Mod. 730/2012 quadro F: cedolare secca e pignoramenti presso terzi

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mod. 730/2012 quadro F: cedolare secca e pignoramenti presso terzi"

Transcript

1 Mod. 730/2012 quadro F: cedolare secca e pignoramenti presso terzi di Saverio Cinieri (*) L ADEMPIMENTO Il Quadro F del Mod. 730/2012 e` destinato all indicazione di alcuni importanti dati ai fini della liquidazione delle imposte e precisamente: gli acconti d imposta, le ritenute, le eccedenze di imposte/acconti ed altri dati. Quest anno - tra le altre cose - il quadro F si arricchisce di alcuni righi in cui vanno indicati i dati relativi all eventuale utilizzo dell eccedenza degli acconti IRPEF e della cedolare secca versati in misura piena oppure usufruendo del differimento di 17 punti percentuali. " Riferimenti Agenzia delle entrate, Provvedimento 16 gennaio 2012 D.P.C.M. 21 novembre 2011 Composizione del Quadro F Il Quadro F del Mod. 730/2012 è destinato all indicazione degli acconti d imposta, delle ritenute, delle eccedenze di imposte/acconti e di altri dati. Esso si compone di 8 sezioni per complessivamente 13 righi (Tavola n. 1). Attenzione Si segnala che rispetto allo scorso anno scompare il Rigo F13 del Mod. 730/2011 dedicato alla richiesta di rimborso per somme erogata a titolo di incremento della produttività negli anni 2008 e Le novità di quest anno Nella Tavola n. 2 sono sintetizzate le principali novità del Quadro F del Mod. 730/2012. Tavola n. 1 - Composizione del Quadro F Sez. Righi Cosa va indicato I F1 Acconti IRPEF e addizionale comunale relativi al 2011 II F2 Altre ritenute subite diversa da quelle dei Quadri C e D III F3 e F4 Eccedenze risultanti dalle precedenti dichiarazioni IV F5 Ritenute e acconti sospesi per eventi eccezionali V F6 Acconti per l anno 2012 e della rateazione del saldo 2011 VI F7 e F8 Soglie di esenzione dell addizionale comunale VII F9 e F10 Dati relativi al Mod.730 integrativo VIII F11, F12 e F13 Altri dati Acconti Rigo F1 Il Rigo F1 è destinato all indicazione dell importo dei versamenti di acconto effettuati per l anno 2011, (*) Dottore commercialista e pubblicista Tavola 2 - Novita` del Quadro F Novita` Differimento del versamento di 17 punti percentuali degli acconti 2011 sia per l IRPEF che per la cedolare secca alla data di pagamento del saldo per lo stesso anno (D.P.C.M. 21 novembre 2011). Introduzione, a partire dal 2011, della tassazione sostitutiva sulle locazioni di immobili urbani adibiti ad abitazioni (c.d. cedolare secca di cui all art. 3 D.Lgs. 14 marzo 2011, n. 68). Implicazioni nel quadro F Introduzione della Colonna 3 nel Rigo F1 della Sezione I in cui va indicato l importo del credito d imposta pari alla differenza pagata in eccesso, utilizzato in compensazione con il Mod. F24. Sezione I: sono state inserite tre nuove Colonne al Rigo F1: Colonna 6: per indicare la prima rata di acconto della cedolare secca 2011; Colonna 7: per indicare la seconda o unica rata di acconto della cedolare secca 2011; PRATICA FISCALE e Professionale 20 n. 14 del 2 APRILE 2012

2 Novita` Esenzione dell addizionale comunale non collegata con il reddito imponibile Ritenute sui pignoramenti presso terzi Implicazioni nel quadro F Colonna 8: per l indicazione dell eccedenza della cedolare secca compensata nel Mod. F24; Sezione V: sono state inserite due nuove Colonne al Rigo F6: Colonna 5: va barrata se non si intendono effettuare i versamenti di acconto della cedolare secca; Colonna 6: vanno indicati gli eventuali versamenti di acconto della cedolare secca in misura inferiore; Sezione VII: relativamente al mod. 730 integrativo, e` stata inserita una nuova Colonna rispettivamente al Rigo F9 e F19 e` precisamente: Rigo F9 - Colonna 4: va indicato l importo del credito relativo alla cedolare secca rimborsato dal sostituto d imposta; Rigo F10 - Colonna 4: va indicato l ammontare del credito per la cedolare secca riportato nel Rigo 99 del Mod originario. Nella Sezione VI e` stata inserita la nuova Colonna 2 rispettivamente ai righi F7 e F8 che va barrata in presenza di tali esenzioni Nella Sezione VIII e` stato inserito il nuovo Rigo F13 composto da due Colonne in cui indicare: Colonna 1: il tipo di reddito; Colonna 2: l ammontare delle ritenute. senza considerare le maggiorazioni dovute per rateazione o ritardato pagamento. A tale proposito si ricorda che i contribuenti che presentano la dichiarazione congiunta devono compilare ciascuno nel proprio modello il Rigo F1 indicando l importo degli acconti versati con riferimento alla propria IRPEF e alla propria addizionale comunale all IRPEF e alla propria cedolare secca. Differimento degli acconti 2011 e 2012 Con il D.P.C.M. 21 novembre 2011 è stato disposto il differimento del versamento dell acconto IRPEF e della cedolare secca per gli anni 2011 e 2012 (Tavola n. 3). Righi F7 e F8 - Esenzione e agevolazione addizionale comunale Per il contribuente che risiede in un Comune che ha deliberato l applicazione di agevolazioni ai fini dell addizionale comunale con riferimento a particolari condizioni soggettive non desumibili dai dati presenti nel mod. 730, è prevista la possibilità di compilare il rigo F7 al fine di richiedere il riconoscimento dell agevolazione. Tali condizioni sono ad esempio quelle riferite alla composizione del nucleo familiare ovvero al calcolo dell ISEE. Tavola n. 3 - Differimento degli acconti IRPEF Acconti 2011 Acconti 2012 E` stato previsto il differimento del versamento di 17 punti percentuali dell acconto IRPEF 2011 alla data di pagamento del saldo per lo stesso anno: ne consegue che l acconto IRPEF dovuto per l anno 2011 ammonta all 82%, anziche al 99%. Il differimento ha prodotto effetti esclusivamente sulla seconda o unica rata di acconto dell IRPEF. Per i contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale, i sostituti d imposta hanno trattenuto l acconto tenendo conto del differimento. I sostituti d imposta che non hanno tenuto conto del differimento hanno restituito le maggiori somme trattenute nell ambito della retribuzione del mese di dicembre Il Ministero dell economia e delle finanze ha peraltro chiarito che - qualora i sostituti d imposta non erano in grado di restituire le maggiori somme trattenute nelle retribuzioni erogate nel mese di dicembre - gli stessi dovevano comunque restituirle nelle retribuzioni del mese successivo. Le somme restituite possono essere scomputate dal sostituto d imposta. Riguardo agli acconti 2012, e` stato previsto il differimento del versamento di 3 punti percentuali degli stessi alla data di pagamento del saldo per lo stesso anno. Ne consegue che l acconto IRPEF dovuto per l anno 2012 ammonta al 96%, anziche al 99%. Anche in questo caso, il differimento produce effetti esclusivamente sulla seconda o unica rata di acconto IRPEF. PRATICA FISCALE e Professionale 21 n. 14 del 2 APRILE 2012

3 Cedolare secca Acconti 2011 Acconti 2012 E` stato previsto il differimento del versamento di 3 punti percentuali dell acconto della cedolare secca 2011 alla data di pagamento del saldo per lo stesso anno: ne consegue che l acconto dovuto per l anno 2011 ammonta al 68%, anziche al 85%. Il differimento ha prodotto effetti esclusivamente sulla seconda o unica rata di acconto dell IRPEF. Nota bene: Si segnala che il versamento degli acconti della cedolare secca eseguiti nel corso del 2011 dovevano essere effettuati, autonomamente, con Mod. F24, anche dai soggetti che si sono avvalsi dell assistenza fiscale e hanno presentato il Mod. 730/2011 al sostituto d imposta o a un CAF o a un professionista abilitato (Provvedimento 7 aprile 2011, punto 7.4). Pertanto, non e` rientrato tra i conguagli a debito dei Modelli 730/2011 il versamento dell acconto per il 2011 della cedolare secca sugli affitti ; tale importo, quindi, non e` stato oggetto di trattenuta da parte del sostituto d imposta. Riguardo agli acconti 2012, e` stato previsto il differimento del versamento di 3 punti percentuali degli stessi alla data di pagamento del saldo per lo stesso anno. Ne consegue che l acconto per la cedolare secca dovuto per l anno 2012 ammonta al 92%, anziche al 95%. Anche in questo caso, il differimento produce effetti esclusivamente sulla seconda o unica rata di acconto IRPEF. In tal caso il caso, il contribuente, compilando il rigo F7, attesta il possesso dei requisiti previsti dalla delibera comunale per usufruire dell agevolazione prevista. La compilazione delle colonne 1, 2, 3 e 4 del rigo F7 è alternativa. Qualora risulti compilata più di una colonna, non essendo certa l attestazione resa dal contribuente, i dati del rigo si devono considerare assenti sia nel mod. 730 cartaceo consegnato al contribuente che nella fornitura da trasmettere in via telematica all Agenzia delle Entrate. Di tale circostanza deve essere data apposita comunicazione nelle annotazioni (codice: F15). Si segnala, inoltre, che in relazione all acconto dell addizionale per il 2012 (rigo F8), l applicazione di disposizioni agevolative relative alla presenza di particolari condizioni soggettive del contribuente è quella relativa all anno di imposta 2011 (utilizzata anche per la determinazione del saldo 2011) ed indicata dal contribuente stesso nel rigo F7 (cfr. Tavola n. 4). Rigo F5 - Ritenute e acconti sospesi per eventi eccezionali Nel Rigo F5 i contribuenti colpiti da eventi eccezionali, come dichiarati da specifici provvedimenti di legge, devono indicare l ammontare delle ritenute, Tavola 4 - Esenzione e/o agevolazione addizionale comunale Compilazione Rigo F7, colonna 3 Rigo F7 colonna 4 Modalita` operative per chi presta assistenza fiscale L addizionale comunale deve essere determinata applicando al reddito imponibile del rigo 71 del mod l aliquota indicata nella colonna 3. Il soggetto che presta l assistenza fiscale deve verificare se per il Comune nel quale il contribuente ha il domicilio fiscale alla data del 1º gennaio 2011 (riportato nel frontespizio della dichiarazione) e` prevista l applicazione di una aliquota agevolata al verificarsi di determinate condizioni. Qualora dal documento pubblicato sul sito non risulti che il Comune abbia deliberato una aliquota agevolata, ovvero risulti una aliquota diversa, l aliquota indicata dal contribuente deve considerarsi assente. Di tale circostanza deve essere data apposita comunicazione nelle annotazioni. (codice: F17). Con la barratura della casella presente nella colonna 4 del rigo F7, il contribuente attesta di avere i requisiti per fruire dell agevolazione prevista dal Comune. Si tratta di agevolazioni diverse da quelle individuate con le colonne 1, 2 e 3 del rigo F7 (ad esempio la previsione di diverse aliquote per scaglioni di reddito). Il soggetto che presta l assistenza fiscale deve verificare se per il Comune nel quale il contribuente ha il domicilio fiscale alla data del 1º gennaio 2011 (riportato nel frontespizio della dichiarazione) sono previste particolari agevolazioni. Se previste, nella determinazione dell addizionale comunale dovuta si dovra` tenere conto di tali agevolazioni. Se, invece, dal documento pubblicato sul sito non risulti che il Comune abbia deliberato particolari agevolazioni, la casella barrata deve considerarsi assente. Di tale circostanza deve essere data apposita comunicazione nelle annotazioni (codice: F18). PRATICA FISCALE e Professionale 22 n. 14 del 2 APRILE 2012

4 Tavola n. 5 - Rigo F5 - Nuovi eventi eccezionali Codice Evento 5 Contribuenti interessati dalle eccezionali avversita` atmosferiche verificatesi nel mese di ottobre 2011 nel territorio delle province di La Spezia e Massa Carrara: l art. 29, comma 15 del D.L. 29 dicembre 2011, n. 216 ha previsto la proroga al 16 luglio 2012 dei termini degli adempimenti e versamenti tributari che scadono dal 1º ottobre 2011 al 30 giugno 2012 (il D.L. n. 216/2011 prevede che con ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri siano stabiliti i criteri per l individuazione dei soggetti che usufruiscono dell agevolazione). 6 Contribuenti interessati dalle eccezionali avversita` atmosferiche verificatesi nei giorni dal 4 all 8 novembre 2011 nel territorio della provincia di Genova: l art. 29, comma 15 del D.L. 29 dicembre 2011, n. 216, ha previsto la proroga al 16 luglio 2012 dei termini degli adempimenti e versamenti tributari che scadono dal 4 novembre 2011 al 30 giugno 2012 (il D.L. n. 216/2011 prevede che con Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri siano stabiliti i criteri per l individuazione dei soggetti che usufruiscono dell agevolazione). degli acconti IRPEF, dell addizionale regionale e comunale all IRPEF, sospesi per effetto di tali disposizioni. Quest anno sono stati inseriti due nuovi eventi eccezionali contraddistinti da altrettanti codici (cfr. Tavola n. 5). Rigo F13 - Ritenute su pignoramenti presso terzi A partire dal 1º gennaio 2010, è stato introdotto l obbligo di ritenuta alla fonte, nella misura del 20%, a carico del terzo che riveste la qualifica di sostituto d imposta, qualora l interessato sia destinatario di un atto di pignoramento presso terzi (art. 15, comma 2, D.L. 1º luglio 2009, n. 78, convertito, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102). Il Provvedimento Agenzia delle entrate 3 marzo 2010, ha previsto che il terzo che eroga le somme deve: versare la ritenuta operata (codice tributo Risoluzione 9 marzo 2010, n. 18/E); rilasciare al creditore pignoratizio l apposita certificazione; comunicare al debitore il pagamento eseguito e l ammontare delle ritenute operate; indicare nella dichiarazione dei sostituti d imposta i dati sui pagamenti effettuati (anche se non sono state operate ritenute). Invece, il creditore pignoratizio deve indicare i redditi percepiti e le ritenute subite nella dichiarazione dei redditi, anche se si tratta di redditi soggetti a tassazione separata, a ritenuta a titolo d imposta o ad imposta sostitutiva. In particolare, i redditi vanno indicati nel Quadro di riferimento (ad esempio, se si tratta di redditi di lavoro dipendente nel Quadro C), mentre le ritenute vanno indicate nel Rigo F13 del Quadro F. Infine, il debitore, tenuto a presentare il Mod. 770, deve indicarvi i dati relativi al creditore pignoratizio e alla natura delle somme oggetto di debito. In ogni caso, non è tenuto ad effettuare le operazioni di conguaglio. Pertanto, il Rigo F13, che rappresenta la novità della Sezione VIII del Quadro F di quest anno, va utilizzato, dal terzo creditore, per riportare i dati relativi alle ritenute subite in relazione ai redditi percepiti tramite la procedura di pignoramento presso terzi (vedi Tavola n. 6). Se si tratta di redditi assoggettati a tassazione separata (es. TFR), a ritenuta a titolo d imposta o a imposta sostitutiva è necessario presentare anche il Quadro RM di UNICO PF 2012, compilando l apposita Sezione relativa al pagamento presso terzi. Stessa Sezione del Quadro RM di UNICO va compilata in caso di redditi da assoggettare a tassazione ordinaria che, però, non sono compresi nel Mod Tavola n. 6 - Pignoramento presso terzi Rigo F13 Colonna 1 Colonna 2 Cosa va indicato Tipo di reddito scegliendo uno dei seguenti Codici: 1 : reddito di terreni; 2 : reddito di fabbricati; 3 : reddito di lavoro dipendente; 4 : reddito di pensione; 5 : redditi diversi; 6 : altri redditi; Importo delle ritenute subite da parte del terzo erogatore in relazione al tipo di reddito indicato nella Colonna 1. PRATICA FISCALE e Professionale 23 n. 14 del 2 APRILE 2012

5 Esempi di compilazione del quadro F ESEMPIO n. 1 Acconto IRPEF ridotto Si ipotizzi che un contribuente abbia presentato il Mod. 730/2011 e dal prospetto Mod /2011 al Rigo 57 (Differenza) risulta un importo pari a 200. Il sostituto d imposta, durante il 2011, ha trattenuto l unico acconto IRPEF, utilizzando il differimento di 17 punti percentuali (D.P.C.M. 21 novembre 2011). Pertanto, l acconto trattenuto è pari a: 200 x 82% = 164 Nel CUD 2012 del contribuente risulta: punto 22 (secondo acconto): 164. annotazioni: Codice BQ - Acconto operato in misura ridotta in base a quanto stabilito dal D.P.C.M. 21 novembre 2011 emanato in attuazione del D.L. 31 maggio 2010, n. 78. La compilazione del Quadro F, Rigo F1 avviene come segue: Colonna 2: 164 (CUD 2012, punto 22) ESEMPIO n. 2 Ritenute su pignoramenti presso terzi Si supponga il caso di un contribuente che, nel CUD 2012, ha percepito redditi di lavoro dipendente derivanti da pignoramenti presso terzi. Sui suddetti redditi (che vanno indicati nel Quadro C) sono state effettuate ritenute per un ammontare pari a euro. Il Rigo F13 va compilato nel seguente modo: Colonna 1: Codice 3 ; Colonna 2: PRATICA FISCALE e Professionale 24 n. 14 del 2 APRILE 2012

QUADRO F ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE E ALTRI DATI

QUADRO F ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE E ALTRI DATI QUADRO F ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE E ALTRI DATI ASPETTI GENERALI Il Quadro F del Mod. 730/2013 è destinato all indicazione di alcuni importanti dati ai fini della liquidazione delle imposte e precisamente:

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014

MODELLO 730/2015 redditi 2014 Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONTRIBUENTE Dichiarante

Dettagli

I soggetti destinatari della compilazione del quadro RB sono identificati in:

I soggetti destinatari della compilazione del quadro RB sono identificati in: UNICO PF e cedolare secca L analisi del modello UNICO Persone Fisiche 2012 evidenzia - nel quadro RB - un apposita sezione destinata ad accogliere la cedolare secca introdotta dall art. 3 del D.Lgs. 14

Dettagli

MODELLO 730-3 redditi 2009

MODELLO 730-3 redditi 2009 MODELLO 730-3 redditi 009 prospetto di liquidazione relativo alla assistenza fiscale prestata genzia ntrate Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni dell Agenzia delle Entrate relative

Dettagli

Roma, 26 agosto Oggetto: MODELLO 730-SITUAZIONI PARTICOLARI, REDDITI 2012.

Roma, 26 agosto Oggetto: MODELLO 730-SITUAZIONI PARTICOLARI, REDDITI 2012. l Roma, 26 agosto 2013 Oggetto: MODELLO 730-SITUAZIONI PARTICOLARI, REDDITI 2012. L art.51-bis Ampliamento assistenza fiscale del D.L. n.69 del 21 giugno 2013, convertito dalla legge n.98 del 9 agosto

Dettagli

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE E ALTRI DATI

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE E ALTRI DATI CAPITOLO QUATTORDICESIMO ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE E ALTRI DATI In questo capitolo si approfondiscono le modalità da seguire per il versamento degli acconti d imposta, quelle per l utilizzo delle eccedenze

Dettagli

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il relativi all anno 2007;

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il relativi all anno 2007; PROSPETTO ST - ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati entro il 12.01.2008 relativi all anno 2007; - versamenti effettuati entro marzo 2008 relativi alle operazioni di conguaglio di fine anno

Dettagli

MODELLO 730-3 redditi 2013

MODELLO 730-3 redditi 2013 MODELLO 730-3 redditi 03 prospetto di liquidazione relativo all'assistenza fiscale prestata Modello N. 989980 Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni dell'agenzia delle Entrate

Dettagli

Modello Redditi 2017 Pillole di aggiornamento

Modello Redditi 2017 Pillole di aggiornamento Modello Redditi 2017 Pillole di aggiornamento N. 44 08.06.2017 Cedolare secca e compilazione del quadro RB Obbligo di dichiarare i redditi derivanti dagli immobili assoggettati a cedolare secca A cura

Dettagli

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il ;

- ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il ; PROSPETTO ST Dati relativi a: - ritenute operate e versate sugli emolumenti erogati nel 2006 ed entro il 12.01.2007; - ritenute operate in sede di conguaglio di fine anno 2006 effettuato entro il 28.02.2007;

Dettagli

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI GLI ACCONTI PAGATI La compilazione del quadro F del 730 Il quadro F del modello 730 si compone di 8 sezioni nelle quali sono riportati i seguenti dati: Sezione

Dettagli

Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF

Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF Prospetto SV TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI COME SI COMPILA CASI PARTICOLARI CASI PRATICI Il prospetto SV riguarda il riepilogo dei dati relativi alle trattenute

Dettagli

SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016

SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016 SALDO IMPOSTE DIRETTE E ACCONTO 2016 1. Importi da versare a saldo e primo acconto dell Irpef 2. Termini di versamento e modalità di versamento 3. Rateazione Il saldo Irpef e relative addizionali risultanti

Dettagli

11. PROSPETTO SX - RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI

11. PROSPETTO SX - RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI 11. PROSPETTO SX - RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI ATTENZIONE Il presente prospetto non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle con ordinamento autonomo. In

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Protocollo n. 34755 /2010 Provvedimento concernente l effettuazione delle ritenute alla fonte per le somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi di cui all art. 21, comma 15, della

Dettagli

Modello 730 presentato al CAF LE OPERAZIONI DI CONGUAGLIO. AF n. 09/2013. Dalla nostra NewsLetter di maggio 2013

Modello 730 presentato al CAF LE OPERAZIONI DI CONGUAGLIO. AF n. 09/2013. Dalla nostra NewsLetter di maggio 2013 AF n. 09/2013 Dalla nostra NewsLetter di maggio 2013 Agenzia Entrate Circolare 14/E - Modello 730/2013 - Redditi 2012 - Assistenza fiscale prestata dai sostituti di imposta, dai Centri di assistenza fiscale

Dettagli

19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF

19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF 19. QUADRO SV - TRATTENUTE DI ADDIZIONALI COMUNALI ALL IRPEF ATTENZIONE Il presente quadro non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle con ordinamento autonomo. Il quadro

Dettagli

9.PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

9.PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE 9.PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ATTENZIONE Il presente prospetto non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle

Dettagli

6. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

6. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE 6. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ATTENZIONE Il presente prospetto non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle

Dettagli

MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017

MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017 Circolare informativa per la clientela n. 19/2017 del 25 maggio 2017 MODELLO REDDITI 2017 PERSONE FISICHE SALDO 2016 E PRIMO ACCONTO 2017 1. Obbligo di versamento 2. Individuazione dell importo da versare

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot.n. 34411/2014 Modificazioni del modello di dichiarazione 730/2014, approvato con provvedimento del 15 gennaio 2014, e delle relative istruzioni IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni

Dettagli

Versamenti acconti Irpef, Ires, Irap

Versamenti acconti Irpef, Ires, Irap Versamenti acconti Irpef, Ires, Irap Il 30 novembre è il termine ultimo per versare la seconda o unica rata dell acconto IRPEF da parte delle persone fisiche tenute alla presentazione del Modello Unico

Dettagli

Il Mod. 730/2011 integrativo

Il Mod. 730/2011 integrativo Il Mod. 730/2011 integrativo di Roberta Aiolfi e Valerio Artina (*) L ADEMPIMENTO Se il contribuente riscontra nella dichiarazione 730 gia` presentata errori od omissioni la cui correzione comporta un

Dettagli

MOD COMUNICAZIONE DEL RISULTATO CONTABILE

MOD COMUNICAZIONE DEL RISULTATO CONTABILE MOD. 730-4 COMUNICAZIONE DEL RISULTATO CONTABILE ASPETTI GENERALI Il Mod. 730-4 contiene il risultato contabile della dichiarazione elaborata, in cui il CAF o il professionista abilitato riportano i dati

Dettagli

Circolare N.158 del 24 novembre Ridotto l acconto Irpef di novembre. Il versamento di mercoledì prossimo scende dal 99% all'82%

Circolare N.158 del 24 novembre Ridotto l acconto Irpef di novembre. Il versamento di mercoledì prossimo scende dal 99% all'82% Circolare N.158 del 24 novembre 2011 Ridotto l acconto Irpef di novembre. Il versamento di mercoledì prossimo scende dal 99% all'82% Ridotto l acconto Irpef di novembre: il versamento di mercoledì prossimo

Dettagli

RISOLUZIONE N. 85/E. Roma, 12 agosto 2011

RISOLUZIONE N. 85/E. Roma, 12 agosto 2011 RISOLUZIONE N. 85/E Roma, 12 agosto 2011 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Richiesta di rimborso per somme erogate a titolo di incremento della produttività negli anni 2008 e 2009. Compilazione

Dettagli

18. QUADRO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

18. QUADRO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE 18. QUADRO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE Questo quadro può essere compilato per esporre i versamenti di ritenute da lavoro dipendente e da lavoro autonomo

Dettagli

Modello 770: ST e SX

Modello 770: ST e SX Modello 770: ST e SX Modello Ordinario SI I quadri ST e SX vanno con il Modello Ordinario o con il Modello Semplificato * NO I quadri ST e SX vanno con il Modello Semplificato * Se non sono state effettuate

Dettagli

ntrate ANGIONI IGNAZIO MODELLO redditi 2015 prospetto di liquidazione relativo all assistenza fiscale prestata

ntrate ANGIONI IGNAZIO MODELLO redditi 2015 prospetto di liquidazione relativo all assistenza fiscale prestata 0998 ANGIONI IGNAZIO MODELLO 0- redditi prospetto di liquidazione relativo all assistenza fiscale prestata 0 rettificativo 0 integrativo genzia ntrate Impegno ad informare il contribuente di eventuali

Dettagli

Prospetto ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

Prospetto ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE Prospetto ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI Il prospetto ST riguarda il riepilogo dei dati relativi alle ritenute operate, alle

Dettagli

La riproduzione con qualsiasi metodo è vietata

La riproduzione con qualsiasi metodo è vietata Focus di pratica professionale di Andrea Bongi La cedolare secca tra rinnovi contrattuali e novità del modello Unico 2012 I contratti registrati, scaduti o rinnovati prima del 7 aprile 2011 e le novità

Dettagli

Prospetto SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI

Prospetto SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI Prospetto SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI SOGGETTI ESCLUSI COME SI COMPILA CASI PRATICI Il prospetto SX riguarda il riepilogo dei crediti e delle compensazioni.

Dettagli

Rimborsi per versamenti in eccedenza

Rimborsi per versamenti in eccedenza Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 58 20.02.2015 Rimborsi per versamenti in eccedenza Categoria: Versamenti Sottocategoria: D imposta L art. 15, D.Lgs n. 175/2014 introduce, a decorrere

Dettagli

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI GLI ACCONTI PAGATI La compilazione del quadro F del 730 Il quadro F del modello 730 si compone di 8 sezioni nelle quali sono riportati i seguenti dati: Sezione

Dettagli

9. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

9. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE 9. PROSPETTO ST - RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ATTENZIONE Il presente prospetto non deve essere compilato dalle amministrazioni dello Stato, comprese quelle

Dettagli

MODELLO 730/2016 redditi 2015

MODELLO 730/2016 redditi 2015 Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate CONTRIBUENTE Dichiarazione Coniuge Rappresentante congiunta dichiarante

Dettagli

Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24

Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24 Le compensazioni dei crediti da assistenza fiscale e per eccesso di versamento delle ritenute in F24 Considerazioni dopo un anno di applicazione della nuova norma 2015 Studio Tributario e Societario 1

Dettagli

MODELLO redditi 2015 prospetto di liquidazione relativo allʼassistenza fiscale prestata

MODELLO redditi 2015 prospetto di liquidazione relativo allʼassistenza fiscale prestata MODELLO 730-3 redditi prospetto di liquidazione relativo allʼassistenza fiscale prestata Modello N. 730 rettificativo 730 integrativo Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni dell

Dettagli

Quadro ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

Quadro ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE Quadro ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI SOGGETTI ESCLUSI OGGETTO COME SI COMPILA Il quadro ST riguarda il riepilogo dei dati

Dettagli

Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo

Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo Giovedì 25 ottobre Ultimi giorni per il 730 integrativo Entro il prossimo 25 ottobre il contribuente, in caso di errori nella compilazione della dichiarazione, può presentare al CAF o al professionista

Dettagli

Il punto di pratica professionale. Modello 770 Semplificato: esempi di compilazione SS, ST, SV, SX e SY

Il punto di pratica professionale. Modello 770 Semplificato: esempi di compilazione SS, ST, SV, SX e SY Il punto di pratica professionale Modello 770 Semplificato: esempi di compilazione SS, ST, SV, SX e SY a cura di Carlo Cavalleri Consulente del lavoro in Genova e Sergio Deangelis Consulente del lavoro

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore

730, Unico 2015 e Studi di settore 730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 21 21.04.2015 Le somme percepite per incremento della produttività Novità e compilazione del rigo C4 Categoria: Dichiarazione Sottocategoria:

Dettagli

20. QUADRO SX - RIEPILOGO DELLE COMPENSAZIONI

20. QUADRO SX - RIEPILOGO DELLE COMPENSAZIONI 20. QUADRO SX - RIEPILOGO DELLE COMPENSAZIONI Questo quadro può essere compilato per esporre le compensazioni, nel caso di presenza di ritenute da lavoro dipendente e da lavoro autonomo, solo dai sostituti

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

MODELLO 730/2016 redditi 2015

MODELLO 730/2016 redditi 2015 Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate CONTRIBUENTE Dichiarante FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) Coniuge

Dettagli

QUADRO ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE

QUADRO ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE QUADRO ST RITENUTE OPERATE, TRATTENUTE PER ASSISTENZA FISCALE ED IMPOSTE SOSTITUTIVE ASPETTI GENERALI Il quadro ST deve essere utilizzato per elencare i dati relativi alle ritenute operate ed ai relativi

Dettagli

Torino, 10/10/2012 SCADENZARIO TRIBUTARIO: OTTOBRE 2012. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di ottobre 2012.

Torino, 10/10/2012 SCADENZARIO TRIBUTARIO: OTTOBRE 2012. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di ottobre 2012. Torino, 10/10/2012 SCADENZARIO TRIBUTARIO: OTTOBRE 2012 Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di ottobre 2012. 15 Lunedì IVA Fatturazione differita: scade il termine per l emissione

Dettagli

La dichiarazione del contribuente: modello 730

La dichiarazione del contribuente: modello 730 La dichiarazione del contribuente: modello 730 La dichiarazione del contribuente: modello 730 a cura di Studio Associato Paola Sanna e Luca Vichi Entro il prossimo 30 aprile il lavoratore dipendente e

Dettagli

Le novità del modello 770/2013 Semplificato. Roma, 26 marzo 2013

Le novità del modello 770/2013 Semplificato. Roma, 26 marzo 2013 Le novità del modello Roma, 26 marzo 2013 MODALITÀ DI ESPOSIZIONE DEI DATI DEL 770 SEMPLIFICATO L articolo3,comma12deldecretolegge2marzo2012n.16ha previsto un nuovo criterio di esposizione dei dati all

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale DATI DEL CONTRIBUENTE RESIDENZA ANAGRAFICA TELEFONO E POSTA ELETTRONICA AL 0/0/20 AL 0/0/205 C = Coniuge F = Figlio A = Altro CONTRIBUENTE D = Figlio con disabilit MODELLO 730/205 redditi 20 dichiarazione

Dettagli

IL VERSAMENTO DEL SALDO 2016 E DELL ACCONTO 2017 DELLE IMPOSTE

IL VERSAMENTO DEL SALDO 2016 E DELL ACCONTO 2017 DELLE IMPOSTE IL VERSAMENTO DEL SALDO 2016 E DELL ACCONTO 2017 DELLE IMPOSTE In applicazione dei nuovi termini di versamento introdotti dal Decreto Collegato alla Finanziaria 2017, entro il prossimo 30.6.2017 ovvero

Dettagli

in caso di credito i rimborsi sono eseguiti dall Amministrazione finanziaria sulla base del risultato finale delle dichiarazioni

in caso di credito i rimborsi sono eseguiti dall Amministrazione finanziaria sulla base del risultato finale delle dichiarazioni Focus di pratica professionale di Roberto Chiumiento Modalità per la presentazione del Modello 730 in assenza di sostituto d imposta. Il Provvedimento e la circolare n.28/e dell Agenzia delle Entrate del

Dettagli

Scadenze fiscali: MAGGIO 2011

Scadenze fiscali: MAGGIO 2011 Scadenze fiscali: MAGGIO 2011 data soggetti adempimento modalità codici tributo lunedì 2 soggetti iva che effettuano operazioni con operatori economici aventi sede, residenza o domicilio negli Stati o

Dettagli

Codici tributo per versamenti ai sensi dell articolo 36-bis del D.P.R. n. 600/1973

Codici tributo per versamenti ai sensi dell articolo 36-bis del D.P.R. n. 600/1973 DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 100 15.10.2012-100/FS/om TITOLO: Controllo formale delle dichiarazioni Versamento somme dovute Istituzione codici tributo Risoluzione dell Agenzia delle Entrate

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/205 redditi dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. 7006 Gli importi devono essere indicati in unità di Euro Stampato con tecnologia di

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 287 27.09.2016 Unico 2016: il recupero dei pagamenti eccedenti Categoria: Unico Sottocategoria: Dichiarazione Il contribuente che effettua un

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA Modificazioni dei modelli 770/2016 Semplificato e 770/2016 Ordinario, e delle relative istruzioni, approvati con separati provvedimenti del 15 gennaio 2016, nonché delle relative specifiche tecniche approvate

Dettagli

Informativa n. 61. La manovra Monti (DL n. 201) - Novità in materia di IRPEF e relative addizionali INDICE. del 13 dicembre 2011

Informativa n. 61. La manovra Monti (DL n. 201) - Novità in materia di IRPEF e relative addizionali INDICE. del 13 dicembre 2011 Informativa n. 61 del 13 dicembre 2011 La manovra Monti (DL 6.12.2011 n. 201) - Novità in materia di IRPEF e relative addizionali INDICE 1 Premessa... 2 2 Indennità di fine rapporto - Esclusioni dal regime

Dettagli

MODELLO 730/2016 redditi 2015 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2016 redditi 2015 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate 0 MODELLO GRATUITO CONTRIBUENTE FISCALE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio)

Dettagli

Quadro SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI

Quadro SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI Quadro SX RIEPILOGO DEI CREDITI E DELLE COMPENSAZIONI ADEMPIMENTO SOGGETTI INTERESSATI SOGGETTI ESCLUSI COME SI COMPILA Il quadro SX è utilizzato per evidenziare i dati riepilogativi dei crediti e le compensazioni

Dettagli

FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/2017) Torino, lì 23 maggio 2017

FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/2017) Torino, lì 23 maggio 2017 23 MGGIO 1 FOCUS MENSILE FISCALITA LE NOVITA DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Alla luce anche della manovra fiscale (D.L. 50/) Torino, lì 23 maggio Relatore: Andrea Gippone - Commercialista 2 TERMINI DI PRESENTAZIONE

Dettagli

COMPENSAZIONI TRAMITE F24: I CODICI TRIBUTO PER I SOSTITUTI D IMPOSTA

COMPENSAZIONI TRAMITE F24: I CODICI TRIBUTO PER I SOSTITUTI D IMPOSTA COMPENSAZIONI TRAMITE F24: I CODICI TRIBUTO PER I SOSTITUTI D IMPOSTA A cura di Paolo Rossi A seguito delle novità introdotte dal Decreto Semplificazioni fiscali 1, in vigore dal primo gennaio 2015, l

Dettagli

PRINCIPALI ADEMPIMENTI MESE DI NOVEMBRE 2011

PRINCIPALI ADEMPIMENTI MESE DI NOVEMBRE 2011 Circolare n. 28 del 07 Novembre 2011 La presente circolare si propone di dare evidenza ai signori clienti dei PRINCIPALI ADEMPIMENTI MESE DI NOVEMBRE 2011 GIOVEDI 10 NOVEMBRE 2011 Modello 730 termine per

Dettagli

MODELLO 730-3 redditi 2014

MODELLO 730-3 redditi 2014 LUBSAL0 LUBRANO DI DIEGO SALVATORE SOSTITUTO D' IMPOSTA O C.A.F. O PROFESSIONISTA ABILITATO RESPONSABILE ASSISTENZA FISCALE MODELLO 730-3 redditi 04 prospetto di liquidazione relativo all' assistenza fiscale

Dettagli

Sezione VII - Dati da indicare nel 730 integrativo - Questa sezione è riservata solo a chi intende correggere il precedente 730/2016 già presentato.

Sezione VII - Dati da indicare nel 730 integrativo - Questa sezione è riservata solo a chi intende correggere il precedente 730/2016 già presentato. QUADRO F - ACCONTI E RITENUTE ED ECCEDENZE La quarta pagina del modello 730 è dedicata all'indicazione delle imposte, agli eventuali crediti vantati, e alla scelta sull'utilizzo delle detrazioni e delle

Dettagli

Novità dei modelli 730/2014 e Unico Persone Fisiche 2014 (Fascicolo 1) Roma, 18 marzo 2014

Novità dei modelli 730/2014 e Unico Persone Fisiche 2014 (Fascicolo 1) Roma, 18 marzo 2014 Novità dei modelli 730/2014 e Unico Persone Fisiche 2014 (Fascicolo 1) Roma, 18 marzo 2014 Ampliamento dell assistenza fiscale MODELLO 730 SENZA SOSTITUTO 2 730 senza sostituto: requisiti 2013 2014 Redditi

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012

Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012 Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

UNICO PF 2015 quadro RV: addizionali regionali e comunali Donatella Cerone e Manuela Castellani - Commercialisti in Bergamo

UNICO PF 2015 quadro RV: addizionali regionali e comunali Donatella Cerone e Manuela Castellani - Commercialisti in Bergamo UNICO PF 2015 quadro RV: addizionali regionali e comunali Donatella Cerone e Manuela Castellani - Commercialisti in Bergamo ADEMPIMENTO " NOVITÀ " FISCO All interno del Modello UNICO PF, il quadro RV deve

Dettagli

MOD. 730-4 - INTEGRATIVO

MOD. 730-4 - INTEGRATIVO MOD. 730-4 INTEGRATIVO ASPETTI GENERALI Come riportato nel paragrafo precedente, la normativa relativa all assistenza fiscale prestata dai CAF o al professionista abilitato prevede che venga rilasciato

Dettagli

Nuovi codici tributo F24, Comunicazione ricezione modelli 730-4, Studi di settore e Calcolo cedolino. SEQUENZA OPERATIVA

Nuovi codici tributo F24, Comunicazione ricezione modelli 730-4, Studi di settore e Calcolo cedolino. SEQUENZA OPERATIVA INTEGRAZIONE RELEASE 04/2015 A tutti gli utenti della procedura Paghe e Stipendi e Loro Sedi Oggetto : Nuovi codici tributo F24, Comunicazione ricezione modelli 730-4, Studi di settore e Calcolo cedolino.

Dettagli

Le novità Irpef. Contributo di solidarietà Detassazione premi di produttività Addizionali Comunali e Regionali. 22 dicembre 2011

Le novità Irpef. Contributo di solidarietà Detassazione premi di produttività Addizionali Comunali e Regionali. 22 dicembre 2011 Le novità Irpef Contributo di solidarietà Detassazione premi di produttività Addizionali Comunali e Regionali 1 / 18 Contributo di solidarietà CHI Tutti i soggetti Irpef con reddito complessivo superiore

Dettagli

OPERAZIONI STRAORDINARIE: AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE

OPERAZIONI STRAORDINARIE: AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE OPERAZIONI STRAORDINARIE: AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE di Sergio Lombardi Nel mutevole scenario economico, il ricorso alle operazioni straordinarie è sempre più frequente. Approfondiremo di seguito gli

Dettagli

Come accennato, sono tenuti al versamento del secondo acconto, con le diverse modalità di cui si dirà in seguito:

Come accennato, sono tenuti al versamento del secondo acconto, con le diverse modalità di cui si dirà in seguito: (fonte Agenzia Entrate) Il 30 novembre è il termine ultimo per versare la seconda o unica rata dell acconto IRPEF da parte delle persone fisiche tenute alla presentazione del Modello Unico e dell acconto

Dettagli

Agenzia delle Entrate Circolare 22 agosto 2013, n.28/e

Agenzia delle Entrate Circolare 22 agosto 2013, n.28/e www.soluzioni24fisco.ilsole24ore.com Agenzia delle Entrate Circolare 22 agosto 2013, n.28/e Assistenza fiscale prestata dai Centri di assistenza fiscale per lavoratori dipendenti e dai professionisti abilitati

Dettagli

Provvedimento Agenzia Entrate

Provvedimento Agenzia Entrate INFORMATIVA N. 020 18 GENNAIO 2017 DICHIARAZIONI IL MOD. IVA 2017 Provvedimento Agenzia Entrate 16.1.2017 L Agenzia delle Entrate ha recentemente emanato il Provvedimento di approvazione del mod. IVA 2017

Dettagli

Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730

Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 Servizio Caf 730 Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 INFORMATIVA N. 12 Prot. 1185 DATA 16.02.2005 Settore: Oggetto: Riferimenti: IMPOSTE SUI REDDITI Rigo D1 Utili ed altri proventi equiparati: modalità

Dettagli

Oggetto: Le principali novità nel modello 730/2011

Oggetto: Le principali novità nel modello 730/2011 Roma, 22 febbraio 2011 Prot. n. 107/2011 Circolare n 20 Oggetto: Le principali novità nel modello 730/2011 Anche se il modello 730 è rimasto sostanzialmente invariato rispetto all anno precedente, all

Dettagli

UNICO/IRAP 2015: proroga versamenti

UNICO/IRAP 2015: proroga versamenti Periodico informativo n. 97/2015 OGGETO: UNICO/IRAP 2015: proroga versamenti Gentile Cliente, con la stesura del presente documento intendiamo informarla che a seguito della proroga dei termini per il

Dettagli

UNICO PF ADEMPIMENTO " RIFERIMENTI " Legge 27 dicembre 2013 n. 147, art. 1 c. 156 lett. a) SOGGETTI INTERESSATI " PROCEDURE " SCADE "

UNICO PF ADEMPIMENTO  RIFERIMENTI  Legge 27 dicembre 2013 n. 147, art. 1 c. 156 lett. a) SOGGETTI INTERESSATI  PROCEDURE  SCADE UNICO PF quadri RT e RM: rivalutazione delle partecipazioni edellequotesocietarie Riccardo Rizzi e Donatella Cerone - Dottori commercialisti in Bergamo ADEMPIMENTO " FISCO I contribuenti hanno l opportunità

Dettagli

Quadro RV ADDIZIONALE REGIONALE E COMUNALE ALL IRPEF

Quadro RV ADDIZIONALE REGIONALE E COMUNALE ALL IRPEF Quadro RV ADDIZIONALE REGIONALE E COMUNALE ALL IRPEF ADEMPIMENTO NOVITÀ 2016 SOGGETTI INTERESSATI SOGGETTI ESCLUSI COME SI COMPILA CASI PRATICI CASI PARTICOLARI RIFERIMENTI NORMATIVI Nel Quadro RV devono

Dettagli

Contenuto in sintesi

Contenuto in sintesi DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 105 09.11.2012-105/GD/om TITOLO: Imposte dirette - IRPEF - IRES - IRAP - Cedolare Secca Acconti. Contenuto in sintesi Con la presente comunicazione si illustrano

Dettagli

CALENDARIO SCADENZE ED ADEMPIMENTI FISCALI - Settembre 2013

CALENDARIO SCADENZE ED ADEMPIMENTI FISCALI - Settembre 2013 CALENDARIO SCADENZE ED ADEMPIMENTI FISCALI - Settembre 2013 SCADENZE ED ADEMPIMENTI FISCALI (Settembre 2013) Scadenza del 17.9.2013 Imposta municipale propria IMU versamento L articolo 13 del Decreto Legge

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE UNICO 2002 Redditi degli sportivi dilettanti

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE UNICO 2002 Redditi degli sportivi dilettanti ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE UNICO 00 Redditi degli sportivi dilettanti Nel modello unico 00 relativo ai redditi 00 i compensi erogati agli sportivi dilettanti, di cui all art.5 della Legge 33/99, sostituita

Dettagli

Il contributo di solidarietà: l Agenzia detta le regole e i tempi per il versamento

Il contributo di solidarietà: l Agenzia detta le regole e i tempi per il versamento Il contributo di solidarietà: l Agenzia detta le regole e i tempi per il versamento di Maria Benedetto Il contributo di solidarietà è un imposta straordinaria introdotta con quella che è stata definita

Dettagli

MODELLO redditi 2013 prospetto di liquidazione relativo all' assistenza fiscale prestata

MODELLO redditi 2013 prospetto di liquidazione relativo all' assistenza fiscale prestata DIDALB0 DI DONATO ALBERTO MODELLO 730-3 redditi 03 prospetto di liquidazione relativo all' assistenza fiscale prestata Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni dell'agenzia delle

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 371 05.12.2016 Nuove scadenze 2017 alla luce del D.L. 193/2016 A cura di Pirone Pasquale e Matilde Fiammelli Categoria: Contribuenti Sottocategoria:

Dettagli

La Cedolare Secca. La cedolare secca, in pratica, sostituisce:

La Cedolare Secca. La cedolare secca, in pratica, sostituisce: Modalità di esercizio dell'opzione per l'applicazione del regime della cedolare secca, modalità di versamento dell'imposta e altre disposizioni di attuazione della disposizione di cui all'articolo 3 del

Dettagli

ICI - Le novità e riflessi in Unico

ICI - Le novità e riflessi in Unico ICI - Le novità e riflessi in Unico a cura dello studio Tributario Gigliotti & Associati A partire dal 2007 in materia di imposta comunale sugli immobili sono previste numerose novità, più precisamente:

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 69: ammontare corrisposto nel 2006: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 70; - ridotto

Dettagli

MODELLO 730/2016 redditi 2015 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2016 redditi 2015 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate 0 MODELLO GRATUITO CONTRIBUENTE DEL CONTRIBUENTE (obbligatorio) PRZMRC0TH0E DATI

Dettagli

MONOGRAFIA L IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR

MONOGRAFIA L IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR MONOGRAFIA L IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLA RIVALUTAZIONE DEL TFR Indice Introduzione Soggetti obbligati Calcolo della rivalutazione del TFR Imposta sostitutiva Acconto Saldo Termini di versamento Modalità

Dettagli

Imposta Municipale Propria Sperimentale (IMU)

Imposta Municipale Propria Sperimentale (IMU) COMUNE DI LAIGUEGLIA Provincia di Savona Via Genova n.2 CAP 17053 tel.0182/69111 fax 0182/6911301 e-mail: laigueglia@comune.laigueglia.sv.it sito Internet http://www.comune.laigueglia.sv.it Imposta Municipale

Dettagli

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento

730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento 730, Unico 2016 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 38 29.04.2016 Il Quadro RM: redditi soggetti a tassazione separata e ad imposta sostitutiva Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico

Dettagli

Circolare Bolzano,10 giugno 2011 N. 24/2011

Circolare Bolzano,10 giugno 2011 N. 24/2011 A tutti i clienti Circolare Bolzano,10 giugno 2011 N. 24/2011 Oggetto: Opzione per l applicazione dell imposta sostitutiva sui redditi da locazione di immobili abitativi da parte di persone fisiche a partire

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 245 19.09.2014 Compilazione del 770 anche per il condominio Presentazione del modello entro il 19 settembre. Categoria: Dichiarazione Sottocategoria:

Dettagli

Scadenze fiscali: GIUGNO 2011

Scadenze fiscali: GIUGNO 2011 Scadenze fiscali: GIUGNO 2011 data soggetti adempimento modalità codici tributo lunedì 6 mercoledì 15 parti contraenti dei contratti di locazione aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo contribuenti

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2012 AL 15 DICEMBRE 2012

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2012 AL 15 DICEMBRE 2012 Occhio alle scadenze Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE 2012 AL 15 DICEMBRE 2012 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2012 al 15 dicembre 2012, con il commento dei termini di

Dettagli

Anno 2014 N. RF262. La Nuova Redazione Fiscale

Anno 2014 N. RF262. La Nuova Redazione Fiscale Anno 2014 N. RF262 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO CORREZIONE DEL 730 MODELLO INTEGRATIVO ENTRO IL 27/10 RIFERIMENTI ISTRUZIONI MODELLO 730/2014 CIRCOLARE

Dettagli

Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730

Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 Servizio Caf 730 Centro Assistenza Fiscale SERVIZIO CAF 730 INFORMATIVA N. 40 Prot. 4547 DATA 28.05.2004 Settore: Oggetto: IMPOSTE SUI REDDITI Modello 730 e presentazione dei quadri AC, RW, RT e RM Riferimenti:

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 336 09.11.2016 Anomalie anno 2012: le comunicazioni del Fisco Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Adempimenti A cura di Pasquale Pirone In

Dettagli