REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO PROGETTO SMART

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO PROGETTO SMART"

Transcript

1 REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO PROGETTO SMART 1 Denominazione CNP UniCredit Vita al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti degli Aderenti, in base a quanto stabilito dal Regolamento e dalle condizioni generali di contratto, ha costituito il Fondo Interno Progetto Smart. Il Fondo Interno costituisce patrimonio separato ed autonomo rispetto agli attivi della Compagnia ed è destinato esclusivamente all erogazione agli aderenti di prestazioni pensionistiche e non può essere distratto da tale fine. 2 Obiettivi, caratteristiche, stile di gestione e profilo di rischio Il Fondo Interno Progetto Smart, di tipo bilanciato obbligazionario, mira alla crescita del capitale in linea con i mercati obbligazionari, pur potendo investire in minima parte anche nei mercati azionari, mantenendo un orizzonte temporale di medio lungo periodo e un profilo di rischio medio basso. Il Fondo Interno Progetto Smart può investire esclusivamente in strumenti finanziari di natura obbligazionaria e azionaria denominati in qualunque divisa, di qualunque area geografica, settore e categoria di emittenti, con il limite massimo del 30% del controvalore complessivo per il comparto azionario. La data di inizio di gestione prevista, subordinata all effettivo primo investimento nel Fondo, è il 03/07/2007. Il Fondo è ad accumulazione dei proventi e pertanto non distribuisce alcun dividendo. La Compagnia ha individuato il seguente parametro di riferimento (benchmark) per poter confrontare l andamento del Fondo Interno: - 30% Fideuram Obbligazionari Euro Governativi Breve Termine - 55% Fideuram Obbligazionari Euro Governativi Medio / Lungo Termine - 15% Fideuram Azionari Internazionali. Gli indici Fideuram rappresentano le performance dei fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano. Il calcolo comprende tutti i fondi italiani in attività alla fine di ogni trimestre solare (31 marzo, 30 giugno ecc.). Sono calcolati giornalmente come media ponderata delle quotazioni giornaliere dei fondi rientranti in una data categoria (obbligazionari euro governativi breve termine, obbligazionari euro governativi medio/lungo termine e azionari internazionali) rapportate alla quotazione base. La ponderazione resta quindi invariata per un trimestre, prendendo a riferimento i patrimoni dei fondi valorizzati alla fine del trimestre solare precedente. I fondi di nuova emissione entrano a far parte del calcolo dal trimestre solare successivo a quello della data di emissione sul mercato. L obiettivo della gestione finanziaria del Fondo Interno è massimizzare il rendimento della gestione rispetto al benchmark. Lo stile di gestione seguito è di tipo attivo con possibili scostamenti della composizione del Fondo Interno rispetto all indice di riferimento. Il Fondo Interno investirà gli attivi prevalentemente in quote di organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) e in particolare in comparti monetari, obbligazionari ed azionari. Gli investimenti sono effettuati sulla base di analisi macroeconomiche. Le analisi macroeconomiche sono intese a valutare l andamento delle principali variabili economiche a livello internazionale, ad interpretare gli interventi di politica economica e monetaria e ad individuare le migliori opportunità di investimento sulle diverse classi di attività finanziarie. Viene pertanto data attenzione agli obiettivi ed agli interventi di politica monetaria delle Banche Centrali ed alle opportunità di posizionamento, anche su tassi a breve termine; attenzione anche riposta alle previsioni circa la crescita dell economia mondiale e all andamento dei tassi d interesse. La Compagnia, nella gestione degli attivi, controlla il profilo di rischio del portafoglio al fine di ottimizzare la fase di costruzione del portafoglio stesso e opera un monitoraggio dei rendimenti dello stesso portafoglio, sia rispetto al benchmark di riferimento sia rispetto alla concorrenza. Si precisa che possono avere luogo temporanei superamenti delle soglie indicate dovuti alle dinamiche del mercato, fermo restando l impegno della Compagnia a limitare tali eccedenze al tempo necessario per rientrare nei limiti fissati. 3 Tipologie, caratteristiche delle attività del Fondo Il Fondo può investire nelle seguenti categorie di attività finanziarie, denominate in qualsiasi valuta: Fondi di investimento mobiliari, diversi dai fondi riservati o speculativi, con le seguenti caratteristiche:

2 OICR armonizzati ai sensi della direttiva 85/611/CEE; OICR nazionali, non armonizzati, commercializzati in Italia; OICR esteri, non armonizzati, autorizzati alla commercializzazione in Italia. Strumenti finanziari, emessi o garantiti da Stati appartenenti alla zona A ai sensi della direttiva 89/647/CEE, da Enti locali o da Enti pubblici di Stati membri dell Unione Europea o da organizzazioni internazionali cui aderiscano uno o più dei predetti Stati membri, ovvero da soggetti residenti negli stati appartenenti alla zona A, che rientrino nelle seguenti tipologie: titoli di stato e obbligazioni o titoli assimilabili, anche strutturati, che prevedano almeno il rimborso del nominale a scadenza e titoli azionari. Strumenti monetari emessi o garantiti da soggetti residenti in Stati della zona A, o da organizzazioni internazionali cui aderiscano uno o più dei predetti Stati membri dell Unione Europea, che rientrino nelle seguenti tipologie con scadenza non superiore a 6 mesi: depositi bancari in conto corrente, operazioni di pronti contro termine, certificati di deposito e altri strumenti del mercato monetario. Il Fondo può investire in strumenti finanziari o monetari e in quote di OICR emessi, gestiti o promossi da società facenti capo a gruppi finanziari detentori di azioni di CNP UniCredit Vita. Per la parte del Fondo Interno costituita da attività espresse, o che possono investire, in divise diverse dall Euro, è prevista l esposizione al rischio di cambio. E prevista la possibilità di affidare le scelte di investimento ad intermediari abilitati a prestare servizi di gestione di patrimoni nel quadro di criteri di allocazione del patrimonio predefiniti dalla Compagnia. In ogni caso rimane in capo a CNP UniCredit Vita l esclusiva responsabilità per l attività di gestione. E prevista la possibilità di impiegare strumenti finanziari derivati coerentemente con i profili di rischio del Fondo Interno ed esclusivamente a fini di copertura e di rivalutazione degli investimenti effettuati. 4 Determinazione del valore della quota del Fondo Il Fondo Interno è suddiviso in quote, è denominato in euro e il valore della quota al momento dell istituzione del Fondo è pari a 10,00 euro. La quota viene valorizzata settimanalmente; tale valorizzazione si riferisce al secondo giorno lavorativo della settimana - per CNP UniCredit Vita - dividendo il patrimonio netto del Fondo per il numero di quote ad esso riferibili alla data di valorizzazione. Inoltre la Compagnia provvederà a valorizzare la quota, con le stesse modalità, l ultimo giorno di ciascun mese. Il calcolo del valore della quota viene effettuato nel secondo giorno lavorativo per CNP UniCredit Vita - successivo alla data di valorizzazione. La valorizzazione del valore della quota viene sospesa in situazioni di forza maggiore che non ne consentano la regolare effettuazione fino al primo giorno lavorativo successivo al cessare della situazione che ha originato l evento di sospensione. Il patrimonio netto del Fondo è il risultato della valorizzazione delle relative attività al netto delle passività. Il valore delle attività viene determinato: all ultima quotazione ufficiale disponibile alla data di valorizzazione, per le quote o azioni di OICR; all ultima quotazione ufficiale disponibile alla data di valorizzazione, per i titoli quotati su mercati regolamentati; per quei titoli che, pur essendo quotati, sono sospesi dalle negoziazioni (a causa, ad esempio, di eventi di turbativa dei mercati o per decisione degli organi di borsa) o la cui quotazione non esprime un prezzo di negoziazione attendibile a causa della ridotta frequenza degli scambi o dell irrilevanza dei volumi trattati, si adotta una valutazione al valore di presunto realizzo; al valore di presunto realizzo per i titoli non quotati; al valore nominale, per i contanti, i depositi, i titoli a vista e le cedole e i dividendi scaduti. Le attività non espresse in Euro sono convertite in tale valuta sulla base dell ultimo cambio rilevato. Il valore delle passività, costituite dalle spese e dagli oneri maturati ma non ancora prelevati dal Fondo, viene determinato al valore nominale. 5 Spese a carico del Fondo Interno Sul Fondo Interno gravano i seguenti costi, che determinano una diminuzione del valore netto del patrimonio e di conseguenza del valore netto della quota: - commissioni di gestione pari al 2,05% su base annua calcolate sul patrimonio del Fondo, determinate pro rata temporis ad ogni data di valorizzazione del Fondo e prelevate mensilmente; Qualora le risorse siano impegnate per l acquisto di quote di OICR, sul patrimonio del Fondo Interno non vengono fatti gravare spese e diritti di qualsiasi natura relativi alla sottoscrizione e al rimborso

3 delle parti di OICR acquistati, né le commissioni di gestione applicate dall OICR stesso, salvo i casi di deroga previsti dalla COVIP in apposite istruzioni di carattere generale. Oltre ai costi di cui sopra, sul patrimonio del Fondo Interno possono gravare unicamente le imposte e tasse, le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse degli Aderenti, gli oneri di negoziazione derivanti dall attività di impiego delle risorse e il contributo di vigilanza dovuto alla COVIP ai sensi di legge; grava inoltre la quota di pertinenza delle spese relative alla remunerazione e allo svolgimento dell incarico di Responsabile del Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione. 6 Pubblicazione del valore delle quote Il valore della quota del Fondo viene pubblicato giornalmente su un quotidiano a tiratura nazionale (alla data di istituzione del Fondo: Il Sole 24 Ore ) e sul sito internet della Compagnia Il valore unitario è al netto di qualsiasi onere a carico del Fondo Interno. 7 Rendiconto e verifica del Fondo Entro 60 giorni dalla fine di ogni esercizio solare CNP UniCredit Vita redige il rendiconto annuale della gestione del Fondo. Il rendiconto del Fondo è sottoposto ad esame da parte di una Società di Revisione iscritta all albo di cui all art. 161 del D.Lgs. n. 58 del 24/2/1998, che esprime un giudizio circa la concordanza della gestione degli attivi con i criteri di investimento stabiliti dal regolamento ed accerta la rispondenza delle informazioni contenute nel rendiconto alle risultanze delle registrazioni contabili, la corretta valutazione delle attività del Fondo nonché la corretta determinazione e valorizzazione dell ultima quota del Fondo disponibile alla fine dell esercizio. 8 Eventuali modifiche al regolamento CNP UniCredit Vita si riserva di apportare al presente regolamento le modifiche che si rendessero necessarie a seguito di disposizioni legislative o dell Autorità di Vigilanza, nonché quelle giudicate opportune dalla Compagnia in relazione all evoluzione dei mercati. Tali modifiche, sottoposte all iter autorizzativo dell Organo di Vigilanza competente, se peggiorative verranno trasmesse agli Aderenti almeno 120 giorni prima della relativa data di efficacia; dal momento della comunicazione l Aderente ha 90 giorni di tempo per manifestare l eventuale scelta di trasferimento, che sarà effettuato senza l applicazione di alcuna spesa. 9 Fusione tra Fondi Interni A fronte di eventuali mutati criteri gestionali del Fondo Interno, o a seguito dell eventuale riduzione delle masse gestite tali da rendere l'incidenza dei costi gravanti sul Fondo Interno eccessivamente onerosa, ovvero tali da pregiudicare l efficiente gestione finanziaria dello stesso nell interesse degli Aderenti, è ammessa la possibilità di fusione del Fondo Interno con altri Fondi Interni della Compagnia, purché aventi caratteristiche similari, obiettivi di investimento omogenei e destinati a forme previdenziali. In tal caso, la Compagnia informerà, dopo aver sottoposto all iter autorizzativo all Organo di Vigilanza competente la suddetta operazione di fusione, in via preventiva e per iscritto, gli Aderenti del Fondo Interno circa tutti gli aspetti connessi con l operazione di fusione che rilevino, per gli stessi, in particolare precisando: 1) le motivazioni dell operazione di fusione; 2) gli effetti che la stessa determina sulle politiche di investimento dei Fondi stessi e sul regime delle commissioni; 3) le modalità ed i tempi esatti di regolazione dell operazione di fusione; 4) l indicazione dei criteri seguiti per l attribuzione delle quote del nuovo Fondo Interno e la determinazione del relativo valore di ingresso nello stesso; 5) la composizione sintetica dei Fondi Interni interessati alla fusione. Le operazioni di fusione dovranno tener conto dell interesse degli Aderenti e non potranno comportare alcun aggravio degli oneri economici per gli stessi, né modifiche del Regolamento del Fondo Interno in senso meno favorevole ad essi. La Compagnia provvederà a far confluire tutte le attività finanziarie relative al Fondo Interno in quello derivante dalla fusione, senza oneri o spese per gli Aderenti. La Compagnia provvederà, altresì, ad inviare agli Aderenti il nuovo Regolamento del Fondo Interno derivante dall operazione di fusione, che costituirà parte integrante del contratto.

4 REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO PROGETTO MEDIUM 1 Denominazione CNP UniCredit Vita al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti degli Aderenti, in base a quanto stabilito dal Regolamento e dalle condizioni generali di contratto, ha costituito il Fondo Interno Progetto Medium. Il Fondo Interno costituisce patrimonio separato ed autonomo rispetto agli attivi della Compagnia ed è destinato esclusivamente all erogazione agli aderenti di prestazioni pensionistiche e non può essere distratto da tale fine. 2 Obiettivi, caratteristiche, stile di gestione e profilo di rischio Il Fondo Interno Progetto Medium, di tipo bilanciato, mira alla crescita del capitale in linea con i mercati obbligazionari e azionari, mantenendo un orizzonte temporale di medio lungo periodo e un profilo di rischio medio. Il Fondo Interno Progetto Medium può investire esclusivamente in strumenti finanziari di natura obbligazionaria e azionaria denominati in qualunque divisa, di qualunque area geografica, settore e categoria di emittenti, con il limite massimo del 50% del controvalore complessivo per il comparto azionario. La data di inizio di gestione prevista, subordinata all effettivo primo investimento nel Fondo, è il 03/07/2007. Il Fondo è ad accumulazione dei proventi e pertanto non distribuisce alcun dividendo. La Compagnia ha individuato il seguente parametro di riferimento (benchmark) per poter confrontare l andamento del Fondo Interno: - 15% Fideuram Obbligazionari Euro Governativi Breve Termine - 50% Fideuram Obbligazionari Euro Governativi Medio / Lungo Termine - 35% Fideuram Azionari Internazionali. Gli indici Fideuram rappresentano le performance dei fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano. Il calcolo comprende tutti i fondi italiani in attività alla fine di ogni trimestre solare (31 marzo, 30 giugno ecc.). Sono calcolati giornalmente come media ponderata delle quotazioni giornaliere dei fondi rientranti in una data categoria (obbligazionari euro governativi breve termine, obbligazionari euro governativi medio/lungo termine e azionari internazionali) rapportate alla quotazione base. La ponderazione resta quindi invariata per un trimestre, prendendo a riferimento i patrimoni dei fondi valorizzati alla fine del trimestre solare precedente. I fondi di nuova emissione entrano a far parte del calcolo dal trimestre solare successivo a quello della data di emissione sul mercato. L obiettivo della gestione finanziaria del Fondo Interno è massimizzare il rendimento della gestione rispetto al benchmark. Lo stile di gestione seguito è di tipo attivo con possibili scostamenti della composizione del Fondo Interno rispetto all indice di riferimento. Il Fondo Interno investirà gli attivi prevalentemente in quote di organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) e in particolare in comparti monetari, obbligazionari ed azionari. Gli investimenti sono effettuati sulla base di analisi macroeconomiche. Le analisi macroeconomiche sono intese a valutare l andamento delle principali variabili economiche a livello internazionale, ad interpretare gli interventi di politica economica e monetaria e ad individuare le migliori opportunità di investimento sulle diverse classi di attività finanziarie. Viene pertanto data attenzione agli obiettivi ed agli interventi di politica monetaria delle Banche Centrali ed alle opportunità di posizionamento, anche su tassi a breve termine; attenzione anche riposta alle previsioni circa la crescita dell economia mondiale e all andamento dei tassi d interesse. La Compagnia, nella gestione degli attivi, controlla il profilo di rischio del portafoglio al fine di ottimizzare la fase di costruzione del portafoglio stesso e opera un monitoraggio dei rendimenti dello stesso portafoglio, sia rispetto al benchmark di riferimento sia rispetto alla concorrenza. Si precisa che possono avere luogo temporanei superamenti delle soglie indicate dovuti alle dinamiche del mercato, fermo restando l impegno della Compagnia a limitare tali eccedenze al tempo necessario per rientrare nei limiti fissati. 3 Tipologie, caratteristiche delle attività del Fondo Il Fondo può investire nelle seguenti categorie di attività finanziarie, denominate in qualsiasi valuta: Fondi di investimento mobiliari, diversi dai fondi riservati o speculativi, con le seguenti caratteristiche:

5 OICR armonizzati ai sensi della direttiva 85/611/CEE; OICR nazionali, non armonizzati, commercializzati in Italia; OICR esteri, non armonizzati, autorizzati alla commercializzazione in Italia. Strumenti finanziari, emessi o garantiti da Stati appartenenti alla zona A ai sensi della direttiva 89/647/CEE, da Enti locali o da Enti pubblici di Stati membri dell Unione Europea o da organizzazioni internazionali cui aderiscano uno o più dei predetti Stati membri, ovvero da soggetti residenti negli stati appartenenti alla zona A, che rientrino nelle seguenti tipologie: titoli di stato e obbligazioni o titoli assimilabili, anche strutturati, che prevedano almeno il rimborso del nominale a scadenza e titoli azionari. Strumenti monetari emessi o garantiti da soggetti residenti in Stati della zona A, o da organizzazioni internazionali cui aderiscano uno o più dei predetti Stati membri dell Unione Europea, che rientrino nelle seguenti tipologie con scadenza non superiore a 6 mesi: depositi bancari in conto corrente, operazioni di pronti contro termine, certificati di deposito e altri strumenti del mercato monetario. Il Fondo può investire in strumenti finanziari o monetari e in quote di OICR emessi, gestiti o promossi da società facenti capo a gruppi finanziari detentori di azioni di CNP UniCredit Vita. Per la parte del Fondo Interno costituita da attività espresse, o che possono investire, in divise diverse dall Euro, è prevista l esposizione al rischio di cambio. E prevista la possibilità di affidare le scelte di investimento ad intermediari abilitati a prestare servizi di gestione di patrimoni nel quadro di criteri di allocazione del patrimonio predefiniti dalla Compagnia. In ogni caso rimane in capo a CNP UniCredit Vita l esclusiva responsabilità per l attività di gestione. E prevista la possibilità di impiegare strumenti finanziari derivati coerentemente con i profili di rischio del Fondo Interno ed esclusivamente a fini di copertura e di rivalutazione degli investimenti effettuati. 4 Determinazione del valore della quota del Fondo Il Fondo Interno è suddiviso in quote, è denominato in euro e il valore della quota al momento dell istituzione del Fondo è pari a 10,00 euro. La quota viene valorizzata settimanalmente; tale valorizzazione si riferisce al secondo giorno lavorativo della settimana - per CNP UniCredit Vita - dividendo il patrimonio netto del Fondo per il numero di quote ad esso riferibili alla data di valorizzazione. Inoltre la Compagnia provvederà a valorizzare la quota, con le stesse modalità, l ultimo giorno di ciascun mese. Il calcolo del valore della quota viene effettuato nel secondo giorno lavorativo per CNP UniCredit Vita - successivo alla data di valorizzazione. La valorizzazione del valore della quota viene sospesa in situazioni di forza maggiore che non ne consentano la regolare effettuazione fino al primo giorno lavorativo successivo al cessare della situazione che ha originato l evento di sospensione. Il patrimonio netto del Fondo è il risultato della valorizzazione delle relative attività al netto delle passività. Il valore delle attività viene determinato: all ultima quotazione ufficiale disponibile alla data di valorizzazione, per le quote o azioni di OICR; all ultima quotazione ufficiale disponibile alla data di valorizzazione, per i titoli quotati su mercati regolamentati; per quei titoli che, pur essendo quotati, sono sospesi dalle negoziazioni (a causa, ad esempio, di eventi di turbativa dei mercati o per decisione degli organi di borsa) o la cui quotazione non esprime un prezzo di negoziazione attendibile a causa della ridotta frequenza degli scambi o dell irrilevanza dei volumi trattati, si adotta una valutazione al valore di presunto realizzo; al valore di presunto realizzo per i titoli non quotati; al valore nominale, per i contanti, i depositi, i titoli a vista e le cedole e i dividendi scaduti. Le attività non espresse in Euro sono convertite in tale valuta sulla base dell ultimo cambio rilevato. Il valore delle passività, costituite dalle spese e dagli oneri maturati ma non ancora prelevati dal Fondo, viene determinato al valore nominale. 5 Spese a carico del Fondo Interno Sul Fondo Interno gravano i seguenti costi, che determinano una diminuzione del valore netto del patrimonio e di conseguenza del valore netto della quota: - commissioni di gestione pari al 2,30% su base annua calcolate sul patrimonio del Fondo, determinate pro rata temporis ad ogni data di valorizzazione del Fondo e prelevate mensilmente; Qualora le risorse siano impegnate per l acquisto di quote di OICR, sul patrimonio del Fondo Interno non vengono fatti gravare spese e diritti di qualsiasi natura relativi alla sottoscrizione e al rimborso

6 delle parti di OICR acquistati, né le commissioni di gestione applicate dall OICR stesso, salvo i casi di deroga previsti dalla COVIP in apposite istruzioni di carattere generale. Oltre ai costi di cui sopra, sul patrimonio del Fondo Interno possono gravare unicamente le imposte e tasse, le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse degli Aderenti, gli oneri di negoziazione derivanti dall attività di impiego delle risorse e il contributo di vigilanza dovuto alla COVIP ai sensi di legge; grava inoltre la quota di pertinenza delle spese relative alla remunerazione e allo svolgimento dell incarico di Responsabile del Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione. 6 Pubblicazione del valore delle quote Il valore della quota del Fondo viene pubblicato giornalmente su un quotidiano a tiratura nazionale (alla data di istituzione del Fondo: Il Sole 24 Ore ) e sul sito internet della Compagnia Il valore unitario è al netto di qualsiasi onere a carico del Fondo Interno. 7 Rendiconto e verifica del Fondo Entro 60 giorni dalla fine di ogni esercizio solare CNP UniCredit Vita redige il rendiconto annuale della gestione del Fondo. Il rendiconto del Fondo è sottoposto ad esame da parte di una Società di Revisione iscritta all albo di cui all art. 161 del D.Lgs. n. 58 del 24/2/1998, che esprime un giudizio circa la concordanza della gestione degli attivi con i criteri di investimento stabiliti dal regolamento ed accerta la rispondenza delle informazioni contenute nel rendiconto alle risultanze delle registrazioni contabili, la corretta valutazione delle attività del Fondo nonché la corretta determinazione e valorizzazione dell ultima quota del Fondo disponibile alla fine dell esercizio. 8 Eventuali modifiche al regolamento CNP UniCredit Vita si riserva di apportare al presente regolamento le modifiche che si rendessero necessarie a seguito di disposizioni legislative o dell Autorità di Vigilanza, nonché quelle giudicate opportune dalla Compagnia in relazione all evoluzione dei mercati. Tali modifiche, sottoposte all iter autorizzativo dell Organo di Vigilanza competente, se peggiorative verranno trasmesse agli Aderenti almeno 120 giorni prima della relativa data di efficacia; dal momento della comunicazione l Aderente ha 90 giorni di tempo per manifestare l eventuale scelta di trasferimento, che sarà effettuato senza l applicazione di alcuna spesa. 9 Fusione tra Fondi Interni A fronte di eventuali mutati criteri gestionali del Fondo Interno, o a seguito dell eventuale riduzione delle masse gestite tali da rendere l'incidenza dei costi gravanti sul Fondo Interno eccessivamente onerosa, ovvero tali da pregiudicare l efficiente gestione finanziaria dello stesso nell interesse degli Aderenti, è ammessa la possibilità di fusione del Fondo Interno con altri Fondi Interni della Compagnia, purché aventi caratteristiche similari, obiettivi di investimento omogenei e destinati a forme previdenziali. In tal caso, la Compagnia informerà, dopo aver sottoposto all iter autorizzativo all Organo di Vigilanza competente la suddetta operazione di fusione, in via preventiva e per iscritto, gli Aderenti del Fondo Interno circa tutti gli aspetti connessi con l operazione di fusione che rilevino, per gli stessi, in particolare precisando: 1) le motivazioni dell operazione di fusione; 2) gli effetti che la stessa determina sulle politiche di investimento dei Fondi stessi e sul regime delle commissioni; 3) le modalità ed i tempi esatti di regolazione dell operazione di fusione; 4) l indicazione dei criteri seguiti per l attribuzione delle quote del nuovo Fondo Interno e la determinazione del relativo valore di ingresso nello stesso; 5) la composizione sintetica dei Fondi Interni interessati alla fusione. Le operazioni di fusione dovranno tener conto dell interesse degli Aderenti e non potranno comportare alcun aggravio degli oneri economici per gli stessi, né modifiche del Regolamento del Fondo Interno in senso meno favorevole ad essi. La Compagnia provvederà a far confluire tutte le attività finanziarie relative al Fondo Interno in quello derivante dalla fusione, senza oneri o spese per gli Aderenti. La Compagnia provvederà, altresì, ad inviare agli Aderenti il nuovo Regolamento del Fondo Interno derivante dall operazione di fusione, che costituirà parte integrante del contratto.

7 REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO PROGETTO SPRINT 1 Denominazione CNP UniCredit Vita al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti degli Aderenti, in base a quanto stabilito dal Regolamento e dalle condizioni generali di contratto, ha costituito il Fondo Interno Progetto Sprint. Il Fondo Interno costituisce patrimonio separato ed autonomo rispetto agli attivi della Compagnia ed è destinato esclusivamente all erogazione agli aderenti di prestazioni pensionistiche e non può essere distratto da tale fine. 2 Obiettivi, caratteristiche, stile di gestione e profilo di rischio Il Fondo Interno Progetto Sprint, di tipo bilanciato azionario, mira alla crescita del capitale in linea principalmente con i mercati azionari, pur investendo almeno il 30% del controvalore complessivo nel comparto obbligazionario. Il Fondo Interno ha un orizzonte temporale di medio lungo periodo e un profilo di rischio medio alto. Il Fondo Interno Progetto Sprint può investire esclusivamente in strumenti finanziari di natura obbligazionaria e azionaria denominati in qualunque divisa, di qualunque area geografica, settore e categoria di emittenti, con il limite massimo del 70% del controvalore complessivo per il comparto azionario. La data di inizio di gestione prevista, subordinata all effettivo primo investimento nel Fondo, è il 03/07/2007. Il Fondo è ad accumulazione dei proventi e pertanto non distribuisce alcun dividendo. La Compagnia ha individuato il seguente parametro di riferimento (benchmark) per poter confrontare l andamento del Fondo Interno: - 10% Fideuram Obbligazionari Euro Governativi Breve Termine - 40% Fideuram Obbligazionari Euro Governativi Medio / Lungo Termine - 50% Fideuram Azionari Internazionali. Gli indici Fideuram rappresentano le performance dei fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano. Il calcolo comprende tutti i fondi italiani in attività alla fine di ogni trimestre solare (31 marzo, 30 giugno ecc.). Sono calcolati giornalmente come media ponderata delle quotazioni giornaliere dei fondi rientranti in una data categoria (obbligazionari euro governativi breve termine, obbligazionari euro governativi medio/lungo termine e azionari internazionali) rapportate alla quotazione base. La ponderazione resta quindi invariata per un trimestre, prendendo a riferimento i patrimoni dei fondi valorizzati alla fine del trimestre solare precedente. I fondi di nuova emissione entrano a far parte del calcolo dal trimestre solare successivo a quello della data di emissione sul mercato. L obiettivo della gestione finanziaria del Fondo Interno è massimizzare il rendimento della gestione rispetto al benchmark. Lo stile di gestione seguito è di tipo attivo con possibili scostamenti della composizione del Fondo Interno rispetto all indice di riferimento. Il Fondo Interno investirà gli attivi prevalentemente in quote di organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) e in particolare in comparti monetari, obbligazionari ed azionari. Gli investimenti sono effettuati sulla base di analisi macroeconomiche. Le analisi macroeconomiche sono intese a valutare l andamento delle principali variabili economiche a livello internazionale, ad interpretare gli interventi di politica economica e monetaria e ad individuare le migliori opportunità di investimento sulle diverse classi di attività finanziarie. Viene pertanto data attenzione agli obiettivi ed agli interventi di politica monetaria delle Banche Centrali ed alle opportunità di posizionamento, anche su tassi a breve termine; attenzione anche riposta alle previsioni circa la crescita dell economia mondiale e all andamento dei tassi d interesse. La Compagnia, nella gestione degli attivi, controlla il profilo di rischio del portafoglio al fine di ottimizzare la fase di costruzione del portafoglio stesso e opera un monitoraggio dei rendimenti dello stesso portafoglio, sia rispetto al benchmark di riferimento sia rispetto alla concorrenza. Si precisa che possono avere luogo temporanei superamenti delle soglie indicate dovuti alle dinamiche del mercato, fermo restando l impegno della Compagnia a limitare tali eccedenze al tempo necessario per rientrare nei limiti fissati. 3 Tipologie, caratteristiche delle attività del Fondo Il Fondo può investire nelle seguenti categorie di attività finanziarie, denominate in qualsiasi valuta: Fondi di investimento mobiliari, diversi dai fondi riservati o speculativi, con le seguenti caratteristiche:

8 OICR armonizzati ai sensi della direttiva 85/611/CEE; OICR nazionali, non armonizzati, commercializzati in Italia; OICR esteri, non armonizzati, autorizzati alla commercializzazione in Italia. Strumenti finanziari, emessi o garantiti da Stati appartenenti alla zona A ai sensi della direttiva 89/647/CEE, da Enti locali o da Enti pubblici di Stati membri dell Unione Europea o da organizzazioni internazionali cui aderiscano uno o più dei predetti Stati membri, ovvero da soggetti residenti negli stati appartenenti alla zona A, che rientrino nelle seguenti tipologie: titoli di stato e obbligazioni o titoli assimilabili, anche strutturati, che prevedano almeno il rimborso del nominale a scadenza e titoli azionari. Strumenti monetari emessi o garantiti da soggetti residenti in Stati della zona A, o da organizzazioni internazionali cui aderiscano uno o più dei predetti Stati membri dell Unione Europea, che rientrino nelle seguenti tipologie con scadenza non superiore a 6 mesi: depositi bancari in conto corrente, operazioni di pronti contro termine, certificati di deposito e altri strumenti del mercato monetario. Il Fondo può investire in strumenti finanziari o monetari e in quote di OICR emessi, gestiti o promossi da società facenti capo a gruppi finanziari detentori di azioni di CNP UniCredit Vita. Per la parte del Fondo Interno costituita da attività espresse, o che possono investire, in divise diverse dall Euro, è prevista l esposizione al rischio di cambio. E prevista la possibilità di affidare le scelte di investimento ad intermediari abilitati a prestare servizi di gestione di patrimoni nel quadro di criteri di allocazione del patrimonio predefiniti dalla Compagnia. In ogni caso rimane in capo a CNP UniCredit Vita l esclusiva responsabilità per l attività di gestione. E prevista la possibilità di impiegare strumenti finanziari derivati coerentemente con i profili di rischio del Fondo Interno ed esclusivamente a fini di copertura e di rivalutazione degli investimenti effettuati. 4 Determinazione del valore della quota del Fondo Il Fondo Interno è suddiviso in quote, è denominato in euro e il valore della quota al momento dell istituzione del Fondo è pari a 10,00 euro. La quota viene valorizzata settimanalmente; tale valorizzazione si riferisce al secondo giorno lavorativo della settimana - per CNP UniCredit Vita - dividendo il patrimonio netto del Fondo per il numero di quote ad esso riferibili alla data di valorizzazione. Inoltre la Compagnia provvederà a valorizzare la quota, con le stesse modalità, l ultimo giorno di ciascun mese. Il calcolo del valore della quota viene effettuato nel secondo giorno lavorativo per CNP UniCredit Vita - successivo alla data di valorizzazione. La valorizzazione del valore della quota viene sospesa in situazioni di forza maggiore che non ne consentano la regolare effettuazione fino al primo giorno lavorativo successivo al cessare della situazione che ha originato l evento di sospensione. Il patrimonio netto del Fondo è il risultato della valorizzazione delle relative attività al netto delle passività. Il valore delle attività viene determinato: all ultima quotazione ufficiale disponibile alla data di valorizzazione, per le quote o azioni di OICR; all ultima quotazione ufficiale disponibile alla data di valorizzazione, per i titoli quotati su mercati regolamentati; per quei titoli che, pur essendo quotati, sono sospesi dalle negoziazioni (a causa, ad esempio, di eventi di turbativa dei mercati o per decisione degli organi di borsa) o la cui quotazione non esprime un prezzo di negoziazione attendibile a causa della ridotta frequenza degli scambi o dell irrilevanza dei volumi trattati, si adotta una valutazione al valore di presunto realizzo; al valore di presunto realizzo per i titoli non quotati; al valore nominale, per i contanti, i depositi, i titoli a vista e le cedole e i dividendi scaduti. Le attività non espresse in Euro sono convertite in tale valuta sulla base dell ultimo cambio rilevato. Il valore delle passività, costituite dalle spese e dagli oneri maturati ma non ancora prelevati dal Fondo, viene determinato al valore nominale. 5 Spese a carico del Fondo Interno Sul Fondo Interno gravano i seguenti costi, che determinano una diminuzione del valore netto del patrimonio e di conseguenza del valore netto della quota: - commissioni di gestione pari al 2,40% su base annua calcolate sul patrimonio del Fondo, determinate pro rata temporis ad ogni data di valorizzazione del Fondo e prelevate mensilmente; Qualora le risorse siano impegnate per l acquisto di quote di OICR, sul patrimonio del Fondo Interno non vengono fatti gravare spese e diritti di qualsiasi natura relativi alla sottoscrizione e al rimborso

9 delle parti di OICR acquistati, né le commissioni di gestione applicate dall OICR stesso, salvo i casi di deroga previsti dalla COVIP in apposite istruzioni di carattere generale. Oltre ai costi di cui sopra, sul patrimonio del Fondo Interno possono gravare unicamente le imposte e tasse, le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse degli Aderenti, gli oneri di negoziazione derivanti dall attività di impiego delle risorse e il contributo di vigilanza dovuto alla COVIP ai sensi di legge; grava inoltre la quota di pertinenza delle spese relative alla remunerazione e allo svolgimento dell incarico di Responsabile del Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione. 6 Pubblicazione del valore delle quote Il valore della quota del Fondo viene pubblicato giornalmente su un quotidiano a tiratura nazionale (alla data di istituzione del Fondo: Il Sole 24 Ore ) e sul sito internet della Compagnia Il valore unitario è al netto di qualsiasi onere a carico del Fondo Interno. 7 Rendiconto e verifica del Fondo Entro 60 giorni dalla fine di ogni esercizio solare CNP UniCredit Vita redige il rendiconto annuale della gestione del Fondo. Il rendiconto del Fondo è sottoposto ad esame da parte di una Società di Revisione iscritta all albo di cui all art. 161 del D.Lgs. n. 58 del 24/2/1998, che esprime un giudizio circa la concordanza della gestione degli attivi con i criteri di investimento stabiliti dal regolamento ed accerta la rispondenza delle informazioni contenute nel rendiconto alle risultanze delle registrazioni contabili, la corretta valutazione delle attività del Fondo nonché la corretta determinazione e valorizzazione dell ultima quota del Fondo disponibile alla fine dell esercizio. 8 Eventuali modifiche al regolamento CNP UniCredit Vita si riserva di apportare al presente regolamento le modifiche che si rendessero necessarie a seguito di disposizioni legislative o dell Autorità di Vigilanza, nonché quelle giudicate opportune dalla Compagnia in relazione all evoluzione dei mercati. Tali modifiche, sottoposte all iter autorizzativo dell Organo di Vigilanza competente, se peggiorative verranno trasmesse agli Aderenti almeno 120 giorni prima della relativa data di efficacia; dal momento della comunicazione l Aderente ha 90 giorni di tempo per manifestare l eventuale scelta di trasferimento, che sarà effettuato senza l applicazione di alcuna spesa. 9 Fusione tra Fondi Interni A fronte di eventuali mutati criteri gestionali del Fondo Interno, o a seguito dell eventuale riduzione delle masse gestite tali da rendere l'incidenza dei costi gravanti sul Fondo Interno eccessivamente onerosa, ovvero tali da pregiudicare l efficiente gestione finanziaria dello stesso nell interesse degli Aderenti, è ammessa la possibilità di fusione del Fondo Interno con altri Fondi Interni della Compagnia, purché aventi caratteristiche similari, obiettivi di investimento omogenei e destinati a forme previdenziali. In tal caso, la Compagnia informerà, dopo aver sottoposto all iter autorizzativo all Organo di Vigilanza competente la suddetta operazione di fusione, in via preventiva e per iscritto, gli Aderenti del Fondo Interno circa tutti gli aspetti connessi con l operazione di fusione che rilevino, per gli stessi, in particolare precisando: 1) le motivazioni dell operazione di fusione; 2) gli effetti che la stessa determina sulle politiche di investimento dei Fondi stessi e sul regime delle commissioni; 3) le modalità ed i tempi esatti di regolazione dell operazione di fusione; 4) l indicazione dei criteri seguiti per l attribuzione delle quote del nuovo Fondo Interno e la determinazione del relativo valore di ingresso nello stesso; 5) la composizione sintetica dei Fondi Interni interessati alla fusione. Le operazioni di fusione dovranno tener conto dell interesse degli Aderenti e non potranno comportare alcun aggravio degli oneri economici per gli stessi, né modifiche del Regolamento del Fondo Interno in senso meno favorevole ad essi. La Compagnia provvederà a far confluire tutte le attività finanziarie relative al Fondo Interno in quello derivante dalla fusione, senza oneri o spese per gli Aderenti. La Compagnia provvederà, altresì, ad inviare agli Aderenti il nuovo Regolamento del Fondo Interno derivante dall operazione di fusione, che costituirà parte integrante del contratto.

10 REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO PROGETTO OPPORTUNITY 1 Denominazione CNP UniCredit Vita al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti degli Aderenti, in base a quanto stabilito dal Regolamento e dalle condizioni generali di contratto, ha costituito il Fondo Interno Progetto Opportunity. Il Fondo Interno costituisce patrimonio separato ed autonomo rispetto agli attivi della Compagnia ed è destinato esclusivamente all erogazione agli aderenti di prestazioni pensionistiche e non può essere distratto da tale fine. 2 Obiettivi, caratteristiche, stile di gestione e profilo di rischio Il Fondo Interno Progetto Opportunity, di tipo azionario, mira alla crescita del capitale in linea con i mercati azionari, pur potendo investire anche nel comparto obbligazionario. Il Fondo Interno ha un orizzonte temporale di medio lungo periodo e un profilo di rischio alto. Il Fondo Interno Progetto Opportunity può investire esclusivamente in strumenti finanziari di natura obbligazionaria e azionaria denominati in qualunque divisa, di qualunque area geografica, settore e categoria di emittenti, con il limite massimo del 100% del controvalore complessivo per il comparto azionario. La data di inizio di gestione prevista, subordinata all effettivo primo investimento nel Fondo, è il 03/07/2007. Il Fondo è ad accumulazione dei proventi e pertanto non distribuisce alcun dividendo. La Compagnia ha individuato il seguente parametro di riferimento (benchmark) per poter confrontare l andamento del Fondo Interno: - 20% Fideuram Obbligazionari Euro Governativi Medio / Lungo Termine - 80% Fideuram Azionari Internazionali. Gli indici Fideuram rappresentano le performance dei fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano. Il calcolo comprende tutti i fondi italiani in attività alla fine di ogni trimestre solare (31 marzo, 30 giugno ecc.). Sono calcolati giornalmente come media ponderata delle quotazioni giornaliere dei fondi rientranti in una data categoria (obbligazionari euro governativi medio/lungo termine e azionari internazionali) rapportate alla quotazione base. La ponderazione resta quindi invariata per un trimestre, prendendo a riferimento i patrimoni dei fondi valorizzati alla fine del trimestre solare precedente. I fondi di nuova emissione entrano a far parte del calcolo dal trimestre solare successivo a quello della data di emissione sul mercato. L obiettivo della gestione finanziaria del Fondo Interno è massimizzare il rendimento della gestione rispetto al benchmark. Lo stile di gestione seguito è di tipo attivo con possibili scostamenti della composizione del Fondo Interno rispetto all indice di riferimento. Il Fondo Interno investirà gli attivi prevalentemente in quote di organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) e in particolare in comparti monetari, obbligazionari ed azionari. Gli investimenti sono effettuati sulla base di analisi macroeconomiche. Le analisi macroeconomiche sono intese a valutare l andamento delle principali variabili economiche a livello internazionale, ad interpretare gli interventi di politica economica e monetaria e ad individuare le migliori opportunità di investimento sulle diverse classi di attività finanziarie. Viene pertanto data attenzione agli obiettivi ed agli interventi di politica monetaria delle Banche Centrali ed alle opportunità di posizionamento, anche su tassi a breve termine; attenzione anche riposta alle previsioni circa la crescita dell economia mondiale e all andamento dei tassi d interesse. La Compagnia, nella gestione degli attivi, controlla il profilo di rischio del portafoglio al fine di ottimizzare la fase di costruzione del portafoglio stesso e opera un monitoraggio dei rendimenti dello stesso portafoglio, sia rispetto al benchmark di riferimento sia rispetto alla concorrenza. Si precisa che possono avere luogo temporanei superamenti delle soglie indicate dovuti alle dinamiche del mercato, fermo restando l impegno della Compagnia a limitare tali eccedenze al tempo necessario per rientrare nei limiti fissati. 3 Tipologie, caratteristiche delle attività del Fondo Il Fondo può investire nelle seguenti categorie di attività finanziarie, denominate in qualsiasi valuta: Fondi di investimento mobiliari, diversi dai fondi riservati o speculativi, con le seguenti caratteristiche:

11 OICR armonizzati ai sensi della direttiva 85/611/CEE; OICR nazionali, non armonizzati, commercializzati in Italia; OICR esteri, non armonizzati, autorizzati alla commercializzazione in Italia. Strumenti finanziari, emessi o garantiti da Stati appartenenti alla zona A ai sensi della direttiva 89/647/CEE, da Enti locali o da Enti pubblici di Stati membri dell Unione Europea o da organizzazioni internazionali cui aderiscano uno o più dei predetti Stati membri, ovvero da soggetti residenti negli stati appartenenti alla zona A, che rientrino nelle seguenti tipologie: titoli di stato e obbligazioni o titoli assimilabili, anche strutturati, che prevedano almeno il rimborso del nominale a scadenza e titoli azionari. Strumenti monetari emessi o garantiti da soggetti residenti in Stati della zona A, o da organizzazioni internazionali cui aderiscano uno o più dei predetti Stati membri dell Unione Europea, che rientrino nelle seguenti tipologie con scadenza non superiore a 6 mesi: depositi bancari in conto corrente, operazioni di pronti contro termine, certificati di deposito e altri strumenti del mercato monetario. Il Fondo può investire in strumenti finanziari o monetari e in quote di OICR emessi, gestiti o promossi da società facenti capo a gruppi finanziari detentori di azioni di CNP UniCredit Vita. Per la parte del Fondo Interno costituita da attività espresse, o che possono investire, in divise diverse dall Euro, è prevista l esposizione al rischio di cambio. E prevista la possibilità di affidare le scelte di investimento ad intermediari abilitati a prestare servizi di gestione di patrimoni nel quadro di criteri di allocazione del patrimonio predefiniti dalla Compagnia. In ogni caso rimane in capo a CNP UniCredit Vita l esclusiva responsabilità per l attività di gestione. E prevista la possibilità di impiegare strumenti finanziari derivati coerentemente con i profili di rischio del Fondo Interno ed esclusivamente a fini di copertura e di rivalutazione degli investimenti effettuati. 4 Determinazione del valore della quota del Fondo Il Fondo Interno è suddiviso in quote, è denominato in euro e il valore della quota al momento dell istituzione del Fondo è pari a 10,00 euro. La quota viene valorizzata settimanalmente; tale valorizzazione si riferisce al secondo giorno lavorativo della settimana - per CNP UniCredit Vita - dividendo il patrimonio netto del Fondo per il numero di quote ad esso riferibili alla data di valorizzazione. Inoltre la Compagnia provvederà a valorizzare la quota, con le stesse modalità, l ultimo giorno di ciascun mese. Il calcolo del valore della quota viene effettuato nel secondo giorno lavorativo per CNP UniCredit Vita - successivo alla data di valorizzazione. La valorizzazione del valore della quota viene sospesa in situazioni di forza maggiore che non ne consentano la regolare effettuazione fino al primo giorno lavorativo successivo al cessare della situazione che ha originato l evento di sospensione. Il patrimonio netto del Fondo è il risultato della valorizzazione delle relative attività al netto delle passività. Il valore delle attività viene determinato: all ultima quotazione ufficiale disponibile alla data di valorizzazione, per le quote o azioni di OICR; all ultima quotazione ufficiale disponibile alla data di valorizzazione, per i titoli quotati su mercati regolamentati; per quei titoli che, pur essendo quotati, sono sospesi dalle negoziazioni (a causa, ad esempio, di eventi di turbativa dei mercati o per decisione degli organi di borsa) o la cui quotazione non esprime un prezzo di negoziazione attendibile a causa della ridotta frequenza degli scambi o dell irrilevanza dei volumi trattati, si adotta una valutazione al valore di presunto realizzo; al valore di presunto realizzo per i titoli non quotati; al valore nominale, per i contanti, i depositi, i titoli a vista e le cedole e i dividendi scaduti. Le attività non espresse in Euro sono convertite in tale valuta sulla base dell ultimo cambio rilevato. Il valore delle passività, costituite dalle spese e dagli oneri maturati ma non ancora prelevati dal Fondo, viene determinato al valore nominale. 5 Spese a carico del Fondo Interno Sul Fondo Interno gravano i seguenti costi, che determinano una diminuzione del valore netto del patrimonio e di conseguenza del valore netto della quota: - commissioni di gestione pari al 2,60% su base annua calcolate sul patrimonio del Fondo, determinate pro rata temporis ad ogni data di valorizzazione del Fondo e prelevate mensilmente; Qualora le risorse siano impegnate per l acquisto di quote di OICR, sul patrimonio del Fondo Interno non vengono fatti gravare spese e diritti di qualsiasi natura relativi alla sottoscrizione e al rimborso

12 delle parti di OICR acquistati, né le commissioni di gestione applicate dall OICR stesso, salvo i casi di deroga previsti dalla COVIP in apposite istruzioni di carattere generale. Oltre ai costi di cui sopra, sul patrimonio del Fondo Interno possono gravare unicamente le imposte e tasse, le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse degli Aderenti, gli oneri di negoziazione derivanti dall attività di impiego delle risorse e il contributo di vigilanza dovuto alla COVIP ai sensi di legge; grava inoltre la quota di pertinenza delle spese relative alla remunerazione e allo svolgimento dell incarico di Responsabile del Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione. 6 Pubblicazione del valore delle quote Il valore della quota del Fondo viene pubblicato giornalmente su un quotidiano a tiratura nazionale (alla data di istituzione del Fondo: Il Sole 24 Ore ) e sul sito internet della Compagnia Il valore unitario è al netto di qualsiasi onere a carico del Fondo Interno. 7 Rendiconto e verifica del Fondo Entro 60 giorni dalla fine di ogni esercizio solare CNP UniCredit Vita redige il rendiconto annuale della gestione del Fondo. Il rendiconto del Fondo è sottoposto ad esame da parte di una Società di Revisione iscritta all albo di cui all art. 161 del D.Lgs. n. 58 del 24/2/1998, che esprime un giudizio circa la concordanza della gestione degli attivi con i criteri di investimento stabiliti dal regolamento ed accerta la rispondenza delle informazioni contenute nel rendiconto alle risultanze delle registrazioni contabili, la corretta valutazione delle attività del Fondo nonché la corretta determinazione e valorizzazione dell ultima quota del Fondo disponibile alla fine dell esercizio. 8 Eventuali modifiche al regolamento CNP UniCredit Vita si riserva di apportare al presente regolamento le modifiche che si rendessero necessarie a seguito di disposizioni legislative o dell Autorità di Vigilanza, nonché quelle giudicate opportune dalla Compagnia in relazione all evoluzione dei mercati. Tali modifiche, sottoposte all iter autorizzativo dell Organo di Vigilanza competente, se peggiorative verranno trasmesse agli Aderenti almeno 120 giorni prima della relativa data di efficacia; dal momento della comunicazione l Aderente ha 90 giorni di tempo per manifestare l eventuale scelta di trasferimento, che sarà effettuato senza l applicazione di alcuna spesa. 9 Fusione tra Fondi Interni A fronte di eventuali mutati criteri gestionali del Fondo Interno, o a seguito dell eventuale riduzione delle masse gestite tali da rendere l'incidenza dei costi gravanti sul Fondo Interno eccessivamente onerosa, ovvero tali da pregiudicare l efficiente gestione finanziaria dello stesso nell interesse degli Aderenti, è ammessa la possibilità di fusione del Fondo Interno con altri Fondi Interni della Compagnia, purché aventi caratteristiche similari, obiettivi di investimento omogenei e destinati a forme previdenziali. In tal caso, la Compagnia informerà, dopo aver sottoposto all iter autorizzativo all Organo di Vigilanza competente la suddetta operazione di fusione, in via preventiva e per iscritto, gli Aderenti del Fondo Interno circa tutti gli aspetti connessi con l operazione di fusione che rilevino, per gli stessi, in particolare precisando: 1) le motivazioni dell operazione di fusione; 2) gli effetti che la stessa determina sulle politiche di investimento dei Fondi stessi e sul regime delle commissioni; 3) le modalità ed i tempi esatti di regolazione dell operazione di fusione; 4) l indicazione dei criteri seguiti per l attribuzione delle quote del nuovo Fondo Interno e la determinazione del relativo valore di ingresso nello stesso; 5) la composizione sintetica dei Fondi Interni interessati alla fusione. Le operazioni di fusione dovranno tener conto dell interesse degli Aderenti e non potranno comportare alcun aggravio degli oneri economici per gli stessi, né modifiche del Regolamento del Fondo Interno in senso meno favorevole ad essi. La Compagnia provvederà a far confluire tutte le attività finanziarie relative al Fondo Interno in quello derivante dalla fusione, senza oneri o spese per gli Aderenti. La Compagnia provvederà, altresì, ad inviare agli Aderenti il nuovo Regolamento del Fondo Interno derivante dall operazione di fusione, che costituirà parte integrante del contratto.

REGOLAMENTO DEI FONDI MOBILIARI INTERNI

REGOLAMENTO DEI FONDI MOBILIARI INTERNI REGOLAMENTO DEI FONDI MOBILIARI INTERNI Art. 1 Costituzione e denominazione dei Fondi Interni. La Compagnia istituisce 2 Fondi Mobiliari Interni denominati: Cattolica Previdenza Bilanciato; Cattolica Previdenza

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO ASSICURATIVO PREVILINK

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO ASSICURATIVO PREVILINK Allegato 4 REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO ASSICURATIVO PREVILINK Art. 1 - Denominazione del Fondo Interno La Società gestisce, con le modalità stabilite dal presente Regolamento, un portafoglio di valori

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza

Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Regolamento del Fondo Interno LVA Euro Index Azionario Previdenza Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti dell Aderente in base alle Condizioni di Polizza, la

Dettagli

REGOLAMENTO FONDI INTERNI APTUS

REGOLAMENTO FONDI INTERNI APTUS REGOLAMENTO FONDI INTERNI APTUS Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia ha costituito tre Fondi

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia ha costituito quattro Fondi

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Raiffplanet Prudente Raiffplanet Equilibrata Raiffplanet Aggressiva (Mod. V 70REGFI-0311

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio

Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio Regolamento del Fondo Interno Strategic Model Portfolio Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia

Dettagli

Offerta al pubblico di LIFE INCOME 360 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL14UI) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di LIFE INCOME 360 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL14UI) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di LIFE INCOME 360 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL14UI) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS INCOME 360 1

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E AZIONARIO EUROPA

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E AZIONARIO EUROPA REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO Il presente Regolamento è composto dall'allegato al Regolamento del Fondo interno e dai seguenti articoli specifici per il Fondo interno. 1 - PROFILI DI RISCHIO DEL FONDO

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI BAPfondi Gold Art. 1 Aspetti generali Denominazione dei Fondi La Compagnia ha istituito e gestisce, secondo le modalità di cui al presente Regolamento, un portafoglio di strumenti

Dettagli

Offerta al pubblico di UNIBONUS STRATEGY prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RP) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di UNIBONUS STRATEGY prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RP) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di UNIBONUS STRATEGY prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RP) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO ASSICURATIVO CREDITRAS

Dettagli

ALLEGATO 1 Regolamento del Fondo Interno Assicurativo

ALLEGATO 1 Regolamento del Fondo Interno Assicurativo ALLEGATO 1 Regolamento del Fondo Interno Assicurativo Art. 1 - Istituzione e denominazione del Fondo Interno Assicurativo Poste Vita S.p.A. (la Compagnia ) ha istituito, secondo le modalità indicate nel

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FONDO VALOREAZIONE

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FONDO VALOREAZIONE Generali Italia S.p.A. - Impresa autorizzata all esercizio delle Assicurazioni e della Riassicurazione nei rami Vita, Capitalizzazione e Danni con decreto del Ministero dell Industria del Commercio e dell

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Italian Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó=

Regolamento del fondo interno A.G. Italian Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó= A) Obiettivi e descrizione del fondo Il fondo persegue l obiettivo di incrementare il suo valore nel lungo termine, attraverso l investimento in

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Euro Blue Chips Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë=

Regolamento del fondo interno A.G. Euro Blue Chips Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë= A) Obiettivi e descrizione del fondo Il fondo persegue l obiettivo di incrementare il suo valore nel lungo termine, attraverso l investimento in

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Global Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= däçä~ä=bèìáíó=

Regolamento del fondo interno A.G. Global Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= däçä~ä=bèìáíó= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= däçä~ä=bèìáíó= A) Obiettivi e descrizione del fondo La gestione ha come obiettivo la crescita del capitale investito in un orizzonte temporale lungo ed è caratterizzata

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS UNIATTIVA (scad. 12/2017)

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS UNIATTIVA (scad. 12/2017) REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS UNIATTIVA (scad. 12/2017) 1 - ISTITUZIONE, DENOMINAZIONE E CARATTERISTICHE DEL FONDO INTERNO CREDITRAS VITA S.p.A. (di seguito Società) ha istituito e gestisce,

Dettagli

Regolamento dei fondi interni di Veneto Global Profile unit linked, prodotto finanziario assicurativo di tipo unit linked

Regolamento dei fondi interni di Veneto Global Profile unit linked, prodotto finanziario assicurativo di tipo unit linked Skandia Vita S.p.A. Impresa di assicurazione appartenente al Gruppo Skandia Regolamento dei fondi interni di Veneto Global Profile unit linked, prodotto finanziario assicurativo di tipo unit linked Art.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO MULTISTRATEGY 2007

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO MULTISTRATEGY 2007 REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO MULTISTRATEGY 2007 Art.1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, l Impresa ha costituito

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E OBBLIGAZIONARIO MISTO

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E OBBLIGAZIONARIO MISTO REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS E OBBLIGAZIONARIO MISTO Il presente Regolamento è composto dall'allegato al Regolamento del Fondo interno e dai seguenti articoli specifici per il Fondo interno

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI OPPORTUNITA' REDDITO E OPPORTUNITA' REDDITO PLUS

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI OPPORTUNITA' REDDITO E OPPORTUNITA' REDDITO PLUS REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI OPPORTUNITA' REDDITO E OPPORTUNITA' REDDITO PLUS 1. ISTITUZIONE E DENOMINAZIONE DEI FONDI INTERNI Eurovita Assicurazioni S.p.A. ha istituito, secondo le modalità previste

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CORE BETA 15 EM

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CORE BETA 15 EM REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CORE BETA 15 EM DATA VALIDITA : dal 28/02/2013 Art. 1 Gli aspetti generali del Fondo interno La Compagnia costituisce e gestisce, secondo le modalità del presente Regolamento,

Dettagli

Offerta al pubblico di UNIOBIETTIVO INFLAZIONE 03/2018 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto ULM11I)

Offerta al pubblico di UNIOBIETTIVO INFLAZIONE 03/2018 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto ULM11I) Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. Offerta al pubblico di UNIOBIETTIVO INFLAZIONE 03/2018 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto ULM11I) Regolamento del Fondo interno REGOLAMENTO

Dettagli

Offerta al pubblico di LIFE BONUS STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RV) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di LIFE BONUS STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RV) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di LIFE BONUS STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RV) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS F OBBLIGAZIONARIO

Dettagli

Sara Multistrategy PIP

Sara Multistrategy PIP Società del Gruppo Sara Sara Multistrategy PIP Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5072 (art. 13 del decreto legislativo

Dettagli

FULL OPTION Ed. 2009

FULL OPTION Ed. 2009 Offerta al pubblico di FULL OPTION Ed. 2009 Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Option Trend a premio unico (Mod. VM2SSISOT137-0414 ed. 04/2014)

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento

Sezione Terza I Fondi comuni di investimento Sezione Terza I Fondi comuni di investimento 369. Nella valutazione dei beni del fondo comune di investimento, il valore degli strumenti finanziari ammessi alle negoziazioni su mercati regolamentati è

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione,

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

FULL OPTION ED. 2009

FULL OPTION ED. 2009 Offerta al pubblico di FULL OPTION ED. 2009 Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Euroquota Aggressiva a premio periodico limitato (Mod. VM2SSISEA138-0414

Dettagli

Direzione Tecnica Vita Sistema di Offerta Vita e Previdenza Documento Commerciale ad uso interno. Report Gestionale IV Trimestre 2014 Pagina 0

Direzione Tecnica Vita Sistema di Offerta Vita e Previdenza Documento Commerciale ad uso interno. Report Gestionale IV Trimestre 2014 Pagina 0 Report Gestionale IV Trimestre 2014 Pagina 0 Report Gestionale IV Trimestre 2014 Pagina 1 La Gestione Separata è un Fondo, costituito da un insieme di Attività Finanziarie, gestito dalla Compagnia di Assicurazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI STEP AZIONARIO STEP BILANCIATO STEP OBBLIGAZIONARIO

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI STEP AZIONARIO STEP BILANCIATO STEP OBBLIGAZIONARIO REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI STEP AZIONARIO STEP BILANCIATO STEP OBBLIGAZIONARIO ART. 1) ISTITUZIONE E DENOMINAZIONE DEL FONDO MEDIOLANUM VITA, Compagnia di Assicurazioni sulla vita appartenente al GRUPPO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA 4CAVITA 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione, denominata

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Combinazione Libera 80RP/20RA a premio unico

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Combinazione Libera 80RP/20RA a premio unico Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Combinazione Libera 80RP/20RA a premio unico (Mod. V70SSISCL137-0415) Pagina

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Opportunity bis Country bis Sector bis Dynamic bis Balanced bis Moderate bis Prudent bis ART. 1) ISTITUZIONE E DENOMINAZIONE DEL FONDO MEDIOLANUM VITA, Compagnia di Assicurazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Alternative Fund 1 Alternative Fund 2 Alternative Fund 3 ART. 1) ISTITUZIONE E DENOMINAZIONE DEL FONDO MEDIOLANUM INTERNATIONAL LIFE LTD., Compagnia di Assicurazioni sulla

Dettagli

REGOLAMENTO FONDI INTERNI ASSICURATIVI

REGOLAMENTO FONDI INTERNI ASSICURATIVI REGOLAMENTO FONDI INTERNI ASSICURATIVI 1. Aspetti generali Antonveneta Vita ha istituito e controlla, secondo le modalità previste dal presente Regolamento, la gestione delle risorse destinate ai fondi

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO Premium Plan Fund 2 ART. 1) ISTITUZIONE E DENOMINAZIONE DEL FONDO Mediolanum International Life Ltd., Compagnia di Assicurazioni sulla vita appartenente al GRUPPO MEDIOLANUM,

Dettagli

Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione

Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione PREVIDENZA Alleanza Assicurazioni S.p.A. ALLEATA PREVIDENZA Condizioni Generali di Contratto Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione Previdenza Complementare CONDIZIONI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Edizione: 23 giugno 2011 REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI ART. 1 - ISTITUZIONE E DENOMINAZIONE DEI FONDI INTERNI La Società ha istituito e gestisce direttamente, secondo le modalità previste dal presente

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Trio Fund 1 Trio Fund 2 Trio Fund 3 ART. 1) ISTITUZIONE E DENOMINAZIONE DEL FONDO MEDIOLANUM INTERNATIONAL LIFE LTD., Compagnia di Assicurazioni sulla vita appartenente al

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Raiffplanet Aggressiva a premio unico

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Raiffplanet Aggressiva a premio unico Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Raiffplanet Aggressiva a premio unico (Mod. V70SSISRA137-0415) Pagina 1

Dettagli

Regolamento Fondo interno

Regolamento Fondo interno Regolamento Fondo interno Regolamento del fondo interno ALLIANZ CONSERVATIVO 1 - Istituzione e denominazione del fondo La Società ha istituito e gestisce, secondo le modalità previste dal presente Regolamento,

Dettagli

SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE B.P.Vi FONDI SGR S.p.A. Gruppo Bancario Banca Popolare di Vicenza S.c.p.a. PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

1/12. 3 Il FONDO PENSIONE intende stipulare la convenzione di cui all art. 6, comma 2, del Decreto. Convengono e stipulano la seguente:

1/12. 3 Il FONDO PENSIONE intende stipulare la convenzione di cui all art. 6, comma 2, del Decreto. Convengono e stipulano la seguente: 1/12 ALLEGATO N. 3 al regolamento del fondo pensione aperto PREVIGEST FUND MEDIOLANUM condizioni e modalità di erogazione delle rendite Si riporta il testo integrale della convenzione per l assicurazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO Comparto 2 Bilanciato

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO Comparto 2 Bilanciato Allegato 4 REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO Comparto 2 Bilanciato ARTICOLO 1 - ISTITUZIONE E DENOMINAZIONE DEL FONDO INTERNO La Società ha istituito in data 2 dicembre 2010, e gestisce secondo le modalità

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO OPTIMIZ BEST START EVOLUTION

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO OPTIMIZ BEST START EVOLUTION Regolamento del fondo interno Optimiz Best Start Evolution A) OBIETTIVI E DESCRIZIONE DEL FONDO Il fondo Optimiz Best Start Evolution è un fondo interno di tipo N (vale a dire accessibile a una pluralità

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore-contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO "ZED OMNIFUND" Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998

FONDO PENSIONE APERTO ZED OMNIFUND Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998 FONDO PENSIONE APERTO "ZED OMNIFUND" Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2006 - LINEA GARANTITA ESERCIZIO IN CORSO 31.12.2006

Dettagli

SISTEMA SYMPHONIA REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI ARMONIZZATI APPARTENENTI AL GESTITI DA SYMPHONIA SGR

SISTEMA SYMPHONIA REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI ARMONIZZATI APPARTENENTI AL GESTITI DA SYMPHONIA SGR REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI ARMONIZZATI APPARTENENTI AL SISTEMA SYMPHONIA GESTITI DA SYMPHONIA SGR validità 1 gennio 2012 TESTO A FRONTE PER CONFRONTO VARIAZIONI REGOLAMENTARI

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno

Regolamento del Fondo Interno Regolamento del Fondo Interno Art. 1 Istituzione e denominazione del Fondo Interno Helvetia Vita S.p.A. (di seguito la "Compagnia"), al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti degli investitori

Dettagli

rb vita QUALITY LIFE 2.0 SUPPLEMENTO AI FASCICOLI INFORMATIVI QUALITY LIFE 2.0 (Tariffe 38UR05_RBV e38ur07_rbv)

rb vita QUALITY LIFE 2.0 SUPPLEMENTO AI FASCICOLI INFORMATIVI QUALITY LIFE 2.0 (Tariffe 38UR05_RBV e38ur07_rbv) rb vita QUALITY LIFE 2.0 SUPPLEMENTO AI FASCICOLI INFORMATIVI QUALITY LIFE 2.0 (Tariffe 38UR05_RBV e38ur07_rbv) Il presente Supplemento forma parte integrante e necessaria dei Fascicoli informativi QUALITY

Dettagli

Regolamento dei fondi interni Data ultimo aggiornamento 06/11/2014

Regolamento dei fondi interni Data ultimo aggiornamento 06/11/2014 Data ultimo aggiornamento 06/11/2014 REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI 1 - Istituzione e denominazione del fondo La Società ha istituito e gestisce, secondo le modalità previste dal presente Regolamento, i

Dettagli

MANUALE DELLE SEGNALAZIONI STATISTICHE E DI VIGILANZA DEI FONDI PENSIONE Principali variazioni apportate agli schemi

MANUALE DELLE SEGNALAZIONI STATISTICHE E DI VIGILANZA DEI FONDI PENSIONE Principali variazioni apportate agli schemi MANUALE DELLE SEGNALAZIONI STATISTICHE E DI VIGILANZA DEI FONDI PENSIONE Principali variazioni apportate agli schemi (Allegato alla Circolare 5879 del 18 settembre 2014) Variazioni formalmente sottoposte

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di Veneto Global Profile unit linked, prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked

Offerta pubblica di sottoscrizione di Veneto Global Profile unit linked, prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked Skandia Vita S.p.A. Impresa di assicurazione appartenente al Gruppo Skandia Il presente prodotto è distribuito da Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali ed Artigiane del Veneto Offerta pubblica di

Dettagli

PIP - ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO INTEGRATIVO PER L ANNO 2008

PIP - ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO INTEGRATIVO PER L ANNO 2008 PIP - ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO INTEGRATIVO PER L ANNO 2008 Definizioni - PIP: piani individuali pensionistici di tipo assicurativo attuati mediante contratti di assicurazione sulla vita;

Dettagli

TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione

TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione 1/16 TAXBENEFIT NEW Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo - Fondo Pensione SEZIONE III - INFORMAZIONI SULL AAMENTO DELLA GESTIONE valida dal 26 aprile 2010 Dati aggiornati al 31 dicembre

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO DI GESTIONE

REGOLAMENTO UNICO DI GESTIONE appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO UNICO DI GESTIONE dei Fondi Comuni d Investimento Mobiliare Aperti Armonizzati, denominati BancoPosta Obbligazionario Euro Breve Termine BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA HV PREVIREND

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA HV PREVIREND REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA HV PREVIREND Art. 1 - Costituzione e denominazione della gestione separata Helvetia Vita S.p.A. (la Società ) ha costituito una speciale forma di gestione degli investimenti,

Dettagli

Comparto 1 Obbligazionario Misto Euro

Comparto 1 Obbligazionario Misto Euro REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI DI NUOVA ISTITUZIONE ARTICOLO 1: ISTITUZIONE E DENOMINAZIONE DEI FONDI INTERNI La Società ha istituito in data 2 dicembre 2010, e gestisce secondo le modalità descritte nel

Dettagli

Alle Imprese di Assicurazione sulla vita con sede legale in Italia Prot. n. 250071 Allegati LORO SEDI

Alle Imprese di Assicurazione sulla vita con sede legale in Italia Prot. n. 250071 Allegati LORO SEDI I S V A P Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo Roma, 21 febbraio 2002 Alle Imprese di Assicurazione sulla vita con sede legale in Italia Prot. n. 250071 Allegati

Dettagli

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Piazza Carlo Erba 6 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2006 - LINEA GARANTITA ESERCIZIO IN CORSO 31.12.2006 ESERCIZIO PRECEDENTE

Dettagli

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2009 - COMPARTO "LINEA CONSERVATIVA" ESERCIZIO IN CORSO 31.12.2009

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta a illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998

ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 ZURICH CONTRIBUTION Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 37 del 09/12/1998 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2011 - COMPARTO "LINEA CONSERVATIVA" ESERCIZIO IN CORSO 31.12.2011

Dettagli

rb vita RVII ips - RVII ips/cb - RVII ips/5 - RVII ips/10 - RVII ips/2t

rb vita RVII ips - RVII ips/cb - RVII ips/5 - RVII ips/10 - RVII ips/2t rb vita RVII ips - RVII ips/cb - RVII ips/5 - RVII ips/10 - RVII ips/2t SUPPLEMENTO AL FASCICOLO INFORMATIVO RVII ips - RVII ips/cb - RVII ips/5 - RVII ips/10 - RVII ips/2t (Tariffe RVII ips, - RVII ips/cb

Dettagli

ABCD. Rendiconto annuale della gestione del Fondo interno assicurativo F.A.P. 2002-2014 per l esercizio dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014

ABCD. Rendiconto annuale della gestione del Fondo interno assicurativo F.A.P. 2002-2014 per l esercizio dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014 ABCD FIDEURAM Vita S.p.A. Rendiconto annuale della gestione del Fondo interno assicurativo F.A.P. 2002-2014 per l esercizio dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014 (con relativa relazione della società

Dettagli

A) INFORMAZIONI GENERALI. Pagina 1 di 32

A) INFORMAZIONI GENERALI. Pagina 1 di 32 PARTE I DEL PROSPETTO D OFFERTA INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO E SULLE COPERTURE ASSICURATIVE La Parte I del Prospetto di offerta, da consegnare su richiesta all Investitore-Contraente, è volta ad illustrare

Dettagli

ABCD. Rendiconto annuale della gestione del Fondo interno assicurativo F.U.L.2 2014-2033 per l esercizio dal 7 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014

ABCD. Rendiconto annuale della gestione del Fondo interno assicurativo F.U.L.2 2014-2033 per l esercizio dal 7 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014 ABCD FIDEURAM Vita S.p.A. Rendiconto annuale della gestione del Fondo interno assicurativo F.U.L.2 2014-2033 per l esercizio dal 7 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014 (con relativa relazione della società

Dettagli

LINEA BILANCIATA. Grado di rischio: medio

LINEA BILANCIATA. Grado di rischio: medio LINEA BILANCIATA Finalità della gestione: rivalutazione del capitale investito rispondendo alle esigenze di un soggetto che privilegia la continuità dei risultati nei singoli esercizi e accetta un esposizione

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO "ZED OMNIFUND" Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998

FONDO PENSIONE APERTO ZED OMNIFUND Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998 FONDO PENSIONE APERTO "ZED OMNIFUND" Sede in Milano - Via Benigno Crespi, 23 Iscrizione Albo Fondi Pensione n 39 del 09/12/1998 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2009 - COMPARTO AZIONARIA ESERCIZIO IN CORSO

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica versamento in unica soluzione

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica versamento in unica soluzione Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica versamento in unica soluzione Informazioni specifiche La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da

Dettagli

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica adesione a piani di accumulo

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica adesione a piani di accumulo Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica adesione a piani di accumulo Informazioni specifiche La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare

Dettagli

MEDIOLANUM REAL ESTATE gestito da Mediolanum Gestione Fondi SGR p.a.

MEDIOLANUM REAL ESTATE gestito da Mediolanum Gestione Fondi SGR p.a. Offerta al pubblico e ammissione alle negoziazioni di quote del fondo comune di investimento immobiliare chiuso ad accumulazione ed a distribuzione dei proventi denominato MEDIOLANUM REAL ESTATE gestito

Dettagli

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A.

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Sistema Anima Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Linea Mercati Anima Liquidità Euro Anima Riserva Dollaro

Dettagli

GRUPPO CREDEM GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO

GRUPPO CREDEM GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO GRUPPO CREDEM GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO Agenzie di Rating: società indipendenti che esprimono giudizi (rating) relativi al merito creditizio degli strumenti finanziari di natura

Dettagli

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 LA SOSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ GESTORE A partire dal 3 giugno

Dettagli

Gestione Più Valore. Regolamento Fondi Interni CONSERVATIVO AZIONARIO FLESSIBILE SVILUPPO RIFUGIO EUROBBLIGAZIONE MONETARIO

Gestione Più Valore. Regolamento Fondi Interni CONSERVATIVO AZIONARIO FLESSIBILE SVILUPPO RIFUGIO EUROBBLIGAZIONE MONETARIO Gestione Più Valore Regolamento Fondi Interni CONSERVATIVO AZIONARIO FLESSIBILE SVILUPPO RIFUGIO EUROBBLIGAZIONE MONETARIO Gestione Più Valore PREMESSA Si avverte coloro che hanno sottoscritto o intendano

Dettagli

ABCD. Rendiconto annuale della gestione del Fondo interno assicurativo F.U.L.2 2004-2021 per l esercizio dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014

ABCD. Rendiconto annuale della gestione del Fondo interno assicurativo F.U.L.2 2004-2021 per l esercizio dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014 ABCD FIDEURAM Vita S.p.A. Rendiconto annuale della gestione del Fondo interno assicurativo F.U.L.2 2004-2021 per l esercizio dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014 (con relativa relazione della società

Dettagli

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Sistema PRIMA Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Fondi Linea Mercati OICVM: Anima Fix Euro Anima Fix Obbligazionario

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Ottobre 2020 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS F INFLAZIONE

Dettagli

Lombarda Vita Multi Asset - UBI Edition

Lombarda Vita Multi Asset - UBI Edition Lombarda Vita S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PREMI UNICI AGGIUNTIVI CON PRESTAZIONI LEGATE AL VALORE DELLE QUOTE DI FONDI INTERNI E AL RENDIMENTO

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE FONDO PENSIONE APERTO CARIGE INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE I dati e le informazioni riportati sono aggiornati al 31 dicembre 2006. 1 di 8 La SGR è dotata di una funzione di Risk Management

Dettagli

SCHEDA TECNICA DESCRIZIONE SEZIONI DI INVESTIMENTO

SCHEDA TECNICA DESCRIZIONE SEZIONI DI INVESTIMENTO SCHEDA TECNICA DESCRIZIONE SEZIONI DI INVESTIMENTO DURATA CONTRATTUALE LIMITI ASSUNTIVI QUESTIONARI PRESTAZIONI IN CASO DI VITA DELL ASSICURATO (capitale a scadenza) PRESTAZIONE IN CASO DI DECESSO DELL

Dettagli

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto Zurich Life Insurance Italia S.p.A. ZED OMNIFUND fondo pensione aperto SCHEDA SINTETICA La presente Scheda Sintetica costituisce parte integrante della Nota Informativa. Essa è redatta al fine di facilitare

Dettagli

Schema di rendiconto dei fondi interni assicurativi Allegato 1 RENDICONTO DEL FONDO INTERNO (comparto) CONSERVATIVO SEZIONE PATRIMONIALE AL 31-12-2014

Schema di rendiconto dei fondi interni assicurativi Allegato 1 RENDICONTO DEL FONDO INTERNO (comparto) CONSERVATIVO SEZIONE PATRIMONIALE AL 31-12-2014 RENDICONTO DEL FONDO INTERNO (comparto) CONSERVATIVO NEGOZIATI 3.706.609 98,14 4.087.604 98,04 A3. Parti di O.I.C.R. 3.706.609 98,14 4.087.604 98,04 D. PRONTI CONTRO TERMINE O ALTRE MONETARIE E. DEPOSITI

Dettagli

BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA SEZIONE 1.14.05 - TITOLI: GESTIONE PATRIMONI MOBILIARI - AGGIORNAMENTO 19/03/2007

BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA SEZIONE 1.14.05 - TITOLI: GESTIONE PATRIMONI MOBILIARI - AGGIORNAMENTO 19/03/2007 GESTIONE PATRIMONI MOBILIARI GESTORE DELEGATO OPTIMA SPA SOC. DI GESTIONE DEL RISPARMIO Via Camperio 8 20123 Milano Mi CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI Definizione e funzione economica Il servizio di Gestione

Dettagli

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito Aprile 2021 A chi si rivolge info Prodotto Eurizon Multiasset Reddito è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che persegue l'obiettivo di ottimizzare il rendimento del Fondo in un orizzonte temporale

Dettagli

Codice della proposta di investimento e del fondo interno: QF

Codice della proposta di investimento e del fondo interno: QF Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO Collocatore Pagina 1 di 12 A) SCHEDA IDENTIFICATIVA funzionamento. Denominazione, tipologia e durata del

Dettagli

Appendice Richiesta dall Organo di Controllo-ISVAP

Appendice Richiesta dall Organo di Controllo-ISVAP Appendice Richiesta dall Organo di Controllo-ISVAP IMPERUM Nota informativa B AVVERTENZE PER IL CONTRAENTE Questa polizza rientra nella categoria di polizze collegate a fondi di investimento denominate

Dettagli

UniCredit Soluzione Fondi

UniCredit Soluzione Fondi UniCredit Soluzione Fondi Regolamento Unico di Gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare aperti armonizzati appartenenti al Sistema UniCredit Soluzione Fondi Valido a decorrere dal 1 marzo 2012.

Dettagli