Abilità Informatiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Abilità Informatiche"

Transcript

1 Abilità Informatiche

2 2 Programma del corso Introduzione L informazione digitale o Un minimo di basi teoriche o Cosa possiamo aspettarci da un computer, e cosa no Architettura degli elaboratori o Come è fatto un computer I sistemi operativi o Servizi che un computer offre all utente, e come funzionano Principali applicativi o Alcuni compiti comuni che il computer ci aiuta a svolgere

3 3 Obiettivi Alla fine del corso, chi ha frequentato con successo: o sarà un utente informato o comprenderà i principi di base dell informatica, dell architettura degli elaboratori e dei sistemi operativi o avrà una visione d insieme e aspettative realistiche sull informatica o potrà usare più agilmente gli strumenti informatici nei corsi che lo richiederanno

4 4 Informatica e discipline economiche Elaborazione delle transazioni Contabilità e bilancio Sistemi di supporto alle decisioni Analisi statistica di serie storiche Modelli economico-finanziari

5 5 Le parole di oggi Algoritmo Codifica Bit Multimedia Compressione

6 6 Algoritmi Algoritmo: sistema finito di regole e procedure di calcolo definite formalmente che portano alla soluzione di un problema con un numero finito di operazioni, quali che siano i dati di ingresso Esiste di un algoritmo per risolvere un problema la risoluzione del problema può essere automatizzata

7 7 Il nome deriva dal matematico persiano al-khwārizmī, che operò nella Bagdad nel IX secolo d.c. o Il califfo dell epoca era al-maʾmūn, figlio di Hārūn al-rashīd, reso famoso dalle «Mille e una notte» Algoritmi

8 8 Risoluzione di un problema tramite l elaboratore 1. Formulazione precisa del problema 2. Ricerca dell algoritmo per la soluzione 3. Formulazione testuale dell algoritmo in un linguaggio accessibile all elaboratore (linguaggio di programmazione), ottenendo un programma 4. Esecuzione del programma Raffinamento

9 9 Poniamoci alcune domande Esiste un solo algoritmo per risolvere un problema? Un algoritmo si può implementare in un solo linguaggio? Tutti i programmi che implementano un determinato algoritmo in un linguaggio precisato sono equivalenti? Confronto e scelta tra algoritmi Confronto e scelta tra linguaggi Caratteristiche dei programmi

10 10 Codifica Codice Catastale o F839 NAPOLI o H703 SALERNO o A638 BARCELLONA POZZO DI GOTTO CAP o Castellammare di Stabia o C.MARE DI STABIA Datemi due ragioni sul perché codificare

11 11 Codifica Assegnazione di un codice univoco a tutti gli oggetti compresi in un insieme predefinito

12 12 Codifica elementi essenziali Alfabeto dei simboli utilizzabili o Esempio (CAP): cifre «0», «1», «2»,, «9» o Esempio: simbolo della valuta, cifre «0», «1», «2»,, «9», segni più «+» e meno «-», separatore decimale «,» e separatore delle migliaia «.» Q: Che stiamo codificando?

13 13 Codifica elementi essenziali Regole di composizione (sintassi) che definiscono le sequenze di simboli (parole) ammissibili: o Esempio: un CAP ha esattamente 5 cifre o Esempio: 1.234,50 è la rappresentazione di un importo, 1,2 3,4.50 non lo è. Significato (semantica) delle configurazioni ammissibili

14 14 Codifica binaria dell informazione Il calcolatore utilizza un alfabeto binario: usa dispositivi elettronici digitali in grado di assumere due soli stati: acceso/spento, ON/OFF, 1/0, VERO/FALSO Q: Avere un alfabeto binario limita le funzionalità? Non sarebbe stato meglio lavorare in decimale? There are only 10 types of people in the world: those who understand binary, and those who don t

15 15 bit Il simbolo o cifra binaria si indica con bit (da Binary digit) o quantità d informazione che si ottiene selezionando una configurazione da un insieme di due configurazioni equiprobabili

16 16 Bit Quanti valori distinti si possono ottenere con 1 bit? o 0 o 1 2 valori distinti

17 17 Codifica binaria dell informazione Con 1 bit si possono codificare al più 2 informazioni. Valore del bit Codifica A Codifica B Codifica C 0 Nero Non autorizzato Bianco Autorizzato 1 2 Codifica D

18 18 bit Quanti valori distinti si possono ottenere con sequenze (parole) di 2 bit? o 00 o 01 o 10 o 11 4 valori distinti Si possono codificare al più 4 oggetti o p.es. contare da 0 a 3: {0, 1, 2, 3} oppure da 1 a 4; o magari da 1001 a 1004: il punto di partenza è arbitrario oppure da -2 a +1: {-2, -1, 0, +1}

19 19 bit Quanti valori distinti si possono ottenere con parole di 3 bit? o 000 o 001 o 010 o 011 o 100 o 101 o 110 o valori distinti Si possono codificare 8 oggetti

20 20 Codifica binaria dell informazione Se passiamo da una parola binaria di k bit ad una parola di k+1 bit si raddoppia il numero di oggetti che si possono rappresentare o Si aggiunge il prefisso 0 (e poi il prefisso 1) a ciascuna delle disposizioni degli altri bit

21 21 Codifica binaria dell informazione Quanti oggetti diversi posso codificare con parole binarie composte da k bit? o 1 bit: 2 1 = 2 valori (0, 1) 2 oggetti o 2 bit: 2 2 = 4 valori (00, 01, 10, 11) 4 oggetti o 3 bit: 2 3 = 8 valori (000, 001, 010, 011, 100, 101, 110, 111) 8 oggetti o o k bit: 2 k valori 2 k oggetti

22 22 Definire un codice Identificare due insiemi: o Insieme delle configurazioni ammissibili o Insieme degli oggetti da rappresentare Associare gli elementi dei due insiemi Esempio: associare una codifica binaria ai giorni della settimana o 3 bit (che possono rappresentare 2 3 = 8 oggetti) sono sufficienti

23 23 Esempio Insieme delle configurazioni ammissibili LUN MAR VEN MER GIO SAB DOM Insieme degli oggetti da codificare

24 24 Esempio Codice VEN LUN SAB MAR GIO DOM MER

25 25 Byte Un gruppo di 8 bit (ottetto) prende il nome di byte Con 8 bit si possono codificare 2 8 = 256 informazioni Con un byte si possono ad esempio rappresentare i numeri interi negli intervalli: o [0, 255] (da 0 a 255, estremi inclusi) o [1, 256] (da 1 a 256, estremi inclusi) o [-127, 126] (da -127 a 126, estremi inclusi) o Q: perché solo fino a 126 e non 127?

26 26 Sistema metrico decimale Nel sistema metrico decimale, aggiungere un prefisso ad un unità di misura indica una moltiplicazione o 1 km = m o 2.5 GHz = MHz (banda di frequenza usata dalle reti Wi-Fi e non solo)

27 27 Sistema Metrico Decimale Prefisso Denominazione Moltiplicatore Significato k kilo 10 3 (1.000) unità M mega 10 6 ( ) kilo G giga 10 9 ( ) mega T tera (1 seguito da 12 zeri) giga P peta tera E exa peta Z zetta exa Y yotta zetta

28 28 Multipli del byte Nel sistema metrico il prefisso k (kilo) indica 1000 (10 3 ) In informatica, i calcoli sono basati non su potenze di 10 ma su potenze di 2 o Q: Secondo voi, perché? Per fortuna, 2 10 = 1024 ~ 1000 (10 3 ) 1 kbyte (kilobyte) dunque indica 2 10 = 1024 cioè circa 1000 byte

29 29 Multipli del byte Unità Denominazione Moltiplicatore Significato Kbyte kilobyte 2 10 (1.024) unità Mbyte megabyte 2 20 ( ) kilo Gbyte gigabyte 2 30 ( ) mega Tbyte terabyte 2 40 ( ) giga Pbyte petabyte 2 50 ( ) tera Ebyte exabyte 2 60 ( ) peta

30 30 Multipli del byte Q: Esiste il megabit? A: Certo; però attenzione: vale 10 6 bit e non 2 20

31 31 Codifica dei caratteri Vogliamo codificare un testo o Supponiamo, per ora, che sia in lingua inglese Occorre innanzitutto codificare i caratteri o a-z 26 simboli Ma ci sono le maiuscole o A-Z altri 26 simboli E i segni di punteggiatura o Almeno i più comuni,. ; :?! " ( ) [ ] Eppure manca ancora un protagonista assoluto. Chi?

32 32 Codifica dei caratteri Lo spazio bianco! o Altrimentileggeremmosoloun indefinitasequenzadi caratteri E se c è qualche numero? o simboli Le quattro operazioni o 4 simboli per + - / * Altri alfabeti: caratteri accentati o Aggiungiamo à è é ì ò ù (e anche À È É Ì Ò Ù)

33 33 Codifica dei caratteri E così via Insomma, i 256 valori distinti rappresentabili con un byte fanno comodo Ciascun carattere è rappresentato da un byte e corrisponde ad un valore numerico o Per un libro di 400 pagine con 30 righe, ognuna di 60 battute, quanti byte occorrono? Nell ordine del kb? Del MB? Del GB?

34 34 Codifica ASCII (estesa: 8 bit) È una corrispondenza tra i numeri dell intervallo e i simboli Esempi: o 65 A 97 a o 66 B 98 b o 90 Z 122 z o 58 : 59 ; o 232 è 233 é

35 35 Codifica Unicode Lingue orientali o Ideogrammi o Scritture bustrofediche Standard Unicode o Codifiche UTF-8 o 1 byte per i caratteri ASCII o Da due a quattro byte per gli altri

36 36 Codifiche adattative Q: ma non sono troppi quattro byte? A: Sì; però i caratteri che necessitano di 4 byte sono estremamente rari, mentre quelli che ne richiedono uno sono frequenti o Esempio di codifica adattativa

37 37 Multimedia Digitalizzazione Conversione dal formato analogico ad uno numerico, gestibile dai computer o Rappresentazione digitale o Digitale deriva da digit, che in inglese significa cifra, e deriva a sua volta dal latino dĭgĭtus, cioè dito. o In definitiva digitale è ciò che è rappresentato con i numeri, che si contano appunto con le dita

38 38 Segnali audio esempio nota LA La pressione dell aria varia in modo sinusoidale con una frequenza di 440Hz

39 39 Digitalizzazione

40 40 Codifica di suoni Si fa un campionamento dell onda sonora (misurazione del valore dell onda a intervalli regolari di tempo) Si codificano in forma digitale i dati campionati (16 bit)

41 41 Campionamento Un campionamento più fitto (ovvero con una frequenza di campionamento maggiore) consente di rappresentare i segnali analogici con maggiore fedeltà Per segnali audio di tipo vocale (ad es. telefono), la frequenza di campionamento è tipicamente di 8 khz (8000 campioni al secondo) Per segnali audio musicali (ad es. CD audio), la frequenza di campionamento è tipicamente di 44.1 khz

42 42 Codifica dei suoni ADC: da analogico a digitale Convertitore analogico-digitale DAC: da digitale ad analogico Convertitore digitale-analogico

43 43 Immagini Discretizzazione: scomposizione dell immagine in un reticolo di punti (pixel, picture element) Quantizzazione: codifica di ogni pixel con un valore numerico all interno di un ben peciso intervallo

44 44 Discretizzazione Si sovrappone una griglia all immagine

45 45 Discretizzazione Ogni quadratino della griglia prende il nome di pixel (picture element) Può essere codificato in binario secondo la seguente convenzione: o È predominante il nero? Valore «0» o È predominante il bianco? Valore «1»

46 46 Discretizzazione

47 47 Discretizzazione La figura che si ottiene è un approssimazione dellafiguraoriginaria

48 48 Discretizzazione L approssimazione sarà tanto più fedele quanto più è elevato il numero di pixel ossia quanto più piccole sono le dimensioni dei quadratini della griglia

49 49 Risoluzione La risoluzione dell immagine è la dimensione della griglia utilizzata per discretizzare l immagine o es. 640x480 o 1024x768 (4:3), 1920x1080 (16:9)

50 Effetti della riduzione di risoluzione 50

51 51 Codifica dei colori A ciascun pixel va associato un numero che ne codifica il colore: Pixel in bianco/nero (senza sfumature) o 1 bit Pixel in colore o 4 bit = 16 colori o 8 bit (1 byte) = 256 colori (scala di grigi) o 24 bit (3 byte) = circa di colori

52 52 Immagini b/n: Un esempio Ogni pixel è rappresentato da un bit

53 53 Immagini in scala di grigi Immagini in bianco e nero con sfumature o Rappresentazione in «toni di grigio»: un byte per pixel, con 256 gradazioni di grigio per ogni pixel, o più byte per pixel, per avere più gradazioni possibili 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100%

54 54 Codifica dei colori Il colore può essere generato attraverso la sintesi additiva di 3 colori fondamentali: red, green, blue (codifica RGB) o Quanto è intenso ciascun colore fondamentale?

55 55 Immagini in scala di grigi / colori Immagini a colori o Profondità di colore: numero di bit per ogni pixel (di norma 24, ovvero un byte per ogni colore) o Usando 8 bit per ogni colore si possono ottenere 256 gradazioni per il rosso, 256 per il blu e 256 per il verde o combinate insieme, danno origine a circa 16,7 milioni di colori diversi (precisamente colori) RED 100 Codifica : GREEN 200 Codifica : BLUE 200 Codifica :

56 56 Effetti della quantizzazione 4 bpp 3 bpp 2 bpp 1 bpp

57 57 Dimensione di un immagine In questo esempio, 160 pixel (20x8) 20 pixel in larghezza 8 pixel in lunghezza 2 colori = 1 bit per pixel L immagine occupa dunque 160x1=160 bit In byte: 160 bit = 160/8 byte = 20 byte

58 58 Multimedia: dimensioni Risoluzione e profondità di colore determinano quindi il numero di byte necessari per l immagine o Esempio: immagine 1024x768 a 256 toni di grigio 1024x768 pixel * 8 bit/pixel = 768 Kbyte o Esempio: immagine 1024x768 a 16M colori 1024x768 pixel * 24 bit/pixel = 2304 Kbyte

59 59 Multimedia: dimensioni Esempio: brano musicale su CD o Frequenza di campionamento Hz o 16 bit / campione o 2 canali (destro e sinistro) o 2 * 16 * = bit / s 176 Kbyte / s o 1 canzone circa 5 minuti 176 Kbyte/s * 60 s/min * 5 min circa 52 Mbyte o 60 min di musica 176 * 60 * 70 circa 630 Mbyte

60 60 Multimedia: dimensioni In sintesi, gli oggetti multimediali richiedono molto spazio Possiamo fare di meglio?

61 61 Codifica e compressione La compressione riduce drasticamente lo spazio occupato La compressione lossless è una trasformazione matematica reversibile o Decompress(Compress(X)) = X La compressione lossy sfrutta anche caratteristiche della percezione umana o Decompress(Compress(X)) X ma è percettivamente equivalente a X o Tassi di compressione molto superiori

62 62 Compressione per file multimediali La compressione sfrutta: o Il fatto che punti vicini hanno lo stesso colore o La percezione umana non percepisce riduzioni di fedeltà (siamo davvero in grado di distinguere ~ colori?)

63 63 Formati compressi per immagini Non compresso o BMP (BitMaP) Compresso: o GIF (Graphics Interchange Format - brevettato), PNG (Portable Network Graphics) o JPEG (Joint Photographic Experts Group), TIFF (Tagged Image File Format)

64 64 Immagini vettoriali Quelle viste finora sono dette raster Invece di «fotografare» una scena, ne descrive le componenti o Possibile solo per immagini semplici e ben strutturate o Es.: disegni di AutoCAD Ingrandimento senza perdita di qualità o o o

65 65 Formati di codifica di suoni WAV, non compresso MP3 OGG AAC

66 66 Esempio: fotocamera digitale La risoluzione delle immagini è espressa in MegaPixel (milioni di pixel) o I colori sono sempre 16 milioni (3 byte per pixel). 6.0 MegaPixel = 6 Milioni di pixel Le proporzioni di una foto sono di solito di 4:3 Quindi al massimo la foto potrà avere una risoluzione di... o o o o o 4A x 3A = A 2 = A 2 = A 700 risoluz. max x 2100 dim x 3 Byte = 18 MB

67 67 Fattore di Compressione Esempio: o Fotocamera a 8 Mpixel circa di pixel Occupazione immagine non compressa a colori o pixel o 3 componenti / pixel x x o 1 byte / componente = o o byte circa 24 Mbyte L immagine in formato JPEG occupa circa 2.4 Mbyte Fattore di compressione dimensione originale / dimensione compressa o 24 Mbyte / 2.4 Mbyte = 10:1 o Una canzone di circa 5 min in formato mp3 richiede circa 5 Mbyte fattore di compressione circa 10:1

68 68 Compressione e qualità Qualità 100% byte Qualità 50% byte Qualità 25% byte Qualità 10% 9100 byte Non compressa: byte. Immagine: 512x512, dettaglio: 64x64

69 69 Immagini in movimento Video: successione di immagini fisse (frame) trasmesse in sequenza Con un numero abbastanza alto di fotogrammi fissi (15-30 al secondo) la persistenza delle immagini sulla retina fa sì che l occhio umano percepisce il movimento come continuo

70 70 Video interallaciato vs. progressivo Tradizionalmente, il segnale video di tipo televisivo utilizza un formato interallacciato Prima vengono generate le righe pari, poi quelle dispari Vengono generati 50 semiquadri al secondo Nel formato progressivo, ogni frame è costituito sia dalle righe pari che da quelle dispari

71 71 Un esempio video interallacciato Interallacciato (ad. es TV) o 720 punti / linea o 576 linee (288 linee pari, 288 linee dispari) o 50 semiquadri al secondo o 3 byte / pixel (RGB) o 720 * 288 * 50 * 3 = byte / sec circa 31 Mbyte/sec circa 250 Mbps o 2h di film occupano (se non compressi) 2*60*60*31 = Mbyte circa 223 Gbyte o Un DVD ha una capacità di circa 4.5 Gb occorre un fattore di compressione pari a 223 / 4.5 = 50

72 72 Un esempio - video progressivo Progressivo (ad. es cellulare) o 320x240 pixel o 15 frame / secondo o 3 byte / pixel (RGB) o 320 * 240 * 15 * 3 = byte / sec circa 3.5 Mbyte/sec circa 28 Mbyte / sec o 1 minuto di video registrato occupa (se non compresso) 60*3.5 = 210 Mbyte

73 73 Codifica video In linea di principio, si potrebbe codificare separatamente ogni fotogramma come immagine fissa Si è in grado di ottenere rapporti di compressione dell ordine senza eccessiva perdita di qualità o Per mettere un film su DVD abbiamo bisogno di un rapporto di circa 50...

74 74 Codifica video Per ottenere rapporti di compressione più alti è necessario sfruttare la ridondanza temporale Frame consecutivi in una sequenza di immagini sono quasi sempre simili l uno all altro Si codificano solo le differenze tra i frame successivi È possibile ottenere rapporti di compressione di 50:1 e anche fino a 100:1 senza degrado eccessivo della qualità

75 75 Fotogramma 1

76 76 Fotogramma 2

77 Differenza tra i fotogrammi 1 e 2 77

78 78 Standard di codifica video MPEG (Moving Picture Experts Group): o MPEG-1 Video CD o MPEG-2 TV digitale, DVD o MPEG-4 DivX ITU-T (International Telecommunication Union - Telecommunications Standardization Sector) o H.264 HD-DVD, Blue-ray DVD AVI (Audio Video, Microsoft) o Formato «contenitore». Può contenere audio/video compressi con formati diversi

Politecnico di Milano. Corsi di Informatica Grafica. Prof. Manuel Roveri Dipartimento di Elettronica e Informazione roveri@elet.polimi.

Politecnico di Milano. Corsi di Informatica Grafica. Prof. Manuel Roveri Dipartimento di Elettronica e Informazione roveri@elet.polimi. Rappresentazione dell informazione Corsi di Informatica Grafica Prof. Manuel Roveri Dipartimento di Elettronica e Informazione roveri@elet.polimi.it Indice Rappresentazione dell informazione Numeri Caratteri

Dettagli

Rappresentazione dell informazione

Rappresentazione dell informazione Rappresentazione dell informazione Segnali audio Esempio: la nota LA La pressione dell aria varia in modo sinusoidale con una frequenza di 440Hz 2 1 Analisi dei segnali audio Tu. i suoni possono essere

Dettagli

Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale

Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale Codifica binaria dell Informazione Bit Byte Kilobyte Megabyte Gigabyte 0/1 (si/no) 00010010 (8 bit) 2 10 = 1024 byte 2 20 ~ 1.000.000 byte 2 30 ~

Dettagli

Codifica delle Informazioni

Codifica delle Informazioni Codifica delle Informazioni Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Panoramica Le informazioni gestite dai sistemi di elaborazione devono essere codificate

Dettagli

Come si misura la memoria di un calcolatore?

Come si misura la memoria di un calcolatore? Come si misura la memoria di un calcolatore? Definizione Il byte è definito come unità di misura di memoria. I multipli del byte sono: KiloByte (KB) - 1 KB = 2 10 byte = 1024 byte MegaByte (MB) - 1 MB

Dettagli

Codifica dell informazione

Codifica dell informazione Codifica dell informazione Il calcolatore memorizza ed elabora vari tipi di informazioni Numeri, testi, immagini, suoni Occorre rappresentare tale informazione in formato facilmente manipolabile dall elaboratore

Dettagli

Ingegneria Aerospaziale Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (E-Z) Rappresentazione caratteri Rappresentazioni immagini Rappresentazione suoni

Ingegneria Aerospaziale Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (E-Z) Rappresentazione caratteri Rappresentazioni immagini Rappresentazione suoni 2009-200 Ingegneria Aerospaziale Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (E-Z) 3 Rappresentazione caratteri Rappresentazioni immagini Rappresentazione suoni Lez. 3 Calcolatore e Informazione Tutti i

Dettagli

Rappresentazione dell informazione. Bogdan Maris (2014-2015)

Rappresentazione dell informazione. Bogdan Maris (2014-2015) Rappresentazione dell informazione 1 Rappresentare l informazione Per elaborare l informazione è necessario saperla rappresentare in una forma comprensibile per l esecutore Bisogna stabilire un codice

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Codifica dell informazione (parte 4) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente:

Dettagli

Lezione 2: Codifica binaria dell informazione. Codifica binaria

Lezione 2: Codifica binaria dell informazione. Codifica binaria Lezione 2: Codifica binaria dell informazione Codifica binaria Elaborazione di dati binari Materiale didattico Lucidi delle lezioni, disponibili al sito: http://wwwinfo.deis.unical.it/~irina Oppure sul

Dettagli

Il sistema di numerazione posizionale decimale INFORMATICA DI BASE. Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale

Il sistema di numerazione posizionale decimale INFORMATICA DI BASE. Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale INFORMATICA DI BASE Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale Prof. Sebastiano Battiato Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Catania e-mail : {battiato}@dmi.unict.it Il sistema

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Codifica dell informazione (parte 4) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente:

Dettagli

Numerazione binaria e rappresentazione delle informazioni

Numerazione binaria e rappresentazione delle informazioni Numerazione binaria e rappresentazione delle informazioni Info Sito del corso: http://home.dei.polimi.it/amigoni/informaticab.html Nicola Basilico, nicola.basilico@gmail.com Problema Abbiamo informazioni

Dettagli

La rappresentazione dell informazione

La rappresentazione dell informazione La rappresentazione dell informazione Sui testi di approfondimento: leggere dal Cap. 2 del testo C (Console, Ribaudo): 2.3, 2.4 Parte II La codifica dei dati multimediali I caratteri alfanumerici non costituiscono

Dettagli

Codifica dell informazione

Codifica dell informazione Codifica Cosa abbiamo visto : Rappresentazione binaria Codifica dei numeri (interi positivi, interi con segno, razionali.) Cosa vedremo oggi: Codifica dei caratteri,codifica delle immagini,compressione

Dettagli

Perché la traduzione in formato numerico è tanto importante? Come avviene la conversione? Perchè vogliamo convertire l'informazione?

Perché la traduzione in formato numerico è tanto importante? Come avviene la conversione? Perchè vogliamo convertire l'informazione? IL MONDO DIGITALE La rivoluzione digitale Sistema Le immagini diventano numeri Dal testo ai numeri e viceversa E i suoni? Anche il video diventa digitale La rivoluzione digitale Musica digitale, cinema

Dettagli

La rappresentazione dell informazione. La codifica dei dati multimediali. Sommario

La rappresentazione dell informazione. La codifica dei dati multimediali. Sommario La rappresentazione dell informazione Su questa parte vi fornirò dispense Sui testi di approfondimento: leggere dal Cap. 2 del testo C (Console, Ribaudo): 2.3, 2.4 Parte II La codifica dei dati multimediali

Dettagli

Formati multimediali e metadati: Immagini

Formati multimediali e metadati: Immagini Formati multimediali e metadati: Immagini Marco Tagliasacchi Formati multimediali e metadati Sommario 2 Immagini Rappresentazione digitale Compressione di immagini Formati Metadati Video Rappresentazione

Dettagli

Un ripasso di aritmetica: Rappresentazione binaria - operazioni. riporti

Un ripasso di aritmetica: Rappresentazione binaria - operazioni. riporti Un ripasso di aritmetica: Rappresentazione binaria - operazioni A queste rappresentazioni si possono applicare le operazioni aritmetiche: riporti 1 1 0 + 1 0 = 1 0 0 24 Un ripasso di aritmetica: Rappresentazione

Dettagli

La codifica delle immagini

La codifica delle immagini Lettere e numeri non costituiscono le uniche informazioni utilizzate dagli elaboratori ma si stanno diffondendo sempre di più applicazioni che utilizzano ed elaborano anche altri tipi di informazione:

Dettagli

La codifica delle Immagini. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132Sesto San Giovanni

La codifica delle Immagini. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132Sesto San Giovanni La codifica delle Immagini Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132Sesto San Giovanni Lettere e numeri non costituiscono le uniche informazioni utilizzate dagli elaboratori, infatti

Dettagli

Elaborazione di Immagini e Suoni / Riconoscimento e Visioni Artificiali 12 c.f.u. Rappresentazione delle informazioni

Elaborazione di Immagini e Suoni / Riconoscimento e Visioni Artificiali 12 c.f.u. Rappresentazione delle informazioni Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Elaborazione di Immagini e Suoni / Riconoscimento e Visioni Artificiali 12 c.f.u. Anno Accademico 2008/2009 Docente: ing. Salvatore

Dettagli

Premessa. Per questo tutte le informazioni nel computer debbono essere (e sono) rappresentate in binario.

Premessa. Per questo tutte le informazioni nel computer debbono essere (e sono) rappresentate in binario. Rappresentazione delle Informazioni in un Sistema di Elaborazione Prof. Claudio Maccherani Premessa Il computer, come è noto, è basato sulla logica binaria: tutto al suo interno viene rappresentato in

Dettagli

Rappresentazione delle informazioni

Rappresentazione delle informazioni Testo di rif.to: [Congiu] - 1.2 (pg. 17 22) -1.h Rappresentazione delle informazioni Testi Immagini Suoni Video Testi: : lo standard ASCII 1 American Standard Code for Information Interchange 7 bit, 2

Dettagli

LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI

LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE G. M. ANGIOJ GRAFICA E COMUNICAZIONE LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI Prof. G. Ciaschetti DATI E INFORMAZIONI Sappiamo che il computer è una macchina stupida, capace

Dettagli

PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com

PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com Codifica di immagini Codifica di immagini o Un immagine è un insieme continuo di informazioni A differenza delle cifre e dei caratteri alfanumerici, per le immagini non esiste un'unità minima di riferimento

Dettagli

Rappresentazione digitale

Rappresentazione digitale I BIT POSSONO RAPPRESENTARE TUTTO Tutta l informazione interna ad un computer è codificata con sequenze di due soli simboli : 0 e 1 è facile realizzare dispositivi elettronici che discriminano fra due

Dettagli

Grafica Online Luca Panella Innovatek scrl - Bari

Grafica Online Luca Panella Innovatek scrl - Bari Grafica Online Luca Panella Innovatek scrl - Bari Sommario Scenario Web Nozioni di grafica on-line Principali programmi di grafica web Realizzazione di banner e layout per il web 2 Risorse online Sito

Dettagli

Corso: Fondamenti Informatica I Prof. Paolo Nesi A.A. 2002/2003

Corso: Fondamenti Informatica I Prof. Paolo Nesi A.A. 2002/2003 Dispense Introduzione al calcolatore Corso: Fondamenti Informatica I Prof. Paolo Nesi A.A. 2002/2003 Nota: Queste dispense integrano e non sostituiscono quanto scritto sul libro di testo. 1 Sistemi di

Dettagli

Codifica dei caratteri (ASCII)

Codifica dei caratteri (ASCII) Codifica dei caratteri (ASCII) I caratteri di un testo vengono codificati tramite sequenze di bit, utilizzando un codice di traduzione. Quello più usato è il codice ASCII (American Standard Code for Information

Dettagli

La rappresentazione delle informazioni

La rappresentazione delle informazioni La rappresentazione delle informazioni In queste pagine cercheremo di capire come sia possibile rappresentare mediante numeri e memorizzare in un file testi, immagini, video, suoni Il computer per lavorare

Dettagli

Marta Capiluppi marta.capiluppi@univr.it Dipartimento di Informatica Università di Verona

Marta Capiluppi marta.capiluppi@univr.it Dipartimento di Informatica Università di Verona Marta Capiluppi marta.capiluppi@univr.it Dipartimento di Informatica Università di Verona Classificazione delle immagini Le immagini si suddividono in raster e vettoriali. Le immagini raster sono di tipo

Dettagli

Rappresentazione binaria dei numeri negativi

Rappresentazione binaria dei numeri negativi Introduzione all Informatica 1 Conversione decimale binario (continuazione) La conversione di un numero decimale (es. 112) in binario si effettua tramite l algoritmo della divisione, dividendo successivamente

Dettagli

Componenti multimediali per il Web. Modulo 14

Componenti multimediali per il Web. Modulo 14 Componenti multimediali per il Web Modulo 14 Obiettivi Valutare e usare strumenti di utilità e produzione grafica anche animata per inserire e modificare componenti multimediali (immagini, immagini animate,

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Corso di Laurea in Scienze dell'educazione, 2014-15 Lorenzo Bettini http://www.di.unito.it/~bettini Informazioni generali Ricevimento studenti su appuntamento Dipartimento di

Dettagli

Programmazione per il Web

Programmazione per il Web Programmazione per il Web a.a. 2006/2007 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-web/prog-web0607.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Questa dispensa

Dettagli

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano Immagini digitali LA CODIFICA DELLE IMMAGINI Anche le immagini possono essere memorizzate in forma numerica (digitale) suddividendole in milioni di punti, per ognuno dei quali si definisce il colore in

Dettagli

Informazione binaria: caratteri e testi suoni, immagini, sequenze video

Informazione binaria: caratteri e testi suoni, immagini, sequenze video Informazione binaria: caratteri e testi suoni, immagini, sequenze video Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Tipologie di codici

Dettagli

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI LA CODIFICA DELLE IMMAGINI Anche le immagini possono essere memorizzate in forma numerica (digitale) suddividendole in milioni di punti, per ognuno dei quali si definisce il colore in termini numerici.

Dettagli

Rappresentazione binaria

Rappresentazione binaria Rappresentazione binaria DOTT. ING. LEONARDO RIGUTINI RICERCATORE ASSOCIATO DIPARTIMENTO INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE UNIVERSITÀ DI SIENA VIA ROMA 56 53100 SIENA UFF. 0577234850-7102 RIGUTINI@DII.UNISI.IT

Dettagli

CMS MUSEO&WEB Tutorial sulle immagini digitali, la loro elaborazione per il web, il caricamento nell archivio media del CMS

CMS MUSEO&WEB Tutorial sulle immagini digitali, la loro elaborazione per il web, il caricamento nell archivio media del CMS CMS MUSEO&WEB Tutorial sulle immagini digitali, la loro elaborazione per il web, il caricamento nell archivio media del CMS Maria Teresa Natale (OTEBAC) 12 aprile 2010 Introduzione Argomenti: terminologia

Dettagli

Il Concetto di Informazione FORMALIZZAZIONE DELL INFORMAZIONE. Informazione e Codifica. Informazione e Codifica. Regole. Principio di Composizione

Il Concetto di Informazione FORMALIZZAZIONE DELL INFORMAZIONE. Informazione e Codifica. Informazione e Codifica. Regole. Principio di Composizione 2 Il Concetto di Informazione FORMALIZZAZIONE DELL INFORMAZIONE Informatica per le Discipline Umanistiche Informazione e Codifica Informazione e Codifica 3 4 il numero dieci I0 10 de il numero dieci de

Dettagli

Lezione 8: La rappresentazione dell informazione Multimediale Suoni e Video Venerdi 6 Novembre 2009

Lezione 8: La rappresentazione dell informazione Multimediale Suoni e Video Venerdi 6 Novembre 2009 Università di Salerno Corso di FONDAMENTI DI INFORMATICA Corso di Laurea Ingegneria Meccanica & Ingegneria Gestionale Mat. Pari Docente : Ing. Secondulfo Giovanni Anno Accademico 2009-2010 Lezione 8: La

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 7 -

Informatica per la comunicazione - lezione 7 - Informatica per la comunicazione - lezione 7 - Campionamento La codifica dei suoni si basa sulla codifica delle onde che li producono, a sua volta basata su una procedura chiamata campionamento.! Il campionamento

Dettagli

Rappresentazione delle Immagini

Rappresentazione delle Immagini Rappresentazione delle Immagini Metodi di rappresentazione Raster: Informazione grafica rappresentata come matrice di pixel Vettoriale: Informazione grafica rappresentata da relazioni matematiche (funzioni

Dettagli

La codifica dell informazione

La codifica dell informazione La codifica dell informazione Parte I Sui testi di approfondimento: leggere dal Cap. del testo C (Console, Ribaudo):.,. fino a pg.6 La codifica delle informazioni Un calcolatore memorizza ed elabora informazioni

Dettagli

Informazione analogica e digitale

Informazione analogica e digitale L informazione L informazione si può: rappresentare elaborare gestire trasmettere reperire L informatica offre la possibilità di effettuare queste operazioni in modo automatico. Informazione analogica

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica CdLS in Odontoiatria e Protesi Dentarie Corso di Informatica Prof. Crescenzio Gallo crescenzio.gallo@unifg.it Compressione delle immagini 2 Tecniche di compressione Esistono tecniche di compressione per

Dettagli

Le immagini digitali. Le immagini digitali. Caterina Balletti. Caterina Balletti. Immagini grafiche. Trattamento di immagini digitali.

Le immagini digitali. Le immagini digitali. Caterina Balletti. Caterina Balletti. Immagini grafiche. Trattamento di immagini digitali. 1 Le immagini digitali Le immagini digitali Università IUAV di venezia Trattamento di immagini digitali immagini grafiche immagini raster immagini vettoriali acquisizione trattamento geometrico trattamento

Dettagli

IMMAGINE BITMAP E VETTORIALI

IMMAGINE BITMAP E VETTORIALI BITMAP VETTORIALE VETTORIALE BITMAP IMMAGINE BITMAP è una immagine costituita da una matrice di Pixel. PIXEL (picture element) indica ciascuno degli elementi puntiformi che compongono la rappresentazione

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo T2 A2 Elaborazione grafica in 2D 1 Prerequisiti Utilizzo elementare di applicazioni grafiche Conoscenza elementare di dispositivi grafici Elementi di numerazione binaria 2 1

Dettagli

Informatica per la Storia dell Arte

Informatica per la Storia dell Arte Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica Informatica per la Storia dell Arte Anno Accademico 2014/2015 Docente: ing. Salvatore Sorce Rappresentazione

Dettagli

I formati dei file immagine

I formati dei file immagine I formati dei file immagine Le immagini vettoriali Le immagini vettoriali sono caratterizzate da linee e curve definite da entità matematiche chiamate vettori I vettori sono segmenti definti da un punto

Dettagli

Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni?

Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni? Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni? In questo caso la situazione sembra del tutto diversa. Il testo scritto è costruito combinando

Dettagli

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 3: Rappresentazione dei Dati. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 3: Rappresentazione dei Dati. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 3: Rappresentazione dei Dati Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Ricapitolando I computer sanno eseguire solo un numero molto ridotto di operazioni su

Dettagli

Le immagini. Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni?

Le immagini. Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni? Sappiamo rappresentare in formato digitale testi scritti e numeri. Ma come la mettiamo con le immagini e i suoni? In questo caso la situazione sembra del tutto diversa. Il testo scritto è costruito combinando

Dettagli

Unione Europea Repubblica Italiana Regione Calabria Cooperativa sociale

Unione Europea Repubblica Italiana Regione Calabria Cooperativa sociale INFORMATICA Lezione 1 Docente Ferrante Francesco fracco2004@alice.it Sito web: http://luis7.altervista.org Obiettivi del corso Una parte generale sull'introduzione dei concetti di base dell'informatica

Dettagli

La codifica delle immagini

La codifica delle immagini Analogamente possiamo codificare le immagini a colori. In questo caso si tratta di individuare un certo numero di sfumature, gradazioni di colore differenti e di codificare ognuna mediante un'opportuna

Dettagli

Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 6.1 Rappresentazione digitale dell informazione

Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 6.1 Rappresentazione digitale dell informazione Rappresentazione digitale dell informazione Introduzione Nelle scorse lezioni, abbiamo mostrato come sia possibile utilizzare stringhe di bit per rappresentare i numeri interi e frazionari, con o senza

Dettagli

1.3a: La Codifica Digitale delle Immagini

1.3a: La Codifica Digitale delle Immagini 1.3a: La Codifica Digitale delle Immagini Bibliografia Curtin, 4.7 e 4.9 (vecchie edizioni) Curtin, 3.7 e 3.9 (nuova edizione) CR pag. 14-18 Questi lucidi La codifica delle immagini: Pixel Un immagine

Dettagli

Immagini vettoriali Immagini bitmap (o raster) Le immagini vettoriali .cdr.swf .svg .ai.dfx .eps.pdf .psd

Immagini vettoriali Immagini bitmap (o raster) Le immagini vettoriali .cdr.swf .svg .ai.dfx .eps.pdf .psd Esistono due tipi di immagini digitali: Immagini vettoriali, rappresentate come funzioni vettoriali che descrivono curve e poligoni Immagini bitmap, (o raster) rappresentate sul supporto digitale come

Dettagli

Informatica. Rappresentazione binaria Per esempio +101010000 diventa +0.10101 10 18/10/2007. Introduzione ai sistemi informatici 1

Informatica. Rappresentazione binaria Per esempio +101010000 diventa +0.10101 10 18/10/2007. Introduzione ai sistemi informatici 1 Informatica Pietro Storniolo storniolo@csai.unipa.it http://www.pa.icar.cnr.it/storniolo/info200708 Numeri razionali Cifre più significative: : sono le cifre associate ai pesi maggiori per i numeri maggiori

Dettagli

Rappresentazione e Memorizzazione dei Dati

Rappresentazione e Memorizzazione dei Dati Rappresentazione e Memorizzazione dei Dati Giuseppe Nicosia CdL in Matematica (Laurea Triennale) Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Università di Catania Bit e loro Memorizzazione Definizioni Algoritmo: una

Dettagli

Nella prima lezione... Che cos è il Digitale. Prima parte: Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale

Nella prima lezione... Che cos è il Digitale. Prima parte: Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale !"$#%!" #% Nella prima lezione... Definizione di Informatica Cosa è una soluzione algoritmica Esempi di algoritmi cicalese@dia.unisa.it 2 Prima parte: Società dell informazione Ma cosa vuol dire società

Dettagli

Megabyte (MB) = 1024KB 1 milione di Byte (e.g. un immagine di 30MB) Gigabyte (GB) = 1024MB 1 miliardo di Byte (e.g. un hard disk da 80GB)

Megabyte (MB) = 1024KB 1 milione di Byte (e.g. un immagine di 30MB) Gigabyte (GB) = 1024MB 1 miliardo di Byte (e.g. un hard disk da 80GB) Unità di misura per l informatica Un bit (b) rappresenta una cifra binaria. E l unità minima di informazione. Un Byte (B) è costituito da 8 bit. Permette di codificare 256 entità di informazione distinte

Dettagli

Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale

Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale di Calcolatori Elettronici Rappresentazione dei dati numerici Aritmetica dei registri Anno Accademico 2012/2013 Alessandra Scotto di Freca Si ringrazia

Dettagli

3. LA RISOLUZIONE Misura della risoluzione Modifica della risoluzione

3. LA RISOLUZIONE Misura della risoluzione Modifica della risoluzione 3. LA RISOLUZIONE La risoluzione di un immagine indica il grado di qualità di un immagine. Generalmente si usa questo termine parlando di immagini digitali, ma anche una qualunque fotografia classica ha

Dettagli

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l Ambiente e il Territorio

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Rappresentazione dell Informazione

Dettagli

Corso di informatica di base

Corso di informatica di base Rel. 1.0 16.10.2010 Luigi Ferrari Indice 1. Modulo 1 - Concetti base dell'informatica...1 1.1. Dato e informazione...1 1.1.1. Misura dell'informazione...1 1.2. Sistema decimale e sistema binario, ma non

Dettagli

Dal foglio di carta alla multimedialità

Dal foglio di carta alla multimedialità Dal foglio di carta alla multimedialità Multimediale Che utilizza più mezzi di comunicazione. Nell'ambito delle tecnologie educative significa utilizzare più mezzi didattici integrati. IPERTESTO E IPERMEDIA

Dettagli

C M A P M IONAM A E M NT N O

C M A P M IONAM A E M NT N O IMMAGINE DIGITALE Nelle immagini digitali, il contenuto fotografico (radiometria) viene registrato sotto forma di numeri. Si giunge a tale rappresentazione (RASTER) suddividendo l immagine fotografica

Dettagli

Tipologia dei dati e organizzazione delle informazioni Sistemi di indicizzazione e recupero

Tipologia dei dati e organizzazione delle informazioni Sistemi di indicizzazione e recupero Tipologia dei dati e organizzazione delle informazioni Sistemi di indicizzazione e recupero 2. Approfondimento su immagini e grafica IMMAGINI l immagine digitale è una matrice bidimensionale di numeri,

Dettagli

LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI

LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI ISTITUTO TECNICO E LICEO SCIENTIFICO TECNOLOGICO ANGIOY LA RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI Prof. G. Ciaschetti DATI E INFORMAZIONI Sappiamo che il computer è una macchina stupida, capace di eseguire

Dettagli

Il trattamento dei dati

Il trattamento dei dati Il trattamento dei dati Stefano Brocchi stefano.brocchi@unifi.it Stefano Brocchi Il trattamento dei dati 1 / 61 L informazione Dare una definizione di informazione può risultare non banale L informazione

Dettagli

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI asdf LA CODIFICA DELLE IMMAGINI 3 March 2012 Premessa L'articolo che segue vuole essere, senza alcuna pretesa di rigore scientifico e di precisione assoluta, in quanto non ne possiedo le competenze, una

Dettagli

Flussi Multimediali. Introduzione

Flussi Multimediali. Introduzione Flussi Multimediali 1 Introduzione Film digitali, video clip e musica stanno diventando un modo sempre più comune di presentare l informazione e l intrattenimento per mezzo del computer I file audio e

Dettagli

Fondamenti di Informatica INFORMATICA ED UNITA DI MISURA

Fondamenti di Informatica INFORMATICA ED UNITA DI MISURA Fondamenti di Informatica INFORMATICA ED UNITA DI MISURA INFORMATICA= INFOR(MAZIONE AUTO)MATICA Scienza che si occupa del trattamento automatico dell informazione Dati(input) Istruzioni di un Computer

Dettagli

Tutto digitale. Musica Giornali, Libri satellite (TV, GPS) Telefoni: ISDN, GSM rete telefonica, internet Video (DVD) oh, anche il PC

Tutto digitale. Musica Giornali, Libri satellite (TV, GPS) Telefoni: ISDN, GSM rete telefonica, internet Video (DVD) oh, anche il PC Digitale!! Tutto digitale Musica Giornali, Libri satellite (TV, GPS) Telefoni: ISDN, GSM rete telefonica, internet Video (DVD) oh, anche il PC Digitale Da Digit (cifra) in Inglese Digitale=numerico in

Dettagli

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione dell informazione negli elaboratori

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione dell informazione negli elaboratori Informazione e computer Si può rappresentare l informazione attraverso varie forme: Numeri Testi Suoni Immagini 0001010010100101010 Computer Cerchiamo di capire come tutte queste informazioni possano essere

Dettagli

Informatica Personale. Contributi digitali per rappresentare immagini e suoni: Parte I. Dante Picca

Informatica Personale. Contributi digitali per rappresentare immagini e suoni: Parte I. Dante Picca Informatica Personale Contributi digitali per rappresentare immagini e suoni: Parte I Dante Picca 1 Premessa Nella prima parte del corso abbiamo visto che un elaboratore elettronico deve essere in grado

Dettagli

wave a 44,1 khz, 16 bit, PCM, stereo (standard cd audio) L utilizzo di una risoluzione dipende anche dal supporto che la dovrà ospitare.

wave a 44,1 khz, 16 bit, PCM, stereo (standard cd audio) L utilizzo di una risoluzione dipende anche dal supporto che la dovrà ospitare. Il Suono Digitale Capitolo 3 - Formati e standard digitali dei file audio Il formato Wave, Wave 64, AIFF pag 1 Il Transfert Rate pag 4 Il formato mp3 pag 5 Il trasferimento di file tramite Internet pag

Dettagli

Imaging. Informatica. Prof. Pierpaolo Vittorini pierpaolo.vittorini@univaq.it

Imaging. Informatica. Prof. Pierpaolo Vittorini pierpaolo.vittorini@univaq.it pierpaolo.vittorini@univaq.it Università degli Studi dell Aquila Dip.to di Medicina Interna, Sanità Pubblica, Scienze della Vita e dell Ambiente Codifica di segnali I segnali provenienti da un apparato

Dettagli

Scheda di approfondimento gioco I pixel

Scheda di approfondimento gioco I pixel Scheda di approfondimento gioco I pixel IN CLASSE: per introdurre questo tema, dopo aver ricordato cos è la Rete, chiedere ai bambini se conoscono il sistema di comunicazione dei computer. Il computer

Dettagli

Introduzione all Informatica

Introduzione all Informatica Introduzione all Informatica Lezione 4 Davide Di Ruscio Dipartimento di Informatica Università degli Studi dell Aquila diruscio@di.univaq.it Nota Questi lucidi sono tratti dal materiale distribuito dalla

Dettagli

Formati Immagine. Un po d immaginazione

Formati Immagine. Un po d immaginazione Formati Immagine Un po d immaginazione Prima parte Compressione lossy e lossless Grafica Raster e Vettoriale Formati Raster BMP/RAW GIF Dithering PNG TIFF JPEG Compressione E una tecnica usata per ridurre

Dettagli

Informatica 1. Riepilogo

Informatica 1. Riepilogo Informatica 1 Hardware e Software ing. Luigi Puzone 1 Riepilogo Nella lezione scorsa abbiamo visto i seguenti concetti di base Dati e informazioni e loro ciclo di elaborazione Hardware e Software Tipologie

Dettagli

Lez.8 - Multimedia. Prof. Giovanni Mettivier

Lez.8 - Multimedia. Prof. Giovanni Mettivier Lez.8 - Multimedia Prof. Giovanni Mettivier Dott. Giovanni Mettivier, PhD Dipartimento Scienze Fisiche Università di Napoli Federico II Compl. Univ. Monte S.Angelo Via Cintia, I-80126, Napoli mettivier@na.infn.it

Dettagli

TECNOLOGIE INFORMATICHE

TECNOLOGIE INFORMATICHE I.I.S.S. FOSSATI DA PASSANO LA SPEZIA PROGRAMMA di TECNOLOGIE INFORMATICHE A.S. 2012/2013 CLASSE : 1^ INDIRIZZO: Tecnologico Argomenti richiesti per sostenere l Esame Integrativo per l ammissione alla

Dettagli

Rappresentazione delle immagini

Rappresentazione delle immagini Rappresentazione delle immagini Le immagini sono informazioni continue in tre dimensioni: due spaziali ed una colorimetrica. Per codificarle occorre operare tre discretizzazioni. Due discretizzazioni spaziali

Dettagli

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16 Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 1 alla base 16 Dato un numero N rappresentato in base dieci, la sua rappresentazione in base sedici sarà del tipo: c m c m-1... c 1 c (le c i sono cifre

Dettagli

Elementi di Informatica. ( Lezione II, parte I ) Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale

Elementi di Informatica. ( Lezione II, parte I ) Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale Elementi di Informatica ( Lezione II, parte I ) Sistemi di numerazione: binario, ottale ed esadecimale Il sistema di numerazione posizionale decimale Nella numerazione posizionale ogni cifra del numero

Dettagli

Gestione dei file. Lezione 4

Gestione dei file. Lezione 4 Gestione dei file Lezione 4 Le operazioni sulle cartelle Le cartelle possono essere gestite direttamente degli utenti sfruttando gli strumenti messi a disposizione dal file system Alcune applicazioni generano

Dettagli

Facoltà di Pianificazione del Territorio A.A. 2011/2012. Informatica

Facoltà di Pianificazione del Territorio A.A. 2011/2012. Informatica Facoltà di Pianificazione del Territorio A.A. 2011/2012 Informatica Informazione, Dati, Rappresentazione 2 Ricapitolando I computer sanno eseguire solo un numero molto ridotto di operazioni su simboli

Dettagli

L'informazione e la sua codifica

L'informazione e la sua codifica L'informazione e la sua codifica Corso di Informatica CdL: Chimica Claudia d'amato claudia.damato@di.uniba.it Informatica e telecomunicazione Cos è l informatica informatica? lo studio sistematico degli

Dettagli

Rappresentazione di informazioni con un alfabeto finito

Rappresentazione di informazioni con un alfabeto finito Rappresentazione di informazioni con un alfabeto finito Sia A = { a 1,, a k } un insieme (alfabeto) di k simboli, detti anche lettere. Quante sono le sequenze composte da n simboli (anche ripetuti) di

Dettagli

gestione e modifica di immagini fotografiche digitali

gestione e modifica di immagini fotografiche digitali gestione e modifica di immagini fotografiche digitali il colore e le immagini la gestione delle immagini Il computer è in grado di gestire le immagini in formato digitale. Gestire vuol dire acquisirle,

Dettagli

Elementi di Informatica

Elementi di Informatica Università degli Studi di Catania FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Elementi di Informatica Anno accademico: 2008/2009 Docente: angelo.nicolosi@unict.it Le immagini digitali scansione di fotografie esistenti

Dettagli

Le immagini digitali. formati, caratteristiche e uso. Testo e foto di Mario Ceppi

Le immagini digitali. formati, caratteristiche e uso. Testo e foto di Mario Ceppi Le immagini digitali formati, caratteristiche e uso Testo e foto di Mario Ceppi GIF Ideale per la rappresentazione di immagini sul Web come gif animate, pulsanti e intestazioni, non è invece adatto alle

Dettagli