LA POLIZIA STRADALE 14 Omicidio e lesioni stradali. Comm. Andrea Piselli Polizia Municipale di Modena

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA POLIZIA STRADALE 14 Omicidio e lesioni stradali. Comm. Andrea Piselli Polizia Municipale di Modena"

Transcript

1 LA POLIZIA STRADALE 14 Omicidio e lesioni stradali Comm. Andrea Piselli Polizia Municipale di Modena

2 Omicidio stradale Art. 589bis inserito con L.41/16 (in realtà era già presente all interno dell art. 589 dal 2008); Modifica non del tutto coordinata degli artt. 189/8 cds e CPP; Norme integrative sulla procedura di accertamento di cui all art. 359bis CPP;

3 Violazione base (589bis/1) 1. CONDOTTA: Cagionare per colpa la morte di una persona con violazione delle norme sulla circolazione stradale; 2. EVENTO: Morte di una persona 3. SANZIONE: reclusione 2-7 aa 4. PROCEDIBILITA : d ufficio (comp.tribunale) 5. ARRESTO: FACOLTATIVO 6. AGGRAVANTI: Guida senza patente (o sospesa/revocata), scopertura assicurativa (se proprietario), strage o altri lesi, fuga 7. ATTENUANTI: Concorso di colpa 8. Possibilità di accertamenti coattivi

4 Elementi essenziali (1) 1. Dimostrare la colpa specifica = accertare e possibilmente sanzionare una violazione a norma di comportamento (o simili) che innesca la catena causale che porta alla morte; 2. Documentare correttamente (referto di constatazione di decesso) l evento morte 3. Documentare adeguatamente le circostanze aggravanti se presenti = accertare e possibilmente sanzionare la violazione artt. 116, 218, 193

5

6 Violazione aggravata (589bis/4-5) 1. CIRCOSTANZE: Ebbrezza di fascia 186/2-b ( ) per conducenti normali (= NO 186bis); Velocità > 2x limite & > 70 km/h su strade DEFFbis, oppure > 50 km/h oltre il limite su strade ABC; Semaforo rosso, contromano, inversione (incrocio/curva/dosso), sorpasso (pedonale/linea continua)

7 2. SANZIONE: reclusione 5-10 aa; 3. PROCEDIBILITA : d ufficio (comp.tribunale) 4. ARRESTO: FACOLTATIVO; 5. AGGRAVANTI: Guida senza patente (sospesa/revocata), scopertura assicurativa (se proprietario), strage o altri lesi, fuga 6. ATTENUANTI: Concorso di colpa 7. Possibilità di accertamenti coattivi

8 Elementi essenziali (2) 1. Dimostrare la circostanza aggravante speciale = accertare e possibilmente sanzionare la violazione specifica che la determina con mezzi di prova adeguati, anche se atipici; 2. Documentare adeguatamente le ulteriori circostanze aggravanti se presenti = accertare e possibilmente sanzionare la violazione artt. 116, 218, 193

9 Violazione gravissima (589bis/2-3) 1. CIRCOSTANZE: Ebbrezza di fascia 186/2-b ( ) per conducenti speciali (= 186bis-bcd = autotrasportatori + mezzi/complessi >3.5t); Ebbrezza di fascia 186/2-c (>1.5) per tutti; Intossicazione da stupefacenti (187/1)

10 2. SANZIONE: reclusione 8-12 aa; 3. ARRESTO: OBBLIGATORIO; 4. PROCEDIBILITA : d ufficio (comp.tribunale) 5. AGGRAVANTI: Guida senza patente (sospesa/revocata), scopertura assicurativa (se proprietario), strage o altri lesi, fuga 6. ATTENUANTI: Concorso di colpa 7. Possibilità di accertamenti coattivi

11 Primo problema operativo: La FLAGRANZA

12 La nozione di flagranza (382 CPP) FLAGRANZA: (1) colto sul fatto, (2) inseguito subito dopo il fatto, (3) sorpreso subito dopo il fatto con cose o tracce dalle quali si deduca che lo ha commesso; Nel caso del sinistro la flagranza piena (1) è molto rara; cosa significa per noi la quasi flagranza? Cosa sono in questo caso le COSE o TRACCE?

13 Qualche spunto di riflessione Dimostrare con ragionevole certezza chi era alla guida è attività tutt altro che scontata, come si prova? (349/1 CPP) Dimostrare la colpevolezza (almeno parziale) è possibile nell immediatezza? Le tracce del reato satellite (186/187 CDS), che fa la differenza, in cosa consistono? Sgabello con tre zampe

14 COLPA MORTO CIRCOSTANZA

15 Secondo problema operativo: L ARRESTO

16 Effetti immediati dell arresto Presupposto dell esecuzione della misura è lo stato di flagranza del quale abbiamo già detto; All atto dell arresto devono essere eseguite le procedure previste dall art. 386 CPP (avviso al PM, avviso al difensore ) e tra queste la decisione del PM se presentare direttamente in udienza l arrestato l indomani (artt. 386/3 e 449/1 CPP) o trattenerlo alla casa circondariale (artt. 386/4 e 449/4 CPP)

17 Scelte tattiche L efficacia massima dell arresto in flagranza si ha quindi se si procede l indomani al giudizio direttissimo, ma questo comporta la necessità di avere a disposizione SUBITO un adeguato impianto probatorio per sostenere l accusa; Una efficacia residua importante si ha laddove, dopo l arresto in flagranza, il giudizio direttissimo sia celebrato entro 30 giorni e intervallato da una misura cautelare;

18 L applicazione di una misura cautelare è subordinata alle condizioni fissate dagli artt CPP, pertanto l eventualità delle misure massime (artt CPP) è fortemente limitata ad una prognosi di condanna importante; E quando questa probabilità non si ha, appare incongrua l adozione di una misura pre-cautelare (l arresto) in maniera incoerente con la successiva nonadozione di una misura cautelare (arresto domiciliare / custodia cautelare) a questo corrispondente;

19 Pertanto, a maggiore ragione, occorre eseguire scrupolosamente la valutazione degli elementi soggettivi e oggettivi in sede di scelta se operare l arresto facoltativo (art. 381/4 CPP); E nel caso di arresto obbligatorio sarà comunque possibile/probabile l adozione del provvedimento di immediata liberazione da parte del P.M. (art. 121/1 disp.att); Pertanto nell eseguire la scelta (se possibile) di eseguire la misura occorre pesare gli aspetti probatori (specie in relazione al tempo delle indagini) e personologici (in relazione alla prognosi sulle misure cautelari)

20 Fin qui è quasi semplice! Ora viene il bello: le LESIONI

21 Le lesioni colpose stradali Le lesioni stradali erano già previste dal 2006/2008 all interno dell art. 590 CP; Con la divisione di quelle gravi/gravissime (definite dall art. 583 CP) si crea un regime misto con applicazione di molti istituti diversi, senza avere effettivamente sconvolto l impianto generale; Possibili problemi di raccordo

22 Lesioni stradali gravi (590bis/1) 1. CONDOTTA: Cagionare per colpa lesioni a una persona con violazione delle norme sulla circolazione stradale; 2. EVENTO: Lesioni gravi (= prognosi riservata, malattia >40 gg, indebolimento permanente arto o senso) o gravissime (= malattia incurabile, perdita senso o arto, sfregio) 3. SANZIONE: reclusione 3m-1a (gravi), 1-3a (gravissime) 4. PROCEDIBILITA : d ufficio (competenza tribunale) 5. ARRESTO: solo connesso al 189/6, FACOLTATIVO 6. AGGRAVANTI: Guida senza patente (sospesa/revocata), scopertura assicurativa (se proprietario), pluralità di lesi, fuga 7. ATTENUANTI: Concorso di colpa 8. Possibilità di accertamenti coattivi

23 Ipotesi aggravate (590bis/2-5) Ripercorrono la medesima rassegna di circostanze viste per l omicidio: ebbrezza (a scaglioni), intossicazione da droga, velocità, semaforo, contromano, inversione, sorpasso; Pene che salgono fino a 7aa; Stesse aggravanti: patente, assicurazione, pluralità di lesi Stesse attenuanti

24 Lesioni stradali lievi (590) 1. CONDOTTA: Cagionare per colpa lesioni a una persona con violazione delle norme sulla circolazione stradale; 2. EVENTO: Lesioni lievi (= prognosi <40); 3. SANZIONE: reclusione fino a 3m o multa 4. PROCEDIBILITA : a querela (competenza Giudice di Pace) 5. ARRESTO: solo se connesso al 189/6, FACOLTATIVO (e per il solo 189) 6. NO prelievi coattivi

25 Particolarità Le lesioni lievi da sinistro non prevedono la rassegna di ipotesi aggravate che abbiamo visto per le gravi, quindi opera un eventuale cumulo ( ) secondo le regole ordinarie di separazione dei procedimenti; In ogni caso vale la pena considerare la stessa check list circostanziale (ove possibile) per qualificare al meglio i fatti

26 Principali problemi procedurali Passiamo alle cose difficili

27 L accertamento sulla persona Un elemento importante nel definire l esatta fattispecie è la condizione di ebbrezza/intossicazione dell indagato; Finora il rifiuto di sottoporsi agli accertamenti in merito era punito da norma specifica (186/7 e 187/8) e non si andava oltre; L accertamento collaborante viene sempre eseguito ai sensi dell art. 354/3 CPP

28 Il prelievo coattivo Nei casi di omicidio e lesioni gravi è ammesso il ricorso ad un accertamento sulla persona che si rifiuti mediante un procedimento aggravato, ferma restando la sanzione per il rifiuto; nel caso di lesioni lievi questa procedura non è consentita! L iniziativa pende sul PM che dispone gli accertamenti, e questo comporta una tempestiva notizia del rifiuto opposto dal sospettato da parte della PG procedente

29 Procedura (art. 359bis CPP) PG - scopre la sussistenza delle ipotesi di reato in parola (= morte o lesioni gravi, come lo sappiamo?); INDAGATO - rifiuta accertamenti (= dsl 186/7 e 187/8, verbale rifiuto); PG - informa PM della situazione; PM - dispone oralmente prelievo coattivo; PG - porta INDAGATO all ospedale; PG - informa AVVOCATO che può comparire;

30 PG - nomina collaboratore (348/4 CPP) il MEDICO del pronto soccorso; PG e MEDICO - prelevano, se possibile e in condizioni di sicurezza, (dsl/arresto 337 CP) i campioni biologici (quali? Capelli, peli, mucosa orale, saliva sangue?); PM - chiede al GIP la convalida del decreto entro 48h (= trasmettere comunque subito il verbale delle operazioni) E CON QUESTO ACCERTAMENTO COSA POSSIAMO SCOPRIRE? E QUANDO? SIAMO ANCORA IN FLAGRANZA?

31 Connessioni con l art. 189 L art. 189 resta vigente (con una sola modifica) e deve essere ben considerato; Principio base: omicidio/lesioni (tutte) + fuga = arresto in flagranza facoltativo; Prima salvaguardia (189/8): NO fuga = NO arresto, da ora: tranne nel caso dell omicidio; Seconda salvaguardia (189/8bis): l inseguimento (= flagranza = arresto) dura 24h e si interrompe in anticipo con la autoconsegna

32 Quindi La fuga in relazione all omicidio è una circostanza aggravante ad effetto speciale (= aumento di pena) ma non modifica le facoltà operative; La fuga in relazione alle lesioni lievi è un autonomo reato per cui si può anche procedere all arresto (da ponderare molto bene e motivare adeguatamente); La fuga in relazione alle lesioni gravi è una circostanza aggravante ad effetto speciale e consente la facoltà di arrestare per entrambi i reati.

33 I reati complessi I reati di cui al 186/1, 187/1, 189/6 CDS in relazione ai reati di cui al 589bis, 590, 590bis CP che fine fanno? I reati satelliti di cui al 186/7, 187/8, 189/7, CDS e 337 CP in che rapporto stanno con gli stessi reati? Ricordare le indicazioni degli artt. 61/2, 81/1 e 84/1 CP che legano tra loro i vari reati

34 Chi capisce questa è bravo! 186/1 187/1 189/6 186/7 187/8 189/ bis 84/1 84/1 84/1 61/2 61/2 61/ /1 81/1 81/1 590bis 84/1 84/1 84/1 61/2 61/2 61/2

35 L infortunistica è una cosa da professionisti Occorre svolgerla con professionalità!

INDICE. Prefazione...p.

INDICE. Prefazione...p. INDICE Prefazione...p. XIII I REATI PREVISTI DAL CODICE DELLA STRADA 1 Gare clandestine. Riti alternativi e giudizio immediato (art. 9-bis c.d.s.) 3 Introduzione.... 3 Ordinanza di convalida dell arresto...

Dettagli

SCHEDA OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALI SINTESI DEL CONTENUTO DEL PROVVEDIMENTO APPROVATO DEFINITIVAMENTE

SCHEDA OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALI SINTESI DEL CONTENUTO DEL PROVVEDIMENTO APPROVATO DEFINITIVAMENTE SCHEDA OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALI SINTESI DEL CONTENUTO DEL PROVVEDIMENTO APPROVATO DEFINITIVAMENTE a cura di Fabiana Pierbattista 2 marzo 2016 A.S. 859-1357-1378-1484-1553-D Introduzione

Dettagli

- sospensione della patente da 1 Mese a 3 Mesi_. - arresto fino a 6 Mesi; - sospensione della patente da 6 M esi a 1 Anno_

- sospensione della patente da 1 Mese a 3 Mesi_. - arresto fino a 6 Mesi; - sospensione della patente da 6 M esi a 1 Anno_ L art. 186 del C.d.S. (D.Lgs. 30.04.1992 n 285) fa DIVIETO generico di porsi alla GUIDA di veicoli (di qualsiasi genere, anche non a motore) in STATO D EBBREZZA, ovvero quella alterazione psicofisica dovuta

Dettagli

REATI ST ADALI: SANZIONI E RESPONSABILITÀ

REATI ST ADALI: SANZIONI E RESPONSABILITÀ L OMICIDIO E TUTTI GLI ALTRI REATI ST ADALI: SANZIONI E RESPONSABILITÀ di Alessandro Buzzoni IMPORTANTE Le formule riportate in questo testo sono disponibili online e sono personalizzabili Le istruzioni

Dettagli

Rassegna stampa 03 Marzo 2016

Rassegna stampa 03 Marzo 2016 Rassegna stampa 03 Marzo 2016 Pagina: 2 Pagina: 3 Pagina: 4 Pagina: 5 Pagina: 6 Pagina: 7 Pagina: 8 Pagina: 9 Pagina: 11 Pagina: 12 Pagina: 13 Pagina: 16 Pagina: 20 Pagina: 28 Pagina: 3 Pagina: 4 Pagina:

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE ALLE MISURE CAUTELARI

INDICE INTRODUZIONE ALLE MISURE CAUTELARI INDICE Capitolo I INTRODUZIONE ALLE MISURE CAUTELARI 1.1. Misure cautelari personali e reali: premessa........... 1 1.2. La collocazione delle misure cautelari nel codice di procedura penale..................................

Dettagli

L'art. 589-bis punisce, invece, con la reclusione da 8 a 12 anni l'omicidio stradale aggravato commesso da conducenti un veicolo a motore:

L'art. 589-bis punisce, invece, con la reclusione da 8 a 12 anni l'omicidio stradale aggravato commesso da conducenti un veicolo a motore: AUTOTRASPORTO CIRCOLARE N. 084 01.04.2016 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Omicidio stradale - pene più severe per i conducenti professionali. Dal 25 marzo 2016 sono in vigore i reati di omicidio

Dettagli

La legge n. 41 del 25.03.2016: omicidio e lesioni personali stradali

La legge n. 41 del 25.03.2016: omicidio e lesioni personali stradali P a g. 1 La legge n. 41 del 25.03.2016: omicidio e lesioni personali stradali di Mauro Masnaghetti Sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 24 marzo 2016 è stata pubblicata la legge 23 marzo 2016 n.41 che è

Dettagli

SOMMARIO. Introduzione PARTE I IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA DI INFORTUNISTICA STRADALE

SOMMARIO. Introduzione PARTE I IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA DI INFORTUNISTICA STRADALE Introduzione XV PARTE I IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA DI INFORTUNISTICA STRADALE CAPITOLO PRIMO GLI ASPETTI CIVILI E PENALI DERIVANTI DAL SINISTRO STRADALE 3 1.1 Il danno da circolazione nel codice civile

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 2 marzo 2016, ha approvato il seguente disegno di legge, già approvato dal Senato in un testo risultante dall unificazione dei disegni

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSE GENERALI ED EVOLUZIONE STORICA DELLA DISCIPLINA

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSE GENERALI ED EVOLUZIONE STORICA DELLA DISCIPLINA Introduzione... XI CAPITOLO 1 PREMESSE GENERALI ED EVOLUZIONE STORICA DELLA DISCIPLINA 1.1. Note introduttive... 1 1.1.1. Dalle origini al primo significativo intervento riformatore del 2003... 1 1.1.2.

Dettagli

Sinistrosità stradale in Italia

Sinistrosità stradale in Italia Sinistrosità stradale in Italia http://dati.istat.it/index.aspx?datasetcode=dcis_mortiferitistr1 anno 2008 Sinistri con lesioni ITALIA 218 963 Sinistri con lesioni LOMBARDIA Sinistri con lesioni Prov CREMONA

Dettagli

I Reati di Omicidio e Lesioni stradali

I Reati di Omicidio e Lesioni stradali I Reati di Omicidio e Lesioni stradali Argomento: Le novità introdotte dal legislatore con riferimento al Codice della strada, Codice Penale e Codice di Procedura Penale Docente: Ferdinando Longobardo

Dettagli

DIRITTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE

DIRITTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE 1 Non assume l aspetto di un corpo normativo unitario Interessa molti settori del diritto (amministrativo, civile, penale) Codice della strada (DPR 285/1992) e Regolamento di esecuzione (DPR 495/92) Regolamenti

Dettagli

LE SANZIONI AMMINISTRATIVE PRINCIPI GENERALI

LE SANZIONI AMMINISTRATIVE PRINCIPI GENERALI CAPITOLO I LE SANZIONI AMMINISTRATIVE PRINCIPI GENERALI 1. La legalità formale... Pag. 1 2. Capacità di intendere e di volere...» 3 3. Elemento soggettivo...» 4 4. Cause di esclusione della responsabilità...»

Dettagli

QUIZ DI AUTOVALUTAZIONE TECNICA DI POLIZIA GIUDIZIARIA AMBIENTALE

QUIZ DI AUTOVALUTAZIONE TECNICA DI POLIZIA GIUDIZIARIA AMBIENTALE QUIZ DI AUTOVALUTAZIONE TECNICA DI POLIZIA GIUDIZIARIA AMBIENTALE -------------------------------------------- 1) Nella comunicazione di notizia di reato trasmessa al PM l organo di PG: a) deve limitarsi

Dettagli

Approfondimenti. A cura della dott.ssa Maristella Giuliano, Comitato di redazione della Rivista Giuridica della Circolazione e dei Trasporti ACI

Approfondimenti. A cura della dott.ssa Maristella Giuliano, Comitato di redazione della Rivista Giuridica della Circolazione e dei Trasporti ACI Approfondimenti Introduzione del reato di omicidio stradale e del reato di lesioni personali stradali, nonché disposizioni di coordinamento al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e al decreto legislativo

Dettagli

SCHEDA OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALI SINTESI DEL CONTENUTO DEL PROVVEDIMENTO APPROVATO DAL SENATO. a cura di Fabiana Pierbattista

SCHEDA OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALI SINTESI DEL CONTENUTO DEL PROVVEDIMENTO APPROVATO DAL SENATO. a cura di Fabiana Pierbattista Ufficio legislativo SCHEDA OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI STRADALI SINTESI DEL CONTENUTO DEL PROVVEDIMENTO APPROVATO DAL SENATO a cura di Fabiana Pierbattista 11 dicembre 2015 A.S. 859-1357-1378-1484-1553-B

Dettagli

Guidate con prudenza!

Guidate con prudenza! Guidate con prudenza! 2 La legge 41/2016 Attesa da tanto tempo Fenomeno in calo 3 La legge 41/2016 Il legislatore fa la voce grossa ma conferma l elemento psicologico della colpa 5 6 La legge 41/2016 -

Dettagli

LEGGE 23 marzo 2016, n. 41

LEGGE 23 marzo 2016, n. 41 LEGGE 23 marzo 2016, n. 41 Introduzione del reato di omicidio stradale e del reato di lesioni personali stradali, nonche' disposizioni di coordinamento al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e

Dettagli

INDICE GENERALE PARTE 1 POLIZIA GIUDIZIARIA E PROCESSO PENALE. Capitolo Primo IL PROCESSO PENALE

INDICE GENERALE PARTE 1 POLIZIA GIUDIZIARIA E PROCESSO PENALE. Capitolo Primo IL PROCESSO PENALE INDICE GENERALE Indicazioni per la lettura... pag. V PARTE 1 POLIZIA GIUDIZIARIA E PROCESSO PENALE PRINCÌPI GENERALI E SUGGERIMENTI OPERATIVI Capitolo Primo IL PROCESSO PENALE 1. - Lo Stato e le sue funzioni...

Dettagli

PRONTUARIO OPERATIVO DI POLIZIA GIUDIZIARIA STRADALE

PRONTUARIO OPERATIVO DI POLIZIA GIUDIZIARIA STRADALE Sovr. Bruno Malusardi POLIZIA LOCALE DI MILANO UFFICIO CENTRALE ARRESTI E FERMI PRONTUARIO OPERATIVO DI POLIZIA GIUDIZIARIA STRADALE Legge 23 marzo 2016, n. 41 (in vigore dal 25 marzo 2016) ce introduce

Dettagli

OMICIDIO STRADALE 02/03/2016. OMICIDIO STRADALE: ecco tutte le novità introdotte dalla nuova legge

OMICIDIO STRADALE 02/03/2016. OMICIDIO STRADALE: ecco tutte le novità introdotte dalla nuova legge OMICIDIO STRADALE L'omicidio stradale è legge dal 2016: sei anni dopo la presentazione in Parlamento della prima proposta, cinque passaggi nelle due Aule e due voti di fiducia, il Senato ha dato l ok definitivo.

Dettagli

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII INDICE Prefazione... XIII Schemi 1A Giudizio abbreviato non condizionato nei procedimenti con udienza preliminare (art. 438)... 3 1B Giudizio abbreviato non condizionato nei procedimenti con udienza preliminare

Dettagli

INDICE SOMMARIO. REGOLE GENERALI 1. Principi e distinzioni I criteri di computo e di scadenza. I termini liberi Termine a difesa...

INDICE SOMMARIO. REGOLE GENERALI 1. Principi e distinzioni I criteri di computo e di scadenza. I termini liberi Termine a difesa... SOMMARIO CAPITOLO 1 REGOLE GENERALI 1. Principi e distinzioni... 1 2. I criteri di computo e di scadenza. I termini liberi... 6 3. Termine a difesa... 16 CAPITOLO 2 LA DURATA DELLE INDAGINI PRELIMINARI:

Dettagli

Appendice di aggiornamento al Codice Penale a norma della L. 23 marzo 2016, n. 41

Appendice di aggiornamento al Codice Penale a norma della L. 23 marzo 2016, n. 41 Appendice di aggiornamento al Codice Penale a norma della L. 23 marzo 2016, n. 41 APPENDICE DI AGGIORNAMENTO AL CODICE PENALE R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398. Approvazione del testo definitivo del Codice

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLA L. 23 MARZO 2016, N. 41 (OMICIDIO STRADALE) AL CODICE DELLA STRADA (COLLANA I CODICI VIGENTI)

AGGIORNAMENTO DELLA L. 23 MARZO 2016, N. 41 (OMICIDIO STRADALE) AL CODICE DELLA STRADA (COLLANA I CODICI VIGENTI) AGGIORNAMENTO DELLA L. 23 MARZO 2016, N. 41 (OMICIDIO STRADALE) AL CODICE DELLA STRADA (COLLANA I CODICI VIGENTI) MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA 1. D.L.vo 30 aprile 1992, n. 285. Nuovo codice della

Dettagli

DIRITTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE. Guida sotto l influenza dell alcool Art. 186 cds

DIRITTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE. Guida sotto l influenza dell alcool Art. 186 cds DIRITTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE Guida sotto l influenza dell alcool Art. 186 cds Sommario SOMMARIO La guida sotto l influenza dell alcool: Fattispecie; Condotte sanzionate; Presupposti per il controllo;

Dettagli

Aggiornamento della L. 23 marzo 2016, n. 41 (Omicidio stradale) al Codice penale (Collana per la Professione e i concorsi)

Aggiornamento della L. 23 marzo 2016, n. 41 (Omicidio stradale) al Codice penale (Collana per la Professione e i concorsi) Aggiornamento della L. 23 marzo 2016, n. 41 (Omicidio stradale) al Codice penale (Collana per la Professione e i concorsi) MODIFICHE AL CODICE PENALE 1. R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398. Approvazione del

Dettagli

L OMICIDIO STRADALE 1

L OMICIDIO STRADALE 1 L OMICIDIO STRADALE 1 Il 24 marzo 2016 sono entrati in vigore i reati di OMICIDIO STRADALE e LESIONI PERSONALI STRADALI 2 I PRIMI CASI 3 DI COSA SI TRATTA? L omicidio stradale e le lesioni personali derivanti

Dettagli

Le norme di riferimento per la sicurezza sono: La Costituzione italiana Le Direttive comunitarie Le Norme di legge nazionali Le Norme regionali Le

Le norme di riferimento per la sicurezza sono: La Costituzione italiana Le Direttive comunitarie Le Norme di legge nazionali Le Norme regionali Le 1 Le norme di riferimento per la sicurezza sono: La Costituzione italiana Le Direttive comunitarie Le Norme di legge nazionali Le Norme regionali Le Norme tecniche e linee guida Il Codice penale Il Codice

Dettagli

nuovamente modificato dal Senato della Repubblica il 10 dicembre 2015 (V. Stampato Camera n. 3169-B)

nuovamente modificato dal Senato della Repubblica il 10 dicembre 2015 (V. Stampato Camera n. 3169-B) Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 859-1357-1378-1484-1553-D DISEGNO DI LEGGE approvato dal Senato della Repubblica il 10 giugno 2015, in un testo risultante dall unificazione dei disegni di legge

Dettagli

NUOVO TESTO in vigore dal 27 maggio 2008 Codice penale, articolo 61 Circostanze aggravanti comuni. altro reato; reato;

NUOVO TESTO in vigore dal 27 maggio 2008 Codice penale, articolo 61 Circostanze aggravanti comuni. altro reato; reato; WORLD S VEHICLE DOCUMENTS MODIFICA AL C.P. Dl 92/ CODICE PENALE Gli articoli modificati dal Dl 92/: Articolo 61 - Circostanze aggravanti comuni Articolo 235 - Espulsione od allontanamento dello straniero

Dettagli

LAVORI PREPARATORI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI N PROPOSTA DI LEGGE. d'iniziativa del deputato NASTRI

LAVORI PREPARATORI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI N PROPOSTA DI LEGGE. d'iniziativa del deputato NASTRI LAVORI PREPARATORI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI N. 1643 PROPOSTA DI LEGGE d'iniziativa del deputato NASTRI Modifiche al codice penale e all'articolo 380 del codice di procedura penale, in materia

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I GLI ATTI DI INIZIATIVA DELLA POLIZIA GIUDIZIARIA

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I GLI ATTI DI INIZIATIVA DELLA POLIZIA GIUDIZIARIA INDICE SOMMARIO Presentazione... Pag. VII CAPITOLO I GLI ATTI DI INIZIATIVA DELLA POLIZIA GIUDIZIARIA 1. La notizia di reato... Pag. 1 1.1. La denuncia ed il referto...» 4 1.2. La denuncia anonima...»

Dettagli

Guida in stato di ebbrezza PROVVEDIMENTI PREFETTIZI IN VIA CAUTELARE

Guida in stato di ebbrezza PROVVEDIMENTI PREFETTIZI IN VIA CAUTELARE Guida in stato di ebbrezza PROVVEDIMENTI PREFETTIZI IN VIA CAUTELARE ART. 223 CDS 1. Nelle ipotesi di reato per le quali e' prevista la sanzione amministrativa accessoria della sospensione o della revoca

Dettagli

Comune di Pergine Valsugana

Comune di Pergine Valsugana Comune di Pergine Valsugana PROVINCIA DI TRENTO Codice fiscale e Partita IVA 00339190225 38057 Pergine Valsugana P.zza Municipio nº 7 www.comune.pergine.tn.it SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI PER la formazione

Dettagli

La legge sul processo lungo

La legge sul processo lungo La legge sul processo lungo Gli articoli del codice di procedura penale e della L. 354/1975 nel testo attualmente vigente e con le modifiche previste dal disegno di legge 2567 (Modifiche agli articoli

Dettagli

L OMICIDIO STRADALE. Il 24 marzo 2016 sono entrati in vigore i reati di OMICIDIO STRADALE e LESIONI PERSONALI STRADALI

L OMICIDIO STRADALE. Il 24 marzo 2016 sono entrati in vigore i reati di OMICIDIO STRADALE e LESIONI PERSONALI STRADALI L OMICIDIO STRADALE Il 24 marzo 2016 sono entrati in vigore i reati di OMICIDIO STRADALE e LESIONI PERSONALI STRADALI DI COSA SI TRATTA? L omicidio stradale e le lesioni personali derivanti dalla circolazione

Dettagli

OMICIDIO E LESIONI STRADALI

OMICIDIO E LESIONI STRADALI Proposta di legge popolare ex articolo 71, secondo comma, della Costituzione (articoli 7,8, 48 e 49 l. 25 maggio 1970, n. 352, e articolo 14, comma 1, l. 21 marzo 1990, n. 53) OMICIDIO E LESIONI STRADALI

Dettagli

DEPENALIZZAZIONE D.Lgs 15 gennaio 2015 n. 7 D.Lgs 15 gennaio 2016 n. 8 In vigore dal 6 febbraio a cura del Dott.

DEPENALIZZAZIONE D.Lgs 15 gennaio 2015 n. 7 D.Lgs 15 gennaio 2016 n. 8 In vigore dal 6 febbraio a cura del Dott. DEPENALIZZAZIONE D.Lgs 15 gennaio 2015 n. 7 D.Lgs 15 gennaio 2016 n. 8 In vigore dal 6 febbraio 2016 a cura del Dott. Andrea Vicini 1 2 tipi di depenalizzazione Sostituzione di SANZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 48 Operativa OGGETTO: Circolazione Stradale. Modifiche al Codice della Strada. Decreto Legge

Dettagli

Articoli Codice della Strada modificati dal Decreto Legge 92/2008

Articoli Codice della Strada modificati dal Decreto Legge 92/2008 Articoli Codice della Strada modificati dal Decreto Legge 92/2008 Articolo 186 - Guida sotto l influenza dell alcool Articolo 187 - Guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di stupefacenti Articolo

Dettagli

Proposta di legge OMICIDIO E LESIONI STRADALI

Proposta di legge OMICIDIO E LESIONI STRADALI Proposta di legge OMICIDIO E LESIONI STRADALI Premessa Il fenomeno della violenza stradale ha ormai raggiunto livelli di pericolosità non più contrastabili con l attuale quadro normativo, basato su fattispecie

Dettagli

Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C. 3169-A

Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C. 3169-A Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C. 3169-A Dossier n 341/2 - Elementi per l'esame in Assemblea 23 ottobre 2015 Informazioni sugli atti di riferimento A.C. 3169-A

Dettagli

Indice dei modelli. Modello 1 - Verbale di nomina di ausiliario di polizia giudiziaria

Indice dei modelli. Modello 1 - Verbale di nomina di ausiliario di polizia giudiziaria Indice dei modelli Modello 1 - Verbale di nomina di ausiliario di polizia giudiziaria Modello 2 - Annotazione di ricezione di denuncia scritta (presentata da pubblici ufficiali, incaricati di pubblico

Dettagli

CAMERA PENALE DI MONZA

CAMERA PENALE DI MONZA CAMERA PENALE DI MONZA Palazzo di Giustizia di Monza Piazza Garibaldi 10 C.F. / P. IVA 06263200963 CORSO DI FORMAZIONE TECNICA E DEONTOLOGICA DEL PENALISTA. PROGRAMMA CORSO ANNO 2014. DEONTOLOGIA I lezione

Dettagli

I NUOVI REATI STRADALI

I NUOVI REATI STRADALI Fabio Piccioni I NUOVI REATI STRADALI Aspetti sostanziali e processuali del diritto penale stradale Prefazione di Ferrando Mantovani La presente edizione è stata chiusa in redazione il 18 maggio 2010 ISBN

Dettagli

Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro PROGRAMMA DELL INSEGNAMENTO SCIENZE GIURIDICHE (7 CFU)

Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro PROGRAMMA DELL INSEGNAMENTO SCIENZE GIURIDICHE (7 CFU) PROGRAMMA DELL INSEGNAMENTO SCIENZE GIURIDICHE (7 CFU) AREA DI APPRENDIMENTO PREVENZIONE: VIGILANZA E CONTROLLO e INDAGINE Lo studente al termine del corso deve possedere le conoscenze necessarie a ridurre

Dettagli

INDICE SOMMARIO TOMO I

INDICE SOMMARIO TOMO I INDICE SOMMARIO TOMO I Pag. Costituzione (artt. 1-139) (con commento all art. 111).................................. 1 Disposizioni transitorie e finali (I-XVIII)...............................................

Dettagli

SEZIONE SEDICESIMA QUESTIONARIO: DIRITTO PENALE E PROCEDURA PENALE

SEZIONE SEDICESIMA QUESTIONARIO: DIRITTO PENALE E PROCEDURA PENALE SEZIONE SEDICESIMA QUESTIONARIO: DIRITTO PENALE E PROCEDURA PENALE 16 6 QUESTIONARIO DIRITTO PENALE E PROCEDURA PENALE 51) Qual è la differenza tra dolo e colpa nel diritto penale? A) nel dolo l evento

Dettagli

MASSIME PENALI. Corte di Cassazione Sez. IV Penale 2 Gennaio 2013, n 71 (Pres. Penale Circolazione stradale Guida in stato di ebbrezza

MASSIME PENALI. Corte di Cassazione Sez. IV Penale 2 Gennaio 2013, n 71 (Pres. Penale Circolazione stradale Guida in stato di ebbrezza MASSIME PENALI Corte di Cassazione Sez. IV Penale 2 Gennaio 2013, n 71 (Pres. Sirena; Rel. D Isa) Penale Circolazione stradale Guida in stato di ebbrezza Sostituzione della pena detentiva e pecuniaria

Dettagli

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA GUIDA IN STATO DI EBBREZZA D. L.vo 30 aprile 1992, n.285 Nuovo Codice della Strada Articolo 186 C.d.S. Guida sotto l'influenza dell'alcool Articolo 187 C.d.S. Guida in stato di alterazione psico-fisica

Dettagli

SOMMARIO Capitolo 1 Evoluzione storica del diritto penale tributario Capitolo 2 Il reato tributario

SOMMARIO Capitolo 1 Evoluzione storica del diritto penale tributario Capitolo 2 Il reato tributario SOMMARIO Capitolo 1 Evoluzione storica del diritto penale tributario 1 1. La genesi del diritto penale tributario 8 2. La prima svolta in materia di reato tributario: la l. 7 agosto 1982, n. 516 12 3.

Dettagli

Alcol, droga e giovani

Alcol, droga e giovani Alcol, droga e giovani L impegno del Dipartimento della Pubblica Sicurezza per la prevenzione e il contrasto degli illeciti Conferenza nazionale sulle tossicodipendenze Trieste 2009 Intervento del Primo

Dettagli

Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C B

Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C B Introduzione dei reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali A.C. 3169-B Dossier n 341/3 - Schede di lettura 16 dicembre 2015 Informazioni sugli atti di riferimento A.C. 3169-B Titolo: Introduzione

Dettagli

Violazione articolo 186 Codice della Strada (Modificato dalla Legge 29 luglio 2010, n. 120 G.U. n. 175 del )

Violazione articolo 186 Codice della Strada (Modificato dalla Legge 29 luglio 2010, n. 120 G.U. n. 175 del ) Violazione articolo 186 Codice della Strada (Modificato dalla Legge 29 luglio 2010, n. 120 G.U. n. 175 del 29.07.2010) TABELLA ESPLICATIVA DELLE VIOLAZIONI E DELLE SANZIONI DOPO LA LEGGE 120/2010 A cura

Dettagli

INDICE SISTEMATICO. Introduzione... PARTE PRIMA LA VIOLENZA IN FAMIGLIA DAL PUNTO DI VISTA SOCIOLOGICO CAPITOLO I LA FAMIGLIA

INDICE SISTEMATICO. Introduzione... PARTE PRIMA LA VIOLENZA IN FAMIGLIA DAL PUNTO DI VISTA SOCIOLOGICO CAPITOLO I LA FAMIGLIA INDICE SISTEMATICO Introduzione.... VI PARTE PRIMA LA VIOLENZA IN FAMIGLIA DAL PUNTO DI VISTA SOCIOLOGICO CAPITOLO I LA FAMIGLIA 1. La famiglia dal punto di vista sociologico.... 3 2. La famiglia dal punto

Dettagli

28 maggio Ulteriori appigli per l esame di Diritto di Procedura Penale. Ancora By NEGRISOLO Omero.

28 maggio Ulteriori appigli per l esame di Diritto di Procedura Penale. Ancora By NEGRISOLO Omero. 28 maggio 2008. Ulteriori appigli per l esame di Diritto di Procedura Penale. Ancora By NEGRISOLO Omero. Capitolo 22 - Le investigazioni della Polizia Giudiziaria. Capitolo 31 - Le misure cautelari reali

Dettagli

Elemen( di diri,o processuale penale

Elemen( di diri,o processuale penale 1 2 Se il diritto penale è l insieme delle norme in base alle quali lo Stato è legittimato ad imporre sanzioni nei confronti dei soggetti che ledono o mettono in pericolo gli interessi ritenuti fondamentali,

Dettagli

Indice sommario CODICE DI PROCEDURA PENALE PARTE PRIMA. LIBRO PRIMO Soggetti Artt. da TITOLO I - Giudice... 1a 49

Indice sommario CODICE DI PROCEDURA PENALE PARTE PRIMA. LIBRO PRIMO Soggetti Artt. da TITOLO I - Giudice... 1a 49 Indice sommario CODICE DI PROCEDURA PENALE PARTE PRIMA LIBRO PRIMO Soggetti I - Giudice... 1a 49 Capo I-Giurisdizione... 1 a 3 Capo II - Competenza... 4 a 16 Sezione I-Disposizione generale... 4 Sezione

Dettagli

306 PARTE II - CODICE PENALE 584

306 PARTE II - CODICE PENALE 584 306 PARTE II - CODICE PENALE 584 Tentativo: cfr. art. 582. * È controverso se la figura sia reato autonomo oppure circostanza aggravante: con preferenza alla seconda ipotesi, atteso che non è mentovata

Dettagli

Vigilanza art. 19 D.Lgs. n 139 del 08/03/ art. 14 D.Lgs. n 81 del 9 aprile 2008

Vigilanza art. 19 D.Lgs. n 139 del 08/03/ art. 14 D.Lgs. n 81 del 9 aprile 2008 Vigilanza art. 19 D.Lgs. n 139 del 08/03/2006 - art. 14 D.Lgs. n 81 del 9 aprile 2008 Il Corpo nazionale esercita, con i poteri di polizia amministrativa e giudiziaria, la vigilanza sull'applicazione della

Dettagli

1) Una norma penale si definisce in bianco? PRIMA PROVA SCRITTA N 03 a) Quando essa ha il precetto formulato in maniera generica. b) Quando in essa non è prevista la sanzione. c) Quando essa ha la sanzione

Dettagli

P O L I Z I A M U N I C I P A L E

P O L I Z I A M U N I C I P A L E POLIZIA MUNICIPALE Comune di Prato Incidenti stradali 01/01/2014 31/08/2014 1/13 Incidenti stradali incidenti con solo danni incidenti con feriti incidenti mortali totali 246 540 6 792 dal 1/1 al 31/8

Dettagli

Indagini preliminari della Polizia Giudiziaria

Indagini preliminari della Polizia Giudiziaria Indagini preliminari della Polizia Giudiziaria Il lavoro svolto in questa tesi è il risultato di un attento studio su un fenomeno di cui si sente parlare quotidianamente: le indagini preliminari della

Dettagli

Violazione articolo 186 Codice della Strada TABELLA ESPLICATIVA DELLE VIOLAZIONI E DELLE SANZIONI DOPO LA LEGGE 120/2010

Violazione articolo 186 Codice della Strada TABELLA ESPLICATIVA DELLE VIOLAZIONI E DELLE SANZIONI DOPO LA LEGGE 120/2010 Violazione articolo 186 Codice della Strada (Modificato dalla Legge 29 luglio 2010, n. 120 G.U. n. 175 del 29.07.2010) TABELLA ESPLICATIVA DELLE VIOLAZIONI E DELLE SANZIONI DOPO LA LEGGE 120/2010 A cura

Dettagli

Laboratorio Chimico della Camera di Commercio di Torino Avv. Neva Monari Studio avvocati Monari e Vinai Avvocati per l impresa

Laboratorio Chimico della Camera di Commercio di Torino Avv. Neva Monari Studio avvocati Monari e Vinai Avvocati per l impresa Tavola Rotonda Tavola Rotonda Laboratorio Chimico della Camera di Commercio di Torino Avv. Neva Monari Studio avvocati Monari e Vinai Avvocati per l impresa NORME PRESCRITTIVE NORME SANZIONATORIE Generali:

Dettagli

COMUNE DI COMACCHIO Provincia di Ferrara Settore II - Affari Generali, Cultura e Promozione del Territorio, Personale

COMUNE DI COMACCHIO Provincia di Ferrara Settore II - Affari Generali, Cultura e Promozione del Territorio, Personale ALLEGATO A) AL VERBALE DELLA SELEZIONE PER AGENTI DI P.M. E possibile per un operatore di polizia stradale procedere alla contestazione della violazione della velocità ad un conducente di un veicolo, per

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N Norme in materia di omicidio stradale e di lesioni personali stradali

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N Norme in materia di omicidio stradale e di lesioni personali stradali Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 1553 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice GINETTI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 1º LUGLIO 2014 Norme in materia di omicidio stradale e di lesioni personali

Dettagli

Articolo 1 (Modifiche al codice penale)

Articolo 1 (Modifiche al codice penale) Articolo 1 (Modifiche al codice penale) 1. Al codice penale sono apportate le seguenti modificazioni: a) l articolo 157 è sostituito dal seguente: «Articolo 157. (Prescrizione. Tempo necessario a prescrivere).

Dettagli

Irregolarità relative all applicazione della sanzione della perdita dei punti

Irregolarità relative all applicazione della sanzione della perdita dei punti Irregolarità relative all applicazione della sanzione della perdita dei punti Applicazione della sanzione della perdita dei punti per violazione commessa in momento precedente all entrata in vigore dell

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rimini

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rimini Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rimini Rimini, 11 aprile 2016 M_DG.Procura della Repubblica presso il Tribunale di RIMINI - Prot. 11/04/2016.0000508.U AI SOSTITUTI PROCURATORI AI VICE PROCURA

Dettagli

Scritto da Daniela Martedì 19 Gennaio :54 - Ultimo aggiornamento Giovedì 28 Gennaio :09

Scritto da Daniela Martedì 19 Gennaio :54 - Ultimo aggiornamento Giovedì 28 Gennaio :09 Ritengo interessante segnalarvi due recenti pronunce delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione (nn. 46624/2015 e 46625/2015) in tema di applicabilità delle sanzioni aggravate in caso di guida di veicolo

Dettagli

APPENDICE DI AGGIORNAMENTO SULL OMICIDIO STRADALE La riforma è entrata in vigore.

APPENDICE DI AGGIORNAMENTO SULL OMICIDIO STRADALE La riforma è entrata in vigore. APPENDICE DI AGGIORNAMENTO SULL OMICIDIO STRADALE La riforma è entrata in vigore. Sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 24 marzo 2016 è pubblicata la legge sull omicidio stradale. Il provvedimento è entrato

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO ATTIVITÀ INTEGRATE Ufficio Studi e Formazione Ufficio Studi

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO ATTIVITÀ INTEGRATE Ufficio Studi e Formazione Ufficio Studi CITTA' DI TORINO DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO ATTIVITÀ INTEGRATE Ufficio Studi e Formazione Ufficio Studi CIRCOLARE N. 34 Informativa OGGETTO: Circolazione Stradale Polizia Giudiziaria.

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 859

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 859 Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 859 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore SCILIPOTI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 20 GIUGNO 2013 Modifiche al codice penale, all articolo 380 del codice

Dettagli

Cataldo Lo Iacono. REGIONE TOSCANA Giunta Regionale

Cataldo Lo Iacono. REGIONE TOSCANA Giunta Regionale REGIONE TOSCANA Giunta Regionale an do al at Co m C Lo Ia c on o da n te APPROFONDIMENTI SULLA LEGGE 23 MARZO 2016, N. 41 M. P. m Co M e un on ta le IL NUOVO REATO DI OMICIDIO STRADALE Le prime applicazioni

Dettagli

LIBRO PRIMO Soggetti

LIBRO PRIMO Soggetti Indice sistematico Costituzione della Repubblica Italiana Principi fondamentali... 9 Parte I: Diritti e doveri dei cittadini Titolo I - Rapporti civili... 11» II - Rapporti etico-sociali... 13» III -

Dettagli

Art. 365 Codice Penale

Art. 365 Codice Penale Obblighi del Medico in caso di malattia professionale ADEMPIMENTI Presupposti giuridici Certificato medico di malattia professionale Artt. 52-53 D.P.R. 1124/65 (Testo Unico delle disposizioni per l'assicurazione

Dettagli

DIRITTO PROCESSUALE PENALE

DIRITTO PROCESSUALE PENALE DATE CORSO DIFENSORI D UFFICIO BIENNI 2015/2016 2016/2017 90 ORE TOTALI: LEZIONI DA 4 ORE 14.00 16 / 16.15 18.15 = 22 INCONTRI 1) 25/9/2015: DEONTOLOGIA Presentazione del corso: Avv. Tonon - Avv. Liberti

Dettagli

La guida in stato di ebbrezza e sotto l effetto di stupefacenti

La guida in stato di ebbrezza e sotto l effetto di stupefacenti La guida in stato di ebbrezza e sotto l effetto di stupefacenti D.L.vo 30 aprile1992, n. 285 nuovo codice della strada art 186, 186 bis, 187 D.P.R. 16 dicembre 1992, n 495 regolamento di esecuzione e di

Dettagli

Seminario su. La responsabilità civile e penale del progettista e del direttore lavori

Seminario su. La responsabilità civile e penale del progettista e del direttore lavori Seminario su La responsabilità civile e penale del progettista e del direttore lavori Quali responsabilità? Panoramica normativa e giurisprudenziale Avv. Angelo Schena Sondrio, 14 aprile 2016 PREMESSA

Dettagli

Violazioni al c.d.s. che prevedono l applicazione della confisca del veicolo. Violazione Procedimento confisca Sequestro Affidamento

Violazioni al c.d.s. che prevedono l applicazione della confisca del veicolo. Violazione Procedimento confisca Sequestro Affidamento Modifiche al codice della strada. Legge 120/2010. La sanzione amministrativa della confisca, il sequestro e l affidamento in custodia del nella guida in stato di ebbrezza. Ugo Sergio Auteri Con le modifiche

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE TECNICA E DEONTOLOGICA DELL AVVOCATO PENALISTA BIENNIO SETTEMBRE 2015 / GIUGNO 2017

CORSO DI FORMAZIONE TECNICA E DEONTOLOGICA DELL AVVOCATO PENALISTA BIENNIO SETTEMBRE 2015 / GIUGNO 2017 CORSO DI FORMAZIONE TECNICA E DEONTOLOGICA DELL AVVOCATO PENALISTA BIENNIO SETTEMBRE 2015 / GIUGNO 2017 Primo modulo (integrazione Scuola 2013/2014 ed antecedenti) 25 settembre 2015 I profili deontologici

Dettagli

ARTICOLO 186 GUIDA SOTTO L INFLUENZA DELL ALCOOL

ARTICOLO 186 GUIDA SOTTO L INFLUENZA DELL ALCOOL ARTICOLO 186 GUIDA SOTTO L INFLUENZA DELL ALCOOL 1. È vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcooliche. 2. Chiunque guida in stato di ebbrezza è punito, ove il fatto non

Dettagli

SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE - sentenza n / omissis - Fatto

SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE - sentenza n / omissis - Fatto SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE - sentenza n. 16059/2014 - omissis - Fatto 1. Con sentenza del 14 dicembre 2011 la corte di appello di Milano ha confermato la sentenza del Gip che, all esito di giudizio celebrato

Dettagli

REGOLAMENTO APLLICAZIONE SANZIONI AMMINISTRATIVE. Art. 2 - PRINCIPI E MISURE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE

REGOLAMENTO APLLICAZIONE SANZIONI AMMINISTRATIVE. Art. 2 - PRINCIPI E MISURE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE REGOLAMENTO APLLICAZIONE SANZIONI AMMINISTRATIVE Art. 1 - AMBITO DI APPLICAZIONE Art. 2 - PRINCIPI E MISURE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE Art. 3 - AUTORITA COMPETENTE Art. 4 - SOGGETTI ACCERTATORI

Dettagli

30) I vizi dell atto amministrativo si distinguono in a. Gravi o lievi b. Di legittimità o di merito c. Di forma o di contenuto

30) I vizi dell atto amministrativo si distinguono in a. Gravi o lievi b. Di legittimità o di merito c. Di forma o di contenuto 1) Ai sensi del D. Lgs 3 aprile 2006, n. 152, lo scarico di acque reflue domestiche o di reti fognarie, servite o meno da impianti pubblici di depurazione, senza autorizzazione comporta l applicazione

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo I RIMEDI IN VIA AMMINISTRATIVA. F06 Ricorso al Prefetto ai sensi dell art. 203 Codice

INDICE SOMMARIO. Capitolo I RIMEDI IN VIA AMMINISTRATIVA. F06 Ricorso al Prefetto ai sensi dell art. 203 Codice Capitolo I RIMEDI IN VIA AMMINISTRATIVA F01 Ricorso al Prefetto ai sensi dell art. 203 Codice della Strada (senza richiesta di audizione personale)... Pag. 3 F02 Ricorso al Prefetto ai sensi dell art.

Dettagli

PRONTUARIO MISURE CONTRO L IMMIGRAZIONE CLANDESTINA. Violazione Condotta Sanzione D.Lvo 286/98 art.13.c.13 Rientro in Italia senza autorizzazione

PRONTUARIO MISURE CONTRO L IMMIGRAZIONE CLANDESTINA. Violazione Condotta Sanzione D.Lvo 286/98 art.13.c.13 Rientro in Italia senza autorizzazione PRONTUARIO MISURE CONTRO L IMMIGRAZIONE CLANDESTINA Violazione Condotta art.13.c.13 Rientro in Italia senza autorizzazione Straniero espulso dal T.N. (ed uscito dal T.N) con provvedimento nr.. emesso dal

Dettagli

commesse in danno di minore in ambito intrafamiliare. Le conseguenze sulle pene accessorie pag. 17

commesse in danno di minore in ambito intrafamiliare. Le conseguenze sulle pene accessorie pag. 17 IL PENALISTA Sommario I. GLI INTERVENTI DI DIRITTO PENALE SOSTANZIALE pag. 9 1. Le modifiche al codice penale: aggravante comune, violenza sessuale, stalking, minaccia semplice pag. 9 2. La nuova aggravante

Dettagli

21 ottobre 2013 INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE: LEGISLAZIONE E GESTIONE DELL'EVENTO

21 ottobre 2013 INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE: LEGISLAZIONE E GESTIONE DELL'EVENTO INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE: LEGISLAZIONE E GESTIONE DELL'EVENTO 21 ottobre 2013 INFORTUNIO e MALATTIA PROFESSIONALE: obblighi, destinatari, sanzioni Relatore: Fabio Aina INFORTUNIO: DEFINIZIONI

Dettagli

Norma violata Tipo di infrazione Sanzione amministrativa Sanzione accessoria Punti. da 68,25 a 275,10. da 516,00 a 5.164,00. da 137,55 a 550,20

Norma violata Tipo di infrazione Sanzione amministrativa Sanzione accessoria Punti. da 68,25 a 275,10. da 516,00 a 5.164,00. da 137,55 a 550,20 Allegato 1 Norma violata Tipo di infrazione Sanzione amministrativa Sanzione accessoria Punti Art. 11 comma 8 velocità pericolosa in relazione alle condizioni ambientali da 68, a 7, comma 9, 3 periodo

Dettagli

Richiesta di revoca dell'ordinanza di sequestro preventivo proposta dal difensore

Richiesta di revoca dell'ordinanza di sequestro preventivo proposta dal difensore Richiesta di revoca dell'ordinanza di sequestro preventivo proposta dal difensore P.P. N. / R.G.N.R. Procura di P.P. N. / R.G. G.I.P. Tribunale di P.P. N. / R.G.

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 70 Operativa OGGETTO: Circolazione Stradale. Modifiche al Codice della Strada. Decreto Legge

Dettagli

5/2007 SOMMARIO Polizia giudiziaria Intercettazioni

5/2007 SOMMARIO Polizia giudiziaria Intercettazioni 5/2007 SOMMARIO Polizia giudiziaria Comunicazione di notizia di reato art. 347 c.p.p.... 600 Annotazione di polizia giudiziaria art. 357 c.p.p.... 602 Richiesta di procedimento penale ai danni del militare

Dettagli

MODIFICHE AL CODICE PENALE. Art. 157 (Prescrizione. Tempo necessario a prescrivere)

MODIFICHE AL CODICE PENALE. Art. 157 (Prescrizione. Tempo necessario a prescrivere) MODIFICHE AL CODICE PENALE Art. 157 (Prescrizione. Tempo necessario a prescrivere) Art. 157 (Prescrizione. Tempo necessario a prescrivere) La prescrizione estingue il reato decorso il tempo corrispondente

Dettagli

L introduzione dei delitti di omicidio stradale e di lesioni personali stradali

L introduzione dei delitti di omicidio stradale e di lesioni personali stradali L introduzione dei delitti di omicidio stradale e di lesioni personali stradali 1. Premessa Gli omicidi dovuti ad incidenti stradali provocati da soggetti che si mettono alla guida di automezzi in stato

Dettagli

INDICE SISTEMATICO CAPITOLO PRIMO MORFOLOGIA DELLE INDAGINI PRELIMINARI

INDICE SISTEMATICO CAPITOLO PRIMO MORFOLOGIA DELLE INDAGINI PRELIMINARI CAPITOLO PRIMO MORFOLOGIA DELLE INDAGINI PRELIMINARI 1. Considerazioni introduttive: la fase istruttoria nell archetipo del processo penale... 1 2. L opzione investigativa nel modello processuale del 1988...

Dettagli