Reti ottiche di accesso

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Reti ottiche di accesso"

Transcript

1 Reti in Fibra Ottica Reti ottiche di accesso (ultimi aggiornamenti: Giugno 2012) By R. Gaudino Roberto Gaudino 1.1 Situazione ad oggi (2012) delle reti di accesso Si intende per rete di accesso la parte della rete, gestita dai gestori nazionali di telecomunicazioni, che porta i servizi verso gli utenti finali, classificabili in due grandi famiglie Business Residenziali (utenza privata) In Italia, la stragrande maggioranza degli utenti residenziali sono oggi raggiunti da un doppino telefonico twisted pair L utilizzo della fibra ottica è, in Italia, un eccezione (Fastweb, circa utenti in fibra) Una parte degli utenti Business sono invece già raggiunti in fibra (ma solo per la fascia alta) Nella prossime slides ci si concentrerà sulla situazione per l utenza residenziale Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.2

2 Situazione (ad oggi) delle reti di accesso Distanze tipiche in Italia: da 300m a 3000 m Central Office Gruppi di doppini, in fasci da alcune centinaia Street Cabinet Gruppi di doppini, in fasci da alcune decine fino a centinaia Street Cabinet Street Cabinet Notare che CIASCUN utente ha un doppino direttamente collegato in centrale (Central Office, CO) In ciascun CO sono terminati migliaia di doppini telefonici La struttura è completamente passiva, solo doppini, no apparati elettrici tra il CO e l utente finale Estrema affidabilità e basso costo Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.3 Doppini telefonici Dal Central Office possono uscire fasci contenenti migliaia di doppini Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.4

3 Central Offices pictures Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.5 Street Cabinet ( ripartitori telefonici ) Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.6

4 advanced street cabinet Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.7 Situazione (al 2007) delle reti di accesso I numeri (indicativi, riferiti a Telecom Italia) Central offices Street Cabinet 22 milioni di utenti residenziali Tutta l utenza è raggiunta da doppini telefonici, spesso installati decine di anni fa al solo scopo di trasportare la telefonica tradizionale (analogica, banda 3.2 KHz) Esistono case nei centri storici dove i doppini risalgono agli anni 50 ADSL (e versioni successive ADSL2, ADSL2+, VDSL, etc) Possibilità di trasportare fino ad alcuni Mbit/s su doppino rivoluzione tecnologica a partire dagli anni 90 NON si deve ri-cablare la rete Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.8

5 Le limitazioni delle tecniche xdsl Il bit-rate fornibile all utente è funzione di: Distanza dell utente dal central-office Interferenze da altri doppini (= numero di altre linee xdsl accese nello stesso fascio di doppini) Il grafico è a puro titolo di esempio. Considera i limiti per singolo VDSL2 from Exchange ADSL2+ doppino, senza ADSL interferenze da parte di altri doppini Distanza tra il Central Office e l utente [metri] Anche le tecnologie xdsl più sofisticate sono limitate a pochi Mbit/s (<4 Mbit/s per distanze sopra i 2 Km) Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.9 I bit-rate dei servizi più esigenti Video in qualità DVD, compresso MPEG: da 2 a 4 Mbit/s Video in alta qualità attuale (HDTV, BlueRay), compresso MPEG: 15 Mbit/s Video ad alta definizione future (formato 4K, già pre-commerciale): Mbit/s La richiesta di trasporto di video verso l utente residenziale satura la capacità di xdsl Si prevede di fornire in ciascun appartamento la possibilità di fruire di 2-3 flussi video in contemporanea (oltre a fonia, dati, etc) Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.10

6 Le soluzioni ottiche: FTTx CO Fiber ONU = Optical Network Unit ONU Copper, twisted pair NIU NIU = Network Interface Unit FTTCab Fiber to the cabinet CO ONU Copper, twisted pair NIU FTTB Fiber to the Building CO Central office ONU/NIU FTTH Fiber to the Home Idea base: accorciare (o addirittura annullare) la lunghezza del collegamento da coprire in doppino, utilizzando per il resto la fibra ottica Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.11 Distanze e bit-rate Central Office Primary Cabinet Secondary Building ( m) ( m) FTTE xdsl ADSL Mbps <1 Mbps FTTCab ONU VDSL2 VDSL2 17M M 2-10 M FTTB VDSL2 30M M M FTTH Optical Gbps Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.12

7 La soluzione FTTH PRO Risolve completamente qualunque limitazione di banda Soprattutto usando fibra singolo modo, si copre qualunque ragionevole richiesta di banda per utente (Gbit/s) CONTRO Richiede un ri-cablaggio COMPLETO della rete di accesso, costosissimo Richiede un apparato ottico per CIASCUN appartamento Al 2007, le stime di costo per ogni nuovo accesso FTTH completo sono dell ordine dei euro ad utente per grosse città, molto dense (tutto incluso, il costo è soprattutto legato ai lavori edili ) notare che i potenziali utenti residenziali sono, in Italia, 22 milioni (!!) Un upgrade di TUTTI gli utenti al FTTH richiederebbe investimenti dell ordine dei miliardi di euro (!!) Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.13 La soluzioni intermedie FTTCab, FTTB Portare la fibra più vicina all utente finale, usando xdsl solo per l ultimo tratto Diventando più corta la parte in xdsl, i possibili bit rate crescono (fino a circa 50 Mbit/s simmetrici su 200 metri per le migliori tecnologie attuali) Ciascuna fibra è utilizzata per trasportare il traffico relativo a parecchi utenti finali PRO Costi inferiori rispetto a FTTH CONTRO Minore banda per upgrade futuri Apparati attivi (e sofisticati) sparsi per il territorio Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.14

8 Le tecnologie per il FTTx Due tipi di soluzioni: Una fibra ottica dedicata per ciascun collegamento (soluzione detta Peer-to- Peer o point-to-point P2P) In Italia, è stata ad esempio la scelta di Fastweb E considerata attualmente da Telecom Italia, soprattutto nella versione FTTCab Fibra ottica condivisa tra molti utenti: si parla di architetture PON: Passive Optical Networks La vediamo nelle prossime slides riferita al FTTH, ma può essere applicata anche a FTTB e FTTCab Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.15 Architettura PON O/E CO Passive Optical Splitters O/E OLT (Optical Line Terminal) O/E ONU (Optical Network Unit) Idea base: utilizzare splitter passivi per far condividere lo stesso segnale a molti utenti Trasmissione bidirezionale su singola fibra Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.16

9 Confronto P2P e PON Vantaggi P2P Ricetrasmettitori ottici molto semplici Possibilità (dove necessario) di aumentare più facilmente il bit rate per utente Unbundling possibile a livello fisico (spostamento manuale di una fibra) Vantaggi PON Numero di terminazioni ottiche in centrale notevolmente ridotto Semplificazione della gestione dei cavi all interno della centrale Costi globalmente più bassi Semplificazione nell installazione dei cavi Minor numero di connettori/giungi lungo la rete Minore consumo elettrico in centrale Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.17 Confronto P2P e PON I fautori delle PON (solitamente gli operatori telefonici incumbent, cioè le Telecom Nazionali storiche) sostengono che: La maggiore banda a disposizione delle P2P è solo teorica: il collo di bottiglia è comunque la banda a disposizione in uscita dalla centrale verso la rete metro Nell ipotesi di uno sviluppo di massa dell accesso ottico, è impensabile gestire decine di migliaia di terminazioni ottiche in una singola centrale I fautori delle P2P (solitamente gli operatori teleconici alternativi) sostengono che: Il maggior costo degli apparati di centrale è bilanciato da Minor costo degli apparati dal lato utente Preponderanza percentuale dei costi di scavo (ingegneria civile) Fondamentale la possibilità di unbundling a livello fisico (cioè sulla fibra) Dibattito aperto su quale sia la tecnologia che consuma di meno Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.18

10 Architettura PON Esistono vari standard per le reti PON, che condividono tuttavia tutti le stesse idee di base FSAN (Full Service Access Network) Uso della singola fibra in maniera bidirezionale, tipicamente con due lunghezze d onda diverse DOWNSTREAM: da CO a utente finale: 1500 nm UPSTREAM: da utente a CO: 1300 nm Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.19 Architettura PON Bit rate (solitamente) asimmetrici nelle due direzioni Ad esempio, nella versione base FSAN ITU G (solitamente denominata come B-PON) DOWNSTREAM: 622 Mb/s UPSTREAM: 155 Mb/s Versioni evolute GPON/EPON/GEPON DOWNSTREAM: 2.5 Gbit/s UPSTREAM: 1 Gbit/s Numero di utenti: fino a 64 utenti per la versione base Si pensa a 1024 utenti per le versioni evolute Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.20

11 Bit rate per utente FSAN ITU G FSAN ITU G DOWNSTREAM: 622 Mb/s UPSTREAM: 155 Mb/s 64 utenti Il bit-rate per utente, nell improbabile caso che siano tutti connessi, è dell ordine di 10 Mbit/s downstream 2 Mbit/s upstream In realtà, grazie alla multiplazione statistica, può essere significativamente più elevato Questo è un notevole vantaggio delle architetture PON: esiste un livello intrinseco di multiplazione statistica su N utenti per ogni fibra che esce dalla centrale Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.21 Versioni GPON/EPON/GEPON È chiaro che solo le versioni più evolute (GPON/EPON/GEPON) danno un vero incremento di bit-rate rispetto alle soluzioni ADSL di fascia alta Negli stati in cui è già presente un massiccio uso di tecniche PON (Giappone, Corea, Cina) la tendenza è di installare Gigabit PON Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.22

12 Le problematiche fisiche per PON Gli splitter introducono un attenuazione pari almeno a: Ad esempio 64 utenti: minimo 18 db 1024 utenti: minimo 30 db 10log10( Nutenti ) Il numero massimo di utenti è sostanzialmente limitato all attenuazione introdotta dagli splitter passivi Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.23 Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.24

13 Le problematiche fisiche per PON Il segnale è condiviso tra tutti gli utenti DOWNSTREAM: soluzione TDM Pura Ciascun utente riceve tutto il traffico, e seleziona la parte a lui dedicata UPSTREAM: soluzione TDMA (è necessario gestire l accesso multiplo) Trasmissione a burst per ciascun trasmettitore Necessaria ricezione a burst al CO APON standard: The upstream channel is divided into 53 slots of 56 bytes at Mbps, Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.25 Trasmissione Downstream Nella direzione Downstream, cioè dalla centrale verso l utente finale, la trasmissione è (a livello fisico): Continua (flusso dati digitale continuo, senza necessità di gestire accesso multiplo) In broadcast a tutti gli utenti (a livello fisico) tutti ricevono tutto La selezione del traffico dati per ciascun utente è affidata ai protocolli di livello superiore, e non è gestita a livello fisico Video overlay: in alcune architetture, viene utilizzata un ulteriore lunghezza d onda in downstream (λ=1550 nm circa) per distribuire in broastcast un set di canali televisivi Si tratta di una λ scelta in modo da essere ben separata da quella usata per il traffico PON downstream tradizionale (λ tra 1480 e 1500 nm) Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.26

14 Trasmissione Upstream Nella direzione Upstream, cioè dall utente finale verso la centrale, la trasmissione è (a livello fisico): Discontinua, cioè a burst Gestita in divisione di tempo ad accesso multiplo In particolare, ogni utente può trasmettere in un ben determinato slot temporale all interno di una trama TDM Un opportuno protocollo assicura che in ciascuno slot trasmetta un solo utente (algoritmo di ranging) Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.27 Necessità di algoritmo di ranging Il flusso upstream nelle PON è organizzato in Frame da 125 µs Con 53 slots in ogni frame, ciascuno della durata di circa 2 µs Supponiamo che: Utente #1 sia a 2 km dalla centrale Utente #2 sia a 1 km dalla centrale La differenza tra i tempi di propagazione verso la centrale è di circa: t 5 µs 2km t 1 = 10 µ s m / s 1km t 2 = 5 µ s m / s Risulta dunque addirittura maggiore del tempo di slot! Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.28

15 Collisioni: situazione da evitare ONU #1 (utente) time ONU #2 (utente) OLT (centrale) t 1 10 µs t 2 5 µs time time Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.29 Situazione corretta ONU #1 (utente) time ONU #2 (utente) t 1 10 µs t 2 5 µs time OLT (centrale) time Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.30

16 Trasmissione Upstream Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.31 Trasmissione Upstream La ricezione upstream (presso il CO) è complessa: Ricezione di pacchetti da diversi trasmettitori Con ampiezze diverse (a seconda della distanza percorsa nella PON) Con clock diversi Necessità di un ricevitore a burst Con livelli di decisione in ampiezza variabili da burst a burst Con clock recovery veloce Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.32

17 Evoluzioni future: WDM PON Residential user Central Office Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.33 WDM - PON Svantaggi: costi elevati: Molto critica la necessità di avere un laser WDM, possibilmente sintonizzabile, a casa dell utente finale Vantaggi Lambda dedicata per ciascun utente, in entrambe le direzioni Bit-rate per utente potenzialmente molto elevato Non è più necessaria né la ricezione burst-mode, né il meccanismo di ranging L attenuazione del WDM demultiplexer NON è più strettamente legato al numero di utenti. Esempio: WDM demux a 32 porte: attenuazione attorno a 6-7 db Splitter ottico a 32 porte: attenuazione minima di 15 db Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.34

18 FTTH La situazione di mercato (aggiornata al ) Roberto Gaudino 1.35 FTTH: la situazione ad inizio 2008 Massiccio utilizzo in Korea e Giappone (5-6 milioni di utenti FTTH) Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.36

19 FTTH: la situazione ad inizio 2008 Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.37 Chi può pagare il passaggio al FTTH? Oggi (2012) l investimento di 1000 Euro (circa) ad utente per un installazione FTTH è MOLTO critico per le Telecom nazionali I margini di guadagno oggi sulla rete fissa sono molto limitate causa: Concorrenza tra vari operatori Diffusione delle tariffe flat-rate Saturazione del mercato Nessuna Telecom europea ha bilanci particolarmente positivi, soprattutto sulla rete fissa Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.38

20 Chi può pagare il passaggio al FTTH? Giappone e Corea: le Telecom nazionali in quei paesi sono ancora sostanzialmente pubbliche Il costo del deployment è stato assorbito a livello pubblico Altre particolarità di Giappone e Corea Fortissima propensione della popolazione verso le nuove tecnologie Città con altissima densità di popolazione La soluzione FTTH-PON è molto adatta in questi casi Tradizioni diverse: cavi aerei, installazioni molto meno costose Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.39 Situazione europea Ad oggi (2010, la situazione potrebbe cambiare velocemente): La maggior parte delle installazioni FTTH, soprattutto nel nord-europa, sono pagate dagli enti pubblici locali, cioè su fondi comunque pubblici Municipalità Circoscrizioni Gli operatori nazionali (privati, quali France Telecom, Telecom Italia, Telefonica, etc) continuano ad annunciare l inizio del FTTH Si tratta in realtà per ora solo di test-plant limitati ad un numero ristretto di abitazioni Qualcosa sembra iniziare a muoversi in Francia Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.40

21 Grazie per l attenzione!! Per chi fosse interessato a fare la tesi nel mio gruppo: Reti in fibra ottica Copyright 2007 R. Gaudino, Optical Communication Group, Politecnico di Torino 1.41

Reti ottiche di accesso

Reti ottiche di accesso Reti in Fibra Ottica Reti ottiche di accesso (ultimi aggiornamenti: Giugno 2010) By R. Gaudino Roberto Gaudino 1.1 Situazione ad oggi (2010) delle reti di accesso Si intende per rete di accesso la parte

Dettagli

Corso di Sistemi di Telecomunicazione Ottici A. A. 2009/2010. Reti di accesso. Architettura di rete HFC FTTx

Corso di Sistemi di Telecomunicazione Ottici A. A. 2009/2010. Reti di accesso. Architettura di rete HFC FTTx Corso di Sistemi di Telecomunicazione Ottici Reti di accesso Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria delle Telecomunicazioni A.A. 2009/2010 Reti di accesso (1) Reti di accesso Architettura di rete

Dettagli

LE RETI OTTICHE PASSIVE

LE RETI OTTICHE PASSIVE LE RETI OTTICHE PASSIVE Prof. Ing. Maurizio Casoni Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia INDICE La rete di accesso Le reti ottiche passive Gli Standard

Dettagli

Reti di accesso ottiche di nuova generazione (NGAN) Introduzione alle architetture e alle strategie di evoluzione

Reti di accesso ottiche di nuova generazione (NGAN) Introduzione alle architetture e alle strategie di evoluzione Reti di accesso ottiche di nuova generazione (NGAN) Introduzione alle architetture e alle strategie di evoluzione Politecnico di Milano Dip. di Elettronica e Informazione P.za Leonardo da Vinci 32, 20133

Dettagli

Il Piano di Sviluppo di Telecom Italia

Il Piano di Sviluppo di Telecom Italia GRUPPO TELECOM ITALIA Il Piano di Sviluppo di Telecom Italia Focus sulla Qualità per il Cliente Finale Roma, 12 Giugno 2013 Telecom Italia/Technology GIUSEPPE ROBERTO OPILIO Sommario 1. Introduzione 2.

Dettagli

Sistemi a larga banda (Broadband)

Sistemi a larga banda (Broadband) 61 Sistemi a larga banda (Broadband) Le applicazioni informatiche e i servizi multimediali (musica, film, manifestazioni sportive) offerti sulla grande rete Internet e attraverso la televisione digitale

Dettagli

Reti in fibra ottica. Obiettivo del corso: Reti in fibra ottica. Fornire una panoramica sulle moderne reti di trasporto basate su fibra ottica.

Reti in fibra ottica. Obiettivo del corso: Reti in fibra ottica. Fornire una panoramica sulle moderne reti di trasporto basate su fibra ottica. Reti in fibra 1/21 Reti in fibra Obiettivo del corso: Fornire una panoramica sulle moderne reti di trasporto basate su fibra. 2/21 Campi di applicazione 1/3 Applicazione principale: reti di trasporto di

Dettagli

Architettura della tecnologia ADSL Tipologie delle tecnologie xdsl

Architettura della tecnologia ADSL Tipologie delle tecnologie xdsl Reti di Telecomunicazioni R. Bolla, L. Caviglione, F. Davoli Aspetti generali della tecnologia xdsl Architettura della tecnologia ADSL Tipologie delle tecnologie xdsl Il DSLAM 10.2 Genericamente le tecnologie

Dettagli

Sistemi di Telecomunicazione

Sistemi di Telecomunicazione Sistemi di Telecomunicazione Caratteristiche dei cavi a coppie simmetriche (seconda parte) Universita Politecnica delle Marche A.A. 2013-2014 A.A. 2013-2014 Sistemi di Telecomunicazione 1/22 Il doppino

Dettagli

Introduzione alle trasmissioni ottiche

Introduzione alle trasmissioni ottiche Introduzione alle trasmissioni ottiche ORGANIZZAZIONE DEL CORSO Introduzione e storia delle trasmissioni ottiche Argomenti del corso Richiami di fisica Fibre ottiche Propagazione in fibra ottica Modulazione,

Dettagli

Accesso a larga banda. Accesso a larga banda (xdsl)

Accesso a larga banda. Accesso a larga banda (xdsl) Accesso a larga banda (xdsl) Accesso a larga banda (xdsl) xdsl = diverse tecniche di trasmissione numerica su doppino telefonico DSL = Digital Subscriber Line (Linea d Utente Numerica) Un sistema xdsl

Dettagli

Mezzi trasmissivi e livello fisico. Reti di Accesso. Reti di accesso

Mezzi trasmissivi e livello fisico. Reti di Accesso. Reti di accesso Reti di Accesso Reti di accesso Per arrivare all utenza residenziale ( ultimo miglio ), l ultima tratta di rete viene detta rete d accesso ( local loop in inglese) Tecnologie nelle reti di accesso: Plain

Dettagli

ADSL fino a? Clausola indicata in quasi tutti i contratti dei maggiori operatori

ADSL fino a? Clausola indicata in quasi tutti i contratti dei maggiori operatori ADSL fino a? Clausola indicata in quasi tutti i contratti dei maggiori operatori TELECOM - ALICE 20 MEGA INTERNET H24 FINO A 20 MEGA Internet H24 fino a 20 Mega ADSL veloce, indispensabile per condividere

Dettagli

Roma, 26 maggio 2016. Gruppo Telecom Italia

Roma, 26 maggio 2016. Gruppo Telecom Italia Roma, 26 maggio 2016 Gruppo Telecom Italia Telecom Italia, l impresa italiana che investe di più in Italia ~3,9 Società quotate: investimenti in Italia, anno 2015 dati in miliardi di euro ~2,5 ~1,9 ~1,3

Dettagli

SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE

SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE L acronimo xdsl indica una famiglia di sistemi che consente di impiegare il doppino telefonico in rame per trasportare il traffico numerico

Dettagli

Rete di accesso in rame Pag 1

Rete di accesso in rame Pag 1 Caratteristiche dei cavi a coppie simmetriche Rete di accesso in rame Pag 1 Tecnologie per l ultimo miglio Parametri di una linea trasmissiva in rame I 0 Cellula elementare I x G V 0 l g r c V x Linea

Dettagli

Unbundling e xdsl. Mario Baldi

Unbundling e xdsl. Mario Baldi Unbundling e xdsl Mario Baldi Politecnico di Torino Dipartimento di Automatica e Informatica mario.baldi[at]polito.it http://staff.polito.it/mario.baldi Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze

Dettagli

L Aquila La nuova rete di TIM

L Aquila La nuova rete di TIM GRUPPO TELECOM ITALIA L Aquila, 22-23 Marzo 2016 Auditorium del Parco L Aquila La nuova rete di TIM Responsabile Creation Abruzzo e Molise La Nuova Rete de L Aquila Razionalizzazione dei Servizi Il progetto

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 1 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Intro: 1 Con il termine rete si indica in modo generico un collegamento fra 2 apparecchiature (sorgente - destinazione)

Dettagli

xdsl Generalità xdsl fa riferimento a tutti i tipi di Digital Subscriber Line

xdsl Generalità xdsl fa riferimento a tutti i tipi di Digital Subscriber Line xdsl Generalità xdsl fa riferimento a tutti i tipi di Digital Subscriber Line ADSL: asymmetric DSL SDSL: symmetric DSL HDSL: High-data-rate DSL VDSL: Very high DSL E una tecnologia utilizzata per fornire

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni 1

Reti di Telecomunicazioni 1 Reti di Telecomunicazioni 1 Corso on-line - AA2005/06 Blocco 2 (v2) Ing. Stefano Salsano e-mail: stefano.salsano@uniroma2.it 1 Richiami sul concetto di multiplazione 2 Riprendendo il discorso sulle diverse

Dettagli

Connettività in Italia

Connettività in Italia Connettività in Italia Tipologie di connettività per clienti business e consumer Dott. Emiliano Bruni Tipologie di connettività PSTN ISDN CDA CDN Frame Relay ADSL HDSL Satellite Wireless Punto-punto Wireless

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II Lezione 3 Giovedì 12-03-2015 Reti a commutazione di pacchetto datagram Le reti a commutazione

Dettagli

Standard nelle fibre ottiche

Standard nelle fibre ottiche Standard nelle fibre ottiche Il protocollo ethernet ottico Ethernet è una suite di protocolli originariamente sviluppati per realizzare LAN (Local Area Networks): Ethernet ha avuto molto successo ed è

Dettagli

DigitalSubscriberLine(DSL)

DigitalSubscriberLine(DSL) DigitalSubscriberLine(DSL) 1 La famiglia di tecnologie, nota come DSL (DigitalSubscriberLine), è stata introdotta allo scopo di aumentare il ritmo binario sulle ordinarie linee d utente fino a valori dell

Dettagli

NGN le reti per i servizi multimediali del futuro, dalle tecnologie di accesso al Data Center. Alberto Vetuli

NGN le reti per i servizi multimediali del futuro, dalle tecnologie di accesso al Data Center. Alberto Vetuli NGN le reti per i servizi multimediali del futuro, dalle tecnologie di accesso al Data Center Alberto Vetuli AZIENDE SANITARIE AO - ASL TELEMEDICINA PRIVATE CLOUD SCENARIO DI SERVIZI E RETI IN ITALIA

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Sommario della

Dettagli

Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE

Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE Contenuti del corso La progettazione delle reti Il routing nelle reti IP Il collegamento agli Internet Service Provider e problematiche di sicurezza

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

Larga banda: le innovazioni in Telecom Italia e nel mondo

Larga banda: le innovazioni in Telecom Italia e nel mondo TECNOLOGIE Larga banda: le innovazioni in Telecom Italia e nel mondo ANTONINO CICCARDI MARCO DE BORTOLI MARCO POLANO La crescita del mercato della larga banda e le richieste di maggiori velocità nel segmento

Dettagli

ADSL (ASYMMETRIC DIGITAL SUBSCRIBER LINE) Prof. Ing. Maurizio Casoni

ADSL (ASYMMETRIC DIGITAL SUBSCRIBER LINE) Prof. Ing. Maurizio Casoni ADSL (ASYMMETRIC DIGITAL SUBSCRIBER LINE) Prof. Ing. Maurizio Casoni Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia GENERALITÀ Soluzione proposta per la realizzazione

Dettagli

DHCP e ISP. DHCP e ISP. DHCP e server. DHCP e server DSL. Soluzioni. Digital Subscriber Line. Regola di dimensionamento

DHCP e ISP. DHCP e ISP. DHCP e server. DHCP e server DSL. Soluzioni. Digital Subscriber Line. Regola di dimensionamento DHCP Dynamic Host Configuration Protocol 09CDUdc Reti di Calcolatori DHCP! RFC 2131, 2132! Protocollo client/server per configurare dinamicamente gli host di una rete! Permette l allocazione automatica

Dettagli

Corso di Reti di Telecomunicazione. Reti di accesso

Corso di Reti di Telecomunicazione. Reti di accesso Corso di Reti di Telecomunicazione Reti di accesso Reti di accesso (1) Reti di accesso Architettura di rete HFC FTTx Reti di accesso (2) Sono l ultimo ramo delle reti di TLC Dal service provider alle case

Dettagli

Mezzi trasmissivi e livello fisico

Mezzi trasmissivi e livello fisico Il livello fisico Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ IL LIVELLO FISICO - 1 Mezzi e sistemi trasmissivi Elettrici Doppino non schermato Cavo coassiale Ottici Fibra ottica

Dettagli

La TV nelle Reti di Nuova Generazione (NGN)

La TV nelle Reti di Nuova Generazione (NGN) La TV nelle Reti di Nuova Generazione (NGN) Francesco Matera Responsabile Area Tecnologie per Reti NGN mat@fub.it ; +39 06 5480 2215 Fondazione Ugo Bordoni Wireless Multicast TV Urbino, 5 maggio 2010 Sommario

Dettagli

Le soluzioni per l accesso alle reti ad alta velocità

Le soluzioni per l accesso alle reti ad alta velocità Giornata di studio: Infrastrutture avanzate per reti ad alta velocità Modena, 5 Aprile 2006 Università di Modena e Reggio Emilia, Facoltà di Ingegneria Le soluzioni per l accesso alle reti ad alta velocità

Dettagli

Rete elettrica e telecomunicazioni nell ottica smart grid

Rete elettrica e telecomunicazioni nell ottica smart grid Politecnico di Milano Advanced Network Technologies Laboratory Rete elettrica e telecomunicazioni nell ottica smart grid Antonio Capone 1 Reti di Comunicazione ed Elettriche Electric Network & Communication

Dettagli

CITTÀ DI MODENA La Rete di Nuova Generazione di Telecom Italia

CITTÀ DI MODENA La Rete di Nuova Generazione di Telecom Italia GRUPPO TELECOM ITALIA OPEN ACCESS CITTÀ DI MODENA La Rete di Nuova Generazione di Telecom Italia Dotti Massimiliano Modena, 12 Febbario 2014 Technology Open Access Access Op Area 37 2 Come la Rivoluzione

Dettagli

Utilizzo efficiente del canale di comunicazione

Utilizzo efficiente del canale di comunicazione Il problema 2 Utilizzo efficiente del canale di comunicazione Prof. Roberto De Prisco TEORIA - Lezione 4 Multiplexing Un singolo utente (del canale) potrebbe non utilizzare tutta la capacità Lasciare l

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 3 Martedì 11-03-2014 1 Accesso alla rete Gli host possono connettersi

Dettagli

Utilizzo efficiente del canale di comunicazione

Utilizzo efficiente del canale di comunicazione Autunno 2002 Prof. Roberto De Prisco -04: Multiplexing Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica Il problema 04.2 Utilizzo efficiente del canale di comunicazione Un singolo utente

Dettagli

Utilizzo efficiente del canale di comunicazione

Utilizzo efficiente del canale di comunicazione Il problema 04.2 Utilizzo efficiente del canale di comunicazione -04: Multiplexing Autunno 2002 Prof. Roberto De Prisco Un singolo utente (del canale) potrebbe non utilizzare tutta la capacità Lasciare

Dettagli

GSM/GPRS/UMTS/HSDPA: evoluzione delle tecnologie e nuovi scenari applicativi

GSM/GPRS/UMTS/HSDPA: evoluzione delle tecnologie e nuovi scenari applicativi www.telit.com GSM/GPRS/UMTS/HSDPA: evoluzione delle tecnologie e nuovi scenari applicativi Sergio Sciarmella I sistemi di telecomunicazione e le reti wireless in particolare sono cambiate in modo radicale

Dettagli

Sistemi e Tecnologie della Comunicazione

Sistemi e Tecnologie della Comunicazione Sistemi e Tecnologie della Comunicazione Lezione 9: strato fisico: mezzi trasmissivi 1 Mezzi trasmissivi Vedremo una panoramica sui diversi mezzi trasmissivi utilizzati tipicamente nelle reti di computer,

Dettagli

NEW GENERATION NETWORK

NEW GENERATION NETWORK NEW GENERATION NETWORK STRATEGIE DI ACCESSO Nel campo delle telecomunicazioni è alle porte la rivoluzione NGN, ossia una nuova rete basata sempre più su sistemi informatici e ispirata totalmente alla filosofia

Dettagli

Dalla Fibra Ottica al WiFi. In Puglia ed in Italia

Dalla Fibra Ottica al WiFi. In Puglia ed in Italia Dalla Fibra Ottica al WiFi In Puglia ed in Italia La Fibra ottica La capacità di una fibra si misura col numero di bit inviati al secondo. Il megabit (un milione di bit) misurava la portata dei primi cavi

Dettagli

Infrastrutture per la banda larga

Infrastrutture per la banda larga Infrastrutture per la banda larga Pier Luca Montessoro Dip. di Ingegneria Elettrica Gestionale e Meccanica Università degli Studi di Udine 2009 - DIEGM - Università di Udine 1 Servizi di rete Cos è la

Dettagli

2 - Canali e Multiplazione

2 - Canali e Multiplazione Università degli studi di Bergamo Università degli studi di Bergamo Dipartimento di Ingegneria dell Informazione e Metodi Matematici Reti di Calcolatori prof. F. Martignon 2 - Canali e Multiplazione 1

Dettagli

Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti

Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti Indice Mezzi e tecniche di trasmissione dati Cavi in rame Fibre ottiche Onde radio e sistemi wireless Modulazione e demodulazione Reti di calcolatori

Dettagli

Protocolli di accesso multiplo

Protocolli di accesso multiplo Protocolli di accesso multiplo Quando l accesso ad una risorsa può avvenire da parte di più utenti indipendenti, si parla di risorsa condivisa ed è necessaria l implementazione di particolari protocolli

Dettagli

Tecnologie e potenzialità della banda larga

Tecnologie e potenzialità della banda larga Tecnologie e potenzialità della banda larga Unione degli Industriali di Pordenone 1 febbraio 2010 Dip. di Ingegneria Elettrica Gestionale e Meccanica Università degli Studi di Udine Pier Luca Montessoro

Dettagli

NGN tra regolazione e mercato

NGN tra regolazione e mercato NGN tra regolazione e mercato Prof. Carlo Cambini Politecnico di Torino carlo.cambini@polito.it Lo sviluppo delle Next Generation Networks Crisi della telefonia tradizionale Rete di Accesso nuova e integrata

Dettagli

Internet e il World Wide Web. Informatica Generale -- Rossano Gaeta 30

Internet e il World Wide Web. Informatica Generale -- Rossano Gaeta 30 Internet e il World Wide Web 30 Tecnologia delle Telecomunicazioni Uso di dispositivi e sistemi elettromagnetici per effettuare la comunicazione a lunghe distanze (telefoni, televisione, radio, etc) Comunicazione

Dettagli

Componenti della rete

Componenti della rete Componenti della rete Nodi, Link e adattatori di rete (NIC) Modulazione e Multiplexing Tipologia di cavi - wireless Correzione d errore - rete affidabile Ethernet - reti ad anello - reti wireless - reti

Dettagli

Rete di accesso. Reti di accesso

Rete di accesso. Reti di accesso Rete di accesso Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE ALLE RETI TELEMATICHE - 1 Reti di accesso Per arrivare all utenza residenziale ( ultimo miglio ), l

Dettagli

Networking e Reti IP Multiservizio

Networking e Reti IP Multiservizio Networking e Reti IP Multiservizio Modulo 2: Introduzione alle reti per dati IEEE802.3 (Ethernet) Gabriele Di Stefano: gabriele@ing.univaq.it Argomenti già trattati: Lezioni: Concetti fondamentali Entità

Dettagli

Offerta Televisiva. Generalità

Offerta Televisiva. Generalità Offerta Televisiva Generalità Quadro Generale Cambiamenti a livello delle filiera televisiva Accanto alla tradizionale modalità di diffusione terrestre (satellitare, TV via cavo,...) l offerta di contenuti

Dettagli

Press release 22 febbraio 2016

Press release 22 febbraio 2016 La tecnologia e tutte le novità di prodotto AVM al Mobile World Congress 2016 FRITZ!Box per qualsiasi tipo di connessione ad alta velocità: DSL, cavo, fibra ottica e 4G (LTE) WiFi intelligente e un ambiente

Dettagli

Velocità su una linea ADSL

Velocità su una linea ADSL Cosa è l ADSL? ADSL (Asymmetric Digital Subscriber Line) è una tecnologia per la trasmissione digitale di informazioni ad alta velocità sulle linee telefoniche esistenti (in Italia monopolio di Telecom

Dettagli

OFFERTA CONNESSIONE ADSL SATELLITARE BIDIREZIONALE

OFFERTA CONNESSIONE ADSL SATELLITARE BIDIREZIONALE MICSO srl Via Tiburtina, 318 65128 PESCARA Tel. 085-4315192 info@micso.it http://www.micso.net OFFERTA CONNESSIONE ADSL SATELLITARE BIDIREZIONALE MICSO S.r.l tramite Network Teleport Italia rende disponibili

Dettagli

Fondazione Ugo Bordoni

Fondazione Ugo Bordoni La Reti Ottiche nella Fondazione Ugo Bordoni Francesco Matera Responsabile Area Tecnologie per Reti NGN Fondazione Ugo Bordoni mat@fub.it Fondazione Ugo Bordoni Tecnologie fotoniche per le comunicazioni

Dettagli

Banda larga per dare soluzione al Digital Divide e innovare il Paese

Banda larga per dare soluzione al Digital Divide e innovare il Paese Banda larga per dare soluzione al Digital Divide e innovare il Paese 14/02/2011 Fondamenti di informatica - Prof. Gregorio Cosentino 1 Servizio universale Acqua potabile Energia elettrica Telefono Servizio

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Sommario della

Dettagli

La telematica. Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica. Segnale analogico / digitale

La telematica. Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica. Segnale analogico / digitale Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Lettere e Filosofia La telematica Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica Marco Lazzari A.A. 2005-2006 Telematica: telecomunicazioni

Dettagli

Propagazione in fibra ottica

Propagazione in fibra ottica Propagazione in fibra ottica Struttura delle fibre ottiche In questa sezione si affronteranno: Modi in fibra ottica Dispersione multimodale Confronto multimodo-singolo modo. I modi in fibra ottica Il campo

Dettagli

Le reti e i servizi: il passato, il presente e il futuro. a cura HR Services (Gruppo Telecom Italia)

Le reti e i servizi: il passato, il presente e il futuro. a cura HR Services (Gruppo Telecom Italia) GRUPPO TELECOM ITALIA Il Digitale per lo sviluppo della mia Impresa Torino, 26 Novembre 2013 Le reti e i servizi: il passato, il presente e il futuro a cura HR Services (Gruppo Telecom Italia) Agenda Rete

Dettagli

La linea di comunicazione ottica

La linea di comunicazione ottica ARCHITETTURA DEL SISTEMA Abbiamo considerato i componenti principali di un sistema di trasmissione a fibra ottica, cioè la fibra, il trasmettitore, il ricevitore, e l amplificatore. Si discute ora brevemente

Dettagli

informatica distribuita

informatica distribuita Reti di computer Negli anni settanta, si è affermato il modello time-sharing multi-utente che prevede il collegamento di molti utenti ad un unico elaboratore potente attraverso terminali Gli anni ottanta

Dettagli

NGN2 e scorporo della rete

NGN2 e scorporo della rete NGN2 e scorporo della rete Il piano NGN2: driver principali Stato della rete Saturazione fisica: il rapporto tra il n delle linee broadband ed il n dei doppini in rame si sta approssimando al suo limite

Dettagli

Rete LAN ed Ethernet. Tipi di reti Ethernet

Rete LAN ed Ethernet. Tipi di reti Ethernet Rete LAN ed Ethernet Cavo a doppino incrociato che include quattro coppie di cavi incrociati, in genere collegati a una spina RJ-45 all estremità. Una rete locale (LAN, Local Area Network) è un gruppo

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 4

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 4 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II Lezione 4 Martedì 17-03-2015 Mezzi trasmissivi I mezzi trasmissivi si dividono in

Dettagli

Livello fisico. Mezzi di Trasmissione. Fattori di Progetto. Mezzi trasmissivi. Prof. Vincenzo Auletta

Livello fisico. Mezzi di Trasmissione. Fattori di Progetto. Mezzi trasmissivi. Prof. Vincenzo Auletta I semestre 03/04 Livello fisico Mezzi di Trasmissione Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Il livello fisico deve garantire il trasferimento di un flusso

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Comunicazioni DIPARTIMENTO PER LE COMUNICAZIONI Un modello semplificato di costo per la rete di accesso passiva in fibra ottica NGAN Alessandro Paci

Dettagli

IP/10/1602. Bruxelles, 25 novembre 2010

IP/10/1602. Bruxelles, 25 novembre 2010 IP/10/1602 Bruxelles, 25 novembre 2010 Nel luglio 2010 circa un terzo delle linee europee a banda larga viaggiava a velocità superiori a 10 Mbps (15% nel luglio 2009). Velocità maggiori di trasmissione

Dettagli

i nodi i concentratori le dorsali

i nodi i concentratori le dorsali RETI LOCALI Reti di computer collegati direttamente tra di loro in un ufficio, un azienda etc. sono dette LAN (Local Area Network). Gli utenti di una LAN possono condividere fra di loro le risorse quali

Dettagli

Luce laser, fibre ottiche e telecomunicazioni

Luce laser, fibre ottiche e telecomunicazioni Luce laser, fibre ottiche e telecomunicazioni Guido Giuliani - Architettura Università di Pavia guido.giuliani@unipv.it Fotonica - Cos è? Scienza che utilizza radiazione elettromagnetica a frequenze ottiche

Dettagli

Per essere inviato il dato deve essere opportunamente codificato in modo da poter essere trasformato in SEGNALE, elettrico oppure onda luminosa.

Per essere inviato il dato deve essere opportunamente codificato in modo da poter essere trasformato in SEGNALE, elettrico oppure onda luminosa. La trasmissione dell informazione N.R2 La comunicazione tra due calcolatori si realizza tramite lo scambio di dati su un canale di comunicazione, esiste quindi un TRASMETTITORE che invia dei dati e un

Dettagli

Realizzazione di un commutatore ultraveloce di flussi dati ottici basato su effetti non lineari in fibra. Claudia Cantini

Realizzazione di un commutatore ultraveloce di flussi dati ottici basato su effetti non lineari in fibra. Claudia Cantini Realizzazione di un commutatore ultraveloce di flussi dati ottici basato su effetti non lineari in fibra Claudia Cantini 20 Luglio 2004 Ai miei genitori Prefazione La nostra vita di ogni giorno é sempre

Dettagli

Febbraio 1998 GIGABIT ETHERNET. Pietro Nicoletti. p.nicol@inrete.it. GIGABIT - 1 Copyright: si veda nota a pag. 2

Febbraio 1998 GIGABIT ETHERNET. Pietro Nicoletti. p.nicol@inrete.it. GIGABIT - 1 Copyright: si veda nota a pag. 2 GIGABIT ETHERNET Pietro Nicoletti p.nicol@inrete.it GIGABIT - 1 Copyright: si veda nota a pag. 2 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito slides) è protetto dalle leggi sul copyright

Dettagli

RETI DI TELECOMUNICAZIONI L B 2a parte. SISTEMI DI COMMUTAZIONE Modulo A: Architetture di reti

RETI DI TELECOMUNICAZIONI L B 2a parte. SISTEMI DI COMMUTAZIONE Modulo A: Architetture di reti RETI DI TELECOMUNICAZIONI L B 2a parte SISTEMI DI COMMUTAZIONE Modulo A: Architetture di reti Prof. Giorgio CORAZZA A.A. 2001/2002 Il corso di SISTEMI DI COMMUTAZIONE si compone di due moduli: ARCHITETTURE

Dettagli

Modulazioni. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Comunicazione a lunga distanza

Modulazioni. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Comunicazione a lunga distanza Modulazioni Vittorio Maniezzo Università di Bologna Vittorio Maniezzo Università di Bologna 06 Modulazioni 1/29 Comunicazione a lunga distanza I segnali elettrici si indeboliscono quando viaggiano su un

Dettagli

Internet e il World Wide Web. Informatica di Base A -- Rossano Gaeta 1

Internet e il World Wide Web. Informatica di Base A -- Rossano Gaeta 1 Internet e il World Wide Web 1 Domande chiave 2.1 Quali sono i mezzi di connessione a Internet e qual è la loro velocità? 2.2 Quali sono i tre tipi di provider Internet e quali tipi di servizi offrono?

Dettagli

Reti di accesso e mezzi trasmissivi

Reti di accesso e mezzi trasmissivi Reti di accesso e mezzi trasmissivi Domanda: come si connettono gli host agli edge router? Reti di accesso residenziale (da casa) Reti di accesso istituzionali (scuole, università, aziende) Reti di accesso

Dettagli

Cenni sulle principali tecnologie di rete. IZ3MEZ Francesco Canova www.iz3mez.it francesco@iz3mez.it

Cenni sulle principali tecnologie di rete. IZ3MEZ Francesco Canova www.iz3mez.it francesco@iz3mez.it Cenni sulle principali tecnologie di rete IZ3MEZ Francesco Canova www.iz3mez.it francesco@iz3mez.it Oltre la LAN Perché uscire? connessione di più edifici geograficamente lontani della stessa società connessione

Dettagli

Le tre leggi del Networking

Le tre leggi del Networking Le tre leggi del Networking #1 - Le reti andranno sempre più veloci Progetti per alta velocità, incremento del flusso di dati, riduzione dei tempi di risposta. #2 - Le reti saranno sempre più vaste Progetti

Dettagli

Esercizi Multiplazione TDM Accesso Multiplo TDMA

Esercizi Multiplazione TDM Accesso Multiplo TDMA Esercizi Multiplazione TDM Accesso Multiplo TDMA Esercizio 1 Un sistema di multiplazione TDM presenta una trama di 10 slot e in ciascuno slot vengono trasmessi 128 bit. Se il sistema è usato per multiplare

Dettagli

Wireless Internet Banda Larga

Wireless Internet Banda Larga Wireless Internet Banda Larga SERVIZI FORNITI DA ROMAGNA RIPETITORI Romagna Ripetitori Srl Via Lasie 10/L - Imola (BO) www.romagnaripetitori.it info@romagnaripetitori.it Tel. 0542.066536 Fax. 051.3764109

Dettagli

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Reti di computer- Internet- Web Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti n n n Anni 70: calcolatori di grandi dimensioni, modello timesharing,

Dettagli

Multiplexing. Multiplexing. Multiplexing a Divisione di Frequenza (FDM) Tipi di Multiplexing

Multiplexing. Multiplexing. Multiplexing a Divisione di Frequenza (FDM) Tipi di Multiplexing Multiplexing I semestre 02/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Multiplexing In genere un utente non riesce ad utilizzare tutta la banda messa a disposizione

Dettagli

INTERNET WIRELESS VELOCE

INTERNET WIRELESS VELOCE INTERNET WIRELESS VELOCE EOLO porta internet a banda ultra-larga ovunque, senza fili né contratto telefonico, anche dove gli altri non arrivano. Con EOLO navighi veloce, senza complicazioni e senza sorprese.

Dettagli

Networking all Italiana

Networking all Italiana Networking all Italiana v.3.0 Giuseppe Augiero (c) - 8 giugno 2016 - Seminari del Gulp - DaoCampus - Pisa Dove ci eravamo lasciati Ultimo speech sull argomento: 29 febbraio 2012 Tecnologia di accesso:

Dettagli

LE TECNOLOGIE WIRELESS PER LA DIFFUSIONE DELLA BANDA LARGA

LE TECNOLOGIE WIRELESS PER LA DIFFUSIONE DELLA BANDA LARGA LE TECNOLOGIE WIRELESS PER LA DIFFUSIONE DELLA BANDA LARGA AGENDA Benvenuto Obiettivo & agenda del seminario Overview sulle principali possibilita di connessioni a banda larga Le connessioni a banda larga

Dettagli

Realizzazioni, progetti e strategie di Infratel sul territorio della regione Marche. Paolo Corda Responsabile Pianificazione Tecnica Infratel SpA

Realizzazioni, progetti e strategie di Infratel sul territorio della regione Marche. Paolo Corda Responsabile Pianificazione Tecnica Infratel SpA Realizzazioni, progetti e strategie di Infratel sul territorio della regione Marche Paolo Corda Responsabile Pianificazione Tecnica Infratel SpA La missione di Infratel Infratel Italia SpA Estendere le

Dettagli

Crescita di Internet. Torna alla prima pagina

Crescita di Internet. Torna alla prima pagina Crescita di Internet Ogni computer connesso ad Internet viene univocamente identificato dal proprio IP address: stringa di 32 bit costituita dall indirizzo della rete (net-id), e dall indirizzo del computer

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI. Prof. PIER LUCA MONTESSORO. Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine

RETI DI CALCOLATORI. Prof. PIER LUCA MONTESSORO. Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine RETI DI CALCOLATORI Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 2001-2007 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze

Dettagli

Le Reti di Computer. Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione. I.S.I.S.S. Sartor CASTELFRANCO V.TO. Prof. Mattia Amadori

Le Reti di Computer. Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione. I.S.I.S.S. Sartor CASTELFRANCO V.TO. Prof. Mattia Amadori I.S.I.S.S. Sartor CASTELFRANCO V.TO Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione Le Reti di Computer Prof. Mattia Amadori Anno Scolastico 2015/2016 COS È UNA RETE DI COMPUTER? Rete di computer è

Dettagli

coaxdata Coaxdata: HomePlug AV e Gigabit (HomePlug AV IEEE1901) adattatore coassiale ethernet 200 Mbps 1 Gbps 284 Catalogo 2014 / 2015

coaxdata Coaxdata: HomePlug AV e Gigabit (HomePlug AV IEEE1901) adattatore coassiale ethernet 200 Mbps 1 Gbps 284 Catalogo 2014 / 2015 COAXDATA adattatore coassiale ethernet Coaxdata: HomePlug AV e Gigabit (HomePlug AV IEEE1901) La larghezza di banda del cavo coassiale consente di multiplare altri servizi senza interferire sul segnale

Dettagli

Modulo TLC:TRASMISSIONI Accesso multiplo

Modulo TLC:TRASMISSIONI Accesso multiplo 1 11.. Accesso A multiplo 2 Modalità di trasmissione (1/3) Ad una via (unidirezionale): dalla sorgente S verso la destinazione S A due vie (bidirezionale): tra 2 terminali T1, T2 T1 T2 3 Modalità di di

Dettagli

La telefonia cellulare. Piccola presentazione di approfondimento

La telefonia cellulare. Piccola presentazione di approfondimento La telefonia cellulare Piccola presentazione di approfondimento Introduzione Oggigiorno, i telefoni cellulari sono diffusissimi e godono della massima popolarità. Molte persone, tuttavia, non conoscono

Dettagli

Manuale Intel su reti Wireless

Manuale Intel su reti Wireless Manuale Intel su reti Wireless Una rete basata su cavi non e sempre la soluzione piu pratica, spesso una connettivita wireless risolve i problemi legati alla mobilita ed alla flessibilita che richiediamo

Dettagli