RASSEGNA WEB DEL 2 ottobre 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RASSEGNA WEB DEL 2 ottobre 2013"

Transcript

1 RASSEGNA WEB DEL 2 ottobre 2013 POLITICA E ISTITUZIONI... 3 LAURA BOLDRINI INCONTRA GLI ORGANIZZATORI DELLA CAMPAGNA METTIAMOCI IN GIOCO : L ITALIA HA BISOGNO DI UNA LEGGE SUL GIOCO D AZZARDO... 3 IL PRESIDENTE DELLA CAMERA BOLDRINI: GIOCO, TEMA RILEVANTE CHE NON VA IGNORATO... 3 ASSESTAMENTO BILANCIO E FONDI CULTURA: LE RICHIESTE PER IL GIOCO... 4 IPPICA: AL SENATO LA RELAZIONE SULL ATTIVITÀ DELL EX ASSI... 4 NEWSLOT E VLT... 4 NEW SLOT 3: SLITTA IL VERTICE DI FILIERA, CONTINUA L'ATTESA PER GLI OPERATORI... 4 NEWSLOT. SE L APPARECCHIO È PRIVO DI SCHEDA L ESERCENTE NON PUÒ ESSERE SANZIONATO... 4 SCONTI FISCALI AGLI ESERCIZI CHE RINUNCIANO ALLE SLOT? ECCO I MOTIVI DELLA LORO ILLEGITTIMITÀ... 5 BLACK SLOT, GESTORE VINCE CAUSA CON AAMS: RISARCIMENTO DA 1 MILIONE DI EURO... 5 AGNONE: SCONTI DEL 30% SULLA TARES PER I LOCALI NO-SLOT... 6 OPINIONI E COMMENTI... 6 E SE VIETASSERO DAVVERO LE SLOT?... 6 E ORA DI APRIRE I CASINÒ... 7 CRONACA... 8 SISAL, AL VIA IL CONCORSO A PREMI VOGUE S GAME. THE FASHION SIDE OF RESPONSIBLE GAMING... 8 MONDO... 8 ZITRO SI CONFERMA LEADER MONDIALE NEL GIOCO DEL VIDEO BINGO ALLA FIERA DI LAS VEGAS... 8 A CURA DELL UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DI GAMENET S.P.A.

2 Rassegna WEB di mercoledì 2 ottobre 2013 Pag. 2

3 POLITICA E ISTITUZIONI LAURA BOLDRINI INCONTRA GLI ORGANIZZATORI DELLA CAMPAGNA METTIAMOCI IN GIOCO : L ITALIA HA BISOGNO DI UNA LEGGE SUL GIOCO D AZZARDO (JAMMA 02/10/2013) Una slot machine ogni 150 abitanti, in un Paese in cui il gioco d azzardo assorbe il 12 per cento della spesa delle famiglie. L Italia di oggi è prima in Europa e terza al mondo nel settore. I ricavi per lo Stato sono di 8 miliardi, di poco superiori ai costi diretti e indirettiprovocati da una patologia a diffusione crescente. Pesante è l infiltrazione della criminalità organizzata, che fattura 10 miliardi di euro. Le cifre di questo fenomeno sempre più allarmante sono state al centro dell incontro tra la Presidente della Camera, Laura Boldrini, e i promotori della campagna Mettiamoci in gioco, che dal giugno 2012 vede impegnati contro il gioco d azzardo oltre venti associazioni e sindacati. Positivo il giudizio espresso sull approvazione della delega fiscale in materia, ma ci auguriamo ha detto don Armando Zappolini, portavoce della campagna che sia la rondine che annuncia la primavera di un compiuto intervento legislativo. Voi state dimostrando di voler bene al Paese ha detto ai promotori dell iniziativa la Presidente Boldrini, sollecitando le istituzioni ad intervenire. Con la crisi ha proseguito la Presidente i volumi del gioco d azzardo hanno avuto una crescita esplosiva. Questo fenomeno incide sui redditi delle famiglie, produce nuova povertà, richiede ulteriori spese pubbliche per le cure. Credo anch io come voi che ci sia bisogno di una legge in materia. Nei primi mesi della legislatura sono state depositate alla Camera venti proposte, che spero vengano presto portate in discussione. IL PRESIDENTE DELLA CAMERA BOLDRINI: GIOCO, TEMA RILEVANTE CHE NON VA IGNORATO (GIOCONEWS 02/10/2013) Sono pronta a sostenere la vostra causa con convinzione. È l assicurazione che il presidente della Camera Laura Boldrini ha fatto ieri sera ai rappresentanti di Mettiamoci in gioco, la campagna nazionale contro i rischi del gioco d azzardo promossa da Acli, Adusbef, Alea, Anci, Anteas, Arci, Auser, Avviso Pubblico, Cgil, Cisl, Cnca, Conagga, Federconsumatori, FeDerSerD, Fict, Fitel, Fondazione Pime, Gruppo Abele, InterCear, Libera, Scuola delle Buone Pratiche, Legautonomie, Shaker - pensieri senza dimora, Uisp. I promotori della campagna hanno illustrato alla presidente la grave situazione che a loro dire si è venuta a creare nel nostro paese per la diffusione pressoché incontrollata del gioco d azzardo e le hanno evidenziato la necessità di arrivare in tempi brevi all approvazione di una legge di settore che preveda, tra l altro, l istituzione del Fondo per la prevenzione, cura e riabilitazione del gioco d azzardo patologico, finanziato con l 1% del fatturato dei giochi (l inserimento del gioco d azzardo patologico nei Livelli essenziali di assistenza è rimasto, infatti, senza copertura finanziaria); l attribuzione ai sindaci di reali poteri di regolamentazione rispetto al gioco d azzardo sul loro territorio; limiti assai più stringenti per la pubblicità dei giochi. Con la vostra azione dimostrate di voler bene al paese, sollecitando la politica su un tema quello del gioco d azzardo cosi rilevante e che ha cosi tante e gravi ricadute. Vi aiuterò, per quanto è nelle mie possibilità e prerogative, affinché la politica non lo ignori. La presidente Boldrini ha anche affermato che solleciterà una audizione in Parlamento dei promotori della campagna. IL COMMENTO DI ZAPPOLINI L incontro di oggi con la presidente Boldrini è un altro importante segnale di un attenzione crescente da parte del Parlamento per la questione dell azzardo, ha dichiarato don Armando Zappolini, portavoce di Mettiamoci in gioco. Ora ci attendiamo che l art. 14 della delega fiscale quello relativo appunto al gioco d azzardo approvato alla Camera dei deputati non venga stravolto o intaccato al Senato. Ci giungono voci di una forte pressione in tal senso da parte della lobby dell azzardo. E chiediamo ai partiti di presentare, come gruppi parlamentari, una proposta di legge in merito, passaggio necessario per iniziare l iter legislativo che dovrebbe portare all approvazione della legge. Rassegna WEB di mercoledì 2 ottobre 2013 Pag. 3

4 ASSESTAMENTO BILANCIO E FONDI CULTURA: LE RICHIESTE PER IL GIOCO (GIOCONEWS 02/10/2013) "Le casse vanno rimpolpate prendendo i soldi dove sempre ci sono stati e dove mai sono stati cercati con la forza di uno Stato serio, dalla lotta all evasione alle economie criminali delle mafie, dall esportazione illegale di valuta nei paradisi fiscali alle concessionarie delle macchine mangiasoldi e dei giochi in genere". E' quanto afferma Tommaso Currò del M5S in relazione al disegno di legge sull'assestamento del bilancio dello Stato. ATTIVITA' CULTURALI - Per quanto riguarda le 'Disposizioni urgenti per la tutela e la valorizzazione e il rilancio dei beni e delle attività culturali', il presidente e relatore, Andrea Manciulli, sottolinea che "l articolo 3-bis autorizza la spesa di euro per l organizzazione e lo svolgimento del Forum Unesco sulla cultura e sulle industrie culturali che si terrà a Firenze nel 2014, onere coperto a valere su risorse derivanti da estrazioni dei giochi del lotto". IPPICA: AL SENATO LA RELAZIONE SULL ATTIVITÀ DELL EX ASSI (GIOCONEWS 02/10/2013) Il Ministro per i rapporti con il Parlamento e il coordinamento dell'attività di Governo, con lettera in data 11 settembre 2013, ha inviato, la relazione - predisposta dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali - sull'attività svolta dall'ex Agenzia per lo sviluppo del settore ippico (Assi), nonché sull'andamento delle attività sportive e di incremento ippico, riferita all'anno Il predetto documento è stato trasmesso, ai sensi dell'articolo 34, comma 1, secondo periodo, del Regolamento, alla 9a Commissione permanente (Agricoltura). Analoga trasmissione è avvenuta anche alla Camera. La comunicazione è stata fatta durante la seduta di ieri del Senato. NEWSLOT E VLT NEW SLOT 3: SLITTA IL VERTICE DI FILIERA, CONTINUA L'ATTESA PER GLI OPERATORI (GIOCONEWS 02/10/2013) La riunione relativa all'attuazione delle regole tecniche previste dai Monopoli di Stato per la nuova generazione di slot, inizialmente convocata per giovedì 3 ottobre, non ci sarà. L'appuntamento è stato rinviato a data da destinarsi dalla stessa Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che ha fatto sapere alle varie sigle oggetto di convocazione che verrà fissato un nuovo appuntamento nei prossimi giorni. Si prolunga dunque l'attesa degli addetti ai lavori i quali attendono di conoscere il futuro del proprio mercato: dall'attuazione delle nuove norme relative alle new slot, in effetti, oltre a conoscere i tempi di immissione sul mercato della prossima generazione di apparecchi, si avvierà anche il count down dei trenta giorni che rimarranno ai produttori per richiedere dei nulla osta relativi alle attuali comma 6a. Per le sigle che rappresentano il comparto, invece, rimane da capire se e come sono state accolte le ultime richieste avanzate in seguito alla lettura della prima stesura del decreto. NEWSLOT. SE L APPARECCHIO È PRIVO DI SCHEDA L ESERCENTE NON PUÒ ESSERE SANZIONATO (JAMMA 02/10/2013) Il Tribunale di Ascoli Piceno, riformando integralmente una sentenza del Giudice di Pace del settembre 2008, ha annullato in questi giorni un Ordinanza Ingiunzione dell Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato che aveva censurato il comportamento di un esercente, responsabile di aver mantenuto all interno del locale un apparecchio da intrattenimento privo di scheda di gioco (nel periodo di transizione alle newslot, il gestore era alla ricerca di una scheda omologata e non aveva rimosso il mobile per non rischiare il subentro di un concorrente) poiché apparentemente riconducibile ad un apparecchio ormai vietato a causa dei loghi e delle descrizioni presenti sul cabinet. Il Giudice, accogliendo la tesi difensiva dell Avv. Gianluca Pomante, noto esperto di gaming e gambling appartenente al Foro di Teramo, ha innanzitutto chiarito che l art. 110 Tulps sanziona l installazione e l uso di apparecchi non conformi alle prescrizioni, evidenziando come non possa considerarsi installato, né utilizzabile, un apparecchio che è privo della scheda di gioco. Rassegna WEB di mercoledì 2 ottobre 2013 Pag. 4

5 Nella prosecuzione delle ampie ed articolate motivazioni della Sentenza, il Giudice ha inoltre chiarito che la responsabilità dell esercente va accertata caso per caso e non può essere semplicemente presunta, poiché si violerebbe, in caso contrario, la disciplina dell art. 3 della L. 689/1981, che richiede un addebito certo e circostanziato. Grande la soddisfazione del professionista che, dopo aver subito una sconfitta difficile da digerire in primo grado, ha caparbiamente sostenuto le proprie tesi nel giudizio di appello, ottenendo così una interessante pronuncia che non mancherà di suscitare interesse negli addetti ai lavori. SCONTI FISCALI AGLI ESERCIZI CHE RINUNCIANO ALLE SLOT? ECCO I MOTIVI DELLA LORO ILLEGITTIMITÀ (JAMMA 02/10/2013) Bello a dirsi, difficile a farsi. Sono molti i Comuni (e anche le Regioni) che pensano di comprare la pubblica benevolenza attraverso sconti tributari agli esercizi che rinunciano alle slot lecite e autorizzate. Alle cittadinanze si rimanda la valutazione di una scelta amministrativa che, con l attuale crisi, rischia di rendere alternativo un asilo nido (o la manutenzione delle strade) con qualche bar senza slot (lecite). La scelta amministrativa, spiega l avv. Michele Franzoso del centro studi Astro, può essere sindacata sotto il profilo della sua aderenza ai canoni normativi vigenti. In via preliminare, si evidenzia che tali disposizioni dovrebbero trovare applicazione all interno di un sistema di misure già previsto dalla legislazione statale, ed in particolare dall articolo 7 del decreto legislativo n. 158 del 2012, nonché dall articolo 14 della legge di delega fiscale in gestazione al Senato dopo l approvazione della Camera dei Deputati. L esenzione o la riduzione di un tributo dovuto, poi, trovano giustificazione esclusivamente nell ambito degli articoli 3 e 53 della Costituzione, posto che l Ordinamento consente il ricorso a tali strumenti solo per la rimozione degli ostacoli all uguaglianza dei cittadini e per rispettare il principio della capacità contributiva. Nel caso di specie, tali condizioni non sussistono e per di più vertono a perseguire una riduzione di attività sottoposta a specifica forma di imposizione (il PREU) il cui gettito è riservato allo Stato. Lo stesso articolo 117 della Costituzione, poi, non consente di intravvedere all interno della competenza regionale in materia sanitaria una facoltà legislativa regionale o comunale sul profilo tributario che tragga motivazione dal contrasto alla ludopatia. I tributi di tipo comunale, infine, non sono suscettibili di disposizione da parte delle Regioni. Va evidenziato infatti che anche i tributi comunali hanno natura giuridica di tributi erariali, in quanto istituiti e disciplinati nei loro aspetti essenziali da leggi dello Stato, e quindi, ex articolo 117 comma 2 COST, rientrano nella competenza esclusiva dello Stato. Del resto l articolo 52 del decreto legislativo n. 446 del 1997, nel disciplinare la competenza regolamentare dei comuni relativamente alle rispettive entrate, fa salve la individuazione e la definizione delle fattispecie imponibili, dei soggetti passivi e delle aliquote massime dei singoli tributi. Gli sconti o le esenzioni ai locali no-slot rientrano pertanto nel divieto previsto dalla norma citata da ultimo, relativamente all individuazione dei soggetti passivi. A tutto ciò, poi, si somma anche la normativa europea, contraria ai sussidi pubblici alle attività economiche, che non siano motivati da una serie tassativa di ragioni che nel caso di specie non sussistono. Gli sconti fiscali rientrano tra le previsioni di sussidi, così come anche le agevolazioni contemplate anche solo da Enti territoriali rientrano a pieno titolo tra le forme pubbliche di aiuto non consentite. Agli esercenti che dovesse essere proposto o offerto tale sconto o esenzione andrebbe quantomeno prospettato la eventualità (molto probabile) di dover poi restituire il condonato con tanto di interessi. BLACK SLOT, GESTORE VINCE CAUSA CON AAMS: RISARCIMENTO DA 1 MILIONE DI EURO (AGIMEG - 02/10/2013) Il Tribunale civile di Roma ha condannato AAMS a risarcire un gestore per la vicenda legata alla dismissione delle Black Slot. Tra lucro cessante, danno emergente, interessi e spese: oltre un milione di euro. Il Tribunale, all esito di consulenza tecnica comprovante la regolarità delle Rassegna WEB di mercoledì 2 ottobre 2013 Pag. 5

6 apparecchiature, ha ritenuto la responsabilità di AAMS indipendente dalle vicende connesse al procedimento penale in Venezia e del tutto autonoma dagli sviluppi di quel procedimento in considerazione dell ordine di dismissione impartito da AAMS il 16 gennaio 2007 a seguito di revoca del certificato di conformità in data 22 dicembre Respinta l eccezione di difetto di legittimazione sollevata da AAMS, che ha sostenuto che il gestore avrebbe dovuto convenire in giudizio direttamente ed unicamente la società di omologa. Sul punto il Tribunale di Roma ha invece individuato: la totale responsabilità in capo ad AAMS, che ha ingenerato affidamento nel gestore che ha acquistato gli apparecchi basandosi sulla sussistenza del certificato di conformità rilasciato proprio dalla medesima amministrazione. lp/agimeg AGNONE: SCONTI DEL 30% SULLA TARES PER I LOCALI NO-SLOT (JAMMA 02/10/2013) Uno sconto del 30% sulla Tares, la tassa comunale sui rifiuti e sui servizi, per gli esercenti che decideranno la dismissione degli apparecchi da gioco istallati nei propri locali: è quanto prevede la mozione di quattro consiglieri di maggioranza, votata all unanimità dal Consiglio comunale di Agnone, in provincia di Isernia. In prima istanza era stata proposta una riduzione del venti per cento, poi è stata portata al 30 su richiesta dell ex sindaco e consigliere di minoranza, Gelsomino De Vita. Intendiamo disincentivare questo tipo di fenomeno nei locali pubblici ha dichiarato il sindaco Michele Carosella perché riteniamo che in molti casi è divenuta una vera e propria dipendenza, la quale spesso porta sul lastrico numerose famiglie. OPINIONI E COMMENTI E SE VIETASSERO DAVVERO LE SLOT? (GIOCONEWS 02/10/2013) Ci risiamo. A pochi mesi dalla mobilitazione popolare contro le slot machine scaturita dal movimento 'no-slot' di Pavia, (nonostante l'iniziativa non abbia raccolto adesioni di massa) arriva un altra levata di scudi della cittadinanza contro gli apparecchi da intrattenimento. Si tratta, questa volta, del fronte slot-mob, un'iniziativa di stampo 'accademico' nata da un gruppo di docenti di Economia nelle università romane che hanno voluto coinvolgere i giovani in una azione 'contro' il gioco pubblico, con l'intenzione di premiare i bar che hanno fatto la scelta di togliere dai locali le slot machines e sollecitando il Legislatore a un intervento nei confronti di questa materia. Il movimento ha messo in atto la propria protesta lo scorso venerdì, con un gruppo di oltre 70 enti in tutta Italia che si è riunito per realizzare gli "slot mob" in diverse città durante il fine settimana. Senza soffermarsi sulla validità politica dell'iniziativa (osservando, magari, che il principio di una premialità per i bar senza slot appare del tutto incostituzionale, come ribadito di recente dal governo e, più semplicemente, che il gioco pubblico è un settore che viene gestito da privati per conto dello Stato), e osservando pure cosa di buono nasconde una iniziativa di questo tipo (per esempio, la sollecitazione a rispolverare i caratteri del 'puro' intrattenimento, come una partita al calcio balilla nel bar, e non soltanto alle slot), c'è da chiedersi se il fine di questo movimento sia davvero sano, oltre che sostenibile, aldilà dei mezzi con cui lo si intendere perseguire. E non si tratta certo di un giudizio etico nei confronti dell'iniziativa (ammesso, poi, che l'etica abbia ancora un valore in questo paese..), quanto, piuttosto, di una questione di opportunità politica, e di efficacia, di una eventuale scomparsa delle slot. Le battaglie ideologiche, a questo punto, non servono più: è necessario, al contrario, un approccio pragmatico e una buona dose di buon senso. Gli italiani, ormai da quasi dieci anni, sono abituati a giocare su queste macchine (oltre a una serie di tanti altri giochi di uso comune), che possono trovare in oltre 200mila esercizi commerciali. E se domani, davvero, non trovassero più le slot nei locali? Pensiamo davvero che la totalità di questi giocatori abituali possa cambiare abitudine, magari tornando davvero a giocare ai calcetti invece di tentare la sorte sui rulli virtuali? Occorre ricordare, al contrario, l'origine di questo comparto e della sua regolamentazione: perché se lo Stato ha deciso di investire sulla creazione di un comparto assai 'scomodo' come quello del gioco pubblico, non è soltanto per l'(evidente)esigenza di fare cassa con questa attività, ma anche, e soprattutto, per sottrarre un settore ormai più che florido all'economia sommersa, tutelando i giocatori e sferzando un colpo al mercato nero, oltre che portare nuovi Rassegna WEB di mercoledì 2 ottobre 2013 Pag. 6

7 soldi nelle casse nazionali. E quella che sembra pura retorica è, al contrario, una realtà da non dimenticare: perché il Parlamento, nel 2003, stimò l'esistenza di ben 800mila videopoker sul territorio nazionale, di cui dovrebbero tener conto quelli che ritengono troppe le attuali 400mila new slot. Che, va detto, saranno pure un eccesso, ma sempre meglio di una economia affidata alla criminalità. Perché questo accadrebbe togliendo del tutto le slot legali dal mercato legale. E allora: vogliamo davvero che le slot machine spariscano dalla circolazione, per ritrovarsi, di nuovo, i videopoker gestiti dalla malavita? Non sarebbe più opportuno, al contrario, sollecitare interventi seri, di caratteri politico, per risolvere le (varie) anomalie che riguardano il comparto del gioco pubblico, invece di inneggiare al proibizionismo i cui effetti, oltre che storicamente inutili, sarebbero del tutto dannosi, come discusso sopra? Smettendola, soprattutto, di criminalizzare una filiera che appare oggi, ci piaccia o no, l'unica in grado di garantire ancora dei posti di lavoro. E non sulla pelle dei cittadini, come spesso viene replicato: perché chi vuole giocare d'azzardo, lo abbiamo detto prima, di modi ne troverebbe molti per spendere il proprio denaro. E molto meglio avere un circuito lecito, che vuol dire controllato, invece di un mercato illegale. Se al giorno d'oggi non esistono più (o, almeno, non come un tempo) le bische clandestine, i picchetti, il totonero e chi più ne ha più ne metta, è proprio grazie alla regolamentazione del gioco: perché potendo giocare in tutta sicurezza, il cittadino italiano non ha più bisogno, per tentare la fortuna, di affidarsi a circuiti neri e inaffidabili, investendo il suo denaro sotto il controllo dello Stato. E se tutto questo vi pare poco, torniamo pure agli anni '90 e al far west della deregulation. Le mafie ci ringrazieranno. E ORA DI APRIRE I CASINÒ (ILDOMANI.IT 02/10/2013) Il Regno Unito e l'italia sono paesi abbastanza simili per quanto riguarda il settore di gioco. Tutte e due le nazioni hanno progressivamente liberalizzato il gioco durante gli anni e hanno lunghe tradizioni di scommettere sui cavalli, e poi durante i decenni più recenti, anche sullo sport. In tutti e due i paesi puoi trovare slot machine e VLT, lotterie e gratta e vinci, sale bingo ed agenzie di scommesse, e tutta una gamma di giochi online. Però ci sono tre differenze importanti. Mentre in Italia oltre la metà del business di gioco viene da slot e VLT, nel Regno Unito le scommesse rappresentano 50% del totale di spesa effettiva (cioé il turnover meno le vincite, ciò che si chiama GGR - Gross Gaming Revenue). Oltre Manica, fuori i casinò, ci sono meno di macchine da gioco mentre in italia ce ne sono circa , e nel Regno Unito le VLT si trovano solo nei betting shop e nei casinò. Forse l'elemento diverso riguarda proprio i casinò. In Gran Bretagna ci sono dozzine di casinò di tutti i tipi e tutte le misure dove la gente può giocare a poker, alla roulette ed altri giochi da tavola, e ovviamente sulle macchine. In Italia ce ne sono quattro, tutti al nord. In Italia le sale dedicate alle VLT assomigliano a volte alla zona fumatori nell'aeroporto. Un po' squallido. Si va lí per soddisfare il vizio e basta. Mentre, nei casinò c'è spesso un tocco di glamour, si può mangiare, bere, mettere i vestiti più belli e passare una serata divertente, l'esperienza nella sala del VLT è normalmente solitario. Si va lì, vanno via i soldi e poi si esce. Certo ci sono un po' di luci a colori per effetto ma sembra solo un pensiero aggiunto. Visto che gli italiani spendono molto di più degli inglesi sul gioco fuori dai casinò - 16 o 17 miliardi di euro di spesa effettiva contro sette miliardi nel Regno Unito nel non sarebbe il caso di trasferire una fetta del business delle macchine di gioco fuori dai bar e sale VLT ed inserirla in nuovi casinò dove il gioco può essere controllato più da vicino? E non solo, facendo così, si trasformerebbe un gioco attualmente un po' triste e squallido in qualcosa di più divertente, e si creerebbero posti di lavoro veri. La sala VLT e gran parte delle sale giochi impiegano solo un paio di persone annoiate a guardare la gente sprecare i soldi, mentre un casinò ha bisogno di cuochi e camerieri, qualche barman nel cocktail bar, hostess e lavoratori specializzati. L'idea di ridurre il numero di macchine che si trovano ovunque in Italia è molto valida, ma trasferire invece di rottamare sembra un modo piú efficiente per trasformare il settore del gioco in qualcosa di piú divertente. Rassegna WEB di mercoledì 2 ottobre 2013 Pag. 7

8 CRONACA SISAL, AL VIA IL CONCORSO A PREMI VOGUE S GAME. THE FASHION SIDE OF RESPONSIBLE GAMING (AGIMEG - 02/10/2013) Prende il via, oggi, la seconda fase di Vogue s Game powered by Win for Life, il gioco a quiz più glamour sul mondo della moda, frutto della collaborazione tra Sisal e Vogue Italia e realizzato da Mutado. Conclusa la fase di allenamento, lanciata in occasione delle Vogue Fashion s Night Out rispettivamente di Firenze e Milano, 12 e 17 settembre, Vogue s Game entra nel vivo con un concorso a premi pensato per sostenere la formazione dei più giovani e i progetti più creativi e meritevoli. Partecipare è semplicissimo. Basta collegarsi alla pagina Facebook di Win for Life o Vogue Italia attraverso il proprio computer, registrarsi al gioco e scegliere la categoria per la quale si vuole concorrere. A questo punto non resta che mettere alla prova le proprie conoscenze, iniziando la sfida a cinque livelli di domande, per un massi mo di dieci giocate al giorno. In palio per la categoria Shopping un assegno da euro per ciascuno dei tre vincitori, estratti tra i primi cento della classifica dedicata a questa sezione, che potranno fare spese nelle boutique di Roma, Milano e Firenze affiancati da un personal shopper di Vogue Italia. Ai tre vincitori estratti della categoria Education saranno, invece, assegnate tre borse di studio del valore di 5mila euro da investire in corsi post-diploma o in master universitari di comprovato valore per la propria profes sione. Fra i primi cento classificati della sezione Creation saranno, invece, selezionati, da una giuria di esperti, i tre concorrenti che avranno presentato i migliori progetti nei seguenti ambiti professionali: moda, artistico, fotografico, musicale, letterario, giornalistico e delle arti in genere. Un occasione unica per i vincitori, che si aggiudicheranno un voucher del valore di 10mila euro ciascuno. Tutti i partecipanti al quiz concorreranno, infine, all estrazione finale di 150 abbonamenti per un anno a Vogue Italia. Non più solo un quiz, dunque, ma un vero e proprio concorso a premi rivolto a tutti gli appassionati di moda e lifestyle che riscopre il valore educativo della competizione, a suon di punti. lp/agimeg MONDO ZITRO SI CONFERMA LEADER MONDIALE NEL GIOCO DEL VIDEO BINGO ALLA FIERA DI LAS VEGAS (JAMMA 02/10/2013) Da più di un anno ZITRO è presente in una delle più importanti manifestazioni del settore del gioco: G2E di Las Vegas, dove si è recata con il proprio stand per presentare le sue piattaforme spettacolari e i suoi giochi. Quest anno, oltretutto, si è presentata con importanti novità introdotte dalla filiale Zitro USA nel mercato statunitense e ha appena annunciato che il suo sistema di gioco è stato certificato per operare in questo mercato. In Zitro abbiamo lavorato molto duramente nell adattare la nostra piattaforma perfettamente al mercato statunitense. In questa nuova edizione di G2E di Las Vegas, abbiamo superato le aspettative di accoglienza del nostro prodotto, il che conferma che siamo sulla strada giusta per continuare ad espanderci afferma Johnny Ortiz, presidente di Zitro. Il Direttore Generale di Zitro USA ha manifestato la propria soddisfazione per i risultati ottenuti in questa mostra: Zitro detiene il miglior prodotto, di alta qualità e perfettamente adatto al mercato statunitense. I visitatori del nostro stand hanno avuto l opportunità di constatare la versatilità dei nostri giochi e delle nostre piattaforme. Rassegna WEB di mercoledì 2 ottobre 2013 Pag. 8

Bando di concorso UISP. Gioco per gioco. UISP aderisce a Mettiamoci in gioco campagna nazionale contro i rischi del gioco d azzardo.

Bando di concorso UISP. Gioco per gioco. UISP aderisce a Mettiamoci in gioco campagna nazionale contro i rischi del gioco d azzardo. Bando di concorso UISP 1. Premessa UISP aderisce a Mettiamoci in gioco campagna nazionale contro i rischi del gioco d azzardo. Campagna nata nel 2012 per sensibilizzare l opinione pubblica e le istituzioni

Dettagli

Mettiamoci in Gioco Confindustria Sistema Gioco Italia. Protocollo di intesa. 1. Premessa terminologica

Mettiamoci in Gioco Confindustria Sistema Gioco Italia. Protocollo di intesa. 1. Premessa terminologica Mettiamoci in Gioco Confindustria Sistema Gioco Italia Protocollo di intesa 1. Premessa terminologica Premesso: a) Che nel dibattito pubblico si è nel tempo consolidata la prassi di utilizzare la dizione

Dettagli

Il lavoro del nuovo esecutivo in materia di giochi e scommesse. Di Stefano Sbordoni

Il lavoro del nuovo esecutivo in materia di giochi e scommesse. Di Stefano Sbordoni Dl fiscale. Versamento Preu con F24, tassa sulla vincite e requisiti antimafia. Tutte le modifiche per il settore giochi In: Politica, Primopiano 4 aprile 2012-16:47 Le peculiarietà del sistema concessorio.

Dettagli

9 marzo 2016. Tassazione giochi

9 marzo 2016. Tassazione giochi Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Nota a cura di Paola Serra Tassazione giochi 9 marzo 2016 Introduzione La tassazione dei giochi ha subito profondi cambiamenti nel tempo, rispondendo alle mutate

Dettagli

GIOCO D'AZZARDO concetti numeri casi {04/10/2013} CentroStudi

GIOCO D'AZZARDO concetti numeri casi {04/10/2013} CentroStudi GIOCO D'AZZARDO concetti numeri casi {04/10/2013} CentroStudi UN'INDUSTRIA CHE NON CONOSCE CRISI? I DATI DI AAMS RACCOLTA GIOCHI GENNAIO OTTOBRE 2012 70 262 MILIONI DI EURO 38 404 MILIONI DI EURO (APPARECCHI)

Dettagli

COMUNE DI RUBIERA (Provincia di Reggio Emilia) C O P I A

COMUNE DI RUBIERA (Provincia di Reggio Emilia) C O P I A (Provincia di Reggio Emilia) C O P I A DELIBERAZIONE DELLA N. 67 DEL 26/05/2015. OGGETTO: PIANO REGIONALE PER IL CONTRASTO, LA PREVENZIONE, LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DI DIPENDENZA DAL GIOCO PATOLOGICO 2014-2016.

Dettagli

Gioco per Gioco. ioco Seconda edizione 2014/2015

Gioco per Gioco. ioco Seconda edizione 2014/2015 Concorso e campagna nazionale UISP Gioco per Gioco ioco Seconda edizione 2014/2015 1. Premessa UISP aderisce a Mettiamoci in gioco campagna nazionale contro i rischi del gioco d azzardo. Campagna nata

Dettagli

Il costi sociali del gioco d azzardo

Il costi sociali del gioco d azzardo Il costi sociali del gioco d azzardo Roma, 4 dicembre 212 Matteo Iori CONAGGA «Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d Azzardo» Italia fra i primi paesi al mondo per spesa procapite Nel 211 il mercato

Dettagli

RISULTATI DELLA RICERCA

RISULTATI DELLA RICERCA RISULTATI DELLA RICERCA 2011 Ricerca nazionale sul gioco d'azzardo 2011- Ricerca nazionale sulle abitudini di gioco degli italiani - curata dall Associazione Centro Sociale Papa Giovanni XXIII, e coordinata

Dettagli

«Il fenomeno del gambling e le buone prassi» 15 ottobre 2013 ANCONA. Costante aumento di giochi su proposte politiche

«Il fenomeno del gambling e le buone prassi» 15 ottobre 2013 ANCONA. Costante aumento di giochi su proposte politiche «Il fenomeno del gambling e le buone prassi» 15 ottobre 2013 ANCONA di Matteo Iori Associazione Onlus «Centro Sociale Papa Giovanni XXIII» Presidente dell Associazione Onlus Centro Sociale Papa Giovanni

Dettagli

Lotta al dilagante fenomeno sociale della Ludopatia

Lotta al dilagante fenomeno sociale della Ludopatia Città di Cologno Monzese ORDINE DEL GIORNO APPROVATO NELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 30 MARZO Lotta al dilagante fenomeno sociale della Ludopatia IL CONSIGLIO COMUNALE DI COLOGNO MONZESE PREMESSO CHE da oltre

Dettagli

Il gioco d azzardo e FISCALITA

Il gioco d azzardo e FISCALITA Il gioco d azzardo e FISCALITA 11 aprile 2013 di Matteo Iori CoNaGGA e Associazione Onlus «Centro Sociale Papa Giovanni XXIII» 90 80 70 60 50 40 30 20 10 0 14,3 Fatturato dei giochi d azzardo negli ultimi

Dettagli

Anche gli anziani. L azzardoinsidia glianziani Giocano7sudieci 16,4% il caso MARIA TERESA MARTINENGO. Slot e videopoker minacciano le pensioni

Anche gli anziani. L azzardoinsidia glianziani Giocano7sudieci 16,4% il caso MARIA TERESA MARTINENGO. Slot e videopoker minacciano le pensioni il caso MARIA TERESA MARTINENGO Anche gli anziani sono a rischio di dipendenza dal gioco d azzardo. E non importa se la pensione è modesta, anzi. La speranza di potersi permettere un «piccolo lusso», la

Dettagli

Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare 16 maggio 2013

Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare 16 maggio 2013 Gioco d azzardo d e dipendenzad Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare Lo scopo di una Informativa Breve La collana In Breve fornisce ai Consiglieri regionali informazioni

Dettagli

Delib. n. 190-9.12.2013 N. 115043 P.G.

Delib. n. 190-9.12.2013 N. 115043 P.G. Delib. n. 190-9.12.2013 N. 115043 P.G. OGGETTO: Mozione presentata dai gruppi consiliari PD- Partito Democratico Del Bono Sindaco, Civica per Del Bono Sindaco, Al Lavoro con Brescia, Brescia per Passione,

Dettagli

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ELABORAZIONE DATI A CURA DEL CENTRO STUDI AUTOMAT INDICE DEL DOCUMENTO AUDIZIONE DR. MAGISTRO ALLA COMMISSIONE FINANZE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI...2 SCENARIO

Dettagli

AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA

AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SUL FENOMENO DELLE MAFIE E SULLE ALTRE ASSOCIAZIONI CRIMINALI ANCHE STRANIERE AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA ROMA 08 LUGLIO 2015 PALAZZO SAN

Dettagli

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Il gioco online in Italia Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Titolo, Le nuove Capri frontiere 8-9 ottobre del mercato consumer, Capri 8 ottobre 2009 Il gioco

Dettagli

Contrasto e prevenzione - illegalità e criminalità nel gioco d azzardo: una legge di iniziativa popolare con le Autonomie Locali

Contrasto e prevenzione - illegalità e criminalità nel gioco d azzardo: una legge di iniziativa popolare con le Autonomie Locali Contrasto e prevenzione - illegalità e criminalità nel gioco d azzardo: una legge di iniziativa popolare con le Autonomie Locali Di Paola Manca 1 Il mio intervento analizzerà gli effetti della diffusione

Dettagli

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA ORDINANZA DEL SINDACO ORDINANZA SINDACO / 11 Del 14/10/2015 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI PER L'ESERCIZIO DELLE ATTIVITA' DI GIOCO LECITO SUL TERRITORIO COMUNALE.

Dettagli

1.1 Turnover / Raccolta Lorda... 2. 1.2 Restituzione per vincite (Payout)... 2. 1.3 Prelievo / Raccolta netta... 2. 2.1 Erario...

1.1 Turnover / Raccolta Lorda... 2. 1.2 Restituzione per vincite (Payout)... 2. 1.3 Prelievo / Raccolta netta... 2. 2.1 Erario... 1 DEFINIZIONI ECONOMICHE... 2 1.1 Turnover / Raccolta Lorda... 2 1.2 Restituzione per vincite (Payout)... 2 1.3 Prelievo / Raccolta netta... 2 2 RIPARTIZIONE TRA I DIVERSI SOGGETTI DEL PRELIEVO / RACCOLTA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 28.02.2013 SUL GIOCO D AZZARDO

COMUNICATO STAMPA DEL 28.02.2013 SUL GIOCO D AZZARDO COMUNICATO STAMPA DEL 28.02.2013 SUL GIOCO D AZZARDO Invito alla Conferenza Stampa per il giorno venerdì 01 marzo 2013, alle ore 12, presso la sala giunta, al primo piano di Villa Rana, in via Roma 6 a

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 201 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 (*) Modifica all articolo 110 del testo unico delle

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE

PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE AI SENSI DELL ARTICOLO 121 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA E DELLA LETTERA N), COMMA 4), ART. 26 DELLO STATUTO DELLA REGIONE CAMPANIA concernente DISPOSIZIONI

Dettagli

AGENZIA IPPICA WINNER-4094.,

AGENZIA IPPICA WINNER-4094., SENT. 46/2014 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE PER LA REGIONE LAZIO composta dai seguenti giudici: dott. Ivan DE MUSSO Presidente dott. Enrico

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 818. Disposizioni in materia di esercizio del gioco del «Bingo»

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 818. Disposizioni in materia di esercizio del gioco del «Bingo» Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 818 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore PEDICA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 24 GIUGNO 2008 Disposizioni in materia di esercizio del gioco del «Bingo»

Dettagli

Fine del modello italiano dei giochi?

Fine del modello italiano dei giochi? Fine del modello italiano dei giochi? C O N V E G N O 1 8 N O V E M B R E 2 0 1 4 S A L A O R L A N D O, C O N F C O M M E R C I O P I A Z Z A G I U S E P P E G I O A C C H I N O B E L L I, 2, 0 0 1 5

Dettagli

Iniziativa in ambito Carovana della Legalità che si conclude il 19 alla Casa del Jazz con Camusso

Iniziativa in ambito Carovana della Legalità che si conclude il 19 alla Casa del Jazz con Camusso APPUNTI RELAZIONE METTIAMO IN GIOCO LA LEGALITA NEL TERRITORIO Segretario Gervasio Capogrossi Roma 17 febbraio 2015 Ringraziamento agli invitati Iniziativa in ambito Carovana della Legalità che si conclude

Dettagli

GIOCHI, GINESTRA (ASSOSNAI): "AGENZIE IN CRISI: VIA LE TABACCHERIE

GIOCHI, GINESTRA (ASSOSNAI): AGENZIE IN CRISI: VIA LE TABACCHERIE GIOCHI, GINESTRA (ASSOSNAI): "AGENZIE IN CRISI: VIA LE TABACCHERIE SCOMMESSE DA BAR E ROMA - Razionalizzare la rete di scommesse in Italia che "non può sopportare più di 3 mila punti fisici (contro gli

Dettagli

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Normalmente azzardo perché il gioco d azzardo è anch esso una forma di gioco normale, ma anche perché possiamo dire che in qualche

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Commento /Illustrazione. Rimandi /Riferimenti. Massima / keywords

Commento /Illustrazione. Rimandi /Riferimenti. Massima / keywords LR(9) 57_13 Pag. I LEGGE REGIONALE TOSCANA n. 57 del 18 ottobre 2013. Disposizioni per il gioco consapevole e per la prevenzione della ludopatia. Commento /Illustrazione in B.U.R.T. n. 50 PARTE PRIMA del

Dettagli

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo 2011 2012 fonte: AAMS Raccolta Vincite Spesa giocatori 2 Entrate «nette» Totale 79,9 61,3 18,5 8,8 scommesse

Dettagli

Sisal è la Società pioniera nel mondo dei giochi in Italia, con il lancio nel 1946 della Schedina Sisal, diventata poi famosa come Totocalcio.

Sisal è la Società pioniera nel mondo dei giochi in Italia, con il lancio nel 1946 della Schedina Sisal, diventata poi famosa come Totocalcio. DAL 1946 UNA REALTÀ FONDATA SU UN SOGNO: RENDERE SEMPRE PIÙ SEMPLICE E DIVERTENTE LA VITA DEGLI ITALIANI, ATTRAVERSO VALORI, COMPORTAMENTI ETICI ED INIZIATIVE DI RESPONSABILITÀ SOCIALE Sisal è la Società

Dettagli

POLIZIA DI STATO Questura di Udine. Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione

POLIZIA DI STATO Questura di Udine. Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione POLIZIA DI STATO Questura di Udine Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione Norme principali di riferimento in materia di scommesse e gioco Testo Unico delle Leggi di Pubblica

Dettagli

LE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI GIOCHI CONTENUTE NELLA LEGGE

LE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI GIOCHI CONTENUTE NELLA LEGGE LE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI GIOCHI CONTENUTE NELLA LEGGE FINANZIARIA 2005 Sommario: 1. - Premessa. - 2. Rideterminazione delle misure destinate al finanziamento dello sport. - 3. Modifiche alla disciplina

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna ORDINANZA DEL SINDACO ORDINANZA N. 9 Del 29/01/2016 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI FUNZIONAMENTO DEGLI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI CON VINCITA

Dettagli

Lega Lombarda - Lega Nord per l Indipendenza della Padania. Sezione di Desio

Lega Lombarda - Lega Nord per l Indipendenza della Padania. Sezione di Desio Al Presidente del Consiglio Comunale dott. Carmine MESSAGGIERO Piazza Giovanni Paolo II 20832 DESIO (MB) e per conoscenza, al Sindaco di Desio ing. Roberto Corti e per conoscenza, ai Capigruppo Consiliari

Dettagli

Proposte per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo

Proposte per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo Proposte per una legge di regolamentazione del gioco d azzardo 1. Definizione di gioco d azzardo La presente legge ha per oggetto interventi normativi in materia di gioco d'azzardo e della patologia che

Dettagli

gioco&mercato Il punto vendita terra di conquista L esplosione

gioco&mercato Il punto vendita terra di conquista L esplosione L eterna sfida fra Lottomatica e Sisal e tra questi due concessionari e i Terzi incaricati si fa sempre più accesa. Facciamo i conti in tasca agli esercenti A cura di Remo Molinari e Marco Cerigioni gioco&mercato

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A 8 a COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) 4 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI MARTEDÌ 5 NOVEMBRE

Dettagli

Delibera Numero 36 del 31/03/2016

Delibera Numero 36 del 31/03/2016 COMUNE DI FIORANO MODENESE Provincia di Modena Delibera Numero 36 del 31/03/2016 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto : ISTITUZIONE DEL TAVOLO TECNICO PER LA PROGETTAZIONE DI AZIONI PER

Dettagli

Le conseguenze della legge regionale ligure n.17/2012 e del regolamento comunale di Genova sul gioco legale

Le conseguenze della legge regionale ligure n.17/2012 e del regolamento comunale di Genova sul gioco legale CONFINDUSTRIA SISTEMA GIOCO ITALIA FIEPeT Federazione Italiana Esercenti Pubblici e Turistici di Genova, aderente a Confesercenti Federazione Italiana Tabaccai della provincia di Genova CONFERENZA STAMPA

Dettagli

LA DISCIPLINA DEI PUBBLICI SPETTACOLI

LA DISCIPLINA DEI PUBBLICI SPETTACOLI LA DISCIPLINA DEI PUBBLICI SPETTACOLI Secondo quanto affermato dal Ministero delle Finanze, nella circolare n.165/e del 7 settembre 2000, avente per oggetto "Riforma della disciplina fiscale relativa alle

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO

Ministero dell economia e delle finanze AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Prot. n. 2006/7902/GIOCHI/UD Ministero dell economia e delle finanze AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO Misure per la regolamentazione della raccolta a distanza delle scommesse del bingo e

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALLA LUDOPATIA

PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALLA LUDOPATIA PROTOCOLLO D'INTESA SULL ADOZIONE DEL CODICE ETICO PER LA PREVENZIONE ALLA LUDOPATIA Tra Risorsa Sociale Gera d Adda in rappresentanza dei 18 Comuni dell Ambito di Treviglio ASL della provincia di Bergamo

Dettagli

gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso

gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso IL GIOCO D AZZARDO Il gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso cresce giorno per giorno, portando molte persone a bruciarsi il proprio stipendio in 10 minuti, guadagnato

Dettagli

ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO

ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO Un fenomeno in crescita: qualche dato Il rapporto Eurispes 2007 conferma le preoccupazioni sulla diffusione delle conseguenze del gioco sui giovani e riporta dati allarmanti

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO

ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 17

Dettagli

Piano Attività di prevenzione e contrasto del gioco d'azzardo patologico.

Piano Attività di prevenzione e contrasto del gioco d'azzardo patologico. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 15 28 gennaio 2015 Oggetto : Piano Attività di prevenzione e contrasto del gioco d'azzardo patologico. Il giorno 28

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI COMUNE DI FAETO (Prov. di Foggia) REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI 1 TITOLO I NORME GENERALI Articolo 1 (Oggetto e finalità del regolamento) 1. Il presente Regolamento ha per

Dettagli

CITTÀ DI SETTIMO TORINESE -------------------- Provincia di Torino ---------- VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.

CITTÀ DI SETTIMO TORINESE -------------------- Provincia di Torino ---------- VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. CITTÀ DI SETTIMO TORINESE -------------------- Provincia di Torino ---------- COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 56 OGGETTO: MOZIONE: MISURE FINALIZZATE AL CONTRASTO DEL GIOCO D AZZARDO

Dettagli

VISTA la direttiva del Ministro dell'economia e delle finanze in data 30 maggio 2002, che ha affidato al direttore generale dell'amministrazione

VISTA la direttiva del Ministro dell'economia e delle finanze in data 30 maggio 2002, che ha affidato al direttore generale dell'amministrazione VISTA la direttiva del Ministro dell'economia e delle finanze in data 30 maggio 2002, che ha affidato al direttore generale dell'amministrazione autonoma dei monopoli di Stato l autorizzazione alla raccolta

Dettagli

Il ruolo di AAMS nel governo dei giochi ( 1 )

Il ruolo di AAMS nel governo dei giochi ( 1 ) Il ruolo di AAMS nel governo dei giochi ( 1 ) Ente cui è attribuita la riserva Governance Esercizio Scelte politiche Art. 1 D.Lvo. 496 del 14/4/48 L'organizzazione e l'esercizio di giuochi di abilità e

Dettagli

NOTE INFORMATIVE SULLE PROBABILITA DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITE IN DENARO OFFERTI DALLA RETE LOTTOMATICA

NOTE INFORMATIVE SULLE PROBABILITA DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITE IN DENARO OFFERTI DALLA RETE LOTTOMATICA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITE IN DENARO OFFERTI DALLA RETE LOTTOMATICA PROBABILITA DI VINCITA La probabilità di vincita è qui definita, gioco per gioco, in funzione delle singole specificità. Per i giochi

Dettagli

Scommesse e concorsi a pronostico

Scommesse e concorsi a pronostico Scommesse singole ippiche e sportive Scommesse e concorsi a pronostico La percentuale di probabilità di vincita si ricava dal rapporto tra il singolo esito e il numero di esiti possibili, ovvero: (Singolo

Dettagli

L illegittimità costituzionale dell art. 445 bis c.p.c. in materia di invalidità civile, handicap e disabilità

L illegittimità costituzionale dell art. 445 bis c.p.c. in materia di invalidità civile, handicap e disabilità L illegittimità costituzionale dell art. 445 bis c.p.c. in materia di invalidità civile, handicap e disabilità Nelle controversie in materia di invalidità, cecità, sordità civili, nonché di handicap, disabilità,

Dettagli

proposta di legge n. 348

proposta di legge n. 348 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 348 a iniziativa del Consigliere Sciapichetti presentata in data 11 luglio 2013 DISCIPLINA DELLE SALE DA GIOCO, LOTTA ALLE SCOMMESSE E AL GIOCO

Dettagli

Tavola rotonda: Gioco, intrattenimenti e Criminalità. Vice Questore Aggiunto MARTINO Marco Centro Congressi Torino Incontra 21 maggio 2009

Tavola rotonda: Gioco, intrattenimenti e Criminalità. Vice Questore Aggiunto MARTINO Marco Centro Congressi Torino Incontra 21 maggio 2009 Tavola rotonda: Gioco, intrattenimenti e Criminalità Vice Questore Aggiunto MARTINO Marco Centro Congressi Torino Incontra 21 maggio 2009 UNICO FINE: PROFITTO Situazione attuale: Il contrasto al crimine

Dettagli

ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE

ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO CONTRO LE SALE DA GIOCO E VIDEO-POKER. L'anno Duemilatredici il giorno Ventinove del mese di Maggio alle ore 17.30, nella sala delle adunanze consiliari

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente N. 00695/2015 REG.PROV.COLL. N. 03212/2013 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA

Dettagli

LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO

LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO Gruppo Consiliare LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2013 - N. 8 NORME PER LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO INDICE Le finalità della Legge... pag. 4 Le squadra... pag. 5 I destinatari...

Dettagli

ricorso cartella triennio 1990-1992 Pag. n. 1 Alla Commissione tributaria Provinciale di Ricorrente:, nato a il e residente in, codice fiscale.

ricorso cartella triennio 1990-1992 Pag. n. 1 Alla Commissione tributaria Provinciale di Ricorrente:, nato a il e residente in, codice fiscale. ricorso cartella triennio 1990-1992 Pag. n. 1 Alla Commissione tributaria Provinciale di Ricorrente:, nato a il e residente in, codice fiscale. Difensore: nato a il e residente in,, codice fiscale. Controparti:

Dettagli

New Slot e sistemi di gioco VLT a Brescia

New Slot e sistemi di gioco VLT a Brescia COMUNE DI BRESCIA Settore Statistica, audit, programmazione e controllo di gestione Servizio Statistica New Slot e sistemi di gioco VLT a Brescia Documentazione per la Commissione Consiliare Commercio,

Dettagli

S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A

S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 3732 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa del senatore SERENA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L 11 GENNAIO 1999 Istituzione di una

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna *****

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO COORDINAMENTO ORDINANZA SINDACALE n. 11 / 2014 OGGETTO: DISCIPLINA COMUNALE DEGLI ORARI DI APERTURA E DI ESERCIZIO DELLE

Dettagli

OGGETTO: apparecchi per la raccolta a distanza dei giochi pubblici (Totem).

OGGETTO: apparecchi per la raccolta a distanza dei giochi pubblici (Totem). Roma, 3 maggio 2010 Agli Uffici Regionali e loro Sezioni distaccate Loro sedi Agli Uffici della Direzione per i giochi Sede Prot. n1325 /Strategie/UCA Al Responsabile per le attività normative, legali

Dettagli

COMUNE di BITONTO CITTA METROPOLITANA DI BARI

COMUNE di BITONTO CITTA METROPOLITANA DI BARI COMUNE di BITONTO CITTA METROPOLITANA DI BARI 15 - SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE ORDINANZA N. 362 del 26/11/2015 OGGETTO: Disciplina comunale degli orari di esercizio delle sale giochi autorizzate ai sensi

Dettagli

Attività svolte dalla Consulta sul gioco con premi in danaro. Dal 6 dicembre 2012 al 8 ottobre 2013

Attività svolte dalla Consulta sul gioco con premi in danaro. Dal 6 dicembre 2012 al 8 ottobre 2013 Attività svolte dalla Consulta sul gioco con premi in danaro Dal 6 dicembre 2012 al 8 ottobre 2013 Come richiesto dalla Delibera C.C. 13/2012, istitutiva della Consulta sul gioco con premi in danaro, il

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 574 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BASSO, SPERANZA, MARIASTELLA BIANCHI, BONAFÈ, BORGHI, BRAGA, CARBONE, CAROCCI, CARRESCIA,

Dettagli

Il gioco: dalla normalità alla patologia

Il gioco: dalla normalità alla patologia Il gioco: dalla normalità alla patologia 1 Zingarelli 2009 GIOCO Ogni attività compiuta da bambini o adulti per svago, divertimento o sviluppo di qualità fisiche o intellettuali All'estrazione del Lotto

Dettagli

ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI A CONTRASTO DEL GIOCO D AZZARDO.

ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI A CONTRASTO DEL GIOCO D AZZARDO. IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 18 del 22/01/2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI A CONTRASTO DEL GIOCO D AZZARDO. L anno DUEMILAQUATTORDICI

Dettagli

UNITA DI INFORMAZIONE FINANZIARIA

UNITA DI INFORMAZIONE FINANZIARIA UNITA DI INFORMAZIONE FINANZIARIA COMUNICAZIONE UIF SCHEMI RAPPRESENTATIVI DI COMPORTAMENTI ANOMALI AI SENSI DELL'ART. 6, COMMA 7, LETT. B) DEL D. LGS n. 231/2007- OPERATIVITÀ CONNESSA CON IL SETTORE DEI

Dettagli

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani Simone Feder 2004: Fabio Fabio, un ragazzo di 15 anni chiedeva un consiglio per aiutare suo padre, caduto da alcuni mesi in una rete sconosciuta che catturava

Dettagli

Malati d azzardo, facciamone una malattia

Malati d azzardo, facciamone una malattia Doc. 1/ Ottobre 2012 Malati d azzardo, facciamone una malattia di Francesco Chiavarini Sommario Decreto legge del governo sul gioco: ridimensionato rispetto agli intenti iniziali, disciplina la pubblicità

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali LINEE D INDIRIZZO STRATEGICO PER IL RILANCIO DELL IPPICA ITALIANA Approccio strategico: ristrutturazione e rilancio L ippica italiana deve essere

Dettagli

ADEMPIMENTI FISCALI NELLE MANIFESTAZIONI A PREMI

ADEMPIMENTI FISCALI NELLE MANIFESTAZIONI A PREMI ADEMPIMENTI FISCALI NELLE MANIFESTAZIONI A PREMI Convegno giorno 12 dicembre 2008 presso Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura di Treviso FISCALITA INDIRETTA Il trattamento tributario

Dettagli

Comune di Gradisca d'isonzo Provincia di Gorizia

Comune di Gradisca d'isonzo Provincia di Gorizia Comune di Gradisca d'isonzo Provincia di Gorizia Verbale di deliberazione del Consiglio Registro delibere di Consiglio ORIGINALE N. 30 OGGETTO: Ordine del giorno: GAP - Gioco di Azzardo Patologico - Ludopatia

Dettagli

L Austria segue la via italiana

L Austria segue la via italiana L Austria segue la via italiana U n paio d anni di lavoro a ritmi serrati sono serviti al governo austriaco per rinnovare, in maniera sostanziale, la legge del 1989. e il risultato finale è in linea con

Dettagli

Comune di Villa guardia

Comune di Villa guardia Comune di Villa guardia UFFICIO COMMERCIO Informativa agli esercenti per l installazione di apparecchi e congegni per il gioco lecito. Con questo scritto l Ufficio intende fornire le informazioni essenziali

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 228 DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 228 DEL CONSIGLIO COMUNALE copia VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 228 DEL CONSIGLIO COMUNALE PROT. N. 00017889 / AMMCCMO0400144 - seduta pubblica - MOZIONE N. 144 PRESENTATA IN DATA 20.11.2013 DAL CONSIGLIERE BACCHIN AD OGGETTO SCONTO

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO DECRETO DELEGATO 29 luglio 2014 n.126 Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visti l articolo 2, comma 10 e l articolo 10, comma 3, della Legge 25 luglio

Dettagli

La SCIA agevola l avvio dell attività

La SCIA agevola l avvio dell attività La SCIA agevola l avvio dell attività L a modifica apportata alla legge 122/10 ha carattere di principio generale e stabilisce che possono essere intraprese con la Scia le attività non sottoposte a limite

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL GIOCO A DISTANZA AL 29 FEBBRAIO 2012. ANALISI DEI DATI.

COMUNICATO STAMPA IL GIOCO A DISTANZA AL 29 FEBBRAIO 2012. ANALISI DEI DATI. Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato UFFICIO STAMPA COMUNICATO STAMPA IL GIOCO A DISTANZA AL 29 FEBBRAIO 12. ANALISI DEI DATI. Presentiamo in queste pagine

Dettagli

SENTENZE DELLA CORTE COSTITUZIONALE REGIONI ORDINARIE

SENTENZE DELLA CORTE COSTITUZIONALE REGIONI ORDINARIE SENTENZE DELLA CORTE COSTITUZIONALE REGIONI ORDINARIE Sentenza N. 299 del 19 dicembre 2012 Materia: Concorrenza, livello essenziale delle prestazioni e commercio Giudizio: Legittimità costituzionale in

Dettagli

Il decreto Abruzzo veicola i piani della nuova Aams

Il decreto Abruzzo veicola i piani della nuova Aams Il decreto Abruzzo veicola i piani della nuova Aams I prodotti di gioco si ampliano e si specializzano sempre più, per incrementare il gettito di 500 milioni. Già partiti il Gratta Quiz, il 10 e Lotto

Dettagli

Lo schema di Conto giudiziale riporterà le seguenti espressioni per le motivazioni indicate:

Lo schema di Conto giudiziale riporterà le seguenti espressioni per le motivazioni indicate: NOTA ILLUSTRATIVA PER LA COMPILAZIONE DEI CONTI GIUDIZIALI RELATIVI ALLA GESTIONE DEI SEGUENTI GIOCHI: - GIOCHI DI ABILITA A DISTANZA NONCHE DEI GIOCHI DI SORTE A QUOTA FISSA E DEI GIOCHI DI CARTE ORGANIZZATI

Dettagli

ORDINANZA N 247 DEL 07-07-2015

ORDINANZA N 247 DEL 07-07-2015 ORDINANZA N 247 DEL 07-07-2015 Oggetto: DETERMINAZIONE DELL ORARIO DI ESERCIZIO PER LE ATTIVITA DI COMMERCIO IN SEDE FISSA, COMMERCIO SU AREA PUBBLICA, SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE

Dettagli

CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE E. SHARPSTON presentate il 29 marzo 2007 1 (1) Causa C-260/04. Commissione contro Repubblica italiana

CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE E. SHARPSTON presentate il 29 marzo 2007 1 (1) Causa C-260/04. Commissione contro Repubblica italiana CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE E. SHARPSTON presentate il 29 marzo 2007 1 (1) Causa C-260/04 Commissione contro Repubblica italiana «Inadempimento di uno Stato Libertà di stabilimento e libera prestazione

Dettagli

Negli ultimi decenni la

Negli ultimi decenni la Ilgioco nonvale lacandela Un progetto dell associazione Arciragazzi di Roma ha l obiettivo di intervenire sulle problematiche legate al gioco d azzardo soprattutto quello che coinvolge i più giovani di

Dettagli

Lavoro autonomo in cooperativa Dario Vedani

Lavoro autonomo in cooperativa Dario Vedani Lavoro autonomo in cooperativa Dario Vedani La forma a progetto della collaborazione coordinata e continuativa è compatibile con la figura di socio lavoratore? È possibile per un socio eletto alla carica

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1353

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1353 Senato della Repubblica XVII Legislatura Fascicolo Iter DDL S. 1353 Misure di contrasto al fenomeno della ludopatia e razionalizzazione dei punti di rivendita di gioco pubblico 17/08/2015-14:05 Indice

Dettagli

LA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE MARCON CHIARA E MARTINELLO CHIARA

LA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE MARCON CHIARA E MARTINELLO CHIARA LA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE MARCON CHIARA E MARTINELLO CHIARA EFFETTI DELLA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE CONSEGUENZE DA DIPENDENZA COME USCIRE DA QUESTO FENOMENO QUANTO E DIFFUSO ATTUALMENTE NEL

Dettagli

slot machines come giocare

slot machines come giocare slot machines come giocare Indice Le slot machines al Casinò di Lugano 4 Come si gioca alle slot machines? 7 Tipologie di Jackpot 8 Progressive Jackpot 8 Mystery Jackpot 8 I punti CashCard 9 Si desidera

Dettagli

Il CONSIGLIO COMUNALE. Sentita la relazione del Sindaco, illustrativa della seguente proposta di deliberazione :

Il CONSIGLIO COMUNALE. Sentita la relazione del Sindaco, illustrativa della seguente proposta di deliberazione : OGGETTO :Articolo 50, comma 7,Decreto legislativo n.267 del 2000. Indirizzi per la disciplina degli orari per l esercizio delle attività di gioco lecito sul territorio comunale Il CONSIGLIO COMUNALE Sentita

Dettagli

MOZIONE ai sensi dell articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell articolo 102 del Regolamento interno. trattazione in Aula trattazione in Commissione

MOZIONE ai sensi dell articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell articolo 102 del Regolamento interno. trattazione in Aula trattazione in Commissione BOZZA Versione Al Presidente del Consiglio regionale del Piemonte MOZIONE ai sensi dell articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell articolo 102 del Regolamento interno trattazione in Aula trattazione in

Dettagli

RELAZIONE GIOCO D AZZARDO Anno 2011

RELAZIONE GIOCO D AZZARDO Anno 2011 Premessa RELAZIONE GIOCO D AZZARDO Anno 2011 Il gioco d azzardo ha assunto, negli ultimi anni, una dimensione molto significativa su tutto il territorio nazionale. La Provincia di Lecco è passata, nel

Dettagli