Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotto in qualsiasi forma senza il permesso dell autore.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotto in qualsiasi forma senza il permesso dell autore."

Transcript

1

2 2015 by David Carli Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotto in qualsiasi forma senza il permesso dell autore. 1

3 Prefazione PAG. 3 Capitolo 1 Le candlestick PAG. 4 Capitolo 2 Supporti, resistenze e ritracciamenti PAG. 10 Capitolo 3 I pattern a M e W PAG. 15 Capitolo 4 Conclusioni PAG. 32 2

4 In questo breve ebook illustrerò una strategia applicabile nel Forex (ma non solo) con buone probabilità di successo basata sulle trendline. Strategia che cerca di sfruttare i pattern a M e W che si formano quando i mercati raggiungono un top o un bottom. Pattern già descritti da Bollinger e che io utilizzo, però, senza l ausilio delle Bande. Quanto leggerete nelle pagine successive riguarda una mia interpretazione dei due pattern, un modo che ho elaborato per cercare di prevedere quello che può essere il movimento futuro di un determinato mercato. Questo dopo aver osservato e studiato molte situazioni simili e aver individuato, a determinate condizioni, un movimento successivo comune alla maggior parte dei casi. Ingresso, target, stop loss tutte cose che ho studiato io e che reputo ottime per il mio stile di trading ma ognuno di voi si senta libero di modificarli e adattarli al proprio modo di fare trading. Anzi, se individuate delle migliorie d apportare alla strategia che a breve vedrete, non esitate a sottopormele. Nulla è perfetto e tutto è migliorabile. Essendo questo piccolo ebook gratuito e disponibile per chiunque ne sia interessato, sarete di sicuro aiuto a chi utilizzerà questa strategia per fare trading quotidianamente. Spero che possiate trovare giovamento nella lettura (altrimenti me ne scuso) e per qualsiasi domanda o chiarimento potete contattarmi all indirizzo e- mail 3

5 Esistono diverse rappresentazioni grafiche dell andamento del prezzo di un titolo mercato. Probabilmente quello più utilizzato è la barra di prezzo. Io preferisco utilizzare un altro sistema: le candlestick. Le candlestick, o candele giapponesi, hanno origine nel XVIII secolo come metodo per prevedere l andamento del prezzo del riso. Il suo inventore, Menehisa Homma, guadagnò una fortuna grazie a questo tipo di rappresentazione grafica. Come potete vedere in figura 1 è un sistema che ci offre le stesse informazioni di una barra di prezzo ma molto più immediate a livello visivo. Figura 1 - Candlestick o candele giapponesi L analisi candlestick può essere tranquillamente affiancata ad altre forme di analisi tecnica, anzi, spesso può risultare utile per cercare di interpretare al meglio l andamento dei prezzi. Nelle candlestick per rappresentare l oscillazione del prezzo nell unità di tempo, che può andare dal singolo minuto fino a un mese, si utilizza una figura chiamata Candle-Line formata da un corpo 4

6 centrale definito Real-Body, il quale indica l escursione di prezzo tra l apertura e la chiusura, e le Shadows (ombre), singole linee sottili che rappresentano i prezzi massimi e minimi del lasso di tempo prescelto, rispettivamente Upper Shadow e Lower Shadow. Come per il grafico a barre quindi sono necessari i valori di apertura, massimo, minimo e chiusura. Il corpo della candela può essere nero o bianco: si ha un corpo nero quando la chiusura è inferiore all'apertura e quindi caratterizza una giornata con andamento negativo, mentre un corpo bianco ci indica una giornata al rialzo con un prezzo di chiusura superiore a quello di apertura. In realtà il corpo non è colorato di bianco, ma è semplicemente vuoto, per facilitare il lavoro del computer. Questo è stato uno degli adattamenti a cui si è dovuto ricorrere durante l'esportazione della teoria verso l'occidente, infatti i giapponesi utilizzano il rosso al posto del bianco per le giornate rialziste. Oggi vengono usati oltre ai colori bianco e nero anche il verde (per le giornate rialziste) e il rosso (per le giornate ribassiste). Come detto questo tipo di rappresentazione del prezzo è più d impatto. Il colore del body ci fa immediatamente capire se il titolo dall apertura alla chiusura è salito (colore bianco o verde) oppure è sceso (colore nero o rosso). Se cioè i rialzisti hanno avuto il sopravvento sui ribassisti oppure se è avvenuto il contrario. Le candlestick contano diverse figure tipiche che vi mostrerò di seguito e ben 104 pattern (cioè figure grafiche) che non vi spiegherò in quanto non sono argomento di questi mini ebook. Un esempio di grafico candlestick lo trovate in figura 2 con il cross Eur-Usd. Con questo tipo di rappresentazione è subito immediato visivamente l andamento del cross. Notate la prevalenza di candele rosse quando il mercato scende e di quelle verdi quando, invece, questi sale. Nella parte finale del grafico, infine, c è un alternanza di candele verdi/rosse e di candele con lunghe shadow e piccolo body. Questo è un tipico segnale che il mercato non ha una precisa direzione e si muove in orizzontale. Talvolta significa, anche, che il trend si è 5

7 concluso e che il mercato, presto, si muoverà in senso inverso da quello finora a poco prima in atto. Figura 2 - Eur-Usd grafico candlestick Guardando il grafico, noterete anche che le candele hanno forma e lunghezza differente. Parte di esse hanno un nome e una valenza molto importante se inserite all interno di un determinato contesto grafico. Eccovi le principali. Long candle. E una candela che ha un lungo body verde o rosso e le due shadows molto corte (fig. 3). Figura 3- Long candle Short candle. E una candela che ha un corto body verde o rosso e le due shadows molto corte (fig. 4). 6

8 Figura 4 - Short candle Marubozu. Sono delle lunghe candele con body verde o rosso con la caratteristica di essere prive delle shadows (figura 5). Figura 5 - Marubozu Spinning Top. E una candela che ha un body molto corto e delle shadows molto pronunciate. Indicano una fase di indecisione del mercato, non ha importanza il colore del corpo (fig. 6). Figura 6 - Spinning Top Doji. E la più caratteristica delle figure candlestick. Consiste in una candela con apertura e chiusura allo stesso livello o poco distanti. Vi sono quattro tipi differenti di Doji. Abbiamo la Long Legged Doji o Rickshaw Man (fig. 7) quando le ombre (shadows) sono molto estese, sia quella dei massimi (Upper Shadow) sia quella dei minimi (Lower Shadow). Questa particolare Doji segnala una forte indecisione del mercato. 7

9 Figura 7 - Long Legged Doji o Rickshaw Man La Gravestone Doji (fig. 8) quando è presente solo l'ombra superiore ed è molto estesa. Deve essere considerata come un segnale fortemente negativo soprattutto se identificato in zone di massimi di mercato. Figura 8 - Gravestone Doji Similmente, avremo la Dragonfly Doji (fig. 9) con un'unica shadow, quella inferiore, che lascia sperare in uno spunto rialzista in particolar modo se si completerà in zone di minimi di mercato. Figura 9 - Dragonfly Doji Il quarto tipo (fig. 10), infine, nei casi in cui apertura, chiusura, massimo e minimo sono allo stesso livello (anche se ovviamente molto raro, lascerebbe pensare a scambi molto ridotti, quasi nulli). 8

10 Figura 10 - Doji con apertura, chiusura, massimo e minimo allo stesso livello Questa breve descrizione delle candlestick ha l unico scopo d illustrare quelle che sono le principali caratteristiche di questo tipo di rappresentazione grafica, in particolar modo per tutti coloro che leggono questo mini ebook avvicinandosi per la prima volta al trading. 9

11 Tutti i mercati hanno dei livelli sia al rialzo, sia al ribasso che faticano a superare e molto spesso, tali livelli indicano la fine, almeno momentanea, del trend. Questi livelli sono chiamati supporti e resistenze e sono molto importanti per fare trading in quanto ci forniscono un indicazione dove è consigliabile prendere profitto oppure dove aprire, a seguito di significativi segnali, determinate posizioni rialziste o ribassiste. Più precisamente: Il supporto riflette l incapacità di un cross di scendere sotto un certo livello di prezzo. La resistenza riflette l incapacità di un cross di salire sopra un certo livello di prezzo. Più che di livello è più corretto parlare di area di supporto/resistenza. Questo perché sempre più spesso assistiamo ad estremi tentativi di far salire un cross per poterlo vendere a un livello più appetibile o di far scendere un cross per poterlo, questa volta, acquistare a un prezzo più vantaggioso prima che questi rimbalzi o cambi il suo trend. Guardiamo subito, a livello pratico, quanto detto sopra. In figura 11 trovate il grafico giornaliero del cross Aud-Usd. Evidenziata con due linee potete vedere una zona di resistenza. Si può infatti vedere come nel susseguirsi delle sedute, il cross raggiunga più volte area 1,0575/1,0600 per poi, più o meno celermente, invertire il suo incedere. 10

12 Avremmo di sicuro ottenuto un buon profitto aprendo posizioni ribassiste ogni qualvolta il cross ha raggiunto tale area. Figura 11 - Aud-Usd grafico giornaliero Ciò che io faccio, per valutare la bontà e la forza dell area di resistenza, è prendere lo stesso grafico, ma con un time frame più ampio, e tracciare le stesse due linee ai medesimi livelli visti sul grafico giornaliero (figura 12). Figura 12 - Aud-Usd grafico settimanale 11

13 Dal grafico settimanale si ha la netta conferma della forza di area 1,0575/1,0600 e di come il mercato ogni qualvolta raggiunga tale area, ritracci o inverta il suo trend. La stessa cosa avviene per il supporto. In figura 13 potete vedere il grafico giornaliero di Nzd/Chf con evidenziata una zona di supporto. Figura 13 - Nzd-Chf grafico giornaliero Vedete bene come spesso ogni qualvolta il cross raggiunga l area 0,7550/0,7600 non riesca più a proseguire nella sua discesa e inverta il suo andamento. Figura 14 - Nzd-Chf grafico settimanale 12

14 Notate anche, come con il grafico settimanale (figura 14) si ha una maggiore pulizia e chiarezza nell individuare tale zona di supporto. Il movimento che nel grafico giornaliero (a circa metà della figura) sembra aver rotto al ribasso la zona di supporto, nel grafico settimanale è molto più chiaro il falso breakout con la formazione, la settimana seguente, di una lunga candela verde che va ad annullare il breakout e a completare un pattern candlestick rialzista. Per esperienza personale, di controllare sempre supporti e resistenze su time frame superiori. Questo vi darà più chiaramente la forza e l importanza del livello individuato. Un ritracciamento si ha quando l andamento dei prezzi va nella direzione opposta alla precedente tendenza. In pratica, dopo un certo movimento, cominciano le prese di beneficio. Chi guadagna, cioè, decide di portare a casa il denaro e questo fa sì che per un periodo, più o meno breve, il mercato si muova contro trend. Tutto ciò rappresenta una buona occasione per acquistare o vendere a prezzi decisamente migliori e per entrare in mercato meno affaticato. Un esempio di ritracciamento lo potete vedere nel grafico Gbp-Usd qui sotto (figura 15). Figura 15 Gbp-Usd grafico giornaliero 13

15 Le linee nere e arancioni, evidenziano il classico movimento rialzista con massimi e minimi crescenti. Le linee nere sono le spinte rialziste del cross, le linee arancioni i ritracciamenti. Questo fino a quando dopo l ultimo ritracciamento (non evidenziato nel grafico e che parte dal massimo raggiunto dal cross), il mercato ha terminato la sua spinta rialzista e dopo un paio di candele verdi che sembrano spingere il cross verso nuovi massimi, inverte il trend e comincia una nuova fase ribassista. Con la strategia che vi spiegherò nel prossimo capitolo, vedrete come avremmo potuto sfruttare questo cambiamento di trend per aprire posizioni al ribasso. 14

16 La strategia che vi spiegherò riguarda il trading con i pattern a M e W con l ausilio delle trendline e Fibonacci. Strategia che a prima vista può sembrare complessa ma che alla fine di questo capitolo vedrete risulterà di facile comprensione. I pattern a M & W sono stati descritti da Bollinger nel suo libro Trading con le bande di Bollinger. Io li utilizzo in modo un po differente, basandomi, come vedrete, sulla rottura di una trendline come segnale d ingresso e con Fibonacci per individuare due zone di target dove prendere profitto. esempio. Molto più facile a farsi che a dirsi, per cui parto subito con il primo Figura 16 Aud-Usd grafico giornaliero 15

17 Nella figura 16 che trovate sopra è riprodotto il grafico giornaliero di Aud-Usd. Qui ho contrassegnato con la lettera X il massimo e con la lettera A il minimo dell ultima gamba ribassista. Dopodiché unisco i due punti con una trendline, come la vedete tracciata in figura 17. Figura 17 Aud-Usd grafico giornaliero Dopo aver toccato il minimo il cross rimbalza e con la lettera B contrassegno il massimo del rimbalzo e, come fatto in precedenza, con una trendline unisco i punti A e B (figura 18). Figura 18 Aud-Usd grafico giornaliero 16

18 Il mercato, una volta terminato il rimbalzo, riprende a scendere seguendo quello che è il trend in atto fino a quel momento, non riuscendo, però, a toccare un nuovo minimo. Al momento della ripresa del trend noi non sappiamo se questo continuerà oppure no. Dobbiamo semplicemente seguire l andamento grafico del mercato e agire di conseguenza. Se il mercato scenderà sotto il punto A noi annulleremo tutta l operazione, se, invece, stabilirà un minimo più alto del punto A (come in questo caso) allora contrassegneremo con la lettera C quel punto e tracceremo la solita trendline che parte da B e arriva a C (figura 19). Figura 19 Aud-Usd grafico giornaliero La costruzione della figura già lascia intravedere una W. Per completare la strategia vediamo adesso i primi due parametri: l ingresso e lo stop loss. Per individuare l ingresso, tracciamo una trendline che da X passa per il punto B (come mostrato in figura 20). Entreremo al rialzo alla rottura della trendline. Lo stop loss lo inseriamo, inizialmente, 4-5 pips al di sotto del punto C della figura. 17

19 Figura 20 - Aud-Usd grafico giornaliero Dopo la candela rossa il cui minimo forma il punto C, abbiamo tre consecutive candele verdi. La seconda è quella che rompe la trendline tratteggiata e ci fa entrare al rialzo sul cross Per completare la strategia, vediamo adesso dove individuare il target. Fondamentale è il livello di ritracciamento del punto C che ci fornisce l indicazione di dove posizionare il target in base al pattern AB=CD legato a Fibonacci. Di seguito trovate una tabella con tutti i target in base alla profondità del ritracciamento di C (ne ho messi due per ritracciamento): Ritracciamento di C Target (proiezione di BC) 38,2% Primo target 2,24 e secondo target 3,13 volte BC 18

20 50,0% Primo target 2,0 e secondo target 3,0 volte BC 61,8% Primo target 1,618 e secondo target 2,618 volte BC 70,7% Primo target 1,41 e secondo target 2,41 volte BC 78,6% Primo target 1,27 e secondo target 2,27 volte BC 88,6% Primo target 1,13 e secondo target 2,13 volte BC In base alla tabella, riprendiamo il grafico precedente e calcoliamo il ritracciamento del punto C (figura 21). Figura 21 Aud-Usd grafico giornaliero Per rendere il grafico più leggibile ho inserito (e inserirò) solo i livelli che ci interessano. Nel nostro caso, possiamo vedere che il punto C ha effettuato un ritracciamento dell 88,6% di AB. In base alla tabella, i nostri due target li individuiamo a 1,13 volte BC e 2,13 volte BC dal punto C. Livelli che potete vedere riportati nel prossimo grafico in figura

21 Figura 22 Aud-Usd grafico giornaliero Mi piace lavorare con due target. In questo modo, con il primo target mi assicuro una parte del movimento a mio favore e, una volta che il mercato lo avrà raggiunto, sposto lo stop a pareggio. Con il secondo target, lascio il cross libero di correre ancora un po, non rischiando, a quel punto, assolutamente più nulla. Passiamo subito a vedere un nuovo esempio, questa volta si tratta di un pattern M. In figura 23 trovate il grafico visto precedentemente di Gbp-Usd sempre su time frame giornaliero. Figura 23 Gbp-Usd grafico giornaliero 20

22 Anche in questo caso, come abbiamo fatto nell esempio precedente, segniamo il minimo e il massimo dell ultima gamba rialzista con le lettere X e A. Poi tracciamo la trendline che li unisce così come riportato in figura 24. Figura 24 Gbp-Usd grafico giornaliero Dopo attendiamo la fine del rimbalzo e lo evidenziamo con la lettera B. Stessa procedura precedente, uniamo con una trendline i punti A e B (figura 25). Figura 25 Gbp-Usd grafico giornaliero 21

23 A questo punto, aspettiamo di vedere se il mercato tornerà a salire toccando nuovi massimo o se, invece, si fermerà prima. In questo caso, il rialzo del cross si ferma due candele dopo quella che segna il punto B e noi contrassegniamo questo livello con la lettera C. Dopo tracciamo la solita trendline che lo unisce a B (figura 26). Figura 26 Gbp-Usd grafico giornaliero Per prima cosa stabiliamo il livello d ingresso tirando la trendline che da X passa per il punto B (figura 27). Lo stop loss inizialmente lo inseriamo 4-5 pips sopra il punto C. Figura 27 Gbp-Usd grafico giornaliero 22

24 Ingresso al ribasso che avviene con la lunga candela rossa, successiva a quella verde che forma il punto C. Individuiamo, adesso, i target. Per prima cosa dobbiamo calcolare il ritracciamento del punto C rispetto ad AB (figura 28). Figura 28 Gbp-Usd grafico giornaliero Ritracciamento che è del 70,7% di AB. Controllando la tabella vista in precedenza, possiamo individuare i due target a una distanza dal punto C di 1,41 volte BC e 2,41 volte BC, come riportato in figura 29. Figura 29 Gbp-Usd grafico giornaliero 23

25 Il prossimo esempio mi è di aiuto per spiegare un aspetto che finora ho dato per scontato ma che non è così. In figura 30 trovate il grafico giornaliero di Eur-Usd, vado un po più spedito. Figura 30 - Eur-Usd grafico giornaliero Già riportati nel grafico i due segmenti XA e AB. Vedendo il grafico dopo diversi giorni è tutto più chiaro e semplice. Però, mentre si sta formando, quando potrò considerare, come nel grafico, un minimo il punto A o un massimo il punto B? Per prima cosa, parto dal punto A del grafico sopra, si deve formare una candela con minimo minore del minimo della candela precedente e minore del minimo della candela successiva. Poi, il mercato deve ritracciare almeno del 38,2% rispetto all ultima gamba (nel nostro caso di XA) e raggiungendo un massimo superiore a quello della candela che ha generato il punto A. In pratica, il mercato deve formare una correzione completa. Quando queste tre condizioni si saranno verificate, allora contrassegnerò con la lettera A tale minimo e mi metterò alla ricerca del punto B. Punto B che individuerò utilizzando la stessa prassi, ovviamente invertita. Cercherò, quindi, una candela con massimo maggiore del massimo della candela precedente e maggiore del massimo della candela successiva. Poi, il 24

26 mercato deve ritracciare almeno del 38,2% dell ultima gamba (nel nostro caso di AB) e con un minimo raggiunto inferiore a quello della candela che genera il punto B. Solo allora quel massimo sarà il mio punto B e traccerò la trendline da X e passante per B (figura 31). Figura 31 - Eur-Usd grafico giornaliero Come sempre è molto più complicato a descriverlo a parole che osservando un grafico. Guardate il grafico sempre di Eur-Usd in figura 32, dal quale ho tolto tutte le righe per renderlo più leggibile Figura 32 - Eur-Usd grafico giornaliero 25

27 Il punto A deve essere un minimo inferiore a quello della candela precedente e successiva. Eliminando la piccola candela precedente, quella domenicale, che io unisco sempre a quella del lunedì, possiamo facilmente notare che il punto A è a tutti gli effetti il punto più basso toccato dal grafico, rispetto alle due candele che lo precedono e lo seguono. Già con la candela successiva si ha una correzione completa in quanto il massimo e il minimo della candela verde sono superiori al massimo e al minimo della candela che genera il punto A. Con la terza candela successiva al punto A, il cross arriva (e supera) a un ritracciamento del 38,2% rispetto al movimento XA. Tutte e tre le condizioni sono state verificate, quello è il punto A della nostra formazione (ancora a livello embrionale in quanto non sappiamo minimamente come si svilupperà). Passiamo al punto B adesso, osservate lo stesso grafico in figura 33. Figura 33 - Eur-Usd grafico giornaliero Anche in questo, tralasciando la piccola candela della domenica successiva al punto B, si può facilmente vedere che il punto B ha massimo inferiore alla candela precedente e a quella successiva. Candela successiva che soddisfa le altre due condizioni. Infatti la candela rossa ha sia il massimo, sia il 26

28 minimo inferiore a quello della candela che ha generato il punto B e raggiunge il 38,2% di ritracciamento del movimento AB. Vediamo adesso il punto C, molto simile al punto A ma con una variante. Oltre che a essere un minimo inferiore al minimo della candela precedente e inferiore anche al minimo della candela successiva, e ad avere un minimo inferiore anche a quello della candela che genera il punto B, deve (e qui sta la differenza rispetto al punto A) vedere il mercato rompere la trendline tratteggiata che da X e passa per B. (figura 34). Vediamo sempre il grafico per capire meglio quanto espresso a parole Figura 34 - Eur-Usd grafico giornaliero Chiaro il fatto che il punto C rappresenti un minimo inferiore sia alla candela che lo precede, si a quelle che lo segue. Con la candela successiva, anche in questo caso, vediamo soddisfatti gli altri due punti: correzione completa (massimo e minimo superiori a quelli della candela che forma il punto C) e rottura della trendline che parte da X e passa per B e che ci fa entrare al rialzo. A quel punto, una volta dentro al mercato, individuiamo lo stop loss 4-5 pips sotto il punto C e i target in base al ritracciamento di C rispetto ad AB (figura 35). 27

29 Figura 35 - Eur-Usd grafico giornaliero Il punto C ritraccia del 50% rispetto al movimento AB (non l ho riportato sul grafico ma potete controllare voi stessi) così individuo i due target, in base sempre alla tabella vista a inizio capitolo, a 2 volte AB e 3 volte AB partendo dal punto C. Le mie strategie le utilizzo esclusivamente su grafici giornalieri in quanto mi danno sia maggior tempo libero, sia risultati migliori essendo i segnali più forti. Tuttavia nessuno vi impedisce di utilizzare questa strategia su time frame minori, tenendo però conto che dati e voci possono portare le vostre posizioni in guadagno a chiudersi a stop in un attimo. Su grafici settimanali, invece, non ci sono rischi in questo senso ma, essendo i movimenti molto più ampi, l investimento sarebbe ridotto rispetto a una normale operazione giornaliera con il risultato che, per lo stesso guadagno, mi ritrovo il denaro impegnato per molto più tempo. Il capitolo è giunto al termine, la strategia a questo punto dovrebbe essere ben chiara e sicuramente molto più difficile a spiegarla a parole che ad applicarla sui grafici. Prima di chiudere tre esempi con differenti time frame. Il grafico a 30 minuti di Gbp-Cad in figura 36, il grafico a 4 ore di Aud-Cad in figura 37 e il grafico giornaliero di Nzd-Usd in figura 38 molto interessante perché potete vedere quando siano importanti le tre regole per la formazione dei punti A, B e C. 28

30 Figura 36 - Gbp-Cad grafico a 30 minuti In questo caso, dopo il nostro ingresso il mercato lateralizza per molto tempo per poi raggiungere il primo target. A quel punto spostiamo lo stop a pareggio (linea tratteggiata viola) che viene raggiunto poco dopo. Figura 37 - Aud-Cad grafico a 4 ore Operazione, questa, non ancora conclusa. Dopo aver raggiunto il primo target, infatti, il cross sembra voler continuare a scendere. La linea tratteggiata orizzontale in viola mostra il livello d ingresso e dove abbiamo spostato lo stop a pareggio. 29

31 Da notare come la lunga candela rossa (la terza dopo il punto A) questa abbia un minimo inferiore a quello della candela precedente e a quello della candela successiva ma non compie una correzione completa cosicché non potevamo considerarlo un punto B valido. Molto interessante sotto quest ottica il prossimo e ultimo esempio. Figura 38 - Nzd-Usd grafico giornaliero Possiamo notare come, dopo la formazione del punto B, si formino 3 candele (più quella piccola della domenica) che pur rompendo la trendline tratteggiata che da X passa per B, non formano una correzione completa e quindi nemmeno il punto C. Ingressi che, dunque, dovevano essere evitati in quanto mancava una delle condizioni basilari. Correzione che avviene con la lunga candela verde successiva che, prima, forma un minimo inferiore a quello della candela che forma il punto B e, subito dopo, rompe con forza la trendline raggiungendo il primo target. Allora e solo allora avremmo dovuto aprire posizioni rialziste. Da notare, anche, che dopo aver raggiunto e superato il primo target, il mercato compie una forte correzione. Avessimo utilizzato un qualsiasi tipo di trailing stop, quasi sicuramente avremmo chiuso l operazione prima che il cross raggiungesse il secondo target. 30

32 alcune considerazioni. Bene, questo è proprio tutto. Nel prossimo capitolo le conclusioni e 31

33 Pur basandosi su delle trendline, la strategia si appoggia su un concetto che altri hanno già utilizzato prima. Cerca, infatti, di sfruttare il tipico movimento di un mercato quando inverte il trend in atto. Alcuni di voi avranno (ri)visto l high o low di Joe Ross in quanto ho spiegato. In realtà Ross non ha fatto altro, a sua volta, che sfruttare un qualcosa che già esisteva. Quanto da lui utilizzato nel pattern suddetto altro non sono che onda 1, onda 2 e onda 3 (o onda A, onda B e onda C) di Elliott. Quindi nulla di nuovo, o quasi Ciò che cambia sono i differenti modi di utilizzare questo tipico movimento del mercato. Nella strategia, in particolare, io seguo un pattern legato a Fibonacci. Un ruolo importante, quindi, lo ricopre Fibonacci, d altronde, utilizzato anche da Elliott e da Ross per stabilire la validità del ritracciamento/pattern. Con questa strategia, però, come con Elliott, è utilizzato anche per individuare il target. La strategia l avete vista, avete potuto vedere come gestisco le posizioni, dove, cioè, entro nel mercato, inserisco lo stop loss e dove individuo i target. Non ho parlato di trailing stop. Ognuno è libero di utilizzare il tipo di strategia che ritiene più valida, in particolar modo dopo che il cross ha raggiunto il primo target. Magari, dopo aver spostato lo stop a pareggio, alzando di 2 pips lo stop per ogni ulteriore pip guadagnato. In questo modo si protegge una quantità sempre maggiore di guadagno virtuale visto sulla carta. 32

34 Ricordo ancora una volta la mia per qualsiasi domanda o chiarimento: Sul mio sito potete trovare molto altro materiale e mini ebooks con strategie valide che io stesso utilizzo quotidianamente. Questo è tutto, questo mini ebook è giunto al termine e a me non resta che augurarvi buon trading! 33

CAPITOLO 1 Nozioni di trading

CAPITOLO 1 Nozioni di trading CAPITOLO 1 Nozioni di trading Questo libro vuole essere una guida al day trading sia per le persone già esperte, sia per coloro che si avvicinano per la prima volta al trading. I primi due capitoli servono

Dettagli

CAPITOLO 5 La Doji. Figura 1 - Long Legged Doji o Rickshaw Man

CAPITOLO 5 La Doji. Figura 1 - Long Legged Doji o Rickshaw Man CAPITOLO 5 La Doji La figura più caratteristica della rappresentazione grafica di un mercato attraverso le candele giapponesi è senza ombra di dubbio la Doji. La Doji è una candela con apertura e chiusura

Dettagli

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY INFORMAZIONI Strategia basata sul semplice utilizzo di due medie mobili esponenziali che useremo solamente per entrare in direzione del trend. Utilizzeremo due grafici

Dettagli

Report settimanale. 6-10 gennaio 2014. by David Carli

Report settimanale. 6-10 gennaio 2014. by David Carli Report settimanale 6-10 gennaio 2014 by David Carli Quello che avevo ipotizzato su Aud-Chf si è realizzato (non perché sia un veggente ma perché il mercato ha voluto invertire la sua rotta) e si è completato

Dettagli

Report settimanale. 20-24 gennaio 2014. by David Carli

Report settimanale. 20-24 gennaio 2014. by David Carli Report settimanale 20-24 gennaio 2014 by David Carli Il segnale ribassista formatosi sulla resistenza (che risulterà più chiara se vista su time frame settimanale) di Aud- Cad si è rivelato veritiero facendo

Dettagli

Report settimanale. 24-28 marzo 2014. by David Carli

Report settimanale. 24-28 marzo 2014. by David Carli Report settimanale 24-28 marzo 2014 by David Carli Dopo due settimane riprendo il mio consueto report. Purtroppo un guasto al mio notebook mi ha appiedato e non ho potuto realizzare il report e seguire

Dettagli

David Carli. Candlestick. Pattern operativi espressamente ideati per il mercato italiano. Edoardo Varini Publishing. Edoardo Varini Publishing

David Carli. Candlestick. Pattern operativi espressamente ideati per il mercato italiano. Edoardo Varini Publishing. Edoardo Varini Publishing David Carli Candlestick Day Trading Pattern operativi espressamente ideati per il mercato italiano Edoardo Varini Publishing Edoardo Varini Publishing È vietato riprodurre, anche in parte, immagini e testi

Dettagli

Report settimanale. 17-21 febbraio 2014. by David Carli

Report settimanale. 17-21 febbraio 2014. by David Carli Report settimanale 17-21 febbraio 2014 by David Carli Interessante la situazione di Aud-Nzd. A livello grafico, infatti, il rimbalzo dai minimi sembra essersi arrestato sul livello di resistenza sito a

Dettagli

L Analisi Grafica che funziona nel Forex

L Analisi Grafica che funziona nel Forex L Analisi Grafica che funziona nel Forex INDICE Presentazione Supporti e Resistenze Pattern Pattern d inversione: spikes D.C.C. H.c.d. e L.c.d. Pattern di continuazione: Flags e Pennants Presentazione

Dettagli

Report settimanale. 24-28 febbraio 2014. by David Carli

Report settimanale. 24-28 febbraio 2014. by David Carli Report settimanale 24-28 febbraio 2014 by David Carli Tutto immutato su Aud-Nzd. A livello grafico, infatti, il cross pur salendo nella prima parte della settimana ha solo sfiorato il livello di resistenza

Dettagli

LE TECNICHE DI JOE ROSS. 1-2-3 high o low, Ross Hook, Ledge, Trading Range, Trader s Trick Entry e Gimmee Bar

LE TECNICHE DI JOE ROSS. 1-2-3 high o low, Ross Hook, Ledge, Trading Range, Trader s Trick Entry e Gimmee Bar LE TECNICHE DI JOE ROSS 1-2-3 high o low, Ross Hook, Ledge, Trading Range, Trader s Trick Entry e Gimmee Bar LE TECNICHE DI JOE ROSS Introduzione Joe Ross ci ha consegnato due pattern molto importanti

Dettagli

Report settimanale. 3-7 marzo 2014. by David Carli

Report settimanale. 3-7 marzo 2014. by David Carli Report settimanale 3-7 marzo 2014 by David Carli Faccio una breve introduzione a quello che potrebbe accadere nel mercato forex e, purtroppo, non solo. I venti di guerra di Crimea (mi sembra di essere

Dettagli

Report settimanale. 27-31 gennaio 2014. by David Carli

Report settimanale. 27-31 gennaio 2014. by David Carli Report settimanale 27-31 gennaio 2014 by David Carli Aud-Usd, sembra avviato verso un target di medio periodo in area 0.8000/0.8050. L ultimo rimbalzo si è spento sulla resistenza e il cross ha ripreso

Dettagli

Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre

Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre MERCATO AZIONARIO- SP500 La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da un rally che una volta raggiunta la circonferenza tracciata sul grafico weekly

Dettagli

CAPITOLO 3 Resistenze, supporti, shadows e

CAPITOLO 3 Resistenze, supporti, shadows e CAPITOLO 3 Resistenze, supporti, shadows e Prima di cominciare a spiegare un paio di figure grafiche vorrei porre l attenzione su un concetto che, almeno personalmente, non ho mai trovato scritto da nessuna

Dettagli

Analisi settimanale N15 Settimana 7-11 gennaio 2013

Analisi settimanale N15 Settimana 7-11 gennaio 2013 Analisi settimanale N15 Settimana 7-11 gennaio 2013 MERCATO AZIONARIO- SP500 La scorsa settimana è stata caratterizzata da un forte rialzo che ci attendevamo come culmine del Ciclo iniziato nella seconda

Dettagli

Analisi settimanale N7 Settimana 12-16 Novembre

Analisi settimanale N7 Settimana 12-16 Novembre Analisi settimanale N7 Settimana 12-16 Novembre MERCATO AZIONARIO- SP500 Come ci aspettavamo il mercato americano è sceso anche la scorsa settimana, tuttavia lo ha fatto in un modo più significativo del

Dettagli

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library.

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library. Questo Documento fa parte del corso N.I.Tr.O. di ProfessioneForex che a sua volta è parte del programma di addestramento Premium e non è vendibile ne distribuibile disgiuntamente da esso. I testi che seguono

Dettagli

Webinar e Manuale Operativo Tecnica di Trading

Webinar e Manuale Operativo Tecnica di Trading Webinar e Manuale Operativo Tecnica di Trading Intraday guida passo passo per operare su time frame H1 e 5/15/30 min v.1.2 29 Novembre 2011 19:30 Premessa Per fare trading ci vuole la giusta mentalità

Dettagli

Nelle ultime settimane il Dollaro Australiano è stato venduto a piene mani e adesso graficamente si può presentare l occasione, quantomeno, per

Nelle ultime settimane il Dollaro Australiano è stato venduto a piene mani e adesso graficamente si può presentare l occasione, quantomeno, per BSimmy Forex Nelle ultime settimane il Dollaro Australiano è stato venduto a piene mani e adesso graficamente si può presentare l occasione, quantomeno, per rimbalzare. Potrebbe, infatti, completarsi graficamente

Dettagli

ANALISI TECNICA OPERATIVA

ANALISI TECNICA OPERATIVA CAPITOLO 3 ANALISI TECNICA OPERATIVA 3.1. Introduzione Reputo di importanza fondamentale nel trading i concetti esposti di seguito. Grafici,volume,supporto,resistenza,trend line, sono la base del trading.per

Dettagli

La Casa Del Trader. guadagnare con l heikin ashi con un semplice e proficuo sistema

La Casa Del Trader. guadagnare con l heikin ashi con un semplice e proficuo sistema La Casa Del Trader guadagnare con l heikin ashi con un semplice e proficuo sistema 2012-11-14 14:11:34 MTosoni Uno tra i più famosi ed utilizzati stili di rappresentazione grafica è il candlestick giapponese

Dettagli

MANUALE MONEY MANAGEMENT

MANUALE MONEY MANAGEMENT 1 MANUALE MONEY MANAGEMENT BY SNIPERTRADING 2 Disclaimer Le opinioni qui espresse sono quelle dell autore e non sono da intendersi come un offerta o una sollecitazione alla vendita o all acquisto di strumenti

Dettagli

MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO FIGURE. Luca Orazi Coach Trader

MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO FIGURE. Luca Orazi Coach Trader 1 MANUALE FIGURE BY SNIPERTRADING 2 Disclaimer Le opinioni qui espresse sono quelle dell autore e non sono da intendersi come un offerta o una sollecitazione alla vendita o all acquisto di strumenti finanziari.

Dettagli

Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre

Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre MERCATO AZIONARIO- SP500 Il minimo della settimana del 14 settembre ( quella del top) è stato violato nella settimana appena trascorsa. Ovviamente NON leggiamo

Dettagli

CAPITOLO 9 Tweezers Tops e Bottoms

CAPITOLO 9 Tweezers Tops e Bottoms CAPITOLO 9 Tweezers Tops e Bottoms Il Tweezers Bottom è un pattern d inversione del trend cosiddetto minore che si forma al termine di un mercato ribassista e consiste in due candele con body di colore

Dettagli

Capitolo 4.2. Analisi tecnica: Fibonacci

Capitolo 4.2. Analisi tecnica: Fibonacci 1 Capitolo 4.2 Analisi tecnica: Fibonacci 0 Contenuti ANALISI TECNICA: FIBONACCI L analisi di Fibonacci mira a identificare i potenziali livelli di supporto e di resistenza futuri basati sui trend dei

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 18 MAGGIO 2014

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DEL 18 MAGGIO 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

MANUALE CANDLESTICK BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO CANDLESTICK. Luca Orazi Coach Trader

MANUALE CANDLESTICK BY SNIPERTRADING. Snipertrading MANUALE INTERATTIVO CANDLESTICK. Luca Orazi Coach Trader 1 MANUALE CANDLESTICK BY SNIPERTRADING 2 Disclaimer Le opinioni qui espresse sono quelle dell autore e non sono da intendersi come un offerta o una sollecitazione alla vendita o all acquisto di strumenti

Dettagli

GLOSSARIO. dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter.

GLOSSARIO. dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter. GLOSSARIO dei termini più correntemente utilizzati nelle nostre analisi, e sulle pagine delle nostre newsletter. Accumulazione. La fase che precede quella del rialzo vero e proprio. Caratterizzato dal

Dettagli

Metodo Past Regression Deviated Di Robert Hill

Metodo Past Regression Deviated Di Robert Hill Metodo Past Regression Deviated Di Robert Hill Il metodo Past Regression Deviated è una strategia che si sviluppa dal metodo Jaimo, detto anche metodo Hoover, di Robert L. Royce. Quel metodo usava un canale

Dettagli

SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX

SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX In questo file so riepilogati : venerdì 5 vembre 2010 PAG. 2 e 3 : SEGNALI DI PREZZO SEMPLICI (senza indicazioni di stop e profit) long - short su base giornaliera, di CICLO

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DELL'11 MAGGIO 2014

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO DELL'11 MAGGIO 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

Euro Stoxx 50 (indice)

Euro Stoxx 50 (indice) Euro Stoxx 50 (indice) AGGIORNAMENTO del 13 novembre 2011 Trimestrale Vedi aggiornamenti precedenti Mensile Nel corso della settimana è stato testato il supporto in area 2200 ed il buon rimbalzo ha fatto

Dettagli

PARTE 3: SUPPORTI E RESISTENZE

PARTE 3: SUPPORTI E RESISTENZE Come creare una strategia di trading di successo. PARTE 3: SUPPORTI E RESISTENZE Questa serie di articoli si occupa del processo multilivello utilizzato per la creazione delle strategie di trading. Nella

Dettagli

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI www.previsioniborsa.net di Simone Fanton (trader indipendente) Disclaimer LE PAGINE DI QUESTO REPORT NON COSTITUISCONO SOLLECITAZIONE AL

Dettagli

LA STRATEGIA SWING CON FIBONACCI

LA STRATEGIA SWING CON FIBONACCI Come si determinano target di prezzo reali. LA STRATEGIA SWING CON FIBONACCI Ovunque, nella vita quotidiana, ci imbattiamo nel lavoro del più grande matematico del medioevo, Leonardo da Pisa consciamente

Dettagli

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO REPORT SETTIMANALE IDEE OPERATIVE 26 FEBBRAIO 2012 GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono

Dettagli

LA NUOVA STRATEGIA VINCENTE PER MERCATO DEL FOREX

LA NUOVA STRATEGIA VINCENTE PER MERCATO DEL FOREX Titolo LA NUOVA STRATEGIA VINCENTE PER MERCATO DEL FOREX Autore Dove Investire Siti internet www.doveinvestire.com Servizi necessari: ADVFN dati in tempo reale gratuiti e indicatori ATTENZIONE: tutti i

Dettagli

Strategie. Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE

Strategie. Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE Strategie Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE Ci sono molti gap trader professionali nei mercati finanziari. Anche se sono già stati scritti molti articoli sul gap trading,

Dettagli

DAX Future Analisi per il giorno

DAX Future Analisi per il giorno MONEY MANAGEMENT N. di punti/tick di STOP in base al time frame operativo - n. 1 contratto Capitale base 10.000 Perdita max a operazione 100 1 minuto : 3 punti 4 ore : 46 punti N. TICK CORRISPONDENTI Numero

Dettagli

STRATEGIE FOREX PER PRINCIPIANTI

STRATEGIE FOREX PER PRINCIPIANTI Titolo STRATEGIE FOREX PER PRINCIPIANTI Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com ATTENZIONE: tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Le strategie riportate in questo ebook

Dettagli

Trading con il Prezzo di Chiusura

Trading con il Prezzo di Chiusura Trading con il Prezzo di Chiusura Come guadagnare con il Prezzo di chiusura di ogni Time Frame su Titoli, Indici, Valute e Commodities 2 Titolo Trading con il Prezzo di Chiusura Autore www.proiezionidiborsa.com

Dettagli

COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO

COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO COME INTERPRETARE LO SCHEMA DEI PREZZI DA SEGUIRE SUL GRAFICO Questi sono i prezzi più importanti elaborati quotidianamente dal sistema. Ho fatto in modo di "isolarli", dividendoli in 3 settori. Si accede

Dettagli

Analisi settimanale N10 Settimana 26-30 Novembre

Analisi settimanale N10 Settimana 26-30 Novembre Analisi settimanale N10 Settimana 26-30 Novembre MERCATO AZIONARIO- SP500 Il rimbalzo che potrebbe riportare il prezzo in area 1445 per la fine dell anno sembra essere iniziato nella settimana appena trascorsa.

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 28 febbraio 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 28 febbraio 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 28 febbraio 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

Analisi tecnica e trading di borsa

Analisi tecnica e trading di borsa Corso operativo di Analisi tecnica e trading di borsa Il Japanese Candlestick A cura di F. Paganelli 1. Origini del candlestick Il candlestick rappresenta una delle primissime teorie di descrizione ed

Dettagli

1-2 - 3-4 - 5 L 6-7 - I P

1-2 - 3-4 - 5 L 6-7 - I P TRADING 11 -- AApppprrooffoonnddi imeennttoo ddeel ll AAnnaal lissi i CCaannddl leesstti icckk.. 22 -- LLaa TTeeoorri iaa ddi i EEl llil ioott.. 33 -- LLaa TTeeoorri iaa ddi i GGaannnn.. 44 -- LLaa TTeeoorri

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Chi conosce l Analisi Ciclica capirà meglio la sequenza logica qui seguita. Anche chi non consoce bene l Analisi

Dettagli

Guida all analisi tecnica

Guida all analisi tecnica Guida all analisi tecnica Guida all analisi Tecnica AVA MT4 REAL http://www.avatrade.it/join-ava/real-account?tradingplatform=2&dealtype=1&mtsrv=mt2&tag=55163&tag2=~profile_default AVA MT4 REAL FLOATING

Dettagli

Cup&Handle, istruzioni per l uso

Cup&Handle, istruzioni per l uso Cup&Handle, istruzioni per l uso STRATEGIE SULL FTSE-MIB FUTURE (VERS. OPENING E INTRADAY) Il grafico e il commento operativo aprono sia la versione Opening sia quella Intraday della newsletter, visto

Dettagli

Alessandro Aldrovandi. Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION

Alessandro Aldrovandi. Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION Alessandro Aldrovandi Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION Una teoria dei volumi anche per le valute Grazie all osservazione dei contratti futures sulle valute è possibile ampliare la

Dettagli

Operare in Spread: dal Mercato Valutario, ai Futures sulle Commodities Luca Giusti www.qtlab.ch

Operare in Spread: dal Mercato Valutario, ai Futures sulle Commodities Luca Giusti www.qtlab.ch Operare in Spread: dal Mercato Valutario, ai Futures sulle Commodities Luca Giusti www.qtlab.ch 1 Il Mercato Valutario Regolamentato o Non Regolamentato ci sono vantaggi ad operare sul Forex? 2 Ci sono

Dettagli

Trading intraday con il Prezzo di Apertura

Trading intraday con il Prezzo di Apertura Trading intraday con il Prezzo di Apertura Come dal prezzo di apertura effettuare straordinarie operazioni di trading intraday su Titoli, Indici, Valute e Commodities 2 Titolo Trading intraday con il Prezzo

Dettagli

Analisi settimanale N2 Settimana 1-6 Settembre

Analisi settimanale N2 Settimana 1-6 Settembre Analisi settimanale N2 Settimana 1-6 Settembre MERCATO AZIONARIO In linea con le considerazioni svolte nell analisi della settimana scorsa confermo la visione laterale sul mercato azionario. Come si vede

Dettagli

Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio)

Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio) Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio) Prima un breve cenno alla situazione Macroeconomica che interessa questi 2 mercati- Anche qui ha pesato

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio) (12-lug-2015) Facciamo prima un breve quadro Intermarket: Valute: L Eur/Usd (1,1157) resta in fase di indecisione- l Usd/Yen (122,75) è in correzione dal 5 giugno. Commodities: il Crb Index (218,25) è

Dettagli

VOL 1 INDICE DELLE LEZIONI

VOL 1 INDICE DELLE LEZIONI VOL 1 a cura di Paolo De Sanctis INDICE DELLE LEZIONI 1. Prefazione 2. Il mercato forex in breve 3. I principali errori di chi inizia, attenzione al gatto e la volpe 4. Gli attrezzi del mestiere 5. Elementi

Dettagli

MANUALE SEGNALI DI ALERT

MANUALE SEGNALI DI ALERT Gentile Cliente, MANUALE SEGNALI DI ALERT Di seguito trovera la spiegazione della strategia da me utilizzata: Concetto di Supporto e Resistenza: I concetti di supporto e di resistenza sono fondamentali

Dettagli

Euro Stoxx 50 (indice)

Euro Stoxx 50 (indice) Euro Stoxx 50 (indice) AGGIORNAMENTO del 27 novembre 2011 Trimestrale Considerata l elevata escursione settimanale del prezzo diamo uno sguardo ai percorsi trimestrali. 10 8 6 L aspetto è veramente preoccupante,

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

STRATEGIE ANALISI TECNICA

STRATEGIE ANALISI TECNICA STRATEGIE ANALISI TECNICA CONCETTO DI SUPPORTO E RESISTENZA: SUPPORTO: area grafica dove l azione della domanda e talmente forte da arrestare, almeno per un periodo, la discesa dei prezzi. RESISTENZA:

Dettagli

COMMENTO AI MERCATI. Pertanto è lecito attendersi una apertura debole dei listini, visto che i futures Usa sono in calo e così pure Euro Yen.

COMMENTO AI MERCATI. Pertanto è lecito attendersi una apertura debole dei listini, visto che i futures Usa sono in calo e così pure Euro Yen. Data :26/11/2008 Buongiorno a tutti. COMMENTO AI MERCATI Dalle indicazioni del commento di preapertura ai mercati di oggi : Fitch abbassa il rating di Toyota. Di conseguenza il Nikkei storna con maggiore

Dettagli

Analisi settimanale N1 Settimana 24-29 settembre

Analisi settimanale N1 Settimana 24-29 settembre Analisi settimanale N1 Settimana 24-29 settembre MERCATO AZIONARIO Il mercato azionario sta sperimentando un forte trend al rialzo, che tuttavia potrebbe subire una pausa di qualche settimana. Il grafico

Dettagli

BARSTICKS PATTERNS PRICE ACTION METHOD (James16 Method)

BARSTICKS PATTERNS PRICE ACTION METHOD (James16 Method) BARSTICKS PATTERNS PRICE ACTION METHOD (James16 Method) Autore: Dimitry - demighty@libero.it 1) Two Consecutive Matching Lows Il pattern Two Consecutive Matching Lows è un pattern di continuazione-breakout

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 26 Aprile 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 26 Aprile 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 26 Aprile 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

RIVER: trading guadando il fiume

RIVER: trading guadando il fiume RIVER: trading guadando il fiume 1 RIVER: è un trading system innovativo Capiamoci subito: quello che ascolterete non è il nuovo Sacro Graal del trading. Non è qualcosa che sconvolgerà la Vostra vita.

Dettagli

Glossario Forex Trading

Glossario Forex Trading By Rizzi Daniele Account Il conto di trading su cui si opera e col quale si svolgono tutte le transazioni. Account Balance Il totale della somma di denaro presente su un account. Ask (Lettera) Prezzo al

Dettagli

www.proiezionidiborsa.com Trading System I 4 step per costruire un Trading System sui futures con probabilità del 80%

www.proiezionidiborsa.com Trading System I 4 step per costruire un Trading System sui futures con probabilità del 80% Trading System I 4 step per costruire un Trading System sui futures con probabilità del 80% 2 Titolo Trading System Autore www.proiezionidiborsa.com Editore www.proiezionidiborsa.com Siti internet www.proiezionidiborsa.com

Dettagli

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 1 GIUGNO 2014

SERVIZIO 'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 1 GIUGNO 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

LA LEGGE DEI GRAFICI THE LAW OF CHARTS DI JOE ROSS

LA LEGGE DEI GRAFICI THE LAW OF CHARTS DI JOE ROSS LA LEGGE DEI GRAFICI THE LAW OF CHARTS DI JOE ROSS FORMAZIONI 1-2-3 HIGHS AND LOWS Un tipico 1-2-3 high si forma alla fine di un trend rialzista. Tipicamente, i prezzi faranno un massimo finale (1), procederanno

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report EUR / USD Venditori ancora forti EUR/USD resta all'interno del canale, con una struttura

Dettagli

SEGUICI SU http://www.parisfx.wordpress.com EUR/USD USD/JPY EUR/JPY GBP/USD. www.optionsxo.com CESARE@OPTIONSXO.COM

SEGUICI SU http://www.parisfx.wordpress.com EUR/USD USD/JPY EUR/JPY GBP/USD. www.optionsxo.com CESARE@OPTIONSXO.COM SEGUICI SU http://www.parisfx.wordpress.com EUR/USD dopo i nuovi minimi in area 1.28 ¼ il mercato ha messo a segno dei rimbalzi correttivi durante la notte, giunti ora ad un ritracciamento pari al 38.2%

Dettagli

ITALIAN TRADING FORUM

ITALIAN TRADING FORUM ITALIAN TRADING FORUM Rimini, 17-18 18 maggio 27 Le candele giapponesi Relatore: Maurizio Milano resp. analisi tecnica Gruppo Banca Sella NB: le slides sulle candele sono state realizzate da Giorgio Sogliani

Dettagli

TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT

TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT TRADING SYSTEM N.08 MAGIC BREAKOUT 1.1 Introduzione Il MagicBreakout è un trading system che si propone di anticipare le accelerazioni di prezzo di un cross valutario cercando però di limitare al minimo

Dettagli

www.proiezionidiborsa.com Yes no Trend Dalle fasi laterali alle fasi di esplosioni

www.proiezionidiborsa.com Yes no Trend Dalle fasi laterali alle fasi di esplosioni Yes no Trend Dalle fasi laterali alle fasi di esplosioni 2 Titolo Yes no Trend Autore www.proiezionidiborsa.com Editore www.proiezionidiborsa.com Siti internet www.proiezionidiborsa.com 3 ATTENZIONE: questo

Dettagli

Come Creare una Strategia di Trading di Successo

Come Creare una Strategia di Trading di Successo Come Creare una Strategia di Trading di Successo PARTE SECONDA: TIME FRAME PER IL PROPRIO TRADING Questo articolo continua la nostra serie relativa al processo multilivello di creazione di una strategia

Dettagli

'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 28 SETTEMBRE 2014

'ANALISI GLOBALE' APPROFONDIMENTO E IDEE OPERATIVE DEL 28 SETTEMBRE 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

Il Supporto è il livello di ingresso per aprire una posizione long (acquisto dello strumento finanziario a quel prezzo).

Il Supporto è il livello di ingresso per aprire una posizione long (acquisto dello strumento finanziario a quel prezzo). Guida ai segnali operativi Il Supporto è il livello di ingresso per aprire una posizione long (acquisto dello strumento finanziario a quel prezzo). La Resistenza è il livello di ingresso per aprire una

Dettagli

Manuale Operativo Il Trading come Business. Stefano Mastria

Manuale Operativo Il Trading come Business. Stefano Mastria guida passo passo per iniziare questa attività nel modo corretto v.2.0 Stefano Mastria Premessa Il trading è il business perfetto Il mio più grande patrimonio sono i miei errori Molti perdono soldi con

Dettagli

L oro : Grafico 1: oro in $ dal 2007

L oro : Grafico 1: oro in $ dal 2007 Commentto merrccatti i Cffi i Advissorrss dell 2 lugll lio 2011,, a ccurra dii Ida I I. Pagnottttel lla IN I QUESTO NUMERO:: LL ORO :: NON SI COMPRA SE SI CREDE CHE TUTTO ANDRA BENE ALLA FINE! MOLTI INVESTITORI

Dettagli

Cassiopea Trading METODO DI TRADING PER OPERARE SUL MERCATO FOREX. Cassiopea Trading in collaborazione con GruppoForexGump

Cassiopea Trading METODO DI TRADING PER OPERARE SUL MERCATO FOREX. Cassiopea Trading in collaborazione con GruppoForexGump Cassiopea Trading METODO DI TRADING PER OPERARE SUL MERCATO FOREX 1 Avvertenze Questo E-book descrive dettagliatamente un Metodo per operare nel Mercato Forex. Il suo contenuto ha finalità didattica/divulgativa.

Dettagli

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX DailyFX Strategies Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini INTRO Dopo anni di ricerca

Dettagli

REPORT AZIONARIO ITALIA "TOP TEN" Luglio 2011 - n.2

REPORT AZIONARIO ITALIA TOP TEN Luglio 2011 - n.2 www.uptrend.it REPORT AZIONARIO ITALIA "TOP TEN" Luglio 2011 - n.2 COMMENTO TECNICO Dopo un'inizio di mattinata ancora all'insegna della speculazione ribassista sui maggiori titoli bancari italiani, Piazza

Dettagli

Quando comprare o vendere?

Quando comprare o vendere? 1 Quando comprare o vendere? L essenza di investire in contratti per differenza (CFD) è trarre profitto dalla differenza tra il tasso iniziale della transazione finanziaria e il tasso di cambio al momento

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO

REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO REPORT SETTIMANALE IDEE OPERATIVE 05 FEBBRAIO 2012 GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

LA FELICITÀ FA I SOLDI I PATTERN ARMONICI MODULO 1. www.corso-trading.com

LA FELICITÀ FA I SOLDI I PATTERN ARMONICI MODULO 1. www.corso-trading.com S U R F I N G T H E P I P S LA FELICITÀ FA I SOLDI MODULO 1 www.corso-trading.com DINAMICHE COMPLESSE E già stato accennato più volte quanto l armonia all interno delle figura tecniche possa modificare

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report EUR / USD Canale ribassista EUR/USD resta all'interno del canale ribassista, ed il trend

Dettagli

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading sul Forex!

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading sul Forex! Benvenuto nello straordinario mondo del Trading sul Forex! Foreign Exchange è l' insegna che vedo sempre in ogni grande stazione e in ogni aeroporto del mondo. Milioni di persone al mondo tutti i giorni

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report EUR / USD Rottura del supporto 1.1236. EUR/USD è sceso al di sotto del supporto 1.1236

Dettagli

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CICLICO FS- BORSA ATTENZIONE: ATTENDI QUALCHE SECONDO PER IL CORRETTO CARICAMENTO DEL MANUALE APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CHE UTILIZZO PER LE MIE ANALISI - 1 - www.fsborsa.com NOTE SUL

Dettagli

'ANALISI GLOBALE' IDEE OPERATIVE DEL 7 SETTEMBRE 2014

'ANALISI GLOBALE' IDEE OPERATIVE DEL 7 SETTEMBRE 2014 REPORT SETTIMANALE GUIDA ALLA LETTURA E GLOSSARIO Cicli temporali: i cicli sono particolari periodi di tempo di durata variabile(da 1 giorno a 1 anno) dove i prezzi possono segnare un importante minimo

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli