Il caso Lepida: peculiarità locali e integrazione dei sistemi radio. e integrazione dei sistemi radio Gabriele Falciasecca Presidente Lepida SpA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il caso Lepida: peculiarità locali e integrazione dei sistemi radio. e integrazione dei sistemi radio Gabriele Falciasecca Presidente Lepida SpA"

Transcript

1 Il caso Lepida: peculiarità locali e integrazione dei sistemi radio e integrazione dei sistemi radio Gabriele Falciasecca Presidente Lepida SpA I SIATEMI RADIO A TUTELA DEL TERRITORIO Trento, Settembre 2012

2 La storia del Piano Telematico ER La nostra Agenda Digitale

3 Gli obiettivi della L.R. n. 11 del 2004 Promuovere l Information Communication Technology (ICT) Intervento integrato per pubbliche amministrazioni, cittadini e imprese Quadro strategico di riferimento europeo i2010: creare un spazio dell'informazione, rafforzare l'innovazione, investimenti su ricerca ICT, promuovere la coesione sociale economica e territoriale Investimenti: infrastrutture, servizi, sistemi informativi Realizzazione di un'area geograficamente omogenea avanzata in cui non si creino zone a minor sviluppo: la regione Emilia-Romagna Community Network (CN-ER) 3

4 Da quando è nato il PiTER ci ha consegnato: Il nostro sistema nervoso

5 2500 km di cavidotti 372 reti collegate in fibra 1 Gbpsdi Banda simmetrica RETE GEOGRAFICA 721 sedi MAN 448 km di cavidotti 48 enti collegati in tecnologia wireless 222 enti sul VOIP 343 enti su FedERa 205 enti su ICAR-ER 173 enti su PayER 27 enti su Conference PIATTAFORME ABILITANTI RETI METROPOLITANE RETI WIRELESS km di fibre ottiche pubbliche 739 km di cavidotti 150 centrali coperte 40 siti per dorsale sud radio RETI PER IL DIGITAL DIVIDE terminali radio 162 Polizie Locali RETE RADIOMOBILE PER EMERGENZE 3171 istanze dispiegate Audizione Regioni Gruppo di lavoro «smart cities e smart communities» - Roma 29 Marzo

6 Le linee guida del PiTER Le Linee Guida sono state identificate in chiave di diritti all innovazione riconosciuti al sistema regionale nel suocomplesso, che il Piano telematico vuole garantire. 1. Diritto di accesso alle reti tecnologiche; 2. Diritto di accesso all informazione e alla conoscenza; 3. Diritto di accesso ai servizi alla persona e alle imprese; 4. Diritto di accesso ai dati; 5. Intelligenza diffusa nel territorio (urbano).

7 Lepida SpA Obiettivi strategici generali Lepida S.p.A. opera direttamente obiettivi strategici: e indirettamente con i seguenti sviluppo e gestione della rete a banda larga NGN delle Pubbliche Amministrazioni sviluppo e gestione rete radiomobile regionale per le emergenze R3 Azione diretta sviluppo e gestione di servizi infrastrutturali infrastrutturazione del territorio per combattere il Digital Divide di cittadini e imprese offrire i servizi di base alla PA in modo il più possibile omogeneo sul territorio Azioni indirette creare sinergie con con le PA del territorio per servizi più efficienti stimolare il mercato (Club degli Stakeholder) affinchè la PA abbia i servizi più moderni ed efficaci 7

8 Informazioni Generali sulla Società Il capitale sociale al 31/12/2011 ammontava ad Al 31/12/2011 la compagine sociale di Lepida S.p.A. si compone di 412 soci tra cui tutti i 348 Comuni del territorio, le 9 Provincie, i 9 consorzi di Bonifica, le 17 tra Aziende Sanitarie e Ospedaliere e la maggioranza delle Università della Regione Emilia-Romagna. Il socio di maggioranza è Regione Emilia-Romagna con una partecipazione pari al 97,765% del Capitale Sociale; tutti gli altri 411 soci hanno una partecipazione paritetica del valore nominale di Euro per un totale complessivo pari al 2,235% del Capitale Sociale.

9 Asset materiali ed immateriali Alla fine del 2011 il portfolio di asset materiali e immateriali, che rappresentano la struttura portante della creazione di valore per i soci aveva come principali elementi caratterizzanti : 1.la rete radiomobile regionale (ERretre); 2.l uso esclusivo della rete Lepida di proprietà della RER; 3.l iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) come operatore di telecomunicazioni e produttore di audiovisivi; 4.la licenza SIAE per la fruizione di contenuti multimediali "su richiesta" protetti da diritti d autore; 5.la titolarità dell Autorizzazione Ministeriale per l esercizio di reti private; 6.l autorizzazione Ministeriale per l esercizio di reti pubbliche; 7.l autorizzazione Ministeriale per l interconnessione delle reti pubbliche; 8.l autorizzazione Ministeriale per l esercizio delle reti wireless; 9.il mandato di esercizio esclusivo da parte di molti Enti Soci delle reti di loro proprietà; 10.il mandato da Regione Emilia-Romagna per mettere a disposizione infrastrutture, fibre ottiche, trasporto e banda ad operatori in aree in digital divide.

10 La Rete NGN di Lepida SpA Predisposizione Next Generation Network (NGN) per potenziale integrazione nazionale per la PA Infrastrutturazione geografica: dorsali in fibra ottica e punto di presenza presso l'ente Reti Metropolitane: raffittimento locale in fibra ottica per includere varie sedi territoriali (Comuni, Provincie, Università, ASL, Aziende Ospedaliere, Scuole, ecc) [attività cofinanziata dagli enti per la sottorete di appartenenza e uso] Fibra spenta per creare valore per il territorio e per il mercato Utilizzo della fibra ottica per ridurre il digital divide ( con gli operatori) Da quando Lepida è operatore pubblico fornitura di banda ai piccoli ISP Interconnessione della rete radiomobile 10

11 La Rete (Lepida, Lepida Wireless, ERetre, MAN) 2500 km di cavidotti 372 reti collegate in fibra 1 Gbps di Banda simmetrica RETE GEOGRAFICA 721 sedi MAN 448 km di cavidotti 48 enti collegati in tecnologia wireless terminali radio 162 Polizie Locali RETI METROPOLITANE RETI WIRELESS RETE RADIOMOBILE PER EMERGENZE 11

12 Reti Gestione Relativamente alle reti, è stata svolta la gestione diretta delle reti, in ottica integrata e unitaria, con il conseguente contenimento dei costi di esercizio e con evidenti miglioramenti della qualità del servizio e della soddisfazione degli esigenze degli Enti utilizzatori. In particolare va evidenziata la messa in atto ed il perfezionamento di nuove procedure e policy per l implementazione delle attività di gestione. Inoltre si segnala l avanzamento nelle attività di sviluppo delle reti sia in termini di realizzazioni che in termini di attivazioni di ulteriori punti di accesso. Lepida S.p.A. attraverso i lavori del Comitato Tecnico Paritetico con Regione Emilia-Romagna e Telecom Italia ha consentito di attivare ulteriori 24 centrali di Telecom Italia che interessano abitanti. Inoltre, grazie agli accordi con operatori (Aria, Skylogic e Vodafone) sono stati attivati rispettivamente: servizi WiMax in 19 Comuni che interessano potenzialmente abitanti, 147 contratti satellitari nel territorio, e 1 Comune che interessa potenzialmente 2000 abitanti.

13 Indicatore Indicatori Reti Rete Lepida Km cavidotti rete Lepida geografica gestiti Km fibre ottiche rete Lepida geografica gestiti Valore Km Km N. Enti collegati con altre tecnologie offerte dal mercato 49 N. Enti collegati con tecnologia wireless 45 N. siti radio di dorsale per la Rete Lepida Wireless 63 N. sedi complessive collegate in fibra ottica Lepida 362 N. sedi della sanità collegate in fibra ottica 51 N. sedi della sanità collegate in fibra ottica Lepida 30 N. Teatri collegati alla rete Lepida 3 N. Scuole collegate alla rete Lepida 16 N. Enti in VoIP su rete Lepida 213

14 La rete geografica Lepida con le code wireless 14

15 Le reti per il digital divide Lepida SpA coordina azioni a favore di operatori di telecomunicazioni, in aree a fallimento di mercato, dove non sono presenti infrastrutture abilitanti per la banda larga. Disponendo di un modello di business differente dai privati, realizza investimenti profittevoli a medio periodo Complessivamente si contano: Km di fibre ottiche pubbliche 469 Km di cavidotti pubblici Km di fibre ottiche acquisite da operatori 270 Km di cavidotti acquisiti da operatori La fibra posata direttamente per l abbattimento del digital divide è terminata presso le centrali di Telecom Italia per abilitarle alla distribuzione dell ADSL, fornendo capacità agli utenti Telecom e a quelli degli operatori ospitati. Lepida SpA gestisce i rapporti con tutti gli operatori interessati, si occupa della manutenzione della fibra e dell esercizio all ingrosso di tratte di fibra a favore di operatori locali che necessitano di banda per effettuare il proprio sevizio ma che non hanno capacità tecnica e gestionale o titoli abilitativi sufficienti per l accensione di tali fibre.

16 Indicatori Reti Riduzione Digital Divide Indicatore Valore Km fibre ottiche consegnati per digital divide Km per il periodo Km infrastrutture consegnate per digital divide 469 km per il periodo Km di infrastruttura acquisiti da operatori per il digital divide 271 Km di fibre acquisiti da operatori per il digital divide 1.985

17 Copertura netta: l importanza del dato Copertura Lorda: disponibilità teorica del servizio che prende in considerazione tutti gli utenti serviti da centrali attrezzate per fornire servizio ADSL Eccezioni dovute a: Distanza dalla centrale (es. > 3-4 Km per ADSL 2Mb/s) Presenza di apparati concentratori Topologia della rete Saturazione delle centrali Copertura Netta: disponibilità effettiva del servizio che prende in considerazione solo gli utenti che godono realmente di un servizio ADSL

18 Banda larga su rete fissa + wireless: copertura netta Media regionale 96,35% Copertura netta da servizi ADSL su rete fissa + wireless, espressa in % della popolazione Situazione stimata a marzo 2012 Fonte: dati Telecom Italia + dati pubblicati sui siti degli operatori (WISP) elaborati da Lepida SpA

19 Il Progetto per l Appennino l DIVDIG2 19

20 Il Progetto per l Appennino l DIVDIG2 dorsale radio realizzata sul confine sud della regione 40 pali/tralicci di 21 metri con antenne a 15 metri disponibile spazio per altri servizi (DVB) o operatori anche nelle parti alte del traliccio massima distanza di km tra siti di dorsale e di 10km verso punti interconnessione le distanze sono state ottimizzate in virtù dei link budget siti interconnessi in doppia via con la rete Lepida geografica massimo 4 tratte radio tra sito di dorsale e punto di interconnessione numero tratte radio attraversate 3 nella via principale numero tratte radio attraversate 6 nella via di backup sistema operante su frequenze licenziate massimizzare le sinergie con le reti Lepida Wireless e con i siti della rete ERRETRE Banda larga e TV Digitale (White Spaces?) 20

21 Ricerca & Sviluppo Le attività di Ricerca e Sviluppo condotte da Lepida S.p.A. nel corso del 2011 sono state: 1.Laboratorio ICT per la PA: nell ambito del Laboratorio, che prevede il coinvolgimento di Università ed Imprese, con la finalità di sviluppare prototipi partendo dalle esperienze e competenze presenti nel territorio. Sono stati sviluppati prototipi per il videomanagement, il centro gestione per reti di sensori e per la mobile application ; 2.Sperimentazioni Stakeholder: sono proseguite e sono state ampliate le sperimentazioni di soluzioni avanzate ed innovative volte a valorizzare le infrastrutture di rete. 3.Lepida Store: è stato messo a punto un modello che consente da parte degli Enti soci di Lepida S.p.A. l acquisizione dal mercato di soluzioni emergenti ed innovative non già ricomprese in altre offerte a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni, con la capacità di coinvolgere attivamente gli Stakeholder di Lepida. 4.Sistemi di navigazione autenticati: modelli di Walled Garden avanzati, modelli ed implementazione di sistemi di autenticazione capaci di differenziare l utenza sulla base del contesto e di sfruttare l identità federata offerta da FedERa, sperimentazione in ambito scolastico 5.Videosorveglianza: costruzione di un prototipo che consente la centralizzazione delle funzioni di registrazione e processamento delle immagini, con forte valorizzazione della rete di trasporto e basso costo di esercizio. 6.Progetti Europei: attività di partecipazione ad un Progetto Europeo (PITAGORA)

22 Il quadro dei servizi 22

23 Servizi a listino Servizi in Sviluppo CONNETTIVITA' RETE LEPIDA ERRETRE VOIP SU RETE LEPIDA FEDERA ICAR PAYER MULTIPLER e LEPIDATV DATACENTER SUAPER CONFERENCE SELF VIDEONET Piattaforma dei pagamenti Servizi di housing, hosting, backup, disaster recovery TappER SensorNet Catasto federato Infrastrutture Servizi di videoconferenza Sistema di autenticazione federato Telefonia digitale su Lepida Infrastruttura di multimedialità e multicanalità SUAP on line

24 Lepida Store Il Lepida Store è un modello di partnership Pubblico/Privato che ha come scopo quello di promuovere e favorire l innovazione delle Pubbliche Amministrazioni attraverso un meccanismo che faciliti l incontro tra le esigenze degli Enti, relative all ambito ICT, e le migliori opportunità offerte dal mercato Limitatamente a beni e servizi acquisibili in affidamento diretto, sotto la soglia prevista dalla normativa vigente (D.lgs. n. 163/2006, attualmente < 40K), LepidaSpA offre ai propri Enti soci un servizio di consulenza e di scouting su beni e servizi ICT di loro interesse, siano essi di natura organizzativa o normativa La procedura adottata garantisce trasparenza e chiarezza delle offerte, sia per quanto riguarda le specifiche tecniche che quelle economiche, sulla loro congruità tecnologica e sulla loro disponibilità La procedura introduce, inoltre, una netta semplificazione nelle modalità di acquisizione da parte dell Ente, prevedendo la verifica preliminare, da parte di LepidaSpA, di tutti i documenti richiesti dal Codice degli Appalti Il servizio è portato avanti in coerenza con IntercentER, l agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici, gestendo fabbisogni che non trovino già risposta in sue convenzioni, in essere o in programma, e informandola dei risultati dell iniziativa in modo che possa eventualmente effettuare gare su prodotti o servizi su cui siano stati recepiti interessi effettivi.

25 La copertura di ERretre Specifiche iniziali da Protezione Civile. Poi

26 Indicatori Reti Rete Erretre Indicatore Valore N. siti ERretre Attivi 74 N. terminali ERretre Attivi N. Polizie Locali utilizzano ERretre 162 % popolazione servita da Polizie Locali su ERretre 70% N. chiamate di gruppo al mese in ERretre N. messaggi SDS al mese in ERretre

27 RETE ERRETRE AGOSTO SITI (+1 di transito) PC020 Groppallo BS-1-91 PR106PA Molinatico BS BS BS-1-41 BS-1-44 PR154TL PR Nord PR111PA PR Ospedale BS-1-46 BS-1-45 BS-1-76 BO092TL M.te Venere RE021PA RE ASMN BS-1-47 RE002 RE Osea BS-1-48 BO500TL Grizzana RE189 Castelnovo ne Monti BS-1-39 BS-1-14 BS-1-74 MO505PR M.te Torraccia BS-1-04 RE190TL Casina BS-1-09 BS-1-08 MO086TL Carpi Sud MO500TL BS-1-07 M.te Ravaglia MO504TL MO03TLn BS-1-88 M.te Rovinalto Sassuolo BS-1-40 MO400TL Carpi Nord BS-1-12 BS-1-11 MO501PR M.te S. Giulia BS-1-85 BO027TL M.te S. Pietro BS-1-38 MO304TL MO Sud MO502 Boccassuolo BS-1-90 BS-1-87 MO503TL Riolunato BS-1-36 BS-1-42 PR310TL PR Est BS-1-17 RE203TL RE-Centro MO094TL MO Est BS1-37 BS-1-19 PR155TL M.te Canate BS-1-18 PR152TL PR Po BO26TLn BO Pontecchio BS-1-13 BS-1-75 RE188TL Busana MO011 Mirandola BS-1-72 BS-1-73 MO093TL BS-1-15 BS-1-16 MO Centro BO602TL S. Lazzaro BS-1-43 BS-1-10 MO100TL Pievepelago BO001LC Marzabotto BS BS-1-06 BS-1-05 PC121TL PC Farnesiana WDS-1-1 Lepida Bologna WDS-1-3 C.O. Prot. Civ. Bologna PC112TL M.te Penice BS-1-50 PC300TL PC S. Antonio LEGENDA Sito ERretre generico sito ERretre INTERCONNESSO a RETE LEPIDA SCN BS CRS WDS DXC IP-MUX collegamento locale CDN HDSL ponte radio FIBRA OTTICA LEPIDA PC401TL PC Centro BS-1-51 RE012 Castelnovo di Sotto PR021 Salsomaggiore BS-1-77 RE010 S. Polo d Enza BS-1-49 BS-1-89 BS-1-02 BS-1-03 MO12 Vignola BS-1-86 BO024 Pieve Di Cento BS-1-78 RE011 Rubiera BO023 S. Giovanni in Persiceto BS-1-92 BO021TL Imola BS-1-97 BS-1-65 BO311TL BO Pontevecchio BS-1-53 FC060 MontePetra BO003TL BO Osservanza BS-1-54 RN006 Santarcangelo BS Comune di Mercato Saraceno SCN1 BS-1-01 BS-1-99 Rete Lepida in fibra ottica BS-1-81 BS-1-82 FC010 Cesenatico BO001TL BO Corticella BS-1-28 BS-1-56 BS-1-55 RN005 Bellaria RA173TL Faenza SCN2 BS-1-64 FE001LC Argenta RA303TL RA Centro CRS-1-3 BS-1-52 CRS-1-2 BS BS-1-57 BS-1-23 RA179TL Marina di RA RA180TL RA Stadio CRS-1-1 C.O. Pol. Mun. Bologna FE050TL FE-Mulinetto BS-1-26 BS-1-33 BS-1-31 RN215TL Torriana BS-1-27 BS-1-32 BS-1-63 RA2 RA Baiona FE046TL Codigoro FE314TL FE Mizzana FC057PA Cesena Cappuccini RA003PR Cervia BS-1-61 BS-1-62 BS-1-70 BS-1-25 FC070TL Forlì Stadio BS-1-29 BS-1-30 RN213TL RN Fiera FC064 M.te Falco RN04TLn Riccione BS-1-21 BS-1-67 BS-1-34 BS-1-35 FC306TL Forlì Ospedaletto BS-1-22 RA041PA Castellaccio BS-1-83 BS-1-84 BS-1-58 FC312TL Cesena Stadio BS-1-68 RN309TL RN Torre Pedrera BS-1-69 RN1 RN Miramare BS-1-59 BS-1-60 FC065 M.te. Grosso BS-1-71 BO503TL Monterenzio BS-1-24 BO032 Monte Codronco

28 Schema topologico Rete ERretre: sinergia con Rete Lepida f.o. PR-Molinatico PR-Mt. Canate BO-M.te Ravaglia MO-Carpi RE-Casina MO-Mt. Ravaglia BO Pieve di Cento MO -Vignola PR - Salsomaggiore RE-San Polo d Enza PC-Farnesiana PR-Mt. Penice BO-Imola HDSL Ponte Radio PR-PO BO- Osservanza Sito secondario Sito principale Sito in f.o. Lepida RA-Faenza S. Arcangelo RE-Centro BO-Corticella centrale di rete Apparato consegna HDSL BO San Giovanni in Persiceto MO- Centro Rete f.o. Lepida Forlì-Stadio RA- Castellacio FC-Cesena Cappuccini FC_ M.te Falco Apparato consegna HDSL RA-Faenza centrale di rete RA-Stadio FE-Mulinetto RN-Torriana RE-Rubiera FE-Codigoro RN-Fiera

29 Validità delle scelte fatte a suo tempo La disponibilità di una rete unica segmentabile ha progressivamente indotto le varie amministrazioni locali ad usarla La progressiva integrazione con la rete Lepida ha consentito di razionalizzare e risparmiare La scelta dello standard TETRA (quasi obbligatoria allora) si è rivelata adeguata ancor oggi in emergenza (oggi volendo sulla infrastruttura si può implementare anche uno standard più recente). In occasione del terremoto la soluzione si è rivelata «smart»

30 In occasione del terremoto La rete ha ovviamente retto (solo un singhiozzo) La copertura regionale si è rivelata un asset importante: l area di servizio operativa è diventata l insieme unione dei comuni in emergenza ( anche quelli non a contratto) I gruppi delle polizie prima autonomi sono diventati un unico gruppo con anche Protezione Civile ecc. Il tutto ha richiesto meno di due ore

31 I giorni successivi Alcune municipalità che non avevano Tetra hanno potuto approvvigionarsi temporaneamente di terminali di scorta Lepida ha offerto contratti di ingresso gratuiti per il primo anno( poi ) In alcune zone abbiamo rapidamente sistemato estensori di cella e una nuova stazione radiobase mobile Lepida ringrazia EUROCON e SELEX per terminali e apparati donati

32 Cosa è SMART? Non la soluzione che ha l ultima tecnologia nata Una soluzione di base valida ma che abbia margini di sviluppo nel tempo Una soluzione che assicuri interoperabilità e roaming nelle aree dove deve fare servizio Una amministrazione che abbia tempi di coerenza sufficienti per realizzare le cose

33

Scheda descrittiva del progetto

Scheda descrittiva del progetto Scheda descrittiva del progetto 1. Anagrafica di progetto Titolo Banda ultralarga Acronimo (se esiste) UltraNet Data Inizio Data Fine 01/09/2011 31/12/2014 Budget totale (migliaia di euro) 60,50k Responsabile

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

ACCENDIAMO IL RISPARMIO

ACCENDIAMO IL RISPARMIO ACCENDIAMO IL RISPARMIO PUBBLICA ILLUMINAZIONE PER LA SMART CITY Ing. Paolo Di Lecce Tesoriere AIDI Amministratore Delegato Reverberi Enetec srl LA MISSION DI REVERBERI Reverberi Enetec è una trentennale

Dettagli

Gli Sportelli Sociali in Emilia Romagna:

Gli Sportelli Sociali in Emilia Romagna: Gli Sportelli Sociali in Emilia Romagna: Esiti del primo monitoraggio Marzo 2010 Gli Sportelli Sociali in Emilia-Romagna: Esiti del primo monitoraggio Marzo 2010 1 Il Rapporto è a cura del Servizio Programmazione

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti Merceologia Importo Amministrazioni statali Amministrazioni regionali i Enti del servizio sanitario

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

PRISMA PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER SMART-GOVERNMENT. Progetto PRISMA

PRISMA PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER SMART-GOVERNMENT. Progetto PRISMA PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER SMART-GOVERNMENT PRISMA Progetto PRISMA SMART CITIES AND COMMUNITIES AND SOCIAL INNOVATION Cloud Computing per smart technologies PIATTAFORME CLOUD INTEROPERABILI PER

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico CITTÀ, RETI, EFFICIENZA ENERGETICA CAGLIARI, 10 APRILE 2015 a cura di Fabrizio Fasani Direttore Generale Energ.it Indice 1. Scenari del mercato

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

ogni giorno in prima linea

ogni giorno in prima linea Servizio itosanitario Emilia-Romagna ogni giorno in prima linea proteggere le coltivazioni, le alberature, i parchi e le aree verdi dell'emilia-romagna da organismi nocivi fornire un supporto specialistico

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Le funzioni di una rete (parte 1)

Le funzioni di una rete (parte 1) Marco Listanti Le funzioni di una rete (parte 1) Copertura cellulare e funzioni i di base di una rete mobile Strategia cellulare Lo sviluppo delle comunicazioni mobili è stato per lungo tempo frenato da

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Milano, 8 Maggio 2014 Sala Pirelli Palazzo Pirelli Esperienze di telemedicina in Regione Lombardia e sanità elettronica

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE I problemi del sistema vigente Lo Sportello Unico per le attività Produttive (SUAP) non ha avuto diffusione su tutto il territorio nazionale e non ha sostituito

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE IL DIRETTORE CENTRALE Visto l articolo 47 comma 1, del decreto legge 24 aprile 2014, n.

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto COORDINAMENTO Regione VENETO LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto 1 1) CONTESTO ISTITUZIONALE, RIFORME E ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA La governabilità del sistema Paese, la sua

Dettagli

PRIT: contesto e strategie

PRIT: contesto e strategie PRIT: contesto e strategie A cura di Paolo Ferrecchi Bologna, 23 novembre 2007 Cabina di regia per il coordinamento delle politiche di programmazione e per il PTR: incontro tematico su Mobilità e Infrastrutture

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

Iscrizione al ReGIndE. tramite il Portale dei Servizi Telematici

Iscrizione al ReGIndE. tramite il Portale dei Servizi Telematici Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A. www.procedure.it Iscrizione al ReGIndE (Registro Generale degli Indirizzi Elettronici) tramite il Portale dei Servizi Telematici Vademecum operativo realizzato dalla società

Dettagli

NOInet è una No Profit Utility con lo scopo di creare posti di lavoro a livello locale e di reinvestire gli utili in tre direzioni:

NOInet è una No Profit Utility con lo scopo di creare posti di lavoro a livello locale e di reinvestire gli utili in tre direzioni: NOInet è una cooperativa di Comunità che nasce dal presupposto che internet è un bene comune a cui tutti possano accedere ad un costo accessibile con standard qualitativi elevati. Per questo con NOInet

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA NELLA sua riunione di Consiglio del 1 luglio 2010; VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249,

Dettagli

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA

CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA CODICE DELLE LEGGI ANTIMAFIA [D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e ss.mm.ii. (di seguito Codice)] Entrata in vigore delle ultime modifiche (D.Lgs. n. 153/2014): 26 novembre 2014 D.P.C.M. n. 193/2014 Regolamento

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE Centro Nazionale per l informatica nella Pubblica Amministrazione Allegato 2a alla lettera d invito QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE GARA A LICITAZIONE PRIVATA PER L APPALTO DEI SERVIZI DI

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971

FPA PROGETTI. presentazione SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 presentazione FPA PROGETTI SRL VIA PALMANOVA 24 20132 MILANO TEL. +39 02.2360126 FAX +39 02.70639971 1 1. DATI SOCIETÀ FPA PROGETTI SRL SEDE IN MILANO VIA PALMANOVA 24 20132 TEL.02/2360126 02/26681716

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Procedura di registrazione

Procedura di registrazione Agentur für die Verfahren und die Aufsicht im Bereich öffentliche Bau-, Dienstleistungs- und Lieferaufträge Agenzia per i procedimenti e la vigilanza in materia di contratti pubblici di lavoro, servizi

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli