AlI. 3. CENTRO e ZONE DI PREGIO. Valore al mq utile convenzionale: -. 3,60 per immobili edificati da oltre 25 anni;

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AlI. 3. CENTRO e ZONE DI PREGIO. Valore al mq utile convenzionale: -. 3,60 per immobili edificati da oltre 25 anni;"

Transcript

1 AlI. 3 CENTRO e ZONE DI PREGIO -. 3,60 per immobili edificati da oltre 25 anni; -. 3,78 per immobili edificati da oltre lo anni e sino a 25 anni; -. 3,95 per immobili edificati sino a lo anni. Degrado se mancano servizio interno e/o riscaldamento:. 2,50 al mq. utile convenzionale. 75% della variazione, accertata dall'istat, dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati riferito al mese di giugno. Determinazione dei metri quadri utili convenzionali: superficie compresa tra mq. O e mq. 52,2: superficie compresa tra mq. 52,21 e mq. n: di mq. n convenzionali); superficie superiore a mq. n,o 1: l. Riscaldamento condominiale a condensazione 2,5% ( allegare al contratto il rapporto dell'ultimo controllo annuale di cui al DL 311/06 da cui risulti il dato di efficienza energetica previsto dal D.P.R. 660/96 ) 2. Riscaldamento condominiale con contabilizzazione 2,5% ( allegare al contratto il certificato previsto dalla L. 46/90 da cui risulti il sistema installato nella unità abitativa ) all'alloggio: 2,5% lo. Completamente ammobiliato 15%

2 Totale 47,5% con un massimo del 42,5% in quanto il riscaldamento autonomo non può coesistere con le altre due tipologie. EDILIZIA CONVENZIONATA E SOWENZIONATA Le unità abitative per le quali è in vigore una convenzione che preveda la determinazione del posto auto, balconi,terrazze, soffitta e cantina rapportati al 25%. quanto sopra precisato per autorimessa e balconi/cantine, potranno usufruire delle maggiorazioni % previste per gli elementi accreditati per l'integrazione fino al raggiungimento di 120 metri quadri convenzionali. SEMIPERIFERIA -. 3,42 per immobili edificati da oltre 25 anni; -. 3,60 per immobili edificati da oltre lo anni e sino a 25 anni; -. 3,78 per immobili edificati sino a lo anni. Degrado se mancano servizio interno e/o riscaldamento:. 2,50 al mq. utile convenzionale. 75% della variazione, accertata da l'istat, de mdice dei prezzi al consumo per le fa igli i operai e impiegati rife ito l mese di iugno. ~~ (b~\..

3 Determinazione dei metri quadri utili convenzionali: superficie compresa tra mq. Oe mq. 52,2: superficie compresa tra mq. 52,21 e mq. 72: di mq. 72 convenzionali); superficie superiore a mq. 72,0 l: 1. Riscaldamento condominiale a condensazione 2,5% (allegare al contratto il rapporto dell'ultimo controllo annuale di cui al DL 311/06 da cui risulti il dato di efficienza energetica previsto dal D.P.R. 660/96 ) 2. Riscaldamento condominiale con contabilizzazione 2,5% ( allegare al contratto il certificato previsto dalla L. 46/90 da cui risulti il sistema installato nell 'unità abitativa all' alloggio: 2,5% lo. Completamente ammobiliato 15% N.B. Le percentuali di cui alle lettere a / b sono cumulabili ed applicabili qualora il contratto sia stipulato con anziani ultra sessantacinquenni e/o in presenza, nel nucleo familiare, di persone non deambulanti. Totale 47,5% con un massimo del 42,5% in quanto il riscaldamento autonomo non può coesistere con le altre due tipologie.

4 Le unità abitative per le quali è in vigore una convenzione che preveda la determinazione del posto auto, balconi,terrazze, soffitta e cantina rapportati al 25%. quanto sopra precisato per autorimessa e balconi/cantine, potranno usufruire delle maggiorazioni % previste per gli elementi accreditati per l'integrazione fino al raggiungimento di 120 metri quadri convenzionali. PERIFERIA -. 3,19 per immobili edificati da oltre 25 anni; -. 3,42 per immobili edificati da oltre 10 anni e sino a 25 anni; -. 3,60 per immobili edificati sino a 10 anni. Degrado se mancano servizio interno e/o riscaldamento:. 2,50 al mq utile convenzionale. 75% della variazione, accertata dall'istat, dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati riferito al mese di giugno. Determinazione dei metri quadri utili convenzionali: superficie compresa tra mq. O e mq. 52,2: superficie compresa tra mq. 52,21 e mq. n: di mq. n convenzionali); superficie superiore a mq. n,01: l. Riscaldamento condominiale a condens controllo annuale previsto dal D.L. 311 e-: ~.J. V~ IVV D.P.R. 660/96 ~ J OA. ~

5 2. Riscaldamento condominiale con contabilizzazione 2,5% (allegare al contratto il certificato previsto dalla L. 46/90 da cui risulti il sistema installato nell 'unità abitativa ) all' alloggio: 2,5% 10. Completamente ammobiliato 15% N.E. Le percentuali di cui alle lettere a / b sono cumulabili ed applicabili qualora il contratto sia stipulato con anziani ultra sessantacinquenni e/o in presenza, nel nucleo familiare, di persone non deambulanti. Totale 47,5% con un massimo del 42,5% in quanto il riscaldamento autonomo non può coesistere con le altre due tipologie. EDILIZIA CONVENZIONATA E SOVVENZIONATA Le unità abitative per le quali è in vigore una convenzione che preveda la determinazione del posto auto, balconi, terrazze, soffitta e cantina rapportati al 25%. quanto sopra precisato per autorimessa e bal ni/cantine, potranno usufruire delle maggiorazioni % previste per gli elementi accredit ti pe l'integrazione fino al raggiungimento di 120 metri ~ quadri conveuzionali. ~V ~~ ~~I, ~ :fu. ~

CONTRATTI PER STUDENTI UNIVERSITARI

CONTRATTI PER STUDENTI UNIVERSITARI AlI. 4 CONTRATTI PER STUDENTI UNIVERSITARI CENTRO e ZONE DI PREGIO -. 3,60 per immobili edificati da oltre 25 anni; -. 3,78 per immobili edificati da oltre lo anni e sino a 25 anni; -. 3,95 per immobili

Dettagli

CAPITOLO 1 (CONTRATTI AGEVOLATI - ART.2, COMMA 3, L.431/98 E ART. 1 D.M. 30.12.2002)

CAPITOLO 1 (CONTRATTI AGEVOLATI - ART.2, COMMA 3, L.431/98 E ART. 1 D.M. 30.12.2002) CAPITOLO 1 (CONTRATTI AGEVOLATI - ART.2, COMMA 3, L.431/98 E ART. 1 D.M. 30.12.2002) A) CIRCA LE AREE: A-l) Si individuano le seguenti aree: - area 1 Centro e Pregio - area 2 Semiperiferia - area 3 Periferia

Dettagli

TESTO SINTETICO ED OPERATIVO DEGLI ACCORDI TERRITORIALI DEL COMUNE DI TORINO

TESTO SINTETICO ED OPERATIVO DEGLI ACCORDI TERRITORIALI DEL COMUNE DI TORINO Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti Ufficio Contratti Convenzionati TESTO SINTETICO ED OPERATIVO DEGLI ACCORDI TERRITORIALI DEL COMUNE DI TORINO Torino, 11.09.2014 Il Dirigente

Dettagli

ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI FOLIGNO

ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI FOLIGNO ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI FOLIGNO In attuazione della legge 9 dicembre 1998, n.431, del decreto 30/12/2002 del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministro dell

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA STIPULA DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE COMUNE DI LIVORNO

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA STIPULA DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE COMUNE DI LIVORNO Stipulato in data 14 marzo 2007- Prot. gen. 26339 del 02.04.2007 PROTOCOLLO DI INTESA PER LA STIPULA DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE (ex art. 2, comma 3 e art. 5, commi 1, 2 e 3 Legge 09.12.1998 n 431) COMUNE

Dettagli

I suddetti limiti tengono conto della Sentenza della Corte Costituzionale n 236 del 18/6/1987.

I suddetti limiti tengono conto della Sentenza della Corte Costituzionale n 236 del 18/6/1987. ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI ROMA ( sottoscritto 04/01/2004, e depositato il 05/02/2004 prot. n. 385/Assessorato alle Politiche abitative) in attuazione delle Legge 9 dicembre 1998 n. 431 e del

Dettagli

APPLICABILE NEL COMUNE DI FIRENZE

APPLICABILE NEL COMUNE DI FIRENZE ACCORDO TERRITORIALE SULLE LOCAZIONI ABITATIVE APPLICABILE NEL COMUNE DI FIRENZE Sottoscritto il 18.05.2009 In attuazione dell art. 2, comma 3 Legge 431/1998 e art. 5 c. 2 L.431/98 Decreto Ministero delle

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AVVISO PUBBLICO Per la messa a disposizione di alloggi non utilizzati, arredati o non arredati da assegnare in locazione provvisoria a nuclei familiari in condizioni di disagio socio economico. IL RESPONSABILE

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO FSA 2005 FONDO REGIONALE PER IL SOSTEGNO ALL'ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE (ART. 11 - LEGGE 9 DICEMBRE 1998 N.

DOMANDA DI CONTRIBUTO FSA 2005 FONDO REGIONALE PER IL SOSTEGNO ALL'ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE (ART. 11 - LEGGE 9 DICEMBRE 1998 N. SPETT. ISTITUZIONE COMUNALE PER LA GESTIONE DEI SERVIZI AL CITTADINO COMUNE DI SAN MARTINO BUON ALBERGO Via XX Settembre n.49 SAN MARTINO BUON ALBERGO (VR) DOMANDA DI CONTRIBUTO FSA 2005 FONDO REGIONALE

Dettagli

E S I T O A S T A D E L 29/08/2014

E S I T O A S T A D E L 29/08/2014 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI PADOVA VIA RAGGIO DI SOLE N.29 35137 PADOVA tel. 049 8732911 fax. 049 8732910 E S I T O A S T A D E L 29/08/2014 LOTTO n. 1 - COMUNE

Dettagli

Accordo per il territorio del comune di Roma

Accordo per il territorio del comune di Roma Accordo per il territorio del comune di Roma in attuazione della legge 9 dicembre 1998, n 431 e del decreto 30 dicembre 2002 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministero

Dettagli

AERONAUTICA MILITARE

AERONAUTICA MILITARE AERONAUTICA MILITARE 15 STORMO 515 GRUPPO S.L.O. Sezione Servizi Impianti Nucleo Tecnico Via Confine, 547 48015 CERVIA (RA) RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA ARN 1155 Via Marecchiese, 110 Palazzina n 20,

Dettagli

CONTRATTI LOCAZIONE: SCONTI FISCALI E BENEFICI L ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI REGGIO CALABRIA

CONTRATTI LOCAZIONE: SCONTI FISCALI E BENEFICI L ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI REGGIO CALABRIA 1 CONTRATTI LOCAZIONE: SCONTI FISCALI E BENEFICI L ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI REGGIO CALABRIA I CONTRATTI DI LOCAZIONE AGEVOLATI CON SCONTI FISCALI La normativa che riguarda i contratti di locazione

Dettagli

Via Nicolò Sardi 45 Varazze. Residenza 20 di mare

Via Nicolò Sardi 45 Varazze. Residenza 20 di mare Via Nicolò Sardi 45 Varazze Residenza 20 di mare Residenza 20 di mare L intervento consiste nella ristrutturazione di un edificio esistente sito in Varazze, via Niccolò Sardi n.45. Il condominio Residenza

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DETRAZIONE FISCALE DEL 50% (SU UNA SPESA MASSIMA DI 96.000)

RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DETRAZIONE FISCALE DEL 50% (SU UNA SPESA MASSIMA DI 96.000) Pag.1 RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DETRAZIONE FISCALE DEL 50% (SU UNA SPESA MASSIMA DI 96.000) Chi può richiederla? Elenchiamo di seguito i soggetti che hanno la possibilità di richiedere la detrazione fiscale

Dettagli

Accordo Territoriale Comune di REGGIO EMILIA

Accordo Territoriale Comune di REGGIO EMILIA Accordo Territoriale Comune di REGGIO EMILIA in attuazione della legge n. 431 del 09.12.1998 e del Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di concerto con il Ministero dell Economia

Dettagli

Residenziale VIA RICCIONE

Residenziale VIA RICCIONE Residenziale VIA RICCIONE MODENA SUD, in prossimità di via Forlì, parte privata del Comparto Salvo D Acquisto est, realizziamo palazzina signorile di sole 6 unità abitative Modena zona SALVO D ACQUISTO

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA (Allegato 1)

LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA (Allegato 1) LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA (Allegato 1) Tipo di contratto così come recepito dall Accordo Territoriale per il Comune di Formigine stipulato in data 26 novembre 2004 (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo

Dettagli

COMUNE Dl LEGNAGO (Provincia di Verona) UFFICIO TECNICO SETTORE 3

COMUNE Dl LEGNAGO (Provincia di Verona) UFFICIO TECNICO SETTORE 3 COMUNE Dl LEGNAGO (Provincia di Verona) UFFICIO TECNICO SETTORE 3 SERVIZIO I URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA CRITERI E MODALITÀ DI CALCOLO DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE E DELLE SOMME DA CORRISPONDERE

Dettagli

CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE

CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE AVVISO PUBBLICO PER LA RACCOLTA DI CANDIDATURE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO E CON PATTO DI

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA, EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7)

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA, EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA, EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO

Dettagli

Accordo locale per la città di Vigevano

Accordo locale per la città di Vigevano Testo aggiornato in base all accordo interpretativo adottato in data Accordo locale per la città di Vigevano ai sensi dell art. 2, comma 3, legge 9 dicembre 1998 n. 431 e del D.M. 5 marzo 1999 Premesso

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER L ACQUISTO SUL LIBERO MERCATO DI UNITÀ IMMOBILIARI

BANDO PUBBLICO PER L ACQUISTO SUL LIBERO MERCATO DI UNITÀ IMMOBILIARI Mod. proposta di vendita Prot. n. del / /2003 COMUNE DI AVELLINO Ufficio Riqualificazione Urbana Piazza del Popolo 83100 AVELLINO DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO PUBBLICO PER L ACQUISTO SUL LIBERO MERCATO

Dettagli

COS E UNA COOPERATIVA EDILIZIA?

COS E UNA COOPERATIVA EDILIZIA? COS E UNA COOPERATIVA EDILIZIA? Una cooperativa edilizia di abitazione è una società a responsabilità limitata, alla quale aderiscono dei soci allo scopo principale di realizzare un intervento costruttivo

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA, SCIA, EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7)

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA, SCIA, EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA, SCIA, EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO

Dettagli

RINNOVO ACCORDO TERRITORIALE ( IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 9 DICEMBRE 1998, n. 431 E DEL DECRETO MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI DEL 30 DICEMBRE 2002)

RINNOVO ACCORDO TERRITORIALE ( IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 9 DICEMBRE 1998, n. 431 E DEL DECRETO MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI DEL 30 DICEMBRE 2002) RINNOVO ACCORDO TERRITORIALE ( IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 9 DICEMBRE 1998, n. 431 E DEL DECRETO MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI DEL 30 DICEMBRE 2002) Fra le seguenti organizzazioni: CONFEDILIZIA - APE TORINO

Dettagli

ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI NONANTOLA

ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI NONANTOLA ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI NONANTOLA (Firmato e depositato il 26 novembre 2004) IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 9 DICEMBRE 1998 N. 431 E DEL DECRETO DEL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI,

Dettagli

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO 9 INTERVENTO DI RECUPERO FINALIZZATO ALL ABITAZIONE DEL RICHIEDENTE

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO 9 INTERVENTO DI RECUPERO FINALIZZATO ALL ABITAZIONE DEL RICHIEDENTE REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO 9 Mod. C Lavori pubblici, edilizia residenziale, politica della casa, autorità di bacino U.O.A. Politica della Casa, Edilizia Residenziale Pubblica, Riqualificazione e Recupero

Dettagli

CRITERI GENERALI PER LA DETERMINAZIONE DEL CANONE PER LA STIPULA DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE DEFINITI IN SEDE LOCALE

CRITERI GENERALI PER LA DETERMINAZIONE DEL CANONE PER LA STIPULA DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE DEFINITI IN SEDE LOCALE CRITERI GENERALI PER LA DETERMINAZIONE DEL CANONE PER LA STIPULA DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE DEFINITI IN SEDE LOCALE ACCORDO TERRITORIALE PER IL TERRITORIO DEL COMUNE DI SANREMO in attuazione dela legge

Dettagli

C O M U N E DI F O R M I A Provincia di Latina VANTAGGI PER INQUILINI E PROPRIETARI ACCORDO TERRITORIALE LEGGE N. 431/98 E SUCCESSIVE MODIFICHE

C O M U N E DI F O R M I A Provincia di Latina VANTAGGI PER INQUILINI E PROPRIETARI ACCORDO TERRITORIALE LEGGE N. 431/98 E SUCCESSIVE MODIFICHE Questo opuscolo ha lo scopo di illustrare i vantaggi e gli s vantaggi esistenti per favorire l incontro tra la domanda e l offerta di locazione in base a questa nuova tipologia contrattuale C O M U N E

Dettagli

Ristrutturazione edilizia Scopri i vantaggi delle agevolazioni fiscali!

Ristrutturazione edilizia Scopri i vantaggi delle agevolazioni fiscali! Ristrutturazione edilizia Scopri i vantaggi delle agevolazioni fiscali! PAVIMENTO ARENITE, cm 30 x 60 16,99 al mq PORTA DA INTERNO a battente BADIA, cm L 70/80 x H 210, 99,90 Disponibile anche cm H 200

Dettagli

ACCORDI TERRITORIALI PER LA STIPULA DEI CONTRATTI DI. LOCAZIONE secondo ART. 2 Commi 3,4,5 ; ART. 4 e ART. 5

ACCORDI TERRITORIALI PER LA STIPULA DEI CONTRATTI DI. LOCAZIONE secondo ART. 2 Commi 3,4,5 ; ART. 4 e ART. 5 1 ACCORDI TERRITORIALI PER LA STIPULA DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE secondo ART. 2 Commi 3,4,5 ; ART. 4 e ART. 5 LEGGE N. 431/1998 e secondo ART. 1 e 2 LEGGE N. 2/2002 PER IL COMUNE DI MONTEMURLO I Sindacati

Dettagli

INFORMATIVA TARES 2013 COMUNE DI SANSEPOLCRO PROV. DI AREZZO

INFORMATIVA TARES 2013 COMUNE DI SANSEPOLCRO PROV. DI AREZZO INFORMATIVA TARES 2013 COMUNE DI SANSEPOLCRO PROV. DI AREZZO Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi (testo aggiornato al Decreto Legge n.35/2013) N.B. ESCLUSIVAMENTE PER L ANNO 2013 la TARES viene

Dettagli

STUDIO TECNICO NOZZI Geom. Carlo Nozzi

STUDIO TECNICO NOZZI Geom. Carlo Nozzi STUDIO TECNICO NOZZI Geom. Carlo Nozzi VALUTAZIONE DI STIMA Valutazione del più probabile canone di locazione dell unità immobiliare posta in Comune di Firenze, Via Roma n.c 3., piano secondo Su incarico

Dettagli

COMUNE di TREVISO. Piano Di Zona Per L'edilizia Economica E Popolare (Legge 18 Aprile 1962, N. 167)

COMUNE di TREVISO. Piano Di Zona Per L'edilizia Economica E Popolare (Legge 18 Aprile 1962, N. 167) COMUNE di TREVISO Piano Di Zona Per L'edilizia Economica E Popolare (Legge 18 Aprile 1962, N. 167) 2 Programma Pluriennale di Attuazione (P.P.A.) del P.E.E.P. Regolamento per la Realizzazione del Piano

Dettagli

Pesaro, 22 Novembre 2013 Relazione del Dott. Giorgio De Rosa Dottore Commercialista Revisore Legale

Pesaro, 22 Novembre 2013 Relazione del Dott. Giorgio De Rosa Dottore Commercialista Revisore Legale Pesaro, 22 Novembre 2013 Relazione del Dott. Giorgio De Rosa Dottore Commercialista Revisore Legale DETRAZIONE IRPEF PER RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE È il bonus tradizionalmente noto come detrazione IRPEF

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO - CANONE LIBERO. ai sensi dell'art. 2, comma 1, della L. 9-12-1998 - n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO - CANONE LIBERO. ai sensi dell'art. 2, comma 1, della L. 9-12-1998 - n. 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO - CANONE LIBERO ai sensi dell'art. 2, comma 1, della L. 9-12-1998 - n. 431 (escluse le fattispecie di cui all'art. 1, commi 2 e 3) Con la presente scrittura privata

Dettagli

ESSE BUILDING EDILIZIA S.R.L. Corso Susa n. 242 10098 Rivoli (TO)

ESSE BUILDING EDILIZIA S.R.L. Corso Susa n. 242 10098 Rivoli (TO) INTERVENTO EDILIZIO VAL DELLA T ORRE RIONE V IA FRAZIONE B RIONE (TO) ORRE (TO) IA ASTRUA 47 Proprietà e realizzazione: ESSE BUILDING EDILIZIA S.R.L. Corso Susa n. 242 10098 Rivoli (TO) Progettazione:

Dettagli

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DEL SALDO DELL

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DEL SALDO DELL OPUSCOLO II RATA per la stampa 23-11-2012 8:19 Pagina 1 IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DEL SALDO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA OPUSCOLO II RATA per la stampa 23-11-2012 8:19 Pagina 2 Imposta municipale

Dettagli

DENUNCIA PER L'APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI) (Legge n. 147 del 27/12/213 e s.m.i.)

DENUNCIA PER L'APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI) (Legge n. 147 del 27/12/213 e s.m.i.) Comune di Terni R.T.I. Asm Terni S.p.A. CNS Sportello TARI Via B. Capponi, 100 dal lunedì al venerdì: 8:00 12:30 05100 Terni giovedì 8:00-12:30 / 14:30 16:30 numero verde: 800 218 810 dal lunedì - venerdì:

Dettagli

DALLA LEGGE 46/90 E DAL DPR 47/91 AL NUOVO DM 37/08

DALLA LEGGE 46/90 E DAL DPR 47/91 AL NUOVO DM 37/08 DALLA LEGGE 46/90 E DAL DPR 47/91 AL NUOVO DM 37/08 DM del 22/01/08 n. 37 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ATTIVITA DI INSTALLAZIONE DEGLI IMPIANTI ALL INTERNO DEGLI EDIFICI Art. 1 - IMPIANTI SOGGETTI ALL APPLICAZIONE

Dettagli

FAQ Dismissione del patrimonio immobiliare

FAQ Dismissione del patrimonio immobiliare Sommario Gestione vendita... 1 Prezzo di vendita... 1 Acquisti e agevolazioni... 2 Per chi non acquista... 5 Contatti... 5 Gestione vendita Q: Da chi verrà gestita la vendita del patrimonio della dismissione?

Dettagli

NOMINATIVO RICHIEDENTE

NOMINATIVO RICHIEDENTE N PERIZIA 26 NOMINATIVO RICHIEDENTE SAPAM IMMOBILIARE S.R.L. REGIONE PIEMONTE PROVINCIA ALESSANDRIA COMUNE FUBINE CAP 15043 INDIRIZZO VIA TENUTA MARGARA D 5 SUPERFICIE MQ. 69,63 VALORE 56.000,00 Pagina

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 7

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 7 Caso 7 Stima del mercato rurale mediante il criterio del valore di trasformazione: valore di trasformazione di una corte colonica ubicata in un podere nella pianura Bolognese Indice 1. Conferimento dell

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 3 REPARTO INFRASTRUTTURE Ufficio Lavori Sezione Gestione Alloggi RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI BRESCIA VIA CUCCA, 16 PALAZINA DEMANIALE ALLOGGIO EBS0034 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE

Dettagli

RESIDENZA AI PORTICI. LA VOSTRA CASA, SUBITO, AL COSTO DI UN AFFITTO. LA CUCINA IN REGALO PER LE GIOVANI COPPIE!*

RESIDENZA AI PORTICI. LA VOSTRA CASA, SUBITO, AL COSTO DI UN AFFITTO. LA CUCINA IN REGALO PER LE GIOVANI COPPIE!* RESIDENZA AI PORTICI. LA VOSTRA CASA, SUBITO, AL COSTO DI UN AFFITTO. LA CUCINA IN REGALO PER LE GIOVANI COPPIE!* MUTUI CASA FINO AL 90% DEL VALORE DELL IMMOBILE, SPREAD1,75% PER TUTTA LA DURATA DEL MUTUO

Dettagli

Il/La sig./soc. (1)..di seguito denominato/ a locatore... ... ...

Il/La sig./soc. (1)..di seguito denominato/ a locatore... ... ... Allegato 8 - all Accordo Territoriale per la Locazione del Comune di Arzignano Allegato C DM 30/12/2002 LOCAZIONE ABITATIVA DI NATURA TRANSITORIA Accordo Territoriale sottoscritto ad Arzignano il 18.05.2006

Dettagli

Immobiliare LE MURA. Immobiliare LE MURA di Frati Roberto & C. s.a.s. - Iscrizione Re. Agenti Immobiliari N 6402 P.IVA 03686340963

Immobiliare LE MURA. Immobiliare LE MURA di Frati Roberto & C. s.a.s. - Iscrizione Re. Agenti Immobiliari N 6402 P.IVA 03686340963 La prestigiosa Residenza VISCONTI consiste in un elegante complesso Residenziale/Commerciale immerso nel verde e nella tranquillità, a pochi passi dal centro cittadino di MILANO 3, ben servito dalle maggiori

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI a) Premessa L incentivo fiscale per il risparmio energetico introdotto con la Finanziaria 2007 è paragonabile per grandi linee

Dettagli

Ufficio Provinciale di Milano

Ufficio Provinciale di Milano Il sistema di calcolo del valore normale e sue applicazioni Martino Brambilla Agenzia del Territorio Ufficio Provinciale di Milano Valore normale Valore normale Calcolo delle consistenze Calcolo delle

Dettagli

OBBLIGHI REGIONALI NEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO CONDOMINIALI

OBBLIGHI REGIONALI NEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO CONDOMINIALI PRESCRIZIONI REGIONALI LE PRESCRIZIONI DA SEGUIRE SONO DI CARATTERE REGIONALE IN QUANTO AD ESSE E STATA ASSEGNATA TALE COMPETENZA DAL DECRETO LEGISLATIVO 192/2005. 2 RISPARMIO IL TEMA OGGI TRATTATO PRESO

Dettagli

AVVISO per l assegnazione di appartamenti e posti auto in locazione a termine (8 anni) con proprietà differita.

AVVISO per l assegnazione di appartamenti e posti auto in locazione a termine (8 anni) con proprietà differita. AVVISO per l assegnazione di appartamenti e posti auto in locazione a termine (8 anni) con proprietà differita. PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DAL 12.11.2013 AL 19.12.2013 1. Indizione bando In esecuzione

Dettagli

Soluzioni impiantistiche per ristrutturazioni edilizie e riqualificazioni energetiche. Ing Giovanni Di Giacomo

Soluzioni impiantistiche per ristrutturazioni edilizie e riqualificazioni energetiche. Ing Giovanni Di Giacomo Soluzioni impiantistiche per ristrutturazioni edilizie e riqualificazioni energetiche Ing Giovanni Di Giacomo Giovanni.digiacomo7@tin.it g.digiacomo@pec.ording.roma.it 1 Ristrutturazioni edilizie Tipologia

Dettagli

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale in data 19/12/2001

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A

R E P U B B L I C A I T A L I A N A D.A. n. 683 R E P U B B L I C A I T A L I A N A Regione Siciliana Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità Dipartimento Regionale delle Infrastrutture della Mobilità e dei Trasporti

Dettagli

AOSTA Regione Saraillon. SAINT PIERRE Fr. La Croix. POLLEIN Località Chenieres. SAINT PIERRE Località Seez. SARRE Condemine. AOSTA Via Federico Chabod

AOSTA Regione Saraillon. SAINT PIERRE Fr. La Croix. POLLEIN Località Chenieres. SAINT PIERRE Località Seez. SARRE Condemine. AOSTA Via Federico Chabod Fr. La Croix POLLEIN Località Chenieres Regione Saraillon Località Seez CASA INDIPENDENTE - 170 MQ CA VILLA SINGOLA - 270 MQ CA VILLA TRIFAMILIARE - 150 MQ CA TRILOCALE - 156 MQ CA Al piano terra soggiorno,

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 2, comma 3)

LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 2, comma 3) LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 2, comma 3) I1/ La sig./soc. (1). di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2). in persona di.) concede

Dettagli

CITTA DI ALBIGNASEGO PROVINCIA DI PADOVA

CITTA DI ALBIGNASEGO PROVINCIA DI PADOVA PROT. N. 35796 del 04/11/2014 BANDO FSA 2013 COMUNE DI ALBIGNASEGO - BANDO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO AL PAGAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE- ANNO 2013 Sulla base dei criteri contenuti nella

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI APPARTAMENTI DI PROPRIETA' COMUNALE DESTINATI AD ANZIANI O DISABILI.

REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI APPARTAMENTI DI PROPRIETA' COMUNALE DESTINATI AD ANZIANI O DISABILI. COMUNE di SAVIGNO (PROVINCIA di BOLOGNA) REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI APPARTAMENTI DI PROPRIETA' COMUNALE DESTINATI AD ANZIANI O DISABILI. - approvato con delibera di C.C. n. 47 del 21/05/2002; -

Dettagli

Energy Management: IPerThermo IL CENTRALIZZATO AUTONOMO DI NUOVA GENERAZIONE

Energy Management: IPerThermo IL CENTRALIZZATO AUTONOMO DI NUOVA GENERAZIONE Energy Management: IPerThermo IL CENTRALIZZATO AUTONOMO DI NUOVA GENERAZIONE IPerThermo In evidenza Si tratta di un sistema integrato di termoregolazione ambientale che può "trasformare" vecchi impianti

Dettagli

Guida all'acquisto della Casa

Guida all'acquisto della Casa Guida all'acquisto della Casa Un vademecum sui controlli, sui passi necessari e sulle precauzioni per evitare brutte sorprese. La prima regola è non lasciare nulla al caso: comprare casa, infatti, è un

Dettagli

(art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) L anno duemilaquattordici, il giorno del mese di

(art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) L anno duemilaquattordici, il giorno del mese di Rep. n. del COMUNE DI ROSTA PROVINCIA DI TORINO CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) L anno duemilaquattordici, il giorno del mese di, nella Residenza Comunale,

Dettagli

Individuazione edificio e unità tipologica

Individuazione edificio e unità tipologica Individuazione edificio e unità tipologica Diagnostica SCHEDA 1 Fotografia e descrizione stato di fatto Fotografia Fotografia Descrizione stato di fatto L edificio è stato costruito nel 1958, è caratterizzato

Dettagli

» 10% del prezzo all'atto della stipula del contratto preliminare previa presentazione di fidejussione

» 10% del prezzo all'atto della stipula del contratto preliminare previa presentazione di fidejussione costruzione (o DIA presentata) e aver ottenuto l'agibilità o, per gli immobili in corso direalizzazione, attenerla prima del trasferimento della proprietà. Gli immobili devono essere liberi da persone

Dettagli

Dicembre 2013 gennaio 2014 Periodico di informazione immobiliare. Cologna Veneta (VR) C.so Guà, 42 0442 412525

Dicembre 2013 gennaio 2014 Periodico di informazione immobiliare. Cologna Veneta (VR) C.so Guà, 42 0442 412525 Dicembre 2013 gennaio 2014 Periodico di informazione immobiliare Ethika s.a.s. P.iva 03111600239 C.C.I.I.A. 310314 Cologna Veneta (VR) C.so Guà, 42 0442 412525 L o n i g o ( V I ) V ia Giulio Pont e d

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

Comune di Frontone Provincia di Pesaro e Urbino

Comune di Frontone Provincia di Pesaro e Urbino Comune di Frontone Provincia di Pesaro e Urbino Al Sig. Sindaco del Comune di FRONTONE Piazza Del Municipio n. 19 61040 FRONTONE (PU) Domanda per l assegnazione di un alloggio di Edilizia Residenziale

Dettagli

CHIEDE. Che gli sia assegnato, in locazione semplice, un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica sito nel Comune di Monteroni d Arbia DICHIARA

CHIEDE. Che gli sia assegnato, in locazione semplice, un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica sito nel Comune di Monteroni d Arbia DICHIARA Al Comune di Monteroni d Arbia Via Roma 87 53014 MONTERONI D ARBIA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO GENERALE ANNO 2013 INDETTO AI SENSI DELL ART.3 DELLA LEGGE REGIONALE 20/12/1996 N.96 E

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO TRANSITORIO PER STUDENTI UNIVERSITARI (Ai sensi dell art. 5, comma 2 della legge 9 dicembre 1998, n.

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO TRANSITORIO PER STUDENTI UNIVERSITARI (Ai sensi dell art. 5, comma 2 della legge 9 dicembre 1998, n. CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO TRANSITORIO PER STUDENTI UNIVERSITARI (Ai sensi dell art. 5, comma 2 della legge 9 dicembre 1998, n. 431) Il/La/Soc, di seguito denominata/a locatore, nato a ( )

Dettagli

Accordo locale per la città di Milano

Accordo locale per la città di Milano Accordo locale per la città di Milano ai sensi dell art. 2, comma 3, legge 9 dicembre 1998 n. 431 e del D.M. 5 marzo 1999 Premesso - che in data 5 marzo 1999 il Ministro dei lavori pubblici, di concerto

Dettagli

tip. Descrizione Quantificazione Fattore

tip. Descrizione Quantificazione Fattore Regolamento per la disciplina dei criteri, parametri tecnici e modalità operative da applicare per determinare le sanzioni amministrative degli artt. 134;135;139;140 della L.R.T. 1/05. (Deliberazione C.C.

Dettagli

Bando per l accesso al Fondo per la realizzazione di Servizi Abitativi a Canone Convenzionato

Bando per l accesso al Fondo per la realizzazione di Servizi Abitativi a Canone Convenzionato Bando per l accesso al Fondo per la realizzazione di Servizi Abitativi a Canone Convenzionato Nota per la compilazione del piano economico-finanziario (PEF) Sommario Premessa... Elementi generali... 3

Dettagli

On line la nuova guida al conto energia del GSE. sicurezza fotovoltaico. www.immobildesio.it

On line la nuova guida al conto energia del GSE. sicurezza fotovoltaico. www.immobildesio.it sicurezza fotovoltaico s o l u z i o n i i m m o b i l i a r i Quando un edificio va a rotoli La demolizione di edifici mediante cariche esplosive è una tecnica molto utilizzata soprattutto all estero,

Dettagli

Servizio di documentazione tributaria

Servizio di documentazione tributaria Ministero dei Lavori Pubblici Decreto del 02/08/1969 Titolo del provvedimento: (Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 218 del 27/08/1969) Preambolo. Preambolo IL MINISTRO PER I LAVORI PUBBLICI Visto l'art.

Dettagli

ALLEGATO 3 alla proposta di deliberazione C.C. P.G. 888667/2007 Costituito da N 6 pagine

ALLEGATO 3 alla proposta di deliberazione C.C. P.G. 888667/2007 Costituito da N 6 pagine TABELLA N. 2 ONERI DI URBANIZZAZIONE DA APPLICARE RESIDENZA VALORI TABELLE A1 / A2 Parametro incidenza tabella C1 della deliberazione Consiglio Regionale del 28 luglio 1977, n. II/557 - RESIDENZA ZONA

Dettagli

La certificazione energetica degli edifici. Guida per il cittadino. http://energia.regione.emilia-romagna.it/

La certificazione energetica degli edifici. Guida per il cittadino. http://energia.regione.emilia-romagna.it/ La certificazione energetica degli edifici Guida per il cittadino http://energia.regione.emilia-romagna.it/ Testo redatto a cura di: Mariangela Giorgini, Kristian Fabbri Filippo Padoan Ottobre 2014 SOMMARIO

Dettagli

Linee Guida Nazionali sulla Certificazione Energetica

Linee Guida Nazionali sulla Certificazione Energetica IL PROGETTO E LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA I principali contenuti delle Linee Guida Nazionali sulla Certificazione Energetica e il modulo dell APE Arch. Luca Raimondo USO CONVENZIONALE L ATTESTATO DI PRESTAZIONE

Dettagli

CRITERI ATTUATIVI CAPO I GIOVANI COPPIE E NUBENDI

CRITERI ATTUATIVI CAPO I GIOVANI COPPIE E NUBENDI Allegato parte integrante Allegato A CRITERI ATTUATIVI dell articolo 54 della legge provinciale n. 1 del 22 aprile 2014 concernente disposizioni attuative in materia di edilizia abitativa agevolata per

Dettagli

Risparmio e benessere Nuovi appartamenti a Senago

Risparmio e benessere Nuovi appartamenti a Senago Risparmio e benessere Nuovi appartamenti a Senago COMUNE DI SENAGO BANDO PUBBLICO DEL 07/11/2007 ASSEGNAZIONE DI AREE IN DIRITTO DI SUPERFICIE PER UN INTERVENTO DI EDILIZIA CONVENZIONATA NELL AMBITO PEEP

Dettagli

Certificazione energetica degli edifici

Certificazione energetica degli edifici degli edifici Restructura 2010 Lingotto Fiere 25 novembre 2010 Ing. Franco Cavallo Concetti generali Elenco dei certificatori Corsi di formazione e verifica finale SICEE Classificazione degli edifici Attestato

Dettagli

Settore Welfare Tel.011 9115480 /483 @mail politiche sociali@comune.chivasso.to.it

Settore Welfare Tel.011 9115480 /483 @mail politiche sociali@comune.chivasso.to.it Settore Welfare Tel.011 9115480 /483 @mail politiche sociali@comune.chivasso.to.it Bando di Concorso per l assegnazione in locazione di n. 22 alloggi e autorimesse pertinenziali realizzati in edilizia

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 04619/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 04619/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 04619/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico

Dettagli

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI 5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI In questo capitolo, dopo aver definito il concetto di «coefficienti correttivi», verranno esaminati nel dettaglio i coefficienti di riduzione previsti dalla Circolare del Ministero

Dettagli

ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Tabelle millesimali di condominio. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss

ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Tabelle millesimali di condominio. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO Tabelle millesimali di condominio Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/0 Prof. Romano Oss Condominio: quando nello stesso fabbricato vi sono delle parti di proprietà individuale

Dettagli

Codice CRIF Codice Istituto. Nome Cognome Telefono Cellulare Email. Nome Cognome Iscrizione all'albo Certificato CCS B02

Codice CRIF Codice Istituto. Nome Cognome Telefono Cellulare Email. Nome Cognome Iscrizione all'albo Certificato CCS B02 Data Richiesta Codice CRIF Codice Istituto Anagraficaperizie Richiedenti Nome Cognome Telefono Cellulare Email Istituto Denominazione Perito Filiale 00002 Nome Cognome Iscrizione all'albo Certificato CCS

Dettagli

COMUNE DI PEVERAGNO Provincia di Cuneo

COMUNE DI PEVERAGNO Provincia di Cuneo COMUNE DI PEVERAGNO Provincia di Cuneo #DOCUMENTBEGIN Da quest anno entra in vigore l Imposta Unica Comunale (IUC) che si articola in tre componenti: l Imposta Municipale Propria (IMU), il Tributo per

Dettagli

Allegato 2 Avviso per l individuazione degli alloggi sfitti di edilizia residenziale pubblica da recuperare gestiti dalle A.R.T.E.

Allegato 2 Avviso per l individuazione degli alloggi sfitti di edilizia residenziale pubblica da recuperare gestiti dalle A.R.T.E. Allegato 2 Avviso per l individuazione degli alloggi sfitti di edilizia residenziale pubblica da recuperare gestiti dalle A.R.T.E. 1. Premesse In attuazione del Piano nazionale di edilizia abitativa di

Dettagli

TECNOLOGIE ED APPLICAZIONI

TECNOLOGIE ED APPLICAZIONI IL RISPARMIO ENERGETICO NELL EDILIZIA TECNOLOGIE ED APPLICAZIONI AGIRE Agenzia Veneziana per l Energia ing. Michele Chieregato L AGENZIA VENEZIANA PER L ENERGIA FONTI RINNOVABILI EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIB. C.C. 32/2009

ALLEGATO B ALLA DELIB. C.C. 32/2009 ALLEGATO B ALLA DELIB. C.C. 32/2009 SCHEMA DI CONVENZIONE IN APPLICAZIONE DELL'ART. 31 DELLA LEGGE 23.12.1998 N. 448, PER LA CESSIONE IN DIRITTO DI PROPRIETÀ DI AREE COMPRESE NEI PIANI DI ZONA EX LEGGE

Dettagli

Aggiornamento Immobili

Aggiornamento Immobili . Aggiornamento Immobili 03 Marzo 2015 Documento contenente gli aggiornamenti sulle vendite e gli affitti degli immobili di proprietà del GRUPPO IMMOBILIARE IL LECCIO SPA alla data: 03/03/2015 Contatti:

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 23 marzo 2010, n. 766

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 23 marzo 2010, n. 766 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 64 del 12-04-2010 10917 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 23 marzo 2010, n. 766 Ridefinizione dei limiti di costo per gli interventi di edilizia residenziale

Dettagli

FAQ TASI Comune di Torino

FAQ TASI Comune di Torino A cura della Redazione Directio FAQ TASI Comune di Torino Significato Abitazione_principale Anziani_e_disabili Residenti_all_estero Separati_divorziati Coniuge_superstite Militari_funzionari_di_Prefettura

Dettagli

Comune di Monte San Vito Provincia di Ancona

Comune di Monte San Vito Provincia di Ancona Applicare Marca da bollo DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO DI E.R.P. ( EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA) (L.R. 36/2005 e succ. Integr. Modif. Regolamento Comunale d Ambito approvato con C.C n. 30 del

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fa 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Manzoni, 18 - MANIAGO (PN) 1 Indice 1. OGGETTO

Dettagli

La manovra Monti (DL 6.12.2011 n. 201)

La manovra Monti (DL 6.12.2011 n. 201) La manovra Monti (DL 6.12.2011 n. 201) Novità in materia di detrazioni del 36% e del 55% INDICE 1 - Premessa 2 - Detrazione IRPEF del 36% per interventi di recupero edilizio - Messa a regime dal 2012 2.1

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 130 del 8 Ottobre 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Il punto sul Bonus Arredi Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che recentemente l Agenzia delle

Dettagli

Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi ANNO 2013

Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi ANNO 2013 Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi Art.14 del Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201 (convertito con Legge 22 dicembre 2011, n. 214) ANNO 2013 1 PREMESSA Dal 1 gennaio 2013 la normativa statale

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA DI NATURA TRANSITORIA TIPO DI CONTRATTO (Allegato 2)

LOCAZIONE ABITATIVA DI NATURA TRANSITORIA TIPO DI CONTRATTO (Allegato 2) LOCAZIONE ABITATIVA DI NATURA TRANSITORIA TIPO DI CONTRATTO (Allegato 2) Tipo di contratto così come recepito dall accordo territoriale per il comune di CAVEZZO stipulato in data 20 GIUGNO 2005 (Legge

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI www.centrocisa.it 1 A cosa serve la certificazione energetica? Calcolare quanta energia è necessaria per far funzionare gli edifici Trasmittanza termica (U) degli

Dettagli