Intranet: progettazione e capacity planning

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Intranet: progettazione e capacity planning"

Transcript

1 Intranet: progettazione e capacity planning 19/0 /05/0 G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 1

2 indice intranet per una redazione giornalistica architettura, principali componenti e funzioni svolte capacity planning di una intranet influenza hit rate http proxy sulle prestazioni case study 1 case study 2 G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 2

3 intranet per redazione giornalistica architettura principali componenti funzioni svolte G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 3

4 profilo aziendale l attività svolta è di tipo giornalistico (redazionale) l è una funzione strategica per l azienda serve per gestire il flusso di notizie e gli articoli realizzati dai collaboratori (in sede e fuori sede) i dipendenti devono avere ampie possibilità di collegamenti dall esterno ai servizi aziendali attività del sito web svolgere e-business vendendo gli articoli realizzati dai propri giornalisti (accessi liberi) fare da repository per gli articoli disponibili per realizzare giornali, riviste, rassegne stampa (accessi riservati ai dipendenti) sul sito FTP risiedono vecchi articoli, riviste e libri distribuiti free G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 4

5 esigenze aziendali (1) alcuni dipendenti autorizzati devono poter accedere dall esterno ai propri sistemi (tutti hanno indirizzi IP pubblici statici) anche con il controllo di una shell e alle proprie mailbox (sul mail server) da casa: con ADSL, possibilità di VPN (certificato rilasciato da un server privato) con IP statico, messo nella tabella del Firewall tra le connessioni accettate wifi: si collega col certificato rilasciato dall impresa su identificazione del sistema mobile ospiti: login e pwd su interfaccia web (richiesta da un interno) con scadenza di 7 giorni, funzionalità limitate G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 5

6 esigenze aziendali (2) garantire la continuità dei servizi (24x7) fornire il massimo livello di protezione contro virus ed altre problematiche di sicurezza permettere ai visitatori esterni (da Internet) l accesso libero ai server pubblici Web e FTP limitatezza economica G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 6

7 capacità oltre 1000 macchine (PC, laptop, server) i dipendenti sono 800 (200 interni e 600 esterni) dimensioni delle mailboxes: default 200 MB in base a verifiche fatte sulla propria utenza, si prevedono 1000 visitatori al giorno al sito Web funzionalità del sito Web: sistema di autenticazione, e-commerce di fotografie, brevi filmati, articoli, editoriali e gestione dei relativi database in base a verifiche fatte sulla propria utenza, si prevedono 400 visitatori al giorno al sito FTP funzionalità del sito FTP: download di articoli e documenti vari e mirror (Debian, Red Hat, Microsoft,...) che tutte le notti si collega e si aggiorna G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 7

8 architettura impianto application server privato db server privato file server privato ISDN dipendenti interni UPS Fast Ethernet 100 Mbps (PRIVATA)... Firewall Fast Ethernet 100 Mbps (PUBBLICA - DMZ) coll.seriale Mail gateway (SMTP) Mail server main collegamento SCSI Storage server condiviso Mail server hot standby fail over Web server pubblico FTP server pubblico G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 8

9 firewall (1) 3 homed (3 schede di rete) filtra gli accessi con Access Control List permette connessioni entranti su un insieme di porte preassegnate ai server dell azienda; i server hanno indirizzi IP pubblici permette l accesso ad alcune porte prefissate per svolgere le funzioni del server FTP (sia attivo sia passivo) Cisco 6500 Catalyst ( 30 KEuro) G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 9

10 firewall (2) filtraggio di tipo statefull: connection tracking (ad esempio, abilita in modo dinamico le connessioni sui dati FTP, tiene conto delle sequenze tra i pacchetti SYN, può autorizzare i pacchetti solo se la connessione è già stata stabilita, etc.) filtraggio di tipo stateless: esempio, apri le porte da 8000 a 8100 con UDP e solo in ingresso porta in ingresso sul Mail gateway accetta connessioni in ingresso su porte/macchine autorizzate G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 10

11 Mail gateway controlli in ingresso: ricezione, controlli antivirus e antispam, gestione blacklist (se gli indirizzi IP dei sender sono in una black list le relative mail possono essere rifiutate) controlli antivirus su mail in uscita backup per il mail server: quando il mail server è down tiene in coda per x giorni le mail in arrivo SMTP Simple Mail Transfer Protocol (protocollo standard di di Internet) server biprocessore, Gnu Linux ( 5KEuro) G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 11

12 Mail server (primario) gestione delle mailbox ( 800): memorizzazione su Storage server, inbox, folder, copie sent, deleted,... gestisce i protocolli di connessione IMAP, POP, con o senza SSL (per connessioni dall esterno è forzato) svolge le funzioni di LDAP server secondario (è una replica per motivi di back up, sicurezza, continuità servizio) ha un collegamento seriale diretto con un Mail server secondario (in hot standby) ed un collegamento parallelo con lo Storage server (condiviso con il Mail server secondario, un solo server accede per volta) è sulla rete interna perchè i dipendenti devono poter accedere dall esterno per il controllo delle mailbox server con Debian Linux ( 8KEuro) G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 12

13 collegamenti tra i Mail server seriale serve per conoscere lo stato dei due server e, in caso di guasto, per decidere quale sistema deve garantire il servizio (cioè montare il file system) è un sistema di comunicazione solido e indipendente dalle connessioni Ethernet (funziona anche se si verifica un crash sullo stack TCP/IP) è sufficientemente veloce ( 115Kbps) in relazione4 ai pochi dati scambiati SCSI connessione SCSI U160 (160 Mbps) serve per operare sullo Storage server condiviso è economico rispetto ad altri sistemi (SAN Storage Area Network, NAS Network Attached Storage) G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 13

14 Mail server (secondario) funziona in modalità fail over (hot standby): è sempre sincronizzato col primario, confronta il suo stato con quello del primario attraverso un collegamento seriale diretto (continuità del servizio) in ogni momento è in grado di prendere il controllo dello Storage server (in alternativa al Mail server primario) attraverso un collegamento SCSI gestisce i protocolli IMAP (porta 143), POP (porta 110) con o senza SSL (porte 995 e 993) svolge funzioni di LDAP (Lightweight Directory Access Protocol) server primario: assegnazione di nuovi account, gestione delle autorizzazioni, autenticazione degli account e delle pwd server con Debian Linux ( 8KEuro) G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 14

15 Storage server è costituito da dischi RAID (continuità del servizio e prestazioni elevate) sui quali vengono memorizzate tutte le mailbox dischi RAID livello 5: 6 da 73 GB l uno, lo spazio utile per i dati è 355 GB poichè l equivalente di un disco viene utilizzato per i dati ridondanti è condiviso tra i due Mail server entrambi collegati con connessione SCSI (in ogni momento possono prendere il controllo del server uno o l altro) è uno Storage JBOD Dell ( 8KEuro) e può avere sino a 8 dischi, per una capacità totale di oltre 1 TB G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 15

16 Web server svolge le funzioni di repository per articoli, news, documenti, libri che vengono venduti con tecniche di e- business (parte pubblica) contiene una parte privata (con accessi limitati ai dipendenti) sulla quale vengono memorizzati articoli ed altro materiale che viene utilizzato dalla redazione per la realizzazione di giornali, riviste e libri dell azienda permette anche l accesso ai dipendenti tramite shell con l utilizzo di ssh (parte privata) supporta php, servlet, JSP, e i database mysql, Postgresql, Oracle con JDBC/ODBC è un server Apache 1.3 con Gnu Linux ( 6KEuro) G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 16

17 FTP server (nella DMZ) svolge le funzioni di repository per articoli, news, documenti, libri che vengono distribuiti free (parte pubblica) ha anche una parte privata (con accessi limitati ai dipendenti) gestita con SFTP (secure FTP) ha una grossa quantità storage su disco in quanto svolge anche la funzioni di mirror per i siti più richiesti ospita anche le shell degli utenti server con Gnu Linux ( 10 KEuro) e può avere sino a 1.8 TB (attualmente ha 5 dischi da 73 GB) G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 17

18 UPS server serve per garantire la continuità del servizio a fronte di brevi cadute della rete elettrica è in grado di alimentare tutte le apparecchiature per 30 minuti, oltre tale periodo effettua lo shutdown clean delle macchine per motivi di continuità del servizio sono stati duplicati tutti i cavi elettrici che connettono l UPS con le apparecchiature segnali mandati da UPS ai vari sistemi per il monitoraggio del loro stato (trap SNMP) costa 4KEuro ed ha 10KVA di potenza G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 18

19 rete e evoluzioni infrastruttura di rete Fast Ethernet a 100 Mbps la connessione con Internet è a 70 Mbps 15 canali ISDN (30 linee) (1/2 primario, che ha 30 canali) per connessioni esterne (controlli di sicurezza con login e callback dal sistema) ( 20KEuro) evoluzioni per motivi di efficienza e di sicurezza, suddividere fisicamente la intranet in due parti (una pubblica ed una privata) installando un secondo firewall realizzare delle VPN G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 19

20 capacity planning di una intranet influenza hit rate http proxy sulle prestazioni G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 20

21 architettura Internet WWW server FTP server mail server news server LAN pubblica (DMZ) router interno router esterno printer server Domain Name Server HTTP proxy FTP proxy telnet proxy DBMS server LAN privata WWW server PC client interno PC client interno workstation G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 21

22 parametri Nome del componente Internet LAN Esterna LAN Interna HTTP Proxy Web Interno Descrizione E la grande rete, comprensiva di tutti i siti Web raggiungibili da un generico utente. E il backbone di rete che implementa la DMZ. Abbiamo scelto una Ethernet a 10 Mbps. E il backbone di rete aziendale al quale sono connesse tutte le stazioni server e client dell impresa. Anche qui, abbiamo scelto una Ethernet a 10 Mbps. E il calcolatore che fa da application gateway per il protocollo HTTP. Qui vengono memorizzate le pagine HTML. E il sito Web dell azienda accessibile solo dagli utenti interni all azienda stessa. Nome della classe Nome simbolico Descrizione RICH Richiesta HTTP di una pagina HTML Una richiesta è un pacchetto di 1500 byte PAGE Pagina HTML risultato di una richiesta HTTP Una pagina è un frame di 150 Kbyte NEWPAGE Pagina HTML acquisita dal sistema tramite un accesso ad Internet Una pagina è un frame di 150 Kbyte G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 22

23 modello del flusso del traffico HTTP G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 23

24 parametri esperimento 1 Nome grandezza Valori Commenti Numero di Client da 1 a 146 step 5 Questo è l unico parametro variabile nell esperimento Think time dei Client 50 sec. Distribuzione esponenziale Percentuale di accessi al 33% Web Interno sul totale Tempo di servizio del Web Interno 1 sec. Il Web Interno elabora solo job di classe RICH Hit Rate dell HTTP Proxy 5%, 50% ed 80% Ad ogni valore corrisponde una distinta esec. della simulazione Tempo di servizio HTTP 1 sec. Per job di classe RICH Proxy 1 sec. Per job di classe PAGE Tempo di servizio della sec. Per job di classe RICH LAN Interna e della LAN Esterna 0.12 sec. Per job di classe PAGE Tempo di delay per Internet 40 sec. Coeff. Variaz. = 10 Distribuzione iperesponenziale G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 24

25 parametri esperimento 2 Nome grandezza Valori Commenti Numero di Client 80, 120 e 145 Ad ogni valore corrisponde una distinta esec. della simulazione Think time dei Client 50 sec. Distribuzione esponenziale Percentuale di accessi al 33% Web Interno sul totale Tempo di servizio del Web Interno 1 sec. Il Web Interno elabora solo job di classe RICH Hit Rate dell HTTP Proxy da 14% a 60% Questo è l unico parametro variabile nel sistema Tempo di servizio HTTP 1 sec. Per job di classe RICH proxy 1 sec. Per job di classe PAGE Tempo di servizio della sec. Per job di classe RICH LAN Interna e della LAN Esterna 0.12 sec. Per job di classe PAGE Tempo di delay per Internet 40 sec. Coeff. Variaz. = 10 Distribuzione iperesponenziale G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 25

26 esp.1, utilizzi: : hit rate 5% http proxy web interno G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 26

27 esp.1, utilizzi: : hit rate 50% http proxy web interno G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 27

28 esp.1, utilizzi: : hit rate 80% http proxy web interno G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 28

29 esp.1, num. client: hit rate 5% internet http proxy G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 29

30 esp.1, num. client: hit rate 50% http proxy internet G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 30

31 esp.1, num. client: hit rate 80% http proxy internet G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 31

32 esp.1, tempi di risposta: : hit rate 5% internet http proxy G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 32

33 esp.1, tempi di risposta: : hit rate 50% internet http proxy G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 33

34 esp.1, tempi di risposta: : hit rate 80% internet http proxy G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 34

35 esp.2, utilizzi: : 80 client http proxy web interno G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 35

36 esp.2, utilizzi: : 120 client http proxy web interno G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 36

37 esp.2, utilizzi: : 145 client http proxy web interno G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 37

38 esp.2, num. client: 80 client internet http proxy G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 38

39 esp.2, num. client: 120 client internet http proxy G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 39

40 esp.2, num. client: 145 client http proxy internet G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 40

41 esp.2, tempi di risposta: : 80 client internet http proxy G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 41

42 esp.2, tempi di risposta: : 120 client internet http proxy G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 42

43 esp.2, tempi di risposta: : 145 client internet http proxy G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 43

44 esp.1, tempi di risposta aggregati: : hit rate 5% ric.esterna no cache ric.esterna con cache G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 44

45 esp.1, tempi risposta aggregati: : hit rate 50% ric.esterna no cache ric.esterna con cache G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 45

46 esp.1, tempi risposta aggregati: : hit rate 80% ric.esterna no cache ric.esterna con cache G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 46

47 esp.2, tempi risposta aggregati: : 80 client ric.esterna no cache ric.esterna con cache G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 47

48 esp.2, tempi risposta aggregati: : 120 client ric.esterna no cache ric.esterna con cache G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 48

49 esp.2, tempi risposta aggregati: : 145 client ric.esterna no cache ric.esterna con cache G.Serazzi a.a. 2004/05 Impianti Informatici CSIntra - 49

Intranet: progettazione e capacity planning 4 Case Studies

Intranet: progettazione e capacity planning 4 Case Studies G.Serazzi a.a. 2003/04 Impianti Informatici CSIntra - 1/66 Intranet: progettazione e capacity planning 4 Case Studies 16/0 /03/04 G.Serazzi a.a. 2003/04 Impianti Informatici CSIntra - 2/66 indice intranet

Dettagli

Realizzazione di una rete dati IT

Realizzazione di una rete dati IT Realizzazione di una rete dati IT Questo documento vuole semplicemente fornire al lettore un infarinatura di base riguardo la realizzazione di una rete dati. Con il tempo le soluzioni si evolvono ma questo

Dettagli

Sicurezza: esperienze sostenibili e di successo. Accesso unificato e sicuro via web alle risorse ed alle informazioni aziendali: l esperienza FERPLAST

Sicurezza: esperienze sostenibili e di successo. Accesso unificato e sicuro via web alle risorse ed alle informazioni aziendali: l esperienza FERPLAST Sicurezza: esperienze sostenibili e di successo Accesso unificato e sicuro via web alle risorse ed alle informazioni aziendali: l esperienza FERPLAST Dott. Sergio Rizzato (Ferplast SpA) Dott. Maurizio

Dettagli

Esercizio progettazione rete ex-novo

Esercizio progettazione rete ex-novo Esercizio progettazione rete ex-novo Si vuole cablare un edificio di due piani di cui si riporta la piantina. In ognuna delle stanze numerate devono essere predisposti 15 punti rete, ad eccezione della

Dettagli

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1 Indice V Indice INTRODUZIONE................................................ XIII PARTE PRIMA...................................................... 1 1 Il business delle reti di computer.........................................

Dettagli

Caratteristiche generali dell offerta Server

Caratteristiche generali dell offerta Server Caratteristiche generali dell offerta Server Firewall (schema allegato) Una protezione indispensabile contro gli accessi indesiderati nella rete aziendale. Il firewall viene posizionato tra la rete aziendale

Dettagli

La sicurezza delle reti

La sicurezza delle reti La sicurezza delle reti Inserimento dati falsi Cancellazione di dati Letture non autorizzate A quale livello di rete è meglio realizzare la sicurezza? Applicazione TCP IP Data Link Physical firewall? IPSEC?

Dettagli

Reti di computer. L12 - Comunicazione e archiviazione digitale A.A 2015-2016. Sommario

Reti di computer. L12 - Comunicazione e archiviazione digitale A.A 2015-2016. Sommario Reti di computer L12 - Comunicazione e archiviazione digitale A.A 2015-2016 Carlo Savoretti carlo.savoretti@unimc.it Sommario Protocolli di rete Internet Protocol Indirizzi IP Principali apparati di rete

Dettagli

Introduzione...xv. I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix. Ringraziamenti...xxi. Condivisione delle risorse con Samba...

Introduzione...xv. I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix. Ringraziamenti...xxi. Condivisione delle risorse con Samba... Indice generale Introduzione...xv I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix Ringraziamenti...xxi Capitolo 1 Capitolo 2 Condivisione delle risorse con Samba...1 Reti Windows... 2 Struttura base

Dettagli

Dal protocollo IP ai livelli superiori

Dal protocollo IP ai livelli superiori Dal protocollo IP ai livelli superiori Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 Protocollo IP Abbiamo visto che il protocollo IP opera al livello di rete definendo indirizzi a 32 bit detti indirizzi IP che permettono

Dettagli

Reti commutate. Reti commutate. Reti commutate. Reti commutate. Reti e Web

Reti commutate. Reti commutate. Reti commutate. Reti commutate. Reti e Web Reti e Web Rete commutata: rete di trasmissione condivisa tra diversi elaboratori Composte da: rete di trasmissione: costituita da (Interface Message Processor) instradamento rete di calcolatori: computer

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 Classe 5^ PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE DI LAVORO I primi elementi sulle reti e i mezzi di

Dettagli

Concetti base. Impianti Informatici. Web application

Concetti base. Impianti Informatici. Web application Concetti base Web application La diffusione del World Wide Web 2 Supporto ai ricercatori Organizzazione documentazione Condivisione informazioni Scambio di informazioni di qualsiasi natura Chat Forum Intranet

Dettagli

PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO

PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO Corso Sistemista Junior OBIETTIVI L obiettivo dei corsi sistemistici è quello di fornire le conoscenze tecniche di base per potersi avviare alla professione di sistemista

Dettagli

Il Livello delle Applicazioni

Il Livello delle Applicazioni Il Livello delle Applicazioni Il livello Applicazione Nello stack protocollare TCP/IP il livello Applicazione corrisponde agli ultimi tre livelli dello stack OSI. Il livello Applicazione supporta le applicazioni

Dettagli

CUBE firewall. Lic. Computers Center. aprile 2003 Villafranca di Verona, Italia

CUBE firewall. Lic. Computers Center. aprile 2003 Villafranca di Verona, Italia CUBE firewall Lic. Computers Center aprile 2003 Villafranca di Verona, Italia ! " #! $ # % $ & 2000 1500 1000 Costo 500 0 Costo per l implentazione delle misure di sicurezza Livello di sicurezza ottimale

Dettagli

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer.

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer. Classe 3^ Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI Sistemi e Reti Articolazione: Informatica Anno scolastico 2012-2013 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

ANALISI DELL INFRASTRUTTURA IT

ANALISI DELL INFRASTRUTTURA IT ITAS ANALISI DELL INFRASTRUTTURA IT Criticità di sicurezza Trento Hacking Team S.r.l. http://www.hackingteam.it Via della Moscova, 13 info@hackingteam.it 20121 MILANO (MI) - Italy Tel. +39.02.29060603

Dettagli

Lo scenario: la definizione di Internet

Lo scenario: la definizione di Internet 1 Lo scenario: la definizione di Internet INTERNET E UN INSIEME DI RETI DI COMPUTER INTERCONNESSE TRA LORO SIA FISICAMENTE (LINEE DI COMUNICAZIONE) SIA LOGICAMENTE (PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE SPECIALIZZATI)

Dettagli

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Reti standard Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Rete globale Internet è una rete globale di calcolatori Le connessioni fisiche (link) sono fatte in vari modi: Connessioni elettriche

Dettagli

Package Linux - Proxy Squid

Package Linux - Proxy Squid Linux Server PROXY Proxy Linux Internet FireWall Package Linux - Proxy Squid PXS - 001 CARATTERISTICHE DEL PACKAGE : APPLICAZIONE OPENSOURCE L applicazione Squid fornisce servizi proxy e cache per HTTP

Dettagli

Aspetti tecnici Progetto «Scuole in Internet» (SAI)

Aspetti tecnici Progetto «Scuole in Internet» (SAI) Aspetti tecnici (SAI) 3 CONTENUTO 1 Scopo... 2 2 Principi... 3 3 Ricapitolazione della soluzione... 4 4 Indirizzi IP... 4 5 Security Policy... 4 6 Interconnessione LAN inhouse... 4 7 Organizzazione e gestione...

Dettagli

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET)

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Ipotesi di partenza: concetti di base del networking Le ipotesi di partenza indispensabili per poter parlare di tecniche di accesso

Dettagli

LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI

LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI VPN: VNC Virtual Network Computing VPN: RETI PRIVATE VIRTUALI LE POSSIBILITA' DI ACCESSO DA REMOTO ALLE RETI DI CALCOLATORI 14 marzo 2006 Fondazione Ordine degli Ingegneri di Milano Corso Venezia Relatore

Dettagli

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione Livello Applicazione Davide Quaglia 1 Motivazione Nell'architettura ibrida TCP/IP sopra il livello trasporto esiste un unico livello che si occupa di: Gestire il concetto di sessione di lavoro Autenticazione

Dettagli

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto)

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto) PROGETTO DI UNA SEMPLICE RETE Testo In una scuola media si vuole realizzare un laboratorio informatico con 12 stazioni di lavoro. Per tale scopo si decide di creare un unica rete locale che colleghi fra

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

FIREWALL OUTLINE. Introduzione alla sicurezza delle reti. firewall. zona Demilitarizzata

FIREWALL OUTLINE. Introduzione alla sicurezza delle reti. firewall. zona Demilitarizzata FIREWALL OUTLINE Introduzione alla sicurezza delle reti firewall zona Demilitarizzata SICUREZZA DELLE RETI Ambra Molesini ORGANIZZAZIONE DELLA RETE La principale difesa contro gli attacchi ad una rete

Dettagli

< Torna ai Corsi di Informatica

< Torna ai Corsi di Informatica < Torna ai Corsi di Informatica Corso Tecnico Hardware e Software Certificato 1 / 7 Profilo Professionale l corso mira a formare la figura di Tecnico Hardware e Software, che conosce la struttura interna

Dettagli

Le Reti Telematiche. Informatica. Tipi di comunicazione. Reti telematiche. Modulazione di frequenza. Analogico - digitale.

Le Reti Telematiche. Informatica. Tipi di comunicazione. Reti telematiche. Modulazione di frequenza. Analogico - digitale. Informatica Lezione 5a e World Wide Web Insieme di cavi, protocolli, apparati di rete che collegano tra loro distinti i cavi trasportano fisicamente le informazioni opportunamente codificate dedicati/condivisi

Dettagli

Lezione 8 Il networking. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it

Lezione 8 Il networking. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Lezione 8 Il networking Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Classificazione delle reti Ampiezza Local Area Network Metropolitan Area Networ Wide Area Network Proprieta' Reti aperte e reti chiuse Topologia

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Programmazione modulare 2014-2015

Programmazione modulare 2014-2015 Programmazione modulare 2014-2015 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 5 A e 5 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore (2 teoria + 2 laboratorio) Totale ore previste:

Dettagli

FIREWALL. Firewall - modello OSI e TCP/IP. Gianluigi Me. me@disp.uniroma2.it Anno Accademico 2005/06. Modello OSI. Modello TCP/IP. Application Gateway

FIREWALL. Firewall - modello OSI e TCP/IP. Gianluigi Me. me@disp.uniroma2.it Anno Accademico 2005/06. Modello OSI. Modello TCP/IP. Application Gateway FIREWALL me@disp.uniroma2.it Anno Accademico 2005/06 Firewall - modello OSI e TCP/IP Modello TCP/IP Applicazione TELNET FTP DNS PING NFS RealAudio RealVideo RTCP Modello OSI Applicazione Presentazione

Dettagli

Indice. Prefazione. Presentazione XIII. Autori

Indice. Prefazione. Presentazione XIII. Autori INDICE V Indice Prefazione Presentazione Autori XI XIII XV Capitolo 1 Introduzione alla sicurezza delle informazioni 1 1.1 Concetti base 2 1.2 Gestione del rischio 3 1.2.1 Classificazione di beni, minacce,

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di Calcolatori Claudio Marrocco Componenti delle reti Una qualunque forma di comunicazione avviene: a livello hardware tramite un mezzo fisico che

Dettagli

Indice. 1 Introduzione 7 1.1 Introduzione... 7 1.2 Cos è un impianto informatico enterprise... 8

Indice. 1 Introduzione 7 1.1 Introduzione... 7 1.2 Cos è un impianto informatico enterprise... 8 Indice 1 Introduzione 7 1.1 Introduzione............................. 7 1.2 Cos è un impianto informatico enterprise............. 8 2 Affidabilità 11 2.1 Introduzione............................. 12 2.1.1

Dettagli

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Tecnologie Informatiche service Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Neth Service è un sistema veloce, affidabile e potente per risolvere ogni necessità di comunicazione. Collega la rete Aziendale

Dettagli

TOPOLOGIA di una rete

TOPOLOGIA di una rete TOPOLOGIA di una rete Protocolli di rete un protocollo prevede la definizione di un linguaggio per far comunicare 2 o più dispositivi. Il protocollo è quindi costituito dai un insieme di convenzioni

Dettagli

RETI INFORMATICHE Client-Server e reti paritetiche

RETI INFORMATICHE Client-Server e reti paritetiche RETI INFORMATICHE Client-Server e reti paritetiche Le reti consentono: La condivisione di risorse software e dati a distanza La condivisione di risorse hardware e dispositivi (stampanti, hard disk, modem,

Dettagli

SERVIZI DI RETE SU MISURA

SERVIZI DI RETE SU MISURA 00101010001001000110001111000010110110101010111010111001100011110 11010011011101011101101101010010101110101111001000110001011000111 00000111010011000101000110000101010011110101110101110110110101000 10000011101001100010110000101010011000111101101011100001010100010

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

MODELLI ISO/OSI e TCP/IP

MODELLI ISO/OSI e TCP/IP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 1 Reti di Calcolatori MODELLI ISO/OSI e TCP/IP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 2 Reti di Calcolatori Livelli e Servizi Il modello OSI Il modello TCP/IP Un confronto

Dettagli

Cambiamenti e novità della terza edizione...xix. Condivisione delle risorse in un workgroup con Samba...1

Cambiamenti e novità della terza edizione...xix. Condivisione delle risorse in un workgroup con Samba...1 Introduzione...xv Cambiamenti e novità della terza edizione...xix Ringraziamenti...xxi Capitolo 1 Condivisione delle risorse in un workgroup con Samba...1 Reti Windows... 2 Struttura base di Samba... 3

Dettagli

In una rete i calcolatori possono offrire servizi (server) richiedere e usufruire di servizi (client)

In una rete i calcolatori possono offrire servizi (server) richiedere e usufruire di servizi (client) Architetture Client/Server In una rete i calcolatori possono offrire servizi (server) richiedere e usufruire di servizi (client) I principali servizi riguardano condivisione dati condivisione risorse SW

Dettagli

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software.

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software. Reti locati e reti globali Tecnologie: Reti e Protocolli Reti locali (LAN, Local Area Networks) Nodi su aree limitate (ufficio, piano, dipartimento) Reti globali (reti metropolitane, reti geografiche,

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

FIREWALL: LA PROTEZIONE PER GLI ACCESSI ESTERNI

FIREWALL: LA PROTEZIONE PER GLI ACCESSI ESTERNI FIREWALL VPN RETI PRIVATE VIRTUALI: ACCESSO REMOTO Fondazione dell'ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano Commissione per l'ingegneria dell'informazione ing. Gianluca Sironi FIREWALL: LA PROTEZIONE

Dettagli

Tiscali HDSL FULL. Offerta commerciale

Tiscali HDSL FULL. Offerta commerciale Tiscali HDSL FULL Offerta commerciale 09123 Cagliari pagina - 1 di 1- INDICE 1 LA RETE DI TISCALI S.P.A... 3 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO TISCALI HDSL... 4 2.1 I VANTAGGI... 4 2.2 CARATTERISTICHE STANDARD

Dettagli

Sicurezza architetturale, firewall 11/04/2006

Sicurezza architetturale, firewall 11/04/2006 Sicurezza architetturale, firewall 11/04/2006 Cos è un firewall? Un firewall è un sistema di controllo degli accessi che verifica tutto il traffico che transita attraverso di lui Consente o nega il passaggio

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

Sistemi informatici in ambito radiologico

Sistemi informatici in ambito radiologico Sistemi informatici in ambito radiologico Dott. Ing. Andrea Badaloni A.A. 2015 2016 Reti di elaboratori, il modello a strati e i protocolli di comunicazione e di servizio Reti di elaboratori Definizioni

Dettagli

CONNESSIONE DI UN PC ALLA RETE INTERNET

CONNESSIONE DI UN PC ALLA RETE INTERNET CONNESSIONE DI UN PC ALLA RETE INTERNET Walter Cerroni wcerroni@deis.unibo.it http://deisnet.deis.unibo.it/didattica/master Internetworking Internet è una rete di calcolatori nata con l obiettivo di realizzare

Dettagli

Reti di calcolatori. Reti di calcolatori

Reti di calcolatori. Reti di calcolatori Reti di calcolatori Reti di calcolatori Rete = sistema di collegamento tra vari calcolatori che consente lo scambio di dati e la cooperazione Ogni calcolatore e un nodo, con un suo indirizzo di rete Storia:

Dettagli

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale Reti di Calcolatori e Internet Luca Pulina Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Università degli Studi di Sassari A.A. 2015/2016 Luca Pulina (UNISS)

Dettagli

Le Reti (gli approfondimenti a lezione)

Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Per migliorare la produttività gli utenti collegano i computer tra di loro formando delle reti al fine di condividere risorse hardware e software. 1 Una rete di

Dettagli

LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA TECNICO HARDWARE

LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA TECNICO HARDWARE MACROSETTORE LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA TECNICO HARDWARE 1 TECNICO HARDWARE TECNICO PROFESSIONALI prima annualità 2 UNITÀ FORMATIVA CAPITALIZZABILE 1 Assemblaggio Personal Computer Approfondimento

Dettagli

Topologia delle reti. Rete Multipoint: ogni nodo è connesso agli altri tramite nodi intermedi (rete gerarchica).

Topologia delle reti. Rete Multipoint: ogni nodo è connesso agli altri tramite nodi intermedi (rete gerarchica). Topologia delle reti Una RETE DI COMPUTER è costituita da un insieme di elaboratori (NODI) interconnessi tra loro tramite cavi (o sostituti dei cavi come le connessioni wireless). Rete Point-to-Point:

Dettagli

componenti dei ritardi

componenti dei ritardi Lezione 3 componenti dei ritardi WS Performance: Web Processing Network Delays Contenuti server software hardware applications network bandwidth infrastructures B offre servizi di pagamento sul Web attraverso

Dettagli

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti Locali Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi

Dettagli

DATABASE IN RETE. La gestione informatizzata di un Centro Cefalee

DATABASE IN RETE. La gestione informatizzata di un Centro Cefalee DATABASE IN RETE La gestione informatizzata di un Centro Cefalee Reti Informatiche Database relazionali Database in rete La gestione informatizzata di un Centro Cefalee RETI INFORMATICHE Per connettere

Dettagli

Internetworking per reti aziendali

Internetworking per reti aziendali Internetworking per reti aziendali La gestione della posta elettronica Il proxy e il proxy gerarchico per laccesso al web Lutilizzo di Linux come router per laccesso intelligente ad Internet Autenticazione

Dettagli

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi Servizi di Dipartimento di Informtica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Sicurezza su Sicurezza della La Globale La rete è inerentemente

Dettagli

Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete. I dispositivi utilizzati.

Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete. I dispositivi utilizzati. LA RETE INFORMATICA NELL AZIENDA Capire i benefici di una rete informatica nella propria attività. I componenti di una rete I dispositivi utilizzati I servizi offerti LA RETE INFORMATICA NELL AZIENDA Copyright

Dettagli

Mail server ad alta affidabilità in ambiente open source. Sistema di posta elettronica di ateneo

Mail server ad alta affidabilità in ambiente open source. Sistema di posta elettronica di ateneo Sistema di posta elettronica di ateneo Workshop GARR 2014 2-4 Dicembre, Roma Antonello Cioffi Antonello.cioffi@uniparthenope.it Soluzione in-hosting Hardware di tipo blade Più di 2000 caselle 1000 alias

Dettagli

Siti web centrati sui dati (Data-centric web applications)

Siti web centrati sui dati (Data-centric web applications) Siti web centrati sui dati (Data-centric web applications) 1 A L B E R T O B E L U S S I A N N O A C C A D E M I C O 2 0 1 2 / 2 0 1 3 WEB La tecnologia del World Wide Web (WWW) costituisce attualmente

Dettagli

Sicurezza applicata in rete

Sicurezza applicata in rete Sicurezza applicata in rete Contenuti del corso La progettazione delle reti Il routing nelle reti IP Il collegamento agli Internet Service Provider e problematiche di sicurezza Analisi di traffico e dei

Dettagli

RETI E SISTEMI INFORMATIVI Domain Name System. Prof. Andrea Borghesan

RETI E SISTEMI INFORMATIVI Domain Name System. Prof. Andrea Borghesan RETI E SISTEMI INFORMATIVI Domain Name System Prof. Andrea Borghesan http://venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: mercoledì, 10.00-11.00. Studio 34, primo piano. Dip. Statistica 1 Modalità esame:

Dettagli

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez 9 Distribuzione dei contenuti

INFORMATICA DISTRIBUITA. prof. Carlo Bellettini. lez 9 Distribuzione dei contenuti INFORMATICA DISTRIBUITA prof. lez 9 Distribuzione dei contenuti Università degli Studi di Milano Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale a.a. 2009-2010 FTP: file transfer protocol FTP user interface

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 6

Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Lo strato di applicazione protocolli Programma della lezione Applicazioni di rete client - server

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come:

Dettagli

Programmazione Web. Introduzione

Programmazione Web. Introduzione Programmazione Web Introduzione 2014/2015 1 Un'applicazione Web (I) 2014/2015 Programmazione Web - Introduzione 2 Un'applicazione Web (II) 2014/2015 Programmazione Web - Introduzione 3 Un'applicazione

Dettagli

Tecnologia ed Evoluzione

Tecnologia ed Evoluzione Tecnologia ed Evoluzione WebGate è un prodotto innovativo che permette il collegamento di tutti i controlli Carel ad una qualsiasi rete Ethernet -TCP/IP. Questi protocolli hanno avuto un enorme sviluppo

Dettagli

Reti di Calcolatori. una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi che possono interagire tra di loro una rete permette:

Reti di Calcolatori. una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi che possono interagire tra di loro una rete permette: Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi che possono interagire tra di loro una rete permette: condivisione di risorse (dati aziendali, stampanti, ) maggiore

Dettagli

INFORMATICA LIVELLO BASE

INFORMATICA LIVELLO BASE INFORMATICA LIVELLO BASE INTRODUZIONE 3 Fase Che cos'è una rete? Quali sono i vantaggi di avere una Rete? I componenti di una Rete Cosa sono gi Gli Hub e gli Switch I Modem e i Router Che cos è un Firewall

Dettagli

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server 1 Prerequisiti Pagine statiche e dinamiche Pagine HTML Server e client Cenni ai database e all SQL 2 1 Introduzione In questa Unità si illustra il concetto

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Introduzione alle Reti di Calcolatori versione 1.0 del 11/03/2003 G. Mecca mecca@unibas.it Università della Basilicata Reti >> Sommario Sommario dei Concetti Elab. Client-Server

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

I canali di comunicazione

I canali di comunicazione I canali di comunicazione tipo velocità min velocità max doppino telefonico 300bps 10 mbps micro onde 256kbps 100 mbps satellite 256kbps 100 mbps cavo coassiale 56 kbps 200 mbps fibra ottica 500 kbps 10

Dettagli

La rete Internet. Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin

La rete Internet. Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin La rete Internet Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 Che

Dettagli

Server dolphin: installazione e configurazione di un server web

Server dolphin: installazione e configurazione di un server web Università degli Studi G. D Annunzio Chieti Pescara GASL - Gruppo assistenza sistemistica laboratori Server dolphin: installazione e configurazione di un server web Seminario di Carlo Capuani Cos è un

Dettagli

Architetture dei WIS. Definizione di WIS. Benefici dei WIS. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012

Architetture dei WIS. Definizione di WIS. Benefici dei WIS. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Architetture dei WIS Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Definizione di WIS Un WIS può essere definito come un insieme di applicazioni in grado di reperire, cooperare e fornire informazioni utilizzando

Dettagli

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011 Paola Zamperlin Internet. Parte prima 1 Definizioni-1 Una rete di calcolatori è costituita da computer e altri

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2012-2013 Classe 4^ MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO METAMAG 1 IL PRODOTTO Metamag è un prodotto che permette l acquisizione, l importazione, l analisi e la catalogazione di oggetti digitali per materiale documentale (quali immagini oppure file di testo

Dettagli

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori I n d i c e 3 Capitolo primo Informatica e calcolatori 7 Capitolo secondo La rappresentazione delle informazioni 11 2.1 La codifica dei caratteri 2.1.1 Il codice ASCII, p. 11-2.1.2 Codifiche universali,

Dettagli

Reti e Domini Windows 2000. Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003

Reti e Domini Windows 2000. Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003 Reti e Domini Windows 2000 Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003 Materiale preparato utilizzando dove possibile materiale AIPA http://www.aipa.it/attivita[2/formazione[6/corsi[2/materiali/reti%20di%20calcolatori/welcome.htm

Dettagli

Aspetti tecnici Progetto «Scuole in Internet» (SAI)

Aspetti tecnici Progetto «Scuole in Internet» (SAI) Aspetti tecnici Progetto «Scuole in Internet» (SAI) Contenu 1. Scopo 2 2. Principi 3 3. Ricapitolazione della soluzione 4 4. Indirizzi IP 4 5. Security Policy 4 6. Interconnessione LAN inhouse 4 7. Organizzazione

Dettagli

Caratterizzazione del carico (workload) di web server

Caratterizzazione del carico (workload) di web server G.Serazzi - aa 2003/04 Impianti Informatici traffic - 1/38 Caratterizzazione del carico (workload) di web server e del traffico di rete 15/03/04 G.Serazzi - aa 2003/04 Impianti Informatici traffic - 2/38

Dettagli

Internet. Internet. Internet Servizi e Protocolli applicativi. Internet. Organizzazione distribuita

Internet. Internet. Internet Servizi e Protocolli applicativi. Internet. Organizzazione distribuita Organizzazione distribuita Il messaggio viene organizzato in pacchetti dal calcolatore sorgente. Il calcolatore sorgente instrada i pacchetti inviandoli ad un calcolatore a cui è direttamente connesso.

Dettagli

Reti di Calcolatori. Vantaggi dell uso delle reti. Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito

Reti di Calcolatori. Vantaggi dell uso delle reti. Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito Punto di vista fisico: insieme di hardware, collegamenti, e protocolli che permettono la comunicazione tra macchine remote

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso A.A. 2005/2006 Walter Cerroni Il corso Seguito di Reti di Telecomunicazioni LA Approfondimento sui protocolli di Internet TCP/IP, protocolli di routing,

Dettagli

CONNECTING SMART PEOPLE

CONNECTING SMART PEOPLE CONNECTING SMART PEOPLE Programma 17.00-17.30 Accoglienza 17.30 Saluto di benvenuto da parte di Vita Di Gregorio Amministrazione partner VoipTel Programma 17.30-17.45 "Relazione Partner" relatore Diego

Dettagli

Panoramica di Microsoft ISA Server 2004. Pubblicato: Giugno 2004 Per maggiori informazioni, visitare il sito Web: www.microsoft.com/italy/isaserver/

Panoramica di Microsoft ISA Server 2004. Pubblicato: Giugno 2004 Per maggiori informazioni, visitare il sito Web: www.microsoft.com/italy/isaserver/ Panoramica di Microsoft ISA Server 2004 Pubblicato: Giugno 2004 Per maggiori informazioni, visitare il sito Web: www.microsoft.com/italy/isaserver/ ISA Server 2004 - Introduzione ISA Server 2004 offre

Dettagli

Reti di Calcolatori. Corso di Informatica. Reti di Calcolatori. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali

Reti di Calcolatori. Corso di Informatica. Reti di Calcolatori. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali Corso di Informatica Gianluca Torta Dipartimento di Informatica Tel: 011 670 6782 Mail: torta@di.unito.it Reti di Calcolatori una rete di

Dettagli

Informatica di base: esame scritto del 2 febbraio 2004 Docente: Prof. Viviana Patti

Informatica di base: esame scritto del 2 febbraio 2004 Docente: Prof. Viviana Patti Informatica di base: esame scritto del 2 febbraio 2004 Docente: Prof. Viviana Patti 22 domande, 7 pagine Cognome e nome Matricola Turno di Laboratorio Domande con risposta multipla 1 Quanti byte occupa

Dettagli

Petra Firewall 2.8. Guida Utente

Petra Firewall 2.8. Guida Utente Petra Firewall 2.8 Guida Utente Petra Firewall 2.8: Guida Utente Copyright 1996, 2002 Link SRL (http://www.link.it) Questo documento contiene informazioni di proprietà riservata, protette da copyright.

Dettagli