Procedimento diretto. Flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale Procedimento indiretto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Procedimento diretto. Flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale Procedimento indiretto"

Transcript

1 TOMO 1-6. ANALISI PER FLUSSI 6.1 calcolo del flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale ( ) Flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale Ricavi monetari Prodotti c/vendite Lavorazioni per c/terzi Prodotti in lavorazione c/rimanenze finali Prodotti c/rimanenze finali Materie prime c/rimanenze finali Interessi attivi bancari Totale ricavi monetari Costi monetari Ribassi e abbuoni attivi Prodotti in lavorazione c/esistenze iniziali Prodotti c/esistenze iniziali Materie prime c/acquisti Costi per servizi Fitti passivi Canoni di leasing Salari e stipendi Oneri sociali TFR (ritenuta fiscale sulla rivalutazione) 680 Svalutazione crediti Materie prime c/esistenze iniziali Oneri fiscali diversi Interessi passivi bancari Interessi passivi su obbligazioni Imposte dell esercizio Totale costi monetari Procedimento diretto Flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale Procedimento indiretto Utile dell esercizio Costi non monetari TFR (netto di ritenuta fiscale sulla rivalutazione) Ammortamento brevetti industriali Ammortamento software Ammortamento fabbricati Ammortamento attrezzature industriali Ammortamento automezzi Accantonamento per responsabilità civile Minusvalenze straordinarie Ricavi non monetari Costruzioni interne Plusvalenze ordinarie Flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale

2 6.2 calcolo del flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale ( ) Flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale Procedimento diretto Ricavi monetari ricavi netti di vendita euro variazione delle rimanenze (incrementi) euro proventi finanziari euro euro Costi monetari costi netti per materie prime euro costi per servizi euro salari e stipendi euro oneri sociali euro quota TFR corrispondente alla ritenuta fiscale euro 694 svalutazione crediti euro oneri fiscali diversi euro oneri finanziari euro imposte dell esercizio euro flusso generato dalla gestione reddituale euro Procedimento indiretto Utile d esercizio euro Costi non monetari ammortamenti euro quota netta TFR maturato euro Ricavi non monetari incremento immobilizzazioni per lavori interni euro flusso generato dalla gestione reddituale euro

3 6.3 ricostruzione del Conto economico civilistico ( ) Conto economico A) Valore della produzione Ricavi delle vendite e delle prestazioni Variazione rimanenze di prodotti in corso di lavorazione Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni Altri ricavi e proventi Totale A B) Costi della produzione Per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci Per servizi Per godimento beni di terzi Per il personale: salari e stipendi oneri sociali trattamento fine rapporto Ammortamenti e svalutazioni: ammortamento immobilizzazioni materiali svalutazione crediti Oneri diversi di gestione Totale B Differenza tra valore e costi della produzione (A B) C) Proventi e oneri finanziari Altri proventi finanziari Interessi e altri oneri finanziari Totale C E) Proventi e oneri straordinari Oneri straordinari Totale E Risultato prima delle imposte Imposte dell esercizio Utile d esercizio

4 6.5 variazioni integrali e calcolo di flussi finanziari ( ) 31/12/n+1 31/12/n Variazioni grezze Software Fabbricati Capitale sociale Riserva legale Riserva statutaria Utile d esercizio Debiti verso banche (scadenti oltre l esercizio) Prestiti obbligazionari Come è possibile ricavare dalla Nota integrativa, le variazioni grezze delle immobilizzazioni sono frutto di compensazioni tra movimenti integrali di segno opposto. Software: la variazione grezza di euro è il risultato della variazione inerente all acquisto di un nuovo software per euro (che ha generato un impiego di risorse finanziarie) e della quota di ammortamento di competenza dell esercizio di euro (costo non monetario che non modifica il patrimonio circolante netto); fabbricati: la variazione grezza negativa di euro è solo per euro (ricavo della vendita di un edificio avente costo storico di euro) una fonte di risorse finanziarie che ha modificato il patrimonio circolante netto. Lo storno del relativo Fondo ammortamento per euro, la quota di ammortamento di competenza dell esercizio di euro e la plusvalenza di euro (contabilizzata in Dare del conto Fabbricati) sono da escludere in quanto movimenti contabili che non incidono sul patrimonio circolante netto; movimentazioni intervenute nelle voci del patrimonio netto: sono da prendere in considerazione solo l aumento del capitale sociale avvenuto durante l esercizio n+1 attraverso l emissione a pagamento di nuove azioni aventi valore nominale di 10 euro e l erogazione di dividendi agli azionisti (1,36 euro azioni in circolazione al 31/12/n e quindi aventi diritto a partecipare al riparto). L accantonamento dell utile alle Riserve, in quanto mero movimento contabile, non modifica invece il patrimonio circolante netto; movimentazioni intervenute nelle passività consolidate: per quanto riguarda la voce debiti verso banche a medio termine, la variazione grezza di euro è il risultato di due variazioni di segno opposto che si sono compensate: una di euro inerente all accensione di nuovi debiti (fonte di risorse finanziarie) e una di euro inerente all estinzione dei debiti in precedenza contratti (impiego di risorse finanziarie). Relativamente ai prestiti obbligazionari, invece, la variazione grezza di euro coincide con la variazione integrale inerente al rimborso di una quota del prestito (impiego di risorse finanziarie). Flussi finanziari che modificano il patrimonio circolante netto Flussi finanziari generati da: Impieghi Fonti 1) immobilizzazioni software fabbricati ) movimenti del patrimonio netto aumento a pagamento del capitale sociale pagamento di dividendi ) movimentazioni delle passività consolidate debiti verso banche a medio termine prestiti obbligazionari

5 6.6 variazioni grezze e variazioni integrali ( ) Variazioni grezze Impianti e macchinari Automezzi Mutui passivi Prestiti obbligazionari Flussi che modificano il PCN tratti dalla Nota integrativa. Impieghi Fonti Automezzi Prestiti obbligazionari Mutui passivi Totale La variazione grezza degli impianti e macchinari è interamente attribuibile alla quota di ammortamento, pertanto trattasi di una variazione che non modifica il patrimonio circolante netto. 6.7 calcolo di flussi ( ) Impieghi Fonti Pagamento dividendi ai soci Insussistenza passiva (ammanco di cassa) Riscossione crediti a media/lunga scadenza Pagamento TFR dipendente dimissionario Vendita di macchine d ufficio Emissione di obbligazioni Vendita di prodotti finiti Acquisto di materie prime Totale

6 6.8 calcolo di flussi ( ) Individua quali tra le sottoelencate operazioni provocano variazioni che modificano il patrimonio circolante netto, distinguendo le fonti dagli impieghi. Variazioni che Variazioni che modificano il PCN non modificano il PCN Impieghi Fonti 1) contratto un mutuo bancario di euro X 2) distribuiti dividendi agli azionisti per euro X 3) accantonati alla Riserva straordinaria utili euro X 4) venduto un automezzo del costo originario di euro, ammortizzato del 90%; ricavo di realizzo euro + IVA 5) pagati salari e stipendi al personale dipendente per euro 6) accreditati interessi attivi bancari sul c/c bancario per euro 7) rimborsata quota di mutuo in scadenza di euro X 8) patrimonializzati costi sostenuti per la costruzione interna X di un edificio da adibire a magazzino di euro 9) emesse alla pari nuove azioni del valore nominale di 100 euro, interamente sottoscritte in denaro X X X X 6.9 rendiconti finanziari ( ) Stato patrimoniale riclassificato Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni materiali Attivo corrente Ratei e risconti Totale n2 n1 n2 n1 Patrimonio netto Debiti a m/l termine Debiti a breve termine Ratei e risconti Totale Variazione attivo corrente (compresi ratei e risconti) Variazione passività a breve scadenza (compresi ratei e risconti) Variazione PCN Debiti a breve scadenza n2 n1 Quota TFR corrisposta ai dipendenti Obbligazioni in scadenza Debiti v/altri finanziatori Debiti v/banche Debiti v/fornitori Debiti tributari Debiti v/istituti previdenziali Altri debiti Totale

7 Flusso generato dalla gestione reddituale Utile d esercizio Costi non monetari: ammortamenti ammortamento disaggio su prestiti quota netta TFR (rivalutazione netta) Ricavi non monetari: costi patrimonializzati plusvalenze da alienazione Procedimento diretto Ricavi monetari Costi monetari Flusso generato dalla gestione reddituale Flusso generato dalla gestione reddituale Debiti per TFR al 31/12/n Liquidazioni a dipendenti dimissionari Debiti per TFR al 31/12/n Quota finanziaria netta L importo della voce di Conto economico TFR ( euro) è per euro un costo non monetario (rivalutazione netta del debito per TFR preesistente) e per euro un costo monetario (ritenuta fiscale 11% e TFR destinato ai Fondi pensione). Rendiconto finanziario delle variazioni del PCN Parte I - Dimostrazione delle fonti e degli impieghi Fonti di risorse finanziarie Flusso generato dalla gestione reddituale Alienazione di immobilizzazioni Aumenti passività consolidate Aumenti di capitale proprio Totale fonti Impieghi di risorse finanziarie Acquisto di immobilizzazioni Rimborso prestito obbligazionario Rimborso passività consolidate Totale impieghi Totale fonti Totale impieghi Incremento del PCN Parte II - Variazioni intervenute nei componenti del PCN Variazione attività a breve Disponibilità liquide Crediti a breve Rimanenze Ratei e risconti attivi (escluso disaggio su prestiti obbligazionari) Totale

8 Variazione delle passività a breve + Debiti v/banche Debiti v/fornitori Debiti tributari Debiti v/istituti previdenziali TFR corrisposto a dipendenti Ratei e risconti passivi Altri debiti Totale Variazione PCN Disponibilità monetaria netta 31/12/n2 31/12/n1 Variazione Disponibilità liquide Debiti v/banche (c/c bancari passivi) Indebitamento a vista Rendiconto finanziario della disponibilità monetaria netta A) Indebitamento a vista iniziale B) Flusso monetario d esercizio utile d esercizio ammortamenti ammortamenti disaggio su prestiti variazione netta del TFR plusvalenze da alienazione incremento rimanenze variazione crediti, ratei e risconti variazione debiti variazione ratei passivi C) Flusso monetario da investimento acquisto di immobilizzazioni costi patrimonializzati disinvestimento di immobilizzazioni D) Flusso monetario da finanziamenti aumento dei debiti a media/lunga scadenza aumento di capitale proprio rimborso di finanziamenti a medio/lungo termine F) Flusso monetario del periodo Indebitamento a vista finale

9 6.10 rendiconto finanziario ( ) Calcolo del PCN n n 1 Variazioni Attivo a breve Materie prime, sussidiarie e di consumo Prodotti in corso di lavorazione Prodotti finiti Crediti verso clienti Depositi bancari e postali Denaro e valori in cassa Ratei e risconti Totale attivo a breve Debiti a breve Debiti verso banche (a vista) Debiti verso fornitori Debiti tributari Debiti verso istituti di previd. e sicurezza sociale Altri debiti Ratei e risconti Obbligazioni in scadenza Totale debiti a breve PCN Flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale Ricavi monetari ricavi delle vendite e delle prestazioni variazioni rimanenze di prodotti in lavorazione e finiti altri proventi finanziari Totale Costi monetari per materie prime, sussidiarie e di consumo per servizi per godimento beni di terzi per il personale svalutazione dei crediti compresi nell attivo circolante variazione delle rimanenze di materie prime interessi e altri oneri finanziari imposte dell esercizio Totale Procedimento diretto Flusso di risorse finanziarie generato dalla gestione reddituale

10 Procedimento indiretto Utile d esercizio Costi non monetari ammortamenti delle immobilizzazioni immateriali ammortamenti delle immobilizzazioni materiale Ricavi non monetari plusvalenze ordinarie Rendiconto finanziario delle variazioni del PCN Dimostrazione delle fonti e degli impieghi Fonti di risorse finanziarie flusso di risorse finanziarie gestione reddituale vendita di immobilizzazioni Totale fonti Impieghi di risorse finanziarie acquisto software rimborso di obbligazioni pagamento dividendi Totale impieghi Variazione del PCN (fonti impieghi) Variazione delle attività a breve disponibilità liquide crediti a breve termine rimanenze ratei e risconti Totale variazioni attivo a breve Variazioni nelle passività a breve obbligazioni 0 debiti verso banche debiti verso fornitori debiti tributari debiti v/istituti di previdenza altri debiti 0 ratei e risconti Totale variazioni passivo a breve Variazione del PCN

11 6.12 analisi di bilancio per indici e per flussi ( ) Stato patrimoniale (riclassificato senza tener conto della delibera di riparto utili) Disponibilità liquide Mutui in scadenza Crediti Rimanenze Ratei e risconti Totale attivo corrente Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni finanziarie Totale attivo immobilizzato n1 n0 n1 n0 Debiti a breve termine Mutui in scadenza Debiti v/fornitori Debiti v/controllate Debiti tributari Debiti diversi Debiti v/istituti previdenziali Banche c/c passivi Ratei e risconti TFR dipendente dimissionario Debiti a m/l termine Mutui passivi Debiti v/fornitori Debiti diversi Trattamento fine rapporto Totale impieghi Patrimonio netto Capitale sociale Riserve Utile d esercizio Totale fonti Attivo corrente Attivo immobilizzato Totale impieghi Stato patrimoniale (riclassificato tenendo conto della distribuzione degli utili) n1 n0 n1 n0 Debiti a breve termine Debiti a m/l termine Capitale proprio Totale fonti

12 Conto economico a valore aggiunto n1 n0 Ricavi netti di vendita Variazione rimanenze prodotti finiti e prodotti in lavorazione Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni Totale valore della produzione Costi per acquisto materie Costi per servizi Variazione rimanenze di materie Valore aggiunto Costi del personale Margine operativo lordo (EBITDA) Ammortamenti Svalutazione crediti Reddito operativo (EBIT) Risultato gestione finanziaria Risultato gestione ordinaria Risultato gestione straordinaria Risultato economico prima delle imposte Imposte dell esercizio Utile d esercizio Indici di bilancio n1 n0 ROE 8,44% 3,78% ROI 8,24% 5,49% ROS 5,96% 4,40% Leverage 3,62 3,55 Rotazione impieghi 1,38 1,25 Ac % 98,07% 69,17% Im Im Ti % 50,49% 59,11% Ac Ti % 49,51% 40,89% Db Ti % 49,80% 54,27% Dc Ti % 22,36% 17,52% Cp Ti % 27,84% 28,21% Cp Dc + Db % 38,57% 39,29% Dc + Cp Im 0,99 0,77 Ac Db 0,99 0,75 12

13 n1 n0 Df + Dl Db 0,43 0,37 Dl Db 0,04 0,01 Rv Ac 2,79 3,05 Valore aggiunto Totale impieghi % 41,68% 39,43% Valore della produzione Numero dipendenti Costo medio per dipendente Flusso generato dalla gestione reddituale Procedimento indiretto n1 Utile d esercizio Costi non monetari: Trattamento fine rapporto quota finanziaria (al netto di ritenuta fiscale 11%) Ammortamenti Minusvalenze da alienazioni Ricavi non monetari Incrementi immobilizzazioni per lavori interni Flusso generato dalla gestione reddituale Debiti per TFR al 31/12/n Liquidazione a dipendenti dimissionari Debiti per TFR al 31/12/n Quota finanziaria netta Il TFR iscritto nel Conto economico, pari a euro, è per euro un costo non monetario (rivalutazione del debito per TFR preesistente al netto della ritenuta fiscale 11%) e per la differenza di euro un costo monetario (ritenuta fiscale 11% e quota destinata ai Fondi pensione). Procedimento diretto n1 Ricavi monetari Costi monetari per materie per servizi salari e stipendi oneri sociali ritenuta fiscale 11% su TFR e quota destinata ai fondi pensione svalutazione crediti variazione rimanenze interessi passivi sopravvenienze passive imposte esercizi precedenti imposte dell esercizio Flusso generato dalla gestione reddituale

14 Rendiconto finanziario delle variazioni del PCN rendiconti finanziari Fonti di risorse finanziarie flusso gestione reddituale vendita di immobilizzazioni aumenti di passività consolidate aumento del capitale sociale rimborso di immobilizzazioni finanziarie Totale fonti Impieghi di risorse finanziarie acquisto di immobilizzazioni rimborso di passività consolidate pagamento dividendi Totale impieghi Fonti Impieghi Variazioni attività a breve disponibilità liquide mutui attivi in scadenza disponibilità finanziarie rimanenze ratei e risconti Variazioni passività a breve debiti v/fornitori debiti v/controllate debiti tributari debiti diversi debiti v/istituti previdenziali banche c/c passivi ratei e risconti TFR concesso a dipendente Variazione del PCN n1 n0 Variazioni Attività a breve Passività a breve PCN Variazione del PCN = ( ) = Rendiconto finanziario della disponibilità monetaria netta n1 n0 Variazioni Disponibilità liquide Banche c/c passivi

15 A) Indebitamento netto a vista B) Flusso monetario da attività operative d esercizio utile d esercizio ammortamenti minusvalenze da alienazione variazione netta TFR variazione netta rimanenze variazione netta nei crediti, ratei e risconti variazione netta nei debiti, ratei e risconti C) Flusso monetario da attività di investimento incremento di immobilizzazioni incremento di immobilizzazioni per lavori interni vendita di immobilizzazioni e rimborso crediti di finanziamento D) Flusso monetario da attività di finanziamento aumento del capitale sociale aumento di passività consolidate rimborso di finanziamenti E) Distribuzione di utili F) Flusso monetario del periodo Indebitamento netto a vista finale

Analisi di bilancio per indici

Analisi di bilancio per indici Analisi di bilancio per indici Al 31/12/n la Carrubba spa, svolgente attività industriale, presenta la seguente situazione contabile finale: SITUAZIONE PATRIMONIALE Software 20.000,00 Fondo ammortamento

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI Prof. Luigi Trojano L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI L analisi dei flussi finanziari ha la finalità di evidenziare e interpretare le variazioni intervenute nella situazione patrimoniale e finanziaria

Dettagli

Attivo anno n+1 anno n Passivo anno n+1 anno n A) Crediti verso i soci per versamenti ancora dovuti. - - A) Patrimonio netto

Attivo anno n+1 anno n Passivo anno n+1 anno n A) Crediti verso i soci per versamenti ancora dovuti. - - A) Patrimonio netto ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Analisi di bilancio per indici di Lucia BARALE Materie: Economia aziendale (Classe 5 a IGEA) La verifica consente di valutare le conoscenze e le abilità acquisite dagli studenti sulla

Dettagli

Esercitazione n. 24. Lidia Sorrentino

Esercitazione n. 24. Lidia Sorrentino Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 24 Analisi per flussi: il rendiconto finanziario Conoscenza: componenti di reddito monetari e componenti di reddito non monetari; flussi corrispondenti

Dettagli

Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale

Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale (nell'indirizzo Giuridico

Dettagli

STATO PATRIMONIALE DELLA MALUCLA' & COMPANY AL 31-12-2005

STATO PATRIMONIALE DELLA MALUCLA' & COMPANY AL 31-12-2005 STATO PATRIMONIALE DELLA MALUCLA' & COMPANY AL 31-12- STATO PATRIMONIALE ATTIVO PASSIVO A) CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI A) PATRIMONIO NETTO ANCORA DOVUTI (TOTALE) I - Capitale 18.000.000 Parte da

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

Calcolo e commento dei principali indici di bilancio

Calcolo e commento dei principali indici di bilancio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 10 Calcolo e commento dei principali indici di bilancio Antonia Mente COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Interpretare i sistemi aziendali nei loro

Dettagli

Elaborazione del bilancio d esercizio

Elaborazione del bilancio d esercizio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 7 Elaborazione del bilancio d esercizio Antonia Mente COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Individuare e accedere alla normativa pubblicistica, civilistica

Dettagli

ENTRIAMO IN AZIENDA 3

ENTRIAMO IN AZIENDA 3 ENTRIAMO IN AZIENDA 3 Imprese industriali sistema informativo di bilancio e imposizione fiscale TOMO 1 IL SISTEMA INFORMATIVO DI BILANCIO M O BILANCIO D U L O 3 BILANCIO D ESERCIZIO ANALISI PER INDICI

Dettagli

delle operazioni di gestione e di a stati comparati, prospetti della

delle operazioni di gestione e di a stati comparati, prospetti della Temi in preparazione alla maturità Ammortamento, contabilizzazione delle operazioni di gestione e di assestamento, bilancio sintetico a stati comparati, prospetti della Nota integrativa, calcolo delle

Dettagli

ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO

ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO L Alba Spa è società svolgente attività industriale e al 31/12/n prima di procedere alle scritture di assestamento di bilancio presenta le seguenti situazioni contabili:

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale nell'indirizzo I.G.E.A. è incentrato sulla differenza tra reddito

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI Salvatore Nucci, gennaio 2011 L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI L analisi dei flussi finanziari ha la finalità di evidenziare e interpretare le variazioni intervenute nella situazione patrimoniale

Dettagli

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf Temi in preparazione alla maturità Analisi di bilancio, bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, decisioni aziendali, portafoglio sbf di Rossana MANELLI ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIA:

Dettagli

SITUAZIONE ECONOMICA FINALE

SITUAZIONE ECONOMICA FINALE SITUAZIONE ECONOMICA FINALE materie prime c/acquisti 2.., prodotti c/vendite 2.5., costi di trasporto 5., lavori su ordinazione 3., fitti passivi 2., materie prime c/rimanenze finali 25., salari e stipendi

Dettagli

Riclassificazione del bilancio d esercizio

Riclassificazione del bilancio d esercizio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 9 Riclassificazione del bilancio d esercizio Marcella Givone COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Individuare e accedere alla normativa pubblicistica,

Dettagli

Esame di Stato 2013 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale

Esame di Stato 2013 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Esame di Stato 2013 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale (nell'indirizzo Giuridico

Dettagli

CORSO SPERIMENTALE - Progetto "BROCCA"

CORSO SPERIMENTALE - Progetto BROCCA ITC CORSO SPERIMENTALE - Progetto "BROCCA" Anno 24 Tema di: ECONOMIA AZIENDALE La contabilità generale si fonda sul quadro dei conti e sulle note illustrative che spiegano il loro funzionamento. Il candidato

Dettagli

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico per la classe 4 a Istituti tecnici e Istituti professionali 01. Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico Biblioteca di Economia aziendale PIANO DEI CONTI DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI Documento Piano dei conti BILANCIO DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI STATO

Dettagli

SVOLGIMENTO TIPOLOGIA C

SVOLGIMENTO TIPOLOGIA C SVOLGIMENTO Una società per azioni che produce mobili in legno al termine dell esercizio n presenta una situazione di difficoltà: L esercizio si è chiuso con una perdita di 300.000 euro che ha portato

Dettagli

Bilancio con dati a scelta in presenza di un trend negativo

Bilancio con dati a scelta in presenza di un trend negativo Tracce di temi 2013 Scuola Duemila 1 Traccia n. 1 Bilancio con dati a scelta in presenza di un trend negativo Michele Devastato A fronte di una crisi che ha investito l intero settore, l impresa industriale

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2014 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

PIANO DEI CONTI DI UNA SOCIETÀ PER AZIONI (CON ATTIVITÀ INDUSTRIALE)

PIANO DEI CONTI DI UNA SOCIETÀ PER AZIONI (CON ATTIVITÀ INDUSTRIALE) PIANO DEI CONTI DI UNA SOCIETÀ PER AZIONI (CON ATTIVITÀ INDUSTRIALE) 00.00 CREDITI V/SOCI 00.01 Azionisti c/sottoscrizione 00.02 Azionisti c/versamenti richiamati 00.05 Azionisti c/reintegro 01.00 IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE

ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE Sessione ordinaria 2006 Seconda prova scritta ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE Tema di: ECONOMIA AZIENDALE La funzione finanza

Dettagli

Il bilancio d esercizio

Il bilancio d esercizio ESAME DI STATO 2005 - TEMA DI ECONOMIA AZIENDALE - INDIRIZZO IGEA di Monica Ceccherelli Il bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio è il principale documento di sintesi redatto per dare informazioni

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca YMER - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO SPERIMENTALE Progetti MERCURIO e SIRIO

Dettagli

QUADRO DEI CONTI DI UN IMPRESA COMMERCIALE IN FORMA DI SNC

QUADRO DEI CONTI DI UN IMPRESA COMMERCIALE IN FORMA DI SNC QUADRO DEI CONTI DI UN IMPRESA COMMERCIALE IN FORMA DI SNC 00.00 CREDITI V/SOCI 00.01 Socio c/conferimenti 00.10 Socio c/reintegro 00.20 Socio c/prelevamenti 01.00 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 01.01 Costi

Dettagli

Simulazione di seconda prova sulla base del tema di esame dell anno 1999

Simulazione di seconda prova sulla base del tema di esame dell anno 1999 Simulazione di seconda prova sulla base del tema di esame dell anno 1999 L impresa industriale Geltax S.p.A. con capitale sociale di euro 400.000 e un fatturato dell importo di euro 3.852.000 nell esercizio

Dettagli

Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo Igea

Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo Igea tema 14 Controllo di gestione; costi di produzione per commessa. Bilancio con dati a scelta, budget e Nota integrativa. Analisi di bilancio per indici. Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo

Dettagli

Svolgimento Tema di Economia d azienda

Svolgimento Tema di Economia d azienda Svolgimento a cura di Lucia Barale Pag. 1 a 10 Esame di Stato 2015 Indirizzi: Tecnico della Gestione Aziendale ad Indirizzo Linguistico Tecnico della Gestione Aziendale ad Indirizzo Informatico Svolgimento

Dettagli

L'importanza del Business Plan. Maurizio Longo

L'importanza del Business Plan. Maurizio Longo L'importanza del Business Plan Elementi tecnici ed economici Maurizio Longo A cosa serve un Business Plan A richiedere un finanziamento in Banca E poi??? Il BP è uno strumento dinamico che serve per capire

Dettagli

ACQUISTI, VENDITE DI BENI E SERVIZI E REGOLAZIONE DI DEBITI E CREDITI

ACQUISTI, VENDITE DI BENI E SERVIZI E REGOLAZIONE DI DEBITI E CREDITI ESERCITAZIONE N. 2 - ACQUISTI, VENDITE DI BENI E SERVIZI E REGOLAZIONE DI DEBITI E CREDITI Dott.ssa Carlotta del Sordo Corso di Economia Aziendale CLEGA Facoltà di Economia di Forlì Università degli Studi

Dettagli

104.135 458.987 665.985 141.229 807.214 110.953 1.500 500 129.953 1.379.154 3.465.385

104.135 458.987 665.985 141.229 807.214 110.953 1.500 500 129.953 1.379.154 3.465.385 ESAME DI MATURITA 2015 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE A CURA DELLA DOTT.SSA GAGLIANO ANNA JULA Schema di Stato Patrimoniale ROE: 6% ; ROE= UTILE CAPITALE PROPRIO 6100= 102.000X 6:100=102.000:X X= 100*102.0006

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Il piano dei conti. Il piano dei conti si articola in: CLASSI 1. ATTIVITÀ 2. PATRIMONIO NETTO 3. PASSIVITÀ 4. RICAVI 5. COSTI DELLA PRODUZIONE

Il piano dei conti. Il piano dei conti si articola in: CLASSI 1. ATTIVITÀ 2. PATRIMONIO NETTO 3. PASSIVITÀ 4. RICAVI 5. COSTI DELLA PRODUZIONE I L PIANO DEI CONTI Il piano dei conti Il piano dei conti si articola in: CLASSI RAGGRUPPAMENTI CONTI DI MASTRO SOTTOCONTI 1ª posizione 2ª posizione 3ª e 4ª posizione Posizioni successive (non sviluppato)

Dettagli

Analisi per indici del bilancio dell esercizio 1995 della Fiat Auto S.p.A.

Analisi per indici del bilancio dell esercizio 1995 della Fiat Auto S.p.A. S&A Strumenti 1/97 93 Analisi per indici del bilancio dell esercizio 1995 della Fiat Auto S.p.A. di MARIAERSILIA LISI RICATTI Da Relazione e bilancio al 31 dicembre 1995 pubblicati dalla, si riportano

Dettagli

FIAT GROUP AUTOMOBILES S.P.A. O BREVEMENTE FIAT AUTO S.P.A.

FIAT GROUP AUTOMOBILES S.P.A. O BREVEMENTE FIAT AUTO S.P.A. FIAT GROUP AUTOMOBILES S.P.A. O BREVEMENTE FIAT AUTO S.P.A. Forma Giuridica S.P.A. a socio unico Data Costituzione 6/04/2000 Indirizzo CSO GIOVANNI AGNELLI, 200 Codice Postale 10134 Provincia Torino Regione

Dettagli

STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2014

STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2014 STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2014 41 STATO PATRIMONIALE 2014 ATTIVO A) CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI CON SEPARATA INDICAZIONE DELLA PARTE GIA' RICHIAMATA B) IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO. Normativa italiana

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO. Normativa italiana ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO Normativa italiana 1. Allocazione di valori nello Stato patrimoniale Si proceda all individuazione delle poste di Stato patrimoniale nelle quali trovano iscrizione

Dettagli

Contabilità e bilancio 4/ed - Fabrizio Cerbioni, Lino Cinquini, Ugo Sòstero Copyright 2015 - McGraw-Hill Education (Italy) srl PIANO DEI CONTI

Contabilità e bilancio 4/ed - Fabrizio Cerbioni, Lino Cinquini, Ugo Sòstero Copyright 2015 - McGraw-Hill Education (Italy) srl PIANO DEI CONTI PIANO DEI CONTI 1. COMPONENTI POSITIVE DI REDDITO 1.1. Ricavi di vendita 1.1.1. Prodotti c/vendite 1.1.2. Merci c/vendite 1.1.3. Servizi c/vendite 1.1.4. Prodotti c/vendite estero 1.1.5. Merci c/vendite

Dettagli

BENI STRUMENTALI GESTIONE DEL PERSONALE

BENI STRUMENTALI GESTIONE DEL PERSONALE BENI STRUMENTALI 1) In data 02/05/n l industriale Federico Pizzetto stipula un contratto di acquisto di un macchinario con la Vortici srl alle seguenti condizioni: costo complessivo 60.000 euro + iva ordinaria

Dettagli

Parte Seconda Le prove precedentemente assegnate all esame di Stato

Parte Seconda Le prove precedentemente assegnate all esame di Stato Parte Seconda Le prove precedentemente assegnate all esame di Stato La traccia Il candidato illustri le differenze tra reddito d esercizio e flusso di risorse generato dalla gestione reddituale. Presenti,

Dettagli

Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico

Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico Quadro dei conti Voci di: Stato patrimoniale (art. 2424 c.c.) Conto economico

Dettagli

STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi

STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Impianti e Macchinari 3.043 Attrezzature industriali 1.500 Automezzi 2.900 Fabbricati Industriali Mobili e Arredi 12.900 2.000 22.343

Dettagli

1/1/n+1 Procedere alla riapertura dei conti e allo storno delle rimanenze, dei ratei e deirisconti iniziali

1/1/n+1 Procedere alla riapertura dei conti e allo storno delle rimanenze, dei ratei e deirisconti iniziali ESERCIZIO n. 1 Assestamento, determinazione del reddito e scritture di riapertura Eccedenze Dare Eccedenze Avere Denaro in cassa 4.262,70 Patrimonio Netto 928.690,60 Interessi passivi v/forn. 10.105,20

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2012/2013 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2012/2013 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2012/2013 Svolgimento Tema di Economia aziendale La traccia assegnata come seconda prova di Economia aziendale (nell'indirizzo Giuridico Economico Aziendale) è incentrato

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2013 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

Simulazione di seconda prova scritta

Simulazione di seconda prova scritta Simulazione di seconda prova scritta Economia aziendale - Istituti Tecnici Commerciali di Gian Carlo Bondi Un modello userfriendly per imparare a costruire un Bilancio su due esercizi con dati liberamente

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2014 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca YMER - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO SPERIMENTALE Progetti MERCURIO Indirizzi:

Dettagli

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE ATTIVO A) CREDITI V/S SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI B) IMMOBILIZZAZIONI C) ATTIVO CIRCOLANTE D) RATEI E RISCONTI PASSIVO A) PATRIMONIO NETTO B) FONDI PER RISCHI

Dettagli

Traccia n. 1. Prospetto dei conti al 31 dicembre. Eccedenze

Traccia n. 1. Prospetto dei conti al 31 dicembre. Eccedenze Traccia n. 1 1. Il Candidato compili la Situazione Contabile dell impresa «Omega SpA», tenendo conto che il prospetto contabile di seguito presentato è stato redatto dopo la prima e la seconda fase dell

Dettagli

A) VALORE DELLA PRODUZIONE

A) VALORE DELLA PRODUZIONE CONTO ECONOMICO A) VALORE DELLA PRODUZIONE: 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni merci conto vendite - resi su vendite - ribassi e abbuoni passivi 2) Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso

Dettagli

TEMA 1 Parte A VOCI 31/12/2004 31/12/2003

TEMA 1 Parte A VOCI 31/12/2004 31/12/2003 TEMA 1 Parte A Nel bilancio civilistico al 31/12/2004 dell azienda ALFA risultano, tra gli altri, i seguenti dati: VOCI 31/12/2004 31/12/2003 B) I. 2) Costi di ricerca, sviluppo e pubblicità 12.708 B)

Dettagli

www.net4students.org Pag. 1

www.net4students.org Pag. 1 TOMO 1-5. SOCIETÀ DI CAPITALI: FINANZIAMENTI A TITOLO DI CAPITALE DI DEBITO 5.2 confronto tra prestito obbligazionario e mutuo passivo Piano di ammortamento finanziario del prestito obbligazionario Anni

Dettagli

PROSPETTO DI CLASSIFICAZIONE DEI CONTI DENOMINAZIONE CONTI ECONOMICI CONTI FINANZIARI CONTI di reddito capitale Numerari Finanziamento Costi Eserc.

PROSPETTO DI CLASSIFICAZIONE DEI CONTI DENOMINAZIONE CONTI ECONOMICI CONTI FINANZIARI CONTI di reddito capitale Numerari Finanziamento Costi Eserc. PROSPETTO DI CLASSIFICAZIONE DEI CONTI DENOMINAZIONE CONTI ECONOMICI CONTI FINANZIARI Costi Ricavi Costi sospesi (CS)/ Ricavi sospesi Abbuoni attivi X Abbuoni passivi X Aggio di emissione X Ammortamento

Dettagli

INDICI PATRIMONIALI ED ECONOMICI

INDICI PATRIMONIALI ED ECONOMICI INDICI PATRIMONIALI ED ECONOMICI Indice Immob. Nette 33.441.797 Capitale proprio 21.779.334 153,548% Indice di autonomia patrimoniale 21.779.334 77.740.030 28,016% Indice di copertura delle immobilizzazioni

Dettagli

Esercitazione sull'elaborazione di un bilancio con i dati a scelta

Esercitazione sull'elaborazione di un bilancio con i dati a scelta Esercitazione sull'elaborazione di un bilancio con i dati a scelta L'esercitazione sul bilancio con dati a scelta è diversa da qualsiasi comune esercizio di contabilità: può essere ogni volta diversa a

Dettagli

Bilancio Anno: 2008 Anno: 2008 Anno: 2007

Bilancio Anno: 2008 Anno: 2008 Anno: 2007 CRAL POSTE VIALE EUROPA 190-00144 ROMA Codice Fiscale: 97150630586 P. Iva: 08240891005 Bilancio Anno: 2008 Anno: 2008 Anno: 2007 STATO PATRIMONIALE ATTIVO A) Crediti Verso Soci per Versamenti Dovuti (Di

Dettagli

Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali

Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali Il fido bancario quale forma di finanziamento delle imprese industriali Traccia di Economia aziendale di Emanuele Perucci Il candidato, dopo aver sinteticamente illustrato le varie forme di finanziamento

Dettagli

Concetto di flusso. Flusso (variazione) dal 1/1/X al 31/12/X

Concetto di flusso. Flusso (variazione) dal 1/1/X al 31/12/X Concetto di flusso Valore dell elemento patrimoniale al 1/1/X Valore dell elemento patrimoniale al 31/12/X Flusso (variazione) dal 1/1/X al 31/12/X Il prospetto di sintesi di rappresentazione dei flussi

Dettagli

Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir. tire e da indici

Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir. tire e da indici Tracce di temi 2010 Scuola Duemila 1 Traccia n. 1 Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir tire e da indici Olivia Leone Il candidato illustri brevemente quali sono i principali vincoli da

Dettagli

La riclassificazione del bilancio di esercizio per le analisi economicofinanziarie

La riclassificazione del bilancio di esercizio per le analisi economicofinanziarie La riclassificazione del bilancio di esercizio per le analisi economicofinanziarie Corso di Economia Aziendale (esercitazioni) Dott. Sergio Paternostro Università degli Studi di Palermo Solvibilità aziendale

Dettagli

La riclassificazione del bilancio di esercizio. Prof. Luigi Trojano

La riclassificazione del bilancio di esercizio. Prof. Luigi Trojano La riclassificazione del bilancio di esercizio Il Il bilancio Il sistema informativo di bilancio secondo la normativa vigente: stato patrimoniale; conto economico; nota integrativa. Requisiti fondamentali

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE SCRITTURE DI RETTIFICA E ASSESTAMENTO 1 LA COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO Dalla raccolta delle informazioni contabili alla loro sintesi L esercizio La competenza

Dettagli

A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita. B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita

A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita. B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita C) VARIAZIONE DELLE RISERVE TECNICHE -Riserve tecniche rami danni -Riserve

Dettagli

Esercitazioni di economia aziendale (II modulo)

Esercitazioni di economia aziendale (II modulo) Università degli Studi di Pavia Facoltà di Economia Anno Accademico 2012-2013 Esercitazioni di economia aziendale (II modulo) Dario Capittini Economia aziendale - Esercitazioni 1 Il processo di rilevazione

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2013/2014 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2013/2014 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2013/2014 Svolgimento Tema di Economia aziendale La traccia assegnata come seconda prova di Economia aziendale nell'indirizzo Giuridico Economico Aziendale è focalizzata

Dettagli

Le analisi di bilancio per indici

Le analisi di bilancio per indici Riclassificazione e interpretazione Le analisi di bilancio per indici di Silvia Tommaso - Università della Calabria Obiettivo delle analisi di bilancio è quello di ottenere informazioni adeguate a prendere

Dettagli

La valutazione di affidabilità creditizia: ESERCITAZIONE

La valutazione di affidabilità creditizia: ESERCITAZIONE La valutazione di affidabilità creditizia: ESERCITAZIONE Corso di finanziamenti di impresa a.a. 2014-2015 Dott.ssa Diletta Tancini diletta.tancini@yahoo.it Agenda Premessa Il caso dell impresa ALFA S.R.L.

Dettagli

Bilancio al 31/12/2013

Bilancio al 31/12/2013 ! " #$ $% #&''% ( FONDAZIONE MONDO DIGITALE Sede in: VIA UMBRIA, 7-00187 - ROMA (RM) Codice fiscale: 06499101001 Partita IVA: 06499101001 Fondo Patrimoniale: Euro 2.181.603,07 Fondo Patr. versatop: Euro

Dettagli

RELAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA

RELAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA aggiornato al 24/10/2011 L.P. 13 dicembre 1999, n. 6, articolo 5 RICERCA APPLICATA PROCEDURA VALUTATIVA RELAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA per domande di agevolazione di importo fino a 1,5 milioni di euro

Dettagli

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari 1 ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari ESERCIZIO (1) Variazioni del reddito, patrimonio, CCN e cassa Si ipotizzi di analizzare il bilancio della azienda BETA chiuso

Dettagli

PRIMA PARTE Dalla Relazione sulla gestione al bilancio di Alfa spa al 31/12/2014 si desumono le seguenti informazioni:

PRIMA PARTE Dalla Relazione sulla gestione al bilancio di Alfa spa al 31/12/2014 si desumono le seguenti informazioni: Svolgimento a cura di Lucia Barale Pag. 1 a 13 Esame di Stato 2015 Istituto Tecnico - Settore economico Indirizzi: Amministrazione, Finanza e Marketing e Articolazione Sistemi informativi aziendali Svolgimento

Dettagli

LIQUIDITA' Nome del conto Natura Classificazione

LIQUIDITA' Nome del conto Natura Classificazione Impresa individuale esercente attività mercantile Piano dei conti e prospetto di raccordo LIQUIDITA' Nome del conto Natura Classificazione P Banche c.c Fondi liquidi Attivo P c.c. postali Fondi liquidi

Dettagli

CONTI FINANZIARI. Contanti. Cassa. Assegni Oppure: - cassa sede centrale - cassa negozio 2. C/C BANCARI - Un sottoconto per ciascun c/c.

CONTI FINANZIARI. Contanti. Cassa. Assegni Oppure: - cassa sede centrale - cassa negozio 2. C/C BANCARI - Un sottoconto per ciascun c/c. CONTI FINANZIARI Cassa Contanti Assegni Oppure: - cassa sede centrale - cassa negozio 1 - cassa negozio 2 C/C BANCARI - Un sottoconto per ciascun c/c CLIENTI Italia Estero Un sottoconto per ogni cliente

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE ENERGIA E SERVIZI A.T.E.S. S.R.L.

AZIENDA TERRITORIALE ENERGIA E SERVIZI A.T.E.S. S.R.L. AZIENDA TERRITORIALE ENERGIA E SERVIZI A.T.E.S. S.R.L. Sede in VIA ROMA 1 20056 TREZZO SULL'ADDA MI Codice Fiscale 05064840969 - Numero Rea Milano 1793521 P.I.: 05064840969 Capitale Sociale Euro 80.000

Dettagli

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 ESERCITAZIONE N 2 ARGOMENTI CONSIDERATI: Fase di diritto e fase di fatto delle registrazioni contabili Registrazione dei finanziamenti

Dettagli

PATRIMONIALIZZAZIONE DEI COSTI, BILANCIO CON DATI A SCELTA, INDICI DI BILANCIO, PROSPETTI DELLA NOTA INTEGRATIVA, ANTICIPO SU FATTURE

PATRIMONIALIZZAZIONE DEI COSTI, BILANCIO CON DATI A SCELTA, INDICI DI BILANCIO, PROSPETTI DELLA NOTA INTEGRATIVA, ANTICIPO SU FATTURE Tema d esame PATRIMONIALIZZAZIONE DEI COSTI, BILANCIO CON DATI A SCELTA, INDICI DI BILANCIO, PROSPETTI DELLA NOTA INTEGRATIVA, ANTICIPO SU FATTURE di Stefano RASCIONI ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE AZIENDALI

Dettagli

ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2005 UNIVERSITA di FERRARA

ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2005 UNIVERSITA di FERRARA ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2005 UNIVERSITA di FERRARA Svolgimento della prima prova scritta I temi scelti dalla Commissione

Dettagli

Proposta di svolgimento e riflessioni post- esame

Proposta di svolgimento e riflessioni post- esame Stefano Tulli Proposta di svolgimento e riflessioni post- esame Abstract - La costruzione del Bilancio di Esercizio con dati a scelta è stato l oggetto della seconda prova scritta di Economia Aziendale

Dettagli

Indice Introduzione XIII Capitolo 1 Il bilancio di esercizio: normativa e principi contabili nazionali

Indice Introduzione XIII Capitolo 1 Il bilancio di esercizio: normativa e principi contabili nazionali Introduzione XIII Capitolo 1 Il bilancio di esercizio: normativa e principi contabili nazionali 1 1.1 Le funzioni del bilancio di esercizio 3 1.2 Il quadro normativo nazionale 4 1.2.1 I postulati del bilancio

Dettagli

PARTE TEORICA. A questi margini relativi alla parte consolidata dello stato patrimoniale corrispondono i seguenti, per la parte corrente:

PARTE TEORICA. A questi margini relativi alla parte consolidata dello stato patrimoniale corrispondono i seguenti, per la parte corrente: SOLUZIONE ESAME DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE Indirizzo Giuridico Economico Aziendale (Testo valevole per i corsi di ordinamento e per i corsi sperimentali del progetto Sirio ) Tema di economia aziendale

Dettagli

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE Tema d esame BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE AZIENDALI (classe 5 a ITC) Il tema proposto è articolato in tre parti, di cui l ultima con tre alternative

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema di Economia aziendale proposto negli Istituti Tecnici è incentrato sulla crisi finanziaria ed è articolato in una parte obbligatoria e tre percorsi alternativi

Dettagli

Caso aziendale: riconfigurazione della struttura organizzativa

Caso aziendale: riconfigurazione della struttura organizzativa Caso aziendale: riconfigurazione della struttura organizzativa Ipotesi di traccia per l Esame di Stato 2015 di Riccardo Mazzoni Le indicazione del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Dettagli

Dott. Maurizio Massaro

Dott. Maurizio Massaro Dott. Maurizio Massaro Ph. D. in Scienze Aziendali Ricercatore Universitario nell Università degli Studi di Udine 05, Ragioneria 1 La misurazione della performance economicofinanziaria. I sistemi fondati

Dettagli

Quadro dei conti di un azienda individuale

Quadro dei conti di un azienda individuale Documento Piano dei conti Biblioteca di Economia aziendale Quadro dei conti di un azienda individuale Quadro dei conti sintetico Quadro dei conti analitico per il secondo biennio Istituti Tecnici del settore

Dettagli

Sito internet: Bilancio al 31/12/2010

Sito internet: Bilancio al 31/12/2010 CONSORZIO ASI LECCE Sede in: ZONA INDUSTRIALE - 73100 - LECCE (LE) Codice fiscale: 00380090753 Partita IVA: 00380090753 Capitale sociale: Euro 1.170.960,53 Capitale versato: Euro 1.170.960,53 Registro

Dettagli

Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali

Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali Esame di Stato anno scolastico 2014/2015 Svolgimento seconda prova di Economia aziendale La

Dettagli

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. Sede in CAVA DE' TIRRENI viale GUGLIELMO MARCONI, 52 Capitale Sociale versato e 100.000,00 C.C.I.A.A. SALERNO n. R.E.A317123 Partita IVA: 03734100658 Codice Fiscale: 03734100658 Nota Integrativa al bilancio

Dettagli

4 27-2-2009 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 9

4 27-2-2009 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 9 4 27-2-2009 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 9 sizioni del comma 4 dell art. 18 della legge regionale n. 19/2005, dispone le modalità e le modifiche con cui gli enti regionali

Dettagli

BILANCIO RICLASSIFICATO

BILANCIO RICLASSIFICATO Pag. 1 S T A T O P A T R I M O N I A L E INDICATORI DI FINANZIAMENTO DELLE IMMOBILIZZAZIONI ATTIVO FISSO: Immobilizzazioni immateriali: 011000 SP.IMPIANTO AMPLIAM. 833,34 1.333,34 Costi d'impianto e d'ampliamento

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale 2006

Commento al tema di Economia aziendale 2006 Commento al tema di Economia aziendale 2006 Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici Commerciali è incentrato sulla gestione finanziaria dell impresa ed è articolato in

Dettagli

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione Prof. Stefano Coronella Cognome: Nome: Matricola: Aula: Documento identità (tipo e numero; basta anche il solo libretto universitario) Rilasciato da: Firma Rilasciato il: Segnare con una l unica risposta

Dettagli

MEDITERRANEA CATERING S.R.L. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011

MEDITERRANEA CATERING S.R.L. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011 MEDITERRANEA CATERING S.R.L. Codice fiscale 01194210876 Partita iva 01194210876 VIA MELILLI 12-95100 CATANIA CT Numero R.E.A. 125767 Registro Imprese di CATANIA n. 01194210876 Capitale Sociale 98.800,00

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2009 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO II

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO II Università degli Studi di Parma CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO II Nota integrativa, relazione sulla gestione e altri documenti di bilancio Nota integrativa: funzione e riferimenti Funzione: La funzione

Dettagli

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE Edmondo De Amicis Via C. Parenzo 16 ROVIGO Tel. 0425-21240 Fax 0425-422820 E-mail segreteria@itcrovigo.it Web www.itcrovigo.it C.F. 93028770290 C.M. ROIS008009

Dettagli