In generale può essere utile che i due processi eseguano del codice diverso

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "In generale può essere utile che i due processi eseguano del codice diverso"

Transcript

1 System call FORK

2 P fork() ha l aspetto di una funzione C, in realtà è una system call, una chiamata al sistema operativo fork() P P Il processo P' è una copia di P esegue lo stesso codice e possiede una copia delle variabili di P In generale può essere utile che i due processi eseguano del codice diverso

3 main() { int sono_il_padre; <<codice iniziale>> Fork restituisce: 0 al processo figlio PID del figlio al processo padre sono_il_padre = fork(); if (sono_il_padre) { else { <<codice processo padre>> <<codice processo figlio>> All'atto della chiamata della fork esiste solo il processo padre, all'uscita esistono due processi, che eseguono l'assegnamento

4 Padre (PID = 520) fork() sono_il_padre = 0 sono_il_padre = 574 Padre Figlio (PID = 574)

5 Cose in comune e cose diverse nei due processi

6 main() { int sono_il_padre; int x; Il figlio eredita una copia delle variabili del padre x = 10; sono_il_padre = fork(); if (sono_il_padre) { /* codice padre */ x = x+1; printf( %d, x); else { /* codice figlio */ printf( %d, x);

7 Vera definizione di fork Per utilizzare la system call fork occorre includere due librerie: #include <sys/types.h> #include <unistd.h> prototipo della system call fork: pid_t fork(void);

8 Unica eccezione i descrittori dei file aperti: vengono condivisi Padre (PID = 520) x = 10 x == 10 x = x + 1 fork() x == 10 Padre Figlio (PID = 574) I due processi non possono passarsi dati attraverso le variabili

9 #include <sys/types.h> #include <unistd.h> #include <stdio.h> esempio main() { pid_t sono_il_padre = fork(); if( sono_il_padre = = (pid_t) 1 ) {fprintf(stderr, "fork fallita"); exit(1); else if (sono_il_padre = = 0) { /* processo figlio */ printf("il risultato di fork() nel figlio e' %d\n", sono_il_padre); printf("il pid del figlio e' %d\n", getpid()); printf("il pid del padre visto dal figlio e' %d\n", getppid()); else { /* processo padre */ printf("il risultato di fork() nel padre e' %d\n", sono_il_padre); printf("il pid del padre e' %d\n", getpid());

10 Processi generati e descrittori di file Padre (PID = 520) fork() int file_des = open("letters",o_rdwr); Padre Figlio (PID = 574) NB: i descrittori dei file SONO condivisi (eccezione)

11 main() { int fd = open("letters",o_rdwr); pid_t n; char c; Supponiamo che letters contenga 1 a b c d e f g n=fork(); if (!n){ else 3 sleep(10); 5 read(fd,&c,1); printf("\n %d: ho letto %c\n", getpid(), c); fflush(stdout); 2 { read(fd,&c,1); printf("\n %d: ho letto %c\n", getpid(), c); fflush(stdout); write(fd,"12345",5); printf("\n %d: ho scritto \n", getpid()); fflush(stdout); close(fd); a g 4

12 Fork e loop

13 In C posso realizzare cicli infiniti con un semplice for... for ( ; ; ) { <<codice>> for ( ; ; ) fork(); Orrore!!! È un epidemia!!!

14 Supponiamo di voler creare 5 processi Soluzione 1: for (i=0; i < 5; i++) { fork(); 30 Quanti processi crea? P 0 i = 0 fork() i = 1 fork() P 1 i = 1 fork() i = 2 P 3 i = 2 fork() i = 3 P 2 i = 2 fork() i = 1

15 Supponiamo di voler creare 5 processi Soluzione 2: for (i=0; i < 5; i++) { sono_il_padre = fork(); if (!sono_il_padre) { <<codice figlio>> i=5;

16 Struttura del demone (prima approssimazione) for ( ; ; ) { <<attendo richiesta>> sono_il_padre = fork(); if (!sono_il_padre) { <<elaboro richiesta>> exit(0); Ciclo controllato

17 #include <...> #include <sys/types.h> void proc(int i) { int n; printf("processo %d con pid %d\n", i, getpid()); fflush(stdout); for (n=0; n< ; n++); main() { int i; pid_t pid; Provare a fare + esecuzioni for(i=0;i<5;i++) if (fork() = = 0) { proc(i); exit(0); ; for(i=0;i<5;i++) { pid=wait(0); printf("terminato processo %d\n", pid); fflush(stdout);

18 System Call EXEC

19 EXEC L effetto delle system call della famiglia exec consiste nel modificare l'immagine del processo chiamante sostituendo il suo codice con un altro programma P P fork fork exec(new_prog) P P P P Ho lasciato P xché il PID del processo non cambia

20 Per noi sarà un eseguibile C sono_il_padre = fork(); if (!sono_il_padre) { <<codice padre>> exec( new_prog ); /* il codice dopo exec non verrà mai eseguito a meno che exec fallisca!!! */ Non c è ritorno da una exec Non è una funzione terminata la quale si torna all ambiente chiamante

21 main (int argc, char **argv) I programmi in genere hanno degli argomenti #argomenti 1 argv[0]=nome progr. argomenti argv[1] argv[argc-1] #include <stdio.h> main(int argc, char **argv) { int i; printf("argc = %d\n", argc); for (i=0; i<argc; i++) printf("argv[%d] = %s\n", i, argv[i]); prompt>prova argc=4 argv[0]=prova argv[1]=1 argv[2]=2 argv[3]=3 prompt>

22 EXEC #include <unistd.h> int execl(const char *path, const char *arg0,..., const char *argn, char * /*NULL*/); int execv(const char *path, char *const argv[]); int execle (const char *path,char *const arg0[],..., const char *argn, char * /*NULL*/, char *const envp[]); int execve (const char *path, char *const argv[], char *const envp[]); int execlp (const char *file, const char *arg0,..., const char *argn, char * /*NULL*/); int execvp (const char *file, char *const argv[]);

23 int execl(const char *path, const char *arg0,..., const char *argn, char * NULL ); Eventuali argomenti Eseguibile Es. /bin/prog il numero variabile dipende dal programma che si intende eseguire Termina l elenco degli argomenti

24 #include <sys/types.h> #include <stdio.h> main() { pid_t sono_il_padre; int s; Provare a eseguire due volte: (2) Prima di avere compilato hello (execl fallirà) (3) Dopo aver compilato hello if( (sono_il_padre=fork()) = = (pid_t) 1 ) {fprintf(stderr, "fork fallita"); exit(1); else if (sono_il_padre = = (pid_t) 0) { /* processo figlio */ execl("hello","hello",null); fprintf(stderr, "exec fallita"); else { /* processo padre */ wait(&s); main() { printf("hello \n"); hello.c

25 Il processo mantiene: nice value (see nice(2)) scheduler class and priority (see priocntl(2)) process ID parent process ID process group ID supplementary group IDs semadj values (see semop(2)) session ID (see exit(2) and signal(2)) trace flag (see ptrace(2) request 0) time left until an alarm (see alarm(2)) current working directory root directory file mode creation mask (see umask(2)) resource limits (see getrlimit(2)) utime, stime, cutime, and cstime (see times(2)) file-locks (see fcntl(2) and lockf(3c)) controlling terminal process signal mask (see sigprocmask(2)) pending signals (see sigpending(2)) All utente che ha creato il processo vengono estesi i diritti d accesso del proprietario del process file invocato tramite exec

26 System Call WAIT

27 #include <sys/types.h> #include <sys/wait.h> pid_t wait(int *stat_loc); Restituisce il PID del processo figlio terminato wait(0) int result; wait(&result) wait termina con successo quando uno dei processi figli del processo chiamante muore. In tal caso nella locazione di memoria puntata da stat_loc vengono inserite informazioni relative al modo in cui il processo figlio è terminato. Tali informazioni possono essere analizzate tramite le macro descritte wstat(5) [man s5 wstat] Si usa 0 quando si intende ignorare il risultato di wait

28 Un processo dovrebbe terminare utilizzando la system call exit: void exit(int status); Es. if (tutto_ok) exit(0); else exit(1); Es. int uscita; while (n--) { pid_figlio = wait(&uscita); <<eventuale analisi di uscita>>

29 Cosa succede quando un processo esegue EXIT? 3. Il padre è sospeso su una wait: wait termina restituendo il PID del processo morto 6. Il padre è in esecuzione ma non è sospeso su di una wait: il processo figlio termina malamente e diventa un processo zombie (tecnicamente morto ma i suoi dati rimangono nella tabella dei processi) 8. Il padre è già terminato: il processo in questione (più i suoi eventuali fratelli) è ereditato dal processo avente PID = 1

30 #include <stdio.h> #include <sys/wait.h> #include <unistd.h> main() { int sono_il_padre; int figlio_defunto, status; Provare ad eseguire due volte: Figlio: exit(0) Figlio: exit(1) sono_il_padre = fork(); if (sono_il_padre) { figlio_defunto = wait(&status); printf("\n E` terminato il processo %d, lo stato e` %d\n", figlio_defunto, status); fflush(stdout); else { printf("\n figlio: nasco e muoio"); fflush(stdout); exit(1);

31 Di norma un processo termina dopo che tutti i suoi figli sono terminati 1. Nascita processo padre 2. Nascita processo figlio 3. Morte processo figlio :: se il padre è in attesa con wait, wait termina e restituisce il PID del figlio morto 4. Morte processo padre Se un processo rimane orfano, viene ereditato dal processo INIT, avente PID = 1

Chiamate di sistema per la Gestione dei processi in POSIX. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it

Chiamate di sistema per la Gestione dei processi in POSIX. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it Chiamate di sistema per la Gestione dei processi in POSIX E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it Process id ed altri identificatori pid_t getpid(); // Process id del processo chiamante pid_t getppid(); // Process

Dettagli

Corso di Programmazione Concorrente Processi. Valter Crescenzi

Corso di Programmazione Concorrente Processi. Valter Crescenzi Corso di Programmazione Concorrente Processi Valter Crescenzi http://crescenzi.inf.uniroma3.it Sommario Processi vs Thread Creazione e terminazione di processi chiamata di sistema fork() chiamata di sistema

Dettagli

Corso di Sistemi Operativi A.A. 2008-2009 - CHIAMATE DI SISTEMA PER IL CONTROLLO DEI PROCESSI. Fabio Buttussi

Corso di Sistemi Operativi A.A. 2008-2009 - CHIAMATE DI SISTEMA PER IL CONTROLLO DEI PROCESSI. Fabio Buttussi Corso di Sistemi Operativi A.A. 2008-2009 - CHIAMATE DI SISTEMA PER IL CONTROLLO DEI PROCESSI Fabio Buttussi La programmazione di sistema Il kernel è la parte di Unix che corrisponde al sistema operativo

Dettagli

Gestione dei processi

Gestione dei processi Capitolo 1 Gestione dei processi 1.1 Creazione di un processo I principali eventi che possono dare luogo ad un nuovo processo sono: inizializzazione del sistema; esecuzione di una primitiva di sistema

Dettagli

Programmazione multiprocesso

Programmazione multiprocesso DTI / ISIN / Titolo principale della presentazione 1 Programmazione multiprocesso Amos Brocco, Ricercatore, DTI / ISIN 20 febbraio 2012 2 Processi Cos'è un processo? Un programma in esecuzione Spazio di

Dettagli

AXO. Operativo. Architetture dei Calcolatori e Sistema. programmazione di sistema

AXO. Operativo. Architetture dei Calcolatori e Sistema. programmazione di sistema AXO Architetture dei Calcolatori e Sistema Operativo programmazione di sistema Il sistema operativo Il Sistema Operativo è un insieme di programmi (moduli software) che svolgono funzioni di servizio nel

Dettagli

Processi UNIX. I Processi nel SO UNIX. Gerarchie di processi UNIX. Modello di processo in UNIX

Processi UNIX. I Processi nel SO UNIX. Gerarchie di processi UNIX. Modello di processo in UNIX Processi UNIX I Processi nel SO UNIX UNIX è un sistema operativo multiprogrammato a divisione di tempo: unità di computazione è il processo Caratteristiche del processo UNIX: processo pesante con codice

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A Pietro Frasca.

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A Pietro Frasca. Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Pietro Frasca Lezione 20 Martedì 16-12-2014 1 System call per la gestione dei processi Creazione

Dettagli

Gestione dei processi

Gestione dei processi Gestione dei processi Dormire unsigned int sleep(unsigned int); Attende un numero specificato di secondi a meno che non si verifichi un segnale Restituisce 0 se l'attesa è terminata senza interruzioni,

Dettagli

Controllo dei Processi. M. R. Guarracino - Primitive di Controllo dei Processi

Controllo dei Processi. M. R. Guarracino - Primitive di Controllo dei Processi Controllo dei Processi Introduzione Come possiamo creare nuovi processi? Come possiamo eseguire un programma? Come possiamo terminare un processo? Introduzione Unix fornisce le primitive per la creazione

Dettagli

Processi: Exit, Wait, Exec

Processi: Exit, Wait, Exec Processi: Exit, Wait, Exec Contiene lucidi tratti da: 2005-07 Giuseppe Schmid (Univ. Federico II), 2005-2007 Francesco Pedulla, Massimo Verola (Uniroma2), 2001-2005 Renzo Davoli (Universita di Bologna),

Dettagli

1. PARALLELISMO E PROCESSI. 1.1 La necessità del parallelismo

1. PARALLELISMO E PROCESSI. 1.1 La necessità del parallelismo 1. PARALLELISMO E PROCESSI 1.1 La necessità del parallelismo Un programma eseguibile, generato ad esempio da un programma C, è rigorosamente sequenziale, nel senso che viene eseguito una istruzione alla

Dettagli

CREAZIONE PROCESSI IN UNIX 20

CREAZIONE PROCESSI IN UNIX 20 CREAZIONE PROCESSI IN UNIX 20 STRUTTURE DATI PER PROCESSI Un processo puo' essere in escuzione in 2 modi: kernel e utente. Un processo ha almeno 3 regioni: codice, dati e stack Lo stack è allocato dinamicamente.

Dettagli

Il sistema operativo LINUX Indice

Il sistema operativo LINUX Indice Il sistema operativo LINUX Giorgio Di Natale Stefano Di Carlo Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Processo Un processo è un programma in esecuzione:

Dettagli

Lab. di Sistemi Operativi - Esercitazione n 7- -Gestione dei processi Unix-

Lab. di Sistemi Operativi - Esercitazione n 7- -Gestione dei processi Unix- Lab. di Sistemi Operativi - Esercitazione n 7- -Gestione dei processi Unix- 1 Sommario Esercizi sulla gestione dei processi Creazione di un nuovo processo: fork Sincronizzazione tra processi: wait 2 -

Dettagli

Processi e Sincronizzazione. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese M. Grotto

Processi e Sincronizzazione. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese M. Grotto Processi e Sincronizzazione C. Brandolese M. Grotto Sommario 1. Processi Concetti fondamentali Stati in GNU/Linux 2. Creazione Descrizione Creazione con system() Creazione con fork() Effetto di fork()

Dettagli

Processi in Linux. Stru/ura file eseguibili

Processi in Linux. Stru/ura file eseguibili SISTEMI OPERATIVI Processi in Linux Stru/ura file eseguibili» ELF - Executable and Linking Format formato di default degli eseguibili in Linux definizione nel file include » StruGura un header contenente

Dettagli

Programmazione di Sistema 3

Programmazione di Sistema 3 Programmazione di Sistema 3 Gestione dei Processi Paolo Baldan Università Ca Foscari Venezia Corso di Laurea in Informatica Parte di questo materiale è rielaborato dalle slide del Corso di Laboratorio

Dettagli

Processi in Linux. Igino Corona igino.corona@diee.unica.it. 20 Ottobre 2009

Processi in Linux. Igino Corona igino.corona@diee.unica.it. 20 Ottobre 2009 Sistemi Operativi Processi in Linux Igino Corona igino.corona@diee.unica.it 20 Ottobre 2009 Contenuti della lezione Come funzionano i programmi in Linux? Schema base di esecuzione di un programma Modalità

Dettagli

POSIX Systems Programming. geek evening 0x0d. ambienti POSIX. By lord_dex ZEI e Salug! presentano:

POSIX Systems Programming. geek evening 0x0d. ambienti POSIX. By lord_dex ZEI e Salug! presentano: POSIX Systems Programming Syscall e fondamenti della ambienti POSIX programmazione in By lord_dex f.apollonio@salug.it ZEI e Salug! presentano: geek evening 0x0d INDICE Processi e Thread Creazione ed utilizzo

Dettagli

Program m azione di Sistem a 3

Program m azione di Sistem a 3 Program m azione di Sistem a 3 Lucidi per il corso di Laboratorio di Sistemi Operativi tenuto da Paolo Baldan presso l'università Ca' Foscari di Venezia, anno accademico 2004/ 2005. Parte di questo materiale

Dettagli

Sistemi Operativi. Des crizione e controllo dei proces s i

Sistemi Operativi. Des crizione e controllo dei proces s i Sistemi Operativi Des crizione e controllo dei proces s i Servizi di un Sistema Operativo Permettere ad un utente di creare processi (lanciare programmi) Interallacciare l esecuzione di diversi processi,

Dettagli

Sistemi Operativi. Esercitazione 2 Compilazione, Makefile e Processi

Sistemi Operativi. Esercitazione 2 Compilazione, Makefile e Processi Sistemi Operativi Esercitazione 2 Compilazione, Makefile e Processi Percorso Compilazione programmi in c Makefiles Processi definizione gestione creazione Compilazione di programmi in C Compilazione e

Dettagli

Lab. di Sistemi Operativi - Esercitazione n 9- -Thread-

Lab. di Sistemi Operativi - Esercitazione n 9- -Thread- Lab. di Sistemi Operativi - Esercitazione n 9- -Thread- 1 Sommario Esercizi su: Comunicazione tra processi: la funzione pipe() Condivisione dati e codice tra due o più processi: concetto di Thread 2 -

Dettagli

Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi

Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi Lezione 5 Alessandro Dal Palù email: alessandro.dalpalu@unipr.it web: www.unipr.it/~dalpalu Processi in Unix Approfondimenti: http://gapil.gnulinux.it/download/

Dettagli

Sistemi Operativi Anno Accademico 2011/2012. Segnali: Interrupt software per la gestione di eventi asincroni

Sistemi Operativi Anno Accademico 2011/2012. Segnali: Interrupt software per la gestione di eventi asincroni Anno Accademico 2011/2012 Segnali: Interrupt software per la gestione di eventi asincroni Concetto di segnale Un segnale è un interrupt software Un segnale può essere generato da un processo utente o dal

Dettagli

Quinta Esercitazione. Principali primitive di accesso ai File

Quinta Esercitazione. Principali primitive di accesso ai File Esempio: processi padre e figlio condividono di file aperti PRIMA della creazione Quinta Esercitazione Gestione File-System Segnali processo padre fork() Sistema tabella dei file attivi i-node Eugenio

Dettagli

Sistemi Operativi. Descrizione e controllo dei processi

Sistemi Operativi. Descrizione e controllo dei processi Sistemi Operativi Descrizione e controllo dei processi Servizi di un Sistema Operativo Permettere ad un utente di creare processi (lanciare programmi) Interallacciare l esecuzione di diversi processi,

Dettagli

Lezione 5. Processi e thread. Sistemi operativi. Marco Cesati System Programming Research Group Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Lezione 5. Processi e thread. Sistemi operativi. Marco Cesati System Programming Research Group Università degli Studi di Roma Tor Vergata Lezione 5 Sistemi operativi 24 marzo 2015 System Programming Research Group Università degli Studi di Roma Tor Vergata SO 15 5.1 Di cosa parliamo in questa lezione? Relazione tra processi e thread, e relative

Dettagli

Cosa e un processo? Stato del processo

Cosa e un processo? Stato del processo Cosa e un processo? LABORATORIO DI PROGRAMMAZIONE 2 Corso di laurea in matematica Un sistema operativo esegue programmi di varia natura: Compilatori, word processor, programmi utente, programmi di sistema,

Dettagli

SC che operano su processi. Fork, exec, etc...

SC che operano su processi. Fork, exec, etc... SC che operano su processi Fork, exec, etc... 1 Process identifier: getpid, getppid pid indice del processo all interno della tabella dei processi ppid indice del processo padre all interno della tabella

Dettagli

La sincronizzazione è legata alla implementazione delle pipe: int pipe(int fd[2]);

La sincronizzazione è legata alla implementazione delle pipe: int pipe(int fd[2]); int pipe(int fd[2]); Le pipe sono canali di comunicazione unidirezionali che costituiscono un primo strumento di comunicazione (con diverse limitazioni), basato sullo scambio di messaggi, tra processi

Dettagli

I SISTEMI OPERATIVI (1)

I SISTEMI OPERATIVI (1) I SISTEMI OPERATIVI (1) 1 un computer può essere pensato come una stratificazione di macchine virtuali, ciascuna delle quali mette a disposizione alcuni servizi, che sono utilizzabili mediante chiamate

Dettagli

Chiamate di sistema per la Inter Process Communication (IPC) in POSIX. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it

Chiamate di sistema per la Inter Process Communication (IPC) in POSIX. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it Chiamate di sistema per la Inter Process Communication (IPC) in POSIX E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it Pipe Cos'è un pipe? E' un canale di comunicazione che unisce due processi Caratteristiche: La più vecchia

Dettagli

Le system call: fork(), wait(), exit()

Le system call: fork(), wait(), exit() Le system call: fork(), wait(), exit() Di seguito viene mostrato un programma che fa uso di puntatori a funzione, nel quale si mette in evidenza il loro utilizzo. Programma A1 #include int add(a,b,c)

Dettagli

Digressione: man (2)...

Digressione: man (2)... Syscall File I/O Digressione: man (2)... Le funzioni della libreria standard UNIX associate alle system call di Linux sono documentate nella sezione 2 di man e.g.: man 2 open Ogni manpage di system call

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca.

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Lezione 22 Martedì 7-1-2014 1 System Call per l'uso dei segnali Un processo che

Dettagli

Processi e thread. Dipartimento di Informatica Università di Verona, Italy. Sommario

Processi e thread. Dipartimento di Informatica Università di Verona, Italy. Sommario Processi e thread Dipartimento di Informatica Università di Verona, Italy Sommario Concetto di processo Stati di un processo Operazioni e relazioni tra processi Concetto di thread Gestione dei processi

Dettagli

Sincronizzazione e comunicazione tra processi in Unix. usati per trasferire ad un processo l indicazione che un determinato evento si è verificato.

Sincronizzazione e comunicazione tra processi in Unix. usati per trasferire ad un processo l indicazione che un determinato evento si è verificato. Processi parte III Sincronizzazione e comunicazione tra processi in Unix Segnali: usati per trasferire ad un processo l indicazione che un determinato evento si è verificato. Pipe: struttura dinamica,

Dettagli

ESERCIZI SULLA PROGRAMMAZIONE DI SISTEMA GNU/LINUX

ESERCIZI SULLA PROGRAMMAZIONE DI SISTEMA GNU/LINUX Autore: Classe: Luciano VIVIANI QUARTA INFORMATICA (4IB) Anno scolastico: 2004/2005 Scuola: Itis Euganeo ESERCIZI SULLA PROGRAMMAZIONE DI SISTEMA GNU/LINUX Questa dispensa non vuole essere un manuale di

Dettagli

Processi: 1. Modelli a stati 2. Rappresentazione di processi 3. Liste di processi e scheduling 4. Processi in sistemi operativi attuali (NT/UNIX)

Processi: 1. Modelli a stati 2. Rappresentazione di processi 3. Liste di processi e scheduling 4. Processi in sistemi operativi attuali (NT/UNIX) Sistemi Operativi I Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Facolta di Ingegneria, Universita La Sapienza Docente: Francesco Quaglia Processi: 1. Modelli a stati 2. Rappresentazione di processi 3. Liste

Dettagli

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi a.a. 2012/2013. - I processi Unix -

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi a.a. 2012/2013. - I processi Unix - Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi a.a. 2012/2013 - I processi Unix - 1 Sommario Gestione dei processi: Creazione di un nuovo processo: fork Sincronizzazione tra processi: wait Esercizi: fork fork

Dettagli

Puntatori. Un puntatore contiene un numero che indica la locazione di memoria dove è presente la variabile puntata

Puntatori. Un puntatore contiene un numero che indica la locazione di memoria dove è presente la variabile puntata Puntatori int i = 10; int * pi = &i; pi i = 10 116 int * pi = pi contiene un informazione che mi permette di accedere ( puntare ) ad una variabile intera Un puntatore contiene un numero che indica la locazione

Dettagli

ESERCITAZIONE 2 RIPASSO. EX. 1 Un processo padre (parent) crea due processi figli (children) e attende la loro terminazione. Se, e solo se,...

ESERCITAZIONE 2 RIPASSO. EX. 1 Un processo padre (parent) crea due processi figli (children) e attende la loro terminazione. Se, e solo se,... ESERCITAZIONE DEL 23 MARZO 2002 ESERCITAZIONE 2 RIPASSO EX. 1 Un processo padre (parent) crea due processi figli (children) e attende la loro terminazione. Se, e solo se,. EX. 2 Un server di rete attende

Dettagli

Comunicazione tra processi: pipe Le pipe sono un meccanismo UNIX di Inter Process Communication (IPC)

Comunicazione tra processi: pipe Le pipe sono un meccanismo UNIX di Inter Process Communication (IPC) Comunicazione tra processi: pipe Le pipe sono un meccanismo UNIX di Inter Process Communication (IPC) Le pipe sono canali di comunicazione unidirezionali Limitazione pipe: permettono la comunicazione solo

Dettagli

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C IN AMBIENTE UNIX

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C IN AMBIENTE UNIX ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C IN AMBIENTE UNIX Introduzione In questa dispensa sono stati raccolti alcuni esercizi di programmazione C in ambiente Unix, tratti dagli esami di Sistemi Operativi svoltisi

Dettagli

Elementi di Architettura e Sistemi Operativi

Elementi di Architettura e Sistemi Operativi Elementi di Architettura e Sistemi Operativi Bioinformatica - Tiziano Villa 15 Giugno 2015 Nome e Cognome: Matricola: Posta elettronica: problema punti massimi i tuoi punti problema 1 4 problema 2 6 problema

Dettagli

Precedenza e associatività. Complementi sul C - 2. Esempi. Esempi

Precedenza e associatività. Complementi sul C - 2. Esempi. Esempi Complementi sul C - 2 Ver. 2.4 2010 - Claudio Fornaro - Corso di programmazione in C Precedenza e associatività () [] ->. S D! ~ ++ + * & (cast ) sizeof S D * / % S D + - (somma e sottrazione) S D >

Dettagli

Gestione dei processi in Unix/Linux

Gestione dei processi in Unix/Linux Gestione dei processi in Unix/Linux La creazione dei processi Una delle caratteristiche di Unix/Linux è che qualunque processo può a sua volta generarne altri, detti processi figli (child process). Ogni

Dettagli

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012 Sommario: Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012 - System Call Parte 1 open (apertura file) creat (creazione file) close (chiusura file) write (scrittura file) read (lettura file)

Dettagli

CREAZIONE DI UN FILE

CREAZIONE DI UN FILE #include #include CREAZIONE DI UN FILE fd = creat(filename, mode); int fd, mode; char *filename; La primitiva creat crea un file, se non ne esiste uno col nome specificato, oppure

Dettagli

CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 5

CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 5 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica a.a. 2005-2006 CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 5 1 Segnali Vi sono spesso eventi importanti

Dettagli

Capitolo 3 -- Silberschatz

Capitolo 3 -- Silberschatz Processi Capitolo 3 -- Silberschatz Concetto di processo Un SO esegue una varietà di attività: Sistemi batch job Sistemi time-sharing programmi utenti o task Nel libro i termini job e processo sono usati

Dettagli

Sulla libreria standard, III. Manipolare file con stdio.h

Sulla libreria standard, III. Manipolare file con stdio.h Sulla libreria standard, III Manipolare file con stdio.h 1 Libreria per input/output Con libreria si intende una collezione di sottoprogrammi che vengono utilizzati per lo sviluppo di software non eseguibili,

Dettagli

Input/output da file I/O ANSI e I/O UNIX FLUSSI E FILE FLUSSI FLUSSI di TESTO FLUSSI BINARI FILE

Input/output da file I/O ANSI e I/O UNIX FLUSSI E FILE FLUSSI FLUSSI di TESTO FLUSSI BINARI FILE Input/output da file Il linguaggio C non contiene istruzioni di I/O, in quanto tali operazioni vengono eseguite tramite funzioni di libreria standard. Questo approccio rende estremamente flessibile e potente

Dettagli

Interprocess communication: Pipe

Interprocess communication: Pipe Interprocess communication: Pipe Affinché due processi possano cooperare, è spesso necessario che comunichino fra loro dei dati. Una prima possibile soluzione a questo problema consiste nell utilizzo condiviso

Dettagli

I puntatori. Un puntatore è una variabile che contiene l indirizzo di un altra variabile. puntatore

I puntatori. Un puntatore è una variabile che contiene l indirizzo di un altra variabile. puntatore I puntatori Un puntatore è una variabile che contiene l indirizzo di un altra variabile. puntatore...... L operatore & fornisce l indirizzo di un oggetto: p = &c; assegna a p l indirizzo di c, i.e., p

Dettagli

PROGRAMMA DISCIPLINARE SVOLTO a. s. 2015 / 2016

PROGRAMMA DISCIPLINARE SVOLTO a. s. 2015 / 2016 PROGRAMMA DISCIPLINARE SVOLTO a. s. 2015 / 2016 DOCENTI: TESTARDO CINZIA, VALERIO FELICI CLASSE 4 a IA DISCIPLINA TPSI MACROARGOMENTI che sono stati trattati nel corso del corrente anno scolastico (in

Dettagli

Stringhe e allocazione dinamica della memoria

Stringhe e allocazione dinamica della memoria Stringhe e allocazione dinamica della memoria Esercizio Scrivere un programma strings.c che legge da standard input una sequenza di parole separate da uno o più spazi, e stampa le parole lette, una per

Dettagli

Funzioni. Il modello console. Interfaccia in modalità console

Funzioni. Il modello console. Interfaccia in modalità console Funzioni Interfaccia con il sistema operativo Argomenti sulla linea di comando Parametri argc e argv Valore di ritorno del programma La funzione exit Esercizio Calcolatrice 2, presente in tutti i programmi

Dettagli

Concetto di processo. Processi. Immagine in memoria di un processo. Stati di un processo. Un SO esegue una varietà di attività:

Concetto di processo. Processi. Immagine in memoria di un processo. Stati di un processo. Un SO esegue una varietà di attività: Impossibile visualizzare l'immagine. Processi Concetto di processo Un SO esegue una varietà di attività: Sistemi batch job Sistemi time-sharing programmi utenti o task Nel libro i termini job e processo

Dettagli

Primo passo: il preprocessor. Il preprocessore. Esempi di direttive al preprocessore: #include. Esempi di direttive al preprocessore: #define

Primo passo: il preprocessor. Il preprocessore. Esempi di direttive al preprocessore: #include. Esempi di direttive al preprocessore: #define Primo passo: il preprocessor Source code Preprocessor Pre-processed source code Compiler Libraries Linker Executable code 1 Il preprocessore Il preprocessore compie delle manipolazioni sul codice del programma.

Dettagli

Esame Laboratorio di Sistemi Operativi Cognome Nome Mat.

Esame Laboratorio di Sistemi Operativi Cognome Nome Mat. Esame Laboratorio di Sistemi Operativi 2-01-2008 Il compito è costituito da domande chiuse e domande aperte. Non è consentito l uso di libri, manuali, appunti., etc. Tempo massimo 1 ora. Domande chiuse:

Dettagli

System call fcntl e record locking

System call fcntl e record locking System call fcntl e record locking Esempio: prenotazione di voli aerei La compagnia ACME Airlines usa un sistema di prenotazione dei voli basato su unix. Possiede due uffici per la prenotazione, A e B,

Dettagli

Sistemi Operativi L-A. Esercizi 14 Giugno 2007. Esercizio monitor

Sistemi Operativi L-A. Esercizi 14 Giugno 2007. Esercizio monitor Sistemi Operativi L-A Esercizi 14 Giugno 2007 Esercizio monitor Si consideri la toilette di un ristorante. La toilette è unica per uomini e donne. Utilizzando la libreria pthread, si realizzi un'applicazione

Dettagli

Unità Didattica 1 Linguaggio C. Fondamenti. Struttura di un programma.

Unità Didattica 1 Linguaggio C. Fondamenti. Struttura di un programma. Unità Didattica 1 Linguaggio C Fondamenti. Struttura di un programma. 1 La storia del Linguaggio C UNIX (1969) - DEC PDP-7 Assembly Language BCPL - un OS facilmente accessibile che fornisce potenti strumenti

Dettagli

Esercizio sulla gestione di file in Unix

Esercizio sulla gestione di file in Unix Esercizio sulla gestione di file in Unix 1 Esercizio Si vuole realizzare un programma C che, utilizzando le system call di Unix, realizzi uno schema di comunicazione tra due processi (padre e figlio) mediante

Dettagli

GENERAZIONE PROCESSO FIGLIO (padre attende terminazione del figlio)

GENERAZIONE PROCESSO FIGLIO (padre attende terminazione del figlio) GENERAZIONE PROCESSO FIGLIO (padre attende terminazione del figlio) #include void main (int argc, char *argv[]) { pid = fork(); /* genera nuovo processo */ if (pid < 0) { /* errore */ fprintf(stderr,

Dettagli

Terza Esercitazione. Unix - Esercizio 1. Unix System Call Exec Java Introduzione Thread

Terza Esercitazione. Unix - Esercizio 1. Unix System Call Exec Java Introduzione Thread Terza Esercitazione Unix System Call Exec Java Introduzione Thread Stefano Monti smonti@deis.unibo.it Unix - Esercizio 1 Scrivere un programma C con la seguente interfaccia:./compilaedesegui

Dettagli

Server Iterativi. Server TCP Ricorsivi. Fork. Server Ricorsivi. un server iterativo gestisce una connessione alla volta. Prof.

Server Iterativi. Server TCP Ricorsivi. Fork. Server Ricorsivi. un server iterativo gestisce una connessione alla volta. Prof. Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica a.a. 2003/04 TCP Ricorsivi Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 1 Iterativi un server iterativo

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Operativi

Laboratorio di Sistemi Operativi II Semestre - Marzo/Giugno 2008 Matricole congr. 0 mod 3 File & Directory #include #include stat,fstat e lstat int stat (const char *pathname, struct stat *buf); int fstat (int

Dettagli

POSIX - Gestione dei Segnali. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it

POSIX - Gestione dei Segnali. E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it POSIX - Gestione dei Segnali E.Mumolo, DEEI mumolo@units.it Segnali in POSIX Segnali in Posix Modalità di notifiche relative a vari eventi asincroni I signal interrompono un processo e possono o meno essere

Dettagli

perror: individuare l errore quando una system call restituisce -1

perror: individuare l errore quando una system call restituisce -1 perror: individuare l errore quando una system call restituisce -1 Quando una system call (o una funzione di libreria) non va a buon fine, restituisce come valore -1 Come si fa a sapere più precisamente

Dettagli

UNIX: programmazione di sistema

UNIX: programmazione di sistema UNIX: programmazione di sistema Per poter utilizzare servizi quali manipolazione di file, creazione di processi e comunicazione tra processi, i programmi di applicazione devono interagire con il sistema

Dettagli

Digressione: man 2...

Digressione: man 2... Syscall File I/O Digressione: man 2... Le funzioni della libreria standard UNIX associate alle system call di Linux sono documentate nella sezione 2 di man e.g.: man 2 open Ogni manpage di system call

Dettagli

Struttura interna del sistema operativo Linux

Struttura interna del sistema operativo Linux Struttura interna del sistema operativo Linux 5. I device driver A cura di: Anna Antola Giuseppe Pozzi DEI, Politecnico di Milano anna.antola/giuseppe.pozzi@polimi.it -versione del 30 marzo 2004-1-04.-04

Dettagli

Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi

Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi Lezione 7 Alessandro Dal Palù email: alessandro.dalpalu@unipr.it web: www.unipr.it/~dalpalu Threads Un thread è l unità di base per l utilizzo della CPU. Composto

Dettagli

SISTEMI OPERATIVI. I processi. Prof. Luca Gherardi Prof.ssa Patrizia Scandurra (anni precedenti) (MODULO DI INFORMATICA II)

SISTEMI OPERATIVI. I processi. Prof. Luca Gherardi Prof.ssa Patrizia Scandurra (anni precedenti) (MODULO DI INFORMATICA II) SISTEMI OPERATIVI (MODULO DI INFORMATICA II) I processi Prof. Luca Gherardi Prof.ssa Patrizia Scandurra (anni precedenti) Università degli Studi di Bergamo a.a. 2012-13 Sommario Il concetto di processo

Dettagli

(VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ&

(VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ& (VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ& 3ULPRHVHUFL]LR6RFNHWVWUHDPFRQULGLUH]LRQH Si progetti un applicazione distribuita Client/Server per una rete di workstation UNIX (BSD oppure System V). In particolare,

Dettagli

Relazione tra thread e processi

Relazione tra thread e processi I Thread POSIX Relazione tra modello a processi e a thread Creazione di un thread Attesa Distacco Terminazione Ricerca e confronto Inizializzazione dinamica Relazione tra thread e processi Nel modello

Dettagli

CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 2

CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 2 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica a.a. 2005-2006 CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 2 1 Editor di testi Sono disponibili numerosi

Dettagli

CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 3. 1 strace : visualizzazione delle system call invocate da un processo

CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 3. 1 strace : visualizzazione delle system call invocate da un processo UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica a.a. 2005-2006 CORSO DI SISTEMI OPERATIVI A - ESERCITAZIONE 3 1 strace : visualizzazione delle system call

Dettagli

Esercitazione 6. Array

Esercitazione 6. Array Esercitazione 6 Array Arrays Array (o tabella o vettore): è una variabile strutturata in cui è possibile memorizzare un numero fissato di valori tutti dello stesso tipo. Esempio int a[6]; /* dichiarazione

Dettagli

File e Directory. M. Guarracino - File e Directory 1

File e Directory. M. Guarracino - File e Directory 1 File e Directory M. Guarracino - File e Directory 1 Date dei file Ogni volta che accediamo ai dati contenuti in un file, il sistema memorizza la data di ultimo accesso La stessa cosa accade quando modifichiamo

Dettagli

File I/O. M. R. Guarracino: File I/O 1

File I/O. M. R. Guarracino: File I/O 1 File I/O M. R. Guarracino: File I/O 1 File I/O Gran parte delle operazioni su file in ambiente UNIX possono essere eseguite utilizzando solo cinque funzioni: open read write lseek close M. R. Guarracino:

Dettagli

Definizione di processo 1

Definizione di processo 1 I Processi I processi Definizione di processo Scheduling dei processi Operazioni sui processi Processi cooperanti Comunicazione fra processi Comunicazioni in sistemi client server 3.2 Definizione di processo

Dettagli

ESERCIZI RISOLTI IN C LANGUAGE (programmazione avanzata)

ESERCIZI RISOLTI IN C LANGUAGE (programmazione avanzata) ESERCIZI RISOLTI IN C LANGUAGE (programmazione avanzata) 1. Gestione file a basso livello 1) Scrivere un programma che carichi in un file binario, gestito a basso livello, una serie di numeri interi contenuti

Dettagli

Primi passi col linguaggio C

Primi passi col linguaggio C Andrea Marin Università Ca Foscari Venezia Laurea in Informatica Corso di Programmazione part-time a.a. 2011/2012 Come introdurre un linguaggio di programmazione? Obiettivi: Introduciamo una macchina astratta

Dettagli

Lezione 21 e 22. Valentina Ciriani ( ) Laboratorio di programmazione. Laboratorio di programmazione. Lezione 21 e 22

Lezione 21 e 22. Valentina Ciriani ( ) Laboratorio di programmazione. Laboratorio di programmazione. Lezione 21 e 22 Lezione 21 e 22 - Allocazione dinamica delle matrici - Generazione di numeri pseudocasuali - Funzioni per misurare il tempo - Parametri del main - Classificazione delle variabili Valentina Ciriani (2005-2008)

Dettagli

Programmazione concorrente Principi e introduzione ai processi

Programmazione concorrente Principi e introduzione ai processi LinuxFocus article number 272 http://linuxfocus.org Programmazione concorrente Principi e introduzione ai processi by Leonardo Giordani About the author: Studente presso la

Dettagli

Consideriamo un vettore allocato dinamicamente

Consideriamo un vettore allocato dinamicamente Libreria per per la la gestione/manipolazione dei dei vettori Consideriamo un vettore allocato dinamicamente int * v; v = (int *) malloc (n * sizeof (int) ); Conversione di tipo da void * a int * Numero

Dettagli

Lettura da tastiera e scrittura su monitor

Lettura da tastiera e scrittura su monitor Lettura da tastiera e scrittura su monitor Per poter leggere UN SINGOLO CARATTERE dalla tastiera e visualizzare UN SINGOLO CARATTERE sul monitor si possono utilizzare le funzioni: int getchar (void) (per

Dettagli

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012. - Comunicazione Tra Processi (IPC)- - 1 Parte -

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012. - Comunicazione Tra Processi (IPC)- - 1 Parte - Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012 - Comunicazione Tra Processi (IPC)- - 1 Parte - 1 Sommario Comunicazione tra processi sulla stessa macchina: fifo (qualunque insieme di processi)

Dettagli

Università Ca' Foscari Venezia - Corso di Laurea in Informatica Sistemi Operativi prof. Augusto Celentano. Domande di riepilogo

Università Ca' Foscari Venezia - Corso di Laurea in Informatica Sistemi Operativi prof. Augusto Celentano. Domande di riepilogo Università Ca' Foscari Venezia - Corso di Laurea in Informatica Sistemi Operativi prof. Augusto Celentano Domande di riepilogo 1) Il descrittore di processo (Process Control Block) include al suo interno:

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Operativi

Laboratorio di Sistemi Operativi Laboratorio di Sistemi Operativi Segnali a.a. 2011/2012 Francesco Fontanella Segnali - Introduzione I segnali sono interrupt software a livello di processo comunicano al processo il verificarsi di un evento

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Docente: Camillo Fiorentini 16 ottobre 2007 1 Rappresentazioni di caratteri in C In C un carattere è una costante intera il cui valore è dato dal codice ASCII

Dettagli

Il blocco che costituisce il corpo di una funzione/procedura può contenere dichiarazioni di variabili. Esempio:

Il blocco che costituisce il corpo di una funzione/procedura può contenere dichiarazioni di variabili. Esempio: Variabili locali Il blocco che costituisce il corpo di una funzione/procedura può contenere dichiarazioni di variabili. void leggivettore(int v[], int dim) int i; /* i E UNA VARIABILE LOCALE */ for (i

Dettagli

nome (lista_parametri) Funzioni funzioni predefinite: sqrt(x) log(x) usare queste funzioni significa: specificare il valore degli argomenti

nome (lista_parametri) Funzioni funzioni predefinite: sqrt(x) log(x) usare queste funzioni significa: specificare il valore degli argomenti Università di Roma Tor Vergata L9-1 Funzioni funzioni predefinite: sqrt(x) log(x) usare queste funzioni significa: specificare il valore degli argomenti utilizzare il valore restituito quanti argomenti

Dettagli

Unix e GNU/Linux Eugenio Magistretti emagistretti@deis.unibo.it Prima Esercitazione Fork Stefano Monti smonti@deis.unibo.it Unix: sviluppato negli anni '60-'70 presso Bell Labs di AT&T, attualmente sotto

Dettagli

CAP9. Device drivers

CAP9. Device drivers Struttura interna del sistema operativo Linux CAP9. Device drivers Device drivers Gestori di periferiche Sono moduli software che realizzano l interfacciamento e la gestione dei dispositivi periferici

Dettagli