Fiscal News N Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale Premessa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa"

Transcript

1 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di consueto, nel periodo compreso tra l 1.08 e il trova applicazione la cosiddetta sospensione feriale dei termini processuali relativi alle giurisdizioni ordinarie, amministrative e alle Commissioni Tributarie. L art. 1, comma 1, Legge n. 742/69 prevede, infatti che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni ordinarie ed a quelle amministrative è sospeso di diritto dall'1 agosto al 15 settembre di ciascun anno, e riprende a decorrere dalla fine del periodo di sospensione. Ove il decorso abbia inizio durante il periodo di sospensione, l'inizio stesso è differito alla fine di detto periodo. Tale disposizione sancisce dunque la c.d. sospensione feriale dei termini processuali prevedendo che gli stessi siano sospesi nel periodo di ogni anno e decorrano dal 16.9 nell ipotesi in cui il loro decorso inizi durante il periodo Premessa Con il 1 agosto sono sospesi i termini nell'ambito del processo tributario relativamente alla proposizione del ricorso introduttivo, alla costituzione in giudizio del ricorrente, alla presentazione e/o deposito di documenti e di memorie esplicative e/o illustrative e, infine, per proposizione dell'appello. SOSPENSIONE TERMINI PROCESSUALI Proposizione dell appello Costituzione in giudizio del ricorrente Presentazione e/o deposito di documenti e memorie esplicative e/o illustrative Proposizione del ricorso introduttivo 1

2 Art. 1, comma 1, Legge n. 742/69 Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni ordinarie ed a quelle amministrative è sospeso di diritto dall'1 agosto al 15 settembre di ciascun anno, e riprende a decorrere dalla fine del periodo di sospensione. Ove il decorso abbia inizio durante il periodo di sospensione, l'inizio stesso è differito alla fine di detto periodo. Il sistema della sospensione durante il periodo feriale prevede uno spazio di tempo di 46 giorni, dal 1 agosto al 15 settembre (Legge n. 742/1969), in cui: i termini che scadono in tale intervallo sono prorogati e ricominciano a decorrere dal 16 settembre tenendo però conto del periodo trascorso prima del 1 agosto. SOSPENSIONE FERIALE I termini processuali: sono sospesi nel periodo di ogni anno; decorrono dal 16.9 nell ipotesi in cui il loro decorso inizi durante il periodo Ambito oggettivo di applicazione È da sottolineare che, poiché, per esplicita disposizione di legge, la tregua riguarda i termini processuali, vale a dire le scadenze relative al processo, la sospensione feriale non si estende ai termini cosiddetti amministrativi o procedurali e a quelli sostanziali, ossia alle scadenze concernenti: la notifica di atti amministrativi d imposta (avvisi di liquidazione e di accertamento) e di riscossione (cartella di pagamento); il versamento di imposte, tasse, diritti, canoni e contributi (Irpef, Ires, Irap, Iva, imposta di registro, Ici, Tarsu, Tosap); la presentazione di dichiarazioni, denunce o comunicazioni (Modello UNICO, denuncia di successione, dichiarazione Ici, dichiarazione Tarsu). Accertamento con adesione Esistono termini che si collocano tra lo stadio amministrativo e quello contenzioso. È il caso in cui il contribuente decida di avvalersi dell istituto dell accertamento con adesione, con decorrenza dalla data di presentazione dell istanza. Ai dubbi sorti in passato circa la possibile contestuale applicazione della sospensione prevista dalla disciplina che regola l accertamento con adesione (90 giorni) e quella estiva disposta dalla Legge n. 742/1969 (dal 1 agosto al 15 settembre), l Amministrazione Finanziaria ha chiarito (Circolare 65/2001) che il periodo di sospensione di 90 giorni non costituisce il termine di riferimento per la conclusione del 2

3 procedimento di accertamento con adesione. La sottoscrizione dell atto, infatti, può validamente intervenire entro il termine ultimo entro il quale è possibile promuovere l impugnativa, per la cui determinazione occorre considerare anche la sospensione feriale. In altri termini, i due diversi periodi di sospensione possono applicarsi cumulativamente senza controindicazioni. LA SOSPENSIONE FERIALE OPERA Per le controversie di natura civilistica (ad esempio, controversie in materia di locazione di immobili urbani e opposizione a una delibera assembleare di condominio), amministrativa e tributaria (depositi di atti giudiziari, ricorsi o appelli alle Commissioni tributarie e ricorsi alla Corte di Cassazione); per i procedimenti giudiziari in materia societaria (costituzioni, trasformazioni, fusioni, scissioni); per l istituto dell accertamento con adesione del contribuente; per la definizione in via breve delle sanzioni amministrative tributarie LA SOSPENSIONE FERIALE NON RIGUARDA: Le controversie nell ambito dei contratti obbligatori agrari; le liti in materia di lavoro. I supremi giudici di legittimità hanno ritenuto altresì che in materia di lavoro e previdenza e assistenza obbligatoria sono escluse tutte le controversie (Corte di Cassazione, Sez. lav., sent. n del 2 marzo 2007), mentre in materia di procedure concorsuali esulano dalla sospensione feriale le sole cause sulla dichiarazione e revoca dei fallimenti (Cass., Sez. I civ., sent. n del 4 settembre 2004); le procedure cautelari (cosiddette sospensive ); i giudizi di opposizione agli atti esecutivi, quali le cause di opposizione al precetto con cui si ingiunge a una persona di pagare una determinata somma (Cass., Sez. III, sent. n del 15 giugno 2004; in senso conforme, sent. n del 12 novembre 1997; ord. n del 20 febbraio 2003). Secondo i giudici di legittimità, infatti, l atto di opposizione al precetto rientra tra i procedimenti di opposizione all esecuzione cui non si applica, ai sensi dell art. 3 della L. n. 742/1969, la sospensione dei termini processuali prevista dall art. 1 della medesima legge, in quanto tale opposizione, pur risolvendosi sostanzialmente in un giudizio di cognizione sulla vicenda, presenta comunque quel carattere di urgenza che ne giustifica la trattazione anche durante il periodo feriale; in materia amministrativa, il procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato; 3

4 in materia civile, le cause e i procedimenti indicati nell art. 92 dell Ordinamento giudiziario. Secondo la Corte di Cassazione, infatti, tra gli affari civili urgenti, esclusi dalla sospensione dei termini processuali, non sono comprese le vendite fallimentari (Cass., Sez. I civ., sent. n del 29 novembre 2000); in materia fallimentare: i procedimenti per la dichiarazione dello stato di insolvenza e di opposizione alla stessa; il procedimento per l apertura della procedura di amministrazione straordinaria o la dichiarazione di fallimento dell impresa insolvente; i procedimenti di conversione dell amministrazione straordinaria in fallimento e di conversione del fallimento in amministrazione straordinaria, nonché ai relativi procedimenti di reclamo; in materia di arbitrato, la pronuncia del lodo arbitrale previsto dall art. 820 del codice di procedura civile (Cass., Sez. I civ., sent. n dell 8 ottobre 2008); in materia penale, i procedimenti relativi ad imputati in stato di custodia cautelare, qualora essi o i loro difensori rinunzino alla sospensione dei termini. TERMINI IN SOSPENSIONE Contenzioso amministrativo e tributario; Accertamento con adesione del contribuente; Definizione in via breve delle sanzioni amministrative tributarie; Condominio; Diritto di famiglia; Diritto societario. TERMINI NON IN SOSPENSIONE Diritto penale; Diritto del lavoro; Diritto fallimentare; Contratti agrari; Procedure cautelari; Giudizi di opposizione agli atti esecutivi. 4

5 Ambito tributario Nell ambito del processo tributario, la sospensione feriale di cui alla L. n. 742/1969 opera per tutti i termini previsti dalla disciplina del contenzioso tributario (circ. n. 26/D del 4 aprile 2002; circ. n. 133/E del 17 giugno 1999; circ. n. 98/E del 23 aprile 1996). Di conseguenza, la sospensione trova applicazione per: la proposizione del ricorso davanti alla Commissione tributaria provinciale competente; la costituzione in giudizio; il deposito di documenti e di memorie illustrative. Poiché, infatti, la giurisprudenza di legittimità ha più volte sottolineato che il termine per la proposizione del ricorso ha natura processuale, in quanto ritenuto fondamentale per l instaurazione del contenzioso tributario, l istituto della sospensione feriale può ben operare anche ai fini dell instaurazione del giudizio. Atti impugnabili davanti ai giudici tributari In sostanza, il periodo di sospensione riguarda tutti gli atti impugnabili davanti ai giudici tributari, come, ad esempio: l avviso di accertamento; l avviso di liquidazione; il provvedimento che irroga le sanzioni; il ruolo e la cartella di pagamento; l impugnazione delle sentenze delle Commissioni tributarie provinciali e regionali. SOSPENSIONE NEL PROCESSO TRIBUTARIO La proposizione del ricorso davanti alla Commissione tributaria provinciale competente; la costituzione in giudizio; il deposito di documenti e di memorie illustrative. L avviso di accertamento; l avviso di liquidazione; il provvedimento che irroga le sanzioni; il ruolo e la cartella di pagamento; l impugnazione delle sentenze delle Commissioni tributarie provinciali e regionali. In base all art. 40, comma 4, del D. Lgs. n. 546/1992, la sospensione si applica anche nell ipotesi di proroga di 6 mesi prevista nel caso in cui venga meno, per morte o altre cause, la capacità di stare in giudizio della parte (o suo legale rappresentante) diversa dall ufficio tributario (Cass., Sez. trib., ex pluribus, sentenze n del 20 marzo 2006, n del 28 maggio 2001). 5

6 Mediazione tributaria La sospensione dal 1 agosto al 15 settembre non trova applicazione secondo l'agenzia, nel corso della procedura di mediazione vera e propria, che deve pertanto concludersi sempre nel termine di 90 giorni, trattandosi di una fase amministrativa e non processuale. L Agenzia delle Entrate nella circolare n. 22 del ha espressamente affermato che: come già esposto nella circolare n. 9/E del 2012, non trova applicazione la sospensione di diritto dal 1 agosto al 15 settembre ai fini del computo del termine di 90 giorni per concludere il procedimento di mediazione che deve pertanto concludersi comunque nel termine di novanta giorni, trattandosi di una fase amministrativa e non processuale. Soggetti interessati I soggetti destinatari della sospensione feriale del contenzioso tributario sono tanto i contribuenti (parte ricorrente o appellante) quanto gli uffici finanziari, doganali e territoriali, gli enti locali e gli agenti della riscossione (parte resistente, appellata, chiamata in causa o intervenuta volontariamente). SOGGETTI DESTINATARI Contribuenti Uffici finanziari, doganali e territoriali, enti locali e agenti della riscossione Regole generali Vediamo, ora di seguito le regole fondamentali che disciplinano il periodo di sospensione: il decorso dei termini processuali è sospeso di diritto; per il computo a giorni va escluso il giorno iniziale, mentre deve essere conteggiato quello finale; se il giorno di scadenza è festivo, il termine, a tutti gli effetti, è prorogato di diritto al primo giorno successivo non festivo; la giornata di sabato è considerata come esposto di seguito: Scadenza di sabato Ai fini dell individuazione della scadenza dei termini processuali, oltre al periodo di sospensione feriale, va considerato che, qualora gli stessi cadano di sabato, come chiarito dall Agenzia delle Entrate nella Circolare , n. 56/E, si rende applicabile il disposto dell art. 155, comma 5, c.p.c. Secondo il citato comma 5 dell art. 155: la proroga prevista dal quarto comma si applica altresì ai termini per il compimento degli atti processuali [...] che scadono nella giornata di sabato. 6

7 Per effetto di ciò, sabato è considerato festivo. Si ricorda, inoltre che in ambito tributario, secondo la citata Circolare n. 56/E, se il termine relativo agli adempimenti cade in un giorno festivo o di sabato, ai fini del computo dei termini è necessario distinguere a seconda che si tratti di un termine con decorrenza successiva, ovvero di un termine a ritroso. In particolare: per il termine a decorrenza successiva (ad esempio, termine per la proposizione e il deposito del ricorso, dei motivi aggiunti, dell appello) la scadenza del termine è prorogata al primo giorno successivo non festivo. Così ad esempio, dovendo il ricorso essere depositato entro 30 giorni (termine finale) dalla proposizione (termine iniziale), se il 30 giorno cade di sabato il deposito può essere effettuato entro il lunedì successivo; per il termine a ritroso quale, per esempio, quello per il deposito di documenti, di memorie, dell istanza di discussione in pubblica udienza, la scadenza del termine è anticipata al giorno precedente non festivo. se il decorso dei termini inizia nel periodo di sospensione, lo stesso è differito alla fine del periodo stesso; se il computo dei termini è iniziato prima del periodo di sospensione, dal giorno 16/9 inizia a riprendere la decorrenza conteggiando anche il periodo anteriore al giorno 1/8. Proposizione del ricorso Il ricorso alla Commissione tributaria provinciale va proposto: alternativamente tramite: notifica a mezzo Ufficiale giudiziario; spedizione postale; consegna diretta all'ufficio; a pena di inammissibilità, secondo quanto disposto dall art. 21, D.Lgs. n. 546/92, entro 60 giorni dalla notifica dell'atto impugnato. Nel computo dei 60 giorni: non va considerato il giorno iniziale (c.d. dies a quo); va conteggiato il giorno finale (c.d. dies ad quem), ossia il 60. Come sopra accennato, se il termine cade in un giorno festivo, lo stesso è prorogato al primo giorno successivo non festivo, tenendo conto che il sabato va considerato festivo. Al fine di individuare il termine ultimo entro il quale il contribuente può presentare ricorso, va considerato che la sospensione feriale dei termini processuali ha effetti diversi a seconda del momento in cui è avvenuta la notifica dell atto impugnato. 7

8 In particolare, il conteggio dei 60 giorni entro i quali procedere va effettuato con modalità differenziate a seconda che la notifica sia avvenuta prima o durante il periodo di sospensione. Notifica prima del periodo di sospensione Se l atto di accertamento è notificato prima del periodo di sospensione, ossia prima dell 1.8, il termine naturale di 60 giorni per proporre ricorso può scadere: durante il periodo di sospensione, ossia tra l'1.8 e il 15.9; oppure dopo il periodo di sospensione, ossia successivamente al In tali casi, poiché per effetto della sospensione dei termini i giorni compresi nel periodo feriale (46 giorni) non devono essere conteggiati, per determinare il termine entro il quale presentare il ricorso si dovranno considerare, fino al raggiungimento dei 60 giorni: i giorni compresi tra la notifica dell atto e il 31.7; i giorni successivi al 15.9 (quindi dal 16.9). Notifica nel periodo di sospensione Se l atto di accertamento è notificato tra l 1.8 ed il 15.9, ossia durante il periodo feriale, per il computo dei 60 giorni utili per la proposizione del ricorso devono essere conteggiati i giorni a partire dal Avviso di accertamento notificato al contribuente il In questo caso, l'ultimo giorno utile per proporre ricorso è il giorno Il calcolo: dal al giorni dal 1.08 al sospensione feriale dal al giorni TOTALE 60 giorni Avviso di accertamento notificato al contribuente in data In questo caso, l'ultimo giorno utile per proporre ricorso è il Il calcolo: dal al periodo feriale dal al giorni Se l'ultimo giorno utile per costituirsi in giudizio (30 giorno) cade nel periodo feriale (1 agosto - 15 settembre), ai fini del computo dei 30 giorni si somma il periodo utilmente decorso prima dell'1 agosto con quello successivo al 15 settembre. 8

9 Ricorso proposto in data In questo caso, la scadenza del termine è l' Il calcolo: dal al giorni dal 1.08 al sospensione feriale dal al giorni TOTALE 30 giorni Se il primo giorno utile per costituirsi in giudizio (cioè il giorno successivo alla proposizione del ricorso) cade nel periodo feriale (1 agosto - 15 settembre), il computo dei 30 giorni utili per la costituzione in giudizio inizierà con il 16 settembre (da computare). Ricorso proposto in data In questo caso, l'ultimo giorno utile per costituirsi in giudizio è il Il calcolo: dal al periodo feriale dal al giorni 9

10 Riepilogo TERMINI ORDINARI PER PROPORRE IL RICORSO - Il ricorso deve essere proposto, a pena di inammissibilità, entro 60 giorni dalla data di notificazione dell atto impugnato. - La notificazione della cartella di pagamento vale anche come notificazione del ruolo. - Nel computo dei termini a giorni si esclude il giorno iniziale, mentre si considera il giorno finale il 60 giorno ). - Se il giorno di scadenza è festivo, la scadenza è prorogata di diritto al 1 giorno seguente non festivo. La proroga prevista per le scadenze coincidenti con il giorno festivo, tuttavia, si applica altresì ai termini per il compimento degli atti processuali svolti fuori dall udienza che scadono nella giornata del sabato. - Nel computo dei giorni si segue il calendario comune; i giorni festivi intermedi si computano nel termine. Mancato perfezionamento dell accertamento con adesione In mancanza di accordo fra le parti, a seguito del non perfezionamento dell istanza di accertamento con adesione, deve ritenersi operante il periodo di sospensione feriale dei termini, del quale il contribuente comunque fruisce per presentare il ricorso (Corte Costituz., ord , n. 141) SOSPENSIONE FERIALE DEI TERMINI Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni ordinarie, amministrative e speciali tributarie è sospeso di diritto: dal 1.08 al di ciascun anno. Se il decorso dei termini ha inizio durante il periodo della sospensione, l inizio stesso è differito alla fine di detto periodo. Il giorno deve essere incluso nel conteggio dei termini. Dal giorno (compreso) iniziano a decorrere i termini Se il decorso dei termini è iniziato prima del periodo di sospensione, i termini riprendono a decorrere dal 16.09, computando anche il periodo già trascorso prima del 1.08 ed escludendo nel conteggio i giorni compresi nel periodo feriale (46 giorni). - Riproduzione riservata - 10

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale OGGETTO: La sospensione feriale dei termini processuali Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che, come ogni anno, anche questa estate la giustizia

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Fiscal News N. 112. La circolare di aggiornamento professionale. 12.04.2013 Impugnazione cartelle. Natura del credito. Quattro aspetti da valutare

Fiscal News N. 112. La circolare di aggiornamento professionale. 12.04.2013 Impugnazione cartelle. Natura del credito. Quattro aspetti da valutare Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 112 12.04.2013 Impugnazione cartelle. Natura del credito Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Varie Prima di impugnare una cartella esattoriale

Dettagli

3.1. Chiamata in giudizio e costituzione in giudizio.

3.1. Chiamata in giudizio e costituzione in giudizio. Conseguenze dell istanza Conseguenze dell istanza 3. Conseguenze dell istanza. 3.1. Chiamata in giudizio e costituzione in giudizio. Le conseguenze della presentazione dell istanza di mediazione possono

Dettagli

PROCESSO TRIBUTARIO NUOVI TERMINI

PROCESSO TRIBUTARIO NUOVI TERMINI PROCESSO TRIBUTARIO NUOVI TERMINI La riforma del processo civile (Legge n. 69 del 18 giugno 2009, in S.O. n. 95/L alla G.U. del 19 giugno 2009 n. 140), entrata in vigore sabato 04 luglio 2009, ha modificato

Dettagli

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 26 Luglio 2013

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 26 Luglio 2013 DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 26 Luglio 2013 Oggetto: Circolare n. 27/2013 del 26 Luglio 2013

Dettagli

Aspetti operativi del nuovo processo tributario

Aspetti operativi del nuovo processo tributario di Armando Urbano Aspetti operativi del nuovo processo tributario L accertamento esecutivo Il contributo unificato La nuova nota di iscrizione a ruolo Le controversie minori: Reclamo e mediazione La chiusura

Dettagli

Direzione Regionale del Piemonte GUIDA AL NUOVO ISTITUTO DELLA MEDIAZIONE TRIBUTARIA

Direzione Regionale del Piemonte GUIDA AL NUOVO ISTITUTO DELLA MEDIAZIONE TRIBUTARIA Direzione Regionale del Piemonte GUIDA AL NUOVO ISTITUTO DELLA MEDIAZIONE TRIBUTARIA INTRODUZIONE 4 1.L AMBITO DI APPLICAZIONE DEL NUOVO ISTITUTO 5 1.1 La tipologia di atto impugnato 5 1.2 L Agenzia delle

Dettagli

Circolare per il professionista

Circolare per il professionista Circolare per il professionista Circolare n. 3 del 19 marzo 2014 Disciplina del reclamo e della mediazione tributaria - Novità della L. 27.12.2013 n. 147 (legge di stabilità 2014) e chiarimenti della circ.

Dettagli

CONTRIBUTO UNIFICATO nel PROCESSO TRIBUTARIO NOVITÀ del D.L. 98/2011, CONVERTITO dalla L. 111/2011, e del D.L. 138/2011, CONVERTITO dalla L.

CONTRIBUTO UNIFICATO nel PROCESSO TRIBUTARIO NOVITÀ del D.L. 98/2011, CONVERTITO dalla L. 111/2011, e del D.L. 138/2011, CONVERTITO dalla L. Circolare informativa per la clientela n. 31/2011 del 6 ottobre 2011 CONTRIBUTO UNIFICATO nel PROCESSO TRIBUTARIO NOVITÀ del D.L. 98/2011, CONVERTITO dalla L. 111/2011, e del D.L. 138/2011, CONVERTITO

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO UNIFICATO

DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO UNIFICATO DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO UNIFICATO L art. 37 della manovra correttiva introduce all art. 13 del DPR n. 115/2002 il nuovo comma 6-quater che prevede il versamento del contributo unificato per i ricorsi

Dettagli

TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012.

TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012. DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 31 28.03.2012-31/GPF/FS/om TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012.

Dettagli

CIRCOLARE SETTIMANALE

CIRCOLARE SETTIMANALE .. CIRCOLARE SETTIMANALE settembre 2011 N 2 Tutte le informazioni sono tratte, previa critica rielaborazione, dalla normativa vigente primaria (leggi, decreti, direttive) e secondaria (circolari ministeriali

Dettagli

LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE SANZIONI

LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE SANZIONI LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE SANZIONI LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE SANZIONI RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 16, terzo comma, D.L.vo 18 dicembre 1997, n. 472 Art. 17, secondo comma, D.L.vo 18 dicembre 1997,

Dettagli

Diritto e processo.com. Cassazione, sez. Unite Civili, 1 febbraio 2012, n. 1418. (Estratto da Diritto e Processo formazione n.4/2012) QUESTIO IURIS

Diritto e processo.com. Cassazione, sez. Unite Civili, 1 febbraio 2012, n. 1418. (Estratto da Diritto e Processo formazione n.4/2012) QUESTIO IURIS Il ritiro della notifica è atto processuale? E se coincide con il sabato è prorogato al primo giorno seguente non festivo? notifica e compiuta giacenza di Elena Loghà Diritto e processo.com Cassazione,

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Annotazioni...» 9 Avvertenza...» 13

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Annotazioni...» 9 Avvertenza...» 13 INDICE SOMMARIO Presentazione..................................................... pag. 7 Annotazioni...» 9 Avvertenza........................................................» 13 Atti processuali 1. Ricorso

Dettagli

Fiscal News N. 159. Reclamo e ricorso in CTP con le stesse motivazioni. La circolare di aggiornamento professionale 10.06.2014. Reclamo obbligatorio

Fiscal News N. 159. Reclamo e ricorso in CTP con le stesse motivazioni. La circolare di aggiornamento professionale 10.06.2014. Reclamo obbligatorio Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 159 10.06.2014 Reclamo e ricorso in CTP con le stesse motivazioni Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Mediazione tributaria Ricevuto l'accertamento

Dettagli

Fiscal News N. 111. Cartelle. Eredi obbligati solidali. La circolare di aggiornamento professionale 14.04.2014

Fiscal News N. 111. Cartelle. Eredi obbligati solidali. La circolare di aggiornamento professionale 14.04.2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 111 14.04.2014 Cartelle. Eredi obbligati solidali La notifica è valida ed efficace anche se rivolta a uno soltanto degli eredi Categoria: Accertamento

Dettagli

Roma, 11 settembre 2009

Roma, 11 settembre 2009 PCIciicER CIRCOLARE POSTA ELETTRONICA N. 41/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 11 settembre 2009 OGGETTO: Decreto-legge 28 aprile 2009, n. 39 - Eventi sismici che hanno colpito l Abruzzo

Dettagli

ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA FISCALE IL D.LGS. 159 DEL 24 SETTEMBRE 2015

ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA FISCALE IL D.LGS. 159 DEL 24 SETTEMBRE 2015 ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA FISCALE IL D.LGS. 159 DEL 24 SETTEMBRE 2015 Misure per la semplificazione e razionalizzazione delle norme in materia di riscossione LA NUOVA DISCIPLINA IN MATERIA DI RISCOSSIONE

Dettagli

1 - Trattazione di specifiche norme sul computo dei

1 - Trattazione di specifiche norme sul computo dei 1 1 - Trattazione di specifiche norme sul computo dei termini (ordinari e non) di impugnazione in tema di ricorsi tributari in concomitanza con la sospensione feriale che produce i suoi effetti anche sull

Dettagli

BREVE GUIDA E TABELLA CONTRIBUTO UNIFICATO AGGIORNATA AL 25/06/2014

BREVE GUIDA E TABELLA CONTRIBUTO UNIFICATO AGGIORNATA AL 25/06/2014 BREVE GUIDA E TABELLA CONTRIBUTO UNIFICATO AGGIORNATA AL 25/06/2014 Gli importi per il calcolo del contributo unificato (di cui al Testo Unico sulle spese di giustizia - D.P.R 30 maggio 2002, n. 115) sono

Dettagli

LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA. Ufficio legale Civitanova Marche 12/10/2012

LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA. Ufficio legale Civitanova Marche 12/10/2012 AGENZIA DELLE ENTRATE Direzione Regionale delle Marche LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA Ufficio legale Civitanova Marche 12/10/2012 1 LA NORMA La mediazione ( Il reclamo e la mediazione ) è stata inserita nel

Dettagli

Una corsa contro il tempo per decidere in tre gradi (più uno) i ricorsi contro il licenziamento

Una corsa contro il tempo per decidere in tre gradi (più uno) i ricorsi contro il licenziamento Una corsa contro il tempo per decidere in tre gradi (più uno) i ricorsi contro il licenziamento di Pierluigi Rausei * La Sezione III del Capo III del DDL, contenente gli artt. da 16 a 21 del DDL, è interamente

Dettagli

CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO

CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO Si riportano qui di seguito le tabelle ed i criteri di calcolo del contributo unificato per i procedimenti giurisdizionali riguardo ai quali ne è previsto

Dettagli

Il Caso della settimana

Il Caso della settimana N.18 del 10.05.2012 Il Caso della settimana A cura di Alessandro Borghese Reclamo su una ipotesi di ricostruzione indiretta di ricavi L art. 39, comma 9, del D.L. luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni,

Dettagli

Roma, 12 aprile 2012. Prot. n. 2012/55377. OGGETTO: Contenzioso tributario - Giudizi concernenti atti della riscossione - Istruzioni operative

Roma, 12 aprile 2012. Prot. n. 2012/55377. OGGETTO: Contenzioso tributario - Giudizi concernenti atti della riscossione - Istruzioni operative CIRCOLARE N.12/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 aprile 2012 Prot. n. 2012/55377 OGGETTO: Contenzioso tributario - Giudizi concernenti atti della riscossione - Istruzioni operative

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 21 giugno 2010

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 21 giugno 2010 CIRCOLARE N. 37/E Roma, 21 giugno 2010 Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso OGGETTO: Articolo 3 del decreto-legge 25 marzo 2010, n. 40, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2010,

Dettagli

1) IL RICORSO Il ricorso è l atto introduttivo del processo tributario che deve essere proposto avanti la C.T.P. ad iniziativa del contribuente per

1) IL RICORSO Il ricorso è l atto introduttivo del processo tributario che deve essere proposto avanti la C.T.P. ad iniziativa del contribuente per 1) IL RICORSO Il ricorso è l atto introduttivo del processo tributario che deve essere proposto avanti la C.T.P. ad iniziativa del contribuente per istaurare il giudizio e pervenire alla pronuncia del

Dettagli

È inesistente la notifica tramite poste private degli atti di riscossione emessi dal gestore del servizio rifiuti.

È inesistente la notifica tramite poste private degli atti di riscossione emessi dal gestore del servizio rifiuti. Atti di riscossione del servizio rifiuti: notifica con poste private è inesistente Commissione Tributaria Provinciale Enna, sez. III, sentenza 19.03.2015 n. 319/3/15 (Giuseppe Agozzino) È inesistente la

Dettagli

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA. Studio Manfredo, Cristiana, Matteo MANFRIANI Dottori Commercialisti 1

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA. Studio Manfredo, Cristiana, Matteo MANFRIANI Dottori Commercialisti 1 UNIONE GIOVANI DOTTORI COMMERCIALISTI FIRENZE - DIREZIONE REGIONALE DELLA TOSCANA E DIREZIONE PROVINCIALE DI PISTOIA DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Il reclamo e la mediazione tributaria Gli aspetti procedimentali

Dettagli

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Regolamento per la Definizione Agevolata dei Tributi locali minori ICP e DPA (Art. 13, Legge 27 dicembre 2002, n. 289 e art.24, D.Lgs. 15 novembre 1993,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone Prot. N. 27036 Approvazione del nuovo modello di cartella di pagamento e dei fogli Avvertenze relativi ai ruoli dell Agenzia delle entrate, ai sensi dell art. 25 del decreto del Presidente della Repubblica

Dettagli

Contenzioso tributario: cosa cambia? della Dott.ssa Roberta De Pirro

Contenzioso tributario: cosa cambia? della Dott.ssa Roberta De Pirro Contenzioso tributario: cosa cambia? della Dott.ssa Roberta De Pirro Approda in Gazzetta Ufficiale il D.Lgs. n. 156 del 24 settembre 2015, che dà attuazione alla delega fiscale in materia di revisione

Dettagli

CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO

CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO Si riportano qui di seguito le tabelle ed i criteri di calcolo del contributo unificato per i procedimenti giurisdizionali riguardo ai quali ne è previsto

Dettagli

106 giorni termine ordinario e interruzione estiva; 150 giorni termine ordinario e istanza di accertamento con adesione;

106 giorni termine ordinario e interruzione estiva; 150 giorni termine ordinario e istanza di accertamento con adesione; Istituti deflattivi e Contenzioso Fiscale di Maurizio Tozzi La presentazione dell istanza di reclamo, gli effetti sulla riscossione e la relativa valutazione da parte dell ufficio competente La fase procedurale

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LA SOSPENSIONE GIURISDIZIONALE DELL ESECUZIONE DELL ATTO IMPUGNATO Documento n. 7 del 1 marzo 2005 Nel processo tributario è previsto l istituto della sospensione giurisdizionale

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO

CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO Si riportano qui di seguito le tabelle ed i criteri di calcolo del contributo unificato per i procedimenti giurisdizionali riguardo ai quali ne è previsto

Dettagli

INDICE. Prefazione... pag. 9 Le principali modifiche normative e interpretative del 2011 e 2012... pag. 13

INDICE. Prefazione... pag. 9 Le principali modifiche normative e interpretative del 2011 e 2012... pag. 13 INDICE Prefazione... pag. 9 Le principali modifiche normative e interpretative del 2011 e 2012... pag. 13 CAPITOLO PRIMO L AUTOTUTELA 1. Inquadramento normativo... pag. 31 1.1 Le fonti... pag. 32 1.2 Gli

Dettagli

Riforma del contenzioso tributario Novità del DLgs. 24.9.2015 n. 156

Riforma del contenzioso tributario Novità del DLgs. 24.9.2015 n. 156 Circolare 30 del 24 novembre 2015 Riforma del contenzioso tributario Novità del DLgs. 24.9.2015 n. 156 INDICE 1 Premessa... 2 2 Difesa dell agente della riscossione... 2 3 Difesa delle agenzie fiscali...

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MILANO

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MILANO Norme modificate dall articolo 37 (disposizioni per l efficienza del sistema giudiziario e la celere definizione delle controversie) del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

ITER CONTENZIOSO PRIMO GRADO

ITER CONTENZIOSO PRIMO GRADO ITER CONTENZIOSO PRIMO GRADO AVVISO DI ACCERTAMENTO, CARTELLE, RUOLI, IPOTECHE,FERMI 1) NOTIFICA AVVISO ACCERTAMENTO 2) SI HANNO 60 GIORNI PER IMPUGNARE L'AVVISO DI ACCERTAMENTO E NOTIFICARLO ALL UFFICIO

Dettagli

Fiscal News N. 34. Processo Tributario. Novità della Legge di Stabilità per il 2014. La circolare di aggiornamento professionale 30.01.

Fiscal News N. 34. Processo Tributario. Novità della Legge di Stabilità per il 2014. La circolare di aggiornamento professionale 30.01. Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 34 30.01.2014 Processo Tributario. Novità della Legge di Stabilità per il 2014 Il contributo nel processo tributario e le novità introdotte Categoria:

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 6/2013. OGGETTO: il ricorso dinanzi le Commissioni Tributarie Provinciali

NOTA OPERATIVA N. 6/2013. OGGETTO: il ricorso dinanzi le Commissioni Tributarie Provinciali NOTA OPERATIVA N. 6/2013 OGGETTO: il ricorso dinanzi le Commissioni Tributarie Provinciali - Introduzione La presente nota operativa tratta delle modalità di redazione dei ricorsi avanti le Commissioni

Dettagli

Indice analitico. Capitolo I. Sezione Prima IL TITOLO ESECUTIVO ED IL PRECETTO

Indice analitico. Capitolo I. Sezione Prima IL TITOLO ESECUTIVO ED IL PRECETTO 491 Prefazione... p. 9 Capitolo I IL TITOLO ESECUTIVO ED IL PRECETTO 1. Premessa...» 11 2. Il titolo esecutivo, definizione e funzione (art. 474 c.p.c.)...» 11 2.1 Contenuto del titolo esecutivo...» 12

Dettagli

L ESECUZIONE ESATTORIALE

L ESECUZIONE ESATTORIALE L ESECUZIONE ESATTORIALE CONVEGNO DEL 22 OTTOBRE 2010 PORDENONE Fabio Gallio - Avvocato e Dottore Commercialista in Padova e-mail: fgallio@terrineassociati.com Federico Terrin - Avvocato Tributarista in

Dettagli

La riforma del processo civile 2005 2006

La riforma del processo civile 2005 2006 A12 124 Piero Sandulli La riforma del processo civile 2005 2006 ARACNE Copyright MMVI ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133 A/B 00173 Roma (06)

Dettagli

Mediazione tributaria: la nuova procedura.

Mediazione tributaria: la nuova procedura. Mediazione tributaria: la nuova procedura. La Legge di stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013, n. 47, art. 1 comma 611) ha introdotto alcune importanti modifiche all art 17 bis del D. Lgs. 546/92 rubricato

Dettagli

STUDIO LEGALE TRIBUTARIO LEO P.zza L. Ariosto, n. 30-73100 LECCE Tel./fax: 0832 455433 www.studiotributarioleo.it. e-mail: info@studiotributarioleo.

STUDIO LEGALE TRIBUTARIO LEO P.zza L. Ariosto, n. 30-73100 LECCE Tel./fax: 0832 455433 www.studiotributarioleo.it. e-mail: info@studiotributarioleo. STUDIO LEGALE TRIBUTARIO LEO P.zza L. Ariosto, n. 30-73100 LECCE Tel./fax: 0832 455433 www.studiotributarioleo.it Il presente lavoro si propone di trattare nello specifico la disciplina, disposta dal D.Lgs.

Dettagli

IL GIUDIZIO DI OTTEMPERANZA NEL PROCESSO TRIBUTARIO

IL GIUDIZIO DI OTTEMPERANZA NEL PROCESSO TRIBUTARIO IL GIUDIZIO DI OTTEMPERANZA NEL PROCESSO TRIBUTARIO Al fine di garantire la posizione del cittadinocontribuente, il legislatore ha mutuato, nel processo tributario, un istituto tipico di quello amministrativo

Dettagli

La costituzione in giudizio delle parti nel processo tributario, l'esame preliminare del ricorso, il reclamo al Collegio e la riunione dei ricorsi

La costituzione in giudizio delle parti nel processo tributario, l'esame preliminare del ricorso, il reclamo al Collegio e la riunione dei ricorsi ISSN 1127-8579 Pubblicato dal 12/07/2013 All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/35258-la-costituzione-in-giudizio-delle-parti-nelprocesso-tributario-l-esame-preliminare-del-ricorso-il-reclamo-al-collegio-e-la-riunione-deiricorsi

Dettagli

Documento. n. 31. Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali

Documento. n. 31. Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali Documento n. 31 Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali Luglio 2014 OBBLIGATORIETÀ DEL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI PROCESSUALI OBBLIGATORIETÀ DEL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI

Dettagli

CONTENZIOSO TRIBUTARIO: IL RICORSO CON ISTANZA DI RECLAMO E MEDIAZIONE E TRATTAZIONE IN PUBBLICA UDIENZA. Dott. Steven Mohamed

CONTENZIOSO TRIBUTARIO: IL RICORSO CON ISTANZA DI RECLAMO E MEDIAZIONE E TRATTAZIONE IN PUBBLICA UDIENZA. Dott. Steven Mohamed CONTENZIOSO TRIBUTARIO: IL RICORSO CON ISTANZA DI RECLAMO E MEDIAZIONE E TRATTAZIONE IN PUBBLICA UDIENZA Dott. Steven Mohamed TRACCIA Un contribuente, lavoratore autonomo, per il periodo d imposta 2013

Dettagli

RECLAMO E MEDIAZIONE FISCALE

RECLAMO E MEDIAZIONE FISCALE RECLAMO E MEDIAZIONE FISCALE RECLAMO E MEDIAZIONE NEL PROCESSO TRIBUTARIO Convegno X Settimana nazionale della Conciliazione 2013 Rilancio degli strumenti di giustizia alternativa Panoramica sugli strumenti

Dettagli

Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 56 del 01 agosto 2012 TITOLO I DISPOSIZIONE GENERALI Art.1

Dettagli

MASTER TRIBUTARIO 18^ edizione 2009-2010

MASTER TRIBUTARIO 18^ edizione 2009-2010 MASTER TRIBUTARIO 18^ edizione 2009-2010 DESTINATARI Il Master Tributario, presente dal 1991 nelle maggiori città d'italia, è il riferimento formativo dei laureati in facoltà economico-giuridiche che esercitano

Dettagli

STRUMENTI PER EVITARE LE LITI FISCALI

STRUMENTI PER EVITARE LE LITI FISCALI STRUMENTI PER EVITARE LE LITI FISCALI Gli aggiornamenti più recenti compensazione dei crediti verso pubbliche amministrazioni con debiti da accertamenti reclamo e mediazione aggiornamento agosto 2014 RECLAMO

Dettagli

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, in forza delle disposizioni contenute nell art. 13 L. 27 dicembre

Dettagli

Termini di impugnazione nei principali procedimenti di diritto di famiglia

Termini di impugnazione nei principali procedimenti di diritto di famiglia Termini di impugnazione nei principali procedimenti di diritto di famiglia I. Rito ordinario (cause ordinarie, azioni di status, procedure che terminano con sentenza, primo grado della separazione e divorzio).

Dettagli

TRIBUNALE DI UDINE. sezione civile

TRIBUNALE DI UDINE. sezione civile TRIBUNALE DI UDINE sezione civile Successivamente oggi 26.3.2012, ore 10.00, davanti al giudice istruttore, dott. Andrea Zuliani, nella causa civile iscritta al n XXX/12 R.A.C.C., promossa da (A ) con

Dettagli

Formula 1. Atti processuali RICORSO AVVERSO L AVVISO DI INTIMAZIONE E CONTESTUALE ISTANZA DI SOSPENSIONE DELL ATTO IMPUGNATO

Formula 1. Atti processuali RICORSO AVVERSO L AVVISO DI INTIMAZIONE E CONTESTUALE ISTANZA DI SOSPENSIONE DELL ATTO IMPUGNATO Formula 1 27 FORMULA 1 RICORSO AVVERSO L AVVISO DI INTIMAZIONE E CONTESTUALE ISTANZA DI SOSPENSIONE DELL ATTO IMPUGNATO COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI... Ricorso avverso l avviso di intimazione

Dettagli

Ipoteche e fermi amministrativi dei concessionari di riscossione: giurisdizione e competenza nela tutela giurisdizionale

Ipoteche e fermi amministrativi dei concessionari di riscossione: giurisdizione e competenza nela tutela giurisdizionale Ipoteche e fermi amministrativi dei concessionari di riscossione: giurisdizione e competenza nela tutela giurisdizionale di Francesco Mingiardi e Luigi Patricelli Sommario: 1. La Giurisdizione - 2. La

Dettagli

Procedimenti Speciali previsti nel Libro IV titolo I c.p.c. anche se proposti nella causa di merito:

Procedimenti Speciali previsti nel Libro IV titolo I c.p.c. anche se proposti nella causa di merito: CONTRIBUTO UNIFICATO Tabella aggiornata al 12 giugno 2012 Processo civile ordinario Valore Processi di valore fino a. 1.100,00. 37,00 Processi di valore superiore a. 1.100,00 e fino a. 5.200,00. 85,00

Dettagli

CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO

CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO 20 CONTRIBUTO UNIFICATO PER L ISCRIZIONE A RUOLO Ove il difensore non indichi il proprio indirizzo P.E.C. e il proprio numero di fax ai sensi degli articoli 125, comma 1, c.p.c., ed il proprio indirizzo

Dettagli

CONTRIBUTO UNIFICATO Tabella aggiornata al 9 gennaio 2013. Processo civile ordinario (1)

CONTRIBUTO UNIFICATO Tabella aggiornata al 9 gennaio 2013. Processo civile ordinario (1) CONTRIBUTO UNIFICATO Tabella aggiornata al 9 gennaio 2013 Processo civile ordinario (1) Valore Processi di valore fino a. 1.100,00. 37,00 Processi di valore superiore a. 1.100,00 e fino a. 5.200,00 Processi

Dettagli

Controversie relative al licenziamento: applicabilità del rito Fornero

Controversie relative al licenziamento: applicabilità del rito Fornero Controversie relative al licenziamento: applicabilità del rito Fornero A cura di CDL Roberto Cristofaro Lo speciale rito Fornero è istituito dalla riforma del lavoro per l utilizzo nelle controversie relative

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN MATERIA DI RISCOSSIONE DEI TRIBUTI (codice )

CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN MATERIA DI RISCOSSIONE DEI TRIBUTI (codice ) Programma corso Pag 1 di 6 Ministero dell economia e delle finanze Scuola superiore dell economia e delle finanze Dipartimento delle scienze Tributarie Destinatari: partecipanti Corso CORSO DI ALTA FORMAZIONE

Dettagli

MEDIAZIONE: PROCEDIMENTO E PROFILI OPERATIVI. di Mariacarla Giorgetti

MEDIAZIONE: PROCEDIMENTO E PROFILI OPERATIVI. di Mariacarla Giorgetti MEDIAZIONE: PROCEDIMENTO E PROFILI OPERATIVI di Mariacarla Giorgetti * * * Sommario: 1. Introduzione (pag. 1). 2. - Le modifiche all art. 17-bis) previste nel maxiemendamento alla legge di stabilità 2014

Dettagli

CENNO SULLE COMUNICAZIONI E SULLE NOTIFICAZIONI DEGLI ATTI:

CENNO SULLE COMUNICAZIONI E SULLE NOTIFICAZIONI DEGLI ATTI: 3 - LA NOTIFICA DEGLI ATTI IMPUGNATI Nello specifico ambito del contenzioso tributario la disciplina della notifica degli atti è affidata ad una serie di norme speciali provenienti dalle legislazioni di

Dettagli

Reclamo e mediazione per le liti tributarie

Reclamo e mediazione per le liti tributarie Reclamo e mediazione per le liti tributarie Art. 17 bis D.Lgs. N. 546/92 Circ. Ag. Entrate n. 9/E del 12 marzo 2012 Circ. Ag. Entrate n. 33 del 3 agosto 2012 Venezia 1 Linee generali Si tratta di un rimedio

Dettagli

WORKSHOP. Analisi delle politiche a sostegno delle Unioni intercomunali e forme di incentivazione

WORKSHOP. Analisi delle politiche a sostegno delle Unioni intercomunali e forme di incentivazione Convenzione tra Regione Siciliana e Formez PA del 23 marzo 2012 POR FSE 2007 2013 Regione Siciliana Asse VII Capacità Istituzionale Progetto AZIONI DI SISTEMA PER LA CAPACITÀ ISTITUZIONALE - LINEA COMUNI

Dettagli

Parte I Normativa sui compensi dell avvocato

Parte I Normativa sui compensi dell avvocato Parte I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 10 marzo 2014, n. 55. Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense ai sensi dell art.13,

Dettagli

Milano Roma. News fiscali e societarie

Milano Roma. News fiscali e societarie Milano Roma News fiscali e societarie Agosto Settembre 2011 FISCALITA PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI La Manovra di Ferragosto A partire dal 17 settembre 2011 sono entrate in vigore le novità introdotte dal

Dettagli

DISPOSIZIONI URGENTI PER LA STABILIZZAZIONE FINANZIARIA D.P.R. 30 MAGGIO 2002, N. 115

DISPOSIZIONI URGENTI PER LA STABILIZZAZIONE FINANZIARIA D.P.R. 30 MAGGIO 2002, N. 115 DISPOSIZIONI URGENTI PER LA STABILIZZAZIONE FINANZIARIA D.L. 6 luglio 2011, n. 98, in G.U. n. 155 del 6 luglio 2011 Si riportano le modifiche introdotte dall art. 37 al: - D.P.R. 30 maggio 2002, n. 115

Dettagli

Il contenzioso. tributario G6.1. G6.1 La tutela giurisdizionale. G6.2 Il processo tributario. G6.3 I mezzi per evitare il contenzioso G6.

Il contenzioso. tributario G6.1. G6.1 La tutela giurisdizionale. G6.2 Il processo tributario. G6.3 I mezzi per evitare il contenzioso G6. Il sistema italiano unità 6 G6 unità 1 2 3 4 5 6 G6.1 La tutela giurisdizionale in materia di contenzioso G6.2 Il processo G6.3 I mezzi per evitare il contenzioso Il contenzioso G6.1 La tutela giurisdizionale

Dettagli

Notifica di un avviso di accertamento o di un avviso di rettifica e liquidazione Panorama delle possibili strade percorribili per il contribuente

Notifica di un avviso di accertamento o di un avviso di rettifica e liquidazione Panorama delle possibili strade percorribili per il contribuente 2522 PROCEDURE Notifica di un avviso di accertamento o di un avviso di rettifica e liquidazione Panorama delle possibili strade percorribili per il contribuente di Francesco Ciuffarella (*) ed Emanuele

Dettagli

IL PROCEDIMENTO GIUDIZIALE SPECIFICO: IL CD. RITO FORNERO

IL PROCEDIMENTO GIUDIZIALE SPECIFICO: IL CD. RITO FORNERO IL PROCEDIMENTO GIUDIZIALE SPECIFICO: IL CD. RITO FORNERO La Riforma Fornero (L. n. 92/2012) introduce importanti novità in tema di licenziamenti e del processo del lavoro, delineando all art. 1 commi

Dettagli

In particolare, la circolare prevede che l'istanza è improponibile, ad esempio, in caso di impugnazioni:

In particolare, la circolare prevede che l'istanza è improponibile, ad esempio, in caso di impugnazioni: Presupposti e modalità operative della mediazione tributaria Se l'istanza è improponibile, i 30 giorni per costituirsi in giudizio decorrono dalla presentazione del "ricorso con istanza", ossia dalla sua

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte Prima TUTELA CAUTELARE E GIURISDIZIONE CONTABILE

INDICE SOMMARIO. Parte Prima TUTELA CAUTELARE E GIURISDIZIONE CONTABILE Presentazione.................................. XIII Parte Prima TUTELA CAUTELARE E GIURISDIZIONE CONTABILE CAPITOLO I L INQUADRAMENTO DELLA TUTELA CAUTELARE NELL AMBITO DEI GIUDIZI INNANZI ALLA CORTE

Dettagli

LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Come noto, a decorrere dall 1.1.2011, è stato introdotto, ad opera dell art. 31, comma

Dettagli

CIRCOLARE N. 34/E. OGGETTO: Riconoscimento delle eccedenze di imposta a credito maturate in annualità per le quali le dichiarazioni risultano omesse

CIRCOLARE N. 34/E. OGGETTO: Riconoscimento delle eccedenze di imposta a credito maturate in annualità per le quali le dichiarazioni risultano omesse CIRCOLARE N. 34/E Direzione Centrale Affari legali e Contenzioso Settore Strategie Difensive Ufficio contenzioso imprese e lavoratori autonomi Direzione centrale Accertamento Settore Grandi contribuenti

Dettagli

Indice sommario Capitolo 1 La domanda

Indice sommario Capitolo 1 La domanda Indice sommario Presentazione............................................. V Struttura e contenuto dell opera................................... XV Abbreviazioni e riferimenti.....................................

Dettagli

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA Dott. Pasquale SAGGESE Dottore commercialista, Ricercatore area fiscale IRDCEC 1 Il reclamo e la mediazione tributaria 1 Modena, 10 settembre 2013 L ART. 39, CO. 9

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE CONTRIBUTO UNIFICATO PER I GIUDIZI IN MATERIA CIVILE, DI LAVORO, AMMINISTRATIVA E TRIBUTARIA SCHEMA IMPORTI DOVUTI AL 27 Ottobre 2014 ATTENZIONE: 1. La presente Tabella non può ritenersi esaustiva di tutte

Dettagli

IL PROCESSO AMMINISTRATIVO (aggiornato alla L. 205/2000)

IL PROCESSO AMMINISTRATIVO (aggiornato alla L. 205/2000) IL PROCESSO AMMINISTRATIVO (aggiornato alla L. 205/2000) LA GIURISDIZIONE CFR. CORTE COSTITUZIONALE, 6 LUGLIO 2004, N. 204 (reperibile su www.cortecostituzionale.it ): illegittimità costituzionale dell

Dettagli

IL PROCESSO TRIBUTARIO

IL PROCESSO TRIBUTARIO IL PROCESSO TRIBUTARIO Prof. Francesco Tundo 29 ottobre 2014 Rinvio generale e formale al c.p.c. L art. 1 co. 2 d.lgs. n. 546/92 stabilisce che i giudici tributari applicano le norme del suddetto decreto

Dettagli

Fiscal News N. 57. Processo tributario. Inammissibilità extrema ratio. La circolare di aggiornamento professionale 21.02.2014. Conferimento incarico

Fiscal News N. 57. Processo tributario. Inammissibilità extrema ratio. La circolare di aggiornamento professionale 21.02.2014. Conferimento incarico Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 57 21.02.2014 Processo tributario. Inammissibilità extrema ratio Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Nel processo tributario,

Dettagli

L iscrizione di un ipoteca su un immobile a seguito di somme non pagate relative a sanzioni amministrative per violazioni al C.d.

L iscrizione di un ipoteca su un immobile a seguito di somme non pagate relative a sanzioni amministrative per violazioni al C.d. L iscrizione di un ipoteca su un immobile a seguito di somme non pagate relative a sanzioni amministrative per violazioni al C.d.S- problemi procedurali Come è noto l ipoteca è un diritto reale di garanzia

Dettagli

IL CONTENZIOSO TRIBUTARIO

IL CONTENZIOSO TRIBUTARIO IL CONTENZIOSO TRIBUTARIO IL PROCESSO TRIBUTARIO CENNI SULL EVOLUZIONE STORICA La giurisdizione in materia di controversie tributarie è affidata ad un giudice speciale: le Commissioni Tributarie. Esse

Dettagli

CIRCOLARE n. 11/2015 1

CIRCOLARE n. 11/2015 1 CIRCOLARE n. 11/2015 1 Milano, 11 novembre 2015 Oggetto: Riforma della riscossione - Novità del D.Lgs. 24.9.2015 n. 150 Premessa Con il DLgs. 24.9.2015 n. 159, pubblicato sul S.O. n. 55 alla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012,

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, RIFORMA DELLA LEGGE PINTO Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, riforma la legge Pinto (L. n. 89/2001) per l indennizzo per la durata del processo. Le nuove disposizioni

Dettagli

Diritto tributario italiano Reclamo e mediazione tributaria

Diritto tributario italiano Reclamo e mediazione tributaria Diritto tributario italiano Reclamo e mediazione tributaria 7 Roberto Ingrassia Studio Legale Tributario Marino e Associati, Milano Un concreto strumento deflattivo per la limitazione del contenzioso tributario?

Dettagli

COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE E DELL AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA

COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE E DELL AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA COMUNE DI CARUGATE Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE E DELL AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA Approvato con delibera di C.C. n. 10 del 10.02.1999 INDICE

Dettagli

INDICE SOMMARIO. pag. Prefazione alla settima edizione... Prefazione alla prima edizione...

INDICE SOMMARIO. pag. Prefazione alla settima edizione... Prefazione alla prima edizione... INDICE SOMMARIO Prefazione alla settima edizione............................ Prefazione alla prima edizione............................. pag. VII IX 1. IL PROCESSO DEL LAVORO: L AMBITO DI APPLICAZIONE

Dettagli