Gestione delle risorse umane Compiti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gestione delle risorse umane Compiti"

Transcript

1 Esami modulari SVF-ASFC Edizione Primavera 2009 Gestione delle risorse umane Compiti Durata dell esame: 60 minuti Mezzi ausiliari ammessi: nessuno Incollate l etichetta con il vostro n. di riferimento! Punti: Nota: Visto Perito 1: Visto Perito 2:

2 Situazione di partenza I prodotti del vostro datore di lavoro, l impresa individuale "GUT", e i prodotti dell impresa individuale "SUPER" sono molto simili tra loro. Siccome la ditta "SUPER" ha un problema di successione apparentemente insolubile, il titolare della ditta ha avvicinato il proprietario della "GUT" per discutere l eventuale vendita della ditta. Il vostro direttore acquista la ditta e vi incarica di sottoporgli delle proposte sensate riguardanti la situazione del personale. Il vostro direttore è cosciente che nel settore del personale dovrà procedere ad alcune riorganizzazioni, poiché con il rilevamento l organico raddoppierà. Egli teme di non essere in grado di gestire i licenziamenti che si renderanno necessari. Quale collaboratore / collaboratrice del settore risorse umane, vi chiedete dove siano necessari dei cambiamenti nell ambito del personale. Poiché prossimamente non vi saranno nuove assunzioni di personale, vi concentrate sulle operazioni di conduzione e consulenza nonché sui licenziamenti presumibilmente imminenti. Per voi è importante che la ditta "GUT", concluse le operazioni di rilevamento, venga considerata un datore di lavoro corretto. Ricevete dal direttore un organigramma della nuova ditta e un elenco di nomi nei quali sono indicati tutti i titolari di un posto presso entrambe le ditte. Notate immediatamente che ci saranno parecchi doppioni nell occupazione delle cariche e sapete che saranno necessari dei licenziamenti. Ricevete inoltre copia di tutti i dossier personali della ditta "SUPER". Iniziate con la pianificazione. Vi preoccupate in particolare di sapere chi, dove e come dovrà essere impiegato e chi dovrà lasciare la ditta. Vi chiedete anche se, e all occorrenza come, la conduzione debba essere modificata. I quadri dirigenti sono già stati designati dal vostro direttore; voi potete contattarli. Svolgete ora questo compito procedendo in modo strutturato. Esercizio 1 4 punti Richiedete ai superiori che venga allestita la descrizione di ogni posto. Siccome apprezzate una certa omogeneità, vi chiedete quali elementi debbano essere inclusi nella descrizione di un posto. Considerate il fatto che, in futuro, queste descrizioni vi serviranno per la selezione del personale. Indicate 8 elementi importanti che devono essere compresi in ogni descrizione del posto. Fornite un esempio pratico per ogni elemento (per ogni elemento corredato da un esempio plausibile ricevete 1/2 punto, max. 4 punti). Utilizzate a tal fine la pagina seguente. Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 2/15

3 Elementi di descrizione di un posto Esempio pratico Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 3/15

4 Esercizio 2 4 punti Con il potenziale di collaboratori esistente in entrambe le ditte potete occupare tutti i posti previsti. Avete tuttavia notato che il livello dei salari nella ditta "SUPER" non è adeguato alla struttura salariale della vostra ditta. Ciò è già stato osservato anche dai rappresentanti dei lavoratori, i quali desiderano discutere la situazione con voi. Menzionate ai rappresentanti dei lavoratori 4 criteri che devono essere considerati nella determinazione dei salari. (per ogni criterio esatto 1 punto, max. 4 punti) Esercizio 3 6 punti I/Le rappresentanti dei lavoratori hanno capito le vostre informazioni. Siccome nella società "SUPER" l indennità di carovita è finora sempre stato corrisposta senza discussioni, i collaboratori della medesima si attendono che anche in futuro tale situazione rimanga immutata. A) Esponete la differenza fra aumento salariale e corresponsione di un indennità di carovita. (1 punto) Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 4/15

5 B) Ai collaboratori spetta di diritto la corresponsione di un indennità di carovita? Rispondete SÌ o NO. (1 punto) C) Quali due misure potete adottare affinché la discrepanza fra i salari non si amplifichi troppo con la compensazione del rincaro? Quali sono gli effetti determinati dalle misure da voi proposte? (per ogni misura ed ogni effetto esatto 2 punti, massimo 4 punti) Misura Effetto. Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 5/15

6 Esercizio 4 8 punti Le deduzioni salariali in seno alle due società sono molto differenziate cosicché i collaboratori, a parità di salario lordo, ricevono un salario netto diverso. A) Enumerate 3 deduzioni sociali normalmente effettuate. Indicate la quota a carico del datore di lavoro e la quota a carico del lavoratore. Non dovete conoscere la deduzione percentuale; dovete tuttavia esporre il criterio di base per la ripartizione di tali costi fra datore di lavoro e lavoratore. (3 punti) Tipo di salario / Deduzione Finanziamento B) Il sistema salariale della ditta "SUPER" non è un sistema vero e proprio poiché, in caso di nuove assunzioni, per ogni reparto viene adottato quale base il salario effettivo. Nella ditta "GUT" tuttavia, da qualche tempo, è stato introdotto un sistema salariale bilanciato. Successivamente all acquisizione vengono assunti alcuni collaboratori che esercitano professioni finora mai rappresentate nella ditta "GUT". Questi collaboratori hanno un salario elevato a fronte di requisiti professionali e scolastici limitati. Tuttavia tali persone sono esposte ad inconvenienti rilevanti (lavori a contatto con molta sporcizia, rumore, emissioni di odori, ecc.). Come deve procedere il responsabile dei salari della "GUT"? Da un lato, il sistema salariale non dev essere violato e, dall altro, a fine mese i collaboratori devono avere all incirca la medesima somma di denaro sul conto stipendio. Quali soluzioni proponete? Motivate la vostra proposta (3 punti). Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 6/15

7 C) Indicate un vantaggio della soluzione da voi proposta. (2 punti) Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 7/15

8 Esercizio 5 4 Punti Ora, sulla base delle descrizioni dei posti, degli atti personali e dei colloqui, vi siete potuti fare un quadro della situazione riguardante i collaboratori. È quindi giunto il momento di selezionare il personale. Quali criteri possono assumere un ruolo importante nella selezione dei collaboratori? Menzionate e motivate 4 criteri sensati (per ogni criterio esatto e motivato 1 punto, max. 4 punti). Criterio Motivazione - Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 8/15

9 Esercizio 6 4 punti La ditta licenzierà parecchi dipendenti; in proposito dovranno essere osservate determinate direttive legali. Il vostro direttore è convinto che, a seguito della chiusura della ditta, i termini di disdetta e i termini d attesa non debbano essere osservati. A) Spiegate al vostro direttore come si presenta la situazione giuridica riguardo ai termini di disdetta e quali sono le norme applicabili anche in tale eventualità (1 punto). B) Spiegate cosa sono i termini d attesa previsti dalla legge e per quale motivo sono previsti dalla medesima (3 punti). Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 9/15

10 Esercizio 7 4 Punti Voi rendete attento il vostro direttore sul fatto che i collaboratori che lasciano la ditta hanno diritto ad un certificato. Il vostro direttore non vede nessun problema. Egli intende semplicemente redigere un attestato di lavoro per tutti i collaboratori uscenti ed è dell avviso che, in tal modo, il dispendio possa essere ridotto al minimo. A) Condividete l opinione del vostro direttore? Rispondete SÌ o NO e motivate la vostra risposta (2 punti). B) Menzionate 4 requisiti sostanziali che devono essere in linea di principio adempiuti dalla valutazione esposta nel certificato di lavoro (2 punti). Esercizio 8 9 punti Voi esponete al vostro direttore la differenza esistente fra un attestato di lavoro e un certificato qualificato (= certificato intermedio o finale). Gli indicate quali informazioni devono essere esposte e in quale documento. Affinché egli possa capire meglio, per ogni punto del certificato fornite un esempio pratico. Compilate la tabella sottostante indicando quali informazioni fanno parte di un attestato di lavoro e quali di un certificato. Per ciascun informazione esposta alla voce certificato qualificato fornite anche un esempio di formulazione (9 punti). Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 10/15

11 Queste informazioni fanno parte: Esempio di formulazione di un attestato di lavoro e di un certificato qualificato (3 punti) solo di un certificato qualificato (1 punto per ogni informazione esatta corredata della relativa formulazione, max. 6 punti ) Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 11/15

12 Esercizio 9 3 punti I collaboratori presenti in seno alla ditta sono costantemente incentivati. Voi desiderate che anche i nuovi collaboratori della vostra azienda siano soddisfatti del loro posto di lavoro. Chiedete al vostro direttore delle misure d incentivazione mirate, poiché desiderate che i collaboratori siano motivati. Come si possono incentivare i collaboratori? Enumerate 3 possibilità (3 punti). Esercizio 10 6 punti A) Poiché l espansione della ditta è stata molto forte, voi siete dell avviso che debba essere introdotto il Management by Objectives (MbO). Indicate due attività tipiche di competenza del superiore nell ambito del MbO (2 punti). Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 12/15

13 B) Indicate due vantaggi che possono essere ottenuti grazie al MbO (2 punti). C) Menzionate due criteri che devono essere presi in considerazione nella fissazione degli obiettivi nell ambito del MbO (2 punti). Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 13/15

14 Esercizio 11 8 punti La ditta "SUPER" ha adottato un orario di lavoro flessibile; nella ditta "GUT" gli orari di lavoro sono fissi. La commissione del personale della ditta "SUPER" ha interpellato il vostro direttore chiedendogli se la ditta "GUT" sarebbe disposta ad adottare il sistema dell orario di lavoro flessibile. Del resto questo cambiamento sarebbe ben accetto anche dai collaboratori della ditta "GUT". Ora il vostro direttore desidera da voi una rudimentale esposizione dei vantaggi e degli svantaggi di entrambi i sistemi di orario di lavoro, nell ottica del datore di lavoro. Compilate la tabella sottostante. Sono richiesti due vantaggi e due svantaggi; ciò che è stato addotto quale vantaggio dell orario di lavoro fisso non deve essere semplicemente elencato quale svantaggio dell orario di lavoro flessibile (8 punti). Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 14/15

15 Sistema di orario di lavoro Orario di lavoro flessibile VANTAGGI dal punto di vista della ditta SVANTAGGI dal punto di vista della ditta Orario di lavoro fisso Fine dell esame Edizione: Primavera 2009 Versione Ultimo aggiornamento: Resp. d esame Stampa: Pagina 15/15

Gestione di progetti Domande d esame

Gestione di progetti Domande d esame Esami modulari SVF-ASFC Edizione autunno 2009 Gestione di progetti Domande d esame Durata dell esame: 60 minuti Mezzi ausiliari ammessi: nessuno Incollate qui l etichetta con il vostro no di riferimento!

Dettagli

Gestione delle risorse umane Domande d esame

Gestione delle risorse umane Domande d esame Esami modulari SVF-ASFC Edizione Autunno 2009 Gestione delle risorse umane Domande d esame Durata dell esame: 60 minuti Mezzi ausiliari ammessi: nessuno Incollate qui l etichetta con il vostro n. di riferimento!

Dettagli

Basi dell'economia aziendale Compiti

Basi dell'economia aziendale Compiti Esami modulari SVF-ASFC Edizione primavera 2009 Basi dell'economia aziendale Compiti Durata dell esame: 60 minuti Mezzi ausiliari ammessi: Calcolatrice standard non programmabile e non in rete Incollate

Dettagli

Basi dell economia aziendale Domande d esame

Basi dell economia aziendale Domande d esame Esami modulari SVF-ASFC Edizione autunno 2010 Basi dell economia aziendale Domande d esame Durata dell esame: 60 minuti Mezzi ausiliari ammessi: calcolatrice standard non programmabile e non in rete Incollate

Dettagli

Principi di diritto Domande d esame

Principi di diritto Domande d esame Esami modulari SVF-ASFC Edizione Autunno 2010 Principi di diritto Domande d esame Durata dell esame: 60 Minuti Mezzi ausiliari ammessi: LPar, CC, CO, LRDP, LPD, Legge sul lavoro (LL) e Legge sulla partecipazione,

Dettagli

Gestione di progetti Domande d esame

Gestione di progetti Domande d esame Esami modulari SVF-ASFC Edizione autunno 2010 Gestione di progetti Domande d esame Durata dell esame: 60 minuti Mezzi ausiliari ammessi: nessuno Incollate qui l etichetta con il vostro n. di riferimento!

Dettagli

per le persone in formazione del ramo di formazione e d esame

per le persone in formazione del ramo di formazione e d esame <inserire il ramo> Commissione svizzera d esame per la formazione commerciale di base Esame finale di tirocinio per impiegati di commercio 2013 Serie 2013/01 - profilo B per le persone in formazione del ramo di formazione

Dettagli

Organizzare di un gruppo / team Domande d esame

Organizzare di un gruppo / team Domande d esame Esami modulari SVF-ASFC Edizione primavera 2010 Organizzare di un gruppo / team Domande d esame Durata dell esame: 60 minuti Mezzi ausiliari ammessi: nessuno Incollate qui l etichetta con il vostro n.

Dettagli

Organizzare di un gruppo / team Domande d esame

Organizzare di un gruppo / team Domande d esame Esami modulari SVF-ASFC Edizione Autunno 2009 Organizzare di un gruppo / team Domande d esame Durata dell esame: 60 minuti Mezzi ausiliari ammessi: nessuno Incollate qui l etichetta con il vostro n. di

Dettagli

Gestione delle risorse umane Domande d esame

Gestione delle risorse umane Domande d esame Esami modulari SVF-ASFC Edizione autunno 2010 Gestione delle risorse umane Domande d esame Durata dell esame: 60 minuti Mezzi ausiliari ammessi: nessuno Incollate qui l etichetta con il vostro n. di riferimento!

Dettagli

Gestione del personale

Gestione del personale Esami modulari SVF-ASFC Serie pilota 2013 Serie pilota (Descrizione del modulo 2013) Gestione del personale Domande d esame Durata dell esame: 90 Minuti Mezzi ausiliari ammessi: Testi di legge (CC e CO)

Dettagli

L organizzazione della sicurezza un compito di primaria importanza per ogni azienda

L organizzazione della sicurezza un compito di primaria importanza per ogni azienda L organizzazione della sicurezza un compito di primaria importanza per ogni azienda Compito del superiore è quello di organizzare l azienda in modo da garantire la sicurezza e la tutela della salute. In

Dettagli

Basi dell economia aziendale Domande d esame

Basi dell economia aziendale Domande d esame Esami modulari SVF-ASFC Edizione Autunno 2009 Basi dell economia aziendale Domande d esame Durata dell esame: 60 minuti Mezzi ausiliari ammessi: calcolatrice standard non programmabile e non in rete Incollate

Dettagli

Regolamento sull'organizzazione di XY RETE SA ... 2008. 1 Consiglio di amministrazione

Regolamento sull'organizzazione di XY RETE SA ... 2008. 1 Consiglio di amministrazione Page 1 de 5 Regolamento sull'organizzazione di XY RETE SA... 2008 1 Consiglio di amministrazione Art. 1 Compiti e poteri Al Consiglio di amministrazione spettano ai sensi dell art. 15 degli statuti la

Dettagli

Standard di qualità swissstaffing

Standard di qualità swissstaffing Pag. 1 Standard di qualità swissstaffing In generale Nell articolo che enuncia lo scopo, swissstaffing garantisce ai suoi partner commerciali, anche mediante direttive e standard chiaramente definiti,

Dettagli

Modello previdenziale 2017 Maggiori informazioni sul calcolatore comparativo

Modello previdenziale 2017 Maggiori informazioni sul calcolatore comparativo Cassa pensione di Credit Suisse Group (Svizzera) Modello previdenziale 2017 Maggiori informazioni sul calcolatore comparativo Dal 1 gennaio 2017 la Cassa pensione di Credit Suisse Group (Svizzera) introdurrà

Dettagli

INTRODUZIONE. I cittadini infatti possono recarsi alla Direzione Urbanistica per:

INTRODUZIONE. I cittadini infatti possono recarsi alla Direzione Urbanistica per: CARTA DEI SERVIZI DELLO SPORTELLO AL PUBBLICO DELLA DIREZIONE URBANISTICA a cura di: Servizio supporto giuridico amministrativo P.O. Archivio e protocollo: d.ssa Isabella Anna Leonesi Rev. 1 del 30 dicembre

Dettagli

Ciclo di formazione per PMI Contabilità aziendale

Ciclo di formazione per PMI Contabilità aziendale Ciclo di formazione per PMI Contabilità aziendale Desiderate aggiornarvi sul mondo delle PMI? Ulteriori dettagli sui cicli di formazione PMI e sui Business Tools sono disponibili su www.bancacoop.ch/business

Dettagli

Individuazione dei pericoli e pianificazione delle misure nelle piccole aziende

Individuazione dei pericoli e pianificazione delle misure nelle piccole aziende Individuazione dei pericoli e pianificazione delle misure nelle piccole aziende Questo opuscolo, rivolto principalmente alle piccole aziende, illustra come individuare i pericoli in azienda e come pianificare

Dettagli

RELAZIONE TRASPARENZA. Pubblicata ai sensi dell art. 18 del D.Lgs. 27 gennaio 2010 n. 39

RELAZIONE TRASPARENZA. Pubblicata ai sensi dell art. 18 del D.Lgs. 27 gennaio 2010 n. 39 RELAZIONE DI TRASPARENZA Per l esercizio al 31 dicembre 2014 Pubblicata ai sensi dell art. 18 del D.Lgs. 27 gennaio 2010 n. 39 INDICE 1. Forma giuridica, struttura proprietaria e di governo 2. Rete di

Dettagli

Direttive. Per l esame per l ottenimento del. Certificato di. Assistente del personale. Edizione 2010

Direttive. Per l esame per l ottenimento del. Certificato di. Assistente del personale. Edizione 2010 Direttive Per l esame per l ottenimento del Certificato di Assistente del personale Edizione 2010 Organizzatori dell esame HR Swiss KV Schweiz Unione padronale svizzera Swissstaffing Associazione professionale

Dettagli

Guida fiscale per Hobbisti: Come vendere prodotti homemade

Guida fiscale per Hobbisti: Come vendere prodotti homemade Guida fiscale per Hobbisti: Come vendere prodotti homemade Hobbisti: se vendo le mie creazioni come devo regolarmi da un punto di vista fiscale? Quali sono gli adempimenti per partecipare ad un mercatino

Dettagli

Dipendenti e collaboratori

Dipendenti e collaboratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dipendenti e collaboratori Dipendenti e collaboratori Nella gestione della società

Dettagli

Modulo di domanda d ammissione come membro collettivo della SGfB con certificazione di formazioni in materia di consulenza

Modulo di domanda d ammissione come membro collettivo della SGfB con certificazione di formazioni in materia di consulenza Modulo di domanda d ammissione come membro collettivo della SGfB con certificazione di formazioni in materia di consulenza Osservazioni preliminari La varietà delle formazioni certificate dalla SGfB dimostra

Dettagli

Contabilità finanziaria e aziendale

Contabilità finanziaria e aziendale Esami modulari SVF-ASFC Edizione primavera 2010 Contabilità finanziaria e aziendale Domande d esame Durata dell esame 60 minuti Mezzi ausiliari ammessi: calcolatrice standard non programmabile e non in

Dettagli

Linee Guida per la Rendicontazione dei Progetti

Linee Guida per la Rendicontazione dei Progetti Linee Guida per la Rendicontazione dei Progetti Premessa Al fine di garantire la maggior trasparenza possibile da parte delle Organizzazioni nonprofit nei confronti dei Sostenitori, Terzo Valore richiede

Dettagli

Direttive Esame professionale per Specialista del personale

Direttive Esame professionale per Specialista del personale Direttive Esame professionale per Specialista del personale Opzioni A Gestione del personale B Consulente del personale secondo il Regolamento 2000, versione 2.0 Organo svizzero responsabile degli esami

Dettagli

Guida per i venditori

Guida per i venditori Guida per i venditori Vendere un azienda può essere complicato e impegnativo ed è generalmente un evento che si presenta una volta nella vita. Vi preghiamo di leggere con attenzione i seguenti paragrafi.

Dettagli

Previdenza professionale delle persone disoccupate secondo la LADI e la LPP

Previdenza professionale delle persone disoccupate secondo la LADI e la LPP Dipartimento federale dell'economia DFE EDIZIONE 2009 716.201 i Informazione complementare all Info-Service Disoccupazione Un opuscolo per i disoccupati Previdenza professionale delle persone disoccupate

Dettagli

Modulo di domanda di ammissione come membro attivo SGfB su dossier

Modulo di domanda di ammissione come membro attivo SGfB su dossier Modulo di domanda di ammissione come membro attivo SGfB su dossier Premesse La varietà delle formazioni certificate dalla SGfB dimostra una ricca offerta formativa nell ambito della consulenza psicosociale.

Dettagli

Buras n. 2. Parte prima

Buras n. 2. Parte prima Buras n. 2 Data di pubblicazione: 08 gennaio 2015 Il seguente documento è una copia dell'atto. La validità legale è riferita esclusivamente al fascicolo in formato PDF firmato digitalmente. Decreti Consiglio

Dettagli

Lista di controllo Dispositivi di protezione individuale (DPI)

Lista di controllo Dispositivi di protezione individuale (DPI) Sicurezza realizzabile Lista di controllo Dispositivi di protezione individuale (DPI) I DPI vengono usati regolarmente nella vostra azienda? In qualità di datori di lavoro siete obbligati per legge a mettere

Dettagli

Il vostro partner nel settore della promozione della salute in impresa

Il vostro partner nel settore della promozione della salute in impresa Il vostro partner nel settore della promozione in impresa Soluzioni globali per l assicurazione infortuni e malattia Con le prestazioni complementari MobiSana la Mobiliare offre alla clientela aziendale

Dettagli

Questionario somme di assicurazione elevate Complemento alla proposta

Questionario somme di assicurazione elevate Complemento alla proposta Pax Aeschenplatz 13, 4002 Basilea Questionario somme di assicurazione elevate Complemento alla proposta 1. Proponente/contraente Nome Proposta del N proposta 2. Informazioni relative all attività professionale

Dettagli

Che cos è Agenquadri

Che cos è Agenquadri 1 Che cos è Agenquadri Agenquadri intende rappresentare con autonomia politica, giuridica, amministrativa e di iniziativa, in forma organizzata, quadri, dirigenti e lavoratori di alta professionalità,

Dettagli

Regolamento per il reclutamento del personale

Regolamento per il reclutamento del personale Pagina 1 di 7 Regolamento per il 1 Pagina 2 di 7 INDICE PREMESSA... 3 ARTICOLO 1 PRINCIPI GENERALI... 3 ARTICOLO 2 PROCEDURA DI RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE... 4 ARTICOLO 3 PROCEDURA PER LA RICERCA

Dettagli

Creatrice d abbigliamento Creatore d abbigliamento

Creatrice d abbigliamento Creatore d abbigliamento Direttive concernenti l esame professionale superiore Creatrice d abbigliamento Creatore d abbigliamento Versione del 29 maggio 2015 Organo responsabile Unione svizzera dei mestieri della moda (USMM) Segreteria

Dettagli

Entusiasmo? «Ho voce in capitolo sul mio denaro.» Helvetia Piano di garanzia. Ottimizzare garanzia e rendimento in modo individuale.

Entusiasmo? «Ho voce in capitolo sul mio denaro.» Helvetia Piano di garanzia. Ottimizzare garanzia e rendimento in modo individuale. Entusiasmo? «Ho voce in capitolo sul mio denaro.» Helvetia Piano di garanzia. Ottimizzare garanzia e rendimento in modo individuale. La Sua Assicurazione svizzera. Ecco come funziona le garanzie. Costruire

Dettagli

Riforma "Specialista del commercio al dettaglio" Direttive concernenti lo svolgimento di esami modulari per candidati specialisti del commercio al

Riforma Specialista del commercio al dettaglio Direttive concernenti lo svolgimento di esami modulari per candidati specialisti del commercio al Specialista del commercio al Riforma "Specialista del commercio al " Direttive concernenti lo svolgimento di esami modulari per candidati specialisti del commercio al (La designazione di persone o gruppi

Dettagli

FAQ per i datori di lavoro

FAQ per i datori di lavoro FAQ per i datori di lavoro - Perché io, imprenditore, dovrei aspettarmi aiuto da un istituzione come l ufficio AI? L ufficio AI si impegna a mantenere o reinserire nel mondo del lavoro le persone diversamente

Dettagli

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione.

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. NOI CON VIi VOi Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. Una campagna dell Assicurazione contro la disoccupazione in collaborazione

Dettagli

Istruzioni sul modo di compilare la dichiarazione d imposta

Istruzioni sul modo di compilare la dichiarazione d imposta PG Istruzioni sul modo di compilare la dichiarazione d imposta Imposta cantonale 2013 Persone giuridiche con sede o (in caso di sede all estero) domicilio fiscale principale svizzero in un altro Cantone

Dettagli

Parte 2 Attività professionali e informazioni sul reddito

Parte 2 Attività professionali e informazioni sul reddito Proposta di assicurazione R.C. Professionale di società informatiche Si prega di rispondere a tutte le domande, senza lasciare parti non compilate. Se per rispondere ad una qualsiasi delle domande lo spazio

Dettagli

Consulente RSPP e corsi on line

Consulente RSPP e corsi on line Consulente RSPP e corsi on line Stai cercando informazioni sull Rspp il Responsabile del servizio di prevenzione e protezione? Sei nel posto giusto! Offro la mia consulenza per la no mina RSPP come Esterno

Dettagli

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Circolare N.124 del 21 settembre Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Banca dati per l occupazione dei giovani genitori: via agli incentivi

Dettagli

Esame di professione per specialisti del commercio al dettaglio. Lavoro di progetto: Lavoro concettuale e Presentazione con colloquio professionale

Esame di professione per specialisti del commercio al dettaglio. Lavoro di progetto: Lavoro concettuale e Presentazione con colloquio professionale Esame di professione per specialisti del commercio al dettaglio Lavoro di progetto: Lavoro concettuale e Presentazione con colloquio professionale Stato: Serie 0 (esempio) Ultimo aggiornamento: 2015 Commissione

Dettagli

Offerta per i clienti aziendali

Offerta per i clienti aziendali business Offerta per i clienti aziendali Soluzioni assicurative su misura. visana-business.ch Sommario Assicurazioni di persone 4 Indennità giornaliera per malattia Infortunio Viaggi d affari 6 Gestione

Dettagli

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Portrait Contributi e prestazioni Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Sono determinanti le disposizioni del Regolamento Berna, febbraio 2008 I nostri Piani delle

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Avviso di selezione di n 1 Specialista gestione Risorse Umane - Profilo professionale Specialista gestione Risorse Umane Cat. D 1 - presso l Agenzia per la formazione, l orientamento e il lavoro della

Dettagli

QUESTIONARIO QUALIFICAZIONE FORNITORE

QUESTIONARIO QUALIFICAZIONE FORNITORE Data: Spett.le Società vi informiamo che (inserire nome azienda) ha attivato un sistema di valutazione, qualificazione e monitoraggio dei propri fornitori. Nell ambito del nostro Sistema di Gestione della

Dettagli

CCNL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE

CCNL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE CCNL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DELL INDUSTRIA ALBERGHIERA E DELLA RISTORAZIONE NUOVO sistema di retribuzione CCNL in vigore dal 2012 (art. 10 e 12) (Il CCNL con il relativo commento e diversi

Dettagli

Regolamento della valutazione e della procedura 24 giugno 2014

Regolamento della valutazione e della procedura 24 giugno 2014 Regolamento della valutazione e della procedura 24 giugno 2014 Pagina 1/8 Sommario 1. Obiettivi 3 2. Campo d applicazione 3 3. Sistema di valutazione delle constatazioni scaturite dall audit 3 3.1 Griglia

Dettagli

Il certificato di previdenza. Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale.

Il certificato di previdenza. Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza. Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza, allestito e spedito dal vostro istituto di previdenza del personale (fondazione) ogni

Dettagli

Lista di controllo Dispositivi di protezione individuale (DPI)

Lista di controllo Dispositivi di protezione individuale (DPI) Sicurezza realizzabile Lista di controllo Dispositivi di protezione individuale (DPI) I DPI vengono usati regolarmente nella vostra azienda? In qualità di datori di lavoro siete obbligati per legge a mettere

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA REDAZIONE DEL POS

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA REDAZIONE DEL POS Istruzioni per la compilazione delle linee d indirizzo per la redazione del POS 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA REDAZIONE DEL POS (Documento da non allegare al POS) Il

Dettagli

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 116 del 29/07/2002 modificato con

Dettagli

Contratti per differenza (CFD)

Contratti per differenza (CFD) Avvertenza per gli investitori 28/02/2013 Contratti per differenza (CFD) Messaggi chiave I CFD ( contracts for difference ) sono prodotti complessi e non sono adatti a tutti gli investitori. Non investite

Dettagli

Prassi Amministrazione delle imposte dei Grigioni

Prassi Amministrazione delle imposte dei Grigioni Prassi Amministrazione delle imposte dei Grigioni LIG 89, 92 Le società holding ai sensi dell art. 89 cpv. 1 LIG sono persone giuridiche il cui scopo consiste principalmente nella gestione permanente di

Dettagli

DECRETA. Articolo 1 Indizione e descrizione dei profili

DECRETA. Articolo 1 Indizione e descrizione dei profili Il Dirigente Decreto n. 892 Anno 2015 Prot. n. 68445 AVVISO DI SELEZIONE INTERNA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE DELLA SEGUENTE UNITÀ DI PROCESSO PER L AREA RISORSE

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PER LA MESSA IN GRADUATORIA A FAVORE DELLA FROSINONE MULTISERVIZI SPA DI 100 ADDETTI:

AVVISO DI SELEZIONE PER LA MESSA IN GRADUATORIA A FAVORE DELLA FROSINONE MULTISERVIZI SPA DI 100 ADDETTI: AVVISO DI SELEZIONE PER LA MESSA IN GRADUATORIA A FAVORE DELLA FROSINONE MULTISERVIZI SPA DI 100 ADDETTI: 7 addetti in qualità di impiegati amministrativi di concetto che siano in grado di svolgere con

Dettagli

Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza

Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale. Il certificato di previdenza Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale Il certificato di previdenza Chiarezza sulle prestazioni di previdenza professionale Il certificato di previdenza contiene molte informazioni preziose

Dettagli

Contabilità finanziaria e aziendale Domande d esame

Contabilità finanziaria e aziendale Domande d esame Esami modulari SVF-ASFC Edizione autunno 2009 Contabilità finanziaria e aziendale Domande d esame Durata dell esame: 60 minuti Mezzi ausiliari ammessi: calcolatrice standard non programmabile e non in

Dettagli

OFCF Organizzazione per la formazione commerciale fiduciario/immobiliare Esempio Colloquio di locazione solo fiduciario immobiliare G G

OFCF Organizzazione per la formazione commerciale fiduciario/immobiliare Esempio Colloquio di locazione solo fiduciario immobiliare G G Competenze sociali e individuali 12 punti OFCF Organizzazione per la formazione commerciale fiduciario/immobiliare Controllo ID eseguito G Informazioni sullo stato di salute G richieste. Il candidato/la

Dettagli

RISOLUZIONE N.125/E. Roma, 29 settembre 2004

RISOLUZIONE N.125/E. Roma, 29 settembre 2004 RISOLUZIONE N.125/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 settembre 2004 Oggetto: Istanza di Interpello X - Disciplina applicabile ai compensi d intermediazione richiesti dalla agenzie di

Dettagli

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione.

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. NOI CON VIi VOi Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. Una campagna dell Assicurazione contro la disoccupazione in collaborazione

Dettagli

LETTERA D INCARICO D AGENZIA. in persona del suo legale rappresentante pro-tempore con sede in. (di seguito denominata PREPONENTE) o

LETTERA D INCARICO D AGENZIA. in persona del suo legale rappresentante pro-tempore con sede in. (di seguito denominata PREPONENTE) o LETTERA D INCARICO D AGENZIA Tra le seguenti parti: in persona del suo legale rappresentante pro-tempore con sede in (di seguito denominata PREPONENTE) o E P.IVA: (di seguito denominato AGENTE) l agente

Dettagli

Corso preparatorio all esame professionale superiore per il diploma federale di Economista aziendale nelle arti e mestieri

Corso preparatorio all esame professionale superiore per il diploma federale di Economista aziendale nelle arti e mestieri IFCAM - Istituto svizzero per la formazione di capi-azienda nelle arti e mestieri Corso preparatorio all esame professionale superiore per il diploma federale di Economista aziendale nelle arti e mestieri

Dettagli

COMUNE DI GONNOSNO Provincia di Oristano PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

COMUNE DI GONNOSNO Provincia di Oristano PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI GONNOSNO Provincia di Oristano PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (Art. 11 c. 2, del ) Indice generale 1. PREMESSA 2. I DATI DA PUBBLICARE SUL SITO ISTITUZIONALE DEL COMUNE

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS

REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS 65 REGOLAMENTO RELATIVO ALL ENTITA, MODALITA E CRITERI DI RIPARTIZIONE DEGLI INCENTIVI PREVISTI DALL ART.92, COMMA 5 DEL D. LGS. 163/06 PER LE OPERE, I LAVORI E GLI ATTI DI PIANIFICAZIONE DI COMPETENZA

Dettagli

LETTERA DI ACCOMPAGNAMENTO

LETTERA DI ACCOMPAGNAMENTO LETTERA DI ACCOMPAGNAMENTO COS La lettera di accompagnamento non costituisce solo un elemento formale. Piuttosto, è parte integrante del curriculum vitae e come tale va redatta con molta attenzione, essendo,

Dettagli

COMUNE DI SIENA. CRITERI GENERALI SUL SISTEMA PREMIANTE DEL PERSONALE NON DIRIGENTE (da cat. A a cat D) Direzione Generale

COMUNE DI SIENA. CRITERI GENERALI SUL SISTEMA PREMIANTE DEL PERSONALE NON DIRIGENTE (da cat. A a cat D) Direzione Generale COMUNE DI SIENA Direzione Generale CRITERI GENERALI SUL SISTEMA PREMIANTE DEL PERSONALE NON DIRIGENTE (da cat. A a cat D) 1) Natura e finalità della valutazione La valutazione del merito consiste in un

Dettagli

Rendiamo più redditizio ogni franco di previdenza per voi ed i vostri collaboratori.

Rendiamo più redditizio ogni franco di previdenza per voi ed i vostri collaboratori. Rendiamo più redditizio ogni franco di previdenza per voi ed i vostri collaboratori. Esperienza, competenza e impegno per le PMI In qualità di una delle maggiori Fondazioni collettive indipendenti sviluppiamo

Dettagli

Tedesco Livello principiante intermedio avanzato A1 B2

Tedesco Livello principiante intermedio avanzato A1 B2 Livello principiante intermedio avanzato A1 B2 Questo foglio informativo contiene la lista dei corsi a frequenza settimanale. Per questi livelli vi proponiamo inoltre un gran numero di corsi intensivi.

Dettagli

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG Avete un progetto d installazione, acquisto,

Dettagli

Helsana Business Health Management delle assenze. L offerta non vincolante di Helsana per il vostro successo

Helsana Business Health Management delle assenze. L offerta non vincolante di Helsana per il vostro successo Helsana Business Health Management delle assenze L offerta non vincolante di Helsana per il vostro successo Management delle assenze Approccio sano con collaboratori malati Le assenze comportano costi

Dettagli

La Certificazione del Personale

La Certificazione del Personale La Certificazione del Personale Slide 1 Certificazione del Personale Cos è la Certificazione del Personale? Valutazione delle conoscenze (formazione) e delle abilità professionali (competenze) del candidato

Dettagli

METODOLOGIA DI VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI

METODOLOGIA DI VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI METODOLOGIA DI VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI Premessa Il sistema di valutazione della prestazione individuale del personale della Comunità montana del Torre Natisone e Collio si pone la finalità

Dettagli

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO?

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013 Fondazione Provinciale della Comunità Comasca onlus FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a

Dettagli

Codice di Corporate Governance

Codice di Corporate Governance Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 1 del 3 maggio 200 Indice 1 Introduzione 2 Organizzazione della Società 2.1 Assemblea dei Soci 2.2 Consiglio di Amministrazione 2.3 Presidente

Dettagli

Tema d esame ATTRAVERSO IL BILANCIO ATTIVITÀ DIDATTICHE. di Luisa VENINI

Tema d esame ATTRAVERSO IL BILANCIO ATTIVITÀ DIDATTICHE. di Luisa VENINI Tema d esame ATTIVITÀ DIDATTICHE REDDITO, PATRIMONIO E ATTRAVERSO IL BILANCIO LORO RAPPRESENTAZIONE di Luisa VENINI MATERIE AZIENDALI (classe 5 IP Tecnico servizi sociali) Tecnica amministrativa Il candidato,

Dettagli

(DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 25/2007)

(DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 25/2007) OSSERVAZIONI ANIA SULLO SCHEMA DI REGOLAMENTO ISVAP CONCERNENTE LA DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DEI PREMI E DELLE CONDIZIONI DI CONTRATTO NELL ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA PER I VEICOLI A MOTORE E I NATANTI

Dettagli

Regolamento d esame. Patrocinio: veb.ch, Società svizzera degli impiegati del commercio. Valido dall esame di ottobre 2016

Regolamento d esame. Patrocinio: veb.ch, Società svizzera degli impiegati del commercio. Valido dall esame di ottobre 2016 Collaboratore/collaboratrice qualificato/a della contabilità Collaboratore/collaboratrice qualificato/a fiduciario Collaboratore/collaboratrice qualificato/a fiscale edupool.ch Patrocinio: veb.ch, Società

Dettagli

01.2008 REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA LIQUIDAZIONE PARZIALE O TOTALE DI ISTITUTI DI PRVIDENZA

01.2008 REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA LIQUIDAZIONE PARZIALE O TOTALE DI ISTITUTI DI PRVIDENZA 01.2008 REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA LIQUIDAZIONE PARZIALE O TOTALE DI ISTITUTI DI PRVIDENZA Pax, Fondazione per il promoviemento della previdenza in favore del personale Edizione 01.2008 Regolamento riguardante

Dettagli

Il Direttore DISCIPLINARE DEL PROCESSO DI BUDGET 2015

Il Direttore DISCIPLINARE DEL PROCESSO DI BUDGET 2015 Il Direttore DISCIPLINARE DEL PROCESSO DI BUDGET 2015 DEFINIZIONE DI BUDGET Il Budget è lo strumento per attuare la pianificazione operativa che l Istituto intende intraprendere nell anno di esercizio

Dettagli

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini, con sede negli Stati Uniti, che si è concentrata sulla produzione di telefonini di nuova generazione a partire

Dettagli

In mani sicure/ Soluzioni flessibili per ogni tipologia di studio medico. Protezione in ogni ambito di vita. Portale online MyRight.

In mani sicure/ Soluzioni flessibili per ogni tipologia di studio medico. Protezione in ogni ambito di vita. Portale online MyRight. Assicurazione di protezione giuridica per medici e personale medico In mani sicure/ I rischi giuridici che si corrono nell ambito sanitario non sono paragonabili a quelli di nessun altro settore. Solo

Dettagli

Unità procedurali (UP)

Unità procedurali (UP) Elemento 4 Indice: 1. Base concettuale Pagina 1 2. Processi / unità procedurali 2.1 Definizione / esempio Pagina 2 2.2 Obiettivo delle unità procedurali Pagina 2 2.3 Numero di unità procedurali Pagina

Dettagli

Rapporti di formazione dell azienda

Rapporti di formazione dell azienda Assistente di farmacia AFC Rapporti di formazione dell azienda Versione agosto 2013 Persona in formazione: Farmacia: Schweizerischer Apothekerverband Société Suisse des Pharmaciens Società Svizzera dei

Dettagli

COORDINATORE DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI

COORDINATORE DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI Pagina 2 di 6 1. PROFILO E COMPETENZE 1.1. PROFILO 1.2. COMPETENZE Il Coordinatore della sicurezza nei cantieri, temporanei o mobili, in fase di Progettazione CSP ed in fase di Esecuzione CSE (di seguito

Dettagli

Guida per gli acquirenti

Guida per gli acquirenti Guida per gli acquirenti Abbiamo creato una breve guida per i privati al fine di fornire le informazioni più importanti per l acquisto di un azienda. Desiderate avere una vostra azienda? L acquisto di

Dettagli

Corso SGS per Auditor / RGA di Sistemi di Gestione della Qualità UNI EN ISO 9001:2008 Corso Completo

Corso SGS per Auditor / RGA di Sistemi di Gestione della Qualità UNI EN ISO 9001:2008 Corso Completo Corso SGS per Auditor / RGA di Sistemi di Gestione della Qualità UNI EN ISO 9001:2008 Corso Completo Corso riconosciuto CEPAS e Aicq-Sicev (n di registro 03) Agrigento, Novembre 2011 Pagina 1 di 8 Presentazione

Dettagli

OGGETTO: APPALTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA. PERIODO DAL 01.10.2015 AL 15.06.2019

OGGETTO: APPALTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA. PERIODO DAL 01.10.2015 AL 15.06.2019 ALLEGATO A ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE UNICA Spett.le Comune di Mesagne Via Roma 2 72023 MESAGNE (BR) OGGETTO: APPALTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA. PERIODO DAL

Dettagli

La scuola per capi-azienda nelle arti e mestieri

La scuola per capi-azienda nelle arti e mestieri IFCAM - Istituto svizzero per la formazione di capi-azienda nelle arti e mestieri La scuola per capi-azienda nelle arti e mestieri Istituto svizzero per la formazione di capi azienda Scopo del corso La

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI VERTOVA Provincia di Bergamo Via Roma, 12 - Tel. Uffici Amm.vi 035 711562 Ufficio Tecnico 035 712528 Fax 035 720496 P. IVA 00238520167 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012

Dettagli

Politica del personale del Gruppo CSS.

Politica del personale del Gruppo CSS. Politica del personale del Gruppo CSS. Noi disponiamo dei collaboratori e delle collabo - ratrici per affrontare le sfide del futuro. A Valori di politica del personale e prese di posizione della CSS 1

Dettagli

Formazioni per formatori, formatrici e responsabili pratici

Formazioni per formatori, formatrici e responsabili pratici Formazioni per formatori, formatrici e responsabili pratici Formazioni per formatori e formatrici Nell ambito della loro formazione variata e polivalente, gli apprendisti e le apprendiste login beneficiano

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 41 del 18 Marzo 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Bando ISI: fino al 7 maggio 2015 inserimento del progetto per ottenere gli incentivi Gentile cliente, con la presente

Dettagli

Regolamento d'ammissione dell'astti

Regolamento d'ammissione dell'astti Regolamento d'ammissione dell'astti Preambolo Definizioni Membri attivi Membri associati Membri passivi Membri sostenitori Membri onorari Rinnovamento della domanda d ammissione Iscrizione nel Repertorio

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza è lieta di

Dettagli

3. Quali sono le principali attività dell amministratore in merito alla gestione delle spese per la manutenzione delle parti comuni?

3. Quali sono le principali attività dell amministratore in merito alla gestione delle spese per la manutenzione delle parti comuni? LE FUNZIONI DELL AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO (ART. 1130 C.C.) A cura di: Avv. Alessandro Re - ASSOCOND 1.Quali sono le principali funzioni dell amministratore del condominio in merito all assemblea e

Dettagli