PROSPETTO INFORMATIVO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROSPETTO INFORMATIVO"

Transcript

1 Banca dell Artigianato e dell Industria Società per Azioni Sede in Brescia Via Dalmazia, 147 Codice fiscale e Registro Imprese di Brescia n Albo delle Banche n Società del Gruppo bancario Credito Valtellinese Albo dei Gruppi Bancari cod. n soggetta all attività di direzione e coordinamento del Credito Valtellinese S.c. Indirizzo Internet: E.mail: Capitale Sociale ,44 interamente versato Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi PROSPETTO INFORMATIVO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.P.A. TASSO VARIABILE 2008/2013 SUBORDINATO ISIN IT DELLA BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.P.A. IN QUALITÀ DI EMITTENTE E DI RESPONSABILE DEL COLLOCAMENTO I titoli oggetto della presente emissione costituiscono passività subordinate della Banca dell Artigianato e dell Industria (la Banca dell Artigianato e dell Industria o anche l Emittente ), denominate Lower Tier II, così come classificate in base alla Circolare Banca d Italia n. 263 del 27/12/2006 e successivi aggiornamenti; pertanto i portatori delle obbligazioni emesse nell ambito del presente prestito obbligazionario subordinato (le Obbligazioni ), in caso di liquidazione dell Emittente, saranno rimborsati solo dopo tutti gli altri creditori non subordinati. Il presente documento costituisce il prospetto informativo (il Prospetto Informativo ) del prestito obbligazionario denominato Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A. Tasso Variabile 2008/2013 Subordinato (il Prestito ) ai fini della Direttiva 2003/71/CE (la Direttiva Prospetto ) ed è redatto in conformità all art. 8 del Regolamento 2004/809/CE (il Regolamento CE 809 ) ed in conformità alla delibera Consob n del 14 maggio 1999 e successive modifiche (il Regolamento Emittenti ). Il presente Prospetto Informativo è stato depositato presso la Consob in data 28 novembre 2008 a seguito di approvazione comunicata con nota n del 20 novembre Il presente Prospetto Informativo è composto dalla nota di sintesi (la Nota di Sintesi ) che riassume le caratteristiche dell Emittente e del titolo oggetto dell emissione, dal documento di registrazione (il Documento di Registrazione ) che si incorpora mediante riferimento, così come pubblicato mediante deposito presso la CONSOB in data 9 maggio 2008 a seguito di approvazione comunicata con nota n del 24 aprile 2008 contenente informazioni sulla Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A., e dalla nota informativa (la Nota Informativa ) che riassume le caratteristiche dell emissione. L adempimento di pubblicazione del presente Prospetto Informativo non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto, sul merito dei dati e delle notizie allo stesso relativi. Si invita l investitore a valutare il potenziale acquisto delle Obbligazioni oggetto dell offerta alla luce delle informazioni contenute nel presente Prospetto Informativo. Il presente Prospetto Informativo è a disposizione del pubblico gratuitamente in forma cartacea presso la sede dell'emittente (Via Dalmazia n. 147 Brescia) nonché presso le filiali dell Emittente e del Credito Valtellinese S.c., in quanto soggetto che, unitamente all Emittente, colloca le Obbligazioni (il Soggetto Incaricato del Collocamento ). Tale documentazione è altresì consultabile sul sito internet del Gruppo bancario Credito Valtellinese (www.creval.it).

2 INDICE SEZIONE 1 DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ...5 SEZIONE 2 NOTA DI SINTESI RELATIVA AL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.P.A. TASSO VARIABILE 2008/2013 SUBORDINATO...6 A. FATTORI DI RISCHIO...7 B. CARATTERISTICHE ESSENZIALI DELL EMITTENTE...8 C. CARATTERISTICHE ESSENZIALI DELLE OBBLIGAZIONI...13 D. DOCUMENTI ACCESSIBILI AL PUBBLICO...15 SEZIONE 3 FATTORI DI RISCHIO...16 SEZIONE 4 DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE DELLA BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.P.A SEZIONE 5 NOTA INFORMATIVA RELATIVA AL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.P.A TASSO VARIABILE 2008/2013 SUBORDINATO PERSONE RESPONSABILI INDICAZIONE DELLE PERSONE RESPONSABILI E DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ FATTORI DI RISCHIO RISCHI CONNESSI ALL EMITTENTE FATTORI DI RISCHIO RELATIVI AGLI STRUMENTI FINANZIARI OGGETTO DELL OFFERTA Rischio derivante dalla subordinazione del Prestito Rischio di non allineamento con il merito di credito dell Emittente Rischio di non appropriatezza del confronto delle Obbligazioni con titoli risk-free Rischio di tasso e di mercato Rischio di liquidità Rischio di chiusura anticipata dell Offerta e di riduzione dell Ammontare Totale del Prestito Rischio di indicizzazione al Tasso Euribor 6 mesi Rischio relativo ad eventi di turbativa riguardanti il Parametro di Indicizzazione Rischio correlato al rating delle Obbligazioni Rischio di conflitti di interessi Assenza di informazioni successive all emissione ESEMPLIFICAZIONE DEI RENDIMENTI SCOMPOSIZIONE DEL PREZZO DI EMISSIONE Esemplificazione dei rendimenti delle Obbligazioni oggetto dell Offerta Determinazione del prezzo e del rendimento dell emissione subordinata COMPARAZIONE CON OBBLIGAZIONI DI SIMILARE TIPOLOGIA E DURATA SIMULAZIONE RETROSPETTIVA EVOLUZIONE STORICA DEL PARAMETRO DI INDICIZZAZIONE INFORMAZIONI FONDAMENTALI INTERESSI DI PERSONE FISICHE O GIURIDICHE PARTECIPANTI ALL EMISSIONE/OFFERTA RAGIONI DELL OFFERTA E IMPIEGO DEI PROVENTI INFORMAZIONI RIGUARDANTI GLI STRUMENTI FINANZIARI DA OFFRIRE DESCRIZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI OGGETTO DELL OFFERTA LEGISLAZIONE E FORO COMPETENTE FORMA DELLE OBBLIGAZIONI, SOGGETTO INCARICATO DELLA TENUTA DEI REGISTRI E CIRCOLAZIONE VALUTA DI EMISSIONE RANKING DEGLI STRUMENTI FINANZIARI OFFERTI DIRITTI CONNESSI AGLI STRUMENTI FINANZIARI OFFERTI TASSO DI INTERESSE NOMINALE E DISPOSIZIONI RELATIVE AGLI INTERESSI DA PAGARE Parametro di Indicizzazione Eventi di turbativa e/o di natura straordinaria inerenti il Parametro di Indicizzazione Agente per il Calcolo MODALITÀ DI RIMBORSO DEL PRESTITO TASSO DI RENDIMENTO EFFETTIVO RAPPRESENTANZA DEGLI OBBLIGAZIONISTI AUTORIZZAZIONI DATA DI EMISSIONE RESTRIZIONI ALLA LIBERA TRASFERIBILITÀ DELLE OBBLIGAZIONI REGIME FISCALE CONDIZIONI DELL OFFERTA STATISTICHE RELATIVE ALL OFFERTA, CALENDARIO E MODALITÀ DI SOTTOSCRIZIONE DELL OFFERTA Condizioni alle quali l Offerta è subordinata

3 5.1.2 Ammontare totale dell Emissione/Offerta Periodo di validità dell Offerta e procedure di sottoscrizione Possibilità di riduzione dell ammontare delle sottoscrizioni Ammontare minimo e massimo dell importo sottoscrivibile Modalità e termini per il pagamento e la consegna degli strumenti finanziari Diffusione dei risultati dell Offerta Diritti di prelazione PIANO DI RIPARTIZIONE E DI ASSEGNAZIONE Destinatari dell Offerta Comunicazione ai sottoscrittori dell ammontare assegnato FISSAZIONE DEL PREZZO Prezzo di Emissione COLLOCAMENTO E SOTTOSCRIZIONE Soggetti incaricati del collocamento Denominazione e indirizzo degli organismi incaricati del servizio finanziario AMMISSIONE ALLA NEGOZIAZIONE MERCATI PRESSO I QUALI È STATA RICHIESTA L AMMISSIONE ALLE NEGOZIAZIONI INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI CONSULENTI LEGATI ALL EMISSIONE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL PROSPETTO SOTTOPOSTE A REVISIONE PARERI O RELAZIONI DI ESPERTI, INDIRIZZO E QUALIFICA INFORMAZIONI PROVENIENTI DA TERZI RATING DELL EMITTENTE E DELLE OBBLIGAZIONI Rating dell Emittente Rating delle Obbligazioni AGGIORNAMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.P.A. TASSO VARIABILE 2008/2013 SUBORDINATO

4 PAGINA VOLUTAMENTE LASCIATA IN BIANCO - 4 -

5 SEZIONE 1 SEZIONE 1 DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ 1 PERSONE RESPONSABILI 1.1 INDICAZIONE DELLE PERSONE RESPONSABILI La Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A., con sede in Brescia, Via Dalmazia n. 147, legalmente rappresentata dal Presidente del Consiglio di Amministrazione, Sig. Renato Gnutti, munito dei necessari poteri, si assume la responsabilità delle informazioni contenute nel presente Prospetto Informativo. 1.2 DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ Il presente Prospetto Informativo è conforme al modello pubblicato mediante deposito presso la CONSOB in data 28 novembre 2008, a seguito di approvazione comunicata con nota CONSOB n del 20 novembre 2008, e contiene tutte le informazioni necessarie a valutare con fondatezza i diritti connessi con le Obbligazioni da emettersi nell ambito del prestito obbligazionario Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A. Tasso Variabile 2008/2013 Subordinato. La Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A., avendo adottato tutta la ragionevole diligenza richiesta ai fini della redazione del presente Prospetto Informativo, dichiara che le informazioni ivi contenute sono, per quanto a sua conoscenza, conformi ai fatti e non presentano omissioni tali da alterarne il senso. BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.P.A

6 SEZIONE 2 SEZIONE 2 NOTA DI SINTESI DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.P.A. TASSO VARIABILE 2008/2013 SUBORDINATO ISIN IT DELLA BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.P.A. IN QUALITÀ DI EMITTENTE E DI RESPONSABILE DEL COLLOCAMENTO La presente Nota di Sintesi è stata redatta ai sensi dell articolo 5, comma 2, della Direttiva Prospetto, nonché ai sensi dell articolo 5, comma 3, del Regolamento Emittenti e deve essere letta come introduzione al Prospetto Informativo ( il Prospetto ). Qualsiasi decisione di investire nelle Obbligazioni deve essere presa tenendo in considerazione il Prospetto nel suo complesso, del quale sono parte integrante anche i documenti inseriti mediante riferimento. A seguito dell attuazione delle relative disposizioni della Direttiva Prospetto in ciascuno degli Stati dell Area Economica Europea, nessuna responsabilità civile potrà essere attribuita all Emittente in uno qualsiasi di tali Stati in relazione alla presente Nota di Sintesi, ivi compresa qualsiasi traduzione, salvo che la stessa risulti fuorviante, imprecisa o contraddittoria rispetto ad altre parti del Prospetto. Qualora venga intrapresa un azione legale in merito alle informazioni contenute nel Prospetto di fronte alle Corti di Giustizia di uno degli Stati dell Area Economica Europea, il ricorrente, prima dell inizio del procedimento giudiziario, potrebbe dover sostenere i costi della traduzione del Prospetto Informativo. Le espressioni definite nel Prospetto Informativo, che compaiono con la lettera iniziale maiuscola, mantengono lo stesso significato nella Nota di Sintesi

7 SEZIONE 2 A. FATTORI DI RISCHIO Si indicano di seguito i fattori di rischio relativi all Emittente ed alle Obbligazioni che saranno emesse nell ambito del Prestito Obbligazionario Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A. Tasso Variabile 2008/2013 Subordinato, descritti in dettaglio nel Capitolo 3 del Documento di Registrazione e nel Capitolo 2 della Nota Informativa relativa alle Obbligazioni. FATTORI DI RISCHIO RELATIVI ALL EMITTENTE - Rischio di credito - Rischio di mercato - Rischio correlato al rating dell Emittente FATTORI DI RISCHIO RELATIVI AGLI STRUMENTI FINANZIARI OGGETTO DELL OFFERTA - Rischio derivante dalla subordinazione del Prestito - Rischio di non allineamento con il merito di credito dell Emittente - Rischio di non appropriatezza del confronto delle Obbligazioni con titoli risk-free - Rischio di tasso e di mercato - Rischio di liquidità - Rischio di chiusura anticipata dell Offerta e di riduzione dell Ammontare Totale del Prestito - Rischio di indicizzazione al Tasso Euribor 6 mesi - Rischio relativo ad eventi di turbativa riguardanti il Parametro di Indicizzazione - Rischio correlato al rating delle Obbligazioni - Rischio di conflitto di interessi - Assenza di informazioni successive all emissione - 7 -

8 SEZIONE 2 B. CARATTERISTICHE ESSENZIALI DELL EMITTENTE INFORMAZIONI SULL EMITTENTE Storia ed evoluzione della Banca dell Artigianato e dell Industria L Emittente ha iniziato ad operare nei primi mesi del 1998 aprendo uno sportello nella zona sud-ovest di Brescia, caratterizzata da un economia ricca e in progressiva crescita e si è posta l obiettivo di diventare Banca locale, radicata nel territorio e Banca di riferimento per le famiglie, gli artigiani e le piccole e medie imprese. Nel 2000 la Banca dell Artigianato e dell Industria è entrata a far parte del Gruppo Credito Valtellinese. Come le altre banche del Gruppo, la Banca dell'artigianato e dell'industria ha inteso contraddistinguersi come banca del territorio, capace di dare un'efficace ed efficiente sostegno alle economie locali. Il punto di forza della stessa è la relazione diretta con i clienti di riferimento, essenzialmente famiglie e piccole-medie imprese, cui dare risposte con un personale qualificato ed una gamma di prodotti e servizi innovativi e all'avanguardia anche grazie alle soluzioni tecnologiche e di processo estremamente versatili, veloci e di facile fruizione. La Banca dell Artigianato e dell Industria, senza trascurare un rafforzamento nel tradizionale territorio di riferimento bresciano, sta sviluppando la rete commerciale anche in Veneto, attraverso l attuazione del Progetto Veneto, che prevede l estensione dell area di influenza del Gruppo Credito Valtellinese in tale regione, anche attraverso l apertura di una rete di filiali nelle principali province. L idea trae origine dall alleanza strategica stretta nel maggio 2004 tra il Gruppo Credito Valtellinese e il Gruppo Banca Popolare di Cividale che ha visto la Banca Popolare di Cividale S.c.p.A. acquisire una quota di partecipazione nella Banca dell Artigianato e dell Industria pari al 4,6%, ora incrementata al 9,86%. Contestualmente ha avuto luogo l ingresso del Credito Valtellinese S.c. nel capitale della Banca di Cividale S.p.A. con una quota inizialmente pari al 22,22%, salita al 25% nel dicembre del 2005 per effetto dell acquisto di un ulteriore quota di azioni pari al 2,78% del capitale della banca friulana. Alla fine del progetto di espansione territoriale, la Banca dell Artigianato e dell Industria vedrà crescere notevolmente la propria rete commerciale in Veneto e raddoppiare l attuale presenza nella provincia di Brescia. PER ULTERIORI INFORMAZIONI SULLA STORIA ED EVOLUZIONE DEL GRUPPO CREDITO VALTELLINESE CUI APPARTIENE L EMITTENTE SI RINVIA AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE DELLA BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA. PRINCIPALI ATTIVITÀ DELL EMITTENTE La Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A. ha per oggetto sociale la raccolta del risparmio e l esercizio del credito nelle sue varie forme. Essa, nell osservanza delle disposizioni vigenti, può compiere tutte le operazioni ed i servizi bancari e finanziari consentiti. Essa esercita inoltre ogni altra attività strumentale o comunque connessa al raggiungimento dell oggetto sociale. La Banca dell Artigianato e dell Industria può inoltre emettere obbligazioni, conformemente alle disposizioni normative. L Emittente, anche attraverso le società specializzate del Gruppo Credito Valtellinese quali Bancaperta S.p.A., Mediocreval S.p.A., Creset S.p.A., Aperta SGR S.p.A., Aperta Fiduciaria S.r.l. offre alla propria clientela un ampia gamma di servizi: nell intermediazione creditizia, che consiste per lo più in attività di raccolta ed impieghi nei confronti di clientela retail, corporate; nell intermediazione finanziaria; nel risparmio gestito, nel collocamento, nella negoziazione di strumenti finanziari anche mediante trading on line; nei servizi di incasso e pagamento (anche offerti mediante l on-line banking); nel private banking. L Emittente fornisce inoltre una vasta gamma di prodotti di bancassicurazione e leasing. PRINCIPALI MERCATI NEI QUALI L EMITTENTE OPERA La Banca dell Artigianato e dell Industria svolge l attività di intermediazione creditizia tradizionale in due Regioni italiane (Lombardia e Veneto) e in particolare nelle seguenti province: Brescia (attraverso n. 11 filiali), Vicenza (attraverso n. 7 filiali), Verona (attraverso n. 4 filiali) e Padova (attraverso n. 2 filiali). I dati si riferiscono al 31 dicembre Nella tabella seguente si riepiloga l articolazione territoriale per provincia della Banca dell Artigianato e dell Industria al 31 dicembre

9 SEZIONE 2 PROVINCIA N. FILIALI Brescia 11 Padova 2 Vicenza 7 Verona 4 Totale 24 RATING Alla data della presente Nota di Sintesi l Emittente non ha intenzione di richiedere ad un agenzia specializzata l attribuzione di un rating. Si evidenzia, inoltre, che l Emittente non ha richiesto l attribuzione di un rating alle Obbligazioni pur riservandosi la facoltà di farlo in un secondo tempo. In tal caso l informazione sarà di volta in volta specificata nelle Condizioni Definitive. ORGANI DI AMMINISTRAZIONE, DI DIREZIONE E SOCIETÀ DI REVISIONE Consiglio di Amministrazione Tutti i membri del Consiglio di Amministrazione sono domiciliati per la carica presso la sede sociale della Banca dell Artigianato e dell Industria in Brescia, via Dalmazia n Il Consiglio è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria della società con facoltà di compiere tutti gli atti che ritiene opportuni per il raggiungimento e l attuazione dello scopo sociale, esclusi soltanto quelli che la legge in modo tassativo riserva all assemblea. Alla data del presente documento il Consiglio di Amministrazione si compone di 9 membri. Le tabelle che seguono elencano rispettivamente il nome, la posizione, la data di nascita e la scadenza del mandato dei componenti del Consiglio di Amministrazione nonché le principali cariche ricoperte dagli stessi in società facenti parte e non del Gruppo Credito Valtellinese e le principali attività da loro svolte al di fuori dell Emittente e significative per il medesimo. Sig. Renato Gnutti Nome e cognome Dott. Giovanni Paolo Monti carica/funzione Presidente Vice Presidente principali attività esercitate al di fuori dell' Emittente - Gitifin Srl: consigliere delegato - Gnutti Transfet Spa: presidente - Gitim Srl: presidente - S.C.A.: consigliere delegato - Credito Valtellinese Sc: vicedirettore generale vicario - Deltas SpA: vice presidente - Bankadati Servizi Informatici SpA: presidente - Credito Piemontese SpA:vice presidente Geom. Lorenzo Tagni Consigliere - Credito Artigiano SpA: condirettore generale Rag. Luciano Di Bernardo Consigliere - Banca Popolare di Cividale SCpA: Direttore Generale Dott. Valerio Marinelli Dott. Giovanni Maria Boccardo Rag. Lorenzo Dal Maso Sig. Pietro Torchio Rag. Guido Zanetti Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere - Metra Holding SpA: consigliere delegato - Metra SpA: consigliere - Finanziaria ed immobiliare PA.RI.GI. SpA: consigliere delegato - Boccardo SpA: amministratore delegato - Boccardo Tubi Trafilati Srl: amm.re delegato - Trans Global Tours Lufthansa City Center BBB Srl: presidente - Stelline Servizi Immobiliari SpA: consigliere - Banca Popolare di Rho SpA: consigliere - La Triveneta Cavi SpA: consigliere e responsabile finanziario - Gruppo L.T.C. SpA: consigliere - Cooperativa Artigiana di Garanzia: presidente - Bingobrescia Srl: presidente - Forit SpA: presidente - Makuti Srl: amministratore unico - Azienda Agricole Boccalina Società Agricola Srl:amministratore unico - Costavecchia Sas di Zanetti Guido & C.: socio accomandatario - Società Agricola Agalcem Srl: amministratore unico - Zanetti SpA: procuratore - 9 -

10 SEZIONE 2 Direzione Generale Ai sensi dell art. 20 dello Statuto, la Direzione Generale provvede a dare esecuzione alle deliberazioni e alle direttive del Consiglio di Amministrazione e, se nominati, del Comitato Esecutivo e dell'amministratore Delegato. Ad essa è affidata l'organizzazione, la conduzione e la gestione ordinaria della banca. Il Direttore Generale partecipa con funzione consultiva alle riunioni del Consiglio di Amministrazione e del Comitato Esecutivo. In caso di assenza o impedimento del Direttore Generale o di chi ne svolge le funzioni, le stesse sono attribuite ad altro componente della Direzione Generale o in subordine ad altro Dirigente designato dal Consiglio. Alla data del presente documento la Direzione Generale dell Emittente si compone di 2 membri. La tabella che segue elenca rispettivamente il nome, la posizione, la data di nascita di ciascun componente. Nome e cognome carica/funzione Rag. Anna Cracco Direttore Generale Rag. Gianluigi Martinelli Vice Direttore Generale Collegio Sindacale Tutti i membri del Collegio Sindacale sono domiciliati per la carica presso la sede sociale della Banca dell Artigianato e dell Industria in Brescia, via Dalmazia n Alla data del presente documento il Collegio Sindacale si compone di 5 membri. La tabella che segue elenca rispettivamente il nome, la posizione, la data di nascita, la scadenza del mandato e le principali attività esterne svolte dagli stessi e ritenute significative dall Emittente. Nome e cognome carica/funzione principali attività esercitate al di fuori dell' Emittente Dott. Alberto Romano Presidente - Studio Associato Romano-Riva Commercialista Dott. Matteo Bonalumi Sindaco effettivo - Nazionale Fiduciaria Spa - Building & Consulting Srl Dott. Giovanni Licciardi Sindaco effettivo Dott. Giovanni Degrassi Sindaco supplente - Studio Degrassi Giuseppe - Commercialista Dott. Antonino Smorto Sindaco supplente - Studio 11 - Commercialista SOCIETÀ DI REVISIONE L Assemblea dei Soci del 29 marzo 2006 ha conferito alla Società Reconta Ernst & Young S.p.A, con sede a Roma, Via Romagnosi 18/A (registrata all Albo Speciale delle società di revisione tenuto dalla CONSOB con il codice n numero d ordine 02 - Delibera n del 16 luglio 1997), l'incarico di revisore contabile del bilancio individuale per il periodo La società ha sottoposto a revisione, con esito positivo, i bilanci relativi agli esercizi chiusi al 31 dicembre 2006 e al 31 dicembre 2007 e non ha espresso, in nessun caso, rilievi o giudizi negativi sui conti annuali dell Emittente, né ha in nessun caso rilasciato dichiarazioni di impossibilità di esprimere giudizi. ASSETTI PROPRIETARI Ai sensi dell art. 1 dello Statuto della Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A.: la società fa parte del Gruppo Creditizio Credito Valtellinese. In tale qualità, essa è tenuta all osservanza delle disposizioni che la Banca Capogruppo, nell esercizio dell attività di direzione e coordinamento, emana per l esecuzione delle istruzioni impartite dalla Banca d Italia nell interesse della stabilità del gruppo. Gli amministratori della Società forniscono alla capogruppo ogni dato e informazione per l emanazione delle disposizioni

11 SEZIONE 2 Alla data del presente documento, i nominativi dei soggetti che - secondo le risultanze del Libro dei Soci, integrate dalle comunicazioni ricevute ai sensi dell art. 120 D. Lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998, nonché delle vigenti norme in materia di partecipazione al capitale di enti creditizi - partecipano direttamente o indirettamente in misura superiore al 2% al capitale sociale sottoscritto sono: - Credito Valtellinese S.c., con sede in Sondrio, con n azioni pari al 39,33% del capitale sociale; - Credito Artigiano S.p.A. con sede in Milano, con n pari al 20,81% del capitale sociale; - Gabana Marcello, nato a Calcinato l 11 giugno 1944, con n azioni pari al 13,36% del capitale sociale; - Banca Popolare di Cividale, con sede in Cividale, con n azioni pari al 9,86% del capitale sociale; - Gabana Giulia, nata a Brescia il 28 giugno 1983, con n azioni pari al 2,70% del capitale sociale; - il Cortiletto S.r.l., con sede in Brescia, con n azioni pari al 2,50% del capitale sociale; - Torchio Pietro, nato a Gussago il 20 settembre 1949, con n azioni pari al 2,25% del capitale sociale; - Grandi Daniela, nata a Bologna l 11 giugno 1967, con n azioni pari al 2,06% del capitale sociale. INFORMAZIONI FINANZIARIE Principali dati patrimoniali, economici e finanziari Nelle tabelle che seguono si espongono i principali indicatori finanziari ed i principali dati economici e patrimoniali dell Emittente con riferimento agli esercizi chiusi al 31 dicembre 2007, al 31 dicembre 2006 e alle relazioni finanziarie semestrali al 30/06/2008 e al 30/06/2007, redatti secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS. Principali indicatori finanziari (dati dello stato patrimoniale) Patrimonio di Vigilanza (Total Capital in migliaia di euro) Total Capital Ratio (Patrimonio di Vigilanza / Attività di rischio ponderate) Tier 1 Capital Ratio (Patrimonio di base / Attività di rischio ponderate) * Include le seguenti voci: sofferenze, incagli, esposizioni ristrutturate, esposizioni scadute, rischio paese 30/06/ /12/ /06/ /12/ ,13% 11,19% 12,7% 15,88% 11,13% 11,19% 12,7% 15,88% Core Tier 1** 11,13% 11,19% 12,7% 15,88% Sofferenze lorde / Impieghi lordi 1,10% 0,94% 0,76% 0,54% Sofferenze nette / Impieghi netti 0,38% 0,30% 0,27% 0,21% Partite anomale lorde* / Impieghi lordi 2,09% 1,93% 2,22% 1,03% Partite anomale nette* / Impieghi netti 1,29% 1,22% 1,71% 0,68% **Gli indicatori sono equivalenti a quelli esposti nella casella Tier 1 Capital ratio in quanto non sono stati emessi strumenti finanziari ibridi Principali dati economici (dati in migliaia di euro) 1 SEM /12/ SEM /12/2006 Margine d interesse Margine d intermediazione Risultato netto di gestione Utile/Perdita lordo* Utile/Perdita d esercizio * Utile al lordo delle imposte sul reddito

12 SEZIONE 2 Principali dati patrimoniali (dati in migliaia di euro) 30/06/ /12/ /06/ /12/2006 Crediti verso clientela Titoli Partecipazioni** Raccolta diretta da clientela* Raccolta indiretta da clientela Patrimonio netto * Include le seguenti voci del passivo: 20 Debiti verso la clientela ; 30 Titoli in circolazione **Comprendono le Altre partecipazioni (IAS 39) disponibili per la vendita CAMBIAMENTI SIGNIFICATIVI NELLA SITUAZIONE FINANZIARIA O COMMERCIALE DELL EMITTENTE Si attesta che non si sono verificati cambiamenti significativi della situazione finanziaria o commerciale dell Emittente dalla chiusura dell ultimo esercizio per il quale sono state pubblicate informazioni finanziarie sottoposte a revisione o informazioni finanziarie infrannuali. RAGIONI DELL OFFERTA E IMPIEGO DEI PROVENTI Le Obbligazioni di cui alla presente Nota di Sintesi saranno emesse nell ambito dell ordinaria attività di raccolta dell Emittente. Si rappresenta inoltre che taluni Prestiti potranno essere emessi a valere sul Programma subordinatamente alle condizioni di volta in volta specificate nelle Condizioni Definitive del relativo Prestito. Per ulteriori dettagli si fa rinvio a quanto meglio specificato nel successivo paragrafo della Nota Informativa. L ammontare ricavato dalla vendita di tali Obbligazioni sarà utilizzato per gli scopi commerciali e sociali dell Emittente e, pertanto, non per scopi specifici e predeterminati al momento dell'emissione. RISULTATO OPERATIVO E SITUAZIONE FINANZIARIA: RESOCONTO E PROSPETTIVE Eventi recenti verificatisi nella vita dell Emittente rilevanti per la valutazione della sua solvibilità Non si è verificato alcun fatto recente nella vita dell Emittente che sia sostanzialmente rilevante per la valutazione della sua solvibilità dal 30/06/2008. Tendenze previste La Banca dell Artigianato e dell Industria attesta che, dalla data dell ultimo bilancio al 31 dicembre 2007, sottoposto a revisione e pubblicato, non si sono verificati cambiamenti negativi sostanziali nelle prospettive dell Emittente. La Banca dell Artigianato e dell Industria dichiara inoltre di non avere conoscenza di tendenze, incertezze, richieste, impegni o fatti noti che potrebbero ragionevolmente avere ripercussioni significative sulle prospettive dell Emittente. INDICAZIONI COMPLEMENTARI Capitale sociale Alla data della presente Nota d Sintesi il capitale sociale della Banca dell Artigianato e dell Industria è pari a ,44 suddiviso in azioni ordinarie del valore nominale unitario di 5,16 euro cadauna. Statuto e atto costitutivo L Emittente è stato costituito con atto a rogito dott.sa Simonetta Palombo, Notaio in Brescia, in data 25 luglio 1996, n di Rep., ed è stato autorizzato all'esercizio del credito, con la denominazione "Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A.", o in forma abbreviata "B.A.I. S.p.A." L Emittente è iscritto nel Registro delle Imprese di Brescia al numero La durata dell Emittente è fissata, ai sensi dell art. 3 dello Statuto, sino al 31 dicembre 2100 e potrà essere prorogata con deliberazione dell Assemblea straordinaria dei soci. L Emittente è iscritto all Albo delle Banche al numero 5363 (Cod. ABI 3078) ed è una società del Gruppo bancario Credito Valtellinese, iscritto all Albo dei Gruppi bancari con il codice numero Entrambi gli Albi sono tenuti dalla Banca d Italia. La durata dell Emittente è fissata, ai sensi dell art. 3 dello Statuto, sino al 31 dicembre 2100 e potrà essere prorogata con deliberazione dell Assemblea straordinaria dei soci

13 SEZIONE 2 C. CARATTERISTICHE ESSENZIALI DELLE OBBLIGAZIONI TIPO DI STRUMENTO FINANZIARIO OGGETTO DELL OFFERTA Le obbligazioni oggetto del presente Prospetti Informativo sono obbligazioni subordinate del tipo Lower Tier II a tasso variabile ai sensi e per gli effetti della Circolare Banca d Italia n. 263 del 27/12/2006 e successivi aggiornamenti e sono titoli di debito che garantiscono il rimborso del 100% del valore nominale (il Valore Nominale ) a scadenza. Le Obbligazioni inoltre danno diritto al pagamento periodico di cedole di interesse (le Cedole ) il cui ammontare è determinato in ragione di un tasso di interesse (il Tasso di Interesse ) calcolato applicando al Valore Nominale il parametro di indicizzazione Euribor 6 mesi (divisore 360) (il "Parametro di Indicizzazione") maggiorato di uno spread dello 0,30% (lo Spread ). Le cedole saranno pagate in rate semestrali posticipate il 29/06 e il 29/12 di ogni anno fino alla data del rimborso. In caso di liquidazione dell Emittente, il rimborso è, tuttavia, subordinato alla preventiva soddisfazione di talune altre categorie di debiti dell Emittente. In particolare, le Obbligazioni saranno rimborsate per capitale e interessi residui solo dopo aver soddisfatto tutti gli altri creditori non subordinati. OFFERTA Descrizione dei titoli Il prestito obbligazionario Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A. Tasso Variabile 2008/2013 Subordinato codice ISIN (International Security Identification Number) IT , emesso nell ambito dell attività di raccolta di risparmio per l esercizio del credito, è di un importo massimo di euro ,00 (diecimilioni/00). Le Obbligazioni sono emesse alla pari, ovvero al prezzo di Euro per ogni Obbligazione, e sono rappresentate da titoli al portatore del Valore Nominale di Euro cadauna. Il lotto minimo dell emissione è fissato in una Obbligazione; il taglio minimo indicato non è in alcun caso frazionabile, né in fase di emissione né in ipotesi di successiva negoziazione. L importo massimo sottoscrivibile non potrà essere superiore all ammontare totale massimo previsto per l emissione. Il prestito è munito di numero 10 cedole di interessi, calcolati in base alla convenzione Actual/Actual; le cedole saranno pagate in rate semestrali posticipate il 29/06 e il 29/12 di ogni anno fino alla data del rimborso. Le Obbligazioni cesseranno di essere fruttifere dalla data in cui diverranno rimborsabili. Dettagli dell offerta Le Obbligazioni oggetto del presente Prospetto Informativo saranno offerte dal 01/12/2008 al 24/12/2008, ( il Periodo d Offerta ) salvo chiusura anticipata del collocamento, presso la sede e le filiali della Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A nonché presso la sede e le filiali del Soggetto Incaricato del Collocamento. Il cliente interessato all investimento potrà dare seguito alla sottoscrizione delle Obbligazioni, solo dopo aver preso visione del Prospetto Informativo, a mezzo apposito modulo di adesione che dovrà essere sottoscritto presso la sede o le filiali dell Emittente nonché presso la sede o le filiali del Soggetto Incaricato del Collocamento. Il prestito obbligazionario è denominato in euro ed è regolato dalla legislazione italiana. È fatta salva la facoltà dell'emittente, durante il Periodo di Offerta, di estenderne la durata ovvero di procedere in qualsiasi momento alla chiusura anticipata dell Offerta (indipendentemente dal raggiungimento dell ammontare totale del Prestito) sospendendo immediatamente l accettazione di ulteriori richieste di adesione, con conseguente riduzione dell ammontare totale del Prestito, dandone comunicazione mediante apposito avviso da pubblicarsi sul sito internet e, contestualmente, trasmesso alla CONSOB. Nell ipotesi in cui la sottoscrizione delle Obbligazioni da parte degli investitori avvenisse ad una data successiva alla data di emissione e Godimento, il prezzo di emissione dovrà essere maggiorato del rateo interessi. Qualora, durante il Periodo d Offerta, le richieste eccedessero l'importo totale massimo disponibile, l'emittente procederà alla chiusura anticipata dell'offerta e sospenderà immediatamente l'accettazione di ulteriori richieste, anche da parte del Soggetto Incaricato del Collocamento. Collocamento Gli investitori potranno aderire al Prestito compilando l apposita modulistica a disposizione presso la sede e le filiali della Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A. nonché presso la sede e le filiali del Soggetto Incaricato del Collocamento. L emissione sarà alla pari senza addebito di commissioni ed oneri, con l aumento dell eventuale rateo di interessi qualora la sottoscrizione avvenga in data successiva alla data di decorrenza del godimento del prestito. Non è prevista alcuna Offerta delle Obbligazioni fuori sede o comunque mediante tecniche di comunicazione a distanza

14 SEZIONE 2 Destinatari dell offerta e mercati Le Obbligazioni saranno emesse e collocate interamente ed esclusivamente sul mercato italiano ed offerte al pubblico indistinto in Italia. Piano di ripartizione Non sono previsti criteri di riparto. Saranno assegnate tutte le Obbligazioni richieste dai sottoscrittori durante il Periodo di Offerta, fino al raggiungimento dell'importo totale massimo disponibile. Le richieste di sottoscrizione saranno soddisfatte secondo l'ordine cronologico di prenotazione ed entro i limiti dell'importo massimo disponibile. Forma di circolazione Le Obbligazioni saranno accentrate presso Monte Titoli S.p.A. ed assoggettate alla disciplina di dematerializzazione ai sensi del D. Lgs. 24 giugno 1998 n. 213 e al provvedimento congiunto CONSOB/Banca d Italia relativamente alla Disciplina dei servizi di gestione accentrata, di liquidazione, dei sistemi di garanzia e delle relative società di gestione. Conseguentemente, sino a quando le Obbligazioni saranno gestite in regime di dematerializzazione presso Monte Titoli S.p.A., il trasferimento delle Obbligazioni e l'esercizio dei relativi diritti potrà avvenire esclusivamente per il tramite degli intermediari aderenti al sistema di gestione accentrata presso Monte Titoli S.p.A.. I titolari delle Obbligazioni non potranno chiedere la consegna materiale dei titoli rappresentativi delle Obbligazioni. E' fatto salvo il diritto di chiedere il rilascio della certificazione di cui all'art. 85 del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 ( TUF ) e all'art. 31, comma 1, lettera b) del Decreto Legislativo 24 giugno 1998, n Restrizioni alla trasferibilità Non esistono restrizioni imposte dalle condizioni di emissione alla libera trasferibilità delle Obbligazioni. Regime fiscale In base alla normativa attualmente in vigore - D.Lgs n. 239/96 e D.Lgs n. 461/97 - gli interessi, i premi ed altri frutti sulle Obbligazioni sono soggetti all imposta sostitutiva pari al 12,50%. Le imposte e tasse che in futuro dovessero colpire le Obbligazioni, i relativi interessi, i premi e gli altri frutti saranno a carico dei possessori dei titoli e dei loro aventi causa. Commissioni e oneri Non sono previsti aggravi di commissioni ed oneri a carico dei sottoscrittori

15 SEZIONE 2 D. DOCUMENTI ACCESSIBILI AL PUBBLICO Possono essere consultati presso la sede dell Emittente in Brescia, Via Dalmazia n. 147, i seguenti documenti: a) atto costitutivo dell Emittente; b) statuto dell Emittente; c) bilancio dell esercizio chiuso al 31 dicembre 2007 contenente la relazione della Società di Revisione; d) bilancio dell esercizio chiuso al 31 dicembre 2006 contenente la relazione della Società di Revisione; e) copia del Documento di Registrazione; f) copia del Prospetto Informativo; g) dati infrannuali semestrali; h) comunicati stampa. L Emittente dichiara altresì che la documentazione di cui alle precedenti lettere b), c), d), e), f) e h) è disponibile anche presso la sede e le filiali del Soggetto Incaricato del Collocamento, nonché, in formato elettronico, sul sito internet del Gruppo bancario Credito Valtellinese I dati infrannuali semestrali di cui al punto g), redatti successivamente alla pubblicazione dell ultimo bilancio d esercizio, non appena disponibili, saranno messi a disposizione del pubblico sul sito web

16 SEZIONE 3 SEZIONE 3 FATTORI DI RISCHIO FATTORI DI RISCHIO RELATIVI ALL EMITTENTE Con riferimento ai fattori di rischio relativi all Emittente, si rinvia al Capitolo 3 pag. 5 del Documento di Registrazione. FATTORI DI RISCHIO RELATIVI AGLI STRUMENTI FINANZIARI OGGETTO DEL PROSPETTO INFORMATIVO Con riferimento ai fattori di rischio relativi alle Obbligazioni, si rinvia alla sezione 5 - Nota Informativa del presente Prospetto Informativo. In particolare si invitano i sottoscrittori a leggere attentamente la citata sezione al fine di comprendere i fattori di rischio generali e specifici collegati all acquisto delle Obbligazioni: Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A. Tasso Variabile 2008/2013 Subordinato (sezione 5, capitolo 2.2, pagina 21)

17 SEZIONE 4 SEZIONE 4 DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE DELLA BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.P.A. IN QUALITÀ DI EMITTENTE E DI RESPONSABILE DEL COLLOCAMENTO LA PRESENTE SEZIONE INCORPORA MEDIANTE RIFERIMENTO LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE SULL EMITTENTE, DEPOSITATO PRESSO LA CONSOB IN DATA 9 MAGGIO 2008 A SEGUITO DI APPROVAZIONE COMUNICATA CON NOTA N DEL 24 APRILE 2008, ED IN OGNI EVENTUALE SUPPLEMENTO ALLO STESSO

18 SEZIONE 5 NOTA INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI RELATIVA AL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO DENOMINATO BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.P.A. TASSO VARIABILE 2008/2013 SUBORDINATO DELLA BANCA DELL ARTIGIANATO E DELL INDUSTRIA S.P.A. IN QUALITÀ DI EMITTENTE E DI RESPONSABILE DEL COLLOCAMENTO LA PRESENTE NOTA INFORMATIVA SUGLI STRUMENTI FINANZIARI È STATA REDATTA IN CONFORMITÀ ALL ARTICOLO 8 DEL REGOLAMENTO 2004/809/CE

19 1 PERSONE RESPONSABILI 1.1 INDICAZIONE DELLE PERSONE RESPONSABILI E DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ L individuazione delle persone responsabili delle informazioni fornite nella presente Nota Informativa e la relativa dichiarazione di responsabilità, come previsto al punto 1 dello schema V allegato al Regolamento CE 809, sono riportate nella sezione 1, pagina 5 del presente documento

20 FATTORI DI RISCHIO 2. FATTORI DI RISCHIO Si invitano i potenziali investitori a leggere il presente capitolo con particolare attenzione, al fine di comprendere i fattori di rischio relativi alle Obbligazioni che verranno emesse nell ambito del prestito obbligazionario Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A. Tasso Variabile 2008/2013 Subordinato. Si invitano, inoltre, gli investitori a leggere con attenzione il Documento di Registrazione al fine di comprendere i fattori di rischio relativi all Emittente. Le Obbligazioni sono strumenti finanziari che presentano profili di rischio/rendimento la cui valutazione richiede particolare competenza. È opportuno che gli investitori valutino attentamente se le Obbligazioni oggetto del presente Prestito costituiscono un investimento idoneo alla loro specifica situazione patrimoniale, economica e finanziaria e che sia in line con le proprie future esigenze di liquidità. L acquisto delle Obbligazioni, infatti, può comportare l assunzione di rischi sostanziali e adatti ad investitori le cui conoscenze ed esperienze dei mercati finanziari e del business della Banca dell Artigianato e dell Industria possano permettere loro di valutare i rischi e le opportunità dell investimento nelle predette Obbligazioni. I termini in maiuscolo non definiti nella presente Nota Informativa hanno il significato ad essi attribuito in altri capitoli del Prospetto Informativo, ovvero del Documento di Registrazione Descrizione sintetica delle caratteristiche dello strumento finanziario Le obbligazioni oggetto della presente Nota Informativa sono obbligazioni subordinate del tipo Lower Tier II a tasso variabile ai sensi e per gli effetti della Circolare Banca d Italia n. 263 del 27/12/2006 e successivi aggiornamenti e sono titoli di debito che garantiscono il rimborso del 100% del valore nominale a scadenza. In caso di liquidazione dell Emittente, il rimborso è, tuttavia, subordinato alla preventiva soddisfazione di talune altre categorie di debiti dell Emittente. In particolare, le Obbligazioni saranno rimborsate per capitale e interessi residui solo dopo aver soddisfatto tutti gli altri creditori non subordinati. Lo strumento finanziario offerto è emesso nell ambito del Prestito denominato Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A. Tasso Variabile 2008/2013 Subordinato il cui ammontare massimo è di Euro ,00 composto da n Obbligazioni del Valore Nominale di Euro cadauna. Le Obbligazioni danno diritto al pagamento, su base periodica, di n. 10 cedole di interessi, calcolate sulla base dell anno civile (Actual/Actual), e pagate in rate semestrali posticipate il 29/06 e il 29/12 di ogni anno. Il tasso di interesse applicabile alle cedole è indicizzato alla quotazione media del Tasso Euribor a 6 mesi (360) calcolato rilevando la media mensile delle quotazioni giornaliere del mese precedente l inizio del godimento della cedola di riferimento e cioè novembre per le cedole con godimento dicembre e maggio per le cedole con godimento giugno, maggiorato di uno spread dello 0,30% per tutta la durata del prestito. Il valore della prima cedola pagabile il 29/06/2009 è del 2,45% pari ad un tasso annuo lordo del 4,90% (4,28%netto). Non è prevista la facoltà di rimborso anticipato. Il prezzo delle obbligazioni non include commissioni implicite quindi rappresenta il 100% del valore nominale dell obbligazione. Esemplificazione e scomposizione dello strumento finanziario Le Obbligazioni Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A. Tasso Variabile 2008/2013 Subordinato non prevedono alcun rendimento minimo garantito. Al successivo paragrafo 2.3 della presente Nota Informativa sono forniti tra l altro - grafici e tabelle per esplicitare lo scenario neutrale di rendimento, la descrizione dell andamento storico del sottostante parametro di indicizzazione e del rendimento virtuale dello strumento finanziario simulando l emissione del prestito nel passato. Al fine di consentire un opportuna scelta di investimento, al successivo paragrafo 2.4 è fornita una comparazione con obbligazioni ordinarie dello stesso emittente e con obbligazioni subordinate con caratteristiche similari emesse da competitors. L investitore, nell effettuare le proprie scelte di investimento, deve essere consapevole che il rendimento delle obbligazioni deve sempre essere correlato al rischio dell investimento; a titoli con maggior rischio deve corrispondere un maggior rendimento. Ciò va valutato tenuto conto che le obbligazioni prevedono una clausola di subordinazione per cui, in caso di liquidazione o fallimento dell emittente gli obbligazionisti saranno rimborsati solo dopo che siano stati soddisfatti tutti gli altri creditori. Pertanto, il rischio associato alle obbligazioni subordinate è maggiore rispetto ad altre obbligazioni. 2.1 RISCHI CONNESSI ALL EMITTENTE Il sottoscrittore, diventando finanziatore dell Emittente, si assume il rischio che l Emittente, per effetto di un deterioramento della propria solidità patrimoniale, non sia in grado di pagare gli interessi e/o di rimborsare il capitale delle Obbligazioni oggetto del presente Prospetto Informativo. Le Obbligazioni non sono assistite da garanzie reali o personali di terzi né dal Fondo interbancario di Tutela dei depositi. Al fine di comprendere i fattori di rischio relativi all Emittente si rinvia a quanto specificatamente indicato nel Capitolo 3 Fattori di Rischio del Documento di Registrazione relativo alla Banca dell Artigianato e dell Industria S.p.A

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. "BANCO POPOLARE Società Cooperativa

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. BANCO POPOLARE Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle Obbligazioni BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216 da emettersi nell ambito del programma di offerta e/o

Dettagli

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000»

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000» Sede legale e amministrativa: Via Venti Settembre, 30 00187 Roma Tel. 06.4771.1 Fax 06. 4771.5952 Sito internet: www.dexia-crediop.it n iscrizione all Albo delle Banche: 5288 Capogruppo del Gruppo bancario

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

PRIMO SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE

PRIMO SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE Unione di Banche Italiane S.c.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: Bergamo, Piazza Vittorio Veneto, 8 Sedi operative: Brescia e Bergamo Codice Fiscale, Partita IVA ed Iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO Aggiornamento n. 13 di Aprile 2015 MMM00589 04/2015 Pag. 1 di 34 INDICE: PREMESSA... 3 INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA...

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO Regolamento del fondo comune di investimento immobiliare chiuso riservato ad investitori qualificati PATRIMONIO UNO promosso da Patrimonio

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI MEDIOLANUM S.P.A. IN BANCA MEDIOLANUM S.P.A. *** *** *** REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 2501-TER DEL CODICE CIVILE PREMESSA A norma dell articolo

Dettagli

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi -

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - di Mario Gabbrielli, Davide D Affronto, Rossana Bellina, Paolo Chiappa

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

TERZO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

TERZO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Credito Valtellinese Società Cooperativa Sede in Sondrio Piazza Quadrivio, 8Codice fiscale e Registro Imprese di Sondrio n. 00043260140 Albo delle Banche n. 489 Capogruppo del Gruppo bancario Credito Valtellinese

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato con delibera n.

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO. relativo all offerta ai Soci e al pubblico di azioni ordinarie Banca Sviluppo Economico S.p.A.

PROSPETTO INFORMATIVO. relativo all offerta ai Soci e al pubblico di azioni ordinarie Banca Sviluppo Economico S.p.A. BANCA SVILUPPO ECONOMICO Società per Azioni Sede sociale: 95128 Catania (CT), Viale Venti Settembre n. 56 Iscritta all albo delle Banche al n.3393 Capitale sociale Euro 6.146.855,00 Aderente al Fondo Interbancario

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris Uno Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Lungavita) Iris PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. **** Comunicazione periodica agli iscritti

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli