STEFANO BIANCHI ROSSELLA KÖHLER SANDRO MORONI CARLA VIGOLINI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STEFANO BIANCHI ROSSELLA KÖHLER SANDRO MORONI CARLA VIGOLINI"

Transcript

1 CORSO DI GEOGRAFIA TURISTICA STEFANO BIANCHI ROSSELLA KÖHLER SANDRO MORONI CARLA VIGOLINI Passaporto per il mondo NUOVA EDIZIONE

2 La geografia turistica è una materia professionalizzante, che fornisce le conoscenze indispensabili all ingresso nel settore turistico a livello lavorativo. Come disciplina di sintesi, propone un approccio sistematico alla realtà che ci circonda, attraverso il contatto con svariati campi del sapere. Dunque concorre al raggiungimento dell obiettivo di una formazione scolastica il più possibile completa, in modo da conciliare gli aspetti formativi legati alle competenze di tipo professionale con quelli di carattere culturale di più largo respiro. Passaporto per... è un corso di geografia turistica innovativo nella forma e aggiornato nei contenuti, che presenta in modo chiaro e organizzato i tre ambiti regionali (Italia, Europa e continenti extraeuropei) in cui si suddivide la disciplina. Questa nuova edizione si caratterizza per un ampio rinnovamento dei contenuti oltre che per l aggiornamento puntuale di tutti i dati statistici. Inoltre i moduli introduttivi si sono arricchiti con l introduzione di una presentazione delle caratteristiche di base della geografia italiana, europea ed extraeuropea con l intento di consolidare la consapevolezza delle risorse naturali e culturali, alla base di ogni fenomeno turistico. L attenzione è stata inoltre primariamente rivolta a far emergere Nella pagina di apertura di ciascun modulo vengono riportati i contenuti (visualizzati anche graficamente), gli obiettivi e i prerequisiti. Nel volume Passaporto per il Mondo si affronta la geografia turistica a livello planetario, con una particolare attenzione al turismo sostenibile e responsabile e ai codici di comportamento per i viaggi internazionali. Nella parte regionale si trattano i continenti extraeuropei e i loro Paesi, raccolti per aree omogenee. È stata necessariamente operata una scelta tra i Paesi più interessanti per il fenomeno turistico che vengono presentati, a seconda della loro importanza (reale o potenziale), con un ampia unità. Due pagine illustrano le caratteristiche morfologiche, climatiche, ambientali, insediative, economiche di ogni Paese trattato estesamente. Seguono l esame delle risorse turistiche naturali e culturali e l analisi dei flussi, delle capacità ricettive e della rete dei trasporti. Anche alle singole aree viene dedicata un unità, in modo da avere un quadro esauriente. Presentazione

3 Al termine di alcune unità viene proposto un itinerario di viaggio, spesso alternativo ai percorsi più tradizionali. L itinerario, alla cui definizione contribuisce pure un supporto cartografico, non è soltanto descrittivo, ma anche operativo, poiché vengono individuate tappe, tempi e mezzi di trasporto. le nuove linee di tendenza che stanno caratterizzando i flussi turistici globali in accordo con le continue evoluzioni del sistema mondo. Nuove proposte di itinerari corredano, infine, la parte regionale arricchendo il ventaglio di modelli sulla base dei quali costruire viaggi stimolanti e sempre attenti anche alla salvaguardia del patrimonio naturale e culturale. Il corso è articolato in tre volumi; all interno di ciascuno di essi viene proposta una struttura a moduli che permette di utilizzare il vario materiale in modo composito e individualizzato secondo il programma di ogni classe. Lo schema è lo stesso per i tre volumi e comprende una parte generale e una parte regionale. Il corso è improntato su una metodologia operativa, che lascia ampio margine al lavoro di classe. I testi vengono supportati da tabelle, grafici e carte tematiche, le cui didascalie sono spesso corredate da quesiti e suggerimenti di attività, da attuare in gruppo o singolarmente. L apparato cartografico e fotografico è particolarmente abbondante e di alto livello. Ogni tipo di immagine (carte, fotografie, disegni) risponde a un esigenza esplicativa non casuale, ma funzionale a una più agevole comprensione degli argomenti trattati nel testo. Per ciascun modulo vengono inoltre proposte due pagine con diverse prove da utilizzare come autoverifica, esercitazione o verifica di classe. Quattro tipologie ricorrenti di corredi didattici accompagnano la trattazione sia per la parte generale sia per quella regionale: il Glossario spiega i termini non comuni o tecnici che compaiono nel testo, il Box contiene un approfondimento di una specifica questione, l Attività propone esercitazioni in itinere, ovvero nel corso dello studio sul testo, e infine Link offre i principali indirizzi Internet per approfondimenti sui temi turistici trattati. Presentazione

4 Modulo A Il mondo 8 Unità 1 Il clima 10 La temperatura 10 Le precipitazioni 10 I venti 11 Le fasce climatiche 12 Il ruolo degli oceani 13 Unità 2 Gli ambienti naturali 14 Gli ambienti della fascia calda 14 Gli ambienti delle fasce temperate 15 Gli ambienti delle fasce fredde 16 Gli ambienti aridi 16 Lettura Le condizioni climatiche e il turismo 17 Unità 3 I trasporti terrestri 18 Le differenze regionali 18 Il rilancio delle ferrovie 20 Fiumi e canali 21 Unità 4 I trasporti aerei e marini 22 I cieli aperti 22 Le compagnie low cost 23 Le alleanze fra compagnie 23 Il trasporto marittimo 24 Le crociere 24 Lettura Da solo, in moto, in cima al mondo 26 Unità 5 Le organizzazioni internazionali 28 Le Nazioni Unite 28 Che cos è e cosa fa la OMT 30 Le altre organizzazioni internazionali 31 Le organizzazioni non governative 31 n Mettiamoci alla prova 32 Modulo B Il turismo nel mondo 34 Unità 1 Economia del turismo 36 L importanza del turismo 36 Il mercato turistico 37 Le tendenze principali 38 La bilancia dei pagamenti 39 Sviluppo e globalizzazione 40 Unità 2 Flussi e spazi turistici 42 I tipi di flussi 42 Lo spazio nordamericano 44 Lo spazio centro e sudamericano 45 Lo spazio asiatico e del Pacifico 46 Lo spazio africano 47 Unità 3 Le strutture ricettive 48 Le strutture ricettive: un periodo di cambiamenti 48 Unità 4 Turismo sostenibile 50 L impatto del turismo 50 Proposte di eco-viaggi 51 L impegno delle organizzazioni 52 Lettura I tesori del mondo soffocati dal turismo 54 n Mettiamoci alla prova 56 Modulo C L Africa 58 L Africa e le sue risorse turistiche 60 Il territorio 60 I climi e gli ambienti 62 I luoghi da non perdere 63 Lettura Viaggio in Africa: un incontro con popoli e culture 64 Africa mediterranea 66 Il territorio 66 Il clima e gli ambienti 67 Gli insediamenti e le attività 68 Risorse e flussi turistici 70 Le risorse turistiche 70 I flussi turistici 73 Egitto 74 Il Paese in breve 74 Le risorse turistiche 76 Le strutture ricettive e i flussi turistici 79 Itinerario Nella terra dei faraoni 80 Tunisia 82 Il Paese in breve 82 Le risorse turistiche 84 Le strutture ricettive e i flussi turistici 87 Marocco 88 Il Paese in breve 88 Le risorse turistiche 90 Le strutture ricettive e i flussi turistici 93 Indice

5 Africa subsahariana 94 Il territorio 94 Il clima e gli ambienti 97 Gli insediamenti e le attività 98 Risorse e flussi turistici 100 Le risorse turistiche 100 I flussi turistici 103 Senegal 104 Il Paese in breve 104 Le risorse turistiche 106 Le strutture ricettive e i flussi turistici 109 Kenya 110 Il Paese in breve 110 Le risorse turistiche 112 Le strutture ricettive e i flussi turistici 115 Namibia 116 Il Paese in breve 116 Le risorse turistiche 118 Le strutture ricettive e i flussi turistici 121 Madagascar 122 Il Paese in breve 122 Le risorse turistiche 124 Le strutture ricettive e i flussi turistici 127 Repubblica Sudafricana 128 Il Paese in breve 128 Le risorse turistiche 130 Le strutture ricettive e i flussi turistici 133 Itinerario La regione del Capo 134 n Mettiamoci alla prova 136 Modulo D L Asia 138 L Asia e le sue risorse turistiche 140 Il territorio 140 I climi e gli ambienti 142 I luoghi da non perdere 143 Lettura Himalayan Ski Village (ma i cittadini sono in rivolta) 144 Asia occidentale 146 Il territorio 146 Il clima e gli ambienti 147 Gli insediamenti e le attività 149 Risorse e flussi turistici 151 Le risorse naturali 151 Indice Le risorse culturali 152 I flussi turistici 153 Itinerario Fede, storia e fitness nel sud della Giordania 154 Israele 156 Il Paese in breve 156 Le risorse turistiche 158 Le strutture ricettive e i flussi turistici 161 Arabia Saudita 162 Il Paese in breve 162 Le risorse turistiche 164 Le strutture ricettive e i flussi turistici 167 Asia meridionale e sud-orientale 168 Il territorio 168 Il clima e gli ambienti 170 Gli insediamenti e le attività 172 Risorse e flussi turistici 174 Le risorse naturali 174 Le risorse culturali 175 I flussi turistici 177 Unione Indiana 178 Il Paese in breve 178 Le risorse turistiche 180 Le strutture ricettive e i flussi turistici 183 Itinerario Sulle orme di tigri e rinoceronti 184 Nepal e Bhutan 186 I Paesi in breve 186 Le risorse turistiche 188 Le strutture ricettive e i flussi turistici 191 Thailandia 192 Il Paese in breve 192 Le risorse turistiche 194 Le strutture ricettive e i flussi turistici 197 Estremo Oriente 198 Il territorio 198 Il clima e gli ambienti 199 Gli insediamenti e le attività 200 Risorse e flussi turistici 203 Le risorse culturali 203 Le risorse naturali 204 I flussi turistici 205 Repubblica Popolare Cinese 206 Il Paese in breve 206 Le risorse turistiche 210 Le strutture ricettive e i flussi turistici 213

6 Giappone 214 Il Paese in breve 214 Le risorse turistiche 216 Le strutture ricettive e i flussi turistici 219 n Mettiamoci alla prova 220 Modulo E L America 222 L America e le sue risorse turistiche 224 Il territorio 224 I climi e gli ambienti 226 I luoghi da non perdere 227 Lettura Popoli indigeni, tra riconoscimenti e soprusi 228 America Settentrionale 230 Il territorio 230 Il clima e gli ambienti 232 Gli insediamenti e le attività 234 Risorse e flussi turistici 236 Le risorse naturali 236 Le risorse culturali 236 I flussi turistici 237 Stati Uniti d America 238 Il Paese in breve 238 Le risorse turistiche 242 Le strutture ricettive e i flussi turistici 245 Itinerario In viaggio tra le città simbolo della storia americana 246 Canada 248 Il Paese in breve 248 Le risorse turistiche 250 Le strutture ricettive e i flussi turistici 253 Messico 254 Il Paese in breve 254 Le risorse turistiche 256 Le strutture ricettive e i flussi turistici 259 America Centro-meridionale 260 Il territorio 260 Il clima 261 Gli ambienti 262 Gli insediamenti e le attività 264 Risorse e flussi turistici 266 Le risorse turistiche 266 I flussi turistici 267 Grandi e Piccole Antille 268 La regione in breve 268 Le risorse turistiche 270 Le strutture ricettive e i flussi turistici 273 Cuba 274 Il Paese in breve 274 Le risorse turistiche 276 Le strutture ricettive e i flussi turistici 279 Perú 280 Il Paese in breve 280 Le risorse turistiche 282 Le strutture ricettive e i flussi turistici 285 Itinerario Da Lima a Machu Picchu 286 Brasile 288 Il Paese in breve 288 Le risorse turistiche 290 Le strutture ricettive e i flussi turistici 293 n Mettiamoci alla prova 294 Modulo F L Oceania 296 Oceania 298 Il territorio 298 Il clima e gli ambienti 300 Gli insediamenti e le attività 302 Risorse e flussi turistici 303 Le risorse naturali 303 Le risorse culturali 303 I flussi turistici 305 Lettura La Haka 306 Australia 308 Il Paese in breve 308 Le risorse turistiche 310 Le strutture ricettive e i flussi turistici 313 Polinesia Francese 314 La regione in breve 314 Le risorse turistiche 316 Le strutture ricettive e i flussi turistici 319 n Mettiamoci alla prova 320 Appendice 322 Planisfero politico 322 Africa fisica e politica 324 Asia fisica e politica 326 America Settentrionale fisica e politica 330 America Meridionale fisica e politica 332 Oceania 334 Regioni polari 336 Indice

7 Modulo A Il mondo Per dare il via al nostro viaggio per il mondo mettiamo nello zaino alcuni strumenti che saranno essenziali per orientarci meglio e per arricchire la conoscenza geografica di base del nostro pianeta: le cinque unità di questo modulo, infatti, ci aiutano a comprendere alcuni aspetti molto importanti del mondo attuale, sia naturali, come il clima e gli ambienti naturali, sia umani, come la rete dei trasporti e le organizzazioni internazionali. Nel modulo A troverai: la descrizione dei principali fattori climatici e delle grandi fasce climatiche; un unità che illustra le principali caratteristiche dei grandi ambienti naturali presenti sul nostro pianeta; un unità che illustra le caratteristiche della rete dei trasporti stradali e ferroviari; un unità dedicata invece alle caratteristiche dei trasporti aerei e marittimi; infine, un unità che si sofferma sugli scopi e sulle modalità operative delle grandi organizzazioni internazionali; una serie di esercizi che permettono di verificare le tue conoscenze. 8 Per affrontare questi argomenti: che cosa devi già conoscere? le caratteristiche fondamentali delle regioni del mondo; i diversi tipi di trasporto utilizzati nel mondo; la natura e gli scopi delle organizzazioni internazionali; quali abilità devi possedere? devi saper leggere le carte geografiche e in particolare il planisfero; devi saper leggere e interpretare i dati contenuti nelle tabelle; devi saper osservare gli elementi naturali dei paesaggi descritti dalle fotografie.

8 E Viaggio nel nostro pianeta Le attività turistiche sono fortemente influenzate dal clima: in generale, la maggior parte dei turisti si reca in località dal clima mite e gradevole. Nella foto, l isola di Mahè nelle Seicelle, una delle mete più ambite del turismo internazionale. Fra le organizzazioni internazionali, la più importante è senza dubbio l ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite), che si occupa di mantenere la pace nel mondo. L ONU ha anche un agenzia specializzata nel settore del turismo, l OMT (Organizzazione Mondiale del Turismo), che fra l altro pubblica le statistiche relative ai flussi turistici utilizzate in questo corso di geografia. A E U R O P A M A S I A R I C A A F R I C A Le dimensioni attuali del fenomeno turismo dipendono in gran parte dai progressi nel settore dei trasporti. Oggi si può viaggiare in aereo a prezzi molto più contenuti di qualche anno fa e ciò ha contribuito all incremento dei flussi internazionali. Nella foto, l aeroporto JFK di New York (Stati Uniti). O C E A N I A Le condizioni climatiche che caratterizzano le varie zone del pianeta sono all origine della varietà e della distribuzione della flora e della fauna sul nostro pianeta. Nella foto, le isole Falkland (Regno Unito), nell Atlantico meridionale, ospitano una delle più grandi colonie al mondo di pinguini reali. 9

9 Il clima 1 Il clima è l insieme delle condizioni meteorologiche che caratterizza una località o una regione per un tempo lungo. Il clima è determinato da vari fenomeni che avvengono nell atmosfera, sulle terre emerse e negli oceani: i principali sono la temperatura dell aria, le precipitazioni (pioggia, neve) e i venti. A seconda della temperatura e della quantità di precipitazioni, il pianeta viene suddiviso in cinque grandi fasce caratterizzate da condizioni climatiche simili. Nella foto, una tromba d aria si sta formando nel letto prosciugato del fiume Nossob, nel parco naturale del Kalahari (Sudafrica). La temperatura Le precipitazioni 10 Modulo A Il mondo La temperatura dipende innanzitutto dalla latitudine (cioè la distanza di un luogo dall Equatore) perché i raggi solari riscaldano in modo diverso le zone della Terra. Alle latitudini più basse, cioè in prossimità dell Equatore (latitudine 0 ), i raggi solari giungono quasi perpendicolari: l area riscaldata è minore ma il riscaldamento è intenso. A mano a mano che la latitudine aumenta e ci si avvicina ai poli (latitudine 90 ), i raggi solari giungono sempre più inclinati e si disperdono su una porzione di superficie terrestre più vasta, riscaldandola di meno. Due luoghi posti alla stessa latitudine possono avere temperature diverse a seconda della altitudine, cioè la distanza in verticale dal livello del mare: in media, si hanno 0,6 C in meno ogni 100 metri di altitudine in più. Una vista della fitta foresta equatoriale che costeggia il Rio delle Amazzoni (Brasile). L umidità presente nell atmosfera ricade sulla Terra nell incessante ciclo dell acqua soprattutto sotto forma di pioggia. Sulla maggior parte delle terre emerse cadono tra i 250 e i 2000 millimetri di pioggia ogni anno, ma lun-

10 go le coste tropicali e nelle regioni situate all Equatore la piovosità raggiunge anche i 4000 millimetri l anno. Al contrario, nelle aree più interne dei continenti e nelle regioni polari la piovosità raggiunge a stento i 100 millimetri l anno. Generalizzando, si può dire che avvicinandosi all Equatore, le precipitazioni si fanno più intense e durature; viceversa, allontanandosi si allungano i periodi di siccità. Sulle precipitazioni influiscono soprattutto la vicinanza al mare e l altitudine. Le regioni costiere sono in genere più piovose; quelle interne sono più secche (le precipitazioni minori e l escursione termica più forte sono i principali caratteri della continentalità). L altitudine, invece, determina soprattutto il tipo di precipitazioni: infatti, alle quote più elevate, a causa del freddo, la pioggia si trasforma in neve. I venti La circolazione delle masse d aria tra le zone più calde e quelle più fredde della Terra è un fattore molto importante. Sulle regioni più riscaldate dal Sole, come all Equatore, è presente aria più calda e più leggera e la pressione (cioè il peso dell aria) è bassa; invece sulle regioni meno riscaldate dal Sole l aria è più fredda e più pesante e la pressione è alta. Lo strato più basso dell atmosfera (troposfera) è percorso da grandi fiumi d aria che si spostano in verticale e sono originati dalle disparità di pressione nell atmosfera: si spostano dalle zone di alta pressione (zone anticicloniche) verso quelle di bassa pressione (zone cicloniche), perché l aria calda tende a salire e il suo posto viene preso dall aria fredda. Questi moti verticali vengono poi deviati dalla rotazione terrestre che fa spostare le masse d'aria verso destra nell emisfero settentrionale e verso sinistra in quello australe. Gli alisei Gli alisei sono venti secchi che soffiano tra l Africa e l America in una fascia compresa fra i Tropici e l Equatore. Quando l aria calda sopra l Equatore sale, il suo posto viene preso da aria attirata dalle aree anticicloniche e questo movimento origina i venti; la rotazione terrestre, infine, fa sì che gli alisei abbiano una direzione diversa nei due emisferi: provengono sempre da nord-est nel nostro emisfero (boreale) e da sud-est in quello australe. POLO NORD venti alisei POLO SUD Circolo Polare Tropico del Cancro Circolo Polare Equatore venti alisei Tropico del Capricorno Nella foto a destra, il monte Lassen, 3189 metri, è una delle cime più alte della California; a sinistra, il deserto di Kyzylkum, in Uzbekistan. Entrambe le località sono a latitudine Nord 42, la stessa di Roma. Il clima Unità 1 a l ise i a lis e i 11

11 regioni caratterizzate da questi climi sono disposte in cinque fasce che si succedono in modo regolare dall Equatore ai poli: una tropicale, due temperate (australe e boreale) e due polari. Sulle alte montagne della fascia temperata il clima è simile a quello delle regioni polari. All interno di ciascuna di queste grandi fasce le temperature possono variare sia per l altitudine, la maggiore o minore distanza dal mare, l eventuale passaggio di correnti marine calde o fredde, la presenza o meno di vegetazione, sia per le attività umane (per esempio, le aree urbane modificano il clima con il riscaldamento e l inquinamento). Polo Nord Le praterie del Montana e, sullo sfondo, le Montagne Rocciose (Stati Uniti). Nel Montana si possono verificare escursioni termiche giornaliere superiori ai 50 C. Le fasce climatiche Un clima può essere più o meno caldo o freddo a seconda delle temperature medie dell aria (misurate in C) che si registrano nel corso dell anno, e può essere più o meno umido o arido, a seconda della quantità media di precipitazioni (misurata in millimetri) caduta nel corso dell anno. Le combinazioni possibili tra questi fattori sono moltissime: in realtà ogni luogo possiede un proprio clima. Tuttavia, possiamo suddividere il pianeta in alcune grandi fasce caratterizzate da condizioni climatiche simili. Equatore zona polare artica CircoloPolare Artico zona temperata boreale Tropico del Cancro zona tropicale Tropico delcapricorno zona temperata australe CircoloPolare Antartico zona polare antartica Polo Sud Nella foto, l isola di Kauai, nell arcipelago delle Hawaii (Stati Uniti). Il Monte Waialeale sull isola di Kauai, è uno dei luoghi più piovosi della Terra; qui infatti la media annuale delle precipitazioni può superare i millimetri. 12 Modulo A Il mondo Quali sono le fasce climatiche A seconda della temperatura media possiamo distinguere i climi caldi, temperati e freddi. Le Considerando le precipitazioni, possiamo distinguere regioni a clima arido e regioni a clima umido: aride sono considerate le zone in cui le precipitazioni annue totali non superano la media di 250 millimetri.

12 Le caratteristiche delle fasce climatiche La fascia calda è compresa tra i due Tropici ed è caratterizzata da temperature sempre elevate e da precipitazioni abbondanti, sia stagionali sia, in prossimità dell Equatore, distribuite per tutto l anno. Al di sopra del Tropico del Cancro e al di sotto di quello del Capricorno, troviamo le fasce temperate con temperature che non raggiungono mai punte estreme e l alternarsi di due stagioni principali e due intermedie. Le differenze principali riguardano le precipitazioni che sono abbondanti e distribuite equamente nell arco dell anno lungo le coste del versante occidentale dei continenti, e assai più modeste nelle aree interne, lontane dagli influssi del mare. Le fasce polari, poste alle latitudini più elevate nei due emisferi, sono caratterizzate da temperature molto basse. Al di sopra dei 60 di latitudine, con l eccezione di poche zone costiere dove il freddo viene attenuato dalla presenza del mare, le temperature rimangono per tutto l anno al di sotto dello zero e le precipitazioni sono in prevalenza nevose. Il ruolo degli oceani Gli oceani svolgono un ruolo fondamentale nella circolazione atmosferica e nella distribuzione delle precipitazioni. In primo luogo, il mare è un importante regolatore climatico, poiché l acqua si riscalda più lentamente della superficie terrestre durante l estate e si raffredda più lentamente durante l inverno. Per questa ragione, a parità di altre condizioni, come la latitudine, una località situata vicino alla costa avrà un clima più mite, con minore ESCURSIONE TERMICA e maggiore umidità di una località che si trova qualche centinaio di chilometri più all interno. Glossario Escursione termica Differenza tra la temperatura massima e minima di una regione, in un determinato intervallo di tempo (giorno, mese, anno). Le correnti marine In secondo luogo, gli oceani sono costantemente percorsi da immensi fiumi d acqua, le correnti marine. Queste si sviluppano sia in superficie sia in profondità e si distinguono in correnti calde, se hanno una temperatura maggiore di quella delle acque circostanti, e correnti fredde, nel caso contrario. L effetto delle correnti è sostanzialmente quello di influenzare la temperatura dell aria sovrastante l acqua del mare: la rende più mite se la corrente è calda, come accade con la Corrente del Golfo che lambisce le coste atlantiche dell Europa settentrionale e le rende meno fredde di quelle americane poste alla stessa latitudine; oppure più fredda, nel caso contrario. Attività AMERICA SETTENTRIONALE GROENLANDIA corre n te OCEANO ATLANTICO Il Monte Erebus, nell Antartide, è il vulcano attivo più a sud della Terra. ghiacci costieri Quali zone sono beneficiate dall influsso della Corrente del Golfo? del Golf o AZZORRE ISLANDA EUROPA A F R I C A Il clima Unità 1 13

13 2 Gli ambienti naturali Le principali fasce climatiche sono caratterizzate dalla presenza di particolari tipi di vegetazione e specie animali. All interno di una stessa fascia climatica si possono incontrare ambienti diversi, soprattutto a seconda del grado di umidità; per esempio nella fascia calda, man mano che il grado di umidità diminuisce, si passa dalla foresta pluviale alla savana, nelle fasce temperate dalla prateria alla macchia mediterranea, negli ambienti freddi, infine, dalla tundra alla foresta boreale. La bellezza dei paesaggi e degli ambienti naturali non è solo la più importante risorsa turistica di molti Paesi del mondo, ma anche un patrimonio dell umanità la cui conservazione è un dovere per tutti. Nella foto, il Parco Nazionale di Yellowstone (Stati Uniti). Fondato nel 1872, è il più antico parco naturale del mondo. Il disegno illustra le relazioni esistenti tra la vegetazione e la quantità e la distribuzione delle precipitazioni. 14 Modulo A Il mondo Gli ambienti della fascia calda In questa fascia troviamo alcuni tra gli ambienti naturali più estesi sulla superficie del pianeta: la foresta pluviale, quella tropicale, la savana. La foresta pluviale La foresta pluviale, densissima di vegetazione e sempreverde, è tipica delle zone a clima equatoriale, dove cioè la temperatura media annua supera i 30 C, l escursione termica annua è quasi nulla e le precipitazioni sono abbondantissime e distribuite lungo tutto l anno. La foresta pluviale costituisce la più straordinaria riserva biologica della Terra. Sono presenti circa 2 milioni di specie vegetali disposte a strati verticali: il più alto è costituito da alberi alti fino a metri, gli unici a sfruttare, con le loro chiome, la luce del sole. Al di sotto, vi sono piante di diversa altezza; e nel sottobosco, in permanente semioscurità perché la densità della vegetazione lascia penetrare poca luce, vivono erbe, felci, liane e orchidee. La fauna è costituita da animali che vivono sugli alberi (uccelli, scimmie, serpenti) e nei fiumi. L intrico di vegetazione al suolo non consente ad animali di grossa taglia di vivere in questo ambiente: vi prolifera invece una grande varietà di insetti di ogni genere.

14 Attività La carta tematica mostra l estensione dei grandi ambienti naturali e la loro localizzazione sulla superficie del pianeta. In quali continenti troviamo la foresta tropicale? E dove si estende la savana? Quali ambienti conosci per averli visitati nel corso di viaggi? La giungla Nelle zone confinanti, a nord e a sud all Equatore (chiamate subequatoriali), le precipitazioni si concentrano in estate (stagione delle piogge), mentre l inverno è asciutto. Nell Asia sudoccidentale e meridionale vi è la giungla, una foresta costituita da piante adattatesi alla stagione secca, come il bambù. In queste regioni spirano i monsoni, venti periodici che invertono regolarmente la loro direzione: in inverno, spirano dalla terra al mare, sono secchi e portano aridità, mentre in estate spirano dal mare verso terra e portano abbondanti piogge. La savana L ambiente più caratteristico delle zone subequatoriali è la savana, una prateria di erbe alte da 3 a 5 metri, che muoiono durante la stagione secca, interrotta qua e là da qualche albero o cespuglio (in Africa baobab, in Australia acacie ed eucalipti). Nelle zone più umide (per prossimità all Equatore o a corsi d acqua), gli alberi si infittiscono e compare la savana arborata. Nella savana, vivono gli erbivori (zebre, gnu, gazzelle) e i carnivori, loro predatori. Anche la fauna dei fiumi è molto varia (ippopotami, coccodrilli). La savana del Parco nazionale del Serengeti, in Tanzania. Gli ambienti delle fasce temperate In queste fasce troviamo la prateria, le foreste temperate e la macchia mediterranea. La prateria La prateria è molto estesa nelle zone interne dell emisfero settentrionale, mentre è meno sviluppata in quello meridionale. Ha un aspetto monotono, anche se mutevole con le stagioni: in primavera, il verde delle graminacee è punteggiato dai fiori vivaci delle piante a bulbo; in estate, è simile a un oceano ondeggiante sotto le sferzate del vento; in autunno, ingiallisce e dissecca nel giro di poche settimane. Un tempo attraversate da imponenti mandrie di bovini e ovini, oggi le praterie sono in gran parte adibite a coltivazioni di cereali.

15 La foresta temperata Le foreste temperate si distinguono in due tipi: quella a foglie caduche (Cina orientale e Stati Uniti) e quella a foglie persistenti, costituite soprattutto da conifere (lungo il confine tra gli Stati Uniti e il Canada, in Cile e nella Nuova Zelanda). L uomo ne ha distrutto immense superfici per estendere le coltivazioni, risparmiando solo quelle insediate sui suoli più poveri e portando all estinzione i grandi carnivori che, come il lupo, popolavano queste foreste. La macchia mediterranea Sulle rive del Mediterraneo e sulle coste occidentali dei continenti in corrispondenza dei di latitudine, il clima è caratterizzato da temperature elevate e siccità in estate. Le piogge si concentrano nella stagione fredda, quando le temperature scendono raramente al di sotto dei 10 C. Le foreste originarie (lecci, querce, querce da sughero, olivi e conifere) si sono ridotte a vantaggio della macchia, costituita da arbusti aromatici e sempreverdi (rosmarino ecc.). gliosa sempre più rada a mano a mano che la latitudine cresce, dove prosperano soprattutto muschi e licheni. Qui vivono numerosi roditori (scoiattoli, marmotte), lontre, visoni, uccelli, insetti (tra cui le zanzare); non mancano i grandi erbivori, come le renne. La foresta boreale La foresta boreale (chiamata taiga in Russia) si estende fino ai di latitudine nell America del Nord, mentre in Russia è presente più a sud. Le scarse precipitazioni estive di queste zone sono sufficienti alla crescita di un numero limitato di specie, soprattutto conifere, dando un aspetto monotono al paesaggio. Verso sud, dove le temperature invernali sono meno rigide, le conifere si alternano alle piante a foglie caduche. La fauna è varia e abbondante: qui, in autunno, migrano gli animali che vivono nella tundra e in primavera quelli delle regioni più meridionali. Gli ambienti aridi Nella fotografia, il deserto nei dintorni di Gerusalemme. Gli ambienti delle fasce fredde Le zone poste al di sopra dei 60 di latitudine sono il regno dei ghiacci perenni. Alle latitudini inferiori, dove il clima si fa meno rigido, si estendono la tundra e la foresta boreale. La tundra Nelle terre circostanti il Polo Nord e in Groenlandia, le basse temperature, la violenza dei venti e la presenza di permafrost (suolo gelato in profondità) permettono la vita solo della tundra, una formazione erbacea e cespu- Via via che ci si avvicina ai Tropici, le precipitazioni diminuiscono e diventano irregolari, tanto da permettere la crescita solo di ciuffi d erba, di radi cespugli spinosi e di piante grasse (cactus, agave): è la zona della steppa asciutta, che circonda tutti i deserti tropicali ed è molto ampia in Africa, a sud del Sahara, dove prende il nome arabo di Sahel, che significa sponda del deserto. Lungo la linea dei Tropici si trovano, in ambedue gli emisferi, grandi deserti, dove la piovosità è inferiore a 250 millimetri annui; le temperature diurne sono elevate nei deserti caldi, come il Sahara in Africa, più basse in quelli freddi, come il Gobi in Asia; in entrambi i casi, l escursione termica fra il dì e la notte è molto alta. Nonostante ciò, nei deserti vivono alcune specie di animali e di piante dotate di spesse corazze con cui limitano la perdita di umidità, o che possono immagazzinare l acqua nei tessuti, come i cactus, o in appositi organi. La vita è possibile nelle oasi, dove la presenza di una sorgente permette la coltivazione di palme da dattero, orti e giardini. Nel sottosuolo dei deserti, infatti, sono spesso presenti grandi riserve d acqua che testimoniano come in passato il clima non fosse arido.

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159 CHE COS È IL CLIMA? L atmosfera: è l aria che circonda la Terra. Ti è capitato di vedere in televisione o su un giornale le previsioni del tempo? La persona che parla spiega che cosa succede nell aria

Dettagli

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce Salentini nel mondo Le statistiche ufficiali Provincia di Lecce 1 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI 150 ANNI DI PARTENZE DAL SALENTO I TRASFERIMENTI ALL ESTERO NEL TERZO MILLENNIO 2 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM SkyTeam Awards è uno dei maggiori vantaggi che ti offre l Alleanza SkyTeam: un solo Biglietto Premio per tante destinazioni nel mondo, anche quando l itinerario che scegli

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

MODENA E IL SUO CLIMA

MODENA E IL SUO CLIMA Comune di Modena - SERVIZIO STATISTICA: note divulgative Pagina 1 di 2 MODENA E IL SUO CLIMA Modena, pur non essendo estranea al fenomeno del riscaldamento generalizzato, continua ad essere caratterizzata

Dettagli

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Abano Terme, 27 29 Aprile 2007 Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Adriano Barbi, Alessandro Chiaudani, Irene Delillo ARPAV Centro Meteorologico di Teolo Sabato 28 Aprile 2007 In collaborazione con

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

Il cambiamento climatico degli ultimi 50 anni

Il cambiamento climatico degli ultimi 50 anni Il cambiamento climatico degli ultimi 50 anni Ho voluto scrivere su questo argomento poiché in base ai dati in nostro possesso si può ben vedere come il clima sia cambiato negli ultimi 50 anni ma resta

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata?

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata? CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it D. Che cosa è la ISPM15? R. Le International

Dettagli

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA il Krill Letterio Guglielmo II Krill (Euphausia superba) è il più abbondante crostaceo del mondo. Nonostante sia lungo 65 mm esso costituisce la principale fonte di alimento per una grande varietà di animali

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno

Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno Lucia Corbo e Nicola Scarpel Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno 2 SD ALTEZZA DEL SOLE E LATITUDINE Per il moto di Rivoluzione che la Terra compie in un anno intorno al Sole, ad un osservatore

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

Maggior comfort e snellezza tariffaria sui voli lungo raggio Air France

Maggior comfort e snellezza tariffaria sui voli lungo raggio Air France Maggior comfort e snellezza tariffaria sui voli lungo raggio Air France Servizio stampa di Air France - Ottobre 2009 - http://corporate.airfrance.com A BORDO : IL COMFORT INNANZITUTTO IN AEROPORTO : TRATTAMENTO

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Meteo Varese Moti verticali dell aria

Meteo Varese Moti verticali dell aria Movimento verticale dell aria Le masse d aria si spostano prevalentemente lungo direzioni orizzontali a seguito delle variazioni della pressione atmosferica. I movimenti più importanti sono però quelli

Dettagli

LO SVILUPPO SOSTENIBILE Il quadro generale di riferimento LA QUESTIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE La questione ambientale: i limiti imposti dall ambiente allo sviluppo economico Lo sviluppo sostenibile:

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE

CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE COMUNICATO STAMPA Claudia Buccini +39 02 63799210 claudia.buccini@eur.cushwake.com CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE Causeway Bay a Hong Kong

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia LA VALUTAZIONE PUBBLICA Altri ponti di Pierluigi Matteraglia «Meridiana», n. 41, 2001 I grandi ponti costruiti recentemente nel mondo sono parte di sistemi di attraversamento e collegamento di zone singolari

Dettagli

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Se non siamo in grado di misurare non abbiamo alcuna possibilità di agire Obiettivo: Misurare in modo sistematico gli indicatori

Dettagli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli IL PIANETA TERRA IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli all a r e a su. EQUATORE: piano perpendic lare all i rotazione,

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate.

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. VOLO incluso DA MILANO MALPENSA Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. a n t i l l e mar dei caraibi 2 0 1 3-1 4 Un arcipelago di isole di gioia e colore. Viaggia nel cuore delle Antille. Il ritmo

Dettagli

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Con il patrocinio di energia UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Dopo un anno di monitoraggio climatico nella città di Perugia, effettuato grazie alla rete meteo installata

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado DIREZIONE CENTRALE INFRASTRUTTURE, MOBILITÀ, PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, LAVORI PUBBLICI, UNIVERSITÀ SERVIZIO TUTELA DEL PAESAGGIO E BIODIVERSITÀ CON LA COLLABORAZIONE DEL SERVIZIO CACCIA E RISORSE ITTICHE

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

.2Modulo 2 di 4 Modifiche in atto. Gli impatti. Progetto RACES Kit didattico sul cambiamento climatico http://www.liferaces.

.2Modulo 2 di 4 Modifiche in atto. Gli impatti. Progetto RACES Kit didattico sul cambiamento climatico http://www.liferaces. .2Modulo 2 di 4 Modifiche in atto. Gli impatti Progetto RACES Kit didattico sul cambiamento climatico http://www.liferaces.eu/a_scuola 2Modifiche in atto. Gli impatti Il riscaldamento globale Evidenze

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Secondo l Organizzazione Mondiale per il Turismo, le Alpi accolgono ogni anno il 12% circa del turismo mondiale. Parallelamente le Alpi rappresentano anche uno

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Sono nati per l autoconsumo,

Sono nati per l autoconsumo, Il prodotto bio è fai da te Consumatori Li considerano troppo cari e con una tracciabilità inadeguata. Eppure gli shopper apprezzano sempre di più le referenze biologiche. Così decidono di coltivarle in

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO)

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) La presente raccolta comprende solo le voci principali della classificazione di Ratisbona relativa all arte (LH LO) INDICE LD 3000 - LD 8000

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Che tempo fa? Unità 1. Pioggia, freddo e vento: al Nord è maltempo. Tromba d aria in Valtellina

Che tempo fa? Unità 1. Pioggia, freddo e vento: al Nord è maltempo. Tromba d aria in Valtellina Unità 1 Che tempo fa? Com è il tempo oggi? Sei un tipo meteoropatico? Quanto influisce il tempo sul tuo umore? Come ti senti in una giornata luminosa e soleggiata? E in una giornata umida e piovosa? Pioggia,

Dettagli

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE Introduzione La porzione di territorio situata a sud-ovest dell Area Metropolitana

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Visione d insieme Una pista ciclabile in sede propria è l infrastruttura ciclabile di qualità

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO. AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.EU Tra le giornate di martedì 7 e venerdì 10 Settembre 2010, il Veneto è stato interessato

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante : il regno del dragone tuonante di Paolo Castellani 12 Il Memorial Chorten a Thimphu Lo Dzong di Paro? Ma dov è? Questa è la risposta che ti puoi aspettare quando dici che andrai in Bhutan. Questo remoto

Dettagli

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO

REPORTAGE/Nuove sfde. Israele che pedala UN MAR MORTO REPORTAGE/Nuove sfde Israele che pedala UN MAR MORTO PiENO di vita 74 bambini, donne, professionisti: tutti insieme per provare il fascino di viaggiare in bici attraverso un deserto unico, con partenza

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni

I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni I costi per mantenere e crescere un figlio/a da 0 a 18 anni Premessa Il senso comune suggerisce che i figli non hanno prezzo ma l esperienza insegna che per farli diventare grandi e sperabilmente autonomi,

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi...

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi... GLI APPENNINI Gli Appennini sono una catena montuosa che si estende da Nord a Sud per circa 1400 chilometri lungo la penisola italiana. Le montagne degli Appennini sono montagne meno alte di quelle delle

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

Codice Mondiale di Etica del Turismo. Organizzazione Mondiale del Turismo

Codice Mondiale di Etica del Turismo. Organizzazione Mondiale del Turismo Codice Mondiale di Etica del Turismo Organizzazione Mondiale del Turismo PREAMBOLO Noi, Membri dell Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT), rappresentanti dell industria turistica mondiale, delegati

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI di Tomasz Cofta

LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI di Tomasz Cofta LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI di Tomasz Cofta 1. La migrazione e l esistenza delle specie La migrazione è un processo in cui gli animali compiono viaggi ricorrenti da un area ad un altra. Molti animali (vertebrati

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

Maggior comfort e sicurezza in movimento. Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus

Maggior comfort e sicurezza in movimento. Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus Maggior comfort e sicurezza in movimento Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus Comfort e sicurezza ti accompagnano in ogni situazione. Ecco cosa significa Feel

Dettagli

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Mobility Management Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Hera Imola-Faenza, sede di via Casalegno 1, Imola La normativa vigente: D.M. 27/03/1998, decreto Ronchi Mobilità sostenibile nelle aree urbane Le

Dettagli

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882)

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882) Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti Charles Darwin (1809-1882) L evoluzione secondo LAMARCK (1744-1829) 1. Gli antenati delle giraffe

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Il modello Attraverso un modello che valorizza un insieme di dati relativi ai tassi di attività e alla popolazione prevista nel prossimo ventennio

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

Volare low cost LA NOSTRA INCHIESTA

Volare low cost LA NOSTRA INCHIESTA Volare low cost Q uanto tempo prima della partenza bisogna acquistare il biglietto aereo, per assicurarsi la tariffa più bassa? La domanda ce la siamo posta tutti, innumerevoli volte, senza capire nulla

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli