Politica di accettazione delle navi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Politica di accettazione delle navi"

Transcript

1 I Premessa Politica di accettazione delle navi SARAS provvede ai propri bisogni nel trasporto marittimo in maniera responsabile, nel rispetto della protezione dei popoli, dell ambiente, delle risorse e della propria reputazione commerciale. SARAS si propone di raggiungere queste finalità utilizzando navi di buona qualità, conformi ai criteri di sicurezza dalla stessa adottati e di cui al successivo punto VIII, al fine di minimizzare i rischi derivanti da tali trasporti. Inoltre, tutte le navi proposte a SARAS o a terzi per un contratto di noleggio finalizzato al trasporto di petrolio, suoi derivati, o altri prodotti acquistati o venduti da SARAS, devono essere conformi alla politica di accettazione delle navi adottata da SARAS e di seguito denominata Politica. Benché una nave sia rispondente alla Politica, ciò non dà diritto all Armatore e/o ad altro soggetto ( Operatore ) intitolato a dare a noleggio la nave in forza di accordi con l Armatore, di pretendere da SARAS la stipula di un contratto di noleggio o un obbligo di impiego della nave stessa, né impone a SARAS alcun dovere di stipulazione di un contratto di noleggio o altro obbligo di impiego. Nessun obbligo di accettazione può ricadere su SARAS, né alcun tipo di responsabilità potrà essere ad essa attribuita, nel caso SARAS decidesse di eseguire un controllo della nave tramite personale proprio o consulenti, per verificare la conformità della stessa alla Politica SARAS. L accettazione di una nave da parte di SARAS e la conseguente stipula del contratto di noleggio con l Armatore e/o con l Operatore non esclude la responsabilità dell Armatore e/o dell Operatore per la rispondenza della nave alla Politica SARAS e per gli obblighi derivanti dalla stipula del contratto stesso. Nel caso in cui la nave non venisse accettata da SARAS, l Armatore e/o l Operatore non avranno titolo per agire nei confronti di SARAS (contro i suoi dipendenti e/o consulenti e/o agenti e/o assicuratori) e SARAS non sarà soggetta ad alcuna responsabilità derivante dalla non accettazione. Se una nave già accettata da SARAS incorre in problematiche e/o anomalie che portano alla variazione delle informazioni fornite precedentemente, l Armatore e/o l Operatore della nave deve dare immediata comunicazione scritta a SARAS, affinchè la nave possa essere rivalutata al fine di accertare la persistenza dei requisiti di accettazione. pag.1

2 II - Navi soggette ai criteri di accettazione di SARAS Sono soggette ai criteri di accettazione di SARAS: Tutte le navi operanti presso i terminali marini di proprietà di SARAS o di società del gruppo SARAS (nel seguito Affiliati ). Tutte le navi trasportanti carichi di proprietà di SARAS inclusi i carichi parziali, dove per carichi si intendono principalmente prodotti petroliferi allo stato liquido o gassoso, prodotti chimici o oli vegetali Tutte le navi noleggiate da o nell interesse di SARAS. III Accettazione L accettazione di una nave da parte di SARAS sarà basata principalmente, ma non esclusivamente, sui risultati dell esame delle seguenti fonti informative: prestazioni rilevate nei precedenti approdi ai terminali di proprietà di SARAS o alla stessa affiliati. risultati di ispezioni della nave condotte da SARAS o da società da essa incaricate. dati ricavati dal questionario Intertanko Q88 ultima versione. rapporti di ispezione della nave estratti dalla banca dati OCIMF-SIRE. approvazioni della nave da parte di altre compagnie petrolifere. informazioni di mercato. qualsiasi altra informazione ritenuta rilevante ad esclusivo giudizio di SARAS. IV - Modalità di accettazione Tutte le volte che una nave viene proposta a SARAS o a terzi per un contratto di noleggio per il trasporto di petrolio, suoi derivati, o altri prodotti acquistati o venduti da SARAS, sarà sottoposta a verifica e valutazione da parte di SARAS (accettazione). Ogni richiesta di accettazione dovrà essere inoltrata alla Direzione Supply & Trading di SARAS, accompagnata dal questionario Intertanko Q88 ultima versione. Tale questionario dovrà essere aggiornato alla data della richiesta e dovrà essere compilato e firmato dall Armatore o dall Operatore Tecnico responsabile della nave. pag.2

3 Potrà essere richiesta un ispezione della nave, condotta da SARAS o società da essa incaricata, con spese a carico dell Armatore. SARAS si riserva il diritto di rifiutare qualsiasi nave non rispondente alla propria Politica. Non sussiste nessun obbligo a carico di SARAS di fornire all Armatore o all Operatore le motivazioni per le quali viene negata l accettazione della nave. SARAS si impegna a trattare con la massima riservatezza tutte le informazioni ed i dati raccolti durante l attuazione del processo di accettazione della nave. SARAS si riserva il diritto di revocare, in qualsiasi momento e a suo insindacabile giudizio, l accettazione di una nave. V - Visita tecnica di accertamento Vetting. SARAS si riserva di effettuare un ispezione della nave in conformità ai criteri adottati dall OCIMF-SIRE (VIQ) per valutarne l accettabilità. Detta ispezione sarà eseguita da personale SARAS o da ispettori da essa incaricati. L Armatore e/o l Operatore dovrà garantire che non siano previste altre ispezioni della nave durante l ispezione programmata, nonché la disponibilità a bordo di tutti i certificati nave e di una scheda tecnica nave aggiornata (OCIMF VPQ). Nel corso della visita ispettiva, l ispettore avrà facoltà di richiedere al Comandante la dimostrazione dell osservanza dei criteri minimi di sicurezza adottati da SARAS di cui al successivo punto VIII; l Armatore e/o l Operatore non potrà negare, senza motivazione, il permesso di procedere in tal senso e dovrà garantire a SARAS la collaborazione e la documentazione richieste. Al completamento della visita, eventuali irregolarità e/o deficienze riscontrate dovranno essere oggetto di commento e discussione con il Comandante della nave. Contestualmente dovrà essere emessa una lista di osservazioni preliminare che dovrà essere controfirmata dal Comandante della nave. pag.3

4 Successivamente alla visita l ispettore redigerà il rapporto d ispezione che sarà consegnato all Armatore o all Operatore. L Armatore o l Operatore della nave ispezionata farà conoscere a SARAS i propri commenti in merito ai contenuti del rapporto stesso, nelle modalità previste dal programma SIRE dell OCIMF. Tali commenti dovranno indicare le azioni correttive che l Armatore e/o l Operatore avrà adottato per risolvere le deficienze riscontrate ed il tempo limite previsto per il completamento delle azioni correttive. SARAS si riserva di prendere in considerazione il contenuto dei commenti prodotti, ai fini della valutazione della nave e di qualsiasi altra decisione in merito. L Armatore e/o l Operatore deve accettare che il rapporto d ispezione venga inviato alla banca dati del programma SIRE dell OCIMF. Ogni cambio di Armatore, Operatore, Ente di Classifica o bandiera della nave, così come ogni incidente che abbia coinvolto la nave o eventuali provvedimenti di detenzione imposti dalla Pubblica Autorità Marittima, avranno l effetto di rendere invalidante il risultato dell ultima visita di accertamento, ad eccezione di: Cambio di Armatore e/o Operatore all interno dello stesso gruppo societario Cambio di bandiera con passaggio ad altra avente rischio minore (secondo la lista del Paris MOU) VI - Visita tecnica di accertamento Technical Inspection. SARAS si riserva di effettuare ulteriori visite tecniche ispettive, sia per la verifica delle azioni correttive adottate dall Armatore e/o dall Operatore che per altre verifiche, collegate all accettazione di una nave. VII - Visita tecnica di accertamento Safety. Le navi che approdano presso i terminali di proprietà di SARAS o ad essa Affiliati potranno essere soggette ad ispezione c.d. safety, effettuata da personale SARAS o da ispettori da essa incaricati. Scopo di tale ispezione che viene svolta per tutta la durata delle operazioni commerciali, è supervisionare le attività al fine di presidiare la riduzione del rischio pag.4

5 di emergenze, la tutela della sicurezza delle operazioni, della salute delle persone e la salvaguardia dell ambiente. VIII - Introduzione ai criteri di sicurezza delle navi Tutte le navi proposte a SARAS o a terzi per un contratto di noleggio per il trasporto di petrolio, suoi derivati, o altri prodotti acquistati o venduti da SARAS, dovranno essere conformi ai criteri di sicurezza di seguito indicati. SARAS ha fissato i propri criteri di sicurezza in accordo con i parametri specificati nel questionario di ispezione delle navi (VIQ) stabilito dall OCIMF. In funzione delle diverse proposte di utilizzo, sono stati stabiliti differenti criteri di selezione delle navi richieste ad operare per conto e/o presso i terminali di proprietà di SARAS o ad essa affiliati, basati su: 1. Criteri Minimi di Sicurezza (MSC) Tutte le navi dovranno essere conformi ai requisiti indicati nei criteri minimi di sicurezza adottati da SARAS. La non conformità anche temporanea ad uno o più di questi requisiti avrà la conseguenza di rendere la nave non accettabile per SARAS. 2. Criteri Selettivi di Sicurezza (SSC) Tutte le navi dovranno essere conformi ai requisiti indicati nei criteri selettivi di sicurezza adottati da SARAS. La non conformità anche temporanea ad uno o più di questi requisiti potrà avere la conseguenza di rendere la nave non accettabile per SARAS. 3. Criteri Addizionali di Sicurezza (ASC) Tutte le navi proposte per un noleggio e/o noleggiate con contratto a tempo e/o con contratto di noleggio c.d. CoA (Contract of Affreightment), dovranno rispondere ed operare anche in conformità ai criteri addizionali di sicurezza adottati da SARAS. La non conformità anche temporanea ad uno o più di questi requisiti potrà avere la conseguenza di rendere la nave non accettabile per SARAS oppure, se noleggiata comporterà automaticamente il fuori nolo della stessa. Ogni scostamento dai criteri di sicurezza adottati da SARAS sarà oggetto di una valutazione basata caso per caso e SARAS si riserva di prendere le determinazioni che riterrà più opportune. pag.5

6 1 Criteri Minimi di Sicurezza (MSC) 1.1 La nave deve essere costruita, armata, gestita e certificata in conformità: (i) alle convenzioni internazionali, ai regolamenti e direttive dell Unione Europea, alle norme e regolamenti dello stato di bandiera della nave ed alle norme e regolamenti dei porti e degli altri luoghi ed acque ove detta nave dovrà navigare, approdare o sostare; (ii) alle norme e regolamenti del/i relativo/i registro/i di classifica e mantenga sempre la più alta classe di detto/i registro/i; (iii) alle norme e raccomandazioni emanate dall organizzazione marittima internazionale (IMO) e tale conformità sia facilmente verificabile attraverso l implementazione di un affidabile sistema di gestione (SMS); (iv) alle raccomandazioni contenute nell ultima edizione delle pubblicazioni di ICS/OCIMF/SIGTTO quali International Safety Guide for Oil Tankers and Terminals, Tanker Safety Guide (Chemicals), Tanker Safety Guide (Liquefied Gas), Liquefied Gas Handling Principles on Ships and in Terminals secondo il tipo di nave ed alle altre linee guida contenute in altre pubblicazioni rappresentative della buona prassi di settore ( Industry Standard Best Practice ). 1.2 Indipendentemente dal tonnellaggio e dall'anno di costruzione, la nave deve essere costruita con doppio scafo. 1.3 La nave chiamata ad operare presso i terminali marini di proprietà di SARAS o ad essa affiliati, deve presentarsi all ormeggio pronta alle operazioni commerciali con le cisterne inertizzate, qualora trasporti o debba trasportare prodotti petroliferi aventi punto di infiammabilità (flash point) inferiore a 60 C, inclusi i gasoli. 1.4 Tutte le operazioni commerciali devono essere effettuate a circuito chiuso. 1.5 Non è ammesso sulla nave l utilizzo di interconnessioni flessibili fra linee del carico e/o manifolds. pag.6

7 2 Criteri Selettivi di Sicurezza (SSC) 2.1 Sulla banca dati del sito OCIMF SIRE deve essere presente un rapporto di ispezione della nave (VIQ) non più vecchio di sei (6) mesi. 2.2 La nave di nuova costruzione al viaggio inaugurale e/o la nave proveniente dai lavori non è ritenuta accettabile. 2.3 La nave deve avere un età non superiore a venti anni. 2.4 La nave di età superiore a 15 (quindici) anni, deve disporre di un valido certificato CAP (Condition Assessment Programme) relativo allo scafo, avente valutazione pari a 1 (uno) e relativo agli apparati di macchina ed agli impianti del carico, avente valutazione non peggiore di 2 (due). Tali certificati devono essere rilasciati da un Ente di Classifica - membro della IACS (Associazione Internazionale delle Società di Classifica) - diverso dal Registro di classifica della nave e saranno ritenuti validi per un periodo non superiore a 3 (tre) anni dalla data del loro rilascio. 2.5 La nave deve essere iscritta all ITOPF. 2.6 La nave deve essere libera da sospensive di classe e/o altre condizioni e/o raccomandazioni derivanti da deficienze. 2.7 La composizione minima dell equipaggio della nave deve comprendere un Comandante, tre Ufficiali di coperta, un Direttore e due Ufficiali macchinisti. 2.8 Il Comandante ed il Primo Ufficiale di coperta devono avere un esperienza adeguata sia di Compagnia che a bordo delle navi, come da tabella: Comandante / 1 Ufficiale di coperta - esperienza aggregata. Anni con l Operatore almeno 2 di calendario Anni con il grado attuale almeno 4 di servizio effettivo a bordo Anni su ogni tipo di nave cisterna almeno 6 di servizio effettivo a bordo 2.9 Il Direttore ed il Primo Ufficiale di macchina devono avere un esperienza adeguata sia di Compagnia che a bordo delle navi, come da tabella: Direttore / 1 Ufficiale di macchina - esperienza aggregata. Anni con l Operatore almeno 2 di calendario Anni con il grado attuale almeno 4 di servizio effettivo a bordo Anni su ogni tipo di nave cisterna almeno 6 di servizio effettivo a bordo pag.7

8 2.10 Per le navi gasiera il Comandante o il Primo Ufficiale di coperta, il Direttore o il Primo Ufficiale di macchina devono avere almeno un anno di esperienza su questo tipo di nave in qualità di Senior Officer Tutti gli Ufficiali devono essere in possesso di una buona conoscenza della lingua inglese ed una lingua comune deve essere definita ed utilizzata da tutto l equipaggio della nave La nave deve essere dotata di strumentazione portatile per la misurazione di gas tossici, certificata per l uso in aria e/o in atmosfera inerte La nave dotata di locale pompe del carico, deve avere tale locale asservito da un sistema di allarme fisso per il monitoraggio di gas pericolosi La nave deve essere dotata di un sistema di allarme fisso per la rilevazione di incendi, a protezione dei locali macchina e dei locali alloggio La nave deve essere dotata di computer per il calcolo della stabilità e degli sforzi, approvato dalla società di classifica La nave dotata di locale pompe carico deve avere tale locale asservito da un sistema di esaurimento sentina attivabile da una posizione esterna La nave deve essere dotata di ghiotte fisse di contenimento intorno a tutti i macchinari idraulici installati sul ponte di coperta Le procedure dell Operatore devono includere istruzioni per il controllo ed il campionamento della zavorra segregata prima dell inizio delle operazioni di discarica della stessa. I risultati devono essere registrati Tutte le linee di discarica fuoribordo relative al carico, devono essere provviste di flangia cieca o, se impraticabile, di doppia valvola di segregazione La nave costruita con linee di zavorra avente la valvola di segregazione e/o flangia cieca prima dell attraversamento di casse contenenti bunker, deve mantenere tali casse ad un livello del bunker inferiore all altezza della linea di zavorra La nave noleggiata da e/o per conto di SARAS e/o trasportante carichi di proprietà di SARAS aventi punto di infiammabilità (flash point) inferiore a 60 C, inclusi gasoli, deve avere un efficiente sistema di produzione di gas inerte ed effettuare l intero viaggio mantenendo le cisterne del carico inertizzate. pag.8

9 2.22 Nel caso in cui la nave debba trasportare più prodotti, deve essere garantita a bordo una adeguata segregazione mediante utilizzo di doppia valvola o mezzo equivalente La nave deve avere un sistema di rilevamento a distanza per la misurazione dei livelli e delle temperature delle cisterne del carico La nave deve avere le cisterne provviste di un sistema ermetico, calibrato da società accreditata, che consenta la misurazione ed il campionamento del carico La nave deve essere provvista di un set di sonde ermetiche portatili come sistema di misurazione secondario, in numero pari ad almeno una (1) per ogni prodotto movimentato simultaneamente più una (1) di riserva. Tali sonde devono essere funzionanti e tarate/certificate annualmente da società accreditata La nave deve essere dotata di un sistema di prelievo campioni posto fuoribordo alla valvola di ciascun manifold La nave deve avere in dotazione due (2) allarmi di livello per tutte le cisterne del carico e di slop. L allarme di alto livello tarato al 95% della capienza della cisterna e l allarme di altissimo livello tarato al 98% della capienza della cisterna. L allarme di altissimo livello deve essere indipendente dall allarme di alto livello e dal sistema fisso di misurazione dei livelli. Su nave gasiera e chimichiera anche l allarme di alto livello deve essere indipendente dal sistema fisso di misurazione dei livelli La nave dotata di locale pompe carico con pompe di tipo centrifugo, deve avere tali apparecchiature provviste di un allarme di alta temperatura del corpo pompa e dei cuscinetti, con arresto di sicurezza preferibilmente comandato automaticamente dallo stesso allarme La nave dotata di cisterne in acciaio inossidabile deve mantenere a bordo un registro dei trattamenti di passivazione Il sigillo idraulico di coperta posto sulla linea di mandata del sistema di gas inerte deve essere di tipo bagnato o semidry Tutti i cavi d ormeggio in acciaio devono essere sistemati su verricelli con tamburi autostivanti e tamburo di forza. pag.9

10 2.32 La nave deve essere equipaggiata con uno scalandrone volante di lunghezza adeguata che possa essere posizionato a centro nave in prossimità dei manifolds La nave certificata ad operare senza la guardia fissa del locale macchina (UMS) ed operante in tale modo, deve essere dotata di un sistema di allarme Dead Man La nave deve avere in dotazione un numero sufficiente di radio portatili VHF/UHF a sicurezza intrinseca e almeno 2 (due) di queste, devono essere date in dotazione permanente al personale del comparto macchina. 3 Criteri addizionali di sicurezza (ASC) 3.1 SARAS prevede di ispezionare due volte l anno ogni nave con contratto di noleggio a tempo ed una volta l anno ogni nave con contratto di noleggio C.o.A. (Contract of Affreightment). 3.2 Gli Operatori delle navi noleggiate con contratto a tempo e con contratto CoA, devono rendere disponibile nella banca dati OCIMF il rapporto TMSA (Tanker Management and Self Assessment), aggiornato entro gli ultimi 12 (dodici) mesi. 3.3 SARAS si riserva il diritto di verificare l applicazione del TMSA degli Operatori delle navi noleggiate, direttamente presso le loro sedi. 3.4 A bordo non deve essere permesso il consumo di bevande ad alto contenuto alcolico. 3.5 Il Comandante deve possedere sufficiente esperienza nel suo ruolo pari ad una anzianità di grado non inferiore a 12 (dodici) mesi effettivi ed aver effettuato un addestramento appropriato - con particolare riferimento alla conduzione della nave - ed un corso di simulazione approvato, previsti dall Armatore o dall Operatore. 3.6 il Comandante ed il Primo Ufficiale di coperta devono avere un esperienza adeguata sia di Compagnia che a bordo delle navi, come da tabella: Comandante / 1 Ufficiale di coperta (esperienza aggregata) Anni con l Operatore almeno 2 di calendario Anni con il grado attuale almeno 4 di servizio effettivo a bordo Anni su questo tipo di nave cisterna almeno 6 di servizio effettivo a bordo pag.10

11 3.7 Il Direttore ed il Primo Ufficiale di macchina devono avere un esperienza adeguata sia di Compagnia che a bordo delle navi, come da tabella: Direttore di macchina / 1 Ufficiale di macchina (esperienza aggregata) Anni con l Operatore almeno 2 di calendario Anni con il grado attuale almeno 4 di servizio effettivo a bordo Anni su questo tipo di nave cisterna almeno 6 di servizio effettivo a bordo 3.8 Esclusivamente per le navi in time charter, qualora il 1 Ufficiale di coperta o una delle due figure indicate nella tabella del punto 3.7 abbia un anzianità in grado e/o sul tipo di nave inferiore ad un anno, tale esperienza minima è richiesta al Secondo Ufficiale di coperta/macchina. 3.9 L ufficiale designato alla security deve aver ricevuto una adeguata formazione ed essere certificato dall Amministrazione. Il suo grado non deve essere inferiore a quello di Secondo Ufficiale Tutti i corsi formativi statutari previsti dalla STCW dovranno essere stati effettuati non oltre 5 anni o essere convalidati da corsi di aggiornamento Per ogni turno di guardia sul ponte, sia in navigazione che all ancora, deve essere mantenuto un attivo servizio di vedetta. Per tale servizio si intende un marittimo certificato allo scopo, in aggiunta all Ufficiale di guardia Gli Armatori e/o Operatori della nave devono prevedere delle procedure atte a stabilire un adeguato periodo di affiancamento tra gli ufficiali imbarcanti e sbarcanti. Il passaggio di consegne includente la verifica degli equipaggiamenti utilizzati deve essere supportato da relativa documentazione La nave deve essere dotata dei seguenti apparati, perfettamente funzionanti: registratore di rotta sistema di posizione elettronica due radar tipo ARPA di cui uno in banda X anemometro con ripetitore in centrale carico ricevitore di carte meteorologiche pag.11

12 Vessel Acceptance Policy I General SARAS provides for its own needs in maritime transport in a responsible manner, respecting the protection of peoples, environment, resources and its own business reputation. SARAS propose to achieve these goals using vessels of good quality, in compliance with the safety criteria adopted by itself and set forth at the section VIII, in order to minimize the risks related to such carriage. In addition, all vessels which are tendered to SARAS for chartering or tendered to third parties for chartering to transport oil cargoes, its derivates or other products purchased or sold by SARAS, must be in compliance with its Vessel Acceptance Policy and from here on referred as Policy. Even if a vessel is found to be in compliance with SARAS Policy, this does not give the Owner and/or Operator of the vessel, dedicated to hiring the ship under agreements with the Owner, the right to have the vessel chartered or employed by SARAS, nor does it impose on SARAS any duty or obligation to charter or employ such vessel. No obligations of acceptance, nor any other liabilities whatsoever, can be imposed on SARAS, should SARAS decide to perform an inspection of a vessel, by means of their employees or consultants, in order to verify the compliance with its Policy. The acceptance of a ship by SARAS and the subsequent charter-party with the same or with other third parties, does not exclude the responsibility of the Owner and/or Operator for the vessel s compliance to SARAS Policy and for the obligations arising from the stipulation of such charter-party. In case where a vessel is not accepted by SARAS, the Owner and/or Operator of such vessel are not entitled to make any claims against SARAS (nor any of their employees or agents) and SARAS shall be under no liability whatsoever as a result of any non-acceptance. If a vessel already accepted by SARAS, run into problems and/or abnormalities that lead to changes in the information previously provided, the Owner and/or Operator of the vessel must give immediate written notice to SARAS, so that the vessel can be reevaluated for her compliance. pag.12

13 II Vessels subject to the acceptance criteria of SARAS Are subject to the acceptance criteria of SARAS: All vessels operating in the marine terminals owned by SARAS or companies of SARAS group (hereinafter Affiliates ). All vessels carrying goods of SARAS property, including the SARAS partial cargoes, where for goods are intended, mainly, the oil petroleum products in liquid or gas, chemicals or vegetable oils. All vessels chartered by or on behalf of SARAS. III - Acceptance Acceptance of a vessel by SARAS shall be based mainly, but not exclusively, on the results of exam of the following sources of information: Previous performance history at terminals owned by or affiliated to SARAS. Results of inspections conducted by SARAS or by other companies acting on its behalf. Data taken from the INTERTANKO Questionnaire Q88, latest version. Inspection reports taken by the OCIMF-SIRE database. Approvals of the ship by other oil companies. Market information. Any other information deemed relevant in SARAS exclusively judgment. IV Acceptance Conditions Every time a vessel is offered for chartering either to SARAS or third parties to transport oil cargoes and its derivates, or other products purchased or sold by SARAS, such vessel will be reviewed and evaluated by SARAS (vessel acceptance). Each request for acceptance shall be forwarded to the SARAS Head Office Supply & Trading, coupled with the INTERTANKO Questionnaire Q88, latest version. This questionnaire must be updated on the date of the request and must be filled and signed by the Owner or by the Technical Operator responsible for the ship. pag.13

14 Could be requested a vessel inspection, carried out exclusively by SARAS or other company acting on its behalf, at the sole Owner s expenses. SARAS reserves the right to reject any vessel doesn t comply to its Policy. SARAS is not obliged to provide vessel s Owner and/or Operator on reasons for which an acceptance has not been granted. SARAS undertakes to treat as confidential all information and data collected during the vessel acceptance process. SARAS reserve the right to revoke, at any time, in its sole discretion, the acceptance of a ship. V Technical Inspection VETTING SARAS reserves the right to conduct an inspection in order to evaluate a vessel. Such inspection will be carried out by SARAS or by other company acting on its behalf, in accordance with the OCIMF Ship Inspection Report (SIRE) Programme. The Owner and/or Operator must guarantee that no other vetting inspection will be carried out at the same time during the planned inspection and availability on board of all ships certificates, as well as an updated OCIMF Vessel Particular Questionnaire VPQ. It may be possible that during the inspection, the inspector will ask the Master of the vessel to demonstrate the compliance with SARAS Minimum Safety Criteria, as described in Section VIII; the Owner and/or Operator shall not unreasonably withhold their permission in this particular situation and must ensure a proper cooperation end the required documentation On completion of the inspection, any issues of non-compliance with SARAS Minimum Safety Criteria and/or other deficiencies has to be discussed with the Master of the vessel. At the same time, a preliminary list of observations will be drafted and such list must be countersigned by the vessel Master. A report of the inspection will be forwarded to the Owner or to the Operator. Owner or Operator of the inspected vessel, may upload their comments to the inspection report as prescribed by the OCIMF-SIRE Programme. pag.14

15 These comments should indicate the corrective action that the Owner or the Operator has taken to rectify deficiencies found and the time limit to complete the corrective actions. SARAS reserves the right to consider the content of the produced comments, in way to evaluate the vessel and/or take any other decisions. The Owner and/or Operator has to agree that the inspection report (VIQ) will be sent to SIRE for inclusion in its database. Every change of Owner, Operator, Classification Society or ship s flag, as well as any casualty in which was involved the ship or any measures of detention imposed by the Maritime Authority, will have the effect to nullify the result of last visit assessment, with the exception of: Change of Owner and/or Operator within the same corporate group. Change of the vessel s flag to others having lower risk (according to the list issued by Paris MOU). VI Technical Inspection. SARAS reserves the right to conduct additional technical inspection in order to verify the corrective actions taken by the Owner and/or Operator, or in order to ascertain the suitability of a ship. VII Safety Inspection. Ships calling at terminals owned by SARAS or its Affiliates, may be subject to a safety inspection, carried out by SARAS entrusted inspectors. The purpose of such inspection, which oversees the entire duration of the commercial operations, is to mitigate the emergency risk, the protection and control of safe operations, the protection of human health and the environment. pag.15

16 VIII Introduction to the Ship s Safety Criteria. All vessels which are offered for chartering either to SARAS or third parties to transport oil cargoes and its derivates, or other products purchased or sold by SARAS must be in compliance with the SARAS Safety Criteria hereby indicated. SARAS has established its Safety Criteria in accordance with the parameters specified in the VIQ as established by the OCIMF. Depending on the various proposals for use, different criteria has been established for the selection of vessels, which are required to operate for and/or at terminals owned by or affiliated to SARAS, based on: 1. Minimum Safety Criteria (MSC) All ships must comply with the requirements indicated in the Minimum Safety Criteria adopted by SARAS. The non-conformity, even temporary, to one or more of these requirements will have the effect to make the ship not acceptable for SARAS. 2. Selective Safety Criteria (SSC). All ships must comply with the requirements specified in the Selective Safety Criteria adopted by SARAS. The nonconformity even temporary to one or more of these requirements can have the effect to make the ship not acceptable for SARAS. 3. Additional Safety Criteria (ASC) All vessels proposed for chartering and/or time chartered and/or with a CoA (Contract of Affreightment), will have to respond and operate in accordance with the Additional Safety Criteria adopted by SARAS. The non-conformity, even temporary, to one or more of these requirements may have the effect to make the ship not acceptable for SARAS or, if already chartered, automatically placing the same out from the charterparty Any deviation from the Safety Criteria adopted by SARAS will be evaluated on a case by case basis reserving the right to take decisions that deems most appropriate. pag.16

17 1 Minimum Safety Criteria 1.1 The ship must be built, manned, managed and certified in accordance with: i. The International Conventions, Regulations and Directives of the European Union, the Rules and Regulations of the vessel s Flag state and the Rules and Regulations of the ports and other places and waters where the ship will sail, approach or berthing; ii. iii. iv. The Rules and Regulations concerning the vessel s Class and must maintain the highest Class of such Register; The standards and recommendations issued by the International Maritime Organization (IMO) and the verifiability of such compliance through the implementation of a reliable Safety Management System (SMS); The Recommendations contained in the latest edition of the publications published by ICS / OCIMF / SIGTTO such as International Safety Guide for Oil Tankers and Terminals (ISGOTT), Tanker Safety Guide (Chemicals), Tanker Safety Guide (Liquefied Gases), Liquefied Gas Handling Principles on Ships and in Terminals in accordance with the type of the ship and further guidelines contained in other publications representative of the good industry practice ( Industry Standards Best Practice ). 1.2 Regardless of tonnage and year of construction, the ship must be double hulled. 1.3 The ship who approach at a marine terminal owned by SARAS or its affiliates, must arrive at the berth, ready to carry out the intended commercial operations, with the tanks in inerted conditions, if/when called to manage petroleum product with a flash point lower than 60 C, including the gasoil. 1.4 All commercial operations shall be performed in a closed cargo conditions. 1.5 The use of flexible interconnections between cargo lines and / or manifolds is not allowed. pag.17

18 2 Selected Safety Criteria 2.1 An inspection report of the ship (VIQ) not older than six (6) months, must be available on the OCIMF-SIRE database. 2.2 The new build vessel at her maiden voyage and/or ship coming from Dry-dock / Shipyard, are not acceptable. 2.3 The vessel must be not older than twenty (20) years. 2.4 The vessel over fifteen (15) years of age, must be hold a valid Condition Assessment Programme (CAP) certificate for Hull, with rating one (1) and for Machinery and Cargo Systems, with a rating not worst than two (2). These certificates must be issued by a Classification Society member of the IACS (International Association of Classification Societies) different from the vessel s Classification Society. Such certificates will be valid for a period not exceeding three (3) years from the date of their issuance. 2.5 The vessel must be member of the ITOPF (International Tanker Owners Pollution Federation). 2.6 The vessel must be free of conditions of class or significant recommendations, Memoranda or Notations. 2.7 The minimum manning of the ship must include a Master, three (3) Deck Officers, a Chief Engineer and two (2) Engine Officers. 2.8 Senior Deck Officers, must have the following aggregate experience: Master / Chief Officer - aggregate experience. Years with Ship s Operator At least two calendar years Years in rank At least four years of effective sea service Years on tanker experience At least six years of effective sea service 2.9 Senior Engine Officers, must have the following aggregate experience: Chief Engineer / 1 st Engineer - aggregate experience. Years with Ship s Operator At least two calendar years Years in rank At least four years of effective sea service Years on tanker experience At least six years of effective sea service pag.18

19 2.10 Exclusively for gas tankers, the vessel s Master or the Chief Officer as well as the Chief Engineer or the 1 st Engineer, must have at least one (1) year of experience on board this type of tanker as Senior Officer All Officers must have a good knowledge of English language and a common language must be established and used by the whole vessel s crew The vessel must be equipped with portable instruments capable to measure toxic gases, certified for use in air and/or in an inerted atmosphere The ship provided with a cargo pump-room must have this room served by a fixed system and relative alarms for the monitoring of dangerous gases The vessel must be fitted with a fixed fire detection and alarm system to protect the engine room and accommodation The ship must be fitted with a Class approved loading computer which includes provisions for damage stability calculations The Ship provided with a cargo pump-room, must have this room served by a bilge pumping system operated outside the pump-room The ship must be fitted with a fixed spill containment around all the hydraulic machineries on the weather deck The Operator s procedures must include instructions for the control and sampling of the segregated ballast on each occasion before being discharged. The results of such control must be duly recorded All Cargo Overboard lines must be provided with a blind flange or, if not feasible, with a double segregation valve Any vessel built with lines having the segregation ballast valves and/or blinded off before crossing the tanks containing bunkers, must be left with these tanks at a bunker s level lower than the crossing ballast lines The vessel chartered by and/or on behalf of SARAS and/or transporting a SARAS cargo having a flash point lower than 60 C, including the gasoil, must have an efficient plant of inert gas and must carry out the whole voyage with her cargo tanks inerted. pag.19

20 2.22 In the event that a vessel will carry more than a single product, an adequate segregation through the use of double segregation valves or equivalent means, must be guaranteed on board The ship must have a remote gauging system able to control levels and temperature of the cargo tanks The ship must be provided with vapour locks, calibrated and certified by a recognized cargo inspection organization, enabling the measurement and sampling of the cargo on board The vessel must be provided with sufficient portable tapes to gauge cargo tanks, used as secondary means. Vessel, at least, must be provided with a portable tape for each product handled simultaneously, plus one (1) as spare. These portable tapes must be in a good working status and calibrated/certified annually by an accredited company The vessel must be fitted with a suitable sampling point placed outboard to the valve of each manifold The ship must be equipped with two (2) level alarms for each cargo tank and slops. The high-level alarm adjusted to 95% of the capacity of the tank and the overfill level alarm adjusted to 98% of the capacity of the tank. The overfill alarm system must be independent of the main gauge system and of the high level alarm. On board of chemical and gas tankers, even the high level alarm must be independent of the main gauging system The ship provided with a cargo pump-room equipped with centrifugal pumps, must have such equipments provided with a pump casing and bearings high temperature alarms, with an automatic emergency stopping device preferably controlled by such alarms The vessel with stainless steel cargo tanks shall keep a passivation treatment record book The deck seal, where fitted, must be wet or semidry type All mooring wires must be fitted on self-stowing winches with split drums The vessel must be equipped with a flying gangway of adequate length, that can be positioned in the proximity of the cargo manifolds. pag.20

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Declaration of Performance

Declaration of Performance Roofing Edition 06.06.2013 Identification no. 02 09 15 15 100 0 000004 Version no. 02 ETAG 005 12 1219 DECLARATION OF PERFORMANCE Sikalastic -560 02 09 15 15 100 0 000004 1053 1. Product Type: Unique identification

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Abbiamo un problema? 17/10/2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012

Abbiamo un problema? 17/10/2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012 La prevenzione primaria per la sicurezza delle attività subacquee professionali: risvolti procedurali, operativi, medici ed assicurativi

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF SALE

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF SALE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Disposizioni Generali. (a) I termini e le condizioni qui di seguito indicati (le Condizioni Generali di Vendita ) formano parte integrante dei contratti conclusi tra il

Dettagli

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza Irene Corradino Clinical Operations Unit Fondato nel 1998 con sede a Milano Studi clinici di fase I-II in oncologia, soprattutto in Italia, Svizzera, Spagna ARO = Academic Research Organization Sponsor/CRO

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

DOMANDA PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO / TRANSPORT REQUEST FORM www.southlands.it - info@southlands.it

DOMANDA PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO / TRANSPORT REQUEST FORM www.southlands.it - info@southlands.it DOMANDA PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO / TRANSPORT REQUEST FORM www.southlands.it - info@southlands.it NUMERO CONTRATTO IL SOTTOSCRITTO..... (FATHER / LEGAL GUARDIAN) I THE UNDERSIGNED) NATO A

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Lotta alla povertà, cooperazione allo sviluppo e interventi umanitari Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Con il contributo del Ministero

Dettagli

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 CLASSE I - IP20 IT Avvertenze La sicurezza elettrica di questo apparecchio è garantita con l uso appropriato di queste istruzioni. Pertanto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA General terms and conditions of sale

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA General terms and conditions of sale Pagina - Page 1 / 12 1. Disposizioni Generali. (a) Le sottoriportate definizioni sono in seguito utilizzate nel presente documento. - Venditore : s intende Brevini Fluid Power S.p.A. con sede in Via Moscova

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms Campo di selezione - 50 Hz Selection chart - 50 Hz 2950 rpm 1475 rpm Campo

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014

Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014 Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014 Plateroti Fabrizio Head of Regulation and Post Trading Page 1 Elenco dei temi La nuova architettura dei mercati MR, MTF e OTF Algo e high frequency

Dettagli

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale Sheet nr.1 for the Italian tax authorities DOMANDA DI RIMBORSO PARZIALE-APPLICATION FOR PARTIAL REFUND * applicata sui canoni pagati da residenti dell'italia

Dettagli

GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF PURCHASE

GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF PURCHASE GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF PURCHASE General Terms: LFoundry S.r.l. (LF) Purchase Orders (Orders) are solely based on these Terms and Conditions (Terms) which become an integral part of the purchase

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

MODULO D ISCRIZIONE 2015 41^ EDIZIONE ENTRY FORM LA DUECENTO. Pescaggio/Draft CLASSE

MODULO D ISCRIZIONE 2015 41^ EDIZIONE ENTRY FORM LA DUECENTO. Pescaggio/Draft CLASSE MODULO D ISCRIZIONE 2015 41^ EDIZIONE ENTRY FORM Nome barca/yacht name Cantiere /Shipyard Colore dello scafo/hull color Numero velico/sail number Modello/Model Imbarcazione sponsorizzata/sponsor name Data

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007

Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007 Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007 EFET European Federation of Energy Traders Amstelveenseweg 998 / 1081 JS Amsterdam Tel: +31 20 5207970/Fax: +31 20 6464055 E-mail: secretariat@efet.org

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm valvole 8 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 8 mm Valvole a spola 3/2-5/2-5/3 con attacchi filettati G/8 3/2-5/2-5/3 spool valves with G/8 threaded ports Spessore della valvola:

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

INSTRUCTION MANUAL Air-Lock (AL)

INSTRUCTION MANUAL Air-Lock (AL) DESCRIZIONE Il dispositivo pressostatico viene applicato su attuatori pneumatici quando è richiesto l isolamento dell attuatore dai dispositivi di comando (posizionatore o distributori elettropneumatici),

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors ZANZAR SISTEM si congratula con lei per l acquisto della zanzariera Plissè. Questa guida le consentirà di apprezzare i vantaggi di questa zanzariera

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Antonio Valle a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005109439140

Antonio Valle a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005109439140 This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 14 August 2015, At: 03:03 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Codice Segnalazioni anche anonime Etico ricevute da Snam e dalle società controllate Anonymous and non-anonymous reports received by Snam and its

Codice Segnalazioni anche anonime Etico ricevute da Snam e dalle società controllate Anonymous and non-anonymous reports received by Snam and its Codice Segnalazioni anche anonime Etico ricevute da e dalle società controllate Anonymous and non-anonymous reports received by and its subsidiaries The English text is a translation of the Italian official

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

BANDO 2015 ART. 1 ART. 2

BANDO 2015 ART. 1 ART. 2 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI N. 10 BORSE DI STUDIO PER IL PERFEZIONAMENTO ALL ESTERO DI NEOLAUREATI MAGISTRALI O LAUREATI ANTE DM 509/99. BANDO 2015 ART. 1 È' indetto

Dettagli

IQNet SR 10. Sistemi di gestione per la responsabilità sociale. Requisiti. IQNet SR 10. Social responsibility management systems.

IQNet SR 10. Sistemi di gestione per la responsabilità sociale. Requisiti. IQNet SR 10. Social responsibility management systems. IQNet SR 10 Sistemi di gestione per la responsabilità sociale Requisiti IQNet SR 10 Social responsibility management systems Requirements IQNet SR 10 Social responsibility management systems Requirements

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA UN OFFERTA DI RIACQUISTO SULLA TOTALITÀ DI ALCUNE OBBLIGAZIONI IN DOLLARI EMESSE DA TELECOM ITALIA CAPITAL S.A. Milano, 7 luglio 2015 Telecom Italia S.p.A.

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

2013 SECOND GENERATION CO 2 COMPRESSOR

2013 SECOND GENERATION CO 2 COMPRESSOR CD 2013 SECOND GENERATION CO 2 COMPRESSOR Introduzione / Introduction 3 Gamma completa / Complete range 4 Pesi e rubinetti / Weight and valves 4 Caratteristiche tecniche / Technical data 4 Max corrente

Dettagli

Codice Etico. Code of Ethics. Società per Azioni Piazzale Enrico Mattei, 1-00144 Roma Tel. +39 06598.25947 Fax +39 06598.22169 www.eni.

Codice Etico. Code of Ethics. Società per Azioni Piazzale Enrico Mattei, 1-00144 Roma Tel. +39 06598.25947 Fax +39 06598.22169 www.eni. Codice Etico Società per Azioni Piazzale Enrico Mattei, 1-00144 Roma Tel. +39 06598.25947 Fax +39 06598.22169 www.eni.it Codice Etico Aprile 2008 Codice Etico Approvato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE

LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE MEZZI PETROLIERE LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE L evoluzione delle navi cisterna in termini di sicurezza contro i rischi di inquinamento ha subito negli ultimi anni una forte accelerazione che ha

Dettagli

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE Externally set task Sample 2016 Note: This Externally set task sample is based on the following content from Unit 3 of the General Year 12 syllabus. Learning contexts

Dettagli

GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF PURCHASE BALCKE-DUERR ITALIANA SRL Version of October 2013 Page 1 of 17

GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF PURCHASE BALCKE-DUERR ITALIANA SRL Version of October 2013 Page 1 of 17 Page 1 of 17 ENGLISH Unless otherwise agreed in writing, the following terms and conditions apply to all contracts executed by Balcke Duerr Italiana ( Customer ) and the Supplier (as detailed in the Order)

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCO PROF SE 2 SeccoProf, SeccoProf EL, SeccoUltra, SeccoMust Tolgono l umidità dappertutto Removing humidity everywhere Un intera gamma professionale

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing.

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing. Delta PATENT PENDING Sistema di apertura per ante a ribalta senza alcun ingombro all interno del mobile. Lift system for doors with vertical opening: cabinet interior completely fittingless. Delta Centro

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli