F.I.V.L. FEDERAZIONE ITALIANA VOLO LIBERO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "F.I.V.L. FEDERAZIONE ITALIANA VOLO LIBERO"

Transcript

1 F.I.V.L. FEDERAZIONE ITALIANA VOLO LIBERO DECISIONE In merito al ricorso inoltrato alla FIVL in data 01/10/2007 dai signori Filippo Lo Giudice, Maurizio Bottegal, Maurizio Dalla Valle e Fabio Razore, in ordine alla regolare partecipazione alle competizioni da parte dei piloti del parapendio marca Niviuk, modello ArtikXp *** I ricorrenti, assumendo che il parapendio Niviuk Artik Xp non avrebbe mai conseguito il certificato di omologazione da parte del DHV, al pari del modello Artik, ritengono che detto parapendio non avrebbe potuto partecipare alle gare riservate alla classe sport e, di conseguenza, chiedono: A) La cancellazione di tutti i risultati sportivi conseguiti con questa vela, con il ricalcolo di tutte le classifiche e l'assegnazione a chi di dovere dei vari trofei. B) La pubblicazione a chiare lettere sul notiziario della FIVL di quanto accaduto. C) Una punizione esemplare per un importatore e una ditta che, per oltre un anno, hanno fatto pubblicità ingannevole, lesiva della concorrenza, con un risultato simile al doping nelle competizioni. al fine di opportunamente valutare il caso in questione, si rende necessario operare alcune premesse in fatto ed alcune conseguenti considerazioni. Si premette In fatto 1 IL MODELLO ARTIK XP Il parapendio Niviuk Artik Xp è un modello che presenta l identico progetto di funi, calotta e bretelle del modello Artik. Si differenzia dal modello Artik per il materiale di composizione del fascio funicolare: si tratta di fascio cosiddetto fine (thin lines). Esso è prodotto da una nota azienda del settore ed è identico in tutto a quello del modello Race del parapendio Gin Gliders Zoom. Non a caso, l Artik XP è prodotto nello stabilimento Gin Gliders.

2 Risulta che Niviuk ha richiesto al DHV di adottare una procedura per il rilascio di un certificato teso a riconoscere che, nonostante la sostituzione del materiale di composizione del fascio, il modello XP Artik potesse rientrare nella medesima omologazione del modello Artik. Risulta superfluo specificare quale tipo di procedura venga adottata in questi casi. Giova piuttosto rilevare che, da riscontri pervenuti presso questa Federazione, è risultato che il parapendio Niviuk, modello Artik XP avrebbe positivamente superato alcuni test. In particolare, il DHV avrebbe effettuato il Flight test (test di comportamento in volo del parapendio), il load test e lo shock test. Il Flight test, certificato in data con le seguenti coordinate DHV GSTF christian, avrebbe confermato l appartenenza dell Artik XP alla classe DHV 2. L ente DHV, oltre a suddette verifiche tecniche, ha richiesto anche un ulteriore test denominato Linebending, da effettuarsi sul fascio funicolare. Niviuk, tuttavia, avrebbe rifiutato di operare detto test per essere lo stesso, a sua detta, ingiustificabile. Invero, da un lato Niviuk afferma che i cordini utilizzati avrebbero ottenuto una certificazione a monte (e cioè da parte della ditta produttrice dei cordini stessi) e dall altro, che detto test sarebbe in ogni caso già stato effettuato dalla Gin Gliders per essere il fascio identico a quello montato dal modello Race dello Zoom. 2 L UTILIZZO DEL MODELLO ARTIK XP NELLE GARE La casa produttrice Niviuk, dopo aver messo in commercio il modello Artik, omologato con DHV alla classe 2, ha commercializzato anche il modello Xp, avente le caratteristiche di cui si è sopra trattato. La prima apparizione alle gare dell Artik XP, a quanto consta, è avvenuta in occasione della Coppa delle Regioni svoltasi nel corso dell anno 2006, riportando peraltro la vittoria. Successivamente, l Xp ha ottenuto alcuni indubitabili successi sportivi sia nei campionati regionali che in quelli nazionali nella categoria di appartenenza, tra i quali si segnala la vittoria della classe Sport ai Campionati Italiani Assoluti. Nel 2007 un numero apprezzabile di piloti hanno utilizzato il modello Artik XP nelle gare organizzate nel corso della stagione. 3 LE INFORMAZIONI DI NIVIUK E DI INFINITY FLY Infinity Fly ha costantemente affermato che il modello ArtiK XP era certificato e non presentava problematiche con riguardo all omologazione; Nel sito internet Niviuk alla pagina in basso, si nota il link con scritto Artik Artik XP technical file. Cliccando sul link si apre un file formato pdf nel quale compare l omologazione DHV 2 riferito, evidentemente, ad entrambi i modelli, ivi trattati unitariamente. Con ogni evidenza, pertanto, sia l importatore che la ditta produttrice considerano entrambi i modelli certificati DHV 2.

3 4 L OPINIONE DEL DHV Il DHV non ha risposto alle domande inviate dal Commissario FIVL con riguardo alla certificazione della vela Artik Xp. Tuttavia possiamo disporre di alcuni recentissimi riferimenti in merito, derivanti da altrettante domande inviate al DHV. In particolare, risulta significativo riportare che nel settembre 2007 il sig. Harry Bunz, responsabile DHV, ha scritto, con riferimento all Artik Xp che: the manufacturer did tests by us. They applied for the certification, they did all test, instead of the Linebending test. We proofed the flying behaviour that it is the same as with micro lines. After the Linebending documentation they will get an official paper that they can produce in that or that style. There will be no other certification if the manufacturer leave it in that style. There will be just a remark on the test report or on the list of materials that this modification application will be valid. After German Air Law it is not fully documented, after the documentation in other Countries I do not know. Giova riportare il testo con il quale il DHV ha risposto alla FIVL: To your question labelled paraglider: the Artik XP modification application from the manufacturer Niviuk was planed not to be a labelled paraglider, only to do tests to fulfil the modification applications. It will be always a information to the manufacturer that he can build his glider in that style with normal lines or without uncovered lines. Modification applications are the information's of the manufacturer, and if the manufacturer wants to inform the public with a new name or a new certification numbers it is in the hand of the manufacturer to do it in his way. The shock and load test, even the flight tests of the Nivuk XP was done before January Line bending tests are recommended to fulfil a valid certification after the German construction regulations. In Germany the Artik XP is a not valid modification application after the German construction regulations. How the manufacturer procedure in other countries, where the air law follows other certifications standards, we do not know. I personally think the manufacturer Niviuk had not the experience of the whole procedure of the modification application, and may did it not in the very correct way, because it was his first modification application. Niviuk produce by Gin Gliders, who produce a lot of gliders in different versions, and even believed on his experience too. As Niviuk now understand the procedure of the German modification application he send us immediately the lines for test. At the moment it is in our bending test now, we just need some more samples to finalize this tests. I know to fulfil the rules correctly these are the facts, but I personally did the e mails with Niviuk and I think they had some translation problems, to do it in the very correct procedure of the German certification. The pilots who flew this gliders believed to the manufacturer information, and they never get this information about their wings. This is just my personally experience. Thanks for your attention. Best regards Harry Buntz

4 * Risulta pertanto chiarito che, malgrado l Xp abbia effettuato tutti i principali test, malgrado l unico test mancante sia riferibile a materiale già testato dal DHV in diversa occasione, malgrado, infine, il DHV scriva che probabilmente si è trettato di un errore in buona fede dovuto a problemi di traduzione, l Xp stesso è attualmente è privo del rilascio di un certificato formale di omologazione. A fronte dei fatti esposti si impongono le seguenti CONSIDERAZIONI DELLA FIVL E esigenza primaria degli organizzatori di una gara o di un campionato, in merito alle iscrizioni, quella di avere certezze circa la omologazione dei mezzi utilizzati dai piloti. Invero, l omologazione costituisce l unico criterio formale oggettivo per discriminare circa l iscrizione ad una classifica o ad un campionato. Ritiene questa Federazione di dover ribadire il principio secondo il quale l organizzazione (o il DdG) non possa, nè sia in alcun modo tenuta, operare un controllo sostanziale di merito sui parapendio. L organizzazione, anche per non incorrere in responsabilità che non gli competono, può pertanto solamente operare un controllo formale, senza arrogarsi il diritto di decidere se una vela, pur non omologata, possegga comunque le caratteristiche per esserlo. Invero, se così non fosse, si aprirebbero discutibili margini di discrezionalità e di responsabilità che non sono ammissibili. Al fine di accertare l omologazione, l organizzazione può accedere alla lista delle vele omologate edita dagli enti preposti (DHV e CEN) e riscontrare l inserimento o meno di un certo parapendio all interno della lista stessa. Prima ancora, tuttavia, non può che riporre la propria fiducia sulla dichiarazione del pilota all atto d iscrizione alla gara. Può altresì accadere il caso che un parapendio sia certificato, ma che esso non sia presente nella lista dell ente omologatore. In tal caso, l organizzazione potrebbe richiedere al pilota di fornirgli una copia del certificato. Se, ulteriormente, rimanesse un dubbio, si potrebbe chiedere riscontro direttamente all ente omologatore. Nel caso del modello Artik Xp è accertata l assenza di un certificato formale, poiché l ente omologatore stesso ha espressamente affermato che tale certificato verrà rilasciato solo una volta positivamente effettuato il Linebending Test.. Ed invero, con ogni probabilità, dalla stessa identica matassa, Gin Gliders taglia sia i cordini per costruire l Artik Xp che per costruire proprie vele omologate.

5 Pertanto, se dal punto di vista sostanziale, possiamo ritenere che l Artik Xp sia un parapendio che ha tutte le caratteristiche per essere omologato come DHV 2, dal punto di vista formale, tuttavia, non appare rilasciata alcuna certificazione. Ora, se è vero che l organizzazione non ha altra scelta che adottare un criterio di ammissione formale, dobbiamo concludere che l Artik Xp non sarebbe dovuto essere ammesso alle gare di categoria sport e a quei campionati regionali che limitano la partecipazione a parapendio omologati (salva l autonomia regolamentare dei campionati stessi). E assai verosimile che i piloti competitori, nell acquistare il modello Artik Xp, fossero persuasi che detto parapendio fosse legittimamente utilizzabile nelle competizioni come vela certificata DHV 2. Appare, a tale proposito, rimarchevole il dato che l Artik Xp presenta, nei modelli venduti in Italia, uno stiker nei cassoni centrali, nel quale appare chiarente indicata la dicitura di omologazione DHV 2. Pertanto, è da ritenere che i possessori di detto modello non intendessero agire in mala fede o antisportivamente ma, semplicemente, avessero dato credito a quanto esposto loro da parte del venditore in merito all esistenza della certificazione. Quanto meno agli inizi dei campionati, infatti, la situazione ed il dibattito non apparivano chiarificati come lo sono attualmente. Inoltre, come si può apprezzare nella missiva del DHV inviata a FIVL, il DHV stesso ritiene, in buona sostanza, che anche il costruttore abbia agito in buona fede e che per tale motivo abbia pubblicato sul proprio sito che l Xp Artik era omologato DHV 2. Non sussistono pertanto evidenze, allo stato, per ritenere comprovata la manifesta mala fede dei competitori. Ciò posto, ad avviso di chi scrive, il pilota deve essere comunque ritenuto responsabile, ancorché sia pacifica la sua buona fede. Infatti il principio di responsabilizzazione del pilota, non può che valere in ogni caso, senza potersi invocare eccezioni di sorta. Diversamente, potremmo rinvenire, in futuro, a fronte di casi diversi e più gravi del presente, forme giustificative intollerabili, nascoste dietro l alibi di una disinformazione da parte dell importatore o della casa produttrice. * Da tenere in considerazione è anche l anomalia del ricorso inoltrato a questa Federazione. Da un lato lo stesso non è stato accompagnato dai versamenti necessari per regolamento, né formulato secondo le norme regolamentari; dall altro lo stesso viene sottoscritto da soggetti nella loro qualità di importatori, a palesata difesa dei propri interessi commerciali. Ciò pone senza dubbio imbarazzo a questa Federazione, poiché, a norma di regolamento, il ricorso non sarebbe accoglibile, né formalmente corretto.

6 Nel mentre non si intende creare un precedente anomalo di decisione presa al di fuori delle formalità di regolamento, per cui potrebbero aprirsi una serie indefinita ed inimmaginabile di ricorsi informali ed anomali. Del pari, non è intenzione di questa Federazione, legare una decisione sportiva ad una disputa commerciale tra operatori del settore. Tuttavia, questa Federazione non intende nemmeno ignorare il ricorso. Invero, la problematica di specie ha assunto una importanza ed ampiezza tale da richiedere senza dubbio una risposta della FIVL, quale garante, non solo del rispetto dei regolamenti di gara, ma soprattutto del fair play e correttezza di comportamento di tutte la parti che concorrono al complessivo mondo delle competizioni di volo, non ultima quella dei soggetti che operano professionalmente. Ritiene infatti questa Federazione che il volo libero necessiti dell assoluta correttezza ed integrità di comportamento di tutte le componenti del volo libero stesso, siano essi i piloti competitori, gli organizzatori, i fornitori dei materiali, gli sponsor o altri. La correttezza non può essere che valutata con rigore, cioè senza eccezioni, poiché, se così non fosse, si potrebbero aprire spiragli tesi, non solo ad aggirare i regolamenti, ma soprattutto a compromettere la sicurezza delle competizioni. Ben sappiamo che, nel caso di cui si tratta, non è fortunatamente in gioco la sicurezza del volo e dei piloti, vertendosi attorno ad una irregolarità formale. Tuttavia risulta doveroso cogliere l occasione di una problematica che ha assunto vasto interesse nella comunità del volo al fine di affermare, una volta per tutte, un principio basilare da applicarsi in tutti i casi analoghi. Detto principio può essere così riassunto: Il controllo sulla certificazione di un parapendio da parte dell organizzazione della gara non può che essere formale. Detto controllo si deve concentrare sul rilascio della certificazione, essendo irrilevante qualsivoglia considerazione in merito allo stato di avanzamento della certificazione stessa, qualora essa non sia stata ancora formalmente rilasciata, ed essendo ancor più irrilevante ogni altra considerazione di merito. Qualora un pilota si iscriva ad una gara, egli è responsabile della propria dichiarazione in merito alla omologazione del parapendio utilizzato. Lo è, sia in caso di dichiarazione consapevolmente mendace, sia in caso di insufficiente od errata informazione, ancorché il pilota stesso abbia in buona fede confidato nelle dichiarazioni ovunque esse siano pubblicate (salvo che nei documenti o nei siti ufficiali degli enti omologatori). Attraverso l applicazione del suddetto principio si può, nel contempo, liberare gli organizzatori di gara da una responsabilità che loro non compete, nonché stimolare una più intensa responsabilizzazione dei piloti ed, indirettamente, di produttori ed importatori.

7 Essendo irrinunciabile l affermazione dei sopraddetti principi, ed essendo opportuno porre definitivamente fine alla questione riguardante il caso Xp Artik, al fine di evitare future incertezze, la FIVL ritiene di dover agire d ufficio, ancorché in presenza di un ricorso abnorme. Di conseguenza, così si può riassumere, alla luce dei precedenti principi il caso in questione: a) Il parapendio Artik Xp non risulta attualmente certificato DHV 2, ancorché esso abbia superato numerosi test che ne attestano la sicurezza in volo; b) I piloti che hanno utilizzato detto parapendio nelle gare non avrebbero dovuto prendervi parte a norma di regolamento (per le gare riservate alle vele omologate) ovvero iscriversi alla classe sport (per le gare aperte ad ogni tipo di parapendio). c) I piloti dell Artik Xp, pur in buona fede, risultano comunque responsabili di avere dichiarato all atto di iscrizione alle gare, che il loro parapendio era omologato DHV 2. Tutto ciò premesso, la F.I.V.L. nelle persone di Luca Basso, Luciano Gallo, Fabio Federici, Matteo Di Brina, Flavio Tebaldi, con giudizio unanime, con riguardo alle competizioni svoltesi nel 2007così indica e decide 1) Di annullare i risultati conseguiti nella classifica sport da piloti che hanno utilizzato il parapendio Niviuk modello Artik Xp nelle gare nazionali. Ferma la classificazione del pilota in classifica generale assoluta open ; 2) Di rimettere ad ogni singolo campionato regionale la decisione in merito all annullamento o meno dei risultati ivi conseguiti dai piloti utilizzatori di Artik Xp tenendosi conto dei principi espressi in questa decisione, salvo ovviamente il caso che l organizzazione del campionato regionale abbia preventivamente autorizzato, sulla base della propria autonomia regolamentare, la partecipazione dell Artik Xp al campionato stesso; 3) Di pubblicare la presente decisione; 4) Nulla in merito alle ulteriori richieste da parte dei ricorrenti. Così stabilito dalla FIVL in data 13/11/2007 Luca Basso Luciano Gallo Flavio Tebaldi Fabio Federici Matteo Di Brina

LE SINGOLE AZIONI CIVILI: L AZIONE DI ACCERTAMENTO

LE SINGOLE AZIONI CIVILI: L AZIONE DI ACCERTAMENTO LE SINGOLE AZIONI CIVILI: L AZIONE DI ACCERTAMENTO PROF. ANGELO SCALA Indice 1 LE SINGOLE AZIONI CIVILI: L AZIONE DI ACCERTAMENTO ---------------------------------------------- 3 Per il proficuo studio

Dettagli

1. Domanda di certificazione da riportare su carta intestata del fabbricante che richiede la certificazione / Certification request To report on

1. Domanda di certificazione da riportare su carta intestata del fabbricante che richiede la certificazione / Certification request To report on 1. Domanda di certificazione da riportare su carta intestata del fabbricante che richiede la certificazione / Certification request To report on LETTERHEAD PAPER of the applicant 2. Elenco documenti che

Dettagli

DIRETTIVE CONCERNENTI L ESAME EFFETTUATO PRESSO L'UFFICIO PER L'ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO (MARCHI, DISEGNI E MODELLI) SUI MARCHI COMUNITARI

DIRETTIVE CONCERNENTI L ESAME EFFETTUATO PRESSO L'UFFICIO PER L'ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO (MARCHI, DISEGNI E MODELLI) SUI MARCHI COMUNITARI DIRETTIVE CONCERNENTI L ESAME EFFETTUATO PRESSO L'UFFICIO PER L'ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO (MARCHI, DISEGNI E MODELLI) SUI MARCHI COMUNITARI PARTE A DISPOSIZIONI GENERALI SEZIONE 6 REVOCA DI DECISIONI,

Dettagli

TAR TOSCANA: NON SEM PRE BASTA LA SOA

TAR TOSCANA: NON SEM PRE BASTA LA SOA TAR TOSCANA: NON SEM PRE BASTA LA SOA di Massimo Gentile Il caso di specie Oggetto del presente approfondimento è una recentissima pronuncia del Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana (sentenza

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014

DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014 DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014 Il Direttore Generale, nella sede dell Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Via Castiglione, 29 nella data sopra indicata, alla presenza del Direttore Amministrativo

Dettagli

INTERNATIONAL CONSTRUCTION GUIDE

INTERNATIONAL CONSTRUCTION GUIDE INTERNATIONAL CONSTRUCTION GUIDE 20 febbraio 2015 GARANZIE A PRIMA DOMANDA SOGGETTE A LEGGE ITALIANA NEGLI APPALTI INTERNAZIONALI Le garanzie di adempimento (bancarie a prima richiesta o fideiussorie)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06. Dell A.L.E.R.

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06. Dell A.L.E.R. Approvato con atto del Direttore Generale n 102/13 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06 Dell A.L.E.R. DI PAVIA 1.

Dettagli

PARERE CONSULTIVO. della Commissione nominata dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio e così composta:

PARERE CONSULTIVO. della Commissione nominata dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio e così composta: PARERE CONSULTIVO della Commissione nominata dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio e così composta: Avv. Gerhard Aigner Prof. Massimo Coccia Prof. Roberto Pardolesi * * * I. PREMESSA 1. La Federazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006 1. OGGETTO E FINALITA Ai sensi e per gli effetti dell art. 125, comma 11,

Dettagli

La Circolare Tributaria n.2 del 14 gennaio 2013. La riproduzione con qualsiasi metodo è vietata

La Circolare Tributaria n.2 del 14 gennaio 2013. La riproduzione con qualsiasi metodo è vietata Il Punto sull Iva Crediti Iva in compensazione: una risorsa finanziaria da gestire con cautela a cura di Fabio Garrini Non è certo raro di questi tempi negli studi professionali il fatto di imbattersi

Dettagli

LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI

LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI Read Online and Download Ebook LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI DOWNLOAD EBOOK : LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO Click link bellow and

Dettagli

COMUNE DI PRATO STAFF AREA TECNICA, APPALTI OPERE PUBBLICHE, GARE E ESPROPRI 31-59100 PRATO

COMUNE DI PRATO STAFF AREA TECNICA, APPALTI OPERE PUBBLICHE, GARE E ESPROPRI 31-59100 PRATO COMUNE DI PRATO STAFF AREA TECNICA, APPALTI OPERE PUBBLICHE, GARE E ESPROPRI Piazza Mercatale n. 31-59100 PRATO Tel. 05741836670 / 1831836672 / 05741836618 Istruzioni per la compilazione delle domande

Dettagli

La risposta è affermativa L acquisto del CD è alternativo alla presa visione degli elaborati.

La risposta è affermativa L acquisto del CD è alternativo alla presa visione degli elaborati. QUESITI E RISPOSTE 1. Non risulta scaricabile il bando di gara; Il bando di gara pubblicato nella GURI del 04/07/2014 al n. T14BFM11431 ed il successivo corrispondente avviso di rettifica pubblicato nella

Dettagli

Parere Aut. vig. sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture 20/4/2008 n. 92

Parere Aut. vig. sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture 20/4/2008 n. 92 Parere Aut. vig. sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture 20/4/2008 n. 92 Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n), del decreto legislativo

Dettagli

Processo UFSC. no. 33.7 del 15 ottobre 2009. Revoca della presunzione di paternità o del riconoscimento in Svizzera o all estero

Processo UFSC. no. 33.7 del 15 ottobre 2009. Revoca della presunzione di paternità o del riconoscimento in Svizzera o all estero Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto privato Ufficio federale dello stato civile UFSC Processo UFSC Revoca della presunzione di

Dettagli

P.B. OPERAZIONI SOCIETARIE NELL AMBITO DI PROCEDURE CONCORSUALI

P.B. OPERAZIONI SOCIETARIE NELL AMBITO DI PROCEDURE CONCORSUALI P.B. OPERAZIONI SOCIETARIE NELL AMBITO DI PROCEDURE CONCORSUALI P.B.1 (DELIBERAZIONI SULLE PERDITE DI SOCIETÀ SOGGETTA A CONCORDATO PREVENTIVO O AD ACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI OMOLOGATI 1 pubbl.

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

26Primo piano. 52 Giurisprudenza. 102 Speciale AL VIA LE AZIONI SINDACALI. Bilancio Fpa. Il caso Global. Intervista Senatore Divina

26Primo piano. 52 Giurisprudenza. 102 Speciale AL VIA LE AZIONI SINDACALI. Bilancio Fpa. Il caso Global. Intervista Senatore Divina Anno XV n. 85 Settembre Ottobre 2010 Pubblicazione Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione AL VIA LE AZIONI SINDACALI 26Primo piano Intervista Senatore Divina 52 Giurisprudenza Il caso Global 102 Speciale

Dettagli

6 L art. 3 della direttiva IPPC fa riferimento agli obblighi fondamentali del gestore.

6 L art. 3 della direttiva IPPC fa riferimento agli obblighi fondamentali del gestore. Pagina 1 di 6 SENTENZA DELLA CORTE (Settima Sezione) 31 marzo 2011 (*) «Inadempimento di uno Stato Ambiente Direttiva 2008/1/CE Prevenzione e riduzione integrate dell inquinamento Condizioni di autorizzazione

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG

LINEE GUIDA PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG LINEE GUIDA PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06 Art. 1 NORMATIVA APPLICABILE, OGGETTO E FINALITA Art. 1 NORMATIVA APPLICABILE,

Dettagli

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori 1. Premessa L Istituto per il Credito Sportivo (di seguito anche Istituto o ICS ) intende istituire e disciplinare un Elenco di operatori

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Cesena, 6 novembre 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio ERMES-CERAMICHE.IT

Centro Risoluzione Dispute Domini. Cesena, 6 novembre 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio ERMES-CERAMICHE.IT Procedura di riassegnazione del nome a dominio ERMES-CERAMICHE.IT Ricorrente: Ermes Ceramiche s.p.a. (avv. Mario Preite) Resistente: Benson and Partner ltd Collegio (unipersonale): avv. prof. Andrea Sirotti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06 Determinazione del Direttore Generale n. 25 del 5 marzo 2013 REGOLAMENTO PER

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6193528 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

PARTE GENERALE 3. CODICE ETICO 3.1. PREMESSA

PARTE GENERALE 3. CODICE ETICO 3.1. PREMESSA 3. CODICE ETICO 3.1. PREMESSA Il CODICE ETICO costituisce parte integrante del MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO adottato ed implementato da I valori e i principi ivi dichiarati rispecchiano

Dettagli

CURIOSITÀ E DOMANDE PIÙ FREQUENTI VADEMECUM2012

CURIOSITÀ E DOMANDE PIÙ FREQUENTI VADEMECUM2012 CURIOSITÀ E DOMANDE PIÙ FREQUENTI VADEMECUM2012 CAMBI MERCE: QUANDO E OBBLIGATORIO CAMBIARE LA MERCE E QUANDO E OBBLIGATORIO, INVECE, RESTITUIRE IL PREZZO PAGATO? Preliminarmente il D.LGS. 206/05 (Codice

Dettagli

Procedure online per la richiesta della Label IAU

Procedure online per la richiesta della Label IAU Procedure online per la richiesta della Label IAU Qui di seguito troverete una piccola guida che vi accompagna passo per passo alla prodecure online per la richiesta della Label IAU per la vostra gara.

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO Studio n. 59-2006/I Acquisto di quote o azioni proprie da parte di un confidi operante in forma di società cooperativa Approvato dal Gruppo di Studio Consorzi Fidi il

Dettagli

Sentenza n. 6620 del 19 marzo 2009 della Corte Cassazione - Sezione tributaria

Sentenza n. 6620 del 19 marzo 2009 della Corte Cassazione - Sezione tributaria Sentenza n. 6620 del 19 marzo 2009 della Corte Cassazione - Sezione tributaria Svolgimento del processo - La C.T.P. di Milano, previa riunione, rigettava i ricorsi proposti dalla s.r.l. G.M. avverso avvisi

Dettagli

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani Siciliana ia Regionale di Trapani REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SPORTIVI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 02 febbraio

Dettagli

GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO

GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO Guida per l Istituto Convenzionato Versione 1.1 Sommario 1 Novità nella procedura informatica... 2 2 Valutazione tecnica... 2 2.1 Valutazione costi... 2 2.2

Dettagli

AVVISO DI FORMAZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE PROCEDURE RISTRETTE SEMPLIFICATE (EX ART. 123 D. LGS 163/2006 E SMI) - VALIDO ANCHE

AVVISO DI FORMAZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE PROCEDURE RISTRETTE SEMPLIFICATE (EX ART. 123 D. LGS 163/2006 E SMI) - VALIDO ANCHE AVVISO DI FORMAZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE PROCEDURE RISTRETTE SEMPLIFICATE (EX ART. 123 D. LGS 163/2006 E SMI) - VALIDO ANCHE PER L'INDIVIDUAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI DA INVITARE PER L

Dettagli

ISLL Papers The Online Collection of the Italian Society for Law and Literature http://www.lawandliterature.org/index.php?

ISLL Papers The Online Collection of the Italian Society for Law and Literature http://www.lawandliterature.org/index.php? The Online Collection of the Italian Society for Law and Literature http://www.lawandliterature.org/index.php?channel=papers ISLL - ITALIAN SOCIETY FOR LAW AND LITERATURE ISSN 2035-553X Submitting a Contribution

Dettagli

Solutions in motion.

Solutions in motion. Solutions in motion. Solutions in motion. SIPRO SIPRO presente sul mercato da quasi trent anni si colloca quale leader italiano nella progettazione e produzione di soluzioni per il motion control. Porsi

Dettagli

Decisione N. 320 del 20 gennaio 2014

Decisione N. 320 del 20 gennaio 2014 COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTORO Membro designato

Dettagli

Indice. 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3. 2 di 6

Indice. 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3. 2 di 6 LEZIONE MONITORARE UN PROGETTO FORMATIVO. UNA TABELLA PROF. NICOLA PAPARELLA Indice 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3 2 di 6 1 Il

Dettagli

Oggetto: Richiesta squadre vincenti per Campionato Nazionale di Calcio a 7 Riccione 5-6-7-8 giugno 2014.

Oggetto: Richiesta squadre vincenti per Campionato Nazionale di Calcio a 7 Riccione 5-6-7-8 giugno 2014. Roma, 06.03.2014 Prot.n.176 Ai Presidenti dei Comitati Regionali AICS dei Comitati Provinciali AICS ------------------- Loro Sedi Oggetto: Richiesta squadre vincenti per Campionato Nazionale di Calcio

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it NOTA A TAR LAZIO ROMA, SEZIONE PRIMA BIS, SENTENZA 24 febbraio 2015, n. 3170

www.ildirittoamministrativo.it NOTA A TAR LAZIO ROMA, SEZIONE PRIMA BIS, SENTENZA 24 febbraio 2015, n. 3170 NOTA A TAR LAZIO ROMA, SEZIONE PRIMA BIS, SENTENZA 24 febbraio 2015, n. 3170 Titoli di merito nei concorsi pubblici brevetti olimpici - patenti in ambito sportivo e problematica relativa alle dichiarazioni

Dettagli

AVVISO FORMAZIONE ELENCO IMPRESE PER AFFIDAMENTO IN ECONOMIA O TRAMITE PROCEDURA NEGOZIATA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE

AVVISO FORMAZIONE ELENCO IMPRESE PER AFFIDAMENTO IN ECONOMIA O TRAMITE PROCEDURA NEGOZIATA DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE AREA 24 S.p.A. Corso Cavallotti, 51 18038 SANREMO Tel. 0184 524066 / Fax 0184 524064 area24spa@area24spa.it AVVISO FORMAZIONE ELENCO IMPRESE PER AFFIDAMENTO IN ECONOMIA O TRAMITE PROCEDURA NEGOZIATA DI

Dettagli

Suprema Corte di Cassazione. sezione lavoro. sentenza 24 aprile 2014, n. 9301

Suprema Corte di Cassazione. sezione lavoro. sentenza 24 aprile 2014, n. 9301 Suprema Corte di Cassazione sezione lavoro sentenza 24 aprile 2014, n. 9301 REPUBBLICA ITALIANAIN NOME DEL POPOLO ITALIANOLA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott.

Dettagli

Il silenzio della PA come novellato dal DL 35/05

Il silenzio della PA come novellato dal DL 35/05 Il silenzio della PA come novellato dal DL 35/05 di Marco Giardetti* La tematica del silenzio della PA è di certo una delle più dibattute e problematiche del diritto amministrativo e questo non solo perché

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l. 1. OGGETTO Le presenti condizioni generali di vendita regolano e disciplinano in via esclusiva i rapporti commerciali di compravendita tra SATI S.r.l. e i propri

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA TRA

PROTOCOLLO D'INTESA TRA PROTOCOLLO D'INTESA TRA BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A., con sede in Siena, Piazza Salimbeni 3, in persona del suo Vice Direttore Generale Vicario Pier Giorgio Primavera, in proprio ed in rappresentanza

Dettagli

CONVENZIONE Servizio di assistenza legale di recupero crediti per Asec Trade Srl

CONVENZIONE Servizio di assistenza legale di recupero crediti per Asec Trade Srl CONVENZIONE Servizio di assistenza legale di recupero crediti per Asec Trade Srl Oggi, in Catania TRA Asec Trade Srl con sede legale in Catania, Via Cristoforo Colombo 150/b, in persona del legale rappresentante

Dettagli

Ministro per la Semplificazione Normativa Ufficio legislativo

Ministro per la Semplificazione Normativa Ufficio legislativo Ministro per la Semplificazione Normativa Ufficio legislativo p.c. Al dott. Daniele Belotti Assessore Territorio e Urbanistica Regione Lombardia Via Sassetti 32 20124 Milano Ministero dell economia e delle

Dettagli

Fabio Baione. Roma, 28 novembre 2012

Fabio Baione. Roma, 28 novembre 2012 Fabio Baione Roma, 28 novembre 2012 Agenda La visibilità della professione attuariale, un problema risolvibile! Il futuro della professione: la tradizione come punto di partenza per l innovazione. Che

Dettagli

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione To: Agenti che partecipano al BSP Italia Date: 28 Ottobre 2015 Explore Our Products Subject: Addebito diretto SEPA B2B Informazione importante sulla procedura Gentili Agenti, Con riferimento alla procedura

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Premessa : ogni fornitura comprende esclusivamente la merce e i servizi indicati nel relativo ordine d acquisto, nel preventivo e/o nella lettera di conferma d ordine accettati

Dettagli

Regolamento tecnico di Nuoto Salvamento. (edizione novembre 2011)

Regolamento tecnico di Nuoto Salvamento. (edizione novembre 2011) Regolamento tecnico di Nuoto Salvamento (edizione novembre 2011) Premessa Il presente regolamento tecnico è basato sulle regole adottate dalla Federazione Italiana Nuoto (FIN) ed adattate alle esigenze

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO DEI FORNITORI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/06.

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO DEI FORNITORI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/06. REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO DEI FORNITORI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/06. ARTICOLO 1 - ISTITUZIONE ALBO FORNITORI La Fondazione Teatro Regio di Torino procede all istituzione

Dettagli

La bonifica delle aree di ridotte dimensioni D.lgs. n. 152/06- Testo Unico Ambientale Federico Vanetti

La bonifica delle aree di ridotte dimensioni D.lgs. n. 152/06- Testo Unico Ambientale Federico Vanetti La bonifica delle aree di ridotte dimensioni D.lgs. n. 152/06- Testo Unico Ambientale Federico Vanetti Tra le innovazioni introdotte dal D.Lgs. n. 152/06, merita di essere approfondita la nuova disciplina

Dettagli

Fiori di campo. Conoscere, riconoscere e osservare tutte le specie di fiori selvatici più note

Fiori di campo. Conoscere, riconoscere e osservare tutte le specie di fiori selvatici più note Fiori di campo. Conoscere, riconoscere e osservare tutte le specie di fiori selvatici più note M. Teresa Della Beffa Click here if your download doesn"t start automatically Fiori di campo. Conoscere, riconoscere

Dettagli

-PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS)

-PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS) Visitaci su: http://englishclass.altervista.org/ -PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS) PREMESSA: RICHIAMI DI GRAMMATICA Il pronome (dal latino al posto del nome ) personale è quell elemento della frase

Dettagli

C O M U N E D I P O N T E (PROVINCIA DI BENEVENTO) UFFICIO TECNICO

C O M U N E D I P O N T E (PROVINCIA DI BENEVENTO) UFFICIO TECNICO C O M U N E D I P O N T E (PROVINCIA DI BENEVENTO) UFFICIO TECNICO Piazza XXII Giugno - C. A. P. 82O30 - Cod. Fisc. 80000630626 - C/C Postale N.11617826- Tel.0824/875281 - FAX 0824/874337 - e-mail: ufficiotecnico@comunediponte.it

Dettagli

CONVENZIONE SULLA CESSAZIONE DELLA RELAZIONE DI LAVORO AD INIZIATIVA DEL DATORE DI LAVORO, 1982 1

CONVENZIONE SULLA CESSAZIONE DELLA RELAZIONE DI LAVORO AD INIZIATIVA DEL DATORE DI LAVORO, 1982 1 Convenzione 158 CONVENZIONE SULLA CESSAZIONE DELLA RELAZIONE DI LAVORO AD INIZIATIVA DEL DATORE DI LAVORO, 1982 1 La Conferenza generale dell Organizzazione Internazionale del Lavoro, Convocata a Ginevra

Dettagli

ISO 9001:2000: COME UTILIZZARE LA NORMA PER GESTIRE I FORNITORI

ISO 9001:2000: COME UTILIZZARE LA NORMA PER GESTIRE I FORNITORI Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 14/06/2007. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA AVVISO DI SELEZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO DI SERVIZI ATTINENTI L INGEGNERIA E L ARCHITETTURA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

Deledda International School (D.I.S.) Iscritta nell elenco MIUR per il riconoscimento del Baccalaureato Internazionale in Italia

Deledda International School (D.I.S.) Iscritta nell elenco MIUR per il riconoscimento del Baccalaureato Internazionale in Italia Deledda International School (D.I.S.) Iscritta nell elenco MIUR per il riconoscimento del Baccalaureato Internazionale in Italia REGOLE PER L AMMISSIONE ALLA SCUOLA 1) NUOVE ISCRIZIONI ALLE PRIME CLASSI

Dettagli

ATTIVITA. MINIVOLLEY 2 LIVELLO 4vs4

ATTIVITA. MINIVOLLEY 2 LIVELLO 4vs4 FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO Comitato Provinciale di Lecco c/o CONI CASA DELLO SPORT Via allo Zucco 6-23900 Lecco tel 0341/251587 - fax 0341/258436 e-mail: lecco@federvolley.it sito internet: www.lecco.federvolley.it

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Trenta

U Corso di italiano, Lezione Trenta 1 U Corso di italiano, Lezione Trenta M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada F Hi Osman, what are you

Dettagli

Uso delle Credit Card in Hotel (fotografia)

Uso delle Credit Card in Hotel (fotografia) Uso delle Credit Card in Hotel (fotografia) Sysdat Turismo Spa Via Ferrari,21 Saronno VArese Tel. +39 02 967 18 1 Luca Gandola Risultati della ricerca condotta da Sysdat Turismo Spa in merito all uso delle

Dettagli

Regolamento tecnico di Pallavolo

Regolamento tecnico di Pallavolo Regolamento tecnico di Pallavolo (edizione aprile 2014) 1 Premessa La disciplina della PALLAVOLO praticata degli atleti tesserati della FISDIR prevede competizioni a carattere esclusivamente promozionale

Dettagli

LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI

LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI Read Online and Download Ebook LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI DOWNLOAD EBOOK : LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO Click link bellow and

Dettagli

COMUNICATO STAMPA COMITATO POPOLO CANNIBALE

COMUNICATO STAMPA COMITATO POPOLO CANNIBALE COMUNICATO STAMPA COMITATO POPOLO CANNIBALE Crema, 1 settembre 2012 Con il presente comunicato il Comitato Popolo Cannibale intende informare la tifoseria del fu U.S. Pergocrema 1932 e l intera Città di

Dettagli

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA L ACCADEMIA DELLA MONTAGNA, CON IL COMITATO MONDIALI DELLA VALLE DI FIEMME E L APT LOCALE, PROMUOVE IL PROGETTO PILOTA FIEMME ACCESSIBILE

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria ALLEGATO ALLA DELIBERA N 1233/2010 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI PER DIRITTO ALLO STUDIO

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

L OFFERTA ELETTRICA SUL LIBERO MERCATO PER I CLIENTI RESIDENZIALI

L OFFERTA ELETTRICA SUL LIBERO MERCATO PER I CLIENTI RESIDENZIALI L OFFERTA ELETTRICA SUL LIBERO MERCATO PER I CLIENTI RESIDENZIALI Veronica Venturini, Daniele Forni, Dario Di Santo (FIRE) Il recepimento della Direttiva Comunitaria 96/92/CE con il decreto legislativo

Dettagli

P r o v i n c i a d i S i r a c u s a

P r o v i n c i a d i S i r a c u s a COMUNE DI PRIOLO GARGALLO P r o v i n c i a d i S i r a c u s a OGGETTO: FORNITURA E POSA IN OPERA DI TENDAGGI ED ARREDI PER LA SALA CONSILIARE DEL MUNICIPIO DEL COMUNE DI PRIOLO GARGALLO. C.I.G. 40398941FE

Dettagli

Bozza REGOLAMENTO 47 TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI

Bozza REGOLAMENTO 47 TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI COMUNE DI SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI Bozza REGOLAMENTO 47 TORNEO CALCIO COPPA CITTÀ DI SINNAI Premessa Lo spirito che darà vita al 47 Torneo di calcio a 11 Coppa Città di Sinnai 2014 si fonda sul principio

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. Su proposta dell Assessore al Bilancio, Programmazione economico finanziaria e Partecipazione

LA GIUNTA REGIONALE. Su proposta dell Assessore al Bilancio, Programmazione economico finanziaria e Partecipazione OGGETTO: Definizione di nuove modalità di pagamento per fornitori di beni e servizi del sistema sanitario regionale a partire dall anno 2009 e autorizzazione alla definizione di accordi transattivi tra

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLUNA

COMUNE DI MONTEBELLUNA COPIA COMUNE DI MONTEBELLUNA PROVINCIA DI TREVISO Trasmessa al Prefetto il S Immediatamente Eseguibile GIUNTA COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 169 DEL 06-09-2010 Oggetto: D'ANDREA MICHELE/COMUNE DI

Dettagli

Approfondimenti normativi sulla Firma dello studente nei verbali d esame

Approfondimenti normativi sulla Firma dello studente nei verbali d esame Approfondimenti normativi sulla Firma dello studente nei verbali d esame Redatto da: Giorgio Gagliardi (KION Spa) Verificato da: Approvato da: Giorgio Gagliardi (KION Spa) Distribuito a: AAl Alessandro

Dettagli

Ricorso per lo scioglimento coattivo del vincolo dalla società A.S.D. ********** Letto il ricorso, esaminata la documentazione prodotta, all esito

Ricorso per lo scioglimento coattivo del vincolo dalla società A.S.D. ********** Letto il ricorso, esaminata la documentazione prodotta, all esito Atleta BARBONI ARIANNA Ricorso per lo scioglimento coattivo del vincolo dalla società A.S.D. PALLAVOLO FONDI La Commissione Tesseramento composta da: Avv. Patrizia Soldini Avv. Luciano Mennella Avv. Cristina

Dettagli

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO)

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 122 OGGETTO: Illecito amministrativo n. 42/05/RD del 14 febbraio 2005 (obiettivo % di raccolta differenziata rifiuti

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE n. 37 del 28 maggio 2014

COMUNICATO UFFICIALE n. 37 del 28 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE n. 37 del 28 maggio 2014 CAMPIONATO NAZIONALE DI SERIE A DI CALCIO A 11 (Stagione Sportiva 2013/2014) REGOLAMENTO 1. SQUADRE PARTECIPANTI ED ORGANICO DELLA MANIFESTAZIONE La Federazione

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 21 agosto 2009. Procedura di riassegnazione del nome a dominio MISSITALIAWEB.IT. Svolgimento della procedura

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 21 agosto 2009. Procedura di riassegnazione del nome a dominio MISSITALIAWEB.IT. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio MISSITALIAWEB.IT Ricorrente: Missitalia s.r.l. (Avv. Vincenzo Annibale Larocca) Resistente: Sim Trader s.r.l. Collegio (unipersonale): avv. Giuseppe Loffreda

Dettagli

Documento approvato dalla Commissione il 17 maggio 2004

Documento approvato dalla Commissione il 17 maggio 2004 Documento approvato dalla Commissione il 17 maggio 2004 Verifica dei requisiti di onorabilità e professionalità in capo ai componenti dell organo di amministrazione, dell organo di controllo e al responsabile

Dettagli

SCADENZA ore 12 del giorno 14 gennaio 2016

SCADENZA ore 12 del giorno 14 gennaio 2016 SCADENZA ore 12 del giorno 14 gennaio 2016 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA COMPARTIMENTALE E INTERCOMPARTIMENTALE EX ART. 30 D.LGS. 165/2001 RISERVATA ESCLUSIVAMENTE ALLE PERSONE DISABILI DI CUI ALL ART.

Dettagli

MTB GRAVITY TEAM BIKE 4 KIDS GUIDES & TOURS

MTB GRAVITY TEAM BIKE 4 KIDS GUIDES & TOURS CODICE ETICO Art. 1 Premessa L'Associazione Sportiva Dilettantistica A.s.d. 360 MTB (di seguito l'associazione) opera nell ambito sportivo del ciclismo. L'Associazione riconosce lo sport quale strumento

Dettagli

CAMPIONATO DI SOCIETA 2006 SERIE A-B-C. Bando e Regolamento di gara

CAMPIONATO DI SOCIETA 2006 SERIE A-B-C. Bando e Regolamento di gara CAMPIONATO DI SOCIETA 2006 SERIE A-B-C La partecipazione alla gara è riservata alle Associazioni Sportive Dilettantistiche ASD della FIGB che siano in regola con l affiliazione 2006 e che abbiano acquisito

Dettagli

Avvertenza: il presente Regolamento è in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Avvertenza: il presente Regolamento è in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Avvertenza: il presente Regolamento è in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Regolamento recante la disciplina dell adozione degli atti di natura normativa o di

Dettagli

Programma Gestione Presenze Manuale utente. Versione 1.2 25/08/2010. Area Sistemi Informatici - Università di Pisa

Programma Gestione Presenze Manuale utente. Versione 1.2 25/08/2010. Area Sistemi Informatici - Università di Pisa - Università di Pisa Programma Gestione Presenze Manuale utente Versione 1.2 25/08/2010 1 Sommario - Università di Pisa 1 ACCESSO AL PROGRAMMA... 3 1.1 LOGIN...3 1.2 SCHERMATA INIZIALE...3 1.3 LOGOUT...5

Dettagli

Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 16 luglio 2014. Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale

Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 16 luglio 2014. Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 16 luglio 2014 CIRCOLARE 61/2014 Società affiliate Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Oggetto: Normativa per la compilazione

Dettagli

ISTANZE DA PRESENTARE COME DA CALENDARIO DALLE ORE 12.30 ALLE ORE 13.30. Attenzione è necessario depositare pena il non accoglimento dell istanza

ISTANZE DA PRESENTARE COME DA CALENDARIO DALLE ORE 12.30 ALLE ORE 13.30. Attenzione è necessario depositare pena il non accoglimento dell istanza ISTANZE DA PRESENTARE COME DA CALENDARIO DALLE ORE 12.30 ALLE ORE 13.30 Attenzione è necessario depositare pena il non accoglimento dell istanza UNA ISTANZA ORIGINALE COMPLETA DI TUTTI I DOCUMENTI E COMPILATA

Dettagli

Tutela preventiva del credito Scheda Paese. Federazione Russa. Scheda Paese Federazione Russa 0

Tutela preventiva del credito Scheda Paese. Federazione Russa. Scheda Paese Federazione Russa 0 Tutela preventiva del credito Scheda Paese Federazione Russa Scheda Paese Federazione Russa 0 Introduzione Nell era del mercato globale, si sono intensificati gli scambi transfrontalieri e internazionali

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Prof. Massimo Caratelli Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Prof. Massimo Caratelli Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Prof. Avv. Pietro Sirena Prof. Avv. Andrea Gemma Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore] Membro designato dalla Banca

Dettagli

La prova della cessione intracomunitaria

La prova della cessione intracomunitaria Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 97 31.03.2014 La prova della cessione intracomunitaria Le maggiori difficoltà si rinvengono nelle cessioni con la clausola franco fabbrica Categoria:

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO FATTO

COLLEGIO DI MILANO FATTO COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Prof.ssa Antonella Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia - Prof. Avv. Emanuele Lucchini Guastalla

Dettagli

COMUNE DI MONTEROTONDO

COMUNE DI MONTEROTONDO COMUNE DI MONTEROTONDO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, NELL AMBITO DELLE ATTIVITA PROMOZIONALI DELL ASSESSORATO ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE Approvato con delibera C.C.n.117 del 28/11/2006 Art.

Dettagli

Regolamento 6 edizione - Stagione 2015-2016

Regolamento 6 edizione - Stagione 2015-2016 Regolamento 6 edizione - Stagione 2015-2016 Il regolamento la nostra lega si basa sulle Regole Ufficiali della Federazione Fantacalcio le quali sono state lievemente modificate o non recepite in pieno

Dettagli

COMUNE DI CASTEL ROZZONE PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI CASTEL ROZZONE PROVINCIA DI BERGAMO AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL AFFIDAMENTO DI LAVORI PUBBLICI TRAMITE PROCEDURA NEGOZIATA ART. 122 COMMA 7, E ART. 57, COMMA 6 DEL D.LGS. N. 163/06 E S.M.I - PROGRAMMA

Dettagli

Art. 21 (Requisiti per l iscrizione delle persone fisiche)

Art. 21 (Requisiti per l iscrizione delle persone fisiche) Un soggetto chiede di conoscere i requisiti richiesti ad una società di formazione per poter gestire i corsi di formazione professionale, attestarne la partecipazione ed il superamento di eventuali test

Dettagli

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato STRUTTURE GRAMMATICALI VOCABOLI FUNZIONI COMUNICATIVE Presente del verbo be: tutte le forme Pronomi Personali Soggetto: tutte le forme

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Parere n.88 del 12/11/2014 Autorità Nazionale Anticorruzione PREC 226/14/F OGGETTO: Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex art. 6, comma 7, lettera n) del d.lgs. 163/2006 presentata da

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO Napoli Sociale S.p.A. di seguito più semplicemente Azienda, ha indetto gara, a mezzo procedura aperta ai sensi del D.lgs.

Dettagli

i diritti dei membri della famiglia legittima.

i diritti dei membri della famiglia legittima. Secondo il dettato dell art 30 della Costituzione, la legge assicura ai figli nati fuori dal matrimonio ogni tutela giuridica e sociale, salvo il limite di compatibilità con i diritti dei membri della

Dettagli

FIDASC Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia 10 CAMPIONATO ITALIANO ANNI VERDI CON CANI DA FERMA E DA CERCA SU QUAGLIE LIBERATE 2015

FIDASC Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia 10 CAMPIONATO ITALIANO ANNI VERDI CON CANI DA FERMA E DA CERCA SU QUAGLIE LIBERATE 2015 FIDASC Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia 10 CAMPIONATO ITALIANO ANNI VERDI CON CANI DA FERMA E DA CERCA SU QUAGLIE LIBERATE 2015 REGOLAMENTO TECNICO ART. 1 SCOPI 1.1 La FIDASC, nell

Dettagli

TRIBUNALE PENALE (sezione monocratica)

TRIBUNALE PENALE (sezione monocratica) 1 irreperibilità TRIBUNALE PENALE (sezione monocratica) udienza del Faccio seguito a quanto esposto oralmente nell interesse del sig. MARIO BIANCHI, per ribadire e produrre quanto segue, con le richieste

Dettagli

omesso invito a sottoporsi a visita medica diper l accertamento dell idoneità all attività sportiva agonistica nelle stagioni 2011/2012; 2)

omesso invito a sottoporsi a visita medica diper l accertamento dell idoneità all attività sportiva agonistica nelle stagioni 2011/2012; 2) COMITATO REGIONALE SICILIA Atleta GALLETTI Denise Ricorso per lo scioglimento coattivo del vincolo dalla società A.S.D. Teams Volley La Commissione Tesseramento composta da: Avv. Fulvio Licari Avv. Danilo

Dettagli