CIRCOLARE N. 9/2014. del 26 novembre 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIRCOLARE N. 9/2014. del 26 novembre 2014"

Transcript

1 CIRCOLARE N. 9/2014 del 26 novembre 2014 OGGETTO: PRINCIPALI NOVITA FISCALI E CONTABILI INTRODOTTE NEGLI ULTIMI MESI A) DECRETO SEMPLIFICAZIONI: LE PRINCIPALI NOVITA FISCALI Con il Decreto Semplificazioni, approvato in versione definitiva il dal Consiglio dei Ministri, ed in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, sono state previste alcune novità fiscali, che potrebbero subire delle modifiche al momento della successiva conversione in legge. Di seguito si fornisce una breve disamina delle stesse. Certificazione Unica (CU 2015) A partire dal 2015 per il periodo d imposta 2014, i sostituti d imposta dovranno trasmettere in via telematica all Agenzia delle Entrate, entro il 7 marzo, le certificazioni relative ai redditi di lavoro dipendente, ai redditi di lavoro autonomo e ai redditi diversi, già rilasciate entro il 28 febbraio. Il modello si compone, oltreché dal frontespizio, dal: Quadro CT, nel quale vengono riportate le informazioni riguardanti la ricezione in via telematica dei dati relativi ai mod resi disponibili dall Agenzia delle Entrate; e dalla Certificazione Unica 2015, nella quale vengono riportati i dati fiscali e previdenziali relativi alle certificazioni lavoro dipendente, assimilati e assistenza fiscale e alle certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi. In caso di operazioni straordinarie che hanno determinato il passaggio di personale dipendente da un sostituto d imposta all altro, sarà unicamente cura del nuovo sostituto inviare la comunicazione, evidenziando separatamente le somme corrisposte dal primo sostituto d imposta. M I L A N O Via Principe Amedeo, Milano Italia Tel: Fax: Il professor Francesco Carnelutti è scomparso nel La lista degli attuali Soci dell Associazione Professionale è disponibile su richiesta. Codice fiscale e p.iva R O M A Carabba & Partners Via Condotti, Roma Italia Tel: Fax:

2 Comunicazioni black-list annuali Le comunicazioni delle operazioni IVA con i paradisi fiscali disciplinate dall art. 1 del D.L. 40/2010 non avranno più periodicità mensile o trimestrale, bensì annuale. Inoltre, viene innalzata la soglia minima al di sotto della quale il monitoraggio non è obbligatorio, dagli attuali Euro 500 a Euro Entrambe le novità si applicheranno alle operazioni effettuate nel periodo d imposta in corso alla data di entrata in vigore del provvedimento, che dovrebbe avvenire nel corso del Omaggi con soglia a 50 euro anche per la detraibilità IVA Il valore rilevante degli omaggi di beni non rientranti nell attività propria d impresa sarà pari a 50 Euro, sia ai fini della detrazione IVA, sia per la deducibilità ai fini delle imposte sui redditi, a seguito dell innalzamento degli attuali 25,82 Euro in campo IVA. Per effetto dell introduzione della nuova soglia, l IVA relativa all acquisto di beni da omaggiare risulterà: - detraibile se il costo (o valore) unitario del bene non sarà superiore a 50 Euro; - indetraibile se il costo (o valore) unitario del bene supera la suddetta soglia. Inoltre, la nuova soglia avrà effetti anche nell ambito delle imposte dirette in quanto l acquisto di un beneomaggio di valore unitario inferiore a 50 Euro potrà essere considerato integralmente deducibile, senza necessità di effettuare la verifica dei requisiti di congruità e inerenza previsti per le spese di rappresentanza in generale. Quanto all effettiva decorrenza della nuova soglia ai fini della detraibilità IVA, occorre attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Semplificazioni. Società in perdita sistemica: Le società potranno essere considerate in perdita sistematica, e, quindi, si renderanno applicabili tutte le penalizzazioni previste per le società di comodo, solo nel caso in cui: sia stata riportata una perdita fiscale in cinque periodi di imposta; oppure, siano state registrate perdite per quattro periodi e un reddito inferiore a quello minimo presunto nell altro. In sostanza, la disciplina delle società di comodo troverà applicazione per il periodo d imposta 2014 solo qualora il medesimo soggetto abbia conseguito perdite fiscali per i precedenti cinque periodi d imposta (ossia, per i periodi 2009, 2010, 2011, 2012 e 2013) ovvero, indifferentemente, in perdita fiscale per quattro periodi (ad esempio, i periodi 2009, 2010, 2012 e 2013) e per uno con reddito imponibile inferiore al reddito minimo (2011)

3 Lettere d intento: invertito l onere della comunicazione È trasferito in capo al c.d. esportatore abituale (soggetto che a determinate condizioni può porre in essere operazioni senza pagamento dell IVA) l obbligo di informare l'agenzia delle Entrate dei dati contenuti nella lettera d'intento. Il suddetto obbligo scatta per le operazioni senza applicazione dell imposta da effettuare a decorrere dal 1 gennaio L esportatore abituale dovrà pertanto comunicare anche le lettere d intento emesse alla fine del 2014, ma relative a operazioni da effettuarsi a partire dal 1 gennaio L esportatore abituale invia al fornitore la lettera di intento trasmessa all'agenzia delle Entrate, assieme alla copia della ricevuta di presentazione della stessa. Il fornitore da parte sua dovrà, una volta ricevuta la documentazione, controllare telematicamente l'avvenuta comunicazione alle Entrate da parte dell'esportatore abituale della lettera d'intento. Se il fornitore emette fattura in sospensione d imposta senza effettuare tale controllo, o comunque poco prima della ricezione della lettera d intento e al successivo riscontro della ricevuta di avvenuta presentazione all'agenzia delle Entrate, è punito con la sanzione amministrativa che va dal 100% al 200% dell imposta non applicata. Se invece il fornitore emette fattura in sospensione d imposta in mancanza della lettera d intento, oltre all applicazione della sanzione amministrativa che va dal 100% al 200% dell imposta non applicata, il fornitore è altresì tenuto al pagamento del tributo. Viene previsto inoltre che in sede di Dichiarazione Iva 2016 relativa al periodo di imposta 2015, il fornitore/prestatore (oltre alla verifica dei documenti ricevuti) dovrà riepilogare i dati contenuti nelle dichiarazioni d'intento ricevute per ogni singolo esportatore abituale. Abolizione del regime di responsabilità solidale negli appalti E stata abrogata la cosiddetta solidarietà fiscale tra appaltatore e subappaltatore, a partire dall entrata in vigore del decreto, che avverrà, ricordiamo, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. L appaltatore non rischierà più di incorrere nella sanzione prevista da a Euro se il pagamento del corrispettivo è avvenuto senza un precedente controllo sul versamento delle ritenute su redditi riguardanti il complessivo insieme di attività comprese nella catena di fornitura dell appalto. Pertanto, con l'abrogazione della responsabilità committenti e appaltatori non saranno più costretti a richiedere la certificazione di regolarità dei versamenti delle ritenute ritardando i pagamenti alle imprese in attesa di ricevere i previsti attestati Resta però in vigore la solidarietà contributiva e retributiva Il committente e gli appaltatori, per evitare di - 3 -

4 rispondere in solido dei mancati versamenti, dovranno continuare a richiedere il rilascio del DURC per verificare la regolarità contributiva. E in ogni caso potranno comunque avvalersi del beneficio della preventiva escussione. Immediatamente operativo l ingresso nel VIES Il Decreto Semplificazioni dispone che, dopo l opzione, il soggetto passivo potrà subito effettuare cessioni e acquisti intracomunitari di beni e servizi, rendendo immediatamente operativa l opzione stessa. Non sarà, dunque, più necessario attendere che trascorrano 30 giorni dalla manifestazione dell opzione per potere effettuare cessioni e acquisti intracomunitari di beni e servizi. La norma prevede l esclusione dal VIES degli operatori autorizzati in caso di cessazione dell attività intracomunitaria Si presume che un soggetto passivo non intenda più effettuare operazioni intracomunitarie qualora non abbia presentato alcun elenco riepilogativo per quattro trimestri consecutivi, successivi alla data di inclusione nella suddetta banca dati. A tal fine l Agenzia delle Entrate procede all esclusione della Partita Iva dalla banca dati, previo invio di apposita comunicazione al soggetto passivo. Se la comunicazione presenta dati incompleti o inesatti l Ufficio emanerà un provvedimento per la cessazione della partiva IVA e provvederà all esclusione della stessa dalla banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie. Esecuzione dei rimborsi IVA Per l esecuzione dei rimborsi IVA per importi inferiore a Euro non è più necessaria la prestazione della garanzia a favore dello Stato. Per l esecuzione dei rimborsi per importi superiori a Euro la prestazione della garanzia a favore dello Stato può essere sostituita dal visto di conformità rinforzato ; in particolare, i contribuenti, in luogo della garanzia, potranno far apporre sulla dichiarazione o istanza da cui emerge il credito IVA richiesto a rimborso il visto di conformità (o la sottoscrizione dell organo di controllo contabile) e allegare una dichiarazione di operatività secondo determinati parametri. Vi sono tuttavia delle eccezioni per le quali è prevista la prestazione di garanzia di durata triennale. Con uno o più decreti del ministero delle finanze saranno individuate le categorie di contribuenti per i quali i rimborsi saranno eseguiti in via prioritaria. E previsto anche un provvedimento dell Agenzia delle Entrate per stabilire modalità e termini per l esecuzione - 4 -

5 dei rimborsi. Semplificazione elenchi Intrastat servizi In relazione alle prestazioni di servizi intracomunitarie verrà emanato un provvedimento delle dogane per modificare gli elenchi INTRASTAT con lo scopo di ridurne il contenuto informativo alle sole informazioni concernenti i numeri di identificazione IVA delle controparti e il valore totale delle transazioni. La novità troverà applicazione con l emanazione di un apposito provvedimento direttoriale. Rimborso dei crediti d imposta e degli interessi in conto fiscale Per ciò che concerne i rimborsi dei crediti di imposta, l erogazione del rimborso è effettuata entro 60 giorni sulla base di apposita richiesta, sottoscritta dal contribuente e attestante il diritto al rimborso, ovvero entro 20 giorni dalla ricezione di apposita comunicazione dell ufficio competente e contestualmente all erogazione del rimborso sono liquidati ed erogati gli interessi nella misura determinata dalle specifiche leggi in materia. La disposizione si applica ai rimborsi erogati a partire dal 1 gennaio Infine si ribadisce che il Decreto Semplificazioni non è ancora stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale e, pertanto, entrerà in vigore solo a partire dal giorno successivo alla sua pubblicazione. B) DECRETO IRPEF D.L. N.66/2014 F24 NUOVE REGOLE DI UTILIZZO DAL 1 OTTOBRE 2014 Il Decreto Irpef, D.L. n. 66/2014, ha introdotto novità importanti per i pagamenti dei modelli F24, a regime dal 1 ottobre La prima conseguenza è che non si potrà più pagare in contanti, con assegni bancari o circolari, con bancomat oppure con carta Postamat, F24 sopra i euro o F24 con crediti a compensazione. Per effetto delle disposizioni introdotte dall art. 11 del D.L. 66/2014, infatti, dal il pagamento dei tributi potrà essere effettuato mediante il modello F24 cartaceo (presso banche, Poste italiane, Equitalia) esclusivamente da soggetti persone fisiche, che debbano versare un saldo pari o inferiore a 1.000, senza alcuna compensazione. In tutti gli altri casi è necessario utilizzare i servizi telematici dell Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline) o delle banche/poste (Home banking o Cbi); l uso dei servizi telematici di banche o poste è inibito nel caso in cui il modello presenti un saldo a zero (debito completamente assorbito dal credito) per effetto di compensazioni; in tal caso si potranno utilizzare solo i servizi Entratel o Fisconline. Con la recente - 5 -

6 Circolare (n. 27/E del ), l Agenzia delle Entrate ha chiarito che i contribuenti che utilizzano deleghe di pagamento precompilate, inviate dagli enti impositori (ad esempio Agenzia delle Entrate, Comuni, etc.), con saldo finale superiore a 1.000,00 euro, possono presentare detti modelli in formato cartaceo presso gli sportelli degli intermediari della riscossione convenzionati con l Agenzia, a condizione che non siano indicati crediti in compensazione. C) RISOLUZIONI MINISTERIALI IN MATERIA DI IVA Esportazioni: non imponibilità senza termine L Agenzia delle Entrate, con R.M. del 10 novembre 2014 n. 98/E ha chiarito che non sono imponibili ai fini IVA le esportazioni indirette anche se i beni lasciano il territorio UE oltre i 90 giorni; pertanto, l eventuale imposta nel frattempo versata può essere recuperata mediante l emissione di nota di credito o richiesta di rimborso. In dettaglio, la Risoluzione citata ha fornito chiarimenti in merito alla corretta applicazione dell articolo 8, comma 1, lett. b) del DPR 633/1972, secondo il quale le esportazioni regolate dalla clausola ex works (esportazioni indirette) beneficiano del regime di non imponibilità solo se i beni escono dal territorio UE entro 90 giorni dalla consegna del cessionario. Al riguardo, a seguito della sentenza della Corte di Giustizia UE del 19 dicembre 2013 relativa alla Causa C-563/12, l Agenzia ha chiarito che il regime di non imponibilità si applichi sia nel caso in cui il bene esca entro 90 giorni, ma il cedente ne acquisisce la prova oltre il termine di 30 giorni per effettuare la regolarizzazione, che quando il bene lasci il territorio comunitario oltre 90 giorni. Di conseguenza è possibile recuperare l IVA nel frattempo versata mediante l emissione di una nota di credito entro il termine per la presentazione della dichiarazione annuale relativa al secondo anno successivo a quello nel quale è avvenuta l esportazione, o in alternativa, attraverso presentazione di apposita richiesta di rimborso entro il termine di due anni dal versamento o dal verificarsi del presupposto del rimborso. D) DICHIARAZIONE IMPOSTA DI BOLLO VIRTUALE Con Provvedimento del direttore dell'agenzia delle Entrate del 14 novembre 2014, è stato approvato il modello della dichiarazione dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale. Come previsto dalla Legge di Stabilità 2014, infatti, tale dichiarazione deve essere redatta, a pena di nullità, su modello conforme a quello approvato con provvedimento delle Entrate. Tutti coloro che hanno ottenuto la necessaria autorizzazione alla modalità di assolvimento dell imposta di bollo ai sensi dell art. 15 del decreto 642/72 (banche, intermediari finanziari, etc.) in modo virtuale dovranno utilizzare tale modello a partire dal 1 gennaio

7 In particolare, per gli atti e documenti emessi nel 2014, la relativa dichiarazione deve essere presentata entro il Il modello approvato deve essere utilizzato non solo per la presentazione della dichiarazione consuntiva, ma anche per la presentazione della dichiarazione a seguito di rinuncia all autorizzazione (anche nei casi di operazioni straordinarie), per la presentazione della dichiarazione a seguito di operazioni straordinarie che non hanno comportato rinuncia nonché per eventuali modifiche alle dichiarazioni già presentate. Il modello deve essere presentato esclusivamente in modalità telematica all Agenzia delle Entrate, direttamente dall interessato ovvero tramite uno degli intermediari abilitati al servizio Entratel. Tale dichiarazione non deve essere inviata da imprese e professionisti non autorizzati, i quali dal 27 giugno 2014 devono versare l imposta sui documenti informatici (ad esempio le fatture inviate via , elettroniche e non) tramite il modello F24 telematico, applicando il calcolo solo a consuntivo, entro 120 giorni dalla chiusura dell esercizio. E) NUOVO PRINCIPIO CONTABILE OIC 10 SU RENDICONTO FINANZIARIO L Organismo italiano di contabilità (OIC), tenuto conto dell importanza informativa del rendiconto finanziario, ha emanato nel mese di luglio 2014 lo specifico principio contabile OIC 10 in materia di rendiconto finanziario; il rendiconto finanziario fornisce informazioni di natura finanziaria non ottenibili dallo stato patrimoniale e dal conto economico: il principio contabile ne raccomanda la redazione a tutte le tipologie societarie. Pertanto, a partire dal bilancio chiuso al , ciascuna società dovrà inserire nella propria nota integrativa il rendiconto finanziario. *** Vi invitiamo a contattare il Vostro professionista di riferimento dello Studio per ogni ulteriore chiarimento. Cordiali saluti. CARNELUTTI Studio Legale Associato NOTA BENE - Le informazioni contenute nella presente circolare vengono fornite con l intendimento che non possano essere interpretate come prestazioni di consulenza legale, contabile, fiscale o di altra natura professionale. Il contenuto ha finalità esclusivamente divulgativa generale e non può sostituire incontri con consulenti fiscali, legali o professionali di altra natura. Prima di adottare scelte o provvedimenti è necessario consultare consulenti professionali qualificati. Carnelutti Studio legale Associato, nonché i relativi soci, professionisti e dipendenti, declinano qualsivoglia responsabilità nei confronti di chiunque per decisioni o provvedimenti adottati facendo affidamento sulle informazioni contenute nella presente circolare. Le informazioni contenute nella presente circolare sono di proprietà di Carnelutti Studio legale Associato e possono essere usate esclusivamente a fini personali e interni; è vietato copiarle, inoltrarle o fornirle comunque a terzi

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 17 Dicembre 2014 DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI Il Decreto Legislativo 21 novembre 2014 nr. 175, cosiddetto Semplificazione fiscale e dichiarazione dei

Dettagli

Circolare N. 164 del 12 Dicembre 2014

Circolare N. 164 del 12 Dicembre 2014 Circolare N. 164 del 12 Dicembre 2014 Operatori che intrattengono rapporti con l estero - semplificazioni IVA in vista Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il DLgs. di semplificazione

Dettagli

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI lì, 20 dicembre 2014 Articolo 1 - Dichiarazione dei redditi precompilata Dal 2015, entro il 15 aprile di ciascun anno, l Agenzia delle Entrate renderà disponibile telematicamente

Dettagli

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI OGGETTO: Circolare 19.2014 Seregno, 12 novembre 2014 DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 30 Ottobre 2014 in via definitiva il Decreto Legislativo contenente disposizioni

Dettagli

Fiscal Flash N. 29. Lettere d intento: nuova procedura al via. La notizia in breve 10.02.2015

Fiscal Flash N. 29. Lettere d intento: nuova procedura al via. La notizia in breve 10.02.2015 Fiscal Flash La notizia in breve N. 29 10.02.2015 Lettere d intento: nuova procedura al via Dal 12.02 il fornitore obbligato a verificare via Web la presentazione telematica delle lettere d intento Categoria:

Dettagli

IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DIVENTA LEGGE : ANALISI DEI PUNTI PRINCIPALI

IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DIVENTA LEGGE : ANALISI DEI PUNTI PRINCIPALI IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DIVENTA LEGGE : ANALISI DEI PUNTI PRINCIPALI a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Il Consiglio dei ministri ha approvato in data 30 ottobre 2014 il Decreto delegato

Dettagli

Circolare Nr. 401/2014. Oggetto: Tributi Iva Dichiarazioni d intento Termine dell 11 febbraio 2015 Istruzioni dell Agenzia delle Entrate.

Circolare Nr. 401/2014. Oggetto: Tributi Iva Dichiarazioni d intento Termine dell 11 febbraio 2015 Istruzioni dell Agenzia delle Entrate. Circolare Nr. 401/2014 Genova, 16 dicembre 2014 La Confetra comunica quanto segue: Oggetto: Tributi Iva Dichiarazioni d intento Termine dell 11 febbraio 2015 Istruzioni dell Agenzia delle Entrate. E disponibile

Dettagli

Il Decreto Semplificazioni

Il Decreto Semplificazioni Paola Costa Il Decreto legislativo n. 175/2014, in attuazione della delega in materia di semplificazioni fiscali, introduce il Modello 730 precompilato per lavoratori dipendenti e pensionati e numerose

Dettagli

Milano 22 dicembre 2014 NEWS FISCALI

Milano 22 dicembre 2014 NEWS FISCALI Milano 22 dicembre 2014 NEWS FISCALI Con l entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 175, c.d. Decreto semplificazioni fiscali, dal prossimo 13 dicembre andranno a regime molte modifiche alla fiscalità,

Dettagli

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 01.04.15 SETTORI: TESSILE, ABBIGLIAMENTO, MODA, CALZATURE, PELLI E CUOIO (PICCOLA INDUSTRIA) AUMENTO MINIMI CONTRATTUALI: seguiranno apposite circolari con nuovi

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 322 07.11.2014 Abrogazione della solidarietà fiscale tra appaltatore e subappaltatore Rimane la responsabilità fiscale del committente. Categoria:

Dettagli

Oggetto. Sommario. Contenuto. Informativa 41/2014

Oggetto. Sommario. Contenuto. Informativa 41/2014 I n f o r m a t i v a d e l 14 n o v e m b r e 2014 P a g. 1 di 5 Informativa 41/2014 Oggetto IL DECRETO SULLE SEMPLIFICAZIONI FISCALI Sommario Capo I: Semplificazioni per le persone fisiche; Capo II:

Dettagli

Al via le semplificazioni fiscali. Esaminato il decreto legislativo in materia di semplificazioni fiscali

Al via le semplificazioni fiscali. Esaminato il decreto legislativo in materia di semplificazioni fiscali Fiscal Flash La notizia in breve N. 114 23.06.2014 Al via le semplificazioni fiscali Esaminato il decreto legislativo in materia di semplificazioni fiscali Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730

Dettagli

Casi & Questioni La risposta ai quesiti più frequenti

Casi & Questioni La risposta ai quesiti più frequenti Casi & Questioni La risposta ai quesiti più frequenti N. 147 17.10.2014 F24: le nuove regole di invio dal 01.10.2014 Casi dubbi e possibili soluzioni Categoria: Versamenti Sottocategoria: Modello F24 F24

Dettagli

LE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE E LA COMPILAZIONE DEL MOD. DI

LE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE E LA COMPILAZIONE DEL MOD. DI CIRCOLARE N. 08 DEL 05/03/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE E LA COMPILAZIONE DEL MOD. DI

Dettagli

CIRCOLARE N. 11/2012 del 27 aprile 2012

CIRCOLARE N. 11/2012 del 27 aprile 2012 CIRCOLARE N. 11/2012 del 27 aprile 2012 SCADENZARIO FISCALE MAGGIO 2012 Con la presente riportiamo lo Scadenzario in cui sono indicate le principali scadenze fiscali del mese di Maggio 2012, pregandovi

Dettagli

STATO CODICE ISO N.RO CARATTERE DEL CODICE IVA. Bulgaria BG 9 ovvero 10

STATO CODICE ISO N.RO CARATTERE DEL CODICE IVA. Bulgaria BG 9 ovvero 10 N. 2 del 2007 NOVITA IN MATERIA DI ELENCHI INTRASTAT ADESIONE ALL UNIONE EUROPEA DI DUE NUOVI STATI A decorrere dal 1 gennaio 2007, sono entrati a far parte dell Unione Europea due nuovi Stati: la Bulgaria

Dettagli

CIRCOLARE DELLO STUDIO

CIRCOLARE DELLO STUDIO Avv. GIORGIO ASCHIERI* Rag. Comm. SIMONETTA BISSOLI* Dott. Comm. MARCO GHELLI* Dott. Comm. ALBERTO MION* Dott. Comm. ALBERTO RIGHINI* Avv. ANTONIO RIGHINI* Dott. MONICA SECCO* Avv. ORNELLA BERTOLAZZI Avv.

Dettagli

DECRETO SEMPLIFICAZIONI

DECRETO SEMPLIFICAZIONI Ambrosia Corporate Solutions Newsletter DECRETO SEMPLIFICAZIONI DECRETO LEGISLATIVO 21 NOVEMBRE 2014, N.175 SEMPLIFICAZIONE FISCALE (14G00190) G.U. Serie Generale n. 277 del 28/11/2014 Entrata in vigore

Dettagli

Circolare N. 31 del 27 Febbraio 2015

Circolare N. 31 del 27 Febbraio 2015 Circolare N. 31 del 27 Febbraio 2015 Lettere di intento: la nuova procedura Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, ultimato il periodo transitorio, sono entrate in vigore dallo scorso

Dettagli

Circolare n. 8. del 15 marzo 2010

Circolare n. 8. del 15 marzo 2010 Via Principe Amedeo 11 10123 Torino c.f. e p.iva 06944680013 Tel. 011 8126939 Fax. 011 8122079 Email: info@studiobgr.it www.studiobgr.it Circolare n. 8 del 15 marzo 2010 Modelli INTRASTAT - Recepimento

Dettagli

Si tramette Circolare con le novità fiscali più rilevanti del Decreto semplificazioni approvato di recente.

Si tramette Circolare con le novità fiscali più rilevanti del Decreto semplificazioni approvato di recente. Ai gentili Clienti Loro sedi Altavilla Vicentina 09/12/2014 Si tramette Circolare con le novità fiscali più rilevanti del Decreto semplificazioni approvato di recente. Gli argomenti trattati soni i seguenti:

Dettagli

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA CIRCOLARE n. 03/2010 Pesaro, 25 gennaio 2010 Spett.li Clienti Loro SEDI COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA 1 Chiarimenti compensazioni iva: 1.1 Compensazione verticale

Dettagli

Roma, 30 novembre 2007 CIRCOLARE N. 64/E

Roma, 30 novembre 2007 CIRCOLARE N. 64/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 30 novembre 2007 CIRCOLARE N. 64/E Oggetto: Decreto legge 3 ottobre 2006, n. 262, convertito con modificazioni dalla legge 24 novembre 2006, n. 286 - art. 1, commi

Dettagli

Lettere d intento: chiarimenti Videoforum

Lettere d intento: chiarimenti Videoforum Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 23 26.01.2015 Lettere d intento: chiarimenti Videoforum Nessuna comunicazione da parte del fornitore per le lettere d intento ricevute che esplicano

Dettagli

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale OGGETTO: Semplificazioni fiscali Premessa Con il Consiglio dei Ministri che si è riunito venerdì 20 giugno sono state introdotte moltissime novità: è stato infatti esaminato, in via preliminare, il decreto

Dettagli

Adempimenti Fiscali e Normativi 2015

Adempimenti Fiscali e Normativi 2015 Adempimenti Fiscali e Normativi 2015 Il Decreto Legislativo n 175 del 21 Novembre 2014, detto anche Decreto Semplificazioni, pubblicato in Gazzetta Ufficiale e in vigore dal 13 Dicembre 2014, prevede una

Dettagli

CIRCOLARE PER LA CLIENTELA - Il decreto semplificazioni fiscali e le altre novità di periodo - Le principali novità:

CIRCOLARE PER LA CLIENTELA - Il decreto semplificazioni fiscali e le altre novità di periodo - Le principali novità: PAGINA 1 CIRCOLARE PER LA CLIENTELA - Il decreto semplificazioni fiscali e le altre novità di periodo - 29 Dicembre 2014 Indice: Le principali novità 1 Riduzione del tasso di interesse legale 1 Estinzione

Dettagli

Newsletter n. 4/2014. Milano, 30 Dicembre 2014

Newsletter n. 4/2014. Milano, 30 Dicembre 2014 CPASSOCIATI Via Agnello, 8 Milano 20121 C.F. e P.Iva 12532720153 Tel. +39 02 796141 Fax +39 02 796142 info@cpassociati.com www.cpassociati.com Milano, 30 Dicembre 2014 Newsletter n. 4/2014 Nella speranza

Dettagli

Circolare nr. 36 del 24 settembre 2014

Circolare nr. 36 del 24 settembre 2014 Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013 PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013 Martedì 15 ottobre Fatture e autofatture di importo inferiore a euro 300,00 Annotazione dell'eventuale documento cumulativo delle fatture

Dettagli

Circolare 25. del 3 dicembre 2014. DLgs. 21.11.2014 n. 175 Decreto Semplificazione fiscale - Novità in materia di IVA. INDICE

Circolare 25. del 3 dicembre 2014. DLgs. 21.11.2014 n. 175 Decreto Semplificazione fiscale - Novità in materia di IVA. INDICE Circolare 25 del 3 dicembre 2014 DLgs. 21.11.2014 n. 175 Decreto Semplificazione fiscale - Novità in materia di IVA. INDICE 1 Premessa...2 2 Credito IVA annuale e infrannuale - modalità di rimborso...2

Dettagli

IL NUOVO MODELLO E LE NUOVE MODALITA DI INVIO DELLA DICHIARAZIONE D INTENTO DA PARTE DEGLI ESPORTATORI ABITUALI

IL NUOVO MODELLO E LE NUOVE MODALITA DI INVIO DELLA DICHIARAZIONE D INTENTO DA PARTE DEGLI ESPORTATORI ABITUALI IL NUOVO MODELLO E LE NUOVE MODALITA DI INVIO DELLA DICHIARAZIONE D INTENTO DA PARTE DEGLI ESPORTATORI ABITUALI Chiarimenti della Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 31/E del 30 dicembre 2014 L art.

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore

730, Unico 2015 e Studi di settore 730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 27 28.04.2015 Imposte da compensare L utilizzo del credito può compensare non solo IMU Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 Con l

Dettagli

CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2014 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2014 Le regole di compensazione del credito IVA relativo all anno 2013 Il visto

Dettagli

DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI

DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI Dott. M A U R O R O V I D A 16128 GENOVA - Via Corsica 2/18 Dott. F R A N C E S C A R A P E T T I Telef.: +39 010 876.641 Fax: +39 010 874.399 Dott. L U C A

Dettagli

1 - LA MANCATA ISCRIZIONE AL VIES NON CONSENTE DI EFFETTUARE OPERAZIONI IN AMBITO UE

1 - LA MANCATA ISCRIZIONE AL VIES NON CONSENTE DI EFFETTUARE OPERAZIONI IN AMBITO UE Pesaro, lì 05 novembre 2012 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE n. 15/2012 1 IL MODELLO VIES - LA MANCATA ISCRIZIONE AL VIES NON CONSENTE DI EFFETTUARE OPERAZIONI IN AMBITO UE 1 - LA MANCATA ISCRIZIONE

Dettagli

CIRCOLARE N. 8/2011 del 3 maggio 2011

CIRCOLARE N. 8/2011 del 3 maggio 2011 CIRCOLARE N. 8/2011 del 3 maggio 2011 OGGETTO: LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI L'art. 3 del D.Lgs. n. 23 del 14/03/2011 ha introdotto, a partire dal periodo d imposta 2011, la possibilità per i possessori

Dettagli

Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi - Novità del DLgs. 5.8.2015 n. 127

Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi - Novità del DLgs. 5.8.2015 n. 127 Circolare 23 del 28 settembre 2015 Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi - Novità del DLgs. 5.8.2015 n. 127 INDICE 1 Premessa... 2 2 Regime opzionale per la trasmissione

Dettagli

Decreto Legislativo n. 175 Semplificazioni fiscali le principali novità

Decreto Legislativo n. 175 Semplificazioni fiscali le principali novità Ai Gentili Clienti Loro sedi Circolare n. 10 del 17 Dicembre 2014 Decreto Legislativo n. 175 Semplificazioni fiscali le principali novità Abbiamo fatto il possibile per semplificare i termini e i concetti,

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA E TRASMISSIONE TELEMATICA DEI CORRISPETTIVI

FATTURAZIONE ELETTRONICA E TRASMISSIONE TELEMATICA DEI CORRISPETTIVI Studio Fabrizio Mariani Viale Brigata Bisagno 12/1 16129 Genova Tel. e. fax. 010.59.58.294 f.mariani@studio-mariani.it Circolare n. 27/2015 Del 15 ottobre 2015 FATTURAZIONE ELETTRONICA E TRASMISSIONE TELEMATICA

Dettagli

SEPA e Adempimenti Fiscali-Normativi per l anno 2016

SEPA e Adempimenti Fiscali-Normativi per l anno 2016 SEPA e Adempimenti Fiscali-Normativi per l anno 2016 Il Decreto Legislativo n 175 del 21 Novembre 2014, detto anche Decreto Semplificazioni, (pubblicato in Gazzetta Ufficiale e in vigore dal 13 Dicembre

Dettagli

Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli. 9/2015 Gennaio/9/2015 (*) Napoli 23 Gennaio 2015

Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli. 9/2015 Gennaio/9/2015 (*) Napoli 23 Gennaio 2015 Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli 9/2015 Gennaio/9/2015 (*) Napoli 23 Gennaio 2015 Con Provvedimento n. 159941 del 15 dicembre 2014, l'agenzia delle Entrate, a seguito

Dettagli

Video Fisco 17 dicembre 2014. Il Rent to buy; Tutte le novità del D.L. semplificazioni. a cura di Andrea Scaini e Sandro Cerato

Video Fisco 17 dicembre 2014. Il Rent to buy; Tutte le novità del D.L. semplificazioni. a cura di Andrea Scaini e Sandro Cerato Video Fisco 17 dicembre 2014 Il Rent to buy; Tutte le novità del D.L. semplificazioni a cura di Andrea Scaini e Sandro Cerato 1 Rent to buy Nuova forma contrattuale Dottrina e fisco a cura di Andrea Scaini

Dettagli

1-2015. Quaderni Fiscali 1-2015. Legge di stabilità 2015 - Novità in tema di Iva

1-2015. Quaderni Fiscali 1-2015. Legge di stabilità 2015 - Novità in tema di Iva 1-2015 Quaderni Fiscali 1-2015 Legge di stabilità 2015 - Novità in tema di Iva Masaccio, Il tributo, 1425, affresco. Firenze, chiesa del Carmine, Cappella Brancacci Aggiornamento e approfondimento in area

Dettagli

Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972

Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972 Sandra Migliaccio (Agenzia delle Entrate - DR Piemonte Ufficio Fiscalità Generale) Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972 1 L utilizzo del credito IVA Compensazione verticale Rimborso del

Dettagli

F24 telematico: dal 1 ottobre 2014 obbligo esteso anche ai privati Effetti per i soggetti titolari di partita Iva

F24 telematico: dal 1 ottobre 2014 obbligo esteso anche ai privati Effetti per i soggetti titolari di partita Iva ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 22 25 OTTOBRE 2014 F24 telematico: dal 1 ottobre 2014 obbligo esteso anche ai privati Effetti

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/2011 del 10 gennaio 2011

CIRCOLARE N. 1/2011 del 10 gennaio 2011 CIRCOLARE N. 1/2011 del 10 gennaio 2011 OGGETTO: NOVITᾺ FISCALI APPLICABILI DAL PERIODO D IMPOSTA 2011 Di seguito Vi segnaliamo in sintesi le principali novità introdotte per il periodo d imposta 2011,

Dettagli

Dottore Commercialista

Dottore Commercialista DECRETO SEMPLIFICAZIONI: DAL 2015 NUOVO MODELLO 730 PRECOMPILATO a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) Il D.Lgs. 21.11.2014, n. 175 pubblicato sulla G.U. del 28 novembre 2014 ed entrato in vigore

Dettagli

A cura dello Studio Battaini, Corso Sempione 15, Gallarate e-mail : infocsp@tin.it. Sommario

A cura dello Studio Battaini, Corso Sempione 15, Gallarate e-mail : infocsp@tin.it. Sommario A cura dello Studio Battaini, Corso Sempione 15, Gallarate e-mail : infocsp@tin.it Sommario 1 - Dietro-Front della Cassazione sulla doppia contribuzione per i soci amministratori di srl "commerciali" 2

Dettagli

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 S T U D I O C O M M E R C I A L I S T A dott. sa Ausilia RUBIANO Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Giudice Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 MODELLI INTRASTAT: NOVITA. Con il

Dettagli

Certificazione Unica (c.d. CU2015)

Certificazione Unica (c.d. CU2015) (c.d. CU2015) Indice degli argomenti Introduzione 1. Disposizioni normative 2. Prerequisiti tecnici 3. Impostazioni necessarie per operare in Gestionale 1 4. Stampa Certificazioni Unica Assis tenza tecni

Dettagli

Circolare n. 4/2013 del 16 luglio 2013. L entrata della Croazia nell Unione Europea e la prova delle cessioni intracomunitarie

Circolare n. 4/2013 del 16 luglio 2013. L entrata della Croazia nell Unione Europea e la prova delle cessioni intracomunitarie Circolare n. 4/2013 del 16 luglio 2013 L entrata della Croazia nell Unione Europea e la prova delle cessioni intracomunitarie Con la presente circolare informativa si intende trattare l ingresso della

Dettagli

Schede operative. Adempimenti Iva. Definizione di mezzo di trasporto. Definizione di mezzo di trasporto «nuovo» o «usato»

Schede operative. Adempimenti Iva. Definizione di mezzo di trasporto. Definizione di mezzo di trasporto «nuovo» o «usato» Adempimenti Iva Il nuovo modello F24 «IVA immatricolazione auto UE» In attuazione dell art. 1, commi 9 e 10, del D.L. 3 ottobre 2006, n. 262 (convertito dalla L. 24 novembre 2006, n. 286), il Direttore

Dettagli

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2010

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2010 NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2010 Normativa comunitaria e normativa nazionale L imposta sul valore aggiunto è disciplinata da leggi nazionali che sono subordinate alle direttive comunitarie. Queste

Dettagli

Chiarimenti Agenzia delle entrate sui nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014

Chiarimenti Agenzia delle entrate sui nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 Circolare n. 18 - bis del 29 settembre 2014 Chiarimenti Agenzia delle entrate sui nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 INDICE 1 Premessa... 3 2 Finalità... 4 3 Ambito

Dettagli

Fiscal News N. 17. Credito Iva 2013. La circolare di aggiornamento professionale 20.01.2014. Premessa

Fiscal News N. 17. Credito Iva 2013. La circolare di aggiornamento professionale 20.01.2014. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 17 20.01.2014 Credito Iva 2013 Categoria: Versamenti Sottocategoria: In compensazione L utilizzo in compensazione orizzontale del credito IVA

Dettagli

SCADENZE FEBBRAIO 2015

SCADENZE FEBBRAIO 2015 SCADENZE FEBBRAIO 2015 MARTEDì 10 FEBBRAIO IMU TERRENI Scade il termine per il versamento dell IMU sui terreni; l imposta è calcolata in base alle aliquote standard (7,6 per mille) tranne quando i Comuni

Dettagli

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale OGGETTO: Nuove regole di utilizzo dell F24 dal 01.10.2014 Pagare le imposte sarà più complicato a partire dal 1 ottobre 2014. Le novità interessano una platea ampia di contribuenti. Dovranno attivarsi

Dettagli

LA COMUNICAZIONE DELLE DICHIARAZIONI D INTENTO

LA COMUNICAZIONE DELLE DICHIARAZIONI D INTENTO Periodico quindicinale FE n. 10 14 agosto 2012 LA COMUNICAZIONE DELLE DICHIARAZIONI D INTENTO ABSTRACT Il cosiddetto Decreto Semplificazioni Fiscali è intervenuto sull obbligo di comunicazione delle dichiarazioni

Dettagli

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali Circolare n. 11/14 Legnago, 16.12.2014 A TUTTI I CLIENTI - LORO SEDI - OMAGGI: NUOVE REGOLE Per gli acquisti di beni destinati

Dettagli

2. LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI POSSIBILI FINALITA EVASIVE

2. LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI POSSIBILI FINALITA EVASIVE Ai signori clienti loro sedi Oggetto: Gentile Cliente, Lissone, 13 gennaio 2011 Circolare n 04 / 2011 NUOVI OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE PREVENTIVA IN TEMA DI OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE con due provvedimenti

Dettagli

Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi: novità a decorrere dal 01.01.2017

Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi: novità a decorrere dal 01.01.2017 del 6 Novembre 2015 Fatturazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi: novità a decorrere dal 01.01.2017 Secondo quanto previsto dal DLgs. 127/2015, tutti i soggetti passivi IVA possono

Dettagli

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2015 pag. 108. I destinatari della Dichiarazione precompilata

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2015 pag. 108. I destinatari della Dichiarazione precompilata SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2015 pag. 108 26 marzo 2015 36/FS/om Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti - Circolare dell'agenzia delle Entrate n. 11 del 23 marzo 2015 Sintesi Primi importanti chiarimenti

Dettagli

CATANIA 15 MARZO 2011. Dott. Ernesto GATTO

CATANIA 15 MARZO 2011. Dott. Ernesto GATTO CATANIA 15 MARZO 2011 LA LEGGE DI STABILITA 2011 E LE ULTIME NOVITA PER PROFESSIONISTI E IMPRESE Dott. Ernesto GATTO BLOCCO COMPENSAZIONI DAL 2011 NON E PIU CONSENTITO UTILIZZARE IN COMPENSAZIONE I CREDITI

Dettagli

LA RESPONSABILITA SOLIDALE NEI CONTRATTI DI APPALTO

LA RESPONSABILITA SOLIDALE NEI CONTRATTI DI APPALTO LA RESPONSABILITA SOLIDALE NEI CONTRATTI DI APPALTO In questa Circolare 1. Premessa 2. La responsabilità solidale fiscale 3. La responsabilità solidale retributiva / contributiva 1. PREMESSA Come noto

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI Circolare nr.03/2015 Ai sig.ri Clienti E loro sedi ULTIME NOVITÀ FISCALI Diritto CCIAA 2015 Decreto Ministero Sviluppo economico 8.1.2015 Tremonti-quater Circolare Agenzia Entrate 19.2.2015, n. 5/E È stato

Dettagli

L'INVIO DELLE DICHIARAZIONI D'INTENTO PER IL 2016

L'INVIO DELLE DICHIARAZIONI D'INTENTO PER IL 2016 L'INVIO DELLE DICHIARAZIONI D'INTENTO PER IL 2016 Come noto, agli esportatori abituali è concessa la possibilità di acquistare / importare beni e servizi senza applicazione dell IVA nel limite del plafond

Dettagli

CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA

CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA INDICE 1. PREMESSA 2. DECORRENZA 3. AMBITO OGGETTIVO 4. AMBITO SOGGETTIVO 5. FINALITÀ 6. NOVITÀ IN MATERIA

Dettagli

Scadenziario Febbraio 2015

Scadenziario Febbraio 2015 Studio Creanza & Partners Creanza rag. Flavio D Onofrio rag. Loredana Stramazzo dott.ssa Caterina Scadenziario Febbraio 2015 1 Domenica Soggetti con partita Termine iniziale per la presentazione telematica

Dettagli

Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali

Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 2 09 GENNAIO 2016 Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali Copyright 2016

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Termini e modalità di presentazione del 770/2014. La presentazione entro il 31 luglio 2014

Termini e modalità di presentazione del 770/2014. La presentazione entro il 31 luglio 2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 190 16.07.2014 Termini e modalità di presentazione del 770/2014 La presentazione entro il 31 luglio 2014 Categoria: Dichiarazione Sottocategoria:

Dettagli

Lavori privati soggetti al rilascio di titolo abilitativo / denuncia inizio attività (DIA)

Lavori privati soggetti al rilascio di titolo abilitativo / denuncia inizio attività (DIA) DURC SINTESI DELLE LEGGI E NORMATIVE AGGIORNATO A OTTOBRE 2013 Entrato in vigore il 2 gennaio 2006, il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) è un certificato che, sulla base di un'unica richiesta,

Dettagli

Oggetto: ELENCHI RIEPILOGATIVI INTRASTAT - DAL 2010 OBBLIGO ESTESO ALLE PRESTAZIONI INTRACOMUNITARIE DI SERVIZI

Oggetto: ELENCHI RIEPILOGATIVI INTRASTAT - DAL 2010 OBBLIGO ESTESO ALLE PRESTAZIONI INTRACOMUNITARIE DI SERVIZI Oggetto: ELENCHI RIEPILOGATIVI INTRASTAT - DAL 2010 OBBLIGO ESTESO ALLE PRESTAZIONI INTRACOMUNITARIE DI SERVIZI L applicazione - a partire dal 1 gennaio 2010 - de lle nuove regole riguardanti la territorialità

Dettagli

Circolare N.50 del 04 Aprile 2012

Circolare N.50 del 04 Aprile 2012 Circolare N.50 del 04 Aprile 2012 Deroga al limite all utilizzo del denaro contante per gli acquisti effettuati da turisti stranieri. Disponibile la comunicazione di adesione alla disciplina Deroga al

Dettagli

Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*)

Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*) Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*) L AGENZIA DELLE ENTRATE CON IL PROVVEDIMENTO DIRETTORIALE DEL 23 FEBBRAIO 2015 HA DEFINITO LE MODALITA TECNICHE PER VISUALIZZARE

Dettagli

= circolare n. 7 03.12.2008

= circolare n. 7 03.12.2008 = circolare n. 7 03.12.2008 = scadenziario + 16 dicembre + pagamento ritenute, contributi INPS, imposte e l IVA relativo al mese di novembre; versamento del saldo ICI anno 2008 + 29 dicembre + versamento

Dettagli

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE A seguito dell ingresso di Romania e Bulgaria nell Unione europea a decorrere dall 1.1.2007, le operazioni poste in essere con operatori residenti in tali Stati sono qualificate

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa 36078 valdagno (vi) via l. festari,15 c.p. 223 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 e-mail infovaldagno@martini-drapelli.it

Dettagli

Studio. Commercialisti Revisori Legali. Merati - Valla A TUTTI I CLIENTI DELLO STUDIO

Studio. Commercialisti Revisori Legali. Merati - Valla A TUTTI I CLIENTI DELLO STUDIO Studio Merati - Valla Commercialisti Revisori Legali Milano, 19 Settembre 2014 Rag. Walter Merati Dott. Massimo Valla Dott. Cinzia Morselli of counsel Dott. Camillo Cibelli A TUTTI I CLIENTI DELLO STUDIO

Dettagli

Il Decreto semplificazioni

Il Decreto semplificazioni Circolare 1/2015-C del 8.01.2015 Il Decreto semplificazioni Con il D.Lgs. n. 175 del 21.11.2014 pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 277 del 28.11.2014 ed entrato in vigore il 13 dicembre 2014, il Governo

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 43436/2014 Approvazione del modello IVA TR per la richiesta di rimborso o per l utilizzo in compensazione del credito IVA trimestrale, delle relative istruzioni e delle specifiche tecniche per la

Dettagli

PR. SCADENZA ADEMPIMENTO NOTE COMMISSIONE PROCEDURE ADEMPIMENTI FISCALI INIZIALI DEL CURATORE

PR. SCADENZA ADEMPIMENTO NOTE COMMISSIONE PROCEDURE ADEMPIMENTI FISCALI INIZIALI DEL CURATORE ADEMPIMENTI FISCALI INIZIALI DEL CURATORE 1 Entro 30 gg. dalla Comunicare all Agenzia delle Entrate la dichiarazione di fallimento sentenza di con modello di variazione dati (art. 35 Dpr 633/72). fallimento

Dettagli

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Spesometro 2015 (operaziionii 2014), da trasmettere entro iill 10/20 dii apriille 2015 L art. 21 del D.L. n. 78 del 31 maggio 2010 ha introdotto l obbligo, per i soggetti

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO IBERATI

STUDIO ASSOCIATO IBERATI Nicola Iberati Dottore Commercialista R.C. Piazza Castello, 9 Antonino Foti Dottore Commercialista R.C. 20121 MILANO Emanuela Civardi Dottore Commercialista R.C. Tel. +39 02 36504599 Fax. +39 02 8055678

Dettagli

Vicenza, Gennaio 2011

Vicenza, Gennaio 2011 AUTORIZZAZIONE AD EFFETTUARE OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE Vicenza, Gennaio 2011 Con la presente circolare speciale lo studio intende informare i Signori Clienti di un ulteriore obbligo posto a carico dei

Dettagli

STUDIO MARCARINI & ASSOCIATI

STUDIO MARCARINI & ASSOCIATI STUDIO MARCARINI & ASSOCIATI DR MICHAELA MARCARINI RAG. PAOLA PIZZELLI RAGIONIERE COMMERCIALISTA DR FULVIO PIZZELLI DR BRUNO OLTOLINI ESPERTO CONTABILE DR MATTEO SOZZI Milano, 31 gennaio 2014 CIRCOLARE

Dettagli

1 - ULTIME NOVITÀ FISCALI

1 - ULTIME NOVITÀ FISCALI 3 C:\Users\Administrator\Desk... CIRCOLARE n. 11/2010 Spett.li Clienti Loro SEDI Pesaro, 07 settembre 2010 1. Ultime novità fiscali; 2. Ripristinato il limite di Euro 5.000 per i trasferimenti in contante

Dettagli

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014 INFORMAT N. 329 29 DICEMBRE 2014 Si riportano di seguito le principali scadenze del PRIMO TRIMESTRE 2015. A seguito dell entrata in vigore delle semplificazioni contenute nel D.Lgs. n. 175/2014 alcuni

Dettagli

IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE INFORMATIVA N. 088 02 APRILE 2013 IVA IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Artt. 30 e 38-bis, DPR n. 633/72 Provvedimento Agenzia Entrate 20.3.2012 I soggetti in possesso di specifici requisiti possono

Dettagli

Periodico informativo n. 96/2014. Nuove regole di utilizzo dell F24 dal 01.10.2014

Periodico informativo n. 96/2014. Nuove regole di utilizzo dell F24 dal 01.10.2014 Periodico informativo n. 96/2014 Nuove regole di utilizzo dell F24 dal 01.10.2014 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza del fatto che dal 01.10.2014

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 APRILE 2014 AL 15 MAGGIO 2014

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 APRILE 2014 AL 15 MAGGIO 2014 CIRCOLARE Aprile 2014 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 APRILE 2014 AL 15 MAGGIO 2014 Gentili clienti! Con la presente circolare vorremmo portarla a conoscenza delle ultime novità. Si segnala ai Signori

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale 2.2015 Gennaio Sommario 1. PREMESSA... 2 2. PRECOMPILAZIONE DEI MODELLI 730 DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE...

Dettagli

STUDIO VIANO DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO VIANO DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO VIANO DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI QUALITÀ E SOLUZIONI Dott. PAOLO VIANO Dott. ROMINA BELLELLI Dott. ALESSANDRO BELTRAMI Dott. UMBERTO BARBOLINI Rag. DANIELA CAVALCA Dott. DANIELA GUALTIERI

Dettagli

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista 1/6 OGGETTO COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA RELATIVA ALL ANNO 2013 RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 9 D.P.R. 7 DICEMBRE 2001 N. 435; ART. 8BIS D.P.R. 22 LUGLIO 1998 N. 322; PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

L assistenza fiscale e l obbligo della ricezione telematica dei risultati dei conguagli nel modello 730-4

L assistenza fiscale e l obbligo della ricezione telematica dei risultati dei conguagli nel modello 730-4 Focus di pratica professionale di Roberto Chiumiento L assistenza fiscale e l obbligo della ricezione telematica dei risultati dei conguagli nel modello 730-4 I termini dell assistenza fiscale Com è noto

Dettagli

Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali

Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2015 Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali Copyright 2015

Dettagli

Novità del Decreto Legislativo 175/2014 (Decreto sulle semplificazioni fiscali)

Novità del Decreto Legislativo 175/2014 (Decreto sulle semplificazioni fiscali) CIRCOLARE dicembre 2014: Novità del Decreto Legislativo 175/2014 (Decreto sulle semplificazioni fiscali) Riepiloghiamo brevemente le novità più rilevanti introdotte dal Decreto Legislativo n 175/2014,

Dettagli

Circolari per la Clientela

Circolari per la Clientela Circolari per la Clientela Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 1 PREMESSA Con l art. 11 co. 2 del DL 24.4.2014 n. 66, conv. L. 23.6.2014 n. 89, sono stati previsti

Dettagli