INDICE. Introduzione e informazioni pratiche 3. Una mostra, due percorsi tematici 5 Picasso Côte d Azur Picasso dans la Collection Nahmad 7

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. Introduzione e informazioni pratiche 3. Una mostra, due percorsi tematici 5 Picasso Côte d Azur Picasso dans la Collection Nahmad 7"

Transcript

1 CARTELLA STAMPA 2

2 INDICE Introduzione e informazioni pratiche 3 Una mostra, due percorsi tematici 5 Picasso Côte d Azur Picasso dans la Collection Nahmad 7 La famiglia Nahmad, 50 anni al servizio dell arte 9 Presentazione dei Curatori 12 Il percorso scenografico 13 Biografia di Picasso e cronologia 16 I soggiorni di Picasso in Costa Azzurra 21 Immagini per la Stampa 27 Il Grimaldi Forum 37 I Partner 39 3

3 INTRODUZIONE Quest estate il Grimaldi Forum crea l evento con la mostra Monaco festeggia Picasso, una produzione che rende omaggio al 40 anniversario della scomparsa di questo artista di fama internazionale. Il Grimaldi Forum Monaco vuole offrire una panoramica della sua produzione artistica da una prospettiva insolita, rivelando non solo i suoi forti legami con la Costa Azzurra, ma anche una selezione eccezionale di grandi opere provenienti da una straordinaria collezione privata. Due percorsi tematici modulano la mostra attraverso oltre 150 opere: Picasso Côte d'azur conduce i visitatori nei dintorni di Antibes-Juan-les-Pins, Golfe-Juan, Mougins, Cannes, una regione dove Pablo Picasso tanto amava soggiornare d estate, tra il 1920 e il 1946, e dove la luce mediterranea, il mare e la costa furono per lui fonte di ispirazione diretta. Picasso dans la Collection Nahmad mette in luce i capolavori dell artista che occupano un posto di rilievo in questa collezione unica al mondo, in termini di quantità e qualità delle opere, costituita da Ezra e David Nahmad negli ultimi cinquant anni. I curatori che hanno collaborato alla realizzazione della mostra sono Jean-Louis ANDRAL, Direttore del Museo Picasso di Antibes, Marilyn McCULLY, apprezzata esperta di Picasso, e lo scrittore Michael RAEBURN, che ha collaborato con essa in diverse pubblicazioni dedicate a Pablo Picasso. 4

4 INFORMAZIONI PRATICHE La mostra Monaco Fête Picasso è prodotta dal Grimaldi Forum Monaco ed è sponsorizzata da Compagnie Monégasque de Banque (CMB), d Amico e Museo Picasso di Antibes. Curatori : Jean-Louis Andral, Marilyn McCully e Michael Raeburn Scenografia : Cécile Degos Sede : Espace Ravel, Grimaldi Forum Monaco 10, avenue Princesse Grace Monaco Sito Internet : Date : dal 12 luglio al 15 settembre 2013 Orari : Aperta tutti i giorni dalle alle Apertura serale tutti i giovedì fino alle Biglietto di ingresso: Intero: 10 Ridotto: Gruppi (più di 10 persone)= 8 - Studenti (con meno di 25 anni, su presentazione di un documento di identità)= 8 - Anziani (con più di 65 anni)= 8 - GRATUITO per i minori di 18 anni Biglietteria Grimaldi Forum Tel Fax e negozi FNAC Cataloghi della mostra A cura di Jean-Louis Andral, Marilyn McCully e Michael Raeburn Picasso Côte d Azur Formato: 24 x 28 cm. 130 illustrazioni. 170 pagine. Edizione bilingue: francese / inglese Prezzo al pubblico: 25 Picasso dans la Collection Nahmad Formato: 24 x 28 cm. 240 illustrazioni. 400 pagine. Edizione bilingue: francese / inglese Prezzo al pubblico: 49 Con i contributi di: Dr. Ina Conzen (Staatsgalerie, Stoccarda), Prof. Neil Cox (Università di Edimburgo), Dr. Susan Galassi (Frick Collection, New York), Prof. Christopher Green (The Courtauld Institute of Art, Londra) e Brigitte Leal (Musée national d art moderne-centre Pompidou) Coedizione: HAZAN/ GRIMALDI FORUM MONACO Uscita: luglio Ufficio relazioni pubbliche per la mostra: Hervé Zorgniotti Tel. : Nathalie Varley Tel.:

5 I) Picasso Côte d Azur UNA MOSTRA, DUE PERCORSI TEMATICI La prima parte della mostra è dedicata alle opere realizzate da Picasso durante i mesi estivi trascorsi ad Antibes - Juan-les-Pins e dintorni, a partire dagli anni 1920, fino a tutti gli anni 1930, e poi ancora nel 1946 allorquando, finita la guerra, l artista ritorna nel Midi della Francia. La selezione dei quadri e dei disegni realizzati in questi periodi, si propone di illustrare come questa sua esperienza si rispecchi nella sua opera e le emozioni suscitate in lui da questo contesto estivo in quegli anni. La luce mediterranea, il mare e la costa rappresentarono per l artista una fonte immediata di ispirazione come pure tutte le tradizioni artistiche della regione: dalla mitologia ai temi classici a cui il pennello dell artista infuse vita nuova. Vi era giunto spinto dal desiderio di allontanarsi da Parigi con la famiglia durante l estate, ma non tardò a rendersi conto di quanto le colline, gli alberi e il mare gli ricordassero la natia Spagna, un identificazione con il paesaggio che ebbe certamente un ruolo importante nella sua produzione artistica. Tra il 1920 e il 1939, Picasso soggiornò in Costa Azzurra quindici volte, compresa una breve visita a MonteCarlo nella primavera del 1925, quando insieme alla moglie, l ex danzatrice Olga Khokhlova, furono invitati da Serge de Diaghilev ad assistere a un nuovo spettacolo prodotto dai Balletti russi. Fino al 1933 la famiglia Picasso soggiornò nelle ville che affittava per lo più nei dintorni di Juan-les-Pins. Negli anni precedenti la seconda guerra mondiale, dopo la separazione da Olga, tranne un breve soggiorno nel 1936 a Juan-les-Pins con la sua amante Marie-Thérèse Walter e la loro figlioletta Maya, Picasso trascorse i mesi estivi a Mougins con Dora Maar e un gruppo di amici per poi stabilirsi nell atelier del fotografo Man Ray ad Antibes nei mesi di luglio e agosto del Il genere di opere che Picasso realizzava durante queste vacanze, dipendeva per lo più dallo spazio disponibile per lavorare e dal materiale che poteva portare con sé, soprattutto quando, in occasione dei primi soggiorni, vi arrivava in treno. Si spiega così in parte il numero considerevole di disegni, spesso più grandi delle sue tele, eseguiti durante quei soggiorni. Infine, a completamento del percorso espositivo che illustra gli anni 1920 e 1930, si potrà visitare il Museo Picasso di Antibes, partner della mostra, che ospita uno degli ultimi esempi della produzione dell artista durante i soggiorni in Costa Azzurra per la villeggiatura, prima di lasciare definitivamente Parigi e aprire il proprio atelier in un primo tempo a Cannes e poi a Mougins. Con oltre cinquanta opere provenienti da musei prestigiosi quali il MoMA e il Guggenheim di New York, lo Stedelijk Museum di Amsterdam, il MNAM-Centre Pompidou di Parigi e molti altri prestiti, per lo più raramente esposti al pubblico in precedenza e provenienti dalla successione Picasso e da collezioni private nazionali e internazionali, questo insieme tematico offre un esauriente panoramica su una produzione intimista dell artista e su i suoi interessi personali in questo periodo. 6

6 Alcuni prestatori Museo Picasso, Antibes Musée de Grenoble Musée National d Art Moderne, Centre Georges Pompidou, Parigi Stedelijk Museum, Amsterdam Redfern gallery, Londra The Penrose Collection, Inghilterra Solomon R. Guggenheim Museum, New York The Museum of Modern Art, New York Nouveau Musée National de Monaco per gentile concessione Opera Gallery Monaco Collezioni private Ludwig Stoffel Collection Richard and Mary L. Gray e The Gray Collection Trust Collection of Michael LaFetra, Los Angeles, California Collection Ezra e David Nahmad Estate Brassaï 7

7 II) Picasso dans la Collection Nahmad Già rivelata in parte nel 2011 alla Kunsthaus di Zurigo in occasione della mostra Miró, Monet, Matisse - La Collection Nahmad, la passione della famiglia Nahmad per l opera di Picasso è arcinota e ha dato vita a una collezione di 200 opere circa che documentano la maggior parte dei periodi artistici del maestro. A Monaco, i 115 capolavori esposti al pubblico per la prima volta, offrono ai visitatori una retrospettiva della sua produzione artistica, attraverso una selezione di opere mirata e di qualità rara, all altezza dell estro per il collezionismo che contraddistingue la famiglia Nahmad. Fin dai primi anni 1960, Ezra e David Nahmad iniziarono a costituire una collezione alimentata sia da valori estetici che commerciali, nella tradizione dei grandi collezionisti del XX secolo. La loro collezione comprende nel complesso i grandi maestri dell arte moderna e contemporanea ma si distingue anche per un patrimonio dedicato più in particolare agli Impressionisti, a Miró e Picasso. Le loro acquisizioni sono tutte frutto di profonde riflessioni, tanto che di alcune opere sono presenti diverse variazioni sul medesimo tema. La collezione della famiglia Nahmad attesta una vera passione per l opera di Picasso e permette, nella seconda parte della mostra, Picasso dans la collection Nahmad, di ammirare per la prima volta una selezione straordinaria delle sue opere. Una delle particolarità di questa collezione infatti, consiste nel coprire quasi tutti i periodi della produzione del maestro, attraverso degli straordinari insiemi di opere, delle serie particolarmente emblematiche, come per esempio quelle degli Ateliers o dei Peintres et son modèle. Conversando amichevolmente a ruota libera, Helly Nahmad, figlio di Ezra Nahmad e Jean-Louis Andral, esprimono le rispettive opinioni sull opera di Picasso, l uno dal punto di vista del collezionista e l altro del curatore della mostra. Racconta Helly Nahmad: A proposito dello spirito della collezione: Nel periodo in cui mio padre e lo zio David vendevano in Italia i primi Picasso, andava maturando in essi anche il loro approccio commerciale, di pari passo con il sempre crescente rispetto e amore che entrambi nutrivano per l artista e le sue opere Quando si ha il privilegio di tenere in mano un Picasso, si vedono le cose in modo ben diverso. Lo stesso dicasi del modo di confrontarsi con i grandi artisti, primo fra tutti Picasso Perché allora si afferma con forza l idea che se si vende, è bene, ma se non si vende, è meglio Con il passare del tempo essi si resero conto che la vendita di un quadro di un grande artista li gratificava sempre meno, proprio perché nel frattempo si erano affezionati all opera Il desiderio di vendere riaffiorava solo quando si trattava di acquistare un opera ancora più importante. Nacque così la loro vocazione a diventare collezionisti e ad arricchire la Collezione. Qualche considerazione sull artista: Il fondo Picasso dei Nahmad, ricco di opere inedite, offre un insieme esauriente che illustra l approccio artistico di Picasso su diversi temi: soggetto o personaggio, natura morta, paesaggio, oltre alle opere che si richiamano alla storia dell arte e 8

8 consentono di cogliere vari aspetti della sua sperimentazione e tutta la sua padronanza delle tecniche del disegno e della pittura. Precisa Helly: Secondo molti, Picasso è la capitale del mondo dell arte, la capitale della storia dell arte, il cuore stesso del mondo dell arte. E un artista che per noi è stato quasi un educatore. La sua freschezza e la sua forza sono paragonabili a un uragano di potenza e creazione, è l apogeo dell arte e quindi l apogeo per noi. Jean-Louis Andral: Quindi è un riferimento costante al vostro rapporto con l arte? Helly «Sì, ci ha addestrato con l'idea della creatività e del lavoro duro: il suo modo di vivere, di pensare e la sua grande intelligenza erano un esempio per noi come la sua semplicità e, soprattutto verso la fine della sua vita. Sul tema della variazione: Il tema della variazione è fondamentale per l'organizzazione della mostra. Alcuni gruppi di opere incluendo i versioni da Picasso delle Donne d Algeri di Delacroix e tutta la serie dedicata al Pittore e il suo modello rappresentano le sequenze delle proprie variazioni dell'artista su un tema particolare. Queste tematiche notevoli, con 4, 6 e 12 quadri che mescolano diversi periodi dell'artista, sono costruite come una composizione musicale con le sue variazioni e il suo preludio. Essi mostrano come l'artista ha fatto cambiare nel corso del tempo il suo approccio e il trattamento di questi problemi ", spiega Jean-Louis Andral, sostenuto da Helly Nahmad entusiasto:" Penso che invece di avere una tabella che rappresenta ogni periodo, è anche interessante vedere venti dipinti della stessa settimana, perché a quel tempo, ammirando tale serie, si capisce meglio lo sviluppo artistico ; cosi siamo riusciti ad andare nella testa dell'artista, ci inserisciamo nella sua mente come se stessimo guardando lui a dipingere nel suo studio. In quest ottica, l esempio più clamoroso è costituito dalla serie di quadri ispirati al Manet del Déjeuner sur l herbe acquistati praticamente non appena Picasso aveva finito di dipingerli, e da allora sempre rimasti nella collezione Nahmad. Si possono ammirare nella mostra del Grimaldi Forum. 9

9 La famiglia Nahmad, 50 anni al servizio dell arte La famiglia Nahmad è originaria di Aleppo in Siria dove avevano una piccola banca. Dopo la seconda guerra mondialela situazione politica scuote Aleppo, si fa tanto tesa da costringere la famiglia a trasferirsi a Beirut dove nascono Ezra e David, nel 1945 e nel 1947 rispettivamente. La capitale libanese è una città molto vivace, molto cosmopolita, aperta alla mescolanza delle culture e delle religioni. I piccoli Nahmad vi trascorrono un infanzia felice. Il padre Hillel è il tipico patriarca conosciuto, amato e rispettato, del quale si apprezzano il senso dell umorismo e la sua rispettabilità in seno a tutte le comunità. La moglie, Mathilde, è una mamma a tempo pieno che si dedica anima e corpo ai figli con una mentalità e un modo di fare estremamente europei. I genitori creano un ambiente stabile per la famiglia, improntato al valore del lavoro e della sicurezza di sé, una vita con i piedi per terra ma spiritualmente ricchissima. La famiglia rimane in Libano per diversi anni, fino al E allora che la tragedia si abbatte sulla famiglia: il figlio maggiore, Albert, che aveva già lasciato la famiglia da adolescente e aveva intrapreso una promettente carriera in banca, muore in un incidente aereo in America Latina. Questa drammatica vicenda, aggravata dall incertezza del clima politico nel paese, induce i Nahmad a partire per Milano, dove si era già stabilito il figlio Joseph, destinato a diventare collezionista d arte. Ezra e David all epoca sono ancora adolescenti, tutti presi dalla scoperta di una città in pieno fermento culturale che si manifesta attraverso il cinema, il glamour e un panorama artistico molto dinamico. Joseph dal canto suo inizia ad avere successo nel mondo degli affari, effervescente per la ripresa del dopo guerra e l emergere di un mondo moderno che inizia a prendere forma. Adora le automobili italiane così eleganti, le belle case e l arte; soggiorna regolarmente a Portofino e Venezia. Grande lavoratore, è pronto a rischiare, contrariamente al padre che era più conservatore in famiglia. E in questo periodo che si lancia nel collezionismo d arte, nonostante il padre disapprovi tanto che quando al figlio viene rubato un piccolo capolavoro di Gauguin, esclama: Mio figlio non si è fatto derubare a casa propria durante quel ricevimento, ma nel momento stesso in cui ha acquistato quel quadro!. Ma l amore di Joseph per l arte è veramente immenso. Nel suo appartamento di Milano possiede delle opere espressamente commissionate a Lucio Fontana e Wifredo Lam, l artista cubano residente in Italia e Arnaldo Pomodoro. Commissiona delle opere anche a Giorgio de Chirico al quale in seguito sarà legato da un contratto. Conosce tutti e tutto di Milano. E molto socievole, esce spesso e conduce una vita a modo suo bohèmienne. Frequenta delle star come Rita Hayworth ed è noto per il suo buon gusto. Ezra e David sempre hanno dimostrato di essere animati da spirito imprenditoriale. A scuola comprano e vendono torte e caramelle, e in seguito romanzi inglesi ai marinai americani di stanza al porto di Beirut. A Milano vanno fuori dallo stadio di San Siro la domenica al termine delle partite di calcio e vendono t-shirt e badge della squadra vittoriosa. Sanno bene come solo i tifosi della squadra vincitrice possano volerne comprare. La loro tattica consiste nel seguire la partita al bar fino 10

10 alla fine del primo tempo per poi azzardare delle congetture sulla squadra vincitrice per stampare in tutta fretta le t-shirt da vendere. Il lavoro fa parte del loro DNA. E il gioco che li diverte più di tutti. Appena quindicenni si fanno prestare del denaro per investirlo in borsa in Italia. Passano talvolta giornate intere a giocare in borsa invece di andare a scuola. Il loro carattere trova così piena espressione. Viene quasi naturale che con le loro doti commerciali unite alla passione per l arte del fratello maggiore, Joseph, in una capitale della cultura come Milano, finiscano per affermarsi nel mercato dell arte. Milano contava all epoca diverse gallerie importanti, nessuna delle quali però aveva contatti con gli artisti internazionali che risiedevano per lo più a Parigi. Anche fare affari tra una città e l altra era difficile. Nessun mercante d arte aveva ancora pensato di recarsi all estero. I fratelli Nahmad capiscono che è un occasione da non lasciarsi sfuggire. Parlano perfettamente diverse lingue e non chiedono altro che di correre qualche rischio. Sono i primi in assoluto a possedere in Italia opere di Picasso, Miro, Kandinsky e Léger. In quest epoca a Milano gli affari si conducevano in stile prettamente italiano! Era tutto un Vi darò uno di questi in cambio di uno di quelli e la metà con assegno, e pagavano sei mesi dopo. Era un luogo incredibile per imparare I Nahmad ce l hanno fatto, lavorando sodo, assumendosi rischi enormi e con pochissimo capitale. In quel periodo lavorare era appassionante, erano tempi eroici. In occasione della mostra a Roma del pittore cubista Juan Gris organizzata da Daniel-Henri Kahnweiler, leggendario mercante d arte parigino, acquistano due dipinti dell artista e un anno dopo, recatisi alla galleria Louise Leiris di Parigi, incontrano finalmente Kahnweiler in persona. Quando quest ultimo scopre che sono questi due giovani ad aver acquistato i dipinti del suo pittore cubista preferito, i loro rapporti prendono una piega idilliaca. Kahnweiler si congratula per la loro energia, la loro gioventù, il loro coraggio e, ovviamente, il loro amore per Gris! Un amore autentico. Kahnweiler si meraviglia che i Nahmad siano tanto diversi da altri professionisti del mondo dell arte a Parigi. Permette loro di avvalersi dei suoi eccellenti contatti con gli artisti e i musei. In segno di buona volontà ma soprattutto per dimostrare di essere persone serie, i due giovani affermano di volersi attenere al principio paghiamo subito, contrariamente agli usi e costumi Italiani dove ciascuno pagava quando voleva. Ma Kahnweiler risponde loro: Prendete i quadri e pagate tra sei mesi!. Ripartono quindi per Milano portando con sé sia i quadri che il denaro In Italia di opere di Picasso non se ne trovano sul mercato, il ché equivale a dire che esiste una domanda reale e questo li spinge a non perdere tempo. Un giorno, dopo aver acquistato una tela importante di Picasso, decidono di ritornare subito a Milano guidando per tutta la notte. Visto che il dipinto è molto grande e non ci sta nel bagagliaio della loro Mini Morris, lo legano sul tetto dell automobile. Arrivati a Milano, scoprono con orrore che il quadro non c è più: se n è volato via lungo la strada! Ripercorrono a ritroso l itinerario appena percorso e per miracolo, ritrovano il dipinto indenne, appoggiato sull erba della banchina che costeggia la carreggiata! Si era così definitivamente delineato il corso che avrebbe avuto la loro vita negli anni a venire, tanto che molte delle opere che oggi si ammirano nella maggior parte dei musei e delle collezioni è stata acquistata e venduta proprio da loro. Da Kahnweiler acquistano i cubisti, Picasso, Braque, Léger e Gris. Dai Maeght 11

11 acquistano opere di Giacometti, Miro e Kandinsky. Sono questi i loro artisti preferiti. Viaggiano in continuazione. Kahnweiler dà loro questa incredibile opportunità, perché riconosce in questi ragazzi un entusiasmo per il lavoro e dei valori sani che gli ricordano sé stesso e i tanti viaggi compiuti. Si è davvero affezionato a David e Ezra che vivono tutto questo periodo come una grande avventura. In questo periodo Picasso era impegnato a lavorare al sua celebre serie Colazione sull'erba, che la gente potrà vedere nella mostra, che è stata acquistata da loro non appena è stato dipinta da Picasso. Verso la metà degli anni 1960 si recano per la prima volta a New York dove constatano che il mercato è diverso da quello europeo. Vi si trovano ottime gallerie come quella di Pierre Matisse (figlio di Henri Matisse), Klaus Perls e Sydney Janis. I fratelli Nahmad conoscono i più importanti collezionisti del XX secolo del mondo intero. Passano anni durante i quali comprano e vendono i dipinti delle collezioni di André Meyer, André Lefèvre, Henry Havemeyer, Henry Ford, Alfred Barr, Douglas Cooper, Roland Penrose, Edward James, del Barone Thyssen e di Peggy Guggenheim, solo per citarne alcuni! All inizio degli anni 1970 la situazione inizia a cambiare a Milano, con la crisi petrolifera e le Brigate Rosse comuniste. Inizia una fase di grande instabilità. E in questo periodo che pensano di trasferirsi a Monaco dove i loro genitori trascorrono molto tempo e dove si sarebbero potuti ritrovare tutti insieme. Avendo viaggiato ovunque, parlano molte lingue e hanno accumulato un esperienza enorme, diventando a pieno titolo i protagonisti del settore, con una conoscenza globale del mondo dell arte. Sono tra coloro che gettarono le basi della scena artistica internazionale, così come la conosciamo ora. E in questo periodo che decidono di dare una svolta alla loro carriera, acquistando unicamente i quadri migliori allo scopo di costituire una collezione permanente da condividere con il pubblico. Il successo dei due fratelli al servizio dell arte per oltre cinquant anni, prosegue ancora ai giorni nostri. 12

12 I CURATORI JEAN-LOUIS ANDRAL Jean-Louis Andral è direttore del Museo Picasso di Antibes; dal 1990 al 2001 aveva ricoperto il ruolo di curatore del Musée d Art Moderne di Parigi. Ad Antibes dal 2006 al 2008 ha diretto gli interventi di restauro del Museo Picasso, durante i quali ha organizzato una mostra itinerante della collezione con tappe in cinque diverse sedi espositive in Europa e Canada. Come evento per celebrare la fine dei restauri nel 2009 ha organizzato la mostra Picasso, : l ère du renouveau; nel 2011 in collaborazione con l Art Institute di Chicago e il CICRP ha organizzato a Marsiglia il congresso Picasso Express, sul tema dell utilizzo da parte di Picasso e di vari altri artisti, dei colori industriali. Nella primavera del 2012, ha organizzato ad Antibes la mostra Une moderne antiquité, Picasso, De Chirico, Léger, Picabia, realizzata in collaborazione con il J. Paul Getty Museum di Los Angeles. MARILYN McCully Marilyn McCully vive a Londra ed è un esperta apprezzata nell arte di Picasso e vanta al suo attivo l organizzazione di numerose mostre internazionali e un considerevole numero di pubblicazioni sull artista, la sua opera e la sua formazione in Spagna. E stata la prima esperta a organizzare una mostra importante dedicata ai pezzi unici in ceramica creati da Picasso (Royal Academy of Arts, Londra e Metropolitan Museum, New York, ), ed è stata anche la mente e il braccio di molte altre mostre sulle ceramiche di Picasso a Ferrara, Malaga e in Giappone (Expo 2005 Aichi). E stata inoltre co-curatrice di una mostra dedicata a tre decenni di disegni di Picasso, tenutasi al Frick Museum di New York nel Si occupa attualmente di una ricerca sulla corrispondenza e gli scritti di Picasso, tradotti per l occasione per la prima volta in inglese. MICHAEL RAEBURN Michael Raeburn è scrittore, editore, ideatore e produttore di libri e di cataloghi illustrati. Ha seguito la pubblicazione dei cataloghi per diversi musei tra cui la Hayward Gallery di Londra, il Sainsbury Centre of Visual Arts di Norwich, il Walk Museum a Leicester, il Metropolitan Museum of Art di New York, il Minneapolis Museum of Art, il Denver Art Museum, il Palazzo dei Diamanti a Ferrara, il Sakip Sabanci Müzesi di Istanbul e l Auckland City Art Gallery. E autore di molti testi sull arte, l architettura, il design e la musica, tra cui Chronicle of Opera. Si occupa attualmente di un volume sull artista americano Joseph Glasco. Marilyn McCully e Michael Raeburn hanno collaborato su diversi volumi, tra cui Picasso s Picasso (Londra, 1981), Ceramics by Picasso (Parigi, 1999), Picasso: Scolpire e Dipingere la Ceramica (Ferrara, 2000) e Loving Picasso: The Private Journal of Fernande Olivier (New York, 2001). 13

13 LA SCENOGRAFIA CECILE DEGOS Scenografa e museologa, vive e lavora a Parigi. Diplomata in Scenografia all Ecole Nationale des Arts Décoratifs ENSAD - nel 1997, ha collaborato in seguito con Richard Peduzzi, con il quale Cécile Degos ha realizzato numerose creazioni scenografiche e museografiche. Citiamo tra altri per la lirica: Mahagonny per il Festival di Salisburgo, con la regia di Peter Zadek, Angels in America al Théâtre du Châtelet, con la regia di Philippe Calvario con Barbara Hendricks e Julia Migenes. Nei musei: Surrealism: 2 privates eyes al Guggenheim Museum, New York, che esponeva la collezione privata di Daniel Filipacchi, Chardin al Grand Palais con Pierre Rosenberg, Nijinsky, Arnold Böcklin al Musée d Orsay, L a Cité Idéale alle Salines Royales d Arc-et- Senans. Negli ultimi dieci anni Cécile Degos ha collaborato con diversi musei, quali il Louvre, il Musée d Art Moderne, il Centre Pompidou-Metz, il Musée d Orsay, e altri ancora, su temi sia classici che contemporanei. Per i musei ha creato tra l altro, John Soane presso gli Archives Nationales di Parigi, L Art Russe au XIXème siècle e l Art du Calotypes al Musée d Orsay, Mantegna e Antiquité Rêvée presso il Louvre, CHIRICO, DEADLINE, DYNASTY, GENERAL IDEA, VAN DONGEN e BASQUIAT che le è valso il premio Globe de cristal per la migliore mostra nel 2010 al Musée d Art Moderne di Parigi. MICRO MANIA alla Gagosian Gallery a Parigi, SOL LEWITT al Centre Pompidou-Metz per tutto l anno Sua è la firma nel 2012 di L ART EN GUERRE al Musée d Art Moderne di Parigi e YUE MINJUN presso la Fondation Cartier, e nel 2013 L ART EN GUERRE al Guggenheim Museum di Bilbao e KEITH HARING al Musée d Art Moderne di Parigi. Cécile Degos ha collaborato con molti teatri di prosa e di lirica. Tra le scenografie che portano la sua firma: L Enlèvement au Sérail avec Miquel Barcelo in occasione del Festival d Aix-en-Provence, Moscou, Quartier des Cerises e La Veuve Joyeuse all Opéra di Lione, Les Etourdis, L Affaire de la rue de Lourcine e La Méchante Vie al Théâtre de Nîmes, Mozart Short Cuts al Grand Théâtre du Luxembourg e alla Cité de la Musique di Parigi, Era la Notte con Anna Caterina Antonacci al Théâtre des Champs Elysées e all Opéra Royal di Versailles. Ha creato inoltre le scene in collaborazione con Dante Ferretti per l opera The Fly con la regia di David Cronenberg, e Placido Domingo come direttore al Théâtre du Châtelet e all Opéra di Los Angeles; Magdalena con Kate Whoriskey e Derek McLane al Théâtre du Châtelet e Rêve d Automne con R. Peduzzi, regia di Patrice Chéreau al Théâtre de la Ville. Lo stile essenziale di Cécile Degos si distingue per la sua eleganza, per la purezza delle prospettive e delle linee che consentono una lettura su più livelli e un architettura sempre ariosa. Lavora spesso con i pieni e i vuoti realizzati attraverso un architettura a sé state, visibilmente discosta dalle pareti. 14

14 IL PERCORSO SCENOGRAFICO Il concept scenografico della mostra riprende la tessitura architettonica dell edificio pur distaccandosene totalmente. La composizione delle quinte è concepita in modo da creare delle prospettive per permettere raffronti e confronti tra le opere, privilegiando sempre però un percorso essenziale e arioso. La scenografia è concepita in modo che ognuna delle mostre segua un suo percorso autonomo, assolutamente fluido, con delle aperture e delle prospettive che consentono di affacciarsi sull altra esposizione. Lungo tutto il percorso, l architettura dello spazio è ritmata dalla collocazione delle quinte decisamente distaccate dalle pareti, per delimitare le distinte sezioni della mostra. La scelta di non creare una parete continua consente di godere di visuali, confronti e prospettive sull altra sezione, mentre è invece senza soluzione di continuità la sporgenza alla base delle quinte che assicura la distanza di rispetto dei visitatori. Il ritmo dei rimandi e delle prospettive è costante lungo tutto il percorso, e la scelta delle opere da mettere a confronto o in parallelo è stata effettuata in stretta collaborazione con i curatori. In questa scenografia il gioco di pieni e vuoti definisce il ritmo e il respiro del percorso scenografico costellato da elementi curvi. Un ampia sala ovale accoglie il visitatore e dà accesso a entrambe le sezioni della mostra. 15

15 QUALCHE SCORCIO DELLA SCENOGRAFIA 16

16 BIOGRAFIA DI PABLO PICASSO Pablo Ruiz Picasso nasce nel 1881 nel porto andaluso di Malaga, nella Spagna meridionale. Il padre, José Ruiz Blasco, era un pittore e il curatore del museo locale, mentre da parte della famiglia materna, i Picasso vantavano ascendenze italiane. A diciannove anni Picasso adotta il cognome della madre. Fin dall infanzia, Pablo manifesta un talento eccezionale in campo artistico, tanto che la famiglia lo indirizza verso lo studio dell arte presso diversi istituti, prima a La Coruña dove il padre insegna disegno dal 1891 a l 1895, poi a Barcellona dove la famiglia si stabilisce nel 1895, e infine dal 1897 al 1898 a Madrid dove frequenta la rinomata Academia de San Fernando. In conseguenza di un periodo di malattia, abbandona gli studi artistici per intraprendere la carriera di grafico a Barcellona. La prima mostra personale dove espone i disegni a colori raffiguranti dei pittori e degli scrittori amici suoi, si tiene all inizio del 1900 presso Els Quatre Gats, un cabarè frequentato da artisti bohèmien. Picasso giunge a Parigi per la prima volta nell ottobre del 1900 per visitare l Esposizione Universale alla quale era esposta una delle sue tele, Science et Charité (Museo Picasso, Barcellona) nella sezione spagnola dell esposizione. Durante il suo breve soggiorno nella capitale francese, alcuni amici spagnoli lo introducono nell ambiente artistico di Montmartre, offrendogli così l occasione di vendere alcuni quadri e disegni a diversi collezionisti. Rientra in Spagna per trascorrervi l inverno ma è nuovamente a Parigi per la sua prima importante mostra alla galleria Ambroise Vollard nel giugno del Alterna soggiorni in Spagna e in Francia per alcuni anni durante i quali i temi della sua pittura si focalizzano sulla povertà e l alienazione sociale; questa fase della sua carriera artistica è conosciuta come il periodo blu. Non tarda a rendersi conto che il suo futuro d artista lo attende a Parigi. Nel 1904 Picasso si stabilisce al Bateau-Lavoir, una casa fatiscente nella parte alta di Montmartre dove il suo atelier diventa luogo di incontro per altri giovani artisti o scrittori emergenti. Inizia una relazione con la modella Fernande Olivier con la quale convive fino al La palette dei suoi dipinti passa dalla prevalenza dei blu a una prevalenza dei rosa che danno risalto sia alla rappresentazione poetica di arlecchini e acrobati che alla qualità scultorea dei suoi nudi. Il suo stile si evolve rapidamente e nel 1907 dipinge il suo primo straordinario capolavoro, Les Demoiselles d Avignon (The Museum of Modern Art, New York), opera per la quale fu riconosciuto come leader assoluto dell avanguardia pittorica. Solo raramente Picasso lavorava insieme ad altri pittori, salvo qualche eccezione come dimostra la sua collaborazione con l artista francese Georges Braque. Dal 1908 fino allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, trascorrono molto tempo insieme, concependo un nuovo approccio radicale e cubista della rappresentazione pittorica degli oggetti nello spazio. Nel 1912, applicano sui propri disegni dei fogli di carta stampati, creando così dei collage. Inizia una nuova fase dello sviluppo del loro cubismo. Sebbene risieda a Parigi durante gran parte del primo conflitto mondiale, Picasso viene invitato a collaborare con i Balletti Russi di Diaghilev per la produzione di Parade e all inizio del 1917 si reca in Italia per disegnare le scenografie e i costumi del balletto. Nella troupe di ballerini russi, conosce Olga Khokhlova che sposa 17

17 l anno successivo. Si stabiliscono in un appartamento in Rue de la Boétie a Parigi, una via elegante della Rive Droite, accanto a dove abita Paul Rosenberg che sarebbe diventato il mercante d arte di Picasso negli anni 1920 e Nel 1921 nasce il figlio Paulo. Nelle opere del dopoguerra Picasso sviluppa ulteriormente le idee e i formati cubisti concentrandosi essenzialmente sulla rappresentazione di nature morte e sui ritratti della moglie. Insieme a Olga inizia a trascorrere l estate al mare, dove ritorna anno dopo anno. Sono anni di svolta nella sua produzione artistica in cui appaiono anche soggetti inediti e in modo particolare quello dei bagnanti sulla spiaggia. Un ritorno al classicismo tramite le forme monumentali e alcune tecniche pittoriche adottate, come l uso dei pastelli e la sanguigna, costituisce un aspetto importante dell evoluzione del maestro nei primi anni Dalla metà degli anni 1920, l opera di Picasso che ora suscita l ammirazione sconfinata dei surrealisti, affronta temi molto violenti ed erotici, con modalità anch esse conturbanti e cariche di aggressività. Cambia, per esempio, il tema dei bagnanti. Nel quadro del 1925 intitolato Le Baiser (Museo Picasso, Parigi), l uso di colori vibranti, di distorsioni e di un accentuato intrecciarsi delle membra degli amanti, esprime tutta la violenza e l aggressività del rapporto. Il 1927 è l anno dell incontro tra l artista e la diciassettenne Marie-Thérèse Walter che diventerà la sua amante. La figlia della coppia, Maya, nasce nel Picasso acquista nel 1930 il castello di Boisgeloup, a nord ovest di Parigi, che ospita anche, nelle parti esterne dell edificio, il suo nuovo atelier di scultura. Da allora in poi realizza monumentali sculture di gesso, ispirate dal voluttuoso corpo di Marie- Thérèse. I quadri raffiguranti la sua amante vengono esposti al pubblico in una retrospettiva della sua opera, tenutasi nell estate del 1932 presso la galleria Georges Petit di Parigi e poi in autunno, alla Kunsthaus di Zurigo. Sempre in questo periodo Picasso si dedica con passione alla tecnica dell incisione e realizza alcune serie litografiche importanti, come le illustrazioni per Le Chef d œuvre inconnu de Balzac (1931), le Métamorphoses di Ovidio (1931) e le cento incisioni per la Suite Vollard ( ). Molte di queste opere hanno come soggetto la modella e l artista rappresentati nell atelier. Dopo i viaggi in Spagna con la moglie e il figlio nel 1933 e 1934 (ultimo suo viaggio nel paese natale), Picasso si concentra sul tema della corrida che estende a quello del Minotauro (il mostro composto da una testa di toro su di un corpo umano). Il Minotauro e Marie- Thérèse assumono un ruolo sempre crescente nel suo corpus di opere grafiche per l immaginario personale dell artista. Dopo la separazione da Olga nel 1935, l artista dedica la maggior parte del tempo alla scrittura di poesie libere da schemi metrici, una pratica che continuerà soprattutto nei trent anni successivi con diverse opere teatrali. Nel 1936 conosce la fotografa Dora Maar che diventa la sua compagna di vita. La cerchia delle sue conoscenze annovera poeti, scrittori e un certo numero di fotografi tra cui, in particolare, il mentore di Dora Maar, Man Ray. Nell estate del 1939 risiedono entrambi nello studio di Man Ray ad Antibes dove Picasso dipinge Pêche de Nuit à Antibes (The Museum of Modern Art, New York). 18

18 Nel 1937 Picasso dipinge Guernica (Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia, Madrid) nel nuovo atelier di Parigi in Rue des Grands-Augustins dove lo assiste Dora Maar che fotografa le varie fasi della realizzazione di questo dipinto di dimensioni colossali. Guernica, che ricorda il bombardamento della città, capitale storica della nazione basca, è esposto nell estate dello stesso anno nel Padiglione della Repubblica spagnola all Esposizione Universale di Parigi. Nei dipinti, nei disegni e nelle incisioni preparatorie di Guernica, Dora Maar è raffigurata da Picasso con le sembianze di una donna in lacrime. Dopo la dichiarazione di guerra del 1939, Picasso e Dora Maar si trasferiscono a Royan, sulla costa atlantica, dove già si trovano Marie-Thérèse e Maya. Picasso e Dora Maar ritornano a Parigi l anno seguente dove rimangono per tutta la durata della guerra. Le privazioni del tempo di guerra riecheggiano nelle nature morte e nei molti angosciosi ritratti di Dora che, qualche anno più tardi, cadrà in depressione. Nel 1943, Picasso riceve nel suo atelier parigino la visita di una giovane pittrice, Françoise Gilot che farà la sua comparsa nei quadri del maestro già alla fine dello stesso anno. Diventerà la sua compagna di vita per i dieci anni successivi e gli darà due figli, Claude (nato nel 1947) e Paloma (nata nel 1949). Dopo la fine della guerra, Picasso e Françoise Gilot partono per il Midi della Francia. Soggiornano per parte dell anno 1946 ad Antibes, dove Picasso dipinge il Castello Grimaldi (Museo Picasso, Antibes). Françoise Gilot appare nel quadro di grandi dimensioni La Joie de Vivre (Museo Picasso, Antibes) dipinto da Picasso durante il soggiorno ad Antibes, con le sembianze di una ninfa che danza tra fauni e centauri. L anno seguente Picasso inizia a lavorare per la fabbrica di ceramica Madoura di Vallauris, dove acquista nel 1948 la villa La Galloise che domina la città. Picasso e Françoise Gilot per qualche anno vivranno tra Parigi e Vallauris. Nel dopoguerra e in particolare a Vallauris, Picasso rende ufficiale la sua adesione al Mouvement de la Paix di ispirazione comunista. La fusione in bronzo della sua scultura Homme avec un mouton (1943) viene collocata in centro a Vallauris. La cerimonia di inaugurazione è presieduta dai rappresentanti locali del partito comunista. In seguito la cappella medievale che Picasso decora a Vallauris, verrà considerata il tempio della pace. Nel 1953, Françoise Gilot abbandona Picasso e porta con sé i figli. L artista inizia quindi una relazione con Jacqueline Roque Hutin, conosciuta alla fabbrica Madoura che diventerà la sua seconda moglie. Lasciano il Midi della Francia per stabilirsi nell autunno del 1954 nell atelier di Rue des Grands-Augustins, dove si dedica a una serie di variazioni sul tema delle Femmes d Alger, ispirate in parte dalla somiglianza di Jacqueline con una delle donne del quadro, ma spinto anche dalla morte del pittore Henri Matisse occorsa nello stesso anno. Picasso dirà, Matisse mi ha lasciato le sue odalische. Jacqueline e Picasso si stabiliscono definitivamente in Costa Azzurra nel A Villa Californie, sopra Cannes, l artista organizza i diversi atelier necessari per dedicarsi alla pittura, alla scultura, all incisione e alla ceramica. L edificio risalente alla Belle Epoque e il lussureggiante giardino di fronte all atelier principale al piano terra, gli ispirano la serie che l artista definisce i paesaggi interiori. Durante l estate i figli di Picasso e la figlia di Jacqueline vengono a stare nella villa e la loro presenza trova eco nella sua arte. 19

19 Picasso raggiunge l apice della celebrità durante i soggiorni a Cannes, dove viene spesso fotografato a Villa La Californie o alle corride di Arles cui Picasso assiste in compagnia di Jacqueline e della sua cerchia di amici. E in questo periodo che il tema della corrida ricompare nelle sue opere e in particolare nelle incisioni e nelle ceramiche. Alla fine del 1958, Picasso acquista il Castello di Vauvenargues, ai piedi della montagna di Sainte Victoire, dove lui e Jacqueline si rifugiano per sfuggire alla frenetica vita di Cannes. E lì che Picasso ospita la sua personale collezione d arte che comprende dipinti di Cézanne, Matisse, Derain e Rousseau. Negli ultimi anni di vita, Picasso si cimenta in molti e diversi ambiti artistici. Insieme all incisore di Vallauris, Hidalgo Arnera, con il quale collabora per creare i manifesti delle corride per la città di Vallauris e delle ceramiche, mette a punto un processo sofisticato di linoincisione. Peraltro Picasso e Lionel Prejger, proprietario di una piccola impresa di ferrivecchi e tubi metallici a Vallauris, collaborano per la realizzazione di sculture in latta ritagliata sulla base dei modellini originali realizzati da Picasso in carta. L artista collabora anche con il norvegese Carl Nesjar per realizzare delle sculture in cemento sulle quali sono incisi con la tecnica della sabbiatura i disegni di Picasso. Verso la metà degli anni 1960 infine, Picasso avvia una feconda collaborazione con i maestri incisori Piero e Aldo Crommelynck per la realizzazione di incisioni all acquaforte e delle acquatinte. Picasso e Jacqueline si sposano nel 1961 e si trasferiscono Notre-Dame-de-Vie a Mougins dove il maestro apre il suo ultimo atelier. Nei suoi ultimi dieci anni di vita si muove poco e solo per recarsi di quando in quando a Vauvenargues. In questo periodo crea prevalentemente delle serie di tele che sono variazioni di opere degli antichi maestri, soprattutto Cranach, Poussin, David, Rembrandt, Vélasquez e Manet. Alcuni dei suoi soggetti preferiti sono il moschettiere e spesso le donne per le quali si ispira alla costante presenza di Jacqueline. Anche in queste sue opere tarde (fino al 1972), ricorrono ancora numerosi i riferimenti alla sua giovinezza in Spagna oppure il tema della vecchiaia e della morte. Le ultime retrospettive sulle opere di questi anni si tennero al Palais des Papes di Avignone (1970 e 1973). Commentando la mostra di Avignone, il suo biografo Pierre Daix scrive: E tipico di lui, penso, che la sua ultima mostra sia tanto sconcertante e scioccante e che dimostri tanta avversione per qualsivoglia convenzione, persino quelle più attuali. E anche una testimonianza della continuità della sua vita di pittore. Tutte le diverse fasi della sua evoluzione artistica finiscono per essere coinvolte nel perenne conflitto che combatte con tutti i materiali. Sia a due che a tre dimensioni, permane l impronta della forma imposta dall atto creativo (Pierre Daix, L arrière-saison de Picasso ou l art de rester à l avant-garde. XXe Siècle (dicembre 1973). L artista si spegne a Notre-Dame-de-Vie l 8 aprile 1973 all età di novantun anni. Viene sepolto nel giardino di fronte al castello. La tomba è decorata con un bronzo di una sua scultura, Femme avec un vase (1933) che inizialmente era stata esposta (in gesso o in cemento) di fronte al padiglione della Repubblica Spagnola all Esposizione Universale di Parigi nel Marilyn McCully 20

20 Cronologia 1881 nasce a Malaga, Spagna Prima esposizione di 150 ritratti a Barcellona. Parte per Parigi e l anno successivo inizia il periodo blu Periodo rosa Les Demoiselles d Avignon segna la nascita del cubismo Conosce Olga Kokhlova. Inizia il periodo neoclassico Nasce il figlio Paul, avuto da Olga Conosce Marie-Thérèse Walter. Nel 1935 nasce la figlia Maya Conosce Dora Maar Dipinge Guernica. Les Demoiselles d Avignon è acquistato da The Museum of Modern Art di New York e 1946 Retrospettive al MoMA Conosce Françoise Gilot Nasce Claude, figlio di Françoise Gilot. Si trasferisce a Vallauris dove si dedica alla ceramica Nasce Paloma, figlia di Françoise Gilot Conosce Jacqueline Roque, con la quale si stabilisce a Mougins nelle Alpi Marittime Si inaugura il Museu Picasso di Barcellona, 1973 Muore a Mougins. 21

Picasso. Capolavori dal Museo Nazionale di Parigi

Picasso. Capolavori dal Museo Nazionale di Parigi 12 Picasso. Capolavori dal Museo Nazionale di Parigi 10 8 6 4 Colonna 1 Colonna 2 Colonna 3 2 0 Riga 1 Riga 2 Riga 3 Riga 4 Picasso Reale: Milano come Parigi Il Musée National Picasso di Parigi, attualmente

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

Cezanne e il Cubismo

Cezanne e il Cubismo Cezanne e il Cubismo Poul Cezanne, Louis-Auguste Cézanne, the Artist's Father, Reading the "L'Événement" 1866 Oil on canvas, 200 x 120 cm National Gallery of Art, Washington Cezanne, Paul Alexis Reading

Dettagli

CUBISMO. Principali esponenti: - PABLO PICASSO (1881-1973) - GEORGES BRAQUE (1882-1963) - JUAN GRIS (1887-1927- si aggiunge più tardi)

CUBISMO. Principali esponenti: - PABLO PICASSO (1881-1973) - GEORGES BRAQUE (1882-1963) - JUAN GRIS (1887-1927- si aggiunge più tardi) Il primo Novecento CUBISMO Principali esponenti: - PABLO PICASSO (1881-1973) - GEORGES BRAQUE (1882-1963) - JUAN GRIS (1887-1927- si aggiunge più tardi) ALLA BASE DELLA LORO RICERCA: Osservazione pittura

Dettagli

GUERNICA. di Pablo Picasso

GUERNICA. di Pablo Picasso GUERNICA di Pablo Picasso SAPER OSSERVARE E CAPIRE UN OPERA D ARTED Per leggere quest opera di Pablo Picasso ti proponiamo di capire il suo stile,, analizzare e scomporre il quadro nelle sue diverse parti

Dettagli

PABLO PICASSO. Ritratto di Zia Pepa

PABLO PICASSO. Ritratto di Zia Pepa PABLO PICASSO Pablo Ruiz Picasso (1881-1973) nasce a Malaga, in Spagna, figlio di María Picasso López (di cui userà il cognome) e di José Ruiz. Il giovane Picasso manifesta sin da piccolo passione e talento

Dettagli

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA OH CÉZANNE! Programma PARTE I 13 settembre - 30 novembre 2014 Piazza Giuseppe Buffi 8 6500 Bellinzona (Svizzera) Prenotazioni (consigliate!): tel. + 41 91 835 52 54 ATTIVITÀ

Dettagli

Convention Europea Alphega Pharmacy 2011 Pacchetti week end

Convention Europea Alphega Pharmacy 2011 Pacchetti week end Convention Europea Alphega Pharmacy 2011 Pacchetti week end 1 TOUR DI MONTE CARLO MAGICO MONDO DEI SOGNI (escursione di mezza giornata) Incontro, dopo la prima colazione, nella hall dell hotel con la guida

Dettagli

IL CUBISMO. Immagine esempio visi da Les demoiselles d Avignon. Ritratto di Dora Maar visto di fronte e di profilo

IL CUBISMO. Immagine esempio visi da Les demoiselles d Avignon. Ritratto di Dora Maar visto di fronte e di profilo IL CUBISMO Nei primi anni del 1900 i pittori cubisti (Pablo Picasso, George Braque) dipingono in un modo completamente nuovo. I pittori cubisti rappresentano gli oggetti in modo che l oggetto appare fermo,

Dettagli

Viaggio d Istruzione Bruxelles Strasburgo Lussemburgo Amsterdam Parigi PROPOSTA VIAGGIO DI ISTRUZIONE A BRUXELLES PARLAMENTO EUROPEO

Viaggio d Istruzione Bruxelles Strasburgo Lussemburgo Amsterdam Parigi PROPOSTA VIAGGIO DI ISTRUZIONE A BRUXELLES PARLAMENTO EUROPEO PROPOSTA VIAGGIO DI ISTRUZIONE A BRUXELLES PARLAMENTO EUROPEO N. GIORNI: 7 VIAGGIO IN BUS Tappe: San Marino Lucerna (Svizzera) Strasburgo (Francia) Lussemburgo Bruxelles (Belgio) Amsterdam (Olanda) Parigi

Dettagli

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA CHE ARTISTA MATISSE! Programma 26 settembre 2015 24 gennaio 2016 Piazza Giuseppe Buffi 8 6500 Bellinzona (Svizzera) Prenotazioni (consigliate!): tel. + 41 91 835 52 54 ATTIVITÀ

Dettagli

LE AVANGUARDIE. Università del tempo libero - 2015/2015 Prof. Stefania Bressani

LE AVANGUARDIE. Università del tempo libero - 2015/2015 Prof. Stefania Bressani LE AVANGUARDIE Università del tempo libero - 2015/2015 Prof. Stefania Bressani INTRODUZIONE I movimenti artistici Come e perché stanno insieme gli artisti? Come la ricerca del singolo entra a far parte

Dettagli

Università degli Studi di Bari Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea magistrale in Storia dell arte

Università degli Studi di Bari Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea magistrale in Storia dell arte Università degli Studi di Bari Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea magistrale in Storia dell arte A.- Programma di Storia dell arte contemporanea (Prof.ssa Christine Farese Sperken) Crediti

Dettagli

pissarro l anima dell impressionismo family guide

pissarro l anima dell impressionismo family guide pissarro l anima dell impressionismo family guide +5 CAMILLE PISSARRO Il giovanotto che vediamo rappresentato è Camille Pissarro. Dipinge questo autoritratto poco prima dei 25 anni. Da un isola delle Antille

Dettagli

Picasso, miró, dalí. giovani e arrabbiati: la nascita della modernità

Picasso, miró, dalí. giovani e arrabbiati: la nascita della modernità Picasso, miró, dalí giovani e arrabbiati: la nascita della modernità 12 marzo 17 luglio 2011 Questa mostra presenta le opere di tre grandi artisti spagnoli del Novecento: Pablo Picasso, Joan Miró e Salvador

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it La dolce

Dettagli

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA OH CÉZANNEC ÉZANNE! Programma PARTE II 1 dicembre 2014-22 febbraio 2015 Piazza Giuseppe Buffi 8 6500 Bellinzona (Svizzera) Prenotazioni (consigliate!): tel. + 41 91 835 52 54

Dettagli

Ottocento - Arte postimpressionista

Ottocento - Arte postimpressionista Qui è riconoscibile la periferia della città di Clichy, con le ciminiere moderne e un ponte ferroviario sullo sfondo. Le figure dei bagnanti, apparentemente disposte in modo casuale, sono in realtà collocate

Dettagli

FIRENZE, 15-17 APRILE 2016

FIRENZE, 15-17 APRILE 2016 FIRENZE, 15-17 APRILE 2016 CONCEPT Villa d Este ha da tempo valorizzato il proprio legame con la storia del design automobilistico, accogliendo nella sua collezione d arte una Alfa Romeo 6C 2500 SS Coupé

Dettagli

Novecento Picasso e il Cubismo

Novecento Picasso e il Cubismo Pablo Picasso, Madre e figlio, 1903. Pastello su carta, 47,5x40,5 cm. Barcellona, Museo d Arte Moderna. 1 Pablo Picasso, Il Ragazzo con la pipa, 1905. Olio su tela, 99,7x81,3 cm. Collezione privata. 2

Dettagli

IL MISTERO PICASSO Scuola secondaria di primo grado Suggerimenti di lavoro in relazione alla visita + laboratorio

IL MISTERO PICASSO Scuola secondaria di primo grado Suggerimenti di lavoro in relazione alla visita + laboratorio IL MISTERO PICASSO Scuola secondaria di primo grado Suggerimenti di lavoro in relazione alla visita + laboratorio Obiettivi generali: Creare un esperienza educativa aperta e stimolante, finalizzata a suscitare

Dettagli

AVANGUARDIE SPAGNOLE

AVANGUARDIE SPAGNOLE AVANGUARDIE SPAGNOLE Vol III, pp. 690-98, 98, 728-32, 735-39 39 1 metà XX sec. Le avanguardie Rottura con i valori tradizionali della bellezza, del colore, della d forma e dello spazio Parigi ritorna a

Dettagli

nel nel giardino del gigante...

nel nel giardino del gigante... nel nel giardino del del gigante... Scuola dell infanzia Scuola dell infanzia - Scuola primaria classi 1^ 2^ 3^ Scuola primaria classi 4^ 5^ - Scuola secondaria di I grado Visita autogestita al Giardino

Dettagli

collezione 2013 la guida al tuo stile STILI

collezione 2013 la guida al tuo stile STILI collezione 2013 la guida al tuo stile STILI gli stili di gran classe Gli album di matrimonio Celebra trasformano i giorni più importanti della vita in un oggetto prezioso, da conservare per sempre. Il

Dettagli

Oumaima Ben ameur 3a

Oumaima Ben ameur 3a Oumaima Ben ameur 3a STORIA La belle epoque è un periodo che va dai primi del 900 al 1914 Un età di pace,di benessere e di fiducia nel progresso negli USA henry ford costruì nel 1909 il MODELLO T. Nel

Dettagli

VINCENT VAN GOGH. Il seminatore, 1888, Zurigo, Collezione E.G.Bührle

VINCENT VAN GOGH. Il seminatore, 1888, Zurigo, Collezione E.G.Bührle VINCENT VAN GOGH 1) IL MAESTRO E IL LAVORO Van Gogh nutriva per Millet una sconfinata ammirazione, arrivando a eleggerlo suo padre ideale, per gli insegnamenti di profonda moralità che traspaiono dalle

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE NOVITA SCUOLE MATERNE FINESTRA O SPECCHIO? Scuola materna ed elementare Il percorso prevede la visita della collezione della Pinacoteca Agnelli, con un approfondimento sulle opere di Henri Matisse. La

Dettagli

Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie

Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie ANNO SCOLASTICO 2013-2014 A cura di Un iniziativa proposta alle scuole da Intesa Sanpaolo

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it Gusto

Dettagli

AVANGUARDIE STORICHE 2. Cubismo e futurismo

AVANGUARDIE STORICHE 2. Cubismo e futurismo AVANGUARDIE STORICHE 2 Cubismo e futurismo DIFFERENZE TRA AVAGUARDIE Espressionismo, dadaismo e surrealismo Come per Freud, secondo loro l uomo nella società moderna reprime le pulsioni più autentiche

Dettagli

Il Kunsthaus Zürich espone «Picasso»

Il Kunsthaus Zürich espone «Picasso» Comunicato stampa Zurigo, 14 ottobre 2010 Il Kunsthaus Zürich espone «Picasso» Dal 15 ottobre 2010 al 30 gennaio 2011 il Kunsthaus Zürich si dedica alla prima esposizione museale di Pablo Picasso. Essa

Dettagli

SIMBOLISMO Paul Gauguin (1848-1903)

SIMBOLISMO Paul Gauguin (1848-1903) Scuola Secondaria di I grado Pio X Artigianelli Firenze Arte e Immagine Prof. Fortunato Rao La pittura deve suggerire più che descrivere, come invero fa la musica. (Paul Gauguin) SIMBOLISMO Paul Gauguin

Dettagli

La nostra luna di miele. Angeles, ci abbandoniamo al pensiero del nostro tanto sognato. E dopo il fatidico Sì. Il nostro Hotel Loews Santa Monica

La nostra luna di miele. Angeles, ci abbandoniamo al pensiero del nostro tanto sognato. E dopo il fatidico Sì. Il nostro Hotel Loews Santa Monica E dopo il fatidico Sì La nostra luna di miele Sognando California, le note di un famoso refrain ci tornano improvvisamente in mente mentre, in volo verso l eccentrica Los Angeles, ci abbandoniamo al pensiero

Dettagli

gli itinerari d arte de laformadelviaggio 20 25 agosto 2015 castelli, cattedrali e grandi vini Loira. Chartres. Parigi. Bourges.

gli itinerari d arte de laformadelviaggio 20 25 agosto 2015 castelli, cattedrali e grandi vini Loira. Chartres. Parigi. Bourges. gli itinerari d arte de laformadelviaggio 20 25 agosto 2015 Francia d autore castelli, cattedrali e grandi vini Loira. Chartres. Parigi. Bourges. Sancerre Certamente la valle della Loira è una delle zone

Dettagli

Venezia: dal presente al passato. Da Giorgione e Cima da Conegliano alle novità dell arte contemporanea. Dal 19 al 21 marzo 2010

Venezia: dal presente al passato. Da Giorgione e Cima da Conegliano alle novità dell arte contemporanea. Dal 19 al 21 marzo 2010 Venezia: dal presente al passato. Da Giorgione e Cima da Conegliano alle novità dell arte contemporanea. PROGRAMMA (soggetto a modifiche per gli orari di apertura dei siti da visitare) Direzione culturale:

Dettagli

PROGRAMMA ACCOMPAGNATORI

PROGRAMMA ACCOMPAGNATORI PROGRAMMA ACCOMPAGNATORI COOKING CLASS Accademia di Alta Cucina Pepe Verde Domenica, 8 Novembre 2015 (durata 6 ore) Meeting Point: ore 9.30 - Ergife Palace Hotel Ingresso principale L Accademia di Alta

Dettagli

IMMAGINI PER LA STAMPA

IMMAGINI PER LA STAMPA LINEE GUIDA ALL UTILIZZO IMMAGINI PER LA STAMPA Tutte le immagini delle opere dei seguenti artisti: Manuel Ángeles Ortiz, Francisco Bores, Eduardo Chillida, Martín Chirino, Salvador Dalí, Óscar Domínguez,

Dettagli

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura GALLERIA SABAUDA Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura Si propone un'esperienza introduttiva alla realtà del museo e un approccio alle opere d arte come immagini e come prodotti materiali.

Dettagli

Boris Princici La vita svelata

Boris Princici La vita svelata Boris Princici La vita svelata Boris Princic La vita svelata La vita svelata di Caterina Pellitta Tutto ha inizio con una Zenith russa, la macchina fotografica del padre. E così che Boris Prinčič bambino

Dettagli

Maestro orologiaio e inventore

Maestro orologiaio e inventore 02 Maestro orologiaio e inventore Passione per la scienza, amore per l orologeria Autentico artista, François-Paul Journe esplora la misura del tempo per soddisfare il suo bisogno di creare. E da quel

Dettagli

La collaborazione che l Istituzione Galleria d Arte Moderna di Bologna si è onorata di prestare per la realizzazione della mostra di Giorgio Morandi

La collaborazione che l Istituzione Galleria d Arte Moderna di Bologna si è onorata di prestare per la realizzazione della mostra di Giorgio Morandi COMUNICATO STAMPA documenta (13) rende omaggio al genio di. In mostra a Kassel una selezione di opere e oggetti provenienti in prestito dal Museo Morandi di Bologna. É con viva soddisfazione e orgoglio

Dettagli

Ottocento - Arte impressionista

Ottocento - Arte impressionista Giorgione (o Tiziano), Concerto campestre, 1511 circa. Olio su tela, 110x138 cm. Parigi, Museo del Louvre. L opera fa riferimento ad un quadro di Giorgione (o forse di Tiziano), un Concerto campestre,

Dettagli

NIZZA. MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL

NIZZA. MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL NIZZA MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL MARC CHAGALL Figlio di una modesta famiglia ebraica russa, Marc Chagall nasce a Vitebsk il 7 luglio 1887. Inizia subito a frequentare corsi di pittura

Dettagli

PER COMINCIARE TOCCA CON GLI OCCHI, NON CON LE MANI

PER COMINCIARE TOCCA CON GLI OCCHI, NON CON LE MANI PER COMINCIARE CERCA LE OPERE NELLE SALE Su ogni carta trovi il disegno di un dettaglio tratto da un opera in mostra. SCOPRI NUOVE COSE sull arte e gli artisti con le domande, i giochi e gli approfondimenti

Dettagli

Intervista telematica a Sonia Grineva

Intervista telematica a Sonia Grineva BTA Bollettino Telematico dell'arte ISSN 1127-4883 Fondato nel 1994 Plurisettimanale Reg. Trib. di Roma n. 300/2000 dell'11 Luglio 2000 1 Gennaio 2010, n. 549 http://www.bta.it/txt/a0/05/bta00549.html

Dettagli

Lista di Nozze. Giulia & Claudio. 26 Agosto 06 Settembre. La lista non è divisa in quote, guardate l'itinerario di seguito!

Lista di Nozze. Giulia & Claudio. 26 Agosto 06 Settembre. La lista non è divisa in quote, guardate l'itinerario di seguito! Lista di Nozze Giulia & Claudio 26 Agosto 06 Settembre La lista non è divisa in quote, guardate l'itinerario di seguito! MONUMENT VIGI Snc Cari Amici & Parenti di Claudio e Giulia ecco a voi il primo Viaggio

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Picasso Guernica INIZIA IL PERCORSO

Picasso Guernica INIZIA IL PERCORSO Picasso Guernica Analizzare come, attraverso l espressività e il valore simbolico dell opera, Picasso riesca a creare un manifesto contro la guerra di forte impatto emotivo Confrontare messaggi di opere

Dettagli

cuor e classico, anima contempor anea

cuor e classico, anima contempor anea cuor e classico, anima contempor anea Un sogno lungo una vacanza Un antico palazzo in pieno centro storico, a due passi da Piazza del Popolo: benvenuti all Hotel Vittoria, dove il fascino della Storia

Dettagli

Il Settore Cultura organizza un uscita a Ferrara per abbinare la visita del centro storico della bella città estense con un altra eccezionale mostra a

Il Settore Cultura organizza un uscita a Ferrara per abbinare la visita del centro storico della bella città estense con un altra eccezionale mostra a SETTORE CULTURA VICENZA Circolare n 1612 Responsabile: A. Suriano Vicenza 25 Settembre 2013 Il Settore Cultura organizza un uscita a Ferrara per abbinare la visita del centro storico della bella città

Dettagli

PER IL VERONESE È UN GRANDE RITORNO

PER IL VERONESE È UN GRANDE RITORNO PER IL VERONESE È UN GRANDE RITORNO di Ilaria Turri L illusione della realtà è il titolo della mostra dedicata a Paolo Calieri che si aprirà il prossimo 5 luglio alla Gran Guardia. È un eccezionale evento

Dettagli

una distribuzione presenta una produzione

una distribuzione presenta una produzione una distribuzione presenta una produzione Un documentario in dieci capitoli che racconta attraverso un viaggio in auto i sogni e le visioni della Rockstar italiana. Sarà presentato alla 72a Mostra Internazionale

Dettagli

una distribuzione presenta una produzione

una distribuzione presenta una produzione una distribuzione presenta una produzione Un documentario in dieci capitoli che racconta attraverso un viaggio in auto i sogni e le visioni della Rockstar italiana. Sarà presentato alla 72a Mostra Internazionale

Dettagli

Kinkaleri Hit Parade Conferenza/Spettacolo

Kinkaleri Hit Parade Conferenza/Spettacolo Kinkaleri Hit Parade Conferenza/Spettacolo Che anno era? 1917? Ad un certo punto il pubblico di Parigi riesce a scaldarsi e a smontare le sedie in platea per tirarle addosso agli autori di uno spettacolo.

Dettagli

L arte come gioco di forme e colori. a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea

L arte come gioco di forme e colori. a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea L arte come gioco di forme e colori a.s. 2007-08 Laboratori scuola dell infanzia via Amantea Le forme di Kandiskij Scrive Kandinskij: Oggi il punto può significare qualche volta nella pittura più di una

Dettagli

In mostra al museo di San Domenico, da sabato, 130 opere di Italo Bolano

In mostra al museo di San Domenico, da sabato, 130 opere di Italo Bolano In mostra al museo di San Domenico, da sabato, 130 opere di Italo Bolano Circa 130 opere, tra cui la riproduzione fotografica del Cristo donato a Papa Francesco in occasione della visita a Prato martedì

Dettagli

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA LE SCATOLE DEGLI ATTREZZI DI TINGUELY ERRÓ: ATELIER MÉCACOLLAGES Programma PARTE II 1 dicembre 2013 9 febbraio 2014 Piazza Giuseppe Buffi 8 6500 Bellinzona (Svizzera) Prenotazioni

Dettagli

SALONE DEL MOBILE L esordio di Pierre Cardin CINQUE NUOVI ARTIGIANI TRA RETE E BOTTEGA INTERNI ESOTICI Da Mumbai a Marrakech

SALONE DEL MOBILE L esordio di Pierre Cardin CINQUE NUOVI ARTIGIANI TRA RETE E BOTTEGA INTERNI ESOTICI Da Mumbai a Marrakech N. 04 2014 Prezzo speciale 5 3,50. Il 1 aprile con il Corriere della Sera 1,40 (Corriere della Sera 1,30 + Living 0,10). Non vendibile separatamente. Nei giorni successivi a richiesta con il Corriere della

Dettagli

L'Accademia Russa di Belle Arti / Zurab Tsereteli

L'Accademia Russa di Belle Arti / Zurab Tsereteli UNDO.NET 4/3/2011 L'Accademia Russa di Belle Arti / Zurab Tsereteli PIO SODALIZIO DEI PICENI, ROMA La mostra ''L'Accademia Russa di Belle Arti'' svela al pubblico fatti, personaggi ed eventi in 3 secoli

Dettagli

PARIS. 22-25 APRILE 2016 4 giorni - 3 notti

PARIS. 22-25 APRILE 2016 4 giorni - 3 notti PARIS 22-25 APRILE 2016 4 giorni - 3 notti Operativo Voli Voli con partenza da Firenze Peretola Volo Data Partenza - Destinazione Orario (in ora locale) AF1267 22APR Firenze (FLR) Parigi (CDG) 07.05 08.55

Dettagli

IL MUSEO E LA SCUOLA Visita al Museo e Laboratori

IL MUSEO E LA SCUOLA Visita al Museo e Laboratori Toni Benetton Treviso, Italia 1910-1996, è considerato uno dei maggiori scultori contemporanei, particolarmente autorevole nel campo delle Macrosculture. Nel 1938 frequenta il corso di scultura all Accademia

Dettagli

California & Polinesia

California & Polinesia California California & Polinesia PROGRAMMA DI VIAGGIO Polinesia 1 GIORNO Roma - San Francisco Trasferimento libero in aeroporto e partenza con volo di linea per San Francisco. All arrivo trasferimento

Dettagli

ATELIER DEL MUSEO IN ERBA ARTE CHE PASSIONE! Programma: 20 febbraio 12 giugno 2016

ATELIER DEL MUSEO IN ERBA ARTE CHE PASSIONE! Programma: 20 febbraio 12 giugno 2016 ATELIER DEL MUSEO IN ERBA ARTE CHE PASSIONE! Programma: 20 febbraio 12 giugno 2016 Piazza Giuseppe Buffi 8 6500 Bellinzona (Svizzera) Prenotazioni: tel. + 41 91 835 52 54 www.museoinerba.com ATTIVITÀ PROPOSTE

Dettagli

Con il trasferimento a Roma degli Archivi Legali Amedeo Modigliani de oltre 69 anni a Parigi, si

Con il trasferimento a Roma degli Archivi Legali Amedeo Modigliani de oltre 69 anni a Parigi, si Il Modigliani Institut Paris - Rome Obiettivo del Modigliani Institut, quello di fare apprezzare la storia e le opere del grande artista Livornese che ha caratterizzato la pittura e la storia dell Arte

Dettagli

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA LE SCATOLE DEGLI ATTREZZI DI TINGUELY ERRÓ: ATELIER MÉCACOLLAGES Programma PARTE I 14 settembre - 30 novembre 2013 Piazza Giuseppe Buffi 8 6500 Bellinzona (Svizzera) Prenotazioni

Dettagli

VACANZE IN ABRUZZO una straordinaria normalità

VACANZE IN ABRUZZO una straordinaria normalità VACANZE IN ABRUZZO una straordinaria normalità premessa Si fa un gran parlare in questi giorni di vacanze in Abruzzo (lo stesso Presidente del Consiglio è alla ricerca di casa) dopo le note vicende che

Dettagli

REGNO UNITO: UN GRANDE VIAGGIO

REGNO UNITO: UN GRANDE VIAGGIO REGNO UNITO: UN GRANDE VIAGGIO Le tappe del nostro viaggio saranno le città più importanti, cioè: Southampton, Bath, Londra, Oxford, Stratford, Cardiff, Edimburgo e Belfast. INGHILTERRA Southampton Dopo

Dettagli

Marseille Provence 2013

Marseille Provence 2013 w www.mp2013.fr www.rendezvousenfrance.com Capitale europea della cultura Marseille Provence 2013 Le Grand Bleu w www.mp2013.fr www.rendezvousenfrance.com Capitale europea della cultura Marseille Provence

Dettagli

ROSE E ROSSETTI ROSES ET ROUGE A LEVRES ROSES AND LIPSTICKS

ROSE E ROSSETTI ROSES ET ROUGE A LEVRES ROSES AND LIPSTICKS ROSE E ROSSETTI ROSES ET ROUGE A LEVRES ROSES AND LIPSTICKS bois de rose rose e rossetti COLORE DEFINIZIONE E MAGIA Bois de Rose - Rose e Rossetti, sono i due concetti in cui Chiara Fantig fa confluire

Dettagli

Ateliers Arts & Sens

Ateliers Arts & Sens Ateliers Arts & Sens Favorisce relazione, benessere, innovazione Sensi, Ateliers Arts & Sens - 40, rue du Bac, Im. 5-75007 Paris - www.sensi-ateliers.com - barbara.albasio@sensi-ateliers.com - + 33 6 07

Dettagli

VERONIKA VAN EYCK 1936-2001. Sculture

VERONIKA VAN EYCK 1936-2001. Sculture VERONIKA VAN EYCK 1936-2001 Sculture Veronika van Eyck Sculture Nel vasto panorama della scultura italiana del Novecento, una posizione di rilievo è occupata da Veronika van Eyck, nativa di Monaco ma milanese

Dettagli

IDEE PER IL SI COLONNE HOTEL RESTAURANT VARESE. Per il giorno del tuo Si... scegli una location speciale e unica...

IDEE PER IL SI COLONNE HOTEL RESTAURANT VARESE. Per il giorno del tuo Si... scegli una location speciale e unica... IDEE PER IL SI Colonne è un luogo magico dove perdere la cognizione del tempo. Un ambiente in perfetto equilibrio tra presente e passato, in cui vivere attimi unici. IDEE PER IL SI Per il giorno del tuo

Dettagli

Viaggio alla scoperta dello stile Liberty in Italia. Intervista ad Andrea Speziali

Viaggio alla scoperta dello stile Liberty in Italia. Intervista ad Andrea Speziali Home Chi Siamo Pubblicità Scrivi per Noi Link Utili Cerca in BlogViaggi Australia Consigli di Viaggio Idee di Viaggio» Travel News Viaggi Romantici» Categoria: Idee di Viaggio Viaggio alla scoperta dello

Dettagli

Il vostro matrimonio da sogno al Byblos Art Hotel Villa Amistà

Il vostro matrimonio da sogno al Byblos Art Hotel Villa Amistà Il vostro matrimonio da sogno al Byblos Art Hotel Villa Amistà Festeggiate il Vostro giorno più importante circondati dall arte e dalla magia di una location esclusiva situata a pochi chilometri dalla

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

UFFICIO STAMPA ALLEMANDI Cristina Casoli Tel.: +39 011 8199115 Email: cristina.casoli@allemandi.com

UFFICIO STAMPA ALLEMANDI Cristina Casoli Tel.: +39 011 8199115 Email: cristina.casoli@allemandi.com COMUNICATO STAMPA MOSCA FABBRICHE DELL UTOPIA Museo Statale di Architettura Schusev MUAR - Mosca 27 aprile - 17 di giugno 2012 Inaugurazione giovedì 26 aprile h. 18.00 curatore Umberto Zanetti Dal 27 aprile

Dettagli

Strutture turistico alberghiere selezionate e garantite Rainbow in Piemonte

Strutture turistico alberghiere selezionate e garantite Rainbow in Piemonte 1 Indice Strutture turistico alberghiere selezionate e garantite Rainbow in Piemonte 1.Torino alcune delle 364 strutture disponibili e selezionate Rainbow pag. 3 1.1.NH Collection Torino Piazza Carlina****

Dettagli

Leopoldo Metlicovitz ANNIVERSARIO. Pittore, cartellonista, illustratore e scenografo teatrale. Con il patrocinio e il contributo di:

Leopoldo Metlicovitz ANNIVERSARIO. Pittore, cartellonista, illustratore e scenografo teatrale. Con il patrocinio e il contributo di: Con il patrocinio e il contributo di: PROVINCIA DI COMO COMUNE DI PONTE LAMBRO in collaborazione con il Comitato Organizzatore per il 140 ANNIVERSARIO della nascita di Leopoldo Metlicovitz Leopoldo Metlicovitz

Dettagli

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore Fra le mostruosità dell arte d avanguardia spiccava, come un miracolo, un quadro d eccezione, una marina; la firma era di Raffaello Celommi un abruzzese noto agli

Dettagli

Guerrino Bardeggia. Maternità Blu - tecnica mista collage su tavola 100x100. servizio di Lara Badioli - foto Giuseppe Badioli

Guerrino Bardeggia. Maternità Blu - tecnica mista collage su tavola 100x100. servizio di Lara Badioli - foto Giuseppe Badioli Guerrino Bardeggia Maternità Blu - tecnica mista collage su tavola 100x100 servizio di Lara Badioli - foto Giuseppe Badioli E sempre più difficile individuare esattamente cosa sia Arte. Dall impressionismo

Dettagli

1) LONDRA (HIGHGATE), UK 2 SETTIMANE

1) LONDRA (HIGHGATE), UK 2 SETTIMANE The English School Via G. da Empoli, 19-50053 - Empoli (FI) tel. 0571 72077-537265 Fax 0571 77359 E-mail: info@teslingue.it - www.teslingue.it 0B0B 1) LONDRA (HIGHGATE), UK 2 SETTIMANE HIGHGATE è una elegante

Dettagli

VISITA DEL ROTARY CLUB PADOVA ALLA BANCA POPOLARE DI VICENZA VICENZA, MERCOLEDI 27 GENNAIO 2010

VISITA DEL ROTARY CLUB PADOVA ALLA BANCA POPOLARE DI VICENZA VICENZA, MERCOLEDI 27 GENNAIO 2010 VISITA DEL ROTARY CLUB PADOVA ALLA BANCA POPOLARE DI VICENZA VICENZA, MERCOLEDI 27 GENNAIO 2010 Mercoledì 27 Gennaio 2010 il Rotary Club Padova, guidato dal suo Presidente Pier Luigi Cereda, ha avuto il

Dettagli

ANICA, TRA PASSATO E FUTURO

ANICA, TRA PASSATO E FUTURO ANICA, TRA PASSATO E FUTURO Documentario di Massimo De Pascale e Saverio di Biagio Regia di Saverio Di Biagio PREMESSA Il rischio di ogni anniversario è quello di risolversi in una celebrazione, magari

Dettagli

Corsi All Estero 2015

Corsi All Estero 2015 marcus evans linguarama Language Training for Professionals Corsi All Estero 2015 Il francese in Francia Il tedesco in Germania L italiano in Italia Lo spagnolo in Spagna L olandese in Olanda linguarama

Dettagli

Tavole, illustrazioni e apparati

Tavole, illustrazioni e apparati Tavole, illustrazioni e apparati Tav. 1. Modello in gesso della statua di Arianna (1912), Parigi, Collezione privata. Tav. 2. L enigma dell oracolo (1910), olio su tela, 42 x 61 cm, Collezione privata.

Dettagli

PROGETTO ATELIER PAESI E PAESAGGI DI COLORE E FANTASIA

PROGETTO ATELIER PAESI E PAESAGGI DI COLORE E FANTASIA PROGETTO ATELIER PAESI E PAESAGGI DI COLORE E FANTASIA INTRODUZIONE AL PROGETTO L atelier è il laboratorio delle attività grafico-pittoriche e plastiche. Questo luogo, sapientemente attrezzato e predisposto,

Dettagli

M.M. no. 36 concernente la donazione al Comune di opere del Maestro Valerio Adami

M.M. no. 36 concernente la donazione al Comune di opere del Maestro Valerio Adami M.M. no. 36 concernente la donazione al Comune di opere del Maestro Valerio Adami Locarno, 2 dicembre 2013 Al Consiglio Comunale L o c a r n o Egregi Signori Presidente e Consiglieri, Il presente messaggio

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Omaggio a Luciano Minguzzi. Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna

Omaggio a Luciano Minguzzi. Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna Omaggio a Luciano Minguzzi Via delle Donzelle 2, Bologna Dal 26 gennaio al 29 aprile 2012 Inaugurazione mercoledì 25 gennaio 2012, ore 18.30 Comunicato stampa Bologna, 24 Gennaio 2012 - La rinnova, a partire

Dettagli

il lago insegna 2011 proposte per una giornata sul Lago di Como

il lago insegna 2011 proposte per una giornata sul Lago di Como *MUSEI E MONUMENTI MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO P. GIOVIO : contiene reperti archeologici di età preistorica, protostorica, egizia, etrusca e romana. MUSEO CIVICO STORICO G. GARIBALDI : raccoglie testimonianze

Dettagli

Per i cento anni dal ritorno in

Per i cento anni dal ritorno in L ANNO DI AMEDEO Tutto il 2009 sarà dedicata alla sua opera, per i 100 anni dal suo rientro in Italia Per i cento anni dal ritorno in Patria dell artista, diverse manifestazioni avranno luogo da maggio

Dettagli

La Tour Eiffel. La Tour Eiffel sembrava un faro abbandonato sulla terra da una generazione scomparsa, da una generazione di giganti

La Tour Eiffel. La Tour Eiffel sembrava un faro abbandonato sulla terra da una generazione scomparsa, da una generazione di giganti La Tour Eiffel La Tour Eiffel sembrava un faro abbandonato sulla terra da una generazione scomparsa, da una generazione di giganti 1889, Edmond de Goncourt, scrittore e critico letterario orrendo mostro

Dettagli

UN GRANDE MAESTRO DELL AVANGUARDIA DA OTTOBRE UN ECCEZIONALE MOSTRA A BERGAMO!

UN GRANDE MAESTRO DELL AVANGUARDIA DA OTTOBRE UN ECCEZIONALE MOSTRA A BERGAMO! UN GRANDE MAESTRO DELL AVANGUARDIA DA OTTOBRE UN ECCEZIONALE MOSTRA A BERGAMO! Dal 2 ottobre 2015 al 17 gennaio 2016, lagamec - Galleria d Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo ospita un importante retrospettiva

Dettagli

Scuola Primaria "Giovanni Pascoli"-Istituto Comprensivo Rovigo 1

Scuola Primaria Giovanni Pascoli-Istituto Comprensivo Rovigo 1 Scuola Primaria "Giovanni Pascoli"-stituto Comprensivo Rovigo 1 ndirizzo della scuola: Via del Tintoretto n.1-45100 Rovigo CLASS PRME - Annalisa Carta Nome degli altri docenti coinvolti nel progetto: -

Dettagli

Laboratori didattici di archeologia e storia per le scuole a cura dell Associazione culturale L INFO-ATTIVA di Ostia Antica 2015/2016

Laboratori didattici di archeologia e storia per le scuole a cura dell Associazione culturale L INFO-ATTIVA di Ostia Antica 2015/2016 Laboratori didattici di archeologia e storia per le scuole a cura dell Associazione culturale L INFO-ATTIVA di Ostia Antica 2015/2016 I. LA STORIA IN GIOCO: terza, quarta e quinta elementare II. LA STORIA

Dettagli

QUARTO CONCORSO INTERNAZIONALE DI FOTOGRAFIA AD INVITI GD4PHOTOART

QUARTO CONCORSO INTERNAZIONALE DI FOTOGRAFIA AD INVITI GD4PHOTOART Fondazione Mast e G.D bandiscono il QUARTO CONCORSO INTERNAZIONALE DI FOTOGRAFIA AD INVITI GD4PHOTOART Obiettivo del Concorso GD4PhotoArt è una selezione biennale di giovani fotografi che ha lo scopo di

Dettagli

L arte nell evento. It is possible to create every emotion

L arte nell evento. It is possible to create every emotion L arte nell evento Complesso del Vittoriano 1/2 Location:Complesso Monumentale del Vittoriano - Via Di San Pietro in Carcere - Roma Visita guidata privata a porte chiuse dalle 20.00 alle 20.45 della mostra

Dettagli

Il 26 aprile 1937 la cittadina basca di Guernica venne completamente rasa al suolo dall aviazione tedesca, in aiuto al Generale Franco.

Il 26 aprile 1937 la cittadina basca di Guernica venne completamente rasa al suolo dall aviazione tedesca, in aiuto al Generale Franco. I ragazzi della 3A, 3B e 3D hanno realizzato un grande murales che riproduce l opera Guernica di Pablo Picasso. Nel 1937 il governo repubblicano spagnolo commissionò a Picasso un opera per l Esposizione

Dettagli

GIOCA! In ogni sala la valigia propone un gioco da fare. Alcuni giochi sono differenziati per fascia d età (3+, 6+, 9+), altri sono per tutti.

GIOCA! In ogni sala la valigia propone un gioco da fare. Alcuni giochi sono differenziati per fascia d età (3+, 6+, 9+), altri sono per tutti. Per cominciare Per la mostra Picasso e la modernità spagnola il Museo in valigia offre a ciascuno l opportunità di creare un museo immaginario a partire dalle suggestioni ricevute attraverso le sale della

Dettagli