SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA"

Transcript

1 SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: PROVINCIA DI CUNEO 2) Codice di accreditamento: NZ ) Albo e classe di iscrizione: Albo Regione Piemonte Classe 1 CARATTERISTICHE PROGETTO 4) Titolo del progetto: PICCOLI COMUNI, GRANDI BIBLIOTECHE 5) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): Settore D: Patrimonio artistico e culturale Area 01: Cura e conservazione biblioteche 6) Descrizione del contesto territoriale e/o settoriale entro il quale si realizza il progetto con riferimento a situazioni definite, rappresentate mediante indicatori misurabili; identificazione dei destinatari e dei beneficiari del progetto: 1. BREVE PRESENTAZIONE DEGLI ENTI Il progetto viene realizzato nelle biblioteche di alcuni comuni di piccole dimensioni della provincia di Cuneo: Beinette, Carrù, Montaldo di Mondovì e Villanova Mondovì. I piccoli comuni sono una ricchezza fragile dell Italia (come scritto nell Atlante dei piccoli comuni 2009): riccheza per il senso di identità che continuanno a trasmettere, per i valori comunitari che li abitano; fragile perché le mille difficoltà che li accomunano riguardano il bisogno di trovare una reale adeguatezza ai bisogni dei cittadini che li abitano, in particolare, per quanto riguarda il presente progetto, la promozione della lettura e della cultura. Ciò emerge chiaramente dalle descrizioni che seguono: La Biblioteca Civica Giovanni Gauberti di Beinette, ospitata nella bella ed accogliente Casa Gauberti nel centro cittadino, offre ai suoi utenti, oltre ai normali servizi di prestito libri, il prestito di materiale multimediale, la consultazione di periodici nazionali e locali, la navigazione su internet gratuita, la possibilità di stampare e fotocopiare documenti. Annualmente la Biblioteca organizza attività culturali quali serate di approfondimento su temi di attualità, iniziative di promozione della lettura rivolte a ragazzi ed a bambini, incontri di presentazione di libri, corsi di vario genere, concorsi letterari ed artistici e gite culturali. La Biblioteca Civica di Carrù, è stata inaugurata pochi anni fa nel nuovo edificio ed è intitolata al Dott. M. Dadone. I servizi offerti, oltre al tradizionale prestito libri, sono: presentazioni di libri, mostre, corsi di lingua inglese. Ultimamente la Biblioteca è frequentata anche da persone extra-comunitarie, soprattutto bambini, per cui occorre svolgere un approfondito lavoro al fine dell integrazione degli stessi. La Biblioteca di Montaldo Mondovì dal 2004 è ospitata in un locale attrezzato della casa Comunale, nello storico edificio Casa Cavallo. L attività principale della biblioteca è il prestito di libri, la consultazione di riviste e giornali. Con l arrivo della stagione estiva il servizio di prestito subisce un notevole incremento a seguito della richiesta da parte dei turisti che trascorrono le loro vacanze a Montaldo. La Biblioteca Comunale Gallo Orsi di Villanova Mondovì, dopo il trasferimento nella Nuova Sede nel 2005 ha registrato una crescita straordinaria. Essa ospita attualmente libri e documenti cartacei, ma intende dotarsi anche di supporti in formato elettronico, a metà strada quindi tra la biblioteca tradizionale e quella compiutamente digitale. 2. CONTESTO TERRITORIALE Pur con specificità e differenze locali, i territori di seguito descritti sono accomunati da ricchezze storiche, culturali, comunitarie e da fragilità imputabili alla distanza dai servizi, collocati nei centri urbani più grandi, Cuneo e Mondovì, e che escludono una fascia significativa di popolazione dalla possibilità di fruirne facilmente.

2 Il territorio di Beinette è totalmente pianeggiante e gode di una straordinaria dotazione idrica che permette di incanalare le acque sorgive del lago a beneficio di buona parte della Langa. A differenza dei comuni limitrofi, l indice di dispersione territoriale è piuttosto basso, consentendo a quasi tutti cittadini di beneficiare dei maggiori servizi garantiti dal centro. Il concentrico è facilmente raggiungibile dai principali centri vicini: Cuneo (che dista soli 9 Km) e Mondovì (che dista circa 15 km). Come testimoniano alcuni ritrovamenti archeologici in zone non distanti dal concentrico, il centro abitato di Beinette ha origini antiche risalenti ai primi secoli avanti Cristo. Nel periodo compreso tra gli anni 70 ed 80 del XX secolo, il comune conosce un rilevante aumento demografico, stimolato dallo sviluppo del settore manifatturiero: industrie di medie dimensioni come la Cartiera o il Cotonificio attirano in questi anni decine di nuovi abitanti provenienti da paesi limitrofi e dall Italia meridionale. Un nuovo periodo di espansione è conosciuto da Beinette a partire dalla fine degli anni 90: la posizione centrale rispetto ai maggiori centri e la comodità ai servizi in particolare la presenza della Strada Provinciale Cuneo- Mondovì e della ferrovia fanno del paese un centro di interesse per chi vuole rimanere in prossimità del capoluogo, evitando il ritmo ed i maggiori costi di vita cittadini Alla fine del 2009, il paese si trova con diversi cantieri edili in fase di ultimazione dei lavori (più di 70 nuove unità abitative pronte nel primo semestre del 2010), che, dal centro alla periferia ed in numero proporzionalmente maggiore rispetto ai centri vicini, prefigurano un ulteriore rilevante crescita della popolazione. Oltre ai nuovi cittadini provenienti da altri comuni italiani, crescono i residenti provenienti dall estero (vedi Tabella 1). Questa tendenza, costante, come si è sopra visto, da più anni, permette di contrastare il fenomeno, altrimenti scontato, del progressivo invecchiamento della popolazione, garantendo alle fasce giovani e medie d età un continuo ingrossamento. Se si considera la Tabella che segue si nota che i giovani contano più del 30 % della popolazione totale, gli adulti circa il 53%, gli anziani solo il 16%. BEINETTE: POPOLAZIONE COMPLESSIVA E PER FASCE D ETÀ INDICATORI INDICI NUMERICI Popolazione complessiva Popolazione tra 0 e 5 anni 207 7% Popolazione tra 6 e 19 anni % Popolazione tra 20 e 29 anni % Popolazione tra 30 e 65 anni % Popolazione oltre i 65 anni % Popolazione straniera % Dati aggiornati al 31/12/2008 Fonte Istat BEINETTE: GLI ALUNNI DELLE SCUOLE INDICATORI INDICI NUMERICI Scuola dell Infanzia 90 Scuola Primaria 140 Scuola Secondaria di Primo Grado 126 Dati aggiornati al 31/12/2008 Fonte Sito Istituto Comprensivo Morozzo BEINETTE: LA CASA DI RIPOSO PARROCCHIALE INDICATORI INDICI NUMERICI Ospiti autosufficienti (R.A.) 38 Ospiti non autosufficienti (R.A.F.) 18 TOTALE 56 Dati aggiornati al 20/10/2009 Fonte Casa di Riposo A casa mia Carrù, comune conosciuto come Pòrta dla Langa, in quanto situato al margine estremo della pianura piemontese verso le colline delle Langhe, sulla sponda sinistra del fiume Tanaro. Il territorio carrucese si estende su una superficie di Kmq. 20,01, ad un altitudine media di m Dista Km. 30 da Cuneo, 32 da Alba, 16 da Mondovì. L economia si basa sia sulla presenza di piccole industrie e fabbriche (negli ultimi anni si sono installate alcune nuove industrie nella nuova area artigianale), sia in campo agricolo (viticoltura, cereali..). E presente sul territorio l Istituto Comprensivo Oderda-Perotti, che comprende la Scuola dell Infanzia, la Scuola Primaria e la Scuola Secondaria di I grado. Negli ultimi anni, seguendo il trand nazionale, è sicuramente aumentata la presenza di alunni extracomunitari, che risultano ben inseriti nel contesto scolastico. E presente inoltre una Casa di Riposo che annovera circa 30 presenze.

3 CARRU : POPOLAZIONE COMPLESSIVA E PER FASCE D ETÀ INDICATORI INDICI NUMERICI Popolazione complessiva 4382 Popolazione tra 0 e 5 anni 235 Popolazione tra 6 e 19 anni 421 Popolazione tra 20 e 29 anni 347 Popolazione tra 30 e 65 anni 1999 Popolazione oltre i 65 anni 980 Popolazione straniera 400 Dati aggiornati al 31/12/2008 Fonte Istat CARRU : GLI ALUNNI DELLE SCUOLE INDICATORI INDICI NUMERICI Scuola dell Infanzia 138 Scuola Primaria 189 Scuola Secondaria di Primo Grado 173 Dati aggiornati al 31/12/2008 Fonte Sito Istituto Comprensivo Morozzo CARRÙ: LA CASA DI RIPOSO INDICATORI INDICI NUMERICI ospiti 30 Montaldo di Mondovì è un comune montano, situato a 796 metri di altitudine ai confini della Langa Monregalese, a km 60 dal mare della riviera ligure. La realtà territoriale, molto estesa - kmq 23,74 - in relazione alle caratteristiche di un piccolo Comune per numero di abitanti, è prettamente rurale, zona di transito tra la montagna e la pianura. Nel Comune tra i vari servizi che vengono offerti alla popolazione un particolare cenno merita la scuola primaria, ospitata in un fabbricato nelle adiacenze della Casa Comunale che da sempre usufruisce del servizio di prestito della biblioteca comunale. Montaldo, grazie alla sua invidiabile posizione e alla sua salubrità del clima, è altresì meta di villeggiatura. Nel territorio comunale oltre il Capoluogo sono presenti nr. 7 Frazioni. Durante i periodi di vacanza, il territorio conta una presenza turistica tale da triplicare gli abitanti abitualmente residenti. Negli ultimi anni hanno scelto di abitare a Montaldo anche molti cittadini stranieri, provenienti dall Africa, Russia, Sudamerica, e Paesi dell Est Europa, costituiscono quasi l 8% della popolazione. Montaldo è uno dei più antichi luoghi abitati nel Monregalese gli scavi archeologici, effettuati nei primi anni 80 dalla Soprintendenza Archeologica del Piemonte, nel luogo ove nel Medioevo sorse il Castello, hanno dimostrato che esso era già, almeno anni or sono un centro di vita e di culto. Sulla collina che dà il nome al paese (Monte Alto) si notano ancora le pietre coppelliformi, ove i nostri antenati immolavano sacrifici alle divinità astrali. Un antica cultura che ha lasciato altre notizie : i pavimenti di povere capanne preistoriche vicine al luogo del culto e, secondo taluni, un rudimentale forno per la fusione e la lavorazione dei metalli. Tracce dell epoca romana sono attestate da due lapidi funerarie murate nella cappella di S. Rocco situata nella borgata di Roamarenca, strada romana tendente al mare e centro di sosta e scambio. Le invasioni barbariche non hanno lasciato segni apparenti, ma hanno influenzato il costume popolare. Con l inizio dell anno si è chiusa un epoca che ha visto neanche un secolo prima, l invasione dei Saraceni. Nel 1216, i signori di Mombasiglio, che erano anche i signori di Montaldo, cedettero il castello di questo luogo ai Vescovi di Asti ; nel 1213 Montaldo passa a Mondovì e a diverse famiglie feudali, fino ai tempi della rivoluzione francese e a Napoleone che qui transita sull antica «Stra d J Canun». Montaldo inoltre subì gravi perdite in uomini e case durante la guerra del Sale, durata circa 20 anni e conclusasi nel 1699 con una spaventosa repressione. Da non dimenticare, accanto al patrimonio storico, il patrimonio artistico di questo ridente paese. La chiesa parrocchiale dell Assunta, di cui è attestata la presenza fin dal 1210, conserva al suo interno pregevoli opere pittoriche e mobili preziosi. L edificio sembra sia stato eretto accanto al castello e, forse in parte sulle sue rovine, di cui si conserva un vecchio torrione, oggi restaurato ed adattato a torre campanaria della parrocchia e coperto da una cuspide prismatica. Dell epoca antica rimane la struttura nonchè una feritoia romanica visibile nel sottotetto della navata «cornu epistolae». Suggestive sono anche le numerose cappelle dislocate nel Capoluogo e nelle borgate ; E da ricordare anche la cappella di S. Elisabetta, ora sconsacrata, che venne eretta vicino alla parrocchia.

4 In ultimo, degna di menzione, è la località cosiddetta «Ciapà d Roland». Il termine dato a questa località si ricollega al leggendario eroe dell Orlando Furioso, il quale con un gran balzo del suo prodigioso corsiero avrebbe varcato in questo punto la Val Corsaglia. MONTALDO DI MONDOVI : POPOLAZIONE COMPLESSIVA E PER FASCE D ETÀ INDICATORI INDICI NUMERICI Popolazione complessiva 584 Popolazione tra 0 e 5 anni 23 Popolazione tra 6 e 19 anni 48 Popolazione tra 20 e 29 anni 48 Popolazione tra 30 e 65 anni 286 Popolazione oltre i 65 anni 179 Popolazione straniera 38 Dati aggiornati al 31/12/2008 Fonte Istat MONTALDO DI MONDOVI : GLI ALUNNI DELLE SCUOLE INDICATORI INDICI NUMERICI Scuola Primaria 10 Villanova Mondovì fa parte della Comunità Montana delle Valli Monregalesi. Villanova Mondovì si trova a sud di Cuneo, a 6 km da Mondovì ed ha una superficie di 28 kmq. Il territorio è prevalentemente montano. La variazione demografica negli ultimi anni è stata sostanzialmente positiva, anche se è in costante crescita il fenomeno dell invecchiamento della popolazione. Oltre ad un continuo aumento della popolazione anziana, si assiste ormai da parecchi anni al fenomeno dell immigrazione. Le scuole elementari hanno una buona diffusione non solo nel Comuni di Villanova Mondovì, ma su tutto il territorio. L Istituto Comprensivo, con sede nel capoluogo di Villanova Mondovì, coordina infatti l attività didattica per la scuola dell infanzia, per la scuola primaria e per la scuola secondario di I grado anche nei comuni di Frabosa Soprana, Frabosa Sottana e Monastero Vasco e, data la sua ideale posizione di fondovalle raccoglie tutti gli alunni della Scuola Secondaria di I grado del Comprensorio. VILLANOVA MONDOVI : POPOLAZIONE COMPLESSIVA E PER FASCE D ETÀ INDICATORI INDICI NUMERICI Dati 1997 Dati 2008 Popolazione totale da 0 / 6 anni da 7 / 15 anni da 16 / 29 anni da 30 / 65 anni oltre 65 anni Stranieri 384 Dati aggiornati al 31/12/2008 Fonte Istat VILLANOVA MONDOVI : GLI ALUNNI DELLE SCUOLE INDICATORI INDICI NUMERICI Comune Frazione Scuola Alunni Villanova Mondovi Capoluogo Infanzia 108 Fr. Branzola Infanzia 35 Fr. Madonna Pasco Infanzia 30 Capoluogo Primaria 162 Fr. Branzola Primaria 61 Fr.Madonna Pasco Primaria 66 Capoluogo Secondaria 280 Roccaforte Mondovì Capoluogo Infanzia 32 Capoluogo Primaria 78 Frabosa Soprana Capoluogo Infanzia 21 Capoluogo Primaria 31 Frabosa Sottana Capoluogo Infanzia 25 Capoluogo Primaria 66 Monastero Vasco Capoluogo Primaria 46 Dati aggiornati al 31/12/2008 Fonte: Istituto comprensivo Villanova Mondovi

5 Le case di riposo ed i Centri Anziani presenti nel territorio del Comune di Villanova Mondovì: VILLANOVA MONDOVI : LE CASE DI RIPOSO INDICATORI INDICI NUMERICI Casa di Riposo Don Rossi 42 Casa di Riposo Missionarie della Passione 24 Centro Anziani Via Orsi 62 Dati aggiornati al 31/12/2008 Fonte: Comune di Villanova Mondovi 3. CONTESTO SETTORIALE Se molte sono le caratteristiche peculiari di ognuno dei comuni che promuovono il progetto Piccoli comuni, grandi biblioteche, il ruolo che la Biblioteca assume per ognuno di essi li accomuna: essa non rappresenta soltanto un luogo di prestito o di consultazione, ma costituisce anche il centro informativo e formativo, il punto di riferimento per l intera comunità, luogo ove si organizzano e/o vengono ospitate manifestazioni culturali di interesse comune, un polo culturale rilevante nel territorio comunale e non solo. Per molto tempo il comune di Beinette è stato caratterizzato da una scarsa offerta culturale, fenomeno spiegato dalla presenza di poche associazioni impegnate nell organizzazione di eventi tradizionali (festa patronale del paese, pochi eventi culturali di carattere innovativo). Da pochi anni, il paese ha visto crescere il numero delle associazioni culturali presenti sul territorio (nel solo biennio sono sorte due associazioni l associazione AttivaMente e l associazione Cineamatori Cuneesi di carattere diverso, ma entrambe capaci di un attività valida e di interesse generale), segno questo di un crescente fermento della vita sociale del comune, arricchita molte volte dal contributo dei cittadini protagonisti dei nuovi flussi immigratori. Al centro di questa realtà, sta la Biblioteca Civica G. Gauberti : inaugurata la nuova sede al centro del paese l omonima casa Gauberti nell estate del 2007, la biblioteca (dal 1998 all interno del Sistema Bibliotecario del Cuneese) è diventata in poco tempo un polo culturale rilevante nel territorio comunale e non solo. A testimoniare questa evoluzione positiva stanno gli indici riguardanti il servizio di prestito e l attività culturale cresciuta attorno alla biblioteca. Il comune di Beinette prevede per l anno 2010 un aumento del 40% dei fondi riservati alla biblioteca, in particolare, per l attivazione di una collaborazione con una figura che possa aumentare le ore di apertura e migliorare i servizi bibliotecari. LA BIBLIOTECA CIVICA GAUBERTI DI BEINETTE INDICATORI INDICI NUMERICI Orario di apertura 8 ore settimanali così suddivise: Lunedì Mercoledì Venerdì 15,30 17,30 Sabato Numero dei volumi Numero prestiti annui (anno 2008) Numero dei periodici consultabili 15 Lettori iscritti al prestito 821 Lettori attivi 475 (anno 2009) Numero di postazioni internet 5 (3 accessibili al pubblico) Servizi aggiuntivi Prestito DVD (98 dvd in prestito) Servizio di fotocopiatrice Servizio di stampa Dati aggiornati al 22/10/2009 Fonte Sistema Informativo Biblioteca Gauberti BEINETTE: EVENTI CULTURALI E DI PROMOZIONE DELLA LETTURA Promozione della lettura sul territorio n. 1 Festa delle Biblioteche del Sistema bibliotecario cuneese, con animazioni per i più piccoli; n. 2 incontri di lettura espressiva con i bambini delle Scuole Materne ed Elementari nell ambito del progetto Nati per Leggere; n. 5 incontri con autori volti alla presentazione delle novità nell editoria locale. Eventi organizzati n. 1 gita culturale legata ad un incontro di preparazione ed approfondimento storico; n. 1 corso di Erboristeria (serie di 8 incontri) completato da una serie di uscite in campo; n. 2 corsi di Lingua Inglese; n. 1 rassegna L energia del cambiamento (serie di 5 incontri su temi ambientali).

6 La Biblioteca Civica M. Dadone di Carrù, (che fa parte del Sistema Bibliotecario Monregalese, con sede in Mondovì, a decorrere dal 1996 e con cui è in costante contatto), è stata inaugurata pochi anni fa nel nuovo edificio che l accoglie in Piazza Dante ed è intitolata al Dott. M. Dadone. La gestione della Biblioteca è affidata ad un gruppo di volontari, che svolgono le loro attività attenendosi a quanto stabilito dallo Statuto della Biblioteca stessa, adottato dal Consiglio Comunale in data 1 marzo 2004, e seguendo le direttive del Consiglio di Biblioteca, che si rinnova ad ogni nuova amministrazione comunale. La Biblioteca assume indubbiamente un ruolo non indifferente per il paese, in quanto non rappresenta soltanto un luogo di prestito o di consultazione, ma costituisce anche centro informativo e formativo, punto di riferimento per l intera comunità, luogo ove si organizzano e/o vengono ospitate manifestazioni culturali di interesse comune. Attualmente conta circa volumi (di cui, per ragazzi circa n ), con un incremento del patrimonio librario, negli ultimi 15 anni, di circa 6000 volumi. Annualmente vi sono circa 3000 presenze, gli iscritti sono circa 1.150, di cui più di 300 sotto i 14 anni. Ultimamente la Biblioteca è frequentata anche da persone extra-comunitarie, soprattutto bambini, per cui occorre svolgere un approfondito lavoro al fine dell integrazione degli stessi. Presso la Biblioteca sono in dotazione attrezzature strumentali, informatiche e non (P.C., stampante, lettore DVD etc ). LA BIBLIOTECA CIVICA M. DADONE DI CARRU INDICATORI INDICI NUMERICI Orario di apertura Dal lunedì al venerdì: 15.00/17.30 Lunedì sera: Numero dei volumi circa , di cui, per ragazzi, circa n Numero prestiti annui Oltre 2000 Numero dei periodici consultabili 3-4 Lettori iscritti al prestito 1150, di cui più di 300 sotto i 14 anni. Lettori attivi 950 Servizi aggiuntivi n.1 P.C., 1 monitori, 1 stampante, 1 lettore DVD Dati aggiornati al Fonte Biblioteca Dott. M. Dadone CARRU : EVENTI CULTURALI E DI PROMOZIONE DELLA LETTURA Promozione della lettura sul territorio presentazione di libri: (circa 2 o 3 all anno) Eventi organizzati mostre, corsi di lingua inglese, mostre di pittura, di fotografia Il Comune di Montaldo è caratterizzato da una scarsa offerta culturale, fenomeno collegato all assenza in loco di associazioni impegnate nel settore culturale. Al centro di questa realtà, è presente la Biblioteca comunale impegnata nell offerta culturale con il servizio di prestito, che negli anni, si è notevolmente incrementato anche grazie al coinvolgimento dei bambini frequentanti la scuola elementare del paese e i ragazzi frequentanti le scuole di ogni ordine e grado residenti sul territorio. Sono state altresì promosse e organizzate attività culturali legate all area del sito archeologico del Castello, quali convegni e visite guidate. I partecipanti alle predette iniziative hanno potuto fruire del supporto della biblioteca locale per acquisire la documentazione storico-archeologica del Sito. LA BIBLIOTECA COMUNALE DI MONTALDO DI MONDOVI INDICATORI INDICI NUMERICI Numero dei volumi 300 Numero dei prestiti annui 150 Orario di apertura Dal lunedì al sabato Lettori iscritti al prestito 80 Numero periodici 4 Numero quotidiani 1 Dati aggiornati al Fonte Biblioteca Comunale di Montaldo MONTALDO DI MONDOVI : EVENTI CULTURALI E DI PROMOZIONE DELLA LETTURA Promozione della lettura sul territorio Si è cercato di promuovere la lettura soprattutto tra i giovani. Ai bambini frequentanti la scuola elementare del Paese, è stato fatto dono di una borsa di prestito in stoffa con stampato il loro nome, da utilizzare per il ritiro e la restituzione dei libri. Eventi organizzati

7 Numero visite scolaresche al sito archeologico: 2 Numero visite individuali/gruppi al sito archeologico: 53 Il Comune di Villanova Mondovì, pur avendo al suo interno un cospicuo numero di associazioni culturali e ricreative, ha sempre faticato a far emergere la sua dimensione culturale. La biblioteca Gallo Orsi ha assunto il ruolo di «volano» per la promozione di alcune iniziative cercando di creare sinergie tra le varie risorse presenti sul territorio con l obiettivo di esaltare e scoprire tutte le potenzialità del paese. La biblioteca comunale di Villanova, dopo il periodo «buio» sofferto in una sede non adeguata, dopo il trasferimento nella nuova sede di Piazza Filippi nel 2005 ha registrato una crescita straordinaria da un punto di vista di iscrizioni e di conseguenza anche dei prestiti librari, questo anche grazie a una puntuale e organizzata politica acquisti. Fin dall inizio si è costituito un gruppo di volontari che attualmente conta 8 collaboratori, impegnati giornalmente nel servizio di reference, coinvolgendo, in modo gratificante, anche persone diversamente abili. La Biblioteca Comunale ospita attualmente libri e documenti cartacei, ma intende dotarsi anche di supporti in formato elettronico, per porsi a metà strada quindi tra la biblioteca tradizionale e quella compiutamente digitale. Essa fa parte del Sistema Bibliotecario Monregalese e la catalogazione del materiale avviene in sede con il supporto del programma Biblos seguendo le regole standard di SBN, la messa in rete su «Librinlinea «dei volumi è invece effettuata dalla biblioteca di Mondovì. In biblioteca è presente una sezione dedicata alla montagna, attrattiva forte del nostro territorio e a cui i giovani possono avvicinarsi Sono stati presi accordi con la scuola per creare sinergia e coinvolgere direttamente i ragazzi con suggerimenti per acquisti di libri attinenti ai programmi svolti, consentendo un bilancio più che positivo del progetto biblioteca. Tra le attività concrete ricordiamo Fiabe in biblioteca in cui sono stati coinvolti oltre che il responsabile della biblioteca anche 5 volontari. In occasione poi del 25 aprile è stato attivato un laboratorio di lettura, con l intervento di 2 operatori esterni del settore sul tema: Diversi modi di resistere. Dal 2007 la Biblioteca di Villanova è collegata per il prestito intersistemico con il Sistema Bibliotecario Monregalese che comprende n. 21 biblioteche e con il Sistema Bibliotecario Piemontese. LA BIBLIOTECA COMUNALE DI VILLANOVA MONDOVI INDICATORI INDICI NUMERICI Orario di apertura 18 ore settimanali Numero dei volumi Numero prestiti annui Numero dei periodici consultabili 15 Lettori iscritti al prestito 820, di cui 475 adulti e 445 ragazzi Lettori attivi 698 Numero di postazioni internet 3 (1 accessibile al pubblico) Servizi aggiuntivi Servizio di fotocopiatrice Servizio di stampa Dati aggiornati al Fonte Sistema Informativa Biblioteca «Gallo-Orsi» VILLANOVA MONDOVI : EVENTI CULTURALI E DI PROMOZIONE DELLA LETTURA Promozione della lettura sul territorio 2 incontri Fiabe in biblioteca, laboratorio di lettura per i bambini della scuola primaria: Diversi modi di resistere 1 Incontro con scrittori per ragazzi 4-5 incontri con autori locali e del territorio Eventi organizzati «I nonni raccontano» in collaborazione con l Università delle Tre Età 4. ANALISI DEI BISOGNI o DOMANDA DI SERVIZI ANALOGHI Alla luce di quanto sin qui descritto emerge l importanza del ruolo delle biblioteche nei comuni di piccole dimensioni: esse sono luogo e motore di eventi culturali, di promozione della lettura, di iniziative di aggregazione ed integrazione sul territorio. In tutti i comuni interessati a questo progetto si evidenzia come non sempre e non in modo continuativo i servizi culturali delle Biblioteche hanno potuto confrontarsi col territorio ed espandersi come avrebbero dovuto o anche potuto. Ci si trova, quindi, di fronte a volte ad una scarsità nel caso di Montaldo di Mondovì più spesso in particolare a Beinette e a Villanova Mondovì - ad una pluralità di soggetti la cui vocazione è quella di proporre iniziative culturali e sociali che favoriscano la partecipazione dell intera popolazione alla vita del territorio, ma spesso

8 manca un coordinamento tra le iniziative proposte; ci si trova di fronte a territori toccati, in modo diverso, dal fenomeno migratorio, e in cui la chiave di lettura della storia passata può servire per la comprensione del presente a la predisposizione del futuro. I flussi immigratori sono la causa di un fenomeno sociale evidente, bisognoso di un attenzione particolare: il veloce inserimento di nuovi cittadini nel contesto territoriale (che provengano da centri cittadini vicini, o dall estero) altera indubbiamente il tradizionale tessuto sociale fondato su vincoli affettivi (famiglie estese e rapporti di parentela diffusi vs. famiglie nucleari senza legami di parentela con il resto della popolazione) e su frequentazioni quotidiane (prossimità abitativa grazie ai tradizionali cortili condivisi e condivisione quotidiana dello stesso spazio urbano vs. isolamento abitativo dovuto a nuove forme residenziali alloggi e ville ed assenza di uno spazio pubblico condiviso quotidianamente), ma deve essere considerato come un potenziale positivo. Con l attività e lo stimolo dell amministrazione e delle associazioni, infatti, la comunità può e deve cercare nuove risorse integrative, non più date unicamente dalla tradizione e dalla consuetudine, ma fondate in primo luogo su un azione comunicativa e dialogante, frutto della condivisione di nuovi spazi pubblici. Una particolare attenzione va data alle cosidette fasce deboli di utenza (studenti, anziani, extracomunitari, etc ), con servizi ed iniziative che permettano di rispondere concretamente alle necessità ed aspettative di significative fasce di popolazione, pur senza dimenticare le esigenze di miglioramento da parte di chi già frequenta le biblioteche. La tabella che segue evidenzia i bisogni comuni alle varie sedi di progetto - ai quali il progetto Piccoli comuni, grandi biblioteche intende rispondere: DOMANDA DI SERVIZI INDICATORI INDICI NUMERICI BISOGNO Attrattività della biblioteca Collaborazione con servizi e soggetti istituzionali del territorio Coordinamento della vita culturale ed associativa del territorio Efficienza del servizio bibliotecario Nonostante il ruolo di primo piano assunto nella vita culturale del paese c è ancora un notevole potenziale di attrattività non espresso, che si può sintetizzare nella proporzione tra gli iscritti al prestito e la popolazione totale: 821 su 3020 a Beinette 1150 su 4382 a Carrù 80 su 584 a Montaldo 820 su 5771 a Vilanova Mondovì In tutti i comuni vi sono collaborazioni più o meno strutturate ed occasionali con scuole e case di riposo A Villanova esiste anche la collaborazione con la radio parrocchiale una volta a settimana Un incontro all anno tra amministrazione e associazioni a Beinette, nulla di strutturato nelle altre sedi di progetto Back office il 35% - 50 % dei lettori ritarda nella restituzione dei libri il 20% - 40 % degli utenti è registrata con dati insufficienti nel sistema informatico per il prestito monitoraggio della qualità del servizio prestato non ottimale in tutte le biblioteche Front office 8 ore settimanali a Beinette 12 ore settimanali a Carrù 18 ore settimanali a Montaldo 18 ore settimanali a Villanova Messa in disponibilità di dati e commenti relativi alla biblioteca, al suo passato e ai suoi progetti futuri verso un target di migranti di varia nazionalità, ma anche verso un target composto da abitanti nativi finora assenti o (auto)esclusi o che per altri motivi non si sono posti tale domanda. Necessità di una collaborazione più organica con le scuole e le case di riposo, con iniziative che coinvolgano maggiormente gli alunni e gli anziani Necessità di confronto e di scambio tra i soggetti del territorio (associazioni, altre piccole biblioteche ) Necessità di aumentare le ore dedicate al back office bibliotecario con ricadute positive anche sul front office e di aumentare le ore di apertura al pubblico

9 5. OFFERTA DI SERVIZI ANALOGHI Non vi sono servizi analoghi alla Biblioteca nei territori comunali di Beinette, Carrù, Montaldo di Mondovì e Villanova Mondovì; le biblioteche più grandi e fornite sono a Cuneo e a Mondovì, pertanto il servizio fornito vuole appositamente venire incontro a chi non ha la possibilità, per vari motivi, di recarsi in tali centri urbani. A Beinette da un anno è presente nella scuola media del paese un piccola biblioteca riservata agli alunni, ma il servizio (per orario di apertura e consistenza libraria) non è ancora soddisfacente. A livello comunale non esistono enti o spazi studiati per facilitare la vita associativa e culturale del paese. Esistono però alcune associazioni attive ormai da alcuni anni: dall estate 2006, l associazione culturale AttivaMente, firmataria di una convenzione con il comune per la gestione dei servizi bibliotecari, propone a tutta la popolazione attività ed eventi di interesse generale, con ottimi risultati in termini di partecipazione e coinvolgimento. In questo modo, la biblioteca civica del paese si viene configurando non solo come centro di promozione della lettura, ma anche e soprattutto come principale agente culturale e come nuovo spazio di partecipazione ed integrazione sociale. Oltre ed attorno alla Biblioteca, la vita culturale del paese è animata da una serie di associazioni di diversa natura ed interessi. L associazione di volontariato Terra dei Bagienni concentra da anni la sua attività sulla promozione del territorio, con uno sguardo attento soprattutto alla dimensione storico-artistica ed ambientale: degni di particolare menzione sono i due progetti Preghiera Dipinta (che è consistita nella mappatura e nella ricerca riguardante i principali siti votivi del territorio) e Un paese giardino (progetto in corso, riguardante la sensibilizzazione della cittadinanza alla cura degli spazi verdi del paese). L associazione corale Sicut Lilium impegnata da tempo nella promozione della musica sacra, in particolar modo attraverso la rassegna annuale Sentieri di musica, iniziativa che negli anni ha visto crescere il proprio raggio d azione, affrontando tradizioni musicali anche lontane e attirando persone da un area geografica sempre più estesa. L associazione Amici del divertimento, promotrice di momenti di ritrovo ed eventi di carattere folkloristico, come i festeggiamenti agostani in onore del santo patrono del paese. L associazione culturale e ricreativa Libertas si occupa dell organizzazione di corsi di carattere sportivo-ricreativo. L associazione Ciac (CIneAmatori Cuneesi) si propone come laboratorio di creatività nel campo della cinematografia, con particolare attenzione al mondo dei cortometraggi, prevalentemente attraverso la realizzazione di rassegne cinematografiche (di particolare successo è stata la prima edizione del Festival dei Corti nel 2007). Infine, l associazione teatrale Amici del Teatro propone ogni anno con successo spettacoli teatrali in dialetto piemontese con la partecipazione di attori non professionisti provenienti prevalentemente da Beinette. Per quanto concerne il comune di Carrù: opera sul territorio l Associazione Ellisse Progetti per il territorio, che promuove eventi per valorizzare il contesto territoriale carrucese e degli altri Comuni del Circondario che fanno parte della medesima Associazione (Bastia M.vì, Cigliè, Magliano Alpi, Piozzo, Rocca Cigliè). L associazione Amici di Carrù, attiva già da anni su questo territorio (Mostre sui Fratelli Vacchetti. Presepe d Autore etc..) organizza, in collaborazione con l Amministrazione comunale, mostre e rassegne nell ambito della Fiera Nazionale del Bue Grasso. Sul territorio comunale di Montaldo di Mondovì agiscono due Associazioni Pro Loco che organizzano anche eventi di carattere culturale quali la lettura di opere di narrativa e di poesia di scrittori locali nonché l allestimento di mostre (pittoriche, fotografiche ecc.) di artisti locali attraverso i quali il visitatore può rivivere momenti di vita/storia locale. Nel territorio di Villanova Mondovì vi sono numerosi soggetti che portano avanti iniziative culturali. La biblioteca ha svolto soprattutto la funzione di laboratorio per iniziative capaci di coinvolgere e rendere protagonisti quei personaggi del nostro vivere quotidiano troppo spesso dimenticati L Università delle TRE Età è nata nel 2006 su iniziativa dell Amministrazione Comunale di Villanova, con il patrocinio della Regione Piemonte e della Provincia di Cuneo, come momento di coordinamento e di crescita, per contribuire alla promozione culturale, ma anche per offrire ai nuovi arrivati, attraverso un confronto sereno con le tradizioni locali, la possibilità di inserirsi nel nostro tessuto sociale. Tanti davvero i corsi promossi in questi anni e che hanno spaziato dall astronomia alla speleologia, dalla cucina alla ceramica. Molto apprezzati poi i corsi di ginnastica dolce, la scuola di musica, il laboratorio di scacchi ed il corso di giardinaggio. L Associazione Pro Loco Amici di Villanova Mondovì : tra le numerose iniziative proposte nel corso dell anno particolare interesse riveste il Concorso Coloro il mio paese finalizzato a far conoscere le bellezze naturali ed artistiche e rivolto agli alunni della scuola primaria e secondaria del Comprensorio Scolastico. L Associazione La rosa dei venti, opera con lo scopo di valorizzare le risorse collaborando ed interagendo con le realtà presenti sul territorio, di favorire e potenziare iniziative di animazione territoriale, occasioni di incontro e manifestazioni di carattere sociale. Intende creare reti informative e di comunicazione per fornire supporto alle famiglie; si propone inoltre di promuovere e organizzare spazi aggregativi e culturali per adulti, famiglie e bambini. L Associazione Culturale Artusin si propone la promozione dello studio e la diffusione a tutti i livelli della letteratura, dell'economia, della storia, della geografia, della sociologia della Valle Ellero; la cura e lo diffusione di opere atte a sviluppare lo coscienza della propria identità occitana; la valorizzazione delle attività artistiche proprie della cultura occitana, promuovendo in particolare le nuove creazioni in campo musicale, pittorico, letterario e teatrale; il contributo alla valorizzazione delle tradizioni urbanistiche, architettoniche e paesaggistiche della Valle Ellero; la promozione e la gestione di iniziative atte a sviluppare l'economia della Valle Occitana, in particolare nei settori: turistico, agricolo, artigianale e dei servizi; la creazione di movimenti

10 di aggregazione tra la popolazione delle Valli e tra gli emigrati, promuovendo in particolare, a tal fine, manifestazioni culturali e ricreative quali mostre, convegni, feste popolari, etc.; la diffusione dell'uso della conoscenza della cucina tradizionale locale. La Cooperativa CARACOL con il Progetto la Panchina è un impresa no - profit collocata nel movimento della cooperazione sociale in integrazione con altre aziende del settore, cooperative sociali sia di tipo A, volontariato, associazionismo organizzato, istituzioni pubbliche. La Casa di riposo D. Rossi fornisce assistenza e ospitalità, aiuto nelle attività di tutti i giorni, servizi medici e cure, occasioni di vita sociale e comunitaria. Una esperienza ricreativa e sociale per gli anziani, che spesso in assenza di tali strutture non avrebbero momenti di confronto sociale e assistenza adeguata. L Associazione giovanile Hermes è sorta nel 2004 su iniziativa dell Assessorato allo politiche giovanile sociali raggruppa attualmente una ventina di giovani di età compresa tra i 18 ed i 25 anni. Svolge attività di carattere ricreativo e culturale promuovendo incontri e dibattiti (cineforum). Dispone anche di una sede propria messa a disposizione dall Amministrazione Comunale. Il centro anziani comunale propone attività ricreativo culturale e associativa; organizzazione di gite; incontri conviviali Il Consorzio per i servizi socio-assistenziali del Monregalese (CSSM), presso il Comune di Villanova svolge attività specifiche quali il laboratorio di musicoterapia a favore degli utenti disabili frequentanti il Centro Diurno di Villanova Mondovì. L Associazione Inventa Onlus, nasce dall iniziativa di un gruppo di giovani archeologhe e conservatrici dei beni culturali motivate dalla volontà di operare nel loro settore di competenza, fornendo servizi altamente qualificati, personalizzati. Le sue aderenti svolgono da anni attività professionali di formazione e didattica, accoglienza e fruizione turistica, gestione ed organizzazione di eventi a carattere archeologico e culturale, in collaborazione con enti pubblici e privati, scuole ed istituzioni museali. L Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo, scopi fondamentali dell'associazione, che è apolitica, sono: promuovere e cementare i vincoli di cameratismo e di solidarietà fra i militari in congedo e quelli in servizio dell'arma, e fra essi e gli appartenenti alle altre forze armate ed alle rispettive associazioni ; tenere vivo fra i soci il sentimento di devozione alla Patria, lo spirito di corpo, il culto delle gloriose tradizioni dell'arma e la memoria dei suoi eroici caduti; realizzare, nei limiti delle possibilità, l'assistenza morale, culturale, ricreativa ed economica a favore degli iscritti e delle loro famiglie. L Associazione Pubblica Assistenza Volontari Valli Monregalesi che svolge attività sanitaria nei seguenti settori: sevizio trasporto infermi ; assistenza alle manifestazioni sportive e ludiche ; accompagnamento anziani e disabili per visite 6. DESTINATARI E BENEFICIARI Destinatari diretti : utenti iscritti al prestito bibliotecario: 821 persone a Beinette, 1150 a Carrù, 80 a Montaldo di Mondovì, 820 a Villanova Mondovì, per un totale di 1871 alunni delle scuole del paese: 350 bambini/ragazzi a Beinette, 500 a Carrù, 71 a Montaldo di Mondovì, 742 a Villanova Mondovì, per un totale di 1663 popolazione migrante residente nel comune: 240 a Beinette, 400 a Carrù, 38 a Montaldo di Mondovì, 384 a Villanova Mondovì, per un totale di 1062 ospiti della struttura per anziani del paese: 60 persone a Beinette, 30 a Carrù, 66 a Villanova Mondovì, per un totale di 156 Beneficiari indiretti : Popolazione del paese e dei paesi limitrofi, sia residenti che turisti aumentando le ore del prestito bibliotecario e migliorando il servizio, molte persone che attualmente non possono recarsi in biblioteca potrebbero trovare il tempo per iscriversi ed usufruire dei suoi servizi; distribuendo le ore aggiuntive in modo oculato, la biblioteca potrebbe cambiare, seppur di poco, la qualità della fruizione, passando da un posto di prestito e consultazione veloce ad un luogo di studio e lettura in loco Famiglie degli allievi delle scuole del paese migliorando la collaborazione con le scuole, la biblioteca sarebbe meglio conosciuta dai genitori degli alunni e degli ospiti delle strutture per anziani il miglioramento della qualità della vita dei loro cari può incrementare il livello di soddisfazione dei parenti degli ospiti Contesto scolastico migliorando la collaborazione con le scuole, la biblioteca potrebbe apportare un contributo significativo alla didattica costituendo un valido strumento formativo Operatori sociali coinvolti nel funzionamento delle strutture per anziani organizzando momenti di confronto all interno della struttura è possibile aumentare la qualità della vita degli ospiti, apportando un contributo al lavoro degli operatori e soddisfazione di ospiti e familiari Associazioni di promozione della lettura, di volontariato culturale, di intervento sulle problematiche dei migranti, presenti sui territori presi in esame: migliorando le condizioni di attività delle associazioni dei paesi coinvolti nel progetto è auspicabile un miglioramento dell offerta culturale ed aggregativa a favore di tutti i cittadini interessati

11 Popolazione di origine extracomunitaria (genitori e figli) un offerta di servizi più attenta alle loro esigenze potrebbe favorirne l integrazione culturale Singoli organismi bibliotecari che partecipano al progetto, intesi sia come loro immagine nella considerazione delle persone e sia in quanto risposta pronta e sollecita rispetto alle richieste dei cittadini 7. COSA INTENDE REALIZZARE IL PROGETTO Pur con singolarità e specificità che emergeranno nella declinazione del progetto, le biblioteche di Beinette, Carrù, Montaldo di Mondovì e Villanova Mondovì vedono nella partecipazione dei cittadini alla vita pubblica e nella promozione culturale utili strumenti per favorire la crescita di un tessuto sociale vivo e solidale. In particolare si individua nella Biblioteca Civica un importante centro di integrazione sociale, oltre che di divulgazione e promozione culturale: il «motore» della vita culturale del paese, uno spazio pubblico di confronto, di crescita civile, di aggregazione sociale per la tutta la popolazione che offre la possibilità di avvicinarsi alla cultura anche mediante incontri a tema e dibattiti da realizzarsi in loco. Lo sforzo dovrà essere teso ad armonizzare le proposte culturali e di sostegno alla lettura, cercando di beneficiare tutta l area territoriale, coordinando le risorse locali con la scuola e con tutti i servizi presenti sul territorio, per coinvolgere maggiori fette di popolazione sia essa locale o migrante. Si prefigge inoltre di supportare le attività didattiche, raccogliendo le tradizioni, gli usi e le consuetudini e favorendo la conoscenza, oltre che della storia locale dei beni culturali, architettonici ed artistici presenti sul territorio. 7) Obiettivi del progetto: A partire dall analisi dei bisogni del territorio e dei destinatari, descritti al punto 6, sono stati individuati due obiettivi generali, comuni a tutte le sedi di progetto, per ognuno dei quali vengono di seguito declinati sede per sede - gli obiettivi specifici correlati di indicatori relativi alla situazione di partenza ed al risultato atteso. OBIETTIVO GENERALE 1: POTENZIARE LA CONOSCENZA E L USO DELLA BIBLIOTECA, OFFRENDO AI CITTADINI TUTTI I CITTADINI - SEMPRE MAGGIORI POSSIBILITÀ DI CONSULTAZIONE, PRESTITO LIBRI, STUDIO E RICERCA BIBLIOTECA CIVICA GAUBERTI DI BEINETTE OBIETTIVI SPECIFICI SITUAZIONE DI PARTENZA RISULTATI ATTESI 1.1. Incrementare le ore di apertura al pubblico della biblioteca 8 ore settimanali 12 ore settimanali 1.2. Aumentare il numero di iscritti al prestito 1.3. Aumentare il numero di lettori attivi % % 1.4. Aumentare il numero di prestiti in un anno % 1.5. Organizzare eventi per la promozione della lettura e della biblioteca 1.6. Aumentare l efficienza del servizio di prestito Le attività di promozione della lettura hanno coinvolto in particolar modo gli utenti già attivi, costituendo una attrattiva per pochi nuovi lettori - Non essendoci un attività organizzata di sollecito, circa il 50 % degli utenti tarda nella restituzione dei libri - Circa il 40% degli utenti sono registrati al sistema informatico con dati insufficienti ad una completa elaborazione delle informazioni utili a fini statistici - L acquisto dei libri viene effettuato in tre sessioni annuali Ideare e organizzare almeno 1 evento annuale che coinvolga il paese e che stimolino la fruizione della biblioteca - Diminuzione della percentuale dei ritardatari, attraverso il sollecito: indice atteso di utenti ritardatari al massimo del 10%. - Completamento al 100% dell anagrafica lettori - Acquisto bimensile dei libri richiesti e delle novità

12 1.7. Coinvolgere maggiormente i bambini e i ragazzi nell offerta della biblioteca - 2 incontri annuali di lettura espressiva per bambini - Coordinamento sufficiente, ma non ottimale, della biblioteca con gli istituti scolastici beinettesi - 4 incontri annuali di lettura espressiva per bambini. - Almeno 2 incontri annuali (uno di programmazione, l altro di verifica) con i referenti degli istituti scolastici beinettesi organizzare incontri sulla lettura a favore degli ospiti della struttura per anziani del paese. Nessun incontro organizzato all interno della struttura - 1 incontro settimanale per 3 mesi all anno presso la struttura per anziani del paese. BIBLIOTECA CIVICA M. DADONE DI CARRU OBIETTIVI SPECIFICI SITUAZIONE DI PARTENZA RISULTATI ATTESI 1.1 Aumentare ulteriormente l utenza, oltre a rafforzare le presenze già registrate 1.2 Incrementando l orario di consultazione e le giornate di apertura al mattino La Biblioteca è frequentata particolarmente dai residenti, soprattutto cittadini italiani apertura 1 sera a settimana ampliare l utenza, coinvolgendo ulteriormente anche gli abitanti di comuni vicini e coinvolgere maggiormente anche i cittadini extracomunitari Percentuale di aumento prevista: 15% apertura 2 sere apertura 2 mattinate 1.3 Istituire un servizio di fornitura libri a domicilio presso la Casa di Riposo 1.4 Potenziare l attività di utilizzo del materiale audio-visivo (proiettore, lettori vari), nonché del materiale informatico (cd, DVD, audio e videocassette) 1.5 Potenziamento dei collegamenti con il Centro Rete e le altre Biblioteche al fine di migliorare il servizio offerte alle utenze 1.6 Completamento della catalogazione e del caricamento dati sul sistema informatico Al momento non esistente al momento non è presente alcuna postazione internet al momento esclusivamente collegamenti per via telefonica Attualmente manca circa il 15% al completamento della catalogazione dei volumi presenti coinvolgere gli ospiti della Casa di Riposo, provvedendo alla consegna e successivo ritiro di volumi della biblioteca una volta al mese si vorrebbe fare la medesima cosa a domicilio anche per i residenti anziani e/o malati una volta al mese 1 postazione internet e potenziamento dell utilizzo dei materiali audio-visivi e informatici già in possesso collegamento per via telematica Completamento al 100% catalogazione libri

13 BIBLIOTECA COMUNALE DI MONTALDO DI MONDOVI OBIETTIVI SPECIFICI SITUAZIONE DI PARTENZA RISULTATI ATTESI 1.1 Incrementare le ore di apertura al pubblico della biblioteca 21 ore di apertura settimanale 25 ore di apertura settimanale 1.2 aumentare il numero di testi disponibili 1.3 creazione di scaffali a tema 1.4 Aumentare l efficienza del servizio di prestito 250 volumi + 50% 2 scaffali a tema Diversificazione dei testi e implementazione dei 2 scaffali giovani la catalogazione dei testi è completa al 70 % Catalogazione al 100% di tutti i testi disponibili 1.5 coinvolgere i bambini e i ragazzi nell offerta della biblioteca Ad oggi non sono mai state realizzate iniziative analoghe 2 laboratori di lettura animata per bambini e ragazzi 1.6 Promozione della lettura Ad oggi non sono mai state realizzate iniziative analoghe Incontri a cadenza bimestrale con i giovani lettori offrendo loro il servizio di prestito. (Si prevede un interruzione nel periodo estivo) BIBLIOTECA COMUNALE DI VILLANOVA MONDOVI OBIETTIVI SPECIFICI SITUAZIONE DI PARTENZA RISULTATI ATTESI 1.1 Stimolare l interesse attorno alla biblioteca migliorandone i servizi prestiti effettuati - informatizzazione e messa in rete attraverso il Sistema Bibliotecario Monregalese dei rispettivi cataloghi: circa aumentare i prestiti effettuati almeno del 15-20% - Completare al 100% il lavoro di informatizzazione dei cataloghi 1.2 Aumentare le ore di apertura ore 18 settimanali Il Giovedì, giorno di mercato aumentare l orario di apertura di un ora : dalle 9 alle 13, per un totale di 19 ore settimanali 1.3 Attivare nuovi servizi differenziati per fasce di età 1.4 Migliorare il sistema di prestito scolastico 1.5 Promuovere iniziative e servizi anche personalizzati per favorire la lettura 1.6 Promuovere servizi a domicilio per quanto riguarda il servizio di prestito in paese e nelle frazioni Le fiabe in Biblioteca per i più piccini: realizzate 18 ore Le visite guidate in biblioteca per i bambini ed i ragazzi: solo 6 classi della scuola primaria Letture di racconti attraverso la Radio parrocchiale rivolti alla fascia anziana della popolazione, occasionali Biblioteca scolastica priva di una catalogazione standardizzata Sviluppare il servizio di lettura presso i Centri Anziani e le Case di Riposo: solo il Centro Anziani di Via Orsi in Villanova è stato coinvolto nell iniziativa, i prestiti effettuati sono stati 87 Sviluppare il servizio di lettura presso privati anziani e non impossibilitati ad accedere alla biblioteca. La Biblioteca sta organizzando un indagine per determinare con realizzare 25 ore di fiabe in Biblioteca offrire l opportunità a tutte le classi della primaria, sia nel Capoluogo che nella Frazioni. Letture di racconti attraverso la Radio parrocchiale, 1 volta a settimana Sviluppare un opera di riordino, catalogazione e informatizzazione della biblioteca scolastica della scuola primaria e secondaria Migliorare la comunicazione per coinvolgere più persone e possibilmente anche tutte le Case di Riposo presenti sul territorio. Puntiamo ad accrescere il servizio almeno del 15/20% Migliorare la comunicazione e coinvolgere almeno il % delle persone che in altro modo rimarrebbero tagliate fuori dalla vita collettiva

14 1.7 Promuovere la biblioteca in piazza 1.8 Promuovere iniziative e servizi personalizzati 1.9 Ampliare la sezione dedicata alla montagna, attrattiva forte del nostro territorio a cui i giovani possono avvicinarsi 1.10 Ampliare i servizi previsti dalla biblioteca esattezza il numero dei potenziali utenti impossibilitati ad accedere personalmente alla struttura: tale dato sarà dunque disponibile all avvio del presente progetto Effettuare il servizio di prestito allestendo una bancarella con alcuni libri nel giorno di mercato: si tratta di un iniziativa nuova Anche nei confronti di: Diversamente abili e Stranieri: la Biblioteca è attualmente frequentata da 4 persone diversamente abili e da circa 30 stranieri La Biblioteca ha organizzato in passato 3 incontri per gli amanti della montagna. Intende aumentare il patrimonio librario, abbonarsi a riviste ed acquistare CD e DVD I volumi dedicato alla montagna sono attualmente 60. La Biblioteca è abbonata ad 1 Rivista. Creare postazioni internet: si tratta di un iniziativa nuova Sviluppare la conoscenza della biblioteca e della lettura in chi non si è mai avvicinato alla struttura con interventi diretti almeno una o due volte al mese Aumentare il numero di utenti diversamente abili e stranieri del 15% favorendone l accesso Aumentare il patrimonio librario almeno del 20-25% Avere 2 computer per poter avere 2 postazioni internet a disposizione del pubblico per far fronte alla richiesta di collegamento OBIETTIVO GENERALE 2: FAVORIRE E COORDINARE L ATTIVITÀ DELLE ASSOCIAZIONI E DEGLI ENTI CULTURALI PER PROMUOVERE LA CULTURA LOCALE ATTRAVERSO L ORGANIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI, MOSTRE, DIBATTI, CONCERTI BIBLIOTECA CIVICA GAUBERTI DI BEINETTE OBIETTIVI SPECIFICI SITUAZIONE DI PARTENZA INDICI ATTESI 2.1. realizzare e gestire nuovi spazi per la promozione delle attività culturali. 2.2 predisporre ed effettuare un servizio informativo per le associazioni 2.3. coordinare l attività delle associazioni Assenza di spazi appositi per la promozione delle attività organizzate dalle associazioni Assenza di una rete informativa tra e per le associazioni - Scarsa capacità di coordinamento delle attività. - Frequente rischio di accavallamento di iniziative - creare sul sito della biblioteca 1 sezione dedicata agli eventi ed alle novità degli enti culturali del paese - interagire con l amministrazione per l individuazione e la realizzazione di n. 2 bacheche culturali in alcuni punti strategici del paese - realizzare 1 database con informazioni rilevanti per le associazioni del paese (bandi per assegnazione contributi, potenziali partner nella Regione Piemonte, risorse on-line utili alla gestione amministrativa e fiscale delle associazioni); - informare tempestivamente le associazioni nel caso di opportunità di finanziamento o collaborazione. - organizzare, a vantaggio delle associazioni, 2 incontri annuali conoscitivi ed informativi delle attività delle associazioni. - creare un calendario delle attività culturali del paese. - individuare possibili obiettivi comuni e proporre un progetto organico che veda la collaborazione delle associazioni.

15 BIBLIOTECA CIVICA M. DADONE DI CARRU OBIETTIVI SPECIFICI SITUAZIONE DI PARTENZA RISULTATI ATTESI 2.1 organizzazione di eventi culturali legati alla resistenza e/o a conferenze di vario genere 2.2 organizzazione di corsi di lingua straniera 2.3 incontri con autori volti alla presentazione dell editoria locale Il Comune di Carrù ha vissuto in prima persona, con perdita di numerose vite umane, la resistenza : il 25 aprile si svolge un evento commemorativo Da alcuni anni si svolge un corso di lingua inglese della dura di 4 mesi Annualmente si svolgono incontri con autori locali e non (5-6) Si auspica di poter organizzare eventi culturali (es: due conferenze, incontri in biblioteca) che diano il giusto lustro e onorificenza ai caduti per la libertà si tende ad ampliare l utenza del 15%, eventualmente modificando e ampliando l orario dei corsi, portandone la durata a 6 mesi Si auspica di poter incrementare il numero degli incontri con gli autori (a cadenza mensile) BIBLIOTECA COMUNALE DI MONTALDO DI MONDOVI OBIETTIVI SPECIFICI SITUAZIONE DI PARTENZA RISULTATI ATTESI 2.1 organizzare eventi per la promozione della lettura e della biblioteca Ad oggi non sono mai state realizzate iniziative analoghe Ideare e organizzare almeno 1 evento annuale che coinvolga il paese e che stimoli la fruizione della 2.2 Organizzare e promuovere incontri su temi di interesse generale Ad oggi non sono mai state realizzate iniziative analoghe biblioteca Nr. 2 incontri l anno su temi di attualità 2.4 incontri con autori volti alla presentazione dell editoria locale 2.5 promuovere il sito archeologico e incrementare il numero dei visitatori 2.6 Supportare il visitatore con i testi storico archeologico conservati nella biblioteca Ad oggi non sono mai state realizzate iniziative analoghe Ad oggi non sono mai state realizzate iniziative analoghe Ad oggi non sono mai state realizzate iniziative analoghe Nr. 2 serate l anno di presentazione di libri di «storia» locale creazione di un centro di documentazione -laboratorio di archeologia didattica e di archeologia sperimentale a servizio delle scolaresche. Creare all interno della biblioteca un settore di storia /archeologica locale. BIBLIOTECA COMUNALE DI VILLANOVA MONDOVI OBIETTIVI SPECIFICI SITUAZIONE DI PARTENZA RISULTATI ATTESI 2.1 Partecipare alle attività culturali promosse nell ambito della Università delle Tre Età 2.2 Raccogliere le tradizioni, gli usi, le consuetudini e le leggende di una cultura che va rapidamente scomparendo Il calendario degli incontri relativo ai diversi Anni Accademici è stato stampato e distribuito a tutti i nuclei familiari residenti nel Comune. Le singole iniziative (almeno 30 ogni anno) sono state pubblicizzate attraverso l emissione di comunicati stampa e materiale pubblicitario Interviste svolte dai bambini e ragazzi della scuola dell obbligo: si tratta di una iniziativa completamente nuova L obiettivo è quello di procedere ad una distribuzione capillare del materiale promozionale e programmatico utilizzando non solo il supporto cartaceo, ma anche la Rete. Aggiornamento settimanale sul Sito Internet del Comune di Villanova Mondovì della Sezione Biblioteca almeno di 200 interviste raccolte su apposite schede Le domande andranno rivolte ai famigliari ed in particolare i nonni, con particolare attenzione alle aree montane, dove più vivo permane il ricordo delle tradizioni

16 8) Descrizione del progetto e tipologia dell intervento che definisca in modo puntuale le attività previste dal progetto con particolare riferimento a quelle dei volontari in servizio civile nazionale, nonché le risorse umane dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo 8.1 Complesso delle attività previste per il raggiungimento degli obiettivi, 8.2 Risorse umane complessive necessarie per l espletamento delle attività previste, con la specifica delle professionalità impegnate e la loro attinenza con le predette attività 8.3 Ruolo ed attività previste per i volontari nell ambito del progetto Le attività previste da ogni sede di progetto per il raggiungimento degli obiettivi specifici descritti al punto 7, vengono di seguito descritte, obiettivo generale per obiettivo generale e sede per sede. Vengono altresì indicate le risorse umane complessive ed il ruolo previsto per i volontari. Ogni sede è stata codificata con una lettera differente affinché siano chiari i riferimenti alle attività fatti nei punti successivi del progetto (le attività della Biblioteca di Beinette sono codificate con la lettera B, le attività della Biblioteca di Carrù con la lettera C, le attività della Biblioteca di Montaldo di Mondovì con la lettera M, le attività della Biblioteca di Villanova Mondovì con la lettera V). OBIETTIVO GENERALE 1: POTENZIARE LA CONOSCENZA E L USO DELLA BIBLIOTECA, OFFRENDO AI CITTADINI TUTTI I CITTADINI - SEMPRE MAGGIORI POSSIBILITÀ DI CONSULTAZIONE, PRESTITO LIBRI, STUDIO 8.1 Complesso delle attività previste BIBLIOTECA CIVICA GAUBERTI DI BEINETTE 8.3 Ruolo ed attività previste per i 8.2 Risorse umane complessive volontari nell ambito del progetto B 1.1 Conoscenza del contesto, delle mansioni e degli strumenti: Conoscenza della sede della Biblioteca Civica; Conoscenza delle regole riguardanti i vari servizi erogati dalla biblioteca; Conoscenza dei sistemi di catalogazione utilizzati dalla biblioteca e della localizzazione dei volumi; Partecipazione alle attività di frontoffice: accoglienza degli utenti; Conoscenza del sistema informatico di gestione del prestito; Partecipazione alle attività di backoffice: aggiornamento archivio materiale informativo, catalogazione, cura del materiale librario, aggiornamento bacheca informativa, aggiornamento sito internet; Conoscenza del Sistema Bibliotecario del Cuneese; Partecipazione agli incontri di formazione previsti dal progetto). B 1.2 Gestione dei servizi bibliotecari: Accoglienza dell utenza; Effettuazione dei prestiti, delle restituzioni e delle prenotazioni del materiale; Gestione del servizio di utilizzo dei pc e di consultazione internet offerti all utenza; Supporto agli utenti in fase di ricerca del materiale; Riordino degli scaffali; Cura del materiale librario: manutenzione dei libri più usurati, controllo dello stato dei libri; Inserimento dei dati relativi al nuovo materiale catalogato sul sistema informatico di gestione; bibliotecario con competenze pluriennali di gestione e coordinamento all interno della biblioteca; 5 volontari dedicati alla gestione bibliotecaria con competenze pluriennali di erogazione dei servizi bibliotecari bibliotecario con competenze pluriennali di gestione e coordinamento all interno della biblioteca. 5 volontari dedicati alla gestione bibliotecaria con competenze pluriennali di erogazione dei servizi bibliotecari Il volontario affiancherà gli operatori esperti nelle attività di front e back-office e acquisirà le nozioni di base relative alla catalogazione del materiale ed all aggiornamento degli strumenti informatici; prenderà, altresì, familiarità con il Sistema Bibliotecario del Cuneese. Il volontario occuperà una delle due postazioni di prestito, accogliendo gli utenti, effettuando il prestito attraverso il sistema informatico di gestione, e vigilando sul rispetto delle norme che regolano l utilizzo delle postazioni internet. Il volontario si occuperà di riordinare i volumi rientrati e consultati sugli scaffali, effettuerà controlli a campione per verificare lo stato dei libri, curerà, laddove possibile, i volumi usurati (applicando nuove etichette o nuove taschine interne), inserirà i dati

17 Analisi settimanale della situazione relativa ai ritardi; Effettuazione del primo sollecito telefonico; Verifica del risultato dopo due settimane; Stesura ed invio delle lettere di sollecito; Controllo dello stato dell anagrafica del lettore servito al momento del prestito e completamento della stessa qualora sia incompleta con i dati da lui comunicati B 1.3 Promozione della lettura tra gli adulti: Indagine sui siti delle case editrici locali; Contatto con gli autori o con gli editori locali; Organizzazione di un calendario di serate; Lettura veloce e sinossi dei libri in calendario; Predisposizione di una bozza del materiale promozionale; Predisposizione di una bozza di comunicato stampa; Invio del materiale promozionale B 1.4 Promozione della lettura e della biblioteca tra i bambini ed i ragazzi: Contatto con gli animatori; Coordinamento con gli insegnanti per date e modalità di svolgimento; Predisposizione del materiale promozionale; Predisposizione del setting di lettura; Contattare i referenti delle scuole e sondare la loro disponibilità a collaborare; Prevedere due possibili date per gli incontri con gli insegnanti; Preparare gli incontri, stilando un elenco di temi da trattare: orari di apertura dedicata della biblioteca a favore degli scolari, possibili consigli sugli acquisti del materiale in linea con i programmi ed i progetti scolastici, possibili progetti da svolgersi in rete). B 1.5 Organizzazione di incontri nella casa di riposo: Contatto con gli operatori e conoscenza della casa di riposo di Beinette; Organizzazione di un calendario di incontri; Lettura veloce e sinossi delle letture in calendario; Predisposizione di una bozza di comunicato stampa; Organizzazione con gli animatori della struttura delle modalità operative e degli interventi bibliotecario con competenze pluriennali di gestione e coordinamento all interno della biblioteca. 4 volontari dedicati alla gestione bibliotecaria con competenze pluriennali di erogazione dei servizi bibliotecari. bibliotecario con competenze pluriennali di gestione e coordinamento all interno della biblioteca. 5 volontari dedicati alla gestione bibliotecaria con competenze pluriennali di erogazione dei servizi bibliotecari. bibliotecario con competenze pluriennali di gestione e coordinamento all interno della biblioteca. 1 Responsabile della Casa di riposo di Beinette con pluriennale esperienza gestionale della struttura. 2 Operatori della casa di riposo di Beinette con pluriennale esperienza di assistenza agli anziani. 1 animatore della casa di riposo di Beinette con pluriennale esperienza nel campo dell animazione degli ospiti delle relativi al nuovo materiale sul sistema informatico di gestione. Il volontario si occuperà di analizzare costantemente lo stato dei ritardi nella restituzione dei libri, appronterà un piano di sollecito attraverso tre fasi (primo sollecito, verifica, secondo sollecito). Il volontario controllerà l anagrafica di ogni lettore servito e la completerà con i dati mancanti qualora sia incompleta. Il volontario esaminerà l offerta libraria delle case editrici locali, focalizzando l attenzione sulle novità e sulle pubblicazioni di maggiore interesse per il paese. Il volontario si cimenterà nell organizzazione di una rassegna di presentazioni librarie, contattando gli editori o gli autori, elaborando un calendario di serate, predisponendo il materiale promozionale dell iniziativa ed inviando quest ultimo alle destinazione scelte. Il volontario provvederà a contattare gli animatori e si metterà in contatto con i referenti delle istituzioni scolastiche, predisporrà il materiale promozionale e lo consegnerà agli istituti interessati. Collaborerà, inoltre, a scegliere e predisporre il setting degli incontri. Il volontario si occuperà di contattare i referenti delle scuole del paese e di partecipare agli incontri che si terranno all inizio (incontro di programmazione) ed alla fine (incontro di verifica) dell anno scolastico. Il volontario entrerà in contatto con la struttura e ne conoscerà le caratteristiche ed i servizi. Il volontario si cimenterà nell organizzazione di una rassegna di incontri incentrati sul libro e sulla lettura adatti al particolare uditorio in collaborazione con un operatore della struttura dedicato all animazione.

18 case di riposo. Cronoprogramma di attuazione dell obiettivo 1 presso la sede di Beinette CODICE ATTIVITA B 1.1 Conoscenza del contesto, delle mansioni e degli strumenti B 1.2 Gestione dei servizi bibliotecari B 1.3 Promozione della lettura tra gli adulti B 1.4 Promozione della lettura e della biblioteca tra i bambini ed i ragazzi B 1.5 Organizzazione di incontri nella casa di riposo BIBLIOTECA CIVICA M. DADONE DI CARRU 8.1 Complesso delle attività previste C 1.1 Conoscenza del contesto, delle mansioni e degli strumenti: Conoscenza della sede della Biblioteca Civica; Conoscenza dei sistemi di catalogazione utilizzati dalla biblioteca e della localizzazione dei volumi; Partecipazione alle attività di frontoffice: accoglienza degli utenti; Conoscenza del sistema informatico di gestione del prestito; Partecipazione alle attività di backoffice: aggiornamento archivio materiale informativo, catalogazione, cura del materiale librario, aggiornamento bacheca informativa, aggiornamento sito internet; Conoscenza del Sistema Bibliotecario del Monregalese; Partecipazione agli incontri di formazione previsti dal progetto). C 1.2 Fornitura libri a domicilio Calendarizzazione della consegna a domicilio; formazione elenco nominativo persone usufruenti del servizio; 8.2 Risorse umane complessive bibliotecario con competenze pluriennali di gestione e coordinamento all interno della biblioteca; 8 volontari dedicati alla gestione bibliotecaria con competenze pluriennali di erogazione dei servizi bibliotecari bibliotecario con competenze pluriennali di gestione e coordinamento all interno della biblioteca; 8.3 Ruolo ed attività previste per i volontari nell ambito del progetto Il volontario accoglierà gli utenti, effettuerà il prestito e vigilerà sul rispetto delle norme che regolano l utilizzo della Biblioteca. Il volontario si occuperà di riordinare i volumi rientrati e consultati sugli scaffali, effettuerà controlli a campione per verificare lo stato dei libri, curerà, laddove possibile, i volumi usurati (applicando nuove etichette o nuove taschine interne), inserirà i dati relativi al nuovo materiale sul sistema informatico di gestione. Il volontario si occuperà di analizzare costantemente lo stato dei ritardi nella restituzione dei libri, appronterà un piano di sollecito attraverso tre fasi (primo sollecito, verifica, secondo sollecito). Il volontario controllerà l anagrafica di ogni lettore servito e la completerà con i dati mancanti qualora sia incompleta. Il volontario consegnererà i libri a domicilio e vigilerà sul rispetto delle norme che regolano l utilizzo della Biblioteca.

19 contatto con gli operatori e conoscenza degli ospiti dell Ospedale Civile di Carrù, presso cui verrà effettuata la fornitura a domicilio 8 volontari dedicati alla gestione bibliotecaria con competenze pluriennali di erogazione dei servizi bibliotecari Il volontario si occuperà di riordinare i volumi rientrati dall Ospedale Civile, effettuerà controlli a campione per verificare lo stato dei libri, curerà, laddove possibile, i volumi usurati (applicando nuove etichette o nuove taschine interne), inserirà i dati relativi al nuovo materiale sul sistema informatico di gestione. C 1.3 Catalogazione libri Caricamento dati nel database informatico dei testi presenti in biblioteca e non ancora catalogati; ad ogni nuovo acquisto periodico i nuovi libri vengono catalogati sia nel database informatico che con l apposizione di etichette e schedine bibliotecario con competenze pluriennali di gestione e coordinamento all interno della biblioteca; 8 volontari dedicati alla gestione bibliotecaria con competenze pluriennali di erogazione dei servizi bibliotecari Il volontario controllerà l anagrafica di ogni lettore servito e la completerà con i dati mancanti qualora sia incompleta. Il volontario provvederà al caricamento dei dati relativi ai libri non ancora catalogati informaticamente, all acquisto delle etichette, all inserimento delle stesse, alla catalogazione dei nuovi libri acquistati. Cronoprogramma di attuazione dell obiettivo 1 presso la sede di Carrù CODICE ATTIVITA C 1.1 Conoscenza del contesto, delle mansioni e degli strumenti C 1.2 Fornitura libri a domicilio C 1.3 Catalogazione libri BIBLIOTECA COMUNALE DI MONTALDO DI MONDOVI 8.1 Complesso delle attività previste M 1.1 gestione servizi bibliotecari Catalogazione libri Creazione di scaffali a tema Accoglienza utenti Servizio di prestito Guida nella scelta dei testi Supporto agli utenti nell attività di ricerca e consultazione testi M 1.2 attività per bambini e ragazzi Contatti per l organizzazione dei laboratori con gli animatori; 8.2 Risorse umane complessive 1 responsabile biblioteca, con esperienza pluriennale 1 volontario con partecipazione a corsi di biblioteconomia 1 volontario che svolge studi umanistici e con esperienza di relazioni con il pubblico 1 responsabile biblioteca, con esperienza pluriennale 1 volontario con partecipazione a corsi di biblioteconomia 8.3 Ruolo ed attività previste per i volontari nell ambito del progetto Ruolo di front office con i fruitori del servizio Presenza in biblioteca Attività di supporto alle risorse umane coinvolte nel Progetto per lo studio delle necessità e delle richieste dei fruitori con relativo incremento dei titoli presenti Collaborazione e supporto alle risorse umane coinvolte, nello studio dei temi di maggior interesse da creare ed eventualmente implementare Collaborazione e supporto nella catalogazione puntuale e precisa dei testi disponibili Contatti con associazioni e/o cooperative che operano nel settore e che dispongono di Tecnici specializzati per l organizzazione e

20 Contatti con i referenti delle scuole per un eventuale collaborazione Calendario delle date e modalità di svolgimento; Creazione e stampa pubblicitaria per la promozione degli eventi M 1.3 Promozione della lettura Predisposizione del calendario degli incontri; Contatti con le famiglie dei giovani lettori; Comunicazione dei nuovi testi presenti in biblioteca ; Accoglienza dei giovani lettori; Guida e supporto nella scelta dei testi 1 volontario che svolge studi umanistici e con esperienza di relazioni con il pubblico 1 Assessore 1 Sindaco 1 responsabile biblioteca, con esperienza pluriennale 1 volontario con partecipazione a corsi di biblioteconomia 1 volontario che svolge studi umanistici e con esperienza di relazioni con il pubblico 1 Assessore la realizzazione dei due laboratori di lettura animati. Studio di manifestini che promuovano l iniziativa e loro distribuzione Previa verifica delle novità letterarie e aggiornamento dei testi della biblioteca, lavoro da svolgersi in collaborazione con le risorse coinvolte nel Progetto, il Volontario manterrà i contatti con le famiglie dei giovani lettori per ricordare loro la calendarizzazione degli incontri periodici e la possibilità di fruire di nuovi testi Cronoprogramma di attuazione dell obiettivo 1 presso la sede di Montaldo di Mondovì CODICE ATTIVITA M 1.1 Gestione servizi bibliotecari M 1.2 Attività per bambini e ragazzi M 1.3 Promozione della lettura BIBLIOTECA COMUNALE DI VILLANOVA MONDOVI 8.1 Complesso delle attività previste 8.2 Risorse umane complessive 8.3 Ruolo ed attività previste per i volontari nell ambito del progetto V 1.1 Conoscenza del contesto delle mansioni e degli strumenti Conoscenza della sede della biblioteca; apprendimento del regolamento vigente nella struttura; conoscenza dei sistemi di catalogazione utilizzati dalla biblioteca; conoscenza della disposizione topografica dei volumi in biblioteca; partecipazione al servizio di reference ; aggiornamento schedario dei volumi; cura del materiale librario; conoscenza del Sistema Bibliotecario Monregalese V 1.2 Gestione dei servizi bibliotecari Effettuazione dei prestiti, delle restituzioni e delle prenotazioni del materiale; aiuto agli utenti nella loro fase di ricerca del materiale; riordino degli scaffali; manutenzione e foderatura dei libri più usurati e dei nuovi; analisi settimanale della situazione relativa ai ritardi; effettuazione del primo sollecito telefonico; verifica del risultato dopo due settimane, stesura ed invio delle lettere di sollecito; controllo dello stato dell anagrafica del lettore servito al momento del prestito e bibliotecario 8 volontari dedicati alla gestione bibliotecaria bibliotecario 8 volontari dedicati alla gestione bibliotecaria Il volontario affiancherà gli operatori esperti nelle attività di reference e back-office e acquisirà le nozioni di base relative alla catalogazione del materiale ed all aggiornamento degli strumenti informatici e si avvicinerà alla conoscenza e alla sinergia con il Sistema Bibliotecario Monregalese Il volontario occuperà una delle due postazioni di prestito, accogliendo gli utenti, effettuando il prestito attraverso il sistema informatico di gestione, e vigilando sul rispetto delle norme che regolano l utilizzo delle postazioni internet. Il volontario si occuperà di riordinare i volumi rientrati e consultati sugli scaffali, effettuerà controlli a campione per verificare lo stato dei libri, curerà, laddove possibile, i volumi usurati (applicando nuove etichette o nuove taschine interne), inserirà i dati relativi al nuovo materiale sul

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato La nuova biblioteca pubblica della città di Prato, l Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini, è situata

Dettagli

LA CITTA DEI GIOVANI

LA CITTA DEI GIOVANI LA CITTA DEI GIOVANI Provincia di Cuneo Comune di Bra Area tematica Informagiovani Minori/politiche giovanili/educativa territoriale Cultura/Biblioteca/Scuola di pace Turismo/manifestazioni/Cultura Numero

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Ente proponente il progetto COMUNE DI SARROCH Titolo del progetto APERILIBRO Settore ed area di intervento del progetto Area D - Settore : Patrimonio Artistico e Culturale

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE BIBLIOTECA COMUNALE CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA approvata con Deliberazione della Giunta Comunale n. 9 del 09/02/2012 in vigore dal 13/02/2012 Biblioteca Comunale

Dettagli

BIBLIOTECA 2.0 TITOLO DEL PROGETTO: SETTORE E AREA D INTERVENTO. Patrimonio artistico e culturale - Cura e conservazione delle biblioteche

BIBLIOTECA 2.0 TITOLO DEL PROGETTO: SETTORE E AREA D INTERVENTO. Patrimonio artistico e culturale - Cura e conservazione delle biblioteche TITOLO DEL PROGETTO: BIBLIOTECA 2.0 SETTORE E AREA D INTERVENTO Patrimonio artistico e culturale - Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ENTE TITOLARE DEL PROGETTO

Dettagli

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504 Allegato C Scheda progetto ENTE Denominazione ANCI Lombardia Città MILANO Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121 Codice di accreditamento NZ00504 Iscrizione all albo regionale ALBO REGIONALE REGIONE LOMBARDIA

Dettagli

DOVE TITOLO DEL PROGETTO. una biblioteca da scoprire REQUISITI OBBLIGATORI EVENTUALI OBBLIGHI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE INFORMAZIONI

DOVE TITOLO DEL PROGETTO. una biblioteca da scoprire REQUISITI OBBLIGATORI EVENTUALI OBBLIGHI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE INFORMAZIONI TITOLO DEL PROGETTO DOVE CODICE SEDE DI ENTE PROGETTANTE COMUNE INDIRIZZO ATTUAZIONE PROGETTO N. VOLONTARI TIPO POSTO una biblioteca da scoprire AREA D'INTERVENTO REQUISITI OBBLIGATORI Comune di Brandizzo

Dettagli

OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO

OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO Piccoli PA.S.S.I.- Parrocchia di San Prospero Sostegno Scolastico Integrato di bambini e ragazzi con Disturbi Specifici dell Apprendimento e Bisogni Educativi Speciali PREMESSA In ambito scolastico e,

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI LAINO CASTELLO Piazza I Maggio n 18

Dettagli

PROGETTO LET S PLAY AND TALK

PROGETTO LET S PLAY AND TALK PROGETTO LET S PLAY AND TALK FINALITA Il progetto Let s play and talk riguarda tutti i plessi di scuola primaria. Esso intende avvicinare gli alunni alla comprensione ed all uso della lingua straniera

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Comune di Palazzolo Acreide 2) Codice di accreditamento: NZ00822 3) Albo e classe

Dettagli

ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00 Giovedì e sabato 9.00 12.00. ORARIO ESTIVO Martedì e venerdì 16.00 19.00 Giovedì e sabato 9.00 12.

ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00 Giovedì e sabato 9.00 12.00. ORARIO ESTIVO Martedì e venerdì 16.00 19.00 Giovedì e sabato 9.00 12. GUIDA INFORMATIVA E CARTA DEI SERVIZI Biblioteca Comunale A. Cabiati Via De Mari 28/D 17028 Bergeggi (SV) 019/25790216 b.biblioteca@comune.bergeggi.sv.it ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SHALOM ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ONLUS

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SHALOM ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ONLUS (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: SHALOM ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ONLUS 2) Codice di accreditamento: NZ03078

Dettagli

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët Progetto cofinanziato da 1 UNIONE EUROPEA Comune di SCANDICCI Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi SCANDICCI IN TASCA Guida ai servizi per i cittadini SCANDICCI IN YOUR POCKET Guide

Dettagli

La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle. scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una

La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle. scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una nuova sede destinata ai bambini e ai ragazzi e che ha

Dettagli

ASSOCIAZIONE CENTRO PER LA PACE, LA COOPERAZIONE, L INTEGRAZIONE INTERETNICA E INTERCULTURALE

ASSOCIAZIONE CENTRO PER LA PACE, LA COOPERAZIONE, L INTEGRAZIONE INTERETNICA E INTERCULTURALE ASSOCIAZIONE CENTRO PER LA PACE, LA COOPERAZIONE, L INTEGRAZIONE INTERETNICA E INTERCULTURALE Relazione relativa alla gestione e alle attività svolte all interno del Centro per la Pace Annalena Tonelli

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA approvata con Deliberazione della Giunta Comunale n. 75 del 01/12/2011

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA approvata con Deliberazione della Giunta Comunale n. 75 del 01/12/2011 COMUNE DI MONTEVEGLIO BIBLIOTECA COMUNALE Provincia di Bologna "M. ZAGNONI" CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA approvata con Deliberazione della Giunta Comunale n. 75 del 01/12/2011 in vigore dal 01/01/2012

Dettagli

Programma culturale anno 2015

Programma culturale anno 2015 COMUNE DI NAGO-TORBOLE PROVINCIA DI TRENTO Servizio Attività Economiche Ufficio Biblioteca Programma culturale anno 2015 Allegato alla deliberazione giuntale n. 39 dd. 01/04/2015. Programma culturale anno

Dettagli

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE SEDE DI Biblioteca Civica Via Padre Reginaldo Giuliani, 1 Tel.039.386984 TITOLO PROGETTO Dal centro alla periferia: i confini della lettura 4 OPERATORE LOCALE DI PROGETTO PRESSO SEDE DI Giustino Pasciuti

Dettagli

A.P.S PICCOLI GRANDI AMICI. COSTITUITA IL 28 GENNAIO 2013 Via del Fante 1, 33170 Pordenone c.f. 91085470937 Aggiornamento 27 marzo 2014

A.P.S PICCOLI GRANDI AMICI. COSTITUITA IL 28 GENNAIO 2013 Via del Fante 1, 33170 Pordenone c.f. 91085470937 Aggiornamento 27 marzo 2014 A.P.S PICCOLI GRANDI AMICI COSTITUITA IL 28 GENNAIO 2013 Via del Fante 1, 33170 Pordenone c.f. 91085470937 Aggiornamento 27 marzo 2014 LA NOSTRA STORIA L Associazione di Promozione Sociale Piccoli Grandi

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: PIÙ BIBLIOTECA Obiettivi del progetto:

Dettagli

PRESENTAZIONE DI CUBO CUBO

PRESENTAZIONE DI CUBO CUBO Carta dei Servizi PREMESSA La Carta dei Servizi è il documento che individua i principi, le disposizioni e gli standard qualitativi dei servizi offerti da CUBO, al fine di tutelare le esigenze dei visitatori

Dettagli

Anno scolastico 2008/09

Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO AZZANO SAN PAOLO Il presente opuscolo, che racchiude le linee programmatiche essenziali utili ad identificare la nostra scuola, costituisce una sintesi del Piano dell Offerta Formativa;

Dettagli

Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012

Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012 Scheda progetto Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo

Dettagli

scuola, sport, attività culturali, divertimento e nuovi amici, tutto pensato per te

scuola, sport, attività culturali, divertimento e nuovi amici, tutto pensato per te il Welfare inpdap i convitti dal collegio al social campus scuola, sport, attività culturali, divertimento e nuovi amici, tutto pensato per te Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell amministrazione

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

Istituto Comprensivo Galileo Galilei di Alessandria a.s. 2012/13. Progetto bibliomediateca (P13) (parte relativa alla conduzione generale)

Istituto Comprensivo Galileo Galilei di Alessandria a.s. 2012/13. Progetto bibliomediateca (P13) (parte relativa alla conduzione generale) Istituto Comprensivo Galileo Galilei di Alessandria a.s. 2012/13 Progetto bibliomediateca (P13) (parte relativa alla conduzione generale) L'isola dei libri Non c'è nave che possa come un libro portarci

Dettagli

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio Nazionale per il Servizio Civile PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA della Caritas Diocesana della LA SPEZIA TITOLO DEL PROGETTO

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il progetto: COMUNE DI CARBONE (PZ) Titolo del progetto: SEMPRE MENO SOLI 6) Descrizione del contesto territoriale

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO:MONDO BIBLIOTECA: TRA LETTURE E COLORI SETTORE e Area di Intervento:D01 Patrimonio artistico e culturale cura e conservazione biblioteche

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE DI SAN SALVATORE TELESINO

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE DI SAN SALVATORE TELESINO REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE DI SAN SALVATORE TELESINO Il Comune di San Salvatore Telesino favorisce la crescita culturale individuale e collettiva e riconosce il diritto dei cittadini all informazione

Dettagli

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI PROGRAMMA DI ATTIVITÀ PER LE SCUOLE 2010/2011 Bì, il centro per i bambini e i giovani che ospita al suo interno la Biblioteca Civica per i ragazzi, un importante spazio museale

Dettagli

PROGETTO: Con-TE-Sto

PROGETTO: Con-TE-Sto ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: Con-TE-Sto TITOLO DEL PROGETTO: Con-TE-Sto SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione culturale Area d'intervento: Centri di aggregazione

Dettagli

Brevi indicazioni operative per le famiglie

Brevi indicazioni operative per le famiglie Brevi indicazioni operative per le famiglie È consigliato un abbigliamento comodo, con scarpe da ginnastica, per permettere ai bambini di giocare senza difficoltà. I bambini che entrano al Centro dopo

Dettagli

Progetto "ABC ( Asilo nido, Biblioteca, Comune)" Ente. Comune di TORRE PELLICE. Settore d'intervento

Progetto ABC ( Asilo nido, Biblioteca, Comune) Ente. Comune di TORRE PELLICE. Settore d'intervento Progetto "ABC ( Asilo nido, Biblioteca, Comune)" Ente Comune di TORRE PELLICE Settore d'intervento Educazione e promozione culturale - Animazione sul territorio Obiettivi del progetto Coinvolgere i giovani,

Dettagli

CAMBIANO (TO) CANDIOLO (TO) SCALENGHE (TO) Via Santa Maria, 24. Via San Bartolomeo, 40 VINOVO (TO)

CAMBIANO (TO) CANDIOLO (TO) SCALENGHE (TO) Via Santa Maria, 24. Via San Bartolomeo, 40 VINOVO (TO) TITOLO DEL PROGETTO ENTE PROGETTANTE COMUNE DOVE INDIRIZZO CODICE SEDE DI ATTUAZIONE PROGETTO N. VOLONTARI TIPO POSTO pezzettino AREA D'INTERVENTO REQUISITI OBBLIGATORI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE

Dettagli

Chi siamo. L organizzazione

Chi siamo. L organizzazione Chi siamo Il Forum Giovani di Marigliano nasce con lo scopo di raccogliere idee, sogni e domande dei giovani cittadini. È uno strumento di partecipazione attiva per incidere sul territorio, fornendo occasioni

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: SHALOM ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ONLUS 2) Codice di accreditamento: NZ 03078

Dettagli

Progetto LETTURA a.s. 2015/2016. SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA sintesi progetto-attività

Progetto LETTURA a.s. 2015/2016. SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA sintesi progetto-attività SEZIONE 1 DESCRITTIVA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA DE GASPERI Promuovere la realizzazione di strategie volte a creare relazioni tra i diversi saperi SCHEDA DI IDENTIFICAZIONE ATTIVITÀ-PROGETTO 1.1 Denominazione

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Comune di Priolo Gargallo 2) Codice di accreditamento: NZ05439 3) Albo e classe

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI ROCCAMENA 2) Codice di accreditamento: NZ05532 3) Albo e classe di iscrizione: REGIONALE

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI SAGRADO

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI SAGRADO CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI SAGRADO 2014 1 INDICE 1. Le Biblioteca e la sua organizzazione: gli strumenti Le raccolte documentarie - sezione moderna - sezione bambini e ragazzi

Dettagli

convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 1

convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 1 convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 1 convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 2 convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 3 il Welfare inpdap i convitti dal collegio al social campus scuola,

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA. 2) Codice di accreditamento: NZ 02274. Albo Nazionale

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA. 2) Codice di accreditamento: NZ 02274. Albo Nazionale SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMMISSIONE SINODALE PER LA DIACONIA 2) Codice di accreditamento: NZ 02274 3) Albo e classe

Dettagli

Allegato 11. Premessa. Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO. Regione del Veneto

Allegato 11. Premessa. Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO. Regione del Veneto Allegato 11. Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Premessa 108 Questo progetto intende affrontare le tematiche del cambiamento della persona con disabilità all innalzarsi

Dettagli

CARATTERISTICHE PROGETTO

CARATTERISTICHE PROGETTO SCHEDA SINTETICA DI PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il progetto: COMUNE DI SANTI COSMA E DAMIANO CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: Mondo Bambino

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana Dipartimento Beni Culturali

Dettagli

DATI DEL PROPONENTE E REFERENTE OPERATIVO DEL PROGETTO

DATI DEL PROPONENTE E REFERENTE OPERATIVO DEL PROGETTO PROPONENTE 2015 Associazioni di promozione sociale, L.R. 34/02 (ad es: Centri Sociali, Associazioni Culturali, ecc.) DATI DEL PROPONENTE E REFERENTE OPERATIVO DEL PROGETTO Denominazione dell'organizzazione:

Dettagli

Biblioteca del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali Carta dei Servizi

Biblioteca del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali Carta dei Servizi Biblioteca del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali Carta dei Servizi PREMESSA La Biblioteca del museo del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali si configura

Dettagli

N 1 SCUOLA DELL INFANZIA VIA XXVIII APRILE Situazione e Caratteristiche. ALLEGATO N 2 SCUOLA DELL INFANZIA VIA ROSTAGNI Situazione e Caratteristiche

N 1 SCUOLA DELL INFANZIA VIA XXVIII APRILE Situazione e Caratteristiche. ALLEGATO N 2 SCUOLA DELL INFANZIA VIA ROSTAGNI Situazione e Caratteristiche ALLEGATO N 1 SCUOLA DELL INFANZIA VIA XXVIII APRILE ALLEGATO N 2 SCUOLA DELL INFANZIA VIA ROSTAGNI ALLEGATO N 3 SCUOLA PRIMARIA CORSO SOLERI ALLEGATO N 4 SCUOLA PRIMARIA LUGI EINAUDI ALLEGATO N 5 SCUOLA

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: FILEMONE Comitato di Promozione per l Integrazione tra i Popoli Nato il 23 febbraio 1998 prefiggendosi

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

Ottobre, piovono libri. I luoghi della lettura

Ottobre, piovono libri. I luoghi della lettura Ottobre, piovono libri. I luoghi della lettura Flavia Cristiano Direttore del Centro per il Libro e la Lettura Ministero per i Beni e le Attività Culturali La lettura in Italia Il mercato della lettura

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI RAVENNA 2) Codice di accreditamento: NZ00813 3) Albo e classe di iscrizione: ALBO

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE: Educazione e promozione culturale AREA DI INTERVENTO: Centri di aggregazione (bambini, giovani, anziani)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE: Educazione e promozione culturale AREA DI INTERVENTO: Centri di aggregazione (bambini, giovani, anziani) TITOLO DEL PROGETTO: Edu-CARE La domanda va consegnata presso: Consorzio Aranea - Segreteria Servizio Civile Via della Repubblica 82/C - 71100 Foggia Per informazioni: Referente: Ilaria D Urso Tel: 0881.770866

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche STATISTICHE CULTURALI. ANNO 1 Indice delle tavole statistiche 1 Patrimonio storico-artistico Tavola 1.1 - Istituti statali di antichità e d'arte, visitatori paganti e non paganti e introiti per tipo di

Dettagli

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO PUNTO DI INCONTRO E SPAZIO DI ASCOLTO 1. Premessa 1.1 - Il percorso fatto nella scuola e nel rione Esquilino L Associazione Genitori Scuola Di Donato nasce

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI BASSANO DEL GRAPPA

GUIDA AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI BASSANO DEL GRAPPA GUIDA AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI BASSANO DEL GRAPPA SALE PER IL PUBBLICO Sala di consultazione Sono esposte opere di consultazione quali enciclopedie, dizionari, repertori, atlanti. Uno spazio

Dettagli

PREMESSA E CONTENUTI AZIONI DI PROGETTO

PREMESSA E CONTENUTI AZIONI DI PROGETTO PREMESSA E CONTENUTI OBBIETTIVI AZIONI DI PROGETTO Il Comune di Porto Venere collabora da anni con il Comitato Provinciale Unicef della Spezia per promuovere nel territorio attività e manifestazioni finalizzate

Dettagli

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino LA SCUOLA PRIMARIA Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino 1 Istituto Comprensivo Savignano sul Panaro PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 2014-2015

Dettagli

Programma culturale anno 2014

Programma culturale anno 2014 COMUNE DI NAGO-TORBOLE PROVINCIA DI TRENTO Servizio Attività Economiche Ufficio Biblioteca Programma culturale anno 2014 Allegato alla deliberazione giuntale n. dd.. Programma culturale anno 2014 Con il

Dettagli

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA Principi Ispiratori e Obiettivi Gli interventi di mutualità e solidarietà rientrano nella missione della Cassa Rurale che, come realtà radicata sul territorio,

Dettagli

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona Comune di Empoli Provincia di Firenze Settore VII Serviizii alllla Persona Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona Servizio Biblioteca - Organizzazione e funzionamento del servizio

Dettagli

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza NOVARA la La e una risposta all umana ricerca di conoscenza PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO E INVESTIRE NELLA CONOSCENZA E NEL RISPETTO DELLA PROPRIA STORIA: Nuovo Spazio la Cultura PICCOLO COCCIA Nella

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA. Codice di accreditamento: NZ04566 REGIONE CAMPANIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA. Codice di accreditamento: NZ04566 REGIONE CAMPANIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE Ente proponente il progetto: Comune di Mugnano di Napoli Codice di accreditamento: NZ04566 Albo e classe di iscrizione: REGIONE

Dettagli

World café con i professori

World café con i professori World café con i professori Il 29 aprile al pomeriggio, circa 40 docenti dell Istituto hanno partecipato all incontro loro riservato in questa prima fase di ascolto del percorso La scuola capovolta. L

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO Identità DarVoce è un associazione di volontariato di secondo livello in quanto i suoi soci sono associazioni di volontariato; ha personalità giuridica;

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione: Regione Campania

Dettagli

Destinatari e ammissione

Destinatari e ammissione 28 1. CENTRO DIURNO 1 Destinatari e ammissione Scopo e destinatari Hanno diritto ad usufruire di tale servizio le persone adulte-anziane con limitata autonomia residenti nel Comune di Trento. Il Centro

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LETTURA LA SCUOLA VA IN BIBLIOTECA: ATTIVITA' DI PROMOZIONE ALLA LETTURA RISERVATA ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA RIVOLTO A alunni della scuola dell infanzia e loro insegnanti. POSTI DISPONIBILI

Dettagli

Turismo di Comunità in Val di Rabbi

Turismo di Comunità in Val di Rabbi Turismo di Comunità in Val di Rabbi Sintesi del progetto Il Turismo di Comunità : definizione Il turismo responsabile di comunità è una nuova forma di accoglienza turistica, recentemente sviluppatasi in

Dettagli

LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Azioni positive per lo sviluppo dei diritti di cittadinanza delle bambine e dei bambini e loro partecipazione attiva alla vita della comunità. OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n.

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. 42/1997) 1) le domande di iscrizione all Albo degli Istituti culturali della

Dettagli

La provincia di Rieti Assessorato ai servizi sociali

La provincia di Rieti Assessorato ai servizi sociali La provincia di Rieti Assessorato ai servizi sociali Le Province, alla luce della riforma del titolo V della Costituzione hanno assunto un nuovo e diverso ruolo; si riduce la loro possibilità di erogare

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE Ente: COOPERATIVA SOCIALE VILLA MARIA Indirizzo: PIAZZA S. MARTINO - LENZIMA DI ISERA 2 - ISERA Recapito telefonico: 0464 387801 Indirizzo e-.mail: segreteria@coopvillamaria.org

Dettagli

Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI. Comune Capofila: COMUNE DI AGUGLIANO

Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI. Comune Capofila: COMUNE DI AGUGLIANO ALLEGATO B ESTRATTO DEL PROGETTO ESECUTIVO Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI Comune Capofila: COMUNE DI AGUGLIANO 1. DATI PROGETTO Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI Comune capofila: (AGUGLIANO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DON PIERO POINTINGER ROVAGNATE (LC) PROGETTO AREA A FORTE PROCESSO IMMIGRATORIO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DON PIERO POINTINGER ROVAGNATE (LC) PROGETTO AREA A FORTE PROCESSO IMMIGRATORIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DON PIERO POINTINGER ROVAGNATE (LC) PROGETTO AREA A FORTE PROCESSO IMMIGRATORIO Anno scolastico 2010/11 1 PROGETTO PER IL QUALE SI RICHIEDE IL FINANZIAMENTO PER L ANNO SCOLASTICO

Dettagli

ELENCO DEI PROGETTI FINORA APPROVATI E FINANZIATI NELL AMBITO DI INTERREG IV I-A ADMUSEUM BANDO A SPORTELLO (scaduto il 31.12.

ELENCO DEI PROGETTI FINORA APPROVATI E FINANZIATI NELL AMBITO DI INTERREG IV I-A ADMUSEUM BANDO A SPORTELLO (scaduto il 31.12. ELENCO DEI PROGETTI FINORA APPROVATI E FINANZIATI NELL AMBITO DI INTERREG IV I-A ADMUSEUM BANDO A SPORTELLO (scaduto il 31.12.2013) 1) Una forma peculiare di emigrazione bellunese: i gelatieri del Cadore

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 PRESENTAZIONE TITOLO PRIMO: Finalità del servizio TITOLO SECONDO: Direzione, personale e

Dettagli

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI LAINO CASTELLO Piazza I Maggio n 18

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI MATINO 2) Codice di accreditamento: NZ03254 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

SINTESI FATTI NON FOSTE 5 Prov. ANCONA

SINTESI FATTI NON FOSTE 5 Prov. ANCONA SINTESI FATTI NON FOSTE 5 Prov. ANCONA CARATTERISTICHE PROGETTO 1) Titolo del progetto: FATTI NON FOSTE 5 Prov. Ancona 2) Descrizione dell area di intervento: Il progetto nasce da un accordo di partnerariato

Dettagli

SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2

SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2 COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Socio-Assistenziali U.O. Attuazione e Gestione Piano Infanzia e Adolescenza SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2 Titolo intervento Centro Aggregativo sovra circoscrizionale

Dettagli

BIBLioTECA Civica LINO PENATI

BIBLioTECA Civica LINO PENATI BIBLioTECA Civica LINO PENATI Banco Centrale 029278300 biblioteca Sala Ragazzi 029278299 magolibero Medi@teca 029278306 mediateca Direzione 029278305 direzione.biblioteca Chiedi alla tua biblioteca chiedi.biblioteca

Dettagli

Un anno per il sociale in provincia di Bergamo 2012

Un anno per il sociale in provincia di Bergamo 2012 Scheda progetto Un anno per il sociale in provincia di Bergamo 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) Servizio Civile Nazionale Provincia di Foggia SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: PROVINCIA DI FOGGIA Piazza XX Settembre

Dettagli

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero PREMESSA La creazione di un ambiente sempre più favorevole allo scambio interculturale è uno degli obiettivi primari della scuola ed i programmi

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI PRIGNANO SULLA SECCHIA - MODENA 2) Codice di accreditamento: NZ00338

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI All. B10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE R.Gio/CPA AMBITO ZONALE ALTO AGRI CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI Art.1 Definizione Il centro di aggregazione giovanile

Dettagli

ALLEGATO A. Descrizione sedi di lavoro, orari, numero di personale addetto al front office, quantificazione attività di catalogazione

ALLEGATO A. Descrizione sedi di lavoro, orari, numero di personale addetto al front office, quantificazione attività di catalogazione ALLEGATO A Descrizione sedi di lavoro, orari, numero di personale addetto al front office, quantificazione attività di catalogazione 1 DESCRIZIONE SEDI DI LAVORO: La Biblioteca è situata in una delle vie

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015 CONCORSO BASTA CONOSCERSI! III edizione

Anno scolastico 2014-2015 CONCORSO BASTA CONOSCERSI! III edizione Anno scolastico 2014-2015 CONCORSO BASTA CONOSCERSI! III edizione Il concorso Basta conoscersi! nasce dall idea di alcuni ragazzi di offrire ai propri coetanei la possibilità di vivere un esperienza concreta

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

La missione della biblioteca scolastica

La missione della biblioteca scolastica Per quanto concerne le finalità generali si fa riferimento alle indicazioni contenute nel Manifesto IFLA -UNESCO sulla biblioteca scolastica : La biblioteca scolastica fornisce informazioni e idee fondamentali

Dettagli

Educando tra Milano e Monza

Educando tra Milano e Monza Scheda progetto Educando tra Milano e Monza Il progetto si sviluppa in quattordici comuni delle provincie di Milano e Monza e in un Associazione di Milano. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto

Dettagli