IASMA Notizie DIFESA DA TICCHIOLATURA, OIDIO E AFIDI IN PRE E POST FIORITURA TICCHIOLATURA FRUTTICOLTURA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IASMA Notizie DIFESA DA TICCHIOLATURA, OIDIO E AFIDI IN PRE E POST FIORITURA TICCHIOLATURA FRUTTICOLTURA"

Transcript

1 IASMA Notizie FRUTTICOLTURA Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige n. 4 IASMA Notizie - n Anno VIII - Taxe payée/tassa riscossa - TN-CPO - Dir. editoriale: Giovanni Gius - Dir. responsabile: Michele Pontalti - San Michele all Adige, Via E. Mach 1 - Aut. Tribunale TN n del DIFESA DA TICCHIOLATURA, OIDIO E AFIDI IN PRE E POST FIORITURA TICCHIOLATURA L annata 2008 è stata certamente molto difficile per quanto riguarda la difesa dalla ticchiolatura. Tutta la stagione, infatti, si è caratterizzata per un andamento meteorologico particolarmente favorevole alla malattia e per problemi nella gestione della difesa a causa dei lunghi periodi di pioggia, al dilavamento dei prodotti e alla difficoltà, in molti casi, ad accedere ai fondi per fare tempestivamente i trattamenti. Il risultato è stato che molti frutteti, nel corso della stagione, presentavano percentuali d attacco variabili da caso a caso, a volte, anche di una certa entità. Durante l inverno le condizioni climatiche sono state favorevoli alla conservazione e alla maturazione delle spore di ticchiolatura per cui c è da aspettarsi un consistente inoculo, già nelle prime fasi della campagna 2009, che potrebbe favorire lo sviluppo di forti infezioni primarie. Per questo è importante che i frutticoltori affrontino, fin dall inizio, la difesa con cura e attenzione perché anche un leggero attacco precoce, potrebbe essere assai pericoloso, specialmente in caso di andamento meteorologico primaverile favorevole alla malattia. L obiettivo principale di tutta la campagna di difesa dalla ticchiolatura, rimane quello di sempre e cioè di arrivare alla fine del periodo delle infezioni primarie con i frutteti esenti o quasi, da macchie di ticchiolatura. Questa è una condizione indispensabile per il successo nella difesa da questa malattia e consente di semplificare poi, la gestione della campagna fino alla raccolta. La strategia d intervento, che offre le maggiori garanzie di successo ed è ormai consolidata da anni di esperienza, si basa sull utilizzo di pro-

2 2 IASMA Notizie dotti ad azione preventiva, posizionati subito prima di eventuali piogge infettanti, integrati, in caso di necessità, da trattamenti curativi con prodotti ad azione retroattiva, in grado cioè di bloccare l infezione entro un certo numero di ore dal suo inizio. INTERVENTI PREVENTIVI Vanno posizionati, come si è detto, possibilmente, poco prima della pioggia. Per fare questo è fondamentale avvalersi delle previsioni meteo. Si consiglia di fare riferimento a quelle locali che sono generalmente più precise e attendibili, consultando frequentemente servizi previsionali come Meteotrentino (segreteria telefonica 0461/238939; self fax 0461/237089; SMS inviando meteo ; sito web www. provincia.tn.it/meteo ) oppure il servizio meteo di Arabba (segreteria telefonica 0436/780007; self fax 0436/780008; sito web ) o altri. La persistenza di un trattamento fatto con prodotti preventivi dipende dall accrescimento vegetativo e dalla quantità di pioggia caduta dopo il trattamento. La velocità con cui avanza lo sviluppo fogliare delle piante determina i giorni di copertura da attribuire ad un trattamento preventivo: di solito si attribuiscono 4 giorni di copertura (dal momento del trattamento) nelle prime fasi vegetative e fino all approssimarsi della fioritura, poi 3 giorni nel periodo di maggior crescita fogliare per tornare, di nuovo, a 4 giorni man mano che ci si avvicina alla fine del periodo delle infezioni primarie. Una volta fuori dal periodo delle infezioni primarie, la copertura attribuita ai trattamenti preventivi può variare, in situazioni normali, dalle 2 alle 3 settimane. Le forti piogge possono ridurre la persistenza e l efficacia di un trattamento preventivo perché possono dilavare parzialmente o completamente i prodotti impiegati. Di solito si calcola che dopo mm di pioggia (secondo il tipo di prodotto) il trattamento sia stato dilavato. I prodotti preventivi ammessi dal protocollo 2009 per la difesa dalla ticchiolatura sono: Prodotti rameici Dithianon Dodina Ditiocarbammati (Mancozeb, Metiram) Captano Trifloxystrobin (Flint) Pyraclostrobin+Boscalid (Bellis) Polisolfuro di calcio Caratteristiche e strategia d impiego dei principali prodotti preventivi: Prodotti rameici Si impiegano prevalentemente nei trattamenti precoci di inizio stagione a dosi variabili da 100 a 250 g/hl a seconda del formulato. Dopo quest epoca, il loro utilizzo è sconsigliato (almeno per le varietà soggette a rugginosità). I prodotti a base di rame, in concomitanza con forti abbassamenti termici e specialmente se miscelati con olio minerale, possono dare problemi di fitotossicità. Dithianon Rimane uno dei prodotti preventivi più affidabili e versatili perché impiegabile, senza restrizioni, per tutta la stagione e su tutte le varietà. Inoltre si miscela bene con la maggior parte dei formulati. Va utilizzato a dosaggi variabili dai 30 ai 50 g/hl a seconda del momento d impiego, delle cadenze adottate nei trattamenti e dell andamento meteorologico. Dodina Questo p.a. è un buon preventivo antiticchiolatura, purtroppo la scarsa miscibilità con altri prodotti e il rischio che su Golden Delicious possa avere interferenza sulla rugginosità, ne limitano molto l impiego. Per i formulati in polvere al 65% di p.a. le dosi d impiego sono di g/hl; per quelli liquidi o Flow, consultare le dosi in etichetta.

3 IASMA Notizie 3 Ditiocarbammati I p.a. ammessi dal protocollo 2009 sono Mancozeb e Metiram però possono essere impiegate anche eventuali scorte di Ziram e Propineb presenti in azienda. Thiram (TMTD), invece, è ammesso solo per l alternaria. Il limite massimo di trattamenti/anno effettuabile, in base al protocollo 2009, con questi prodotti, è stato ridotto da 7 a 5; inoltre è stato inserito il vincolo di concludere gli interventi con ditiocarbammati entro il 15 giugno. Non si consiglia l utilizzo di ditiocarbammati nei momenti di maggiore pericolosità della malattia perché, in condizioni critiche, la loro efficacia non sempre si è dimostrata soddisfacente. Captano Ottimo prodotto preventivo. Può essere vantaggiosamente impiegato per la difesa della Golden Delicious nel periodo post-fiorale in quanto gli si attribuisce anche una certa azione cosmetica. Può essere utilizzato anche su Gala, Granny Smith, Fuji, Cripps Pink e altre cultivar, mentre su varietà quali Delicious rosse, Renetta Canada, Stayman, Braeburn, fino a giugno inoltrato potrebbe provocare qualche problema di fitotossicità, soprattutto se fatto in miscela con Zolfo. È importante distanziare i trattamenti con Captano di almeno 15 giorni da eventuali interventi con olio minerale. Il protocollo permette, con questo p.a., un numero massimo di 4 trattamenti/anno su Golden Delicious, Pinova, Pink Lady, Gala, Jonagold, Elstar, Granny Smith, Fuji, Braeburn e su Red Delicious se inserita come impollinante mentre per le cultivar non comprese in questo elenco, i trattamenti consentiti sono solo 2. Strobilurine I prodotti ammessi dal protocollo sono il Trifloxystrobin (es. Flint) e il Pyraclostrobin + Boscalid (Bellis). Il Kresoxym-methyl (Stroby WG) è ammesso solo ai fini dell esaurimento delle giacenze presenti in azienda. Bellis dovrà essere impiegato, preferibilmente, nell ambito di una strategia congiunta ticchiolatura-alternaria e come prodotto interessante per i trattamenti di pre raccolta. Flint e Stroby è meglio utilizzarli all infuori dei periodi più critici per la ticchiolatura. Alle Strobilurine si può attribuire anche una azione collaterale antioidica. Dosi d impiego: Flint g/hl; Stroby WG g/hl; Bellis g/hl; Il protocollo prevede un numero massimo di 3 trattamenti/anno con Strobilurine. INTERVENTI CURATIVI È necessario intervenire con prodotti curativi ogni volta che un'infezione riesce a penetrare nella pianta. Questo può avvenire principalmente quando: la nuova vegetazione, al momento dell infezione, non è sufficientemente coperta da un trattamento preventivo fatto in precedenza il fungicida preventivo è stato dilavato Dalla partenza vegetativa fino alla fioritura compresa, i prodotti curativi da impiegare sono le Anilinopirimidine (Scala e Chorus). Questi due prodotti hanno una retroattività di circa 72 ore dall inizio dell infezione. Hanno inoltre la caratteristica di essere efficaci anche con basse temperature e per questo il loro utilizzo è importante in un periodo come la prefioritura nel quale spesso il fattore limitante per l azione dei prodotti curativi, sono proprio le basse temperature. In caso di eccezionali ritorni di freddo, l impiego delle anilinopirimidine può essere trascinato fino alla fase di postfioritura. Il protocollo prevede al massimo 3 interventi all anno con Anilinopirimidine. Dopo la fioritura, per curare le infezioni di ticchiolatura, si impiegano gli IBE (Inibitori dello Sterolo) e tra questi il p.a. che offre le maggiori

4 4 IASMA Notizie garanzie di successo è il Difenconazolo (Score 10 WG; Score 25 EC). Questo p.a. ha una retroattività di 96 ore dall inizio dell infezione. Perché il prodotto possa essere assorbito ed esplicare al meglio la sua attività, la temperatura deve essere superiore ai C. Il protocollo prevede di poter effettuare complessivamente 6 interventi/anno con IBE (compresi anche quelli fatti per l oidio). Si consiglia di impiegare i prodotti retroattivi (Anilinopirimidine e IBE) in miscela con un prodotto preventivo di contatto. OIDIO Questa crittogama desta da qualche anno maggiori preoccupazioni rispetto al passato perché sembra essere più aggressiva e invadente. La malattia ha una pericolosità diversa a seconda delle zone (le zone di fondovalle sono in genere, meno problematiche mentre le zone collinari, asciutte, ben ventilate sono molto più soggette allo sviluppo dell oidio) e delle varietà (Gala, Morgenduft, Renetta Canada, Cripps Pink, Braeburn, Elstar, Idared, Jonagold e Pinova sono assai sensibili; Golden, Granny Smith, Winesap hanno una media sensibilità; le Red Delicious sono poco sensibili). La difesa dall oidio va attuata con mezzi agronomici e chimici. I mezzi agronomici consistono, essenzialmente, nell eliminazione, durante la potatura invernale, del legno infetto e nell asportazione sistematica e periodica, durante il periodo primaverile ed estivo, dei germogli colpiti da mal bianco. Con questo tipo di interventi già si può ridurre la pressione infettiva della malattia in maniera sostanziale e si possono porre i presupposti per un risultato migliore della difesa chimica. Per quanto riguarda gli interventi chimici, il protocollo 2009, prevede la possibilità di impiegare i seguenti prodotti: Zolfo Inibitori dello Sterolo Bupirimate (Nimrod 250 EW, ecc.) Quinoxifen (Arius) Trifloxystrobin (Flint) Pyraclostrobin + Boscalid (Bellis) La strategia degli interventi dovrà essere calibrata in base al grado di rischio della zona e all aggressività della malattia: zone a basso rischio: possono essere sufficienti interventi cadenzati con Zolfo (per le varietà che lo tollerano) affiancati, in determinati momenti critici, da eventuali trattamenti con prodotti antioidici specifici (es. Bupirimate, Quinoxifen, IBE). zone a rischio elevato e varietà più sensibili all oidio: si propone di eseguire da 1 a 2 interventi in pre-fioritura, a partire dalla fase di mazzetti differenziati, con antioidici specifici seguiti, dalla fase di post-fioritura in poi, da interventi con IBE cadenzati secondo necessità. Anche lo Zolfo potrà essere inserito in questa strategia ad integrazione dei trattamenti con prodotti specifici. Per quanto riguarda il suo eventuale impiego su varietà poco tolleranti verso questo p.a., si rimanda alle strategie proposte, a livello di zona, dai tecnici sul territorio. Caratteristiche dei principali antioidici: Zolfo Lo Zolfo bagnabile esplica al meglio la sua attività antioidica in un intervallo di temperature compreso tra 15 e 25 C: sotto i 15 C l azione è scarsa mentre sopra i 25 C potrebbero esserci problemi di fitotossicità. Alcune varietà (Red Delicious, Granny Smith, Renetta Canada, Winesap, Braeburn) tollerano poco lo Zolfo, specialmente in post fioritura. Oggi esistono in commercio degli zolfi con una formulazione particolare, liquida (es. Thiopron) che garantiscono una maggior efficacia ed una migliore resistenza al dilavamento.

5 IASMA Notizie 5 È importante distanziare di circa 8-10 giorni i trattamenti con zolfi da eventuali trattamenti con olio minerale. Lo Zolfo esplica anche una valida azione collaterale contro gli eriofidi. Bupirimate La collocazione ideale di questo prodotto è in pre-fioritura, fino alla fase di inizio bottoni rosa. È preferibile non impiegarlo in post fioritura sulle varietà sensibili alla rugginosità. Non utilizzarlo sulla varietà Morgenduft (rischio fitotossicità). Inibitori dello Sterolo I fattori limitanti per l impiego di questi prodotti sono la temperatura (che deve essere almeno superiore ai C) e la presenza di una certa superficie fogliare in grado di assorbirli (da bottoni rosa in poi). Si consiglia di impiegare IBE dotati di una efficace azione antioidica come ad esempio: Penconazolo (Topas 10 WDG, Topas 200 EW, ecc.), Tetraconazolo (Domark 40 EW, ecc.), Myclobutanil (Systhane 4.5 Plus, Thiocur Forte, ecc.) e altri. Si ricorda che il protocollo prevede la possibilità di effettuare un numero massimo di 6 trattamenti/anno con IBE (compresi anche quelli fatti per la ticchiolatura). Quinoxifen È un antioidico preventivo che agisce inibendo la germinazione dei conidi. Ha una buona persistenza d azione in quanto può ridistribuirsi, in fase di vapore, sulla vegetazione trattata. Massimo 3 interventi/anno. DIFESA AFICIDA PRE-FIORALE Nella fase di pre-fioritura gli afidi sono gli insetti che meritano maggiormente la nostra attenzione ed in particolare l afide cenerognolo che è il più pericoloso. È fondamentale attuare una buona strategia di difesa in questa fase perché questo ci permette di porre le migliori premesse per il successo della difesa aficida per tutta la stagione. Il trattamento aficida pre-fiorale va collocato circa alla fase di inizio bottoni rosa. Prodotti proposti: principio attivo prodotto commerciale dose restrizioni Flonicamid Teppeki 140 gr/ettaro (9,3 g/hl per 15 hl/ha di miscela) Pirimicarb Pirimor 17,5 200 g/hl Azadiractina NeemAzal-T/S Oikos 200 g/hl 100 g/hl max 1 tratt. all anno Teppeki: è un prodotto sistemico. Dopo 3 ore dal trattamento, con condizioni favorevoli, si considera completamente assorbito e non è più dilavabile. NeemAzal e Oikos sono impiegabili anche in agricoltura biologica. DIFESA AFICIDA IN POST- FIORITURA Terminata la fioritura ed una volta allontanati dai frutteti gli alveari utilizzati per l impollinazione, si procede al trattamento aficida postfiorale. Qui si illustra la sola strategia contro gli

6 6 IASMA Notizie afidi, senza tenere conto degli interventi insetticidi di post fioritura contro ricamatori, larve, ecc. che saranno oggetto di una ulteriore specifica circolare tecnica. Prodotti proposti: principio attivo prodotto commerciale dose restrizioni Imidacloprid Confidor 200 SL, Kohinor 200, Warrant SL cc/hl (1) Acetamiprid Epik 100 g/hl (1) Thiamethoxam Actara g/hl (1) Azadiractina NeemAzal-T/S Oikos 200 g/hl 100 g/hl (1) tutti questi prodotti fanno parte del gruppo dei Neonicotinoidi per i quali è prevista la possibilità di effettuare, complessivamente, 1 unico trattamento all anno. TUTELA DELLE API Si richiama l attenzione dei frutticoltori sul massimo rispetto delle norme di legge e sulle corrette pratiche di campagna, a tutela delle api ed in particolare: divieto di effettuare trattamenti insetticidi, acaricidi e diserbanti durante la fioritura e per tutto il periodo di presenza delle arnie nei frutteti. Nell esecuzione dei trattamenti ammessi in fioritura (fungicidi, fitoregolatori, ecc.), cercare di non intervenire nelle ore di massimo volo delle api e rispettare il più possibile le postazioni degli alveari in campagna evitando di colpirli direttamente con il trattamento. Effettuare lo sfalcio dell interfilare, se sono presenti erbe in fiore, per evitare i rischi di contaminazione delle api ma anche per togliere la concorrenza con i fiori di melo e migliorare quindi l efficienza dell impollinazione. È fondamentale effettuare questa operazione al mattino presto o alla sera: procedere allo sfalcio con i fiori aperti e nelle ore centrali del giorno, comporterebbe un vero e proprio sterminio di api. IMPORTANTE Dal 27 marzo 2009 è entrata in vigore l ultima riorganizzazione dei Codici di Avviamento Postale. Al fine di provvedere quanto prima ad aggiornare i nostri indirizzari, sia per consentire a Poste Italiane di offrire un servizio di recapito più preciso e veloce, sia per recepire i cambiamenti della toponomastica del territorio nazionale e provinciale, chiediamo la vostra collaborazione nel controllare l indirizzo con il quale vi viene recapitato IASMA Notizie e nel segnalarci qualsiasi eventuale inesattezza o variazione: nel CAP, nella sigla della provincia, nella denominazione di comuni, frazioni, strade, numeri civici. Potete inviare una a oppure telefonare, al mattino, a Vania Caneppele

IASMA Notizie OIDIO DELLA VITE VITICOLTURA

IASMA Notizie OIDIO DELLA VITE VITICOLTURA IASMA Notizie VITICOLTURA Notiziario tecnico del Centro per l Assistenza Tecnica della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige 5 maggio 2008 n. 4 IASMA Notizie - n. 2 - Anno VII

Dettagli

IASMA Notizie. Cocciniglie. Corineo e batteriosi ORTOFLOROFRUTTICOLTURA

IASMA Notizie. Cocciniglie. Corineo e batteriosi ORTOFLOROFRUTTICOLTURA IASMA Notizie ORTOFLOROFRUTTICOLTURA Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige n. 8 IASMA Notizie - n. 21 - Anno VIII

Dettagli

IASMA Notizie PERONOSPORA E OIDIO 2014 VITICOLTURA

IASMA Notizie PERONOSPORA E OIDIO 2014 VITICOLTURA IASMA Notizie VITICOLTURA n. Stampato su carta certificata Ecolabel prodotta dalla cartiera Mondi EU Ecolabel: AT/11/001 Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund

Dettagli

IASMA Notizie. Oidio della fragola in coltura protetta e patogeni fungini del mirtillo. Oidio della fragola (mal bianco) in coltura protetta

IASMA Notizie. Oidio della fragola in coltura protetta e patogeni fungini del mirtillo. Oidio della fragola (mal bianco) in coltura protetta IASMA Notizie PICCOLI FRUTTI e ortaggi Stampato su carta certificata Ecolabel prodotta dalla cartiera Mondi EU Ecolabel: AT/11/001 Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione

Dettagli

CORSO DI ORTO-FLORO FRUTTICULTURA LA COLTURA/CULTURA DEL VERDE

CORSO DI ORTO-FLORO FRUTTICULTURA LA COLTURA/CULTURA DEL VERDE CORSO DI ORTO-FLORO FRUTTICULTURA LA COLTURA/CULTURA DEL VERDE 2 a lezione Le malattie delle piante relatore: Davide Mondino Dottore Agronomo L Agrotecnico Cuneo Ronchi Via Basse di Chiusano 23 davidemondino@lagrotecnico.it

Dettagli

Situazione e gestione della resistenza ai fungicidi antioidici

Situazione e gestione della resistenza ai fungicidi antioidici M. COLLINA Centro di Fitofarmacia Dipartimento di Scienze Agrarie Situazione e gestione della resistenza ai fungicidi antioidici Incontro tecnico Vite: Problemi fitosanitari e strategie di difesa 27 febbraio,

Dettagli

Le previsioni di produzione di mele per la stagione 2015/2016

Le previsioni di produzione di mele per la stagione 2015/2016 Le previsioni di produzione di mele per la stagione 2015/2016 - Comunicato stampa di Assomela Giovedì 06 agosto 2015 La situazione nell Unione Europea Come ogni anno, i produttori di mele europei si sono

Dettagli

Oidio e black rot. Linea di protezione Syngenta

Oidio e black rot. Linea di protezione Syngenta Oidio e black rot Linea di protezione Syngenta Il fungicida di ultima generazione contro l oidio Cidely è il nuovo antioidico di Syngenta dotato di caratteristiche uniche e innovative che lo rendono uno

Dettagli

TICCHIOLATURA DEL MELO (Venturia inaequalis)

TICCHIOLATURA DEL MELO (Venturia inaequalis) Schema TICCHIOLATURA DEL MELO () 1. classificazione 2. sintomi A. su foglie B. su fiori C. su frutti 3. ciclo (biologia ed epidemiologia) 4. lotta classificazione CLASSIFICAZIONE Ordine Ascomycetes foto

Dettagli

CONTROLLO DELLE PRINCIPALI AVVERSITÀ FUNGINE DEL VIGNETO. Angera, 23 Gennaio 2010

CONTROLLO DELLE PRINCIPALI AVVERSITÀ FUNGINE DEL VIGNETO. Angera, 23 Gennaio 2010 CONTROLLO DELLE PRINCIPALI AVVERSITÀ FUNGINE DEL VIGNETO. Angera, 23 Gennaio 2010 Laboratorio Fitopatologico SFR c/o Fondazione Minoprio, Azienda con Sistema di Qualità Certificato ISO 9001:2008 Norme

Dettagli

La protezione del melo

La protezione del melo La protezione del melo 7 Lepidotteri, acari ed eriofidi del melo Insetticida-larvicida specifico per il controllo dei lepidotteri di frutta, vite e orticole AFFIRM, a base di emamectina benzoato, è un

Dettagli

S MAP Notizie SINTOMI DEGLI SCOPAZZI DEL MELO. Scopazzi del melo - Apple proliferation. Anno 1 Numero 2 Octobre 2006

S MAP Notizie SINTOMI DEGLI SCOPAZZI DEL MELO. Scopazzi del melo - Apple proliferation. Anno 1 Numero 2 Octobre 2006 S MAP Notizie Scopazzi del melo - Apple proliferation Anno 1 Numero 2 Octobre 2006 Sommario Istituto Agrario di San Michele Centro Sperimentale Via E. Mach 1 38010 San Michele all Adige (TN) SINTOMI DEGLI

Dettagli

OROLOGICO 04/0 /08/2015 /2015 SEGRETERIA TELEFONICA 0364/324077 : 1 MELO 2 VITE 4 PICCOLI FRUTTI

OROLOGICO 04/0 /08/2015 /2015 SEGRETERIA TELEFONICA 0364/324077 : 1 MELO 2 VITE 4 PICCOLI FRUTTI BOLLETTINO AGROMETEOR OROLOGICO OLOGICO N 31 del 04/0 /08/2015 /2015 www.saporidivallecamonica.it uff.agricoltura@cmvallecamonica.bs.it SEGRETERIA TELEFONICA 0364/324077 : 1 MELO 2 VITE 4 PICCOLI FRUTTI

Dettagli

Insetticidi. Rodenticidi PMC Concimi Erbicidi Fungicidi Insetticidi PAB PPO

Insetticidi. Rodenticidi PMC Concimi Erbicidi Fungicidi Insetticidi PAB PPO Rodenticidi PMC Concimi Erbicidi Fungicidi PAB PPO Calypso Protector SE Confidor 200 SL Decis Energy Confidor Oil Decis Jet Oliocin Reldan 22 Lumachicida Mesurol M Plus Insetticida acaricida Spaikil Team

Dettagli

Modalità di azione di ATS Josef Vigl, Centro di Sperimentazione Agraria di Laimburg

Modalità di azione di ATS Josef Vigl, Centro di Sperimentazione Agraria di Laimburg 1/2009 Modalità di azione di ATS Josef Vigl, Centro di Sperimentazione Agraria di Laimburg ATS è l acronimo per tiosolfato di ammonio, con formula chimica (NH 4 ) 2 S 2 O 3. La molecola è stata registrata

Dettagli

IASMA Notizie DIFESA ESTIVA DELL OLIVO

IASMA Notizie DIFESA ESTIVA DELL OLIVO IASMA Notizie OLIVICOLTURA Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige 24 giugno 2011 n. 2 IASMA Notizie n. 28 - Anno

Dettagli

Bollettino di Difesa Integrata obbligatoria

Bollettino di Difesa Integrata obbligatoria del 24-06-2015 Provincia di BOLOGNA Bollettino di Integrata obbligatoria PREVISIONI DEL TEMPO (24/06/15) Un vasto promontorio anticiclonico, in espansione sull europa occidentale manterrà sulla nostra

Dettagli

Alcune malattie fungine dell olivo

Alcune malattie fungine dell olivo Alcune malattie fungine dell olivo Massimo Pilotti CRA- Centro di Ricerca per la Patologia Vegetale ROMA Malattia fungina nota già nel dopoguerra nelle zone di coltivazione meridionali. Segnalazioni del

Dettagli

Avversità della patata. Filippini Paola Ortofrutticola Parma srl

Avversità della patata. Filippini Paola Ortofrutticola Parma srl Avversità della patata Filippini Paola Ortofrutticola Parma srl AVVERSITA PRINCIPALI PATATA Crittogame Peronospora Alternaria Rizoctonia Scabbie (argentea,comune, ecc) Fusarium Cancrena secca Nematodi

Dettagli

Estensione all impiego contro: Plasmopara viticola Venturia pyrina

Estensione all impiego contro: Plasmopara viticola Venturia pyrina Estensione all impiego contro: Plasmopara viticola Venturia pyrina (Fluazinam 500 g/l - SC) Registrazione n 14165 del 05/03/2012 Classificazione CLP Colture malattie autorizzate: Vite da vino (Botrytis

Dettagli

Agricoltura biologica - DIFESA

Agricoltura biologica - DIFESA Agricoltura biologica - DIFESA Tecniche di irrorazione a basso dosaggio di rame per la lotta alla peronospora della vite di Paolo Francesconi, Giuseppe Santagata e Flavio Cantelli Sommario Associazione

Dettagli

Strategie per la riduzione e possibili alternative all utilizzo del rame in agricoltura biologica (ALT.RAMEinBIO) Viticoltura

Strategie per la riduzione e possibili alternative all utilizzo del rame in agricoltura biologica (ALT.RAMEinBIO) Viticoltura Strategie per la riduzione e possibili alternative all utilizzo del rame in agricoltura biologica (ALT.RAMEinBIO) Viticoltura Presentazione Il rame, utilizzato come fungicida e battericida, svolge un ruolo

Dettagli

Presentazione delle prove in AGRICOLTURA BIOLOGICA svolte presso il Centro Sperimentale nel 2012

Presentazione delle prove in AGRICOLTURA BIOLOGICA svolte presso il Centro Sperimentale nel 2012 Presentazione delle prove in AGRICOLTURA BIOLOGICA svolte presso il Centro Sperimentale nel 2012 Markus Kelderer & collaboratori 10.08.2012 1 Contenuto della presentazione Nuovi risultati nell ambito della

Dettagli

Aficidi neonicotinoidi e api

Aficidi neonicotinoidi e api AGROFARMACI/RICERCA Agiscono sugli insetti a livello del sistema nervoso Aficidi neonicotinoidi e api INTRODUZIONE 26 Il rapporto che lega l ape (Apis mellifera Ligustica) e l agroecosistema frutteto da

Dettagli

/03/2015 /2015 SEGRETERIA TELEFONICA 0364/324077 : 1 MELO 2 VITE 4 PICCOLI FRUTTI

/03/2015 /2015 SEGRETERIA TELEFONICA 0364/324077 : 1 MELO 2 VITE 4 PICCOLI FRUTTI BOLLETTINO AGROMETEOR OROLOGICO OLOGICO N 10 del 10/0 /03/2015 /2015 www.saporidivallecamonica.it uff.agricoltura@cmvallecamonica.bs.it SEGRETERIA TELEFONICA 0364/324077 : 1 MELO 2 VITE 4 PICCOLI FRUTTI

Dettagli

Mancata copertura della pianta a seguito di un avvenuta infezione

Mancata copertura della pianta a seguito di un avvenuta infezione PRINCIPALI AVVERSITà FUNGINE DEL MELO TICCHIOLATURA DEL MELO (Venturia inaequalis) L andamento climatico, in particolare quello estivo, di questi ultimi 2 anni ha sensibilmente ridotto il rischio di diffusione

Dettagli

Sperimentazione a supporto del Servizio di Assistenza Tecnica: Filiera Orticola

Sperimentazione a supporto del Servizio di Assistenza Tecnica: Filiera Orticola Sperimentazione a supporto del Servizio di Assistenza Tecnica: Filiera Orticola OBIETTIVI Il presente progetto sperimentale prevedeva l esecuzione di diverse prove di campo, condotte nel 2006, riguardanti

Dettagli

SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA PER LA VITICOLTURA DELL OLTREPO PAVESE

SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA PER LA VITICOLTURA DELL OLTREPO PAVESE PROVINCIA DI PAVIA CO.PRO.VI. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA PER LA VITICOLTURA DELL OLTREPO PAVESE COMUNICATO N. 4 DEL 15/04/2014 ANDAMENTO CLIMATICO E FENOLOGICO Nel corso della settimana le temperature

Dettagli

Annata viticola 2012, recrudescenza delle malattie fungine. Come intervenire?

Annata viticola 2012, recrudescenza delle malattie fungine. Come intervenire? Département fédéral de l'économie DFE Station de recherche Agroscope Changins-Wädenswil ACW Annata viticola 2012, recrudescenza delle malattie fungine. Come intervenire? Pierre-Henri Dubuis 30.11.2012

Dettagli

Concimazione post-raccolta di frutteto e vigneto: un investimento per la qualità dei frutti e dei vini

Concimazione post-raccolta di frutteto e vigneto: un investimento per la qualità dei frutti e dei vini Concimazione post-raccolta di frutteto e vigneto: un investimento per la qualità dei frutti e dei vini Scegliere concimi di elevata qualità ed efficienza La concimazione del vigneto e del frutteto riveste

Dettagli

f u n g i c i d a s i s t e m i c o

f u n g i c i d a s i s t e m i c o fungicida sistemico Vantaggi e benefici Elevata efficacia in campo Azione persistente sui frutti conservati in magazzino Ottimo profilo residuale Brevissimo periodo di carenza sulle drupacee (3 gg) Profilo

Dettagli

Danni insoliti da tripidi sul frutto melo

Danni insoliti da tripidi sul frutto melo Danni insoliti da tripidi sul frutto melo L osservazione e lo studio di sintomi su piante o frutti fa parte delle attività della Sezione Difesa delle Piante presso il Centro per la Sperimentazione Agraria

Dettagli

Alla cortese att.ne di: Gent.mi Soci AAPGI. Oggetto: piralide del bosso e malattie fungine connesse. Lotta obbligatoria.

Alla cortese att.ne di: Gent.mi Soci AAPGI. Oggetto: piralide del bosso e malattie fungine connesse. Lotta obbligatoria. Alla cortese att.ne di: Gent.mi Soci AAPGI Oggetto: piralide del bosso e malattie fungine connesse. Lotta obbligatoria Gentili Soci, da una quindicina di giorni a Roma le siepi di bosso di alcune delle

Dettagli

Linea Ornamentali. Un ampia gamma di soluzioni al servizio delle colture ornamentali

Linea Ornamentali. Un ampia gamma di soluzioni al servizio delle colture ornamentali Linea Ornamentali Un ampia gamma di soluzioni al servizio delle colture ornamentali Prodotti registrati per la difesa delle colture ornamentali Indice 2. Il mondo delle Ornamentali 3. L offerta completa

Dettagli

La Septoriosi del frumento

La Septoriosi del frumento La Septoriosi del frumento Angelo Sarti, ASTRA Innovazione e Sviluppo U.O. Mario Neri Imola (BO) angelo.sarti@astrainnovazione.it La Septoriosi del frumento è una malattia comunemente presente nei nostri

Dettagli

Problemi fitosanitari emergenti Malattie crittogamiche: aggiornamenti delle linee di difesa

Problemi fitosanitari emergenti Malattie crittogamiche: aggiornamenti delle linee di difesa Problemi fitosanitari emergenti Malattie crittogamiche: aggiornamenti delle linee di difesa Ivan Ponti (S.F.R.), Mauro Boselli (S.F.R.), Gianluigi Spada (C.A.T.E.V.). Principali malattie crittogamiche

Dettagli

COME VALUTARE IL GRADO DI INFESTAZIONE DA VARROA NEGLI ALVEARI

COME VALUTARE IL GRADO DI INFESTAZIONE DA VARROA NEGLI ALVEARI IASMA Notizie Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige Stampato su carta certificata Ecolabel prodotta dalla cartiera

Dettagli

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010 22 febbraio 2011 Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010 L Istat rende disponibili, per l annata agraria 2009-2010, i principali risultati dell indagine

Dettagli

La muffa grigia della rosa. difesa durante la coltivazione e in post-raccolta

La muffa grigia della rosa. difesa durante la coltivazione e in post-raccolta La muffa grigia della rosa difesa durante la coltivazione e in post-raccolta Carlo Pasini CRA - Istituto Sperimentale per la Floricoltura e-mail: c.pasini@istflori.it micelio e conidiofori di Botrytis

Dettagli

BOLLETTINO TECNICO N. 15 del 26 MAGGIO 2010

BOLLETTINO TECNICO N. 15 del 26 MAGGIO 2010 PROVINCIA DI RAVENNA - ASSESSORATO AGRICOLTURA BOLLETTINO TECNICO AGROMETEOROLOGICO E DI PRODUZIONE INTEGRATA a cura del COMITATO PROVINCIALE per il COORDINAMENTO dei SERVIZI BOLLETTINO TECNICO N. 15 del

Dettagli

RISULTATI SPERIMENTAZIONE BIENNALE SUL CONTROLLO DEL PATOGENO. Franco Cioni. www.betaitalia.it

RISULTATI SPERIMENTAZIONE BIENNALE SUL CONTROLLO DEL PATOGENO. Franco Cioni. www.betaitalia.it RISULTATI SPERIMENTAZIONE BIENNALE SUL CONTROLLO DEL PATOGENO Franco Cioni Passo Segni (BO) 30 agosto 2012? BREVE PREMESSA Beta svolge un attività sperimentale sulla barbabietola da zucchero al fine di

Dettagli

Fa per due, fa per te

Fa per due, fa per te NOVITà REVUS TOP Fa per due, fa per te per patata e pomodoro Massima efficacia su peronospora Massima efficacia su alternaria Orticoltura Valore Sementi Agrofarmaci Insetti ausiliari e impollinatori Servizi

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Linee tecniche di DIFESA INTEGRATA per l anno 2015 NORME GENERALI Le Linee Tecniche di difesa integrata predisposte dalla Provincia Autonoma di Trento e approvato dal Gruppo

Dettagli

I fruttiferi in Friuli VG Difesa da patogeni

I fruttiferi in Friuli VG Difesa da patogeni I fruttiferi in Friuli VG Difesa da patogeni Tavagnacco 23 marzo 2012 Prof.Ruggero Osler Università di Udine Iniziativa Comune di Tavagnacco Dr. Lorenzo Beltrame I fruttiferi considerati Pomacee: Melo,

Dettagli

CORRETTA APPLICAZIONE DEI PRODOTTI FITOSANITARI. Brescia, 01 febbraio 2008

CORRETTA APPLICAZIONE DEI PRODOTTI FITOSANITARI. Brescia, 01 febbraio 2008 CORRETTA APPLICAZIONE DEI PRODOTTI FITOSANITARI Brescia, 01 febbraio 2008 SCELTA DEL PRODOTTO Modo d azione della s.a. Caratteristiche del formulato Formulazione Coadiuvanti DISTRIBUZIONE Copertura della

Dettagli

BOLLETTINO TECNICO N. 11 del 15 APRILE 2009

BOLLETTINO TECNICO N. 11 del 15 APRILE 2009 PROVINCIA DI RAVENNA - ASSESSORATO AGRICOLTURA BOLLETTINO TECNICO AGROMETEOROLOGICO E DI PRODUZIONE INTEGRATA a cura del COMITATO PROVINCIALE per il COORDINAMENTO dei SERVIZI BOLLETTINO TECNICO N. 11 del

Dettagli

Bollettino Agrometeorologico Viticoltura

Bollettino Agrometeorologico Viticoltura Viale Bornata 11 25123 Brescia tel 3.362285-3677 assistenzatecnica@centrovitivinicoloprovinciale.it Bollettini e schede del Manuale di Viticoltura del CVP su: www.centrovitivinicoloprovinciale.it - BOLLETTINO

Dettagli

Si raccomanda di porre la massima attenzione al tempo di carenza dei prodotti utilizzati.

Si raccomanda di porre la massima attenzione al tempo di carenza dei prodotti utilizzati. PROVINCIA DI RAVENNA - ASSESSORATO AGRICOLTURA BOLLETTINO TECNICO AGROMETEOROLOGICO E DI PRODUZIONE INTEGRATA a cura del COMITATO PROVINCIALE per il COORDINAMENTO dei SERVIZI BOLLETTINO TECNICO N. 22 del

Dettagli

QUADERNO DI DI CAMPAGNA PER PER LA LA PRODUZIONE INTEGRATA 2010

QUADERNO DI DI CAMPAGNA PER PER LA LA PRODUZIONE INTEGRATA 2010 Cooperativa Ortofrutticola Alta Valtellina Cooperativa Ortofrutticola Ponte in Valtellina PROVINCIA DI SONDRIO Cooperativa Frutticoltori Villa di Tirano QUADER DI DI CAMPAGNA PER PER LA LA PRODUZIONE INTEGRATA

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE INTEGRATA MELO, SUSINO E ACTINIDIA 2015

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE INTEGRATA MELO, SUSINO E ACTINIDIA 2015 IASMA Notizie IASMA Notizie FRUTTICOLTURA n. Stampato su carta certificata Ecolabel prodotta dalla cartiera Mondi EU Ecolabel: AT/11/001 Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione

Dettagli

Coltivazione del melo: la difesa in agricoltura biologica

Coltivazione del melo: la difesa in agricoltura biologica Coltivazione del melo: la difesa in agricoltura biologica Molti sono i funghi (ticchiolatura, oidio) e gli insetti (afidi, carpocapsa, cocciniglia, rodilegno e diversi altri) che attaccano il melo. Eccovi

Dettagli

CALCIOCIANAMIDE. COMPOSIZIONE CONCIME CE AZOTO (N) totale 19,8% di cui nitrico 1,5% OSSIDO DI CALCIO (CaO) 50% CONFEZIONI:

CALCIOCIANAMIDE. COMPOSIZIONE CONCIME CE AZOTO (N) totale 19,8% di cui nitrico 1,5% OSSIDO DI CALCIO (CaO) 50% CONFEZIONI: CALCIOCIANAMIDE NITRATA GRANULARE È un prodotto microgranulare azotato ideale per ogni coltura orticola, frutticola e floricola; particolarmente indicata per terreni a ph acido svolge un azione fertilizzante

Dettagli

Il pioppo. Le principali avversità. a cura di Luigi Garioni 16/09/2010 1

Il pioppo. Le principali avversità. a cura di Luigi Garioni 16/09/2010 1 Il pioppo Le principali avversità a cura di Luigi Garioni 16/09/2010 1 Argomenti La coltivazione in Italia Tecnica colturale PSR e misure di incentivazione Avversità fungine Parassiti animali Altre avversità

Dettagli

Direttive per la frutticoltura integrata 2008. 18 a edizione. Editore: AGRIOS

Direttive per la frutticoltura integrata 2008. 18 a edizione. Editore: AGRIOS 18 a edizione Editore: Gruppo di lavoro per la frutticoltura integrata dell Alto Adige Haus des Apfels, via Jakobi 1A, I-39018 TERLANO (BZ), Italy Valide a partire dal 11 gennaio 2008 1 DIRETTIVE PER LA

Dettagli

Newsletter frumento tenero e duro Newsletter n 4 2015 Piacenza, 8 aprile

Newsletter frumento tenero e duro Newsletter n 4 2015 Piacenza, 8 aprile Newsletter frumento tenero e duro Newsletter n 4 2015 Piacenza, 8 aprile Gentile utente, grano.net e granoduro.net sono servizi web interattivi sviluppati da Horta e nati con la funzione di fornire supporti

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

Attivatore delle autodifese della pianta per la lotta contro il cancro batterico dell actinidia (PSA)

Attivatore delle autodifese della pianta per la lotta contro il cancro batterico dell actinidia (PSA) BION 50 WG Attivatore delle autodifese della pianta per la lotta contro il cancro batterico dell actinidia (PSA) BION 50 WG ha ottenuto la registrazione di emergenza fitosanitaria ai sensi dell art. 53,

Dettagli

Botrite e Sclerotinia: due crittogame delle orticole Raito (Salerno), 19 settembre 2013

Botrite e Sclerotinia: due crittogame delle orticole Raito (Salerno), 19 settembre 2013 Botrite e Sclerotinia: due crittogame delle orticole Raito (Salerno), 19 settembre 2013 Dott.ssa Flavia Grazia Tropiano Servizio Fitosanitario Regione Campania Le orticole in Campania in cifre Nel 2012

Dettagli

Allegato A al Decreto n. 11 del 19 MARZO 2012 pag. 1/5

Allegato A al Decreto n. 11 del 19 MARZO 2012 pag. 1/5 giunta regionale Allegato A al Decreto n. 11 del 19 MARZO 2012 pag. 1/5 Integrazione e Aggiornamento delle Linee Tecniche di Difesa Integrata del Veneto per l anno 2012 AGGIORNAMENTI A) MODIFICHE ALLE

Dettagli

In tutti i campi saranno installati dei datalogger per monitorare temperatura e umidità.

In tutti i campi saranno installati dei datalogger per monitorare temperatura e umidità. Nel Progetto Interreg III A Grecia Italia Cooperazione scientifica per lo sviluppo della ricerca e trasferimento delle conoscenze tecnologiche alle imprese biologiche di prodotti locali allo scopo di favorirne

Dettagli

QUESTIONARIO (Da compilare in caso di mortalità anomali o spopolamento di alveari) Cognome... Nome... Via...Cap... Località... Tel...

QUESTIONARIO (Da compilare in caso di mortalità anomali o spopolamento di alveari) Cognome... Nome... Via...Cap... Località... Tel... Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroambientali (DiSTA) (Area di Entomologia) Università degli Studi di Bologna Viale Giuseppe Fanin, 42 40127 BOLOGNA Istituto Nazionale di Apicoltura Via di Saliceto,

Dettagli

4- PIANTA DELL OLIVO

4- PIANTA DELL OLIVO 4- PIANTA DELL OLIVO CICLO BIOLOGICO: L'olivo appartiene alla famiglia delle Oleaceae. La pianta comincia a fruttificare verso il 3º-4º anno, inizia la piena produttività verso il 9º-10º anno; la maturità

Dettagli

BOLLETTINO TECNICO N. 10 del 13 APRILE 2011

BOLLETTINO TECNICO N. 10 del 13 APRILE 2011 PROVINCIA di RAVENNA - ASSESSORATO AGRICOLTURA BOLLETTINO TECNICO AGROMETEOROLOGICO e di PRODUZIONE INTEGRATA a cura del COMITATO PROVINCIALE per il COORDINAMENTO dei SERVIZI BOLLETTINO TECNICO N. 10 del

Dettagli

Agrital Ricerche Stefano Carrano marzo 2006

Agrital Ricerche Stefano Carrano marzo 2006 Impianto e cure colturali di Lampone e Rovo Agrital Ricerche Stefano Carrano marzo 2006 Propagazione Introduzione - lampone Questo lavoro è nato da una precedente raccolta di diapositive destinata ad un

Dettagli

Integrata e Biologica

Integrata e Biologica DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA, ECONOMIA ITTICA, ATTIVITÀ FAUNISTICO-VENATORIE PROVINCIA DI RIMINI Bollettino di Produzione Integrata e Biologica N 10 del 26/04/2012 PREVISIONI DEL TEMPO è previsto tempo

Dettagli

Nuovo antioidico per vite e melo

Nuovo antioidico per vite e melo Nuovo antioidico per vite e melo Nota Tecnica 2 Da Syngenta, l innovativo fungicida antioidico per vite da vino, vite da tavola e melo CIDELY è il nuovo antioidico per vite e melo proposto da Syngenta,

Dettagli

PREVISIONI METEOROLOGICHE (LE PREVISIONI METEO SONO A CURA DELL ARPA LOMBARDIA;

PREVISIONI METEOROLOGICHE (LE PREVISIONI METEO SONO A CURA DELL ARPA LOMBARDIA; Bollettini e schede del Manuale di Viticoltura del CVP su: www.centrovitivinicoloprovinciale.it - BOLLETTINO N 09 del 23/04/2008 PREVISIONI METEOROLOGICHE (LE PREVISIONI METEO SONO A CURA DELL ARPA LOMBARDIA;

Dettagli

IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI

IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI Guida al patentino per l acquisto dei prodotti fitosanitari in Emilia-Romagna MODULO 1 Le caratteristiche tecniche dei prodotti fitosanitari e dei loro coadiuvanti

Dettagli

Confronto gestione del vigneto convenzionale, biologica e biodinamica: alcuni risultati dopo 3 anni di prove

Confronto gestione del vigneto convenzionale, biologica e biodinamica: alcuni risultati dopo 3 anni di prove Confronto gestione del vigneto convenzionale, biologica e biodinamica: alcuni risultati dopo 3 anni di prove Mescalchin Enzo Unità Agricoltura Biologica Fondazione Edmund Mach S. Michele all Adige Parcelle

Dettagli

Fitopro s.r.l. - Milano. Servizio Fitosanitario Regionaledel Veneto - Bovolino di Buttapietra (VR)

Fitopro s.r.l. - Milano. Servizio Fitosanitario Regionaledel Veneto - Bovolino di Buttapietra (VR) LOTTA ANTIPERONOSPORICA SU VITE IN REGIME DI AGRICOLTURA BIOLOGICA: CONFRONTO TRA STRATEGIA A PROTEZIONE CONTINUA E STRATEGIA SUPPORTATA DAL MODELLO EPI. VENETO, BIENNIO 2007/2008 M. Buccini 1, G. Rho

Dettagli

I prodotti di qualità dell Alto Adige

I prodotti di qualità dell Alto Adige F A C T S H E E T I prodotti di qualità dell Alto Adige Sono dodici i gruppi di prodotti agroalimentari di qualità dell Alto Adige che si fregiano di una denominazione di origine a garanzia della loro

Dettagli

PROVINCIA DI SONDRIO REGOLAMENTO DI AUTODISCIPLINA PER LA PRODUZIONE INTEGRATA IN FRUTTICOLTURA

PROVINCIA DI SONDRIO REGOLAMENTO DI AUTODISCIPLINA PER LA PRODUZIONE INTEGRATA IN FRUTTICOLTURA PROVINCIA DI SONDRIO REGOLAMENTO DI AUTODISCIPLINA PER LA PRODUZIONE INTEGRATA IN FRUTTICOLTURA 2014 2013 LINEE GUIDA PER LA PRODUZIONE INTEGRATA Premessa Il disciplinare provinciale recepisce le linee

Dettagli

NOCE. Macchie nere del noce (Xanthomonas campestris pv. juglandis)

NOCE. Macchie nere del noce (Xanthomonas campestris pv. juglandis) Regione Campania -Se.S.I.R.C.A.- 1. MALATTIE BATTERICHE: Macchie nere del noce (Xanthomonas campestris pv. juglandis) CAMPIONAMENTO e SOGLIA DI PRINCIPI ATTIVI, caduta foglie apertura delle gemme - controllare

Dettagli

Finalmente una soluzione semplice e affidabile per il dirado di melo e pero: Brevis per ottimizzare il tuo profitto grazie a produzioni di qualità.

Finalmente una soluzione semplice e affidabile per il dirado di melo e pero: Brevis per ottimizzare il tuo profitto grazie a produzioni di qualità. Finalmente una soluzione semplice e affidabile per il dirado di melo e pero: Brevis per ottimizzare il tuo profitto grazie a produzioni di qualità. Scheda tecnica N. registrazione n. 16084 del 16/05/2014

Dettagli

Presentazione ed utilizzo di VitiMeteo-Plasmopara

Presentazione ed utilizzo di VitiMeteo-Plasmopara Presentazione ed utilizzo di VitiMeteo-Plasmopara VitiMeteo-Plasmopara consente di affinare la lotta contro la peronospora, senza tralasciare gli episodi d infezioni importanti e permette di evitare dei

Dettagli

2 Una partenza soddisfacente. N. 27 giugno 2015. Editoriale. Comunicato stampa. Tecnica. Prodotti CONVISO SMART

2 Una partenza soddisfacente. N. 27 giugno 2015. Editoriale. Comunicato stampa. Tecnica. Prodotti CONVISO SMART N. 27 giugno 2015 Poste Italiane Spa - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - Dir. Comm.le Business Ferrara - n. 27 - anno 2015 - Editoriale pag. 2 Una partenza soddisfacente Comunicato stampa pag.

Dettagli

Acquisti.Benza.it. I CONSIGLI DEL NOSTRO AGRONOMO, il Dott. Enrico Leva: ORTO

Acquisti.Benza.it. I CONSIGLI DEL NOSTRO AGRONOMO, il Dott. Enrico Leva: ORTO 1 di 5 13/07/2013 15.22 Oggetto: [Benza.it] I consigli dell'agronomo, speciale Prati Mittente: "Newsletter Benza.it" Data: 12/03/2013 20.41 A: mastrobenza@gmail.com Acquisti.Benza.it

Dettagli

Controllo delle principali avversità del pescheto attraverso metodi di lotta biologica e integrata

Controllo delle principali avversità del pescheto attraverso metodi di lotta biologica e integrata Controllo delle principali avversità del pescheto attraverso metodi di lotta biologica e integrata Utilizzo di trappole a feromone e lotta integrata Travedona di Monate, 16 Gennaio 2010 Laboratorio Fitopatologico

Dettagli

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007 11 luglio 2008 Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007 L Istat rende disponibili i principali risultati dell indagine campionaria sull utilizzo dei prodotti

Dettagli

La gestione della difesa in orticoltura biologica

La gestione della difesa in orticoltura biologica Roma, 16 ottobre 2007 La difesa delle colture in agricoltura biologica La gestione della difesa in orticoltura biologica Sergio Gengotti ASTRA - Innovazione e sviluppo CRPV Centro Ricerche Produzioni Vegetali

Dettagli

OROLOGICO MERCOLEDI 11 FEBBRAIO GIOVEDI 12 FEBBRAIO VENERDI 13 FEBBRAIO

OROLOGICO MERCOLEDI 11 FEBBRAIO GIOVEDI 12 FEBBRAIO VENERDI 13 FEBBRAIO BOLLETTINO AGROMETEOR OROLOGICO OLOGICO N 6 del 10/0 /02/2015 www.saporidivallecamonica.it uff.agricoltura@cmvallecamonica.bs.it SEGRETERIA TELEFONICA 0364/324077 : 1 MELO 2 VITE 4 PICCOLI FRUTTI DIVISIONE

Dettagli

BOLLETTINO TECNICO N. 24 del 16 luglio 2008

BOLLETTINO TECNICO N. 24 del 16 luglio 2008 PROVINCIA DI RAVENNA - ASSESSORATO AGRICOLTURA BOLLETTINO TECNICO AGROMETEOROLOGICO E DI PRODUZIONE INTEGRATA a cura del COMITATO PROVINCIALE per il COORDINAMENTO dei SERVIZI BOLLETTINO TECNICO N. 24 del

Dettagli

Forum Fitoiatrici Legnaro, 5 dicembre 2013 CENTRO TRASFERIMENTO TECNOLOGICO

Forum Fitoiatrici Legnaro, 5 dicembre 2013 CENTRO TRASFERIMENTO TECNOLOGICO RIDUZIONE DELLA DERIVA ED EFFICACIA DEI TRATTAMENTI ESPERIENZE IN TRENTINO DANIEL BONDESAN & CLAUDIO RIZZI P.P.A. Forum Fitoiatrici Legnaro, 5 dicembre 2013 SPERIMENTAZIONE 2009 2013 Obiettivi Individuazione

Dettagli

Insetti e acari. Linea di protezione Syngenta

Insetti e acari. Linea di protezione Syngenta Insetti e acari Linea di protezione Syngenta Le soluzioni Syngenta per la protezione dagli insetti della vite Syngenta è in grado di offrire all agricoltore una linea di insetticidi per la protezione del

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

MODELLO IPI INDICE POTENZIALE INFETTIVO

MODELLO IPI INDICE POTENZIALE INFETTIVO Modelli previsionali Colture industriali Pomodoro Elaborazioni settimanali effettuate nel corso del 2015 relative ai comprensori di Correggio, Rolo e Castelnuovo di Sotto. I dati meteorologici utilizzati

Dettagli

RICCADONA OSCAR DANIELE Centro Forniture Giardinaggio

RICCADONA OSCAR DANIELE Centro Forniture Giardinaggio RICCADONA OSCAR DANIELE Centro Forniture Giardinaggio Via Volpare 104/B - 37069 Villafranca di Verona (VR) IT tel. / fax (+39) 045 6300192 - cell. (+39) 348 0069434 website: www.riccadona.it e-mail: info@riccadona.it

Dettagli

Bollettino Difesa Integrata Vite Brescia

Bollettino Difesa Integrata Vite Brescia Bollettino Difesa Integrata Vite Brescia Bollettino n. 10/2015 Emesso in data 12/06/15 Indicazioni valide per la sola area di riferimento Adesso in campo: Peronospora Settimana caratterizzata da temperature

Dettagli

Affidabilità senza condizioni

Affidabilità senza condizioni NOVITÀ Affidabilità senza condizioni Pergado: fungicida antiperonosporico per la vite Mandipropamid, una molecola dalle caratteristiche innovative Mandipropamid, molecola originale della ricerca Syngenta,

Dettagli

Infallibile Vertimec!

Infallibile Vertimec! L unico insetticida-acaricida con prestazioni al top Infallibile Vertimec! Minatori fogliari Psilla Acari e Eriofidi Insetticida e acaricida ad altissime prestazioni L insetticida e acaricida più efficace

Dettagli

Linea Vite da vino 2013. Una gamma completa di soluzioni al servizio della redditività di chi coltiva la vite

Linea Vite da vino 2013. Una gamma completa di soluzioni al servizio della redditività di chi coltiva la vite Linea Vite da vino 2013 Una gamma completa di soluzioni al servizio della redditività di chi coltiva la vite 2. Vigne e vini: patrimonio della storia 3. L impegno di BASF per la vite 4. Avversità e difesa

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI. Scheda tecnica triticale

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI. Scheda tecnica triticale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO di AGRARIA - SACEG Scheda tecnica triticale Dott. Giovanni Pruneddu Tecnica colturale triticale Tipi di triticale Fra le varietà disponibili sul mercato possiamo

Dettagli

La difesa del vivaio mese per mese

La difesa del vivaio mese per mese Pagina 4 Novembre-Dicembre 2009 Notiziario Ce.Spe.Vi. N 171 La difesa del vivaio mese per mese Rubrica fitopatologica per il vivaismo ornamentale pistoiese a cura del Dr. Andrea Trinci MARZO-APRILE Insetti

Dettagli

MIGLIORAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE DELLE TECNICHE DI DIFESA FITOPATOLOGICA IN VIVAIO DI VITE

MIGLIORAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE DELLE TECNICHE DI DIFESA FITOPATOLOGICA IN VIVAIO DI VITE MIGLIORAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE DELLE TECNICHE DI DIFESA FITOPATOLOGICA IN VIVAIO DI VITE Pierluigi Donna *, Marco Tonni *, Enzo Mescalchin ** * Studio Agronomico SATA (pierluigi.donna@agronomisata.it,

Dettagli

VALUTAZIONE DEI LIVELLI DI REPELLENZA E DELLA TOSSICITÀ DI INSETTICIDI NEONICOTINOIDI SU APIS MELLIFERA LIGUSTICA

VALUTAZIONE DEI LIVELLI DI REPELLENZA E DELLA TOSSICITÀ DI INSETTICIDI NEONICOTINOIDI SU APIS MELLIFERA LIGUSTICA ATTI Giornate Fitopatologiche, 2006, I, 51-58 VALUTAZIONE DEI LIVELLI DI REPELLENZA E DELLA TOSSICITÀ DI INSETTICIDI NEONICOTINOIDI SU APIS MELLIFERA LIGUSTICA M. FANTI, R. MAINES, G. ANGELI Istituto Agrario

Dettagli

CORRETTA ESECUZIONE DEI TRATTAMENTI ANTIPARASSITARI E OPERAZIONI A VERDE IN VITICOLTURA CORRETTA ESECUZIONE DEI TRATTAMENTI

CORRETTA ESECUZIONE DEI TRATTAMENTI ANTIPARASSITARI E OPERAZIONI A VERDE IN VITICOLTURA CORRETTA ESECUZIONE DEI TRATTAMENTI IASMA Notizie VITICOLTURA Stampato su carta certificata Ecolabel prodotta dalla cartiera Mondi EU Ecolabel: AT/11/001 Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach

Dettagli

PRODOTTI PER! AGRICOLTURA BIOLOGICA!

PRODOTTI PER! AGRICOLTURA BIOLOGICA! Catalogo Prodotti PRODOTTI PER AGRICOLTURA BIOLOGICA Dal 1997 ci occupiamo di sostenere l agricoltura biologica e migliorare l ambiente, tramite prodotti biologici, che formuliamo e confezioniamo direttamente

Dettagli

PROGRAMMA MANUTENZIONE GIARDINO

PROGRAMMA MANUTENZIONE GIARDINO Operazioni PREPARAZIONE DEL TERRENO Il terreno ideale da giardino è quello con tessitura argillosa-sabbiosa, friabile. Se il terreno dovesse essere pesante e compatto bisognerà correggerlo incorporando

Dettagli