IL LAVORO ALLE MACCHINE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL LAVORO ALLE MACCHINE"

Transcript

1 IL LAVORO ALLE MACCHINE mola rotativa fissa troncatrice trapano portatile avvitatore pneumatico ponte sollevamento saldatrice elettrica apparecchiatura per smontaggio pneumatici equilibratrice Compressore Aria [ attrezzatura complementare ad altre ] MOLA ROTATIVA FISSA È usata comunemente per seguire sgrossature e sbavature e per effettuare l affilatura di utensili vari. Le cause principali di infortunio sono dovute a: proiezione di schegge e polveri; contatto accidentale con la mola; rottura della mola. Protezioni obbligatorie che non devono mai essere rimosse - prima di eseguire il lavoro effettuare la registrazione ed il giusto posizionamento dello schermo para schegge e del poggia ferri (distanza max dalla mola 2 mm) nonché la verifica dell integrità delle mole; - in caso di sostituzione della mola rispettare le indicazioni riguardanti il numero massimo di giri riportato sull apposito cartello; - osservare il diritto di lavorare con la macchina sprovvista di dispositivi di sicurezza,di ripari ed il divieto di rimuovere gli stessi; - rispettare l obbligo di non effettuare operazioni di manutenzione e pulizia con organi in movimento; - osservare l obbligo di indossare occhiali di protezione durante l uso; - conoscere i dati presenti sull etichetta della mola ed attenersi alle loro indicazioni; - osservare l obbligo di indossare guanti di protezione durante l uso.

2 TRONCATRICE I pericoli principali sono rappresentati dal contatto delle mani con il disco rotante; pertanto la troncatrice a disco deve essere provvista di cuffia di protezione tale da lasciare scoperto durante la lavorazione soltanto il tratto attivo del disco. Essa dovrà ritrarsi automaticamente con l avanzamento del disco nel pezzo da tagliare. È necessaria una protezione anche nella parte inferiore del piano di lavoro, che può essere effettuata con uno schermo oppure con la segregazione totale. Le Protezioni obbligatorie che non devono mai essere rimosse Comportamenti di sicurezza - Il pezzo deve essere solidamente bloccato sulla morsa ferma pezzo; - occorre indossare gli occhiali di protezione durante l uso; - attendere l arresto dell utensile prima di compiere qualsiasi operazione sul pezzo in lavorazione TRAPANO PORTATILE Comportamenti di sicurezza - verificare che l utensile sia a doppio isolamento (220V), e alimentato a bassissima tensione di sicurezza (max 50V), e non collegato elettricamente a terra; - verificare l integrità e l isolamento dei cavi e della spina di alimentazione; - verificare il funzionamento dell interruttore; - controllare il regolare fissaggio della punta; - verificare l assenza di vapori di benzina nelle strutture da forare.

3 CHIAVE PNEUMATICA AD IMPULSO (AVVITATORE) Viene normalmente utilizzato per avvitare/svitare bulloni e dadi, specialmente nello smontaggio ruote. - Non utilizzare la mola per fare da frizione al mandrino: anche il guanto di protezione potrebbe impigliarsi e trascinare l arto nel moto rotatorio; - il montaggio e lo smontaggio dei raccordi dell aria compressa devono essere effettuati con l apposita chiave; - in caso di utilizzo prolungato, indossare guanti imbottiti antivibrazione; - indossare gli otoprotettori durante l utilizzo.

4 PONTE DI SOLLEVAMENTO I pericoli principali caratteristici del ponte di sollevamento, sono legati all eventuale disfunzione del ponte stesso che, in caso di perdita di pressione del sistema idraulico, può determinare la discesa non controllata e lo schiacciamento dell operatore. Rischi di infortunio sono altresì rappresentati da eventuali cadute di pezzi dall alto e da urti con parti metal-liche. - Il ponte deve essere ancorato stabilmente al terreno e deve essere dotato di bloccaggio automatico che entra in funzione in caso di perdita di pressione nel sistema idraulico; - attorno al ponte si deve avere sufficiente spazio di manovra e circolazione e la zona va segnalata ed interdetta ai non addetti al lavoro specifico; - i comandi di avviamento devono rendere impossibile un avviamento accidentale; - i comandi di arresto devono essere ben visibili e distinti dagli altri; - deve essere valutato il peso massimo sopportabile dalla soletta su cui è appoggiato il ponte. SALDATRICE ELETTRICA - verificare l integrità dei cavi e della spina di alimentazione e la presenza di interuttore omnipolare sul circuito primario di alimentazione; - verificare l integrità della pinza porta elettrodo; - non effettuare operazioni di saldatura in presenza di materiali infiammabili o su contenitori che hanno ospitato sostanze infiammabili (serbatoi) se non dopo aver provveduto a far fuoriuscire liquidi e vapori residui; - utilizzare pedane e tappeti isolanti in luoghi umidi; - non intralciare i passaggi con il cavo di alimentazione ed evitare il suo calpestamento; - nelle pause di lavoro interrompere l alimentazione elettrica; - in caso di lavorazione in ambienti confinati, utilizzare un adeguato sistema di aspirazione fumi, e/o di ventilazione dei locali.

5 APPARECCHIATURE PER SMONTAGGIO PNEUMATICI I maggiori rischi sono rappresentati dallo schiacciamento delle mani e delle dita durante il bloccaggio della ruota sul disco rotante e nell utilizzo del tallonatore. Pur essendo la velocità di rotazione della piastra su cui viene fissata la ruota molto lenta, vi è comunque un rischio residuo di trascinamento nella zona in cui opera il tallonatore. Comportamento di sicurezza. - tenere le mani lontane dai dispositivi di bloccaggio delle ruota durante la manovra di fissaggio; - tenere le mani lontane dal tallonatore durante la rotazione del pneumatico; - tenere le amni lontane dal punto di cesoiamento, mentre si aziona la lama laterale per il distacco del cerchione dal pneumatico; - non utilizzare le leve manuali per lo smontaggio mentre la ruota gira sulla piastra; - indossare guanti e scarpe con puntale rinforzato. EQUILIBRATRICE La ruota da equilibrare viene portata a velocità di rotazione anche elevata (100 giri/ minuto) per cui è possibile che si verifichi il distacco di parti di gomma, pietrisco rimasto nel battistrada, chiodi, dadi, cappellotto della valvola, piombi di equilibratura, ecc. Per questa ragione, malgrado la presenza della protezione, è opportunocce l operatore mantenga sempre la propria persona in posizione laterale rispetto alla ruota in rotazione. - mantenere sempre il corpo in posizione laterale rispetto alla direzione radiale della ruota; - non utilizzare la macchina prima del cofano di protezione o con il cofano di protezione aperto; - se la macchina non è dotata di un dispositivo autofrenante efficace, una volta aperta la protezione non tentare di rallentare la rotazione inerziale del pneumatico con la mano; - indossare guanti, occhiali e scarpa con puntale rinforzato.

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE DELL OFFICINA MECCANICA

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE DELL OFFICINA MECCANICA LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE DELL OFFICINA MECCANICA Il Presente documento ha lo scopo di riassumere alcune linee guida relative all utilizzo delle apparecchiature presenti nell Officina

Dettagli

2.4.2 Trapano a colonna manuale D. Lgs. 81/08 All. V e VI, DPR 459/96 All. I, UNI EN 12717:2003

2.4.2 Trapano a colonna manuale D. Lgs. 81/08 All. V e VI, DPR 459/96 All. I, UNI EN 12717:2003 2.4.2 Trapano a colonna manuale D. Lgs. 81/08 All. V e VI, DPR 459/96 All. I, UNI EN 12717:2003 PERICOLO PROTEZIONE Macchina utensile per forare il metallo a freddo utilizzando un utensile da taglio rotante.

Dettagli

Scheda. Descrizione della macchina. materiali di diverso tipo (figura 1). Figura 1 Vista di insieme della troncatrice

Scheda. Descrizione della macchina. materiali di diverso tipo (figura 1). Figura 1 Vista di insieme della troncatrice Scheda 11 Lavorazione: Macchina: TAGLIO TRONCATRICE Descrizione della macchina La troncatrice è impiegata per tagliare, mediante l abbassamento manuale di un disco dentato, materiali di diverso tipo (figura

Dettagli

ISTRUZIONI ALL'USO PER L'ESPERTO

ISTRUZIONI ALL'USO PER L'ESPERTO Attrezzatura specifica Contenuti Titolo scheda N.ro scheda PIEGAFERRI GUIDA ALL USO IN SICUREZZA ISTRUZIONI ALL'USO PER L'ESPERTO PG GU n.1.1 Istruzioni di carattere generale Descrizione Indossare indumenti

Dettagli

Attrezzature da taglio. La motosega

Attrezzature da taglio. La motosega Attrezzature da taglio La motosega Generalità La motosega è uno strumento che serve al taglio in genere di materiali legnosi. Il taglio viene materialmente fatto da una sega a catena Esistono dei particolari

Dettagli

Scheda. Descrizione della macchina. chiamato: fresa (figura 1).

Scheda. Descrizione della macchina. chiamato: fresa (figura 1). Scheda 5 Lavorazione: Macchina: FRESATURA FRESATRICE Descrizione della macchina Le frese sono macchine utensili destinate alla lavorazione di superfici piane, di scanalature a profilo semplice o complesso,

Dettagli

6.1 SEGA A NASTRO. Scheda. Descrizione della macchina

6.1 SEGA A NASTRO. Scheda. Descrizione della macchina Scheda 6 Lavorazione: Macchina: TAGLIO SEGA PER METALLI Le seghe per metalli sono macchine che vengono utilizzate per il taglio a freddo di metalli che si trovano sotto forma di billette, barre, profilati,

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA N. 13 UTILIZZO DI MACCHINE UTENSILI

ISTRUZIONE OPERATIVA N. 13 UTILIZZO DI MACCHINE UTENSILI Revisione 01 - Maggio 2013 A cura di: Servizio Prevenzione, Protezione, Ambiente e Sicurezza 1 Premessa L utilizzo di macchine utensili, presenti nelle officine, nei laboratori meccanici o in altre tipologie

Dettagli

Scheda di sintesi Sicurezza della fresatrice trinciatrice erpice rotante

Scheda di sintesi Sicurezza della fresatrice trinciatrice erpice rotante S.P.S.A.L. Dir. Dott. Vito Liberati Scheda di sintesi Sicurezza della fresatrice trinciatrice erpice rotante Cosa non fare Quali sono i principali rischi Cosa fare Gli infortuni nell'impiego della fresatrice,

Dettagli

INCASTELLATURA tipo P1 Manuale di montaggio

INCASTELLATURA tipo P1 Manuale di montaggio INCASTELLATURA tipo P1 Manuale di montaggio pag. 1 di 18 1. PRESCRIZIONI GENERALI 1.1 Termini e simboli utilizzati NOTA Contiene informazioni da tenere in particolare considerazione durante l installazione.

Dettagli

SEGATRICI. A nastro (con o senza avanzamento automatico del pezzo) Alternative (con o senza avanzamento automatico del pezzo) Troncatrici

SEGATRICI. A nastro (con o senza avanzamento automatico del pezzo) Alternative (con o senza avanzamento automatico del pezzo) Troncatrici SEGATRICI Tipologia: A nastro (con o senza avanzamento automatico del pezzo) Alternative (con o senza avanzamento automatico del pezzo) Troncatrici Norme di riferimento UNI EN 953/00 ripari di protezione

Dettagli

FRESATRICE. Rischi nell asportare i trucioli di lavorazione durante il moto.

FRESATRICE. Rischi nell asportare i trucioli di lavorazione durante il moto. FRESATRICE La fresatrice è una macchina che opera per asportazione di truciolo, il moto di taglio è dato dall utensile a taglienti multipli denominato fresa, mentre il moto di avanzamento è posseduto dalla

Dettagli

2. Sicurezza 2. Sicurezza generale delle macchine

2. Sicurezza 2. Sicurezza generale delle macchine 2. Sicurezza 2. Sicurezza generale delle macchine 2.2.5.2 DISPOSITIVI DI COMANDO A DUE MANI UNI EN 574/98 Descrizione Il comando a due mani è un dispositivo di sicurezza che garantisce, se correttamente

Dettagli

COMMANDO A FUNZIONAMENTO PNEUMATICO

COMMANDO A FUNZIONAMENTO PNEUMATICO COMMANDO A FUNZIONAMENTO PNEUMATICO Il commando è costituito da una leva azionata manualmente provvista di movimento di sicurezza che esclude l azionamento accidentale e con ritorno spontaneo a folle in

Dettagli

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO RISCHIO MECCANICO

SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO RISCHIO MECCANICO SICUREZZA E IGIENE NELLA SCUOLA E NEL LAVORO RISCHIO MECCANICO 1 MACCHINE E ATTREZZATURE GESTIONE ADEGUATEZZA AL AL LAVORO DA DA SVOLGERE IDONEITA AI AI FINI FINI DELLA SICUREZZA E SALUTE CORRETTO UTILIZZO

Dettagli

2.4.9 Cesoia a Ghigliottina D. Lgs. 81/08 All. V e VI, DPR 459/96 All. I, UNI EN 13985:2005

2.4.9 Cesoia a Ghigliottina D. Lgs. 81/08 All. V e VI, DPR 459/96 All. I, UNI EN 13985:2005 2.4.9 Cesoia a Ghigliottina D. Lgs. 81/08 All. V e VI, DPR 459/96 All. I, UNI EN 13985:2005 PERICOLO PROTEZIONE Macchina composta da una lama fissa ed una mobile per il taglio a freddo di lamiere metalliche

Dettagli

TAVOLO TECNICO DEL PIANO MIRATO DI PREVENZIONE Provincia di Treviso IL PROBLEMA

TAVOLO TECNICO DEL PIANO MIRATO DI PREVENZIONE Provincia di Treviso IL PROBLEMA Argomento: TAVOLO TECNICO DEL PIANO MIRATO DI PREVENZIONE Protezione avvolgitori per film plastico nelle fasi di produzione e cambio bobina a fine avvolgimento. Ver.0 del 03//06 Parole chiave: bobinatura,

Dettagli

SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA

SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA Meccanici generali protocollo d intesa 5 febbraio 2015 ASL Brescia ASL Vallecamonica Sebino - Direzione Territoriale del Lavoro Ufficio Scolastico Territoriale

Dettagli

ESTRUSIONE E SOFFIAGGIO

ESTRUSIONE E SOFFIAGGIO Scheda 4 Produzione: Macchina: OGGETTI ESTRUSIONE E SOFFIAGGIO Scopo della lavorazione L estrusione e soffiaggio è una tecnica per la produzione di oggetti cavi in plastica (flaconi, bottiglie, ecc.) che

Dettagli

TRAPANI. A colonna Radiali. Tipologia:

TRAPANI. A colonna Radiali. Tipologia: TRAPANI Tipologia: A colonna Radiali Norme di riferimento UNI EN 294/93 e 349/94 distanze di sicurezza UNI EN 953/00 ripari di protezione UNI EN 1088/97 interblocchi di sicurezza CEI EN 60204-1 equipaggiamento

Dettagli

Scheda. Descrizione della macchina. La stozzatrice è una macchina usata per realizzare superfici. caratterizzata da una

Scheda. Descrizione della macchina. La stozzatrice è una macchina usata per realizzare superfici. caratterizzata da una Scheda 7 Lavorazione: Macchina: STOZZATURA STOZZATRICE Descrizione della macchina La stozzatrice è una macchina usata per realizzare superfici interne a spigoli vivi, partendo da fori pre-eseguiti. È una

Dettagli

MANUALE ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA INSTALLAZIONE DEI MOTORI TUBOLARI ELETTRONICI

MANUALE ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA INSTALLAZIONE DEI MOTORI TUBOLARI ELETTRONICI MANUALE ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA INSTALLAZIONE DEI MOTORI TUBOLARI ELETTRONICI www.bruelmotion.com SICUREZZA NOTE IMPORTANTE: Per garantire la sicurezza è necessario effettuare una corretta installazione,

Dettagli

PIEGATURA E LAVORAZIONI ALLA PRESSA. Figura 1 Vista d insieme di una pressa piegatrice

PIEGATURA E LAVORAZIONI ALLA PRESSA. Figura 1 Vista d insieme di una pressa piegatrice Scheda 2 Lavorazione: Macchina: PIEGATURA E LAVORAZIONI ALLA PRESSA PRESSA Descrizione della macchina Le presse sono macchine che lavorano senza asportazione di truciolo ma per deformazione plastica: il

Dettagli

Indicazioni normative per macchine marcate CE. SPACCALEGNA a cuneo. SI NO Note:

Indicazioni normative per macchine marcate CE. SPACCALEGNA a cuneo. SI NO Note: Direzione Sanità Pubblica Settore Prevenzione sanitaria negli ambienti di vita e di lavoro CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE istituto per la meccanizzazione agricola Indicazioni normative per macchine

Dettagli

C3 II - B1HGFTP0 - Smontaggio - montaggio : Serbatoio del gas naturale (GNV) DOPPIA CARBURAZIONE GNV E INIEZIONE TU3JP E BERLINA 5 PORTE

C3 II - B1HGFTP0 - Smontaggio - montaggio : Serbatoio del gas naturale (GNV) DOPPIA CARBURAZIONE GNV E INIEZIONE TU3JP E BERLINA 5 PORTE Pagina 1 di 14 SMONTAGGIO - MONTAGGIO : SERBATOIO DEL GAS NATURALE (GNV) DOPPIA CARBURAZIONE GNV E INIEZIONE TU3JP E BERLINA 5 PORTE NOTA : Il serbatoio GNV è composto da 2 elementi di materiale composito.

Dettagli

Valvola motorizata 3 vie 3/4-1 (con molla di richiamo)

Valvola motorizata 3 vie 3/4-1 (con molla di richiamo) Valvola motorizata 3 vie 3/4-1 (con molla di richiamo) cod.3902014 cod.3902015 Descrizione Le valvole di zona permettono l intercettazione automatica dei circuiti idraulici negli impianti di climatizzazione.

Dettagli

le attrezzature Ponte Buggianese 03/03/2012 dott. Luigi Fontanella Tecnico della Prevenzione U.F.C. P.I.S.L.L.

le attrezzature Ponte Buggianese 03/03/2012 dott. Luigi Fontanella Tecnico della Prevenzione U.F.C. P.I.S.L.L. le attrezzature Ponte Buggianese 03/03/2012 PRINCIPALI ATTREZZATURE AFFETTATRICE TRICARNE IMPASTATRICE INSACCATRICE SEGAOSSA STERILIZZATRICE DI COLTELLI SCUOIATRICE AFFETTATRICE PRINCIPALI REQUISITI E

Dettagli

h 1 h 2 h 3 questa PORTA DEVE RIMANERE CHIUSA 307 K W X K W X 309 K W X Y CINTURA DI SICUREZZA X Y K W X Y X Y

h 1 h 2 h 3 questa PORTA DEVE RIMANERE CHIUSA 307 K W X K W X 309 K W X Y CINTURA DI SICUREZZA X Y K W X Y X Y 4 6 10 16 25 Z quota lato in mm L 155 166 270 435 615 d quota diametro 110 160 260 420 600 quota altezza 1 in mm 60 100 150 quota altezza 2 in mm quota altezza 3 in mm 105 175 263 150 250 375 h 1 h 2 L

Dettagli

Specifiche modello PVE30

Specifiche modello PVE30 Elevatori a vuoto pneumatico Specifiche modello PVE30 avp12_10_17 Versione 1.7-01/03/2016 Contenuti 1 Specifiche tecniche.... pag. 1 2 Posizionamento testata.. pag. 2 3 Spazio occupato e disponibile.....

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTO MECCANICO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTO MECCANICO Progettazione Disciplinare PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTO MECCANICO LABORATORI TECNOLOGICI ED ESERCITAZIONI ANNO SCOLASTICO 2016/2017 CLASSI: 3MM Rev. 0 del 08-02-2016 pag. 1 di 10 Progettazione

Dettagli

19 Operazione: RADDRIZZAMENTO PUNTE GUARNIZIONI

19 Operazione: RADDRIZZAMENTO PUNTE GUARNIZIONI Scheda 19 Operazione: RADDRIZZAMENTO PUNTE GUARNIZIONI Macchinario: ASSORTIMENTO DI CARDATURA cardatura Scopo dell operazione Lavorando determinati tipi di materiale che provengono dalla rigenerazione

Dettagli

ESG MAX, ESG Plus, ESG Plus 2

ESG MAX, ESG Plus, ESG Plus 2 ESG MAX, ESG Plus, ESG Plus 2 Affilaelettrodi La soluzione ottimale per la lavorazione precisa e rapida di elettrodi di saldatura. Per la lavorazione, l affilatura e il taglio di elettrodi di saldatura

Dettagli

MARCA MODELLO MATRICOLA n

MARCA MODELLO MATRICOLA n Attrezzatura specifica Contenuti Titolo scheda N.ro scheda BETONIERA GUIDA MANUTENZIONE ISTRUZIONI PER LA MANUTENZIONE BT GM m. 1.1 MARCA MODELLO MATRICOLA n Voce principale Descrizione Riferimento normativo

Dettagli

Atomizzatore Fuxtec Manuale d uso in italiano

Atomizzatore Fuxtec Manuale d uso in italiano Come passare da liquidi a polveri: Atomizzatore Fuxtec Manuale d uso in italiano 1) Togliere i dadi di bloccaggio laterali del serbatoio e smontare il serbatoio (vedi punto successivo in Fig.2 ). Rimuovere

Dettagli

Le novità introdotte dalla EN 81.20:2014 nelle certificazioni degli ascensori. Fabio Battellini

Le novità introdotte dalla EN 81.20:2014 nelle certificazioni degli ascensori. Fabio Battellini Le novità introdotte dalla EN 81.20:2014 nelle certificazioni degli ascensori Fabio Battellini UNI EN 81-20:2014 ELEMENTI FONDAMENTALI DELLA CERTIFICAZIONE: Paragrafo 5 UNI EN 81-20:2014 Requisiti di sicurezza

Dettagli

Corso di protezionecivile

Corso di protezionecivile Corso di protezionecivile CORSO MOTOSEGHE La motosega è una macchina destinata al taglio della legna; utilizzata nel settore agricolo e nelle attività forestali, è considerata tanto utile quanto PERICOLOSA!

Dettagli

MISURE GENERALI DI SICUREZZA NELL UTILIZZO DELLE SCALE. Relazione Coordinamento Regionale Cpt Lombardia

MISURE GENERALI DI SICUREZZA NELL UTILIZZO DELLE SCALE. Relazione Coordinamento Regionale Cpt Lombardia MISURE GENERALI DI SICUREZZA NELL UTILIZZO DELLE SCALE Relazione Coordinamento Regionale Cpt Lombardia Prima dell uso Il personale addetto all uso della scala deve essere stato: valutato idoneo alla mansione

Dettagli

Service Information 13800_127_SI_

Service Information 13800_127_SI_ Pulizia sistema diesel con micrologic PREMIUM 127 pulitore iniettori diesel TUNAP 13800 Kit regolatore di pressione TUNAP 13850 Kit accessori diesel TUNAP 13859 Pompa elettrica Introduzione Il sistema

Dettagli

FATTORI DI RISCHIO E MISURE DI PREVENZIONE AUTOOFFICINE. a cura del Tecnico della Prevenzione Antonio GULMINI SPISAL ULSS 18 di Rovigo

FATTORI DI RISCHIO E MISURE DI PREVENZIONE AUTOOFFICINE. a cura del Tecnico della Prevenzione Antonio GULMINI SPISAL ULSS 18 di Rovigo FATTORI DI RISCHIO E MISURE DI PREVENZIONE AUTOOFFICINE a cura del Tecnico della Prevenzione Antonio GULMINI SPISAL ULSS 18 di Rovigo FASI LAVORATIVE 1 Recupero in esterno degli autoveicoli guasti Accettazione

Dettagli

FDT Utensili a compensazione per sbavatura su CNC o robot, con o senza motore pneumatico

FDT Utensili a compensazione per sbavatura su CNC o robot, con o senza motore pneumatico SMT PMT HMT Utensili marcatori per CNC o robot Marcatura a graffio o micropercussione ad aria o refrigerante FDT Utensili a compensazione per sbavatura su CNC o robot, con o senza motore pneumatico Utensile

Dettagli

GRUISTI. La mansione GRU A TORRE. Effettuare la verifica periodica annuale, che accerti lo stato di funzionamento e di conservazione della gru.

GRUISTI. La mansione GRU A TORRE. Effettuare la verifica periodica annuale, che accerti lo stato di funzionamento e di conservazione della gru. GRU A TORRE Effettuare la verifica periodica annuale, che accerti lo stato di funzionamento e di conservazione della gru. Ogni spostamento di una gru a torre va segnalato alla Azienda Sanitaria Locale

Dettagli

Macchina: KD. Scheda. Lavorazione: FINISSAGGIO

Macchina: KD. Scheda. Lavorazione: FINISSAGGIO Scheda 22 Lavorazione: FINISSAGGIO Macchina: KD Scopo della lavorazione La lavorazione di KD o decatissaggio in autoclave sotto pressione, fa parte delle lavorazioni di decatissaggio in discontinuo. Gli

Dettagli

Smontagomme per servizio mobile su ruote camion con cerchi da 13" a 27"

Smontagomme per servizio mobile su ruote camion con cerchi da 13 a 27 S 561 Smontagomme per servizio mobile su ruote camion con cerchi da 13" a 27" Smontagomme per servizio mobile su ruote camion, autobus e veicoli di trasporto su strada con cerchi da 13" a 27" (diametro

Dettagli

Smontagomme superautomatico per ruote camion e mezzi pesanti con cerchi da 14" a 56" (1)

Smontagomme superautomatico per ruote camion e mezzi pesanti con cerchi da 14 a 56 (1) S 560 Smontagomme superautomatico per ruote camion e mezzi pesanti con cerchi da 14" a 56" (1) Smontagomme per ruote camion, autobus e macchine agricole con cerchi da 14" a 56" (1) (diametro massimo ruota

Dettagli

MODALITA DI ACCESSO ALL IMPIANTO

MODALITA DI ACCESSO ALL IMPIANTO Pagina 1 di 5 MODALITA DI ACCESSO ALL IMPIANTO Criteri generali di sicurezza per il trasporto dei materiali e/o rifiuti presso l impianto di via Remesina Esterna 27/a in località Fossoli di Carpi (MO)

Dettagli

Smontagomme automatico per ruote camion e mezzi pesanti con cerchi da 14" a 56" (1)

Smontagomme automatico per ruote camion e mezzi pesanti con cerchi da 14 a 56 (1) S 551 XLA Smontagomme automatico per ruote camion e mezzi pesanti con cerchi da 14" a 56" (1) Smontagomme automatico per ruote camion e mezzi pesanti con cerchi da 14" a 56" (1) (diametro massimo ruota

Dettagli

GLI INTERVENTI PER L ELIMINAZIONE, LA RIDUZIONE, IL CONTENIMENTO DEI RISCHI

GLI INTERVENTI PER L ELIMINAZIONE, LA RIDUZIONE, IL CONTENIMENTO DEI RISCHI GLI INTERVENTI PER L ELIMINAZIONE, LA RIDUZIONE, IL CONTENIMENTO DEI RISCHI Tra gli interventi per l eliminazione, la riduzione e il contenimento dei rischi si ricordano: gli organi di trasmissione del

Dettagli

I.S.P.E.S.L. PROGETTO SI.PRE. REGIONI

I.S.P.E.S.L. PROGETTO SI.PRE. REGIONI I.S.P.E.S.L. PROGETTO SI.PRE. REGIONI 1. COMPARTO: AUTOTRASPORTI 2. FASE DI LAVORAZIONE: 4.4 SPONDE CARICATRICI 3. CODICE ISTAT: 60.24.0 TRASPORTO DI MERCI SU STRADA (ATECO 2002) 4. FATTORE DI RISCHIO:

Dettagli

I.S.P.E.S.L. PROGETTO SI.PRE. REGIONI

I.S.P.E.S.L. PROGETTO SI.PRE. REGIONI I.S.P.E.S.L. PROGETTO SI.PRE. REGIONI 1. COMPARTO: AUTOTRASPORTI 2. FASE DI LAVORAZIONE: 4.3 OPERAZIONI DI AGGANCIO E SGANCIO DEI SEMIRIMORCHI E RIMORCHI 3. CODICE ISTAT: 60.24.0 TRASPORTO DI MERCI SU

Dettagli

ATTREZZATURE IDRAULICHE E PER SOLLEVAMENTO

ATTREZZATURE IDRAULICHE E PER SOLLEVAMENTO ATTREZZATURE IDRAULICHE E PER SOLLEVAMENTO Bahco ha una vasta gaa di attrezzature idrauliche e per sollevamento, per tutti i tipi di veicoli, motori e componenti pesanti. La gaa comprende una gru pieghevole

Dettagli

Tavolo industrio con Elettrofresatrice CMT7E

Tavolo industrio con Elettrofresatrice CMT7E Le seguenti istruzioni si riferiscono ad alcuni accessori applicabili alla macchina Tavolo industrio con Elettrofresatrice CMT7E per la realizzazione di fori (asole) su aste, traverse e croci destinate

Dettagli

IL LAVORO ALLE MACCHINE

IL LAVORO ALLE MACCHINE IL LAVORO ALLE MACCHINE Tutte le macchine, parti di macchine, utensili e apparecchi di ogni genere devono disporre alle norme di sicurezza previste dal DPR 547 del 1955 e dal Decreto Legislativo 626 del

Dettagli

12 Operazione: PULITURA CON ARIA COMPRESSA

12 Operazione: PULITURA CON ARIA COMPRESSA Scheda 12 Operazione: PULITURA CON ARIA COMPRESSA Macchinario: ASSORTIMENTO DI CARDATURA cardatura Scopo dell operazione La pulitura con aria compressa viene eseguita anche più volte al giorno, in funzione

Dettagli

Pressa piegatrice D. Lgs. 81/08 All.V, D.P.R. 459/96 All.1, UNI EN 12622/05

Pressa piegatrice D. Lgs. 81/08 All.V, D.P.R. 459/96 All.1, UNI EN 12622/05 2.4.13 Pressa piegatrice D. Lgs. 81/08 All.V, D.P.R. 459/96 All.1, UNI EN 12622/05 PERICOLO PROTEZIONE Macchina che effettua la piegatura a freddo di lamiera tramite l accostamento di un punzone montato

Dettagli

AVVITATORE PNEUMATICO WINTOOLS DIRITTO 1W13A5 AVVIAMENTO A LEVA AVVITATORE PNEUMATICO WINTOOLS DIRITTO 2W13A5 AVVIAMENTO A SPINTA

AVVITATORE PNEUMATICO WINTOOLS DIRITTO 1W13A5 AVVIAMENTO A LEVA AVVITATORE PNEUMATICO WINTOOLS DIRITTO 2W13A5 AVVIAMENTO A SPINTA AVVITATORI PNEUMATICI AVVITATORE PNEUMATICO WINTOOLS DIRITTO 1W13A5 AVVIAMENTO A LEVA Per viti e materiali diversi. Si ferma automaticamente alla coppia richiesta. Campo di coppia (Nm):0,6 5 Velocità (giri/min):550

Dettagli

15 Operazione: SFASCIATURA DEL RUBANO

15 Operazione: SFASCIATURA DEL RUBANO Scheda 15 Operazione: SFASCIATURA DEL RUBANO Macchinario: ASSORTIMENTO DI CARDATURA cardatura Scopo dell operazione La sfasciatura del rubano o cilindra è l operazione necessaria per rimuovere il materiale

Dettagli

Trattore agricolo. principali pericoli. misure di protezione. scheda 2 1/6

Trattore agricolo. principali pericoli. misure di protezione. scheda 2 1/6 1/6 principali pericoli schiacciamento a seguito di ribaltamento del mezzo; caduta e scivolamento nelle fasi di salita e discesa; contatto con organi in movimento; contatto con parti calde. Tutte le trattrici

Dettagli

L ottenimento della forma desiderata si può avere per aspirazione sottovuoto all interno di uno. Figura 1 - Termoformatrice (ingresso linea)

L ottenimento della forma desiderata si può avere per aspirazione sottovuoto all interno di uno. Figura 1 - Termoformatrice (ingresso linea) Scheda 3 Produzione: Macchina: OGGETTI TERMOFORMATRICE Scopo della lavorazione La termoformazione è una tecnica di produzione di oggetti in plastica che prevede la trasformazione, dopo opportuno riscaldamento,

Dettagli

FRESE. A Ponte A Bandiera. Tipologia:

FRESE. A Ponte A Bandiera. Tipologia: FRESE Tipologia: A Ponte A Bandiera Norme di riferimento UNI EN 953/00 ripari di protezione UNI EN 294/93 e 349/94 distanze di sicurezza UNI EN 1088/97 interblocchi di sicurezza CEI EN 60204-1 equipaggiamento

Dettagli

Fupact 2012-2013. Catalogo. Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili da 32 a 800 A

Fupact 2012-2013. Catalogo. Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili da 32 a 800 A Fupact Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili da 32 a 800 A Catalogo 2012-2013 TM Interruttori di manovra-sezionatori con fusibili Un nuovo approccio alla protezione elettrica Fupact INF da 32

Dettagli

Spiegazione dei segnali di pericolo (pittogrammi)

Spiegazione dei segnali di pericolo (pittogrammi) Spiegazione dei segnali di pericolo (pittogrammi) I segnali di pericolo richiamano l attenzione su possibili punti di pericolo; essi danno delle indicazioni per un funzionamento senza pericoli della macchina.

Dettagli

monty SMONTAGOMME AUTOCARRI Gli smontagomme potenti per ruote da autocarro, autobus, veicoli da agricoltura e macchine movimento terra

monty SMONTAGOMME AUTOCARRI Gli smontagomme potenti per ruote da autocarro, autobus, veicoli da agricoltura e macchine movimento terra monty SMONTAGOMME AUTOCARRI Gli smontagomme potenti per ruote da autocarro, autobus, veicoli da agricoltura e macchine movimento terra monty 3650 Per compagnie di trasporto, spedizionieri, flotte municipali

Dettagli

SEZIONE B: SCHEDE BIBLIOGRAFICHE DI RIFERIMENTO. B1.2 Luoghi, Locali, e posti di lavoro - Opere provvisionali

SEZIONE B: SCHEDE BIBLIOGRAFICHE DI RIFERIMENTO. B1.2 Luoghi, Locali, e posti di lavoro - Opere provvisionali I1 Di seguito si riporta l elenco delle principali attività e lavorazioni individuate e delle relative schede bibliografiche di riferimento 1 alle quali si può fare riferimento per l individuazione dei

Dettagli

CESOIA. Legenda: nome del fabbricante e suo indirizzo; designazione della serie o del tipo; eventuale numero di fabbricazione;

CESOIA. Legenda: nome del fabbricante e suo indirizzo; designazione della serie o del tipo; eventuale numero di fabbricazione; CESOIA La cesoia è una macchina utilizzata per la tranciatura di barre e tondini d acciaio per la realizzazione di staffe e ferri sagomati per calcestruzzo armato. È una macchina indubbiamente pericolosa

Dettagli

Accordo Stato-regioni. Allegato IV GRU PER AUTOCARRO

Accordo Stato-regioni. Allegato IV GRU PER AUTOCARRO Accordo Stato-regioni 22 febbraio 2012 sulle attrezzature t di lavoro Allegato IV GRU PER AUTOCARRO Sono chiamate gru idrauliche perché i loro movimenti sono ottenuti per mezzo di cilindri ad azionamento

Dettagli

Standard minimi di prevenzione

Standard minimi di prevenzione PROVINCIA DI SONDRIO Servizio Cave in collaborazione con ASL di Sondrio - Servizio P.S.A.L. Standard minimi di prevenzione relativi agli adempimenti di sicurezza e salute nelle attività estrattive di cava

Dettagli

[ significa: Pensato per grandi imprese! EMCOTURN 900. Tornio CNC per diametro tornibile fino a 1050 mm e lunghezza tornibile fino a 5000 mm

[ significa: Pensato per grandi imprese! EMCOTURN 900. Tornio CNC per diametro tornibile fino a 1050 mm e lunghezza tornibile fino a 5000 mm [ E[M]CONOMY] significa: Pensato per grandi imprese! EMCOTURN 900 Tornio CNC per diametro tornibile fino a 1050 mm e lunghezza tornibile fino a 5000 mm EMCOTURN 900 [Mandrino principale] - Attacco mandrino

Dettagli

La smussatura di ingranaggi con grande modulo

La smussatura di ingranaggi con grande modulo La smussatura di ingranaggi con grande modulo I metodi di smussatura normalmente usati per ingranaggi di modulo fino a 6-8 mm prodotti in lotti non troppo piccoli, usano utensili che lavorano per compressione

Dettagli

RISCHIO MACCHINE E IMPIANTI IN AZIENDA D.Lgs.81/ Accordo Nazionale del 22/02/2012

RISCHIO MACCHINE E IMPIANTI IN AZIENDA D.Lgs.81/ Accordo Nazionale del 22/02/2012 RISCHIO MACCHINE E IMPIANTI IN AZIENDA D.Lgs.81/2008 - Accordo Nazionale del 22/02/2012 Ing. Sandro Di Remigio CE.P.A.S. Soc. Coop. a r.l. www.coopcepas.it 1 MACCHINA = Insieme equipaggiato di un sistema

Dettagli

Pressa idraulica D. Lgs. 81/08 All.V, D.P.R. 459/96 All.1, UNI EN 693/04

Pressa idraulica D. Lgs. 81/08 All.V, D.P.R. 459/96 All.1, UNI EN 693/04 2.4.12 Pressa idraulica D. Lgs. 81/08 All.V, D.P.R. 459/96 All.1, UNI EN 693/04 Macchina per la lavorazione a freddo della lamiera tramite l accostamento di un elemento mobile (punzone) a movimento alternativo

Dettagli

EQUIPAGGIAMENTI. E1 EQUIPAGGIAMENTI E1.1 Edificio o parti di edificio Ascensore oleodinamico

EQUIPAGGIAMENTI. E1 EQUIPAGGIAMENTI E1.1 Edificio o parti di edificio Ascensore oleodinamico EQUIPAGGIAMENTI E1 EQUIPAGGIAMENTI E1.1 Edificio o parti di edificio Ascensore oleodinamico Impianto di ascensore del tipo oleodinamico a 5 fermate, portata 630 kg disponibile: SI Sito: Committente Osservazioni:

Dettagli

FILTRO DEFANGATORE Serie 9064

FILTRO DEFANGATORE Serie 9064 FILTRO DEFANGATORE Serie 9064 Filtro defangatore completamente in ottone; PN 10; Cartuccia filtrante defangatrice in acciaio inox 3/8"; Attacco per valvola sfiato aria automatica; Massima temperatura di

Dettagli

PREMESSA Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione ISTRUZIONI ORIGINALI Prima di iniziare qualsiasi azione operativa è obbligatorio le

PREMESSA Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione ISTRUZIONI ORIGINALI Prima di iniziare qualsiasi azione operativa è obbligatorio le MANUALE USO E MANUTENZIONE Portalampada con cavo Art. 0429 ISTRUZIONI ORIGINALI PREMESSA Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione ISTRUZIONI ORIGINALI Prima di iniziare qualsiasi azione

Dettagli

Pulizia degli iniettori Diesel

Pulizia degli iniettori Diesel Pulizia degli iniettori Diesel con TUNAP microflex 938 - Pulitore diretto iniettori Diesel TUNAP Injecto Clean System 16 13310 1 Introduzione Il sistema TUNAP consente di utilizzare tecnologie avanzate,

Dettagli

Moltiplicatori di pressione

Moltiplicatori di pressione Moltiplicatori di pressione Moltiplicatori di pressione Generalità Il moltiplicatore di pressione serve a fornire una pressione in utilizzo maggiore di quella disponibile in ingresso, a spese di una perdita

Dettagli

Telaio E Telaio C Trolley. Specifiche tecniche. Tugger Train - Treno Rimorchiatore liftrunner. first in intralogistics

Telaio E Telaio C Trolley. Specifiche tecniche. Tugger Train - Treno Rimorchiatore liftrunner. first in intralogistics @ Specifiche tecniche Tugger Train - Treno Rimorchiatore liftrunner Telaio E Telaio C Trolley first in intralogistics 2 TUGGER TRAIN - DATI TECNICI Telaio E Il treno rimorchiatore può essere dotato da

Dettagli

AVVITATORE PNEUMATICO WINTOOLS DIRITTO 1W13A5 AVVIAMENTO A LEVA AVVITATORE PNEUMATICO WINTOOLS DIRITTO 2W13A5 AVVIAMENTO A SPINTA

AVVITATORE PNEUMATICO WINTOOLS DIRITTO 1W13A5 AVVIAMENTO A LEVA AVVITATORE PNEUMATICO WINTOOLS DIRITTO 2W13A5 AVVIAMENTO A SPINTA AVVITATORI PNEUMATICI AVVITATORE PNEUMATICO WINTOOLS DIRITTO 1W13A5 AVVIAMENTO A LEVA Per viti e materiali diversi. Si ferma automaticamente alla coppia richiesta. Campo di coppia (Nm):0,6 5 Velocità (giri/min):550

Dettagli

822 NOVAMIX REGOLAZIONE DELLA PORTATA DI GAS IN FUNZIONE DELLA PORTATA D ARIA RAPPORTO GAS/ARIA 1:1

822 NOVAMIX REGOLAZIONE DELLA PORTATA DI GAS IN FUNZIONE DELLA PORTATA D ARIA RAPPORTO GAS/ARIA 1:1 SIT Group 822 NOVAMIX CONTROLLO MULTIFUNZIONALE PER GAS REGOLAZIONE DELLA PORTATA DI GAS IN FUNZIONE DELLA PORTATA D ARIA RAPPORTO GAS/ARIA 1:1 DOPPIA ELETTROVALVOLA AUTOMATICA DI INTERCETTAZIONE REGOLATORE

Dettagli

Parte 1. Rischi meccanici e attrezzature, Rischi elettrici generali, Cadute dall alto, Esplosione

Parte 1. Rischi meccanici e attrezzature, Rischi elettrici generali, Cadute dall alto, Esplosione Parte 1 Rischi meccanici e attrezzature, Rischi elettrici generali, Cadute dall alto, Esplosione 1 XXXXXXXXXX Nella nostra azienda sono presenti le seguenti attrezzature: XXXXXXX XXXXXXXXXX XXXXXXXXXXX

Dettagli

PERIZIA ANTINFORTUNISTICA ASSEVERATA. 926, su incarico della ditta LONGATO VINCENZO con sede in Sesto San Giovanni (MI)

PERIZIA ANTINFORTUNISTICA ASSEVERATA. 926, su incarico della ditta LONGATO VINCENZO con sede in Sesto San Giovanni (MI) PERIZIA ANTINFORTUNISTICA ASSEVERATA Io sottoscritto Per. Ind. Costa Giuseppe, con studio in via Brescia n 26 di Travagliato in provincia di Brescia, iscritto all albo dei Periti Industriali della Provincia

Dettagli

PRECAUZIONE PER L UTILIZZO E AVVERTENZE PER LA SICUREZZA

PRECAUZIONE PER L UTILIZZO E AVVERTENZE PER LA SICUREZZA PRECAUZIONE PER L UTILIZZO E AVVERTENZE PER LA SICUREZZA Dopo aver tolto l imballaggio assicurarsi dell integrità dell apparecchio. In caso di dubbio non utilizzare l apparecchio e rivolgersi al centro

Dettagli

Norme di comportamento del personale autorizzato a lavorare nei locali dei Servizi di Officina Meccanica e di Progettazione Meccanica

Norme di comportamento del personale autorizzato a lavorare nei locali dei Servizi di Officina Meccanica e di Progettazione Meccanica Pag. 1 di 8 Norme di comportamento del personale autorizzato a lavorare nei locali dei Servizi di Officina Meccanica e di Progettazione Meccanica Premessa Questa nota è indirizzata al personale, dipendente

Dettagli

HandlingTech. Automations-Systeme PRONTO SOCCORSO IN CASO DI ROTTURA DELL'UTENSILE. www.handlingtech.de/eromobil

HandlingTech. Automations-Systeme PRONTO SOCCORSO IN CASO DI ROTTURA DELL'UTENSILE. www.handlingtech.de/eromobil HandlingTech PRONTO SOCCORSO IN CASO DI ROTTURA DELL'UTENSILE www.handlingtech.de/eromobil eromobil - La soluzione in caso di rottura dell'utensile Il nuovo eromobil Più compatto, più funzionale, più pratico

Dettagli

Dispositivi di Discesa/Recupero/Evacuazione/Salvataggio Dispositivo Retrattile e di Recupero EN 360/EN 1496

Dispositivi di Discesa/Recupero/Evacuazione/Salvataggio Dispositivo Retrattile e di Recupero EN 360/EN 1496 Dispositivi di Discesa/Recupero/Evacuazione/Salvataggio Dispositivo Retrattile e di Recupero EN 360/EN 1496 Dispositivo retrattile EN 360 con cavo metallico. Dispositivo di recupero integrato con perno

Dettagli

Accordo Stato-Regioni 22 febbraio 2012 sulle attrezzature di lavoro. Allegato VI CARRELLI ELEVATORI

Accordo Stato-Regioni 22 febbraio 2012 sulle attrezzature di lavoro. Allegato VI CARRELLI ELEVATORI Accordo Stato-Regioni 22 febbraio 2012 sulle attrezzature di lavoro Allegato VI CARRELLI ELEVATORI 2.1 Tipologie e caratteristiche Transpallet Transpallet manuale L operatore è a terra e spinge. Transpallet

Dettagli

valutata interferenziale protezione intervento non autorizzato all interno di detta area o nelle immediate casa via rosello

valutata interferenziale protezione intervento non autorizzato all interno di detta area o nelle immediate casa via rosello Rischio da interferenze Soggetti Attività oggetto di Ubicazione Tipologia Soggetti Presenza di rischio Valutazione Misure di Tempistica coinvolti analisi di rischio esposti interferenziale del rischio

Dettagli

S.R.L. Istruzioni IT05/06 MATRICOLA N

S.R.L. Istruzioni IT05/06 MATRICOLA N S.R.L. TAVOLA ROTANTE PIANTAGGIO E COLLAUDO VALVOLA Istruzioni IT05/06 MATRICOLA N.392548 Sommario Sommario... 2 1 - Introduzione... 3 1.1 Generalità... 3 1.2 Descrizione della macchina... 4 1.3 Principio

Dettagli

2.4.11 Pressa meccanica con innesto a frizione D. Lgs. 81/08 All.V, D.P.R. 459/96 All.1, UNI EN 692/06

2.4.11 Pressa meccanica con innesto a frizione D. Lgs. 81/08 All.V, D.P.R. 459/96 All.1, UNI EN 692/06 2.4.11 Pressa meccanica con innesto a frizione D. Lgs. 81/08 All.V, D.P.R. 459/96 All.1, UNI EN 692/06 PERICOLO PROTEZIONE Macchina per la lavorazione a freddo della lamiera tramite la chiusura di uno

Dettagli

Stazione di lavaggio. Manuale d uso

Stazione di lavaggio. Manuale d uso Stazione di lavaggio Manuale d uso Sommario Norme di Sicurezza... 3 Introduzione... 4 Caratteristiche tecniche... 4 1. Parti del FLUSH ONE PLUS... 5 1.1 Stazione di lavaggio... 5 1.2 Kit F1-HVAC cod. 05108086...

Dettagli

Fluorite di Silius SpA In liquidazione

Fluorite di Silius SpA In liquidazione Oggetto: Acquisto in economia ex art. n. 125 del D. Lgs. n. 163/06 per il servizio di messa a norma delle attrezzature da officina. Codice CIG Z1710FB1CA Importo a base d asta Euro 11.000,00 esclusa IVA.

Dettagli

LA SICUREZZA DEL PATRIMONIO CULTURALE IN PRESENZA DI CANTIERI DI RESTAURO. ing. PAOLO IANNELLI- Ministero per i beni e le attività culturali

LA SICUREZZA DEL PATRIMONIO CULTURALE IN PRESENZA DI CANTIERI DI RESTAURO. ing. PAOLO IANNELLI- Ministero per i beni e le attività culturali LA SICUREZZA DEL PATRIMONIO CULTURALE IN PRESENZA DI CANTIERI DI RESTAURO ing. PAOLO IANNELLI- Ministero per i beni e le attività culturali 1 Specificità dei cantieri di restauro occasione di studio (disponibilità

Dettagli

Lista di controllo Pericoli di natura meccanica

Lista di controllo Pericoli di natura meccanica Sicurezza realizzabile Lista di controllo Pericoli di natura meccanica Coscete i pericoli di natura meccanica connessi alle macchine e alle attrezzature utilizzate nella vostra azienda? Questa lista di

Dettagli

Lista di controllo Saldatura e taglio (procedimenti ad arco)

Lista di controllo Saldatura e taglio (procedimenti ad arco) Sicurezza realizzabile Lista di controllo Saldatura e taglio (procedimenti ad arco) Potete affermare che nella vostra azienda gli impianti di saldatura ad arco sono sicuri? Le persone addette alla saldatura

Dettagli

SERRANDE AVVOLGIBILI ISTRUZIONI REGOLAZIONE FINECORSA. MOTORI MARCA A.C.M. Modelli UNITITAN ed ECOTITAN

SERRANDE AVVOLGIBILI ISTRUZIONI REGOLAZIONE FINECORSA. MOTORI MARCA A.C.M. Modelli UNITITAN ed ECOTITAN SERRANDE AVVOLGIBILI ISTRUZIONI REGOLAZIONE FINECORSA MOTORI MARCA A.C.M. Modelli UNITITAN ed ECOTITAN Istruzioni riservate a personale esperto e qualificato. AVVERTENZE GENARALI: Queste slides rappresentano

Dettagli

STUFA ALOGENA 1800 Watt MANUALE D USO

STUFA ALOGENA 1800 Watt MANUALE D USO STUFA ALOGENA 1800 Watt Modello SA1806 MANUALE D USO European Standard Quality MANUALE D USO 1. CORPO DELL APPARECCHIO 2. BASE 3. VITI DI MONTAGGIO 4. DISPOSITIVO PROTEZIONE ANTI-RIBALTAMENTO 5. GUIDA

Dettagli

Cartelli di Obbligo. pag. 74

Cartelli di Obbligo. pag. 74 Cartelli di Obbligo pag. 74 Formato 120X120 200X200 330X330 500X500 Distanza Lettura mt. 4 6 11 15 K X Y Z KP XP YP ZP KA XA YA ZA per favore CHIUDERE LA PORTA grazie 300 301 302 303 304 305 306 307 308

Dettagli

Macchine - Utensili elettrici, batteria, scoppio, aria compressa

Macchine - Utensili elettrici, batteria, scoppio, aria compressa 06036006 BOSCH GSB 18-2 RE trapano versatile e compatto - mandrino autoserrante con auto-lock per un rapido cambio dell utensile Potenza Foro Foro Foro Peso Nominale W Muro mm Legno mm Calcestruzzo mm

Dettagli

POGLIANI & RIVOLTA EQUILIBRATURA/ATTREZZATURE rpm. 0,25 kw. 1 g. 230V/50Hz bar. 3 sec. (ca.) 120 kg. 65 kg

POGLIANI & RIVOLTA EQUILIBRATURA/ATTREZZATURE rpm. 0,25 kw. 1 g. 230V/50Hz bar. 3 sec. (ca.) 120 kg. 65 kg » Monitor LCD display» Ultrasonic Sensor, misura automatica dei parametri della ruota» Rilevazione parametri ed avvio ciclo misura in unico movimento» Freno elettronico albero di rotazione» Programma minimizzazione»

Dettagli

MISURE DI SICUREZZA UTILIZZO DI AZOTO LIQUIDO

MISURE DI SICUREZZA UTILIZZO DI AZOTO LIQUIDO MISURE DI SICUREZZA UTILIZZO DI AZOTO LIQUIDO Redazione: Verifica: Approvazione: Servizio Prevenzione e Protezione Ing. Stefano Del Do Tecnico della Prevenzione Francesca Pecorale Chiara Giorgi SOC Servizi

Dettagli

COD MANDRINO MM. VOLT/HZ GIRI CODICE EAN CONFEZIONE IMBALLO

COD MANDRINO MM. VOLT/HZ GIRI CODICE EAN CONFEZIONE IMBALLO trapani elettrici 810 Watt Trapano elettronico 810 Watt. Mandrino antisvitamento - Regolazione elettronica della velocità - Asta fine corsa - Impugnatura soft grip Percussione disinseribile - Doppio isolamento

Dettagli