LANDSCAPE AS ARCHITECTURE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LANDSCAPE AS ARCHITECTURE"

Transcript

1 Architettura e restauro percorsi intrecci esperienze Architecture and restoration paths crosses experiences LANDSCAPE AS ARCHITECTURE Identity and conservation of Crapolla cultural site Paesaggio come architettura Identità e conservazione del sito culturale di Crapolla edited by a cura di Valentina Russo NARDINI EDITORE

2 Landscape as Architecture Identity and conservation of Crapolla cultural site Paesaggio come architettura Identità e conservazione del sito culturale di Crapolla Starting from the urgent problems and complex challenges for the conservation of stratified landscapes, places of the synthesis between human activity and nature, the volume presents the results of a research project that involved since 2008 the cultural site of Crapolla, located on the southern slope of the Sorrento- Amalfi Peninsula and within the Punta Campanella Marine Protected Area. Paradigm of landscapes where a thousand year old history has settled and where the emotional values emerge with strength, because of the presence of spring waters and of hills jutting into the sea, of the etymological allusion to ancient myths and gods, the site of Crapolla is full of a dense sense of the sacred. With it, the deep cracks of the rocks and the dizzying height of the latter assure a romantic aura to the whole. The deep gorge includes impressive buildings referable to ancient usages of the place, a port for sailors, site for the storage of food and for the supply of fresh water. The forms of architecture of the monazeni embedded into the rocks, the ruins of a Medieval abbey, the imposing mass of a sixteenth-century tower witness all the high strategic significance that the cove has assumed in the historical landscape of the Peninsula over the centuries. In the symbiosis between sublime nature and architecture, the landscape of Crapolla is, at the same time, very "fragile" and at risk of oblivion. The research here published, together with the numerous studies and experiences carried out in Italian and European contexts, face with rigor of analysis and active approach many issues related to the understanding of the intangible values i.e. anthropological, literary and social ones and of the physical and construction characteristics of the artifacts and the landscape. This is in order to highlight, through an integrated methodology of research, a coherent approach from the small to the large scale for a programmed preservation of the cultural landscape so as to prevent, through restoration and with the involvement of the local communities, the irreversible loss of precious vestiges of the past. A partire dalle cogenti problematiche e sfide complesse connesse alla conservazione dei paesaggi stratificati, luoghi di sintesi tra azione umana e natura, il volume presenta i risultati di un percorso di ricerca che ha interessato dal 2008 il sito culturale di Crapolla, posto sul versante meridionale della Penisola sorrentino-amalfitana ed entro l'area Marina Protetta Punta Campanella. Paradigma di paesaggi nei quali è sedimentata una storia ultramillenaria e nei quali le valenze emozionali emergono con forza, per la compresenza di acque sorgive e di rilievi strapiombanti verso il mare, per l'allusione etimologica ad antichi miti e divinità, il sito di Crapolla è intriso di un denso senso del sacro. Con esso, le profonde spaccature nelle rocce e l'altezza vertiginosa di queste ultime conferiscono un'aura romantica all'insieme. La profonda "forra" accoglie fabbriche imponenti riferibili ad usi antichi del luogo, approdo per i naviganti, sito per la conservazione di derrate alimentari e per il rifornimento di acque dolci. Le architetture dei monazeni incastonati nelle rocce, le rovine di un'abbazia medievale, la possente massa di una torre cinquecentesca testimoniano tutti dell'elevato significato strategico che l'insenatura ha assunto nel paesaggio storico della Penisola attraverso i secoli. Nella simbiosi tra natura sublime e architettura, il paesaggio di Crapolla è, al contempo, particolarmente "fragile" e a rischio di oblio. Le ricerche che si presentano, intrecciate a molteplici studi ed esperienze condotte in contesti italiani ed europei, affrontano con rigore analitico e slancio propositivo molteplici questioni connesse alla comprensione delle valenze intangibili antropologiche, letterarie e sociali, nonché delle caratteristiche fisiche e costruttive dei manufatti e del paesaggio. Ciò con l'obiettivo di evidenziare, attraverso una metodologia integrata di ricerca, una coerenza di approccio dalla piccola alla grande scala per la conservazione programmata del paesaggio culturale allo scopo di prevenire, attraverso il restauro e con il coinvolgimento delle comunità locali, la perdita irreversibile di preziose testimonianze del passato.

3 Architettura e restauro percorsi intrecci esperienze Architecture and restoration paths crosses experiences LANDSCAPE A Identity and conservation Paesaggio come ar Identità e conservazione del sito Valentina Russo, Architect, Ph.D. in Conservation of Architectural Heritage, is Associate Professor in Restoration at the University of Naples Federico II (Department of Architecture). Professor in the Postgraduate School of Specialization of Architectural and Landscape Heritage and in the Ph.D. Board of Architecture (Univ. of Naples), she is currently the scientific coordinator of the international Agreements among the University of Naples Federico II and the Izmir Institute of Technology (Turkey), the École Nationale Supérieure d Architecture of Lyon (France), the Artesis University College of Antwerp (Belgium) and the Polytechnic University of Valencia (Spain). She coordinates and carries on funded research programs concerning the historical, methodological and design issues in architectural and landscape restoration and has edited the organization of exhibitions and conferences, with the publication of catalogues and Proceedings. She is the author of monographs, numerous essays in volumes and articles in scientific journals that focus specific attention on the relations among interpretative, constructive and planning aspects in Restoration. With contributions by: Lucio Amato, Geologist, Tecno In S.p.A. Technical Director Giovanni Antonucci, Geologist, Tecno In S.p.A. Marleen Arckens, Archaeologist, Artesis University College of Antwerp Aldo Aveta, Full Professor in Restoration, University of Naples Federico II Stella Casiello, Full Professor in Restoration, University of Naples Federico II Giovanna Ceniccola, Architect, Ph.D. in Conservation of Architectural and Landscape Heritage, University of Naples Federico II Valentina Cristini, Assistant Professor in Restoration, Polytechnic University of Valencia Francesco Delizia, Ministry of the Cultural Heritage and Tourism, Regional Directorate for Cultural and Landscape Heritage of Emilia-Romagna Gianluigi de Martino, Assistant Professor in Restoration, University of Naples Federico II Francesco Doglioni, Associate Professor in Restoration, University IUAV of Venice Daniela Esposito, Full Professor in Restoration, University of Rome La Sapienza Giuseppe Fiengo, Full Professor in Restoration, Second University of Naples Rossana Gabrielli, Archaeologist, Partner and Chief of the Analysis area of Leonardo S.r.l. (Bologna) Giovanna Greco, Full Professor in Archaeology and History of Greek and Roman Art, University of Naples Federico II Mine Hamamcıoğlu-Turan, Assistant Professor in Restoration, İzmir Institute of Technology Donato Iaccarino, Councillor for Culture, Tourism and Promotion of the Paths, Municipality of Massa Lubrense Maria Leus, Professor in Restoration and Conservation of monuments, Artesis University College of Antwerp Mario R. Losasso, Full Professor in Technology of Architecture, University of Naples Federico II Bianca Gioia Marino, Associate Professor in Restoration, University of Naples Federico II Pasquale Miano, Associate Professor in Architectural Planning, University of Naples Federico II Stefano F. Musso, Full Professor in Restoration, University of Genua Andrea Pane, Assistant Professor in Restoration, University of Naples Federico II Giulio Pane, Full Professor in History of Architecture, University of Naples Federico II Patrizio Pensabene, Full Professor in Classical Archaeology, University of Rome La Sapienza Renata Picone, Associate Professor in Restoration, University of Naples Federico II Stefania Pollone, Architect, Ph.D. student in History and Conservation of Architectural and Landscape Heritage, University of Naples Federico II Emanuele Romeo, Associate Professor in Restoration, Polytechnic of Turin José Ramón Ruiz-Checa, Associate Professor in Construction and Patrimonial managing, Polytechnic University of Valencia Stefano Ruocco, President of Archeoclub d'italia-massa Lubrense Enrica Santaniello, Architect, Specialist in Architectural and Landscape Heritage Gianluca Vitagliano, Architect, Ministry of the Cultural Heritage and Tourism, Superintendence for the Archaeological Heritage of Pompeii Herculaneum and Stabia

4 LANDSCAPE AS ARCHITECTURE Identity and conservation of Crapolla cultural site Paesaggio come architettura Identità e conservazione del sito culturale di Crapolla ISBN ,00

5 Architettura e restauro Architecture and restoration percorsi intrecci esperienze paths crosses experiences The volume is published with the financial support of: Direttore editoriale publishing director Andrea Galeazzi Direzione scientifica scientific direction Valentina Russo Comitato scientifico internazionale International scientific committee Aldo Aveta, Università degli Studi di Napoli Federico II Stella Casiello, Università degli Studi di Napoli Federico II Maria Ida Catalano, Università degli Studi della Tuscia Maurizio De Vita, Università degli Studi di Firenze Carolina Di Biase, Politecnico di Milano Donatella Fiorani, Università degli Studi di Roma La Sapienza Maria Adriana Giusti, Politecnico di Torino Giacinta Jean, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana Pamela S. Jerome, Columbia University Paulo Lourenço, University of Minho Randall Mason, University of Pennsylvania Camilla Mileto, Universidad Politécnica de Valencia Renata Picone, Università degli Studi di Napoli Federico II Marco Pretelli, Università di Bologna Emanuele Romeo, Politecnico di Torino Fernando Vegas López-Manzanares, Universidad Politécnica de Valencia Tutti i volumi pubblicati nella Collana sono sottoposti a procedura di referaggio esterno esercitato in forma anonima. All volumes published in the Series are subjected to external blind peer-review process. Università degli Studi di Napoli Federico II Dipartimento di Architettura with: Comune di Massa Lubrense Comune di Sorrento LANDSCAPE AS ARCHITECTURE Identity and conservation of Crapolla cultural site Area Marina Protetta Punta Campanella 2014 Nardini Editore Edited by a cura di Valentina Russo Texts by contributi di Lucio Amato, Giovanni Antonucci, Marleen Arckens, Aldo Aveta, Stella Casiello, Giovanna Ceniccola, Valentina Cristini, Francesco Delizia, Gianluigi de Martino, Francesco Doglioni, Daniela Esposito, Giuseppe Fiengo, Rossana Gabrielli, Giovanna Greco, Mine Hamamcıoğlu-Turan, Donato Iaccarino, Maria Leus, Mario R. Losasso, Bianca Gioia Marino, Pasquale Miano, Stefano F. Musso, Andrea Pane, Giulio Pane, Patrizio Pensabene, Renata Picone, Stefania Pollone, Emanuele Romeo, José Ramón Ruiz-Checa, Stefano Ruocco, Enrica Santaniello, Gianluca Vitagliano Photos fotografie All the photos in the texts are due to the Authors and date to the research period , except for those where it is specified otherwise and for the ones in the separating pages, whose references are at the end of the volume. Translations traduzioni The translation of all the texts from Italian to English together with the quotations and their English revision is due to Prof. John Crockett, Università degli Studi di Napoli Federico II (University Language Centre - Centro Linguistico di Ateneo). The text by D. Iaccarino and S. Ruocco has been translated by Dr. Ruth Peake. Layout progetto grafico Ennio Bazzoni On the cover page: Crapolla (Massa Lubrense). The cove from ground (photo V. Russo 2013).

6 LANDSCAPE AS ARCHITECTURE Identity and conservation of Crapolla cultural site Paesaggio come architettura Identità e conservazione del sito culturale di Crapolla edited by a cura di Valentina Russo NARDINI EDITORE

7 Contents FOREWORDS Gaetano Manfredi, Rector of the University of Naples Federico II pag. 7 Mario R. Losasso, Director of the Department of Architecture Leone Gargiulo, Mayor of Massa Lubrense Davide Gargiulo,President of Punta Campanella Marine Protected Area LANDSCAPE AS ARCHITECTURE Valentina Russo Apollo s landscape, risk, interpretation, conservation CRAPOLLA. LANDSCAPE, ARCHAEOLOGY, ARCHITECTURE Stella Casiello Landscapes as relation between man and nature: protection and enhancement Andrea Pane Crapolla: a cultural landscape on the Amalfi Coast Gianluigi de Martino The archaeological evidence of the Sorrento Peninsula and Crapolla Francesco Doglioni The ancient cisterns. Stratigraphic observations and interpretation of building processes Valentina Russo Memory and conservation of fragile ruins. The Abbey of St. Peter at Crapolla Daniela Esposito, Patrizio Pensabene Two cases of reuse in Campania: the church of St. Peter in Crapolla and the bell tower of the Pietrasanta in Naples Lucio Amato, Giovanni Antonucci Geophysical survey with magnetometric techniques in the Abbey of St. Peter at Crapolla Gianluca Vitagliano Rural architecture in Crapolla fjord: a heritage to protect Francesco Delizia St. Peter s Tower at Crapolla. An example of the defensive system of the Sorrentine Peninsula in the Viceroyal Age Enrica Santaniello The cantieri masonry of St. Peter's Tower. Building techniques and similarities in the peninsular context Rossana Gabrielli Ancient mortars in the archaeological site of Crapolla: laboratory analysis

8 Donato Iaccarino, Stefano Ruocco From tangible to intangible values. Traditions in Crapolla pag. 149 CRAPOLLA LAB REPORTS Linda Miedema, Alfredo Roccia, Riccardo Rudiero, Alberto Maria Talarico, Sara Varanese The environmental context Thijs Bennebroek, Agostino Buonomo, Licia Genua, Clorinda V. Grande, Teresa Laudonia, Michelle Smets The archaeological heritage Sonia Colletta, Lucia Ganoza, Jose Antonio López Salas, Romina Muccio, Laura Paone, Lia Romano The monazeni permanence Maria Antonia Aldarelli, Giuseppe Camarda, Federica Comes, Romana Fialová, Chiara Ficarra, Lynn Rongé, Giovanna Russo Krauss, Giuseppina Vitiello, Federico Zoni St. Peter's Abbey as palimpsest Elisabetta Candeloro, Angela D Anna, Ioanna Fragkaki, Marina Martinez Sanchis, Julie van de Velde The architecture of St. Peter's Tower Valentina Russo, Stefania Pollone The stratigraphical interpretation of St. Peter's Tower. Dimensional survey results PARALLELS ARCHITECTURE AND MEMORY OF THE ANTIQUE Giovanna Greco Peoples in the Sorrentine Peninsula, between myth and reality Patrizio Pensabene Architectural spolia between Late-Antiquity and the Middle Ages Daniela Esposito The reuse building site in the Roman area through the Middle Ages and contemporary times Emanuele Romeo Temple, church, mosque: transformation over the centuries ETHICS AND SUSTAINABILITY IN CONSERVATION Aldo Aveta Historic urban landscape and integrated conservation Giuseppe Fiengo Conservation and enhancement of ruined monuments in the Amalfi Coast

9 Renata Picone A sustainable architecture. Rustic dwellings in the area between Capri and the Amalfi-Sorrentine Coast pag. 265 Giovanna Ceniccola Interpretation and preservation of the architectural surfaces: the lapillus coverings Bianca Gioia Marino Landscape and image: perception of authenticity and identity of places Stefania Pollone Landscape conservation and ancient routes. Historical traces in Massa Lubrense land CONSERVATION, PROTECTION AND ENHANCEMENT: A COMPARISON OF EXPERIENCES Mario R. Losasso Technologies and environmental design for the recovery of sensitive contexts Giulio Pane Fuenti, Jeranto, Ravello auditorium: three equivocal cases of landscape protection Pasquale Miano From panorama to landscape. The case of Punta Corona in Agerola Stefano Francesco Musso The destiny of the built landscapes, between nature and culture. The Cinque Terre in Liguria Valentina Cristini, José Ramón Ruiz Checa Interpretation of building processes and material decay phenomena in some examples of Spanish traditional architecture José Ramón Ruiz Checa, Valentina Cristini A methodological proposal for a territorial analysis: watchtowers of 12th-13th centuries in Spain Maria Leus, Marleen Arckens The dilemma between preservation and experience of archaeological heritage Mine Hamamcıoğlu-Turan Contemporary applications for documentation of historical buildings and landscapes ITALIAN SUMMARIES SINTESI AUTHORS OF REPORTS REFERENCES ACKNOWLEDGEMENTS INDEX OF THE NAMES

10 LANDSCAPE AS ARCHITECTURE Lucio Amato, Giovanni Antonucci Geophysical survey with magnetometric techniques in the Abbey of St. Peter at Crapolla The magnetic exploration The magnetic survey is a very important technique, widely applied to archaeological research thanks to the fact that it is a completely non-destructive method, with good speed of investigation and economy of use. It is based on the measurement of changes in Earth's Magnetic Field (CMT) or of its gradient. Changes or magnetic anomalies are represented by the contrast between the magnetic susceptibility (characteristic property of elements) of the various archaeological configurations and the susceptibility of the soil that contains them. The contrast of susceptibility is strong when there is a high mineral content of iron and iron-magnetic in one of the two elements or when they are taken over phenomena of thermal stress on the elements themselves. The majority of the land has a mineral content of iron oxide ranging from 1% to 10%, such as magnetite (Fe 3 O 4 ), hematite (Fe 2 O 3 ) and maghemite (A-Fe 2 O 3 ) that are ferromagnetic substances. Even the cultivated soil and also the uncultivated one to a lesser extent have in their upper layer (about 30 cm from ground) a magnetic susceptibility higher than that found in the deeper layers, due to the transformation of hematite into magnetite that is magnetically strong. The mechanisms responsible for this effect stands in the fermentation process resulting from the breakdown of organic waste, which abounds in the fields and ditches drain the settlements. In addition, a common practice was to burn the dry grass, bushes and wood to clean up the soil. During combustion, the oxygen is consumed and then the top layer of the soil is reduced and subsequently the reoxidation happens at contact with the air. From this it appears clear that the cultivated soil, bricks buried in the natural soil, holes, ditches have magnetic values much higher (even several tens of orders of magnitude) than those of the natural background and are then measured as positive anomalies. The areas instead with lower concentrations of ferromagnetic minerals, such as sandstone walls, have a lower magnetic susceptibility than the land around them and are measured as negative anomalies. Finally, some materials such as artifacts in baked clay (i.e. brick, ceramic) or materials at direct contact with the heat (fireplaces, furnaces, etc.) may have been the phenomena of thermal stress. The heat acts at the atomic level on the orientation of the magnetic dipoles of each crystal of magnetite, which are arranged according to the direction of the Earth's magnetic field present in that place and at that given time. The subsequent rapid cooling "freezes" the magnetic orientation parallel to the magnetic field of the earth. The magnetic pad with the technique of the gradient, which is based on the use of a differential magnetometer or gradiometer (fluxgate), continues to be an indication of the 113

11 LANDSCAPE AS ARCHITECTURE 1 2 Fig. 1 Example of magnetometric surveying (Tecno in SpA archive). Fig. 2 Crapolla, St. Peter's Church. The results of gradiometer survey in the left nave (Crapolla Lab elaboration, April 2013). intensity variations of the earth's magnetic field. Compared to the method of measurement of the total field, it has the advantage of being able to operate independently from the magnetic variations or from magnetic interference of anthropogenic origin which interact with the magnetic real signal. Procedures for field exploration. The case-study of St. Peter's Abbey In order to make a magnetic survey is preferable that the soil to analyze is fairly uniform, consisting of fine materials and with a moderate magnetic susceptibility. However, there are unfavorable conditions, considered as background noise, a sandy soil with low susceptibility, conspicuous irregularities in the surface, the presence of metal debris. Another very important condition is that the operator is "magnetically clean" that is without any metal objects that could affect the sensors. Since World War II electronic instruments were introduced, including the magnetometer gradiometer which is one of the most commonly tool employed in archaeological research, based on the saturation of magnetic materials. As its accuracy is slightly less than that of the magnetometer procession, this has the advantage of providing continuous measurements over time and, more importantly, also working well with weak fields while it is relatively indifferent to outside noise. The instruments consists of two nuclei of a metal alloy, wrapped by two coils, rolled in the opposite direction, and powered by an alternating current. The two cores are magnetized in the opposite direction and in the absence of the terrestrial magnetic field the induced voltage that is measured by the two coils is equal but of opposite direction and then the resultant is nothing. If, instead, this is a unidirectional field oriented along the axis of the nuclei, the voltage induced in the two circuits will no longer have the same value and thus it will have a differential voltage that can be measured and which will be proportional to the value of the magnetic field. For carrying out the prospecting the operator must cross the area under investigation 114

12 GEOPHYSICAL SURVEY WITH MAGNETOMETRIC TECHNIQUES IN THE ABBEY OF ST. PETER AT CRAPOLLA following a regular grid with predefined steps variables between 1 and 5 meters and performing measurements at the nodes of the grid. Following the described procedure for the acquisition of data, during April 2013 Tecno in has taken part to Crapolla Lab Restoration International Workshop and on that occasion a geophysical survey has been carried out by using a technical magnetometer in the church of St. Peter's Abbey. Prospection has been made by an FM256 Fluxgate gradiometer which has given the measurement of the magnetic gradient identifying two areas characterized by magnetic "anomalies". The first area is located at 1.35 meters from the southern edge of the staircase that gives the access to the site and at 2.30 meters from the perimeter wall on the north. The second area of interest is set at 3.85 meters from the aforementioned staircase and, as in the previous case, at 2.30 meters from the perimeter wall. In both cases positive anomalies equal to 150 nt, in the first case, and 60 nt in the second case were observed. A third abnormal area was found in the proximity of the church, with positive anomalies between 40 and 100 nt. In this case, however, the values found may have been induced, although partially, by the presence of the iron gate of the church itself. Conclusion The presence of two "abnormal" areas near the northern sector of the church, corresponding to its left nave, suggests the presence of possible invisible structures and makes it necessary to deep the analysis at a broader scale in the abbey. At the same time, the geophysical results should be accompanied by in situ archaeological exploration in order to clarify the nature of the "anomalies" (i.e. column's bases, burials, foundations, etc.). 115

13 ITALIAN SUMMARIES Pag. 113 Lucio Amato, Giovanni Antonucci Geophysical survey with magnetometric techniques in the Abbey of St. Peter at Crapolla Ispezione geofisica con tecniche magnetometriche nell abbazia di San Pietro a Crapolla L Università degli Studi di Napoli Federico II ha organizzato, nell aprile 2013, un Workshop-Laboratorio Internazionale di Restauro presso il fiordo di Crapolla, dedicato alla conservazione del paesaggio culturale del sito in oggetto. Tra le attività previste, la Tecno In S.p.A. ha effettuato un survey geofisico, con tecnica magnetometrica, presso l abbazia di San Pietro, nella parte interna alla chiesa medioevale. Le prospezioni sono state eseguite con un gradiometro Fluxgate FM256 che ha consentito la misurazione delle intensità delle variazioni, rispetto al CMT, da attribuirsi al contrasto tra la suscettività magnetica di presunte preesistenze archeologiche e la suscettività del terreno che le contiene. Le misurazioni gradiometriche sono state effettuate eseguendo una griglia d indagine regolare con passi predefiniti ed eseguendo le misure in corrispondenza dei nodi della griglia. Le indagini hanno consentito di individuare tre aree, poste presso il margine settentrionale del sito, caratterizzate da variazioni comprese tra 50 nt e 150 nt che possono essere attribuite a presunti corpi sepolti appartenenti all antico impianto architettonico. Pag. 117 Gianluca Vitagliano Rural architecture in Crapolla fjord: a heritage to protect Architettura rurale nel fiordo di Crapolla: un patrimonio da proteggere Nel Decreto del Ministero della Pubblica Istruzione del 22 dicembre 1965 (Dichiarazione di notevole interesse pubblico dell intero territorio comunale di Massa Lubrense) si legge: «Fanno parte del complesso paesistico naturale i nuclei abitati di [tra gli altri] Marina (di) Crapolla ( ). La composizione edilizia delle frazioni, il loro rapporto dimensionale e spaziale, rappresentano l elemento positivo dell intervento dell uomo nella evoluzione storica, formale ed urbana del territorio. ( ) Inoltre i sopramenzionati nuclei abitati sono anche, indipendentemente dai rilevanti caratteri di quadri e punti di vista, pregevoli documenti di ambienti ed architetture spontanee, create da un antica civiltà, e maggiormente degni, quindi, di essere tutelate dalla legge». Siamo nel 1965 e questa descrizione anticipa la definizione di paesaggio, data nella Convenzione europea del 2000, come «area, as perceived by people, whose character is the result of the action and interaction of natural and/or human factors». In questa ottica, vanno viste le architetture rurali del fiordo di Crapolla, un insieme estremamente caratterizzato dal punto di vista paesaggistico, dove gli elementi naturali connotanti la costiera amalfitana si relazionano con le plurisecolari attività antropiche. In questo fazzoletto di superficie c è una torre di avvistamento, simbolo del potere civile e militare; un abbazia, espressione del potere spirituale; un approdo da mare con gli edifici rurali; le opere idrauliche di incanalamento del rio Viarito; lo spazio pubblico a corte. Si tratta di opere che preludono ad una urbanità che, paradossalmente, a Crapolla non si rileva. Permane, invece, il delicato equilibrio di tale patrimonio e il contesto ambientale, frutto della secolare azione degli eventi naturali nonché della continuità d uso di un sito già antropizzato in epoca romana. Questa particolare condizione logistica della marina ha determinato lo sviluppo di un nucleo edilizio costituito da manufatti tendenzialmente monocellulari, i monazeni, con coperture a volta estradossate, una tipologia ricorrente in quest areale; tali corpi di fabbrica, forse in passato residenza abituale, attualmente sono destinati a deposito e a rimessaggio di imbarcazioni, in massima parte di proprietà degli abitanti della frazione Torca di Massa Lubrense. Qui emerge un altro dato importante: il rapporto tra il sito di Crapolla e la comunità degli abitanti di Torca. Non è un caso che la storia dell ultimo secolo della marina coincida con la storia dei pescatori, in massima parte provenienti dall abitato a monte, raccontata, peraltro, più per immagini che non attraverso documenti. La ricostruzione delle vicende storiche di questo patrimonio è in primo luogo funzionale alle scelte di intervento più appropriate: naturalmente, si pone il problema della scarsezza di fonti documentarie. Si dispone tuttavia della fonte diretta, ovvero dei manufatti nella loro consistenza materiale, che costituiscono un palinsesto di stratificazioni, aggiunte e menomazioni in alcuni casi ancora perfettamente leggibili, anche se da approfondire con una estesa campagna di indagini. La persistenza di un uso tendenzialmente costante nel tempo è alla base della realizzazione dei monazeni e ne ha consentito la conservazione fino all attualità, ancorché in condizioni di progressivo degrado causato dalle particolari condizioni del sito, esposto all azione dell aerosol marino e, non ultimo, agli straripamenti del rio Viarito. Uno stato di degrado accentuato, inoltre, da interventi manutentivi inappropriati, soprattutto recenti. L interesse per questo sito sta nel suo particolare equilibrio con il contesto ambientale, ma anche nella sua storica autosufficienza, per la presenza dell acqua dolce del rio Viarito nonché di cisterne di accumulo delle acque piovane. Tale particolare condizione ha consentito lo sviluppo di un insediamento costituito da manufatti destinati ad attività connesse alla pesca, che possono essere distinte in due gruppi. Il primo gruppo, posto lungo la parete rocciosa orientale del fiordo, è costituito da organismi con caratteristiche tipologiche e costruttive ricorrenti: un impianto planimetrico pseudo-rettangolare, l ingresso al centro di uno dei lati minori e un soprastante vano di aerazione con grata lignea, che in alcuni casi si conserva ancora; le coperture sono a volte a botte estradossata. Dal punto di vista costruttivo, questi manufatti presentano uno o più lati contro la parete rocciosa, mentre le altre pareti sono realizzate in muratura a nucleo interno con paramento in blocchi irregolari allettati con abbondante malta; le coperture sono realizzate con spaccatoni lapidei allettati in abbondante malta e protetti da un battuto impermeabilizzante in lapillo, o in cemento nel caso in cui siano stati eseguiti recenti interventi manutentivi. Eccezioni tipologiche si riscontrano negli ambienti di servizio posti completamente a ridosso del costone roccioso, che presentano coperture piane in cemento; inoltre, il manufatto adiacente alla spiaggia è più complesso dal punto di vista distributivo e presenta una maggiore quantità di aperture verso l esterno. Il secondo gruppo di monazeni, disposto lungo la parete occidentale del fiordo, si presenta tipologicamente più complesso in quanto risultato della già citata e complessa stratificazione: qui si riscontrano, infatti, murature di epoca romana sulle quali si innestano apparecchi costruttivi più recenti, anche di epoca otto-novecentesca. Tutti questi manufatti sono disposti intorno a uno spazio adibito a rimessaggio delle imbarcazioni che nella parte settentrionale presenta un pozzo per l emungimento di acqua. Tale ambito è separato da un muro frangiflutti dalla spiaggia, sulla quale prospetta anche il sistema di incanalamento delle acque del rivo Viarito. Relativamente all utilizzo delle tecniche costruttive è da rilevare la generale scarsa qualità degli impasti delle malte e l imperizia nella realizzazione del paramento murario, ad eccezione di un solo campione su quattro, frutto di una stratificazione recente, probabilmente di matrice 389

14 Stampato nel dicembre 2014 dalla Cartografica Toscana (PT) per Nardini Editore, Firenze

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione LA CALETTA È proprio nell ambito del progetto NetCet che si è deciso di realizzare qui, in uno dei tratti di costa più belli della Riviera del Conero, un area di riabilitazione o pre-rilascio denominata

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING Innovazione nei contenuti e nelle modalità della formazione: il BIM per l integrazione dei diversi aspetti progettuali e oltre gli aspetti manageriali, gestionali, progettuali e costruttivi con strumento

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo Giornate di Studio: Un approccio integrato allo studio dei flussi di massa e di energia nel sistema suolo pianta atmosfera: esperienze e prospettive di applicazione in Sicilia Tecniche di misura dei flussi

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Prodotto Isi Web Knowledge

Prodotto Isi Web Knowledge Guida pratica all uso di: Web of Science Prodotto Isi Web Knowledge acura di Liana Taverniti Biblioteca ISG INMP INMP I prodotti ISI Web of Knowledge sono basi di dati di alta qualità di ricerca alle quali

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

La via del acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun

La via del acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun La via dell acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun ABRUZZO La via dell acqua e del sole The Way of The Sea and The sun 133 chilometri di costa, lungo la quale si alternano arenili di sabbia dorata

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Shanghai tip - Antibodi

Shanghai tip - Antibodi Shanghai tip - Antibodi InternoShangai210x240:Fjord Malmo_01_risg1 12-02-2008 11:43 Pagina 1 Shanghai tip - Antibodi InternoShangai210x240:Fjord Malmo_01_risg1 12-02-2008 11:43 Pagina 2 InternoShangai210x240:Fjord

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015 Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C del 27/05/2015 Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico Statale G. Garibaldi Via Roma, 164 87012 Castrovillari ( CS ) Tel. e fax 0981.209049 Anno

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms Campo di selezione - 50 Hz Selection chart - 50 Hz 2950 rpm 1475 rpm Campo

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

RICOSTRUZIONE DEI TREND DI PIOVOSITA E TEMPERATURA NEGLI ULTIMI 80 ANNI IN SICILIA. PRIMI RISULTATI

RICOSTRUZIONE DEI TREND DI PIOVOSITA E TEMPERATURA NEGLI ULTIMI 80 ANNI IN SICILIA. PRIMI RISULTATI Giuseppe Basile (1), Marinella Panebianco (2) Pubblicazione in corso su: Geologia dell Ambiente Rivista della SIGEA - Roma (1) Geologo, Dirigente del Servizio Rischi Idrogeologici e Ambientali del Dipartimento

Dettagli

ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW

ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW Technical-scientific seminar on Analysis and design of tall building structures University of Patras 16 May 214 h. 11:-18: ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW OFFICE BUILDING IN MILAN (21-214) Structural

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCO PROF SE 2 SeccoProf, SeccoProf EL, SeccoUltra, SeccoMust Tolgono l umidità dappertutto Removing humidity everywhere Un intera gamma professionale

Dettagli

Evoluzione del Servizio di Meteorologia Aeronautica di ENAV S.p.A. : Meteosat Second Generation

Evoluzione del Servizio di Meteorologia Aeronautica di ENAV S.p.A. : Meteosat Second Generation Evoluzione del Servizio di Meteorologia Aeronautica di ENAV S.p.A. : Meteosat Second Generation Con la Disposizione Organizzativa n.07/04 viene fissata la missione della Funzione Meteorologia il cui obiettivo

Dettagli

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing.

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing. Delta PATENT PENDING Sistema di apertura per ante a ribalta senza alcun ingombro all interno del mobile. Lift system for doors with vertical opening: cabinet interior completely fittingless. Delta Centro

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue

Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue Italian Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue The Italian translation of The right of the deaf child to grow up bilingual by François Grosjean University of Neuchâtel, Switzerland Translated

Dettagli

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI scopo del lavoro: Confronto tra oli EVO addizionati con estratti di capperi campionati

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o Come disposto nelle norme di attuazione, artt. 15, 16, 17 e dall Allegato 5 alle NTA del PTC2 gli strumenti urbanistici generali e le relative varianti assumono l obbiettivo strategico e generale del contenimento

Dettagli

Università degli Studi della Basilicata Corso di Laurea in Scienze Geologiche (Biennio Specialistico) Corso di DINAMICA COSTIERA

Università degli Studi della Basilicata Corso di Laurea in Scienze Geologiche (Biennio Specialistico) Corso di DINAMICA COSTIERA Università degli Studi della Basilicata Corso di Laurea in Scienze Geologiche (Biennio Specialistico) Corso di DINAMICA COSTIERA 2.0 Che cos è una Spiaggia Sergio G. Longhitano Dipartimento di Scienze

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali Il Divulgatore n.10/2002 Sicurezza alimentare PARTENDO DALLA DOP Tr@ce.pig è un progetto di tracciabilità della filiera del suino pesante utilizzato come materia prima per i Prosciutti di Parma a Denominazione

Dettagli