Rassegna stampa del 11/02/2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna stampa del 11/02/2010"

Transcript

1 Ufficio Stampa Rassegna stampa del 11/02/ Prodotta da Kikloi s.r.l.

2 Rassegna stampa del 11/02/2010 Italia Oggi Bertolaso nella bufera, ma resta(stampa Nazionale) Carceri, un piano in deroga(stampa Nazionale) Haiti, Unione compatta sulle adozioni(stampa Nazionale) La Voce di Romagna forlì "FORLÌ ATTENTA AI DISABILI"(CSV Forlì Cesena) Il Resto del Carlino Forlì CORSO SUI "MANDALA" ALLA CIRCOSCRIZIONE 2(CSV Forlì Cesena) Assistenza ai bisognosi e amministrazione oculata(csv Forlì Cesena) - Prodotta da Kikloi s.r.l.

3 Appalti della Maddalena per il G8: indagato il capo della Protezione civile, arresti per Balducci Bertolaso nella bufera, ma resta Respinte le dimissioni, il governo conferma la piena fiducia DI ALESSANDRA RICCIARDI ufera sulla Protezione civile. Il sistema di getione delle emergenze che negli anni si è estes o fino a ricomprende anche i grandi eventi, dal Giubileo alla gara velistica Louis Vuitton Cup, è finito nel mirino della magistratura. Con quattro arresti e un indagato di eccellenza,quel Guido Bertolaso che della Protezione civile degli ultimi anni è diventato l'effige. L'inchiesta, portata avanti dalla Procura di Firenze, riguarda gli appalti per il G8 della Maddalena, costati 327 milioni di euro: il capo del dipartimento dell a Protezione è stato raggiunto da un avviso di garanzia per corruzione, mentre per l'attuatore delle opere, Angelo Balducci, presidente del Consiglio superiori lavori pubblici nonché tra i più stretti collaboratori dello stess o Bertolaso dai tempi del Giubileo, sono scattati gli arresti. Una situazione che ha indotto il capo della Protezione a rassegnare le dimissioni («non voglio intralciar e gli inquirenti, ho chiesto di essere subito ascoltato»). Dimissioni poi respinte dall'intero governo, che ieri se ne è occupato durante la seduta del consiglio dei ministri. «La vicenda di Bertolaso sono sicuro si chiuderà bene, ho piena fiducia nella sua correttezza di servitore dello stato», è la difes a a spada tratta del sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri, Gianni Letta. «Bertolaso è perseguitato», liquida il pre - mier, Silvio Berlusconi, «c'è uno sport nazionale, andare a deprimere chi fa il bene del paese». Bertolaso è alla guid a del Dipartimento da ormai dieci anni, confermato da governi di centrosinistra e Angelo Balducc i centrodestra : le ordinanz e che assegnano le emergenze e i grandi eventi al dipartimento sono via via cre - sciute, fino a raggiungere la cifra record di 600. Dentro c'è di tutto, dal traffico ai mondiali di nuoto del 2009, tutti casi urgenti per la cui soluzionel'ordinanza consente di aggirare i normali controlli e paletti per l'affidamento di lavori pubblici. L'inchiesta, coordinata dal procuratore Giovanni Ferrara e dal sostituto Sergio Colaiocco, punta a fare luce su rapporti d'affari e legami più o meno diretti tra Balducci, alcuni suoi familiari e le società di costruzione che avrebbero dovuto trasformare l'ex base Nato in un villaggi o a cinque stelle, in occasione del vertice del G8. Nell'ordinanza di arresto si sostengono indizi di colpevolezza che riguardan o fattispecie correttive, spiegano i magistrati, relative agli appalti di alcune grandi opere che sarebbero stati assegnati nel quadro di uno scambio di favori tra dirigenti dello Stato preposti agli uffici interessati e privati imprenditori. Il sospetto, trapela da ambienti giudiziari, è che quello di Firenze sia solo il primo anello di un'inchiesta a catena. Riproduzione riservata E intanto il Demanio cerca 600 mq di casa per la Spa La richiesta dovrebbe essere giunta-al momento non si hanno conferme ufficiali- già da un paio di settimane: l'agenzi a del Demanio sta cercando casa per la Protezione civile spa, la società operativa nel settore emergenze e grandi eventi che dalla prossima settimanasarà al voto finale della camera. L'ultima Finanziaria ha assegnato all'agenzia diretta d a Maurizio Prato il compito esclusivo di darealloggi a tutte le amministrazioni e società pubbliche. Salvo, e lo chiarisce proprio il ddl di riforma della Protezione civile, per la copertura di serviz i ad alto tasso di riservatezza e sicurezza, per i quali provvederà direttamente la Presidenza del consiglio. La casa della spa dovrebbe essere di circa 600 mq, dovrebbe ospitare una cinquantina di dipendenti, una decina di dirigenti e qualche sala di rappresentanza. Su queste caratteristiche, il portfolio degli immobili liberi su Roma è abbastanza nutrito, i n periferia, certamente, magari a Tor di Quinto, nella stessa zona in cui sorge la sala operativa di via VitorcMano, ma nello stesso centro. {Ales.Ric.) Pagina 4 -e Riproduzione riservata-

4 PROTEZIONE SPA Carceri, un. Piano in deroga Piano carceri al via anche con Protezione civile spa. È quanto prevedono gli emendamenti approvati dall'assemblea del Senato martedì sera nell'ambito della conversione in legge del decreto legge 195/0 9 (che dovrà essere esami - nato dalla Camera). Le norme approvate stabili - scono, fra le altre cose, che il Commissario straordinario per l'emergenza carceraria (che dovrà gestire la realizzazione di 47 interventi aggiuntivi alle carceri esistenti e di 18 nuovi istituti) possa avvalersi della società «Protezione civile spa» per le attività di progettazione, scelta del contraente, direzione lavori e vigilanza degli interventi strutturali ed infrastrutturali attuati in esecuzione del programma. Il Senato ha confermato, approvando l'emendamento del governo, la derog a al vincolo di subappalto dei lavori della cosiddetta categoria prevalente (che passa dal 30 al 50%). Per accelerare l'avvio de - gli interventi volti alla realizzazione di nuov e infrastrutture carcerarie e l'aumento di quelle esistenti, si è stabilito che nell'utilizzo delle risorse disponibili si vada in deroga al vincolo di destinazione dei fondi (nelle regioni del Mezzogiorn o 1'85% delle risorse e il restante 15% alle regioni del Centro-Nord). Per quel che riguarda i controlli antimafia il Se - nato li ha estesi, oltre che ai contratti pubblici e ai successivi subappalti e subcontratti avent i ad oggetto lavori, servizi e forniture, anche alle «erogazioni e concessioni di provvidenze pubbliche attuati in esecuzione del programma». Infine la norma varata dal Senato prevede anche una disposizione aggiuntiva in base alla quale si snellisce la procedura di nomina dei commissari straordinari per gli interventi relativi alla trasmissione e alla distribuzione dell'energia, nonché per gli interventi relativi alla produzion e dell'energia, da realizza - re con capitale prevalentemente o interamente privato, per i quali ricorrono particolari ragioni di urgenza in riferimento allo sviluppo socio-economico. -- Ripraluzione riservata a Pagina 24 Un,,istro 1 4. ami.

5 Haiti, Unione compatta sulle adozion i Unione europea compatta sulle adozioni degli orfani del terremoto di Haiti. Questa l a posizione emersa a Bruxelles, dove la pre - sidenza spagnola di turno ha annunciato il varo di una politica comune Ue in materia. Il vicepremier Maria Teresa De la Vega h a anticipato che il ministro degli esteri Miguel Angel Moratinos si sta già muovend o sulla base di tre idee di base: accelerazione delle procedure di adozione già avviate, rafforzamento dell'assistenza ai minori isolati e poten - ziamento dell'azion e per la protezione de i minori ad Haiti. An - che in fatto di assi - stenza ai minori ch e si trovano ancora in difficoltà ad Haitì, i ministri europei hanno trovato una posi - zione comune. «La situazione dei bam - bini ad Haiti è dram - matica: loro devono essere la priorità de l nostro intervent o nel paese», ha sot - tolineato il ministro degli esteri, Franco Frattini, intervenendo all ' assemblea de l Consiglio d'europa a Strasburgo e spiegando che «dobbiamo creare un coordinamen - to internazionale ed ancor prima europeo, per vigilare su quei bimbi e garantire lor o un futuro. Anzitutto ad Haiti». Parlando della situazione nell'isola colpita dal terremoto, il responsabile della Farnesina h a detto che «è necessario sentirsi tutti coinvolti e responsabili» nel destino dei bambini haitiani, sentendo «tutto il dovere di lanciare iniziative concrete per aiutarli». Frattini ha ricordato così l'importanz a della solidarietà, invitando ad «incoraggiare le adozioni a distanza. Ma non solo. Non basta», ha concluso. Nella tragedi a del terremoto ad Haiti una storia che va controtendenza: un'adozione di due bambini haitiani da parte di una famiglia italiana, bloccata per un cavillo burocratic o da quasi cinque anni, con i piccoli ancor a in orfanotrofio, si è finalmente sbloccata, con il permesso di espatrio per Wilson e Patrik. I due sono già ospiti dell'ambasciata italiana di Santo Domingo, in attesa che i loro genitori li portino finalment e in Italia. È stato il sottosegretario Carlo Giovanardi, ch e è anche president e della Commission e Adozioni Interna - zionali, a dare l a notizia. L'ambascia - tore italiano ad Hai - ti Enrico Guicciardi, su indicazione dell o stesso Giovanardi, ha ottenuto dalle autorità haitiane i l permesso all'espa - trio in Italia per i due fratellini Wilso n e Patrik Trevisol, che non hanno ancor a dieci anni. L'ambasciatore ha accompagnato i bambini dall'orfanotrofio di Port - Au-Prince alla nostra ambasciata di Santo Domingo, dove i coniugi Trevisol potrann o finalmente abbracciarli e tornare con loro in Italia. «Si tratta», ha precisato subito Giovanardi, «di bambini haitiani la cui adozione da parte della coppia era gi à stata perfezionata prima del terremoto». «Siamo strafelici per questo momento ch e stiamo vivendo. Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito», hanno detto all'ansa i coniugi Trevisol appena appres a la notizia : -Speriamo che i bambini possa - no trovare finalmente la felicità». Pagina 45 Su Swili. Tin,,]

6 FORLI - Alcune precisazioni a seguito di notizie apparse sulla stampa miranti a raffigurare una situazione di no n sufficiente interesse dell'amministrazione Comunale verso le persone disabili e le loro famiglie. Le scelte della Regione, fatte proprie da Forlì, perseguono come obiettiv o prioritario il sostegno della permanenza della person a presso il domicilio. E' stata introdotta anche per i disabili una contribuzione definita «Assegno di Cura» a favore di chi assiste persone con disabilità gravi, per potenziare l a permanenza a domicilio. Il Progetto è predisposto sulla ba - Le precisazioni di Drei assessore al Welfar e "Forlì attenta ai disabili" se di una valutazione globale del bisogno e di un piano assistenziale individuale. L'erogazione degli Assegni è regolamentata da normative regionali e rivolto a persone in situazione di handicap grave, con forte compromissione del - le funzioni cognitive o totale dipendenza fisica. Qui l'amministrazione decise di destinare l'assegno in primis a sostegno di programmi di assistenza a domicilio a favore d i disabili acquisiti per eventi traumatici o patologie neuro - degenerative che non avevano risposta nella rete di servizi territoriali, e a favore di giovani disabili a sostegno d i scelte di vita autonoma. Nel Forlivese sono erogati assegni a 70 famiglie con disabili. Quasi tutti supportano progetti di assistenza domiciliare sulle 24 ore. Forlì ha un'ampia offerta di centri diurni per persone con grave disabilità (qua - si tre volte più della media regionale). L'Amministrazione promuove i servizi col coinvolgimento delle famiglie e l a partecipazione di enti preposti alla tutela dei disabili. Davide Drei -Assessore Welfare Pagina 1 3 Ik iìt r!m abbili

7 press.ife 11 /02/2010 a Resto del Orlino Forlì Corso sui ' Mandala ' alla circoscrizione 2 «MANDALA, dipingiamo le nostre emozioni» è il tema del corso d i manualità, promosso da Auser con l a circoscrizione 2, che si terrà domani, i119 e il 26 febbraio dalle 16 alle 18 i n via Curiel 51. Sarà tenuto da Antonell a Conficconi. Informazioni e iscrizioni : Auser tel dalle 9 alle 12

8 press.ife 11/02/2010 a Resto del Orlino Forlì mregrione Assistenza ai bisognos i e amministrazione oculata LA PIÙ avvertita emergenza in se - de nazionale e regionale è quell a concernente sicurezza e giustizia, con una certezza effettiva della pe - na per tutti, italiani e stranieri. Oc - corre parità di diritti e doveri ma anche tolleranza zero nei confront i di chi viola le leggi, compresi quel - li che sfruttano in maniera indecen - te una manodopera priva di difesa. Pur comprendendo i doveri che l'umanità impone nei confront i dei più sfortunati, è pur vero che i l primo compito delle istituzioni nazionali e locali è quello di assister e i cittadini più disagiati.un'oculat a amministrazione della sanità, dell'edilizia, della cultura e della si - curezza nella nostra regione non deve essere messa a repentaglio per - ché le tasse sono giustificate sola - mente da servizi soddisfacenti. Pietro Forgnone

Rassegna stampa del 06/05/2010

Rassegna stampa del 06/05/2010 Ufficio Stampa Rassegna stampa del 06/05/2010 www.kikloi.it - Prodotta da Kikloi s.r.l. Rassegna stampa del 06/05/2010 Il Sole 24 Ore Per il Terzo Settore riordino urgente(stampa Nazionale) Il Corriere

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6193528 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

A.I.C.S. - Solidarietà

A.I.C.S. - Solidarietà STATUTO ART.1 COSTITUZIONE E DENOMINAZIONE E costituita l Associazione Regionale fra Comitati Provinciali della Toscana dell A.I.C.S. che operano nel campo delle attività culturali, sportive e sociali

Dettagli

COMITATO DI GESTIONE FONDO SPECIALE PER IL VOLONTARIATO EMILIA ROMAGNA. Regolamento 2012-2014 INDICE

COMITATO DI GESTIONE FONDO SPECIALE PER IL VOLONTARIATO EMILIA ROMAGNA. Regolamento 2012-2014 INDICE COMITATO DI GESTIONE FONDO SPECIALE PER IL VOLONTARIATO EMILIA ROMAGNA Regolamento 2012-2014 Data di approvazione 11 settembre 2012 INDICE Pag. 2 Art. 1 Istituzione Art. 2 Finalità Pag. 3 Art. 3 Ordinamento

Dettagli

Rassegna Stampa. Venerdì 11 Aprile 2014

Rassegna Stampa. Venerdì 11 Aprile 2014 Rassegna Stampa 11 Aprile 2014 Sommario Testata Data Pag. Titolo p. 1. Previdenza Sole 24 Ore (Il) 11 Relazioni industriali - Welfare di distretto a Prato (Pieraccini Silvia) Sole 24 Ore (Il) 26 Il fisco

Dettagli

IL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE CORSO BASE DI FORMAZIONE

IL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE CORSO BASE DI FORMAZIONE IL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE CORSO BASE DI FORMAZIONE «IL VOLONTARIATO E UN TEMPO LIBERATO DA ALTRE CURE» Madre Teresa CHI HA INVENTATO IL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE IN ITALIA? FIRENZE

Dettagli

La rivolta di regioni ed enti locali contro il ritorno alla tesoreria unica

La rivolta di regioni ed enti locali contro il ritorno alla tesoreria unica 1 di 6 04/03/2012 21:47 Quotidiano di Informazione Giuridica Diretto da Avv. Carmelo Giurdanella 2 marzo 2012, 16:30 La rivolta di regioni ed enti locali contro il ritorno alla tesoreria unica Le iniziative

Dettagli

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1. Sesso maschile femminile 2. Età anni 14-17 18-25 26-35 36-60 più di 60 3. In quale settore/i svolgi prioritariamente la tua attività? Ricerca Pubblica

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Il comma 7 7) I commi 9, 10 e 11 I commi 13, 14 e 15, Il comma 18

Il comma 7 7) I commi 9, 10 e 11 I commi 13, 14 e 15, Il comma 18 ALLEGATO 2 Innovazioni introdotte in materia di contrasto alla criminalità organizzata dall articolo 2 della legge 15 luglio 2009, n. 94, recante Disposizioni in materia di sicurezza pubblica, 1) Il comma

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 23/01/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 7

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 23/01/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 7 Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 15 gennaio 2014, n. 18 Piano straordinario per l'emergenza abitativa nel Lazio e attuazione del Programma per l'emergenza abitativa

Dettagli

Cota: Lamiagiunta. Èl oradiresistere. Tosi accorre da Verona e attacca la magistratura

Cota: Lamiagiunta. Èl oradiresistere. Tosi accorre da Verona e attacca la magistratura Cota: Lamiagiunta nontraballa Èl oradiresistere Tosi accorre da Verona e attacca la magistratura Retroscena «La mia giunta non traballa. Nei m o m e n t i difficili bisogna saper resistere». Roberto Cota,

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

FAX URGENTE. c.a. Ministro della Salute On. Livia TURCO. c.a. Sottosegretario Ministero dell Interno On. Marcella LUCIDI

FAX URGENTE. c.a. Ministro della Salute On. Livia TURCO. c.a. Sottosegretario Ministero dell Interno On. Marcella LUCIDI Associazione On the Road onlus Martinsicuro, 3 luglio 2007 Prot. n. 256/07/OTR FAX URGENTE c.a. Ministro della Salute On. Livia TURCO c.a. Sottosegretario Ministero dell Interno On. Marcella LUCIDI p.c.

Dettagli

Legge Regionale Piemonte 8 novembre 1989, n. 64

Legge Regionale Piemonte 8 novembre 1989, n. 64 Legge Regionale Piemonte 8 novembre 1989, n. 64 Interventi regionali a favore degli immigrati extra-comunitari residenti in Piemonte pubblicata su B.U.R. Piemonte n. 46 del 15 novembre 1989 Art. 1 (Finalità)

Dettagli

MODULO PER L IDENTIFICAZIONE E L ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA

MODULO PER L IDENTIFICAZIONE E L ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA MODULO PER L IDENTIFICAZIONE E L ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA (INSTAURAZIONE/AGGIORNAMENTO RAPPORTO CONTINUATIVO) (per società, enti giuridici, ditte individuali etc.) (Artt. 15 e ss. D. lgs. 231/2007)

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITA 2014-2016: IL MAXIEMENDAMENTO DEL GOVERNO

LA LEGGE DI STABILITA 2014-2016: IL MAXIEMENDAMENTO DEL GOVERNO 478 LA LEGGE DI STABILITA 2014-2016: IL MAXIEMENDAMENTO DEL GOVERNO 29 novembre 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente

Dettagli

Consulta DS per l infanzia e l adolescenza Gianni Rodari. Adozione e Affido Familiare Una famiglia per ogni bambino

Consulta DS per l infanzia e l adolescenza Gianni Rodari. Adozione e Affido Familiare Una famiglia per ogni bambino I figli non sono vostri figli. Sono i figli e le figlie della sete che di sé stessa ha la vita... Voi siete gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti. L'Arciere vede il bersaglio

Dettagli

Interventi urgenti a sostegno della crescita

Interventi urgenti a sostegno della crescita Interventi urgenti a sostegno della crescita Misure di accelerazione dell utilizzo delle risorse della politica di coesione (Fondo Sviluppo e Coesione, Piano Azione Coesione e Programmi dei Fondi Strutturali

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014 RASSEGNA STAMPA Sabato, Il Sole 24 Ore 1 Partecipate avanti, sanità alt La Repubblica 1 Fecondazione eterologa via libera in Liguria Cerchiamo donatori ticket in base al reddito Il Secolo XIX 1 Eterologa,

Dettagli

L E G I S L A T U R A. (Difesa) SEDUTA DI MERCOLEDÌ 28 MAGGIO 1997. Presidenza del presidente GUALTIERI INDICE

L E G I S L A T U R A. (Difesa) SEDUTA DI MERCOLEDÌ 28 MAGGIO 1997. Presidenza del presidente GUALTIERI INDICE S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A X I I I L E G I S L A T U R A 4 a COMMISSIONE PERMANENTE (Difesa) 17 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI MERCOLEDÌ 28 MAGGIO 1997 Presidenza del

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 15 novembre 2012, n. 218

DECRETO LEGISLATIVO 15 novembre 2012, n. 218 DECRETO LEGISLATIVO 15 novembre 2012, n. 218 Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, recante codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO FAMILIARE DEI MINORI

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO FAMILIARE DEI MINORI Allegato A alla deliberazione di C.C. n. 46 del 09/10/2015 IL SEGRETARIO COMUNALE Dott.ssa Maria Teresa Vella 1 REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO FAMILIARE DEI MINORI INDICE Art. 1 - Oggetto PREMESSA Art.

Dettagli

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 La lunga crisi economica che ha colpito pesantemente il nostro Paese e con gradi diversi l economia internazionale

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A. GEMELLI - SANT AGNELLO (NA) PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ TRIENNIO 2016-2018 Anno 2016 - VERSIONE 1.03 PREMESSA L'Istituto

Dettagli

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 !1 COUNCIL OF THE EUROPEAN UNION Brussels, 22 July 2014 Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 Onorevole Presidente, Onorevoli Membri della Commissione, Sono

Dettagli

PRASSI OPERATIVA AFFIDO FAMILIARE

PRASSI OPERATIVA AFFIDO FAMILIARE AMBITO TERRITORIALE SOCIALE Comuni di COLBORDOLO - GABICCE MARE GRADARA - MOMBAROCCIO MONTECICCARDO MONTELABBATE PESARO SANT ANGELO IN LIZZOLA - TAVULLIA PRASSI OPERATIVA AFFIDO FAMILIARE PREMESSA - la

Dettagli

Sesto Forum Europeo sulla coesione

Sesto Forum Europeo sulla coesione Sesto Forum Europeo sulla coesione Bruxelles 8 settembre 2014 Intervento del Sottosegretario di Stato, On.Sandro Gozi, nella sessione di apertura Restoring growth and jobs: how can cohesion policy contribute

Dettagli

ITALIA: suddivisione amministrativa. 20 regioni di cui 5 a statuto speciale. oltre 100 province. oltre 8000 comuni

ITALIA: suddivisione amministrativa. 20 regioni di cui 5 a statuto speciale. oltre 100 province. oltre 8000 comuni ITALIA: suddivisione amministrativa 20 regioni di cui 5 a statuto speciale oltre 100 province oltre 8000 comuni informazioni turistiche musei, geografia, hotel ristoranti su tutte le province italiane

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL'ASSEGNO DI CURA EROGATO PER IL MANTENIMENTO A DOMICILIO DELL'ANZIANO NON AUTOSUFFICIENTE

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL'ASSEGNO DI CURA EROGATO PER IL MANTENIMENTO A DOMICILIO DELL'ANZIANO NON AUTOSUFFICIENTE LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL'ASSEGNO DI CURA EROGATO PER IL MANTENIMENTO A DOMICILIO DELL'ANZIANO NON AUTOSUFFICIENTE Approvato dal Comitato di Distretto nella seduta del 28.01.2011 Modificato dal

Dettagli

vista la legge n. 328/2000 legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali;

vista la legge n. 328/2000 legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali; REGIONE PIEMONTE BU7 19/02/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 26 gennaio 2015, n. 18-942 Approvazione Protocollo Operativo tra Ministero della Giustizia, Regione Piemonte, Anci Piemonte, Tribunale

Dettagli

Rassegna Stampa. Napoli, mercoledì 27 gennaio 2010. A cura dell Ufficio Stampa Gesco. Ida Palisi - Maria Nocerino

Rassegna Stampa. Napoli, mercoledì 27 gennaio 2010. A cura dell Ufficio Stampa Gesco. Ida Palisi - Maria Nocerino Rassegna Stampa Napoli, A cura dell Ufficio Stampa Gesco Ida Palisi - Maria Nocerino Info: ufficio.stampa@gescosociale.it 081 7872037 int. 206/240 Comunicato stampa rassegna stampa martedì 26 gennaio 2010

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 2/7 DEL 22.1.2014

DELIBERAZIONE N. 2/7 DEL 22.1.2014 Oggetto: Intesa tra il Governo e le Regioni, le Province autonome di Trento e Bolzano e le Autonomie locali, ai sensi dell art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, concernente l utilizzo di

Dettagli

AIBE Index. Osservatorio sull attrattività dell Italia presso gli investitori esteri

AIBE Index. Osservatorio sull attrattività dell Italia presso gli investitori esteri 1 AIBE Index Osservatorio sull attrattività dell Italia presso gli investitori esteri Seconda edizione Milano, Novembre 2014 (Rif.1344v214) Indice 2 Obiettivi e metodologia Pag. 3 I fattori di attrattività

Dettagli

Piazza Regina Margherita, 27 12017 Robilante (Cuneo)

Piazza Regina Margherita, 27 12017 Robilante (Cuneo) Costituita dai Comuni di: Beinette, Boves, Chiusa di Pesio, Entracque, Limone Piemonte, Peveragno, Pianfei, Roaschia, Robilante, Roccavione, Valdieri, Vernante Piazza Regina Margherita, 27 12017 Robilante

Dettagli

www.dirittifondamentali.it - Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale ISSN: 2240-9823

www.dirittifondamentali.it - Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale ISSN: 2240-9823 «Concorso in magistratura: valgono più le ragioni di spesa della difesa erariale o quelle di salute dell aspirante magistrato disabile? Divergenza di vedute fra Giudici amministrativi in sede cautelare»

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTO l articolo 87, comma quinto, della Costituzione; VISTO l articolo 17, comma 4-bis, della legge 23 agosto 1988, n. 400; VISTO l'articolo 1 del decreto-legge 16 dicembre

Dettagli

2ª COMMISSIONE PERMANENTE

2ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 2ª COMMISSIONE PERMANENTE (Giustizia) Seduta n. 548 DISEGNI DI LEGGE IN SEDE DELIBERANTE 90º Resoconto stenografico SEDUTA DI MARTEDÌ 17 GENNAIO 2006 (Notturna)

Dettagli

rassegna stampa A cura di Ida Palisi Ufficio stampa Gesco 081 7872037 int. 220 ufficio.stampa@gescosociale.it

rassegna stampa A cura di Ida Palisi Ufficio stampa Gesco 081 7872037 int. 220 ufficio.stampa@gescosociale.it A cura di Ida Palisi Ufficio stampa Gesco 081 7872037 int. 220 ufficio.stampa@gescosociale.it INAUGURAZIONE Martedì 10 maggio 2011 Napoli, Via De Blasiis, 7 Comunicato stampa Apre a Napoli Farepiù, agenzia

Dettagli

LEGGE 27 DICEMBRE 2013, N. 147 DISPOSIZIONI PER LA FORMAZIONE DEL BILANCIO ANNUALE E PLURIENNALE DELLO STATO (LEGGE DI STABILITÀ 2014)

LEGGE 27 DICEMBRE 2013, N. 147 DISPOSIZIONI PER LA FORMAZIONE DEL BILANCIO ANNUALE E PLURIENNALE DELLO STATO (LEGGE DI STABILITÀ 2014) ISTITUTO PER L INNOVAZIONE E TRASPARENZA DEGLI APPALTI E LA COMPATIBILITA AMBIENTALE LEGGE 27 DICEMBRE 2013, N. 147 DISPOSIZIONI PER LA FORMAZIONE DEL BILANCIO ANNUALE E PLURIENNALE DELLO STATO (LEGGE

Dettagli

Audizione Confindustria. Disegno di legge n. 1051

Audizione Confindustria. Disegno di legge n. 1051 Audizione Confindustria Disegno di legge n. 1051 Delega al Governo su Informazione e Consultazione lavoratori e definizione misure su Democrazia economica XI Commissione Lavoro Senato della Repubblica

Dettagli

Rassegna stampa del 28/02/2010

Rassegna stampa del 28/02/2010 Ufficio Stampa Rassegna stampa del www.kikloi.it - Prodotta da Kikloi s.r.l. Rassegna stampa del Il Corriere Romagna di Cesena Aiuto ai bimbi disabili(csv Forlì Cesena) LA CULTURA DELLA SOLIDARIETÀ HA

Dettagli

Formazione civica. Materiali per la programmazione di percorsi di cittadinanza per adulti stranieri

Formazione civica. Materiali per la programmazione di percorsi di cittadinanza per adulti stranieri Formazione civica Materiali per la programmazione di percorsi di cittadinanza per adulti stranieri EUROPA e ITALIA EUROPA L'UNIONE EUROPEA 28 paesi (fino al 1945 spesso in guerra fra loro) Norme e istituzioni

Dettagli

Trasmesso dal Presidente della Camera dei deputati alla Presidenza il 20 maggio 2013

Trasmesso dal Presidente della Camera dei deputati alla Presidenza il 20 maggio 2013 Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 298-B DISEGNO DI LEGGE presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri (MONTI) e dal Ministro della salute (BALDUZZI) di concerto con il Ministro della

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2015 2017 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Pubblicato sul sito internet nella sezione Amministrazione trasparente Indice Introduzione:

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

www.lavoripubblici.it

www.lavoripubblici.it NUOVO TESTO PROPOSTO DAI RELATORI PER IL DISEGNO DI LEGGE N. 1678 NT Stefano Esposito, Pagnoncelli, relatori N.B.: In grassetto le modifiche inserite dai relatori Art. 1 1. Il Governo è delegato ad adottare

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli

Camera dei deputati temi dell attività parlamentare Pacchetto direttive UE

Camera dei deputati temi dell attività parlamentare Pacchetto direttive UE Camera dei deputati temi dell attività parlamentare Pacchetto direttive UE Il 28 marzo 2014 sono state pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 94/65 le tre direttive che riformano il

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Ordinanza n 17/3 del 16/01/2012

Ordinanza n 17/3 del 16/01/2012 Il Commissario delegato per l emergenza determinatasi nel settore del traffico e della mobilità nelle Province di Sassari e Olbia-Tempio in relazione alla strada statale Sassari - Olbia OPCM n. 3869 del

Dettagli

ESECUZIONE DELLA MISURA DI SICUREZZA PER SOGGETTI NON IMPUTABILI PER VIZIO PARZIALE O TOTALE DI MENTE IL RUOLO DELL U.E.P.E.

ESECUZIONE DELLA MISURA DI SICUREZZA PER SOGGETTI NON IMPUTABILI PER VIZIO PARZIALE O TOTALE DI MENTE IL RUOLO DELL U.E.P.E. ESECUZIONE DELLA MISURA DI SICUREZZA PER SOGGETTI NON IMPUTABILI PER VIZIO PARZIALE O TOTALE DI MENTE IL RUOLO DELL U.E.P.E. Parma 17 ottobre 2014 UFFICI ESECUZIONE PENALE ESTERNA L UEPE ex Centro di Servizio

Dettagli

DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA SANITARIA

DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA SANITARIA 90 DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA SANITARIA (D.L. 25 marzo 2013, n. 24) 17 maggio 2013 1 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente INDICE 2

Dettagli

Circolare n. 38/2013 IRDCEC concordato in bianco, procedura e aspetti della governance

Circolare n. 38/2013 IRDCEC concordato in bianco, procedura e aspetti della governance INDICE Esame di Stato dei Revisori legali e Registro revisori legali Direttiva n. 2014/56/UE Modifica direttiva 2006/43/CE Enti di interesse pubblico regolamento UE n. 537/2014 Formazione continua del

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA Doc. XXII n. 16 PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE d iniziativa della senatrice RICCHIUTI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 GIUGNO 2014 Istituzione di una Commissione

Dettagli

sabato 20 luglio 2013 estratto da pag 4-4............

sabato 20 luglio 2013 estratto da pag 4-4............ sabato 20 luglio 2013 estratto da pag 4-4........................ LA SPEZIA 19 luglio 2013 online A rischio i sommozzatori dei pompieri La Spezia Il corpo dei vigili del Fuoco subisce tagli, e farne le

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento dell Amministrazione Generale, del Personale e dei Servizi Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato Alle Amministrazioni centrali e periferiche

Dettagli

La Giustizia Penale a Parma

La Giustizia Penale a Parma La Giustizia Penale a Parma Alessandra Mezzadri Il presente breve contributo ha preso in considerazione i dati statistici relativi all attività svolta dal Tribunale Penale di Parma negli anni 2006-2010.

Dettagli

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA.

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. E sicuramente un onore per me, che sono fresco di nomina, avere l incarico di relatore per le Parti

Dettagli

LA RATIFICA DELLA CONVENZIONE Di Leonardo Lenti Docente di diritto di famiglia presso l università di Torino

LA RATIFICA DELLA CONVENZIONE Di Leonardo Lenti Docente di diritto di famiglia presso l università di Torino LA RATIFICA DELLA CONVENZIONE Di Leonardo Lenti Docente di diritto di famiglia presso l università di Torino In alcuni Paesi possono adottare anche i "single". In altri non vi sono rigidi limiti di età.

Dettagli

18 marzo 2015 QUOTIDIANO DI SICILIA Pagina 1 di 1

18 marzo 2015 QUOTIDIANO DI SICILIA Pagina 1 di 1 18 marzo 2015 QUOTIDIANO DI SICILIA Pagina 1 di 1 18 marzo 2015 IL SOLE 24 ORE Pagina 1 di 1 18 marzo 2015 GAZZETTA DEL SUD Pagina 1 di 1 18 marzo 2015 IL SOLE 24 ORE Pagina 1 di 1 18 marzo 2015 IL SOLE

Dettagli

L AVVOCATO DEL MINORE: NUOVA FIGURA, NUOVA PROFESSIONALITA? DUBBI INTERPRETATIVI E PRIME SOLUZIONI 1

L AVVOCATO DEL MINORE: NUOVA FIGURA, NUOVA PROFESSIONALITA? DUBBI INTERPRETATIVI E PRIME SOLUZIONI 1 L AVVOCATO DEL MINORE: NUOVA FIGURA, NUOVA PROFESSIONALITA? DUBBI INTERPRETATIVI E PRIME SOLUZIONI 1 Camera minorile di Milano 10 ottobre 2008 Il titolo the day after posto dagli organizzatori per presentare

Dettagli

Il decreto «del fare» è legge, le novità per l'edilizia

Il decreto «del fare» è legge, le novità per l'edilizia Il decreto «del fare» è legge, le novità per l'edilizia Approvata definitivamente e in attesa di pubblicazione sulla G.U. la legge di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 21 giugno 2013, n.

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 525

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 525 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 525 Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sui rapporti esistenti tra enti e fondazioni di diritto privato e l'arma dei carabinieri 21/12/2015-02:32

Dettagli

Avv. Salvatore Forello Avv. Salvatore Caradonna Dott. Valerio D Antoni

Avv. Salvatore Forello Avv. Salvatore Caradonna Dott. Valerio D Antoni STUDIO LEGALE Avv. Salvatore Forello Avv. Salvatore Caradonna Dott. Valerio D Antoni Via della Libertà n.197-palermo Tel.091-305978 / Fax 091-7303171 Parere pro-veritate La questione giuridica in esame

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato PEZZOLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato PEZZOLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5290 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato PEZZOLI Disposizioni per favorire l accesso ai servizi pubblici da parte dei cittadini anziani

Dettagli

Prot. n.4127/a32 Genova, lì 12 ottobre 2015

Prot. n.4127/a32 Genova, lì 12 ottobre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO MONTALDO Via L. Montaldo, 8 16137 GENOVA Tel. 010/8392409 Fax 010/ 8393429 e.mail geic83000d@istruzione.it www.icmontaldo-genova.gov.it Prot. n.4127/a32 Genova, lì 12 ottobre 2015

Dettagli

Occupazione femminile

Occupazione femminile Occupazione femminile Le misure per l inserimento lavorativo delle donne Francesca Di Giovangiulio Struttura Lavoro e Professioni Roma, Corso D Italia, 33 Il lavoro della giornata Quali numeri per le donne

Dettagli

SCHEDA PROGETTUALE N. 2

SCHEDA PROGETTUALE N. 2 Allegato n. 2 SCHEDA PROGETTUALE N. 2 MACRO-AREA DI INTERVENTO: (X) Relazioni familiari (X) Diritti dei minori () Persone anziane ( ) Contrasto della povertà ( ) Disabili ( ) Avvio della riforma () Altro

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 30 novembre 2010

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 30 novembre 2010 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 30 novembre 2010 Rimborso delle spese sostenute dai genitori adottivi per l'espletamento delle procedure di adozione internazionale. (10A14836) IL PRESIDENTE

Dettagli

Rassegna web Convegno Salerno 18 giugno

Rassegna web Convegno Salerno 18 giugno Rassegna web Convegno Salerno 18 giugno http://www.freelancenews.it/index.php?option=com_content&view=article&id=299:chiu sura-tar-salerno-de-luca-cirielli-commenti&catid=8&itemid=109 Il sindaco di Salerno

Dettagli

L esperienza delle Imprese sociali Italiane Giuseppe Guerini Alleanza delle Cooperative Sociali Italiane

L esperienza delle Imprese sociali Italiane Giuseppe Guerini Alleanza delle Cooperative Sociali Italiane L esperienza delle Imprese sociali Italiane Giuseppe Guerini Alleanza delle Cooperative Sociali Italiane Siamo lieti che il Governo Italiano abbia deciso di organizzare questa Conferenza, nel contesto

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

NUOVO TESTO BASE SUL DISEGNO DI LEGGE N. 1678 PROPOSTO DAI RELATORI. Art. 1.

NUOVO TESTO BASE SUL DISEGNO DI LEGGE N. 1678 PROPOSTO DAI RELATORI. Art. 1. NUOVO TESTO BASE SUL DISEGNO DI LEGGE N. 1678 PROPOSTO DAI RELATORI Art. 1. 1. Il Governo è delegato ad adottare un decreto legislativo per l'attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Politiche Sociali SETTORE : Locci Lucia. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 20/11/2014. in data

COMUNE DI SESTU. Politiche Sociali SETTORE : Locci Lucia. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 20/11/2014. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Politiche Sociali Locci Lucia DETERMINAZIONE N. in data 2153 20/11/2014 OGGETTO: Affidamento a titolo gratuito al CAF CIA SrL del servizio relativo allo svolgimento

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna Delibera N. 144 del 14/06/2012 VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PROVVEDIMENTI URGENTI IN MATERIA DI EDILIZIA ED URBANISTICA

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 6293 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI NESI, BARRAL, CARLI, CHIAPPORI, SERGIO FUMAGALLI, FANTOZZI, GASTALDI, MANZINI, MASIERO, MAZZOCCHI,

Dettagli

A.P.I.CI. ASSOCIAZIONI PROVINCIALI INVALIDI CIVILI E CITTADINI ANZIANI STATUTO DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE DI ROMA

A.P.I.CI. ASSOCIAZIONI PROVINCIALI INVALIDI CIVILI E CITTADINI ANZIANI STATUTO DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE DI ROMA A.P.I.CI. ASSOCIAZIONI PROVINCIALI INVALIDI CIVILI E CITTADINI ANZIANI STATUTO DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE DI ROMA 1 STATUTO TITOLO I DENOMINAZIONE, SEDE E DURATA Art. 1 Denominazione e Sede L A.P.I.CI.

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE. N. 126 del 18 dicembre 2014

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE. N. 126 del 18 dicembre 2014 R E G I O N E C A L A B R I A DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE N. 126 del 18 dicembre 2014 Oggetto: Variazione al Bilancio 2014. Assegnazioni di risorse dallo Stato in relazione a capitoli di pertinenza

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CONTRATTAZIONE SOCIALE TERRITORIALE IDEE E PROPOSTE PER UNA PIATTAFORMA REGIONALE

LINEE GUIDA PER LA CONTRATTAZIONE SOCIALE TERRITORIALE IDEE E PROPOSTE PER UNA PIATTAFORMA REGIONALE LINEE GUIDA PER LA CONTRATTAZIONE SOCIALE TERRITORIALE IDEE E PROPOSTE PER UNA PIATTAFORMA REGIONALE [3 Ottobre 2014] 1.- IL CAMBIAMENTO ATTRAVERSO RIFORME GIUSTE Il Paese è attraversato da una voglia

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 184 del 05/06/2014

Delibera della Giunta Regionale n. 184 del 05/06/2014 Delibera della Giunta Regionale n. 184 del 05/06/2014 Dipartimento 54 - Dipartimento Istr., Ric., Lav., Politiche Cult. e Soc. Direzione Generale 11 - Direzione Generale Istruzione, Formazione,Lavoro e

Dettagli

UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO PAGINA / 0

UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO PAGINA / 0 PAGINA / 0 RASSEGNA STAMPA UNISANNIO 11/04/2012 Indice IL SANNIO QUOTIDIANO 2 Governance del patrimonio culturale. Si discute del Castello di Limatola 3 Settima edizione del convegno nazionale promosso

Dettagli

Definita la normativa sulla tracciabilità degli appalti: attesi ulteriori chiarimenti dall Avcp

Definita la normativa sulla tracciabilità degli appalti: attesi ulteriori chiarimenti dall Avcp Definita la normativa sulla tracciabilità degli appalti: attesi ulteriori chiarimenti dall Avcp Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla, che in sede di conversione del DL 187/2010 nella

Dettagli

COMUNE DI GRECCIO Provincia di Rieti

COMUNE DI GRECCIO Provincia di Rieti COMUNE DI GRECCIO Provincia di Rieti FR Betlemme S.Donato Val di Comino - Città D Arte Luogo del Primo Presepio del Mondo - 1223 Guardea -TR Ai dipendenti del Comune di Greccio e p.c. al Sindaco OGGETTO:

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI ZOGNO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE 1 TITOLO I NORME GENERALI DEL SERVIZIO Art. 1 Campo di intervento Il Comune di Zogno, nell ambito del Servizio Assistenza, eroga le prestazioni

Dettagli

Allegato 1. l esecuzione in economia di lavori, beni e servizi», emanato dal Ministero dell economia e delle finanze.

Allegato 1. l esecuzione in economia di lavori, beni e servizi», emanato dal Ministero dell economia e delle finanze. Allegato 1 Estratto dal capitolo Attività contrattuale della Relazione al Parlamento sul Rendiconto generale dello Stato per l esercizio 2009 (Sezioni Riunite in sede di controllo, decisione del 24 giugno

Dettagli

IL RAPIMENTO DELLA NOSTRA COLLEGA ROSSELLA URRU NEI CAMPI SAHRAWI. Roma 22 Aprile 2012

IL RAPIMENTO DELLA NOSTRA COLLEGA ROSSELLA URRU NEI CAMPI SAHRAWI. Roma 22 Aprile 2012 IL RAPIMENTO DELLA NOSTRA COLLEGA ROSSELLA URRU NEI CAMPI SAHRAWI Roma 22 Aprile 2012 Sono passati sei mesi dal rapimento della nostra rappresentante nei campi Saharawi, Rossella Urro, prelevata nella

Dettagli

Il quadro delle responsabilità civili

Il quadro delle responsabilità civili Firenze Istituto degli Innocenti 11 maggio 2012 Il quadro delle responsabilità civili Relatrice: Manuela Cecchi 1 IL QUADRO DELLE RESPONSABILITÀ CIVILI Secondo il Glossario del portale degli assisti sociali

Dettagli

"IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO"

IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO Intervento al Convegno organizzato dall associazione assistenti sociali il 3 dicembre 2011 sul tema "IL CONTRIBUTO DEGLI ASSISTENTI SOCIALI NELLA COSTRUZIONE DELLO STATO DI DIRITTO" Titolo dell intervento:

Dettagli

SINDACATO DELLE FAMIGLIE

SINDACATO DELLE FAMIGLIE Roma, 19 febbraio 2015 SINDACATO DELLE FAMIGLIE Audizione presso la Commissione Giustizia del Senato nell'ambito dell'esame dei disegni di legge nn. 14 e connessi in materia di disciplina delle coppie

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A 8 a COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) 4 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI MARTEDÌ 5 NOVEMBRE

Dettagli

L uso della telematica nella riforma. dello Sportello Unico per le Attività Produttive

L uso della telematica nella riforma. dello Sportello Unico per le Attività Produttive L uso della telematica nella riforma dello Sportello Unico per le Attività Produttive Gianluigi Spagnuolo 1 1. Premessa Il DDL Bersani-Capezzone (AS 1532) 2 : Modifiche alla normativa sullo sportello unico

Dettagli

COMUNE DI TORREBELVICINO PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI TORREBELVICINO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER ANZIANI E DISABILI Approvato con deliberazione di C.C. n. 79/94 Il servizio di assistenza domiciliare rientra tra i servizi per i

Dettagli

Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti. Presenta. Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i

Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti. Presenta. Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti Presenta Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i bambini dei paesi devastati da terremoti e altri disastri. Perché? Il terremoto

Dettagli

Protocollo di Legalità tra la. PREFETTURA U.T.G. di T R I E S T E. EZIT Ente Zona Industriale di T R I E S T E

Protocollo di Legalità tra la. PREFETTURA U.T.G. di T R I E S T E. EZIT Ente Zona Industriale di T R I E S T E Protocollo di Legalità tra la PREFETTURA U.T.G. di T R I E S T E ed EZIT Ente Zona Industriale di T R I E S T E ai fini della prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANFFAS BRESCIA ONLUS

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANFFAS BRESCIA ONLUS STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANFFAS BRESCIA ONLUS Titolo Primo: Sede, fini e risorse economiche Art.1 - COSTITUZIONE Art. 2 SEDE Art. 3 FINALITA E ATTIVITA' Art. 3.1 ADESIONE ALL ANFFAS NAZIONALE Art. 4 RISORSE

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO-LEGGE 3 giugno 2008, n. 97 Disposizioni urgenti in materia di monitoraggio e trasparenza dei meccanismi di allocazione della spesa pubblica, nonche' in materia fiscale e di proroga di termini.

Dettagli