INDICE. Introduzione e informazioni pratiche 3. Una mostra, due percorsi tematici 5 Picasso Côte d Azur Picasso dans la Collection Nahmad 7

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. Introduzione e informazioni pratiche 3. Una mostra, due percorsi tematici 5 Picasso Côte d Azur Picasso dans la Collection Nahmad 7"

Transcript

1 CARTELLA STAMPA 2

2 INDICE Introduzione e informazioni pratiche 3 Una mostra, due percorsi tematici 5 Picasso Côte d Azur Picasso dans la Collection Nahmad 7 La famiglia Nahmad, 50 anni al servizio dell arte 9 Presentazione dei Curatori 12 Il percorso scenografico 13 Biografia di Picasso e cronologia 16 I soggiorni di Picasso in Costa Azzurra 21 Immagini per la Stampa 27 Il Grimaldi Forum 37 I Partner 39 3

3 INTRODUZIONE Quest estate il Grimaldi Forum crea l evento con la mostra Monaco festeggia Picasso, una produzione che rende omaggio al 40 anniversario della scomparsa di questo artista di fama internazionale. Il Grimaldi Forum Monaco vuole offrire una panoramica della sua produzione artistica da una prospettiva insolita, rivelando non solo i suoi forti legami con la Costa Azzurra, ma anche una selezione eccezionale di grandi opere provenienti da una straordinaria collezione privata. Due percorsi tematici modulano la mostra attraverso oltre 150 opere: Picasso Côte d'azur conduce i visitatori nei dintorni di Antibes-Juan-les-Pins, Golfe-Juan, Mougins, Cannes, una regione dove Pablo Picasso tanto amava soggiornare d estate, tra il 1920 e il 1946, e dove la luce mediterranea, il mare e la costa furono per lui fonte di ispirazione diretta. Picasso dans la Collection Nahmad mette in luce i capolavori dell artista che occupano un posto di rilievo in questa collezione unica al mondo, in termini di quantità e qualità delle opere, costituita da Ezra e David Nahmad negli ultimi cinquant anni. I curatori che hanno collaborato alla realizzazione della mostra sono Jean-Louis ANDRAL, Direttore del Museo Picasso di Antibes, Marilyn McCULLY, apprezzata esperta di Picasso, e lo scrittore Michael RAEBURN, che ha collaborato con essa in diverse pubblicazioni dedicate a Pablo Picasso. 4

4 INFORMAZIONI PRATICHE La mostra Monaco Fête Picasso è prodotta dal Grimaldi Forum Monaco ed è sponsorizzata da Compagnie Monégasque de Banque (CMB), d Amico e Museo Picasso di Antibes. Curatori : Jean-Louis Andral, Marilyn McCully e Michael Raeburn Scenografia : Cécile Degos Sede : Espace Ravel, Grimaldi Forum Monaco 10, avenue Princesse Grace Monaco Sito Internet : Date : dal 12 luglio al 15 settembre 2013 Orari : Aperta tutti i giorni dalle alle Apertura serale tutti i giovedì fino alle Biglietto di ingresso: Intero: 10 Ridotto: Gruppi (più di 10 persone)= 8 - Studenti (con meno di 25 anni, su presentazione di un documento di identità)= 8 - Anziani (con più di 65 anni)= 8 - GRATUITO per i minori di 18 anni Biglietteria Grimaldi Forum Tel Fax e negozi FNAC Cataloghi della mostra A cura di Jean-Louis Andral, Marilyn McCully e Michael Raeburn Picasso Côte d Azur Formato: 24 x 28 cm. 130 illustrazioni. 170 pagine. Edizione bilingue: francese / inglese Prezzo al pubblico: 25 Picasso dans la Collection Nahmad Formato: 24 x 28 cm. 240 illustrazioni. 400 pagine. Edizione bilingue: francese / inglese Prezzo al pubblico: 49 Con i contributi di: Dr. Ina Conzen (Staatsgalerie, Stoccarda), Prof. Neil Cox (Università di Edimburgo), Dr. Susan Galassi (Frick Collection, New York), Prof. Christopher Green (The Courtauld Institute of Art, Londra) e Brigitte Leal (Musée national d art moderne-centre Pompidou) Coedizione: HAZAN/ GRIMALDI FORUM MONACO Uscita: luglio Ufficio relazioni pubbliche per la mostra: Hervé Zorgniotti Tel. : Nathalie Varley Tel.:

5 I) Picasso Côte d Azur UNA MOSTRA, DUE PERCORSI TEMATICI La prima parte della mostra è dedicata alle opere realizzate da Picasso durante i mesi estivi trascorsi ad Antibes - Juan-les-Pins e dintorni, a partire dagli anni 1920, fino a tutti gli anni 1930, e poi ancora nel 1946 allorquando, finita la guerra, l artista ritorna nel Midi della Francia. La selezione dei quadri e dei disegni realizzati in questi periodi, si propone di illustrare come questa sua esperienza si rispecchi nella sua opera e le emozioni suscitate in lui da questo contesto estivo in quegli anni. La luce mediterranea, il mare e la costa rappresentarono per l artista una fonte immediata di ispirazione come pure tutte le tradizioni artistiche della regione: dalla mitologia ai temi classici a cui il pennello dell artista infuse vita nuova. Vi era giunto spinto dal desiderio di allontanarsi da Parigi con la famiglia durante l estate, ma non tardò a rendersi conto di quanto le colline, gli alberi e il mare gli ricordassero la natia Spagna, un identificazione con il paesaggio che ebbe certamente un ruolo importante nella sua produzione artistica. Tra il 1920 e il 1939, Picasso soggiornò in Costa Azzurra quindici volte, compresa una breve visita a MonteCarlo nella primavera del 1925, quando insieme alla moglie, l ex danzatrice Olga Khokhlova, furono invitati da Serge de Diaghilev ad assistere a un nuovo spettacolo prodotto dai Balletti russi. Fino al 1933 la famiglia Picasso soggiornò nelle ville che affittava per lo più nei dintorni di Juan-les-Pins. Negli anni precedenti la seconda guerra mondiale, dopo la separazione da Olga, tranne un breve soggiorno nel 1936 a Juan-les-Pins con la sua amante Marie-Thérèse Walter e la loro figlioletta Maya, Picasso trascorse i mesi estivi a Mougins con Dora Maar e un gruppo di amici per poi stabilirsi nell atelier del fotografo Man Ray ad Antibes nei mesi di luglio e agosto del Il genere di opere che Picasso realizzava durante queste vacanze, dipendeva per lo più dallo spazio disponibile per lavorare e dal materiale che poteva portare con sé, soprattutto quando, in occasione dei primi soggiorni, vi arrivava in treno. Si spiega così in parte il numero considerevole di disegni, spesso più grandi delle sue tele, eseguiti durante quei soggiorni. Infine, a completamento del percorso espositivo che illustra gli anni 1920 e 1930, si potrà visitare il Museo Picasso di Antibes, partner della mostra, che ospita uno degli ultimi esempi della produzione dell artista durante i soggiorni in Costa Azzurra per la villeggiatura, prima di lasciare definitivamente Parigi e aprire il proprio atelier in un primo tempo a Cannes e poi a Mougins. Con oltre cinquanta opere provenienti da musei prestigiosi quali il MoMA e il Guggenheim di New York, lo Stedelijk Museum di Amsterdam, il MNAM-Centre Pompidou di Parigi e molti altri prestiti, per lo più raramente esposti al pubblico in precedenza e provenienti dalla successione Picasso e da collezioni private nazionali e internazionali, questo insieme tematico offre un esauriente panoramica su una produzione intimista dell artista e su i suoi interessi personali in questo periodo. 6

6 Alcuni prestatori Museo Picasso, Antibes Musée de Grenoble Musée National d Art Moderne, Centre Georges Pompidou, Parigi Stedelijk Museum, Amsterdam Redfern gallery, Londra The Penrose Collection, Inghilterra Solomon R. Guggenheim Museum, New York The Museum of Modern Art, New York Nouveau Musée National de Monaco per gentile concessione Opera Gallery Monaco Collezioni private Ludwig Stoffel Collection Richard and Mary L. Gray e The Gray Collection Trust Collection of Michael LaFetra, Los Angeles, California Collection Ezra e David Nahmad Estate Brassaï 7

7 II) Picasso dans la Collection Nahmad Già rivelata in parte nel 2011 alla Kunsthaus di Zurigo in occasione della mostra Miró, Monet, Matisse - La Collection Nahmad, la passione della famiglia Nahmad per l opera di Picasso è arcinota e ha dato vita a una collezione di 200 opere circa che documentano la maggior parte dei periodi artistici del maestro. A Monaco, i 115 capolavori esposti al pubblico per la prima volta, offrono ai visitatori una retrospettiva della sua produzione artistica, attraverso una selezione di opere mirata e di qualità rara, all altezza dell estro per il collezionismo che contraddistingue la famiglia Nahmad. Fin dai primi anni 1960, Ezra e David Nahmad iniziarono a costituire una collezione alimentata sia da valori estetici che commerciali, nella tradizione dei grandi collezionisti del XX secolo. La loro collezione comprende nel complesso i grandi maestri dell arte moderna e contemporanea ma si distingue anche per un patrimonio dedicato più in particolare agli Impressionisti, a Miró e Picasso. Le loro acquisizioni sono tutte frutto di profonde riflessioni, tanto che di alcune opere sono presenti diverse variazioni sul medesimo tema. La collezione della famiglia Nahmad attesta una vera passione per l opera di Picasso e permette, nella seconda parte della mostra, Picasso dans la collection Nahmad, di ammirare per la prima volta una selezione straordinaria delle sue opere. Una delle particolarità di questa collezione infatti, consiste nel coprire quasi tutti i periodi della produzione del maestro, attraverso degli straordinari insiemi di opere, delle serie particolarmente emblematiche, come per esempio quelle degli Ateliers o dei Peintres et son modèle. Conversando amichevolmente a ruota libera, Helly Nahmad, figlio di Ezra Nahmad e Jean-Louis Andral, esprimono le rispettive opinioni sull opera di Picasso, l uno dal punto di vista del collezionista e l altro del curatore della mostra. Racconta Helly Nahmad: A proposito dello spirito della collezione: Nel periodo in cui mio padre e lo zio David vendevano in Italia i primi Picasso, andava maturando in essi anche il loro approccio commerciale, di pari passo con il sempre crescente rispetto e amore che entrambi nutrivano per l artista e le sue opere Quando si ha il privilegio di tenere in mano un Picasso, si vedono le cose in modo ben diverso. Lo stesso dicasi del modo di confrontarsi con i grandi artisti, primo fra tutti Picasso Perché allora si afferma con forza l idea che se si vende, è bene, ma se non si vende, è meglio Con il passare del tempo essi si resero conto che la vendita di un quadro di un grande artista li gratificava sempre meno, proprio perché nel frattempo si erano affezionati all opera Il desiderio di vendere riaffiorava solo quando si trattava di acquistare un opera ancora più importante. Nacque così la loro vocazione a diventare collezionisti e ad arricchire la Collezione. Qualche considerazione sull artista: Il fondo Picasso dei Nahmad, ricco di opere inedite, offre un insieme esauriente che illustra l approccio artistico di Picasso su diversi temi: soggetto o personaggio, natura morta, paesaggio, oltre alle opere che si richiamano alla storia dell arte e 8

8 consentono di cogliere vari aspetti della sua sperimentazione e tutta la sua padronanza delle tecniche del disegno e della pittura. Precisa Helly: Secondo molti, Picasso è la capitale del mondo dell arte, la capitale della storia dell arte, il cuore stesso del mondo dell arte. E un artista che per noi è stato quasi un educatore. La sua freschezza e la sua forza sono paragonabili a un uragano di potenza e creazione, è l apogeo dell arte e quindi l apogeo per noi. Jean-Louis Andral: Quindi è un riferimento costante al vostro rapporto con l arte? Helly «Sì, ci ha addestrato con l'idea della creatività e del lavoro duro: il suo modo di vivere, di pensare e la sua grande intelligenza erano un esempio per noi come la sua semplicità e, soprattutto verso la fine della sua vita. Sul tema della variazione: Il tema della variazione è fondamentale per l'organizzazione della mostra. Alcuni gruppi di opere incluendo i versioni da Picasso delle Donne d Algeri di Delacroix e tutta la serie dedicata al Pittore e il suo modello rappresentano le sequenze delle proprie variazioni dell'artista su un tema particolare. Queste tematiche notevoli, con 4, 6 e 12 quadri che mescolano diversi periodi dell'artista, sono costruite come una composizione musicale con le sue variazioni e il suo preludio. Essi mostrano come l'artista ha fatto cambiare nel corso del tempo il suo approccio e il trattamento di questi problemi ", spiega Jean-Louis Andral, sostenuto da Helly Nahmad entusiasto:" Penso che invece di avere una tabella che rappresenta ogni periodo, è anche interessante vedere venti dipinti della stessa settimana, perché a quel tempo, ammirando tale serie, si capisce meglio lo sviluppo artistico ; cosi siamo riusciti ad andare nella testa dell'artista, ci inserisciamo nella sua mente come se stessimo guardando lui a dipingere nel suo studio. In quest ottica, l esempio più clamoroso è costituito dalla serie di quadri ispirati al Manet del Déjeuner sur l herbe acquistati praticamente non appena Picasso aveva finito di dipingerli, e da allora sempre rimasti nella collezione Nahmad. Si possono ammirare nella mostra del Grimaldi Forum. 9

9 La famiglia Nahmad, 50 anni al servizio dell arte La famiglia Nahmad è originaria di Aleppo in Siria dove avevano una piccola banca. Dopo la seconda guerra mondialela situazione politica scuote Aleppo, si fa tanto tesa da costringere la famiglia a trasferirsi a Beirut dove nascono Ezra e David, nel 1945 e nel 1947 rispettivamente. La capitale libanese è una città molto vivace, molto cosmopolita, aperta alla mescolanza delle culture e delle religioni. I piccoli Nahmad vi trascorrono un infanzia felice. Il padre Hillel è il tipico patriarca conosciuto, amato e rispettato, del quale si apprezzano il senso dell umorismo e la sua rispettabilità in seno a tutte le comunità. La moglie, Mathilde, è una mamma a tempo pieno che si dedica anima e corpo ai figli con una mentalità e un modo di fare estremamente europei. I genitori creano un ambiente stabile per la famiglia, improntato al valore del lavoro e della sicurezza di sé, una vita con i piedi per terra ma spiritualmente ricchissima. La famiglia rimane in Libano per diversi anni, fino al E allora che la tragedia si abbatte sulla famiglia: il figlio maggiore, Albert, che aveva già lasciato la famiglia da adolescente e aveva intrapreso una promettente carriera in banca, muore in un incidente aereo in America Latina. Questa drammatica vicenda, aggravata dall incertezza del clima politico nel paese, induce i Nahmad a partire per Milano, dove si era già stabilito il figlio Joseph, destinato a diventare collezionista d arte. Ezra e David all epoca sono ancora adolescenti, tutti presi dalla scoperta di una città in pieno fermento culturale che si manifesta attraverso il cinema, il glamour e un panorama artistico molto dinamico. Joseph dal canto suo inizia ad avere successo nel mondo degli affari, effervescente per la ripresa del dopo guerra e l emergere di un mondo moderno che inizia a prendere forma. Adora le automobili italiane così eleganti, le belle case e l arte; soggiorna regolarmente a Portofino e Venezia. Grande lavoratore, è pronto a rischiare, contrariamente al padre che era più conservatore in famiglia. E in questo periodo che si lancia nel collezionismo d arte, nonostante il padre disapprovi tanto che quando al figlio viene rubato un piccolo capolavoro di Gauguin, esclama: Mio figlio non si è fatto derubare a casa propria durante quel ricevimento, ma nel momento stesso in cui ha acquistato quel quadro!. Ma l amore di Joseph per l arte è veramente immenso. Nel suo appartamento di Milano possiede delle opere espressamente commissionate a Lucio Fontana e Wifredo Lam, l artista cubano residente in Italia e Arnaldo Pomodoro. Commissiona delle opere anche a Giorgio de Chirico al quale in seguito sarà legato da un contratto. Conosce tutti e tutto di Milano. E molto socievole, esce spesso e conduce una vita a modo suo bohèmienne. Frequenta delle star come Rita Hayworth ed è noto per il suo buon gusto. Ezra e David sempre hanno dimostrato di essere animati da spirito imprenditoriale. A scuola comprano e vendono torte e caramelle, e in seguito romanzi inglesi ai marinai americani di stanza al porto di Beirut. A Milano vanno fuori dallo stadio di San Siro la domenica al termine delle partite di calcio e vendono t-shirt e badge della squadra vittoriosa. Sanno bene come solo i tifosi della squadra vincitrice possano volerne comprare. La loro tattica consiste nel seguire la partita al bar fino 10

10 alla fine del primo tempo per poi azzardare delle congetture sulla squadra vincitrice per stampare in tutta fretta le t-shirt da vendere. Il lavoro fa parte del loro DNA. E il gioco che li diverte più di tutti. Appena quindicenni si fanno prestare del denaro per investirlo in borsa in Italia. Passano talvolta giornate intere a giocare in borsa invece di andare a scuola. Il loro carattere trova così piena espressione. Viene quasi naturale che con le loro doti commerciali unite alla passione per l arte del fratello maggiore, Joseph, in una capitale della cultura come Milano, finiscano per affermarsi nel mercato dell arte. Milano contava all epoca diverse gallerie importanti, nessuna delle quali però aveva contatti con gli artisti internazionali che risiedevano per lo più a Parigi. Anche fare affari tra una città e l altra era difficile. Nessun mercante d arte aveva ancora pensato di recarsi all estero. I fratelli Nahmad capiscono che è un occasione da non lasciarsi sfuggire. Parlano perfettamente diverse lingue e non chiedono altro che di correre qualche rischio. Sono i primi in assoluto a possedere in Italia opere di Picasso, Miro, Kandinsky e Léger. In quest epoca a Milano gli affari si conducevano in stile prettamente italiano! Era tutto un Vi darò uno di questi in cambio di uno di quelli e la metà con assegno, e pagavano sei mesi dopo. Era un luogo incredibile per imparare I Nahmad ce l hanno fatto, lavorando sodo, assumendosi rischi enormi e con pochissimo capitale. In quel periodo lavorare era appassionante, erano tempi eroici. In occasione della mostra a Roma del pittore cubista Juan Gris organizzata da Daniel-Henri Kahnweiler, leggendario mercante d arte parigino, acquistano due dipinti dell artista e un anno dopo, recatisi alla galleria Louise Leiris di Parigi, incontrano finalmente Kahnweiler in persona. Quando quest ultimo scopre che sono questi due giovani ad aver acquistato i dipinti del suo pittore cubista preferito, i loro rapporti prendono una piega idilliaca. Kahnweiler si congratula per la loro energia, la loro gioventù, il loro coraggio e, ovviamente, il loro amore per Gris! Un amore autentico. Kahnweiler si meraviglia che i Nahmad siano tanto diversi da altri professionisti del mondo dell arte a Parigi. Permette loro di avvalersi dei suoi eccellenti contatti con gli artisti e i musei. In segno di buona volontà ma soprattutto per dimostrare di essere persone serie, i due giovani affermano di volersi attenere al principio paghiamo subito, contrariamente agli usi e costumi Italiani dove ciascuno pagava quando voleva. Ma Kahnweiler risponde loro: Prendete i quadri e pagate tra sei mesi!. Ripartono quindi per Milano portando con sé sia i quadri che il denaro In Italia di opere di Picasso non se ne trovano sul mercato, il ché equivale a dire che esiste una domanda reale e questo li spinge a non perdere tempo. Un giorno, dopo aver acquistato una tela importante di Picasso, decidono di ritornare subito a Milano guidando per tutta la notte. Visto che il dipinto è molto grande e non ci sta nel bagagliaio della loro Mini Morris, lo legano sul tetto dell automobile. Arrivati a Milano, scoprono con orrore che il quadro non c è più: se n è volato via lungo la strada! Ripercorrono a ritroso l itinerario appena percorso e per miracolo, ritrovano il dipinto indenne, appoggiato sull erba della banchina che costeggia la carreggiata! Si era così definitivamente delineato il corso che avrebbe avuto la loro vita negli anni a venire, tanto che molte delle opere che oggi si ammirano nella maggior parte dei musei e delle collezioni è stata acquistata e venduta proprio da loro. Da Kahnweiler acquistano i cubisti, Picasso, Braque, Léger e Gris. Dai Maeght 11

11 acquistano opere di Giacometti, Miro e Kandinsky. Sono questi i loro artisti preferiti. Viaggiano in continuazione. Kahnweiler dà loro questa incredibile opportunità, perché riconosce in questi ragazzi un entusiasmo per il lavoro e dei valori sani che gli ricordano sé stesso e i tanti viaggi compiuti. Si è davvero affezionato a David e Ezra che vivono tutto questo periodo come una grande avventura. In questo periodo Picasso era impegnato a lavorare al sua celebre serie Colazione sull'erba, che la gente potrà vedere nella mostra, che è stata acquistata da loro non appena è stato dipinta da Picasso. Verso la metà degli anni 1960 si recano per la prima volta a New York dove constatano che il mercato è diverso da quello europeo. Vi si trovano ottime gallerie come quella di Pierre Matisse (figlio di Henri Matisse), Klaus Perls e Sydney Janis. I fratelli Nahmad conoscono i più importanti collezionisti del XX secolo del mondo intero. Passano anni durante i quali comprano e vendono i dipinti delle collezioni di André Meyer, André Lefèvre, Henry Havemeyer, Henry Ford, Alfred Barr, Douglas Cooper, Roland Penrose, Edward James, del Barone Thyssen e di Peggy Guggenheim, solo per citarne alcuni! All inizio degli anni 1970 la situazione inizia a cambiare a Milano, con la crisi petrolifera e le Brigate Rosse comuniste. Inizia una fase di grande instabilità. E in questo periodo che pensano di trasferirsi a Monaco dove i loro genitori trascorrono molto tempo e dove si sarebbero potuti ritrovare tutti insieme. Avendo viaggiato ovunque, parlano molte lingue e hanno accumulato un esperienza enorme, diventando a pieno titolo i protagonisti del settore, con una conoscenza globale del mondo dell arte. Sono tra coloro che gettarono le basi della scena artistica internazionale, così come la conosciamo ora. E in questo periodo che decidono di dare una svolta alla loro carriera, acquistando unicamente i quadri migliori allo scopo di costituire una collezione permanente da condividere con il pubblico. Il successo dei due fratelli al servizio dell arte per oltre cinquant anni, prosegue ancora ai giorni nostri. 12

12 I CURATORI JEAN-LOUIS ANDRAL Jean-Louis Andral è direttore del Museo Picasso di Antibes; dal 1990 al 2001 aveva ricoperto il ruolo di curatore del Musée d Art Moderne di Parigi. Ad Antibes dal 2006 al 2008 ha diretto gli interventi di restauro del Museo Picasso, durante i quali ha organizzato una mostra itinerante della collezione con tappe in cinque diverse sedi espositive in Europa e Canada. Come evento per celebrare la fine dei restauri nel 2009 ha organizzato la mostra Picasso, : l ère du renouveau; nel 2011 in collaborazione con l Art Institute di Chicago e il CICRP ha organizzato a Marsiglia il congresso Picasso Express, sul tema dell utilizzo da parte di Picasso e di vari altri artisti, dei colori industriali. Nella primavera del 2012, ha organizzato ad Antibes la mostra Une moderne antiquité, Picasso, De Chirico, Léger, Picabia, realizzata in collaborazione con il J. Paul Getty Museum di Los Angeles. MARILYN McCully Marilyn McCully vive a Londra ed è un esperta apprezzata nell arte di Picasso e vanta al suo attivo l organizzazione di numerose mostre internazionali e un considerevole numero di pubblicazioni sull artista, la sua opera e la sua formazione in Spagna. E stata la prima esperta a organizzare una mostra importante dedicata ai pezzi unici in ceramica creati da Picasso (Royal Academy of Arts, Londra e Metropolitan Museum, New York, ), ed è stata anche la mente e il braccio di molte altre mostre sulle ceramiche di Picasso a Ferrara, Malaga e in Giappone (Expo 2005 Aichi). E stata inoltre co-curatrice di una mostra dedicata a tre decenni di disegni di Picasso, tenutasi al Frick Museum di New York nel Si occupa attualmente di una ricerca sulla corrispondenza e gli scritti di Picasso, tradotti per l occasione per la prima volta in inglese. MICHAEL RAEBURN Michael Raeburn è scrittore, editore, ideatore e produttore di libri e di cataloghi illustrati. Ha seguito la pubblicazione dei cataloghi per diversi musei tra cui la Hayward Gallery di Londra, il Sainsbury Centre of Visual Arts di Norwich, il Walk Museum a Leicester, il Metropolitan Museum of Art di New York, il Minneapolis Museum of Art, il Denver Art Museum, il Palazzo dei Diamanti a Ferrara, il Sakip Sabanci Müzesi di Istanbul e l Auckland City Art Gallery. E autore di molti testi sull arte, l architettura, il design e la musica, tra cui Chronicle of Opera. Si occupa attualmente di un volume sull artista americano Joseph Glasco. Marilyn McCully e Michael Raeburn hanno collaborato su diversi volumi, tra cui Picasso s Picasso (Londra, 1981), Ceramics by Picasso (Parigi, 1999), Picasso: Scolpire e Dipingere la Ceramica (Ferrara, 2000) e Loving Picasso: The Private Journal of Fernande Olivier (New York, 2001). 13

13 LA SCENOGRAFIA CECILE DEGOS Scenografa e museologa, vive e lavora a Parigi. Diplomata in Scenografia all Ecole Nationale des Arts Décoratifs ENSAD - nel 1997, ha collaborato in seguito con Richard Peduzzi, con il quale Cécile Degos ha realizzato numerose creazioni scenografiche e museografiche. Citiamo tra altri per la lirica: Mahagonny per il Festival di Salisburgo, con la regia di Peter Zadek, Angels in America al Théâtre du Châtelet, con la regia di Philippe Calvario con Barbara Hendricks e Julia Migenes. Nei musei: Surrealism: 2 privates eyes al Guggenheim Museum, New York, che esponeva la collezione privata di Daniel Filipacchi, Chardin al Grand Palais con Pierre Rosenberg, Nijinsky, Arnold Böcklin al Musée d Orsay, L a Cité Idéale alle Salines Royales d Arc-et- Senans. Negli ultimi dieci anni Cécile Degos ha collaborato con diversi musei, quali il Louvre, il Musée d Art Moderne, il Centre Pompidou-Metz, il Musée d Orsay, e altri ancora, su temi sia classici che contemporanei. Per i musei ha creato tra l altro, John Soane presso gli Archives Nationales di Parigi, L Art Russe au XIXème siècle e l Art du Calotypes al Musée d Orsay, Mantegna e Antiquité Rêvée presso il Louvre, CHIRICO, DEADLINE, DYNASTY, GENERAL IDEA, VAN DONGEN e BASQUIAT che le è valso il premio Globe de cristal per la migliore mostra nel 2010 al Musée d Art Moderne di Parigi. MICRO MANIA alla Gagosian Gallery a Parigi, SOL LEWITT al Centre Pompidou-Metz per tutto l anno Sua è la firma nel 2012 di L ART EN GUERRE al Musée d Art Moderne di Parigi e YUE MINJUN presso la Fondation Cartier, e nel 2013 L ART EN GUERRE al Guggenheim Museum di Bilbao e KEITH HARING al Musée d Art Moderne di Parigi. Cécile Degos ha collaborato con molti teatri di prosa e di lirica. Tra le scenografie che portano la sua firma: L Enlèvement au Sérail avec Miquel Barcelo in occasione del Festival d Aix-en-Provence, Moscou, Quartier des Cerises e La Veuve Joyeuse all Opéra di Lione, Les Etourdis, L Affaire de la rue de Lourcine e La Méchante Vie al Théâtre de Nîmes, Mozart Short Cuts al Grand Théâtre du Luxembourg e alla Cité de la Musique di Parigi, Era la Notte con Anna Caterina Antonacci al Théâtre des Champs Elysées e all Opéra Royal di Versailles. Ha creato inoltre le scene in collaborazione con Dante Ferretti per l opera The Fly con la regia di David Cronenberg, e Placido Domingo come direttore al Théâtre du Châtelet e all Opéra di Los Angeles; Magdalena con Kate Whoriskey e Derek McLane al Théâtre du Châtelet e Rêve d Automne con R. Peduzzi, regia di Patrice Chéreau al Théâtre de la Ville. Lo stile essenziale di Cécile Degos si distingue per la sua eleganza, per la purezza delle prospettive e delle linee che consentono una lettura su più livelli e un architettura sempre ariosa. Lavora spesso con i pieni e i vuoti realizzati attraverso un architettura a sé state, visibilmente discosta dalle pareti. 14

14 IL PERCORSO SCENOGRAFICO Il concept scenografico della mostra riprende la tessitura architettonica dell edificio pur distaccandosene totalmente. La composizione delle quinte è concepita in modo da creare delle prospettive per permettere raffronti e confronti tra le opere, privilegiando sempre però un percorso essenziale e arioso. La scenografia è concepita in modo che ognuna delle mostre segua un suo percorso autonomo, assolutamente fluido, con delle aperture e delle prospettive che consentono di affacciarsi sull altra esposizione. Lungo tutto il percorso, l architettura dello spazio è ritmata dalla collocazione delle quinte decisamente distaccate dalle pareti, per delimitare le distinte sezioni della mostra. La scelta di non creare una parete continua consente di godere di visuali, confronti e prospettive sull altra sezione, mentre è invece senza soluzione di continuità la sporgenza alla base delle quinte che assicura la distanza di rispetto dei visitatori. Il ritmo dei rimandi e delle prospettive è costante lungo tutto il percorso, e la scelta delle opere da mettere a confronto o in parallelo è stata effettuata in stretta collaborazione con i curatori. In questa scenografia il gioco di pieni e vuoti definisce il ritmo e il respiro del percorso scenografico costellato da elementi curvi. Un ampia sala ovale accoglie il visitatore e dà accesso a entrambe le sezioni della mostra. 15

15 QUALCHE SCORCIO DELLA SCENOGRAFIA 16

16 BIOGRAFIA DI PABLO PICASSO Pablo Ruiz Picasso nasce nel 1881 nel porto andaluso di Malaga, nella Spagna meridionale. Il padre, José Ruiz Blasco, era un pittore e il curatore del museo locale, mentre da parte della famiglia materna, i Picasso vantavano ascendenze italiane. A diciannove anni Picasso adotta il cognome della madre. Fin dall infanzia, Pablo manifesta un talento eccezionale in campo artistico, tanto che la famiglia lo indirizza verso lo studio dell arte presso diversi istituti, prima a La Coruña dove il padre insegna disegno dal 1891 a l 1895, poi a Barcellona dove la famiglia si stabilisce nel 1895, e infine dal 1897 al 1898 a Madrid dove frequenta la rinomata Academia de San Fernando. In conseguenza di un periodo di malattia, abbandona gli studi artistici per intraprendere la carriera di grafico a Barcellona. La prima mostra personale dove espone i disegni a colori raffiguranti dei pittori e degli scrittori amici suoi, si tiene all inizio del 1900 presso Els Quatre Gats, un cabarè frequentato da artisti bohèmien. Picasso giunge a Parigi per la prima volta nell ottobre del 1900 per visitare l Esposizione Universale alla quale era esposta una delle sue tele, Science et Charité (Museo Picasso, Barcellona) nella sezione spagnola dell esposizione. Durante il suo breve soggiorno nella capitale francese, alcuni amici spagnoli lo introducono nell ambiente artistico di Montmartre, offrendogli così l occasione di vendere alcuni quadri e disegni a diversi collezionisti. Rientra in Spagna per trascorrervi l inverno ma è nuovamente a Parigi per la sua prima importante mostra alla galleria Ambroise Vollard nel giugno del Alterna soggiorni in Spagna e in Francia per alcuni anni durante i quali i temi della sua pittura si focalizzano sulla povertà e l alienazione sociale; questa fase della sua carriera artistica è conosciuta come il periodo blu. Non tarda a rendersi conto che il suo futuro d artista lo attende a Parigi. Nel 1904 Picasso si stabilisce al Bateau-Lavoir, una casa fatiscente nella parte alta di Montmartre dove il suo atelier diventa luogo di incontro per altri giovani artisti o scrittori emergenti. Inizia una relazione con la modella Fernande Olivier con la quale convive fino al La palette dei suoi dipinti passa dalla prevalenza dei blu a una prevalenza dei rosa che danno risalto sia alla rappresentazione poetica di arlecchini e acrobati che alla qualità scultorea dei suoi nudi. Il suo stile si evolve rapidamente e nel 1907 dipinge il suo primo straordinario capolavoro, Les Demoiselles d Avignon (The Museum of Modern Art, New York), opera per la quale fu riconosciuto come leader assoluto dell avanguardia pittorica. Solo raramente Picasso lavorava insieme ad altri pittori, salvo qualche eccezione come dimostra la sua collaborazione con l artista francese Georges Braque. Dal 1908 fino allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, trascorrono molto tempo insieme, concependo un nuovo approccio radicale e cubista della rappresentazione pittorica degli oggetti nello spazio. Nel 1912, applicano sui propri disegni dei fogli di carta stampati, creando così dei collage. Inizia una nuova fase dello sviluppo del loro cubismo. Sebbene risieda a Parigi durante gran parte del primo conflitto mondiale, Picasso viene invitato a collaborare con i Balletti Russi di Diaghilev per la produzione di Parade e all inizio del 1917 si reca in Italia per disegnare le scenografie e i costumi del balletto. Nella troupe di ballerini russi, conosce Olga Khokhlova che sposa 17

17 l anno successivo. Si stabiliscono in un appartamento in Rue de la Boétie a Parigi, una via elegante della Rive Droite, accanto a dove abita Paul Rosenberg che sarebbe diventato il mercante d arte di Picasso negli anni 1920 e Nel 1921 nasce il figlio Paulo. Nelle opere del dopoguerra Picasso sviluppa ulteriormente le idee e i formati cubisti concentrandosi essenzialmente sulla rappresentazione di nature morte e sui ritratti della moglie. Insieme a Olga inizia a trascorrere l estate al mare, dove ritorna anno dopo anno. Sono anni di svolta nella sua produzione artistica in cui appaiono anche soggetti inediti e in modo particolare quello dei bagnanti sulla spiaggia. Un ritorno al classicismo tramite le forme monumentali e alcune tecniche pittoriche adottate, come l uso dei pastelli e la sanguigna, costituisce un aspetto importante dell evoluzione del maestro nei primi anni Dalla metà degli anni 1920, l opera di Picasso che ora suscita l ammirazione sconfinata dei surrealisti, affronta temi molto violenti ed erotici, con modalità anch esse conturbanti e cariche di aggressività. Cambia, per esempio, il tema dei bagnanti. Nel quadro del 1925 intitolato Le Baiser (Museo Picasso, Parigi), l uso di colori vibranti, di distorsioni e di un accentuato intrecciarsi delle membra degli amanti, esprime tutta la violenza e l aggressività del rapporto. Il 1927 è l anno dell incontro tra l artista e la diciassettenne Marie-Thérèse Walter che diventerà la sua amante. La figlia della coppia, Maya, nasce nel Picasso acquista nel 1930 il castello di Boisgeloup, a nord ovest di Parigi, che ospita anche, nelle parti esterne dell edificio, il suo nuovo atelier di scultura. Da allora in poi realizza monumentali sculture di gesso, ispirate dal voluttuoso corpo di Marie- Thérèse. I quadri raffiguranti la sua amante vengono esposti al pubblico in una retrospettiva della sua opera, tenutasi nell estate del 1932 presso la galleria Georges Petit di Parigi e poi in autunno, alla Kunsthaus di Zurigo. Sempre in questo periodo Picasso si dedica con passione alla tecnica dell incisione e realizza alcune serie litografiche importanti, come le illustrazioni per Le Chef d œuvre inconnu de Balzac (1931), le Métamorphoses di Ovidio (1931) e le cento incisioni per la Suite Vollard ( ). Molte di queste opere hanno come soggetto la modella e l artista rappresentati nell atelier. Dopo i viaggi in Spagna con la moglie e il figlio nel 1933 e 1934 (ultimo suo viaggio nel paese natale), Picasso si concentra sul tema della corrida che estende a quello del Minotauro (il mostro composto da una testa di toro su di un corpo umano). Il Minotauro e Marie- Thérèse assumono un ruolo sempre crescente nel suo corpus di opere grafiche per l immaginario personale dell artista. Dopo la separazione da Olga nel 1935, l artista dedica la maggior parte del tempo alla scrittura di poesie libere da schemi metrici, una pratica che continuerà soprattutto nei trent anni successivi con diverse opere teatrali. Nel 1936 conosce la fotografa Dora Maar che diventa la sua compagna di vita. La cerchia delle sue conoscenze annovera poeti, scrittori e un certo numero di fotografi tra cui, in particolare, il mentore di Dora Maar, Man Ray. Nell estate del 1939 risiedono entrambi nello studio di Man Ray ad Antibes dove Picasso dipinge Pêche de Nuit à Antibes (The Museum of Modern Art, New York). 18

18 Nel 1937 Picasso dipinge Guernica (Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia, Madrid) nel nuovo atelier di Parigi in Rue des Grands-Augustins dove lo assiste Dora Maar che fotografa le varie fasi della realizzazione di questo dipinto di dimensioni colossali. Guernica, che ricorda il bombardamento della città, capitale storica della nazione basca, è esposto nell estate dello stesso anno nel Padiglione della Repubblica spagnola all Esposizione Universale di Parigi. Nei dipinti, nei disegni e nelle incisioni preparatorie di Guernica, Dora Maar è raffigurata da Picasso con le sembianze di una donna in lacrime. Dopo la dichiarazione di guerra del 1939, Picasso e Dora Maar si trasferiscono a Royan, sulla costa atlantica, dove già si trovano Marie-Thérèse e Maya. Picasso e Dora Maar ritornano a Parigi l anno seguente dove rimangono per tutta la durata della guerra. Le privazioni del tempo di guerra riecheggiano nelle nature morte e nei molti angosciosi ritratti di Dora che, qualche anno più tardi, cadrà in depressione. Nel 1943, Picasso riceve nel suo atelier parigino la visita di una giovane pittrice, Françoise Gilot che farà la sua comparsa nei quadri del maestro già alla fine dello stesso anno. Diventerà la sua compagna di vita per i dieci anni successivi e gli darà due figli, Claude (nato nel 1947) e Paloma (nata nel 1949). Dopo la fine della guerra, Picasso e Françoise Gilot partono per il Midi della Francia. Soggiornano per parte dell anno 1946 ad Antibes, dove Picasso dipinge il Castello Grimaldi (Museo Picasso, Antibes). Françoise Gilot appare nel quadro di grandi dimensioni La Joie de Vivre (Museo Picasso, Antibes) dipinto da Picasso durante il soggiorno ad Antibes, con le sembianze di una ninfa che danza tra fauni e centauri. L anno seguente Picasso inizia a lavorare per la fabbrica di ceramica Madoura di Vallauris, dove acquista nel 1948 la villa La Galloise che domina la città. Picasso e Françoise Gilot per qualche anno vivranno tra Parigi e Vallauris. Nel dopoguerra e in particolare a Vallauris, Picasso rende ufficiale la sua adesione al Mouvement de la Paix di ispirazione comunista. La fusione in bronzo della sua scultura Homme avec un mouton (1943) viene collocata in centro a Vallauris. La cerimonia di inaugurazione è presieduta dai rappresentanti locali del partito comunista. In seguito la cappella medievale che Picasso decora a Vallauris, verrà considerata il tempio della pace. Nel 1953, Françoise Gilot abbandona Picasso e porta con sé i figli. L artista inizia quindi una relazione con Jacqueline Roque Hutin, conosciuta alla fabbrica Madoura che diventerà la sua seconda moglie. Lasciano il Midi della Francia per stabilirsi nell autunno del 1954 nell atelier di Rue des Grands-Augustins, dove si dedica a una serie di variazioni sul tema delle Femmes d Alger, ispirate in parte dalla somiglianza di Jacqueline con una delle donne del quadro, ma spinto anche dalla morte del pittore Henri Matisse occorsa nello stesso anno. Picasso dirà, Matisse mi ha lasciato le sue odalische. Jacqueline e Picasso si stabiliscono definitivamente in Costa Azzurra nel A Villa Californie, sopra Cannes, l artista organizza i diversi atelier necessari per dedicarsi alla pittura, alla scultura, all incisione e alla ceramica. L edificio risalente alla Belle Epoque e il lussureggiante giardino di fronte all atelier principale al piano terra, gli ispirano la serie che l artista definisce i paesaggi interiori. Durante l estate i figli di Picasso e la figlia di Jacqueline vengono a stare nella villa e la loro presenza trova eco nella sua arte. 19

19 Picasso raggiunge l apice della celebrità durante i soggiorni a Cannes, dove viene spesso fotografato a Villa La Californie o alle corride di Arles cui Picasso assiste in compagnia di Jacqueline e della sua cerchia di amici. E in questo periodo che il tema della corrida ricompare nelle sue opere e in particolare nelle incisioni e nelle ceramiche. Alla fine del 1958, Picasso acquista il Castello di Vauvenargues, ai piedi della montagna di Sainte Victoire, dove lui e Jacqueline si rifugiano per sfuggire alla frenetica vita di Cannes. E lì che Picasso ospita la sua personale collezione d arte che comprende dipinti di Cézanne, Matisse, Derain e Rousseau. Negli ultimi anni di vita, Picasso si cimenta in molti e diversi ambiti artistici. Insieme all incisore di Vallauris, Hidalgo Arnera, con il quale collabora per creare i manifesti delle corride per la città di Vallauris e delle ceramiche, mette a punto un processo sofisticato di linoincisione. Peraltro Picasso e Lionel Prejger, proprietario di una piccola impresa di ferrivecchi e tubi metallici a Vallauris, collaborano per la realizzazione di sculture in latta ritagliata sulla base dei modellini originali realizzati da Picasso in carta. L artista collabora anche con il norvegese Carl Nesjar per realizzare delle sculture in cemento sulle quali sono incisi con la tecnica della sabbiatura i disegni di Picasso. Verso la metà degli anni 1960 infine, Picasso avvia una feconda collaborazione con i maestri incisori Piero e Aldo Crommelynck per la realizzazione di incisioni all acquaforte e delle acquatinte. Picasso e Jacqueline si sposano nel 1961 e si trasferiscono Notre-Dame-de-Vie a Mougins dove il maestro apre il suo ultimo atelier. Nei suoi ultimi dieci anni di vita si muove poco e solo per recarsi di quando in quando a Vauvenargues. In questo periodo crea prevalentemente delle serie di tele che sono variazioni di opere degli antichi maestri, soprattutto Cranach, Poussin, David, Rembrandt, Vélasquez e Manet. Alcuni dei suoi soggetti preferiti sono il moschettiere e spesso le donne per le quali si ispira alla costante presenza di Jacqueline. Anche in queste sue opere tarde (fino al 1972), ricorrono ancora numerosi i riferimenti alla sua giovinezza in Spagna oppure il tema della vecchiaia e della morte. Le ultime retrospettive sulle opere di questi anni si tennero al Palais des Papes di Avignone (1970 e 1973). Commentando la mostra di Avignone, il suo biografo Pierre Daix scrive: E tipico di lui, penso, che la sua ultima mostra sia tanto sconcertante e scioccante e che dimostri tanta avversione per qualsivoglia convenzione, persino quelle più attuali. E anche una testimonianza della continuità della sua vita di pittore. Tutte le diverse fasi della sua evoluzione artistica finiscono per essere coinvolte nel perenne conflitto che combatte con tutti i materiali. Sia a due che a tre dimensioni, permane l impronta della forma imposta dall atto creativo (Pierre Daix, L arrière-saison de Picasso ou l art de rester à l avant-garde. XXe Siècle (dicembre 1973). L artista si spegne a Notre-Dame-de-Vie l 8 aprile 1973 all età di novantun anni. Viene sepolto nel giardino di fronte al castello. La tomba è decorata con un bronzo di una sua scultura, Femme avec un vase (1933) che inizialmente era stata esposta (in gesso o in cemento) di fronte al padiglione della Repubblica Spagnola all Esposizione Universale di Parigi nel Marilyn McCully 20

20 Cronologia 1881 nasce a Malaga, Spagna Prima esposizione di 150 ritratti a Barcellona. Parte per Parigi e l anno successivo inizia il periodo blu Periodo rosa Les Demoiselles d Avignon segna la nascita del cubismo Conosce Olga Kokhlova. Inizia il periodo neoclassico Nasce il figlio Paul, avuto da Olga Conosce Marie-Thérèse Walter. Nel 1935 nasce la figlia Maya Conosce Dora Maar Dipinge Guernica. Les Demoiselles d Avignon è acquistato da The Museum of Modern Art di New York e 1946 Retrospettive al MoMA Conosce Françoise Gilot Nasce Claude, figlio di Françoise Gilot. Si trasferisce a Vallauris dove si dedica alla ceramica Nasce Paloma, figlia di Françoise Gilot Conosce Jacqueline Roque, con la quale si stabilisce a Mougins nelle Alpi Marittime Si inaugura il Museu Picasso di Barcellona, 1973 Muore a Mougins. 21

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 -

- GIOVEDÌ 9 APRILE DOMENICA 19 APRILE 2015 - COMUNICATO STAMPA PRESENTAZIONE DI UN ECCEZIONALE INSIEME DI CREAZIONI DI JEAN PROUVÉ E DI UNA SELEZIONE DI GIOIELLI E OROLOGI DA COLLEZIONE CHE SARANNO PROPOSTI NELLE PROSSIME ASTE. - GIOVEDÌ 9 APRILE

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Oltre che alla grande visibilità pubblica degli avvisi murali scritti, dei manifesti e

Oltre che alla grande visibilità pubblica degli avvisi murali scritti, dei manifesti e Piccola ma efficace 134 L ALtrA réclame: CArtOLINE, CALENDArIEttI, FIGUrINE, OPUSCOLI Nella pagina a fronte, dall alto in senso orario: blocco per annotazioni e corrispondenza delle Generali destinato

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa SCIENZE La genetica ED.FISICA Il doping TECNOLOGIA L automobile e la Ford ED.ARTIST. Il cubismo e Braque STORIA Gli anni 20 negli Usa GEOGRAFIA Gli Usa ITALIANO Il Decadentis mo e Svevo INGLESE ED.MUSICA

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE

I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE I Luoghi dell Amore VISITE GUIDATE 13 15 febbraio 2015 www.bolzano-bozen.it Anche quest anno, dal 13 al 15 febbraio, Bolzano festeggia San Valentino con gli appuntamenti de I Luoghi dell Amore, un viaggio

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

El lugar de las fresas

El lugar de las fresas El lugar de las fresas Il luogo delle fragole Un anziana contadina italiana dedita al lavoro, un immigrato marrocchino appena arrivato in Italia, una giovane cineasta spagnola; Da un incontro casuale al

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima Boccasile e altri 110 L ANONImA GrANDINE NEGLI ANNI trenta Nella pagina a fronte, dall alto in senso orario: manifesto con disegno di Ballerio (1935); calendario murale e manifesto con illustrazione di

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

WILHELM SENONER E UNO DI NOI

WILHELM SENONER E UNO DI NOI WILHELM SENONER E UNO DI NOI Dopo l installazione presso il Padiglione Italia di Torino in occasione della 54 Biennale d Arte di Venezia, una nuova metafora della condizione umana rappresentata dal lavoro

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012

GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012 GRUPPO TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2011-2012 Che gibilée per quatter ghej! Con tutt el ben che te voeuri Il mercante di schiavi Qui si fa l Italia L ultimo arrivato e tutti sognano Chi la fa la spunti Chi

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

Le interfacce aptiche per i beni culturali

Le interfacce aptiche per i beni culturali Le interfacce aptiche per i beni culturali Massimo Bergamasco 1, Carlo Alberto Avizzano 1, Fiammetta Ghedini 1, Marcello Carrozzino 1,2 1PERCRO Scuola Superiore Sant Anna, Pisa 2IMT Institude for Advanced

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Dove: Principioattivo Via Melzo 34, 20129 Milano Giorni/Orari apertura: 14/19

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli