PERIODICO DI INFORMAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DI S. POLO D ENZA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PERIODICO DI INFORMAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DI S. POLO D ENZA"

Transcript

1 N. 66 Poste italiane - Tassa Pagata - Invii senza indirizzo DC/DCI/401619/2001/RE - Bologna del 24/10/2001 Luglio 2006 IL COMUNE PERIODICO DI INFORMAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DI S. POLO D ENZA Proprietario: Comune di S. Polo D Enza. Direttore Responsabile: Ivano Montanari Autorizz. del Trib. di Reggio Emilia n. 789/1991 (Variaz. del 12/11/2004) - Tiratura 2400 copie - Stampato da Nuovagrafi ca A cura dell Uffi cio stampa del Comune di S. Polo D Enza. Responsabile: Daniela Salati - La caserma intitolata all eroico carabiniere - partigiano Bondi Nella foto: la nipote di Bondi sorregge la bandiera italiana e quella dell Unione Europea benedette dal sacerdote

2 2 C è l accordo, ci sono i soldi: la tangenziale a S. Polo si farà Il Sindaco illustra ai cittadini la futura tangenziale A San Polo si parla di tangenziale da 46 anni, praticamente una vita scandita dal susseguirsi di tante e diverse amministrazioni e ipotesi progettuali. Il progetto della tangenziale sul nostro territorio da sempre ha fatto discutere, a volte ha fatto sognare, comunque ha appassionato tutti i sampolesi da quasi mezzo secolo. Mai come ora, però, quella promessa, quel traguardo tanto agognato da tutti, è stato così vicino e concreto, mai come ora c è stata coesione, determinazione e sostegno su una precisa idea progettuale. Mi sono impegnata, insieme all amministrazione da me guidata, perché fosse praticato un percorso partecipato su questa fondamentale opera; ho ascoltato i suggerimenti e le perplessità dei cittadini, emerse a volte attraverso percorsi tortuosi e difficili, ma sempre stimolanti ed importanti. Siamo così giunti, insieme, ad un progetto che, partendo da una proposta radicata nei nostri impegni elettorali, si è perfezionato durante questa prima parte di mandato, fino ad assumere l assetto che è sembrato a così tanti il migliore possibile per il nostro paese, stretto tra Il tracciato della tangenziale L incrocio per Traversetolo le colline ed il torrente. Durante l ultima tornata di assemblee pubbliche (4 solo nello scorso mese di giugno) la futura tangenziale ha sollevato ampio consenso, addirittura qualche applauso: questo ha, se possibile, fatto aumentare ancora di più la mia determinazione a concludere al più presto l opera. Ma quali sono i termini della sua attuazione concreta? Vediamoli insieme. Prima di tutto, la grande sintonia tra l amministrazione comunale e l amministrazione provinciale da me fortemente voluta e sostenuta (non dimentichiamo che l opera ha valenza sovracomunale, e che la provincia la finanzierà per la maggior parte); questo ha portato alla redazione del progetto attuale; non solo, i soldi per la realizzazione ci sono, lo ribadisco, e sono disponibili per San Polo, nonostante tanti falsi profeti abbiano pronosticato in paese, ad ogni occasione possibile, che avremmo perso gli stanziamenti. E gia in atto la procedura amministrativa che porterà alla realizzazione dell opera da Fontaneto a via Rampognana, partendo da un primo stralcio che andrà da Fontaneto al Parco Lido: qui il cantiere è previsto in partenza per l autunno 2007, a continuare fino a conclusione su via Rampognana. L attività della mia amministrazione si focalizzerà, nei mesi a venire, sul rispetto dei tempi delle procedure per consentire la puntuale partenza del cantiere. Per chiarire maggiormente a tutti come sarà fatta l opera tanto attesa, faremo una edizione speciale di questo giornalino, solo per la tangenziale; è poi in allestimento un pannello illustrativo nell atrio del Municipio. La grande infrastruttura mancante che andiamo a realizzare farà riacquisire al centro di San Polo una vivibilità perduta ormai da tanto tempo, e collocandosi la nostra tangenziale nel sistema casello di Caprara Pedemontana, consentirà un grande slancio delle attività produttive, economiche e turistiche. Infine, per concludere, vorrei dire una cosa che mi sta particolarmente a cuore: lo scioglimento del nodo viabilistico del centro di San Polo ci permetterà di affrontare con maggiore fermezza la situazione, ormai intollerabile, della Barcaccia. E ormai chiaro a tutti, e stiamo già lavorando perché sia molto chiaro anche agli enti sovracomunali preposti, che non è possibile interrompere l asse strategico Val d Enza - casello di Caprara per il tratto tra la via Rampognana e Montecchio: vorrei fosse noto a tutti, in special modo ai cittadini della Barcaccia, che questo sarà uno dei miei impegni futuri prioritari. Il Sindaco Arch. Milena Mancini

3 3 La nuova I.P.A.B. Sartori : il futuro dei servizi alla persona Siamo rammaricati per il danno arrecato alla struttura IPAB Carlo Sartori dalla campagna terroristica che l opposizione locale sta attuando per un idea miope di intendere il bene di San Polo. Questa amministrazione, pur operando in un contesto difficile e complesso, è impegnata a far prevalere gli interessi generali di tutti i sampolesi, lo riteniamo un nostro dovere e ci batteremo perché questo avvenga. L amministrazione comunale di San Polo non ha delegato nulla, si è impegnata per tutelare e valorizzare questo suo patrimonio, ha seguito,come prescrive la legge ed in collaborazione con gli altri comuni del distretto, l USL, il presidente dell IPAB, i tecnici del piano sociale di zona, tutte le fasi dell iter legislativo sviluppato dalla regione, incentivando il confronto, la conoscenza, l attenzione verso un processo che può dare risposte ai tanti problemi di governo e di gestione delle problematiche sociali che caratterizzano il nostro distretto. Risposte efficaci, di qualità ed economicamente sostenibili per garantire un buon livello di servizi e protezioni sociali ai nostri cittadini... Ci siamo spesi affinché entrassero da subito nell assemblea tutti i comuni del distretto perchè vorremmo che la futura azienda si attivasse per proporsi come efficiente e vantaggioso strumento di gestione di più servizi, non solo rivolti agli anziani ma anche ai minori e ai disabili. Per far questo occorre un governo dell ente dinamico, aperto ai problemi sociali e alle opportunità che offrono le normative vigenti (finanziamenti pubblici, rapporti con le altre strutture del distretto, collaborazione col privato sociale ecc.) Questa trasformazione, fortemente voluta dal governo di centro sinistra della nostra regione, se gestita nel modo corretto sarà un opportunità anche per migliorare il governo e la gestione del Sartori, per qualificare i servizi e renderli economicamente più accessibili. Cambia il modo di tenere la contabilità, si dovranno approvare e pubblicizzare i bilanci preventivi e consuntivi che dovranno essere certificati da revisori dei conti, ci sarà quindi più trasparenza nella gestione del bilancio e ci sarà più possibilità di incidere sui costi, capire perché al Sartori sono più alti che in altre strutture analoghe. Se le volontà del nostro concittadino Sartori erano quelle di far del bene al prossimo, sarà sicuramente contento di veder finalizzato il patrimonio che ci ha lasciato ad attività che vanno incontro alle necessità dei più deboli e bisognosi in un contesto nuovo dove sono indispensabili principi di efficienza, efficacia, equità, sinergie con altri enti e strutture, per dare servizi qualificati ed utili. Le normative che hanno portato a questo risultato sono caratterizzate da un legame politico forte con i governi di centro sinistra nazionali (legge 328/2000), regionali (L. R. 2/ 2003) e locali. La futura azienda, che avrà presente la storia, le volontà testamentarie del Sartori e il legame dell ente con San Polo, potrà diventare il punto di riferimento principale per la gestione dei servizi sociali e socio-sanitari di tutto il distretto della Val d Enza. Gli organi di governo dell azienda saranno l assemblea dei soci composta inizialmente da tutti i comuni della Val d Enza più la parrocchia di San Polo in quanto già presente nell attuale consiglio d amministrazione dell IPAB, il consiglio d amministrazione e il direttore. I vari enti soci potranno poi convenzionarsi con l azienda per conferire beni o servizi. Inizialmente il principale socio di riferimento sarà il comune di San Polo, visto che il patrimonio e i servizi dell IPAB che confluiranno nell ASP sono concentrati sul nostro territorio, gli altri enti potranno conferire o mantenere una quota simbolica, ogni conferimento verrà valutato sulla base di parametri condivisi e uniformi e determinerà il peso di ogni ente all interno dell assemblea e nel governo dell azienda. Ivano Montanari Assessore ai Servizi Sociali

4 4 La caserma intitolata all eroico carabiniere partigiano Bondi Il 6 maggio scorso è stata inaugurata, con una cerimonia solenne, la caserma dei carabinieri di via Frassati che è stata intitolata all eroico carabiniere partigiano Domenico Bondi. Sul palco c erano tutte le autorità provinciali e regionali: il prefetto, Giuseppe Montebelli, il comandante della Guardia di Finanza, Ugo Raffaele Dellerice, il colonnello Gianluca Bersella, comandante provinciale dei carabinieri,il procuratore della repubblica, Italo Materia, il questore di Reggio, Gennaro Gallo, il sottosegretario ai trasporti, Mauro Del Bue, il rappresentante della Regione, Lino Zanichelli, l assessore provinciale Alfredo Gennari, il sindaco di San Polo, Milena Mancini, il sindaco di Canossa Enzo Musi, il sindaco di Villa Minozzo, Felicino Magnani, gli ex sindaci di san Polo, Centurio Frignani ed Ettore Ghielmi (che con le precedenti amministrazioni hanno contribuito alla realizzazione della nuova caserma), il parroco di San Polo, don Pellegrino Tognoni, e il dirigente scolastico Massimo Bernabei. Cittadini di San Polo, questa è la vostra caserma e i carabinieri sono un vostro patrimonio. La nuova struttura renderà più efficiente il lavoro dei carabinieri a vostro beneficio. Quando il generale Gianfranco Massaro, comandante della regione carabinieri dell Emilia-Romagna, ha cominciato a L arrivo del Generale Gianfranco Massaro Un momento della solenne cerimonia parlare, tutti i militari schierati, sono scattati sull attenti. A Daniela Bondi, nipote del carabiniere-partigiano cui è stata intitolata la caserma, è toccato il compito di scoprire la lapide che riporta la motivazione del conferimento della medaglia d oro al valor militare conferita al nonno. Milena Mancini prima di tagliare il nastro, ha voluto rendere omaggio ai militari italiani caduti a Nassyria e a Kabul ed inoltre ha ricordato anche le tre medaglie d oro conferite a tre partigiani sampolesi Mario Grisendi, Olindo Mercati e Cesare Rota. La presenza dei carabinieri in un paese rafforza il senso civico di una comunità, e vorrei rivolgere all Arma dei carabinieri un sentito ringraziamento per il suo operato. Collocare i carabinieri in una struttura moderna è il tangibile e forte segnale che l amministrazione comunale vuole dare nel settore della sicurezza per rispondere ad un istanza della collettività. Ha detto il colonnello Gianluca Bersella, che ha anche ricordato le oltre cinquemila caserme dislocate in tutta Italia. L Arma è attiva in questo comune da oltre cent anni con l istituzione di una stazione in piazza IV Novembre, per poi trasferirsi in via Alcide De Gasperi e infine in via Frassati. Da oltre 190 anni la caserma per i cittadini è un punto di riferimento, di fiducia e di forza. Alla destra del palco erano schierati i gonfaloni dei comuni e le associazioni dei carabinieri in congedo e dei marinai d Italia che hanno donato rispettivamente la bandiera europea e d Italia ai carabinieri di San Polo. Alla sinistra la popolazione accorsa numerosa ad assistere alla cerimonia. La gente ha partecipato cantando e battendo le mani a tempo quando la fanfara di Firenze ha suonato l inno italiano e si è commossa con il Silenzio.

5 5 La Matilde SpA ha acquistato Montefalcone Dieci anni fa, a Montefalcone, tetti e solai crollavano in serie ormai ad ogni volgere di stagione. Era il punto più basso di decadenza, dopo momenti di splendore e secoli di silenzio sempre operoso e importante. Negli ultimi cento anni, passando da sede di università e curia vescovile a deposito militare, pollaio e rudere deserto, si stava consolidando un destino di abbandono; o peggio, un occasione per l ennesima anonima operazione cosiddetta valorizzazione immobiliare : cioè un po di case a schiera. Abbiamo reagito a questo destino, che non era scritto se non nell avidità e nella pigrizia mentale del nostro vivere. Montefalcone in miniatura I tempi del cantiere per il recupero oggi appaiono lunghi. In effetti non sono brevi. Ma negli ultimi sei anni si è fatta molta molta più strada che negli ultimi sessant anni. Ora il complesso è risanato, dalle fondamenta al tetto. L architettura è interamente salva e conservata per il tempio a venire. Matilde Spa è stata strumento e protagonista, con Provincia, enti locali e Ministero, di questa importantissima operazione di salvezza. Ora è in cantiere la fase due: ridare a Montefalcone non solo sopravvivenza, conservazione di memoria, bellezza conservata nel tempo, ma anche, di nuovo, FUNZIONI DIREZIONALI, prestigio vivo e Ancora una volta il nostro concittadino Andrea Dagnino ha superato se stesso, e dopo aver realizzato con tanta pazienza, la rocca del paese (sede municipale) in miniatura, con altrettanta pazienza, se non di più, è riuscito realizzare anche l ex convento di Montefalcone restaurato in miniatura. L opera (in legno) è stata molto ammirata all interno dello stand del comune durante la fiera e appena Andrea Dagnino accanto al modello sarà completamente terminata, Dagnino la donerà al comune come ha già fatto con la miniatura della rocca. Ex ferroviere, Andrea Dagnino ha 58 anni, e da quando è andato in pensione ha scoperto questa passione: costruire grandi opere in piccolo. E lo fa come un professionista, utilizzando veri progetti (si è fatto dare i disegni dallo studio Agorà che ha curato il restauro del convento). Non c è due senza tre, e Dagnino, come terza opera, ha già in mente di realizzare la miniatura dell antica Pieve di San Pietro in Caviano. vivente, come quello dei tempi in cui è stato teatro della stesura della cronaca, il famoso libro di storia medievale di Fra Salimbene de Adam. Ci riusciremo? Non è detto, ma è possibile. Matilde Spa, Provincia ed enti locali hanno scelto di investire su questo e nell aprile scorso hanno acquistato definitivamente l intero complesso. Montefalcone è all incrocio tra Reggio e Parma, tra collina e pianura, ad un tiro di schioppo dal luogo che - secondo storia o leggenda poco importa - è la culla del parmigiano-reggiano. Tutto attorno c è il profilo delle colline e del castello di Bianello, c è un area di rispetto paesistico e, di fronte, una distesa di campi lavorati e foraggere fino alla via Emilia e oltre. Abbiamo già in mano impegni concreti per quanto riguarda funzioni di albergo, ristorazione, enoteca, sala convegni, spazi culturali, residenze di pregio. Ma forse - e più che forse, senz altro - si può fare ancora di più. Montefalcone ha una originaria vocazione culturale e direzionale rispetto al territorio che gli sta attorno. Consapevoli che in una storia secolare l unità di misura del procedere non sono le settimane e i mesi, a quella vocazione dobbiamo al massimo livello cercare di corrispondere. Il più rapidamente possibile. Fausto Giovanelli Presidente Matilde Spa

6 6 A Fontaneto installati dodici pali della luce con un dispositivo che permette un risparmio del 30% Lampione fotovoltaico in via Mole Installati a Fontaneto dodici pali di illuminazione pubblica dotati di un alimentatore elettronico che permette un risparmio medio di oltre il 30-35% di energia elettrica. Per verificarne la convenienza, l ufficio tecnico comunale per una settimana ha verificato i consumi senza il dispositivo e successivamente con l alimentatore inserito. Senza il dispositivo, il consumo era di circa 137 Kw/h, dopo l inserimento dell alimentatore elettronico si è registrato un consumo di 96 Kw/h con un effettivo risparmio del trenta per cento. Tenuto conto che in estate le ore di accensione sono minori, in inverno il risparmio sarà maggiore. Argomenti come il cambiamento del clima del pianeta, l effetto serra, i black-out energetici si presentano con frequenza drammaticamente crescente, obbligando tutte le comunità politiche e sociali a non poter ignorare questa problematica: l ottimizzazione dei consumi e la riduzione degli sprechi energetici si affermano come strumenti di salvaguardia dell ambiente, e si ricordi, in tal senso, la ratifica definitiva a livello internazionale del protocollo di Kyoto. Nel nostro comune si è perciò avviata una fase di sperimentazione e test su 12 pali di illuminazione pubblica che sono già stati installati in località Fontaneto. Dopo un congruo periodo di prova dell apparato, se i risultati saranno quelli sperati, continuerà l installazione di tale dispositivo all illuminazione pubblica del territorio comunale. Vediamo in dettaglio alcune delle caratteristiche di questi nuovi apparati di ottimizzazione: l accensione dell impianto di illuminazione viene qui avviata fornendo alla lampada la potenza di lavoro in maniera graduale, per consentire un ciclo di accensione senza stress, cioè senza costosi picchi: in tal modo la potenza assorbita dalla lampada è notevolmente più bassa rispetto a quanto accade nella maggior parte dei sistemi tradizionali. Al termine del ciclo di accensione, il dispositivo continua ad alimentare la lampada alla potenza nominale, indipendentemente dalle variazioni di tensione di rete fornita dal gestore, senza shock elettrici per la lampada stessa; L eliminazione dei picchi di accensione e la stabilizzazione della potenza in esercizio ha come risultato anche il raddoppio della vita media della lampada. Questa ottimizzazione dell esercizio si traduce in risparmio energetico e diminuzione della manutenzione, perché le lampade durano di più. Non solo: ad orari prefissati, il dispositivo provvede alla riduzione della potenza delle lampade di illuminazione pubblica tramite un timer automatico interno, consentendo in tal modo risparmi notevoli quando la fruizione dell illuminazione, a tarda ora, diminuisce da parte della popolazione. Inoltre, lungo le vie delle zone poco abitate sono stati installati lampioni alimentati con pannelli fotovoltaici ed altri saranno installati in futuro. Attualmente, in tutto il territorio sono già una decina. Proseguono, infine, gli interventi di sotterramento delle linee di media tensione. Il risparmio conseguito con tali miglioramenti potrebbe alleggerire la spesa collettiva per l illuminazione pubblica, ma a nessuno sfuggirà la sua grande importanza ambientale: poiché la generazione di elettricità da fonti non rinnovabili comporta la produzione di anidride carbonica, risparmiare energia contribuisce a ridurre le emissioni inquinanti nell atmosfera. Abbattere la propria spesa energetica, migliorare l efficienza degli impianti di illuminazione ed insieme ridurre l inquinamento luminoso sono obiettivi importanti per l attuale amministrazione. Virginia Ferrarini Assessore all Urbanistica ed all Ambiente Il dispositivo nelle lampade di via Fontaneto

7 7 Verso un edilizia più sostenibile A fronte della sempre crescente attenzione alle problematiche ambientali ed alla presa di coscienza circa la necessità di un atteggiamento ecologicamente corretto nei confronti dell ambiente, le amministrazioni locali sono chiamate a favorire la sostenibilità delle realizzazioni architettoniche ed edilizie sul proprio territorio tramite politiche incentivanti, formulate in base alle necessità peculiari della loro realtà territoriale. Dopo anni in cui le costruzioni hanno proliferato indiscriminatamente, senza la necessaria attenzione alla salubrità degli interni abitati ed all impatto ecologico, anche la parte più avanzata del settore edilizio sta finalmente prendendo coscienza dell opportunità di convogliare tecnologie e materiali edili verso soluzioni che conciglino la creatività del progettisti e le esigenze dell azienda con la salvaguardia dell ambiente e della salute dell utenza. E necessario considerare, durante la progettazione architettonica, l impatto che il costruito stesso determina sull ambiente esterno e le valenze biologiche e psicologiche che gli ambiti chiusi e confinati hanno sugli organismi viventi, pensando ad un uso più razionale di energie e materiali. Il mercato stesso, infine, data la crescente coscienza dell opinione pubblica rispetto a tali tematiche, si dimostra sensibile e determina un aumento della domanda nel settore della bioedilizia. Per l Amministrazione Comunale orientare lo sviluppo del territorio locale verso obiettivi di risparmio energetico e di maggiore compatibilità ambientale è un operazione complessa, ma possibile, e, per certi versi, necessaria ed urgente. Una scelta fondamentale per avviare questo processo è che gli strumenti attuativi della pianificazione urbana, a cominciare proprio dai Regolamenti Urbanistici Edilizi comunali, diventino elementi promotori, attraverso l introduzione di norme adeguate. Tuttavia, prima di arrivare al conseguimento di questo importante obiettivo legislativo, è necessario un percorso di condivisione con la popolazione e con gli operatori del settore, affinché l iter procedurale sia partecipato e le norme condivise. Per sopperire alle attuali carenze normative e legislative, dunque, occorre partire da provvedimenti adeguati alla situazione territoriale di San Polo, e che non siano eccessivamente onerosi in termini economici per i cittadini che li dovranno realizzare, pena il fallimento dell iniziativa. Il Comune di San Polo d Enza ha perciò iniziato una collaborazione per sviluppare questi temi, applicati alla situazione territoriale sampolese, con esperti qualificati dell Istituto Nazionale di Bioarchitettura (INBAR). Il risultato di questo studio preliminare, aperto a suggerimenti ed osservazioni, sarà al più presto presentato, nelle forme che permettano una diffusione il più possibile capillare, ai tecnici operanti sul territorio ed agli eventuali altri portatori di interesse, nonché, naturalmente alla popolazione. La partecipazione dei cittadini al farsi delle città è un aspetto fondamentale per conseguire buoni risultati di sostenibilità urbana, considerando anche l attenzione contemporanea alla risoluzione dei problemi dell antropizzazione del territorio, ad una sua gestione ecologicamente corretta, alla vivibilità e salubrità dei luoghi di vita ed alla attenzione alla condivisione. Virginia Ferrarini Assessore all Urbanistica ed all Ambiente 16 settembre 2006: giornata europea del buon vicinato Sabato 16 settembre 2006 sarà la Giornata europea del buon vicinato. Lanciata in Francia nel 1999, è stata estesa a livello europeo nel Ha raccolto le adesioni di più di 3,5 milioni di persone e centinaia di città ed organismi. Lo scopo è quello di sviluppare e rafforzare i legami di persone che abitano vicino, si vedono tutti i giorni e spesso nemmeno si conoscono a causa di un individualismo sempre più preponderante. Il meccanismo è semplice: ogni anno questa iniziativa raccoglie abitante di una stessa zona o di uno stesso condominio, attorno, ad esempio, ad un buffet o un aperitivo tra vicini. Non c un orario prestabilito, ognuno potrà organizzare la sua festa quando vorrà nell arco della giornata, nelle case singole, nelle aree verdi: ogni iniziativa sarà autogestita ed autonoma.

8 8 Abbasso il Duce non si ferma Il sindaco di San Polo, Milena Mancini, ha incontrato Marco Righi e Cosimo Bizzarri, i due giovani autori del documentario Abbasso il Duce, inaugurato a primavera, e ha chiesto loro come stanno andando le cose Buongiorno ragazzi. L ultima volta che ci siamo visti era la sera del 24 aprile, quando, in veste di Sindaco di San Polo, vi ho consegnato una targa per ringraziarvi dello sforzo profuso nella realizzazione del documentario Abbasso il Duce. Cosa ricordate di quella sera? Dopo mesi di duro lavoro, weekend dopo weekend, eravamo finalmente al momento del dunque: in platea, a guardare il film, c erano i sampolesi, i nostri parenti, i nostri amici, ma soprattutto loro, gli intervistati. Alla fine della proiezione, quando Guerra e gli altri ci hanno fatto i complimenti e ringraziato, abbiamo vissuto il momento di massima emozione, nonché il naturale compimento di un percorso. Quando abbiamo deciso di fare il documentario, infatti, abbiamo subito capito di avere uno scopo duplice: primo, fare un buon lavoro, divertendoci il più possibile; secondo, chiudere qualche conto con la generazione dei nostri nonni, far vedere a questa gente che ore, giorni, anni passati a raccontarci le storie della Resistenza non sono finiti nel dimenticatoio. Sono e resteranno parte della nostra memoria. Ci sono state altre proiezioni del documentario dopo la sera del 24 aprile? Il pomeriggio del 25 aprile abbiamo mostrato il documentario al Museo Cervi di Gattatico, in occasione di Liberarci, l anniversario della Liberazione organizzato dai Circoli ARCI Giovanili: anche in quella occasione la platea, composta in gran parte da giovani, è sembrata soddisfatta del nostro lavoro, così come soddisfatta era la Direttrice dell Istituto Cervi, Paola Varesi, che ci ha chiesto una copia del documentario per l archivio del Museo. Un altra sera, Abbasso il Duce è stato proiettato al Cinema Cristallo di Reggio e altre due proiezioni, sempre a Reggio, sono state organizzate tra maggio e giugno al Centro Sociale Buco Magico e alla Gabella di Reggio Emilia. Credete che Abbasso il Duce possa avere una distribuzione che sorpassi i confini della provincia? Questa è la nostra speranza, anche perché il montaggio del documentario ha risposto al criterio di rendere il film il più universale possibile: volevamo che i fatti e la gente di San Polo risultassero rappresentativi di ciò che è accaduto un po dappertutto, almeno nel Nord Italia, durante la Resistenza. Per questa ragione, abbiamo recentemente tradotto tutte le parti del documentario in cui i protagonisti parlavano in dialetto e abbiamo aggiunto i sottotitoli in italiano. Per adesso, Cosimo ha mostrato il documentario nel cinema di Fabrica, il posto in cui lavora, a Treviso: anche là abbiamo ricevuto complimenti e pare che presto il documentario verrà mostrato ai partigiani del posto. Chissà, magari si potrebbe organizzare un incontro tra resistenti di diverse regioni. Avete intenzione di spedire Abbasso il Duce a qualche concorso? Certo. Puntiamo molto su un festival di documentari che avrà luogo a San Benedetto del Tronto, in settembre, con una sezione speciale dedicata al Sessantesimo della Resistenza. Siamo stati contattati anche da alcuni cineamatori di Milano, a cui piacerebbe vederlo per iscriverlo eventualmente a qualche festival in Lombardia. Abbiamo spedito una copia di Abbasso il Duce anche al Festival del Cinema di Locarno: se dovessimo essere accettati, dovremmo probabilmente tradurre tutto in inglese, ma sarebbe una cosa bellissima poter passare i confini nazionali e far conoscere anche all estero queste storie, che sentiamo così profondamente nostre. Avete pensato anche a un modo per distribuire il documentario? Naturalmente. È giusto che soprattutto a San Polo chi è interessato possa avere la propria copia del documentario. C è voluto un po di tempo perché abbiamo voluto confezionare il documentario in dvd completi di tutto il necessario: copertina, menù e bollini della SIAE. Pensare che abbiamo dovuto aspettare l ok da New York per l utilizzo delle musiche! Comunque, i dvd ora sono pronti e verranno distribuiti: i ritardatari fanno ancora in tempo a procurarsene una copia. Insomma, in fin dei conti è stato un successo Ci pare di sì, soprattutto tenendo in conto che eravamo partiti con molta carica ma senza grandi certezze rispetto a quale sarebbe stato il risultato finale. Addirittura, recentemente il Circolo Arci Indiosmundo ha ricevuto un premio di produzione dall organizzazione centrale di Arci Reggio per il successo dell iniziativa. Comunque, non ci stanchiamo di ripetere che la soddisfazione più grande è stata vedere le espressioni felici e commosse dei protagonisti del documentario: significa che abbiamo costruito un ponte, fatto di parole, tra la nostra generazione e quella dei nostri nonni. Quando avvengono cose del genere, la memoria è salva: questo è il punto di partenza obbligato per chiunque voglia fare parte di una comunità solida e consapevole. Marco e Cosimo, voglio ringraziarvi per il vostro lavoro che ci ha regalato un documentario davvero molto bello, nel quale avete saputo unire una grande professionalità ad una profonda sensibilità e rispetto per un periodo della nostra storia, la Resistenza e la Liberazione, importante per il nostro paese. Le persone protagoniste del documentario, i partigiani di San Polo, a cui va la nostra riconoscenza per la collaborazione e la testimonianza resa, ci hanno consegnato il compito di raccontare, con immagini parole musica, la loro storia e voi avete saputo tradurla in memoria viva e dinamica, un messaggio per le giovani generazioni di oggi e di domani. Vi auguro che il documentario abbia i riconoscimenti ufficiali e i premi che meriti e che tanta gente possa vederlo per arricchire la conoscenza e la memoria. Marco e Cosimo, ancora i nostri ringraziamenti e tanti auguri per il vostro lavoro.

9 9 Incentivi per trasformare le vetture a metano o Gpl 350,00 euro per ogni automezzo Anche i cittadini di San Polo potranno usufruire degli incentivi per installare l impianto a metano o a gpl sul proprio automezzo. L incentivo per ogni trasformazione è di 350 euro. Il consiglio comunale ha, infatti, approvato l adesione alla convenzione ICBI (iniziativa carburanti a basso impatto) del Ministero dell Ambiente che ha stanziato venti milioni di euro. Con l adesione del Comune, l amministrazione dà la possibilità ai sampolesi di poter beneficiare di questa opportunità. Secondo i dati dell Agenzia per la Protezione dell Ambiente e per i Servizi Tecnici, contenuti nell Inventario delle Emissioni in Atmosfera, edizione 2004, riferiti al periodo , in Italia la circolazione di autovetture incide sensibilmente sull inquinamento atmosferico, contribuendo per più del 46 % alle emissioni di monossido di carbonio, per il 22 % a quelle di ossidi di azoto, per il 12% a quelle di composto organici volatili non metanici e per il 10% alla formazione di PM10 (percentuale che sale al 13% ove si considerino anche le emissioni dovute all usura dei pneumatici e dei freni ed all abrasione del manto stradale); Un azione efficace che concorra alla globale riduzione delle emissioni inquinanti può attuarsi mediante la promozione di veicoli ad emissioni ridotte, lo sviluppo di tecnologie dirette a limitare i consumi e la diffusione sul territorio nazionale di impianti di rifornimento di carburanti a basso impatto ambientale, quali gas metano e gas di petrolio liquefatto (GPL) rispetto alla benzina, l utilizzo di carburanti per autotrazione a basso impatto ambientale si è dimostrato efficace per l eliminazione pressoché totale delle emissioni di biossido di zolfo, di benzene e di altri composti organici volatili non metanici, nonché per la significativa riduzione di altri inquinanti, come la concentrazione di ozono ed anidride carbonica. La procedura per ottenere gli incentivi Il sito del comune si rinnova A partire da questo mese il comune di San Polo ha un sito completamente rinnovato. L indirizzo è sempre lo stesso, ne.sanpolodenza.re.it, ma è cambiata l impostazione ed anche l impaginazione. Lo scopo è quello di fornire un sito più snello e semplice da utilizzare, in regola con le norme dell accessibilità, e, soprattutto, sempre aggiornato per essere così un vero ponte di comunicazione con i cittadini. Alcune pagine sono ancora in costruzione e l impegno degli uffici è quello di completarlo entro i prossimi mesi. è semplice: il cittadino deve prenotare la trasformazione a gpl o a metano in un officina aderente all iniziativa che, dopo avere verificato la disponibilità dei fondi, comunica quando potrà installare sul veicolo il nuovo impianto. La lista delle officine autorizzate si può trovare sul sito ufficiale http: //icbi.comune.parma.it/. L automobilista deve presentare copia della carta di circolazione comprovante la proprietà, la targa del veicolo e la classe ambientale di omologazione CE, ovvero deve trattarsi di un automezzo alimentato a benzina ed immatricolato fra il 1 gennaio 1993 ed il 31 dicembre 2000, appartenente alle categorie euro 1 ed euro 2. Deve presentare, inoltre, la copia della carta di identità non scaduta comprovante la residenza in uno dei comuni aderenti alla convenzione ICBI. Il contributo sarà detratto direttamente in fattura sotto forma di sconto sui prezzi di listino e sarà valido fino ad esaurimento dei fondi stanziati (farà fede la data di accettazione della prenotazione). Per informazioni ci si può rivolgere all Urp del comune: tel e- mail Virginia Ferrarini Assessore all Urbanistica ed all Ambiente

10 10 Alla scoperta del giornalismo Doppia lezione di giornalismo per i ragazzi della quinta B dell elementare di San Polo. Accompagnati dalle insegnanti Rosanna Ragni e Rosella Bolognesi, il 16 maggio scorso, hanno fatto visita alle redazioni della Gazzetta e di Telereggio. A Telereggio sono stati ricevuti dalla giornalista Liviana Iotti, per tanti anni conduttrice del telegiornale, che li ha accompagnati nelle varie sale televisive spiegando le differenze che esistono tra il lavoro di un giornalista della carta stampata e quello di una tivù. Il giornalista televisivo, dopo aver scritto il pezzo deve registrarlo su nastro e accompagnarlo dalle immagini fatte dagli operatori di ripresa, e il tutto viene rielaborato dall operatore di montaggio. Differente è anche lo stile di scrittura perché il giornalista della carta stampata deve essere più descrittivo, mentre il giornalista televisivo non ne ha bisogno perché si avvale delle immagini delle telecamere. Molto interesse ha suscitato tra i ragazzi la sala dove viene registrata la trasmissione di meteorologia dotata di una grande parete verde (cromocrì) su cui virtualmente in tivù appare la cartina geografica. Il conduttore del telegiornale di Telereggio ha un ruolo diverso dal collega della Rai o di Mediaset che trova già tutto preparato dalla redazione - ha spiegato Liviana Iotti. A Telereggio, chi presenta il telegiornale, si prepara da solo le notizie e la scaletta degli argomenti. Alla Gazzetta sono stati ricevuti dal direttore Fiorentino Pironti che li ha intrattenuti sui segreti di questa professione. Perché sui giornali nazionali non ci sono gli articoli sul calcio giovanile di San Polo? ha Nelle foto: i ragazzi con Liviana Iotti e davanti a Telereggio. Nelle foto: a fianco i ragazzi con il direttore della Gazzetta e sopra con Massimo Sesena chiesto un ragazzo. Perché la notizia viene pubblicata in base all interesse che suscita nel lettore - ha risposto Pironti - il giornale locale come la Gazzetta ha funzione di completamento dell informazione nazionale con notizie locali che abbiamo solo noi, ed è questa la nostra forza. I ragazzi hanno potuto vedere come si confeziona un giornale con una dimostrazione pratica del giornalista Massimo Sesena che ha disegnato un menabò spiegando i criteri della scelta delle notizie. I ragazzi della quinta B sono: Jessica Montanari, Valentina Donnici, Giovanni Guarnieri, Marilyn Mustacchia, Gaia Bolondi, Miriana Mormile, Silvia Kapusta, Elena Farini, Marianna Fornaio, Simone Miele, Matteo Baisi, Dafne Barozzi, Nabil Ait Lafdil, Marzia Esposito, Ilyas Abyre, Luca Felici e Anna Sparacia.

11 11 Lezioni di orticoltura per i bambini Nelle foto: in altro: i bambini della Materna Statale con Marco Romano, sotto i bimbi mostrano il loro lavoro al sindaco Da anni il paesaggista Marco Romano su incarico del comune di San Polo e in collaborazione con le scuole, tiene lezioni pratiche di orticoltura per i bambini delle scuole di ogni ordine e grado del nostro paese. A cominciare dai più piccoli di entrambe le scuole materne presenti sul territorio (statale e parrocchiale), Marco Romano svela ai piccoli allievi i segreti di un buon orto biologico. Utilizzando i quattro elementi essenziali acqua, terra, aria e fuoco, si possono coltivare tutti gli ortaggi e i frutti più buoni con semplicità. I bimbi hanno seminato nei vasetti di terra, ed ognuno ha annaffiato con cura la propria piantina. Dopo circa un mese, quando i semi hanno germinato, hanno trapiantato le piantine nell orto didattico osservando con attenzione i cambiamenti giornalieri fino alla nascita dell ortaggio o del frutto. Anche il sindaco è andato a vedere il lavoro dei piccoli orticultori che le hanno mostrati orgogliosi i loro vasetti. L iniziativa fa parte del progetto di educazione ambientale ed è stata realizzata in collaborazione con Enìa. Quest anno, per la prima volta, il comune di San Polo ha organizzato anche un corso di orticoltura per adulti. Il corso è stato tenuto sempre da Marco Romano. Tanti sono i pregi di un orto biologico: La coltivazione biologica dell orto aiuta a consumare alimenti sani e quindi salvaguarda la salute delle famiglie - sottolinea Virginia Ferrarini, assessore all ambiente del comune di San Polo -. La concimazione con elementi naturali, quali il compost, limita l uso di fertilizzanti chimici, e questo, oltre alla salute, aiuta la qualità del suolo e delle acque. Inoltre gli ortaggi del proprio orto sono sotto casa, perciò non devono percorrere lunghe distanze che percorrono le verdure dei negozi, per raggiungere i consumatori, e questo aiuta la qualità dell aria.

12 12 Festa di chiusura per la Sampolese volley Leve avviamento Nata con la Polisportiva nel 1979, la Sampolese Volley ha festeggiato, nei giorni scorsi, la chiusura dell anno agonistico , chiamando a raccolta tutte le ragazze accompagnate da diversi genitori. La società conta un centinaio di iscritte, suddivise nelle varie categorie: Leve Avviamento, Under 13 (all. Angela Panciroli), Under 14 (all. Pasquale De Micheli), Under 16 (all. Patrizia Carbognani) e Seconda Divisione (all. Roberto Giovanardi). Alla bella serata erano presenti anche gli sponsor, fondamentali per il sostegno dell attività di questa associazione. Annata agonistica di notevole soddisfazione con la raggiunta salvezza della formazione di Seconda Divisione, la conquista del Trofeo Tricolore provinciale per le formazioni Under 14 e Under 16 e la vittoria finale delle esordienti Under 13 nel torneo a Barco. Valerio Vecchi, Giovanni Ferrari, Mauro Rossi ed Angela Panciroli, dirigenti storici della società, si sono congratulati con tutte le ragazze e con i tecnici non nascondendo la grande soddisfazione per i risultati ottenuti. Under 13 Under 16 Seconda divisione Under 14

13 Val d Enza in Svezia per promuovere turismo e prodotti tipici Sei comuni reggiani e parmensi in Svezia per promuovere i rapporti commerciali e turistici. tra l area della Val d Enza e la Svezia. Grazie ai fondi dell Unione Europea stanno realizzando alcuni progetti che prevedono tra l altro due iniziative, una a settembre 2006 ed una a gennaio Nel giugno 2005, sei comuni della Val d Enza (San Polo d Enza, Canossa, Felino, Montechiarugolo, Montecchio Emilia e Traversetolo) con due partner svedesi (l Associazione Intercomunale di Norra Bohuslan e il comune di Jokkmokk) hanno proposto la loro candidatura alla Commissione Europea (nell ambito del programma d azione comunitaria per la promozione della cittadinanza europea attiva) per l ottenimento di un co-finanziamento finalizzato soprattutto alla valorizzazione dei prodotti tipici di qualità e di artigianato locale. Il progetto, che si sviluppa nel contesto delle attività proposte dalla rete transnazionale SERN (Sweden Emilia-Romagna Network), ha ottenuto il co-finanziamento e una delegazione dei comuni emiliani si è recata in Svezia il 15 giugno scorso. L incontro, che è avvenuto a Norra Bohuslan, è servito per verificare similitudini e differenze nel campo della produzione del cibo e dell artigianato locale nonché nel turismo. Il gruppo, che era composto dalla coordinatrice del Sern, Laura Avanzi, dalla segretaria del comune capofila di Traversetolo, Anna Messina, dall assessore attività produttive e turismo, Nino Papani, dall assessore al turismo del comune di Canossa, Marco Grassi, dall assessore Azio Minardi di Montecchio, coordinatore degli assessorati attività produttive della Val d Enza, dal vicesindaco di Montechiarugolo, Brenno Buratti e dal responsabile dello I.A.T. di Canossa, Elvira Rossi, ha incontrato a Norra Bohuslan una delegazione capitanata dai Capo Sviluppo Territoriale di Norra Bohuslan, Elsie Hellstrome e dal Capo Sviluppo Territoriale di Jokkmokk del Nord della Svezia Elisabeth Hammarberg Melena von Bothmer per lo sviluppo rurale e da Marie Nygards Tour operators di Jokkmokk ed altre persone legate al turismo e allo Sviluppo dei prodotti tipici ed artigianato locale. Lo scopo finale è stato quello di trovare il modo migliore di far interagire fra loro. I due mercati e di mettere in contatto i vari operatori e le varie realtà del territorio - commenta Nino Papani, assessore alle attività produttive e al turismo del Comune di San Polo d Enza - La cosa più importante è quella di mettere insieme realtà diverse, Quadri donati all ANPI 13 La delegazione della Val d Enza con i colleghi svedesi per proporre un ampia offerta sia di servizi turistici che di prodotti tipici,cucina ed artigianato artistico che la Val d Enza con le sue due sponde Reggiane e Parmense è in grado di offrire all Europa. In occasione del sessantesimo della Resistenza, tra le varie iniziativa organizzate dal comune, c è stata anche una mostra di pittori del Circolo Artistico Val d Enza (la cui presidente è Mara Frignani), che si è tenuta all interno della torre dell Orologio. Al termine della mostra, il Circolo Artistico Val d Enza ha deciso di donare i quadri, che hanno tutti come tema la Resistenza, al museo della sezione locale dell Anpi che ha sede proprio in una sala del municipio. Responsabile della sezione Anpi sampolese è Ivo Mareggini che a nome di tutto il comitato ha ringraziato Mara Frignani per l importante dono che va ad arricchire il patrimonio del museo.

14 14 Si è formato un gruppo che trascorre qualche ora in compagnia degli anziani del Centro Diurno Grazie ai volontari gli anziani si sentono meno soli L annuncio era uscito lo scorso mese di marzo: cercasi volontari disponibili a trascorrere anche solo qualche ora al mese assieme agli anziani ospiti del Centro diurno di San Polo, per far loro compagnia e collaborare con le assistenti nelle attività ricreative. Ha risposto subito, e con grande entusiasmo, una decina di volontari, uomini e donne, per la maggior parte pensionati, che sono già diventati amici degli ospiti del centro. Insieme hanno organizzato una gnoccata per i bambini delle scuole, hanno collaborato nelle attività di atelier, aiutato nelle preparazione dei cappelletti per Pasqua e per la fiera, hanno giocato a carte ma soprattutto dialogato con gli anziani, invitandoli a parlare del loro passato. Un modo per farli sentire ancora importanti, ancora inseriti in una società che corre troppo e non ha più tempo di ascoltarli. Siamo molto riconoscenti verso chi ha risposto al nostro invito I volontari del Centro Diurno afferma Loredana Burani, coordinatrice del centro Grazie a loro i nostro ospiti sono più felici e sereni. Speriamo che arrivino altre adesioni. Sorto pochi anni fa, accanto alla casa di riposo Carlo Sartori, il Centro diurno accoglie ogni giorno dai 15 ai 20 ospiti, che trascorrono la giornata in attività varie (atelier, cucina, gioco a carte, cinema, palestra, musicoterapia, tombola, lettura ecc.) e alla sera tornano a casa in famiglia. In realtà molti sampolesi ancora non conoscono il Centro diurno spiega Loredana Burani - e poiché si trova di fianco alla casa protetta Carlo Sartori, in tanti ancora pensano che sia solo il cosiddetto ricovero dei vecchi, ma non è così. Qui gli ospiti trascorrono la giornata in compagnia, svolgono tante attività, incontrano i bambini delle scuole, dei campi gioco, partecipano alle gite o alle uscite per mangiare al ristorante. In questi anni abbiamo capito che i momenti che gli anziani amano di più, sono quelli trascorsi assieme ai bambini o alle persone che vengono per giocare a carte con loro. Chi desidera portare un po d allegria a chi ha troppo tempo libero può telefonare al n Parte a luglio l indagine sugli anziani Parte a luglio l indagine sugli anziani organizzata dal comune di San Polo d Enza e l Ipab Carlo Sartori con lo scopo di conoscere le necessità degli anziani sampolesi e migliorare di conseguenza i servizi offerti. L indagine è rivolta, agli anziani dai 74 anni in su, ma il questionario verrà distribuito agli anziani che non usufruiscono dei servizi sociali comunali, della casa protetta, della RSA e del centro diurno. Per la distribuzione dei questionari e la conseguente raccolta dei dati, sono stati selezionati quattro collaboratori che porteranno a domicilio il questionario e aiuteranno gli anziani nella compilazione: Chiara Ferrari, Lisa Grasselli, Luca Pingani e Paolo Ugolotti. Tutti si presenteranno muniti di cartellino di riconoscimento dell Ipab Carlo Sartori. Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere alla coordinatrice della struttura protetta Mirta Spadoni ( ) e al responsabile dei servizi alla persona del comune di San Polo, Mattia Rossi ( ). Indagini simili erano state effettuate negli anni 1999 e Anziani al mare Come ogni anno, anche questa estate, l assessorato ai servizi sociali del comune di San Polo, ha organizzato i soggiorni estivi riservati agli anziani. Quest anno sono stati una quarantina gli anziani che hanno partecipato, in parte provenienti da San Polo e in parte provenienti da Canossa. Meta della vacanza, è stata Villa Marina di Cesenatico, presso l hotel Oriente, nel periodo compreso tra il 10 e il 24 giugno. Il gruppo è stato accompagnato da Rosa Torelli dell ufficio anziani del comune e tutti hanno molto gradito il soggiorno.

15 15 Contributi per pannelli solari essere ceduta alla rete secondo il valore di mercato. I tempi di ritorno dell investimento, a seconda delle dimensioni dell impianto, vanno dagli 8 ai 12 anni. Le domande presentate nel primo trimestre di quest anno sono state oltre 3500 e 2800 sono state quelle accettate, per un totale di oltre 87 MW di potenza, 6MW dei quali in Emilia Romagna. La nostra provincia, con i suoi 1218KW per abitante l anno, si colloca in Italia in coda alla classifica per consumi di energia elettrica ad uso domestico. Legambiente Val d Enza Un pannello fotovoltaico in fiera Un interessante convegno sull energia fotovoltaici, si è tenuto durante la fiera di maggio.la serata, patrocinata da Paolo Monti, è stata realizzata in collaborazione con l assessorato all ambiente del comune e la sezione di Legambiente della Val d Enza. La tecnologia fotovoltaica per la produzione di energia elettrica attraverso i raggi del sole esiste da oltre 40 anni. Dal 2005 esiste la possibilità per piccoli e medi investitori di richiedere un finanziamento all ente di gestione della rete elettrica nazionale, il GRTN. Il finanziamento, denominato Conto Energia, viene dato in base all energia prodotta da una installazione fotovoltaica che viene fatta a carico del richiedente. E quindi possibile installare direttamente sul tetto di casa propria o della propria azienda uno o più pannelli fotovoltaici da allacciare alla rete elettrica. L energia prodotta e consumata in loco viene quindi remunerata, per i primi 20 anni di vita dell impianto, con una quota di circa 45 centesimi al KWh. L energia in eccesso può comunque Auser e Croce Rossa Se la fiera di maggio ha avuto successo questo lo si deve anche al lavoro e agli stand allestiti dalle varie associazioni di volontariato di cui è ricca la nostra cittadina. In particolare è sempre molto apprezzato lo stand realizzato dai volontari dell Auser perché preparano ogni anno gnocco fritto ed erbazzone. I volontari dell Auser sono impegnati tutto l anno in attività molto utili per tutta la cittadinanza. Così come importantissimo è il lavoro svolto dai volontari della Croce Rossa di Canossa e San Polo che quest anno hanno allestito uno stand per divulgare la propria attività e raccogliere nuove adesioni. Sopra: i volontari dell Auser e sotto i volontari della Croce Rossa

16 16 Estate Sampolese INIZIATIVE SPORTIVE E RICREATIVE Da martedì 11 luglio a giovedì 15 agosto (Tutti i martedì e giovedì) UN TUFFO, RELAXANTE, SOTTO LE STELLE A SAN POLO. Apertura serale della piscina Piscine Al Lido Dal 15 luglio TORNEO DI PALLAVOLO a squadre miste per sampolesi Oratorio H. Camara Da mercoledì 16 al 27 agosto TORNEO DI TENNIS singolare maschile IV categoria Campi comunali di tennis Parco Lido Domenica 20 agosto GARA DI QUAD E SERATA DANZANTE Tutto il giorno con cena Centro Sportivo di Grassano Pro Loco di Grassano Domenica 3 settembre SAN POLO - MARE Gita sociale A.S.D. Ciclistica Sampolese Domenica 10 settembre GARA SOCIALE DI CICLISMO a cronometro - ore 8.30 A.S.D. Ciclistica Sampolese Domenica 10 settembre TORNEO DI CALCIO GIOVANILE anni con la partecipazione di G.S. Helder Camara San Polo d Enza, A.C. Milan, F.C. Bologna, F.C. Parma, U.C. Sampdoria, Ascoli, A.C.F Fiorentina, Reggiana - Oratorio H. Camara Domenica 24 settembre VI RADUNO DI MOUNTAIN BIKE DELLA VAL D ENZA Partenza e arrivo presso Fortlan S.p.A. A.S.D. Ciclistica Sampolese Domenica 1 ottobre 46 PALIO DELLA CITTA DEL TRICOLORE di Reggio Emilia Rappresentativa sampolese delle scuole medie ed elementari - P.zza Matteotti RASSEGNA TEATRALE In occasione delle celebrazioni del 60 anniversario del voto alle donne Martedì 18 luglio ELETTA 60 anni dal voto alle donne - Spettacolo comico di e con Lorenza Franzoni - Lido Garibaldi ore Comune di San Polo d Enza INIZIATIVE PER I BAMBINI Tutti i martedì di luglio e tutti i martedì e i giovedì di agosto GIOCHI AL LIDO Clownerie per bambini, giochi, animazione e laboratori Lido Garibaldi ore Tutti i giovedì di luglio FAVOLANDO AL PARCO Narrazione e laboratorio Lido Garibaldi ore Comune di San Polo d Enza Tutte le domeniche di luglio DOMENICHE AL LIDO Spettacoli di magia, giocoleria, acrobazia, mimo e burattini Lido Garibaldi - ore Comune di San Polo d Enza e Lido Garibaldi SERATE DANZANTI Tutti i sabati dal 1 luglio al 2 settembre VILLAGGIO LATINO Balli e animazione con Graziano Rossi e Dj Fernandito Onda Latina Lido Garibaldi e Settimo Senso - ore Tutti i lunedì dal 3 luglio al 4 settembre LUNEDI BATTAGLIERO Ballo liscio con orchestra Valparma Dancing Lido - ore Lido Garibaldi Tutti i mercoledì dal 5 luglio al 6 settembre ESTANGO Tango argentino con la scuola di ballo Barrio de Tango - Lido Garibaldi - ore Tutti i giovedì dal 6 luglio al 7 settembre DISCOLISCIO Ballo liscio con i migliori dischi e piccola orchestra Dancing Lido - ore Lido Garibaldi Domenica 27 agosto FESTA DELL ANPI Serata di ballo liscio - P.zza Matteotti - ore ANPI con patrocinio del Comune di S. Polo d Enza MUSICA DAL VIVO Tutti i giovedì di luglio PIANO BAR Bar Gelateria Butterfly, ore 21,00 Tutti i venerdì dal 14 luglio al 1 settembre MUSICA DAL VIVO E DJ-SET funky & reggae Lido Garibaldi dalle ore Venerdì 21 luglio LA FISORCHESTRA di CESARE PATTACINI Coadiuvata dalla sfilata di majorettes LE ORCHI- DEE e NEW BAND - P.zza Matteotti ore Ass.ne San Polo in Vetrina Martedì 15 agosto SERATA DANZANTE CON CENA Ballo liscio con I 5 di Picche - Centro Sportivo di Grassano - ore Pro-Loco Grassano FESTE, FIERE E SAGRE Venerdì 14 luglio SI MANGIA SOTTO LE STELLE Cena e piano bar con Max Ziveri P.zza Matteotti ore Il ricavato sarà devoluto in beneficenza Ass.ne San Polo in Vetrina Domenica 16 luglio FESTA AVIS E CROCE ROSSA Musica dal vivo con Spotorno e Brodo Primordiale cover di Cochi e Renato, Gaber e Jannacci Grigliata gigante e gnocco fritto AVIS e Croce Rossa Domenica 23 luglio FESTA DELLO S.P.I. C.G.I.L. Ballo liscio con Ivana Group P.zza Matteotti - ore S.P.I. C.G.I.L. Giovedì 3 agosto SAGRA DI GRASSANO Pro-Loco Grassano Martedì 15 agosto FESTA AL LIDO Lido Garibaldi Domenica 3 settembre SAGRA DI GRASSANO Santa Messa ore Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo Domenica 10 settembre SAGRA DI PONTENOVO in onore della Beata Vergine Maria Santa Messa - ore Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo Sabato 23 e Domenica 24 settembre FESTA DELL UVA Domenica dedicata ai bambini con giochi, animazione ed eventi sportivi Teatro Tenda Barcaccia ore U.S. Barcaccia Sabato 26 e domenica 27 agosto FIERA D AGOSTO Festa infanzia - Comune di San Polo d Enza Martedì 31 ottobre FESTA DI HALLOWEEN Teatro Tenda Barcaccia ore U.S. Barcaccia Domenica 5 novembre CASTAGNATA P.zza Matteotti - U.S. Barcaccia INIZIATIVE VARIE Tutte le domeniche di luglio e agosto MERCATINO - MUSICA DAL VIVO - SPETTACOLI PER BAMBINI GONFIABILI EVENTI SPORTIVI SU MAXI SCHERMO Lido Garibaldi Pomeriggio e sera Dal 1 al 30 luglio MOSTRE IN TORRE Arnaldo Franceschi tecnica mista Torre dell Orologio Comune di San Polo d Enza e Circolo Artistico Val d Enza Venerdì 7 luglio DUO GUIDETTI INCERTI Serata di cabaret P.zza Matteotti ore Ass.ne San Polo in Vetrina Venerdì 28 luglio MERCATO STRAORDINARIO SOTTO LE STELLE Con gli ambulanti del qualificato e unico consorzio Terre dei Gonzaga Centro del paese - dalle ore Ass.ne San Polo in Vetrina Dal 5 al 27 agosto MOSTRE IN TORRE Alberto Gambini - pitttura ad olio Torre dell Orologio Comune di San Polo d Enza e Circolo Artistico Val d Enza Sabato 9 settembre COMMEDIA DIALETTALE Teatro Tenda Barcaccia ore U.S. Barcaccia e AVIS San Polo-Canossa Tutte le prime domeniche del mese MERCATINO DELL ANTIQUARIATO Borgo del Castello Dal 2 al 24 settembre MOSTRE IN TORRE Teobaldo Cattini pittura ad olio Torre dell Orologio Comune di San Polo d Enza e Circolo Artistico Val d Enza Dal 30 Settembre al 29 ottobre MOSTRE IN TORRE Nero Levrini pittura e scultura Torre dell Orologio Comune di San Polo d Enza e Circolo Artistico Val d Enza GRASSANO CABARET V Rassegna della Risata Matildica Giovedì 24 agosto EUGENIO CHIOCCHI Ristorante Turci ore Giovedì 31 agosto Ristorante Turci ore Giovedì 7 settembre NANDO TIMOTEO Ristorante Turci ore 21.00

17 17 GRUPPO CONSILIARE UNITÀ E RINNOVAMENTO Il territorio perduto e speriamo ritrovato Siamo al centro di un concorso internazionale. L ambito fluviale, di 575 ha circa, ricompreso tra i comuni di San Polo d Enza e Montecchio Emilia è stato individuato come oggetto di concorso della Biennale del Paesaggio promossa dalla Provincia di Reggio Emilia. La proposta progettuale dovrà tendere alla redazione di un progetto di riqualificazione vera che prescinda da un semplice approccio ambientalista (ripristino quando possibile e ripiantumazione delle aree oggetto di escavazione ecc.) ma individui idee e proponga un ridisegno strutturale dell area. Personalmente condivido pienamente i presupposti progettuali, ma per maggiore chiarezza voglio riportare parte della presentazione del bando di concorso:. Sull area oggetto di concorso insistono sia zone estrattive esistenti che di futura attivazione, quattro zone occupate da impianti di lavorazione dei materiali estratti ed altre zone destinate dal Piano Infraregionale delle Attività estrattive (PIAE) a risistemazione. L ambito è inoltre interessato dalla previsione di una nuova viabilità provinciale che attraversa parte delle aree estrattive, secondo un tracciato parallelo a quello esistente e traslato verso il fiume. L attività estrattiva - che ha avuto inizio qualche decennio fa - ha destrutturato il sistema paesaggistico fluviale, alterandone pesantemente la riconoscibilità; obiettivo del concorso è, in primo luogo, la riappropriazione dell immagine di paesaggio fluviale in termini non solo ambientali e naturalistici, ma soprattutto sotto l aspetto simbolico ed evocativo. La proposta non dovrà dunque consistere in un mero ripristino dello stato dei luoghi mediante naturalizzazioni e bonifiche, ma dovrà contemplare inter- venti progettuali di più ampio respiro e di maggiore incisività sul paesaggio, anche con modificazioni morfologiche del territorio. Ai concorrenti si richiede pertanto di elaborare un ipotesi di ridisegno strutturale dell area, accompagnato da nuove destinazioni d uso che - sempre nel rispetto dei criteri di sostenibilità - consentano molteplici modalità di fruizione di quello che si deve riconquistare come paesaggio ritrovato. Si richiede quindi un approccio che prenda le distanze da una concezione esclusivamente ecologica del paesaggio, ma che sappia leggere criticamente - e reinterpretare progettualmente - i caratteri morfologici, naturali ed antropici che più caratterizzano il paesaggio della Val d Enza: il fitto reticolo dei canali di irrigazione, le pendenze dolci della fascia lungo fiume, che consentono all alveo di dividersi e ricongiungersi in un intreccio di canali (braided river) formando isolotti naturali ricchi di vegetazione, i mulini storici. Siamo contenti di questa attenzione, siamo contenti che parte del nostro territorio che attualmente è praticamente difficilmente accessibile, se non inaccessibile, sfruttato all inverosimile per le attività estrattive, possa avere una possibilità di rivincita e un desiderio di riqualificazione che vada al di là della rinaturalizzazione delle sponde. Vogliamo utilizzare il fiume, vogliamo passeggiarci, vogliamo molte altre giornate sportive come la bellissima corsa campestre organizzata dall assessorato allo sport ai laghetti di Barcaccia alla quale hanno partecipato tantissime persone, vogliamo portare le scolaresche a svolgere attività didattica, vogliamo dei percorsi e delle zone attrezzate dove incontrare le persone in modo sicuro, vogliamo dei collegamenti con le zone residenziali esistenti e future. Ma soprattutto vogliamo pensare che il nostro Comune e quello limitrofo interessato dal progetto possano sviluppare un idea peculiare inerente questo territorio, la sua immagine la sua nuova vocazione, perché no anche con risvolti economici, di parco fluviale e di pesca sportiva, di attività ricreative ecc. Il concorso è una splendida occasione per farci riflettere su cosa vogliamo per quella fascia fluviale. Di sicuro non la vogliamo così. I progetti, ci forniranno un occasione importantissima da non lasciare cadere: il dibattito dovrà interessare tutte le forze politiche e sociali in un vero coinvolgimento attivo dove nessuno ha già soluzioni precostituite e faziose. Arriveranno idee, ipotesi progettuali, proposte facilmente realizzabili ed altre di assoluta fantasia. Dovremmo essere pronti a capire, a confrontarci e a ripensare in modo pratico e fattibile l utilizzo di questa parte del territorio in cui viviamo. Parleremo anche della strada, di come il nuovo asse viabilistico previsto s integrerà con il ridisegno strutturale dell area oppure creerà una barriera insuperabile diventando un elemento di discontinuità intollerabile. Certo la variante all attuale strada Provinciale SP12 è assolutamente indispensabile ed urgente, andrà valutata contestualmente al disegno globale e sarà imprescindibile il suo ruolo di opportunità di ritrovare il paesaggio e non di ferirlo ulteriormente. Buon lavoro a tutti. Il Capogruppo Fausto Torelli GRUPPO CONSILIARE SAN POLO MIGLIORA SAN POLO Eliminare è facile, costruire è difficile Il progetto esecutivo della tangenziale di San Polo, lasciato in eredità dall amministrazione Ghielmi, già approvato e finanziato, si è fermato sul tavolo dell amministrazione Mancini. Ad oggi non abbiamo ricevuto nessuna spiegazione sul perché l attuale amministrazione abbia bloccato, un progetto largamente condiviso ed approvato con il voto favorevole di tutti, anche di chi oggi ha in mano le sorti del paese. Il principio un po goliardico, che continua ad accompagnare la gestione Mancini ovvero aboliamo tutto ciò che

18 18 le amministrazioni precedenti hanno fatto, crediamo non regga al realismo di cui necessita il nostro paese per affrontare le difficoltà ed i bisogni dei sampolesi. Nei giorni scorsi, grazie all interessamento del Presidente della provincia, è stata presenta una nuova ipotesi di tangenziale, che ha definitivamente cassato il progetto dell amministrazione Mancini e che recepisce buona parte delle osservazioni fatte dal nostro gruppo e da numerosi sampolesi. E però inevitabile che, come qualsiasi nuova proposta paghi i due anni di ritardo accumulati dall amministrazione Mancini, oltre all incognita di un iter burocratico-amministrativo lungo e periglioso che deve ripartire da capo ed il rischio che, con l aumento generalizzato del costo delle materie prime, le risorse disponibili non siano più sufficienti per finire l opera. Da un punto di vista strettamente tecnico, come gruppo consiliare Sanpolo Migliora Sanpolo riteniamo che, ad oggi, il primo progetto (quello approvato durante l amministrazione Ghielmi), sia ancora il migliore fra quelli proposti. E tuttavia difficile dare giudizi definitivi sulla nuova proposta, in quanto si tratta ancora di una bozza di progetto, suscettibile di modifiche ed aggiustamenti ma, al momento, ci pare non risolva le criticità del quartiere di Via Di Vittorio. Come gruppo consiliare, Sanpolo Migliora Sanpolo, siamo convinti che la tangenziale sia un opera indispensabile per il nostro paese e consapevoli che, in un contesto di scarsità di risorse, quelle stanziate per il nostro comune non resteranno a disposizione dei sampolesi ancora a lungo; per il bene del nostro paese, non vogliamo che un tema così importante venga ulteriormente rinviato e non intendiamo prestarci a strumentalizzazioni di parte, per fornire un alibi a chi la tangenziale non l ha mai voluta. Auspichiamo quindi che si parta al più presto, i sampolesi hanno già pagato caramente, in termini di disagio ed opportunità perse, l immobilismo dell amministrazione Mancini. Il Capogruppo Mirca Carletti GRUPPO LEGA NORD PER L INDIPENDENZA DELLA PADANIA Amministratori di San Polo sveglia!!!!!!!!!!!!!!! Lo scorso anno il rinnovo del Consiglio Regionale ha visto passare il numero dei rappresentanti in quota Lega Nord da uno a tre. Il voto politico di poche settimane fa ha portato anche nel Parlamento di Roma, una triplicata presenza leghista: sono infatti rispettivamente due deputati (On. Alessandri, On. Pini) ed un senatore (Sen. Polledri) gli emiliano-romagnoli neoeletti, con un risultato che possiamo definire storico per il nostro movimento, grazie anche ai voti di molti cittadini di San Polo d Enza. Ci sentiamo quindi di affermare che l Emilia-Romagna si tinge sempre più di verde padano, mostrando come l egemonia ultradecennale della sinistra sia finalmente messa in discussione, soprattutto per aver avuto il grande torto di trascurare colpevolmente l irrisolta questione settentrionale. Infatti, nonostante la nostra regione sia una delle più produttive d Europa, essa soffre ancora oggi dei mali conseguenti all inarrestabile travaso di risorse finanziarie (le tasse che paghiamo noi emiliano-romagnoli) verso il pozzo senza fondo del vorace sistema centralista, votato dal dopoguerra ad oggi al solo foraggiamento di se stesso e delle regioni del paese che vivono d assistenzialismo. E desolante vedere come nelle ultime settimane, gli amministratori di San Polo d Enza stiano raschiando il fondo del barile, l intervento urbanistico in zona Ambrogine stà creando non pochi malumori tra i residenti, in Commissione Uso e Assetto del Territorio, cercheremo di portare avanti qualche proposta alternativa. Finalmente c è stato fatto vedere il nuovo progetto della tangenziale, la Provincia ha elaborato una soluzione migliorativa che risolve alcuni punti che rendevano impossibile la realizzazione complessiva dell opera, per ora il nostro giudizio rimane vincolato al prossimo incontro con il progettista che deve chiarirci ancora alcuni dubbi. Sono convinto che i progetti di salvaguardia ambientale siano importanti, ma preferisco quelli sulla salvaguardia umana, mi riferisco alla progettazione e alla costruzione della tangenziale della Barcaccia, che deve essere messa in calendario non si può aspettare oltre, visto che con l approssimarsi della costruzione del casello Autostradale di Caprara la situazione diventerà sempre più critica ed insostenibile. Che dire poi della vicenda sulla trasformazione dell IPAB Sartori, che vede il nostro Comune come spettatore e non come parte attiva e propositiva della vicenda, il Comune capofila è Bibbiano e a mio parere molti altri Comuni hanno messo gli occhi e non solo, su una struttura ed un ente molto appetibile, voglio ribadire il concetto, il Carlo Sartori deve essere parte integrante del nostro tessuto locale, così com è stato in tutti questi anni, quindi chiediamo a viva voce al Sindaco e all Assessore Montanari di svegliarsi e di lavorare per il bene della nostra comunità, non penso che sia poi chiedere molto. E da oggi in poi non ci sarà nemmeno più la scusante (pretestuosa ed infondata) di un governo ostile: a Roma governa la sinistra, in regione governa la sinistra, in provincia governa la sinistra, a San Polo governa la sinistra. Ora tocca a lorsignori dimostrare ai cittadini cosa sanno fare. Come leghisti, non perderemo nessun occasione per sottolineare ancora una volta come il problema vero e fondamentale non sia tanto chi amministra la cosa pubblica, ma dove vengono realmente gestite ed utilizzate le risorse pubbliche. Ancora una volta gridiamo a gran voce: basta tasse, basta Roma! E questa cari concittadini, non è una battaglia né di destra, né di sinistra: è la lotta politica che portiamo avanti da tanti anni per il bene della nostra terra e del nostro popolo. Contattare il capogruppo per qualsiasi problematica mandando una mail a: Il Capogruppo Giacomo Reverberi

19

20

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA - ROMAGNA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA - ROMAGNA AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA - ROMAGNA Premesso che sulla base di quanto previsto dalla Legge Regionale n. 0/003 e successive

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi)

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) Autorizzazione/Atto Contenuto Destinatario Documentazione ANNA MARCHI MAZZINI Autorizzazione

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015 RESIDENZA AL MARE Alassio Stagione 2014-2015 Periodi e tariffe giornaliere di soggiorno: PERIODO DAL AL SOCI AGOAL AGGREGATI NOTE Festività fine Anno 28/12/2014 02/01/2015 72,00 77,00 Periodo non frazionabile

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica Descrizione della pratica 1. Identificazione Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica ISIS A. GRAMSCI-J.M. KEYNES Nome della pratica/progetto Consumare meno per consumare tutti Persona referente

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA 163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA Sig. Prefetto, Sig. Sindaco, Sig. Presidente della Provincia, Eccellenza Reverendissima,

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli