fax 095841054 e-mail ctee06800n@istruzione.it

Dettagli

Prot 5583/A35 Alcamo 26-09-2015

Prot 5583/A35 Alcamo 26-09-2015 DIREZIONE DIDATTICA SAN GIOVANNI BOSCO Via Pia Opera Pastore n 67-91011 Alcamo (TP) Cod. Fisc. 80003340819-0924 21678-3667888374/72 E-mail tpee01200n@istruzione.it tpee01200n@pec.istruzione.it Prot 5583/A35

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5)

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

RELAZIONE VV.FF. APPROVATA

RELAZIONE VV.FF. APPROVATA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE AMEDEO AVOGADRO Appalto Concorso per la fornitura di arredi, impianti e attrezzature per l allestimento dell Aula Magna della Università degli Studi del Piemonte

Dettagli